Sei sulla pagina 1di 1

Ognuno vive di un desiderio grazie al quale la vita vale la pena di essere vissuta.

Non si può vivere senza


desiderio, la vita si ammalerebbe perché verrebbe come disarcionata dall’asse del suo Senso, certo, lo si
può assopire il desiderio, farr finta che non esiste, seppellirlo sotto il peso di un’esistenza routinaria che
non lascia tempo e scampo alle cose più fragili e delicate della nostra vita.

I destini, è ovvio, sono inattesi perché sconosciuti. Fino a


quando accadono, rivelandosi. Allora tutto cambia. Fa riflettere
che a volte basti un raggio di sole a mutarci l’intera esistenza.
Come nel caso del
fortunato ingegnere. Voleva pace e tranquillità cercando lassù
quelle perle rare, senza sapere che per trovare una cosa bisogna
fare a meno di cercarla. Le cose abitano dentro di noi. Non si
deve cercare per poterle vedere, ma liberarle dal mucchio di
ramaglie che le occulta. C’è già tutto, ma è coperto, come i fiori
sotto le valanghe: quand’esse sciolgono i fianchi [La via del sole,
pdf 24]