Sei sulla pagina 1di 52

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.

me/quotidianirivistenet
GIOVEDÌ

19
07
18ANNO 43
N° 169
Fondatore Eugenio Scalfari

Guida per non sbagliare


Food L’estate è sagra, viaggio nelle feste del gusto: dal baccalà ai tortelli LE IDEE
In Italia
€ 1,50

LUCA IACCARINO, nell’inserto

LE VERITÀ
Nomine, lite continua Lega-M5S DA RESTITUIRE
A BORSELLINO

Salta l’intesa sulla Cassa di Stato


Attilio Bolzoni Roma

L
o Stato cosa può restituire
a uno di quegli italiani Min 22˚C
“fuori posto” in Italia Max29˚C
come Paolo Borsellino? Cosa
Ex giornalista Mediaset Salta l’intesa tra Lega e M5S sulla può dare o dire alla sua Milano

alla Vigilanza Rai nomina dei nuovi vertici della


Cassa depositi e prestiti: la Lega
TRIA, IL MINISTRO BERLUSCONI famiglia più di un quarto di
secolo dopo e dopo tutti quei
Sulla legittima difesa blocca il ricambio con l’accusa di SOTTO SCHIAFFO A VIALE MAZZINI depistaggi, la clamorosa Min 19˚C
essere stata esclusa dai giochi. revisione di un processo, i Max 32˚C
Bonafede frena Salvini: C’è tensione anche sulla propo- Francesco Manacorda Sebastiano Messina “pupi” vestiti da pentiti, gli
“Bisogna approfondire” sta del Carroccio sulla legittima spioni travestiti da poliziotti,
difesa, con il ministro grillino Bo- le indagini che rovistano nelle

C E
nafede che boccia la liberalizza- i stiamo riflettendo bene leggere alla Vigilanza Rai indagini?
zione delle armi. Ed è polemica per non sbagliare», prova un ex giornalista Mediaset, Lo Stato, come sempre, ha
per la nomina alla Vigilanza Rai a rassicurare, più notarile è come incaricare un ultrà mostrato i suoi due volti
dell’ex giornalista di Mediaset, che mai, il premier-ologramma della Lazio di sorvegliare i lavori anche davanti a uno dei suoi

Sabato Il grande giornalismo europeo


Alberto Barachini. Giuseppe Conte. dello stadio della Roma. figli migliori. Lo Stato che
servizi alle pagine 4, 5, 7 e 10 pagina 26 pagina 26 occulta la verità e lo Stato che
quella verità la cerca, lo Stato
L’immagine che dirotta e corrompe le
investigazioni e lo Stato che
Thailandia, i ragazzini della grotta tornano a sorridere: “Ecco i nostri sogni” prova a sfondare il muro di
gomma, le prime inchieste
che gridano vendetta e quelle
che ventisei anni dopo
distruggono teoremi
fabbricati in maleodoranti
laboratori sbirreschi. Ma cosa
c’è — riflettiamoci — di così
inedito e di sorprendente in
questa spaventosa storia
sull’uccisione del procuratore
Paolo Borsellino?
continua a pagina 27 I
SALVO PALAZZOLO, pagina 9

CHI HA GUARITO
IL CUORE
DELL’APPENNINO
Enrico Letta

C
aro direttore,
esattamente un anno fa
su Repubblica, a nome
di privati cittadini e di piccole
e grandi aziende, presentavo
una serie di concrete
iniziative per aiutare il
necessario rilancio delle zone con
montane dell’Appennino, Disney Noir
€ 8,40
Thailandia, i ragazzi salvati dalla grotta: appena dimessi dall’ospedale, hanno raccontato dei giorni vissuti nelle viscere della caverna SOE ZEYA TUN/REUTERS già in declino da tempo.
RAIMONDO BULTRINI, pagina 13 pagina 18

Intervista a
Il caso Sotto accusa Android

La Ue all’attacco di Google Prezzi di vendita


all’estero:
Austria, Germania

multa record da 4,3 miliardi


€ 2,20 – Belgio,
Francia,
Lussemburgo,
Monaco P., Grecia,
Malta, Olanda,
Slovenia, Spagna
Marc Gasol € 2,50 - Croazia
KN 19 – Regno

“La foto di Aylan


Unito GBP 2,20 –
Massimo Russo Svizzera CHF 3,50

mi ha fatto scegliere
N
arra la leggenda che
quando gli ingegneri di di aiutare chi fugge”
Nokia ebbero in mano il
primo iPhone nel 2007 lo
provarono e lo giudicarono La star dell’Nba sulla nave
non all’altezza. Guardarono di Open Arms: “Una grande
soprattutto alla sua resistenza
e non alle opportunità.
gioia aver salvato Josefa
continua a pagina 2 I un esempio per i miei figli”
altri servizi alle pagine 2 e 3 La commissaria Ue Vestager ROBERT ÁLVAREZ, pagina 17

Sede: 00147 Roma, via Cristoforo Colombo, 90 - Tel. 06/49821, Fax 06/49822923 - Sped. Abb. Post., Art. 1, Legge 46/04 del 27 Febbraio 2004 - Roma - Concessionaria di pubblicità: A. Manzoni & C. Milano - via Nervesa, 21 - Tel. 02/574941, e-mail: pubblicita@manzoni.it

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
2 La guerra degli smartphone

Giovedì
19 luglio
il commento L’Europa all’attacco di Google
maxi multa da 4,3 miliardi
2018

P ATTENTI
R ALLE GUERRE L’accusa della Commissione: obbliga i produttori di telefonini che installano il sistema
I CONTRO Android a scaricare anche i suoi programmi. Il colosso Usa: da noi nessuna imposizione
M CHI INNOVA
O Massimo Russo Dal nostro corrispondente te concede meno controllo a Goo- poi respinto gli addebiti negan- alle aziende digitali americane
alberto d’argenio, bruxelles gle nella distribuzione dei pro- do di avere imposto l’installazio- le stesse regole che valgono per
dotti e apre possibilità per i riva- ne dei suoi servizi, accusando l’industria tradizionale. Non solo
P I segue dalla prima pagina È la multa più salata mai commi- li. Google installa Android e i Bruxelles di avere sottovalutato sul fronte della concorrenza, do-
nata dalla Commissione euro- suoi aggiornamenti gratis, co- la concorrenza di Ios, il sistema ve le prime cinque multe più alte
I
O
pportunità aperte dal pea: Google dovrà pagare 4,3 mi- prendo i costi della tecnologia at- operativo di Apple, e di non aver della storia Ue sono state commi-
sistema delle liardi di euro per abuso di posi- traverso i ricavi per l’utilizzo da preso in considerazione la possi- nate appunto a Google, Intel,
A applicazioni, che lo zione dominante messa in atto parte degli utenti dei suoi servi- bilità per i consumatori di ignora- Qualcomm e Microsoft. Basti
trasformava in un computer attraverso il sistema operativo zi. Non a caso l’azienda ha minac- re facilmente le app pre-installa- pensare ai negoziati tra governi
N tascabile e connesso a internet. Android. Il colosso di Mountain ciato di rivalersi sui consumato- te scaricando quelle delle altre per lanciare la web tax, strumen-
Al contrario Chris DeSalvo, uno View ha annunciato ricorso pres- ri: «Finora il modello di business case. to per far pagare le tasse ai gigan-
O dei pionieri di Android, so la Corte di giustizia. Esatta- di Android è stato progettato in La Commissione ora difende- ti della rete nei paesi dove guada-
ricorderà tempo dopo: «Come mente come un anno fa, quando modo da non dover far pagare rà la sua decisione di fronte alla gnano. Oppure alla battaglia al
consumatore rimasi senza si vide dare l’allora più alta, oggi per la nostra tecnologia – affer- Corte di giustizia, dove non ha Parlamento europeo per costrin-
parole, ne volevo subito uno. la seconda, sanzione Ue di tutti i mava ieri l’Ad Sundar Pichai – mai perso un caso di concorren- gere Google e Facebook a ricono-
Ma come ingegnere di Google tempi: 2,4 miliardi per pratiche ma siamo preoccupati che la de- za. L’indagine dell’Antitrust Ue scere un giusto compenso agli
pensai che dovevamo scorrette legate a Google Shop- cisione mandi un segnale preoc- era partita nel 2013 dopo 14 de- editori per i contenuti che abi-
cominciare da capo». ping. Ma la casa fondata da Larry cupante a favore di sistemi pro- nunce avanzate, tra gli altri, da tualmente usano e grazie ai qua-
Oggi l’economia delle Page e Sergei Brin ora ha 90 gior- prietari rispetto alle piattaforme Microsoft, Oracle e Nokia. Bruxel- li guadagnano in pubblicità e rac-
applicazioni per i telefoni ni di tempo per mettere fine alla aperte». les è ormai impegnata in una bat- colta dati.
mobili in Europa - secondo una restrizione della concorrenza in- Il gigante a stelle e strisce ha taglia campale per far rispettare ©RIPRODUZIONE RISERVATA

ricerca dell’istituto Progressive dividuata dal capo dell’Antitrust


policy - vale oltre 1,8 milioni di Ue, Margrethe Vestager. Altri- Il meccanismo
posti di lavoro, 1,4 dei quali menti rischierà multe aggiunti-

1,06
collegati al sistema operativo ve fino al 5% del suo fatturato, ov- Come funziona il sistema operativo
Android. Centomila di questi vero 12 milioni per ogni giorno
impieghi sono in Italia, 25mila trascorso senza avere messo in miliardi
solo nell’area di Milano. Sono le campo rimedi appropriati.  I download
persone che incontriamo ogni Android è il sistema operativo di euro
mattina sul tram: sviluppatori installato nell’80% degli smart- Chi compra uno smartphone
con “Android” trova come motore Intel
di codice, designer, addetti phone del pianeta, dal 2007 vita-
commerciali, dipendenti delle le per permettere a Google di di ricerca Google Search e come
grandi società di mantenere il dominio sui merca- browser Chrome. Per aggiornare
telecomunicazioni e delle ti nell’era in cui le ricerche in re- le app o scaricarne di nuove

997
piccole agenzie che creano te si sono spostate dai computer deve usare Play Store
soluzioni per le imprese fissi ai cellulari. Vestager ha spie-
dell’economia tradizionale, gato che «il caso riguarda tre tipi milioni
presenti a loro volta nei negozi di restrizioni che l’azienda ha im- di euro
online di Apple e di Google e posto a produttori e operatori di
nelle nostre tasche con le icone rete per assicurarsi che il loro Qualcomm
digitali dei loro prodotti. È un traffico andasse verso il motore  L’accusa
settore che cresce del 15% di ricerca di Google». Per Bruxel-
l’anno, e che nel nostro Paese è les Mountain View ha illegalmen- La Commissione
sottorappresentato rispetto al te imposto ai produttori degli ap- contesta a Google
gruppo di testa dell’Unione. parecchi Android di pre-installa- di aver imposto Google Search
È per tutto questo che Android re l’app di Google Search e il bro- ai produttori di telefoni

561
non è solo una piattaforma wser Chrome per usare la sua tec- con il sistema operativo
operativa, ma un ecosistema, nologia. Insomma, ha usato An- “Android” di preinstallare
con oltre mille fabbricanti e più droid «come veicolo per consoli- un pacchetto di Chrome
di un miliardo di apparecchi dare il dominio del suo motore applicazioni milioni
venduti ogni anno. Detiene oggi di ricerca» anche nella telefonia imponendole di fatto di euro
un primato, ma non si tratta di mobile. come esclusive
un monopolio. Esiste un La decisione Ue potenzialmen- Google Play Microsoft
concorrente, Apple. Una delle

250
ragioni che ha permesso a
Che cosa succede
Google di prevalere è stata la
decisione di adottare un
sistema aperto, che consentisse
cioè a chiunque di usarne il
Il rischio per i clienti? Pagare un po’ di più milioni
di euro
codice e di modificarlo. Non era
scontato. È quasi impossibile Passando ovviamente per Play la parte del leone era ancora per Amazon
Apple prese una strada
opposta, un sistema chiuso e
modificare i cellulari Store, il negozio ufficiale delle ap-
plicazioni ed epicentro dell’ecosi-
Nougat, rilasciata due anni fa, so-
pra il 30% di diffusione.

110
integrato con l’apparecchio di in circolazione. Nei stema del robottino verde. Possibile invece, se Google vor-
una sola marca, un
posizionamento di lusso. Il che
nuovi modelli Android Quelle applicazioni preinstalla-
te, si difende Mountain View, «so-
rà accettare le richieste della Ue,
che la prossima versione di An- milioni
permette un funzionamento a forse non più gratuito no facili da disinstallare e sostitui- droid venga “ripulita” dalle app di euro
volte più fluido, a prezzo di una re». Non è sempre vero: in realtà è di sistema direttamente legate a
minore diffusione. Sembra un Simone Cosimi più corretto parlare di disattiva- Google ed abbia solo i programmi Facebook
secolo, ma val la pena di zione. Ma che cosa succederà proposti dai costruttori, come le
ricordare che solo nove anni fa Otto smartphone su dieci monta- adesso per chi ha in mano uno suite di Samsung o Huawei.
le cose non stavano così. no una qualche versione, a volte smartphone che utilizza An- Ma è ancora troppo presto per
Il predominio mondiale del profondamente rivisitata e perso- droid? Ciò che è fatto, probabil- capire e dal quartier generale cali-
settore era in mano a nalizzata, del sistema operativo mente, è fatto. È improbabile dun- forniano nessuno rilascia dichia-
un’azienda europea, Nokia, che Android. Si tratta di oltre 24 mila que che i produttori possano in- razioni sui prossimi passi. L’unica
aveva acquisito un altro modelli per ogni fascia di prezzo tervenire troppo radicalmente traccia significativa l’ha lanciata
sistema, Symbian. Oggi prodotti da oltre 1.300 marchi in sui telefoni in circolazione, spe- proprio il ceo Sundar Pichai,
Symbian non esiste più, i mezzo mondo, dalla Cina all’Olan- cie per quel che riguarda i model- quando ha spiegato che fino ad
cellulari di Nokia esistono da fino alla Svezia. Senza contare li obsoleti già abbandonati o tra- ora i produttori di telefoni non
ancora, ma - indovinate - l’universo degli oggetti connessi, scurati da anni in termini di sup- hanno pagato la tecnologia An-
utilizzano Android. dagli smartwatch agli speaker in- porto e aggiornamenti. droid. In futuro Google potrebbe
Non c’è da stupirsi: è la catena telligenti. C’è poi un altro ostacolo all’in- dunque decidere di alzare i prez-
di fallimenti e successi Molti hanno vissuto l’esperien- tervento sull’attuale, sterminato zi e battere cassa anche per far
attraverso i quali si consolida za di trovare un gruppo di appli- parco smartphone mondiale: An- usare l’ultima versione della piat-
l’innovazione. cazioni di sistema preinstallate droid è il sistema operativo più taforma. Lasciando a chi non può
Forse la Commissione Ue, in nel telefono nuovo di zecca o ri- diffuso ma è anche estremamen- pagare una versione vecchia e
una tregua della battaglia a portato alle impostazioni di fab- te frammentato. Non sempre i senza applicazioni. E scaricando
colpi di dazi e sanzioni brica, da Google Search al brow- produttori ne aggiornano le ver- su chi compra uno smartphone
combattuta sulle due rive ser Chrome fino a Foto, Gmail, sioni per i diversi modelli e quan- con l’ultima versione del sistema
dell’Atlantico, farebbe bene a Maps, Drive, Play Music, Play do lo fanno vanno spesso a rilen- operativo parte o tutto l’aggravio
ricordarlo. E a concentrarsi Film e molte altre, incluse quelle to. Lo scorso maggio l’ultima ver- dei costi che il produttore dovrà
anche su come favorire uno dei produttori e di terze parti. sione, Oreo, era installata su me- sopportare.
sviluppo analogo in Europa. In media sono una quarantina. no del 6% dei dispositivi mentre ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet

4,3
L’analisi Continenti a confronto

miliardi
3
Ma lo strapotere dei big
di euro
Google Giovedì
19 luglio
2018

si potrà fermare P

solo con la concorrenza R


I
M
O

2,42
Dal nostro corrispondente
FEDERICO RAMPINI, NEW YORK
dovrebbe agire teorizza che
viviamo nel migliore dei mondi
Al gruppo americano che nell’arsenale nucleare di un
gigante ci sia qualche brevetto
bastano due settimane

È
miliardi possibile. Anche in Europa però che assomigli alla sua invenzione,
facile fare dietrologia ci sono cantori del “progresso tanto quanto basta per imbastire P
di euro
politica, vedere la tecnologico” che prendono le per guadagnare offensive paralizzanti. Alla fine,
Google maximulta da 4,3 difese di Google, Amazon,
l’importo della multa non a caso, tante start-up I
miliardi inflitta a Google Facebook e compagnia. innovative preferiscono vendersi
come un episodio nella L’argomento più usato è che La Ue ha bisogno al migliore offerente. A
guerra economica tra le due questi giganti hanno successo Il mercato non esiste “in natura”.
sponde dell’Atlantico, una perché offrono il prodotto o il di campioni nazionali È una creazione umana, garantita N
risposta ai dazi di Donald Trump. servizio migliore, hanno e protetta dall’intervento dello
Ma è fuorviante perché i mostrato straordinaria capacità Stato e di istituzioni imparziali. O
procedimenti dell’Antitrust innovativa, e il consumatore sta Nello “spirito animale” del
europeo durano da anni e spesso benissimo così. Il successo capitalista c’è l’attrazione verso il
furono iniziati sotto la presidenza premia chi se lo merita. Ma chi lo monopolio, situazione ideale per

1,4
Obama. L’interrogativo dice che il servizio non possa massimizzare i profitti.
importante è un altro: sono migliorare? E come fa il Questo lo capirono bene gli
efficaci queste sanzioni? consumatore a sapere se non americani alla fine
miliardi Cambieranno qualcosa? Qual è il esistano mondi alternativi a dell’Ottocento, quando i
di euro vero pericolo rappresentato dai quelli in cui la Rete Padrona ci monopolisti di allora
Padroni della Rete? seduce, ci inghiotte e ci concentravano banche, ferrovie.
Edf L’abuso di posizione dominante è racchiude? Lo capirono nel secolo successivo
spiegato nella motivazione di La realtà è ben diversa. All’origine quando l’Antitrust attaccò i
Bruxelles. Secondo la ci fu tanta innovazione, certo, ma petrolieri, o quando il governo
Commissione europea il colosso come tutte le imprese di successo federale decise di smembrare il
della Silicon Valley usa la sua anche le sorelle digitali hanno monopolista dei telefoni. Alle
forza contrattuale per imporre pulsioni monopolistiche. origini dello Sherman Act, la
nei nostri smartphone il suo Per esempio: fanno incetta di prima legge anti-monopolista,
motore di ricerca (Google Search) migliaia e migliaia di brevetti, per c’era l’idea forte che la
e l’applicazione che consente di costruire attorno a sé delle concentrazione economica è una
navigare su Internet (il browser muraglie insormontabili, minaccia non solo per i
Chrome). Paga gli operatori scoraggiare i concorrenti più consumatori, ma per la
telecom-Internet perché piccoli, terrorizzare i nuovi democrazia. Quell’intuizione si è
installino sempre il motore di arrivati con la minaccia di persa per strada. Eppure è più
ricerca Google. Questi abusi processi miliardari. Il rischio per Commissario alla Concorrenza attuale che mai.
cesseranno perché Bruxelles chi inventa qualcosa di nuovo, è Margrethe Vestager ©RIPRODUZIONE RISERVATA

picchia duro con le multe? È


improbabile. L’enormità delle
sanzioni si sgonfia quando la
misuriamo sul bilancio dei
Padroni della Rete: Google ci
mette due settimane a
guadagnare quella cifra. I rimedi
“comportamentali” possono
essere più efficaci: quelli cioè che
impongono all’azienda severi
controlli per impedire che ripeta
gli abusi. Ma la fantasia creativa
dei giganti digitali escogita
sempre nuove soluzioni per
perpetuare un potere dominante.
E in effetti Google, Amazon,
Facebook, ora anche Netflix,
hanno ciascuno una dimensione
soverchiante ed eccessiva nella
propria attività principale.
Le multe vengono scaricate sui
consumatori, sui clienti, sugli
azionisti: non le paga il top
management e quindi non hanno
alcun effetto “educativo”. La
strada maestra per contenere la
loro prepotenza, sarebbe la
competizione. Qui l’Europa è
debole. Non ha campioni
nazionali che facciano
concorrenza a quelli della West
Coast americana.
Ad allevare dei campioni c’è
riuscita la Cina (per esempio
Alibaba e Tencent) ma lo ha fatto
dietro robuste barriere protettive
e intralci insormontabili alla
penetrazione americana (Google
e Facebook sono ostracizzati).
Metodi che difficilmente l’Unione
europea riuscirebbe a imitare. Se
ci provasse la guerra
commerciale con gli Stati Uniti
assumerebbe proporzioni
immani. Inoltre per allevare
campioni europei ci vuole tempo,
e una strategia che manca.
Le multe Bisognerebbe invocare una
cooperazione atlantica –
dell’Europa decisamente fuori moda – ma
l’Antitrust americano è in una
alle grandi situazione di disarmo. L’ideologia
neoliberista, oltre alla potenza
aziende delle lobby, hanno depotenziato
quello che fu storicamente il
primo e il più aggressivo degli
Antitrust. A Washington chi

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
4 Politica e economia

Giovedì
19 luglio
Tria assediato dai veti
saltano le nomine Cdp
2018

P
R
I
M
Lega: esclusi dai giochi
O Anche il M5S contesta il nuovo assetto di vertice, slitta tutto al 28
Le Fondazioni: colpito il ministro. Conte: scelte cruciali per il Paese
P
I GOFFREDO DE MARCHIS, ROMA «Scusate, e la Lega dov’è in que-
sto schema?», è stata la frase che
A Ieri alle 12 Dario Scannapieco e ha mandato tutto all’aria. Su
Fabrizio Palermo erano pronti a Scannapieco il Carrocio vede
N distribuirsi le deleghe per guida- l’ombra di Mario Draghi, dei po-
re insieme la Cassa depositi e pre- teri internazionali, insomma tut-
O stiti. Poi, sei ore dopo, l’assem- to ciò che “il governo del cambia-
blea degli azionisti avrebbe ratifi- mento” si propone di combatte-
cato la loro nomina rispettiva- re. I 5stelle hanno sposato la li-
mente ad amministratore dele- nea di Salvini e Giorgetti. Anche
gato e direttore generale. Invece loro sono sul piede di guerra con
è saltato tutto. Uno strappo cla- il titolare dell’Economia. Su mol-
moroso e fragoroso. Uno schiaf- ti fronti, non solo sulle nomine.
fo al ministro Tria, è la versione Il forziere di Stato Le Fondazioni guidate da Giu-
di molti. Assembla rinviata a mar- seppe Guzzetti non hanno dub- Il ragioniere generale Daniele Franco e il ministro del Tesoro Giovanni Tria
tedì. Tutto da rifare e uno scon- Gestisce 250 miliardi bi: lo schiaffo è rivolto diretta-
tro politico alla luce del sole su- di risparmio postale mente a Tria. Un avvertimento, ma ammette: «Il problema non è I candidati
gli assetti delle partecipate, una un modo per evitare condiziona- se ci sono divergenze o meno. So-
delle principali prove di gover- menti esterni non graditi. Tanto no nomine importanti perché
no.
Che era cambiata l’aria si è ca- 250 mld
È l’ammontare del
risparmio postale
degli italiani
più in vista delle prossime parti-
te sui conti pubblici. «I soci di mi-
Cdp è chiave per la politica nazio-
nale ed ha un rilievo strategico
pito quando Palermo, già dirigen- noranza li rispettiamo, abbiamo quindi è ovvio che vogliamo me-
te della Cdp, si è alzato dal tavolo gestito da Cassa depositi e prestiti. sempre dialogato con loro. Ma al- ditare bene. Ci stiamo rifletten-
e ha detto: «Le mie deleghe non La società fondata nel 1850, la fine decidono i maggiori azio- do per non sbagliare». Giancarlo
vanno bene. Così non ci sto». Ma controllata dal Tesoro con l’82,7% nisti di governo», spiega una fon- Giorgetti precisa: «C’è da lavora-
dietro al suo gesto le divergenze e partecipata dalle Fondazioni te grillina. Anche il ministro del re» e già martedì sera metteva in
sono molto più profonde. Matteo bancarie con il 15,9%, sostiene Tesoro rientra nella categoria guardia: «Siamo in alto mare».
Salvini non si fidava affatto del l’economia italiana finanziando gli dei soci di minoranza? Il sospet- Luigi Di Maio prova ad alzare il li-
pacchetto preparato dal mini- investimenti pubblici e supportando to è che faccia anche da paraful- vello del dibattito per nasconde-
stro del Tesoro Giovanni Tria e le imprese. Detiene numerose mine per le liti tra gli alleati. re il braccio di ferro: «Stiamo cer-
dal premier Giuseppe Conte. partecipazioni (Eni, Terna, Snam...) Conte cerca di minimizzare cando i migliori, ci stiamo lavo- Massimo Tononi
rando».
Oltre all’attacco a Tria, c’è dun- Il presidente designato
que la questione degli equilibri Nato a Trento, 53 anni, l’ex
nella maggioranza sulle poltro- banchiere di Goldman Sachs, già
ne. Cdp è la “ciccia” delle nomi- sottosegretario del governo Prodi
ne, vera cassaforte del governo e presidente di Monte dei Paschi,
per gli investimenti. Da lì passa è il candidato delle Fondazioni.
la gestione delle risorse pubbli- È presidente del cda di Prysmian
che, dei salvataggi di Stato, delle
politiche industriali dello Stato.
Ma l’assetto complessivo è più ar-
ticolato. Vanno rinnovati in que-
sti giorni i vertici dell’Invimit, la
società che cura il patrimonio im-
mobiliare, della Rai, di Eur Spa,
di Gse (il gestore elettrico) e di
Ferrovie dello Stato. Non è solo
un caso che l’assemblea di Cassa
depositi e prestiti sia slittata a ri-
dosso della riunione di Ferrovie
(giovedì) durante la quale do- Dario Scannapieco
vrebbe essere rimosso l’ad Maz-
zoncini. Al Carroccio i treni fan- L’economista stoppato
no gola, quasi quanto Cdp. Per- Romano, 51 anni, vicepresidente
ché gli investimenti, in quell’a- della Banca europea degli
zienda, si fanno e riguardano le investimenti, è gradito al Tesoro
grandi infrastrutture. Per quella ma non alla Lega e ai 5Stelle che
poltrona la Lega pensa da tempo ne avrebbero stoppato la nomina
a un suo manager di fiducia: Giu- ad amministratore delegato
seppe Bonomi. «A noi — spiega
una fonte leghista — va bene an-
che Palermo amministratore di
Cdp. Ma sia chiaro, è un nome
espresso dai 5 stelle». Prevede,
cioè, una compensazione di alto
livello. È un gioco ad incastri, in
cui nessuno vuole cedere un mil-
limetro. Così si spiega il rinvio di
ieri: i tasselli non erano andati al
loro posto.
Per Cdp la Lega ha sempre
pronto il nome di Marcello Sala, Fabrizio Palermo
ex vicepresidente di Banca Inte-
sa. Una carta da tenere sul tavolo L’interno verso la promozione
per trattare fino all’ultimo e ve- Perugino, 46 anni, è direttore
dere come si risolvono gli altri finanziario di Cdp dal 2014.
dossier aperti. Salvini e Giorgetti Il M5S lo sostiene come direttore
non potevano cedere subito sen- generale ma non è esclusa
za le garanzie su un pacchetto la promozione al ruolo di
completo. Qualcuno perciò pen- amministratore delegato
sa che la candidatura di Scanna-
pieco non sia arrivata al capoli-
nea. È una scelta forte, molto gra-
dita in ambienti che hanno un pe-
so enorme. Però le pedine che si
devono muovere sono tante.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Perchè M5S e Lega sfidano Tria
5
Il retroscena

Di Maio e la priorità investimenti Giovedì


19 luglio

“Diremo no ai parrucconi”
2018

P
R
ANNALISA CUZZOCREA, ROMA Ellekappa mandare a monte la nomina ad
I

«S
amministratore delegato di colui
apete qual è il che ormai vedono come il
problema su Cassa candidato dell’inquilino di via XX M
depositi e settembre alla guida di Cassa
prestiti?», chiede depositi e prestiti: Dario O
Luigi Di Maio ai Scannapieco. Classe 1967,
parlamentari che si occupano l’economista non sarebbe proprio
delle nomine nelle aziende di un “parruccone” («persona, per lo P
Stato quando gli domandano del più anziana, che la pensa
nuovo stop. «Il problema è che all’antica, e ha, di fronte al I
dobbiamo essere coraggiosi. progresso, atteggiamenti retrivi»,
Bisogna osare. Dire no ai recita la Treccani). È stato uno dei A
parrucconi». Il vicepremier ha Ciampi boys quando il direttore
appena concordato la linea con il generale del Tesoro era Mario N
sottosegretario alla presidenza del Draghi, ha lavorato dieci anni in
Consiglio Giancarlo Giorgetti. Europa come vicepresidente della O
Chiusi al piano terra di Banca europea degli investimenti.
Montecitorio, nella sala del Il suo nome, inizialmente non
governo a due passi dall’aula, il avversato dal Movimento, poteva
capo politico del Movimento 5 essere strategico per la visione che
stelle e il braccio destro di Matteo i 5 stelle hanno di Cdp: un istituto
Salvini hanno deciso di fare fronte che vorrebbero trasformare in
comune contro il ministro Banca pubblica sul modello di Bpi
FABIO FRUSTACI/ ANSA
dell’Economia Giovanni Tria. E di France (chissà con che ruolo in
crisi come quella di Alitalia, che il
capo politico M5S e il suo ministro
dei Trasporti vogliono «al 51 per
cento italiana»).
Dicendo di no a Scannapieco,
però, Di Maio e Salvini intendono
mandare un segnale a quel che
rappresenta: a partire
dall’influenza del presidente della
Bce Draghi. E avvisare Tria che,
come diceva nei colloqui riservati
il ministro del Lavoro nei giorni
dello scontro sul decreto dignità,
«non può fare quello che vuole».
I problemi con il ministro sulle
nomine, per ora, si limitano a Cdp.
«È un suo pallino», spiegano nel
governo. Ma un pallino strategico,
«mentre noi - convenivano ieri Di
Maio e Giorgetti - dobbiamo dare
un’idea di rinnovamento». «La
nostra impressione - fanno sapere
dalla Lega - è che Tria si stia
affannando a difendere
quell’establishment che noi
vogliamo smantellare». Per
questo, a sera, dal Carroccio
confermano che su Cdp «siamo
ancora lontani da una soluzione.
Fabrizio Palermo potrebbe andar
bene, forse, ma è il nome dei 5
stelle». E quindi, potrebbe essere
anche bruciato, dopo che gli
alleati hanno tolto dal tavolo
quello dell’ex vicepresidente di
Banca Intesa Marcello Sala.
La partita non è chiaramente
unica, ma si intreccia con le tante
nomine ancora da fare: dalle
Ferrovie al Gestore dei servizi
elettrici, passando per i vertici Rai.
Su tutto è in corso una partita a tre
che non vede l’Economia affatto
prona ai voleri della maggioranza.
Diventando un elemento di
disequilibrio in una relazione già
piuttosto difficile. Così, anche il
tentativo di compromesso
escogitato dai 5 stelle (quello di
promuovere ad Palermo e mettere
Scannapieco alla direzione
generale di Cdp) non è stato
considerato una soluzione
dall’alleato. Che preme per
ricominciare.
Perché il fronte comune contro
l’Economia è sì frutto di dissidi
sempre più frequenti: i pochi
spazi nella manovra pensata da
Tria per flat tax e reddito di
cittadinanza, la “manina” di via XX
settembre che avrebbe aggiunto
una scheda sulla perdita di posti
di lavoro al decreto dignità, la
differenze di vedute
sull’importanza dei trattati del
libero commercio. Ma è anche
utile a nascondere la difficoltà di
trovare un’intesa tra due partiti
che finora hanno fatto riferimento
a mondi molto diversi. E che,
soprattutto in economia, hanno
idee difficili da conciliare.

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Marziani
Le nomine in Vigilanza e cda
7
Da Mediaset a controllore Rai
di Luca Bottura

Giovedì
19 luglio

con Barachini eletti 4 del cda La vigilanza


2018

ai vigilantes P
R
Leu attacca: conflitto d’interessi colossale. E per il ruolo di dg in ascesa l’interno Tagliavia
I

«L
giovanna vitale , roma Votati dal Parlamento per Viale Mazzini dem Lorenzo Guerini. «È il più cla- a legge M
moroso conflitto di interessi che si Gasparri si
Non hanno voluto Maurizio Ga- sia mai visto in Parlamento», rinca- chiama così O
sparri in quanto “padre” di quella ra Speranza di Leu. «Come mette- perché l’ha
riforma tv che quindici anni fa cri- re il lupo a guardia del gregge», fa scritta
stallizzò il duopolio Rai-Mediaset, eco Fratoianni. E di «istituzionaliz- Berlusconi, ma la legge P
salvando una delle reti del Biscio- zazione del conflitto di interessi» Gasparri». Riciclo una mia
ne che la Consulta voleva spedire parlano anche la Fnsi e il sindacato vecchia battuta per I
su satellite. Si sono ritrovati alal interno Usigrai. solidarizzare con l’ottimo
guida della Vigilanza, la commis- Ma gli accordi sono accordi. Ri- Maurizio, polverizzato A
sione di controllo sul servizio pub- spettati pure sulla designazione sull’altare della commissione
blico, Alberto Barachini: già dipen- dei 4 membri del cda Rai di nomi- di Vigilanza dal diktat grillino: N
dente del Cavaliere e pietra angola- na parlamentare. Spartiti equa- «Quello no, non va bene.
re di quel cerchio magico di Arco- mente tra i partiti principali, tran- Troppo legato a Berlusconi». O
re dove continua a mantenere una ne FI, che aveva già preso la Vigi- Il seguito è un paradigma
stanza per curare le apparizioni te- lanza. Ma se Lega, 5S e FdI non han- (traduco per Toninelli: un
levisive del leader azzurro. Beatrice Coletti (M5S) Rita Borioni (Pd) no avuto problemi ad individuare i esempio) della fine che
Se ieri mattina l’ex giornalista propri candidati, il Pd si è invece normalmente fanno le sparate
del Tg4 è stato incoronato alla bica- Ventisei anni di lavoro in tv Il bis della storica dell’arte spaccato tra chi (i renziani) voleva- a Cinque Stelle: a vegliare
merale Rai è anche grazie al M5S, Dai talent come “X Factor” allo Romana, 52 anni, storica dell’arte ed no la conferma dell’uscente Rita sulla Rai, sulla poltrona che ha
che dopo aver messo il veto su Ga- sport, da Disney Channel al gruppo esperta di politiche culturali. Torna Borioni, fedelissima di Matteo Orfi- proiettato Roberto Fico a
sparri, ha depositato nell’urna Fox, da La7 a Sky, la neoconsigliera nel cda Rai, con 101 voti, sempre su ni, e chi invece (il segretario Marti- foglia di sé medesimo del
scheda bianca. Giocando di spon- Rai scelta dal M5S con il voto sulla proposta del Pd, dopo la nomina di na in testa) avrebbe preferito lan- dimaismo, sarà Alberto
da con la Lega, che ha invece volu- piattaforma Rousseau ed eletta al tre anni fa. Collabora come ciare un segnale meritocratico, sce- Barachini. Un giornalista di
to mandare un messaggio chiaro a Senato con 133 voti, ha alle spalle 26 consulente con istituzioni pubbliche gliendo un professionista del setto- Mediaset, proveniente dalle
FI, facendo mancare i suoi voti si- anni di lavoro in tv. Milanese, 49 e private, è stata viceresponsabile re come Michele Santoro o, me- due testate specializzate in
no al terzo scrutinio: della serie, anni, oggi è consulente free-lance Cultura e Informazione del Pd glio, Giovanni Minoli. Niente da fa- fiction: Tg4 e TgCom. Dunque
“se vogliamo, vi facciamo ballare”. re. Con un blitz al Senato, che ha Gasparri no, ma un
Il resto l’ha fatta l’intesa Pd-FI. A ri- iniziato a votare i suoi due nomi dipendente del principale
manerci malissimo è stato proprio con mezz’ora d’anticipo rispetto al- concorrente sì.
Gasparri, che ha provato sino all’ul- la Camera, è stata proposta Borio- Ovvio: lavorare a Cologno non
timo a restare in partita: ma Berlu- ni, a quel punto indicata anche da significa condividere il
sconi ha preferito il rinnovamen- FI e FdI nella logica dello scambio berlusconismo, quella strana
to, riservando un beffardo conten- pattuito. ideologia che va dai fratelli
tino al suo ex ministro delle Comu- E mentre si attendono ancora le Bontate a gente rispettabile
nicazioni, che ieri festeggiava 62 due designazioni del Tesoro, si con- del calibro di... mi verrà in
anni: l’ha chiamato all’alba per far- tinua a trattare sul direttore gene- mente. Ma è un fatto: il
gli gli auguri. rale: in pole ci sarebbe adesso Gian giornalismo biscionato ha
Una elezione, quella di Barachi- Paolo Tagliavia, portato in Rai nel fatto – con meritevoli
ni, che finisce per irritare sia i duri 2015 dall’ex Campo Dall’Orto. eccellenze - da fertilizzante
del Movimento, sia la sinistra esclu- Per chiudere in bellezza, il servi- nel campo di paure in cui ha
sa dall’accordone tra maggioranza Igor De Biasio (Lega) Giampaolo Rossi (FdI) zio del Tg1 delle 20 sul governo affi- vendemmiato Salvini. E oggi
e minoranza sugli organismi di ga- dato alla cronista Claudia Mazzo- Berlusconi lo eleva a ponte
ranzia. «Mi auguro che non faccia Il manager della Moleskine L’ex presidente di Rainet la, sottoposta dai 5S al voto degli levatoio del fortino con cui da
gli interessi di Mediaset, ma quelli Igor De Biasio, 40 anni, laurea in Esperto di comunicazione, laurea iscritti sulla piattaforma Rousseau sempre protegge le proprie
degli italiani», graffia a caldo il se- Scienze politiche alla Cattolica, è il in Lettere alla Sapienza, 52 anni, per il cda Rai, scatena il deputato aziende. Paradossalmente,
natore 5S Paragone. «Uno sfregio direttore commerciale della società il neoconsigliere indicato da Fratelli pd Michele Anzaldi: «Un conflitto pure da Salvini. È agli atti, cioè
delle famose opposizioni», attacca che produce il mitico taccuino. d’Italia, eletto con 166 voti alla d’interessi giornalismo-politica su Youtube, il memorabile
Pierluigi Bersani: «Siamo al dadai- Militante leghista, già consigliere Camera, è stato anche presidente di senza precedenti, il presidente del- editoriale di Studio Aperto in
smo puro, è chiaro che il Pd voleva comunale a Biassono (Monza), è Rainet, società che aveva l’obiettivo la Vigilanza convochi subito il di- cui Giovanni Toti, prima di
il Copasir». Il comitato di controllo stato eletto con 312 voti. Non ha di portare i contenuti del servizio rettore del Tg1». scoprire che la Liguria è in
sui servizi segreti andato infatti al esperienze dirette nel settore tv pubblico sul web ©RIPRODUZIONE RISERVATA Liguria, raccontava di come la
sentenza di condanna (!) di
Dell’Utri spazzasse via
Intervista mie competenze professionali e l’ipotesi di rapporti tra Forza
per il rinnovamento che lui voleva Italia e la mafia. Spente o
perseguire. Il mio punto di forza è sopite le mire di riportare i

Il neopresidente “Non sono quello di conoscere la televisione


per averci lavorato 19 anni».
L’opposizione sostiene che la
Savoia al Quirinale, Antonio
Tajani diresse a lungo la
redazione romana de Il
il lupo a guardia dell’ovile sua nomina equivale a mettere il
lupo a guardia del gregge...
Giornale. Prima di diventare
portavoce di Berlusconi in

Scelto per i 19 anni di tv”


