Sei sulla pagina 1di 2

Anno VIII n. 1 Gennaio-Febbraio 2008 Poste Italiane- Spedizione in A.P. - 70 Tariffa B D.M. 13/11/2002 Iscrizione R.O.C.

one R.O.C. 11545 NA del 26/11/2005


Abbonamento annuo Euro 11 - Quota associativa + abbonamento Euro 26 - Il numero di conto corrente postale su cui effettuare i versamenti è 12919288

Periodico dell’Associazione Casa della Resistenza “Parco della Memoria e della Pace”

GIORNO DELLA MEMORIA


Olocausto, Il costo in vite umane
Hitler aveva deciso di cancellare il popolo ebreo dalla faccia della
terra commettendo con fredda decisione il più sistematico geno-
cidio della storia, e così fece, utilizzando i campi di concentra-
mento. In essi vennero rinchiusi prigionieri politici, oppositori di
ogni genere, zingari, omosessuali ed ebrei.
I più deboli vennero uccisi nelle camere a gas, a cominciare dalle
donne e dai bambini. Morirono sei milioni di persone

LAGER
Germania:
aperti
gli archivi
I lager, campi di concentramento dell'Olocausto
e sterminio nazisti (Konzentra-
tionslager), furono utilizzati dal Dal 28 novembre 2007 a Berlino
regime nazista dal 1933 per con- sono accessibili al pubblico le pa-
finarvi dapprima gli oppositori gine più nere dell'Olocausto.
politici, poi anche, e soprattutto, È stato aperto infatti l'archivio
il popolo ebraico. Nel primo pe- dell' International Tracing Servi-
riodo (1933), con l'avvento al po- ce (Its) della Croce Rossa con
tere di Hitler, i lager avevano lo sede Bad Arolsen, una piccola
scopo di "rieducare" i tedeschi città al centro della Germania.
antinazisti: comunisti, socialde- Gli archivi sono gestiti dagli un-
mocratici, obbiettori di coscienza. dici paesi dell'Europa incaricati,
I campi di concentramento, soli- in virtù di un trattato del 1955 e
tamente (vedi i Glavnoye upra- fino ad ora erano accessibili solo
vleniye lagerey, gulag russi abo- ai parenti delle vittime dell'olo-
liti dopo l'avvento di Gorbaciov) causto per informarli della sorte
vengono costituiti per esercitare dei loro cari.
una stretta sorveglianza su un Al loro interno ci sono le infor-
considerevole numero di indivi- I NUMERI Celebrazione del mazioni riguardanti 17,5 milioni
dui sia nazionali che stranieri. Fu DELL’OLOCAUSTO GIORNO DELLA MEMORIA di deportati, cinquanta milioni di
la Germania nazional-socialista,
durante la seconda guerra mon- giovedì 24 gennaio documenti sui piani di sterminio
Germania 195.000 nazisti e anche la famosa Schin-
diale, a dare ai campi di concen-
Austria 53.000 dler's list.
tramento la sinistra fama che da
Cecoslovacchia 255.000 I nazisti tennero nota meticolosa-
allora conservano. Affidati diret-
Danimarca 1.500 mente dei loro crimini, perciò og-
tamente al controllo delle SS, di-
vennero, soprattutto negli anni Francia 140.000 gi scienziati e storici di tutto il
della seconda guerra mondiale, Belgio 57.000 mondo avranno a disposizione un
sede della "soluzione finale" con- Olanda 120.000 patrimonio informativo immenso.
tro gli ebrei, oltre che di speri- Lussemburgo 3.000
mentazioni pseudo-scientifiche L'archivio è stato fondato nel
Norvegia 1.000
su esseri umani. Le SS, coerenti 1943 dalla Croce Rossa britanni-
Italia 20.000
con il "credo hitleriano", agivano ca e dal '55 sotto la direzione del
Jugoslavia 64.000
quindi con brutalità e assuefa- comitato di Ginevra, ma la pro-
Grecia 64.000 prietà formale è del governo di
cendosi a una completa insensibi- Bulgaria 5.000
lità morale e a un perfetto auto- Berlino come eredità della Ger-
Romania 530.000 mania nazista.
matismo dell'obbedienza. I lager
più famigerati furono quelli di Ungheria 200.000 Il sottosegretario agli esteri per
Auschwitz, Buchenwald, Da- Polonia 3.271.000 l'Europa, Gunter Gloser ha di-
chau, Mauthausen. In Italia fun- Unione Sovietica 1.050.000 chiarato: «Desidero invitare tutti
zionò il campo di concentramento i ricercatori a farne uso e per-
di Fossoli, mentre l'unico campo TOTALE 6.029.500 mettere così una riflessione su
di sterminio fu la Risiera di questo capitolo oscuro della sto-
S.Sabba di Trieste. ria tedesca».

