Sei sulla pagina 1di 2

Diritto romano. Autoevaluación tema 1.

1. Le fonti del diritto romano


a. Possono essere distinte in mezzi tecnici e atecnici, primari e derivati
b. Costituiscono la fonte da cui scaturisce il diritto
c. Sono i mezzi che ci permettono di avere conoscenza del diritto di Roma
d. Tutte le precedenti affermazioni sono corrette
2. I mores
a. rappresentano una fonte di produzione del diritto che si basa sulla ripetizione di
comportamenti in modo uniforme da parte dei consociati (diuturnitas) e sulla
convinzione proprio dei consociati di osservare, così, una norma giuridica (opinio
iuris ac necessitatis)
b. possono essere distinti in tecnici e atecnici
c. sono equiparabili alle leges regiae
d. sono equiparabili all’editto del pretore
3. Uno scritto giurisprudenziale
a. È una fonte di cognizione in senso atecnico
b. È una fonte di cognizione in senso tecnico
c. È una fonte filosofica
d. Nessuna delle precedenti
4. I concilia plebis sono:
a. Una fonte di cognizione
b. Una fonte di produzione
c. una consuetudine
d. nessuna delle precedenti
5. I Plebisciti
a. Non sono mai equiparati alle leggi
b. Riguardano lo ius edicendi
c. Rappresentano la deliberazione della plebe nella sua assemblea
d. Rappresentano la facoltà che hanno i magistrati di rivolgersi al popolo
6. L’edictum perpetuum
a. Si dava all’inizio della magistratura come programma per l’esercizio della sua
giurisdizione, e in quanto tale durava tutto l’anno
b. Rappresentava la deliberazione della plebe nella sua assemblea
c. Sono delle costituzioni imperiali
d. Sono leggi dettate dai re come sommi sacerdoti della civitas
7. Riguardo al Senatoconsulto
a. Il Senato esercitò una funzione legislativa per molto tempo
b. La proposta del principe dà luogo al senatoconsulto
c. Nell’impero assoluto, le decisioni del Senato si impongono definitivamente
d. Nessuna delle precedenti
8. Riguardo alle Costituzioni Imperiali
a. Nel corso del Principato e, soprattutto, nell’impero assoluto, la costituzione
imperiale è fonte primari e quasi unica del diritto
b. Nel corso del Principato e, soprattutto, nell’impero assoluto, la costituzione
imperiale scompare completamente
c. Giustiniano afferma che il Senato è riconosciuto come unico legislatore e
interprete della legge
d. Nessuna delle precedenti
9. Il Prudens
a. è esperto in materia giuridica e risponde a consultazioni poste dai magistrati
b. è esperto in materia giuridica ed interpreta il diritto
c. dà luogo alla formazione di uno ius novum
d. si pronuncia solo su questioni di diritto privato

10. Riguardo alla giurisprudenza


a. questa fu la principale fonte del diritto in epoca classica
b. ius civile ed interpretatio non arriveranno mai ad essere una cosa uguale
c. entrambe le risposta a) e b) sono corrette
d. nessuna delle precedenti