Sei sulla pagina 1di 16

SOM M ARIO:

Speciale 50° Salone Nau- 2


tico Internazionale di
Genova

L’invasione dei cantieri 3


Navicelli News
stranieri al
Salone Nautico

Un viaggio tra le piccole 3


e medie imbarcazioni:
barche a vela tra sport e
lusso. V O L U M E 1 , N U M E R O I V D A T A 2 3 / 1 2 / 2 0 1 0

Intervento del Ministro 4


delle Infrastrutture e dei Navicelli News 2010: un anno di progetti e il punto della
situazione
La nautica pisana al 50° 4
Salone di Genova Editoriale del Presidente della Navicelli Spa Giovandomenico Caridi
I lavori a boccadarno 5-6 Il quarto numero del no- pisana organizzata le per la festa della donna e
Navicelli ad Econavigare 6
stro giornale on-line coinci- dall’Associazione Arno. la rassegna di cinema e na-
de con la fine dell’anno ed Inoltre, per il terzo anno con- vigazione “Ciak, si naviga!”
Lo sviluppo del Canale 7 è quindi l’occasione giusta secutivo, siamo stati presenti in collaborazione con Cine-
dei Navicelli continua per ricordare quanto è sta- al Salone Nautico Internazio- ma Arsenale e Felici Editore.
con la
nuova darsena to fatto per la nautica pisa- nale di Genova insieme a Co- Se c’è una nota comune, in
na, ma soprattutto per an- mune di Pisa, Provincia di tutte queste nostre iniziati-
La nautica di lusso risale 8 ticipare i progetti del 2011. Pisa, Camera di Commercio ve, è proprio quella di met-
la China con Navicelli Non per indulgere nella di Pisa, Boccadarno Porto di tere in connessione, sui sin-
UCINA – Confindustria 8 retorica autocelebrativa Pisa Spa e i cantieri navali goli progetti, le migliori e-
che spesso prende la mano presenti nell’area dei Navicel- nergie che a ogni livello la
Le ripercussioni dei tagli 9 in questi momenti, ma per li. Abbiamo preso parte alla realtà del territorio che gra-
sui parchi naturali
ripercorrere insieme ai let- manifestazione Life 2020 de- vita intorno ai Navicelli è in
I buoni risultati del Cor- 9 tori i momenti più signifi- dicata al confronto sui temi grado di esprimere. Riuscire
so IFTS
cativi del nostro impegno e centrali dell’acqua, a coinvolgerle e a valoriz-
Cinema e navigazione 10
per ricordare le sfide che ci dell’energia e del paesaggio zarle per la crescita del no-
nella rassegna Ciak, si attendono nel nuovo anno: visti in modo unitario e inte- stro settore è quanto abbia-
gli orizzonti di crisi non grato ed eravamo pure al mo fatto e quanto ci propo-
FIERE INTERNAZIONALI 10 sono certo ancora superati, Forum Internazionale Green
2011
ma essere riusciti a mante- City Energy promosso da Co-
INNAUTIC: il nuovo pro- 11 nere la giusta rotta negli mune di Pisa, Provincia di
getto transfrontaliero anni burrascosi che abbia- Pisa e Regione Toscana.
marittimo della Navicelli
mo attraversato, ci lascia Nel 2011 proseguiremo nei
Evento Start to business 11 ben sperare sugli approdi lavori di dragaggio del Canale
del nuovo anno. dei Navicelli, nell’attività di
Prospettive della nautica 12 Sono stati numerosi i pro- ricerca e di formazione, nello
sull’Arno getti che hanno visto, nel sviluppo della logistica e del
corso dell’anno appena progetto che renderà stabile
I veicoli intelligenti auto- 12-
nomi…..è solo questione 13 trascorso, la Spa Navicelli il servizio del battello sul ca- niamo di fare con sempre
di tempo! 1/2 di Pisa protagonista in col- nale, ma anche del Master- maggior impegno nel futuro,
laborazione con Istituzioni, plan per la pianificazione ur- certi così di interpretare al
Polis: Un'Associazione 14 Enti, Associazioni di cate- banistica dell’area della Navi- meglio il nostro compito
Europea per una miglio-
goria, Società private, Uni- celli in collaborazione con gli istituzionale principale, che
“A Pisa una piattaforma 14 versità e Centri di Ricerca. uffici del Comune di Pisa. è quello di rappresentare un
informatica per la gover- Nella nostra sede sono sta- In questo anno sono stati punto di riferimento e di
nance e la competività ti presentati, tra gli altri, assegnati i lavori del dragag- coordinamento della nautica
PROGETTO PILOTA LAN- 15 l’accordo tra la Provincia di gio del Canale e i lavori di in collaborazione con gli En-
Pisa e la città cinese di riqualificazione ambientale ti, le Istituzioni e le Associa-
“Il Canale dei Navicelli - 15 Haikou sulla nautica di lus- Progetto APEA: pensilina fo- zioni di categoria.
Storia della via d’acqua so; il progetto Logitecna tovoltaica per auto, impianto Auguro a tutti Buon Natale e
sul sistema integrato di mini eolico, barriere fonoas- Felice Anno Nuovo
La redazione 16
mobilità per garantire lo sorbenti con fotovoltaico inte-
sviluppo dei processi logi- grato, rifacimento dell’asse Giovandomenico Caridi
Reg. Tribunale di Pisa Numero 8/09

stici di nuova generazione stradale con materiale spe-


e il miglioramento nella ciale, pista ciclabile, impianti
distribuzione e sicurezza di illuminazione a led e ri-
dei colli trasportati, in col- sparmio energetico, acquisto
laborazione con Regione di software per il risparmio
Toscana, Provincia di Pisa, energetico.
Cna di Pisa, Consorzio Api- La nostra attività culturale è
ce e Telecom Italia; la Mo- proseguita con le mostre di
stra mercato della nautica autori locali, l’evento musica-
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 2

SPECIALE
50° SALONE NAUTICO INTERNAZIONALE
DI GENOVA

Anche quest’anno la Spa Navicelli di Pisa, con il ternazionale. Il risultato (- 7,2% rispetto alle
contributo della Provincia di Pisa, del Comune di 280.500 presenze del 2009) è giudicato e-
Pisa, della Camera di Commercio di Pisa, dei can- stremamente positivo dagli organizzatori,
tieri navali dell’area dei Navicelli, di Sviluppo Navi- Fiera di Genova e UCINA, in considerazione
celli Srl e Boccadarno Porto di Pisa Spa, ha parte- del contesto economico generale. In uno sce-
nario dove la ripresa mondiale è ancora fra-
gile, la nautica dimostra vitalità per le qualità
commerciali ed espositive del Salone: 1.400
espositori da 36 Paesi hanno costituito per i
visitatori un’offerta merceologica di grande
completezza. Genova si conferma così la se-
de privilegiata delle imprese per presentare i
propri prodotti in anteprima: su 2.300 imbar-
cazioni esposte, più di 500 sono state novità
assolute. Visitatori motivati, competenti e più
qualificati sono stati il tratto distintivo di

cipato al 50° Salone Nautico Internazionale di Ge-


nova con uno stand di circa 120 metri quadri che
rappresentava il territorio pisano. Molti sono stati i
visitatori dello stand, interessati soprattutto ai pro-
getti di ricerca in corso, lo sviluppo infrastrutturale
che contraddistingue l’area dei Navicelli, lo stato di
avanzamento dei lavori del Porto di Marina di Pisa
e la disponibilità dei posti barca.
La Spa Navicelli di Pisa giudica quindi in modo
molto positivo la partecipazione al Salone di Geno-
va e l’attività svolta al suo interno, che ha prodot-
to molti contatti e rapporti con gli operatori del questa cinquantesima edizione della manife-
settore, e che ha permesso quindi di promuovere stazione. Di assoluto rilievo le presenze in-
ancora di più l’area dei Navicelli, la nautica pisana ternazionali tra il pubblico e gli addetti ai la-
e, in generale, le potenzialità del territorio pisano. vori; 700 gli incontri B2B che si sono tenuti
Tutto ciò grazie anche all’evento organizzato pres- nell’ambito della missione organizzata da ICE
so lo stand, martedì 5 ottobre, sul tema “La nauti- e UCINA, cui hanno partecipato operatori
ca pisana, una realtà in crescita nella Toscana del provenienti da Argentina, Brasile, Cina, In-
Mare” in cui sono intervenuti il Sindaco di Pisa dia, Vietnam, Stati Uniti ed Emirati Arabi U-
Marco Filippeschi, il Presidente della Provincia di niti, al fine di spingere verso quel processo di
Pisa Andrea Pieroni, il Presidente della Camera di internazionalizzazione delle imprese della
Commercio di Pisa Pierfrancesco Pacini, il Presi- nautica italiana ormai necessario per restare
dente della Spa Navicelli di Pisa Giovandomenico competitivi a livello mondiale e penetrare
Caridi e il Presidente di Boccadarno Porto di Pisa nuovi mercati emergenti del settore.
Spa Stefano Bottai. Andrea Pecori
I relatori hanno dato vita a un importante dibattito
sulle potenzialità e gli sviluppi futuri della nautica
pisana, settore che rappresenta da anni motivo di
orgoglio di tutto il territorio pisano.
Per quanto riguarda i risultati ottenuti dalla mani-
festazione nel suo insieme, il Salone Nautico Inter-
nazionale di Genova consolida con le 260.300 pre-
senze la sua autorevolezza e la sua leadership in-