«Questo l’ha detto Fratoianni di Italia (1994) e in Europa (oggi,
Leu, che io stimo ed è stato pure non accreditato). Idem per
mio compagno alle elementari a Giorgio Mulè, che dalla
Pisa. Ma io non mi sento né lupo né direzione di Panorama ha
pecora, mi sembra oltretutto portato il suo moderatismo
ROMA Tuttavia lei è molto vicino a offensivo per la Rai dove non mi d’assalto fino alla Camera.
Berlusconi, fa parte del cerchio sembra ci siano ovini». La lista è lunga. La
«Io non mi devo vergognare di magico di Arcore, addirittura Il suo compagno di partito drammatica carenza di
nulla, sono orgoglioso del mio responsabile della sua Giorgio Mulé ha detto che per personale politico nel partito
passato professionale», scrolla le comunicazione tv... prima cosa le chiederà di che aveva il sole in tasca, ma
spalle Alberto Barachini. «Io però distinguerei la scelta rimuovere l’“editto” dei 5S che anche la Carlucci in lista, oltre
Però senatore, non avverte politica, che mi ha visto vicino al impone le ospitate dei grillini in al condono in canna, viene
alcun disagio a passare, in pochi presidente Berlusconi, al quale tv senza contradditorio. Lo affrontata seminando nei
mesi, da dipendente Mediaset a sono riconoscente per la farà? posti che contano i più
presidente della Bicamerale che candidatura in Parlamento, dal «Anch’io credo che il pluralismo e il democristiani del lotto, ormai
vigila sul suo principale ruolo istituzionale, che prevede Ventidue voti su quaranta confronto politico siano un valore, inutili a gestire un consenso
concorrente? che io eserciti tale responsabilità Il senatore Alberto Barachini, 46 spero che il paese sia maturo per un che non c’è più.
«Senta, io sono un giornalista che con la massima equidistanza nel anni, pisano, eletto con 22 voti modello il più condiviso possibile, A questo devono aver pensato,
ha iniziato a lavorare per la carta rispetto di tutte le componenti su 40 al vertice della Vigilanza. anche in tv. Vorrei un’informazione al male minore, anche quelli
stampata, in un giornale locale, parlamentari e di ciò che i cittadini Giornalista, era in Mediaset dal 1999 specie nel servizio pubblico, meno che volevano aprire il
per poi passare a Mediaset, dove si aspettano dal servizio pubblico». urlata e più aperta». parlamento come una
sono rimasto per quasi vent’anni. E cosa si aspettano i cittadini, Il 5S Gianluigi Paragone, scatoletta di tonno. E ora si
Quando a un certo punto ho secondo lei? Perché Berlusconi mi giornalista come lei, l’ha contentano di scegliere il
attaccata: “Mi auguro che
deciso di fare politica mi sono
dimesso da Mediaset, e non mi
«Un’informazione non solo veloce e
aggiornata come i tempi
ha preferito a Gasparri? Barachini si metta al servizio dei
contorno di stagione.
Resta una considerazione
pare che le dimissioni siano molto richiedono, ma soprattutto che li Per le competenze, credo cittadini e non di Mediaset”. Le appena dolente: bravo
ha risposto?
frequenti. Io sono una persona
trasparente, corretta e avverto la
tuteli dalle cronache di parte, dalle
fake news, dalle bufale e da quello
Giudicatemi senza «Sì, l’ho incrociato in aula e l’ho
Barachini, bravo Tajani, bravo
Mulè. Ma che a Emilio Fede
responsabilità del ruolo che il vortice informativo a volte preconcetti, darò prova ringraziato: “Cominciamo bene” gli non sia stata riservata almeno
istituzionale. Mi piacerebbe
essere giudicato per quello che
produce».
Ha capito perché Berlusconi
di senso istituzionale ho sorriso. E lui mi ha riposto: “Lo
dovevo fare”. Fa parte del gioco».
una scrivania al Cnel, beh, è
proprio una vergogna.
farò, non per un preconcetto nei ha preferito lei a Gasparri? – gio.vi. Meno male che Silvio c’era.
miei confronti». «Io mi auguro, spero e credo per le ©RIPRODUZIONE RISERVATA ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
La polemica
9
Borsellino, tre inchieste sui depistaggi Giovedì
19 luglio
2018

Dopo le 13 domande, la figlia del magistrato ucciso 26 anni fa ascoltata dalla Commissione antimafia siciliana
“Senza verità lo Stato ha fallito”. Telefonata di Mattarella alla famiglia dopo la sentenza: “Si farà tutto il possibile” P
R
SALVO PALAZZOLO, PALERMO
I
«Quando ero bambina, chiesi a
mio padre chi fosse Bruno Con- M
trada — racconta Fiammetta Bor-
sellino alla commissione regiona- O
le antimafia — Rimediai uno
schiaffo. Mi disse: “Certi nomi
non si devono neanche pronun- P
ciare, perché solo a pronunciarli
si muore”». Contrada è l’ex super- I
poliziotto di tanti misteri paler-
mitani poi arrestato per mafia A
mentre era il numero tre del ser- La lettera aperta
vizio segreto civile: il giorno do- Le 13 domande alle istituzioni, N
po la strage Borsellino, l’allora pubblicate ieri da Repubblica
procuratore capo di Caltanisset- A destra, Fiammetta Borsellino O
ta Giovanni Tinebra lo invitò a ieri in via Mariano D’Amelio
collaborare alle indagini. «Per-
ché?», si chiede Fiammetta, men-
tre ripercorre le tredici domande
rivolte ieri agli uomini delle istitu-
zioni dalle pagine di Repubblica.
«Sono le domande che aspettano
ancora risposta — dice — Il depi-
staggio ordito da vertici istituzio-
nali o investigativi non è solo un
fallimento per il Paese, è un offe- I punti
sa per noi familiari, per i nostri fi-
gli, ma anche per la magistratu- L’uomo senza volto in garage
ra, è un’offesa per lo Stato». e il ladro dell’agenda rossa PETYX/PETYX
Dieci giorni fa, dopo la senten-
za Borsellino quater, sono arriva-
te nuovamente le parole del pre-
sidente della Repubblica Sergio
1 Il giorno prima
Il pentito Spatuzza, che nel
2008 ha smascherato il
responsabili di quel delitto effera-
to».
Ora, tre inchieste stanno pro-
«Possibile che nessun magistra-
to si sia accorto di niente?», è l’ac-
cusa di Fiammetta, che chiama in
poca giovane pm subentrato nel-
la seconda fase dell’inchiesta. La
prima commissione del Csm ha
Mattarella in sostegno della bat- falso pentito Scarantino vando a entrare nei segreti del de- causa non solo l’allora procurato- già sentito il sostituto procurato-
taglia di verità della famiglia Bor- accusandosi di aver rubato lui la pistaggio che ha tenuto lontana re Tinebra, ma anche i sostituti re generale di Caltanissetta Anto-
sellino. Lo rivela Fiammetta, Fiat 126 trasformata in autobomba, per anni la verità sulla strage Bor- Annamaria Palma, Carmelo Petra- nino Patti, che ha avviato il proce-
uscendo dal Palazzo dei Norman- ha parlato di un misterioso uomo sellino. Tre “istruttorie” — del lia e poi pure Nino Di Matteo, all’e- dimento di revisione del proces-
ni: «Una telefonata affettuosa, in che partecipò al caricamento Consiglio superiore della magi- so fondato sul falso pentito. Il vi-
cui il presidente mi ha ribadito la dell’esplosivo. Il giorno prima della stratura, della procura generale ce presidente Legnini assicura:
sua vicinanza e ha assicurato che strage, in un garage a poca della Cassazione e della commis- «Daremo un contributo all’accer-
verrà fatto tutto ciò che è possibi- distanza da via D’Amelio, in via sione siciliana antimafia — che tamento della verità e delle re-
le per capire cosa è accaduto». Pa- Villasevaglios. “C’erano Ciccio puntano ad accertare le eventua- sponsabilità». Ma l’eventuale av-
role che il Capo dello Stato aveva Tagliavia, Renzo Tinnirello e un li responsabilità dei magistrati vio di procedimenti disciplinari
già ribadito l’anno scorso, nel cor- terzo uomo che non conoscevo”. che raccolsero le dichiarazioni spetta al procuratore generale
so della commemorazione di Bor- del falso pentito Scarantino su della Cassazione. Alla commissio-
sellino al Csm. Parole chiarissi-
me: «La tragica morte di Paolo
Borsellino — disse Sergio Matta-
2 Via D’Amelio
Resta senza nome anche
l’uomo che rubò l’agenda
dieci innocenti rimasti in carcere
per anni. «Il più colossale depi-
staggio della storia giudiziaria ita-
ne regionale antimafia, invece, il
presidente Claudio Fava medita
di convocare tutti i protagonisti
rella — deve ancora avere una de- rossa di Paolo Borsellino dalla sua liana», l’hanno chiamato nei gior- del caso. «Chiederemo anche agli
finitiva parola di giustizia. Trop- borsa. L’allora capitano Giovanni ni scorsi i magistrati della corte attuali vertici dell’Aisi, il servizio
pe sono state le incertezze e gli er- Arcangioli venne fotografato d’assise di Caltanissetta, che han- L’accusa di Fiammetta segreto civile — dice — per chiede-
mentre camminava in via D’Amelio
rori che hanno accompagnato il
cammino nella ricerca della veri- con la borsa del magistrato, ma
no individuato nell’allora capo
della squadra mobile di Palermo
“Possibile che nessuno re chi ha autorizzato un’assoluta
anomalia: La Barbera era poliziot-
tà sulla strage e ancora tanti sono l’indagine nei suoi confronti, per Arnaldo La Barbera il principale abbia capito che c’era to, ma anche stipendiato dal vec-
furto, è stata poi archiviata dal gip
gli interrogativi sul percorso per
assicurare la giusta condanna ai di Caltanissetta.
ispiratore del balordo di borgata
trasformato nel nuovo Buscetta.
un falso pentito?” chio Sisde».
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Intervista

Annamaria Palma valutato l’intero materiale


probatorio, proprio perché nei
confronti di quegli imputati non
La magistrata
Annamaria Palma
è avvocato
ricordare che in quello stesso
periodo indagavo sui mandanti
esterni delle stragi e sull’eccidio che

“Rispetto il dolore dei parenti


c’erano riscontri a Scarantino. generale presso costò la vita a Rocco Chinnici, altre
Valorizzammo solo il suo primo e il la Corte d’appello condanne definitive, pure quelle
secondo interrogatorio, gli altri ci di Palermo. ottenute applicando il metodo
ma non ho mai avuto pressioni” apparivano il frutto di
inquinamento, determinato dalla
Nel 1994 era
sostituto procuratore della Dda
Falcone. Stesso metodo che ho
utilizzato indagando sulla mafia
moglie e da alcuni parenti». a Caltanissetta dove ha istruito agrigentina, quei boss volevano
I giudici del Borsellino quater il processo per la strage uccidermi, come ha rivelato il
«Me lo chiedo anche io, molto «Si continua a discutere del ritardo hanno contestato che non venne di via D’Amelio pentito Di Gati».
spesso, cosa sia successo». con cui avremmo depositato i utilizzato il metodo Falcone nel Le contraddizioni di
Annamaria Palma era uno dei confronti fra Scarantino e Cancemi, riscontro delle dichiarazioni di Scarantino non vi
sostituti della procura di Di Matteo e La Barbera, che Scarantino. insospettirono?
Caltanissetta che portarono a vengono indicati come veri «Quelle richieste di assoluzione «Le intercettazioni parlavano non
processo il falso pentito collaboratori di giustizia. Ebbene, sono la prova che non fu così». solo di pressioni che Scarantino
Scarantino, oggi è il numero due all’epoca, Cancemi era ancora in Possibile che non vi siate subiva dalla moglie e dai parenti,
della procura generale di Palermo. fase di valutazione delle sue accorti del castello di falsi ma anche di soldi arrivati tramite
Si dice amareggiata per il clamore dichiarazioni; La Barbera era invece racconti suggeriti dall’allora alcuni familiari. Un sacerdote
attorno al suo nome: «Come tutti tornato in armi in Sicilia e su Di capo della Mobile La Barbera? venne a raccontarci di altro denaro
desidero che sulla strage non Matteo pesava un’intercettazione «Guardi, io non ho subito pressioni che sarebbe stato versato».
rimangano ombre — tiene a con la moglie, che lo invitava a non da nessuno. Ho operato sempre in Si è mai chiesta perché La
precisare — Io, di sicuro, ho parlare della strage di via maniera trasparente. Il nostro Barbera creò un falso pentito?
sempre lavorato allo stesso modo, D’Amelio». lavoro portò anche a ventisei «Non ho alcun riscontro o sospetto
con coscienza e rispetto delle Il deposito in aula dei condanne per i boss delle Come tutti desidero di tutto ciò. Si è detto per ansia di
confronti avrebbe però potuto
leggi».
Però, Fiammetta e i suoi fare emergere la verità molto
commissioni provinciale e
regionale, condanne nel processo
che sulla strage non risultato, ma non ne aveva bisogno,
era già all’apice della carriera».
fratelli rivolgono a lei e ai suoi tempo prima. Ter mai messe in discussione». rimangano ombre E se non fu neanche La
colleghi delle domande ben Fiammetta contesta che era Barbera, chi lo fece allora il
precise.
«Quando si ebbe la certezza della
validità delle dichiarazioni dei tre una procura composta da
Alla Procura di depistaggio?
«Ho già risposto in maniera collaboratori, tutto venne subito persone con poca esperienza in Caltanissetta il nostro «Ho maturato alcuni
materia di mafia.
esaustiva alla corte del Borsellino
quater. Sono un magistrato e non
messo a disposizione. Il ritardo non
fu affatto pregiudizievole. E al «Ho grande rispetto per il dolore di
lavoro è stato trasparente convincimenti, ulteriori
precisazioni le fornirò nelle sedi
parlo tramite interviste». termine del Borsellino bis, io e il una figlia che ha perso il padre, competenti».
Quali punti metteva in collega Nino Di Matteo chiedemmo persona a cui ero legata, è stato uno - s.p.
evidenza? quattro assoluzioni dopo aver dei miei maestri, ma voglio ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
10 La riforma

Giovedì
19 luglio
IL caso
“Legittima difesa, no al Far West”
Conte e Bonafede frenano la Lega
2018

P
E SILVIO PUNTA
O
AL SENATO
L
(PASSANDO Il premier e il ministro:
DA BRESCIA)
Ecco qua la differenza, la crepa pre fatte se il criminale muore per re chiunque all’interno della pro-

I solo interventi per nel governo che Bonafede cerca di


negare quando dice che «il gover-
legittima difesa. Ma si tratta di da-
re a quel pm una legge da applica-
pria casa». A chi parla giustamente
di Far West e cita gli Usa lui replica
Silvio Buzzanca rendere più chiara la no è compatto». Ma c’è un baratro re più chiara». Sulle armi Bonafede che «proprio il modello americano
T legge. E la posizione di giuridico tra la difesa «senza se e è netto: «Non diamo un po’ di pisto- è l’ultimo che ho in testa». Poi attac-
senza ma» di Salvini e i ritocchi di le in giro perché la gente si difen- ca Repubblica che ha scoperto il
I
S
ilvio Berlusconi potrebbe Salvini si fa più morbida Conte e Bonafede. Il quale annun- da, questo è fuorviante». suo accordo con i produttori di ar-
tornare presto a calcare il cia a breve, ma dopo il Daspo per i Salvini fa finta di nulla, soddi- mi: «La leggo con simpatia e stupo-
C prestigioso palcoscenico LIANA MILELLA, ROMA corrotti e gli agenti sotto copertu- sfatto che la legge abbia comincia- re, riescono a inventarsi la qualun-
del Senato. Da dove fu espulso ra, un suo testo sulla legittima dife- to ieri il suo cammino al Senato. E que, è meglio di Dylan Dog».
A il 27 novembre del 2013 dopo la No al Far West. No all’uso indiscri- sa, un «testo chiaro da applicare». piglia pure le distanze dalle armi Tutto finito? In realtà la rissa le-
condanna nel processo minato delle armi. Sì a una legitti- È quello che, con uno strafalcione perché sostiene che la legge «non gislativa sta solo per cominciare
Mediaset. Il piano, in fondo, è ma difesa “allargata”. L’asse grilli- giuridico non da poco, il vice pre- c’entra nulla con la voglia di arma- perché i principi enunciati dalla
semplice semplice. Il Cavaliere no Conte-Bonafede stoppa la corsa mier Luigi Di Maio ha chiamato Lega sono opposti a quelli dei 5S. Il
lo scorso maggio è stato del leghista Salvini su una legitti- «potenziare il reato di legittima di- Pd attacca Salvini – «è una legge
riabilitato dal Tribunale di ma difesa “senza se e senza ma”, fesa». Bonafede, alla Camera, al Pd Far West» dice Martina – ed è pron-
Sorvegliana di Milano e quindi proprio come la vorrebbero i com- infuriato per via delle armi, l’ha Legge e ordine to ad affrontare la battaglia in Sena-
sono caduti tutti gli effetti mercianti di armi. All’insegna del spiegata così: «Chi si è difeso legit- Il ministro della Giustizia to. In attesa che Bonafede, d’accor-
collaterali della condanna. E in messaggio – con cui il ministro del- timamente non deve attraversare Alfonso Bonafede con il do con Conte, cali le sue carte.
primis l’incandidabilità la Giustizia Alfonso Bonafede chiu- un calvario. Le indagini vanno sem- ministro dell’Interno Salvini ©RIPRODUZIONE RISERVATA

prevista dalla legge Severino. Si de un’altra giornata difficile sul


gioca così la carta delle elezioni fronte della contrapposizione giu-
suppletive. Un senatore eletto stizia-sicurezza – «via le zone d’om-
nelle liste di Forza Italia lascia bra dalla norma attuale dando la
lo scranno e si torna alle urne possibilità al cittadino che si è dife-
per sostituirlo. Berlusconi si so legittimamente di non subire
candida, viene eletto e rientra tre gradi di giudizio».
trionfalmente nelle aule dalle È tutto da vedere come un’alchi-
quali era stato scacciato. La mia giuridica di questo tipo sarà
vittima sacrificale che possibile, visto che i magistrati più
dovrebbe fare spazio al avvertiti sostengono che oltre le re-
Cavaliere ha già un nome e un gole attuali, datate 2006, non si
cognome: Adriano Paroli. Già può andare pena la messa a rischio
sindaco di Brescia dal 2008 al dell’autonoma decisione dei giudi-
2013, sedici anni passati nelle ci. Ma politicamente un dato è cer-
aule parlamentari. E to. Fino a ieri, sul tavolo, deposita-
soprattutto eletto il 4 marzo nel ta fisicamente nelle commissioni
collegio XIV della Lombardia Giustizia di Camera e Senato, c’era
con il 48 per cento dei consensi. al primo posto la proposta della Le-
Un collegio superblindato dove ga, lo storico testo dell’attuale sot-
l’alleanza di centrodestra non tosegretario all’Interno Nicola Mol-
ha rivali. Il Pd non ha proprio teni. Fedele al principio “via la re-
presentato il simbolo e ha fatto gola della proporzionalità tra dife-
correre Ignazio Messina, leader sa e offesa”.
dell’Italia dei Valori, il partito Ma ora il gioco cambia. Con le
fondato da Antonio Di Pietro, parole del premier Conte e con
candidato dai centristi di quelle di Bonafede. Entrambe in
Civica popolare. Risultato: 25 chiave anti Salvini e anti armi. Dice
per cento. I grillini, invece, Conte in modo tassativo: «Questo
fermi al palo del 20 per cento. Il governo non vuole incentivare
sacrificio di Paroli, avvocato, una giustizia privata o l’uso delle
però sarà ampiamente armi». E spiega, da esperto di dirit-
ricompensato: Forza Italia lo to, come certo non è Salvini: «Sul
candida per un posto di laico al piano applicativo giurisprudenzia-
Consiglio Superiore della le si sono create incertezze che
Magistratura. Si vota oggi e non giovano ai cittadini. Ci sono
quindi, in caso di fumata persone che hanno subito un calva-
bianca, potrà partire la corsa di rio, tre gradi di giudizio per ottene-
Berlusconi verso Palazzo re una soluzione, ma si tratta di vi-
Madama. Una corsa te che sono state mortificate». Ser-
apparentemente senza vono modifiche, dice Conte, «ma
ostacoli. Ma il Cavaliere deve senza stravolgere nulla».
ALESSANDRO DI MEO/ANSAANSA
fare i conti con il governo
giallo-verde. Per vincere facile
Il personaggio
dovrebbero votarlo tutti gli
elettori leghisti. Matteo Salvini
però deve realizzare il
contratto di governo
Castelli, lo show in commissione è da zero in economia
sottoscritto con i grillini. E cosa
pensano questi di Berlusconi lo Errori e imbarazzi della Poi si confonde, scambia risposte. del sangue. E si scatenano. «Scusi – co. La riunione sfugge di mano. Più
gridò al Senato l’allora
senatrice semplice Paola
viceministra 5S davanti Infine cede, infuriata: «Ah, se l’at-
teggiamento è questo, allora sto
azzanna D’Ettore – perché ha appe-
na detto che l’evoluzione del qua-
tardi Castelli spiegherà che aveva
solo allargato lo spettro della repli-
Taverna: «È un delinquente ai deputati. E di fronte zitta!». «Se lei fosse mia alunna – la dro macroeconomico ha effetti ne- ca, ma in commissione finisce ma-
abituale e recidivo» - disse - che
«non è sceso in campo per il
alle critiche sbotta: replica col tic da prof. – non merite-
rebbe neanche 18!». Ecco il film di
gativi sulle imposte indirette e po-
sitivi su quelle dirette?». «Appro-
lissimo: «Se è questo l’atteggiamen-
to, allora sto zitta!». I suoi avversari
bene del Paese, come dice lui, “Non rispondo più” questa mattanza, ricostruito attra- fondiremo, mi riservo di risponde- ridono, si danno di gomito. Clau-
ma per salvare le sue aziende» verso il racconto dei protagonisti. re». Altro errore. E finisce nell’an- dio Borghi, presidente leghista del-
ed «era in Senato per tommaso ciriaco, roma Fa fresco, nella sala riunioni. È golo. Qualcuno chiede di approfon- la Bilancio, media. «Colleghi, ri-
architettare reati e una normale seduta. Parla un de- dire la riduzione dei trasferimenti, sponde come ritiene». Per un po’
incrementare il suo Transatlantico, ore 16. Capannello putato grillino. Si confonde. A un la grillina inizia a rispondere. «Scu- anche Pier Carlo Padoan osserva si-
patrimonio». E altri problemi di deputati reduci dalla battaglia. tratto, per soccorrerlo, interviene si – la interrompe Marattin - il colle- lente. Ma quando Borghi cerca di
potrebbero arrivare proprio dal In commissione Bilancio, giurano, Castelli. E si scatena l’inferno. Il ga le ha chiesto dettaglio della ridu- difenderla – «voi parlate di misure
candidato Paroli. I grillini non è appena andato in scena il massa- più cattivo di tutti è il dem Luigi zione dei trasferimenti… lei sta ci- specifiche, ma quello che conta so-
vorrebbero al Csm politici. E lui cro della viceministra grillina Lau- Marattin. Ex consigliere economi- tando un’altra cosa…». Gelo, pani- no i saldi complessivi» – l’ex mini-
è anche detentore di un ra Castelli. «Ma chi ci ha mandato co a Palazzo Chigi, ricercatore a Bo- stro dell’Economia lo gela: «E no,
vitalizio. Ottenuto un po’ come il governo – si sfoga l’azzurro Feli- logna, non fa nulla per mettere a per valutare l’effetto dei saldi è es-
senatore e un po’ come ce D’Ettore, che di professione fa il suo agio la viceministra: «Vorrei Secondo mandato senziale verificare se sono misure
deputato. Ma soprattutto professore universitario - Non sa- chiarimenti sulla diminuzione di La grillina Laura permanenti…».
Caporedattore
Paroli, classe 1962, il suo peva di cosa stava parlando!». Die- trasferimenti per circa 2 miliardi al- Castelli è al suo In realtà neanche Borghi sareb-
politica
Stefano vitalizio l’ha ottenuto grazie ad ci minuti prima la fedelissima scel- le amministrazioni pubbliche, di secondo mandato be soddisfatto. Così giura perfido
Cappellini un ricorso ben prima dei 60 ta da Luigi Di Maio per marcare il cui 800 milioni alle regioni». Ca- parlamentare. Guido Crosetto, confidandosi in
anni. Lui sì e alcuni ministro Giovanni Tria è appena in- stelli tentenna: «Gli 800 milioni so- Nominata Transatlantico coi colleghi Mandel-
parlamentari leghisti nelle ciampata sulla macroeconomia e no effetto di regolazione di congua- sottosegretaria li e Navarra: «Sorridendo mi ha det-
stesse condizioni no. E per il sui numeri. Messa in mezzo da un gli alle regioni a statuto speciale. all’Economia è di fatto la to di lasciare correre, ché con altre
Email
seggio al Csm si vota a scrutinio drappello di commissari, si trince- Sui rimanenti 1,3 miliardi mi riser- viceministra in pectore in quota due riunioni così poi ci mandano
redazione
politica segreto. ra prima dietro ripetuti «approfon- vo di rispondere». Errore, mostra il M5S. È stata tra gli estensori del l’altro vice, quello bravo…».
@repubblica.it ©RIPRODUZIONE RISERVATA diremo, mi riservo di rispondere». fianco. I presenti sentono l’odore “contratto di governo” ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Nuova location
11
A Genova
la Festa dell’Unità Giovedì
19 luglio

scappa dal centro 2018

per inseguire
i militanti in fuga P
O
massimo minella, genova
L
Il Pd genovese riparte dalle peri-
ferie, lascia le location eleganti I
del passato, la Fiera del Mare
dentro alla quale si camminava T
scavalcando l’acqua su pontili
di legno illuminati, e il Porto An- I
tico disegnato da Renzo Piano,
con le sue tensostrutture e gli C
ascensori panoramici a fianco
dell’Acquario. Adesso la nuova A
destinazione è Pontedecimo,
quartiere della Valpolcevera
che segna uno dei confini della
ROBERTO MONALDO/LAPRESSE
città ed è quindi paradigma di
Il racconto La segreteria dei dem a Tor Bella Monaca (Roma) periferia. Qui i cantieri del Ter-
zo Valico ferroviario, la più
grande opera infrastrutturale

Il Pd di Martina debutta in periferia


d’Italia attualmente in costru-
zione, tengono banco e metto-
no a dura prova un territorio fra-
gile come quello ligure. E qui il

“Dobbiamo essere un partito di strada”


Pd, alle ultime politiche di mar-
zo, è stato travolto dai 5 Stelle
(34% contro 22) ma è andato me-
glio della Lega (fermatasi al 17).
Una scelta di cuore e di testa, in-
somma, come spiega il segreta-
rio Alberto Pandolfo.
GIOVANNA CASADIO, ROMA locale Fabrizio Compagnone si
raccomanda: «Basta che non sia
Ma i residenti vorrebbe un rappresentate nelle
periferie nella segreteria dem.
«Non possiamo negare che al-
la base di una decisione di que-
«E chi li ha mai visti da queste una passerella». Tutti, da Gianni “Dove eravate finiti? Il Pd a Tor Bella Monaca è sto tipo ci siano ragioni econo-
parti?!». Non è che a Tor Bella Cuperlo a Mila Spicola, da caduto a picco nei consensi: da miche, di austerity, di volontà
Monaca, periferia est di Roma, Marianna Madia a Andrea No alle passerelle” un 64% nel 2013 al 16% delle di contenere i costi — racconta
dimenticano di essere stati
dimenticati. Maurizio Martina, il
Martella, assicurano che non
sarà così. «È l’inizio di un nuovo Il neo segretario politiche dello scorso 4 marzo.
Matteo Orfini, il presidente del
— Ma avremmo potuto anche op-
tare per altre soluzioni, dicia-
neo segretario del Pd, quando
ha scelto di fare qui la prima
Pd», sostiene Martina, parlando
delle battaglie parlamentari a
“Non abbiamo tutte partito, che in questo quartiere
si è anche candidato, alla
mo più centrali, come i Giardini
Luzzati. Invece abbiamo com-
riunione della sua squadra, lo cominciare dalle le risposte, ma siamo segreteria chiede di battere un piuto una scelta precisa, quella
sapeva. E ieri, sotto la canicola di controproposte al decreto colpo a sinistra: «Non è che appunto di allontanarci dal cen-
luglio, presentandosi ospite dignità di Di Maio. Di certo qui per ascoltarvi” dobbiamo fare i vedovi delle tro per tenere la nostra festa
della libreria Le Torri con il lontanissime dalla discussione cose fatte dai governi di provinciale in un territorio peri-
gruppo della segreteria, ha la sono gli scontri politici sulle centrosinistra, anche perché ferico, anche come segno di at-
risposta pronta: «A chi dice “non spartizioni delle nomine nelle alcune erano sbagliate come tenzione a queste realtà».
vi abbiamo mai visto”, rispondo commissioni. Vicino invece è sull’immigrazione». Lui ad Budget contenuto, il segreta-
“va bene, ora siamo qui per l’incidente a una bimba del esempio, sulle politiche di rio Maurizio Martina presente
ascoltarvi”». Trova anche una campo rom di via Salone. O si Marco Minniti non era (e al momento unico personag-
nuova definizione per i Dem: «Il parla di cose concrete o si d’accordo. Nel collegio di gio nazionale annunciato), du-
Pd è un partito di strada che non muore. Torbella è stata eletta la grillina rata per ben più asciutta rispet-
ha tutte le risposte, non siamo Lo ha ripetuto la militante di Tor Paola Taverna e i 5Stelle hanno to al passato, dal 12 al 16 settem-
così arroganti». Il luogo è quello Bella, Pina Cocci che aveva avuto il 32%. Pure la Lega ha bre, cinque giorni appena, un
giusto per andare a cercare il restituito la delega In libreria fatto il botto. terzo della durata tradizionale.
popolo che il Pd ha perso. nell’assemblea nazionale del Nella foto principale Lo strano destino di Tor Bella Ma certo meglio del nulla. Per-
Perché Tor Bella Monaca è una partito a maggio e che ora ha la segreteria del Pd riunita Monica è che i big si fanno ché anche questo, a un certo
periferie di ombre e luci, di apprezzato il gesto di Martina di a Tor Bella Monaca vedere una volta e mai più. punto, sembrava rischiare il Pd
fogne che saltano, di acqua venire in periferia, però nella libreria “Le Torri” Lunedì prossimo è attesa nella genovese: l’addio alla sua festa,
corrente che manca ai piani alti, circoscrizione la sindaca che qui si chiama “la settembra-
di una casa popolare Virginia Raggi per una ta”, perché andava in scena a
trasformata in centrale di assemblea capitolina settembre e richiamava, al Por-
spaccio, del vandalo che straordinaria per commemorare to Antico e ancor prima alla Fie-
scaricava le carcasse di Paolo Borsellino. Sotto elezioni ra, militanti e personaggi di
frigoriferi in via Aspertini, ma Salvini non mancò di spicco della politica, ma anche
anche di scuole-pilota e della presentarsi in giro nel quartiere famiglie che qui venivano a ce-
libreria di Alessandra Laterza facendo impennare i consensi. nare, cercando i pesci del Mar
nuova di zecca e di iniziative, Breve pausa della segreteria ieri Ligure o i funghi degli Appenni-
dove si è tenuta appunto la per festeggiare il compleanno di ni, e passavano poi la serata fra
prima segreteria dem dell’epoca Matteo Ricci, responsabile degli la tombola e il ballo liscio. Altri
Martina. Polemiche per la scelta enti locali. Cuperlo si toglie un tempi.
della libreria e non del circolo sassolino dalla scarpa: «C’è chi si Oggi si riparte appunto da
dem “risanato” dalla precedente chiede come mai la minoranza Pontedecimo e da uno dei suoi
mala gestione. Ne parlano i sia in segreteria, ma guardate luoghi-simbolo, “la Fratellan-
militanti nella riunione serale di che tutto il Pd è minoranza». za”, una Società di mutuo soc-
circolo, perché si sono sentiti Prossime tappe: lo Zen oggi a corso che ha quasi 150 anni di vi-
scavalcati. Però Martina Palermo per Martina e il 30 ta e il cui nome suona anche un
immagina di lanciare una sorta segreteria a Napoli in periferia. po’ da monito per un partito la-
di riscossa civica. Il segretario ©RIPRODUZIONE RISERVATA cerato e percorso da veleni quo-
tidiani. «La Fratellanza è un luo-
go storico — continua il segreta-
La leghista di Bologna rosario di raimondo, bologna to» nei suoi confronti. Il 10 luglio la una lettera di scuse firmata da 25 rio Pandolfo — La sua scelta è fi-
leghista ha lasciato il dibattito con personalità ha raccolto oltre cin- glia di una riflessione che vo-
Borgonzoni «Mi dispiace che tu ti lasci stru- il vescovo perché aveva un treno quemila adesioni. Compresa quel- gliamo dimostrare di condivide-
mentalizzare, che usi me come pal- da prendere. Ha motivato sui so- la di Giambattista Borgonzoni. La re non solo a parole. Vediamo
replica al padre coscenico». Un post su Facebook a cial network la decisione e diversi figlia replica: «Non sono in polemi- infatti Genova come città poli-
metà tra autodifesa, per aver ab- simpatizzanti hanno insultato pro- ca con il vescovo. Sono dovuta an- centrica che dal centro si spo-
dopo le polemiche bandonato un convegno con il ve- prio Zuppi. Su Repubblica Bologna, dar via dall’incontro perché avevo sta nei suoi quartieri, facendo
scovo di Bologna Matteo Zuppi già un altro impegno non rinviabi- però emergere un’identità co-
“Per te sono solo sull’immigrazione, e lettera aperta Senatrice leghista le». E gli insulti? «Io non censuro, mune. E allora, se la forza di Ge-
al padre, «una persona che da Il 10 luglio Lucia per scelta, mai nulla. Non tolgo nova è quella di essere una città
un palcoscenico” quando ho sei anni ha di fatto scel- Bergonzoni aveva nemmeno le offese contro di me. aperta e capace di emergere
to di non frequentarmi». E che l’ha abbandonato un Vuol dire che condivido? Assoluta- proprio facendo leva sui suoi
criticata per il suo comportamen- dibattito con il mente no». Infine sul padre dice: territori, allora è da qui, da Pon-
to. Così la leghista Lucia Borgonzo- vescovo di Bologna «Mi chiedo perché, invece di rila- tedecimo, che vogliamo riparti-
ni, senatrice e sottosegretaria alla Zuppi che era poi sciare interviste su di me, io debba re. Per chi ambisce a fare politi-
Cultura, risponde alle polemiche stato insultato sui social dai fan avere un padre che non alzi il tele- ca in un certo modo, per chi dia-
di questi giorni che sono culmina- della senatrice. Tra i firmatari della fono e mi parli, come farebbe un loga da sinistra con la gente que-
te in una lettera a Repubblica del lettera di scuse al prelato anche il qualsiasi altro padre». sto è il luogo giusto».
genitore, che si è detto «amareggia- padre della senatrice, Giambattista ©RIPRODUZIONE RISERVATA ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
12 Alta tensione in Irlanda del Nord

Giovedì
19 luglio
2018
HANNO DETTO La Brexit riaccende l’Ulster
M
torna lo spettro degli scontri
O
Boris Johnson: “Il nodo del confine non domini il dibattito, o resteremo nel limbo”
N
D Dal nostro corrispondente parsa con gli accordi di pace di ven- «Nessuno vuole ricostruire un
ENRICO FRANCESCHINI, londra ti anni fa che hanno di fatto riunifi- confine in Irlanda, ma non si deve
O cato l’Irlanda. Grazie al patto, di cui permettere alla questione di domi-
La bomba è esplosa poco dopo le la Ue è garante, ci si accorge di pas- nare il dibattito sulla Brexit», ha
Non ero ubriaco al nove di un venerdì sera. Grazie alle sare dalla Gran Bretagna all’Irlan- detto ieri Boris Johnson alla came-
vertice Nato, ho avuto telecamere a circuito chiuso che da solo perché cambiano i segnali ra dei Comuni, nel discorso con cui
sorvegliano la casa di Gerry Adams stradali, indicando i limiti di veloci- ha spiegato la decisione di dimet-
la sciatica. Non vedo a Belfast, si vede chi l’ha tirata: un tà in miglia o in chilometri. Ora la tersi da ministro degli Esteri, affer-
perché dovrei uomo dal finestrino di un’auto. Lo storica ferita rischia di riaprirsi, re- mando che il piano di Theresa May
storico leader dello Sinn Féin, brac- suscitando lo spettro dei Troubles, (che domani in Irlanda del Nord ter-
dimettermi. cio politico dell’esercito clandesti- i trent’anni di guerra civile fra indi- rà un comizio al confine) per una
Di tutto questo io ci no indipendentista dell’Ira, ne è pendentisti cattolici e protestanti soft Brexit condanna il Regno Uni-
uscito incolume. Ma pochi minuti fedeli a Londra che fecero più di to a «un miserabile limbo». Con un
rido... ma sono prima c’erano bambini che passava- 3mila morti. Non tutte le violenze discorso analogo in parlamento un
molto sorpreso dal no nel cortile. Non è l’unica violen- dei giorni scorsi sono imputabili al- altro ministro dimissionario, Geof-
za avvenuta recentemente in Irlan- la Brexit. L’attacco contro la casa di frey Howe, aprì la strada alle dimis-
fatto che si prendano da del Nord. Un’altra bomba è Adams viene attribuito a repubbli- sioni di Margaret Thatcher. L’effet-
queste cose sul serio, esplosa davanti all’abitazione di cani dissidenti che ritengono lo to potrebbe essere lo stesso per
Bobby Storey, ex membro dell’Ira Scontri alle parate Sinn Féin non abbastanza radicale. May. Stavolta però c’è in gioco di
è una questione coinvolto in una clamorosa fuga
orangiste, ordigno Ma i vari incidenti sottolineano che più. Minimizzare il problema irlan-
di rispetto con 37 compagni dal Maze, il Labi- l’Irlanda del Nord è ancora piena di dese, come fa Johnson, rischia di
rinto, com’era chiamata la prigione contro la casa di Adams: armi, nonostante lo smantellamen- mettere una miccia su una polverie-
J.C. Juncker britannica di massima sicurezza in to degli arsenali sancito dal Good ra.
Il presidente della cui si lasciò morire di digiuno l’atti-
si riaccende la miccia Friday Agreement del 1998. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Commissione Ue vista Bobby Sands. Nella vicina Lon-


in un’intervista donderry, una settimana di attac-
chi notturni ha causato sei arresti e
continui disordini, con 75 molotov
tirate contro la polizia.
I manifestanti dimostravano
contro le marce degli Orangisti,
che in luglio celebrano l’anniversa-
rio della battaglia del 1690 in cui il
protestante Guglielmo d’Orange
sconfisse il re cattolico Giacomo II.
Le marce si ripetono ogni anno. Ep-
pure questa estate dietro le rituali
tensioni in Ulster, come gli unioni-
sti preferiscono chiamarla, si avver-
Montenegro è un te un motivo in più: la Brexit. Il Re-
piccolo Paese ma i suoi gno Unito si prepara a uscire dall’U-
nione europea a marzo, come con-
cittadini sono molto seguenza del referendum del giu-
forti... Sono molto gno 2016 che sancì il “divorzio” dal
resto del continente. Ma l’Irlanda
forti e molto del Nord votò 56 a 44 per cento per
aggressivi... Se restare nella Ue. E il negoziato non
è riuscito finora a risolvere una del-
dovessero sfogare la le questioni più complicate: come
loro aggressività, evitare il risorgere di un confine fra
le “due Irlande”, la provincia rima-
congratulazioni, sta britannica dopo la guerra d’indi-
ci troveremmo pendenza di un secolo fa e i tre
quarti dell’isola diventati una re-
nella Terza pubblica sovrana. Quella frontiera,
Guerra Mondiale a lungo teatro di scontri armati, tor-
CHARLES MCQUILLAN/GETTY IMAGES
ri di guardia, filo spinato, è scom- La parata degli unionisti irlandesi che si svolge ogni anno il 12 luglio a Belfast
Donald Trump
Il presidente Usa in Intervista
un’intervista con
Fox News

