Sei sulla pagina 1di 3

GENOVA, 17 DICEMBRE 2019

ISTRUZIONE, REGIONE LIGURIA, ASSESSORE CAVO: AL VIA PIANO INNOVATIVO


DELL’OFFERTA FORMATIVA. L’ASCOLTO DEL TERRITORIO PREMIA SEMPRE.

GENOVA. Il consiglio regionale nella seduta odierna ha approvato all’unanimità il Piano di


dimensionamento scolastico e dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2020-2021
presentato dalla Giunta su proposta dell’assessore all’Istruzione Ilaria Cavo.

Dal prossimo settembre nascerà l’istituto omnicomprensivo della Valle Scrivia dall’unione
dell’Istituto comprensivo Ronco Scrivia e dell’Istituto di Istruzione Superiore Primo Levi di
Ronco, con l’obiettivo di unire in un’unica istituzione scolastica il settore educativo che va
dall’infanzia fino alla scuola superiore.

“Questa è sicuramente un’importante novità – spiega l’assessore regionale alla


Formazione e Istruzione Ilaria Cavo - nata dall’ascolto del territorio, da tutti i comuni e
dalle Istituzioni scolastiche della valle coinvolte. E’ una misura che abbiamo seguito e che
oggi viene condivisa anche dal consiglio regionale. Avrà un alto valore organizzativo e di
anti-dispersione scolastica ed è un segnale di forte attenzione alle aree interne. Nel
complesso questo è un piano dell’offerta formativa e non del dimensionamento perché non
abbiamo fatto accorpamenti, ma dato nuove prospettive di offerta in vari ambiti: abbiamo
potenziato i corsi serali, aumentato l’offerta del settore agrario e agroalimentare, seguendo
le richieste dei territori, accolto fino all’ultimo le esigenze dei territori, dando un parere
positivi all’accoglimento anche dell’indirizzo del Liceo europeo a spezia e del settore oda a
Sanremo. L’ascolto del territorio è sicuramente stato l’aspetto più importante per costruire
un piano condiviso e solido”.

La seconda novità del Piano riguarda l’implementazione dell’offerta formativa nel settore
agrario e agroalimentare, viste le numerose richieste provenienti dal territorio ligure da
parte del mercato.
A tale proposito nel piano è prevista l’attivazione di quattro nuovi corsi nel comparto agro-
alimentare. In particolare a Genova sarà attivata una nuova succursale dell’Istituto
Marsano ad Arenzano; in provincia di Spezia sarà attivato un corso serale dell’indirizzo
professionale agricoltura, sviluppo rurale e valorizzazione dei prodotti del territorio
all’interno dell’Istituto Parentucelli – Arzelà di Sarzana; in provincia di Savona sarà attivato
un nuovo indirizzo di istruzione tecnica, settore “Agraria-agroalimentare-agroindustria”
presso l’Istituto Galilei-Aicardi ad Albenga; in provincia di Imperia è prevista l’attivazione di
un corso serale in indirizzo agrario presso l’Istituto Ruffini-Aicardi nella sede distaccata di
Pieve di Teco. “Questa scelta deve essere vista nell’ottica di andare incontro alle esigenze
e alle richieste proventi dal mondo produttivo – dice Cavo - rispondendo al bisogno di
favorire l’implementazione delle competenze per rispondere in maniera più puntuale alle
esigenze del mercato del lavoro”.

Liguria News | Piazza De Ferrari, 1 | 16121 Genova | tel. +39 0105484938 | cell. 3351234665 | fax +39 0105488477
“Accolgo con favore la creazione di indirizzi in questo settore – aggiunge l’assessore
regionale all’Agricoltura Stefano Mai - strategico per l’economia ligure per formare i
giovani in modo che siano pronti a raccogliere la sfida del loro territorio”.

Il piano potenzia anche i corsi serali, strumenti che rispondono al bisogno di istruzione,
formazione ed educazione permanente degli adulti. “Si tratta di una valida opportunità di
completamento del percorso formativo – spiega Cavo – per tutti coloro che intendono
riprendere gli studi abbandonati o interrotti oppure per color che desiderano o necessitino
di migliorare la propria condizione sociale e professionale”.