NAVICELLI NEWS
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 3

L’invasione dei cantieri stranieri al


Salone Nautico Internazionale di Genova

Come è ben noto, l’Italia è leader zia dell’italian design almeno per
mondiale nella produzione di me- quanto riguarda il mercato delle
gayacht di lusso. Stando, infatti, imbarcazioni che vanno da i 10 e
ai dati del ShowBoats Internatio- i 24 metri. Per dare l’dea del fe-
nal, nel 2008 abbiamo ricevuto nomeno, circa 3 km di banchina
916 commesse sopra i 24 metri, e di pontili dell’area fieristica di
con un incremento del 18% ri- Genova è stata occupata da oltre
spetto all’anno precedente. Di qui 500 imbarcazioni provenienti da
l’esigenza da parte dei cantieri tutto il mondo. Per citarne alcune l’accuratezza nella gestione
stranieri di arginare la suprema- dei marchi più noti: F380 HT di degli interni e nello studio
Featon Yacht, un 11,93 metri della nuova carena; H 310
comodo e confortevole con lo di Four Wins,
scafo a V e il tetto apribile; Fairli- un’imbarcazione superac-
ne Squadron 41, in cui gli Inglesi cessoriata; Leader 10 del
hanno posto particolare attenzio- cantiere Francese Janneau
ne alla ricerca nell’ottimizzazione che punta sul design inno-
dei volumi interni; Grand Banks vativo e sulle performance
Yachts Aleutia 53, che rappre- di qualità.
senta il top della gamma del can- Andrea Bruscoli
tiere Statunitense per

Un viaggio tra le piccole e medie imbarcazioni: barche a vela tra


sport e lusso.
Design moderni, materiali di pregio, comfort e sicurezza.

Alla 50° Edizione del Salone Nauti- piano velico, che rendono la bar- all’eleganza. Alcune di queste
co Internazionale di Genova, che ca più veloce ed estremamente barche sono dotate di deriva
si è svolta dal 2 al 10 Ottobre maneggevole. telescopica che le rende in
2010, è stato registrato, rispetto grado di sollevarsi e abbas-
agli anni passati, un mercato in sarsi a seconda delle esigen-
controtendenza malgrado la crisi ze. Il moderno design,
che coinvolge il settore: il com- l’eleganza, le prestazioni mi-
mercio delle imbarcazioni a vela gliorate le rendono quindi
sotto i 12 metri è , infatti, in e- particolarmente adatte a e-
spansione. sperienze che vanno dalla
Da sempre considerate ecologiche crociera familiare alla regata
per natura, poco costose e, quindi, sportiva .
alla portata i tutti, le piccole im- Viola Luti
barcazioni hanno subito rivisita-
zioni e miglioramenti sia nelle rifi- Le novità e le innovazioni tecni-
niture, sia nella manovrabilità. che hanno riguardato anche per
Non più barche essenziali e spar- le imbarcazioni che superano i 12
tane, ma imbarcazioni curate nei metri, per le quali è stato innal-
dettagli e provviste di ogni com- zato il livello delle prestazioni
fort, con alti livelli di rifiniture, di sportive e aumentato e migliora-
design moderno, fabbricate con to sia il comfort, sia il lusso.
materiali di pregio ed estrema- Al Salone di Genova erano pre-
mente ricercate nei dettagli. Tra le senti imbarcazioni costruite pen-
innovazioni presentate: la regola- sando sia alle regate, sia alla cro-
zione molto semplificata delle vele ciera, e, quindi, in grado di unire
che facilita la navigazione ai neofi- la funzionalità e la maneggevo-
ti; la rivisitazione del ponte e del lezza alla comodità e

NAVICELLI NEWS
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 4

Intervento del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti


Altero Matteoli
all'inaugurazione della 50° Edizione del Salone Nautico Internazionale
Il Ministro delle Infrastrutture e glio alla crisi globale rispetto ad ricreativo dedicate alla nautica da
dei Trasporti Altero Matteoli ha altri paesi. In questo contesto un
inaugurato la 50° Edizione del Sa- ruolo chiave lo ha svolto il Gover-
lone Nautico Internazionale di Ge- no attraverso il ricorso alla cassa
nova ribadendo il suo ottimismo integrazione. Il rischio era che,
riguardo alla crisi del settore e con la crisi, si disperdessero molte
sottolineando i meriti del Governo. professionalità indispensabili per
“Di fronte ai segnali di ripresa di poter poi sostenere la ripresa".
un comparto così strategico come Inoltre Matteoli ha evidenziato
quello della nautica – ha dichiarato come la mancanza di posti barca
Matteoli - come Governo non pos- rappresenti un primo vincolo alla diporto, come i pontili galleggian-
siamo non creare le condizioni per crescita ed ha sottolineato anche ti per posti barca, che elimina la
un recupero reale del mercato e la necessità di semplificare le pro- necessità di titoli abitativi edilizi.
un contestuale consolidamento cedure per la realizzazione delle
della crescita. La nautica italiana, strutture turistiche, a cominciare Nel suo intervento Matteoli ha
per quanto riguarda la tutela da una gestione più corretta delle messo anche in evidenza come il
dell'occupazione, ha resistito me- conferenze dei servizi, limitando - problema dei canoni demaniali
ad esempio - il potere di relativo alle strutture nautico –
veto. ricettive non sia ancora risolto,
Inoltre il Ministro ha par- promettendo un forte impegno
lato del Disegno di Legge personale per risolvere la que-
di riforma del sistema stione.
portuale, che prevede
l'utilizzo di aree portuali Piero Pagliaro
dismesse per usi produtti-
vi e il provvedimento che
rende più agevole la rea-
lizzazione delle strutture
di interesse turistico –

La nautica pisana al 50° Salone di Genova


In occasione del 50° Salone Nautico Internazionale di rara il 15%. Questo significa che nell’area dei Navi-
Genova, si è svolto il workshop “La nautica pisana, celli c’è sicuramente un potenziale di crescita, so-
una realtà in crescita nella Toscana del mare”. Nello prattutto per i cantieri navali viareggini costretti a
stand della città di Pisa, sono state presentate spostarsi”.
le opere e i progetti che riguardano la navigabilità La previsione è confermata dai grandi nomi della
dell'Arno, il Canale dei Navicelli, il Porto di Marina, nautica in arrivo a Pisa, come i cantieri viareggini
l’Incile e lo Scolmatore. Overmarine e Codecasa, che – ha anticipato
Sono intervenuti il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi, il l’Amministratore Unico di Sviluppo Navicelli Srl Ste-
Presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni, il fano Bottai - apriranno nuove sedi nella stessa area
Presidente della Camera di Commercio di Pisa Pier- in cui è stata realizzata dalla società una nuova dar-
francesco Pacini, il Presidente della Navicelli di Pisa sena.
Spa Giovandomenico Caridi e l’Amministratore Unico “La strada intrapresa è quella giusta – ha detto il
di Sviluppo Navicelli Srl Stefano Bottai. Presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni - è
“Le stime del fatturato 2009 nell’area dei Navicelli solo con il lavoro sinergico di pubblico e privato,
sono di 120 milioni di euro -ha spiegato il Presidente infatti, che si possono tagliare traguardi importanti
della Navicelli di Pisa Spa Giovandomenico Caridi - e come quelli raggiunti in questi anni nel territorio
quindi in calo rispetto ai 160 milioni dell’anno prece- pisano”.
dente, così come è successo a livello nazionale”. “La nautica a Pisa è una realtà – ha dichiarato il
A Pisa, nonostante la crisi, tutti i progetti relativi alla Sindaco di Pisa Marco Filippeschi – e a questo spero
nautica sono andati avanti, grazie alla sinergia tra possa aggiungersi l’apertura dell’Incile, ma anche
istituzioni pubbliche e società private e ai vantaggi gli altri interventi. Il 19 ottobre incontrerò a Roma il
dell’area dei Navicelli. Ministro alle Infrastrutture Altero Matteoli. Mi aspet-
“La nautica pisana – ha dichiarato il Presidente della to risposte concrete: certamente sull’aeroporto e
Camera di Commercio di Pisa Pierfrancesco Pacini – è sulla nuova Aurelia, ma anche sulla messa in sicu-
composta da cento imprese che rappresentano l’8% rezza del Canale dei Navicelli. Ognuno deve fare la
del totale toscano, pari a 1.200 aziende. Lucca rap- sua parte, Governo incluso”. Daniela Salvestroni
presenta invece il 42%, mentre Livorno e Massa Car-