Mary Lou McDonald “Non «Innanzi tutto di avere formato


una coalizione di maggioranza
profondamente tossica.
politica: restare perlomeno
nell’unione doganale e nel
mercato comune o non restarci.
accetteremo che l’Irlanda L’accordo fra i conservatori e il
Dup (partito unionista
nord-irlandese, senza i cui voti il
Gli inglesi fingono di ignorare che
l’Irlanda è in larga misura
legalmente governata dalle
diventi un danno collaterale” governo May cadrebbe, ndr) non
rappresenta la maggior parte
istituzione della Ue».
Come reagirete se gli
della popolazione irlandese che accordi non vi soddisferanno?
ha votato per rimanere nella Ue». «Gli accordi di pace del ’98
Dal nostro corrispondente l’Irlanda del Nord, che è quello E sulle proposte per tenere prevedono un meccanismo
LONDRA che a noi preme. Diviso tra falchi e aperto il confine fra Irlanda del democratico per la riunificazione
colombe, il governo britannico Nord e repubblica irlandese? dell’isola: basta che la
Chiediamo al «La Brexit è un grave problema negozia con se stesso invece che «Londra mette la testa nella maggioranza della popolazione,
presidente americano per l’Irlanda ma anche una con la Ue, perdendo tempo. È un sabbia per non vedere la realtà. nel nord e nel sud dell’Irlanda, lo
grande opportunità: il gioco pericoloso. L’Irlanda non Cerca soluzioni tecnologiche, voglia. E la demografia è a nostro
Donald Trump referendum per la accetterà di diventare un danno ibride, per permettere la libera favore: i cattolici indipendentisti
un livello minimo riunificazione della nostra isola collaterale della Brexit». circolazione di merci e persone sono sulla via di diventare
si avvicina». Mary Lou Cosa rimprovera a Downing sull’isola, ma l’unica soluzione è maggioranza anche in Irlanda del
di affidabilità in McDonald, 49 anni, prima Street? Nord».
politica estera... donna alla guida dello Sinn Fein, Cosa pensa dell’idea di un
di cui è diventata leader nel Alla guida secondo referendum sulla
È molto difficile febbraio scorso succedendo a dello Sinn Fein Brexit?
fare politica quando Gerry Adams, guarda con Mary Lou Londra negozia con se «Non ci riguarda. La Gran
preoccupazione al riaccendersi McDonald, 49 anni, Bretagna ha deciso di uscire dalla
Caporedattore i fatti e le informazioni delle violenze nella regione. Ma è la prima donna
stessa invece che con la Ue. Se deciderà di ripensarci,
mondo
Daniele hanno un’etichetta resta ottimista su chi vincerà la alla guida dello Ue. Ma per noi può sono affari suoi. Noi puntiamo a
Bellasio battaglia politica nella sua terra. Sinn Fein (terzo organizzare un referendum
di scadenza di Forse anche prima di quanto partito nella
essere un’opportunità: irlandese per riunificare la nostra
24 ore... sperava. Repubblica il referendum sulla isola. E a quel punto non dovremo
Come giudica i piani di d’Iralnda) dove ha chiedere di entrare nella Ue. Ne
Email Heiko Maas Theresa May per la Brexit? preso il posto di
riunificazione si avvicina faremo già parte».
redazione
mondo Il ministro degli «Come una non-soluzione, in Gerry Adams - E.F.
@repubblica.it Esteri tedesco particolare per quanto riguarda ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
13
Giovedì
19 luglio
2018

M
O
N
D
O

LILLIAN SUWANRUMPHA/AFP
I 12 giovani calciatori thailandesi e il loro allenatore alla conferenza stampa in cui hanno raccontato dei 18 giorni intrappolati nella grotta

Thailandia L’incontro in diretta tv con i dodici calciatori e il loro allenatore

I sogni dei ragazzi usciti dalla grotta


“Pronti a fare una vita da monaci”
L’allenatore RAIMONDO BULTRINI , CHIANG RAI “Saremo novizi decisione dei genitori di mandare Il centrocampista
tutti in un monastero buddhista,
La fede di Ekkapol I genitori con le magliette gialle e i per offrire suppliche così da accumulare anche “meriti” Adul, il ragazzo
“All’inizio il piano
cappellini azzurri donati dal re
della Thailandia sono in attesa
al sub morto per con la meditazione e la preghiera
da offrire in compensazione ai “senza identità”
era pregare gli dei” come tutti di veder entrare i loro
figli mentre la televisione militare
salvarci”. Ma c’è chi familiari del sub thailandese
Saman Kumon morto nel
che parlò coi sub
trasmette a reti unificate la da grande vuole soccorrerli. Saranno novizi,
Ekkapol Chantawong, 25 anni, diretta dell’evento. Eccoli insomma. Fino a quando? Loro Adul Samon ha 14 anni ed è cen-
detto Aek, è l’allenatore dei 12 accedere alla sala della Provincia entrare nei Navy Seal ripondono in coro: dipende dal trocampista. È uno dei quattro
calciatori. Di etnia Shan Tailu, è di Chiang Rai in formazione da loro allenatore Ekkapol “Cinghiali” di etnia Shan birma-
figlio di immigrati vittime nel stadio e uniforme calcistica da Chantawong, detto Aek. «Finchè na e senza identità legale: uffi-
2003 - così come il fratellino - di “Cinghiali selvaggi”. Ci sono tutti lui resta restiamo anche noi». cialmente non può sposarsi, ave-
un’epidemia a nord della Thai- e tredici i sopravvissuti alle grotte È Aek a parlare più di tutti: re un lavoro, aprire un conto in
landia. Accudito da parenti, fi- di Tham Luang, un’ora d’auto di «Avevamo fatto l’allenamento, banca... Figlio di Wa Luang, noto
no ai 12 anni era sempre «triste distanza ma un abisso di emozioni qualcuno di noi disse che non era per traffici di oppio e metanfeta-
e solo», prima di entrare per 10 da quell’antro buio e allagato mai stato in grotta: siamo tutti mine, a 6 anni fu portato di na-
anni in un monastero buddhi- rievocato sotto i riflettori stati d’accordo di andare per scosto in Thailandia per essere
sta. Ai suoi ragazzi insegnava nazionali e mondiali dalla loro un’ora, ma arrivati all’incrocio dei affidato alle di un pastore batti-
anche meditazione, calmando- stessa presenza, vivi e vispi dopo cunicoli non si poteva tornare sta di Mae Sai. Multilingue, fu l’u-
li nei giorni difficili. «Tutti ubbi- un salvataggio che ha avuto del indietro, l’acqua si era alzata di nico a rispondere in inglese ai
divano soprattutto a lui», ha miracoloso. almeno due metri. Allora li ho sub. «Sentivo delle voci dall’ac-
detto una psicologa. Aek ha Un noto giornalista tv ha radunati e ho teso una corda per qua – ha raccontato - sembrava
spiegato che «il piano iniziale moderato l’incontro per metterli a attraversare insieme i passaggi col un’illusione. Poi ho capito che
era di rimanere vicino all’ac- loro agio con il supporto degli fango. Il segnale era: se tiravo una era vero, li sentivo parlare. Pen-
qua e di pregare gli dei. In quel psicologi, che li hanno giudicati in volta si poteva proseguire, se savo che fossero thai. Ho chiesto
momento non avevamo paura. buona forma. I ragazzi hanno tiravo due dovevamo fermarci e a Mick di andare giù perché lui
Ho pensato che l’ acqua sareb- scherzato sulla fame patita, sulla tornare indietro». aveva la torcia. Presto, gli ho det-
be scesa e sarebbero venuto a paura delle botte dei genitori che Non sono mancate le scuse. «Non to, vai a dare un’occhiata, sennò
cercarci». non erano stati informati sulla avevamo detto che andavamo in passano oltre».
©RIPRODUZIONE RISERVATA gita pericolosa e sul subacqueo grotta perché non ce lo avrebbero ©RIPRODUZIONE RISERVATA

thai che chiamavano “il re delle permesso, chiediamo perdono»,


La mascotte grotte”. Erano amici – hanno detto Di nuovo in campo hanno sussurrato con le mani Il difensore
– ora sono famiglia. «Nessuno di Sotto, i “cinghialotti” attendono giunte. La promessa è che saranno
Titan, 11 anni loro voleva salvarsi per primo», ha l’inizio della conferenza stampa studenti e cittadini modello. Tre di La saggezza di Tee
detto il medico Park Lohauncol. giocando a calcio. Sopra, loro vorrebbero entrare da grandi
“Non avevo le forze Ma per psicologi e insegnanti ora l’omaggio a Saman Gunan, nei Navy Seal: «Per aiutare altri, “Cercavo di calmare
Ma quanta fame...” inizia la fase più difficile del
reinserimento. Cruciale sarà la
il sub thailandese morto
nelle operazioni di soccorso
come loro hanno fatto con noi».
©RIPRODUZIONE RISERVATA
i miei compagni”
Chanin Wibulrungreung, 11 an- Pornchai Kamluang, 16 anni,
ni, detto Titan, è il più piccolo detto Tee, è il più anziano dei do-
del gruppo. È dello stesso clan dici ragazzi. Faceva da assisten-
Tailu dell’allenatore Aek, ed è te all’allenatore Aek ed era di-
anche quello che ha sofferto di fensore dei “Cinghiali”. «Non
più la fame. Titan ha scritto una preoccupatevi sono molto feli-
delle letterine dalla grotta, quel- ce», scrisse dallla grotta ai geni-
la che finiva con la richiesta di tori. Ma ieri ha ammesso: «Ab-
preparare pollo fritto una volta biamo subito pensato che sa-
a casa. «Non avevo alcuna forza remmo stati sgridati, e dopo 10
– ha raccontato - e non pensavo giorni eravamo certi che i nostri
al cibo perché mi rendeva solo genitori sarebbero stati furiosi».
più affamato». «Quando sono ar- La sua calma a Tham Luang pa-
rivati i sub ho chiesto a Adun di re sia statadeterminante. È sta-
dirgli che avevo fame e mi ha ri- to lui, secondo Aek, a proporre
sposto che glielo aveva già ripe- un posto asciutto per dormire
tuto due volte. Ai miei genitori senza perdere energie, e sem-
avevo solo detto che andavo a pre Tee aveva cercato una via
giocare a calcio, perché se aves- d’uscita verso il retro, dicendo
sero saputo che stavo andando che era troppo tardi e buio. «Cer-
in grotta mio padre mi avrebbe cavo solo di calmarli», ha detto
punito». ieri il giovane terzino.
LILLIAN SUWANRUMPHA/AFP
©RIPRODUZIONE RISERVATA ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
14 FUSI ORARI

Giovedì
Pianeta Repubblica
19 luglio Le notizie in meno di un tweet Russia
2018 dai nostri giornalisti nel mondo
Politkovskaja e Pussy Riot
Strasburgo condanna Mosca
La Corte di Strasburgo condanna la
■ Russia: non ha condotto un’inchiesta
M ■
05 efficace sull’omicidio della giornalista
■ Anna Politkovskaja e ha violato i diritti
O Stati Uniti d’America ■ delle 3 Pussy Riot che cantarono nel
2012 nella chiesa del Cristo Salvatore.
Sanità da Terzo mondo 03
N nell’America rurale l rosalba castelletti, mosca

L’America rurale come i più remoti


D villaggi africani: pochi medici, ospedali
01
a 100 km di distanza. Colpa dei tagli
O alla sanità. Che dal 2010 hanno
portato alla chiusura di 85 ospedali
rurali, il 5 per cento di quelli esistenti.

l anna lombardi, new york

04 02
Regno Unito
Austria
Il cancelliere Sebastian Kurz Le spille della regina
scalerà una vetta di 3000 metri contro Trump?
Nel primo giorno della visita del
Sebastian Kurz alpinista. Il cancelliere
presidente americano, Elisabetta II ha
austriaco a metà agosto farà una scalata
indossato una spilla regalo di Obama.
di 3000 metri insieme ai governatori
Nel secondo una avuta in dono dal
altoatesino e tirolese. Sarà la
Canada, che Trump non ama. Messaggi
Dreiländerspitze, al confine tra Austria
in codice, si chiede il Guardian?
e Svizzera, la vetta espugnata.

l roberto brunelli l enrico franceschini, londra

01 Il ministro al Cairo 03 La retromarcia non convince neanche i repubblicani

Al-Sisi a Salvini:
“Su Regeni vogliamo
L’ombra di Helsinki sul Midterm di Trump
fare giustizia” NEW YORK, STATI UNITI della maggioranza Mitch stata scritta dal suo staff. Un
McConnell: «Noi repubblicani fotografo ha ripreso il foglio
Fare piena luce sull’omicidio di «Pezzi grossi dell’Intelligence crediamo alle ingerenze. I russi dattiloscritto di The Donald:
Giulio Regeni. Il ministro hanno apprezzato la mia sappiano che è meglio non ci notando che aveva cancellato
dell’Interno Matteo Salvini è conferenza stampa di Helsinki». riprovino a MidTerm». Anche per una frase, quella che diceva “i
volato al Cairo per incontrare il A 24 ore dalla clamorosa marcia questo martedì il vicepresidente responsabili delle ingerenze
presidente egiziano Abdel Fattah indietro su quanto affermato in Mike Pence e il segretario di Stato dovranno finire in prigione”.
Al-Sisi. Il colloquio ha riguardato diretta tv davanti a Vladimir Mike Pompeo hanno obbligato Aggiungendone una di suo
la sicurezza, il contrasto Putin, il presidente Usa Donald Trump alla rettifica: che però il pugno: “nessuna collusione” fra
all’immigrazione clandestina e al Trump torna a difendere su presidente non ha letto com’era russi e uomini della campagna. I
MATTHIEU ALEXANDRE/AFP
terrorismo . Ma si è parlato anche Twitter il summit che ha repubblicani per ora sembrano
e soprattutto del sequestro, della scioccato l’America. «Alcuni appagati. Interrogato dai 05 Per arginare la destra
tortura e dell’assassinio di Giulio odiano i miei buoni rapporti con giornalisti, il presidente ha detto:
Regeni, che sarebbe avvenuto Putin. Preferirebbero la guerra: è «L’America non è più nel mirino In crisi di consensi
per mano di pezzi degli apparati la sindrome di sconvolgimento russo». Ma le indagini del
del regime egiziano. La famiglia da Trump». Non pago, attacca procuratore Mueller proseguono: Hidalgo lancia l’idea
Regeni sta portando avanti una anche l’ex capo della Cia John con la richiesta di immunità per 5
battaglia per ottenere verità e Brennan che martedì lo aveva testi essenziali per processare
dei vigili armati
giustizia. Ci sarà una svolta? chiamato “traditore”. Paul Manafort, ex manager della
Salvini ha rinnovato la richiesta Definendolo, in un’intervista a campagna presidenziale. Mentre PARIGI, FRANCIA
di fare «piena luce» Fox News: «Un tipo cattivo. Molto Il presidente assicura l’ex capo dell’Fbi licenziato,
sull’omiocidio di Giulio. Al Sisi ha è accaduto sotto la sua James Comey, dice che voterà Anne Hidalgo, sindaca di Parigi,
promesso collaborazione e supervisione». Ma l’atmosfera è
ai giornalisti che gli Usa democratico: «I repubblicani non lancia l’idea di una polizia
confermato «la volontà e il incandescente: a chiedere “non sono più nel difendono più i valori nazionali». municipale armata. «Ci stiamo
grande desiderio di arrivare a “chiarimenti” sono i fedelissimi – Anna Lombardi pensando, non abbiamo nessun
risultati definitivi delle indagini del partito, a partire dal leader
mirino della Russia” ©RIPRODUZIONE RISERVATA tabù» ha detto Hidalgo,
sull’uccisione dello studente spiazzando tutti visto che sinora
italiano e di scoprire i criminali era sempre sembrata contraria.
per fare giustizia su questa L’idea era sostenuta solo dalla
vicenda». destra e invece osteggiata da
– Gabriele Rizzardi una parte della maggioranza
che governa la capitale insieme
a Hidalgo, in prima fila
02 In Brasile comunisti ed ecologisti. Ma a
due anni dalla fine del suo
Muore la paziente mandato, la sindaca socialista è
in crisi di consensi, minacciata
in fuga “Bumbum” da candidati rivali sia a sinistra
che da En Marche. Alcuni dei
il chirurgo star papabili per presentarsi alle
elezioni municipali del 2020,
Da tutti è considerato il mago come Gaspard Gantzer, ex
del bisturi. Ricco, famoso, oltre portavoce di Hollande, o
650 mila follower su Instagram, Benjamin Griveaux, attuale
il dottor Bumbum, al secolo portavoce del governo, si sono
Denis Furtado, 45 anni, è in fuga già schierati affinché siano
dopo la morte di una donna che fornite armi agli attuali agenti di
si era sottoposta ad un sicurezza del comune di Parigi
intervento di chirurgia estetica. che svolgono compiti di ordine
La paziente, Lilian Calixto, pubblico senza poter usare la
voleva rassodare e aumentare il forza. I sindacati degli agenti
suo sedere e aveva accettato la comunali da tempo si
terapia suggerita dal medico: un lamentano di questa situazione,
aumento dei glutei con del sostenendo di non essere in
polimetilmetacrilato. Il medico grado di fare il proprio lavoro e
e la donna avevano deciso di anzi di essere esposti a sempre
praticare l’intervento in casa, un più pericoli vista l’allerta
attico di lusso a Rio de Janeiro. attentati nella capitale sempre
Lilian, però, si è sentita male in corso. Hidalgo non ha ancora
RUPESTREWEB.INFO
dopo l’intervento: ricoverata in deciso chiaramente se si
ospedale, domenica, dopo 4 04 Sulle Ande È stato scoperto in Perù, nella milioni di dollari. Ma le ricerche appoggerà questa misura – che
infarti, è morta. Il chirurgo ha regione andina del lago Titicaca, del minerale nella regione andina dovrà poi ottenere il via libera
fatto perdere le sue tracce e Il giacimento di litio uno dei giacimenti di litio più sono state accompagnate per dal governo – ma ha promesso di
adesso è ricercato per omicidio grandi del mondo. Le riserve anni da polemiche: nella zona ci presentare un rapporto l’anno
volontario e associazione a mette a rischio l’arte sarebbero equivalenti ad almeno sono oltre cento siti archeologici prossimo, ovvero qualche mese
delinquere. La sua fidanzata e la due milioni e 200mila tonnellate e di pitture rupestri con circa prima dell’inizio della
sua assistente sono state
rupestre peruviana di carbonato di litio. Per l’avvio 5000 anni di vita. Ambientalisti e campagna elettorale per le
arrestate. della produzione servirebbero comunità indigene sono sul municipali.
– Daniele Mastrogiacomo investimenti per almeno 800 piede di guerra. – Anais Ginori

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Il caso Nuove leggi ad Ankara
15
Perché in Turchia Giovedì
19 luglio
2018

non si potrà più


M
fumare come turchi O
N
Piano moralizzatore del governo Erdogan D
Dopo l’alcol, attacco anche sulle sigarette O

Dal nostro corrispondente profumati narghilè con cui anche


MARCO ANSALDO, ISTANBUL tanti turisti arabi in vacanza in
Turchia si dilettano, siano distanti
utto cambia nella almeno mezzo chilometro da

T
KAYHAN OZER/AP
Turchia di Erdogan. E scuole e dormitori. Tutte le
un potere di stampo rivendite saranno dotate di Il piano d’attacco del “Sultano” proibita. La Turchia aveva vigore. Senza però riuscire ad
sempre più moralista, telecamere, e ai tabaccai verrà Niente pubblicità, rigidi controlli cominciato a combattere la abbattere quello che è quasi un
dopo avere ormai chiesto di produrre i filmati in cui sull’età, al macero 6 milioni di vendita di tabacco nel 1996. I dati modo di vivere degli uomini
confinato l’alcol nelle “zone rosse” chiedono ai clienti più giovani se sigarette di contrabbando: il piano diffusi dal ministero sono turchi, per strada, a casa o nei
delle grandi città dell’ovest turco hanno l’età permessa per di Erdogan (sopra in visita a un impressionanti, e sono decine di ritrovi. Erdogan minaccia adesso
(in Anatolia non si trova quasi più), acquistare tabacco imponendo di cantiere ad Ankara) migliaia ogni anno le vittime degli misure draconiane: la polizia farà
si concentra ora sul tabacco. mostrare i documenti. Più effetti dannosi dell’uso eccessivo “ispezioni regolari” nelle
Abbattendo così uno dei proverbi nessuna pubblicità su questi di tabacco. Ma è dopo l’arrivo del tabaccherie, e agirà revocando le
mitici sui turchi… e forse l’unico prodotti potrà essere affissa e, nel “Sultano”, e con la sua spinta licenze. Vincerà la sua nuova
davvero valido, perché fumano caso in cui venisse presentata su moralizzatrice, che nel 2009 la sfida? Il braccio di ferro è appena
realmente tanto e ovunque. Presto magliette, giochi o borse, la legge per vietare il fumo in caffè, cominciato.
non si potrà (quasi) più dire “fuma vendita di questi oggetti verrebbe bar, taxi, treni e stadi entra in ©RIPRODUZIONE RISERVATA

come un turco”: il ministero della


Salute ha preparato un piano per
alzare a 21 anni l’età di chi potrà
acquistare tabacco. Un progetto
destinato a scoraggiare
fortemente la diffusione di
sigarette e narghilè, prediletti
secondo la tradizione.
Un vero schema d’attacco. Che
comprende: telecamere poste
dietro il tabaccaio, stop alla
pubblicità dei prodotti da fumo, e
fine dei pacchetti di sigarette
studiati come prodotti
accattivanti. Dovranno invece
avere una presentazione spoglia,
definita “uniforme”. A suggello
dell’iniziativa, il governo
conservatore di ispirazione
religiosa ha mandato
simbolicamente al macero 6,2
milioni di sigarette di
contrabbando.
Un progetto di “ampio respiro”
che l’esecutivo ora guidato

La stretta si estende ai
narghilè: i locali dove si
fumano le pipe ad acqua
dovranno essere distanti
mezzo km dalle scuole

direttamente dal presidente


Recep Tayyip Erdogan persegue
da tempo. Solo pochi giorni fa,
prima di essere sostituito nel
rimpasto governativo seguito al
voto, il ministro della Sanità,
Ahmet Demircan, affermava: «I
pacchetti di sigarette non
dovrebbero essere accessibili
facilmente e non dovrebbero
rendere il fumo attraente. Non
dovrebbero servire come
materiale pubblicitario.
Dobbiamo prendere le misure
necessarie per evitarlo».
Eppure, a dispetto delle nuove
norme, chi è stato in un qualsiasi
ristorante di Istanbul sa che mai
nessun gestore ha chiesto a un
avventore di spegnere la sigaretta
e anzi, ancora prima del pane e di
una bottiglia d’acqua (i camerieri
turchi hanno da sempre una
pronta e perfetta visione della
sala), al tavolo vengono subito
portati i posacenere. Difficile
immaginare ad esempio una
taverna storica come Yakup 2,
nella stradina proprio davanti al
celeberrimo hotel Pera Palace,
senza le nuvole di fumo che
avvolgono il piano superiore e
privata del raki (il liquore d’anice
con cui i turchi laici pasteggiano).
Le nuove regole di vendita
prevedono che i locali dove si
fuma con le pipe ad acqua, i

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
16 Roma, colpita da un piombino

Giovedì STORIE
Bimba rom ferita alla schiena, è grave
era per strada in braccio alla mamma
19 luglio
2018

C Sere d’estate
Giuseppe Scarpa, roma nimi sono i dubbi sull’origine donna cammina con la figlia in giato i polmoni, procurato una
R La maglietta bagnata della ferita poche sono le certez- braccio. Accanto a lei c’è il mari- lesione vertebrale e si è fermato
Lo ripete in lacrime, senza so- ze in merito all’autore dello spa- to. All’improvviso Asia inizia a vicino al cuore. I camici bianchi
O trasforma in lite sta: «Qualcuno ha sparato a mia ro. Chi ha esploso il colpo che piangere. La madre cerca di estraggono il piombino. Adesso

N l’elezione della miss figlia». È la madre della piccola


Asia, il nome è di fantasia. Una
ha quasi ucciso un bimba di un
anno? Gli investigatori hanno
tranquillizzarla. Poi si accorge
del sangue: è ferita. Guarda il
Asia è in prognosi riservata e
combatte per non morire.
scricciola di 13 mesi appena raccolto la testimonianza del pa- compagno spaventata. La picco- Intanto i carabinieri della
A ELENA STANCANELLI compiuti la cui vita, da martedì, dre e della madre di Asia. E sulle la viene portata all’ospedale compagnia Casilina risentono i
è appesa a un filo. È una coppia loro dichiarazioni si concentra- Sandro Pertini. Qui i medici la vi- genitori. La coppia ribadisce la
C
Q
ualcuno contesta. di nomadi del campo di via Salo- no le indagini, sebbene non si sitano e si rendono conto che è versione iniziale. I due però non
Sempre e comunque, ne, periferia est della capitale, escluda l’ipotesi di un colpo ac- in condizioni critiche. Si decide hanno visto nessuno né udito il
A ormai. Nello specifico, a che denuncia ai carabinieri l’epi- cidentale esploso da amici o fa- di operarla, ma in un’altra strut- rumore del colpo del fucile o pi-
Padova qualcuno contesta il sodio. La piccina, a cui è stato miliari. tura. Con un’ambulanza viene stola ad aria compressa. Il pun-
concorso miss maglietta estratto un corpo metallico mol- Martedì la coppia — lo riferi- trasportata in codice rosso al to è che, chiunque abbia spara-
bagnata. Che è come sparare to simile a un piombino di un’ar- sce la madre di Asia ai carabinie- Bambin Gesù: ha un foro all’al- to, non deve averlo fatto da una
sulla Croce Rossa ma un po’ più ma ad aria compressa, versa in ri — percorre il viale accanto al tezza della scapola. Il piombino distanza eccessiva dato il danno
facile. Nessuna persona in condizioni disperate all’ospeda- parco dei Romanisti, nel quartie- ha attraversato il torace da de- provocato e il tipo di arma.
possesso di tutte le sue facoltà le Bambin Gesù. Tuttavia se mi- re di Torre Spaccata. Alle 14 la stra verso sinistra. Ha danneg- ©RIPRODUZIONE RISERVATA

potrebbe mai difendere una


gara dove belle ragazze sfilano
Padova
mentre maschi ingrifati
sparano, con pistole ad acqua,
allo scopo di rendere
trasparenti le loro magliette,
Rifiutò la chemio
evidenziando così la forma
delle tette. Il freak con tre
gambe del circo Barnum era
e morì a diciotto anni
molto più sofisticato.
Ma non stiamo parlando di
buon gusto. Se utilizzassimo il
i genitori a processo
buon gusto come criterio di
indignazione, dovremmo
oscurare tutte le televisioni,
per omicidio colposo
molti cinema e teatri, per non
parlare dei libri.
L’indignazione, per come Il padre e la madre Studentessa
siamo ormai abituati a seguaci del dottor A destra, Eleonora Bottaro,
la studentessa morta due
pensarla, si basa invece sulla
certezza che un certo Hamer erano stati anni fa di leucemia dopo
comportamento, o esibizione, prosciolti ma la aver rifiutato la chemio
offenda una categoria di
persone, umiliandole, spesso a procura ha fatto ricorso
loro insaputa. Questo fatto di I punti
indicare l’umiliazione nell’altro ENRICO FERRO, PADOVA
che se ne stava tranquillo, è
ormai considerato un pensiero
progressista. Quando io ero
La breve vita di Eleonora, e so-
prattutto la sua morte, tornano
1 Agosto 2016, la morte
Eleonora Bottaro, 17 anni,
scopre di avere la leucemia
ragazzina, per esempio, e mi al cospetto di un tribunale. Lino ma rifiuta la chemioterapia. Lei e i
vestivo con pochi stracci mal Bottaro e la moglie Rita Benini, genitori sono seguaci del metodo
assemblati cercando di coprire seguaci del medico tedesco Ryke del dottor Hamer. Muore il 29
il meno possibile, mi veniva Geerd Hamer, saranno processa- agosto 2016, poco dopo aver
detto che andare in giro mezza ti per la fine della loro giovane fi- compiuto 18 anni
nuda era umiliante per me, glia, deceduta il 29 agosto 2016 in

2
anche se io in quel momento provincia di Padova a causa della Dicembre 2017, l’inchiesta
non lo capivo. Cioè mi stavo leucemia. E l’accusa è sempre la A ottobre 2017 la procura
umiliando a mia insaputa, stessa, grave e con pochi prece- chiede il rinvio a giudizio
mentre credevo di divertirmi denti in Italia: omicidio colposo dei genitori per omicidio colposo
moltissimo. Quell’avviso, aggravato dalla previsione dell’e- aggravato dalla previsione
allora, non lo consideravo per vento. dell’evento. A dicembre il gip li
niente progressista. Ma anzi La Corte d’Appello di Venezia proscioglie: “Va garantita la libertà
contrario alla mia libertà di ha ribaltato un primo pronuncia- di scelta della cura”
autodeterminarmi e alla libertà mento che aveva visto i genitori

3
in generale. E tutto sommato, prosciolti. Tutto da rifare. O me- Aprile 2018, il ricorso
malgrado adesso per ovvie glio. Il motivo per cui la chemiote- Il 5 aprile 2018 il un aneurisma mentre si trovava te altre cure, anche in Svizzera
ragioni mi copra molto di più, rapia è stata rifiutata e l’ostinazio- procuratore aggiunto in vacanza a Folgaria. all’ospedale di Bellinzona, ma
lo considererei poco ne nel cercare una cura alternati- Valeria Sanzari fa ricorso in Corte Il Tribunale dei Minori, sulla sempre con infusi a base di vita-
progressista anche adesso, va a quella tradizionale, sono ar- d’appello. “Le traversie nella scelta base di una relazione del comita- mina C e aspirina. Un calvario
qualora dovesse, per esempio, gomenti che dovranno essere di- delle cure vanno esaminate a to etico dell’Azienda ospedalie- che ha condotto la ragazza nel vi-
capitarmi di esercitarlo verso scussi in udienza. La Corte d’Ap- processo”. Ricorso accolto: marito ra, si era pronunciato addirittura colo cieco della morte, 15 giorni
qualche ragazza che vestisse in pello ha accolto quindi la richie- e moglie saranno processati a con la sospensione della patria dopo aver compiuto la maggiore
quel modo. Ci distraiamo, e sta della procura di Padova, rin- partire dal 25 ottobre 2018 potestà dei genitori. Erano segui- età.
quanto ci appariva spaventoso viando a giudizio i coniugi che sa- La tragica vicenda si è tradotta
e reazionario, ci sembra invece ranno processati il 25 ottobre ben presto in un fascicolo giudi-
moderno e rispettoso. Quando prossimo. La sorella Lalla con il marito Dino Paganuz- Rodolfo Santovetti ziario che aveva portato la Procu-
poi, nella maggior parte dei «La scienza è qualcosa di rea- zi e i figli Paolo con Barbara, Marco con ra di Padova, guidata dal procura-
Alessandra ed i piccoli figli Francesco, Si- Carissimo papà, sei stato la nostra forza e
casi, si tratta semplicemente di le, tutto il resto non esiste. Que- mone, Mattia piangono il loro caro ed inso- tore capo Matteo Stuccilli, a inda-
ci mancherà la tua ironia, la tua curiosità, la
talento. Le esibizioni in sto nuovo sviluppo giudiziario stituibile gare i due genitori, accusati di
tua saggezza e la tua contagiosa energia.
pubblico di solito hanno a che apre uno spiraglio in un momen- Sergio Stammati aver ingannato e manipolato la fi-
I tuoi figli Olivia, Emanuele, Alice con Maria
fare col talento. Cantare, to in cui la medicina tradizionale Roma, 19 luglio 2018 glia sulla gravità del male con
Grazia, la tua compagna.
ballare, suonare, leggere, viene messa in discussione su «violazione degli obblighi di ga-
I fratelli Paganuzzi Gianni con Eugenia, An- Il commiato si terrà venerdì 20, alle 10, al
recitare, raccontare i propri più fronti», commenta Giuseppe na con Bruno e Gabriella con Giorgio e la ranzia».
tempietto egizio del Verano.
libri. Ma nel caso non ci sia Basso, direttore di Oncoematolo- famiglia Angelino piangono la scomparsa A dicembre del 2017 però arri-
di Roma, 19 luglio 2018
talento, le esibizioni diventano gia pediatrica a Padova, in prima va la richiesta di proscioglimen-
Sergio Stammati On. Fun. Senatore
interessanti soltanto attraverso linea su questo caso perché con- to del giudice Mariella Fino con
Roma, 19 luglio 2018 Tel. 06/808.54.54
due canali: la sopraffazione e il vinto di un fatto: «Eleonora pote- un ragionamento per certi versi
desiderio sessuale. va guarire». Giusi M. Letizia Rapisarda Tafuri ricorda rivoluzionario: «Va garantita la li-
Commosse per la perdita di
Ci appassioniamo a qualsiasi La ragazza aveva scoperto di con affetto bertà di scelta nel campo delle cu-
avere una leucemia linfoblastica Giuseppina Battisti Rodolfo Santovetti
storia che preveda un essere re mediche. Mai può essere impo-
umano sottoposto ad angherie di tipo B2 a Natale del 2015, anco- Saccaro Del Buffa Francesca, Daria ed Enrica abbracciano sto un trattamento sanitario, nep-
ra minorenne. Subito si era di- scomparsa il 6 luglio, la sua intelligenza, la con amore la famiglia e Maria Grazia.
che lo mortificano, come passione intellettuale, la generosità. pure la chemioterapia, tanto a
Caporedattore
dimostrano i reality di tutti i chiarata contraria alla chemiote- Roma, 19 luglio 2018
Roma, 19 luglio 2018 un adulto quanto a un bambino».
cronaca
Giancarlo generi possibili. Oppure allo rapia, a favore di cure a base di Quattro mesi dopo, il 5 aprile
Mola spettacolo dei corpi che cortisone e vitamina C. Secondo 2018, il procuratore aggiunto Va-
accende il nostro desiderio. il metodo Hamer le malattie sono leria Sanzari presenta richiesta
Siano questi corpi maschili o una reazione dell’organismo a d’appello per una questione for-
femminili. Non so se questo è traumi psicologici irrisolti. I due male: non è il gup a doversi espri-
umiliante, ma questo è l’essere coniugi collegavano la leucemia mere in maniera definitiva, molti
Email
umano, a sua insaputa, per di Eleonora alla morte prematu- elementi vanno esaminati nel
redazione
cronaca carità. ra del fratello Luca, nell’estate corso del processo. E così sarà.
@repubblica.it ©RIPRODUZIONE RISERVATA del 2013, stroncato a 22 anni da ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Il campione spagnolo
della Nba volontario 17
sull’imbarcazione che
ha soccorso Josefa, la Giovedì
19 luglio
migrante abbandonata 2018

in mare: “Anch’io
voglio fare la mia parte”
C
R
O
ROBERT ÁLVAREZ N
Marc Gasol, uno dei migliori A
giocatori della Nba, è uno dei
protagonisti del salvataggio di C
Josefa, la donna camerunense
abbandonata al suo destino nelle A
acque del Mediterraneo. Il pivot
dei Memphis Grizzlies, che
risponde per telefono dalla nave
Astral, ha vissuto in prima persona
la tragedia quotidiana delle
migliaia di migranti che rischiano
e spesso perdono la vita nel
tentativo di fuggire dalle guerre e
JUAN MEDINA/REUTERS
dalla miseria dei loro paesi.
Che ci faceva a bordo Intervista detto che l’avremmo aiutata. vita?
dell’Astral, con i membri della Abbiamo appreso che si chiama « Ne ho due, Julia e Luca. Voglio
ong Open Arms? Josefa e che è del Camerun». essere un esempio per loro.
«Poco più di un anno fa ho Perché fa tutto questo? Immagino la situazione di un padre
conosciuto Óscar Camps, fondatore
e direttore della ong Proactiva Open
Arms. Avevo seguito le sue
Marc Gasol «La situazione è tale che è al di
sopra dei miei sentimenti personali.
Stiamo parlando di atti disumani,
che deve affrontare viaggi in cui
abbondano le estorsioni, gli
omicidi, pericoli di ogni genere in
iniziative e mi interessava quello criminali. Queste persone cui rischiano tutto per raggiungere
che diceva. Lo invitammo a fare un
discorso nel campus della mia
squadra di pallacanestro, la Basket
“Dopo il dramma avrebbero dovuto essere salvate. La
guardia costiera afferma di aver
salvato 158 persone. E se non
un paese dove poter vivere in pace e
con dignità. Mi metto nei loro panni
e penso che vorrei che qualcuno mi
Girona. Mi piacque molto quello fossimo arrivati noi, la cosa sarebbe aiutasse con il suo tempo, con i suoi
che diceva. L’anno scorso non potei
imbarcarmi perché dovevo giocare
nell’Eurobasket. Questa volta ce l’ho
del piccolo Aylan finita lì. Nessuno avrebbe saputo
nulla. Ma ci siamo resi conto che lì
c’erano dei corpi, che avevano
soldi, che mi desse una mano. Penso
che dovremmo tutti contribuire
mettendoci il nostro granello di
fatta». lasciato diverse persone in una sabbia. È molto diverso sentire o
Che cosa è successo?
«Abbiamo ascoltato una conver-
sazione tra una motovedetta libica
ho capito che devo situazione impossibile».
Che cosa prova?
«Un senso di frustrazione. Provo
leggere che c’è un certo numero di
morti qui o là. Ma quando vedi
quella persona morta, sai che era il
e una nave mercantile nella quale rabbia, impotenza. È la sensazione centro del mondo nella vita di
chiedevano che quest’ultima impo-
stasse la rotta verso un punto preci-
so dove si trovava una barca in peri-
aiutare chi fugge” di aver contribuito a salvare una
vita. Se non fosse stato per la nostra
squadra, nessuno avrebbe saputo
qualcuno. E non c’è più. Si vuole
sminuire e disprezzare il lavoro

colo. Abbiamo poi appreso che la che cosa era successo. Si sarebbe
motovedetta libica ha riportato i detto che avevano salvato 150
naufraghi indietro dopo aver di- persone e la realtà è che hanno
strutto la barca su cui erano rima- lasciato delle persone vive in mezzo
sti per due notti. Tre persone alme- al mare. So come stava quella gente. delle organizzazioni umanitarie che
no, però, le hanno abbandonate». Ho conosciuto Óscar Se fossimo arrivati prima, forse si dedicano a questo. Lo trovo
E voi, che cosa avete fatto? avremmo potuto salvare più incredibile, una mancanza di
«Abbiamo seguito un protocollo di
Camps, di Open Arms, persone. E se fossimo arrivati umanità inaudita».
ricerca. Di buon mattino, verso le sei e gli ho chiesto di salire quindici o venti minuti dopo, Josefa Lei è un professionista della
e mezzo o le sette, abbiamo sarebbe morta». Nba, un giocatore molto
individuato un gommone
sulla sua nave Che cosa l’ha spinta a importante per i Memphis
semi-sommerso. Ci siamo diretti sul Aver salvato quella partecipare a queste iniziative? Grizzlies. Rischia il doppio
posto. Un soccorritore, Javier «La fotografia di Aylan, il bambino dedicandosi a questa impresa.
Filgueira, è stato il primo a tuffarsi.
donna è stata una siriano morto sulla costa turca nel «Dobbiamo dare l’esempio,
L’acqua era piena di benzina e con il grande emozione 2015 ha provocato in me un senso di mostrare quanto sia grave ciò che
sale diventa molto corrosiva. rabbia e allo stesso tempo mi ha sta accadendo. Voglio essere un
All’inizio sembrava che non ci fosse fatto capire che ciascuno di noi testimone diretto e salvare delle
nessun sopravvissuto. Ma L’immagine del deve fare la sua parte perché certe persone. Il rischio che posso correre
avvicinandoci di più, abbiamo visto cose non accadano più. Fu allora per il fatto di essere un giocatore
che c’era una donna. Si aggrappava bambino siriano morto che conobbi Óscar Camps. Rimasi della Nba passa in terzo piano. Non
con un solo braccio a un pezzo di mi ha provocato colpito dalla sua convinzione, da c’è miglior esempio dei volontari
legno lungo circa mezzo metro, non come abbia messo a disposizione di che sono qui, con i quali sto
di più. C’erano anche un’altra un senso di rabbia questa causa tutte le sue risorse convivendo. Sono una squadra
donna e un bambino morti». Al timone Noi che siamo fortunati economiche, logistiche e personali eccezionale e vedi che fanno tutto
Che avete fatto? Marc Gasol, 33 anni, 2 metri e 16 per aiutare queste persone. per il bene comune».
«Li abbiamo portati a bordo della cm di altezza, star Nba. Sopra, e conosciuti dobbiamo Ammiro chi fa qualcosa e non – traduzione Luis E. Moriones
nostra scialuppa e poi della nave. Lì la camerunense Josefa, salvata dare l’esempio aspetta che lo facciano altri». © El País / Lena, Leading
la donna è stata affidata ai medici. da Open Arms. Gasol è l’uomo C’entrano qualcosa i suoi figli European Newspaper Alliance
Era in stato di shock. Le abbiamo accanto a lei con gli occhiali scuri con questo aspetto della sua ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Mentre la Proactiva evita l’Italia e torna in Spagna

