Sei sulla pagina 1di 6
G.R.20 Nord ew Calenzana Oonu Picea Canorz @ AscuStagnt O@ Haut Asco M.te Cinto comtenigy MECN @ Col de Verghio Mangan © Pedra Piana Sentiero Strade onda © Ferrovie S Vizzavona Lunedi 9Agosto 1999 Ore 6.30 Sveglia alle 5.30 e siamo quasi prontia partire (quasi!) leri Sugo, Mat e Pierg, non hanno trovato passaggio e si sono dovuti fare 8 km a piedi arrivando verso le 22. Dopo una bella doccia rinfrescante, ci siamo messi a tavola divorando molte provviste, poi tutti, inspiegabilmente andavano a letto, mente ioe Isacco, non sazi della cena,, ci recavamo in paese a farci una bella pizza margherita al sugo dolce (50 FF da asporto* all'anima!!) ecicoricavamo allAl.45 (mentre tutti dormivano beati) svegliando Matteo che frastimava (+ e forse anche il campeggio). PS.:+ ..stamattina Matteo doveva dire il rosarioma non siéalzato!!!! (GIANLUSC) Ore 9.20 Stiamo camminando da The 50¢ Marcello ha deciso di abbandonare* ha le bolle ai piedi enon se la sente pit di proseguire. lo mi sono dovuto prendere il catino della tenda di Nicola !! Isacco mi ha fregato per la seconda volta, con la scusa dei suoi pantaloni troppo larghi. Comunque siamo partiti verso le 7.30 (altitudine Calenzana 275 metri) dopo aver girato un po' il paese alla ricerca di pane (abbiamo comprato un paio di baguettes) + .il tempo é nuvoloso e ogni tanto pioviggina, resta perd una fastidiosissimaafa* .. Silviadice, + toh! Speriamo rimanga cosit!,, (GIANLUSC) Ore 10.30 Siamo nel pieno della salita per Bocca a u Saltu* unu culut! Isacco, che rideva delle mie stecchette, ne ha voluto una assolutamente* siamo in marcia da3 ore. Stefano dopo aver accumulato un notevole ritardo, ci ha raggiunto stremato e senza forze. Ora & sdraiato all'ombra di aleuni cespugli Dice di sentirsi male* tentiamo una terapia di zuccheri, (GIANLUSC) Ore 11.52 Dopo unasalita did oree 15 abbiamo raggiunto Bocca auSaltu (1250 metri). Qui ci aspettavano Robertino, Nicola e Barbara. Abbiamo praticamente finito la mazzosa salita di circa 1.000 metri di dislivello tt Silviae rimasta gittcon Stefano, per fargli recuperare un po' di forze. Mentre gli altri si avviano io, Ale I.e Isax ci fermiamo ad ammirare il panorama, anchese il tempo peggiora velocemente: ora sta piovendo, il cielo é nuvolosissimo ec’e un vento che fra un po' ci fara ; volareanche gli zainit ..(GIANLUSC) Bagna ci Ore 12.33 Dopo un meritato riposo ci muoviamo da Bocca a u Saltu* .. Ale. dice di scrivere che abbiamo mangiato una carotae una pera* . (GIANLUSC) Ore 14.20 Siamo in vista di Bocca au Bassiguellu (1486 metri) dopo 6 ore e 50 minuti, Da qui al rifugio ci sara ancora unloretta dicammino. Annotazioni: Isacco ha cagato davanti a un gruppo di turisti increduli di quanto avveniva davantiai loro occhi, tra facce divertite e preoccupate ( se uno si pulisce il culo davanti ad un gruppo di trekkers figuriamoci che cosa @capace di faret!) hanno oltrepassato lostacolo senza proferiralcun verbo .. A quanto ci riferiscono gruppi di persone che ci raggiungono, Stefano e Silvia sono sempre al solito 8 Ore 17.30 Scrivo dal rifugio di Ortu di u Piobbu (1570 metri) dopo una bella doccia. L'acqua era gelida, ma ora