Sei sulla pagina 1di 173

CATEGORIA ESORDIENTI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 1


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• In questo mese inizia l’attività
didattica programmata do-
60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
po che nel periodo prece- • TECNICO COORDINATIVO:
50
dente si è verificata la cono-
scenza fra i bambini e gli passaggio/ricezione
40
istruttori. Durante questo pe- colpire la palla al volo
riodo, si ricorda che le attivi- 30
tà erano state prevalente- • TATTICO:
mente ludiche ed erano sta- 20 presa posizione modello di gioco 4-3-3
ti somministrati i test smarcamento
tecnici/fisici di ingresso. 10
inserimento laterale
• In questo periodo si è scelto 0 • FISICO-MOTORIO:
di dare all’attività didattica 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. capacità di reazione/rapidità
un maggior contributo tecni-
co/percettivo/sensoriale per
= Tecnico-Coordinativo
stimolare il richiamo di abilità N° LEZIONI:
= Tattico
già strutturate. N° SETTIMANE:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
= Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Fisico-Motorio

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Smarcamento • Rapidità - velocità Successione della seduta:
• Tecnica individuale • Calcio Tennis 15’

lezione 1
• Sensibilità neuro-muscolare SITUAZIONI DI GIOCO FISICO CON PALLA • Navetta 8+8 mt. e 2c1 20’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA • 4 contro 2 – Goal nelle • Navetta 8 mt + 8 mt • Sensibilizzazione con la palla 20’
• Attività di sensibilizzazione porticine 20’ e 2c1 20’ • Calciare sopra/sotto il nastro 15’
con la palla 20’
• 4 contro 2 -
• Calcio tennis 15’ GIOCHI PARTITA
Goal nelle porticine 20’
STABILITÀ DIDATTICA • Gioco libero 9c9 10’
• Gioco Libero – 9 contro 9 10’
• Calciare sopra
e sotto il nastro 15’
Numero bambini:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Durata: 100’
Metodi

Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:


• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
• Nastro
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Coni
coordinativo
• possesso palla • capacità di reazione • Paletti
• colpire al volo • sostegno • mobilità articolare

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60
50
50
40
40 40

30 30
30
20
20
10 20

10 0
10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
calcio tennis navetta mt. calciare 4 contro 2 - modulo 1
Questo gioco favorisce 8+8 e 2c1 sopra/sotto il goal nelle
la capacità di orientarsi Nella prima parte l’eserci- nastro porticine Obiettivo tecnico dominante:
nello spazio e di colpire zio a navetta stimola la Migliora la capacità di Spostamento (smarca- TECNICA INDIVIDUALE

lezione 1: giochiamo a calcio tennis


al volo di precisione, fa- frequenza dei movimenti calciare radente di col- mento) in relazione al Successione della seduta:
vorendo l’apprendimen- e la velocità. Nella secon- lo/interno collo e a para- movimento della palla e • Calcio Tennis 15’
to delle traiettorie a da parte si richiede una bola interno/collo (sopra dell’avversario. Il posses- • Navetta 8+8 mt. e 2c1 20’
parabola. soluzione rapida di un o sotto il nastro), favo- so palla favorisce la ca- • Sensibilizzazione
compito motorio (2c1). rendo l’apprendimento pacità di orientarsi nello con la palla 20’
dell’abilità di calciare spazio in posizione di so- Rapporto palla 1:1. esercizi di
per spostare la palla in stegno (passaggio e ri- tecnica individuale, guida e
10 m zone di campo relativa- cezione in situazione di palleggi, ricerca della sensibilità
senso-motoria, del giusto
B
mente lontane. gioco). I difensori verran- dosaggio neuro-muscolare.
no sollecitati ad adattar-
• Calciare sopra/sotto
si in una situazione di in-
A1
feriorità.
il nastro 15’
16 m • 4 contro 2 -
A
Goal nelle porticine 20’
Si gioca in 3 contro 3 in uno 3m • Gioco libero – 9 contro 9 10’
spazio di gioco di mt. 16 x 10 I giocatori A e B effettuano Verifica della capacità di trovare
diviso da un nastro (rete). Le due spostamenti a navetta soluzioni di gioco valide
squadre mandano la palla (andata e ritorno) di 8 metri. 15 m
nel campo avversario dove i Numero bambini:
Il primo che arriva sulla palla
giocatori cercheranno di la passa al compagno (A’ o
Durata: 100’
impedire che faccia due B’). La coppia che ha con- Esercizio a coppie. Gli allievi Materiali:
rimbalzi consecutivi. La palla quistato la palla attacca, • Delimitatori
calciano e ricevono facen-
può rimbalzare una volta mentre l’altra difende con 20 m
prima di ogni tocco. Si gio-
do passare la palla o sopra • Casacche
un difensore e un portiere (parabola) o sotto il nastro,
ca a tre tocchi massimo di (chi ha perso la gara della In un campo di gioco di mt. • Porte bifrontali
con palla ferma.
palla per ciascuna squadra navetta). Viene effettuata 20x15, 4 attaccanti contro 2 • Palloni n° 4
prima di rimandare la palla una esecuzione ogni 45/50 difensori si confrontano tra • Nastro
varianti
nel campo avversario. secondi. Ogni serie è com- loro cercando di fare goal in
• calciare con il piede de- • Coni
posta da 6 esecuzioni. Per stro e piede sinistro conduzione nelle porticine
varianti ogni serie è previsto un recu- laterali, larghe 3 metri. I di- • Paletti
• calciare con palla in movi-
• rotazione dei giocatori pero “attivo” di 3 minuti. fensori sono attivi.
mento
• ogni tocco di palla per un
giocatore diverso varianti varianti
• B’ e A’ si passano la palla • inserimento di un quinto
• palleggiano attaccante che funge da
• effettuano saltelli sul posto centrale di attacco (gioco “Quello che decidi
• saltano con la funicella a muro)
di fare dipende da te”
R. Bach
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Movimento degli • Rapidità e velocità Successione della seduta:
• Passaggio/ricezione • Calcio Tennis 10’
attaccanti

lezione 2
con pressione • Navetta con inseguitore 20’
SITUAZIONI DI GIOCO FISICO CON PALLA
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA
• Movimento degli • Navetta mt 8+8 e 2c1 • Andature calcistiche 15’
• Andature calcistiche su
attaccanti con inseguitore 20’ • Quadrato di smarcamento 15’
base ritmica (tamburello) 15’
e inserimento 15’ • Movimento degli attaccanti
• Calcio tennis 10’
FLESSIBILITÀ DIDATTICA • Presa di posizione e inserimento 15’
• Quadrato di modello di gioco 4-3-315’ • Presa di posizione nel 4-3-3 15’
smarcamento con 2 GIOCHI PARTITA • Gioco a tema (possesso
difensori attivi 15’ • Gioco a tema 10’ palla/inserimenti laterali) 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo • capacità di reazione • Coni
• smarcamento/marcamento
• colpire al volo • mobilità articolare • Paletti
• sensibilità percettiva • inserimenti laterali

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60
40
50
40 35
40
30
30 30
25
20
20 20
10
15
10 0
10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
nevetta con qudrato di movimento presa di modulo 1
inseguitore smarcamento degli posizione
La prima parte dell’eser- Ricevere in movimento attaccanti e nel 4-3-3 Obiettivo tecnico dominante:
cizio stimola lo sviluppo (smarcamento) e favori- inserimento Schema di azione collet- PASSAGGIO E RICEZIONE

lezione 2: il gioco a muro


della velocità e della co- sce il passaggio di preci- Favorisce l’apprendi- tiva. Compito tattico in Successione della seduta:
ordinazione neuromu- sione sotto la pressione mento di schemi di azio- relazione alla posizione • Calcio Tennis 10’
scolare. Nella seconda dei difensori (marca- ni-guida collettivi per- in campo e alla palla. Gioco al volo
parte, la fase di gioco mento) messo dall’assenza di di- Fase di formazione di un • Navetta con inseguitore20’
2c1, l’azione del difenso- fensori. Ricerca del gio- pensiero tattico colletti- • Andature calcistiche
re che insegue stimola co a muro e l’inserimen- vo e ricerca di soluzioni su base ritmica 15’
ad una scelta rapida to laterale. di Gioco. Guida della palla con varie parti
della soluzione. del piede. Esecuzione tecnica
all’interno di un tempo ritmico
(tamburello)
8m • Quadrato di
smarcamento 15’
• Movimento degli attaccanti
e inserimento 15’
L’allievo che ha la palla de- • Presa di posizione
ve avere due possibilità di
passaggio. La difesa è atti- nel 4-3-3 15’
va. Difesa a “L”: un difenso- • Gioco a tema (possesso
re che và sulla palla, l’altro 3 attaccanti (1 centrale e 2 Posizione dei giocatori in
campo secondo il modello
palla/inserimenti laterali) 10’
Il gioco si svolge con due at- che temporeggia. laterali) e 3 centrocampisti Possesso palla
taccanti e due difensori come disposti in figura. Il cen- di gioco 4-3-3. Movimento
ed inserimento laterale.
(con uno che affronta gli at- varianti trocampista centrale gioca a coordinato dei giocatori in
taccanti e l’altro che inse- • ricezione a seguire muro con l’attaccante cen- relazione alla posizione della Numero bambini:
gue). Al via ogni giocatore • passaggio dopo 5 secondi trale ed al volo serve il cen- palla in fase di possesso e Durata: 100’
effettua una navetta veloce trocampista laterale che do- non possesso. Creazione dei
di 8+8 mt., dopodiché parte po un movimento dell’attac- triangoli di gioco. Materiali:
un’azione di gioco di 2 con- cante laterale verso l’interno • Delimitatori
tro 1 con un difensore che permette tale inserimento. varianti • Casacche
insegue. L’azione terminerà con un • verificare la fase di posses-
Viene effettuata una esecu- cross o con un tiro. so e di non possesso • Porte bifrontali
zione ogni 45/50 secondi. • inserimento di difensori se- • Palloni n° 4
Ogni serie è composta da 6 varianti miattivi (in inferiorità)
• Nastro
esecuzioni. Per ogni serie so- • inserimento di due difenso-
no previsti 3 minuti di recu- ri semi-attivi/attivi • Coni
pero attivo. • inserimento laterale sul la- • Paletti
to debole
varianti
• ogni attaccante ha una
palla ed effettua guida e “La motivazione è il motore
tiro in porta
dell'apprendimento”
CATEGORIA ESORDIENTI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 1


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• In questo mese inizia l’attività
didattica programmata do-
60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
po che nel periodo prece- • TECNICO COORDINATIVO:
50
dente si è verificata la cono-
scenza fra i bambini e gli passaggio/ricezione
40
istruttori. Durante questo pe- colpire la palla al volo
riodo, si ricorda che le attivi- 30
tà erano state prevalente- • TATTICO:
mente ludiche ed erano sta- 20 presa posizione modello di gioco 4-3-3
ti somministrati i test smarcamento
tecnici/fisici di ingresso. 10
inserimento laterale
• In questo periodo si è scelto 0 • FISICO-MOTORIO:
di dare all’attività didattica 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. capacità di reazione/rapidità
un maggior contributo tecni-
co/percettivo/sensoriale per
= Tecnico-Coordinativo
stimolare il richiamo di abilità N° LEZIONI:
= Tattico
già strutturate. N° SETTIMANE:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
= Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Fisico-Motorio

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Smarcamento • Rapidità - velocità Successione della seduta:
• Tecnica individuale • Calcio Tennis 15’

lezione 1
• Sensibilità neuro-muscolare SITUAZIONI DI GIOCO FISICO CON PALLA • Navetta 8+8 mt. e 2c1 20’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA • 4 contro 2 – Goal nelle • Navetta 8 mt + 8 mt • Sensibilizzazione con la palla 20’
• Attività di sensibilizzazione porticine 20’ e 2c1 20’ • Calciare sopra/sotto il nastro 15’
con la palla 20’
• 4 contro 2 -
• Calcio tennis 15’ GIOCHI PARTITA
Goal nelle porticine 20’
STABILITÀ DIDATTICA • Gioco libero 9c9 10’
• Gioco Libero – 9 contro 9 10’
• Calciare sopra
e sotto il nastro 15’
Numero bambini:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Durata: 100’
Metodi

Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:


• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
• Nastro
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Coni
coordinativo
• possesso palla • capacità di reazione • Paletti
• colpire al volo • sostegno • mobilità articolare

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60
50
50
40
40 40

30 30
30
20
20
10 20

10 0
10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
calcio tennis navetta mt. calciare 4 contro 2 - modulo 1
Questo gioco favorisce 8+8 e 2c1 sopra/sotto il goal nelle
la capacità di orientarsi Nella prima parte l’eserci- nastro porticine Obiettivo tecnico dominante:
nello spazio e di colpire zio a navetta stimola la Migliora la capacità di Spostamento (smarca- TECNICA INDIVIDUALE

lezione 1: giochiamo a calcio tennis


al volo di precisione, fa- frequenza dei movimenti calciare radente di col- mento) in relazione al Successione della seduta:
vorendo l’apprendimen- e la velocità. Nella secon- lo/interno collo e a para- movimento della palla e • Calcio Tennis 15’
to delle traiettorie a da parte si richiede una bola interno/collo (sopra dell’avversario. Il posses- • Navetta 8+8 mt. e 2c1 20’
parabola. soluzione rapida di un o sotto il nastro), favo- so palla favorisce la ca- • Sensibilizzazione
compito motorio (2c1). rendo l’apprendimento pacità di orientarsi nello con la palla 20’
dell’abilità di calciare spazio in posizione di so- Rapporto palla 1:1. esercizi di
per spostare la palla in stegno (passaggio e ri- tecnica individuale, guida e
10 m zone di campo relativa- cezione in situazione di palleggi, ricerca della sensibilità
senso-motoria, del giusto
B
mente lontane. gioco). I difensori verran- dosaggio neuro-muscolare.
no sollecitati ad adattar-
• Calciare sopra/sotto
si in una situazione di in-
A1
feriorità.
il nastro 15’
16 m • 4 contro 2 -
A
Goal nelle porticine 20’
Si gioca in 3 contro 3 in uno 3m • Gioco libero – 9 contro 9 10’
spazio di gioco di mt. 16 x 10 I giocatori A e B effettuano Verifica della capacità di trovare
diviso da un nastro (rete). Le due spostamenti a navetta soluzioni di gioco valide
squadre mandano la palla (andata e ritorno) di 8 metri. 15 m
nel campo avversario dove i Numero bambini:
Il primo che arriva sulla palla
giocatori cercheranno di la passa al compagno (A’ o
Durata: 100’
impedire che faccia due B’). La coppia che ha con- Esercizio a coppie. Gli allievi Materiali:
rimbalzi consecutivi. La palla quistato la palla attacca, • Delimitatori
calciano e ricevono facen-
può rimbalzare una volta mentre l’altra difende con 20 m
prima di ogni tocco. Si gio-
do passare la palla o sopra • Casacche
un difensore e un portiere (parabola) o sotto il nastro,
ca a tre tocchi massimo di (chi ha perso la gara della In un campo di gioco di mt. • Porte bifrontali
con palla ferma.
palla per ciascuna squadra navetta). Viene effettuata 20x15, 4 attaccanti contro 2 • Palloni n° 4
prima di rimandare la palla una esecuzione ogni 45/50 difensori si confrontano tra • Nastro
varianti
nel campo avversario. secondi. Ogni serie è com- loro cercando di fare goal in
• calciare con il piede de- • Coni
posta da 6 esecuzioni. Per stro e piede sinistro conduzione nelle porticine
varianti ogni serie è previsto un recu- laterali, larghe 3 metri. I di- • Paletti
• calciare con palla in movi-
• rotazione dei giocatori pero “attivo” di 3 minuti. fensori sono attivi.
mento
• ogni tocco di palla per un
giocatore diverso varianti varianti
• B’ e A’ si passano la palla • inserimento di un quinto
• palleggiano attaccante che funge da
• effettuano saltelli sul posto centrale di attacco (gioco “Quello che decidi
• saltano con la funicella a muro)
di fare dipende da te”
R. Bach
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Movimento degli • Rapidità e velocità Successione della seduta:
• Passaggio/ricezione • Calcio Tennis 10’
attaccanti

lezione 2
con pressione • Navetta con inseguitore 20’
SITUAZIONI DI GIOCO FISICO CON PALLA
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA
• Movimento degli • Navetta mt 8+8 e 2c1 • Andature calcistiche 15’
• Andature calcistiche su
attaccanti con inseguitore 20’ • Quadrato di smarcamento 15’
base ritmica (tamburello) 15’
e inserimento 15’ • Movimento degli attaccanti
• Calcio tennis 10’
FLESSIBILITÀ DIDATTICA • Presa di posizione e inserimento 15’
• Quadrato di modello di gioco 4-3-315’ • Presa di posizione nel 4-3-3 15’
smarcamento con 2 GIOCHI PARTITA • Gioco a tema (possesso
difensori attivi 15’ • Gioco a tema 10’ palla/inserimenti laterali) 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo • capacità di reazione • Coni
• smarcamento/marcamento
• colpire al volo • mobilità articolare • Paletti
• sensibilità percettiva • inserimenti laterali