La lettera di Conte a Juncker: cabina di regia Ue per gestire i soccorsi


Tommaso Ciriaco, Roma rallelamente, Conte lavora a uno taggio, che ha parlato di un’altra scritto a Juncker e Tusk: «Gli stata nemmeno accennata dalla
Alberto D’Argenio, Bruxelles scambio di migranti tra Roma e bambina morta: «Lo si è scoperto eventi dimostrano che è essenzia- sottosegretaria Del Re lunedì alla
Berlino, assai lontano dalle inizia- solo a bordo perché la mamma le dotarsi da subito di un mecca- riunione dei ministri degli Esteri.
È lungo una paginetta l’ultimo li richieste italiane. l’ha tenuta per tutto il tempo tra nismo Ue di gestione rapida nelle Per uscire dall’angolo, Conte è
tentativo del governo giallover- Ieri, intanto, l’ong Open Arms le braccia per paura che buttasse- operazioni di Ricerca e Salvatag- pronto a ripiegare su un mini ac-
de di ricevere solidarietà euro- ha accusato il governo di avere re- ro il corpo in mare». E Salvini? gio», con una «cellula di crisi che cordo con Merkel. Prevede che
pea sui migranti. La missiva, scrit- so l’Italia «un porto non sicuro». «Farò qualsiasi cosa perché non coordini l’individuazione del por- Berlino prenda volontariamente
ta da Giuseppe Conte, è datata 17 E così la sua nave Proactiva, che ci sia un immigrato in più rispet- to di sbarco e dei paesi disposti fino a 500 rifugiati al mese dall’I-
luglio e fa seguito a quella del 14. ha salvato una donna dispersa al to a oggi», giura, mentre il mini- ad accogliere chi è soccorso». Ma talia e aiuti Roma nel pressing su-
A Jean-Claude Juncker e Donald largo della Libia e recuperato i stro della Giustizia Alfonso Bona- sarà dura che i partner accettino, gli altri partner per distribuire
Tusk il premier chiede la creazio- corpi di una madre e del suo bam- fede (M5S) difende le Ong: «Han- tanto più dopo che ieri metà dei più equamente i migranti. In
ne di «una cellula di crisi» in seno bino, ha girato la prua verso la no svolto un lavoro preziosissi- Paesi ha detto no ad un immedia- cambio, l’Italia annuncerà a set-
alla Commissione europea per Spagna: «Lo sbarco in Italia è criti- mo». Il tutto mentre una nave tu- to cambiamento delle regole di tembre la volontà di riprendere
coordinare i salvataggi e distri- co per via delle dichiarazioni di nisina con 40 migranti salvati si è Sophia che permetta lo sbarco un numero inferiore di migranti
buire tra i partner Ue i migranti Salvini e della decisione di rifiuta- vista negare l’approdo da Italia, dei migranti sulle navi militari secondari scappati in Germania.
recuperati in mare. Una mossa re i due cadaveri». Attacchi che si Malta e Tunisia. Ue in porti non italiani. Ma solo quelli che varcheranno il
per evitare di passare ancora tre sommano al racconto di Nadja In Europa, nel frattempo, si Gli ambasciatori hanno poi confine in futuro, nessuno dei
giorni al telefono per distribuire Kriewald, la giornalista tedesca consuma la sfida diplomatica. Fi- chiesto a Roma di dettagliare me- 40mila già dichiarati da Berlino
qualche centinaio di immigrati, imbarcata con la guardia costie- nora l’Italia è rimasta quasi a boc- glio — venerdì prossimo — la ri- sul proprio territorio.
come avvenuto per Pozzallo. Pa- ra di Tripoli al momento del salva- ca asciutta, per questo Conte ha chiesta, lamentando che non sia ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
18
Giovedì
19 luglio
2018
Agricoltura Salute

“Sui colli del cratere “Curiamo gli anziani


C presto cresceranno nell’health point
R le nocciole ora arrivano anche
O dei Baci Perugina” dai paesi vicini”
N
CORRADO ZUNINO A San Ginesio, Alto Maceratese,
A “città creativa” per l’Unesco, due
Si possono piantare nocciole, le mesi fa hanno inaugurato un
C preziose nocciole francescane Punto per la salute. Health point.
presenti sia nella Nutella che nei Serve a non far allontanare gli
A Baci Perugina, in una vasta area anziani di un altro borgo delle
del cratere del terremoto 2016. Da Marche colpito dai terremoti in
San Ginesio, provincia di fila. Ogni mattina una dozzina di
Macerata, ad Accumoli, provincia persone, a volte undici, a volte
di Rieti, epicentro del sisma del tredici, va a farsi misurare la
24 agosto. Lo dice Giuseppe Corti pressione da Luca Pignoloni
(foto), docente di Pedologia (foto), che non è medico, e
dell’Università Una veduta della piana di Castelluccio di Norcia con la celebre fioritura delle lenticchie
GIUSEPPE BELLINI / GETTY IMAGES neppure
politecnica delle infermiere. Già
Marche. Uno dei assistente
progetti di Save Il caso I progetti per i borghi feriti dal terremoto sanitario,
The Apps della assistente
Fondazione volontario, ha
Merloni, “Salva fatto un corso di
l’Appennino”
appunto, è
abbracciato dalla
Ferrero, che sta valutando di
Arte, turismo e lavoro 36 ore con una
società di
telemedicina di
Senigallia e si è reso disponibile.
riportare dentro i confini italiani Ora fa elettrocardiogrammi (non
la produzione di nocciole, oggi
importate in buoni volumi da
Turchia, Ucraina, Romania. Corti
spiega: «Dovremmo partire con
così rinasce l’Appennino sotto sforzo), controlla il
colesterolo con un piccolo
prelievo di sangue, sistema
holter pressori. Poi invia i file a
cinque ettari sperimentali
intorno a San Ginesio. Abbiamo
già individuato altri 50 ettari, ma
tutto è in mano alla trattativa tra
le amministrazioni locali, la
che rischia di spopolarsi una struttura clinica di Ancona,
che rapidamente restituisce i
valori. «L’Health point è
funzionale e rapido, la gente del
posto inizia a fidarsi — assicura —
Ferrero e i piccoli proprietari E si affaccia qualcuno anche dai
delle aree». L’orizzonte del Enrico Letta paesi intorno».
progetto è dicembre 2019. – .c.z.

aro direttore, Apps”, ne è la dimostrazione. È ad sotto stress. Abbiamo voluto,


Formazione

“Il nostro corso


insegna ai funzionari
come si scrive
C esattamente un anno fa
su Repubblica, a nome di
privati cittadini e di
piccole e grandi
aziende, presentavo una serie di
concrete iniziative per aiutare il
necessario rilancio delle zone
esempio ben operativo l’Health
Point di San Ginesio, costituito in
collaborazione con Namirial,
progetto pilota pensato per la
popolazione più anziana e
finalizzato a superare il problema
della distanza ormai significativa
insieme a Pwc e Anci, costituire
una Scuola che aiuti gli
amministratori locali delle
Marche in materia di Contabilità
economico-patrimoniale.
Altri progetti ancora stanno
partendo, ad esempio in ambito di
Gastronomia

“Un portale web


aiuta noi produttori
a esportare
il bilancio comunale” montane dell’Appennino, già in
declino da tempo e colpite poi
con il più vicino ospedale. Grazie a
Ericsson sono realizzate le mappe
valorizzazione degli itinerari
turistici o nel campo delle vacche
i cibi d’eccellenza”
duramente dai terremoti. dinamiche per la sicurezza di nutrici, dove si vuole fare
Appennino, simbolo da troppo tutto il territorio montano. È dell’Appennino un luogo di
Un progetto che insegna a tempo dello spopolamento e avviato, con la Ferrero e la nascita di vitelli, senza che questi Antonella Rovedi (foto), insieme
scrivere un bilancio serve a tutti dell’invecchiamento, del diradarsi Fondazione Vodafone, un debbano essere per forza al marito, lo scorso 9 maggio ha
i Comuni italiani, compresi dei servizi e dell’impoverimento. progetto di lungo periodo per importati dalla Francia come riaperto il ristorante “Lo
quelli sotto i 5mila residenti. Rilancio dell’Appennino, sfida da applicare tecniche di agricoltura capita ora. Infine, Amore e Psiche, spuntino”. Balzo di Montegallo,
Tanto più a un municipio vincere con il digitale e digitalizzata e produrre nelle aree il simbolo più forte di questo provincia di Ascoli Piceno, paese
sventrato da un terremoto che l’innovazione. Oggi, un anno toccate dal sisma le famose rilancio. La statua, che era a San di passaggio ai piedi del Monte
ogni anno deve faticosamente dopo, quei progetti vedono la nocciole francescane, che con la Ginesio, ha resistito al terremoto Vettore. La scossa del 30 ottobre
adempiere ai suoi obblighi realizzazione. Concretezza, Nutella fanno felici grandi e che ha distrutto tutto ciò che le 2016 aveva chiuso l’intero borgo,
burocratico-patrimoniali. nessun clamore, inclusività e piccini in tutto il mondo. stava accanto. Attorno al mito compreso l’unico approdo
L’attività quotidiana di visione di lungo periodo son stati i È operativo il progetto per greco dell’Omfalos, dell’ombelico culinario: “Lo spuntino”,
consulenza di una società come quattro punti cardinali che hanno valorizzare le produzioni del mondo, su iniziativa di appunto. Un anno dopo,
PricewaterhouseCoopers, che guidato istituzioni e aziende, tutte gastronomiche dell’Appennino, si Francesca Merloni, si è voluto settembre 2017, Antonella e
sta formando i private, coordinate dalla chiama Apennines Food Ranking prendere quella statua a simbolo Stefano tornano.
funzionari e gli Fondazione Merloni, che hanno (www.bestoftheapps.it) ed è della resistenza e della rinascita, Con un chiosco
amministratori contribuito a questo disegno. realizzato grazie ad Amazon. come testimoniato mobile: “Tagliere
di 229 Comuni Personalità italiane e straniere del Consente a centinaia di piccoli dall’installazione artistica di di affettati, olive
delle Marche, si è Comitato scientifico della produttori di formaggi, salumi, Rossella Vasta che si è realizzata a fritte”. Poi le
incrociata con Fondazione, da Romano Prodi a olio e confetture di essere visibili e San Ginesio e dal fatto che l’anno marmellate del
l’emergenza Daniel Gros, da Ferruccio De vendere dovunque i loro prodotti prossimo Fabriano ha ottenuto di territorio: mele
delle Bortoli a Irina Bokova, hanno di eccellenza, superando il limite ospitare l’evento che riunisce le rosa e lamponi.
amministrazioni accompagnato l’intero piano. rappresentato dal vivere e operare Città creative dell’Unesco, grande «Le
sotto stress. Il L’obiettivo primo, condiviso con il nelle zone montane. occasione per rendere questo producevamo da
libro mastro per questa attività è Censis, era quello di mobilitare Si è voluto anche intervenire per rilancio ancora più visibile. dieci anni, il progetto della
il volume di Ugo De Marco, energie diffuse per rilanciare aiutare il sistema burocratico So che quelle che ho raccontato Fondazione Merloni ci ha offerto
“Metodo pratico sul bilancio dei l’attrattività delle aree montane locale, ben sapendo quanto sia sono tutte storie positive. So un portale per allargare le
Comuni”. E sarà De Marco, il dell’Appennino in modo anche che, forse per questo, vendite». A maggio 2018, grazie
prossimo autunno, a tenere un innovativo e visibile. Partendo sembrano storie fuori dal tempo. a imprenditori emiliani, attorno
seminario di due giorni. Il dalle Marche si sono estesi parte di Queste storie si realizzano infatti alla struttura s’inaugura un’area
direttore dell’Ufficio studi di questi progetti anche a Umbria, senza doversela prendere con commerciale: un altro bar
PwC, Sandro Bicocchi (foto), Lazio e Abruzzo. Perché questo nessuno. Si sviluppano senza che ristorante, due alimentari, una
spiega: «Stiamo selezionando obiettivo fosse raggiunto si si debbano cercare nemici o farmacia, sala polivalente. E il
dieci Comuni del cratere dove trattava di rendere evidente colpevoli. Solo contributi concreti, nuovo Spuntino. «Siamo partiti
concentrare dieci classi di venti l’utilità del contributo dei privati, molto digitale, collaborazione bene con i clienti storici, ma la
partecipanti l’uno». Venti Fondazione Vodafone in testa. Il generosa e tanta solidarietà. Fuori strada per Castelluccio è ancora
giornate sul territorio, per tutto accanto al rispetto per da questo tempo, forse, ma interrotta. È dura, non ci
uscire dall’impasse. – c.z. l’insostituibile lavoro del sistema sicuramente ben in sintonia con fermiamo». – c.z.
pubblico. Si doveva battere l’antico spirito di comunità e di
innanzitutto lo scetticismo, l’idea laboriosità delle genti che
cioè che sia inutile darsi da fare, popolano la montagna del nostro
tanto la burocrazia e la lentezza Appennino, ferita dai terremoti,
del sistema bloccano tutto. Non è Il simbolo ansiosa di rilancio.
sempre così. Il progetto La statua di Amore e Psiche – L’autore, ex premier, è presidente del
complessivo di salvaguardia e ritrovata intatta a San Ginesio è comitato scientifico della Fondazione
rilancio degli Appennini, che diventata simbolo della resistenza Aristide Merloni
abbiamo chiamato “Save the delle zone colpite dal terremoto ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Neuroscienze Le prime memorie di vita
19
A quale età si apre Giovedì
19 luglio
2018

L’ALTRA PAGINA
l’album dei ricordi
I numeri emozione provata nel momento partecipare a un sondaggio online
ELENA DUSI
MARIA FRANCESCA FORTUNATO
Sorpresa, quattro del ricordo, l’assenza di foto o di raccontando il contenuto e le
La memoria su dieci li inventiamo quel tipo di dettagli che vengono circostanze del loro primo
   ’è chi si rivede nella comunemente rievocati dagli ricordo. Le 6.600 risposte sono
Risalgono a

3-4
di età
ANNI C culla con il pannolino.
Chi ripercorre i primi
passi traballanti o
conosce la prima parola
che ha pronunciato. Più di una
persona su dieci fa risalire i suoi
ricordi più vecchi a un anno di
mescolando tempi
e avvenimenti
adulti quando parlano dei loro
bambini. La ricerca inglese è nata
da una serie radiofonica della Bbc
sui vari aspetti della memoria
andata in onda nel 2007. Gli
ascoltatori furono invitati a
l’ossatura dello studio di oggi. A
reimpastare di più realtà e
immaginazione sono gli anziani.
«Nessuno in genere si rende conto
che il proprio ricordo è
immaginario» spiega Martin
Conway, il coautore. «Quando
età. Il 39% sostiene di aver vengono fatte notare le
spalancato le ali della memoria incongruenze, si tende a negarle».
prima del secondo compleanno. Il perché, ancora una volta, può
Ma visto che fino a tre-quattro essere indagato all’interno del
anni è impossibile, per il cervello cervello. “Anche le memorie
di un bambino, fissare ricordi che immaginarie sono parte della
potranno essere rievocati, i ricostruzione della propria vita e
ricercatori si sono permessi di giocano un ruolo centrale nella
Nella ricerca, mostrare scetticismo. Hanno definizione di sé” si legge nello
chiesto a 6.600 volontari di citare studio. Che gli episodi della prima

40%
il delle persone
interrogate riferiva ricordi
il loro primo ricordo d’infanzia e
l’età cui risaliva, ricostruendo che
quasi nel 40% dei casi sono falsi.
infanzia siano impossibili da
ricordare non vuol dire che non
lascino il segno. «Non li
di due anni di età «Non falsi, immaginari» precisano ricordiamo perché non abbiamo
o addirittura prima in realtà nella ricerca uscita su una canna da pesca capace di
Psychological Science gli riafferrarli, ma loro esistono
Sono molto probabilmente specialisti delle università di sempre» spiega Giorgio
ricordi immaginari, mescolati Bradford e Londra. «Un ricordo Tamburlini, pediatra, presidente
a racconti o foto di famiglia immaginario è una combinazione di quel Centro per la Salute del
I primi ricordi della vita sono di frammenti di memoria e di Bambino che ha ideato la
frutto della memoria episodica, dettagli appresi in seguito sulla campagna Nati per Leggere. «Anzi,
legati a persone ed episodi propria infanzia» spiega Shazia sono le fondamenta della casa che
particolari. Si riferiscono a Akhtar, psicologa, prima autrice verrà costruita con il tempo e per
momenti in cui si provava una della ricerca. Una foto osservata questo hanno un’importanza
forte emozione da grandicelli o i racconti di un enorme. Inconsapevolmente,
familiare vengono confusi dal continueranno per tutta la vita a
cervello con gli episodi reali e influenzare il nostro quotidiano,
trasformati in ricordi immaginari sepolti in parti profonde del
in quattro casi su dieci. Gli indizi cervello come l’ippocampo e
che la memoria sia invece l’amigdala».
autentica sono una forte ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Quando uscimmo Quella sera in cui Fiamme alte e fumo Il bagno domenicale
di casa dalla finestra pronunciai la mia la segheria bruciava con papà e la musica
a causa della neve prima parola: “Luna” ma io ero al sicuro di Pietro Mascagni
Gli anziani riescono a risalire più Dacia Maraini Oliviero Toscani Guido Tonelli Mario Tozzi
indietro nel tempo
con i loro ricordi di infanzia

’ ’
E’ dovuta alla formazione di
nuovi neuroni nell’ippocampo,
una delle aree del cervello più
importanti per la formazione
dei ricordi. Quelli dei primi anni Avevo 3 anni ed ero a Hokkaido, in Il mio primo ricordo? Non è Una notte la segheria di fronte Il mio primo ricordo è il bagno
di vita sono presenti nel nostro Giappone, con la mia famiglia. Mio un’immagine, è soltanto una alla nostra casa prese fuoco. domenicale con mio padre,
cervello, ma non accessibili padre era lì con una borsa di parola: luna. È la prima parola C’erano fiamme altissime, il nella nostra casa di famiglia.
studio per studiare gli Hainu. che ho pronunciato, ancor cielo era pieno di fumo. Ricordo con precisione un
Nevicava tanto in quella zona prima di dire mamma. Arrivarono i pompieri e vidi che odore: il profumo del
all’estremo nord del Giappone. Avevo meno di un anno ed tutti gli abitanti del mio piccolo bagnoschiuma Pino Silvestre
Una volta, e non fu neanche eravamo in piena seconda paese, Filattiera, in provincia di che accompagnava quel rito,
l’unica, cadde così tanta neve da guerra mondiale. La mia Massa, si erano armati di secchi nelle domeniche mattina
seppellire la porta d’ingresso. Mio famiglia, sfollata da Milano, si per dare una mano. Avevo della mia infanzia. Avrò avuto
padre, che era giovanissimo, era trasferita nel bergamasco. quattro anni e guardavo lo non più di 3 o 4 anni.
quando fu l’ora di andar fuori, mi Di sera, fuori casa, la mia spettacolo dalla finestra, Credo sia il mio primo ricordo
disse che quel giorno saremmo attenzione era sempre accanto ai miei genitori. Papà perché di questa immagine,
    usciti dalla finestra. Per me fu un catturata dalla luna. Ero era capostazione, vivevamo nel che conservo nitida nella mia
gioco, una bellissima avventura. affascinato da questo corpo casello ferroviario sulla linea La memoria, non ho mai visto
(percentuale di risposte nella Ancora oggi la neve mi piace luminoso che si stagliava Spezia - Parma. Tra me e quel fotografie negli album della
ricerca inglese) molto, perché mi riporta a contro il cielo nero. La fuoco tremendo c’era dunque lo mia infanzia.
Hokkaido. Ricordo la nostra guardavo e accanto a me mia spazio amico dei binari. Io mi Mi rivedo bambino nella
Un giocattolo 20% piccola casa di legno, il camino e la madre evidentemente la sentivo al sicuro nonostante lo vasca, con mio padre. E
camera che si riempiva di fumo, i indicava e mi ripeteva “guarda spettacolo spaventoso. In ricordo bene anche la stanza
compleanni e i giochi con i la luna”. Così, alla fine, ho detto seguito non ripensai più a da bagno, rivestita – non so
La nascita di un fratellino 16% bambini giapponesi. Hokkaido “luna”. Senza errori, senza quell’episodio. La segheria fu perché - con piastrelle di
non era una località turistica, non esitazioni: luna. ricostruita e tutte le tracce coloro nero.
Una caratteristica
c’erano italiani. Mi consideravo Ancora oggi io continuo a dell’incendio sparirono. Mi era C’era sempre della musica in
della propria casa 16%
una piccola giapponese anch’io. subirne il fascino. È un po’ come rimasto un ricordo indistinto, sottofondo in questi casi.
La scuola materna Nel ’43 fummo internati in un se esercitasse anche su di me pensavo quasi di averlo sognato. Prima di entrare con me in
(soprattutto il primo giorno) 15% campo di concentramento e da lì l’attrazione gravitazionale che Poi un giorno, alle elementari, acqua, mio padre andava in
in poi i ricordi si fanno più cupi. ha sul mare. Non riesco a mi capitò per caso di parlarne soggiorno e metteva un disco.
Caporedattore
Ma di quei primi anni a Hokkaido dormire se c’è la luna piena e se con mio padre. Lui mi confermò Le porte delle camere
Scienze
Un pianto inconsolabile 11% prevale l’allegria, la neve in la sua luce entra sulla stanza. E tutti i dettagli. Anche i giornali restavano sempre aperte e le Luca
abbondanza che rendeva tutto tutte le volte che la guardo locali ne avevano parlato. Era la note arrivavano fino in bagno: Fraioli
pulito e festoso, la felicità di una penso a me piccolissimo che la dimostrazione che quel ricordo era la Cavalleria rusticana di
Un episodio delle vacanze 11% famiglia unita. guardo e la chiamo. non era stato un sogno. Pietro Mascagni.
Email
Dacia Maraini è scrittrice, Oliviero Toscani, fotografo e art Guido Tonelli è un fisico del Cern. Mario Tozzi è geologo,
Un sogno 11% poetessa, saggista, drammaturga director, è autore di storiche È stato protagonista della divulgatore scientifico, saggista,
redazione
scienze
e sceneggiatrice campagne pubblicitarie scoperta del bosone di Higgs autore e personaggio televisivo @repubblica.it

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
20 Il decreto dignità

Giovedì
19 luglio
LE BORSE Confindustria gela il governo
“Perderemo più di 8 mila posti
2018

E
 
-0,03% 21.972,22 W
C 23,5

23,0
Il premier Conte: “Toni allarmanti”. Per Di Maio è “terrorismo psicologico”
O 22,5

22,0
N 21,5 valentina conte, roma I numeri

O Giu 26 giu 3 lug 10 lug


21,0
19 Lug
Il decreto dignità potrebbe genera- L’aumento dei disoccupati e dei costi secondo la relazione tecnica
re ben più di 8 mila disoccupati
M all’anno, avverte Confindustria.
53,4 53,9
W «Terrorismo psicologico», rispon- 52,3 52,8
I S&P 500
+0,22% 2.815,61 de il ministro del Lavoro Luigi Di
50,3 50,8 51,3 51,8
2,840 Maio. «Improprio usare toni allar- Minori 49,8
A 2,820 mistici», aggiunge il premier Con- entrate
te. Si alza il livello dello scontro at- contributive 46,2
2,800
torno al primo provvedimento im- lordo fisco
2,780
portante del governo Conte - appe- (in milioni
2,760 di euro)
na arrivato alla Camera per il suo
2,740 iter di conversione in legge - pro- 5,1
prio alla vigilia dell’audizione di og-
Giu 26 giu 3 lug 10 lug 19 Lug
gi del presidente Inps Tito Boeri. 8,0 8,0 8,0 8,0 8,0 8,0 8,0 8,0 8,0 8,0
Voluto dal vicepremier Di Maio
per ridurre la precarietà, incappa-
EURO/DOLLARO
-0.13% 1.16421 W to nell’ormai famosa relazione tec-
nica bollinata dalla Ragioneria su
1,19
Numero
dati Inps che lo inchioda agli 8 mi-
1,18 la probabili posti persi, il decreto
soggetti 3,3
interessati
1,17 sembra ormai un ring.
(in migliaia)
1,16
Marcella Panucci, direttore ge-
nerale di Confindustria non usa gi-
1,15
ri di parole: «I potenziali effetti ne-
1,14 gativi sull’occupazione», dice in au-
Giu 26 giu 3 lug 10 lug 19 Lug dizione a Montecitorio, possono 2018 2019 2020 2021 2022 2023 2024 2025 2026 2027 2028
andare «oltre quelli stimati». Dun-
que oltre quota 8 mila. E questo non sarà questo l’effetto». Torna Ho detto: andiamo avanti, poi rac-
SPREAD BTP/BUND W per la reintroduzione delle causali sulla storia della “manina” che a conteremo cos’è successo».
+2.26% 217,60
dopo il primo anno, foriere in pas- sua insaputa ha inserito gli 8 mila Ora Di Maio ribadisce che la sti-
350 sato di contenziosi. Di fatto, secon- nella relazione tecnica. Nel rico- ma degli 8 mila «non è assoluta-
300 do Panucci, la durata dei contratti struire gli eventi però di fatto con- mente attendibile». Parla «anche a
250
a termine non scenderà da 36 a 24 ferma la versione dell’Inps. Riferi- nome del ministro dell’Economia
mesi, come prevede il decreto. Ma sce di due relazioni stilate dall’Isti- Tria». E cita l’esempio dei voucher:
200
da 36 a 12 mesi, perché le aziende tuto di previdenza. «La prima del 5 «Quando sono stati eliminati la re-
150 tenderanno a scioglierli alla sca- I contratti a termine luglio l’abbiamo chiesta noi e indi- lazione tecnica prevedeva un rias-

Giu 26 giu 3 lug 10 lug


100

19 Lug
denza del primo anno, prima cioè
di dover spiegare perché li usano
secondo gli industriali viduava una previsione» di minore
occupazione. Ma senza stimare
sorbimento totale con contratti a
termine e addirittura stabili. Se
anziché passare all’indeterminato. scenderanno a dodici «impatti finanziari sulla Naspi», il quella stima valeva allora, perché

Il punto
«Non possiamo più fidarci di chi
cerca di fare terrorismo psicologi-
mesi per evitare sussidio di disoccupazione. Tanto
basta a Di Maio per dormire sonni
non ora per i tempi determinati?».
Insomma, per il ministro una previ-
co per impedirci di cambiare», scri- l’obbligo di motivare tranquilli. Non alla Ragioneria. sione solo dei costi e non dei bene-

TRE MILIARDI ve Di Maio su Facebook. «Sono gli


stessi che gridavano alla catastro-
Che invece chiede un supplemen-
to di indagine all’Inps. Lo ottiene
fici derivanti dalle politiche per gli
investimenti «non sta né in cielo

PER ALITALIA fe se avesse vinto il no al referen-


dum, poi sappiamo com’è finita.
via mail l’11 luglio: una tabellina in-
dica in 8 mila i potenziali senza la-
né in terra». E dunque annuncia di
voler «recuperare i 60,7 milioni di
Il ministro del Lavoro
PUBBLICA Sappiamo come finirà anche in
questo caso».
annuncia di voler
voro all’anno e un maggiore ricor-
so al sussidio di disoccupazione
copertura Naspi», così da finanzia-
re i nuovi incentivi alla stabilizza-
In questo caso, dice Di Maio po- per un costo di 60,7 milioni nel zione dei contratti a termine: un
Lucio Cillis co dopo davanti alle commissioni recuperare 60 milioni 2019. «La seconda relazione non credito di imposta alle imprese per
riunite Lavoro e Finanze, «la no- l’abbiamo chiesta noi. Ci è arrivata recuperare l’aggravio di costi pari
stra intenzione è andare avanti». dalla Naspi per sostenere alle ore 20 dell’11 luglio. L’abbiamo allo 0,5% pagato su ogni rinnovo di
Conte riapre il dossier Alitalia. E
Di Maio con Toninelli dicono
«Non abbiamo voluto fare un de-
creto per ridurre gli occupati e
i posti stabili letta la mattina dopo, quando poi
Mattarella ha firmato il decreto.
contratto a tempo.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

che «tornerà pubblica». Come?


Intanto, non entrerà in partita
Lavoro
Fs-Anas mentre è quasi certo
l’aiutino di Cdp. Poi, secondo i
bene informati, bisognerà fare
spazio ai dipendenti nel futuro
“E il ritorno della causale farà aumentare i processi”
consiglio di sorveglianza. Il
modello tedesco di Secondo gli esperti «Obbligare il datore di lavoro a in- di tutelare la flessibilità in entrata
partecipazione, ma soprattutto
di controllo della rotta della
la norma del decreto serire le causali nel contratto signi-
fica esporlo a una situazione di in-
e in uscita nel mercato del lavoro
che la stabilità e la dignità dei pre-
società, potrebbe servire a che la reintroduce certezza. - conferma Carlo Mayer, statori di lavoro. - osserva Salvagni.
migliorarne il clima interno. C’è
poi la questione della
è generica e si presta partner dello studio Littler – E l’ina-
sprimento disorganico del sistema
- I lavoratori sono da tempo nel tun-
nel di un precariato che non fini-
quotazione, che non va esclusa a più interpretazioni sanzionatorio per i licenziamenti il- sce mai. In realtà c’è stata una dimi-
e quella del socio industriale. A legittimi in regime di Jobs Act , sen- nuzione del contenzioso perché so-
Lufthansa si guarda con rosaria amato , roma za il corrispondente adeguamento no sparite le regole. Non si tratta
sospetto e la soluzione che i della previsione relativa all’offerta solo dei contratti a termine acausa-
sindacati caldeggiano punta su Le cause di lavoro erano quasi reale di conciliazione, che aveva li, anche il Jobs Act ha inciso: quale
easyJet. I londinesi, al contrario scomparse dopo la legge Fornero e avuto il pregio di disinnescare mol- avvocato patrocina un dipendente
di Ryanair, garantiscono il Jobs Act, ma con il decreto Digni- ti contenziosi, avrà l’effetto di in- che in caso di licenziamento ingiu-
contratti e relazioni sindacali di tà le aule dei tribunali potrebbero crementarne il numero». sto può aspirare al massimo a quat-
buon livello. Ma occorrono tornare ad animarsi. A preoccupa- Sul fatto che le cause di lavoro tro mensilità, a due se l’azienda ha
molti soldi per ripartire - re le imprese sono in particolare le potrebbero riesplodere è d’accor- meno di 15 dipendenti?». «Il vero
minimo 3 miliardi di euro - un restrizioni nei contratti a termine . do anche Michelangelo Salvagni, punto, a mio avviso – obietta Ram-
menu indigesto per il popolo 5 «Prima dell’abolizione dell’obbligo avvocato specializzato nella difesa polla – è la situazione economica
Stelle. Parte di questo di causale nei contratti a termine – dei lavoratori. A differenza dei complessiva del Paese: raramente
investimento servirà per rileva Amedeo Rampolla, partner suoi colleghi che di solito in tribu- ho visto un’azienda non assumere
l’acquisto dei velivoli che dello studio Bird & Bird – le cause nale affiancano le imprese, però, i dipendenti di cui ha davvero biso-
saranno impiegati sulle rotte di lavoro erano in media 8.000 non ritiene che questo sia un male. gno, a prescindere dalla forma con-
del Nord America. Ma qui il all’anno. Nel primo semestre del Anzi, insieme ad altri nove giusla- trattuale: il problema vero è come
Caporedattore
gioco si sposta al livello più alto 2017 sono state meno di 500. Non voristi ha lanciato un appello per mai non ci sia bisogno di dipenden-
Economia
Francesco coinvolgendo i capi di Stato: credo ci possano essere dubbi sul “migliorare” il decreto Dignità, Giuslavoristi sui due fronti ti». «Il problema è invece se nel no-
Manacorda perché non si deciderà fatto che il contenzioso tornerà ad chiedendo che l’obbligo di causale A sinistra, l’avvocato Ame- stro ordinamento il contratto a ter-
solamente se e come concedere aumentare: la nuova norma impo- sia in vigore dal primo mese, e non deo Rampolla, dello studio mine è diventato la forma norma-
più rotte agli italiani, ma anche ne delle causali che sono espresse dopo i primi dodici, e che torni l’ob- Bird & Bird, segue quasi le, o lo è quello a tempo indetermi-
la tipologia e il costruttore dei in termini alquanto generici, su- bligo di reintegro nel caso di licen- esclusivamente le imprese. nato. - sottolinea Salvagni - Biso-
Email
nuovi aerei, tra Boeing e Airbus. scettibili di non univoca interpreta- ziamento ingiusto: «Negli ultimi A destra, l’avvocato Miche- gna dare ai lavoratori, ai giovani, al-
redazione
economia Conte, quindi, dovrà vedersela zione e che diventeranno inevita- sei anni, dalla legge Fornero in poi, langelo Salvagni, si occupa meno la speranza di stabilità».
@repubblica.it con Trump e Macron. Auguri. bilmente oggetto di contenzioso». il legislatore si è preoccupato più della tutela del lavoratore ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Il futuro della siderurgia
21
Ilva, avanti con Mittal Giovedì

fermare l’assegnazione
19 luglio
2018

costerebbe 4 miliardi E
C
O
Il governo deciso a non annullare la gara, ma chiederà di migliorare
la proposta sull’occupazione e il piano di attuazione ambientale N
O
giuliano foschini, Bari private per l’ambientalizzazio- timità è una roba seria. Non si
ne: in sostanza Ilva potrebbe può cambiare la procedura di M
Ci sono almeno quattro miliar- avere maggiori investimenti ri- gara ogni volta che cambia il go-
di di motivi per cui la gara spetto a quelli già programma- verno». C’è poi la questione I
sull’acquisizione di Ilva non po- ti, e cioè 2,4 miliardi complessi- danni: quattro miliardi di euro,
trà essere riformulata. Lo han- vi nell’arco di sette anni, di cui il rischio, secondo gli stessi cal- A
no conteggiato al ministero del- 1,1 a sostegno dell’ambiente. coli del Mise.
lo Sviluppo Economico dove in Certo, per chiudere la parti- Tre, da una possibile azione
queste ore, nonostante le pres- ta bisognerà aspettare gli accer- risarcitoria di Arcelor. Bisogne-
sioni fortissime che arrivano tamenti dell’Anac sulla gara rebbe poi restituire allo Stato il
dalla Regione Puglia, stanno che ha assegnato alla cordata finanziamento da 900 milioni e L’immagine
cercando di trovare una strada di Arcelor l’Ilva. Ma «solo se si trovare soldi freschi da mettere
per risolvere il dossier Ilva sen- trovassero illegittimità si po- sul tavolo per tenere in piedi Un contratto anche per i riders. Quello della logistica
za passare dai tribunali e so- trebbe riaprire la gara» spiega per almeno un altro anno e
prattutto dai tempi lunghi e in- l’avvocato Gianluigi Pellegrino, mezzo (tanto è durata la gara Da ieri i riders hanno più diritti. I fattorini che consegnano merci a
definiti che imporrebbe ripren- uno dei più importanti ammini- per la vendita) un’azienda che domicilio usando la bicicletta beneficeranno delle tutele del contratto di
dere dal principio la vendita strativisti italiani. «Ma bisogna continua a perdere centinaia di lavoro della logistica e dei trasporti come la copertura previdenziale e
del più importante siderurgico trovare le prove che la selezio- milioni ogni mese. l’assistenza sanitaria. Si tratta di circa 10mila lavoratori in tutta Italia
italiana. ne sia stata illegittima e l’illegit- ©RIPRODUZIONE RISERVATA

La strada del governo Conte


per la nuova Ilva partirà dun-
que da una certezza: la cordata
guidata da Arcelor Mittal sarà
la nuova proprietaria dell’Ilva
(alcune fonti bancarie davano
ieri, addirittura, già per firmato
il fitto di ramo d’azienda). E’ ne-
cessario però che il nuovo cor-
so «dia il segno del “governo
del cambiamento”» spiegano
nei corridoi del Mise. E che dun-
que sia politicamente spendibi-
le da parte del ministro e vice
premier Luigi Di Maio che sta
gestendo personalmente la vi-
cenda.
Cosa fare quindi? «E’ neces-
sario migliorare la proposta oc-
cupazionale e il piano di attua-
zione ambientale che questo
governo giudica insoddisfacen-
ti», ha detto ieri Di Maio. E pro-
prio in queste ore i tecnici di Ar-
celor con quelli del ministero
stanno cercando di trovare una
strada. Al momento non c’è an-
cora nulla di ufficiale ma la trac-
cia sembrerebbe scritta. Gli esu-
beri annunciati saranno ridot-
ti, così come chiesto dai sinda-
cati. E si sta trovando una nuo-
va strada anche sul piano am-
bientale, da un lato acceleran-
do i tempi e dall’altro anche as-
sicurando un tipo di produzio-
ne diversa. Si parla per esem-
pio di una maggiore lavorazio-
ne del pre ridotto (acciaio in
pratica già semi lavorato) che
garantisce un minore inquina-
mento. Di più: il nuovo indiriz-
zo dell’Unione europea sembra
andare in un senso diverso ri-
spetto al passato in tema di aiu-
ti di Stato. Niente più paletti ri-
gidi sui soldi dati alle aziende

I punti

Da tre anni l’acciaieria


cerca un assetto stabile
Con il decreto ministeriale
1 21 gennaio 2015 il gruppo
Ilva, che apparteneva alla
famiglia Riva, è stato messo in
amministrazione straordinaria

Nel 2016 si è aperta la


2 procedura per il
trasferimento degli asset
aziendali attraverso un bando
internazionale.