NAVICELLI NEWS
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 5

I lavori a Boccadarno 1/2

Il porto di Boccadarno sta prendendo sempre massi sulla quale sarà realizzata la passeg-
più forma ogni giorno che passa. I lavori pro- giata panoramica pedonale che delimiterà a
cedono spediti e non hanno subìto interruzioni, nord il porto.
neppure in questo autunno particolarmente
avverso e piovoso. La tabella di marcia stabili- Ma cosa vuol dire, in concreto, progettare e
ta dalla Cmc di Ravenna, che agli inizi di costruire un porto in una zona sottoposta a
quest'anno ha vinto la gara bandita dalla Boc- particolari vincoli ambientali, a poche decine
cadarno Porto di Pisa Spa per un importo di di metri da un vero e proprio santuario natu-
circa trenta milioni, è rispettata. E se tutto va ralistico come la tenuta di San Rossore? Alla
avanti senza intoppi, nell'estate del 2012 domanda risponde il Professor Paolo Sam-
il comprensorio nautico pisano si arricchirà di marco, docente di Idraulica all'Università ro-
una significativa e qualificata dotazione di posti mana di TorVergata e autore insieme al Pro-
barca, in aggiunta a quelli esistenti nei nume- fessor Alberto Noli della Modimar del progetto
rosi rimessaggi sulla riva sinistra del fiume. Nel che per conto della Boccadarno Porto di Pisa
progetto del nuovo porto di Boccadarno i posti
barca sono indicati in 475, secondo un mix
calcolato al momento della elaborazione pro-
gettuale. Ma ovviamente questa previsione è
sottoposta a variazioni, a seconda dell'anda-
mento del mercato e della domanda la cui veri-
fica è rimandata al completamento delle opera-
zioni di vendita che sono iniziate da qualche
mese con successo. In particolare viene ap-
prezzato il fatto che i posti barca nel porto di
Boccadarno non sono in concessione, come
accade nella stragrande maggioranza degli ap-
prodi turistici italiani, ma vengono acquistati in
proprietà. Gli acquirenti infatti giudicano positi-
vamente questa particolarità anche dal punto Spa, proprietaria dell'area, sta trasformando
di vista dell'investimento immobiliare. Per la foce pisana in un approdo turistico destina-
quanto concerne i lavori, il cui stato di avanza- to a far parlare di sé.
mento è continuamente aggiornato sul sito
della società (www.portodipisa.it) anche con le
“E' vero – dice Sammarco - un porto come
immagini più recenti del cantiere, è di questi
quello di Boccadarno, inserito in un contesto
giorni il
di grande pregio storico e ambientale com'è
completa-
quello del Parco toscano, non ha molti eguali.
mento del
Forse è addirittura un unicum. Ma prima di
diafram-
tutto dobbiamo ricordare che progettando e
ma che
realizzando il porto abbiamo bonificato e ri-
isolerà il
qualificato un'area che, pur essendo inserita
b a c i n o
in una zona protetta, era fra le più degradate
portuale
della costa toscana. Abbandonati da circa
dal territo-
vent'anni e ormai fatiscenti i ruderi della ex
rio circo-
fabbrica deturpavano l'intera costa pisana.
stante. Si
Aggiungo che probabilmente il Parco naturale
tratta di
– o comunque gli enti pubblici competenti -
una strut-
non avrebbero mai avuto le risorse per acqui-
tura in cemento armato che ha raggiunto in
sire l'intera area, che era ed è proprietà pri-
verticale la profondità di 17 metri, fino allo
vata, per fare la bonifica che è stata fatta.
strato argilloso e impermeabile del sottosuo-
L'intera costa pisana è da tempo interessata
lo. Il diaframma di cemento armato ormai de-
da vistosi fenomeni di erosione. Come avete
limita l'intera area portuale nei tratti del bacino
affrontato il problema realizzando un porto
che si affacceranno su via Barbolani e via
proprio in una zona critica come la foce
Maiorca e lungo la riva sinistra della foce. Qui è
dell'Arno?
stata rimossa e poi riposizionata la diga di

NAVICELLI NEWS
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 6

I lavori a Boccadarno 2/2

“Non abbiamo toccato nulla dell'assetto esi- un diaframma in cemento armato che scende
stente. Quello dell'erosione delle coste è un fino a 17 metri, ben oltre lo strato di argilla im-
fenomeno ampio e complesso e per non in- permeabile che incontriamo dopo gli strati sab-
terferire in un equilibrio delicato ci siamo biosi e permeabili. L'isolamento del bacino dai
limitati a progettare il porto all'interno delle terreni circostanti è così garantito. Inoltre è pre-
opere fisse di difesa della costa già esistenti. visto il completo recupero non solo delle acque
Le attuali scogliere di protezione lungo la co- nere e di quelle di sentina delle barche che sa-
sta non saranno in alcun modo modificate, ranno trattate e disinquinate con fognature se-
ma soltanto rafforzate e migliorate ai fini del- parate, ma anche di quelle piovane che cadono
la loro funzione. Non nascondo che sarebbe sulle banchine”.
stato più vantaggioso ai fini della navigazione
e per gli interessi della società che realizza il Ultima domanda: perché l'ingresso del porto è
porto ampliare il bacino di ormeggio e rica- orientato a sud ovest?
vare posti barca in più con moli e strutture
aggettanti in mare, ma questo avrebbe voluto
“E' stato un tema sul quale abbiamo riflettuto a
dire mutare il disegno della costa. E questo è
lungo e la soluzione scelta ci è parsa la migliore,
stato deciso di non farlo. Proviamo a immagi-
anche dopo aver studiato la frequenza e l'inten-
nare il nuovo porto così come si presenterà a
sità dei venti su questo tratto di costa. L'imboc-
chi raggiunge l'area da Pisa o da Marina
catura verso sud ovest a moli convergenti è la
più agevole. Le soluzioni alternative, a ovest o a
“Si vedranno le barche in acqua e l'intera are- nord ovest, avrebbero finito con l'influire sul
a sarà percorribile a piedi. Ma il vero elemen- deflusso del fiume alla foce e sulla dinamica co-
to centrale, quello più caratterizzante dell'in- stiera modificando un equilibrio esistente. Con
tero progetto, sarà il molo nord, che delimita l'imboccatura a sud ovest invece la linea di co-
la riva sinistra della foce fino ad ora caratte- sta esistente
rizzato da una diga informe e spesso disomo- non cambia e il
genea di massi. A progetto ultimato diventerà porto sarà ac-
una lunga passeggiata pedonale, sopraeleva- cessibile in ca-
ta di un paio di metri sul livello della massic- so di venti da
ciata attuale, sotto la quale saranno ricavati i libeccio non
posti auto. Chi la percorrerà a piedi vedrà alla particolarmente
sua sinistra il bacino con le barche ormeggia- forti. Si potrà
te e a destra l'ampio specchio d'acqua della entrare evitan-
foce con la spiaggia di San Rossore, la Versi- do di navigare
lia e le Apuane sullo sfondo. Altri punti da con il mare “al
chiarire sono il cosiddetto “cuneo salino”, cioè traverso” e pilo-
l'infiltrazione di acqua salmastra nei terreni tando la barca con il cosiddetto assetto “al giar-
circostanti e il disinquinamento del bacino dinetto”. E chi va per mare sa quanto questo sia
portuale. più vantaggioso”

“L'area portuale, a est e a sud ovest, là dove Giuseppe Meucci


confina con la terraferma, sarà delimitata da

Navicelli ad Econavigare 2010

La Navicelli è stata presente ad Econavigare, secon- “ Sinergie tra l’industria del mobile e la nautica
da edizione del salone dedicato alle imprese artigia- toscana” organizzato da Artex in collaborazione
ne del settore nautico, con particolare riferimento con la Provincia di Pisa ed il Centro sperimen-
alle imbarcazioni carrellabili, agli accessori e al turi- trale del Mobile,
smo diportistico. Il salone rientra all’interno della Nicola Varrese
più grande manifestazione “Artigiano in Fiera” che
rappresenta un’ importante piattaforma di promo-
zione commerciale con il mercato diretto, altamente
rappresentato nei circa 3 milioni di visitatori. Da
parte sua la Navicelli Spa ha presentato i progetti
che sta portando avanti nel campo della sostenibili-
tà ambientale e come: Biosed, Somain, Filiera I-
drogeno, Progetto Alga. Particolare curiosità hanno
suscitato i lavori svolti nel 2009 durante il workshop
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 7