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60
40
50
40 35
40
30
30 30
25
20
20 20
10
15
10 0
10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
nevetta con qudrato di movimento presa di modulo 1
inseguitore smarcamento degli posizione
La prima parte dell’eser- Ricevere in movimento attaccanti e nel 4-3-3 Obiettivo tecnico dominante:
cizio stimola lo sviluppo (smarcamento) e favori- inserimento Schema di azione collet- PASSAGGIO E RICEZIONE

lezione 2: il gioco a muro


della velocità e della co- sce il passaggio di preci- Favorisce l’apprendi- tiva. Compito tattico in Successione della seduta:
ordinazione neuromu- sione sotto la pressione mento di schemi di azio- relazione alla posizione • Calcio Tennis 10’
scolare. Nella seconda dei difensori (marca- ni-guida collettivi per- in campo e alla palla. Gioco al volo
parte, la fase di gioco mento) messo dall’assenza di di- Fase di formazione di un • Navetta con inseguitore20’
2c1, l’azione del difenso- fensori. Ricerca del gio- pensiero tattico colletti- • Andature calcistiche
re che insegue stimola co a muro e l’inserimen- vo e ricerca di soluzioni su base ritmica 15’
ad una scelta rapida to laterale. di Gioco. Guida della palla con varie parti
della soluzione. del piede. Esecuzione tecnica
all’interno di un tempo ritmico
(tamburello)
8m • Quadrato di
smarcamento 15’
• Movimento degli attaccanti
e inserimento 15’
L’allievo che ha la palla de- • Presa di posizione
ve avere due possibilità di
passaggio. La difesa è atti- nel 4-3-3 15’
va. Difesa a “L”: un difenso- • Gioco a tema (possesso
re che và sulla palla, l’altro 3 attaccanti (1 centrale e 2 Posizione dei giocatori in
campo secondo il modello
palla/inserimenti laterali) 10’
Il gioco si svolge con due at- che temporeggia. laterali) e 3 centrocampisti Possesso palla
taccanti e due difensori come disposti in figura. Il cen- di gioco 4-3-3. Movimento
ed inserimento laterale.
(con uno che affronta gli at- varianti trocampista centrale gioca a coordinato dei giocatori in
taccanti e l’altro che inse- • ricezione a seguire muro con l’attaccante cen- relazione alla posizione della Numero bambini:
gue). Al via ogni giocatore • passaggio dopo 5 secondi trale ed al volo serve il cen- palla in fase di possesso e Durata: 100’
effettua una navetta veloce trocampista laterale che do- non possesso. Creazione dei
di 8+8 mt., dopodiché parte po un movimento dell’attac- triangoli di gioco. Materiali:
un’azione di gioco di 2 con- cante laterale verso l’interno • Delimitatori
tro 1 con un difensore che permette tale inserimento. varianti • Casacche
insegue. L’azione terminerà con un • verificare la fase di posses-
Viene effettuata una esecu- cross o con un tiro. so e di non possesso • Porte bifrontali
zione ogni 45/50 secondi. • inserimento di difensori se- • Palloni n° 4
Ogni serie è composta da 6 varianti miattivi (in inferiorità)
• Nastro
esecuzioni. Per ogni serie so- • inserimento di due difenso-
no previsti 3 minuti di recu- ri semi-attivi/attivi • Coni
pero attivo. • inserimento laterale sul la- • Paletti
to debole
varianti
• ogni attaccante ha una
palla ed effettua guida e “La motivazione è il motore
tiro in porta
dell'apprendimento”
CATEGORIA PICCOLI AMICI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 1


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• La prima settimana di attività
viene utilizzata per la cono-
80 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
scenza dei bambini; questo 70
• TECNICO COORDINATIVO:
aspetto verrà favorito orga- 60
nizzando un mini-torneo 2c2 correre con la palla: ampliamento della
o 3c3 che tra l’altro faciliterà 50 capacità di assumere informazioni.
anche l’instaurarsi di nuove 40
amicizie. • TATTICO:
30 correre e spostarsi: formazione e sviluppo
• Iniziare l’allenamento con un
20 della capacità di orientamento spazio-
gioco crea sempre un clima
positivo, predispone a nuovi 10 temporale.
apprendimenti e genera in 0
genere entusiasmo. • FISICO-MOTORIO:
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. sviluppo capacità di controllo motorio
• L’organizzazione delle attivi-
tà si basa su una struttura a
= Tecnico-Coordinativo
stazioni, che permette il tota- N° LEZIONI:
le e contemporaneo coin- = Tattico
= Giochi Collettivi e Situazioni di Gioco N° SETTIMANE:
volgimento di tutti i bambini.
= Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
• Il primo gioco della lezione 1 = Fisico-Motorio
si chiama “Acchiapparella”.
Un gioco semplice che però
sollecita il bambino a pren- Osservazioni:
dere decisioni in relazione al
gioco ed alle sue regole, ai
compagni ed allo spazio a
disposizione (correre veloce-
mente, fare finte, trovare lo
spazio libero – concetto di vi-
cino-lontano, ecc.).
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Migliorare la capacità di • Sviluppo capacità di Successione della seduta:
• CORRERE CON LA PALLA: am- muoversi nello spazio controllo motorio GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 1
pliamento della capacità • Acchiapparella 10’
di assumere informazioni. GIOCHI COLLETTIVI • Attività di controllo moto-
• Guida nelle porte Attività di controllo motorio
• Acchiapparella 10’ rio con e senza palla 10’ con e senza palla 10’
colorate 15’ • Lo sparviero 15’
• Guida nelle figure ATTIVITÀ A STAZIONI:
geometriche 15’ SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE • Guida nelle porte colorate 15’
• Gioco libero: • Guida nelle figure geometriche15’
2c2 o 3c3 15’ • Lo sparviero 15’
GIOCO LIBERO:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
• 2c2 o 3c3 (mini-torneo) 15’
Numero bambini:
Varianti: Varianti: Varianti: Durata: 80’
Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati
Tecnico Tattico Fisico-Motorio e di varie misure
coordinativo • Paletti
• superare/intercettare senza • rapidità
• controllo della palla • Ostacolini
palla (Acchiapparella)
• Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


80 80 60
70 70 50
60 60
50 50 40
40 40 30
30 30 20
20 20
10 10 10
0 0 0
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
attività di guida nelle guida lo sparviero modulo 1
controllo porte colorate geometrica Il bambino si orienta nel-
motorio con Le porte colorate ac- Le diverse forme geo- lo spazio di gioco cer- Obiettivo tecnico dominante:
e senza palla cendono la fantasia dei metriche stimolano un cando e muovendosi GUIDA DELLA PALLA

lezione 1: insegui la palla e gioca


Sviluppo sensopercettivo, bambini, correre nello comportamento “tecni- nello spazio libero.
guida della palla, svilup- spazio verso le porte co- co” regolato da forma e Successione della seduta:
po degli schemi motori di lorate sollecita in forma dimensione delle figure. GIOCO DI ATTIVAZIONE:
base. I bambini impare- semplice l’esplorazione • Acchiapparella
ranno a conoscere il pro- di un ambiente stimolan-
te per assumere informa-
Attività di controllo motorio
prio corpo attraverso il
zioni di tipo visivo. con e senza palla
contatto con la palla.
ATTIVITÀ A STAZIONI
• Guida nelle porte colorate
• Guida nelle figure
Un bambino, lo sparviero, geometriche
muovendosi sulla linea me- • Lo sparviero
diana dello spazio di gioco,
I bambini conducono la pal- cerca di toccare altri bam-
la attorno a diverse figure GIOCO LIBERO
bini che se toccati diventa-
geometriche no a loro volta sparvieri, il Numero bambini:
gioco termina quando tutti
varianti sono stati toccati. Durata: 80’
Ogni bambino con la palla I bambini conducono libe- • vince chi per primo effet-
svolge degli esercizi di coor- ramente la palla e devono tua le guide intorno alle fi- varianti Materiali:
dinazione motoria; si cerca entrare nelle porte colorate gure • lo sparviero è in possesso • Birilli colorati
di sensibilizzare ogni parte indicate dall’istruttore (utiliz- • i bambini si muovono in di un pallone che deve
del corpo del bambino con zando anche delle casac- coppia, uno guida la palla • Evidenziatori
lanciare per colpire gli av-
il contatto della palla, par- che). Possono essere indica- intorno al perimetro delle versari • Palloni di gomma colorati
tendo dagli arti superiori ti più colori ed i bambini figure, l’altro all’interno
scelgono liberamente il per- • ogni bambino guida un
• il bambino che supera per e di varie misure
(lanciare in aria – afferrare- primo la linea mediana,
far rimbalzare a terra - ) fi- corso e la sequenza. pallone di forma e dimen- conquista un punto, vince
• Paletti
nendo con quelli inferiori sioni diverse chi fa più punti • Ostacolini
(toccare la palla con coscia varianti • lo sparviero si può muove-
• l’istruttore indica la porta • Casacche colorate
– piede esterno, interno, re all’interno di una zona
tacco, pianta, collo..) colorata che deve essere più ampia
attraversata
varianti • a coppie i bambini tenen-
• si usano palloni di peso e dosi per mano attraversa-
dimensioni diversi no le porte guidando un
• quando i bambini hanno pallone
• i bambini chiamano col “Chi trova un amico trova un
una certa confidenza con
la palla viene aumentata colore corrispondente la tesoro… dal pallone alla
loro la difficoltà degli eser- porta colorata che an- squadra: il viaggio inizia”
cizi dranno ad attraversare
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Sviluppo capacità di • Sviluppo capacità di Successione della seduta:
• CORRERE CON LA PALLA: am- orientamento spazio- controllo motorio GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 2
pliamento della capacità temporale e di adatta- • Lo scalpo 10’
di assumere informazioni mento e trasformazione • Attività motoria
• Colpire per tirare Attività motoria con la palla 15’
del movimento con la palla 15’
ATTIVITÀ A STAZIONI
• Guida in zona e tira 15’ GIOCHI COLLETTIVI • Guida in zona e tira 15’
• Prendi la palla e tira 15’ Lo scalpo 10’ • Muoversi nel Traffico 15’
• Il traffico 15’ • Prendi la palla e tira 15’
• Gioco libero 10’ SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE GIOCO LIBERO:
• (partite 2c2 o 3c3) 10’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
Numero bambini:
Durata: 80’
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
• Palloni di gomma colorati
Altri obiettivi della seduta: e di varie misure
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Paletti
coordinativo
• analisi e soluzione del • rapidità • Ostacolini
• controllo della palla compito motorio • Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


80 80 80
70 70 70
60 60 60
50 50 50
40 40 40
30 30 30
20 20 20
10 10 10
0 0 0
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
lo scalpo guida in zona che, a rotazione, svolge-
ranno tutti i bambini.
prendi la palla modulo 1
Questo esercizio sviluppa e tira • utilizzo di porte di diverse e tira
dimensioni e forme
la capacità di orientarsi Questo esercizio oltre a • utilizzo di palloni di peso e Favorisce la conoscenza Obiettivo tecnico dominante:
nello spazio favorendo la sviluppare ulteriormente dimensioni diverse del fondamentale tiro GUIDA DELLA PALLA

lezione 2: gioca con la palla e tira in porta


capacità di adattamen- la capacità di controllo eseguito combinandolo
to e trasformazione dello dell’attrezzo durante la a una azione di corsa. Successione della seduta:
spostarsi in funzione del corsa, favorisce nel GIOCO DI ATTIVAZIONE:
comportamento di altri bambino lo sviluppo • Lo scalpo 10’
giocatori. della capacità di diffe-
il traffico
renziazione nel colpire Consente di regolare l’a- • Attività motoria
la palla (precisione e zione di guida attraverso con la palla 15’
forza del tiro) generan- la presa d’informazione
visiva ed acustica, resa
ATTIVITÀ A STAZIONI
do grande entusiasmo
per la realizzazione dei dinamica dal movimen- • Guida in zona e tira 15’
15 m
goal. to dei giocatori e dai co- • Muoversi nel Traffico 15’
15 m mandi dell’allenatore. • Prendi la palla e tira 15’
I bambini devono prendere i
palloni degli avversari, con- GIOCO LIBERO:
15 m durli verso la linea di parten- • (partite 2c2 o 3c3) 10’
za; chi la oltrepassa per pri-
Due gruppi di bambini si af- 8m
frontano in un quadrato di
mo tira in porta dalla linea Numero bambini:
stessa.
15 mt per lato. Un gruppo in- Durata: 80’
dosserà un fazzoletto colo- varianti
rato all’altezza dei calzonci- • aggiungere un portiere
Materiali:
ni (scalpo). I bambini senza • aumentare la distanza • Birilli colorati
lo scalpo dovranno toglierlo della linea di tiro utilizzan-
agli altri che lo indossano. • Evidenziatori
I bambini partono da una di- do palloni di peso e di-
Vince la squadra che in me- mensione diverse • Palloni di gomma colorati
no tempo sarà riuscita a to- stanza di circa 15 mt. dalla I bambini conducono la pal-
porta, conducono la palla fi- la in un’area delimitata fa- e di varie misure
gliere tutti gli scalpi.
no dentro l’area delimitata cendo attenzione a non • Paletti
(a circa 8 mt dalla zona di scontrarsi. Variano l’andatu-
varianti
partenza) e da lì effettuano il
• Ostacolini
• entrambe le squadre han- ra a seconda del comando
no lo scalpo tiro in porta. Il bambino che dell’istruttore: ROSSO=STOP; • Casacche colorate
• aumento del numero dei al termine della serie di con- VERDE=ANDATURA VELOCE;
bambini senza scalpo duzioni e tiri avrà realizzato GIALLO=ANDATURA LENTA.
• viene aumentato o dimi- più reti risulterà vincitore.
nuito lo spazio di gioco varianti
varianti • dare altro significato ai
• auto-passaggio nell’area comandi
delimitata “Ricordarsi di essere stato
• i comandi vengono dispo-
• utilizzo di un percorso pri- sti attraverso palette o ca- bambino significa comunicare
ma della zona di tiro sacche colorate senza parlare”
• il gioco potrà essere effet- • ridurre l’area delimitata
tuato, successivamente,
utilizzando il portiere; ruolo
CATEGORIA ESORDIENTI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 1


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
50
“esordienti” riesce general-
• TECNICO COORDINATIVO:
mente ad effettuare la pre-
sa anche in azioni di tuffo presa del pallone centrale e diagonale
40
laterale. (con spostamento), a gambe unite e con
ginocchio a terra
• Una procedura didattica uti- 30 colpire di pugno o a mano aperta con e
le per facilitare l’apprendi-
mento risulta l’osservazione senza fase di volo
del gesto tecnico eseguito 20 lanciare a bilanciere
dall’istruttore o da un com-
pagno. • TATTICO: posizionarsi sulla bisettrice
10
• Soprattutto in questa cate-
• FISICO-MOTORIO:
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
goria dell’attività di base, ve- Rapidità-Preacrobatica: combinazione di
rifica la crescita delle qualità più elementi
= Tecnico-Coordinativo
fisiche.
= Tattico N° LEZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
= Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Lettura dell’azione dopo • Rapidità Successione della seduta:
• Capacità di reazione fase acrobatica. • Calcio tennis 15’

lezione 1
• Percorso motorio a • Percorso motorio a punteggio 20’
• Calcio tennis 15’ • Situazioni di gioco punteggio 20’ • Sensibilizzazione con la palla 10’
• Afferra la palla al volo15’ • Ricerca della giusta • Afferra la palla al volo 15’
• Sensibilizzazione posizione 20’ • Ricerca della giusta posizione 20’
con la palla 10’
GIOCHI PARTITA PARTITA LIBERA 20’
• Partita libera 20’

Numero bambini:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Durata: 100’
Metodi

Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:


• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta:
• Materassino
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Casacche
coordinativo • uno contro uno • capacità di ritmo • Porte bifrontali
• colpire la palla

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 50 40

40 40 35

30 30 30

20 20 25

10 10 20
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
percorso afferra la palla ricerca modulo 1
motorio a al volo della giusta
punteggio Con questo esercizio vie- posizione Obiettivo tecnico dominante:
Questo gioco migliora gli ne sollecitata la capacità Con questo esercizio TUFFO CON FASE DI VOLO

lezione 1: prendi la palla al volo


aspetti tecnico-coordi- di reazione e si favorisce il vengono sollecitate le
nativi, sollecitando movi- miglioramento dell’a- capacità di reazione e Successione della seduta:
menti preacrobatici spetto tecnico del tuffo. orientamento dopo una
fase acrobatica e si fa-
• Calcio tennis 15’
vorisce lo sviluppo della • Percorso motorio a punteggio 20’
capacità di combinare • Sensibilizzazione con la palla 10’
più movimenti. • Afferra la palla al volo 15’
• Ricerca della giusta posizione 20’
2m
PARTITA LIBERA 20’

20 m
L’esercizio si svolge a cop-
Numero bambini:
I portieri dovranno eseguire
il percorso (per esempio co- pie. Un portiere è posiziona- Durata: 100’
me quello indicato in figura) to di spalle, l’altro, a sorpre-
nel minor tempo possibile. sa, farà carambolare la pal- Materiali:
Chi arriva per primo calcia la sul corpo del primo, il qua-
le dovrà, in tempi brevissimi,
• Palloni (di vari colori
in porta, il secondo para. Si posiziona un tappetino al-
afferrare il pallone. La di- l’altezza del palo. Il portiere, e differenti dimensioni)
varianti stanza fra i due è di 1 o 2 dopo aver effettuato una
metri.
• Coni
• ˛la partenza viene esegui- capovolta, ricercherà la posi-
ta in varie posizioni (seduti, zione più idonea in relazione • Evidenziatori
decubito prono, supino, varianti a palloni calciati dal limite
• la palla deve essere inter-
• Materassino
ecc.) dell’area (distanza: 16-20
• variare il percorso siste- cettata prima che cada a metri). • Casacche
mando diversi e nuovi tipi terra
• con due palloni, dopo
• Porte bifrontali
di attrezzi varianti
aver afferrato il primo, ver- • capovolta indietro.
rà lanciato anche il secon- • i palloni vengono calciati
do che dovrà essere inter- dopo autopassaggio
cettato il prima possibile • uno calcerà, gli altri effet-
tueranno una finta

“Il gioco è una sfida al mondo


intero per provare quanto si è
grandi senza dimenticare
di essere piccoli.”
UNICEF
CATEGORIA PULCINI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 1


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
80
“pulcini” migliora la coordi-
• TECNICO COORDINATIVO:
nazione nell’effettuare la 70
presa di palloni con traietto- intercettare tiri rasoterra centrali (arti
60
ria centrale e che non com- inferiori tesi ed uniti dietro la palla, braccia
portano quindi un’azione di 50
distese presa palmare con pollici in fuori)
tuffo. 40 Lanciare tipo bowling (a filo d’erba, senza
30 far rimbalzare la palla)
• Il giovane portiere deve ap-
prendere anche i fondamen- 20
tali tecnici del calciatore
• TATTICO:
10 posizionarsi sulla bisettrice dell’angolo,
• Tutte le attività proposte de- 0 formata dal prolungamento dei pali e in
vono essere sempre carat- 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. corrispondenza della palla (vertice)
terizzate dall’aspetto ludico
e da una forma dinamica • FISICO-MOTORIO: rapidità
che generi entusiasmo nel = Tecnico-Coordinativo
gruppo. = Tattico N° LEZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
= Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Esatto posizionamento • Rapidità Successione della seduta:
• Organizzazione rispetto alla palla • Partita con porte grandissime 15’

lezione 1
spazio-temporale, (bisettrice) • Il gioco del bowling 20’
sensibilizzazione
oculo-manuale GIOCHI COLLETTIVI • Intercetta la palla 20’
ESITUAZIONI DI GIOCO • Metti il pallone al posto giusto 15’
• Intercetta la palla 20’ • Metti il pallone al posto
• Il gioco del bowling 20’ giusto 15’ GIOCO LIBERO 20’
• Gioco libero 20’ GIOCHI PARTITA
• Porte grandissime 15’ Numero bambini:
Durata: 90’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Metodi
Materiali:
Varianti: Varianti: Varianti: • Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Materassino
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Casacche
coordinativo • capacità di anticipazione • capacità di resistenza • Porte bifrontali
• colpire con i piedi