Il 5 giugno 2017 la cordata


3 Am Investco Italy, joint
venture formata dal
gruppo Marcegaglia (possiede
una quota del 15%) e da
ArcelorMittal (detiene il restante
85%) si è aggiudicata la gara

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


INI numeri
ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
22 L’agricoltura italiana ai raggi X

1,5 -43% 8,4 60 +3,9%


Giovedì
19 luglio
2018
milioni ettari ettari
Il numero Il calo La dimensione media La dimensione media Il valore aggiunto
di aziende italiane del numero di stalle delle aziende agricole delle aziende agricole della produzione
E che lavorano i campi
o allevano bestiame
e fattorie
da inizio millennio
rispetto al 5,5
di inizio millennio
in Francia agricola in Italia
nel 2017
C
O Nuovi business

N
O
M
Il salotto buono finisce nei campi
I Dea Capital, Gavio, Atlas: fondi e grandi famiglie investono sulla terra. Per fare soldi creando big di settore
A
ETTORE LIVINI, MILANO sti/benefici, non fa una grinza: il imparare a sfruttare le economie spesi «per acquistare aziende tra
Belpaese è il regno delle biodiver- di scala e a cavalcare la rivoluzio- i 50 e i 150 ettari». Una rarità in
I titoli hi-tech viaggiano a quota- sità. Il made in Italy agroalimen- ne digitale. Italia dove in campagna resisto-
zioni siderali, le Borse sembrano tare è in pieno boom. I contadini L’ultima new entry tra i nuovi no molte piccolissime aziende a
avere pochi margini di crescita, i italiani sono troppi e padroni di finanzieri-contadini è Idea Agro, realtà familiare: 1,5 milioni di fat-
titoli di Stato sono a rischio tassi. aziende troppo piccole. Un com- De Agostini ha raccolto il primo fondo tricolore dedicato torie (oltre il 40% in meno di ini-
E la finanza italiana – a caccia co- binato disposto che ha convinto ad aziende della filiera agricola zio millennio) grandi in media
me sempre di asset sottovalutati private equity, venture capital e 80 milioni per Idea Agro che operano in modo sostenibi- 8,4 ettari. Il doppio del 2000, ma
– riparte dalle radici (nel vero grandi famiglie a scommettere il primo equity dedicato le. Il veicolo messo a punto dalla una versione bonsai rispetto agli
senso della parola) dell’econo- sulla terra un po’ del loro portafo- Dea Capital della famiglia De appezzamenti gestiti dai coltiva-
mia: l’agricoltura. La ratio di que- glio con un obiettivo chiaro: fare ad aziende sostenibili Agostini (quella degli Atlanti) ha tori francesi (65 ettari di media) e
sto ritorno all’antico, consideran-
do il potenziale rapporto co-
soldi guidando il consolidamen-
to di un settore che deve ancora
della filiera agricola raccolto da diversi investitori isti-
tuzionali 80 milioni che saranno
poco più che piccoli orti in con-
fronto ai latifondi americani (180
ha.) e ai 3mila ettari curati in me-
dia dai farmer australiani.
La finanza di casa nostra ha
già messo le mani con un ambi-
zioso piano di sviluppo sulle Bo-
nifiche Ferraresi. Nel capitale
del gruppo (che gestisce 6.500 et-
tari) ci sono la Fondazione Cari-
plo, Carlo De Benedetti, i Gavio,
la famiglia Dompè e il gruppo
Cremonini. E a loro si è appena
affiancato lo stato con Cdp Equi-
ty. Gli obiettivi di questo salotto
buono in versione agreste sono
ambiziosi: è stata coperta tutta
la filiera dal campo allo scaffale
con il marchio “Le stagioni d’Ita-
lia”, la lavorazione è stata digita-
lizzata. E con il recente aumento
di capitale da 150 milioni l’obiet-
tivo è arrivare a 10mila ettari di
terra. «Il controllo della produ-
zione, specie in un contesto geo-
politico come quello attuale, e
un progetto verticale sono attrat-
tive fondamentali anche per gli

Belgi e francesi hanno


puntato su Montalcino
I Benetton stanno
trattando per entrare
nel capitale della Zonin

investitori finanziari», dice Fede-


rico Vecchioni, amministratore
delegato di Bonifiche Ferraresi.
Altri big stanno studiando vie
più “operative” e meno finanzia-
rie per accompagnare lo svilup-
po dell’agricoltura nazionale. Ba-
rilla e Ferrero, ad esempio, han-
no puntato sui contratti di filiera
per legarsi a filo doppio con i pro-
duttori nazionali di nocciole e
grano duro. Loro garantiscono a
chi lavora in campo prezzi fissi
(spesso superiore a quelli di mer-
cato), assicurazioni e il supporto
tecnologico per migliorare le re-
se (Barilla la fa con Horta, una
start up nata all’Università Catto-
lica del Sacro cuore). In cambio
chiedono standard di qualità mi-
nimi per il prodotto, un modo
per far crescere in qualità l’agri-
coltura nazionale.
Un capitolo a parte merita il vi-
no, un mondo dove a muoversi,
per ora, è stata soprattutto la fi-
nanza straniera: Atlas (Belgio) ed
Epi (Francia) hanno investito nel-
la zona di Montalcino. Una fami-
glia di Hong Kong ha messo soldi
in Terra Moretti che ha appena
acquisito Sella & Mosca. La 21 in-
vestimenti dei Benetton sta trat-
tando invece per entrare nel ca-
pitale della Zonin.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
IL GRAFICO La Borsa

Stm maglia rosa, giù i titoli bancari ma non Ifis 23


Quanto Pil bruciano i dazi Seduta fiacca per Piazza Affari, con il Ftse Mib sotto 22 mila punti a -0,03%. Vendite sui bancari: Unicredit perde
l’1,5%, Ubi l’1,16% Banco Bpm l’1,03% e Bper lo 0,79%. Ei Tower chiude in parità a 56,8 euro, appena sotto il Giovedì
prezzo d’Opa, mentre Mediaset perde lo 0,64%. Salgono invece Rai Way (+1,2%) e Inwit (+2,49%). Tra i migliori 19 luglio
Stm (+3,18%) e fuori dal paniere principale Banca Ifis (+2,45%). Debutto boom all’Aim per Intred (+19%). 2018
Il Fondo monetario internazionale riformula il conto sull’impatto potenziale
dei dazi sull’economia mondiale. In vista del G20 finanziario argentino del fine settimana, Var% 2017- 2017- Capit. Var% 2017- 2017- Capit.
i tecnici di Christine Lagarde hanno stimato il calo del Pil in diversi scenari. Chiu.
Ieri €
Var.%
Ieri
Inizio
Anno
2018
Min €
2018
Max €
in mln
di €
Chiu.
Ieri €
Var.%
Ieri
Inizio
Anno
2018
Min €
2018
Max €
in mln
di €
Se tutte le tariffe minacciate trovassero applicazione, il prossimo anno l’economia
perderebbe 0,1 punti percentuali. Se a ciò si aggiungesse uno choc di fiducia, il calo
A IGD
Ima
7,260
75,700
1,16
0,13
-18,90 6,458 10,489
12,31 57,539 84,695 2968
798
E
arriverebbe a mezzo punto: si brucerebbero cioè 430 miliardi di dollari di Pil.
A.S. Roma 0,548 7,03 -5,09 0,399 0,849 333
A2A 1,572 0,13 3,29 1,228 1,687 4917 Immsi 0,480 4,46 -34,69 0,352 0,819 162

 :  %    


Acea
Acotel Group
13,050
3,910
-0,15
-0,26
-15,59
-11,10
11,300
2,644
17,006 2801
7,266 16
Indel B
Intek Group
34,500
0,371
4,55
1,09
3,92 25,339 37,127
35,42 0,199 0,398
192
145 C
Acsm-Agam 2,450 - 6,71 1,514 2,493 188 Intek Group rnc 0,441 -1,56 -1,76 0,320 0,520 22

tariffe in vigore tariffe aggiuntive tariffe sulle auto crollo di fiducia


Aedes
Aeffe
0,307
2,740
-0,81
-1,08
-34,30
23,65
0,307
1,100
0,527
3,398
98
296
Interpump
Intesa SPaolo
27,300
2,463
0,89
-0,67
2,44 15,511 30,831 2955
-10,55 2,084 3,189 40720 O
0,3 Aeroporto di Bologna 15,220 -2,19 -4,87 9,861 19,396 553 Intesa SPaolo r 2,579 -0,19 -2,90 2,001 3,317 2397
Alba
Alerion
-
2,980
-
-2,93
-
-1,32
3,000
2,537
3,083
3,489
-
155
Inwit
Irce
7,195
2,440
2,49
0,41
17,18
-6,80
4,264
1,784
7,151 4290
3,121 69 N
Ambienthesis 0,379 0,80 -4,07 0,349 0,448 35 Iren 2,304 0,44 -7,91 1,494 2,708 2994

0 Amplifon
Anima Holding
17,460
4,550
0,92
-0,74
35,14
-19,90
8,625
4,484
17,944 3949
6,766 1738
Isagro
Isagro Azioni Sviluppo
1,570
1,250
-1,01
-0,40
-7,70
10,82
1,117
0,955
2,272
1,538
39
18
O
Ansaldo Sts 12,440 0,16 3,58 10,798 12,805 2485 IT WAY 1,035 - -18,31 1,004 1,952 8
Aquafil
Ascopiave
12,350
2,890
0,41
0,70
-1,12
-18,55
9,538
2,708
13,145
3,826
526
680
Italcementi
Italgas
-
4,878
-
-0,12
-
-2,44
-
3,507
-
5,346 3923
-
M
Astaldi 1,948 5,70 -14,49 1,849 6,611 189 Italiaonline 2,780 -0,71 -10,67 1,807 3,437 318
-0,3 ASTM 21,850 - -8,46 10,026 25,252 2162 Italiaonline rnc 360,000 0,56 20,00 292,000 360,000 2
I
Atlantia 25,570 -0,12 -2,29 21,051 28,427 21094 Italmobil 20,850 2,46 -13,59 19,962 26,323 1001
Aut Merid 27,900 1,09 -1,48 17,854 34,165 121 IVS Group 11,940 1,02 -9,48 8,478 14,021 462
Autogrill 9,605 -0,57 -15,89 8,130 11,642 2444 J A
-0,6
Avio 14,160 -0,70 4,97 10,010 15,912 376
Azimut 13,405 1,94 -16,06 13,090 19,408 1902 Juventus FC 0,870 4,63 15,00 0,302 0,969 860

B K
B Carige 0,009 1,16 7,41 0,007 0,036 481 K.R.Energy 3,130 -3,71 -30,43 3,075 5,627 136

-0,9
B Carige r 84,000 1,20 6,73 49,599 93,167 2 L
B Desio-Br 2,170 -0,91 -3,21 1,980 2,614 256
La Doria 10,580 0,38 -34,37 8,398 17,650 330
B Desio-Br r 2,110 - -0,38 1,863 2,372 27
Landi Renzo 1,394 -0,43 -10,98 0,346 1,865 158
B Finnat 0,379 -0,52 -5,34 0,345 0,478 138
2018 2019 2020 2021 2022 B Santander 4,640 0,87 -15,17 4,534 6,143 -
Lazio 1,656 -0,24 44,00 0,579 1,955 112
Leonardo 9,326 0,19 -7,48 8,302 15,995 5397
B Sardegna r 6,600 1,54 -2,22 5,923 8,710 44
Luve 9,900 -0,40 -8,33 9,297 13,831 222
FONTE: STIME DEL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE B&C Speakers 12,100 0,17 10,60 7,478 13,583 133
Luxottica 55,900 -0,68 10,15 45,508 56,554 27206
B.F. 2,350 0,86 -4,94 2,355 2,785 246
Lventure Group 0,620 -0,96 -8,15 0,552 0,784 19
Banca Farmafactoring 5,260 -0,38 -18,00 4,074 6,615 895
Banca Generali 22,160 1,74 -18,80 20,250 30,717 2567 M
Banca Ifis 27,560 2,45 -29,85 21,982 49,057 1470
Integrativo Fondi Ue M&C 0,170 -0,58 42,26 0,111 0,183 80
Banca Mediolanum 5,920 1,02 -16,44 5,723 8,002 4364
M. Zanetti Beverage 6,980 - -8,28 6,581 9,003 239
Banca Sistema 2,050 -0,97 -9,21 1,887 2,832 165
Maire Tecnimont 4,232 - -1,03 2,502 5,369 1294

Ferrero premia La Bei finanzia Banco BPM


Basicnet
Bastogi
2,655
3,855
0,942
-1,03
0,39
-3,88
0,40
3,46
-19,83
2,126
3,193
0,936
3,515
4,002
1,586
4010
235
118
MARR
Mediacontech
23,520
0,588
-0,42
-1,67
9,40
-3,84
17,305
0,556
25,351
0,990
1570
11

i dipendenti Open Fiber BB Biotech


Bca Intermobiliare
58,500
0,383
0,52
0,52
4,56
-25,99
48,744
0,313
63,065
1,532
-
60
Mediaset
Mediobanca
2,807
8,100
-0,64
-0,61
-12,77
-14,01
2,594
7,373
4,293
10,426
3333
7170

2.220
Mid Industry Cap - - - - - -

con 9.200 euro con 350 milioni


Bca Profilo 0,198 -0,60 -16,77 0,172 0,286 133
Mittel 1,785 2,00 7,39 1,235 1,892 156
BE 0,960 1,37 -9,00 0,674 1,218 128
MolMed 0,475 0,21 -0,75 0,407 0,587 221
Beghelli 0,354 0,57 -14,08 0,338 0,521 70
Moncler 39,000 -0,15 51,16 16,342 42,202 9955
Beni Stabili 0,769 0,52 0,65 0,518 0,790 1746
Mondadori 1,558 2,37 -29,25 1,179 2,495 401
Bialetti Industrie 0,379 -0,52 -28,36 0,369 0,741 41
TORINO La prima tranche MILANO Biancamano 0,289 -0,34 -10,28 0,134 0,463 10
Mondo Tv 4,215 6,57 -33,73 3,441 7,201 142
Monrif 0,210 1,45 10,12 0,182 0,295 32
Biesse 35,160 3,72 -14,41 18,972 52,753 951
del premio Bioera 0,183 -0,54 -0,92 0,166 0,323 8
Monte Paschi 2,418 -0,53 -37,84 2,388 16,051 2754
Un premio di risultato di 9.200 Ferrero sarà La Banca Europea degli Borgos Risp 1,620 -0,61 406,25 0,320 1,600 1
Moviemax - - - - - -
Mutuionline 13,620 -2,58 1,26 8,493 16,661 544
euro spalmati in quattro anni, di 2.220 euro Investimenti (Bei) ha approvato Borgosesia 0,515 -8,04 -13,59 0,230 0,844 20
BPER Banca 4,672 -0,79 12,31 3,880 5,741 2248 N
circa 2.200 euro all’anno. È il finanziamento di 350 milioni Brembo 12,220 -0,24 -1,69 11,083 15,097 4068
NB Aurora 9,000 -2,17 -10,00 9,129 10,060 140
quanto prevede l’accordo siglato di euro a Open Fiber. Era Brioschi 0,065 2,22 -20,93 0,050 0,093 50

3,5
Netweek 0,338 -1,46 37,06 0,200 1,241 37
Brunello Cucinelli 36,400 2,39 34,17 19,520 38,405 2461
da Ferrero e i sindacati. Ora i mld
l’ultima delle condizioni Buzzi Unic r 11,560 1,23 -11,01 10,901 14,329 471
Nice
Nova RE SIIQ
3,350
4,099
0,60 -4,56
1,71 -36,26
2,358
3,879
3,883
60,764
387
44
dipendenti della multinazionale previste dall’accordo siglato lo Buzzi Unicem 20,640 0,73 -9,59 19,003 24,586 3411
O
della Nutella saranno chiamati ad scorso aprile con le banche C
Olidata 0,154 - - 0,155 0,155 5
approvare il testo con un Open Fiber capofila (Bnp Paribas, Société Cad It
Cairo Communicat
5,360
3,165
0,75
-0,94
25,35
-14,13
3,556
3,012
5,864
4,758
48
427
Openjobmetis 10,340 1,37 -19,91 5,670 13,977 140

referendum. Oltre agli aspetti investirà in sette Générale e UniCredit) per Caleffi 1,460 - 0,69 1,226 1,534 23
OVS 2,782 4,19 -49,92 2,662 6,810 619

economici l’accordo integrativo anni 3,5 miliardi l’avvio del finanziamento da 3,5 Caltagirone
Caltagirone Ed.
2,640
1,280
0,38
-0,39
-12,00
-1,54
2,019
0,724
3,473
1,472
317
158
P
prevede diversi interventi sul nella fibra ottica miliardi che insieme alle risorse Campari 7,450 0,68 17,23 4,626 7,445 8648
Panariagroup
Parmalat
3,030
2,910
0,17
0,69
-48,38
-5,83
2,593
2,855
6,947 136
3,225 5382
welfare: dall’aumento dei giorni a messe a disposizione dagli Carel Industries
Carraro
8,560
3,120
-1,72
2,63
3,76
-17,29
8,089
1,277
8,891
4,905
863
236
Piaggio 2,310 3,68 3,31 1,460 2,829 824

disposizione dei padri in azionisti, coprirà integralmente Pierrel 0,165 1,23 -16,75 0,163 0,272 8

20,6
Cattolica As 7,585 0,53 -16,00 5,534 10,601 1317
Pininfarina 2,755 -1,96 39,28 1,263 3,455 150
occasione della nascita dei figli, a % la costruzione della una nuova Cembre
Cementir Hold
24,750
6,850
1,85
0,74
11,89
-8,30
13,876
3,883
27,115 418
8,037 1087
Piquadro 1,965 0,26 6,22 1,121 2,053 98

maggiori permessi per chi debba infrastruttura in fibra ottica Centrale del Latte d’Italia 2,920 1,04 -16,04 2,777 4,150 40
Pirelli & C
PLC
7,046
0,085
-0,48
0,24
-4,01
-42,57
6,353
0,079
7,934 7096
0,201 51
occuparsi di genitori gravemente fino alle case degli italiani Ceram. Ricchetti
Cerved Group
0,214
9,170
-2,28
-0,65
-21,93
-14,38
0,170
7,598
0,391 17
11,664 1789
Poligraf S F 6,240 1,63 -8,84 5,487 7,943 7

malati. Sul piano salariale i A Malacalza (Ftth). Dopo una lunga analisi CHL 0,011 -2,73 -47,29 0,011 0,045 3
Poligrafici Editoriale 0,227 6,07 17,98 0,154 0,344 30
Pop Sondrio 3,600 0,39 16,50 2,998 4,005 1625
sindacati, unitariamente, fa capo il 20,6% sul progetto e sul modello di CIA 0,170 2,10 -17,23 0,157 0,219 16
Poste Italiane 7,762 - 23,30 5,846 8,239 10145
Cir 1,050 2,34 -9,17 1,021 1,517 832
sottolineano che «l’incremento in di Banca business di Open Fiber, la Bei Class Editori 0,280 2,56 -26,20 0,273 0,445 38
Prima Industrie 36,750 -0,94 8,70 15,845 45,430 388
Prysmian 21,800 - -19,26 20,332 29,971 5139
busta paga è del 14 per cento Carige ha infatti deciso di finanziare CNH Industrial 8,896 1,48 -20,64 8,163 12,338 12178
Cofide 0,429 -0,12 -24,36 0,379 0,706 311 R
rispetto a quanto previsto per i prossimi 7 anni la società Coima Res 8,060 - -10,09 6,491 9,063 290
R DeMedici 0,990 -1,98 74,76 0,307 1,045 377
dell’integrativo precedente». controllata al 50% da Enel e al Conafi 0,308 12,00 43,17 0,186 0,372 12

L’azienda ha confermato il suo


«impegno a continuare ad
40 mila 50% dalla Cdp, per costruire
una rete alterativa a quella
Cr Valtellinese
Credem
CSP
0,092
6,340
0,980
-0,75
0,48
0,41
-48,24
-10,13
-5,31
0,088
5,682
0,931
0,732 645
7,849 2099
1,379 33
Rai Way
Ratti
RCS Mediagroup
Recordati
4,970
2,800
1,114
29,900
1,12 -1,68
-0,36 13,09
1,46 -8,24
-0,50 -19,84
3,559
1,836
0,797
26,462
5,437
3,040
1,460
40,493
1324
76
572
6275

investire negli stabilimenti dell’ex monopolista Telecom D Reply 59,450 3,03 27,77 29,219 59,108 2210

italiani». La cinese Foton Italia. D’Amico 0,180 -0,66 -30,28 0,177 0,342 116
Retelit
Risanamento
1,621
0,028
-0,43 -1,76
0,36 -17,70
1,040
0,022
2,027
0,046
269
51
ha 40 mila Damiani
Danieli
0,934
22,000
-1,48
0,23
-11,80
11,17
0,917
18,870
1,240
23,860
77
901
Rosss 0,924 -0,43 -19,58 0,573 1,554 10

dipendenti in Danieli rnc 15,440 1,18 11,24 13,074 16,918 624 S


Credito tutto il mondo Alleanze
Datalogic
De’Longhi
31,800
24,060
1,60
-2,98
4,74
-5,65
18,409
22,471
34,150
29,664
1853
3564
Sabaf 16,160 0,37 -18,96 10,216 23,304 186
Saes Gett rnc 16,220 1,25 5,74 9,419 18,077 119
Dea Capital 1,284 1,10 -2,39 1,045 1,557 393
Saes Getters 21,500 1,18 -13,03 11,386 27,315 309

Carige, da Malacalza Piaggio con Foton Delclima


Diasorin
Digital Bros
-
95,950
9,780
-
-0,57
0,41
-
28,79
-10,11
-
54,795
8,679
-
98,003
15,329
-
5372
139
Safilo Group
Saipem
4,220
4,051
-3,54
1,07
-11,86
5,99
3,912
2,959
8,150 265
5,648 4088
Saipem ris 40,000 - - 40,000 60,000 -
azione legale operativo l’accordo Dobank

E
10,810 0,09 -18,35 9,154 14,340 863
Salini Impregilo
Salini Impregilo r
2,230
6,000
0,36
1,69
-31,55
-14,22
2,127
5,797
3,724 1102
7,865 10

contro Fiorentino per i veicoli leggeri Edison r


EEMS
0,968
0,074
0,21
-
0,89
-13,79
0,720
0,073
1,031
0,142
106
3
Saras
Servizi Italia
Sesa
1,885
4,700
29,400
0,48
-0,84
1,03
-4,22
-30,16
1,414
3,569
2,342 1798
6,823
13,08 17,549 30,538
149
459
EI Towers 56,800 - 7,07 43,654 56,979 1606
SIAS 13,080 -1,36 -16,48 7,380 18,381 3020
El.En. 29,280 0,90 14,33 20,932 34,355 565
GENOVA MILANO Elica 2,185 0,23 -10,45 1,469 2,910 137
Sintesi
Snaitech
0,081
2,190
-4,24
-
-28,05
65,28
0,014
1,137
0,275
2,205
4
413
Emak 1,216 0,16 -16,43 0,900 2,037 200
Snam 3,658 0,49 -9,23 3,458 4,486 12653
Enav 4,494 1,77 0,04 3,162 4,656 2414
Così in là non si era ancora Piaggio si accorda con i cinesi, Enel 4,905 0,51 -3,92 3,863 5,571 49848
Sogefi
Sol
2,820
11,200
7,31
0,90
-28,21
6,87
2,030 5,261 332
7,799 12,142 1010
arrivati, nonostante le tensioni ma produrrà in Italia. Si è chiuso Enervit
Eni
3,110
16,136
1,63
-0,01
-10,79
16,67
2,553
12,988
3,750 55
16,768 58572
Sole 24 Ore 0,626 -0,32 -27,71 0,624 2,891 35

interne a Carige fossero già l’ultimo passaggio e diventa ePRICE 1,428 -0,14 -44,22 1,270 4,406 59
Space4
Stefanel
9,800
0,152
-
0,53
-0,81
-14,53
9,609 10,000
0,123 0,256
490
12
esplose da settimane. Ora però, operativo l’accordo fra il Erg
Esprinet
19,520
3,865
-0,51
-0,26
39,30
-8,19
9,258
3,526
19,817 2941
8,098 203 Stefanel risp 145,000 - - 145,000 145,000 -

ultimo atto di una vicenda che gruppo, guidato da Roberto Eukedos 0,950 -2,66 -7,23 0,868 1,147 22
STMicroel 20,290 3,18 10,09 10,179 22,639 -

non sembra più conoscere limiti, Colaninno, e quello cinese Foton Eurotech
Exor
2,565
58,360
-0,19
0,21
90,14
13,87
1,231
40,892
3,057 92
65,425 14065
T
cominciano a profilarsi scenari Motor Group per lo sviluppo e la Exprivia 1,192 -2,93 -20,48 0,684 2,066 63
Tamburi
TAS
6,070
1,760
1,85
-0,56
9,17
-16,11
3,567
0,768
6,368
3,037
993
147
penali sul futuro della banca. Ieri realizzazione di una nuova F Technogym 10,370 -0,77 30,28 4,451 10,820 2074

l’azionista di riferimento, Vittorio gamma di veicoli commerciali Falck Renewables 2,105 0,48 -10,43 0,931 2,412 612 Tecnoinvestimenti
Telecom it
5,550
0,605
0,18
-0,56
-7,81
-16,61
4,488
0,603
7,251
0,909
256
9172
Malacalza, ha annunciato di aver leggeri a quattro ruote.
FCA-Fiat Chrysler Aut. 16,580 -0,32 9,37 8,653 19,896 25920
Ferragamo 20,090 -0,10 -8,56 19,517 29,584 3394 Telecom it r 0,526 -1,24 -12,27 0,526 0,761 3178

dato mandato all’avvocato «Tutte le operazioni - viene Ferrari 122,900 0,49 40,78 55,078 128,128 23829 Tenaris
TERNA
15,845
4,764
-0,09
-0,13
19,58
-0,83
11,060
4,064
17,271
5,311
-
9573
Alessandro Vaccaro «di prendere spiegato in una nota - saranno
Fidia 6,340 0,96 -13,57 5,268 10,163 32
Fiera Milano 4,665 -0,74 144,11 1,375 4,675 336 TerniEnergia 0,456 30,47 -25,55 0,352 1,107 19

in esame documenti, condotte e concentrate negli stabilimenti Fila 18,360 0,99 -7,60 13,155 20,983 633 Tesmec
Tiscali
0,508
0,020
-0,39
0,49
-0,20
-42,21
0,471
0,020
0,561
0,052
54
64
fatti posti in essere da soggetti di Pontedera del Gruppo Piaggio
Fincantieri 1,194 1,10 -7,44 0,470 1,520 2008
FinecoBank 10,280 0,19 21,73 5,348 10,336 6231 Tod’s 54,700 0,74 -8,68 52,614 73,354 1809

apicali nel corso della travagliata e i relativi prodotti saranno FNM 0,618 -2,68 -8,10 0,472 0,814 271 Toscana Aeroporti
Trevi Fin.Ind.
14,650
0,343
-0,34
-0,72
-9,46
-2,47
13,814
0,261
16,764
1,111
271
57
gestione aziendale della banca al lanciati sul mercato a partire dal
Fullsix 0,990 -1,00 -21,05 0,985 2,923 11
Triboo 1,965 -2,24 -8,18 1,980 2,194 57
G
fine di valutare se, in relazione 2020». Fra gli obiettivi TXT 10,180 0,20 13,39 6,933 12,985 132
Gabetti 0,302 -0,66 -25,41 0,288 0,583 17
agli stessi, siano ravvisabili profili dell’accordo c’è il rafforzamento Gamenet 7,500 1,90 -4,94 7,046 9,598 225
U
di rilevanza penale, riservandosi, dei rapporti commerciali e Gas Plus 2,330 - -10,73 2,180 3,283 106 UBI Banca
UniCredit
3,423
14,170
-1,16 -6,22
-1,50 -9,80
2,485
12,223
4,567 3910
18,222 31525
Gedi Gruppo Editoriale 0,341 -1,16 -51,91 0,319 0,877 174
nel caso, di assumere le più industriali tra Italia e Cina. Gefran 7,450 0,68 -23,67 2,865 13,643 106 Unieuro 11,510 -3,28 -19,40 11,027 18,695 233

opportune iniziative a tutela L’auspicio dell’amministratore Generali 14,670 0,07 -2,33 13,467 16,995 22917 Unipol
UnipolSai
3,456
1,942
-0,26 -14,41
-0,64 -0,56
3,282
1,848
4,512 2469
2,251 5505
della sua persona». Destinatario, delegato di Foton Motor Group,
Geox 2,340 0,34 -18,75 1,905 3,842 608
Gequity 0,040 2,04 -18,20 0,029 0,130 4 V
l’ad Paolo Fiorentino che sulla Gong Yueqiongè, è Giglio Group 3,950 0,51 -39,60 3,929 6,630 64
Valsoia 16,500 3,13 1,23 14,236 18,217 170
vicenda si dice sereno: che «si possano sviluppare
Gima TT 14,290 -1,11 -13,13 13,643 19,121 1266
Vianini 1,290 - 4,45 1,072 1,401 38
Gr. Waste Italia 0,077 - -44,86 0,040 0,172 5
«Esaminino con la massima ulteriori rapporti di Grandi Viaggi 1,810 0,44 -7,18 0,950 2,332 86 Vittoria Ass 13,940 -0,14 15,97 10,084 13,976 940

attenzione tutte le carte, sono e collaborazione, con particolare H Z


siamo tranquillissimi». riguardo ai mercati del Hera 2,806 0,21 -4,49 2,161 3,112 4177 Zignago Vetro 8,090 0,37 -1,70 5,489 8,582 709
Zucchi 0,022 0,92 -14,06 0,020 0,036 8
- (massimo minella) continente africano». I Zucchi rnc 0,208 - 4,16 0,190 0,304 1

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
24 Direzione Generale
Corso di Porta Vittoria 4 – 20122 Milano
ESTRATTO DI AVVISI
Giovedì AVVISO DI GARA DI QUALIFICAZIONE
19 luglio Avviso di Qualificazione 024/2018: Scopo
2018 ANAS S.p.A. avvisa che sulla G.U.R.I. n. 83 del 18/07/2018 è stato pubblicato il del presente Sistema di Qualificazione è quel-
bando di gara per l’attivazione della Procedura Aperta MI 12/18, per l’affidamento lo di costituire un elenco di imprese qualifica-
te, da invitare a procedure ristrette o negozia-
dei “Lavori di demolizione e di ricostruzione del cavalcavia di Civate lungo la via te ai sensi dell’art.134 D.Lgs. 50/2016, per il
comunale Isella, in sovrappasso alla SS 36 ”Del Lago di Como e dello Spluga” al servizio di disidratazione di fanghi biologici
km 44+400”. CIG: 7568943959. Importo complessivo dell’appalto è pari ad € (CER 190805) presso impianti di depurazione
P 2.403.839,98 di cui € 2.320.504,65 per lavori da eseguire ed € 83.335,33 per acque reflue urbane e trasporto a impianti di
smaltimento. Durata del sistema di qualifi-
oneri relativi alla sicurezza non assoggettati a ribasso. Il bando di gara e tutta cazione: dal 16/07/2018 fino al 16/07/2024.
U la documentazione sarà reperibile sul Portale Acquisti ANAS (https://acquisti.
stradeanas.it). Termine per la ricezione delle offerte: 29/08/2018 alle ore 12:00.
Avviso di Qualificazione 033/2018: Scopo
del presente Sistema di Qualificazione è
quello di costituire un elenco di imprese qua-
B IL DIRETTORE APPALTI E ACQUISTI lificate, da invitare a procedure ristrette o ne-
goziate ai sensi dell’art.134 D.Lgs. 50/2016,
Adriana Palmigiano
B ---------- per i lavori di ripristino definitivo del manto
bitumato. Durata del sistema di qualificazione:
ESITO DI GARA dal 16/07/2018 fino al 16/07/2027. I requisiti
L Anas S.p.A. comunica l’esito della gara a procedura aperta “CB 34/17”. Lavori per
minimi richiesti ed i criteri di qualificazione
sono riportati nelle “Norme di qualificazione”
il consolidamento e risanamento dei viadotti compresi tra il km 3+000 ed il km di ciascun Sistema di Qualificazione. Gli av-
I 37+958 – I Stralcio – II Lotto. Consolidamento alle strutture portanti ed opere
visi integrali sono stati pubblicati sulla G.U.
dell’Unione europea il 14 luglio 2018. Copia
accessorie del viadotto “Gamberale” sulla SS 650. Codice CIG 7315033C2F. Importo: degli Avvisi di Qualificazione sono consul-
C € 3.508.015,67. Aggiudicatario: A.T.I. PELUSO COSTRUZIONI SRL - PEL.CAR. SRL -
DELTA COSTRUZIONI SRL, con il ribasso unico offerto del 31,30%. L’esito di gara è
tabili sul sito Internet https://www.a2a.eu/it/
fornitori#qualificazione e ulteriori informazioni
potranno essere richieste ad DGE/SCH/VBE/
I pubblicato anche sulla G.U.R.I. n. 83 del 18/07/2018.
VRQ sistemi.qualificazione@pec.a2a.eu..
A2A S.p.A.
IL RESPONSABILE UNITA’ APPALTI DI LAVORI
T Mauro Frattini

À www.stradeanas.it

L
E
G
A
L
E

COMUNE DI TORRI DEL BENACO


PROVINCIA DI VERONA
ESTRATTO BANDO DI GARA MEDIANTE ASTA PUBBLICA PER L’ALIENAZIONE DELL’IMMOBILE
COMUNALE DENOMINATO “TORRE RE BERENGARIO” SITO IN VIA VICOLO VOLTA.

AVVISO La Società per Azioni “Esercizi Aeroportuali -


S.E.A.”, 20090 Aeroporto Milano Linate, ai sensi
IL RESPONSABILE DELL’AREA EDILIZIA PUBBLICA dell’art. 129, D. Lgs. 50/2016, rende noto che

Radiotelevisione Italiana Spa


UNIVERSITÀ DI PISA RENDE NOTO l’appalto avente ad oggetto la realizzazione dei lavori
di manutenzione straordinaria su infrastrutture di
Viale Mazzini,14 -00195 Roma Questa Università ha indetto una procedu- Che in esecuzione della determinazione n° 387 del 11.07.2018, è indetta Asta Pubblica volo e viabilità nel sedime degli aeroporti di Milano
ra aperta telematica per l’affidamento dei mediante procedura aperta ai sensi dell’art. 73 lett.c), del R.D. n° 827 del 23.05.1924 alle Linate e Milano Malpensa (C.I.G. n. 72684209EC).
lavori di “Risanamento, riqualificazione e condizioni e con le modalità del bando di gara che per estratto si riportano: Importo complessivo di aggiudicazione:
ESTRATTO DI BANDO DI GARA € 12.187.560,00
adeguamento della porzione degradata Importo a base d’asta: € 603.500,00.
Oggetto: Procedura aperta sopra soglia Data di conclusione del contratto d’appalto:
del Palazzo Granduca, via Volta, angolo Inquadramento: L’immobile denominato “Torre Re Berengario” è collocato in Comune di 01.06.2018.
comunitaria per l’affidamento, tramite
stipula di un Accordo Quadro, del ser- via Roma – Pisa”, importo dei lavori a base Torri del Benaco in via Vicolo Volta e risulta censito al catasto fabbricati al Fg n. 9 allegato F L’esito integrale, cui si rimanda, è stato inoltrato
vizio di gestione documentale Numero di gara € 1.181.868,17, di cui € 27.208,24 mappale n. 477 sub. 2 cat. A/3 - classe 04 - consistenza 5.5 vani - sup. catastale mq 164 alla G.U.U.E. il 02.07.2018 ed è in pubblicazione
di riferimento: 7113348 Criterio di aggiu- - rendita € 482,89; sulla G.U.R.I..
per oneri della sicurezza non soggetti a Il Direttore Purchasing
dicazione: offerta economicamente più Criterio di aggiudicazione: la gara verrà aggiudicata ai sensi dell’art. 73 lett.c), del R.D.
ribasso oltre IVA, CIG 7555750226. Dott. Andrea Ghiselli
vantaggiosa. Importo totale dell’appalto: n° 827 del 23.05.1924, mediante asta pubblica con il metodo delle offerte segrete ( offerta
Criterio di aggiudicazione, requisiti e mo- in busta chiusa) in aumento o alla pari rispetto al prezzo posto a base d’asta, senza alcuna
Euro 7.188.502,80 IVA esclusa; Euro dalità per la presentazione delle offerte, da PROVINCIA DI SASSARI
100,00 per oneri di sicurezza. Condizioni prefissione di limiti di aumento e con esclusione delle offerte in diminuzione. SETTORE 3° “APPALTI - CONTRATTI ”
di partecipazione: specificate nel bando.
trasmettere tramite il Sistema Telematico Termine di presentazione delle offerte: le offerte dovranno pervenire a mano o per posta a AVVISO RELATIVO AD APPALTI AGGIUDICATI

Le domande di partecipazione devono Acquisti Regionale della Toscana entro mezzo di raccomandata A/R, entro le ore 12.00 del giorno 06.09.2018 all’ufficio protocollo
Gara del 10 Ottobre 2017
Procedura aperta per l’appalto del Servizio di trasporto per gli
essere presentate entro il 4/9/2018 ore le ore 13:00 del 10 settembre 2018, sono del comune di Torri del Benaco - Viale F.lli Lavanda n° 3 - 37010 Torri del Benaco (vr). studenti disabili frequentanti gli istituti del secondo ciclo di
12:00. riportati nel bando integrale pubblicato La gara si terrà il giorno 10.09.2018 alle ore 9.30 in seduta pubblica. istruzione scolastica della Provincia di Sassari anno 2017/2018
suddiviso in n. 4 lotti. Lotto 1 Sassari>Sassari € 110.146,10
Il bando è stato trasmesso alla G.U.U.E. sulla GURI, sul sito Internet dell’Università Il bando integrale, con gli allegati per la partecipazione sono pubblicati e scaricabili direttamente Cig: 7199811FFA; Lotto 2 Altri>Sassari € 168.721,30
il 19/6/2018. di Pisa e su START. Informazioni: Dire- dal sito internet del Comune all’indirizzo: Cod. Cig: 719982183D; Lotto 3 – Bono € 10.920,42 Cig:
7199830FA8; Lotto 4 – Perfugas € 2.993,75 Cig: 71998353CC.
La documentazione di gara è disponibile zione Gare, Contratti e Logistica tel. 050- www.comune.torridelbenaco.vr.it e altresì disponibili presso l’Ufficio Edilizia Pubblica. Aggiudicatario lotti n. 1 e n. 2:Società Cooperativa Taxi Sassari
su www.portaleacquisti.rai.it. 2212278 Il responsabile del procedimento è il dott. Cristiano Pastorello tel. 045/6205834. Service con sede legale a Sassari con il ribasso dell’1%,
riferito congiuntamente al costo chilometrico di € 1,00 e al
Il Dirigente per l’Edilizia Torri del Benaco li 13.07.2018 IL RESPONSABILE AREA EDILIZIA PUBBLICA costo per studente di € 5,00, compresa l’eventuale IVA, per
La Direzione Acquisti Dott.ssa Elena Perini dott. Cristiano Pastorello il lotto n. 1 e con il ribasso dell’1%, riferito congiuntamente
al costo chilometrico di € 1,30 e al costo per studente di
€. 4,00, compresa l’eventuale IVA, per il lotto n. 2. I lotti n.
AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI PALERMO
COMUNE DI ROBBIO AVVISO DI GARA
3 e n. 4 sono andati deserti per mancanza di offerte. Data
pubblicazione Guri: 18.07.2018 n. 83 Trasmesso alla GUCE in
Piazza Libertà, n. 2 – 27038 Robbio (PV) data: 16.07.2018 Sassari, 16.07.2018
Tel. 0384/6751, Fax 0384/670415 È indetta procedura aperta, suddivisa in lotti, per Sistemi Analitici da utilizzare presso le UU.OO. IL DIRIGENTE Dott.ssa Giuseppina Lugliè
ESITO DI GARA
Direzione Generale
Direzione Centrale per gli Affari Amministrativi
Servizio Approvvigionamenti, servizi tecnici e generali
CC. di Patologia Clinica, Anatomia Patologica, U.O.C. Medicina Trasfusionale, U.O.S. Tossicologia
– CIG. 7372913049 – AVVISO DI GARA e Biochimica e Sistemi analitici POCT dell’ASP di Palermo. L’importo complessivo per i cinque
CUP H57I180000000 L’ISTAT indice una procedura aperta comunitaria, ai sen- anni di vigenza contrattuale è di € 7.300.000,00 oltre iva. e € 15.539,00 di oneri di sicurezza non SISTEMA AMBIENTE PROVINCIA DI NAPOLI
si dell’art. 3, comma 1, lett. sss), e dell’art. 60 del D.Lgs.
Si informa che la gara mediante procedu- n. 50/2016 e s.m.i., in otto lotti, da aggiudicarsi con il soggetti a ribasso. Importo eventuale proroga € 1.460.000,00 oltre iva. Gli atti di gara possono S.P.A. - Estratto di gara
ra aperta relativa all’affidamento dell’atti- criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, di essere scaricati dal sito internet: www.asppalermo.org. Il termine di presentazione delle offerte Fornitura di Bobine di Film Plastico CIG 755293819D.
vazione di partenariato pubblico privato cui all’art. 95, comma 2, del Decreto medesimo, per l’af- Procedura telematica aperta; aggiudicazione con il
fidamento dei servizi di copertura assicurativa sui propri è fissato per le ore 12,00 del 03.09.2018. Il bando è stato inviato alla G.U.E. il 04.07.2018. criterio del minor prezzo. Documenti prelevabili previa
ai sensi dell’art. 183 comma 15 del D.Lgs
50/2016 mediante contratto di rendimen-
beni e sulle proprie attività istituzionali, per il periodo di Per il Commissario Dr. Antonino Candela registrazione www.sapnapoli.it/albofornitori.it. Importo
tre anni. L’importo stimato complessivo triennale dei
to energetico o di prestazione energetica servizi è pari ad euro 867.000,00, imposte e oneri acces- IL DIrETTOrE DEL DIPArTIMEnTO € 847.253,92 oltre IVA. Scadenza: 30/07/18 h 12.
concernente la progettazione, riqualifi- sori inclusi, ed è così ripartito: rISOrSE ECOnOMICO – FInAnzIArIE PATrIMOnIALE PrOvvEDITOrATO E TECnICO Apertura: 31/07/18 h. 10. GUUE 29/06/18.
Lotto 1 - Responsabilità Civile Patrimoniale (RCP)
cazione, finanziamento, conduzione e - € 174.000,00 - C.I.G.: 75199180A6; - Lotto 2 - Re- Avv. Fabio Damiani Il R.U.P. Andrea Abbate
manutenzione ordinaria degli impianti sponsabilità Civile verso Terzi e Operatori (RCT/O) - €
di climatizzazione invernale del plesso 156.000,00 - C.I.G.: 75237234A1; - Lotto 3 - Incendio
- € 133.500,00 - C.I.G.: 7523970077; - Lotto 4 - Infor-
sportivo del Comune di Robbio, di cui tuni - € 234.000,00 - C.I.G.: 752397114A; - Lotto 5 -
al bando pubblicato alla GURI n° 31 del Elettronica - € 60.000,00 - C.I.G.: 7528051834; - Lotto
14.03.2018, è stata aggiudicata in data 6 - Fine Art - € 54.000,00 - C.I.G.: 7528052907; - Lotto
28.06.2018 alla ditta CARBOTERMO 7 - Kasko - € 30.000,00 - C.I.G.: 75280539DA; - Lotto
8 - Furto - € 25.500,00 - C.I.G.: 7528054AAD.
S.PA. con sede in Milano, via Gallarate Le offerte dovranno pervenire entro le ore 12:00 del gior-
126, per il prezzo di €. 125,00 per MWht. no 10/09/2018. Il bando di gara, con i relativi allegati, è
IL RESPONSABILE disponibile sul sito ISTAT www.istat.it, sezione “Ammi-
DEL SERVIZIO TECNICO nistrazione trasparente - Bandi di gara e contratti”.
IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO AST
Geom. Piero Saino (Dott. Ilario Sorrentino)