Lo sviluppo del Canale dei Navicelli continua con la


nuova darsena
La Sviluppo Navicelli Srl ha inaugurato nel mese Viareggio, dove gli spazi sono ristretti, per cui
di Ottobre la nuova darsena realizzata lungo il Pisa può crescere ancora”.
canale dei Navicelli. E’ stata studiata per i super- “La sinergia e la cooperazione tra istituzioni e
yacht prodotti nell’area pisana ed è dotata di un privati – ha affermato il Presidente della provin-
gigantesco travel-lift in grado di sollevare imbar- cia di Pisa Andrea Pieroni - porta a risultati stra-
cazioni fino a 670 tonnellate. La darsena è stata ordinari come questo: un tassello importante per
dedicata alla memoria di Elio Panchetti,
l’imprenditore pisano scomparso nel Luglio scor-
so, tra i primi a comprendere le potenzialità
dell’area dei Navicelli.
Alla cerimonia sono intervenuti il Sindaco di Pisa
Marco Filippeschi, il Presidente della Provincia di
Pisa Andrea Pieroni, l’Assessore alle Infrastruttu-
re della Regione Toscana Luca Ceccobao, il Presi-
dente della Navicelli di Pisa Spa Giovandomenico
Caridi, il Presidente della Camera di Commercio
di Pisa Pierfrancesco Pacini e l’Amministratore
Unico della Sviluppo Navicelli Srl Stefano Bottai.
Autorità e rappresentanti di istituzioni, enti, asso-
ciazioni e
imprese lo sviluppo di nuove prospettive nell’ambito della
erano pre- logistica e del lavoro”.
senti tra il Un parere condiviso anche dall’Assessore alle In-
pubblico frastrutture della Regione Toscana Luca Ceccobao
che ha che ha definito l’iniziativa esemplare in quanto
gremito la mette insieme la capacità programmatica pubbli-
tensostrut- ca con quella dei privati.
tura alle- “Siamo orgogliosi di mostrare un esempio con-
stita per creto importante – ha dichiarato il Sindaco di Pisa
Marco Filippeschi – In un momento di crisi, la
migliore risposta sono i fatti. Lo sviluppo dell’area
l’occasione. Tra questi anche gli imprenditori che di Porta a mare è un caso di portata nazionale
hanno investito nell’area della Sviluppo Navicelli: per qualità, caratteri innovativi e quantità di inve-
il proprietario dei cantieri Overmarine Giuseppe stimenti. Un esempio per il paese e un volano per
Balducci, Fulvio Codecasa e Giovanni Virde degli la Toscana”.
omonimi cantieri navali. Per quanto riguarda il dragaggio del canale, il
“In un momento difficile per il Paese e anche per Presidente della Navicelli di Pisa Spa Giovando-
la nostra zona – ha dichiarato l’Amministratore menico Caridi ha annunciato il completamento
Unico della Sviluppo Navicelli Srl Stefano Bottai – delle due vasche predisposte per il trattamento di
abbiamo deciso di organizzare l’inaugurazione fitodepurazione dei fanghi e l’arrivo a fine mese
della nuova darsena per dimostrare in primo luo- della draga che inizierà a scavare.
go che manteniamo gli impegni presi, che agli La Sviluppo Navicelli Srl ha investito 6 milioni di
annunci fanno seguito fatti concreti. Questa è euro per le banchine e un milione 800 mila euro
un’opera pubblica imponente che sorge sul suolo per l’imponente travel lift a fronte di una conces-
pubblico e che è stata realizzata da privati, a di- sione ventennale dell’area di 460 mila metri qua-
mostrazione che si possono trovare le giuste si- drati. L’infrastruttura occupa una superficie di 24
nergie tra pubblico e privato, condividendo le mila metri quadrati, di cui 17.600 destinati al
prospettive di sviluppo del territorio”. Nel suo bacino e il resto a parcheggi pubblici e aree a
discorso, Stefano Bottai ha dato anche l’annuncio verde. La nuova darsena ha una forma a trapezio
dell’interesse della società di capitali inglese MDL, ed è lunga 330 metri e profonda 50 metri. Le
proprietaria di 30 porti in Inghilterra e altri 20 in banchine che la circondano hanno una lunghezza
Spagna, ad avviare un rapporto di collaborazione di 550 metri e una larghezza di 30. La vasca di
sia con la Sviluppo Navicelli Srl sia con la Bocca- alaggio è lunga 110 metri con una luce di 14 me-
darno Porto di Pisa Spa. tri su cui è stato realizzato il travel-lift. Comple-
“Il Polo nautico pisano – ha sottolineato il Presi- tano l’opera 24 bitte per gli attracchi, colonnine
dente della Camera di Commercio di Pisa Pier- per l’approvvigionamento di acqua potabile, ac-
francesco Pacini – è una realtà importante e a qua industriale, aria compressa ed energia elet-
livello nazionale occupa il secondo posto dopo trica, servizi telefonici e rete telematica. D .S.

NAVICELLI NEWS
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 8

La nautica di lusso risale la China con Navicelli


Il 25 Novembre scorso è stato siglato l’accordo trale cinese di dichiarare Hainan l’isola del turi-
tra la Provincia di Pisa e la città cinese di Haikou smo internazionale con una speciale concessione
per la promozione degli scambi e della coopera- a 26 paesi, tra cui l’Italia, che consente ai turisti
zione nell’ambito dell’industria, del commercio, di non richiedere il visto e di ricevere il rimborso
del turismo, dell’istruzione e della cultura. dell’iva al rientro. L’economia della provincia di
L’accordo riguarda soprattutto la nautica di lus- Hainan si basa sul turismo, con strutture
so e prevede la possibilità di creare nell’isola di all’avanguardia e 12 campi da golf di livello inter-
Hainan un ufficio di rappresentanza dei cantieri nazionale, ma anche sull’industria, soprattutto
navali pisani, strutture di ricerca e sviluppo nel nel settore farmaceutico, automobilistico e tecno-
parco industriale di Haikou e anche siti produtti- logico.
vi. Grazie al turismo d’elite, anche la nautica sta as-
La lettera di intenti è stata firmata nella sede sumendo un ruolo importante: sono infatti in co-
della Navicelli di Pisa Spa dal Presidente della struzione tre porticcioli d’accoglienza per yacht di
Provincia di Pisa Andrea Pieroni e dal Presidente lusso.
della Commissione politico-consultiva di Haikou E proprio per lo sviluppo della nautica sull’isola di
City Huang Xingguang, mentre il gemellaggio è Hainan il Governo locale ha chiesto la collabora-
previsto nel 2011. zione della Navicelli di Pisa Spa.
La città cinese di Haikou ha 1 milione 830 mila I rapporti erano stati avviati nel Luglio scorso e si
abitanti ed è il Capoluogo della Provincia di Hai- sono concretizzati con la visita a Pisa della Dele-
nan, un isola di 8 milioni di abitanti situata nel gazione governativa cinese composta da sei rap-
sud della Cina. presentanti.
E’ considerata la Montecarlo dell’Oriente con 30 La firma dell’accordo è il risultato della collabora-
milioni di turisti l’anno, in particolar modo ricchi zione della società cinese City Capital e della so-
Cinesi e Russi. cietà di mediazione culturale Martini Venturi con-
Dal 2009 è frequentata anche da Europei, so- sulting di Firenze.
prattutto Francesi e Inglesi. D.S.
Questo è dovuto alla decisione del Governo cen-

UCINA – Confindustria Nautica: Il comparto nautico è


tornato ai valori tipici di una crescita sostenibile
“Nel 2009 il fatturato complessivo del settore è sta- In relazione all’andamento del mercato del lavoro, gli
to di 4,25 miliardi di euro, di cui 2,75 miliardi di addetti diretti a fine 2009 ammontano a circa 27 mila.
euro per la cantieristica, 0,94 per gli accessori, 0,32 Lo strumento della cassa integrazione, applicata nel
per i motori e 0,24 per il refitting, le riparazioni e il c o r s o
rimessaggio, con una riduzione rispetto al 2008 del dell’anno
31% circa. al 35%
I dati sono stati pubblicati nel volume “La Nautica in della forza
cifre”, l’analisi del mercato dell’industria nautica lavoro, ha
italiana, realizzata dall’Ufficio Studi UCINA in colla- permesso
borazione con l’Università degli Studi di Genova - di limitare
Dipartimento di Economia e Metodi Quantitativi. al 12% la
Dall’analisi dell’andamento registrato nel 2009 e- contrazio-
mergono alcuni elementi significativi che conferma- ne del
no la capacità dell’industria nautica italiana di man- numero di
tenere la propria posizione di leadership a livello dipenden-
internazionale. ti, salva-
In questo senso sono da leggersi alcuni indicatori
quali la quota di produzione per export che, per la guardando la manodopera specializzata , caratteristica
prima volta negli ultimi anni, supera quella relativa dell’eccellenza produttiva della cantieristica Made in
alla produzione per la domanda interna (1,82 mi- Italy.
liardi di euro contro 1,73 miliardi per il mercato L’analisi effettuata sul comparto del refitting - integrata
domestico), dato che consolida il primato della can- quest’anno da un focus qualitativo da parte di SDA Boc-
tieristica italiana nell’export mondiale. coni sui modelli di business degli operatori del settore -
In particolare, nel mercato dei superyachts, dove evidenzia, seppur in un regime di contrazione, una so-
l’Italia è leader indiscusso a livello mondiale, emer- stanziale tenuta delle quote di fatturato realizzate su
ge una significativa tenuta della produzione rivolta unità di bandiera estera.
all’export, con una riduzione contenuta del 10%. Un Nonostante il complesso scenario di mercato, la nautica
dato di particolare rilievo se si considera che, sul italiana continua a contribuire al PIL del paese per un
totale della produzione di superyachts, il peso del valore di 3,65 miliardi di euro. D. S.
mercato estero è pari a circa l’80%.

