Sei sulla pagina 1di 3

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

TRA

La Fondazione Gianni Pellicani con sede a Mestre (Ve) presso Villa Settembrini, Via
Carducci, 32, CAP 30171, Partita IVA n. 04101770271, Codice Fiscale n. 90127710276,
rappresentata dal Segretario Nicola Pellicani
E
l’Ente CeSPI – Centro Studi di Politica Internazionale (in seguito denominato “CeSPI”) con
sede e domicilio fiscale in Piazza Venezia 11, C.F. n. 97037650583 rappresentata dal
rappresentante legale, Daniele Frigeri – Direttore

PREMESSO

- La Fondazione Gianni Pellicani, inaugurata il 27 marzo 2007 dal Presidente della


Repubblica Giorgio Napolitano, è un soggetto di cultura politica, che svolge attività di
ricerca e formazione legate ai temi della politica con particolare attenzione allo sviluppo
e alle trasformazioni della Città Metropolitana di Venezia, anche attraverso la
ricostruzione storica di alcuni precisi momenti e temi. La Fondazione è strutturata in tre
aree di interesse: la prima dedicata agli approfondimenti e alla convegnistica sui grandi
temi della politica nazionale e internazionale, concentrata da qualche anno nel “Festival
della Politica”. La seconda dedicata all’attività di ricerca e convegni sulle trasformazioni
urbane e sociali dell'area metropolitana di Venezia e Mestre. In quest’ambito la
Fondazione Pellicani ha costruito un osservatorio sulla Città Metropolitana. La terza,
denominata “Atlante Storico-Politico Novecentesco”, dedicata all’attività di ricerca
storica e archivistica sulla storia politico-amministrativa del secondo dopoguerra
nell’area veneziana.
- Il CeSPI – Centro Studi di Politica Internazionale (di seguito “CeSPI”)- è
un’associazione senza fini di lucro, con sede a Roma, fondata nel 1985, che realizza
studi policy-oriented ed è tra gli Enti internazionalistici parzialmente sostenuti dal
Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale. Il Centro svolge attività di
ricerca, consulenza, assistenza tecnica, valutazione, formazione e divulgazione su
alcuni temi centrali delle relazioni internazionali, e in particolare: cooperazione
internazionale, finanza per lo sviluppo, sicurezza e pace: analisi e valutazione d’impatto;
cooperazione decentrata, cooperazione transfrontaliera, sviluppo territoriale, rimesse,
cittadinanza economica dei migranti, processi di bancarizzazione e inclusione sociale;
mobilità umana e migrazioni, transnazionalismo e cosviluppo; sviluppo sostenibile e
ambiente, l’Europa aperta: allargamento, prossimità, proiezione globale; l’Italia nel
mondo: ruolo internazionale, politica economica estera.
- che le Parti sono interessate ad una reciproca collaborazione sui temi di politica
internazionale con un focus specifico sull’Europa, le sfide economiche globali e i
processi culturali, le migrazioni e la sicurezza con un’attenzione particolare al territorio
delle Regioni del Nord-Est.

- che è interesse delle Parti formalizzare attraverso apposito atto convenzionale tale
rapporto di collaborazione, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze e
responsabilità e nel rispetto dei principi e delle scelte di autonomia.
SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

ART. 1
Le premesse costituiscono parte integrante del presente atto.

ART. 2
Con il presente accordo, le parti si impegnano ad attivare ogni forma di sinergia ed efficace
collaborazione scientifica finalizzata all’approfondimento dei temi precedente individuati
attraverso una serie di azioni di seguito elencate a titolo esemplificativo:
- attività di analisi e ricerca
- organizzazione di eventi, forum e dibattiti pubblici
- collaborazione nell’ambito del Festival della Politica

A tal fine il CeSPI metterà a disposizione le proprie competenze, la propria esperienza e le


proprie reti di relazioni nazionali e internazionali. La Fondazione Pellicani metterà a
disposizione la propria esperienza e le propria capacità di diffusione territoriale anche
attraverso le proprie tecnostrutture.