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


80 80 80
70 70 70
60 60 60
50 50 50
40 40 40
30 30 30
20 20 20
10 10 10
0 0 0
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
lanciare con le intercetta metti il pallone modulo 1
mani tipo la palla al posto giusto
bowling Questo esercizio consen- Con questo gioco viene Obiettivo tecnico dominante:
Questo esercizio-gioco te ai bambini di socializ- sollecitata la capacità di PRESA DELLA PALLA A TERRA

lezione 1: raccogli la palla a terra


sollecita il miglioramento zare con il resto del grup- determinare la giusta
della capacità di lancio po e favorisce l’appren- posizione in relazione al-
Successione della seduta:
con le mani del portiere dimento di alcuni gesti la palla (bisettrice)
fondamentali come il
• Partita con porte grandissime 15’
lanciare, la presa, ecc. • Lancio bowling 20’
• Intercetta la palla 20’
• Metti il pallone al posto giusto 15’

5m
PARTITA LIBERA 20’

15 m Numero bambini:
LUCA!
Durata: 90’
Il gioco viene effettuato a Gli allievi devono posizionare
coppie, al via si deve cerca- tre coni di colore diverso sulle Materiali:
re di colpire il pallone attra- bisettrici costruite da tre pal- • Palloni (di vari colori
All’interno di un quadrato, le
verso un lancio con le mani. loni posizionati a 15/20 metri,
Il pallone è posto al centro
cui dimensioni variano a se-
nel minor tempo possibile. e differenti dimensioni)
conda del numero degli al-
del cerchio. Chi riesce a far- lievi coinvolti, il giocatore in
• Coni
lo uscire, ha diritto al tiro in varianti • Evidenziatori
possesso di palla chiama il
porta. Distanza dei portieri • il portiere dopo aver posi-
nome di uno dei compagni • Materassino
dal bersaglio 6-8 metri. Di- zionato i coni, para i tiri ef-
e gli lancia la palla radente
stanza di tiro 10-15 mt. al terreno. La presa del pal-
fettuati dai compagni • Casacche
• il portiere che posiziona
lone deve essere effettuata
esattamente i coni ha un
• Porte bifrontali
varianti senza fase di volo con presa
• un terzo allievo svolge il punto come premio
all’addome.
ruolo di giudice • chi subisce meno goal vin-
• si tira senza aspettare il ce la gara
varianti
posizionamento dell’altro • si introducono più palloni
portiere • prima o dopo la presa ef-
• sul tiro si può replicare ti- fettuare un rotolamento
rando in porta se il portiere • si passa la palla senza
sbaglia la deviazione chiamare il compagno
(discriminazione visiva)
• un punto di penalizzazione “Sei un buon allenatore se:
se colui che riceve la palla
la lascia cadere trasmetti entusiasmo,
gioia, fiducia ed ottimismo”
SGS
CATEGORIA PULCINI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 1


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Sono le prime sedute di alle-
namento, l’allenatore deve
80 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
instaurare da subito un clima 70 • TECNICO COORDINATIVO:
positivo, sempre garbato e 60
gentile, si deve dimostrare correre per guidare la palla
disponibile ad accogliere le 50
• TATTICO:
richieste dei bambini. 40
conduzione della palla in uno spazio libero
30 superamento di un avversario posto su uno
• A livello didattico si privilege-
rà inizialmente la condotta 20 spazio/linea
motoria del correre, come
10
naturale proseguo dell’attivi- • FISICO-MOTORIO:
tà svolta nella categoria pic- 0 rapidità
coli amici. 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.

• Nella prima settimana gran N° LEZIONI:


= Tecnico-Coordinativo
parte delle attività devono N° SETTIMANE:
essere caratterizzate dal gio- = Tattico
N° GARE/MANIFESTAZIONI:
co, soprattutto per consenti- = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
re ai nuovi iscritti un migliore = Gioco partita
inserimento. Gare, percorsi, = Fisico-Motorio
partitine sono attività che
permettono ai bambini di Osservazioni:
conoscersi e di far gruppo
più velocemente, in più rap-
presentano momenti didatti-
ci efficaci per sollecitare sia
la componente tecnica sia
quella fisico-motoria.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Rapidità, con particolare Successione della seduta:
• Guida della palla dell’avversario attenzione alla capacità • Guida geometrica 15’

lezione 1
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA di reazione • Gare a staffetta 15’
• Percorso motorio 20’ GIOCHI COLLETTIVI
(alternata alla partita libera E SITUAZIONI DI GIOCO FISICO CON PALLA ATTIVITÀ A STAZIONI:
3c3 - si alternano 10’ partita
• 1c1 (difensore sulla linea)10’ • Gare a staffetta con • Percorso motorio 20’
a 10’ percorso)
(alternato a partita sprint a navetta 2x5 mt • Partite 3c3 (3x10’) 30’
• Guida geometrica 15’
libera 10’) • 1c1 10’
• Partita libera 3c3 30’
(3x10’ - alternata a percorso
motorio e 1c1) GIOCHI PARTITA Numero bambini:
Durata: 90’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Metodi
Materiali:
Varianti: Varianti: Varianti: • Delimitatori
• Casacche colorate
• Palloni di gomma colorati
e di varie misure
Altri obiettivi della seduta: • Palloni in cuoio
Tecnico • Porte ridotte
Tattico Fisico-Motorio
coordinativo • Porte bifrontali
• spostarsi per contrastare
• Paletti e coni colorati
• tiro in porta l’avversario

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 80
70 70
50
60 60
40 50 50
30 40 40
30 30
20
20 20
10 10 10
0 0 0
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
guida rapidità con percorso 1c1 (difensore modulo 1
geometrica la palla motorio sulla linea)
L’utilizzazione delle figure Obiettivo: capacità di L’esercizio permette di Il bambino cercherà di Obiettivo tecnico dominante:
geometriche permette al reazione semplice ad strutturare la guida della adattare e trasformare il GUIDA DELLA PALLA

lezione 1: la scoperta
bambino di effettuare uno stimolo visivo e ver- palla attraverso il conti- proprio movimento in re-
delle guide orientate fa- bale nuo rapporto con la stes- lazione al comporta-
Successione della seduta:
vorendo la conoscenza sa che viene sollecitato mento del difensore po-
di spazi tra loro diversi. in forma sempre diversa . sto sulla linea. Dovrà al-
• Guida geometrica 15’
tresì imparare a mante- • Gare a staffetta 15’
5m
nere il possesso del pallo-
ne dopo un superamen- ATTIVITÀ A STAZIONI:
2m to e il difendente impare- • Percorso motorio 20’
rà a spostarsi per contra- • Partite 3c3 (3x10’) 30’
stare l’attaccante. • 1c1 10’

Ogni bambino parte al se- Numero bambini:


gnale dell’istruttore cercan- Durata: 90’
do di terminare il percorso a
Un gruppo di bambini gui- La palla viene guidata libe-
dando la palla dovranno oc-
navetta 5mx2 il più veloce-
ramente in un percorso in Materiali:
mente possibile.
cupare la figura geometrica cui sono sistemati diversi • Delimitatori
libera disegnata sul terreno di “ostacoli” (birilli, ostacoli • Casacche colorate
varianti
gioco con birilli colorati (le fi- bassi, paletti, ecc.), all’inter-
• aumento della distanza • Palloni di gomma colorati
gure geometriche sono in nu- no dei quali il bambino vie- 5m 5m 10 m
da correre fino a 5m x3
mero maggiore rispetto al
• cambiare posizione di par-
ne indotto a controllare la e di varie misure
numero di bambini). palla con l’interno del pie-
tenza(seduti, supini, etc.)
de. Al termine del percorso
I due attaccanti conducono • Palloni in cuoio
• variare il segnale di par- la palla (ciascuno la propria) • Porte ridotte
varianti si effettua un tiro nella porta.
tenza e superano i due difensori
• il colore delle figure deter- Il tiro rappresenta la compo- • Porte bifrontali
posti sulle loro rispettive linee,
mina la sequenza delle fi- nente più motivante, fare un
gure da occupare( per es. goal o tentare di realizzarlo
mentre il terzo difensore (A3) • Paletti e coni colorati
difende la porta. Ad ogni ri-
giallo- verde – rosso-blu) accende sempre la fantasia
petizione i difensori ruotano e
• sotto forma di gara: chi dei bambini.
cambiano la posizione. Il
per primo effettua tutte le
bambino si divertirà a supe-
guide (tante quante sono varianti
rare e calciare in porta.
le figure geometriche) • il percorso viene variato per
• le figure geometriche co- effettuare una guida della
varianti
lorate determinano i gradi palla con cambi di direzio- “In tutti gli atti relativi
• aumenta il numero degli
di difficoltà esecutiva ne (dx/sx o avanti/dietro)
• guida della palla utilizzan-
attaccanti ai bambini, l'interesse
• aumenta o diminuisce lo
do varie parti del piede
spazio d’azione dei difen-
superiore del fanciullo
• aumentare o diminuire la deve essere considerato
sori e/o la distanza tra le li-
distanza degli ostacoli tra
nee difensive preminente”
loro
• sotto forma di gara vince
chi tira per primo in porta Unione Europea
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 1
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo:
• Superamento • Sviluppo capacità di Obiettivo tecnico dominante:
• Guida della palla
dell’avversario e controllo motorio e degli GUIDA DELLA PALLA

lezione 2
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA
capacità di spostarsi in schemi motori di base
• Percorso motorio 20’ [rapidità con particolare Successione della seduta:
• Partita libera 3c3 20’ uno spazio libero attenzione per la capacità • Il traffico “guidato” 10’
(alternare partita al percorso - di reazione semplice]
si alternano 10’ partita a 10’ GIOCHI COLLETTIVI E ATTIVITÀ A STAZIONI ALTERNATA:
percorso)
SITUAZIONI DI GIOCO FISICO CON PALLA • Percorso motorio (2x10’) 20’
STABILITÀ DIDATTICA/ • percorso motorio 20’
PERCEZIONE VISIVA Invadi la fortezza 20’ • Partite 3c3 (2x10’) 20’
(alternato alla partita libera 5c5)
• Il traffico “guidato” 10’ [sprint a navetta 3x5 mt.] ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Il traffico “disturbato” 20’ GIOCHI PARTITA
• Invadi la fortezza 20’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: • Il traffico “disturbato” 20’

Numero bambini:
Varianti: Varianti: Varianti: Durata: 90’
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche colorate
• Palloni di gomma colorati
Altri obiettivi della seduta: e di varie misure
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Palloni in cuoio
coordinativo • Porte ridotte
• anticipare lo spostamento
per il contrasto dell’avversa- • Porte bifrontali
• protezione della palla
rio nella fase di non possesso • Paletti e coni colorati

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 60
70 50
50
60
40 40
50
30 40 30
30 20
20
20
10 10
10
0 0 0

1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


il traffico percorso tua una slalom diagonale
tra i birilli. Il percorso si con-
• guida libera, al segnale ef-
fettuare il gesto tecnico o
modulo 1
“guidato” motorio clude facendo una finta al- il movimento determinato
le sagome e conseguente precedentemente (es.
Il bambino guiderà la Il percorso proposto per- tiro dalla porticina con palla Rullaggio della palla, roto- Obiettivo tecnico dominante:
palla orientandosi nello mette di sollecitare gli in movimento lamento a terra, ecc.)

lezione 2: alla ricerca dello spazio libero


GUIDA DELLA PALLA
spazio, prestando atten- analizzatori sensopercet-
varianti
zione ai diversi modi di tivi e propriocettivi, favo- Successione della seduta:
utilizzo del piede. rendo lo sviluppo delle
• guida della palla con rul-
lata del piede
invadi la • Il traffico “guidato” 10’
capacità coordinative • variare il percorso, la dis- fortezza
(equilibrio, differenziazio- posizione degli attrezzi, il ATTIVITÀ A STAZIONI ALTERNATA:
loro numero, ecc. L’obiettivo è di spostarsi
ne, combinazione, ecc.) • al posto delle sagome ci rapidamente in funzione • Percorso motorio (2x10’)20’
e la stabilizzazione degli sono difensori attivi che di- dello spazio libero, quin- • Partite 3c3 (2x10’) 20’
schemi motori di base fendono una linea di condurre la palla os-
(rotolare, correre, salta- ATTIVITÀ A STAZIONI:
servando lo spostamen-
re, ecc.). Viene inoltre to dell’avversario. • Il traffico “disturbato” 20’
sollecitata la guida della il traffico • Invadi la fortezza 20’
palla, che in questo mo- “disturbato”
do può essere combina- L’ obiettivo è di sviluppare Numero bambini:
Un gruppo d bambini con- ta con altre azioni moto-
duce la palla in uno spazio la tecnica di conduzione e Durata: 90’
rie (passa e salta, passa di protezione della palla .
al cui interno sono posti dei
birilli di colore diverso (es. e passa sotto, ecc.) Materiali:
rossi e gialli). Il numero dei bi-
rilli è maggiore del numero CASA CASA • Delimitatori
dei bambini. • Casacche colorate
Al raggiungimento del birillo
di colore rosso la palla do- • Palloni di gomma colorati
20 m I due attaccanti (ciascuno
vrà essere guidata con l’e- con un pallone) conducono e di varie misure
sterno del piede, al birillo
giallo con l’interno.
la palla nella porticina libera • Palloni in cuoio
e tirano in porta, mentre i di-
CASA CASA
fensori (B, B’ e B”) sono situa- • Porte ridotte
varianti
20 m ti ciascuno in una zona per • Porte bifrontali
• con tiro (dopo 4 cambi di
impedire l’attraversamento
piede andare a tirare in 4 bambini conducono la • Paletti e coni colorati
delle porticine, un difensore
porta) L’allievo parte con la palla palla in uno spazio libero, gioca in porta.
• a tempo (chi effettua per ed effettua uno slalom tra i cercando di calciare la pal-
primo tutto il percorso) birilli, incontrando un osta- la di un compagno al di fuo- varianti
• il numero dei birilli è ugua- colo basso ed uno alto, nel- ri dello spazio di gioco, chi • i due difensori sono posti in
le o inferiore al numero dei l’ostacolo basso fa passare calcia il pallone dell’avver- una zona e si muovono li-
bambini la palla sotto l’ostacolino e sario non deve perdere il beramente all’interno di
lo salta, in quello alto la fa controllo del proprio . questa
passare di fianco e passa • sia gli attaccanti che i di- “I bambini hanno il diritto di
sotto, dopodiché effettua varianti fensori, prima di effettuare partecipare a competizioni
una capovolta sul materas- • guida libera, al via guidare l’azione, devono guidare
sino, cambia il percorso, sa- la palla nella propria “casa” la palla intorno al cono. I
adeguate alla loro età”
le sulla pedana propriocetti- • aumentano il numero del- difensori difendono poi in Carta dei diritti SGS
va o attrezzo simile, ed effet- le case. una zona.
CATEGORIA ESORDIENTI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 2


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Le particolarità di questa fa-
50 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
scia d’età è che i bambini
diventino abili nell’automa- • TECNICO COORDINATIVO:
tizzare il gesto e gradual- 40 passaggio e ricezione in movimento
mente distolgano l’attenzio-
colpire per crossare – tirare
ne dagli elementi più legati
30 colpire al volo
alla sensorialità di tipo pro-
priocettivo, per orientarla • TATTICO:
verso le caratteristiche ester- 20 sostegno nel possesso palla
ne della situazione-esercizio.
marcamento (presa della posizione)
Perciò nella costruzione delle
abilità tecniche/tattiche, ol- 10 • FISICO-MOTORIO:
tre al metodo della ripetizio- 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. resistenza
ne analitica del gesto tecni-
co, risulta utile sperimentare = Tecnico-Coordinativo
N° LEZIONI:
le abilità apprese in situazioni = Tattico
didattiche stabili, cioè senza = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
grandi variazioni, e man ma- = Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
no in situazioni di gioco sem- = Fisico-Motorio
pre più aperte al cambia-
mento. Le variabili situazio- Osservazioni:
nali proposte stimoleranno
una maggiore capacità di ri-
solvere problemi di gioco in
situazioni più vicine alle con-
dizioni reali ed in forma sem-
pre più creativa.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 2
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Sostegno e cambio • Sviluppo resistenza Successione della seduta:
• Passaggio e ricezione di gioco • Calcio tennis – Gare Torneo 10’

lezione 3
in movimento FISICO CON PALLA • 2 contro 2 intervallato
(vedi lezione successiva) 25’
SOLECITAZIONE PERCETTIVA SITUAZIONI DI GIOCO • Metodo intervallato
• Guida, dribbling e tiro 15’
• Calcio tennis - Torneo10’ • Gioco con 4 porte 20’ in gioco 2 contro 2 25’
• 2 contro 1 in continuità 20’
COMBINAZIONE TECNICA GIOCHI PARTITA • Gioco 4 porte 20’
• Guida, dribbling e tiro 15’ • Gioco a tema 10’ • Gioco a tema (possesso
• 2 contro 1 palla/sostegno/inserimenti
in continuità 20’ laterali) 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo
• possesso palla • Coni
• dribbling
• tiro in porta • inserimenti laterali • Paletti