NAVICELLI NEWS
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 9

Le ripercussioni dei tagli sui parchi naturali


Vorrei partire da un aspetto che di primo acchito sem- turali. Ecco perché - e torno così al punto di partenza-
bra avere poco a che fare con i Navicelli, la nautica quel che sta avvenendo con i parchi, e più in generale
etc. I parchi in Italia sono sotto schiaffo come mai lo con i comuni, le province e le regioni, non può non
sono stati in questi anni. E lo sono tutti senza eccezio- preoccuparci per-
ne alcuna: nazionali, regionali, terrestri, marini e flu- ché penalizza seria-
viali. mente le possibilità
Ci sono pesanti tagli nazionali che si ripercuotono gra- di impegno e di
vemente anche su quelli regionali e anche qui senza iniziativa del parco
alcuna esclusione. San Rossore ha così i suoi guai co- come degli altri
me li ha il parco di Montemarcello-Magra che ha pro- soggetti istituziona-
blemi per molti versi affini a quelli del nostro parco, li, e quindi anche il
come abbiamo avuto modo di verificare in più di una complesso delle
occasione anche a “Parcolibri” e successivamente attività della Navi-
quando abbiamo discusso del libro della Collana ETS celli che in questa
sulla Nautica sostenibile e più recentemente parlando stretta collaborazio-
del Santuario Pelagos, ossia il santuario dei cetacei ne pubblico – priva-
che interessa Toscana, Liguria e Sardegna. to ha uno dei suoi punti di forza.
In un convegno promosso dall’Assessore Regionale Ecco perché il discorso appena avviato su questa stes-
all’Ambiente Annarita Bramerini, che si è svolto a Fi- sa rivista on-line, e pure su Cosmonautica e Toscana-
renze , ho accennato che a Pisa avevamo iniziato - parchi, non va accantonato, ma semmai rilanciato e
con il parco, gli enti locali e i privati - a discutere di subito.
un possibile evento dedicato ai temi della tutela del Ho già avuto modo di dirlo, ma voglio ripeterlo, che
mare, dei fiumi e delle coste in rapporto anche, ma non si tratta di inventarci su scala ridotta un Salone
non solo, alle attività economico-sociali, riferendomi nautico di Genova. Si tratta piuttosto di mettere a
anche alla Meloria, al nuovo Acquario di Livorno, frutto quelle risorse innanzitutto culturali, di ricerca e
all’Osservatorio dei cetacei della Regione a Capoliveri, di conoscenza che possiamo immettere in un circuito
e molti mi hanno chiesto notizie manifestando inte- in grado di attivare interessi e aspettative che oggi
resse. Del resto San Rossore, Boccadarno, la Golena e non trovano ancora risposte adeguate e convincenti.
il Canale dei Navicelli hanno una attrattiva ambientale E’ questo il solo modo per rispondere positivamente
e culturale che ha pochi uguali non soltanto in Italia. ed energicamente a una politica che sta facendo pe-
Si aggiunga la presenza di prestigiose scuole di eccel- santi danni non solo economico-sociali ma anche di
lenza impegnate sempre più nella ricerca su questo immagine e di credibilità delle stesse istituzioni e quin-
territorio e su questi problemi e avremo chiare le po- di del nostro territorio.
tenzialità nazionali economiche, certo, ma anche cul- Renzo Moschini

I buoni risultati del Corso IFTS

Si è concluso posi- nisce i cicli di lavorazione, cura l’adeguamento delle


tivamente il corso tecnologie di produzione e l’eventuale ricorso a ri-
di Istruzione e For- sorse esterne. Interviene, inoltre, su problemi rela-
mazione tecnica tivi al processo produttivo e al funzionamento degli
Superiore (IFTS) impianti. E’ una professionalità che opera nel setto-
riguardante il set- re delle attività dei servizi alle imprese come tecnico
tore maccanico- di supporto al responsabile di produzione e più in
nautico. Il corso generale, di stabilimento nelle piccole e medie im-
finanziato dalla Regione Toscana e gestito da una prese. Opera nell’area commerciale come supporto
compagine di aziende pubbliche e private (IPSIA per la gestione del Sistema di Qualità e per le attivi-
“G. Facsetti” di PIsa, ITIS “G. Marconi” di Ponte- tà di Produzione, Manutenzione e Logistica. In base
dera, Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale alle esigenze, territoriali, il corso è stato orientato a
dell’Università di Pisa, TD Group Spa, Pont-Tech due settori, il meccanico e quello navale, per i quali
S.c.r.l, SpA Navicelli di Pisa) riunite in una ATS, la figura riveste un particolare interesse strategico.
si è svolto dal mese di ottobre 2009 al mese di Hanno concluso positivamente il percorso formativo
luglio 2010, con una durata complessiva di 800 in 17 alunni , i quali hanno ottenuto il “Certificato di
ore di cui 300 ore di tirocinio/stage. I corsi IFTS specializzazione Tecnica Superiore” valido su tutto il
fanno parte di una nuova generazione di corsi territorio nazionale e l’Attestato Regionale di qualifi-
professionali rivolti a giovani e adulti diplomati e ca professionale di II livello “Tecnico esperto per
rispondono alla domanda di figure professionali l’innovazione” valido su tutto il territorio della Co-
tecniche di livello medio-alto da inserire nei set- munità Europea. E’ da sottolineare il fatto estrema-
tori produttivi interessati da profonde trasforma- mente positivo che sei allievi hanno ottenuto, a se-
zioni tecnologiche e professionali. Il profilo for- guito dello stage, un contratto di inserimento in a-
mato è quello di un tecnico che, in stretta inte- zienda.
grazione con la progettazione del prodotto, defi- A.B
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 10

Cinema e navigazione nella rassegna Ciak, si naviga!


“Ciak, si naviga!” è il titolo della gna Daniela 5 Novembre 2010, alle
rassegna di cinema organizzata Meucci del ore 18, “La regina d'Afri-
da Navicelli di Pisa Spa, Cinema Cinema Ar- ca”di Johyn Huston con
Arsenale di Pisa e Felici editore. senale ha Humphrey Bogart e Ka-
Dal 5 Novembre 2010 al 4 Mar- posto l'ac- tharine Hepburn (USA
zo 2011 sono in programma cin- cento sui 1951), preceduto
que film e due mostre d’arte con criteri nella dall’inaugurazione della
ingresso gratuito. Ha inaugurato scelta di mostra di Stefano Pilato
la serie il film “La regina d'Afri- film classici “Pesce Fresco”
ca”di Johyn Huston con Hum- e contem- 19 Novembre 2010, alle
phrey Bogart e Katharine He- poranei per ore 18, “Il corsaro dell'iso-
pburn (USA 1951), preceduto testimoniare la verde” di Robert Siod-
dall’inaugurazione della mostra il cambia- mak con Christopher Lee
di Stefano Pilato “Pesce Fresco”. mento della navigazione nel tempo. e Burt Lancaster (USA 1952)
La proiezione dei primi quattro “Questa operazione – afferma Fede- 3 Dicembre 2010, alle ore 18,
film è prevista nella sede della rico Felici - è un modo per riaffer- inaugurazione della mostra del
Navicelli di Pisa Spa, in via della mare il ruolo delle case editrici, non pittore Gabrio Ciampalini e a
Darsena 3, mentre l’ultimo sarà solo luoghi di composizione del li- seguire “La leggenda del piani-
proiettato al Cinema Arsenale, in bro, ma anche e soprattutto centri sta sull'oceano” di Giuseppe
vicolo Scaramucci 4. di promozione culturale”. Tornatore con Bill Nun e Tim
“Abbiamo recepito con entusia- Al termine della rassegna è prevista Roth (Italia 1998)
smo – spiega il Presidente della la pubblicazione di un volume cura- 4 Febbraio 2011, alle ore 18,
Navicelli di Pisa Spa Giovando- to e realizzato da Maurizio Ambrosi- “Il mistero dell'acqua” di Ka-
menico Caridi - l'idea proposta ni dell’Università di Pisa. “Il volume thrin Bigelow con Sean Penn e
da Felici editore e dall'Arsenale – spiega l’autore - farà riferimento Catherine McCormack (USA
diL’inaugurazione
organizzare del questa
Battello suirassegna
Navicelli a una filmografia molto ampia e 2001)
alla presenza del Sindaco
cinematografica, di Pisa siamo
perché avrà un'impostazione prettamente 4 Marzo 2011, alle 21, chiude-
convinti che
M. Filippeschi e dellaPresidente
valorizzazione
della narratologica, cosicché si possa co- rà la rassegna al Cinema Arse-
della Darsena
Provincia di Pisa A.pisana
Pieroni e dell'eco- struire una tipologia di figure narra- nale “Il grande cielo” di Howard
nomia a essa legata debba pas- tive che si intrecciano con la storia Hawks con Kirk Douglas e De-
sare anche da un percorso cul- e la filosofia della navigazione”. wey Martin (USA 1952).
turale capace di coinvolgere nu- D.S.
merose persone, come nel caso Per informazioni: Felici editore
della settimana arte”. “Ciak, si naviga!” - il programma telefono 050 878159 – Cinema
Alla presentazione della rasse- della rassegna: Arsenale 050 502640.