ART. 3
Le Parti convengono che la collaborazione di cui al precedente art. 2 verrà di volta in volta
programmata sulla base di specifici programmi attuativi, definiti fra le parti su base annuale,
che ne definiscano i contenuti, le tempistiche ed ogni altro elemento utile.
Con appositi accordi successivi verranno disciplinati inoltre gli aspetti inerenti la co-titolarità,
la gestione della proprietà intellettuale e le azioni e attività rivolte alla valorizzazione e alla
diffusione delle attività.

ART. 4
Per l’attuazione del presente Protocollo d’Intesa e per consentirne la pianificazione degli
interventi, le parti costituiranno un Comitato Scientifico, coordinato dal Prof. Renzo Guolo e
composto da un numero minimo di 6 membri. Fanno parte di diritto del Comitato Scientifico i
Responsabili Scientifici individuati dal presente accordo per ciascuno dei due Istituti.
Per la partecipazione al Comitato Scientifico non sono previsti emolumenti, gettoni di
presenza, rimborsi spese, compensi, indennità o altre indennità comunque denominate.

ART. 5
Le Parti si impegnano a tutelare e promuovere l’immagine dell’iniziativa comune per le
attività di cui all’oggetto del presente accordo.
Ciascuna parte potrà utilizzare il logo e l’immagine dell’altra, previa autorizzazione inerente
la specifica attività programmata dagli accordi attuativi di cui all’art. 3
Il presente accordo non implica alcuna spendita del nome, e/o concessione e/o utilizzo del
marchio e dell’identità visiva di ciascuna parte per fini commerciali, e/o pubblicitari. Tale
utilizzo, straordinario e/o estraneo all’azionale istituzionale, dovrà esser regolato da specifici
accordi, approvati dagli organi competenti e compatibili con la tutela dell’immagine.
ART. 6
Le parti si impegnano altresì a dare adeguata visibilità al presente accordo attraverso i propri
strumenti e canali di comunicazione e l’organizzazione di un evento di pubblicità e lancio
pubblico dell’accordo

ART. 7
Il presente accordo di collaborazione avrà la durata di anni 3 (tre) a decorrere dalla data di
sottoscrizione. È escluso rinnovo tacito.
ART 8
I Responsabili scientifici del presente accordo sono per:
- Fondazione Gianni Pellicani, il Segretario, Nicola Pellicani
- CeSPI, il Direttore, Daniele Frigeri
Con cadenza annuale i referenti redigeranno una relazione valutativa sulla collaborazione
svolta e sui risultati raggiunti nonché sugli eventuali nuovi obiettivi futuri.
ART. 9
Ciascuna delle parti potrà recedere dal presente accordo con preavviso di almeno 3 (tre)
mesi. Tale preavviso dovrà essere notificato alla controparte con lettera raccomandata A.R o
con posta certificata.

ART. 10
Le Parti dichiarano reciprocamente di essere informate che i dati personali forniti, anche
verbalmente per l’attività precontrattuale o comunque raccolti in conseguenza e nel corso
dell’esecuzione del presente accordo, vengono trattati esclusivamente per le finalità
dell’accordo, mediante consultazione, elaborazione, raffronto con altri dati e/o ogni ulteriore
elaborazione manuale e/o automatizzata e inoltre, per fini statistici, con esclusivo
trattamento dei dati in forma anonima, mediante comunicazione a soggetti pubblici, qualora
ne facciano richiesta per il perseguimento dei propri fini istituzionali, nonché a soggetti
privati, qualora lo scopo della richiesta sia compatibile con i fini istituzionali delle Parti
contraenti, consapevoli che il mancato conferimento può comportare la mancata o la
parziale esecuzione della convenzione.
Le Parti dichiarano infine di essere informate sui rispettivi diritti ed obblighi sanciti dall’art. 13
Reg. UE 2016/679

Mestre (Ve), li 12/01/2018

PER IL CeSPI: Il Rappresentante legale Daniele Frigeri


_________________________________

PER La Fondazione Gianni Pellicani: il Segretario Nicola Pellicani

_____________________________________