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 50 50

40 40 40

30 30 30

20 20 20

10 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
calcio tennis - guida, 2 contro 1 in gioco 4 porte modulo 2
torneo dribbling e tiro continuità Adattamento tattico in
Questo tipo di attività Stimola la fase di supera- Favorisce la capacità di fase di possesso e non Obiettivo tecnico dominante:
viene proposta con un mento di un avversario e stabilizzare le condotte possesso in un gioco PASSAGGIO/RICEZIONE

lezione 3: gioca, crea e vai al goal


torneo all’interno del la conclusione rapida al del passaggio/ricezione che propone un obietti- IN SITUAZIONE DI GIOCO
gruppo. In questa fase di tiro in porta, risolvendo in forma dinamica e vo divergente (4 porte). Successione della seduta:
sensibilità percettiva una situazione di gioco. creativa per risolvere Favorisce il possesso del- • Calcio tennis –
(calcio dopo un rimbal- una situazione di gioco la palla. Stimola il cam- Gare Torneo 10’
zo per ogni tocco della bio di gioco e la fase di Calcio al volo. Orientarsi nello spazio
palla), l’allievo viene sol- sostegno. • 2 contro 2 intervallato
lecitato nel calciare la (vedi lezione successiva)25’
palla al volo e ad orien- • Guida, dribbling e tiro 15’
tarsi nello spazio. • 2 contro 1 in continuità 20’
• Gioco 4 porte 20’
10 m 25 m • Gioco a tema (possesso
palla/sostegno/inserimenti
15 m
Utilizzando un quadrato co- laterali) 10’
me spazio esercitativo, il gio- In uno spazio di gioco di mt. Viene stimolato il possesso palla,
catore in possesso di palla 30 m il sostegno (in attacco e in difesa)
15x10 si affrontano due cop-
parte da un angolo in guida pie di giocatori. Scopo del e gli inserimenti laterali
verso la porta affrontando il Due squadre composte da
gioco fare goal in conduzio-
difensore. L’attaccante cer- ne nelle due linee difese da-
5/6 giocatori si affrontano su Numero bambini:
ca di superare in dribbling il un campo 30x25 mt. Ogni Durata: 100’
gli avversari avendo a dis- squadra attacca su due
difensore e tirare in porta ra- posizione 10 tentativi. Cam- Materiali:
Torneo interno 3 contro 3 con porticine e difende su altret-
pidamente. Stessa cosa av- bio dei ruoli. Il difensore può
girone all’italiana, in ogni le-
viene sul lato opposto. tante porte. Gioco diver- • Delimitatori
zione si gioca una partita. Ad avanzare molto. gente. Crea adattamenti • Casacche
ogni tocco può precedere specifici sul cambio di gioco
un rimbalzo. Ad ogni tocco
varianti varianti • Porte bifrontali
• possibilità di chiedere aiu- e sul controllo periferico.
deve intervenire un giocato- • usare solo il piede esterno (D’Ottavio S. 1990) • Palloni n° 4
to al compagno d’attac- rispetto alla direzione
re diverso. Rotazione delle
co
• Nastro
posizioni ad ogni cambio di • usare solo il piede interno
• A guida la palla, A’ ese- varianti • Coni
palla. La battuta va effettua- • giocare a tre tocchi
ta “semplice” (cioè accessi-
gue una sovrapposizione. • Paletti
• ogni sovrapposizione vale
bile alla risposta dell’avversa- un punto (dare un obietti-
rio) e può essere rifiutata. vo tattico al gioco)
Vince la squadra che arriva
per prima a 16 punti.
“Il calcio è un gioco
varianti
• nel caso in cui ci sono per tutti e deve poter essere
squadre dispari, i giocatori praticato ovunque”
della squadra che riposa si
usano per le sostituzioni
UEFA
• variare l’altezza del nastro
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 2
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Marcamento • Resistenza Successione della seduta:
• Colpire per
SITUAZIONI DI GIOCO • Calcio tennis 5’

lezione 4
crossare/tirare
• Studio dei movimenti FISICO CON PALLA • 2 contro 2 intervallato 25’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA difensivi 20’ • 2 contro 2 intervallato • sovrapposizione e tiro 15’
• Calcio tennis – GIOCHI PARTITA con palla 25’ • 3 contro 2 – passa la palla 15’
Torneo interno 5’ • Gioco a tema 10’
possesso palla/presa della
• Movimenti difensivi 20’
COMBINAZIONE TECNICA posizione/inserimento laterale • Gioco a tema 10’
• Sovrapposizione e tiro 15’ • Gioco libero 10’ • Gioco libero 10’
• 3 contro 2 passa Verifica apprendimenti
la palla 15’ del periodo
Numero bambini:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Durata: 100’
Metodi

Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:


• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo • Coni
• presa della posizione
• passaggio e ricezione in
movimento • sostegno difensivo • Paletti

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 50 40

40 40 35

30 30 30

20 20 25

10 10 20
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
2c2 intervallato sovrapposizione 3 contro 2, studio dei modulo 2
Questo tipo di esercizio e tiro passa la palla movimenti
effettuato con la palla Stimola al concetto di Con questa situazione di difensivi Obiettivo tecnico dominante:
sottoforma di gara, favo- inserimento (dai e se- gioco si favorisce la sta- Fase di marcamento. TIRO IN PORTA

lezione 2: mi inserisco e vado al tiro


risce l’incremento delle gui). Favorisce la fase di bilizzazione delle abilità Serve a favorire la con-
potenzialità aerobiche. aggiustamento del tiro tecniche di passaggio e
Successione della seduta:
sapevolezza di schemi di
in porta con palla in ricezione in una situazio- azione difensivi. Si deter-
• Calcio tennis 5’
movimento. ne didattica variabile, minano dei compiti di re- • 2 contro 2 intervallato 25’
con difensori attivi. parto, sollecitando la • Sovrapposizione e tiro 15’
mentalità nella difesa • 3 contro 2 –
collettiva. passa la palla 15’
• Movimenti difensivi 20’
15 m • Gioco a tema 10’
10 m presa di posizione difensiva.
B B Possesso di palla.
20 m
Inserimenti laterali.
In uno spazio di mt. 20x15 si A A
• Gioco libero 10’
confrontano due squadre, Verifica apprendimenti
15 m
composte ciascuna da 2 del periodo
giocatori più i 2 portieri, in Il giocatore “A” passa la pal-
una gara senza soluzione di la a “B” ed esegue una so- Uno spazio di mt. 15x10 vie-
continuità. La palla quindi vrapposizione (dai e segui), ne diviso in due. In una me- Numero bambini:
riceve il passaggio di ritorno tà campo si gioca un 2 con-
deve essere sempre in gio-
e, stringendo al centro, va al Lo spazio di gioco viene sud- Durata: 100’
co (i palloni di riserva devo- tro 1 con lo scopo di passa-
no essere pronti sui lati del tiro. Stessa cosa avviene nel- re la palla al compagno po- diviso in sei parti. I giocatori Materiali:
l’altro lato. sizionato nell’altra metà. assumono delle posizioni di- • Delimitatori
campo, pronti per essere
L’altro difensore difende fensive in relazione allo spo-
giocati). La durata della ga- • Casacche
varianti centralmente in un corri- stamento della palla. Fase
ra è di 4’, in cui ogni 20” di
gioco sono previsti 15” di ri- • “A” non tira ma esegue un doio. Quando la palla passa di marcamento. • Porte bifrontali
poso. Il gioco deve essere ri- cross per “B” che segue e la metà campo si ricrea la • Palloni n° 4
tira stessa situazione nell’altro varianti
petuto per 3 volte (serie), tra • Nastro
• inserire un difensore “attivo” campo (il difensore nel corri- • difesa a 4
una serie e l’altra sono previ-
doio entra nella zona, l’altro • aumentare il numero degli • Coni
sti 2’ di recupero.
difensore entra nel corri- attaccanti
• Paletti
doio; l’attaccante che ha
effettuato il passaggio se-
gue la palla)

varianti
• a tre tocchi “I bambini imparano ciò che
• si riduce lo spazio di gioco vivono: se il bambino viene
trattato con tolleranza
impara ad essere paziente e
sarà lui stesso più tollerante.”
CATEGORIA PICCOLI AMICI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 2


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Concluso il mese di “am-
bientamento” si può iniziare
60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
a sviluppare un lavoro più • TECNICO COORDINATIVO:
50
specifico, senza mai perdere
di vista l’aspetto fondamen- correre con la palla – capacità di controllo,
40
tale di questa fascia d’età: sollecitazioni coordinative
quello ludico. 30
• I giochi proposti devono • TATTICO:
consentire al bambino di 20 spostarsi con e senza palla: capacità di
soddisfare la sua curiosità di orientamento spazio-temporale
esplorazione dello spazio e 10
degli attrezzi, per sperimen- • FISICO-MOTORIO:
tare la propria motricità. 0 sviluppo capacità di controllo motorio
• L’attrezzo palla, il giocare 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. rapidità
con essa, sono gli strumenti
per favorire quella formazio-
= Tecnico-Coordinativo
ne motoria, che risulterà suc- N° LEZIONI:
= Tattico
cessivamente indispensabile
alla costruzione delle capa- = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco N° SETTIMANE:
cità tecnico-tattiche che il = Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Fisico-Motorio
calciatore deve possedere.

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 2
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Sviluppo capacità di • Capacità di controllo Successione della seduta:
• Correre con la palla:
orientamento motorio GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 3
capacità di controllo,
• Rapidità • Prati all’arrembaggio 20’
sollecitazioni sensopercettive GIOCHI COLLETTIVI
e coordinative • Ruba palla 15’
E SITUAZIONI DI GIOCO
• Spostarsi per evitare e per • Le tre tane 15’
intercettare: sollecitazione FISICO CON PALLA ATTIVITÀ A STAZIONI:
analizzatori sensopercettivi GIOCHI PARTITA • Ruba palla 15’ • Assalto al castello 15’
• Pirati all’arrembaggio 20’ • Le tre tane 15’
• Assalto al castello 15’
• Gioco libero 15’ GIOCO LIBERO:
• Partite su campo ridotto 2c2,
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: 3c3 o 4c4 15’
Numero bambini:
Durata: 80’
Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati
e di varie misure
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Paletti
coordinativo
• lanciare • superare e contrastare • rapidità • Ostacolini
l’avversario con e senza • Casacche colorate
palla

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


80 60 60
70
50 50
60
50 40 40
40 30 30
30
20 20
20
10 10 10
0 0 0
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
pirati ruba palla pervengono (posizione dei
birilli, compito e posizione
le tre tane modulo 2
all’arrembaggio Migliora la capacità di rea- Sviluppo sensopercettivo,
delle guardie, velocità dei
Le innumerevoli sollecita- zione ed il controllo della palloni, spazio a disposizio- sviluppo della reattività e Obiettivo tecnico dominante:
zioni sensopercettive palla in regime di rapidità ne, ecc.), determinando ri- velocità del movimento, GUIDA DELLA PALLA

lezione 3: conquistiamo il tesoro


(spazio a disposizione, zo- sposte motorie che favori- capacità di orientamen-
na del guardiano, posizio- scono lo sviluppo della to con questo esercizio i
ne dei palloni, regole del Successione della seduta:
1 1 reattività e della velocità bambini ricevono un
gioco, ecc.) consentono gran numero di informa-
GIOCO DI ATTIVAZIONE:
2 2 del movimento. Viene inol-
al bambino di ricevere in- zioni che a livello senso- • Prati all’arrembaggio 20’
tre sollecitato un altro sche-
formazioni che determi- percettivo gli consentono • Ruba palla 15’
ma motorio, il lanciare, che
nano risposte motorie che 3 3 di relazionarsi con lo spa-
favoriscono lo sviluppo verrà ampiamente esplo-
rato nei successivi cicli. zio circostante e con gli ATTIVITÀ A STAZIONI:
della reattività e della ve- 10 m altri compagni, trovando • Assalto al castello 15’
locità del movimento.
soluzioni motorie efficaci • Le tre tane 15’
Due squadre, numerate in nelle situazioni che si ven-
ordine progressivo, si dispon-
gono a creare. GIOCO LIBERO:
gono una di fronte all’altra a
distanza di 10 mt. con due • Partite su campo ridotto
palloni posti al centro (uno
per squadra). Al segnale 2c2, 3c3 o 4c4 15’
(numero), i bambini corri-
spondenti (uno per squa-
15 m dra) dovranno correre per 15 m
Numero bambini:
2m raggiungere la palla, gui- Durata: 80’
darla in un percorso e por- 2 bambini partono dalla li- Materiali:
tarla oltre la linea di parten- nea di fondo e devono cer-
Gli allievi, partendo dalla li- za. Vince la squadra che • Birilli colorati
care di recuperare i birilli si-
nea di fondo, devono recu- raggiunge per prima il pun- 15 m • Evidenziatori
stemati dalla parte opposta,
perare più palloni possibili (il teggio stabilito.
grande tesoro!!!). Bisogna
portandoli alla “base”. Si • Palloni di gomma colorati
può portare solo un birillo al- In uno spazio di gioco di mt.
però fare attenzione al varianti la volta facendo attenzione 15x15, 3 bambini (le volpi), e di varie misure
guardiano che si trova nella • l’azione si conclude con alle guardie che cercano di partendo dalle tane, devono • Paletti
sua zona di guardia (di mt. 2 un tiro in porta colpire gli assaltatori con i cercare di scambiarsi le posi-
x 15). Chi viene toccato tor- • un solo pallone da conqui- zioni per 3 volte. Nella tana
• Ostacolini
palloni (lanci con le mani).
na indietro e riparte dal pun- stare Chi viene colpito riparte dal- non si può sostare in più di • Casacche colorate
to di partenza. la linea di partenza. uno. Attenzione al cane: chi

varianti
assalto al viene toccato è eliminato... e
si trasforma in cane!!!
varianti
• ampliamento della zona castello • gli assaltatori devono con-
di azione del guardiano durre una palla varianti
• gli attaccanti partono tutti Anche questo gioco ha lo • aumento o diminuzione
• aumenta il numero degli “Il bambino impara dagli
insieme scopo di sollecitare nel assaltatori dello spazio di gioco
• i guardiani diventano 2 bambino una elaborazio- • si confrontano 2 squadre • il cane possiede un pallone esempi più che dai
• i bambini si dividono in due contemporaneamente nello col quale può colpire le volpi rimproveri”
squadre (pirati rossi e pirati
ne delle informazioni sen-
stesso campo, con guardie • aumento del numero delle
verdi), vince chi porta per pri- sopercettive che durante volpi
di una e dell’altra squadra
mo tutto il tesoro sulla nave. lo svolgimento del gioco gli
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 2
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Spostarsi con e senza • Sviluppo capacità di Successione della seduta:
• Correre con la palla palla: sviluppo capacità controllo motorio GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 4
sollecitazioni coordinative di orientamento spazio • Rapidità • Guardia e ladri 10’
temporale • Ruba palla con percorso motorio
• Percorso motorio 15’
• Campo minato 15’ GIOCHI COLLETTIVI FISICO CON PALLA e tiro 10’
• Gioco libero 15’ • Guardia e ladri 10’ • Ruba palla con percorso ATTIVITÀ A STAZIONI:
motorio e trio 10’ • Percorso motorio variato 15’
SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE • Campo minato 15’
• Partita con meta 15’
GIOCO LIBERO:
• Partite su campo ridotto 2c2,
Osservazioni: Osservazioni: 3c3 o 4c4 15’
• Partita con meta 15’
Osservazioni:
Numero bambini:
Varianti: Varianti:
Durata: 80’
Varianti:
Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati
Tecnico Tattico Fisico-Motorio e di varie misure
coordinativo • Paletti
• superare l’avversario e • rapidità
• colpire per tirarecon palla • Ostacolini
spostarsi per contrastare
ferma o in movimento • Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


80 60 60
70
50 50
60
50 40
40
40 30
30 30
20
20
10 20
10
0 0 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
guardia e ladri sollecitare il bambino a
sviluppare un controllo
campo minato varianti
• diminuire il numero degli
modulo 2
Consolidamento del tiro Attraverso questo eserci- attaccanti
motorio e coordinativo • aumentare il numero degli
Le sollecitazioni sensoper- generale e di sollecitare zio viene sollecitato il avversari Obiettivo tecnico dominante:
cettive, relativamente al- gli analizzatori sensoper- controllo della palla, va- • la porta viene difesa da
un portiere GUIDA DELLA PALLA

lezione 4: giochiamo di precisione


la gestione dello spazio di cettivi preposti al con- riando la conduzione in
• un difensore difende la zo-
gioco, determinano un trollo della palla durante relazione alla frequenza na di tiro Successione della seduta:
conseguente adatta- la conduzione. Pertanto e alla velocità dei lanci • variazione della larghezza
mento alle regole del gio- della palla degli avver- del campo (avversari più GIOCO DI ATTIVAZIONE:
è necessario che a que-
co (spazio a disposizione, sta età i bambini affronti- sari, vengono così solle- vicini) • Guardia e ladri 10’
evitare di farsi colpire dal- no il percorso proposto citate le capacità di partita con meta • Ruba palla con percorso
la palla – percepire velo- prima senza palla e poi orientamento e di ge- motorio e trio 10’
cità e direzione della pal- con, determinando stione dello spazio a dis- Attraverso questa gara, i
la, ecc.) che favoriscono quindi uno sviluppo sen- posizione Nel gioco vie- bambini vengono solleci-
lo sviluppo della reattività, sopercettivo ed uno svi- ne anche sollecitata la tati ad applicare le abilità ATTIVITÀ A STAZIONI:
della velocità del movi- luppo delle capacità capacità di colpire da apprese in situazioni di ga- • Percorso motorio variato 15’
mento e un adattamento coordinative. palla ferma, obiettivo ra. Viene sollecitata una • Campo minato 15’
coordinativo nel lancia- dominante del successi- elaborazione mentale del
re/calciare la palla verso vo ciclo (avversari). compito motorio, con la ri- GIOCO LIBERO:
un bersaglio mobile. cerca di una risposta ido- • Partite su campo ridotto
nea alla situazione di gio-
co (ricerca dello spazio li- 2c2, 3c3 o 4c4 15’
8m
bero, velocità di condu- • Partita con meta 15’
zione in rapporto alla pro-
pria capacità di controllo, Numero bambini:
ecc.) ed in relazione ai Durata: 80’
compagni ed agli avver- Materiali:
15 m
sari (passaggio o guida, • Birilli colorati
25 m contrasto o temporeggia-
I bambini seguono un per-
• Evidenziatori
mento,ecc.)
corso guidando la palla ed • Palloni di gomma colorati
affrontano le diverse situa- In un campo di 25mx15m, i
Il bambino con la palla è la zioni che si presentano con bambini con la casacca
e di varie misure
guardia e deve colpire i la- soluzioni motorie e coordi- rossa tenteranno, in condu- • Paletti
dri che scappano nell’area native personalizzate. Il per- zione, di portare la palla fi- • Ostacolini
delimitata; chi viene colpito corso presenterà molteplici no ad una linea di tiro posta
diventa la guardia. elementi (ostacoli bassi, • Casacche colorate
ostacoli alti, paletti, portici- a 8m da una porta di 3m, 15 m
varianti ne, birilli, cerchi) e si conclu- posizionata al centro del la-
• ridurre l’area delimitata derà con un tiro in porta. to minore. Sui lati maggiori, 2
• aggiungere una guardia per parte, si posizioneranno
• la guardia guida la palla e varianti 4 giocatori avversari che,
la calcia per colpire i ladri • gara con percorsi paralleli uno di fronte all’altro, calce- 25 m
• anche i ladri guidano una • dare un punteggio al per-
palla corso (un penalità ad ogni
ranno la palla tentando di “Imparare significa scoprire.
colpire gli attaccanti. L’at- I bambini si confrontano, in un
errore)
taccante che viene colpito campo di gioco di mt. 25x15, Fare significa che lo sai”
percorso motorio • effettuare il percorso
esplorando la conduzione dovrà tornare indietro. Vin-
in una gara 3c3. Il gioco consi-
ste nel condurre la palla oltre
R. Bach
Il percorso motorio può con diverse andature ce la squadra che dopo un la linea di meta. Ogni meta
tempo prestabilito avrà rea- vale un punto. Vince chi realiz-
avere il duplice scopo di lizzato più gol. za il maggior numero di punti.
CATEGORIA ESORDIENTI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 2