FIERE INTERNAZIONALI 2011


L’attuale crisi economica che sta continuando ad importanti: in Brasile durante il “Rio Boat Show” (dal
affliggere il settore della nautica, spinge necessa- 7 al 13 Aprile 2011) e in Cina al “China Boat Show”
riamente a un processo di internazionalizzazione di Shanghai (dal 14 al 17 Aprile 2011). L’obiettivo è
delle imprese al fine di penetrare nuovi mercati duplice: da un lato esplorare concretamente questi
emergenti. In questa direzione deve esser visto nuovi mercati emergenti per il settore della nautica da
l’impegno della Spa Navicelli di Pisa, in collabora- diporto attraverso visite guidate agli operatori locali,
zione con la Camera di Commercio di Pisa e Tosca- dall’altro far conoscere a livello internazionale i pro-
na Promozione, volto a favorire e supportare tale dotti, le potenzialità e gli sviluppi futuri che caratteriz-
processo per le aziende pisane attraverso la parte- zano la nautica pisana e l’area dei Navicelli.
cipazione a eventi fieristici internazionali del setto- A. P.
re nautico. In particolare, la Spa Navicelli di Pisa, Per ricevere informazioni relative alle modalità di par-
con il contributo della Camera di Commercio di Pi- tecipazione agli eventi fieristici sopracitati, rivolgersi
sa, parteciperà al “Seatrade Cruise Shipping” di a:
Miami (dal 14 al 17 Marzo 2011), fiera internazio- Spa Navicelli di Pisa, via della Darsena 3, tel.
nale dedicata ai costruttori di navi da crociera e 050/26158, e-mail: marketing@yachtinglab.it;
servizi annessi, e al “Dubai Boat Show” (dal 1 al Camera di Commercio di Pisa, Piazza Vittorio
5 Marzo 2011), la più importante manifestazione Emanuele II 5, tel. 050/512280, e-mail: lau-
fieristica della nautica di lusso del Medio Oriente ra.granata@pi.camcom.it
che si svolge a Du-
bai. Inoltre, in col-
laborazione con
Toscana Promozio-
ne, la Spa Navicelli
di Pisa sta organiz-
zando due missioni
economiche molto
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 11

INNAUTIC: il nuovo progetto transfrontaliero marittimo della Navicelli


di Pisa Spa
OBIETTIVO ATTIVITA’
La Navicelli di Pisa Spa ha stipulato nell’Ottobre
Attività puntuali con lo scopo di creare le
scorso una nuova convenzione con la Provincia condizioni per aumentare la flessibili-
di Pisa (Ufficio Politiche Comunitarie e Relazioni tà produttiva e il dinamismo com-
merciale.
Sostenere le imprese già esistenti
Internazionali diretto dal Dott. Paolo Prosperini) e operative nel campo della
Attività di ricerca sviluppando reti di coope-
razione su scala interregionale fra il
per la partecipazione e la collaborazione a un nautica (soprattutto nelle due
sistema imprenditoriale (soprattutto
Regioni continentali)
nuovo progetto marittimo in ambito transfron- le PMI), Università, Centri di ricerca,
istituti di formazione superiore, ai fini
taliero Italia-Francia, atto a integrare le policy a di massimizzare l’innovazione e la
competitività.
favore del settore nautico delle principali Provin-
Attività che aumentino la capacità di attra-
cie dell’Alto Mediterraneo: “INNAUTIC - Verso zione di investimenti per l'effettivo
la creazione di un sistema integrato pubblico- Colmare il divario esistente tra le
sviluppo di nuova impresa.
Creazione di un polo/cluster transfrontalie-
privato per la competitività, l’innovazione e il due regioni insulari e le due
ro alto-mediterraneo con tratti di bi-
continentali (mancanza di cantieri
polarità (insulare/continentale) con lo
capitale umano nel settore nautico alto mediter- in Corsica e scarsità di imprese in
scopo di creare le condizioni per
Sardegna)
raneo”. l'effettivo sviluppo di nuova impresa
nell'insieme dell'area alto mediterra-
Lo scopo del Progetto INNAUTIC è quello di av- nea.

vicinare il mondo della ricerca e dello sviluppo Prevedere e valutare i bisogni


reali e valorizzare le opportunità Attività di Technology Forecasting e di
tecnologico a quello della produzione esistenti per lo sviluppo del Governance Territoriale.
settore
nell’industria nautica, e, nel contempo, di sup- Rispondere alle esigenze di iden-
portare l’avvio di nuove imprese del settore, con tificazione dei bisogni del merca- Realizzazione di un repertorio integrato
to del lavoro e dell’ambito forma- delle professioni legate alla nautica.
particolare attenzione al riuso o riciclo dei mate- tivo,
riali delle imbarcazioni. Rafforzare il sistema formativo in Percorsi formativi pilota relativi all’Alta
ambito scolastico e universitario Formazione.
Il proposito del progetto strategico è quello di
Sfruttare le potenzialità di svilup-
ricercare risposte e soluzioni puntuali alle esi- po dell’imprenditorialità
Azioni di Marketing Nautico.

genze emerse dalle analisi di contesto del com-


Tra le attività previste dal progetto, è di particolare
parto nautico per le quattro regioni interessate
interesse la predisposizione di una Carta dei Servizi
dal progetto (Liguria, Toscana, Sardegna e Cor-
per il distretto dell’Alto Tirreno nautico, all’interno
sica) come si evince in sintesi dalla tabella se-
della quale i soggetti partner si impegnano a ri-
guente: (Elaborazione Analisi di contesto pro-
spettare determinati standard qualitativi e quanti-
getto Innautic)
tativi dichiarando i propri obiettivi e riconoscendo
specifici diritti in capo ai cittadini/utenti. M.S,

Evento Start to business


Il Consorzio Quinn, in collaborazione con la Spa menti: la presentazione in plenaria delle soluzioni
Navicelli di Pisa e i più importanti Enti di sostegno tecnologiche innovative e, a seguire, gli incontri
alla nascita e sviluppo di imprese innovative, ha one-to-one delle aziende partecipanti con i re-
organizzato e realizzato la Quarta Edizione di sponsabili delle Giovani Imprese (Proponenti Tec-
Start to Business, dedicata a tecnologie e solu- nologici).
zioni avanzate per la Nautica da diporto. Nel pano- La giornata ha ottenuto un ottimo riscontro sia
rama delle numerose iniziative legate alla Nautica, per il numero dei partecipanti, sia per l’interesse
Start To Business si caratterizza per la finalità di emerso durante l’evento da parte degli operatori
contribuire all’aumento del numero di scambi tec- nei confronti delle innovazioni tecnologiche pro-
nico-commerciali e di collaborazione in progetti di poste dalle Giovani Imprese.
innovazione tecnologica tra Domanda (Aziende
Target) e Offerta (Proponenti Tecnologici). A.P.
L’Evento, che si è tenuto mercoledì 1 Dicembre
2010 a Viareggio, presso Villa Borbone, ha visto la
partecipazione da un lato di giovani Imprese ad
alta tecnologia e Spin-Off accademiche, dall’altro
di Aziende di medie e grandi dimensioni orientate
all’innovazione, che si sono incontrate per valutare
collaborazioni tecnologiche, sinergie imprenditoriali
e potenziali rapporti cliente-fornitore.
Il programma della giornata si è diviso in due mo-

NAVICELLI NEWS
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 12

Prospettive della nautica sull’Arno


Non sarà un anno facile quello che si prospetta per la in questo modo, con attività che pure esprimono vitali-
nautica sull'Arno. A parte l'aspetto positivo rappresen- tà e iniziativa, dal momento che sono in grado di ospi-
tato dal porto in foce che sembra avere imboccato la
strada giusta per il buon ritmo dei lavori in corso, il
2010 sta per chiudersi con un bilancio deludente ri-
guardo alle promesse di regolarizzazione urbanistica
per le attività presenti in golena. Nonostante le riunio-
ni svoltesi in Provincia, sempre annunciate da procla-
mi di buona volontà da parte delle istituzioni presenti,
alla fine sembra di capire che la soluzione ai problemi
si allontana sempre di più. "E' difficile capire - com-
menta il Presidente dell’Associazione Arno Gustavo
Elmi - fino a che punto le pastoie burocratiche si
scontrano con la reale volontà politica. Ogni volta che
si intravede il traguardo, spunta un nuovo ostacolo e
a conti fatti le attività nautiche dell'Arno restano fer- tare quasi tremila imbarcazioni all'ormeggio, che tra
me al punto di partenza, senza regole certe e senza la diretto e indotto assicurano il lavoro a quasi cinque-
possibilità di programmare i propri investimenti". So- cento addetti. Oltretutto, è il caso di sottolinearlo an-
no parole evidentemente ispirate da un certo scora- cora una volta, gli operatori dell'Arno svolgono u-
mento, giustificato anche dal fatto che a pochi chilo- na autentica funzione non solo economica, ma anche
metri di distanza, ossia a Bocca di Magra, una situa- sociale, dal momento che praticano tariffe tra le più
zione analoga a quella dell'Arno è stata risolta in poco basse della costa toscana dando la possibilità a una
tempo e con la massima soddisfazione sia degli ope- utenza modesta di potersi permettere la barca. Un
ratori, sia degli utenti. "Ma in quel caso - continua aspetto, questo, che dovrebbe essere tenuto in mag-
Elmi (meglio conosciuto come Cecio) - c'è stata una gior conto e rappresentare un titolo di merito ricono-
autentica volontà politica che ha superato senza se e sciuto a livello politico. Per il prossimo anno gli opera-
senza ma ogni distinguo e qualsiasi interferenza buro- tori nautici che aderiscono all'associazione Arno si so-
cratico amministrativa". In buona sostanza sembra no dichiarati disposti a ripetere la bella iniziativa della
davvero inaccettabile che in un quadro economico Mostra mercato della nautica sui Lungarni in occasione
così difficile e depresso, non si riesca a trovare il ban- delle manifestazioni del Giugno pisano e hanno in
dolo della matassa per fare un programma di riquali- mente anche altre azioni volte a valorizzare la naviga-
ficazione bloccato da norme antiquate. Se per il litora- bilità del fiume. In cambio chiedono una maggiore
le è stato possibile, perché per l'Arno è così difficile? considerazione e la possibilità di operare all'interno di
Neppure sulla navigabilità del fiume sembra possibile un quadro normativo certo e affidabile. Il messaggio è
trovare gli accordi giusti. La Regione ha finalmente lanciato. Ma la risposta?
varato la regolamentazione, ma anche su questo pun- Roberto Galli
to è iniziato il balletto degli scaricabarile. Si va avanti