I corsi serali si svolgeranno presso: l’Istituto Caboto di Chiavari, il Liceti di Rapallo, il


Ruffini-Aicardi a Taggia, il Ruffini a Imperia e a Pieve di Teco, il Colombo a Sanremo e il
Parentucelli-Arzelà di Sarzana.

Due ulteriori novità sono rappresentate dall’attivazione del Liceo classico Europeo alla
Spezia dove i ragazzi potranno seguire i corsi implementando le competenze linguistiche e
la conoscenza della cultura e della storia dei popoli europei e l’attivazione di un indirizzo
tecnico “sistema moda” presso l’Istituto superiore Colombo di Sanremo.

“Ringrazio la collega Ilaria Cavo – afferma l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino
- per aver aderito alla richiesta dell’Istituto Colombo sul nuovo indirizzo dell’istruzione
tecnica “Sistema moda”. Si tratta di un’offerta nuova per la provincia di Imperia che, mi
auguro, contribuirà al rilancio di uno dei nostri storici istituti offrendo una nuova opportunità
educativa. Tenendo conto anche della vocazione artistica della città di Sanremo a cui
questo indirizzo si lega, anche per creare nuove opportunità di lavoro”.

“Grazie al lavoro della Giunta regionale portato a termine fruttuosamente dl consiglio


regionale – conclude l’assessore regionale Giacomo Giampedrone – Da oggi il liceo
classico Lorenzo Costa della Spezia arricchisce la sua offerta formativa: con l’indirizzo
‘liceo classico europeo’ per l’anno 2020-2021. Un traguardo importante che consente di
salvaguardare una realtà scolastica storica e virtuosa. In questo modo la rete scolastica
spezzina farà un ulteriore salto di qualità a favore dei giovani studenti”.

Questa la sintesi del provvedimento varato oggi in consiglio regionale

Città Metropolitana
Creazione dell’Istituto Omnicomprensivo a Ronco Scrivia costituito dall’Istituto secondario
superiore Primo Levi e dall’Istituto comprensivo Ronco Scrivia.
Attivazione dell’indirizzo “Servizi culturali e dello Spettacolo” presso l’Istituto Rosselli di
Genova; attivazione del corso serale per l’indirizzo professionale servizi per la sanità e
l’assistenza sociale preso l’Istituto Caboto di Chiavari; attivazione del corso serale per
l’indirizzo tecnico, settore economico “Amministrazione, finanza e marketing” presso
l’Istituto Liceti di Rapallo. Attivata una nuova succursale dell’Istituto Agrario Marsano ad
Arenzano
Attivazione di una scuola per l’infanzia nel Comune di Borzonasca.

Provincia di Imperia
Attivazione del corso serale in enogastronomia e ospitalità alberghiera presso il Ruffini –
Aicardi di Taggia, corso serale in indirizzo turismo presso l’Istituto G. Ruffini di Imperia,
attivazione di un corso serale in indirizzo agraria presso l’Istituto Ruffini di Pieve di Teco, e
in indirizzo amministrazione finanza e marketing presso la sede di Sanremo dell’Istituto
Colombo.
Attivazione dell’indirizzo “Sistema Moda” presso l’Istituto C. Colombo di Sanremo.
Attivazione di una scuola dell’infanzia nel Comune di Chiusavecchia.

Provincia di Savona
Attivazione dell’indirizzo design presso il Liceo statale G. Bruno di Albenga e del nuovo
indirizzo tecnico di agraria – agroalimentare e agroindustria presso l’Istituto Galilei- Aicardi
di Albenga.
Accorpamento dei plessi scolastici del territorio del comune di Ceriale, attualmente
inseriti nel Comprensivo Albenga 1, all’I.C. Val Varatella. Presa d’atto della chiusura della
sezione distaccata di Varazze dell’Istituto Tecnico Superiore Boselli – Alberti.

Provincia della Spezia


Attivazione del Liceo classico europeo presso il liceo Costa della Spezia.
Attivazione del corso serale dell’indirizzo professionale servizi per l’agricoltura e lo
sviluppo rurale presso l’Istituto Parentucelli -Arzelà di Sarzana.
Attivazione di una scuola dell’infanzia nell’Istituto comprensivo di Sarzana.

NNNN