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
• Il portiere della categoria
esordienti usa in modo cor-
50 • TECNICO COORDINATIVO:
retto e in chiave tattica, sia il intercettare la palla con presa alta, con o
rinvio con i piedi sia quello senza fase di stacco
40
con le mani. intercettare tiri rasoterra con azione di tuffo
laterale
• I giochi devono avere po- 30 colpire di pugno o a mano aperta con o
che regole ed essere facil- senza fase di stacco
mente comprensibili. lanciare a bilanciere
20
• Verifica ogni tanto anche il
• TATTICO:
comportamento tecnico del posizionarsi sulla bisettrice dopo
portiere, facendolo giocare 10 spostamento laterale
in altri ruoli. 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. uscite radenti sui piedi in 1c1
• FISICO-MOTORIO:
• Arricchisci le sue esperienze
tecniche. = Tecnico-Coordinativo preacrobatica: capovolta, rotolamenti
= Tattico ambidestria nello stacco, staccare con
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco piede destro e con piede sinistro
= Gioco partita
= Fisico-Motorio N° LEZIONI:
N° SETTIMANE:
Osservazioni: N° GARE/MANIFESTAZIONI:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 2
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Uscita radente sui • Ambidestria nello stacco Successione della seduta:
• Lanciare con le mani piedi in 1c1 • Mobilità articolare • Calcio tennis 10’

lezione 2
• Esercizi di mobilità articolare
• Calcio tennis 10’ SITUAZIONI DI GIOCO • Esercizi di mobilità con la palla 10’
• Sensibilizzazione • 1 contro 1 15’ articolare con la palla10’ • Sensibilizzazione con la palla 15’
con la palla 15’ • Lanci con le mani 15’
• Lanci con le mani 20’ GIOCHI PARTITA • Percorso con stacco • Percorso con stacco
• Partita libera 10’ e presa alta 20’ e presa alta 20’
• 1 contro 1 15’

PARTITA LIBERA 10’


Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
Numero bambini:
Durata: 100’
Varianti: Varianti: Varianti: Metodi
Materiali:
• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
Altri obiettivi della seduta: • Evidenziatori
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Materassino
coordinativo • capacità di anticipare le • capacità di ritmo
• Casacche
• presa su cross laterale mosse dell’avversario • Porte bifrontali

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 50
50

40 40
40

30 30
30

20 20
20

10 10
10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
lanci con le percorso con 1 contro 1 modulo 2
mani stacco e presa Favorisce l’apprendi-
Sollecita la capacità di alta mento dell’uscita su Obiettivo tecnico dominante:
anticipazione e favori- Migliora la capacità tec- azioni a tu per tu (1c1) e INTERCETTARE LA PALLA IN SITUAZIONE DI 1C1

lezione 2: esci e non farti superare


sce il miglioramento del- nico-coordinativa dei la capacità di intuire le
l’abilità tecnica del lan- portieri, sollecitati a com- intenzioni dell’avversario
(anticipazione).
Successione della seduta:
cio con le mani. binare gesti tecnici ed
• Riscaldamento 10’
azioni motorie specifiche.
• Sensibilizzazione con la palla 10’
• Lanci con le mani 15’
• Percorso con stacco
e presa alta 20’
• 1 contro 1 15’

PARTITA LIBERA 20’

Il portiere è posizionato nella Un attaccante parte da cir- Numero bambini:


porta ed intercetta un tiro ca 20 metri dalla porta. Il por-
Si posiziona un nastro e un Durata: 90’
proveniente dalla sua sini- tiere, posizionato sulla linea,
ostacolo. Il portiere dovrà in-
stra. Il suo compito consiste dovrà uscire, con l’opportu-
tercettare la palla in tuffo Materiali:
nel rilanciare immediata- na scelta di tempo, sui piedi
senza toccare il nastro e su-
mente la palla in una porti- bito dopo effettuare una
dell’avversario cercando di • Palloni (di vari colori
cina posta lateralmente sul intercettare la palla.
presa alta frontale sopra l’o- e differenti dimensioni)
lato opposto (idem dall’al- stacolo
tro lato). varianti • Coni
• una volta intercettato il • Evidenziatori
varianti
varianti pallone, il portiere dovrà ri-
• stessa procedura,ma ora il
• dopo la presa alta, il por-
posizionarsi in porta per • Materassino
tiere effettuerà un rilancio
portiere non potrà usare le con le mani o un rinvio con
parare un tiro dell’istrutto- • Casacche
mani. re. • Porte bifrontali
i piedi
• nella porticina laterale pa- • gioco con due porte (20
rerà un secondo portiere metri di distanza una dal-
(senza mani) l’altra) dopo aver intercet-
tato, il portiere può calcia-
re nella porta di fronte a lui
(a rotazione).
“La cerniera che unisce la
programmazione (spesso teorica)
e la realtà pratica della squadra,
è il momento di
apprendimento-lezione”
SGS
CATEGORIA PULCINI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 2


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
60
“pulcini” esegue il rinvio al • TECNICO COORDINATIVO:
volo in modo corretto ma
50 Intercettare tiri rasoterra con spostamento
senza precisione e senza va-
lore dal punto di vista tattico. laterale
40 (ginocchio interno, rispetto alla porta, piegato
• La tecnica del “ricevere” la a terra vicino al piede d’appoggio)
palla e del “passaggio” 30 Colpire di pugno a una o a due mani in zone
successivo rappresenta un
elemento didattico che va laterali
20 Lanciare tipo bowling
appreso abbastanza pre-
cocemente.
10 • TATTICO:
Posizionarsi sulla bisettrice
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
• FISICO-MOTORIO:
= Tecnico-Coordinativo rapidità di movimento ciclico
= Tattico N° LEZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
= Gioco partita N° SETTIMANE:
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 2
coordinativo Obiettivo: • Rapidità
Obiettivo: • Posizionarsi fuori Successione della seduta:
• Capacità di lancio del alla riga di porta • Gioco - orologio 15’ • Partita con le mani 10’

lezione 2
pallone, coordinazione Gioco a confronto tra due • Gioco - orologio 15’
oculo-manuale GIOCHI COLLETTIVI squadre (A e B): mentre A • Lanci con le mani 15’
ESITUAZIONI DI GIOCO tira in una porta difesa da un
componente di B, gli altri di B
• Lancio alla sagoma 20’
• Partita con le mani 10’ • Para fuori l’area 15’
effettueranno una serie di guide • Para fuori l’area 15’
(goal di testa o al volo)
GIOCHI PARTITA della palla a slalom (orologio). • Partita libera 15’
• Lancio alla sagoma 20’ • Partita libera 15’ Al termine si invertiranno i ruoli.
• Lanci con le mani 15’ GIOCO LIBERO 20’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 90’

Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:


• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Materassino
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Casacche
coordinativo • respinte in zone lateralie • resistenza
• Porte bifrontali
• intercettare, colpire

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


80 60
70 50
60 50
50 40
40
40
30 30 30
20
20 20
10
0 10
10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
lanci con le lancio alla para fuori modulo 2
mani sagoma dall’area
Favorisce il miglioramen- Attraverso questo tipo di Con questo esercizio vie- Obiettivo tecnico dominante:
to della capacità tecni- esercizio viene sollecita- ne sollecitata la capaci- INTERCETTARE LA PALLA SENZA FASE DI VOLO

precisione
lezione 2: afferra la palla e lanciala con
ca della presa della pal- ta la capacità di lancio tà di parare al di fuori CON O SENZA SPOSTAMENTO
la rasoterra, con ginoc- con le mani e il gesto della linea di porta
chio a terra, dopo spo- tecnico del calciare con
stamento laterale. i piedi (lancio), fovoren-
Successione della seduta:
done il miglioramento. 5m
• Partita con le mani 10’
(goal di testa o al volo)
• Gioco a confronto 15’
• Lanci con le mani 15’
• Lancio alla sagoma 20’
10 m • Para fuori l’area 15’

PARTITA LIBERA 15’


Davanti alla porta si delimita
un semicerchio del diame-
tro di mt. 5, il portiere dovrà
Il gioco si effettua a coppie,
parare i tiri dei compagni al
Numero bambini:
con gara a confronto. Si po- Il gioco si svolge a coppie Durata: 90’
di fuori di questo spazio.
sizionano una serie di coni al sotto forma di gara. Al se-
centro del campo di gioco gnale i portieri, ciascuno in Materiali:
varianti
di lunghezza 10-15 m. (di- possesso di una palla, effet- • si introducono più palloni • Palloni (di vari colori e differenti
stanza tra le porte). Il portie- tuano un lancio radente, ver- • prima o dopo la presa ef-
re dovrà lanciare ai lati dei so dei bersagli (nel nostro ca- fettuare un rotolamento dimensioni)
coni. Ad ogni goal viene as- so sono sagome) posti a cir-
segnato un punto; se si col-
• si passa la palla senza • Coni
ca 10 mt. di distanza. Chi col- chiamare il compagno
piscono i coni sul lancio vie- pisce per primo il bersaglio, • Evidenziatori
(discriminazione visiva)
ne tolto un punto. ha diritto al tiro, l’altro para. • Materassino
• un punto di penalizzazione
Vengono assegnati i punti se colui che riceve la palla • Casacche
varianti per ogni bersaglio colpito e la lascia cadere
• dopo il lancio e la parata, per ogni goal realizzato. • Porte bifrontali
colui che ha eseguito l’e-
sercizio può calciare in varianti
una porta difesa da un ter- • si lancia anche dall’alto.
zo portiere (distanza fra le Chi colpisce la sagoma al
porte 10-15 mt) volo,tira due volte prima di
tirare i portieri devono siste- “C’è un sacco di gente
mare i palloni che hanno che dice di voler bene
lanciato contro le sagome
al punto di partenza. ai bambini,
ma quanti sono
quelli che li ascoltano?”
UNICEF
CATEGORIA PULCINI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 2


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Dopo la prima fase di am-
bientamento, i bambini ri- 80 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
spondono con maggiore at- 70 • TECNICO:COORDINATIVO:
tenzione alle proposte didat-
tiche. Possiamo iniziare a pro-
60 correre per guidare la palla
correre per
porre il 5c5 con una disloca- 50
• TATTICO : calciare
zione su due linee (difesa e 40
attacco) che prevede la ro- • TATTICO: della palla in uno spazio libero
Conduzione
tazione degli allievi su tutte le 30 conduzione della
superamento di unpalla
avversario
in uno posto
spaziosulibero
uno
posizioni, anche del portiere. 20 spazio/linea di un avversario posto su una
superamento
10 zona
• FISICO-MOTORIO:
0 • FISICO-MOTORIO:
RAPIDITÀ
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. rapidità
N° LEZIONI:
= Tecnico-Coordinativo
N° LEZIONI: :
SETTIMANE
= Tattico
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco N° SETTIMANE
GARE/MANIFESTAZIONI
: :
= Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Fisico-Motorio

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 2
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Rapidità, con particolare Successione della seduta:
• Conduzione della palla dell’avversario attenzione alla frequenza • Corri e porta a casa 20’

lezione 3
con pressione temporale del gesto motorio • Staffetta 10 mt. 10’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA GIOCHI COLLETTIVI
• Staffetta 10 mt. ATTIVITÀ A STAZIONI 1:
• Guida E SITUAZIONI DI GIOCO
sprint in linea 10’ • Guida tra i coni 10’
tra i coni (2x10’) 20’ • 1c1 difensore nella zona 10’ • Partita libera 5c5 10’
• Partita libera • Spezza il ritmo 10’ • 1c1 10’
5c5 (2x10’) 20’
ATTIVITÀ A STAZIONI 2:
CON PRESSIONE GIOCHI PARTITA • Guida tra i coni 10’
• Corri e porta a casa 20’ • Partita libera 5c5 10’
• Spezza il ritmo 10’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
Numero bambini:
Durata: 90’
Varianti: Varianti: Varianti: Metodi
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche colorate
• Palloni in cuoio
Altri obiettivi della seduta: • Porte ridotte
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Paletti
coordinativo • Coni
• superamento e orientamento • capacità di reazione • Tavola propriocettiva
• protezione della palla
nello spazio libero • Materassino per capovolte

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 80
50 70 70
60 60
40 50
50
30 40 40
20 30 30
20 20
10 10
10
0 0 0
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
corri e porta a guida tra i coni 1c1 difensore spezza il ritmo modulo 2
casa Sensibilizzazione della nella zona Guida della palla, con
I bambini alterneranno guida della palla in regi- Il bambino che attacca orientamento nello spa- Obiettivo tecnico dominante:
corse senza palla a con- me di velocità sviluppa il concetto di zio libero, capacità di GUIDA DELLA PALLA

lezione 3: mantieni il controllo della palla


duzioni in velocità con superamento e di prote- accelerare e decelerare
palla, imparando a diffe- CASA CASA
zione della palla, chi di- con palla, e sviluppo in Successione della seduta:
renziare i due tipi di corsa. fende inizia a percepire situazione standard della • Corri e porta a casa 20’
l’azione di contrasto an- visione periferica. • Staffetta 10 mt. 10’
che lateralmente.
ATTIVITÀ A STAZIONI 1:
• Guida tra i coni 10’
• Partita libera 5c5 10’
CASA CASA
• 1c1 10’
Un gruppo di bambini guida ATTIVITÀ A STAZIONI 2:
la palla tra i coni controllan- • Guida tra i coni 10’
10 m dola con l’interno del piede,
al segnale la palla dovrà es- • Partita libera 5c5 10’
I bambini sono divisi in due sere condotta liberamente • Spezza il ritmo 10’
squadre che si schierano ai dentro la propria casa. I bambini sono divisi in due
lati del campo, al segnale
L’attaccante tenta di supe- squadre, un gruppo guida Numero bambini:
dovranno correre a conqui- varianti la palla all’interno dello spa-
stare la palla posizionata al
rare il difensore posto nella Durata: 90’
• aumento dello spazio di zona, nel caso in cui il di- zio, l’altro fuori. I bambini
centro del campo per con- gioco che sono all’interno dovran- Materiali:
fensore riesce a conquista-
durla nella propria casa. I • utilizzo del piede meno no passare all’interno delle • Delimitatori
re la palla, deve guidare la
palloni utilizzati saranno pari abile porticine poste al centro
al numero degli allievi. Vin- • durante il gioco ad un se-
palla all’esterno della zona
dello spazio, mentre il grup-
• Casacche colorate
di difesa.
ce chi arriva per primo nella gnale cambiano le case po che è fuori dovrà scam- • Palloni di gomma colorati
“propria casa”. biarsi il posto (lato) guidan- e di varie misure
varianti
• 2 attaccanti, 2 palloni, 2 do la palla. Il gruppo che è
varianti all’interno, tenendo sempre • Palloni in cuoio
difensori: i difensori aspet-
• il pallone, una volta porta-
tano dietro una linea e sotto controllo la palla, può • Porte ridotte
to a casa, dovrà essere ri- disturbare l’azione degli
condotto al centro del
possono intervenire solo • Porte bifrontali
nel momento in cui gli at- esterni. Al termine si cam-
campo di gioco; biano i ruoli. • Paletti e coni colorati
taccanti superano la linea;
• l’esercizio deve essere ri-
• 2 attaccanti, 2 palloni, 2
petuto per due volte di varianti
difensori: i difensori posso-
seguito • il gruppo che è all’interno
no intervenire subito sugli
• varia la posizione di par- può disturbare gli esterni
attaccanti ( in uno spazio
tenza solamente dopo essere “I bambini hanno il diritto di
libero);
• il numero dei palloni è infe- passato in tutte le porticine;
riore al numero dei bambini
• aumenta/diminuisce lo
• il gruppo che è all’esterno
misurarsi con altri bambini
spazio della zona di difesa
prima di cambiare lato, de- che abbiano le stesse
ve passare in una porticina probabilità di successo”
Carta dei diritti SGS
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 2
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Rapidità Successione della seduta:
• Guida della palla dell’avversario e • Staffetta con sprint • Raggiungi la porta 15’

lezione 4
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA orientamento nello spazio di 10 mt. con palla • Staffetta sprint 10’
• Corri all’angolo (2x10’)20’ in mano 10’
GIOCHI COLLETTIVI ATTIVITÀ ALTERNATA:
• Parita 5c5 (2x7’) 15’ E SITUAZIONI DI GIOCO
(alternare partita libera 5c5 • Corri all’angolo (2x10) 20’
a “Corri all’angolo2) • 1c1 con tiro in porta 10’
• Raggiungi la porta 15’ • Partita 5c5 (2x7’) 15’
• Corri e porta
(1c1 e orientamento nello spazio)
a casa 1c1 10’ ATTIVITÀ A STAZIONI:
GIOCHI PARTITA
• Partita 5c5 10’ • Corri e porta a casa 10’
• 1c1 con tiro in porta 10’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
• Partita 5c5 10’

Numero bambini:
Varianti: Varianti: Varianti: Durata: 90’
Metodi
Altri obiettivi della seduta: Materiali:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Delimitatori
coordinativo • Casacche colorate
• consolidamento della • sviluppo della capacità di
• tiro in porta • Palloni in cuoio
protezione della palla in frequenza (es. maggior
fase di possesso e sviluppo numero di tocchi della • Porte ridotte
dell’ intercettamento e palla in uno spazio) e • Coni colorati
della difesa della porta particolare attenzione alla
capacità di equilibrio

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 50
50 70
60 40
40
50
30 40 30
20 30
20 20
10
10
0 0 10