COMMISSARIO DI GOVERNO PROVINCIA DI SASSARI


CONTRO IL DISSESTO IDROGEOLOGICO SETTORE 3° “APPALTI - CONTRATTI ”
AVVISO RELATIVO AD APPALTI AGGIUDICATI
presso REGIONE TOSCANA – Giunta Regionale Gara del 2 Agosto 2017
Direzione Difesa del Suolo e Protezione Civile Procedura aperta per l’appalto del Servizio di trasporto per gli
Settore Assetto Idrogeologico studenti disabili frequentanti gli istituti del secondo ciclo di
Via di Novoli n. 26 – 50127 Firenze istruzione scolastica della Provincia di Sassari anno 2017/2018
Si rende noto che sulla Gazzetta Ufficiale suddiviso in n. 9 lotti. Lotto 1 – Sassari>Sassari – CIG 7096449EF5
€ 91.958,10; Lotto 2 – Altri>Sassari – CIG 7096450FC8
della Repubblica Italiana - V Serie € 151.958,10; Lotto 3 – Bono – CIG 7096452173 € 9.2033,75;
Speciale – Contratti pubblici n. 82 del Lotto 4 – Altri > Alghero – CIG 7096453246 € 21.768,60;
16/07/2018 è stato pubblicato un avviso Lotto 5 – Ozieri – CIG 7096454319 € 11.468,60; Lotto 6 –
Pozzomaggiore>Thiesi – CIG 70964553EC € 11.630,00; Lotto
di rettifica al bando di gara relativo ai 7 - Castelsardo– CIG 70964564BF € 45.268,60; Lotto 8 –
“Lavori di rafforzamento arginale del Perfugas – CIG 7096458665 € 2.3533,75 IVA; Lotto 9 – Porto
Fiume Serchio tra Nodica e Migliarino, Torres– CIG 711415526D €. 45.268,60. I Lotti nn. 1, 2, 3, 5, 6,
7, 8, 9 sono andati deserti per mancanza di offerte. Per il Lotto
Comune di Vecchiano - Intervento 68C n. 4 è pervenuta n. 1 offerta. Aggiudicatario lotto n. 4 Società
(PI068A/10-3)” CIG: 7367706753 - CUP: Cooperativa Sociale Olmedo Emergenza con sede legale a
Olmedo con il ribasso dell’4% riferito congiuntamente al costo
E74H15000560001. chilometrico di € 1,00 e al costo per studente di € 4,00, compresa
(Il Dirigente Responsabile del Contratto) l’eventuale IVA. Data pubblicazione Guri:18.07.2018 n. 83
Ing. Gennarino Costabile Trasmesso alla GUCE in data: 16.07.2018 Sassari, 16.07.2018
IL DIRIGENTE Dott.ssa Giuseppina Lugliè

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
25
Le lettere di Corrado Augias
Il Pd e la zattera della Medusa Giovedì
19 luglio
2018

Caro Augias,il segretario del Pd Maurizio Martina ha sto alla povertà educativa. Siamo all’opposto dell’attuale
immesso fra gli incarichi della segreteria “il contrasto presidente del Consiglio che alla scuola non ha dedicato C
alla povertà educativa”. Mi sembra una grande neppure una parola nel suo discorso inaugurale; il che L’AMACA
intuizione, sempre che si concretizzi in vere iniziative. mostra di quali lodevoli intenzioni e fermenti il Pd sareb- O
La povertà educativa è certamente una delle cause che be ancora capace se non fosse lacerato anch’esso da casi Michele Serra
hanno portato la maggioranza degli italiani a votare di cannibalismo, metaforico ovviamente. M
Salvini e Di Maio. Se le famiglie fossero dotate di Mila Spicola, laureata in architettura, ha insegnato in
sufficiente cultura e spirito critico non si sarebbero una scuola periferica di Palermo. Da quella e da altre M
fatte conquistare dalla retorica dei due leader esperienze ha ricavato un bel saggio, “La scuola s’è rot-
Corrado sovranisti, dalle menzogne sulla sicurezza di Salvini, ta” (Einaudi), dove con molta energia e ricca documenta- E
dalle proposte irrealistiche di Di Maio. Se la scuola, che zione denuncia la situazione delle scuole marginali al si-

P
Augias deve rimediare alle insufficienze delle famiglie, non solo stema. Rivolgendosi a don Milani in una delle quindici N
istruisse ma “educasse” i ragazzi, non ci troveremmo in lettere indirizzate a quel sacerdote scrive: «Caro don Lo-
questa situazione. Auguro a Mila Spicola, delegata da renzo, sono passati quanti anni dalla lettera che mi hai T
Martina, di organizzare la guerra alla povertà inviato? Quarantadue? Quarantatré? Il mondo è cambia-
Lettere
Via Cristoforo
educativa con fantasia e concretezza. to mille volte da allora. Eppure, io mi ritrovo a insegnare I
— Guariente Guarienti — guariente.guarienti@libero.it incredibilmente nella scuola dei tuoi poveri Gianni, sem-
Colombo, 90
00147 Roma
pre più distinti dai ricchi Pierini. Non a Barbiana, bensì

Q
uando penso al Pd mi viene in mente il in una periferia palermitana». Ha scritto anche: «Il valo-
drammatico dipinto di Théodore Géricault re di un popolo è direttamente proporzionale al valore
Mail “La zattera della Medusa” (1818). Vi si vede che attribuisce alla scuola e alla conoscenza. Mi rattrista
Per scrivere un gruppo di naufraghi laceri e disperati riconoscere che il valore del nostro popolo si sta frantu-
a Corrado Augias
che invocano inutilmente soccorso; si tro- mando proprio mentre le folle si riuniscono chiamate
c.augias@repubblica.it
va al Louvre ed è considerato un capo d’opera del roman- dal piffero della telecrazia imperante. Tutte le mattine
ticismo in pittura anche perché ispirato da un episodio siedo alla mia cattedra, faccio l’appello, inizio la mia le-
reale reso addirittura tragico dalla circostanza che su zione restituendo il sorriso della vita che mi regalano i ra- er determinare la qualità
quel fragile legno si verificarono, pare, casi di cannibali- gazzi e mi ripeto che quella forza la devo ritrovare inte- culturale e psichica del Paese
smo. In tale situazione, tanto più meritevole l’iniziativa ra». Che quella forza l’assista, ne avrà gran bisogno. in cui dovremo chi
del segretario Martina di istituire un ufficio per il contra- ©RIPRODUZIONE RISERVATA
invecchiare, chi crescere, chi
nascere, nessuna questione, a
La voce del cuore disegno della terra e del Non siamo complici ricordarsi che siamo nati da parte quella dei migranti, è
Mail e quella della pancia mare stilizzati era riportata di questa barbarie questa parte del mondo non più caratterizzante di quella
Per scrivere questa frase: “Il mare unisce per nostro merito, ma per delle armi in mano ai privati.
alla redazione Giancarlo Tarella Lorenzo Caffè una pura casualità.
i popoli che separa”.
rubrica.lettere
Domenica scorsa ero a In questi tempi bui, nei quali Sono un ragazzo di 19 anni e Prendiamocela con chi ha Spacca in due, con precisione
@repubblica.it
Camogli per una gita dei non so se essere più comprendo le difficoltà nella lasciato l’Italia sola, con chi chirurgica, la politica,
pensionati Fnp Cisl del arrabbiato o più triste, gestione dei flussi, i dubbi strumentalizza queste vite, restituendo un significato
con chi le rende schiave, con
Canavese e, nell’accedere al questa frase mi è parsa come sulle cooperative, i problemi
chi ci sta rendendo sempre molto preciso ai logori
traghetto per l’abbazia di un bel segno di speranza che di integrazione. Problemi
San Fruttuoso, ho notato che ci siano ancora italiani che che meritano risposte
più poveri, ma non concetti di destra e sinistra:
sul dorso delle magliette sentono le voci del cuore ed concrete, ma non riesco a
prendiamocela con altri nella lista di amici e nemici
poveri e sfruttati. Perché
bianche indossate dagli della testa e non quelle della tollerare chi prova piacere rendendo peggiore la vita stilata dalla lobby degli
addetti alle linee marittime “pancia”. nel vedere morire in mare i altrui, non si migliora la armigeri, la Lega è di gran
del Golfo del Paradiso (che E che, come dimostrano suoi simili. La soluzione non propria. È il momento di lunga il partito di
comprende Recco, Camogli, quelle magliette, abbiano può mai essere quella di essere umani, non buonisti.
San Fruttuoso e Portofino) anche il coraggio di lasciare morire in mare delle Se non facciamo nulla, siamo riferimento, la destra in
attorno ad un mondo con il testimoniarlo. persone. Bisognerebbe tutti un po’ complici. generale un interlocutore
utile, Pd e Leu sono
considerati del tutto ostili
insieme a quel coacervo
illeggibile e inaffidabile che
Invece Concita sono i Cinquestelle.
Ben al di là della disputa
Chiudere i porti o aprire le scuole legislativa sulla legittima
difesa e i suoi limiti, quello
che è in discussione è il
modello antropologico:
Grazie a Giuliana Vallinoto, Genova piti aggiuntivi. Ricordo l’insegnante di italiano che no-
nostante le mie lacune vide in me potenzialità di cui
l’uomo con il fucile è un
archetipo da non

«H
o letto la lettera di Nicola Vallinoto, non potevo rendermi conto. La fiducia degli insegnanti
pubblicata venerdì 13 luglio. Nicola è era per me un fortissimo stimolo allo studio. Oggi sono sottovalutare; l’uomo
mio fratello. Condivido appieno le sue insegnante della scuola pubblica. Anche adesso la scuo- disarmato, anche. C’è una
parole, ma vorrei aggiungere un tassel- la opera con studenti appartenenti a famiglie di migran-
lo alla storia che ha raccontato: il ruolo ti. A differenza di prima, il fenomeno migratorio che la
potenza ideologica in
che la scuola ha avuto nelle nostre vite. I nostri genitori scuola italiana attualmente vive è su scala mondiale e ri- entrambi, John Wayne
sono stati migranti, ricordava Nicola. Si sono trasferiti flette una situazione più complessa. Tuttavia leggo ne- vestito da cowboy che si fa
dalla piccola isola di Ventotene al continente, dal Sud gli occhi dei miei studenti di origine marocchina, ecua- giustizia da solo e Gregory
Concita al Nord, dalla campagna alla città, Genova. Ricordo i doriana, dominicana lo stesso disagio che ho vissuto io,
De Gregorio miei parlare il dialetto in casa, noi figli non lo parlava- la stessa rassegnazione pronta a trasformarsi in volon-
Peck nel “Buio oltre la siepe”
mo ma lo capivamo perfettamente. E ricordo il fortissi- tà di riscatto. La scuola può fare molto. che rende giustizia agli
mo legame che conservavano con l’isola e che si manife- Certo è la lingua l’ostacolo principale all’integrazio- indifesi, lo sparo monosillabo
stava nel desiderio di tornarci, nel rimanere in contatto ne di questi giovani studenti, anche perché nella lingua contro il logos dell’arringa, la
Mail con fratelli e sorelle, nella gioia di riabbracciare gli affet- che imparano a scuola trova espressione una cultura di- forza contro la riflessione,
Per raccontare ti lontani. versa dalla loro. Il ministero dell’Istruzione sollecita le
la vostra storia a
Ricordo poi la scuola. Devo ai miei genitori l’aver vis- scuole a potenziare i corsi di italiano per stranieri rivol- l’energia sopraffattrice del
Concita De Gregorio
scrivete a suto la scuola come una missione inderogabile, «stu- ti agli studenti di madrelingua non italiana e ad adotta- mito americano contro la
concita@repubblica.it dia, solo così ti potrai salvare...», ci dicevano. Gli errori re una prospettiva fondata sul dialogo, al fine di rende- pietas democratica. Ecco una
I vostri commenti di ortografia e le doppie mi hanno a lungo perseguitata. re possibili la convivenza e la gestione dei conflitti che battaglia politico-culturale
e le vostre lettere su La lettura poi era una vera fatica. Ma la scuola è un luo- ne derivano. È necessario però riconoscere che è grazie
invececoncita.it go di incontro unico, che va al di là delle difficoltà lega- ai finanziamenti dell’Unione Europea che oggi la scuo- entusiasmante. Non
te al contesto in cui si è cresciuti: a scuola e in classe la trova preziose risorse per realizzare i suoi interventi fermiamoci alle lampanti
contano le persone, le loro capacità e il lavoro che rie- a favore dell’integrazione, nell’interesse di tutti i citta- statistiche che recitano: più
scono a realizzare insieme. Ricordo così la mia inse- dini. Proprio nell’interesse dei cittadini occorre tornare armi in circolazione, più
gnante di francese delle medie. Fingendosi distratta a investire nella scuola, perché a distanza di cin-
scriveva alla lavagna frasi che contenevano errori: i quant’anni la scuola rimane il più potente strumento di sangue e più morti.
suoi occhi si illuminavano di soddisfazione quando al- integrazione della società. Lo è stato per me allora, lo è Prendiamo parte alla
zavo la mano per le mie “correzioni”. Ricordo la mia in- per i miei giovani studenti oggi». battaglia etica tra armati e
segnante di arte: per lei consegnavo regolarmente com- ©RIPRODUZIONE RISERVATA
disarmati. Vale davvero la
CAPOREDATTORI CENTRALE: CONSIGLIERI: Agar Brugiavini, Giacaranda Divisione Stampa Nazionale Certificato ADS n. 8422
pena, e non è detto che i
FONDATORE EUGENIO SCALFARI
Valentina Desalvo (responsabile)
Stefania Aloia (vicario)
Maria Caracciolo di Melito Falck, Elena Ciallie,
Alberto Clò, Rodolfo De Benedetti, Francesco
VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - 00147 ROMA
DIRETTORE GENERALE: Corrado Corradi
del 21-12-2017 disarmati siano soccombenti.
Alessio Balbi, Andrea Iannuzzi Dini, Silvia Merlo, Elisabetta Oliveri, Luca VICEDIRETTORE: Giorgio Martelli
©RIPRODUZIONE RISERVATA
DIREZIONE GEDI Paravicini Crespi, Carlo Perrone,
DIRETTORE RESPONSABILE: Mario Calabresi Gruppo Editoriale S.p.A. Michael Zaoui Responsabile del trattamento dati (d.lgs.
VICE DIRETTORI: Dario Cresto-Dina (vicario), PRESIDENTE ONORARIO: Carlo De Benedetti Direttori centrali 30-6-2013 n. 196): Mario Calabresi registrazione
Gianluca Di Feo, Angelo Rinaldi (Art Director), CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PRODUZIONE E SISTEMI INFORMATICI: tribunale di Roma n. 16064 del 13-10-1975
Sergio Rizzo, Giuseppe Smorto PRESIDENTE: Marco De Benedetti Pierangelo Calegari La tiratura de “la Repubblica” di mercoledì
Angelo Aquaro (Robinson, Cultura e Spettacoli) VICE PRESIDENTI: John Elkann, Monica Mondardini RELAZIONI ESTERNE:Stefano Mignanego 18 luglio 2018 è stata di 237.707 copie
Fabio Bogo (Affari & Finanza e Iniziative Speciali) AMMINISTRATORE DELEGATO: Laura Cioli RISORSE UMANE: Roberto Moro Codice ISSN online 2499-0817
Redazione Centrale 00147 Roma, Via Cristoforo Colombo, 90 - Tel. 06/49821 • Redazione Milano 20139 - Via Nervesa, 21 - Tel. 02/480981 • Redazione Torino 10126 - Via Lugaro, 15 - Tel. 011/5169611 • Redazione Bologna 40122 - Viale Silvani, 2 - Tel. 051/6580111 • Redazione Firenze 50121 - Via Alfonso Lamarmora, 45 - Tel. 055/506871 • Redazione
Napoli 80121 - Riviera Di Chiaia, 215 - Tel. 081/498111 • Redazione Genova 16121 - Piazza Piccapietra 9 - Tel. 010/57421 • Redazione Palermo 90139 - Via Principe Di Belmonte, 103/C - Tel. 091/7434911 • Redazione Bari 70122 - Corso Vittorio Emanuele Ii, 52 - Tel. 080/5279111. • Pubblicità. A. Manzoni & C. - Via Nervesa, 21 - 20139 Milano • Stampa -
Tipografia Principale • Roma Gedi Printing Spa - Via Del Casal Cavallari, 186/192 - Edizioni Teletrasmesse • Bari Dedalo Litostampa Srl Via Saverio Milella, 2 • Catania Etis 2000 Spa - Zona Industriale Viii Strada • Livorno Gedi Printing Spa - Via Dell’artigianato 64/68 • Mantova Gedi Printing Spa - Via G. F. Lucchini 5/7 • Paderno Dugnano (Mi) Gedi Printing Spa -
Via Nazario Sauro, 15 • Padova Gedi Printing Spa - Viale Della Navigazione Interna, 40 • Sassari Gedi Printing Spa - Zona Industriale Predda Niedda Nord Strada N. 30 S.N.C. • Torino Gedi Printing Spa - Via Giordano Bruno 84 • Gosselies (Belgio) Europrinter S.A. - Avenue Jean Mermoz • Malta Miller Newsprint Limited - Miller House, Airport Way - Tarxien Road -
Luqa Lqa 1814 • Grecia Milkro Digital Hellas Ltd - 51 Hephaestou Street - 19400 Koropi - Greece • Abbonamenti Italia (C.C.P. N. 11200003 - Roma): • Anno (Cons. Decen. Posta) Euro 403,00 (SETTE Numeri), Euro • 357,00 (SEI Numeri), Euro 279,00 (CINQUE Numeri). Tel. 199 787 278 (0864.256266 Da Telefoni Pubblici O Cellulari). E-Mail: Abbonamenti@Re-
pubblica.It Arretrati e Servizio Clienti: www.servizioclienti.repubblica.It, E-Mail: servizioclienti@repubblica.it, Tel. 199 787 278 (0864.256266 Da Telefoni Pubblici O Cellulari) Gli Orari Sono 9-18 Dal Lunedì Al Venerdì, Il Costo Massimo Della Telefonata Da Rete Fissa È Di 14,26 Cent. Al Minuto + 6,19 Cent. Di Euro Alla Risposta, Iva Inclusa. ILLUSTRAZIONE DI GUIDO SCARABOTTOLO

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
26 Il commento La partita delle nomine/1

LA POLITICA
E IL MANTRA BERLUSCONI Non si può pensare che
A VIALE MAZZINI
Giovedì
19 luglio
2018
DELLA PERIFERIA un uomo di Mediaset
eserciti le sue funzioni
Paolo Di Paolo Sebastiano Messina di vigilanza sulla Rai con
C la dovuta imparzialità
O
M

N E
M ella sempre più netta, e leggere alla presidenza della Vigilanza Rai un do tutti nella stessa alleanza — ha fatto cadere gli ulti-
disperante, sensazione che le ex giornalista di Mediaset, anzi un uomo dello mi freni inibitori. Non solo a lui e non solo ai suoi allea-
E parole del discorso pubblico si staff di Silvio Berlusconi, è come incaricare un ti leghisti, ma anche ai grillini e persino al Pd, che do-
siano scollate dalle cose, ci si ultrà della Lazio di sorvegliare i lavori dello sta- po aver invocato a parole per un quarto di secolo una
N mette pure la periferia. Il dio della Roma, o come affidare a Trenitalia il legge capace di fermare lo strapotere televisivo di Ber-
lemma che rimanda a «ciò che sta controllo dei bilanci di Italo. Anche chi si è laureato lusconi, si sono prestati al più clamoroso esempio di
T intorno» è diventato più che mai all’Università della Vita capisce che c’è qualcosa che conflitto d’interessi: affidare la Vigilanza Rai a un uo-
centrale. Lo slogan «ripartiamo dalle non va, qualcosa di storto. E tocca dare ragione a uno mo Mediaset.
I periferie», con innumerevoli varianti, che non ha mai azzeccato una nomina, Pier Luigi Ber- Barachini, per carità, non è Emilio Fede, non è un ar-
ha avuto fortuna in diverse campagne sani, quando dice provocatoriamente che «tanto vale- rogante trombettiere di Sua Emittenza. È un simpati-
elettorali, compresa l’ultima, e sulla va aspettare qualche mese, metterci direttamente Ber- co quarantacinquenne che è partito dalla gavetta. Pe-
bocca di esponenti politici di ogni sorta. lusconi e tanti saluti». rò non c’è il minimo dubbio che sia diventato senatore
Da Virginia Raggi (M5S) a Irene Pivetti Già, perché per la prima volta da quando è stata isti- solo perché è nelle grazie di re Silvio. Fino a ieri, era lui
(Movimento Italia Madre), che qualche tuita la Commissione parlamentare di Vigilanza — era che si occupava delle sue presenze televisive, sugge-
settimana fa ha tenuto a battesimo il 1975, il primo presidente fu l’ex ministro dell’Interno rendogli dove andare, quando e con chi. Era lui uno
l’evento “Anzio riparte dalle periferie”, Paolo Emilio Taviani — la presidenza è toccata a un par- dei responsabili della campagna elettorale di Forza
sul litorale romano. Il segretario Pd lamentare che arriva direttamente dagli schermi Me- Italia, con un ufficio nella villa di Arcore. E il suo rap-
Maurizio Martina ha riunito ieri la diaset, Alberto Barachini. Mai il Cavaliere aveva osato porto con il capo è molto chiaro: «Io lo chiamo presi-
prima segreteria a Tor Bella Monaca, chiederlo, nei suoi 24 anni di politica: quando Forza dente, lui mi dà del tu», ha raccontato qualche mese
sud-est della capitale, dove il partito si è Italia era finita all’opposizione — e quella poltrona fa. «Mi ha detto subito: sono disponibile ad accettare i
fermato al 16 per cento. Provocando — spettava per un tacito fair play all’opposizione — un sa- consigli, ma sai che mi piace avere l’ultima parola».
come ha raccontato su Repubblica no pudore gli aveva consigliato di indicare il candida- Ora, con tutto il rispetto, come si può pensare che
Giovanna Casadio — la legittima to di un partito alleato, prima Francesco Storace e poi un ex caporedattore del Tg4, uno che fino a ieri era al-
perplessità di qualche militante: Mario Landolfi, entrambi di Alleanza nazionale. Allea- le dipendenze dirette del padrone di Mediaset, possa
«Perché non siete venuti prima?». Già: ti appunto, ma non alle sue dipendenze. esercitare i suoi poteri di vigilanza sulla più grande
perché? Nello stesso giorno e dalla Berlusconi era stato bravissimo a piazzare i suoi uo- azienda di informazione di questo Paese, ovvero sul
stessa area politica, arriva la notizia che mini direttamente al settimo piano di viale Mazzini (il servizio pubblico radiotelevisivo, con un’autorevolez-
a Genova la Festa dell’Unità trasloca dal capolavoro fu la nomina alla direzione marketing del- za e un’imparzialità che siano solo lontanamente para-
centro città a Pontedecimo, quartiere la sua ex assistente Deborah Bergamini, poi sospesa gonabili, per dire, a quelle di Sergio Zavoli, che sedeva
un tempo molto rosso e ora molto dalla Rai dopo le intercettazioni dei suoi colloqui se- su quella poltrona quando governava Berlusconi?
giallo-verde. «Il Pd deve fare il suo greti con i dirigenti Mediaset) ovvero nella creazione Quella di Barachini è dunque una nomina che na-
percorso nel Paese reale», si legge in un di quella che venne allora chiamata «la struttura Del- sce con un peccato originale, il cedimento a Mediaset,
tweet pomeridiano che invece suona ta» all’interno del suo principale concorrente. e una macchia indelebile, quella del conflitto d’inte-
surreale. Viene così da chiedersi quale Ora però questa surreale divisione del centrodestra ressi. Sarà dura, per lui, provare a cancellarla.
dimensione dello spazio-tempo abbiano — metà al governo e metà all’opposizione, ma restan- ©RIPRODUZIONE RISERVATA

fin qui esplorato i dem. Ma è comodo


affidarsi all’ironia tanto quanto affidarsi
alla retorica. L’una e l’altra, alla lunga, ti
si ritorcono contro. E nel caso del
discorso — possiamo chiamarlo così? —
periferico, sfugge sempre di mano il
sottotesto. Già un decennio fa, fior di La partita delle nomine/2
urbanisti ragionavano sui rischi dell’uso
mai neutrale della parola “periferia”.
Dacché l’unica caratterizzazione è
quella di povertà, disagio sociale, «chi
parla di periferia enuncia, classifica.
TRIA, MINISTRO Nella guerra di potere
Valorizza o squalifica». Così osserva, nel
recente “La periferia nuova”, il
sociologo Agostino Petrillo; e titola
SOTTO SCHIAFFO per Cdp tra Lega e M5S
il titolare dell’Economia
allusivamente “Periferie della politica,
politica delle periferie” il capitolo in cui
Francesco Manacorda sta nella posizione
esplora la lunga tradizione di utilizzo del vaso di coccio
del termine nell’agone pubblico.
Cambiano le geografie elettorali,
cadono — in qualunque banlieue — le

C
antiche certezze ideologiche e
elettorali, e tuttavia il discorso dei i stiamo riflettendo bene per non sbaglia- che gli stessi grillini, desiderosi di far valere almeno in
leader gira come un disco rotto. re», prova a rassicurare, più notarile che un caso la loro posizione di azionista di maggioranza
L’insicurezza, il degrado. La sicurezza, il mai, il premier-ologramma Giuseppe Conte. del governo, vogliono per lui solo il meglio. Meno ansio-
decoro. Non c’è molto altro: un lago di E in effetti sì, ci stanno riflettendo proprio si di spianargli la strada sono i leghisti che lo considera-
opposte retoriche, dove comunque bene, la Lega e i 5 Stelle, sulle nomine da fa- no un convertito dell’ultima ora e pure un po’ opportu-
turbina e prevale quella delle promesse re alla Cassa depositi e prestiti. Tanto bene da non aver nista.
più minacciose («pulizie di massa nelle deciso da oltre un mese che cosa fare. L’unico punto che pare unire i gialloverdi è l’avver-
periferie», Salvini dixit). E, tutto Non stiamo parlando di una piccola partecipata di sione per Scannapieco: un Ciampi-boy, che di questi
sommato, generiche: quasi che la Stato, di un’azienda sanitaria locale, di una municipa- tempi e per questi ambienti è un insulto peggio di “buo-
geografia del mondo fosse davvero fatta lizzata come quelle che il governo del cambiamento nista”.
di centri e periferie, di centri tutti promette di rivoltare, ma del principale braccio finan- Niente di nuovo, davvero. Anzi, tutto desolantemen-
uguali, di periferie tutte uguali; che la ziario pubblico-privato, controllato dal Tesoro. La Cdp te vecchio. Anche perché quello della Cdp non è l’uni-
periferia fosse una sola, una colla di raccoglie 250 miliardi di risparmio postale degli italia- co conflitto aperto tra la Lega e i 5 Stelle. La prima fre-
disagio e di disuguaglianze senza ni e ha in portafoglio attività per quasi 500 miliardi: dal- na i secondi sulle norme per rendere meno flessibile il
differenze, specificità, senza storie. le quote di Eni alla partecipazione in Telecom, acquisi- lavoro e i lavoratori, gli altri si oppongono alle pulsioni
Non so se anche l’apologo che Menenio ta in primavera proprio per far piacere al nuovo corso armate di Salvini sulla legittima difesa.
Agrippa pronunciò davanti ai plebei in nazional-sovranista-statalista-dirigista e via dicendo. In questa guerra di potere, identica fin nei dettagli a
rivolta nel 494 a.C. vada annoverato fra Una sua decisione può cambiare il destino di una gran- quelle deprecate in altre epoche da chi oggi è al gover-
le furbizie retoriche di un console. de azienda, di un intero settore industriale.Tutto bloc- no, l’urto tra leghisti e grillini rischia di mettere nella
Tuttavia, l’immagine di un corpo che cato. L’assemblea di Cdp doveva essere a maggio, poi scomoda posizione del vaso di coccio il ministro Tria. È
langue e muore se lascia soffrire uno era slittata a metà giugno, poi a fine mese, poi al 13 lu- stato lui, assieme a Conte, a ricevere lunedì sera a Pa-
solo dei suoi arti, conserva una sua glio, poi a ieri, adesso — e forse è l’ultima volta — a mar- lazzo Chigi Scannapieco e Palermo per dare loro l’inve-
efficacia. E soprattutto fa intendere che tedì prossimo. Questo mentre sottotraccia e dietro i stitura ufficiosa, che fino a ieri mattina era ufficiale. Ed
centro e periferia sono punti di vista, pubblici abbracci gialloverdi si consuma la più classi- è per lui una smentita sonorissima quella arrivata ieri
rovesciabili senza grande sforzo. D’altra ca delle lotte di potere tra i due partiti della maggioran- dagli azionisti di maggioranza del governo, che gli vor-
parte, sentirsi al centro — con una za, affamati di nomine e interessati ciascuno a privile- rebbero attribuire tanto potere quanti sono i voti che
sicurezza che diventa arroganza, con giare il criterio della fedeltà di partito a quello della ha preso alle elezioni. Zero. E se l’ingualcibile Conte in-
una ottusità che diventa inerzia — è, alla competenza. cassa da par suo e non sembra dare importanza all’ac-
lunga, il presupposto per ritrovarsi in È per questo che ieri mattina, mentre i decreti di no- caduto, Tria non potrà fare a meno di riflettere sul fat-
periferia. Quando finisci per esserlo nel mina erano già pronti alla firma, il dirigente della Cdp to che è proprio il suo ministero l’azionista di iper-mag-
pensiero dei tuoi elettori, è tardi anche Fabrizio Palermo, che sarebbe dovuto diventare diret- gioranza della Cassa, con l’82 per cento del capitale.
per organizzare la segreteria Pd a Tor tore generale della Cassa, ha fatto sapere che lui non ci Ma ovviamente questo non è che un inizio. Il partito
Bella Monaca. stava e voleva di più, ossia la carica di amministratore unico del fisco lasco e della spesa pubblica illimitata —
©RIPRODUZIONE RISERVATA delegato. La stessa carica che il ministro dell’Econo- magari anche mettendo le mani nelle tasche della Cdp
mia, Giovanni Tria, aveva deciso fosse del grand com- e, quindi, del risparmio postale degli italiani — non po-
Paolo Di Paolo (1983), scrittore. Ha pubblicato tra
l’altro “Mandami tanta vita” (Feltrinelli, 2013) mis Dario Scannapieco. Tanta intraprendenza è dovu- trà che moltiplicare gli attacchi al ministro. E la Finan-
finalista al premio Strega. L’ultimo libro è “Vite che ta al fatto che Palermo ha già dai mesi scorsi pronta- ziaria deve ancora arrivare.
sono la tua” (Laterza, 2017). www.paolodipaolo.it mente offerto le sue indubbie competenze ai 5 Stelle e ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
I migranti e Salvini Bucchi
27
L’IPOCRISIA
DEI SOCCORSI Giovedì
19 luglio

AFFIDATI AI LIBICI 2018

Gianluca Di Feo
C
O
M

C’
è una grande ipocrisia, M
alimentata dal governo
italiano nella complice E
indifferenza dell’Europa:
sostenere che la Libia possa N
gestire i soccorsi nel canale di Sicilia.
Tutti sanno che in Libia non esiste uno T
Stato e che dal 2014 il Paese vive una
guerra tribale intervallata da I
momentanee tregue. Una realtà
sottolineata tre giorni fa dal
plenipotenziario dell’Onu Ghassan
Salamé davanti al Consiglio di sicurezza
delle Nazioni Unite: «Per il primo mese
dall’inizio dell’anno, la Libia ha goduto di
una quiete relativa nelle azioni militari.
Purtroppo i due mesi precedenti sono
stati segnati da operazioni belliche ed
esplosioni di violenza». Non esistono
zone sicure, soprattutto nella
Tripolitania da cui salpano i gommoni
dei disperati. Il governo Serraj, l’unico
riconosciuto dall’Onu e appoggiato dalla
Ue, non controlla neppure l’intera
capitale, mentre l’entità rivale guidata L’anniversario della strage di via D’Amelio
dal generale Haftar diffida dei percorsi di
pacificazione e decine di milizie
dominano in maniera autonoma intere
regioni. L’Isis è ancora attiva e
formazioni che si ispirano ad Al Qaeda
LE VERITÀ DA RENDERE A BORSELLINO
hanno persino riconoscimento politico.
Insomma, il caos. «La situazione è Attilio Bolzoni
insostenibile — ha detto martedì scorso
Salamé alle Nazioni Unite — il Paese è in
declino: il collasso dell’economia, il
crollo dei servizi pubblici, più frequenti e
intense esplosioni di violenza. In un
Paese dove i terroristi sono in agguato,
dove i criminali aspettano di sfruttare i
migranti, dove i mercenari stranieri sono I segue dalla prima pagina

P
in aumento, dove l’industria petrolifera è
in pericolo, dovrebbe essere una roprio Paolo Borsellino, uomo di legge e di co- togoverno ad aprire un “caso Sicilia” e le parole del pro-
preoccupazione di tutti». raggio, erede di Giovanni Falcone e testimone curatore trovarono conferma ufficiale in atti e testimo-
Questo è il Paese che da solo dovrebbe eccellente della sua morte, eppure mai sentito nianze. Uno Stato che stava con lui e uno Stato contro.
risolvere il problema della migrazioni, dai suoi colleghi inquirenti nei cinquantasette Una sorta di “prova generale” di quanto sarebbe acca-
garantendo i salvataggi in mare e giorni che separarono un attentato dall’altro. duto nella breve estate del ‘92. Con Borsellino che quel-
tutelando i diritti delle persone? Cosa c’è di altro e di diverso nel pozzo profondo di via lo Stato diviso in due lo vide da vicino, consapevole che
Nessuno mette in dubbio che la Guardia D’Amelio rispetto a tante altre tragedie italiane come stava andando solo incontro alla morte. Il dopo, comin-
costiera di Tripoli nell’ultimo anno abbia Ustica o piazza Fontana, la stessa strage di Capaci? Per ciò subito. Dalla scena del crimine, quel pomeriggio in
moltiplicato gli sforzi. Ma è impensabile non ricordare il primo degli italiani, il nostro presiden- via D’Amelio. Un bivacco — lo ricorda Fiammetta in una
che questo corpo, con personale poco te Sergio Mattarella, il capo dello Stato di cui parliamo, delle sue 13 domande — reperti calpestati, borse che pas-
addestrato e ancora meno vedette, possa che dopo trentotto anni non conosce ancora l’identità savano di mano, l’agenda rossa sparita.
gestire la situazione: sono i libici i primi a del sicario che ha sparato a suo fratello Piersanti nel Il dopo, cominciò subito. Un procuratore capo — Gio-
denunciare «le difficoltà in cui opera la giorno dell’Epifania. vanni Tinebra — con relazioni istituzionali di alto livello
nostra Marina, con la scarsità di mezzi, Fiammetta, a nome suo e a nome di sua sorella Lucia e molta fretta di chiudere l’indagine, accerchiato da so-
soprattutto per le operazioni di soccorso e di suo fratello Manfredi, chiede giustizia per un padre stituti che non conoscevano nemmeno i nomi dei boss
notturno». Anche durante l’intervento che di giustizia ne aveva fatto esistenza di vita. Pone do- di Palermo. Non sapevano niente. Fu allora che, qualcu-
nella notte tra lunedì e martedì sono mande semplici — Perché nessuno l’ha protetto? Per- no — come si dice in siciliano, “ha vestito il pupo” — s’in-
stati segnalati ritardi di ore tra ché non l’hanno mai interrogato? Chi sono stati i sugge- ventò un malacarne qualunque che si chiamava Enzo
l’avvistamento del barcone in difficoltà e ritori del falso collaboratore Scarantino? — alla fine di Scarantino e lo fece diventare il protagonista del gran-
l’arrivo del pattugliatore libico. Ed è in un percorso che è iniziato il 23 maggio del 1992 con Gio- de depistaggio.
quell’occasione che due donne e un vanni Falcone che salta in aria e dove — soltanto oggi — ©RIPRODUZIONE RISERVATA

bambino sono rimasti alla deriva per 48 affiorano frammenti di veridicità. Domande troppo
ore su un gommone sfasciato: solo una si semplici, terribilmente semplici per avere in cambio ri-
è salvata, soccorsa dall’unica Ong che sposte chiare e comprensibili. Ci hanno provato i magi-
ancora resiste in quel mare. strati di Caltanissetta che sono stati costretti — dopo
Questa è la realtà che il governo Conte due decenni — a cercare una pista credibile partendo
non vuole vedere. Ha ritirato tutte le navi da un’inchiesta farlocca, inseguendo prove e indizi che
militari italiane ed europee dalle coste alcuni loro colleghi avevano accantonato, privilegian-
della Tripolitania. Ha interrotto il do ipotesi che erano state dolosamente ignorate. Ecco,
coordinamento delle operazioni di ancora, i due volti dello Stato. Quello del passato (e con
soccorso, che prima potevano contare su i dovuti distinguo, non tutti i procuratori dell’epoca me-
aerei, elicotteri e strumenti moderni. Ha ritano scherno e oltraggio) e quello che si è sovrapposto
bloccato le attività delle Ong e dissuaso
con la chiusura dei porti i salvataggi dei
successivamente e che ha intravisto manovre oscure e
tranelli. Fiammetta urla il suo dolore a uno Stato che è
Cosa può dare lo Stato alla famiglia
mercantili. Tutto è stato delegato ai spaccato in due, è sempre andata così, forze che spingo- di uno dei suoi figli migliori
libici. E il risultato non può che essere
una strage.
no da una parte e forze che spingono dall’altra: o alla ri-
cerca della verità o al suo seppellimento. Fiammetta e
più di un quarto di secolo dopo
Dall’inizio dell’anno l’Oim ha censito la sua famiglia si stanno rivolgendo agli uni e agli altri, i tra depistaggi, revisioni del processo
1.104 vittime nel Canale di Sicilia: nella
rotta verso la Spagna, dove gli sbarchi di
primi non potranno mai placare la loro sofferenza, gli
altri continueranno a scavare nonostante il tempo pas-
e spioni travestiti da poliziotti?
migranti hanno superato quelli in Italia, sato e certi archivi sempre chiusi.
sono annegate 291 persone ossia il 70 per Anche l’incredibile e dolorosa vicenda di Paolo Bor-
cento di meno. Perché lì, nonostante le sellino è su questa altalena, fra omertà e verità di Stato.
correnti siano micidiali, sono ancora
presenti le Ong e le navi militari.
Oggi, 19 luglio 2018, è anche il trentesimo anniversario
di un’intervista che lo stesso Borsellino (allora procura-
È stato l’erede di Giovanni Falcone
Il ministro Matteo Salvini mercoledì tore capo a Marsala) rilasciò a noi di Repubblica e all’Uni- e testimone eccellente della sua morte
scorso ha twittato: «Ridurre partenze e
sbarchi significa ridurre i morti. Io tengo
tà. In tre battute disse che avevano isolato Falcone, che
avevano disintegrato il pool dell’ufficio istruzione, che
Eppure i colleghi magistrati
duro». Salvini sbaglia: le partenze sono da anni non si facevano più indagini di mafia a Palermo. non l’hanno mai sentito nei 57 giorni
diminuite, praticamente dimezzate, ma i
morti aumentati. E sono in gran parte
Una settimana dopo il Consiglio Superiore della Magi-
stratura, non curandosi delle accuse lanciate da un ma-
che separano un attentato dall’altro
vittime dell’ipocrisia del governo gistrato così autorevole, lo mise sotto procedimento di-
italiano. sciplinare per avere “dichiarato alla stampa”. Poi, però,
©RIPRODUZIONE RISERVATA il presidente Francesco Cossiga costrinse l’organo di au-

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
28
Giovedì performance
19 luglio
2018

C MASBEDO
U VIDEOARTISTI
L A CACCIA DI FILM
T
DA COMPLETARE
Paola Nicita
U ASPETTANDO UN MIRACOLO
R 3

A i sono opere con vicende La serie È da sempre considerata la patrona delle donne che subiscono
C complicate, che
attraversano molti
decenni, prima di riuscire a
violenze dai mariti. E anche lei sperimentò soprusi prima di chiudersi
in convento. I suoi prodigi passano attraverso minuscoli frammenti di roccia
trovare una conclusione: è
questa la storia di Terra di
nessuno, film realizzato nel 1939
dal regista Mario Baffico,
confiscato in America nel 1941,

Rita da Cascia
riconsegnato all’Italia nel 1981,
che sarà completato con una
videoperformance degli artisti
Masbedo, domani alle 21
all’Arena La Sirenetta di
Mondello a Palermo, che riapre
proprio per questo evento che
fa parte di Manifesta 12, la

mistica santa
biennale nomade europea. I
Masbedo, ovvero Nicolò
Massazza e Iacopo Bedogni,
sono venuti a conoscenza
dell’esistenza di questo film in
modo rocambolesco e hanno
deciso di rintracciarlo con un
lungo lavoro che ha portato al

del #MeToo
recupero dei sei rulli – degli otto
– ancora esistenti. L’idea è di
colmare le due cesure
cinematografiche con le
videoperformance sonorizzate
dal vivo, in quell’intreccio tra
cinema, videoarte e invenzione
della realtà di cui i Masbedo
sono abili tessitori. I temi del
film – che può essere definito
l’incontro tra un proto-western
in stile John Ford e la denuncia
sociale di storie e immagini di MARINO NIOLA
cui era maestra la fotografa
Margaret Bourke-White – sono

