Sei sulla pagina 1di 7

Le origini del termine

e dell’idea di paesaggio
Vocabolario Treccani online
paesàggio s. m. [der. di paese, sul modello del fr. paysage].

a. Veduta, panorama; parte di territorio che si abbraccia


con lo sguardo da un punto determinato: un p. pittoresco,
incantevole, ridente, melanconico; p. campestre,
montuoso, marino; p. invernale; ammirare il p.; dalla
finestra si vede un bellissimo paesaggio. Con riferimento
a panorami caratteristici per le loro bellezze naturali, o a
località di particolare interesse storico e artistico, ma
anche, più in generale, a tutto il complesso dei beni
naturali che sono parte fondamentale dell’ambiente
ecologico da difendere e conservare (v. ambiente): difesa,
tutela del p.; associazioni per la protezione del p.; nella
tecnica stradale, p. laterale, l’aspetto con cui si
presentano, agli occhi di chi percorre una strada, le zone
che la fiancheggiano.
Vocabolario Treccani online
paesàggio s. m. [der. di paese, sul modello
del fr. paysage]. –

b. Pittura, disegno, fotografia che ha per


soggetto un paesaggio: un p. fiammingo; un
p. impressionista; un pittore di paesaggi.
Oxford English Dictionary
Petit Robert Dictionnaire de la langue française
“È noto che in Europa il concetto di
paesaggio e le parole che lo esprimono
sia nelle lingue romanze sia nelle
lingue germaniche emersero intorno
all’inizio del XVI secolo per indicare un
genere pittorico il cui soggetto
primario era lo scenario naturale”

Da D. COSGROVE, The Palladian Landscape,


London 1993, p. 9
Denis E. Cosgrove
(1948-2008)