1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


raggiungi la corri all’angolo corri e porta a 1c1 tiro in modulo 2
porta Conduzione della palla casa a coppie porta
Sviluppo delle capacità con capacità di reagire Favorisce la capacità di Consolidamento della Obiettivo tecnico dominante:
di orientamento e ge- a uno stimolo sonoro e guidare palla in regime capacità di superare GUIDA DELLA PALLA

lezione 4: corri e raggiungi l’obiettivo


stione dello spazio libero visivo. Considerato che i di rapidità e in presenza l’avversario, con alternar-
e sviluppo della visione bambini non possono di un avversario. si delle due fasi di posses- Successione della seduta:
condurre la palla tutti • Raggiungi la porta 15’
periferica. so e non possesso palla
dietro lo stesso paletto, si
presterà un a maggiore
• Staffetta sprint 10’
attenzione allo spazio( ATTIVITÀ A ALTERNATA:
visione periferica). • Corri all’angolo (2x10’) 20’
NB - Al gioco viene alter-
nata una partita libera 5c5
• Partita 5c5 (2x7’) 15’
della durata di 10’. In tota- ATTIVITÀ A A STAZIONI:
le si giocano 2 partite e si • Corri e porta a casa 10’
effettua 2 volte il gioco.
• 1c1 con tiro in porta 10’
I bambini sono divisi in due • Partita 5c5 10’
Due squadre si confrontano squadre, con un pallone a Due squadre si confrontano
in uno spazio, ciascun bam- disposizione per ciascuna in situazione di 1c1, in cui la Numero bambini:
bino possiede una palla. Gli coppia di giocatori. Al se- squadra che attacca deve Durata: 90’
attaccanti la guidano con i gnale dovranno correre a superare il difensore e fare
piedi. I difensori, invece, conquistare la palla per goal, mentre il difensore de- Materiali:
tengono la palla in mano. condurla nella propria casa, ve cercare di conquistare la
Al segnale tutti gli attac- si creeranno in questo modo palla , per diventare a sua
• Delimitatori
canti devono condurre la situazioni di 1 contro 1 tra volta attaccante. Se uno dei • Casacche colorate
palla nelle porte poste agli bambini di file opposte. difensori realizza il goal, si in- • Palloni di gomma colorati
angoli. La squadra avversa- vertono i compiti delle 2
ria tiene il pallone in mano varianti squadre. Anche il difensore, e di varie misure
Un gruppo di bambini guida
e tenta di impedire il goal la palla liberamente all’in- • chi conquista per primo la tuttavia, può segnare la rete. • Palloni in cuoio
cercando di colpire il pallo- palla potrà andare a rea-
terno dello spazio, ad una
lizzare un goal nella porta • Porte ridotte
ne dell’avversario. battuta delle mani i bambini varianti
effettuano un cambio di di- difesa dall’avversario; • i giocatori partono con- • Porte bifrontali
varianti rezione con piede dx e subi- • varia la posizione di par- temporaneamente, tutti • Paletti e coni colorati
• i difensori partono dalle to con il sx. Al segnale se- tenza dei bambini insieme;
porticine, fanno un giro guente (diverso dal primo) • aumentando la distanza • i giocatori si dispongono
completo intorno alle por- la palla dovrà essere con- dei palloni dai bambini au- sull’una o l’altra porta, cer-
te ed entrano in campo dotta dietro i paletti che de- menta il carico fisico. cando di fare goal nella
per togliere la palla agli at- limitano il campo. porta opposta alla quale
taccanti; sono posizionati. “I tecnici hanno il dovere
• si può intervenire su diversi varianti • il gioco inizia con una serie
avversari; • il cambio di direzione vie- di passaggi tra i due bam- di ricordare che la partita
• il difensore interviene sul- ne effettuato con il tacco; bini, al via dell’istruttore ini- è per i bambini e non
• il cambio di direzione vie-
l’attaccante guidando la ne effettuato utilizzando zia l’azione di 1c1 per gli adulti”
palla nello spazio di gioco l’esterno del piede.
• tutte le porticine devono
Carta dei diritti SGS
essere occupate
CATEGORIA ESORDIENTI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 3


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il modello di prestazione del
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
40
gioco del calcio è di tipo si- • TECNICO COORDINATIVO:
tuazionale. Nella strutturazio- colpo di testa
ne delle abilità tattiche risul- 35
tiro in porta
ta più opportuno utilizzare
una metodologia che sele- colpire/ricevere
30 contrasto frontale
zioni le principali azioni del
gioco e le configuri come
• TATTICO:
“azioni-chiave”. 25
gioco a muro centrale/laterale
• La conoscenza e il riconosci- movimento incrociato degli attaccanti
mento dell’azione-chiave 20 inserimenti laterali
da parte dell’insegnante e 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
• FISICO-MOTORIO:
da parte del bambino, facili-
terà, durante lo svolgimento resistenza
= Tecnico-Coordinativo
dell’esercizio, la soluzione del = Tattico N° LEZIONI:
compito in forma creativa. In = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
questo periodo cominciamo = Gioco partita
ad affrontare il grande tema = Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:
del “gioco a muro” inteso
come elemento fondamen- Osservazioni:
tale di riferimento per molte
soluzioni tattiche (inserimenti
laterali, cambi di gioco, pal-
la in profondità).
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 3
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Gioco a muro • Sviluppo resistenza Successione della seduta:
• Colpo di testa • Calcio tennis 10’

lezione 5
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA SITUAZIONI DI GIOCO • Attività intervallata • Attività intervallata con palla 20’
• Calcio tennis 10’ • 4c4 gioco a muro 20’ con palla 20’
ATTIVITÀ A STAZIONI:
STABILITÀ DIDATTICA GIOCHI PARTITA • Colpo di testa a coppie 15’
• Colpo di testa a coppie 15’ • Gioco a tema 6c6 20’ • Scegli il lato 15’
• 4c4 a muro 20’
COMBINAZIONE TECNICA • Gioco a tema 6c6
• Scegli il lato 15’ con gioco a muro 20’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo • incremento relativo della forza • Coni
• possesso palla
• colpire al volo • ricezione • inserimenti laterali muscolare
• tiro in porta • Paletti

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 40 40

40 35 35

30 30 30

20 25 25

10 20 20
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
colpo di testa scegli il lato 4 contro 4 e 6 contro 6 a modulo 3
Impostazione analitica Obiettivo principale è la gioco a muro tema
al colpo di testa con conclusione a rete. Fa- Strutturare “l’azione Favorisce l’apprendi- Obiettivo tecnico dominante:
esecuzione frontale. Ri- vorisce la presa di co- chiave” del gioco a mu- mento dell’elemento COLPO DI TESTA

lezione 5: gioca al volo... con la testa


cerca della correttezza scienza di una situazione ro; comprensione e ricer- tattico del “gioco a mu- Successione della seduta:
del gesto e la precisione di gioco, reagendo allo ca delle soluzioni. Ricer- ro” in una situazione di • Calcio tennis 10’
del colpo. stimolo visivo. Favorisce ca della collaborazione gara. Colpire al volo. Studio delle
l’apprendimento del nel reparto. traiettorie; stimolare la
dribbling e del supera- coordinazione motorio
dell’anticipazione
mento dell’avversario (si-
tuazione di 1c1).
• Attività intervallata
con palla 20’
30 m
20 m ATTIVITÀ A STAZIONI:
1,5 m • Colpo di testa a coppie15’
• Scegli il lato 15’
50 m
• 4c4 a muro 20’
35 m
Esercitazione a coppie: col- A Mini partita 6c6/7c7 a cam- • Gioco a tema 6c6
pire frontale superando il po ridotto 30x50. Il tema del
nastro posto a 1,5 mt. di al-
In uno spazio di gioco di mt. con gioco a muro 20’
20x35 si confrontano due gioco prevede che è possi-
tezza. B
squadre composte da 4 gio- bile andare alla conclusione
solo dopo aver eseguito
Numero bambini:
catori ciascuna. L’azione si
varianti Il gioco prevede la parteci- sviluppa con una fase di una fase di gioco a muro. Durata: 100’
• sul posto pazione di 3 allievi. “A” ese- gioco a muro in zona cen- Materiali:
• saltellare, arresto a piedi gue uno slalom e si dirige trale e con un successivo varianti
pari e colpire verso un lato. Se sceglie di • goal valido dopo una • Delimitatori
cambio di gioco (vedi figu-
• con rincorsa e arresto a andare verso “B” passando- ra). Si dovranno ricercare triangolazione • Casacche
piedi pari gli la palla, “B” va in porta • gioco a tre tocchi
• con rincorsa saltare su un per concludere a rete, men-
continue soluzioni di gioco • Porte bifrontali
per arrivare al goal passan- • qualora i giocatori siano
appoggio tre “C” fa il difensore. do per il gioco a muro. 18 od oltre si può giocare • Palloni n° 4
in continuità: terminata • Nastro
varianti varianti l’azione di attacco la
• variare le distanze squadra riposa, mentre la
• Coni
• impegno dei difensori atti-
• gli allievi B e C nell’attesa vo/semiattivo squadra che difende at- • Paletti
eseguono un elemento • dopo la fase di muro, pal- tacca verso l’altra metà in
tecnico (palleggi/passaggi) la in profondità per un in- cui è in attesa il terzo grup-
serimento laterale po, e cosi via...

“Il calcio è
creatività e dinamicità”
UEFA
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 3
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Gioco a muro • Resistenza Successione della seduta:
• Passaggio/ricezione • Calcio tennis 10’

lezione 6
in situazione SITUAZIONI DI GIOCO • Attività intervallata • Attività intervallata con la palla 20’
• 4c6 gioco a muro 20’ con la palla 20’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA ATTIVITÀ A STAZIONI
• Calcio tennis 10’ GIOCHI PARTITA • Passa la palla (1) 15’
• Gioco a tema 10’ • Contrasto frontale 15’
COMBINAZIONE TECNICA • Gioco libero 10’ • 4c6 a muro 20’
• Passa la palla (1) 15’
• Gioco a tema 10’
• Contrasto frontale 15’
• Gioco libero 10’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:
Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo
• movimento degli attaccanti • incremento relativo della • Coni
• colpire/ricevere in forme
situazionali ed inserimenti laterali forza muscolare • Paletti

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 40 40

40 35 35

30 30 30

20 25 25

10 20 20
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
passa la palla contrasto 4 contro 6 - gioco a tema modulo 3
(1) frontale gioco a muro 9c9
Favorisce la stabilizzazio- Stimola la presa di co- Studio dello schema Il tema della partita sol- Obiettivo tecnico dominante:
ne delle condotte del scienza del gesto tecni- d’azione di una fase di lecita il gioco a muro CONTRASTO FRONTALE

lezione 6: conquista la palla e avanza


calciare e del ricevere in co del “contrasto” e fa- muro. Favorisce la colla- ed il conseguente in-
un ambiente didattico vorisce il coraggio e la borazione e la coordina- crocio degli attaccanti
Successione della seduta:
flessibile e sotto pressione determinazione. zione dei movimenti nel o l’inserimento laterale • Calcio tennis 10’
reparto. sulle fasce. • Attività intervallata
2m con la palla 20’
15 m
10 m ATTIVITÀ A STAZIONI:
2m • Passa la palla 15’
• Contrasto frontale 15’
• 4c6 a muro 20’
• Gioco a tema:
10 m
12 m partita 9c9 10’
In uno spazio di gioco di mt. In uno spazio di gioco di mt. • Gioco libero 10’
15x10 i 4 attaccanti hanno 12x10 i giocatori “a1” e “b1”, 6 attaccanti contro 4 difen- E’ una gara tra 9 giocatori
come compito quello di posti nella zona centrale, sori. Fase di gioco a muro per squadra in cui non è
passarsi la palla da una me- cercano di vincere il contra- Numero bambini:
centrale con azione di in- possibile andare in goal se
tà campo all’altra. I due di- sto utilizzando l’interno del crocio degli attaccanti. Se non si è combinata un’azio- Durata: 100’
fensori, posti in una zona piede dx/sx (azione di pres- l’attaccante centrale taglia ne di gioco a muro prece-
centrale di 2 mt. di profondi- sione-contatto con la palla). a destra, il laterale destro va dente alla conclusione in Materiali:
tà, cercano di impedirlo. Ro- Vinto il contrasto si conclude verso il centro porta. • Delimitatori
tazione dei ruoli. l’esercizio con un goal in
conduzione sulla linea di por- varianti varianti
• Casacche
varianti ta avversaria che è difesa da • muro laterale con inseri- • goal sempre validi, il goal • Porte bifrontali
• i due difensori si posiziona- altrettanti compagni. mento esterno e successivo realizzato con l’azione di
no ognuno in una metà
• Palloni n° 4
incrocio degli attaccanti gioco a muro vale doppio
campo per creare una si- varianti • Nastro
tuazione di 2c1 • vinto il contrasto si conclu- • Coni
• gioco libero 4c2, si conta il de con una fase di 2c1
numero dei passaggi. (“b1” e “b” contro “a”), • Paletti
“a1” che ha perso il con-
trasto non interviene fuori
dalla linea dei 3 mt.
“I bambini hanno il diritto di
non essere campioni, ma di
essere circondati e preparati
da personale qualificato,
seguendo allenamenti
adeguati ai loro ritmi”
Carta dei diritti SGS
CATEGORIA PICCOLI AMICI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 3


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Le attività proposte stimolano il
bambino a mettere in pratica le 60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
abilità apprese, sperimentandole
in situazioni di gioco da risolvere.
50
• TECNICO COORDINATIVO:
• In questo periodo vengono an- correre con la palla – sviluppo in regime di
che inseriti nuovi elementi di-
dattici che introducono al ciclo rapidità
40
successivo. colpire per tirare con palla in movimento:
• Si sta sviluppando sempre più la approccio abilità tecnica
socializzazione dei bambini al- 30
l’interno del gruppo. • TATTICO:
• Il gioco-orologio (D’Ottavio S., 20 correre con la palla, capacità di superare
“Giochi di confronto per lo svi-
luppo della rapidità tecnica nel
un avversario in superiorità numerica
calcio” – Didattica del Movi- 10 (rapporto bambino/palla= 1:1
mento 1989) è un confronto tra
2 o più squadre, in cui un eserci- 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. • FISICO-MOTORIO:
zio (prova a tempo) determina rapidità
la durata di tutti gli altri esercizi.
= Tecnico-Coordinativo
• La partita 3c3 che nelle settima-
= Tattico
ne precedenti dava modo al N° LEZIONI:
bambino di percepire lo svilup- = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
po del gioco e mettere in prati-
N° SETTIMANE:
= Gioco partita
ca quasi individualmente le abi- = Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:
lità apprese, ora sollecita il bam-
bino in maniera diversa, visto
che il confronto è realizzato at- Osservazioni:
traverso un torneo a squadre.
• Al termine di questo periodo è
bene proporre giochi, esercizi
ed attività che consentono di
valutare il bambino (TEST TECNI-
CI), verificandone gli apprendi-
menti e la validità del program-
ma didattico fin qui svolto (“...bi-
sogna rivedere qualcosa?”).
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 3
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Rapidità Successione della seduta:
• Correre con la palla –
dell’avversario • Staffette con la palla 10’ GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 5
sviluppo in regime di rapidità
• L’isola del tesoro 10’
• Colpire per tirare con palla in GIOCHI COLLETTIVI
movimento • Staffette con la palla 10’
E SITUAZIONI DI GIOCO
• L’isola del tesoro • Il doganiere 15’
ATTIVITÀ A STAZIONI:
a squadre 10’
SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE • Il gioco orologio 15’
• Il gioco orologio 15’
• Gioco libero 15’ • 3c3 15’ • Il doganiere 15’
• 3c3 15’
GIOCO LIBERO:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: (gioco scelto dai bambini) 15’
Numero bambini:
Durata: 80’
Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati
e di varie misure
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Paletti
coordinativo
• sviluppo capacità di • Ostacolini
• guida della palla orientamento spazio- • Casacche colorate
temporale

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


80 60 50
70
60 50
40
50 40
40 30
30 30
20 20
20
10
0 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
l’isola del tesoro staffette con la il gioco orologio il doganiere modulo 3
Con questo esercizio- palla Grazie ad un gioco di Questo tipo di gioco da al
gioco, attraverso un’atti- Migliora la capacità di questo tipo, che mette bambino la possibilità di Obiettivo tecnico dominante:
vità prettamente ludica, reazione , guida della insieme l’aspetto tecni- esplorare le abilità eserci- GUIDA DELLA PALLA

lezione 5: corriamo veloci e facciamo goal


favoriamo l’elaborazio- co e quello competitivo, tate in questo periodo in
palla in regime di velocità
favoriamo lo sviluppo
ne di informazioni senso- presenza di un avversario,
della guida della palla in Successione della seduta:
percettive che sollecita- regime di velocità e sol- determinando scelte in re-
no uno sviluppo della lazione allo spazio a dispo-
GIOCO DI ATTIVAZIONE:
10 m lecitiamo l’analisi per-
reattività e della velocità cettiva del tiro (colpire) sizione per superare, allo • L’isola del tesoro 10’
del movimento. con palla in movimento spazio da percorrere, alla • Staffette con la palla 10’
velocità di percorrenza, al
lato preferito, alla modali- ATTIVITÀ A STAZIONI:
tà di superamento del- • Il gioco orologio 15’
A l’avversario, ecc., in una • Il doganiere 15’
situazione estremamente • 3c3 15’
Due squadre disposte in due facilitata.
file. Il primo di ogni fila corre
B fino ad un birillo posto a cir- GIOCO LIBERO:
ca 10 mt. di distanza, gui-
C dando la palla per poi la-
(gioco sceltor dai bambini)15’
sciarla al bambino che se-
I Bambini (A,B,C) devono gue nella fila. Il gioco consiste in un confron- Numero bambini:
prendere i palloni posti sull’i- to tra due squadre che, alter-
varianti nativamente, eseguono un
Durata: 80’
sola e portarli nella tana fa-
cendo attenzione allo squa- • effettuare il percorso con compito diverso. Una squadra Materiali:
lo, il quale (essendo un pe- condotte ed andature di- deve cercare di fare più goal • Birilli colorati
sce) non può andare sull’i- verse (es. rotolando sulla possibili nella porta, protetta
sola, e ogni volta che li toc- palla, indietro, ecc.) dal portiere dell’altra squadra, • Evidenziatori
• Inserire nel percorso ele- dopo aver fatto un piccolo • Palloni di gomma colorati
ca obbliga loro a tornare al slalom. Il tempo a disposizione 3 bambini partono contem-
punto di partenza. Il bambi- menti (materiali ed attrez- e di varie misure
è legato al tempo che impie- poraneamente con una
no che riesce a prendere zi) che determinano un gherà l’altra squadra a con- palla ciascuno, tentando di
più palloni risulta vincitore, maggior controllo della • Paletti
durre la palla attorno all’orolo- superare il doganiere, che si
diventando “squalo” per la palla (es. giro intorno ad gio, partendo uno alla volta, muove solo lungo la linea di • Ostacolini
gara successiva un cerchio, ecc.) per 10 giri. Al termine dei 10 gi- dogana, e fare gol nella • Casacche colorate
ri le squadre si scambiano i porta libera. Chi viene inter-
varianti compiti e vincerà la squadra cettato prende il posto del
• stesso esercizio con i piedi che avrà realizzato più reti. doganiere. Si contano il nu-
• aggiungere uno squalo mero di goal realizzati.
• lo “SQUALO” possiede una varianti
palla per colpire i “cerca- • inserire un difensore posto varianti
tori d’oro” su una linea, al termine • creare un’area delimitata al “Dove non arrivano
dello slalom posto della linea di dogana
• inserire un difensore all’in- • variare il numero degli at-
le parole esistono
terno dell’orologio che taccanti che partono con- altre vie per comunicare”
tenta di contrastare l’azio- temporaneamente
ne dell’avversario (può • variare le dimensioni della
uscire solo con un piede) palla
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 3
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Sviluppo capacità di Successione della seduta:
• Correre con la palla: dell’avversario controllo motorio GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 6
dalla condotta all’abilità • Organizzazione dello • Attività motoria con palla • Recupera il tesoro 10’
specifica spazio di gioco: sviluppo (sensibilizzazione e ATTIVITÀ MOTORIA CON PALLA:
• Colpire la palla per tirare capacità di orientamento (sensibilizzazione e mobilità
mobilità articolare) 10’
con palla in movimento spazio-temporale
articolare) 10’
• Percorso motorio con tiro ATTIVITÀ A STAZIONI:
GIOCHI COLLETTIVI
in porta e parata 15’ • Percorso motorio con tiro in porta
• Recupera il tesoro 10’
• Corri e segna 15’ e parata 15’
• Gioco libero 15’ SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE • Corri e segna 15’
• 3c3 con portiere fisso • 3c3 con porteiere fisso
Osservazioni: quando si difende 15’ Osservazioni: quando si difende 15’
GIOCO LIBERO:
Osservazioni: (gioco scelto dai bambini) 15’
Varianti: Varianti: Numero bambini:
Varianti: Durata: 80’
Metodi
Materiali:
• Birilli colorati
Altri obiettivi della seduta: • Evidenziatori
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Palloni di gomma colorati
coordinativo e di varie misure
• Paletti
• tiro in porta, intercettare • Ostacolini
(parata) • Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