L’
emergenza insegna a avviato da Carmen Consoli. In teppe facendole passare a miglior cosiddetto scoglio di
di attualità sorprendente: pregare. Per imparare effetti la prima ad essere maritata vita. A quel punto scatta il daspo Roccaporena, un picco sospeso su
parlano del diritto di sepoltura, andate in Italia! C’è male è proprio Rita, sposata a un ed entrambi i fratelli se ne vanno al un abisso vertiginoso. E qui
della giustizia sociale, del senso tutta l’emergenza che uomo manesco e rissoso che le creatore in un sol colpo. Nessuno avviene l’impossibile. Rita si lancia
della comunità. La volete». Sembra regala due figli sempre pronti a ne sente la mancanza, tantomeno nel vuoto e decolla come
sceneggiatura è tratta da due cronaca di oggi. E invece lo menar le mani. Facce toste e triste, Rita che, a quel punto, matura la Wonderwoman. O come una
novelle di Luigi Pirandello, scrive Goethe negli Epigrammi avrebbe detto Edmondo De decisione di lasciare la natia strega, ma senza scopa. A guidarla
Requiem Aeterna Dona Eis veneziani, alla fine del Settecento. Amicis. Roccaporena per entrare nel sono san Giovanni Battista,
Domine del 1913 e Romolo del Mettendo in relazione il tipico Il suo destino sembra già scritto, convento delle Agostiniane di sant’Agostino e san Nicola da
1915, sogno di un uomo che stato di eccezione all’italiana con come quello di tante donne del Cascia. Le Sorelle però la Tolentino che, al termine di un
vuole fondare una città ideale. l’inflazione di santi e miracoli che, suo tempo e non solo. Ma la classe respingono per ben tre volte fantastico volo sciamanico, la
Il film, dopo la dichiarazione di ora come allora, caratterizza il non è acqua e, infatti, lei viene all’unanimità, in quanto ha fanno atterrare a dieci chilometri
guerra dell’Italia nei confronti Belpaese. In altre parole, dove la fuori dalla mischia familiare con la conosciuto, seppur non gradito, di distanza, giustappunto nel
degli Stati Uniti, venne normalità non appartiene palla al piede. Quel guappo del l’amore carnale. Ma come dice cortile del convento di Cascia. A
requisito come “preda bellica”: all’ordine del possibile, ci si affida marito, viene accoppato in una padre Dante, «volontà se non vuol quel punto le monache, vinte e
ed è già singolare che un’opera agli specialisti dell’impossibile. E rissa. E i due bulli vengono messi non s’ammorza». Difatti, la vedova convinte dal prodigio, dicono sì
d’arte cinematografica sia tra i 9.900 santi e beati presenti nel fuori gioco da un intervento scaltra finge di accettare la alla donna del monte. Che, come
preda e oggetto di confisca. Martirologio Romano, a spaccare celeste. Sollecitato dalla madre decisione, ma segretamente mette cantava Paolo Poli, nel suo
Quando uscì, attirò la censura sono proprio quelli che non stessa, che prega il Signore di in atto il piano B. Se ne va a esilarante music hall Rita da
del regime fascista. Dopo devono chiedere mai. Star del neutralizzare le inemendabili meditare in montagna, sul Cascia, inizia a «vivere… senza
vicissitudini che riuscirono a soprannaturale come Rita da
sbloccare la situazione, vide la Cascia, soprannominata la santa In alto, un ragazzo vende souvenir
luce, ma nell’immediato la Repubblica - 19 luglio 2018 Lavoro&Professioni
degli impossibili. Questa davanti al santuario di Cascia,
dopoguerra risultò perduto. Ne potentissima avvocata delle cause in Umbria, dedicato a Santa Rita
esisteva ancora una copia, però: disperate, i suoi primi prodigi li La santa è raffigurata
venne ritrovata alla Library of compie nel 1381, quando è ancora nell’immagine a sinistra
Congress di Washington alla nella culla e guarisce la ferita di un
fine degli anni Sessanta. Fu il contadino che si è infortunato sul
regista John Cassavetes il primo lavoro. Da allora la sua vita, terrena Responsabile delle operazioni
a visionare il film di Baffico, e ultraterrena, è un unico
La Fondazione Human Technopole (FHT) è un Istituto di Ricerca sulle scienze della vita situato nel
Milano Innovation District, che nel 2015 ha ospitato l’Esposizione Universale. FHT mira a diventare Potentissima avvocata
individuando in questa interminabile palmarès. Che la fa un Istituto di eccellenza in campo genomico a livello mondiale e a tal fine cerca un Responsabile
narrazione coraggio e balzare ben presto in vetta alle
delle operazioni.
La/il candidata/o ideale ha esperienza manageriale pluriennale in Enti di ricerca, nella Pubblica Am-
delle cause disperate
anticonformismo impensabili classifiche taumaturgiche ministrazione o Università, oppure dotato di una conoscenza approfondita delle dinamiche di tali
organizzazioni. Possiede inoltre un diploma di laurea magistrale o titolo ad esso equipollente e una
è la regina della
per quegli anni. Solo nel 1981 il popolari. Come protettrice delle
film viene consegnato alla madri sofferenti, delle donne
conoscenza fluente della lingua inglese.
Il Responsabile delle operazioni riporta al Direttore della Fondazione ed è incaricato della gestione taumaturgia popolare
operativa delle attività della Fondazione nella sua interezza e del personale amministrativo.
Cineteca Nazionale di Roma, sfruttate, maltrattate, calpestate, La sede di lavoro è Milano. L’incarico ha una durata di 3 anni con possibilità di successiva assunzione
seppur mancante di due rulli su violentate, sedotte e abbandonate.
a tempo indeterminato. La compensazione sarà competitiva su scala internazionale, commisurata alle Appuntamento estivo
esperienze del candidato selezionato.
otto. In questi due vuoti Vittime di mariti violenti, di figli Per maggiori dettagli e inoltrare la candidatura a: https://www.htechnopole.it/it/join-us.
interverranno i Masbedo, per degeneri, di maschi predatori, di “Aspettando un miracolo”
riconfigurare, con il loro Membri Comitato di Gestione
una società misogina. È la paladina La Fondazione Human Technopole (FHT) è un Istituto di Ricerca sulle scienze della vita situato nel s’intitola la serie estiva di Marino
Caporedattore Videomobile, più che frammenti delle cosiddette “malmaritate”,
Milano Innovation District, che nel 2015 ha ospitato l’Esposizione Universale. FHT mira a diventare Niola, il quale esplora alcuni dei
un Istituto di eccellenza in campo genomico a livello mondiale e a tal fine indice la selezione di n. 4
Cultura di storia, la ricostruzione di un che a quel tempo erano talmente membri del Comitato di Gestione. grandi e più simbolici eventi
Dario
Olivero
immaginario sospeso, dove il tante da costituire una categoria
Il Comitato di Gestione ha i compiti di delineare e implementare la struttura organizzativa della Fon-
miracolosi. Ad essi si crede e ci si
dazione in concerto con gli altri Organi della Fondazione.
racconto che si vede e si ascolta sociale. E Malmaritata diventa L’ incarico ha una durata di 4 anni e i membri del Comitato possono essere confermati nella carica affida in un’epoca di crisi e
potrebbe non essere quello che addirittura il nome di un genere di
una sola volta.
Ai membri del Comitato di Gestione è riconosciuto un compenso omnicomprensivo annuo lordo fino depressione dei modelli razionali
sembra: è proprio in questo lamento poetico che cantava la a 30000 Euro. Dopo lo scioglimento del sangue
spazio che le nuove immagini Per maggiori dettagli e inoltrare la candidatura a: https://www.htechnopole.it/it/join-us.
Email degenerazione delle conseguenze di San Gennaro e dopo
redazione sanno come ricollegarsi al dell’amore. E che rivive oggi grazie Sant’Antonio da Padova, è ora
cult
@repubblica.it
passato che le ha generate. all’omonimo progetto musicale la volta di Santa Rita da Cascia

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
29
Appia Antica Approvato il piano
Dopo oltre 15 anni il Consiglio regionale del Lazio
ha approvato il piano di assetto dell’Appia Antica.
Un ordine del giorno prevede anche il suo
ampliamento da 3.500 a 5.000 ettari
Giovedì
19 luglio
2018

“I mistici di Mile End” di Sigal Samuel, scrittrice, commediografa e studiosa di ebraismo


C
Gruppo di famiglia U
L
in un interno canadese T
U
R
SUSANNA NIRENSTEIN
A

L
a geometria narrativa avremmo usato la voce del morte, ascoltando nei giorni
interna a I mistici di Mile End ragazzino nell’incipit del libro, seguenti i mormorii dei suoi
di Sigal Samuel, una giovane un teenager soprattutto battiti fallaci, inizia in modo
ebrea canadese al suo esordio, è sofferente dei rapporti allucinatorio a sentire dentro di
un cerchio tracciato con insoddisfacenti col padre David e sé l’aprirsi dei sentieri della
intelligenza tra i desideri, le la sorella Samara, detta anche Kabalah e a illudersi di poterli
fantasie (o dovremmo chiamarle Samy, dopo la morte improvvisa, percorrere spingendo al
allucinazioni?), i disastri dei in un incidente, della mamma massimo il ritmo per ascoltare la
personaggi di una famiglia Miriam, religiosa, dolce, allegra, voce di Dio.
disfunzionale. Ossessionata dalla scomparsa troppo presto È la sua fine a lasciare mille
religione o viceversa da laicismo lasciando alle spalle una casa interrogativi a Samy, diventata
e scientismo, ma comunque interamente smarrita. Fin da ora l’io narrante: quella
piena di interrogativi sulla subito comunque entriamo nella scomparsa la travolge. Dopo il
Kabalah e il suo Albero della Vita, materia del contendere: Lev è bat-mitzvah disapprovato dal
figura chiave del misticismo attratto e respinto dal laicismo padre disattento, non crede più.
ebraico. L’avvicinamento o forsennato del genitore, Ma ora, mentre vive la sua
l’allontanamento dal sacro, nel fortemente incuriosito dalla relazione amorosa con una
romanzo, muove ognuno dei strada intrapresa dalla sorella giovane donna, legge i testi
personaggi, ne determina la che si sta preparando, di scritti ultimamente dal babbo
stabilità, il rapporto con gli altri, nascosto al padre, al bat-mitzvah, sull’Albero della vita: la sua
con la vita e con la morte. la cerimonia di ingresso ebraica esistenza quotidiana, l’università
Sigal Samuel, commediografa, nella maggiore età. prima, il lavoro dopo, sono
collaboratrice assidua di The Ma è quando a parlare è il fragili, insensati, i dettami della
Atlantic, del Forward, del Daily personaggio di David, che le Kabalah invece rappresentano
Beast, conosce bene il terreno righe si fanno incandescenti. un vortice che le ridona il
spinoso della mistica ebraica. Ribelle all’impostazione significato di cui va in cerca.
Non solo suo padre è stato materialista dei suoi, si è rivolto Sigal Samuel è brava a introdurci
professore di Kabalah all’ambiente ortodosso dove ha in un universo così inconsueto
all’università di Montreal, ma il incontrato la sua Miriam, ma senza folklorizzarlo
suo bis bis nonno, un ebreo nella maturità è diventato minimamente, popolandolo
indiano di Mumbai, era un refrattario perfino alla parola anche di personaggi secondari
famoso kabalista. fede, preso da Kafka piuttosto che brillano di luce propria,
Cresciuta tra testi tanto ardui e che da Nietzsche, e questo riuscendo piuttosto a
comunque in una famiglia nonostante in ambito normalizzarlo, a calarlo nel
modernamente ortodossa, a accademico insegni religione. cuore di una famiglia scollata ma
Sigal, che ama ancora la Eppure, dopo un attacco di accessibile, contemporanea. E i
tradizione ma non si dice cuore, dopo il contatto con la possibili vicini della porta
religiosa, non risulta difficile accanto a Mile End — il quartiere
FOTO: MARKA/UIG VIA GETTY IMAGES
immaginarsi dei destini toccati Il libro di Montreal dove convivono
malinconia, vivere senza più il suo culto ha un grande impulso dal desiderio della scintilla e hassid, hipster e gente qualsiasi e
gelosia, senza rimpianto, senza dopo il 1900, data della sua della conoscenza divina, anche I mistici di Mile End dove la Samuel ambienta il
mai più conoscere cos’è l’amore!», canonizzazione, quando le se all’inizio, quando l’io narrante di Sigal Samuel romanzo — sono l’ultima voce
mentre le suorine si dondolano trasformazioni della famiglia è il dodicenne Lev, il più piccolo (Keller, traduzione narrante del libro, e ci fanno
con l’hula hop. prodotte dall’industrializzazione della famiglia Meyer, niente fa di Elvira Grassi vedere che tutto, nel nostro
Ai nostri giorni quel nido d’aquile è scaricano il loro peso sulle madri e presumere che l’atmosfera si pagg. 320 mondo, è davvero possibile.
diventato meta di un sulle mogli. Molte di loro scalderà così tanto. E comunque, euro 17)
pellegrinaggio ininterrotto di intrattengono con Rita un al posto di Sigal Samuel, non ©RIPRODUZIONE RISERVATA

devoti che raggiungono la vetta rapporto di complicità, una sorta


per venerare la pietra con le orme di compagnonnage femminile,
impresse dai piedi della santa. La fondato sullo scambio di
sua piattaforma di lancio. Ai fedeli confidenze tra persone che
vengono distribuiti minuscoli condividono gli stessi problemi.
frammenti dello “scoglio”, che si Tantissime devote si affidano a lei
bevono sciolti nell’acqua per per sopportare un matrimonio
assimilarne i principi infelice, per raddrizzare figli
taumaturgici. Una fedele racconta difficili, e ora anche per divorziare
sul bollettino del santuario la senza conseguenze tragiche.
guarigione, prodigiosa quanto Qualcuna chiede addirittura di
inspiegabile, di suo marito essere liberata per sempre da un
gravemente ammalato di cuore, marito tiranno o da una rivale in
grazie alla somministrazione amore. Richieste decisamente
regolare delle “sante polverine”. poco evangeliche, ma che nascono
Sono richiesti per i loro ultrapoteri da situazioni di indicibile dolore.
anche i petali di rosa, che Tunnel senza uscita, come quello
ricordano la miracolosa fioritura in cui si trova Anita (il nome è di
di una rosa avvenuta in pieno fantasia) che mi ha confidato di
inverno in una grotta posta in cima aver chiesto a Rita di eliminare il
al monte. Sul sito web del suo compagno. Un miracolo in
convento, nella rubrica “Grazie negativo. «Mi sono unta le labbra
ricevute” è riportato il caso di una di sale per convincerla». Proprio
ragazza uscita dal coma in seguito come avveniva negli antichi rituali
all’applicazione di un fiore di vendetta. E qui religione e
benedetto. È la mamma a parlare. superstizione diventano una sola
«Poggiai la rosa sul cuore di mia cosa. Per la cronaca, fino ad ora
figlia e, dopo un paio di secondi, non è stata esaudita.
aprì gli occhi». Insomma la santa La verità è che nessuno come la
tante ne ha passate e tante ne ha santa degli impossibili può capire
superate. E questa sua lotta quel tipo di sofferenza, di
vittoriosa contro la violenza e la smarrimento, di risentimento. Per
prepotenza del mondo maschile, questo i messaggi lasciati dalle
in famiglia e fuori, ne ha fatto una tante graziate, miracolate,
vera e propria patrona di genere. confortate, consolate, sono
Perché i Weinstein sono sempre altrettante rivelazioni pubbliche.
esistiti. Il che spiega la sua enorme Che fanno di Rita da Cascia
popolarità fra le donne. Costrette l’avvocata del secondo sesso. La
troppo spesso ad essere sante e campionessa celeste del #MeToo.
martiri, se non vogliono essere – 3. Continua
giudicate delle streghe. Non a caso ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Il personaggio La storia ritrovata
31
Il “figlio” di Salvemini Giovedì
19 luglio
2018

terza pagina
innamorato di Hitler
FRANCESCO ERBANI poi negli Stati Uniti. Jean, nel passo il precipitare di Jean, la sua
frattempo, era diventato un infatuazione per Hitler, fino a

I
traditori vanno puniti. giornalista a Parigi. Assai giovane toccare l’abisso del
Certamente. Si capisce»: c’è si era sposato ed era diventato collaborazionismo, una volta che
molto dell’intransigenza di padre di quattro figli. E si era la Francia sarà occupata dai
Gaetano Salvemini in queste avvicinato agli ambienti politici, nazisti, nel giugno del 1940. Jean
battute riferite da Niccolò Tucci manifestando una spiccata diventa uno spietato
all’indomani della morte del tensione pacifista, il che voleva propagandista del governo Petain
grande storico, meridionalista e dire vicinanza alla Germania e attraverso i giornali e la radio,
politico, avvenuta a Sorrento nel ostilità verso l’Inghilterra. arrivando a esortare allo sterminio
settembre del 1957. Il seguito della Le nubi cominciavano a coprire i dei resistenti francesi. Finita la
frase squarcia il velo di una cieli europei. Il fascismo si era guerra, Jean viene catturato dagli
vicenda tormentata e fatto crudele e l’antifascismo si americani a Merano, dove aveva
dolorosissima che sconvolse organizzava. Salvemini iniziò a far cercato rifugio, nel maggio del
Salvemini al pari di un’altra, la la spola con gli Stati Uniti, dove si 1945. Processato, viene
morte sotto le macerie del trasferì stabilmente nel 1934. condannato a morte e giustiziato
terremoto di Messina del 1908 di Fernande rimase a Parigi. Di fatto per alto tradimento il 22 febbraio
sua moglie Maria, dei suoi cinque la famiglia si smembrò, mentre del 1946.
figli e della sorella Camilla. A Jean proseguiva nella carriera Come vive Salvemini questa
differenza di quella, però, questa retto da un’ambizione sfrenata, tragedia? Che cosa ne è del
incrociava il suo privato e le sue che lo portò a contrarre debiti. La matrimonio con Fernande, la
radicate convinzioni etiche e sua simpatia per la Germania non quale fino all’ultimo crede che il
politiche. fu scalfita dall’avvento al potere di figlio possa essere graziato e che
La frase riportata da Tucci Hitler. Salvemini venne avvisato tenta in ogni modo di
proseguiva così: «Per me era come del fatto che i finanziamenti alle giustificarlo? Le lettere pubblicate
un figlio. Ma l’ha voluto lui ed è Lettere e documenti era stretta. Il giovane veniva attività di Jean provenivano da chi da Fantarella mostrano la
giusto che abbia pagato». chiamato Giovannino. lui aveva avversato per una vita: prostrazione di Salvemini, il quale
A chi si riferiva Salvemini? Su raccolti adesso Nel 1925 la famiglia si trasferì da «Non posso fare che una sola però non intende transigere: Jean,
questo dramma, di cui c’era in un saggio Firenze a Parigi. Finché gli era cosa», scrisse a Carlo Rosselli e il suo Jean, Giovannino, era
conoscenza, ma non approfondita, stato possibile, Salvemini aveva Alberto Tarchiani nel marzo del colpevole e chi si era macchiato di
ha raccolto molto materiale, in fanno luce resistito alle intimidazioni 1934, «evitare d’incontrarmi quei crimini doveva pagare.
buona parte inedito, la storica su un episodio poco fasciste. Poi, quando queste personalmente con lui, da ora in Fernande morirà nel 1954, sola, a
Filomena Fantarella, che ha avevano alzato il tiro, per poi, tanto da poter dire che ho Parigi, invocando l’affetto e la
appena pubblicato Un figlio per noto della vita l’intellettuale, diventato un faro rotto ogni rapporto personale il consolazione da parte di Gaetano.
nemico. Gli affetti di Gaetano per la generazione dei Gobetti, giorno in cui Mussolini Che non arriveranno. Il loro
Salvemini alla prova dei fascismi
del politico antifascista: degli Ernesto Rossi e dei fratelli pubblicherà che il figliastro di sodalizio si era rotto. Tre anni
(Donzelli). Nel libro è ricostruita il rapporto tormentato Rosselli, si aprì la stagione del Salvemini ha preso denaro da lui». dopo morirà anche Salvemini.
una storia, quella dello studioso “fuoriuscito”, prima in Francia, Il libro di Fantarella segue passo ©RIPRODUZIONE RISERVATA

distrutto dalla tragica fine con Jean Luchaire


dell’intera sua famiglia — lui si
salvò perché, affacciato alla In alto, Jean Luchaire, figliastro
finestra, restò aggrappato al muro di Salvemini, durante il processo
portante dell’edificio mentre il concluso con la condanna a morte
resto della muratura inghiottiva
figli, moglie e sorella — che cerca
conforto in altri affetti, un’altra
moglie che ha già due figli
adolescenti. Una storia che avrà un
nuovo, ma diverso esito tragico.
E viene ricomposto il tormento
interiore di una delle figure
simbolo dell’Italia che resiste al
fascismo, che conosce il carcere, la
morte violenta dei suoi amici e
compagni di lotta, l’esilio, un
tormento provocato dalla scoperta
che una delle persone a lui più
care sta dall’altra parte e non
soltanto col pensiero, bensì con Era nato
un’attività costante e svolta in
primo piano. dal matrimonio
Nel 1916 Gaetano Salvemini sposa
Fernande Dauriac, che l’anno precedente della
prima ha divorziato dal marito e
che ha due figli, Jean e Marguerite.
seconda moglie
Salvemini conosce Fernande da Gaetano gli fece
tempo. Lei con suo marito si era
precipitata a Messina dopo il sisma da padre, ma poi
e lo aveva sostenuto nel dolore.
Con Fernande, amica di Sibilla il giovane diventò
Aleramo, femminista e socialista,
collaboratrice de La Voce,
collaborazionista
condivide un mondo di valori e di
ideali. La nuova famiglia fu per
Salvemini un porto dove riparare
le angosce di quella terribile notte
del 1908. «La vita», aveva scritto in
precedenza a Giustino Fortunato,
«non può avere per me più altro
scopo, se non quello di
dimenticare me stesso in opere
che mi leghino agli altri»: di qui un
rinnovato impegno nelle battaglie
politiche, nel riscatto delle
popolazioni meridionali, contro la
corruzione. Il libro
Fra Salvemini e il piccolo Jean
nacque un’intesa affettuosa. Con il Un figlio
patrigno, Jean dialogava come non per nemico
aveva mai fatto con il padre, Julien di Filomena
Luchaire, che pure era professore Fantarella
di italiano a Grenoble. Crescendo, (Donzelli
Jean maturava interessi politici e pagg. 175
culturali che Salvemini euro 25)
incoraggiava e la sintonia fra loro

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
32
Giovedì la curiosità
19 luglio
2018

S IL BOSS
P C’HA PRESO
E GUSTO E NON
T
SI FERMA PIÙ
Gino Castaldo
T
A
l titolo è Springsteen on
C
O
I boadway. La speciale
circostanza ha giustificato
perfino una pagina di
Wikipedia. Fatto sta che quella
L che era cominciata come una
passeggera avventura teatrale,
I iniziata il 3 ottobre e che in
teoria sarebbe dovuta finire il
26 novembre successivo, è stata
prolungata fino al 30 giugno:
un’enormità. Non per il Boss
che non ci ha pensato su due
volte e ha ulteriormente
prolungato fino al 15 dicembre.
Ora smetto, anzi no, continuo.
E ormai siamo a oltre 150
esibizioni nello stesso ridotto
teatro a Broadway, il Walter
Sul set di “Pezzi unici” di Cinzia Th Torrini per Rai 1

N
Kerr Theatre, travolto dal ell’Antico setificio si possa fare a meno di essere
fenomeno che sta facendo fiorentino il tempo si è L’attore è un artigiano che aiuta i ragazzi a riscattarsi Instagramati, Facebookati,
impazzire l’accanito popolo dei fermato, il rumore dei Whatsappati, mi sembra bellissimo.
fan di Springsteen. Ovviamente telai è forte e ritmico. “Sono maestri quelli che imparano con gli allievi” Il protagonista usa il telefonino due,
già si parla di un’ulteriore Il maestro Sergio tre volte al massimo. Mi piacerebbe
proroga e anche nel 2019 ci Castellitto guida i ragazzi con lo che si fermasse in una cabina
potrebbero essere repliche: 15 sguardo. «Volevo raccontare gli telefonica come avrebbe fatto
canzoni per sera, sempre le artigiani da una vita» dice Cinzia Mastroianni».
Lo ricorda con rimpianto?

Sergio Castellitto
stesse, cominciando con Th Torrini, autrice e regista della
Growin up e finendo con Born to nuova serie Rai Pezzi unici «le «Immenso. Ricordo l’affettuosità di
run, un copione molto rigido antiche botteghe chiudono perché Piccoli, la dolcezza di Gassmann, la
dovuto a quella antica e démodé non c’è ricambio. Sono al nostro fratellanza di Marcello. Attori che
etica per cui non sarebbe stato fianco la Regione Toscana, la Film non se la raccontavano più di tanto.
corretto dare ai fan cose diverse
ogni sera, ognuno ha diritto ad
avere quel preciso spettacolo,
come tutti gli altri. Le varianti
sono minime e quando ci sono
Commission i comuni di Firenze e
Prato. Raccontiamo come cinque
ragazzi borderline imparano il
mestiere: Vanni, il maestro, doveva
essere burbero e riabilitare se
“Io, un Geppetto Mastroianni aveva ancora un po’ di
panico sul set, non era mai
supponente. Un attore deve sentirsi
inadeguato, pensare che potrebbe
non ricordare la battuta. Non deve
si scatena il passaparola tra i
fan. Un mese fa ha cambiato la
scaletta per pura indignazione.
«Dopo 146 concerti
stesso. Sergio era perfetto».
Dal Grande cocomero a Don Milani,
passando per Vassallo, il sindaco
pescatore, il giudice Chinnici, il
che scolpisce mostrarlo ma intimamente deve
trovarsi davanti a un piccolo
baratro. Per noi attori il panico è la
vera benzina».

la vita dei ragazzi”


praticamente tutti uguali» ha Moro professore fino al medico di Ha girato fiction in tempi non
detto «stasera c’è bisogno di un Lampedusa Pietro Bartolo, sospetti: non ha mai temuto di
cambiamento» e ha cantato The Castellitto ha interpretato tanti essere messo da parte dal
ghost of Tom Joad per maestri. «Maestri di vita, ma cinema?
protestare contro la politica di disposti a imparare» spiega l’attore, «Non sono mai stato strategico nelle
Trump relativa alla divisione asciutto e sorridente «perché in scelte ma istintivo, non mi sono mai
delle famiglie messicane. Il 10 Italia è pieno di gente che non sa fatto fregare da quella forma di
luglio ha deciso per un bis e ha ascoltare». perbenismo per cui se fai il cinema
suonato This hard land, dicendo Gira una serie di dodici non fai la tv. Cerco sempre di fare
anche al pubblico che per una episodi: cosa l’ha convinta a qualcosa che non assomigli alla
volta era anche possibile tornare in tv? L’incontro di SILVIA FUMAROLA, FIRENZE cosa che ho appena fatto. Ho
scattare fotografie, cosa che di «La prima volta che ho letto la interpretato Padre Pio e subito
norma è severamente vietata in sceneggiatura ho pensato a questo debole per i ruoli del maestro. Ernesto Picciafuoco nell’Ora di
queste intime serate teatrali. artigiano come a un “Geppetto «Mi piacciono quando sono maestri religione con Marco Bellocchio.
Cosa spinge Springsteen? Lo fa furioso”. Mi è piaciuta la scrittura, e poco professori, l’Italia è piena di Oggi non dico più che recito, ma
per stare lontano da casa e dalla che non è semplicistica. Va a fondo. professori. Il vero maestro rimane che racconto. Un regista mi diceva
moglie, direbbero i maligni? No, Se le battute sono di plastica o studente, continua a imparare dagli sempre: “Fatevi venire almeno una
non funziona neanche questo, d’acciaio lo capisci subito. I ragazzi allievi. Vanni capisce che non si seconda idea, perché la prima è già
perché nella maggior parte dei sono credibili, nel cast c’è Giorgio tratta solo di piallare una figura, ma venuta a qualcun altro”».
concerti c’è anche lei, Patty, per Panariello è un uomo che adoro, ha che nella vita si vince se ci si ferma, Le serie hanno cambiato il
un paio di duetti, che di solito una grande umanità. Pensi che lo si esce da se stessi e ci si sforza di linguaggio televisivo?
sono Tougher than the rest e volevo in Non ti muovere, ma era guardare due metri più in là». «Sono più interessanti del cinema
Brilliant disguise, non certo per impegnato. Ci siamo ritrovati qui. Lei lo fa? perché permettono di approfondire
caso essendo i due pezzi Cinzia è legatissima a questo «Per la verità, cerco di farlo i personaggi, la grammatica
galeotti quando nel 1988 Bruce progetto perché racconta la sua continuamente». cinematografica deve stare dentro
partì per il tour di “Tunnel of città, è un omaggio al talento di Il progetto Interpreta un artigiano che un’ora e mezza. Non ho mai pensato
love” e iniziò la relazione uomini che creano la bellezza». La serie è prodotta da RaiFiction, crea con le mani, si prende il suo che la tv sia inferiore. La maggior
sentimentale con la sua corista Chi è Vanni Bandinelli? Indiana Production e Cassiopea. tempo in tempi sempre più parte delle cose interessanti
(che poi sarebbe diventata la «Un uomo inadeguato che ha un Tinny Andreatta: “Ci piaceva l’idea veloci: che effetto fa? vengono dalle serie: penso a Sky, a
sua seconda moglie). passato doloroso, ha perso un figlio del riscatto di cinque ragazzi «Questo è il punto. Mi piace che in Netflix. La stessa Rai ha innovato il
Forse vuole imitare uno dei suoi con cui aveva un rapporto apparentemente perduti attraverso un’epoca digitale, inodore, si linguaggio. La concorrenza creativa
riferimenti di sempre, Bob conflittuale. La serie racconta una la palestra di vita di una bottega racconti un mestiere fatto del obbliga a lavorare sulla scrittura».
Dylan, che continua il suo linea emozionale, l’incontro con artigiana a Firenze e la riscoperta profumo del legno, di rumori; l’idea Ha girato ottanta film: il
Never ending tour, scegliendo questi cinque ragazzi scapestrati. E del lavoro manuale e del talento” di tornare alla materia viva, migliore?
però un’inaspettata never una linea gialla: l’ossessione di plasmata dalle mani. Parliamo di «Non credo nelle carriere
ending residence, che Vanni per la verità sulla morte del gente che si sporca le mani, integerrime, ho fatto errori. Il film
figlio. È anche la storia di una
assomiglia più a una sorta di
lavoro regolare, per uno che un rieducazione alla paternità
Mi piace raccontare torniamo a parlare di operai. Ci
siamo ridotti così anche perché
migliore è Non ti muovere perché è il
compimento di un lavoro artistico e
lavoro regolare nella vita non all’occuparsi dei figli, dei giovani. Ci
riempiamo tutti la bocca con questa
chi si sporca le mani l’Italia si è dimenticata di loro».
Come vede il Paese?
umano. Ha rappresentato l’inizio
della collaborazione con Margaret
l’ha mai avuto. È la battuta che
Caporedattore
Spettacoli gli ha fatto il suo amico Little parola — giovani — ma poi?». L’Italia si è ridotta «No, guardi di politica non parlo. (Mazzantini, la moglie ndr). In tv
Steven, anche lui sorpreso da In questa storia s’insegna ai Parliamo della bellezza, di luoghi sono fiero di In treatment: 105
Marina
D’Amico questa normalizzazione. Fare giovani un mestiere. così anche perché che sembrano fuori dal tempo in cui episodi dove la parola era regina.
«Sì. Vanni educando alla vita i
musica come fosse un normale
lavoro da svolgere tutti i giorni, ragazzi educa se stesso, scoprirà
si è dimenticata senti il profumo del legno e della
ruggine».
Ma ho un ricordo bellissimo di
progetti nazionalpopolari come
Email
sempre uguale, con orari quanti errori ha fatto nei confronti
del figlio e della moglie. Diventerà
degli operai Si rifugia nel passato?
«L’atmosfera è vintage quindi
Padre Pio o Don Milani, mi hanno
dato la popolarità. Quella vera.
redazione precisi, come accade a chi va a
spettacolirep vedere i suoi concerti. una persona migliore». moderna. Tornare alla materia in Bella, anche se ti può divorare».
@repubblica.it ©RIPRODUZIONE RISERVATA La sua carriera dice che ha un un momento in cui sembra che non ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
33
Giovedì
19 luglio
2018

Lo spettacolo del quarantacinquenne francese


andrà in scena il 23 al Teatro Comunale di Bolzano
S
P
E
T
Charmatz “La coreografia? T
Un solo gesto e poi mai più A
C
Effimera come la danza” O
L
ANNA BANDETTINI, MILANO

URSULA KAUFMANN
I

S
e la danza contemporanea è da Emanuele Masi fino al 29, si è Gesti lato sinistro del corpo, col destro antimuseo proprio perché nel
una realtà interessante e accaparrato in prima italiana. Un momento di 10000 gestes ne deve fare un altro, e appena si momento in cui quel gesto è fatto,
creativamente vivace è per 10000 gestes — lunedì 23 luglio, al lo spettacolo del coreografo vede fare un movimento, quel è già sparito. «È nel dna della
alcune figure iconoclaste che Teatro Comunale di Bolzano — è francese Boris Charmatz che gesto è già sparito, «gli spettatori danza. La fugacità spinta al suo
reinventano il linguaggio del «un’ode all’essere effimero della andrà in scena lunedì 23 luglio assistono a una tempesta, una culmine». Ma perché tutto
corpo e le sue funzioni e possono danza», anticipa Charmatz. nell’ambito di Bolzano Danza nuvola in cui le forme cambiano questo? «La danza come arte del
permettersi anche operazioni In scena venti danzatori si al Teatro Comunale continuamente». Anche per i movimento è per natura effimera.
spericolate. Boris Charmatz è tra muovono con un codice ballerini è strano, perché invece Ogni gesto è unico. Anche quando
questi: 45enne interprete e prestabilito di gesti, ma con che adagiarsi su gesti consueti lo ripeti non è mai uguale a se
coreografo francese, più volte regole ferree: nessuno può devono in ogni istante pensare al stesso — spiega Charmatz che
ospite del Ballet de l’Opéra di ripetere un gesto due volte, o già movimento successivo, sempre dopo questo trionfale ultimo
Parigi, con Anne Teresa De
Keersmaeker e Tino Sehgal tra
fatto da un altro danzatore. E in
più ogni gesto deve essere
Nel mio 10000 proiettati a quello che accadrà
dopo, e quanto al coreografo,
anno a Rennes, dove il “museo
della danza” ha sviluppato
coloro che hanno segnato la eseguito velocemente. Se uno gestes ognuno dei «normalmente sa cosa accade in iniziative pedagogiche, progetti
danza contemporanea, è da dieci sorride o fa “ciao” nessun altro scena, seleziona i pezzi per di ricerca, studi, spettacoli
anni (e fino a dicembre) direttore può farlo. «È come un grande caos 30 ballerini fa un ciascun danzatore e li monta. Qui coinvolgendo anche 16 mila
del Musée de la danse a Rennes, di molti gesti ballati velocemente: invece deve tenere sotto controllo spettatori a volta, lavorerà tra
un Centro Coreografico che ha in un solo secondo puoi farne movimento che non venti, trenta gesti diversi. Dunque Parigi e Bruxelles — Volevo
trasformato in luogo speciale “di anche due o tre», spiega il non controlla niente». giocare con questa idea
memoria vivente della danza”. coreografo. può essere replicato Ma il risultato è notevole, anche dell’unicità e dell’effimero fino al
Per capire la portata del progetto È un’esperienza strana quella a nella sua carica sperimentale. Per punto in cui il movimento che si
ora c’è uno spettacolo unico, cui c’invita: per chi guarda può né da lui né dagli altri Charmatz 10000 gestes è una vede è talmente sfuggente da
sconcertante, divertente, che essere anche comico perché se il sorta di archivio vivente dei gesti trasformarsi in immobilità».
Bolzano Danza, il festival diretto ballerino fa un movimento con il della danza, ma anche un ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Gotham.
Televisione
Il personaggio, arrivato nel
mondo dei fumetti proprio per
35
Con Batwoman contrastare, negli anni 60, le
“voci” che circolavano attorno
alla presunta omosessualità di Giovedì

prima eroina lesbica Batman e Robin, è stato


reintrodotto nei fumetti DC solo
nel 2006 dopo una lunga pausa,
19 luglio
2018

sullo schermo trionfa e solo allora è stata presentata


come una ragazza lesbica di
origine ebraica. Batwoman/Kate S
la causa Lgbt Kane sarà la prima eroina
omosessuale di una serie di
supereroi con attori; lo scorso
P
anno Berlanti e Warner Bros E
Animation avevano realizzato
The Ray il primo cartone T
ERNESTO ASSANTE, ROMA animato con protagonista un
supereroe gay. T
Fino a qualche anno fa nei
l mondo dei supereroi sta fumetti non potevano A
I vivendo la stagione della
rivoluzione sessuale: dopo gli
eroi pansessuali come
Gli altri
apparire personaggi LGBT,
c’era un “codice di
comportamento” emanato
C
Deadpool, o quelli gay come negli anni Sessanta, dopo O
Iceman (che però non è mai la pubblicazione di un
approdato al cinema o in tv), sta libro, scritto da Fredric L
per arrivare sugli schermi tv Hertmann intitolato La
americani la prima eroina seduzione degli innocenti, nel I
lesbica. E non è un personaggio quale veniva denunciata
qualsiasi, ma niente di meno che l’omosessualità di Batman e
Batwoman. Dal prossimo Robin, che avrebbe potuto
dicembre negli Stati Uniti corrompere l’ignara gioventù
apparirà per la prima volta in Deadpool americana. Oggi nel mondo dei
una puntata “crossover” che Wade Winston Wilson, ovvero fumetti i supereroi che hanno
metterà insieme i protagonisti Deadpool, arrivato al cinema nel atteggiamenti sessuali
di alcune serie della DC Comics, 2016, è pansessuale completamente liberi sono
The Flash, Legends of molti, dalla bisessuale Harley
Tomorrow e Supergirl, e poi nei Quinn (arrivata anche sul
primi mesi del 2019 avrà la sua Batwoman grande schermo), ai gay Iceman
serie autonoma, prodotta da Kate Kane, apparsa e Northstar, alle lesbiche Elektra
Warner Bros e Greg Berlanti e per la prima volta e Phyla-Vell.
scritta da Caroline Dries ex negli anni Sessanta, Anche nei fumetti italiani la
produttrice esecutiva di The ritorna in tv come rivoluzione sessuale è iniziata
Vampire Diaries. prima supereroina da tempo: nel 1991 nell’universo
La notizia dell’arrivo di omosessuale di Nathan Never dei fratelli
Batwoman della DC Comics Bonelli con la bella Legs Weaver;
arriva negli stessi giorni in cui i mentre nel 1994 era arrivata
responsabili della casa di inserimento di due supereroi supereroe già noto. Kate Kane, Kerry Kross, agente segreto
produzione concorrente, la Lgbt all’interno dei propri film, questo il nome di Batwoman, è disegnato da Max Bunker e
storica Marvel, passata sotto il Harley Quinn specificando che in un caso si una ragazza apertamente Dario Perucca. Entrambe
controllo della Disney, ha Harleen Francis Quinzel è una tratterà di un personaggio omosessuale, addestrata al lesbiche, ma al cinema e in tv
annunciato attraverso il suo eroina bisessuale apparsa al nuovo, ma che nel secondo caso combattimento, decisa a siamo soltanto all’inizio.
capo Kevin Feige, il prossimo cinema per la prima volta nel 2016 si tratterà del coming out di un portare giustizia nelle strade di ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Domani sul “Venerdì” di Repubblica

Freddie Mercury
nascita di una star
Londra, 13 luglio 1985, stadio di
Wembley. Quando i Queen
salgono sul palco del Live Aid e
Freddie Mercury al pianoforte
intona il primo pezzo il pubblico
va in delirio «e nel backstage gli
altri artisti interrompono le
interviste per andare a vedere lo
show». L’attore Rami Malek parla
sul Venerdì in edicola domani del
suo ruolo in Bohemian Rhapsody,
il film che ripercorre la storia
della rock band inglese e che sarà
nei cinema italiani il 29
novembre. Intervistato da
Stefano Pistolini, Malek racconta
come si è avvicinato al ruolo di
Mercury. «Per me l’unica strada La copertina
da seguire è stata quella di capire Ramy Malek nei panni di
Freddie: comprendere la sua Freddi Mercury domani
umanità, misurare la sua anima. sul Venerdì di Repubblica
Poi sono risalito alla sua fisicità,
al suo modo di muoversi, alla show è il primo su cui mi sono
voce». concentrato, per impadronirmi
Nel film Malek, 37 anni, di origini del personaggio. Osservandolo si
egiziane, diventato celebre per la vede questa impronta di
serie tv Mr. Robot, è machismo e spavalderia
straordinariamente somigliante inscenati per rappresentare
al leader dei Queen, denti qualcos’altro: un’esplicita
esagerati compresi. «Soffriva per dichiarazione d’intenti che parla
le continue prese in giro, e poi di orgoglio e di liberazione».
era un immigrato sbarcato nella La storia di copertina del Venerdì
nuova Inghilterra dei giovani, si conclude con un articolo in cui
dove rincorse il suo sogno. In Giuseppe Videtti ripercorre look
questo film non c’è l’eroe da e atteggiamenti provocatori
venerare, ma una personalità delle rockstar. Da David Bowie a
determinata a farcela. Era un Mick Jagger a Elton John, in
uomo complicato, coi suoi molti negli anni Settanta e
demoni e il suo percorso di Ottanta hanno giocato
consapevolezza». sull’ambiguità per stupire il
Tra i primi ciak di Bohemian pubblico. Ma in pochi hanno
Rhapsody ci sono state proprio le avuto il coraggio di dichiarare la
scene che riproducono la propria identità sessuale.
performance al Live Aid. «Quello ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
36
Il festival Scatti etici a Lodi Il premio Master of Photography
Dal 6 al 28 ottobre Lodi si tiene la nona edizione Federica Belli è la vincitrice dell’edizione 2018 del
del Festival della fotografia etica. L’obiettivo è di primo talent show europeo di fotografia andato
«raccontare l’attualità attraverso percorsi diversi in onda su Sky. La giuria era composta da Oliviero
e originali per arrivare a parlare alle coscienze». Toscani, Mark Sealy ed Elisabeth Biondi.
Giovedì
19 luglio
2018