si sta bene. Cecaldoe davanti a noi il panorama della splendida foresta di Bonifatu. Siamo arrivati dopo 8 ore e 50 minuti, Dopo la Bocca ci ha raggiunto Silvia (senza zaino) tutta trafelata. Voleva arrivare al rifugio per prendere acqua, dato che Stefano (che era a Bocca a u Saltu) si era bevuto tutto enon era pitt in grado di camminare. Dopo aver preso un po' di bottiglie tornata indietro, forse ci raggiungera tra 2 giorniad Ascu Stagnu. Il rifugio @ pieno di gente e tutte le piazzole sono occupate* .. ora montiamo le tende poi finalmente la cena! (GIANLUSC) Ore 21.30 Abbiamo finito la cena in compagnia di Biellesi e Francesine e ci apprestiamo ad andare a nanna. II menu prevedeva: risotto ai carciofi e pur® (scroccato dalle francesine). Ogni tanto arrivano_epiche notizie su Silvia. Ora dovrebbero essere a Bocca a u Bassiguellu accampati per la notte. Pare che abbia fatto la spola per portare zainie acqua da una Bocca all'altra (infatti Stefano stato portato avanti* .) (Wonder Woman!!! ISAX) Siamo un po' distrutti+ .(GIANLUSC) Le francesine sono troppo bone+ .spero di rincontrarle nelle prossime tappe per tapparle e riempirle d'affetto (che cattivo che sono!!) (.. NO! Sei un uomo vero !! GIANLUSC). Comunque ad una di loro? piaciuto il mirtoe quindiho gid unlarma da sfruttare a mio favore'!t! (ISAX) Per Isacco: forse # meglio che ti affidi al mirto, perché gli altri mezzi lasciano un po! a desiderare!!! (vedi feste al , Merlo,,!#!!) (BARBARA) Per Barbara* . guarda che quando voglio so essere irresistibile !!! (ISAX) sianluca® andatoacagarealle21.34 (BARBARA) Latappadioggiera un po'distruttiva, perd bella+ .Spero domani di stancarmi meno! Msg per Matteo: ei messaggi ?!? loaspetto* + .(BARBARA) Note di fine giornata : qualeuno incomincia a lamentarsi del casino, infatti ad un certo punto si sentito (da qualche tenda) un grido echeggiare nella vallata , + Basta, fate silenzio!!! Vogliamo dormire* .!!, I bivacco con tenda costa 20 FF a ciascuno, 'adesivo dell’ USCe stato posizionato accanto a quello del GG CAI Cagliari(cheera giali). Ale A. voleva sputarlo ti! (GIANLUSC) Martedi 10 Agosto 1999 Ore 6.30 Siamo ancora dentro la tenda perché sta diluviando. II cielo @ nero; per tutta la notte ha fatto una pioggerellina che adesso & diventata un acquazzone... Matteo continua a rompere le balle, uscendo ed entrando continua- mente in tenda, mangiando marmellatinee facendo cosi adirare Isacco (GIANLUSC) Ore 11.18 Nota: La partenza dal refuge é stata posticipata alle 8.30 per colpa di Isacco e delle sue discussioni con Matteo (voleva rifilargli delle bottigliette d’acqua che nel suo zaino noncistavano). Siamo in marcia da circa 2 ore e 50 minuti sotto una pioggia torrenziale e abbiamo raggiunto Bocca Piccaia (1950 metri). II cielo & coperto totalmente, siamo bagnati fradici perché c'é un vento fortissimo che rende inutili i poncho che abbiamo indosso. Nel bel mezzo della salita abbiamo sentito il boato fortissimo di un tuono e subito abbiamo pensato ai fulmini!!! Speriamo bene+ ora siamo al riparo sotto una roccia per mangiare qualcosa sperando che il tempo migliori (anche perché stiamo per iniziare lecreste!!) (GIANLUSC) 9