80 60 60
70
60 50 50
50 40 40
40
30 30 30
20
20 20
10
0 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
recupera il percorso corri e segna 3c3 con modulo 3
tesoro motorio con Con questo tipo di gioco portiere fisso
Sollecita il bambino a svi- tiro in porta si vuole favorire il miglio- quando si Obiettivo tecnico dominante:
luppare e migliorare le ca- In questo gioco viene sol- ramento della guida del- difende GUIDA DELLA PALLA

lezione 6: giochiamo di squadra


pacità coordinative ge- lecitata la guida ed il con- la palla attraverso con- In questo gioco si crea- Successione della seduta:
nerali di adattamento e trollo della palla in forma dotte motorie rapide e no situazioni di superiori-
tiro in porta
GIOCO DI ATTIVAZIONE:
trasformazione, orienta- rapida attraverso la gara tà numerica che facilita-
mento spazio-temporale,
• Recupera il tesoro 10’
che si viene a realizzare e no l’azione di attacco e
ecc., in particolare nel mette a confronto i due
• Attività motoria con palla10’
permettono alla squa- (sensibilizzazione e
correre con la palla in ma- bambini. Nel tiro in porta dra in possesso di palla il mobilità articolare)
no (tipo rugby) o ai piedi inoltre si sviluppa la capa- riconoscimento di una
(conduzione/guida)
ATTIVITÀ A STAZIONI:
cità di differenziazione, di possibile collaborazione.
precisione e di forza.
• Percorso motorio con tiro
15 m in porta e parata 15’
• Corri e segna 15’
20 m • 3c3 con portiere fisso
quando si difende 15’
In uno spazio di mt. 15x20, i
giocatori della squadra “A” GIOCO LIBERO:
e della squadra “B” partono
dalla linea di porta avversa-
(gioco scelto dai bambini) 15’
ria contemporaneamente
per prendere i palloni posti
Numero bambini:
I bambini vengono divisi in al centro del campo e fare Durata: 80’
Il gioco è una normale parti-
due squadre di marinai (o pi- goal nella porta difesa da Materiali:
Un bambino effettua un per- ta 3c3 in cui la squadra non
due avversari. Terminati i
rati, come volete). Corrono corso e tira in porta dalla li- palloni, va effettuata la ro-
in possesso di palla deve di- • Birilli colorati
verso l’isola attraversando nea di tiro. Un altro bambino fendere con un portiere fisso, • Evidenziatori
una zona con diversi ostacoli tazione con i compagni che
effettua un altro percorso, stabilendo così un confronto
(birilli, palloni sgonfi, aste, ca- difendevano.
tra 3 attaccanti e 2 difensore
• Palloni di gomma colorati
passa la palla al compa-
sacchine, ecc.), recuperano il gno, posto dalla parte op- ed un portiere. Appena la e di varie misure
varianti
tesoro e lo portano verso la lo- posta, e va in porta. Ad ogni • al via gli attaccanti deb- squadra torna in possesso di • Paletti
ro base navale. Naturalmente tiro in porta si effettuerà la palla il portiere esce dalla • Ostacolini
bono effettuare un percor-
il tesoro è molto prezioso, per rotazione il bambino che ti- porta, mentre uno dei gioca-
cui bisognerà portare solo un
so prima di andare verso i
tori avversari andrà ad occu-
• Casacche colorate
ra, quello che passa e para palloni
lingotto alla volta (pallone). e quello che riceve. pare la propria, invertendo
• gli attaccanti tirano libera-
Vince la squadra che ha re- così la superiorità/inferiorità
mente in porta, in assenza
cuperato più lingotti... “d’oro” varianti numerica.
di difensori
(palloni) • il giocatore che riceve la • i difensori difendono su
palla, ferma la palla e va a una linea varianti “La pietra più solida
varianti difendere • il gol segnato dal portiere dell'intera struttura è quella
• l’isola viene difesa da alcuni • variare il percorso del difen- vale due punti
vecchi pirati che tentano di • per fare uscire il portiere posta più in basso nelle
sore e/o dell’attaccante
catturare i marinai, chi viene • conduzione della palla dalla porta uno dei com- fondamenta”
catturato può essere libera- pagni deve passargli ob-
to dai compagni portando-
con le diverse parti del
bligatoriamente la palla
K. Gibran
piede
gli un lingotto d’oro
CATEGORIA ESORDIENTI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 3


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
50
“esordienti” evidenzia an-
cora difficoltà nella valuta- • TECNICO COORDINATIVO:
zione delle traiettorie con 40 presa alta con fase di stacco
palla alta.
presa del pallone sollevato da terra con
• La capacità di attenzione 30
azioni di tuffo laterale
dei giovani portieri è più limi- colpire di pugno con fase di stacco in zone
tata rispetto agli adulti. laterali
20
rilancio con i piedi al volo e di controbalzo
• La motivazione ad appren-
dere da parte del bambino • TATTICO:
non deve mai mancare. 10 posizionarsi su calci piazzati (diretti e indiretti)
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
• Nelle uscite basse e nei tuffi, • FISICO-MOTORIO:
sperimentare maggiormente preacrobatica: capovolte, rotolamenti, verticale
= Tecnico-Coordinativo
le sue abilità acrobatiche e
di coraggio. = Tattico N° LEZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
= Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 3
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Posizionamento dopo • Preacrobatica Successione della seduta:
• Intercettare movimento di galoppo • Calcio tennis 10’

lezione 3
laterale • Esercizi di mobilità • Esercizi di mobilità articolare
• Calcio tennis 10’ articolare con la palla 5’ con la palla 5’
• Propedeutica al tuffo SITUAZIONI DI GIOCO
• Combinazioni di • Combinazioni di capovolte
laterale con fase • Tiro a sorpresa 15’
capovolte avanti e avanti e dietro e parata 15’
di volo 15’ • Colpisci di pugno
indietro e parata 10’ • Propedeutica al tuffo laterale
• Parata dopo cross e fai goal 15’
con fase di volo 15’
radente 15’ GIOCHI PARTITA • Parata dopo cross radente 15’
• Partita libera 10’ • Colpire di pugno e fai goal 15’
• Tiro a sorpresa 15’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
PARTITA LIBERA 10’
Numero bambini:
Varianti: Varianti: Varianti: Durata: 100’
Materiali:
• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
Altri obiettivi della seduta: • Coni
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Evidenziatori
coordinativo • Materassino
• santicipazione della • capacità di combinazione
• Casacche
• capacità di reazione posizione sul tiro motoria
• Porte bifrontali

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 50 40
35
40 40
30
30 30 25
20
20 20
15
10 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
lanciare con le colpisci di tiro a sorpresa modulo 3
mani pugno e fai Migliora lo spostamento
Questo esercizio favori- goal laterale del portiere, in Obiettivo tecnico dominante:
sce la combinazione di Con questo esercizio si relazione allo sposta- SPOSTAMENTO LATERALE, AVANTI E DIETRO,

lezione 3: tuffati e prendi la palla


azioni tecniche e sollecita favorisce la collaborazio- mento della palla. IN RELAZIONE ALLA PALLA
la capacità di reazione. ne con gli altri compagni
e si sollecita la capacità
Successione della seduta:
di colpire di pugno verso • Calcio tennis 10’
le zone laterali. • Esercizi di mobilità articolare
con la palla 5’
• Combinazioni di capovolte
avanti e dietro e parata 15’
• Propedeutica al tuffo laterale
con fase di volo 15’
2 portieri che ricoprono, in • Parata dopo cross radente 15’
Il portiere si posiziona sul pri- questo caso, il ruolo di at- • Colpire di pugno e fai goal 15’
taccanti, si passano la palla
mo palo, il compagno effet-
al limite dell’area. Al segna-
• Tiro a sorpresa 15’
tua un cross radente verso
di lui. A questo punto il por- le chi ha il pallone tira in PARTITA LIBERA 10’
tiere effettua la presa ed Due squadre si confrontano porta, mentre il portiere se-
una successiva seconda in una normale partita. Il gue la palla effettuando Numero bambini:
parata su tiro dal limite del- portiere potrà contribuire al uno spostamento in galop-
po laterale. Durata: 100’
l’area. punteggio della propria
squadra indirizzando la pal- Materiali:
varianti la in una delle due porticine varianti • Palloni (di vari colori
• effettuare la prima parata posizionate ai lati della por- • il passaggio fra i due “at-
ta, con il pugno. taccanti” avviene con le e differenti dimensioni)
con deviazione e la suc-
cessiva su tiro dell’attac- mani, il tiro viene effettua- • Coni
varianti to al volo.
cante che raccoglie la re-
• l’attaccante designato
• Evidenziatori
spinta • sistemare la porticina su un
• l’istruttore chiamerà l’allie- solo lato condurrà la palla, il portie- • Materassino
vo che dovrà tirare in porta • variare la distanza delle re interverrà con un’uscita • Casacche
porticine dalla porta radente il terreno
• Porte bifrontali

“Da un bambino ad un adulto:


non dimenticare che non posso
crescere bene senza
molta comprensione e
incoraggiamento”
l'Erbavoglio
CATEGORIA PULCINI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 3


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
80
“pulcini” usa spesso le mani
70
• TECNICO COORDINATIVO:
per attutire il tuffo a terra.
intercettare tiri con pallone centrale
60
• Ciascuna lezione deve esse- sollevato da terra, all’altezza dell’addome
re preventivamente ideata e 50 colpire a mano aperta in zone laterali senza
pianificata secondo gli 40 azione di tuffo
obiettivi prefissati, la scelta lanciare con le mani tipo bowling, con i
30
dei contenuti e dei materiali
piedi al volo
da utilizzare. Ciò evidente- 20
mente in funzione delle ca- 10 • TATTICO:
pacità e delle verifiche sulle posizionarsi sulla bisettrice
potenzialità degli allievi. 0

1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


• FISICO-MOTORIO:
preacrobatica: perdita e riacquisto dell’equilibrio
= Tecnico-Coordinativo (capovolte avanti e dietro, rotolamenti vari, ecc.)
= Tattico N° LEZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco N° SETTIMANE:
= Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 3
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Propedeutica alla Successione della seduta:
• Respingere con le mani dell’avversario capovolta in avanti • “Calcio tennis” 10’

lezione 3
aperte o di pugno • Propedeutica al tuffo laterale 15’
• Calcio tennis 10’ • Propedeutica alla
GIOCHI COLLETTIVI • Propedeutica alla capovolta 10’
• Propedeutica capovolta 10’
E SITUAZIONI DI GIOCO Serie di esercizi propedeutici ATTIVITÀ A STAZIONI:
al tuffo laterale 15’ • Palla in meta 15’ alla capovolta con l’assistenza • Palla in meta 15’
• Attento alla respinta 15’ dell’istruttore
• Attento alla respinta 15’
• Lancio bowling 15’ GIOCHI PARTITA • Lancio bowling 15’
• Partita libera 10’
PARTITA LIBERA 10’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:
Durata: 90’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:
• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
Altri obiettivi della seduta: • Evidenziatori
• Materassino
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Casacche
coordinativo • lettura delle finte • capacità di equilibrio • Porte bifrontali
• intercettare dell’avversario statico e dinamico

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


80 80 60
70 70
60 60 50
50 50 40
40 40
30 30 30
20 20
10 20
10
0 0 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
attento alla palla in meta lancio bowling modulo 3
respinta Si sollecita lo spostamen- Con questo gioco-eserci-
Questo tipo di esercizio to ed il superamento zio si migliora la capacità Obiettivo tecnico dominante:
favorisce il miglioramen- dell’avversario in guida di lancio con le mani e di TUFFO LATERALE

lezione 3: tuffati e respingi la palla


to della capacità di re- della palla, inoltre si fa- rilancio con i piedi.
spinta della palla con le vorisce l’apprendimento Successione della seduta:
mani in zone laterali e di condotte motorie di-
• “Calcio tennis” 10’
sollecita la capacità di verse da quelle del por-
tiere. Nel gioco con più
• Propedeutica al tuffo laterale 15’
reazione
giocatori (per esempio 2 • Propedeutica alla capovolta 10’
contro 2) viene sollecita- 15 m
ta la collaborazione con ATTIVITÀ A STAZIONI
i compagni di squadra • Attento alla respinta 15’
(oltre a smarcamento, • Palla in meta 15’
passaggio e ricezione). • Lancio bowling 15’
15 m 4m Un portiere lancia la palla
rasoterra al compagno, il
quale, dopo aver afferrato PARTITA LIBERA 10’
la palla, la calcia al volo
dentro la porta, da una di- Numero bambini:
Il gioco si svolge con tre al- stanza di 10-15 metri. Durata: 90’
10 m
lievi. Un portiere è posiziona-
to nella porta principale, un varianti Materiali:
attaccante calcia da circa •gioco con due porte, colui
10-15 mt. e un altro portiere che effettua il lancio, ha • Palloni (di vari colori
difende una porta posizio- 15 m
diritto ad un punto se rea- e differenti dimensioni)
nata a circa 3-4 mt. perpen- lizza un goal.
• Coni
dicolarmente al palo della In un campetto ridotto di
porta principale. Effettua la • Evidenziatori
mt. 15 x 10, si confrontano
parata sia colui che difende due giocatori. L’obiettivo è • Materassino
la porta principale, sia il por-
tiere della porta secondaria
di condurre la palla oltre la • Casacche
linea della porta opposta.
sulla eventuale respinta. L’azione termina nel mo-
• Porte bifrontali
mento in cui la palla viene
varianti conquistata dal portiere av-
• il gioco si svolge in quattro versario.
(tre porte)
• colui che para su una del- varianti
le porte secondarie può • colui che fa meta ha dirit- “Sui nostri campi di gioco
effettuare un tiro al portie- to a un tiro addizionale. è stato formato il carattere del
re che ha ricoperto il ruolo • un punto per colui che
di attaccante (distanza nostro popolo; poiché chi esercita
colpisce il pallone con le
10-15 mt.) mani, 2 punti se lo blocca in modo giusto nel gioco della
• gioco effettuato a squa- palla, non diventerà mai una palla
dre (mani o piedi)
da gioco” (Un detto inglese)
CATEGORIA PULCINI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 3


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• In questa fase i bambini ne-
cessitano di una verifica degli
80 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
apprendimenti avuti, attra- 70
• TECNICO:COORDINATIVO:
verso incontri didattici (tornei 60
interni), ma anche proponen- correre per guidare la palla
50 colpire per
do i test tecnici previsti per • TATTICO : passare radente e frontale
questa categoria. 40
• TATTICO: della palla in uno spazio libero
Conduzione
30 conduzione della
superamento di unpalla
avversario
in uno posto
spaziosulibero
uno
• La valutazione è importante
perchè permette di verifica- 20 spazio/linea di un avversario posto in una
superamento
re se il programma didattico 10 zona
è in grado di migliorare le • FISICO-MOTORIO:
0
abilità dei bambini e svilup- • FISICO-MOTORIO:
RAPIDITÀ
pare le capacità di gioco. 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. rapidità
Le operazioni e i dati che
vengono rilevati, possono es- N° LEZIONI:
= Tecnico-Coordinativo
sere utili per apportare modi- N° LEZIONI: :
SETTIMANE
= Tattico
fiche o variare i contenuti N° SETTIMANE
GARE/MANIFESTAZIONI
: :
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
del programma in funzione
= Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
delle capacità effettive del
= Fisico-Motorio
gruppo degli allievi. even-
tualmente sarà meglio crea-
re dei sottogruppi. Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 3
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Rapidità Successione della seduta:
• Guida della palla con dell’avversario e • Giochi staffetta • Supera l’avversario 10’

lezione 5
cambio di senso e orientamento nello spazio con la palla 10’ • Giochi a staffetta 10’
di direzione (passaggio al compagno di
• Guida, controlla GIOCHI COLLETTIVI fronte, seguito da sprint di 10 • Conquista la méta 10’
e porta a casa 20’ E SITUAZIONI DI GIOC mt. in linea)
• Partita libera 5c5 20’ • Superamento ATTIVITÀ A STAZIONI ALTERNATA:
• Passa (dai) dell’avversario 10’ • Guida controlla
e segui la palla 20’ • Conquista la méta 10’ e porta a casa (2x10’) 20’
(alternare i 3 giochi esercizi - 10’
gioco/10’ partita libera/10’ passa • Partita 5c5 (2x10’) 20’
e segui la palla per 2 volte)
GIOCHI PARTITA
• Passa e segui la palla (2x10’) 20’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
Numero bambini:
Durata: 90’
Varianti: Varianti: Varianti: Metodi
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche colorate
Altri obiettivi della seduta: • Palloni in cuoio
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Porte ridotte
coordinativo • protezione della palla • sviluppo della capacità di • Porte bifrontali
• mpostazione della corretta
esecuzione del passaggio equilibrio mono-podalico • Paletti e coni colorati
d’interno piede.