F
O
T
O
G
R
A
F
I
A

Ritorno in Iraq Dimenticare la guerra, scordare la mancanza di elettricità,


la corruzione, le proteste, gli amici che sono morti: una festa, “la più grande
dal 2003 a oggi”, con una deejay venuta apposta dalla Turchia, i ragazzi e le ragazze
che bevono alcolici, le luci laser, la musica a tutto volume, i ballerini di breakdance.
È la voglia di assaporare una normalità negata per oltre quindici anni

Ballare a Baghdad
la movida
dopo le bombe

EMANUELE SATOLLI, BAGHDAD

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
37
Le mostre Devozione e razzismi A Cortona Immagini nel centro
Inizerà il 14 settembre a Savignano sul Rubicone È in corso a Cortona, fino al 30 settembre, l’ottava
la 27/a edizione del “Si Fest”. Tra le mostre, i lavori edizione del festival di fotografia “Cortona On
di Casotti e Brutti sui fenomeni razziali in Missouri The Move”, una serie di mostre dislocate tra il
e dell’armena Lucie Khahotian sulla devozione. centro storico e la Fortezza Medicea del Girifalco.
Giovedì
19 luglio
2018

È
l’ultimo giorno di Ramadan, e come F
oramai mi capita da diverse sere, mi
siedo a un tavolo del bar del Baghdad O
Hotel, a pochi metri dal Tigri. L’aria
condizionata sbuffa forte dai T
bocchettoni. Fa freddo dentro, ma fuori non ci si
può sedere, «non con questa, almeno fino a O
domani sera», dice la ragazza del bar mentre mi
serve una bottiglia di Farida, una birra locale. G
Sono a Baghdad da oltre una settimana. Da
quando nell’ottobre del 2016 ho iniziato a seguire R
l’offensiva per liberare Mosul questa è la nona
volta che metto piede in Iraq. E anche se l’Isis è A
stato ufficialmente sconfitto sono ancora qui per
lo stesso motivo, o per lo meno per continuare a F
raccontarne le ripercussioni, sui veterani, sulla
vita di quei soldati che lo hanno combattuto. I
Al bancone noto una comitiva di giovani. C’è una
ragazza con i capelli sbiancati, sembrano A
zucchero filato.
Uno mi pare di averlo già visto e quando incrocio
il suo sguardo lo riconosco: a giugno, un mese
prima che finisse l’offensiva, mi aveva dato un
passaggio per andar via da Mosul e tornare a
Erbil, la capitale del Kurdistan iracheno.
Harshed mi viene incontro, ci abbracciamo e mi
invita a unirmi ai suoi amici. Spiega che sta
preparando una festa di due serate, a bordo della
piscina dell’hotel: «Sarà la più grande, come non
se ne vedono da anni. L’ingresso costerà 80
dollari e bisognerà venire vestiti tutti di bianco».
La ragazza dai capelli candidi è Eke, una deejay
turca, arrivata apposta per il party. Lei confessa
di sentirsi molto sollevata: «In Turchia tutti mi
hanno sconsigliato di venire qui. Pensano che
Baghdad sia un posto molto pericoloso, ma
nessuno di loro c’è mai stato». Eke tira fuori dalla
borsetta un blocco di biglietti e ne strappa uno: il
mio invito alla festa.
Il giorno dopo mi procuro una t-shirt bianca e
verso le otto di sera, con la mia macchina
fotografica, mi presento all’ingresso. La piscina è
piena di palloncini bianchi, luci laser tracciano
disegni nella notte tra nubi di fumo artificiale che
avvolgono un palco. E lì si issa Eke, lanciando
musica dalla consolle. Ci saranno almeno
cinquanta ragazzi e ragazze, altri continuano ad
arrivare ma pochi ballano. Faccio qualche scatto
e Harshed si avvicina: mi chiede se posso mettere
giù la macchina fotografica, «almeno per un’ora,
per far partire la festa». Poco prima avevo
conosciuto Sadeq, che ha 25 anni e fa il fotografo:
mi spiega che soprattutto «le ragazze irachene
non sono abituate a mostrarsi mentre ballano,
bevono un bicchiere di whiskey o una birra e
magari fumano una sigaretta». Questa notte qui
tutti vogliono sentirsi liberi, deve essere un
momento di gioia.
Lentamente la pista si riempie, la musica di Eke
va a tutto volume e la facciata del Baghdad Hotel,
su cui sbattono le luci laser, cambia di continuo
colore. Ogni tanto la folla di ragazzi si fende e
irrompono dei ballerini di breakdance. Leo
Abdullah, ha 26 anni e anche lui ballava la
breakdance prima di aprire un’agenzia di
pubblicità. «Eravamo un gruppo di amici, c’era
anche Adel Euro, che purtroppo è rimasto ucciso
durante un attentato nel quartiere di Karrada.
Un’autobomba: non siamo mai riusciti a ritrovare
il suo corpo».
Poco alla volta, ballano tutti. Sono centinaia.
Felici, come lo sa essere solo chi convive con
l’orrore e sa apprezzare ogni momento della vita.
E fanno video da postare su Instagram. Sono
come tutti gli altri ragazzi del mondo. E
vorrebbero la stessa allegra normalità.
Nonostante quindici anni di guerra e di bombe,
che questa notte cercano di dimenticare.
Da quella festa mi sento spesso con Leo su
WhatsApp. Ma da giorni non mi risponde. Il
governo ha tagliato Internet, per evitare che
circolino notizie delle proteste, a Bassora e pure
in alcune zone di Baghdad: proteste per la
mancanza di elettricità, di acqua potabile, di
lavoro. Proteste per il dilagare della corruzione.
La realtà, che questi ragazzi hanno cancellato
giusto per un sogno di mezza estate.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

L’autore Le foto
Emanuele Satolli è un In alto a sinistra, la dj
fotogiornalista italiano turca Eke. Sotto,
che vive a Istanbul. In le ragazze ballano
Medio Oriente è stato e i camerieri vendono
testimone, tra l’altro, alcolici. A destra,
della battaglia per la facciata dell’hotel
liberare Mosul e della e, sotto, Sadeq, 25
caduta dell’Isis a anni, fotografo,
Raqqa. Recentemente e Mustafa, 21 anni,
è stato a Gaza comico. Qui a destra,
per la rivista Time la festa a bordo piscina

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
38
Giochi 2022 Nuove discipline, più donne Europeo U19 Oggi Italia-Portogallo
Il Cio ha inserito sette nuove discipline ai Giochi Dopo la vittoria contro la Finlandia (1-0), agli
invernali dal 2022: dal monobob donne a un Europei l’Under 19 affronta il Portogallo a Vaasa
“mixed team event” nello snowboard. “Parità di (ore 19.30, diretta su Rai Sport). Invece a Biel
genere anche nel numero dei partecipanti”. l’Under 19 femminile ha perso 3-1 con l’Olanda.
Giovedì IL RACCONTO
19 luglio
2018

S CONFESSIONE La corsa La seconda tappa sulle Alpi ha riscritto la classifica. In giallo il compagno
P DA MADRE di squadra del favorito. Nibali si è difeso per risalire al 4° posto. Oggi Alpe d’Huez
O DI UN BABY
R
JUVENTINO
T
Enrica Tesio
Tour in mano a Sky
T
ra le cose che avevo messo
in conto con la maternità
c’erano le notti in bianco,
ma non i giorni in bianco nero e
invece sono diventata la madre
di un piccolo tifoso juventino.
il rivale di Froome
Non so come sia successo, so
solo che intorno ai quattro anni
Lorenzo, il mio primogenito, ha
sviluppato una vera passione
per il calcio, nello specifico per
è il gregario Thomas
Buffon e, in un secondo tempo,
per la squadra che fino a
quest’anno ha capitanato. Ne
ho anche approfittato, Buffon
mi è venuto in soccorso
innumerevoli volte: “Se non GIANNI MURA, LA ROSIÈRE
mangi la minestra non
crescerai mai forte come Gigi!”, Il Tour è cominciato. Il Tour è fini- Due ori olimpici nell’inseguimento Alpi. Thomas aveva vinto il Dau-
“Mi ha appena chiamato Buffon to. Inizio ad effetto, che rappre- Il ciclista gallese Geraint Thomas, phiné, mandato in leggera crisi
per dire che ti devi lavare i senta il succo di una tappa pazza, 32 anni, è nel Team Sky dal 2010. In nell’ultima tappa da Bardet e Ya-
denti”, “Se non fai il bravo quindi bellissima. Tappa corta, carriera due ori olimpici, a Pechino tes. La protezione della truppa
Buffon non ti porta i regali a 108 km, quindi pericolosa. Gli or- 2008 e Londra 2012. Pro dal 2007, nei confronti di Froome era parsa
Natale” (no, questo non l’ho ganizzatori ci stanno prendendo a giugno ha vinto il Dauphiné. Suo eccessiva nella prima settimana,
detto davvero, fino ai sei anni gusto, sui Pirenei da Bagnères a nel 2015 l’E3 Harelbeke a meno che non nascondesse qual-
Babbo Natale batte ancora St.Lary i km saranno 65 e forse as- che timore sul reale stato di forma
Buffon 1 a 0, palla al centro). sisteremo al miracolo degli Sky di Re Filiforme. Se nella canzone
Quando a luglio 2016 si è che volano. Ieri, imponendo un rit- di Rino Gaetano il cielo è sempre
cominciato a parlare dell’arrivo mo che pochissimi hanno retto, più blu, al Tour Sky è sempre più
di Higuain a Torino, la nostra hanno fatto bingo: maglia gialla a forte. Non dirò inattaccabile, ieri
città, ho pensato a un amorazzo Thomas, mentre il generale Froo- qualcuno ci ha provato, ma il solo
estivo, una cotta passeggera, me risale fino al secondo posto, a uscirne con un minimo di guada-
invece il Pipita ci ha che conserverà fino a che lo riter- gno è Dumoulin, che sul traguar-
rivoluzionato la vita perché ha rà opportuno. O lo deciderà Brail- do ha dato un furioso colpo di reni
deciso di venire ad abitare a un sford. In casa Sky si può discute- per togliere 2” a Froome.
isolato da casa nostra. Certo re, ma l’ultima parola è la sua. La La tappa pazza non ha avuto
l’appartamento dove viviamo è dimostrazione di forza, lo strapo- un minuto di noia, ma dalla no-
grande come lo sgabuzzino per tere, la facilità di pedalata quasi ir- stra parte siamo ancora in credi-
le scope della colf del buon ridente, tutte queste inducono a to. Parte la solita fuga numerosa,
Gonzalo, ma non sottilizziamo. contraddire l’inizio. Il Tour non è quasi subito, e chi c’è dentro? Sa-
Due anni di appostamenti ad finito, semplicemente ha preso gan, ovvio, ma anche Alaphilippe,
aspettare di incontrarlo, una strada per il successo a Parigi Caruso, Barguil, Nieve, Mollard,
accucciati dietro i cespugli che difficilmente qualcuno o qual- Tema dei prossimi Soler, Herrada, Pauwels. La prima
davanti alla sua villa, hanno cosa potrà cambiare. Il parvenu salita è nuova per il Tour, si chia-
dato un senso all’appellativo Chris Froome, ex gregario, rag-
giorni: i fratelli nemici, un ma Bisanne, è tosta: 12 km
“gobbi” dato agli juventini, io giungerà i beati (nel ciclismo) An- classico. Un team quasi all’8,2%. Ed è classificata Hors ca-
gobba lo sono diventata e anche quetil, Merckx, Hinault e Indu- tegorie, pur superando di poco i
la sciatica non sta benissimo, rain a quota 5. Può avere una gior-
inattaccabile. Il rimedio? 1.700 metri. E anche la salita suc-
tra l’altro l’abbiamo avvistato nata nera anche lui? Già pronto Il tetto agli ingaggi cessiva, il Col du Pré, è Hc: 12 km
un’unica volta, era in auto, con i fin dall’inizio il piano B, cioè Tho- al 7,7, Dopo due antipasti del gene-
vetri oscurati, in effetti poteva mas. Che a Sky, per esperienza e re, risulta indigesto anche il più
essere anche la colf con tutto lo anche carisma, ha sempre recita- gentile e romantico Cormet de Ro- brava il prologo a un tuffo di Vin-
sgabuzzino di scope, o Buffon, o to il ruolo di capitano di strada. selend, o meglio la sua parte ter- cenzo nostro giù per una discesa
Babbo Natale. Ho lavato così Quando ha provato a curare la minale: 5,7 km al 6,5%. Sempre vi- che doveva piacergli, invece no. Il
tante volte l’amata maglietta di classifica, nel 2015, beccò 22’ nella va, perché la fuga s’è più volte fra- tuffo l’ha fatto Dumoulin: «Mio
Higuain che ha perso alcune penultima tappa di montagna, a zionata, ricomposta e di nuovo zio affittava una casa proprio qui,
lettere, così Lorenzo si aggira La Toussuire, dove vinse Nibali at- spezzata, la corsa s’infiamma qui. per tutto l’inverno. Qui ho attacca-
per il campetto di zona con taccando da lontano. Su iniziativa Movistar (era ora). to per dedicargli una vittoria, è
scritto “Guai” sulla schiena, un Se di Vincenzo nostro si parla Scatta Valverde, guadagna in fret- morto da poco, ma non ci sono riu-
manifesto programmatico dopo una ventina di righe, è se- ta un minuto sul gruppo di Froo- scito. E questo sforzo non vorrei
insomma. Non rinnego nulla, gno che ha vissuto giorni migliori me e Nibali, ne guadagna un altro pagarlo nelle prossime tappe».
per i figli si fa questo e altro. in bici. Di ieri anche la notizia del- quando Soler si ferma ad aspettar- Bardet: «Ho perso l’occasione di
Solo che è proprio quell’altro la morte di Paolo Zani, presidente lo e rimontano i resti della fuga. seguire Dan Martin e in un Tour le
che mi spaventa. Perché l’Altro della Liquigas ai tempi di Nibali. Sorpassando Alaphilippe Valver- occasioni non sono infinite». Un
quest’anno è Ronaldo, il CR7 Nonostante sia andato in debito de lo sfiora leggermente con la altro che si sta rassegnando. Quin-
che fino a una settimana fa d’ossigeno nel finale, Nibali recu- mano. Gentile. Davanti i più attivi tana: «Avevamo un piano ma non
pensavo fosse il robot di Star pera posizioni su posizioni: ieri sono Caruso e Nieve e sono quelli eravamo in giornata, io per pri-
Wars, ma no CR7 è il nostro mattina era nono, ieri sera quarto, che arrivano più vicini alla vitto- mo». S’è visto. Infine la nuova ma-
nuovo argomento preferito. Di solo un coraggioso Dumoulin tra ria.Thomas li salta a 400 metri glia gialla, Thomas. «Tappa e ma-
lui so già il numero di gol lui e la coppia Sky, dietro di lui Ro- dall’arrivo. Grandissima la tappa glia, cos’altro posso chiedere? Se
segnati, la storia della famiglia glic. Una frase che andrebbe bene di Caruso, che oltre il traguardo gi- il Tour finisse domani il mio sareb-
fino alla settima generazione, anche adesso Nibali l’aveva pro- ra la bici e non parla. Peccato, be già un bilancio positivo. Tutto
so che ha un piccolo ossicino in nunciata due giorni fa: «Se non si manca l’occasione di dirgli come da copione. Due volte ci sia-
più nella caviglia destra, so che arriva a una cosa tipo tetto dei sa- quant’è stato bravo e quanto meri- mo allarmati: quando Valverde
ha preso casa in collina a lari, questi avranno sempre una terebbe di vincerla, una tappa. aveva 2’ di vantaggio e quando s’è
distanza di sicurezza dalle squadrone imbattibile». Si sa che Tema dei prossimi giorni: i fra- mosso Dumoulin. Io? La parola io
madri stalker e dai tifosi in erba a battere gli imbattibili c’è più gu- telli nemici, un classico. Brail- a Sky non esiste, se vinciamo è per-
inguaiati, so che, parole di mia sto, ma è molto, molto difficile. sford avrà già letto Shakespeare, ché viviamo da squadra, ci allenia-
figlia Marta, è un gran bel L’unica arma di cui Sky non dispo- Corneille e avrà una risposta, una mo da squadra, corriamo da squa-
ragazzo, cosa che mi preoccupa ne è lo sprinter. Non gliene può strategia, un sorriso. Nibali: dra. Se negassi che mi piacerebbe
assai, non credo di essere importare di meno. Tutti per uno, «Sull’ultima salita hanno fatto un vincere il Tour sarei un bugiardo,
Caporedattore
preparata a gestire due il capitano, altro che uomini spre- ritmo altissimo. Ho risposto un pa- ma qui il capitano, il nostro nume-
Sport
Angelo mini-juventini in famiglia. So cati a far da balia a quei perdigior- io di volte, poi sono andato in debi- ro uno era e resta Froome». Che
Carotenuto che ho rivalutato il nuoto, uno no di velocisti. Ieri, per la cronaca, to d’ossigeno e ho cercato di limi- però le è corso dietro. «Ha fatto be-
sport completo, dove fuori tempo massimo e dunque a tare. Mi chiedete cosa può succe- ne, ha staccato altri avversari». Ro-
soprattutto non ci sono casa Kittel, Cavendish e Renshaw. Prime sentenze dere adesso, ma sinceramente vesciando le parti, lei l’avrebbe in-
magliette da lavare. A questo Tour i due capitani Chris Froome, 33 anni, ha lasciato via non rispondere. Oggi in tanti ab- seguito? «Non lo so». Dietro l’ango-
Email
L’autrice ha pubblicato “La erano arrivati a braccia alzate: libera al compagno Geraint Thomas. biamo preso una mazzata». lo non l’ombra di Banquo ma quel-
redazione
losport verità, vi spiego, sull’amore” Froome aveva vinto il Giro, con Sotto Vincenzo Nibali, 33, e Romain Nell’ultimo km del Cormet Nibali la di Wiggins.
@repubblica.it (Mondadori) quel numero stupefacente sulle Bardet, 27, staccati nel finale ha messo Pellizotti a tirare. Sem- ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
Amichevoli Inter battuta, Nainggolan ko Pallanuoto Settebello, 12-5 all’Ungheria
Inter battuta 2-0 in Svizzera dal Sion nella
seconda amichevole del suo precampionato.
Seconda vittoria di fila agli Europei di pallanuoto
di Barcellona per il Settebello del ct Campagna,
39
Uscito per infortunio muscolare (affaticamento) il primo nel girone A: battuta 12-5 l’Ungheria. Alle 17
belga Nainggolan. 30’ finali per Icardi. (RaiSport) tocca al Setterosa contro la Croazia.
Giovedì
19 luglio
2018

S
P
O
R
T

FACUNDO ARRIZABALAGA/EPA
Alisson Becker, 25 anni, in azione col Brasile al mondiale: due stagioni con la Roma in A

Mercato Il brasiliano venduto per 75 milioni: pagato più di Buffon e di Neuer. Ora i giallorossi
su Areola, ma il vero obiettivo è Chiesa: per averlo venderanno ancora. La Lazio va su Pedro

Alisson, n. 1 anche nel prezzo


il Liverpool fa spesa a Roma
GIULIO CARDONE e MATTEO PINCI

Le papere di Karius nella finale Fiorentina. Alisson è comunque


di Champions avranno un prez- la tessera che può cambiare il
zo: per lui la maglia da titolare, al mosaico europeo dei n. 1: il Chel-
Liverpool 75 milioni di euro. Spe- sea - che sta vendendo l’attaccan-
si per prendersi dalla Roma Alis- te Pedro alla Lazio - ha perso la
son, da ieri il portiere più pagato corsa all’ormai ex romanista. Ha
della storia del calcio. Un affare il miglior portiere del Mondiale,
già ben avviato una settimana fa, Thibaut Courtois, ma lo darà al
poi la Roma - temporeggiando e Real Madrid per 35 milioni. Abra-
giocando con la sponda del Chel- movich riporterà allora in Blues
sea - è riuscita a ottenere 5 milio- Peter Cech, scivolato nell’Arse-
GABRIEL BOUYS/AFP
ni in più. Ieri sera il portiere del nal alle spalle del neo acquisto
Brasile è partito da Ciampino Leno. Cech chiuderà la porta a
per Manchester dove un’auto lo Donnarumma, che pure piaceva
ha portato nella città dei Beatles: a Sarri: per il portiere del Milan
firmerà per 5 anni - a 5,5 milioni arriveranno novità solo quando
annuali - che diventeranno 6 con Raiola sarà sicuro che la sua ces-
i premi, garantendo alla Roma sione non risolverà un problema
65 milioni più 10 di bonus facili alla coppia Mirabelli-Fassone. Il
da raggiungere. Un nuovo re- futuro del 19enne può essere Pa-
MARCO BERTORELLO/AFP
cord che disintegra i 53 milioni rigi: il piano dello sceicco Al Khe-
spesi nel 2001 dalla Juve per Buf- laifi è di garantirsi l’erede di Buf-
fon, i 40 del City per Ederson e i fon, farlo crescere un anno
MARCO CANONIERO/SYNC
30 del Bayern per Neuer. Supere- all’ombra del campione in attesa
rà anche Salah che, sulla stessa che possa ereditarne la corona.
tratta, un anno fa aveva santifica- Un progetto a lunga scadenza,
to la cessione più fruttuosa della opposto quello per un altro mila-
storia della Roma, squadra che nista: Bonucci. Vuole andar via,
quando c’è da vendere - vedi in un club che lotti per vincere e
Nainggolan, Rüdiger, Pjanic - ha Numeri uno ieri il suo agente ha incontrato i
pochi rivali al Mondo. Da ieri la In alto Alphonse Areola, 25 anni, vertici della squadra parigina.
domanda non è più dove andrà campione del mondo con la Nonostante i 32 milioni necessa-
Alisson, ma: chi comprerà la Ro- Francia e portiere del Psg. Sotto il ri per averlo e i 7,5 di stipendio, il
ma? In un orizzonte affollato di rossonero Gianluigi Donnarumma, sorpasso allo United è (quasi) co-
nomi, è comparso l’olandese 19 anni: entrambi animano il sa fatta.
Zoet del Psv, che qualche setti- mercato tra Serie A e Ligue 1 ©RIPRODUZIONE RISERVATA

mana fa era in vacanza a Roma


Gli italiani sull’Alpe d’Huez Ordine d’arrivo e classifica con la famiglia: magari tra uno La fotografia
scatto al Colosseo e uno a Piazza
del Popolo ha pure visto il ds
La prima volta Van Avermaet becca 22’ Monchi. Che, in queste settima- Giacca e cravatta
11ª tappa Albertville-La Rosière ne, si è mosso su vari fronti: Ol- Il Chelsea ha
Fausto Coppi (108 km): 1) Thomas (Gbr) in sen, del Copenaghen, non dispia- presentato ieri il suo
La prima scalata dell’Alpe d’Huez è 3h29’36”, 2) Dumoulin (Ola) a 20”, ce affatto. Meno caldo Cillesen nuovo tecnico,
dominata da Fausto Coppi, che dà 3) Froome (Gbr) st, 4) Caruso (Ita) del Barça. Ma sulla griglia della Maurizio Sarri. In
1’20” a Robic e 3’22” a Ockers a 22”, 6) Martin (Irl) a 27”, 8) Bardet porta romanista, la prima fila è una veste inedita -
(Fra) a 59”, 9) Nibali (Ita) st, 10) del francese Areola del Psg: non giacca e cravatta
Le doppiette Quintana (Col) st, 13) Landa (Spa) ha alcuna intenzione di far da vi- anziché la solita
a 1’47”, 23) Valverde (Spa) a 3’30”, ce a Buffon, l’agente Raiola lo ha tuta - l’allenatore ha
Gianni Bugno e Marco Pantani 28) Yates (Gbr) a 4’42, 71) Van proposto ai giallorossi mentre raccontato pure
Due le doppiette italiane: Bugno Avermaet (Bel) a 22’23”. gli vendeva il giovane Kluivert, l’addio a Napoli: “La
(90-91) e Pantani (95-97). Vincere Classifica generale: 1) Thomas le società ne hanno discusso du- amo e l’amerò per
lì non servì però a vincere il Tour (Gbr) in 44h06’16”, 2) Froome rante le trattative per Pastore. sempre. Con De
(Gbr) a 1’25”, 3) Dumoulin (Ola) a Costerebbe 25 milioni o poco Laurentiis errori da
L’ultima impresa 1’44”, 4) Nibali (Ita) a 2’14”, 5) più, hanno fatto sapere i france- entrambe le parti, la
Roglic (Slo) a 2’23”, 8) Bardet (Fra) si. In ogni caso a Trigoria non Premier è il miglior
Giuseppe Guerini a 2’58”, 9) Quintana (Col) a 3’16”. spenderanno cifre folli per un n. torneo al mondo, e
Tour ’99: a 1 km dall’arrivo Guerini, Oggi: Bourg Saint Maurice-Alpe 1, visto che l’idea è di vendere io voglio divertirmi.
tutto solo, cade scontrandosi con d’Huez (175 km), diretta Rai, uno tra Perotti e El Shaarawy e Ma chiamatemi
un fotografo, si rialza e vince Eurosport e Timvision dalle 12 poi puntare forte su Chiesa della KIRSTY WIGGLESWORTH/AP
Maurizio”.

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
40 La storia I creativi del calcio

Giovedì
19 luglio
2018
Il folle marketing
S
di poeti, serpenti
P
O
e spermatozoi
R
Viaggio nelle campagne pubblicitarie
T
per vendere nuove maglie e abbonamenti

MATTEO MARIA MUNNO Il giudizio universale nerazzurro


Il manifesto della nuova campagna
al vintage alla letteratura, abbonamenti dell’Inter: tra i

D passando per indovinelli,


monologhi da film e
perfino uno spermatozoo,
riferimenti nascosti ci sono
Ronaldo e José Mourinho

blucerchiato come quello della


campagna “Dal primo istante”
della Sampdoria per la
precisione. Le squadre di Serie
A e B, sapendo di non poter
contare su Cristiano Ronaldo,
stanno schierando un altro tipo
di fenomeni estivi, i creativi del monologo che fu di Al Pacino in Anche i due club di Verona Sulla manica scrive: “Omnes
calcio. Sono loro, che nel corso “Ogni Maledetta Domenica” del portano la città sulla divisa: insani veronenses”, “veronesi
della stagione sono chiamati a 1999. La Roma, invece, il film se entrambe, nella terza maglia, tutti matti”, e sul collo è invece
pubblicare, twittare o lo gira da sola, arruolando il propongono lo stemma della stampato l’Indovinello
fotografare la squadra sui social David di Donatello Mario dinastia Della Scala. Il Chievo di Veronese, testo che risale a un
quando non è in campo, e a Amura in regia: a lui il compito Campedelli si spinge oltre, e periodo fra VIII e IX secolo,
dare il massimo per far sì che il di raccontare la passione propone altri due inserti considerato uno degli anelli di
tifoso diventi un cliente giallorossa e far venir voglia di letterari sulla seconda maglia. passaggio dal latino alle prime
innamorato del marchio, uno una nuova stagione forme di volgare, e custodito
degli obiettivi della all’Olimpico dopo la semifinale dal 1924 nella Biblioteca
comunicazione pubblicitaria. in Champions e l’addio di Radja Capitolare.
Pian piano i club italiani stanno Nainggolan. Sulla simpatia Niente letteratura ma simboli
scoprendo le loro carte: c’è chi punta la Samp, che con sulle maglie del Napoli, dove
punta sulle cifre della passata un’immagine conferma la vena campeggiano in un pattern su
stagione, come la Juventus – provocatoria del club di sfondo azzurro gli occhi di una
che non ha tirato l’asso CR7, al Massimo Ferrero: uno pantera o di un serpente (i
momento - e chi propone spermatozoo con i suoi colori. portieri). Una novità, quella del
citazioni come l’Inter, pronta a Tutto in famiglia fa la Spal, nel club di De Laurentiis, che si
schierare Dante Alighieri e vero senso della parola: il volto affianca al debutto del brand
l’ultimo verso dell’Inferno della “Dal primo istante” di Mirko Antenucci con moglie store su Amazon, che fa del
Divina Commedia (“A riveder le Lo spermatozoo della Sampdoria e figlie è quello che prova a Napoli il primo club al mondo a
stelle”) per colpire i tifosi protagonista della campagna convincere i tifosi a tornare allo L’Inter cita Dante, essere ufficialmente sulla
nerazzurri e spingerli a tornare abbonamenti del club: anche nella stadio. Oltre ai messaggi, si piattaforma. Livorno e Avellino
a San Siro, ricostruendo sul scorsa stagione lo slogan giocava diceva, c’è chi prova a stupire
l’Empoli Leonardo. hanno lanciato un concorso a
manifesto anche il “Giudizio su un doppio senso con il look: sul fascino della A Livorno un tifoso ha metà anno per far disegnare ai
Universale” zeppo di tradizione punta la Lazio, che tifosi la propria maglia o l’intero
riferimenti della storia del club, ripropone per giocare in casa la
disegnato la divisa. E il kit, con tanto di votazione sui
come il Fenomeno o José maglia con l’aquila sul petto, Napoli va su Amazon social per scegliere il vincitore.
Mourinho. molto simile alla “maglia Il Lecce, tornato in B dopo 6
Un altro toscano eccellente è bandiera” del 2015, e lo Spezia, anni, centra un primato: è la
quello scelto dall’Empoli, che in Serie B porterà sul petto prima società professionistica
neopromosso in Serie A: lo lo scudetto onorifico del 1944. La Fiorentina omaggia in Italia ad autoprodursi le
slogan della sua campagna La tradizione su cui punta la magliette, lanciando il marchio
abbonamenti, “Amor ogni cosa La pantera del Napoli Fiorentina invece è legata alla
l’antico calcio cittadino. “M908” dopo la scadenza con lo
vince”, è un aforisma firmato da Da sinistra in posa con la nuova storia della città: i viola Il Chievo ha un inserto in sponsor tecnico precedente.
Leonardo da Vinci. Non solo maglia: Zielinski, Allan, Hamsik, omaggiano l’antico calcio Alla fine anche loro sono
arte e letteratura: il Cagliari MIlik e Callejon. Nella trama gli fiorentino, sfoggiando ben
latino sulla manica, lo fantasisti.
pesca a piene mani dal cinema, occhi di una pantera, quelli di un quattro kit da trasferta con i Spezia lo scudetto 1944
e propone in salsa sarda il serpente sulle maglie dei portieri colori dei quattro quartieri. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Oggi la sentenzadefinitiva del Tas

Il Milan con gli americani: l’ultima carta per convincere l’Uefa


stefano scacchi, milano Il Milan di Gennaro Gattuso, 40 riuscirà a ribaltare il verdetto Ue-
anni, in ritiro. La prima amichevole fa. La Camera Giudicante è stata
Oggi a Losanna andrà in scena l’ul- estiva a Milanello domani contro il dura nell’esclusione dalle coppe,
timo atto del lungo braccio di fer- Novara, neo-retrocessa in Serie C. ma non ha inflitto multe o limiti al
ro del Milan con la giustizia sporti- Domenica prevista la partenza per mercato. Un assist alla nuova pro-
va europea, in corso da oltre un gli Stati Uniti prietà che si è materializzata po-
anno. Davanti al Tas, comunque chi giorni dopo. Elliott potrà suc-
andrà, i rossoneri conosceranno il cessivamente chiedere un nuovo
loro destino dopo due bocciature voluntary: a quel punto si capirà
al voluntary agreement, il rifiuto come l’Uefa giudica un hedge
del settlement e la squalifica di un fund al timone di una società di
anno dalle coppe europee decisa calcio.
dalla Camera Giudicante Uefa. Quella di oggi a Losanna potreb-
Il club rossonero ha cercato di be essere l’ultima uscita ufficiale
cancellare la macchia con il ricor- di Fassone nel ruolo di ad del Mi-
so alla massima autorità della giu- lan. Sabato l’assemblea dei soci
stizia sportiva internazionale. nominerà il nuovo Cda, con Tuil
Udienza dalle 9.30 alle 18, verdet- nuovo ad. Fassone potrebbe ac-
EMILIO ANDREOLI/GETTY IMAGES
to nel tardo pomeriggio. La dele- compagnare la transizione per
gazione milanista presenta una si- liott, che un mese fa non c’era a dall’Uefa, non si erano presentati. qualche settimana, ma dovrebbe
gnificativa differenza rispetto a Nyon perché non era ancora uffi- Il Milan giocherà la carta di que- uscire subito dal cda. Leonardo è
quella di un mese fa a Nyon. Con- Ultima uscita pubblica cialmente chiusa la gestione di sta maggiore solidità finanziaria. sempre più vicino al ruolo di dt: al
fermati l’ad Fassone, la chief finan- Yonghong Li (sparito dopo il de- Ma bisogna vedere come sarà ac- brasiliano il compito di costruire
cial officer Montanari, i legali ita-
per Fassone, che lascerà fault). Oltre al manager Tuil, inter- colta dal Tas che opera come una il nuovo Milan dal punto di vista
liani Cappelli e Aiello e un avvoca- a Leonardo, direttore verrà l’avvocato dell’hedge fund, Cassazione dello sport, quindi giu- sportivo. In corsa per un ritorno
to dello studio Levy Kauf- Lynam. Un evidente cambio di dica soprattutto la correttezza del anche Umberto Gandini, profilo
mann-Kohler di Ginevra: Rigozzi
tecnico, il compito di prospettiva, dopo che un mese fa procedimento vagliando con par- ideale per riallacciare i rapporti
al posto di Besson. La novità è rap- ricostruire il club davanti alla Camera Giudicante i simonia fatti nuovi. Secondo le con l’Uefa.
presentata dalla componente El- tre testimoni di Elliott, ammessi previsioni, difficilmente il Milan ©RIPRODUZIONE RISERVATA

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet


IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet
41
L’incontro Javier Sotomayor
A Cuba Dio esiste per

“Il grande nemico dargli la colpa delle cose


che non funzionano.
Castro ha fatto credere si
Giovedì
19 luglio
2018

di Tamberi potesse vivere di niente.


Era Gesù col sigaro
S
è nella sua testa” Trent’anni fa
P
Il primo record del O
mondo nell’88: 2,43,
Il cubano che ha il record nel salto in alto poi 2,45 nel 1993. R
Oggi è segretario
“Speravo andasse lui sopra il mio 2,45” generale della T
federatletica cubana
ADALBERTO ROQUE/AFP

ENRICO SISTI migliorando nei servizi e nelle casa mia succedeva quello che inferno fu quando il mio
strutture, ma ce ne vuole. I soldi accade in tutte le case dei cubani allenatore, José Godoy, morì.
ancora magrissimo ed girano altrove e comunque noi ne per bene: credevamo in Dio ma L’atletica è un consesso di volontà

È elegante, con un guardaroba


alla American Gigolò e con
quel suo strabismo in cerca di
abbiamo sempre pochi. Penso alla
“santeria”: ho un padrino che fa lo
stregone, gira con macchine da
ognuno a modo suo. Diciamo
meglio. A Cuba Dio esiste solo per
dare a lui la colpa delle cose che
e la massima espressione dei
risultati ottenuti da un gruppo,
mai da una persona sola. Con José
qualcosa che nessuno ha mai sogno fatte piovere dalla Florida. non funzionano. Ti ammali? Ti sarei andato oltre i 2,50, ne sono
capito bene cosa fosse: «Sì, una Da noi la superstizione e il licenziano? L’autobus non passa? sicuro». Cuba, esito ideologico del
corsetta ogni tanto per non mercato dell’invisibile rimangono È colpa sua». I suoi miti erano popolo che la rappresenta:
mettere su pancia». Si tocca A 18 giorni dagli Europei, l’affare più vantaggioso, oggi Teofilo Stevenson e Alberto «Castro amava lo sport, chiedeva
l’addome piatto sul quale ancora come sessant’anni fa. Se soltanto Juantorena, quelli che fecero cose tecniche. Ero suo amico ma
abitano muscoli elettrici e
domani l’italiano torna a arrivasse all’atletica la metà del mettere a Cuba il naso fuori dalla per me non ha fatto molto. Per la
sorseggia compiaciuto un gareggiare sulla pedana fatturato dei “brujos”, Cuba porta. Quando lo squalificarono gente sì. Gli ha fatto credere di
limoncello nella sede delle avrebbe la potenza tecnica e per cocaina non fece una smorfia: poter vivere di niente, di musica,
Fiamme Gialle: «Me lo fecero
di Montecarlo, dove si prestativa degli Stati Uniti». Javier «Non la farei neppure adesso». di raggi del sole. Per molti era
assaggiare a Rieti dopo una gara! infortunò nel 2016 è cresciuto in una famiglia Qualcosa dentro si ruppe. «Ero Gesù col sigaro».
Ma non fidatevi del mio aspetto: cattolica, né ricca né povera: «A deluso dal mondo intero. Il vero ©RIPRODUZIONE RISERVATA

l’atletica è dei giovani».


Javier Sotomayor ha 50 anni,
quasi 51 per la verità e non è che la
cosa non lo disturbi più di tanto:
ha progetti grandiosi ed
entusiasmo sufficiente per
portarli a termine: «La vita è come
il salto in alto, vinci soprattutto
quando capisci perché hai
sbagliato. Per me anche la nuova
decade sarà piena di record».
Allude al suo lavoro di segretario
federale, dedicato al risveglio
dell’atletica cubana, allude alle
future conquiste dei più freschi
atleti della sua terra, uno dei quali,
altista come lui, è con lui nel
gruppo di cubani gestiti da Salvio
Di Guida, figlio d’arte di
quell’Alfonso che correva i 400
proprio ai tempi di Juantorena. A
16 anni Javier già saltava 2,33: «La
gente mi guardava e diceva: ma
cos’è?». Trent’anni fa salì sul tetto
del mondo: «E la fatica vera fu
restarci». Saltò 2,43 a Salamanca
pochi giorni prima dell’inizio dei
Giochi di Seul, cui non partecipò
per via del boicottaggio. Sempre a
Salamanca, nel ’93, arrivò a 2,45:
«Mai come in questi ultimi due
anni ho “sperato” che qualcuno mi
togliesse il record, ero certo che
prima o poi Barshim, Bondarenko
e magari Tamberi (che domani
tornerà a saltare sulla pedana di
Montecarlo dove nel 2016 si ruppe
un legamento della caviglia
sinistra, ndr) sarebbero riusciti a
scalzarmi dalla vetta. Ma non è
successo. Credo dipenda da
applicazione e convinzione
associate. Hanno i mezzi, non la
capacità di sintesi delle proprie
qualità. Quanto a Gianmarco, beh,
credetemi, uscire da un infortunio
come quello è una sfida pazzesca.
Quando torni a caricare sul piede
di stacco, la testa in qualche modo
ti diventa nemica. E la vera
guarigione non riguarda il piede,
la caviglia o il tendine lesionati:
ma tocca qui, tocca la testa.
Gianmarco deve crederci,
altrimenti non uscirà
dall’impasse, deve sapere di poter
tornare a scaricare 700 chili su
quell’articolazione». Javier ha un
sorriso contagioso, come quello di
uno scrittore per l’infanzia al
quale la vita ha riservato un posto
privilegiato: poter raccontare la
propria esperienza agli altri,
soprattutto a chi comincia, a chi
non sa, a chi vuole conoscere di
più: «Una delle magie dell’atletica
è il messaggio che filtra, è
l’emozione che passa tra le righe
della tecnica e della fatica». Non
allena ma è come se allenasse,
qualunque cosa fa rende: «Cuba
ha sempre problemi di
stanziamenti, adesso stiamo

IN ESCLUSIVA QUI: https://t.me/quotidianirivistenet