I veicoli intelligenti autonomi…..è solo questione di tempo! 1/2


Intervista ai fondatori di PITOM l’ing.Michele Franchi strade possiedono già una base di intelligenza.
e l’ing.Roberto Mati Ad esempio l’ABS, ormai da anni obbligatorio per
PITOM nasce da un'idea imprenditoriale di alcuni ri- legge, oppure i sistemi di parcheggio automatico.
cercatori del Dipartimento di Sistemi Elettrici e Auto- Esistono oggi molti sistemi che subentrando nella
mazione dell'Università di Pisa e dalla loro passione guida del veicolo al posto del conducente, incre-
per il mondo dei veicoli senza pilota. PITOM è specia- mentano le prestazioni in termini di sicurezza e
lizzata nel campo dei Veicoli Autonomi e dei Sistemi controllo del veicolo. In ambito industriale da al-
di Controllo Avanzati. Si occupa del progetto e dello cuni anni si utilizzano i cosiddetti AGV
sviluppo di sistemi di visione, guida, navigazione e (Autonomous Guided Vehicles), muletti senza
controllo avanzati, che permettono al mezzo di loca- pilota per lo stoccaggio e il recupero delle merci
lizzarsi, orientarsi e muoversi autonomamente nello all’interno dei magazzini. Nella nautica esistono
spazio a lui circostante. PITOM realizza inoltre proto- sistemi come la guida automatica o il posiziona-
tipi di veicoli (progettazione e sviluppo del software e mento dinamico dell’imbarcazione che rendono le
del sistema di controllo, scelta di sensori, attuatori e navi mezzi intelligenti e sicuri. In questo settore
sistemi di comunicazione) intelligenti ed è in grado di abbiamo recentemente sviluppato un nuovo si-
progettare e sviluppare soluzioni hardware e softwa- stema di guida realizzato su un modello in scala
re per aumentare il livello di automazione in applica- di una nave in grado di compensare disturbi e-
zioni esistenti.Cosa sono i veicoli intelligenti? sterni durante manovre delicate come l’ingresso
I veicoli intelligenti sono macchine in grado di com- in porto e di navigare in completa autonomia
piere autonomamente determinate azioni sulla base senza pilota.
delle informazioni provenienti da sensori di varia na-
tura. Le automobili che vediamo oggi circolare sulle
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 13

I veicoli intelligenti autonomi…..è solo questione di tempo! 2/2


Quando entreranno a far parte della vita quotidia- Come possono essere utilizzate queste tecnolo-
na? gie nella nautica?
Se parliamo di veicoli intelligenti non completamente au-
tomatici, questi fanno già parte della vita quotidiana. Le Queste tecnologie possono essere utilizzate nella
auto che guidiamo sono già definibili auto intelligenti gra- nautica per automatizzare completamente la naviga-
zie a tutti i sistemi elettronici di sicurezza; allo stesso mo- zione o per aumentare il livello di sicurezza nelle im-
do, anche aerei e navi sono equipaggiati con sistemi di barcazioni pilotate dall’uomo. Tramite sistemi di ob-
sicurezza, guida, navigazione e controllo avanzati. stacle avoidance, che consentono di riconoscere ed
Per quanto riguarda invece i veicoli intelligenti autonomi, evitare ostacoli, e
ovvero veicoli in grado di muoversi nello spazio circostan- di disturbance
te in modalità completamente automatica e in tutta sicu- suppression, che
rezza, il discorso è un po’ diverso; questa tipologia di vei- consentono di
coli esistono già nei campi terrestre, aereo e marino, ma annullare l’effetto
sono progettati quasi nella totalità dei casi per il settore di disturbi esterni
militare. Tuttavia, a causa di normative e certificazioni di come raffiche di
sicurezza il loro ingresso nella vita quotidiana non arrive- vento o correnti
rà prima di 10-15 anni. I primi mezzi completamente au- marine. Ad esem-
tomatici che vedremo muoversi all’apert saranno proba- pio, si può garan-
bilmente trattori, che hanno il vantaggio di muoversi in tire un elevato
spazi generalmente ben delimitati e strutturati che ne livello di sicurez- Test in acqua del prototipo di barca realizza-
rendono il lavoro ripetibile. za e confort du- to da PITOM
Quali vantaggi possono portare e a quali scopi pos- rante la naviga-
sono servire mezzi di questo tipo? zione.
Veicoli intelligenti autonomi possono essere proget-
Il vantaggio tati per l’ambiente marino per gli scopi più disparati:
principale che si va da piccoli sottomarini autonomi (AUV, Autono-
portano questi mous Underwater Vehicle) utilizzati per archeologia
mezzi è subacquea, sorveglianza aree marine, analisi in loco
l’aumento della di acque o fondali marini fino ad arrivare a piccole-
sicurezza per medie imbarcazioni che trasportano turisti lungo
l’uomo. Il loro tratti di fiume o di mare per visite guidate, oltre a
utilizzo permet- grosse imbarcazioni per il trasporto merci che com-
te infatti di az- piono in autonomia tragitti medio-lunghi.
zerare i rischi Chissà che tra qualche anno vedremo imbarcazioni
per l‘incolumità completamente autonome effettuare trasporto merci
umana in atti- Auto sensorizzata e resa autonoma per il Darpa Urban tra Pisa e Livorno e magari trasportare i visitatori in
vità pericolose, Challenge 2007, una delle maggiori competizioni del giri turistici lungo il corso dell’Arno, e perché no, lun-
migliorare il settore. go gli altri canali.
traffico urbano,
ottimizzando consumi ed evitando incidenti, migliorare la
tutela del territorio ecc. Applicazioni tipiche di questi si-
stemi sono, per esempio, operazioni di ricerca e soccorso,
monitoraggio di aree pubbliche e manifestazioni, video-
sorveglianza di zone private, rilevazione della qualità di
aria e acqua, prevenzione di incendi, controllo di attività
vulcaniche, monitoraggio agricolo (frutteti, vigne ecc.),
controllo dello stato di strutture, come ad esempio di-
ghe ed edifici, controllo dello stato di tubature o linee
elettriche, soluzioni adatte allo stoccaggio e il recupero
automatico di materiali in zone prestabilite come magaz-
zini, e piazzali industriali.
Il prototipo che abbiamo sviluppato è un “testbed” sia per
sistemi di guida che riducono i rischi dovuti allo scarroc- Il prototipo di barca realizzato da PITOM
ciamento per navi di medio-grandi dimensioni durante
l’ingresso in porto, sia per una piattaforma mobile auto-
noma per la sorveglianza e l’analisi delle acque di fiumi, A. B.
laghi e aree marine.

NAVICELLI NEWS
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 14

Polis: Un'Associazione Europea per una migliore Governance sulla Mobilità

Il Comune di Pisa, da circa due rezza stradale e Sicurezza dei tre è stato mostrato il nuovo
anni, è membro attivo sistemi di trasporto, Aspetti eco- piano di comunicazione redatto
dell’Associazione Europea “Polis”, nomici e sociali del trasporto - e dall'Associazione volto allo svi-
formata da città e regioni europee partecipa in qualità di partner in luppo di maggiori politiche di
che lavorano insieme per sviluppa- alcuni di questi progetti. comunicazione al fine di rendere
re tecnologie e politiche innovative La Spa Navicelli di Pisa ha rappre- maggiormente informati e quin-
per il trasporto locale e regionale. sentato il 24 e il 25 Novembre di coinvolti i suoi membri. La
Lo scopo di Polis è quello di facilita- scorsi il Comune di Pisa alla Con- Conferenza ha permesso alla
re lo scambio di esperienze e il tra- ferenza Annuale Polis tenutasi a Spa Navicelli di Pisa di stringere
sferimento delle conoscenze tra i Dresda, una città tedesca all'a- contatti con diverse Autorità
suoi membri al fine di rendere vanguardia sotto l'aspetto della locali e regionali europee come
maggiormente accessibile la ricerca mobilità e dell'innovazione nel l'Autorità Portuale di Amburgo,
e l'innovazione nel trasporto soste- panorama Europeo. Nel corso del- il Ministero della Regione di Bru-
nibile. Inoltre Polis sostiene attiva- la Conferenza, è stata visionata la xelles – Capitale, il Ministero
mente la partecipazione dei suoi relazione finanziaria dell'Associa- dell'Economia – Agenzia per
membri a progetti europei basati zione per l'anno 2009/2010 ed è l'Ambiente – olandese, l'Ufficio
su 4 pilastri tematici - Ambiente e stato approvato il prospetto finan- di Mobilità di Roma, al fine di
Salute, Mobilità ed Efficienza, Sicu- ziario per l'anno 2010/2011. Inol- realizzare partnership e scambio
di know how per Progetti Euro-
pei sui temi legati alla logistica
e alla mobilità urbana che pos-
sano sostenere piani di sviluppo
urbanistico nell'area dei Navi-
celli e nel territorio di Pisa in
generale.

