Sei sulla pagina 1di 3

Timbuct�

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Jump to navigationJump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione � "Timbuktu" rimanda qui. Se stai cercando
altri significati, vedi Timbuktu (disambigua).
Nessuna nota a pi� di pagina
Questa voce o sezione sull'argomento Africa � priva o carente di note e riferimenti
bibliografici puntuali.
Sebbene vi siano una bibliografia e/o dei collegamenti esterni, manca la
contestualizzazione delle fonti con note a pi� di pagina o altri riferimenti
precisi che indichino puntualmente la provenienza delle informazioni. Puoi
migliorare questa voce citando le fonti pi� precisamente. Segui i suggerimenti del
progetto di riferimento.
Timbuct�
comune urbano[1]
Timbuct� � Veduta
Localizzazione
Stato Mali Mali
Regione Timbuct�
Circondario Timbuct�
Amministrazione
Sindaco Hall� Ousmane
Territorio
Coordinate 16�46'24?N 2�59'58?WCoordinate: 16�46'24?N 2�59'58?W (Mappa)
Altitudine 261 m s.l.m.
Superficie 147,89 km�
Abitanti 54 453[2] (2009)
Densit� 368,2 ab./km�
Altre informazioni
Lingue francese, bambara
Fuso orario UTC+0
Nome abitanti Timbuctaniki
Cartografia
Mappa di localizzazione: MaliTimbuct�Timbuct�
Modifica dati su Wikidata � Manuale
UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanit�
Timbuct�
(EN) Timbukt�
Djingareiber cour.jpg
Tipo Cultura
Criterio (ii) (iv) (v)
Pericolo 2012
Riconosciuto dal 1988
Scheda UNESCO (EN) Scheda
(FR) Scheda
Manuale
Timbuct� (AFI: /timbuk'tu/[3]; Tumbutu in Koyra Chiini; altre varianti: Timbuctoo,
Timbuktu, Timbouctou, Tombouctou) � un'antica citt� del Mali (nell'Africa
sahariana), considerata la capitale di uno dei veri quattro sultanati (salvo il
sultanato supremo di Costantinopoli). Amministrativamente � un comune urbano,
capoluogo del circondario e della regione omonimi.

Grazie alle sue caratteristiche architettoniche � stata dichiarata Patrimonio


dell'umanit� dall'UNESCO[4] ed � stata proposta come una delle sette meraviglie
moderne.

Indice
1 Geografia fisica
1.1 Territorio
1.2 Clima
2 Storia
3 Infrastrutture e trasporti
4 Note
5 Voci correlate
6 Altri progetti
7 Collegamenti esterni
Geografia fisica
Territorio
Timbuct� � situata pochi chilometri a nord del fiume Niger nel Sud-Ovest del
deserto sahariano, lontana da altri agglomerati urbani e da formazioni naturali di
rilievo, in un "habitat" arido e sabbioso. La morfologia del territorio �
prevalentemente pianeggiante.

Zona settentrionale del Niger


Clima
Timbuct� ha un clima desertico, caldo e secco; le poche precipitazioni avvengono
nei mesi estivi, da giugno ad agosto. Le temperature massime sono solitamente
superiori ai 40 �C nel periodo che va da aprile a giugno. L'escursione termica �
elevata, come � tipico dei luoghi desertici e a bassa umidit�; le temperature
minime medie vanno dai 13 gradi di gennaio ai 26 di luglio, anche se
occasionalmente possono scendere a pochi gradi sopra lo zero.

Il Sahara nei pressi di Timbuct�


Dati meteo
(1950-2000)[5][6] Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri
Est Aut
T. max. media (�C) 30,0 33,2 36,6 40,0 42,2 41,6 38,5 36,5 38,3 39,1
35,2 30,4 31,2 39,6 38,9 37,5 36,8
T. min. media (�C) 13,0 15,2 18,5 22,5 26,0 27,3 25,8 24,8 24,8 22,7
17,7 13,5 13,9 22,3 26,0 21,7 21,0
T. max. assoluta (�C) 36 39 42 45 48 47 47 43 47 47
40 42 42 48 47 47 48
T. min. assoluta (�C) 5 8 7 10 15 21 17 21 18 12
7 1 1 7 17 7 1
Precipitazioni (mm) 0,6 0,1 0,1 1,0 4,0 16,4 53,5 73,6 29,4 3,8
0,1 0,2 0,9 5,1 143,5 33,3 182,8
Giorni di pioggia 1 0 0 0 1 1 3 4 3 1 0
0 1 1 8 4 14
Storia
Citt� di origine Tuaregh o Songhai, Timbuct� raggiunse il massimo del suo splendore
tra il 1300 e il 1500, quando fu un importante polo culturale e commerciale del
mondo arabo e cos� ricca d'oro da essere considerata una sorta di Eldorado del
tempo. Leone l'Africano raggiunse Timbuct� nel 1526 e scrisse che �qui c'� un gran
stuolo di dottori, giudici, preti e altri uomini di cultura che sono mantenuti
riccamente dalla generosit� del re. Qui vengono portati diversi manoscritti e libri
scritti da fuori della barbaria, che sono venduti qui ad un prezzo pi� alto di
qualsiasi altro bene�. � celebre il suo Sultano Mansa Musa che organizz� un
pellegrinaggio a La Mecca con oltre 8000 portatori e centinaia di dromedari.

Considerata, per le sue favolose ricchezze e per la sua inaccessibilit�, un luogo


pi� mitico che reale, in Europa si discusse della sua esistenza sino al 1806,
quando l'esploratore Mungo Park la raggiunse seguendo il corso del fiume Niger,
anche se non riusc� a tornare indietro. Il primo che ne diede un resoconto fu Ren�
Cailli�.

La citt�, pur non godendo delle ricchezze materiali di un tempo, conserva una
piccola parte delle eredit� culturali del passato, tra cui 700.000 manoscritti
arabo-islamici dei secoli XIII-XVI (vedi i Manoscritti islamici di Timbuct�), tra
cui le opere di Avicenna, vari dei quali giunti dalla Spagna in seguito alla
Reconquista, anche se un gran numero � scritto, usando caratteri arabi, in lingue
africane locali, le cosiddette "lingue ajami".

Moltissime delle costruzioni della citt� sono state erette col fango - che
garantisce una certa solidit� -, dato che la citt� si trova in una regione
desertica del Mali - l'Azauad - e la possibilit� che piova � prossima allo zero.

La citt� � a rischio a causa della Guerra in Mali; nel luglio del 2012 � stato
distrutto un santuario da una cellula di Al Qaida, e le demolizioni sono proseguite
il 21 dicembre, interessando altri quattro edifici dichiarati patrimonio
dell'Umanit�: la Corte penale internazionale ha inflitto una condanna a nove anni
al responsabile della milizia autrice di questi delitti[7].

Infrastrutture e trasporti
Aeroporto di Timbuct