1
NUOVA RESISTENZA U N I TA RIFLESSIONI/LETTURE

Rivoluzionari a Naviante
di Massimo Sausa Luciana Delfino, cugina della do le riserve del PCI, che ri-
moglie di Santucho (Liliana), sentiva delle accuse mosse al
LIBRI
moglie dell’ex-partigiano e de- PRT-ERP dal PC Argentino, DA LEGGERE
portato a Dachau Reno Masoe- allineato al PCUS, che aveva
ro, si era attivata contattando rapporti con la dittatura) in-
uno dei fratelli di Santucho, sieme agli altri rappresentanti
rendendo così possibile la rea- latinoamericani; accolsero
lizzazione della prima scuola nella scuola i genitori di San-
quadri del PRT-ERP in Europa. tucho e Roberto Guevara (fra-
L’autore racconta l’arrivo a Ro- tello del Che), nonché nume-
ma da una Rio de Janeiro esti- rosi rifugiati argentini, cileni,
va, poi il treno via Torino e Cu- nicaraguensi … Tra di loro an-
neo nel buio invernale senza che “Laura”, cioè Maria Seoa-
cappotto scrutando il cartello ne, autrice de “La notte delle
delle stazioni. matite spezzate” da cui fu trat-
Poi, con l’aiuto della gente del to l’omonimo film di Hector
paese, superate le difficoltà
anche politiche di fronte ad
Segnaliamo il numero 72 de un gruppo non di rifugiati né
“Il Presente e la Storia”, rivista di esiliati, ma che voleva pre-
dell’Istituto Storico della Re- pararsi per ritornare in Ar-
sistenza di Cuneo, con un am- gentina a riprendere la lotta
pio estratto di “Tributo a Na- rivoluzionaria. IL PIOMBO
viante. Rivoluzionari argen- La notizia della presenza de- E L’ARGENTO
tini in terra di Langa”, di Ca- gli argentini si diffonde e co- La vera storia del Partigiano Facio
cho Narzole (nome da mili- minciano i contatti e il con-
tante di Jorge L. Alma). fronto con gli italiani, da una Con le mie figlie Ana, Amanda La devota amicizia che nutro
parte critici verso lo scontro (davanti) e Clarisa
per Carlo Spartaco Capogreco
(in braccio), nella sala
delle organizzazioni armate dovrebbe impedirmi di recen-
della scuola..
con le forze militari “visti co- sire il suo ultimo lavoro, edito
me fenomeni di un continente se- Olivera (1988).
da Donzelli (pp.232, euro
miselvaggio, che risolveva anco- Si narra poi la chiusura della
24.50). Però lo raccomando
ra le differenze interne con la scuola, il trasferimento ad
vivamente, anche perchè apre
violenza”, dall’altra memori Ivrea e il successivo ritorno in
una pagina – tutta da medi-
delle lotte partigiane e della Argentina. Infine il ritorno 20
resistenza al fascismo. anni dopo, in un’Italia mutata tare – sulla conflittualità inter-
La situazione politica italiana da Mani Pulite e ormai nell’era partigiana. Con la consueta
era difficilissima – si era ai Berlusconi. competenza storiografica e la
Cacho (io), Luis e Chela conversando tempi del sequestro Moro – e la La scuola di Naviante era di- conclamata onestà intellettua-
nella cucina della scuola. scuola fu visitata dai carabinie- ventata un centro culturale ge- le, Capogreco racconta la sto-
La foto è stata tagliata per ragioni di ria del capo partigiano comu-
sicurezza e successivamente ricomposta.
ri, che però mutarono atteggia- stito dagli abitanti.
mento grazie all’intervento di nista Dante Castellucci (Facio),
Nella scuola elementare ab- Reno Masoero e alla mobilita- Era rimasta l’amicizia pro- fucilato dai suoi compagni di
bandonata del paese, nel no- zione del PSI e dell’ANPI. fonda e la “volontà di lotta- lotta per contrasti politici. Nel
vembre ‘77 per 2 anni e mezzo La scuola (in Italia erano 5: Na- re per la vittoria dei più alti dopoguerra, ai tentativi di
venne organizzata una scuola viante, Sarzana (SP), Bedissole e valori della vita”. depistaggio e di rimozione del
di formazione politica di mili- Palazzolo sull’Oglio (BS), fatto, succedette l’assegnazio-
tanti del PRT (Partito Rivolu- Ivrea) suscitò l’interesse di Nu- ne a Facio di una medaglia
zionario dei Lavoratori), tro- to Revelli e di Lidia Rolfi. ! d’argento “alla memoria” , e la
skista-guevarista, il cui brac- I suoi militanti parteciparono sua morte fu attribuita ai
cio armato, l’ERP (Esercito ri- ai festival dell’Unità (rompen- fascisti.
voluzionario del Popolo), Il libro è stato favorevolmente
aveva operato nella regione di recensito dalla stampa nazio-
Tucuman dal ’74, coordinan- nale e ha ricevuto diversi
dosi nel ’75 coi Montoneros
premi: anche Omegna gli ha
(peronisti di sinistra), e il cui
conferito lo “Scaffale”.
leader Mario Roberto Santu-
cho era stato ucciso in un con-
flitto a fuoco con la polizia
della nuova Giunta di Videla
nel luglio ’76 (omicidio segui-
to da numerosi arresti di mili-
Luis ye Chela nella scuola
tanti e dirigenti). di Naviante.
Durante la stessa cena, en 1978