P. P.

“A Pisa una piattaforma informatica per la governance e la competivi-


tà della nautica”.
elementi necessari per uno svilup- terraneo”. Partner tecnologico
Un’evoluta piattaforma informa- po davvero sostenibile dei sistemi del progetto è TD Group.
tica sarà il timone della gover- socio economici territoriali: la co-
nance della nautica da diporto. noscenza della realtà di contesto,
Per ridare competitività e soste- un’offerta di servizi qualificati co-
nibilità alla nautica, e all’interno struita sulla base di un analisi at-
del progetto Mistral, la Provincia tenta della domanda, l’innovazione
di Pisa, la Navicelli spa, e e il trasferimento tecnologico in
l’azienda dell’Ict, TD Group rea- favore delle PMI, l’attenzione agli
lizzeranno una piattaforma tec- utenti e al rispetto dell’ambiente, il
nologica per la nautica da di tutto nella logica di sistema tra
porto che permetterà la collabo- soggetti diversi.” Giovandomenico
razione e la cooperazione di Caridi presidente della Navicelli
tutti gli soggetti economici pub- SpA di Pisa. “La piattaforma Mi- “Realizzare questa piattaforma
blici e privati coinvolti nel pro- stral, mediante i suoi due portali, informatica ci permette di met-
gramma operativo transfronta- fornirà un supporto concreto sia tere a disposizione dei partner
liero Italia-Francia Marittimo agli operatori del settore che ai europei le nostre competenze
2007-2013. Obiettivo ben iden- diportisti, inoltre contribuirà a raf- nella realizzazione di centri e
tificato è quello di creare e or- forzare la cooperazione transfron- servizi Tecnici, e di garantire il
ganizzare la conoscenza comu- taliera. Ciò assume una importan- trasferimento di tecnologie inno-
ne nella filiera della nautica da za strategica per l’economia vative per il miglioramento dei
diporto dell’Alto Mediterraneo dell’area dell’Alto Mediterraneo in processi produttivi delle impre-
(Corsica, Liguria, Toscana, Sar- un periodo di crisi come quello che se”. Oltre alla progettazione e
degna) coinvolgendo imprese, stiamo attraversando”. Marco Ma- installazione del data center la
centri di innovazione e porti. La gnarosa vicepresidente della Navi- fornitura prevede lo sviluppo
progettazione del sistema, pro- celli SpA di Pisa. “La piattaforma della Piattaforma Informativa
mosso dalla Provincia di Pisa, è Mistral apporterà un notevole mi- comprendente anche il Portale
stata realizzata dalla società glioramento delle relazioni tra le per la fruizione dei servizi quali
Navicelli, e dalla TD Group. imprese della filiera della nautica prenotazione porti, mappa dei
L’assessore alle politiche per lo da diporto, i porti, i diportisti e fornitori, sistema gestionale per
sviluppo delle attività economi- l’indotto turistico in modo da crea- le aziende, contenuti informativi
che, Graziano Turini. “Questo re un polo di competitività della e servizi evoluti per le aree can-
progetto ha in se molti degli nautica da diporto dell’alto medi- tieristica e diportismo.
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 15

PROGETTO PILOTA LANDFARMING E BIOPILA

E' ormai in fase di start-up la ratteristiche di interesse in vasche di accumulo per i fanghi
realizzazione dell'esperimento quanto funziona sia: oggetto dell'esperimento e realiz-
pilota per la decontaminazione A) da inoculo microbico, zati seguendo le direttive tecni-
dei fanghi di dragaggio del canale favorendo l'instaurar- che imposte dalla vigente norma-
dei Navicelli, realizzato in colla- si di una biodiversità tiva.
borazione con il Dipartimento di microbica nella matri- Sulla base di dati riferiti a esperi-
Biologia dell'Università di Pisa. ce in trattamento, menti pregressi, effettuati su
L'esperimento prevede la decon- essenziale per la re- matrici con parametri di inqui-
taminazione dei sedimenti draga- stituzione, a fine pro- nanti molto superiori rispetto ai
ti, in cui insiste generalmente un cesso, di una matrice
inquinamento di idrocarburi con con caratteristiche
numero di carboni superiore a 12 pedologiche ottimali
che potrà essere re-
cuperata quale terre-
no in ambiti industria-
le e civile;

B) da sorgente di enzimi
quali ossidasi aspecifiche
appartenenti alle batterie
Fonte: www.gsanews.it
fungine di enzimi ligninolitici
che hanno già trovato appli- valori medi riscontrati per i fan-
cazione nella biodegradazio- ghi del Canale dei Navicelli, il
Fonte: namacoravenna.com
ne delle frazioni più recalci- risultato che si andrebbe a otte-
tranti della contaminazione nere è di notevole interesse in
e dalla frazione estremamente da idrocarburi. quanto permetterebbe di ridurre
recalcitrante alle biodegradazioni Dal punto di vista pratico la le concentrazioni dei principali
degli idrocarburi policiclici aroma- sperimentazione prevede l'uti- inquinanti al di sotto dei limiti
tici con metodi di landfarming lizzo di due cassoni scarrabili imposti dalla legge e di conse-
intensivo assistito da sistemi di aventi rispettivamente una su- guenza un più facile avvio al riu-
regolazione associati alla biopila, perficie di circa 27 e 12 metri tilizzo di ciò che, dal momento in
utilizzando il residuo della produ- quadri: nel primo verrà realizza- cui viene dragato, non è nient'al-
zione industriale di funghi eduli to l'esperimento di landfarming tro che un rifiuto.
(tipo fungo porcino). e nel secondo la biopila. Nicola D'Andretta
La matrice oggetto della speri- Sostanzialmente i cassoni scar-
mentazione presenta alcune ca- rabili saranno utilizzati come

“Il Canale dei Navicelli - Storia della via d’acqua fra


Pisa e Livorno”

Il volume nasce come parte in- Tommasi e Telemaco Signorini,


tegrante del progetto sulla sto- nonché le foto storiche della prima
ria del Canale dei Navicelli, metà del XX° secolo, con i loro
commissionato dalla Navicelli di spaccati di vita sociale ed econo-
Pisa Spa in occasione mica, consentono un importante
dell’inaugurazione del nuovo recupero di memoria storica per il
centro servizi per la nautica, territorio pisano.
denominato “Onda 2008”, e Allo stesso tempo, l’opera si pro-
realizzato da La Compagnia Te- pone di delineare quale futuro si
atroLux grazie al lavoro di Paolo prospetta oggi per il Canale, in
Pierazzini, Sabrina Agonigi e
particolar modo nel settore cantieristico. Il
Gaia Peruzzi (Pacini Editore).
Il libro ripercorre l’intera storia del Canale dei tema è affrontato soprattutto negli interventi
Navicelli dal XVI° secolo fino ai giorni nostri: del Presidente della Navicelli di Pisa Spa Gio-
un’opera che, attraverso l’ausilio di una note- vandomenico Caridi, del Presidente della Pro-
vole raccolta di immagini, pitture, foto stori- vincia di Pisa Andrea Pieroni, del Sindaco di
che, stralci di giornale, tavole e mappe, per- Pisa Marco Filippeschi e del Presidente della
mette al lettore di comprendere in maniera Camera di Commercio di Pisa Pierfrancesco
più diretta e immediata l’importanza di que-
Pacini. Marco Sammataro
sta idrovia nei cinque secoli trascorsi. In par-
ticolare, le pitture ottocentesche di Adolfo
VOLUME 1, NUMERO IV PAGINA 16

ONDA 2008

Editore
Spa Navicelli
Navicelli News Presidente
La Redazione Giovandomenico Caridi
Direttore Responsabile
Indirizzo Via della Darsena 3
Andrea Bruscoli
56121 Pisa
Grafica ed impaginazione
Tel.: 050-26158 Nicola Varrese
Fax: 050-46478 Redattori
e-mail: info@navicelli.it
Daniela Gennusa
info@yachtinglab.it
Ilaria Lotti
Sito web: www.navicelli.it
www.yachtinglab.it Marco Magnarosa
Patrizia Mammini
Renzo Moschini
Hanno collaborato a questo numero:
Piero Pagliaro
Giuseppe Meucci
Roberto Galli Andrea Pecori
Gaetano Petrizzo
Simone Pistolesi
Daniela Salvestroni
Marco Sammataro
Nicola D’Andretta
Silvia Leon
Chiuso in redazione il 23/12/2010 Viola Luti

NAVICELLI NEWS Reg. Tribunale di Pisa Numero 8/09