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 80
70 70
50
60 60
40 50
50
30 40 40
30 30
20
20 20
10 10
10
0 0 0

1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


supera conquista la guida, controlla passa e segui modulo 3
l’avversario méta e porta a casa la palla
Sensibilizzazione del con-
Gli attaccanti sviluppa- Sviluppo della protezio- L’esercizio predispone a Obiettivo tecnico dominante:
trollo della palla con la
no sotto forma di gioco ne palla, e dei vari modi un corretto e funzionale

lezione 5: alla conquista dello spazio


pianta del piede, capa- GUIDA DELLA PALLA
l’azione di superamento di superare l’avversario apprendimento del pas-
cità di mantenere l’at-
e protezione rispetto a nello spazio libero. saggio d’interno piede Successione della seduta:
tenzione verso l’ambien-
difensori posti lateral- (in situazione dinamica) e • Supera l’avversario 10’
te esterno (visione peri-
mente che a loro volta stimolare il relativo com- • Giochi a staffetta 10’
ferica)
sviluppano la capacità portamento motorio (cor-
ATTIVITÀ A STAZIONI ALTERNATA:
di intervenire in contra- sa dietro la palla) conse-
sto laterale. guente al passaggio. • Guida controlla
e porta a casa (2x10’) 20’
• Partita 5c5 (2x10’) 20’
• Passa e segui
la palla (2x10’) 20’
I giocatori in possesso di pal-
la devono raggiungere la
Numero bambini:
meta. Un difensore parte e Durata: 90’
disturba i possessori di palla Due gruppi di bambini gui-
dopo aver girato intorno al
Materiali:
dano la palla all’interno di
cono. Altri due difensori, po- uno spazio superando un co- • Delimitatori
I giocatori i possesso di palla sti a metà del percorso si no, utilizzando l’interno del I bambini formano un qua-
passano la palla tentando
• Casacche colorate
devono raggiungere la mé- piede per il controllo. Ad un drato e si trasmettono la
ta dalla parte opposta su- di colpire i giocatori in con- segnale prestabilito la palla palla d’interno piede, ra- • Palloni di gomma colorati
perando i difensori che ten- duzione. Successivamente dovrà essere condotta nello dente e frontale, seguendo
anche come variante un al-
e di varie misure
tano di disturbare i portatori spazio delimitato (casa). la palla e cambiando in
di palla dopo aver girato in- tro difensore posto in una questo modo posizione. • Palloni in cuoio
torno ai coni. zona delimitata a ridosso varianti
della meta, andrà a distur-
• Porte ridotte
• i componenti della squa- varianti
varianti bare i portatori di palla. dra andranno ad occu- • sotto forma di gara durata • Porte bifrontali
• aumenta o diminuisce lo pare lo spazio (casa) in 2’, ottiene un punto chi ef- • Paletti e coni colorati
spazio d’intervento difen- varianti diagonale fettua più passaggi
sivo • con tiro finale • i componenti della squa- • solo con un piede (non
• chi perde palla va a difen- • chi perde palla va a di- dra si disporranno in nume- dominante)
dere fendere ro uguale per casa (es. 4 • invece di correre si posso-
• l’azione degli attaccanti si giocatori, 2 per ogni casa) no eseguire andature di-
conclude con tiro finale • se i coni sono colorati, si verse (es. corsa laterale,
può sollecitare il loro supe- corsa calciata etc.)
ramento utilizzando diver-
se parti del piede a secon- “Il calcio è amicizia
do del colore del cono. ed è un gioco meraviglioso”
UEFA
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 3
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Rapidità Successione della seduta:
• Guida della palla dell’avversario e • Gare a staffette 10’ • Partita a 4 méte 10’

lezione 6
utilizzando l'esterno e orientamento nello spazio (guida 5 mt, passaggio e sprint • Gare a staffette 10’
10 mt., totale 15 mt., e continua
l'interno del piede dx/sx • Supera la “Grande il compagno)
• Guida con ritmo e porta Muraglia” 15’ ATTIVITÀ ALTERNATA:
a casa (2x10’) 20’ • Partita delle 4 méte 10’ • Guida con ritmo
• Partita libera e porta a casa (2x10) 20’
5c5 (2x10’) 20’ • Partita 5c5 (2x10’) 20’
(alterna a partita libera 5c5 - 10’
guida/10’ partita - per due volte) ATTIVITÀ A STAZIONI:
• La scala mobile 15’ • La scala mobile 15’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: • Supera la “Grande Muraglia” 15’
Numero bambini:
Durata: 90’
Varianti: Varianti: Varianti: Metodi
Materiali:
Altri obiettivi della seduta: • Delimitatori
• Casacche colorate
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Palloni in cuoio
coordinativo • miglioramento della capa- • maggiore attenzione alla • Porte ridotte
• capacità di ripetere un ge- cità di gestione dello spazio capacità di differenziazione
• Porte bifrontali
sto tecnico con una caden- libero e di ritmo.
za ritmica. • Porte bifrontali

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 60
50 70
50
60
40
50 40
30 40
30 30
20
20
10 20
10
0 0 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
partita delle 4 guida con ritmo la scala mobile supera la modulo 3
méte e porta a casa Capacità di differenzia- “grande
I bambini insieme alla ca- Il bambino differenzierà re la trasmissione della muraglia” Obiettivo tecnico dominante:
pacità di orientarsi nello la conduzione tra il pie- palla con l’interno piede Sviluppo della protezione GUIDA DELLA PALLA

lezione 6: conquista lo spazio in collaborazione


spazio in funzione dell’av- de dominante e non, se- palla, e sviluppo dei vari
versario, iniziano a dispor- guendo una cadenza modi di superare l’avver- Successione della seduta:
si meglio nello spazio. ritmica e prestando con- sario nello spazio libero. • Partita delle 4 méte 10’
temporaneamente at- • Gare a staffette 10’
tenzione (discriminazio-
ne visiva e sonora) al se- ATTIVITÀ A ALTERNATA:
gnale di conduzione nel- • Guida con ritmo e
la casa. porta a casa (2x10’) 20’
• Partita 5c5 (2x10’) 20’
8 bambini sono posti uno di ATTIVITÀ A A STAZIONI:
fronte all’altro, come in figu- • La scala mobile 15’
ra uno passa la palla fronta-
le e si sposta per prendere il • Supera la “Grande
I bambini vengono divisi in posto del compagno posto I giocatori i possesso di palla Muraglia” 15’
due squadre che si conten- al proprio fianco ricevendo devono raggiungere la me-
dono la palla per condurla così il pallone in diagonale ta dalla parte opposta, nel Numero bambini:
nella propria zona di attac- dal compagno. Tutti ese- frattempo 2 coppie di av-
co, posta nel campo avver- guono contemporanea- versari si passano la palla
Durata: 90’
sario. Chi fa il punto può ri- mente il compito. La rotazio- tentando di colpire la palla Materiali:
cominciare l’azione di at- Due gruppi di bambini gui- ne dovrà essere effettuata dell’avversario, mentre un • Delimitatori
tacco. dano la palla all’interno di in senso antiorario in modo quinto difensore disturba at-
uno spazio superando un che tutti sostino nelle diverse tivamente i portatori di palla • Casacche colorate
varianti cono, utilizzando l'esterno e posizioni. nella zona delimitata dai • Palloni di gomma colorati
• le zone di meta sono poste l'interno del piede per il con- propri compagni.
agli angoli del campo (sul
e di varie misure
trollo. Al segnale si effettua- varianti
fondo del campo ci sono no 3 tocchi con il piede de- • utilizzo solo del piede non varianti • Palloni in cuoio
le zone meta di entrambe stro e 3 tocchi con il piede si- dominante • gli attaccanti concludono • Porte ridotte
le squadre) nistro, dopodiché la palla • a tempo , si devono effet- l’azione con tiro in porta
• con tiro in porte poste la- tuare in 3’ più rotazioni • chi perde palla va a difen-
• Porte bifrontali
dovrà essere condotta nello
teralmente rispetto alla zo- spazio delimitato (casa). possibili dere • Paletti e coni colorati
na di competenza • vari modi di trasmissione • un giocatore Jolly collabo-
• superiorità numerica per la varianti della palla interno/ ester- ra attivamente con gli at-
squadra che attacca • ripetere l’alternanza del no/collo piede taccanti con una azione
piede destro e sinistro per di appoggio
due volte “Il reciproco amore tra chi
• distribuzione equa dei fra chi apprende e
compagni della stessa chi insegna è il primo
squadra nelle case.
• il colore del cono determi- e più importante gradino
na le modalità tecniche verso la conoscenza”
per il superarlo
E. da Rotterdam
CATEGORIA ESORDIENTI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 4


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il gioco iniziale, che in que-
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
60
sto caso è il calcio tennis, • TECNICO COORDINATIVO:
può essere strutturato in mo- colpire/ricevere in stabilità didattica
50
do da influenzare più quali-
colpo di testa in stabilità didattica
tà, caratteristiche ed obiet-
tivi didattici ricercati duran-
40 colpire/ricevere in flessibilità didattica
te tale periodo. È quindi op- • TATTICO:
30
portuno scegliere giochi
muro per inserimento laterale e cross
che motivino i ragazzi ad ar-
20 movimento per movimento degli attaccanti
rivare prima dell’inizio della
lezione, magari facendogli studio delle situazioni di gioco da fallo
trovare pronto il campo per 10 laterale
il calcio tennis. 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
• FISICO-MOTORIO:
• Avrai certamente notato co- resistenza
= Tecnico-Coordinativo
me anche per lo sviluppo di = Tattico N° LEZIONI:
obiettivi di tipo fisico, come = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
per i contenuti di carattere = Gioco partita
specifico, utilizziamo sempre = Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:
(dove è possibile) l’elemento
palla. Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 4
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Studio del fallo laterale • Resistenza Successione della seduta:
• Colpo di testa • Calcio tennis 15’

lezione 7
• Passaggio e ricezione SITUAZIONI DI GIOCO • Attività intermittente • Attività intermittente
in stabilità didattica • Soluzioni con la palla 15’ con la palla 15’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA da fallo laterale 20’
• Calcio tennis “al volo”15’ ATTIVITÀ A STAZIONI:
GIOCHI PARTITA • Sopra/sotto 20’
STABILITÀ DIDATTICA • Colpo di testa 20’
• Gioco libero 10’
• Sopra/sotto 20’ • Fallo laterale 20’
• Colpo di testa 20’ • Gioco libero 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:


Numero bambini:
Durata: 100’
Varianti: Varianti: Varianti: Metodi
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
Altri obiettivi della seduta: • Porte bifrontali
• Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo • mobilità articolare
• movimenti degli attaccanti • Coni
• colpire al volo • inserimenti laterali • Paletti

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60 60

40 50 50

40 40
30
30 30
20
20 20

10 10 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
attività sopra/sotto colpo di testa fallo laterale modulo 4
intervallata Stabilità del gesto cal- a coppie Studio di un’”azione
con la palla ciare di interno-collo Sviluppo delle abilità re- chiave”, attraverso lo Obiettivo tecnico dominante:
Potenziamento alla resi- (sopra), collo del piede lative al colpo di testa. sviluppo di una “intelli- CALCIARE E RICEVERE IN STABILITÀ

lezione 7: passo sopra o passo sotto?


(sotto) in condizioni re- Spiegazione delle posi- genza” collettiva che fa- DIDATTICA
stenza specifica intermit-
tente utilizzando conte- lativamente stabili. Cor- zioni fondamentali e cor- vorisca la ricerca di solu- Successione della seduta:
nuti che prevedono l’uti- rezione analitica del ge- rezione analitica del ge- zioni al compito tattico. • Calcio tennis 15’
lizzo della palla. Obiettivi sto tecnico (precisione sto. Utilizzare anche pal- Colpire al volo senza rimbalzo.
esecutiva). Sviluppo delle capacità senso-
tecnici: rapidità e preci- loni di gomma. percettive e della capacità di
sione d’esecuzione. anticipazione.
• Attività intermittente
con la palla 15’
X1 X3
1,5 m ATTIVITÀ A STAZIONI:
X2
X4 X5 • sopra/sotto 20’
• colpo di testa 20’
6m Studio di una situazione di • fallo laterale 20’
gioco da fallo laterale, in cui
“X4” rimette in gioco la palla, • gioco libero 10’
A coppie: calciare sopra e Esecuzione del colpo di te- “X1” va incontro e riceve.
sotto il nastro con palla ferma sta da fermo o in movimen-
L’allievo esegue una corsa “X5” si inserisce, riceve, e va Numero bambini:
o in movimento. Curare la to per superare il nastro. Cu-
a navetta di 6 mt. di lun- sul fondo per eseguire un
ghezza. Corre, prende la
parte analitica del gesto sia rare la parte analitica del cross. “X1”, “X2”, “X3” vanno Durata: 100’
del calciare che del ricevere. gesto. Materiali:
palla, la guida per altri 6 mt. alla conclusione (movimento
e poi la passa di precisione
varianti varianti
degli attaccanti). Stessa co- • Delimitatori
ad un compagno. Questo sa si esegue dall’altro lato. • Casacche
• eseguire dopo una fase di • da fermo “semplice” posi-
per 15” di lavoro (circa 3 vol-
te consecutive) e 15” di ri-
muro con il compagno che zione esatta varianti • Porte bifrontali
poi riceverà il passaggio • in movimento/con appog- • Palloni n° 4
poso (lavora l’altro compa- • inserire i difensori uno alla
gi laterali
gno). Vengono effettuate 3
• con l’ostacolo di un com-
volta quando si è compre- • Nastro
serie di 2’ (tra una serie e so lo schema “d’azione” • Coni
l’altra 2’ di riposo). pagno posto davanti (di- • difensori attivi
fensore) o dietro (attac- • Paletti
varianti cante)
• tiro in porta al posto del • palleggio di testa a cop-
passaggio pie sul nastro

“il calcio è un gioco


popolare che viene
dalla strada: è onestà
e semplicità”
UEFA
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 4
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Inserimenti laterali e cross • Resistenza Successione della seduta:
• Colpire/ricevere sotto
• Calcio tennis 5’

lezione 8
pressione • 2c1 in continuità • 2c1 in continuità 15’
SITUAZIONI DI GIOCO
• Andiamo al cross 20’ (lavoro intermittente) 15’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA
• Calcio tennis al volo 5’ ATTIVITÀ A STAZIONI
GIOCHI PARTITA • Passa la palla (2) 20’
• Gioco a tema 10’ • Proteggo la palla 20’
COMBINAZIONE TECNICA
• Gioco libero 10’ • Andiamo al cross 20’
• Passa la palla (2) 20’
• Gioco a tema 10’
• Proteggo la palla 20’
• Gioco libero 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo
• gioco a muro • mobilità articolare • Coni
• colpire al volo • possesso palla • Paletti

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60 60

40 50 50

40 40
30
30 30
20
20 20

10 10 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
2c1 in passa la palla proteggo la andiamo al modulo 4
continuità (2) palla cross
Potenziamento alla resi- Favorisce la stabilizza- Favorisce la stabilizzazio- “Azione chiave” per fa- Obiettivo tecnico dominante:
stenza specifica inter- zione delle condotte ne del ricevere sotto vorire l’apprendimento RICEVERE/COLPIRE IN SITUAZIONE DI

lezione 8: difendi la palla


mittente utilizzando motorie del calciare/ri- pressione dell’avversario del gioco collettivo che PRESSIONE DELL’AVVERSARIO
contenuti che prevedo- cevere anche in fase di e la capacità di trovare permetta al reparto di
no l’utilizzo della palla. pressione didattica deri- un’adeguata risposta creare una soluzione di Successione della seduta:
Obiettivi tecnici: rapidi- vata dalla situazione. In- tecnica. Favorisce la fa- inserimento sulla fascia. • Calcio tennis 5’
tà e precisione. cremento della rapidità se di cambiamento che • 2c1 in continuità 15’
decisionale. prevede un minor con-
trollo da parte dell’at- ATTIVITÀ A STAZIONI
tenzione interna a van- • Passa la palla (2) 20’
taggio di quella esterna. A1 A2
• Proteggo la palla 20’
• Andiamo al cross 20’
10 m
• Gioco a tema 10’
A4 A3
• Gioco libero 10’
A

15 m
Viene effettuato un muro Numero bambini:
Serie di azioni di gioco di 2c1 centrale (con ritorno della Durata: 100’
eseguite in continuità. Gli at- palla) e con conseguente
In uno spazio di gioco di mt.
taccanti lavorano 20” + 15” passaggio in profondità. Il Materiali:
15x10, i 4 attaccanti hanno
di riposo per un totale di 3’, giocatore laterale che si è
l’obiettivo di passare la pal- • Delimitatori
effettuando 2 serie (dopo inserito a ricevere la palla
la ai compagni dell’altro
una serie chi difende va ad campo, eludendo l’opposi- L’attaccante riceve la palla effettua un controllo e cros- • Casacche
attaccare). Il recupero è sotto la pressione di un di- sa dal fondo. Gli attaccanti
zione attiva dei 3 difensori.
si incrociano mentre “a3” ef-
• Porte bifrontali
quindi di 3’. Per eludere l’avversario si fensore attivo. Dopo aver
effettuato alcune finte si li- fettua il cross, “a1”, “a2” e • Palloni n° 4
può passare all’interno dello
varianti bera dell’avversario, pro- “a4” vanno a calciare. Nella • Nastro
stesso campo.
• possono variare le distanze tegge la palla, e poi la resti- fase di apprendimento pas-
sare dalla difesa semiattiva • Coni
• variare i tempi di lavoro o varianti tuisce al compagno.
di riposo • si può inserire un quinto at-
alla difesa attiva. • Paletti
taccante varianti
• restituire la palla di prima varianti
• il difensore se conquista la
intenzione • si può chiedere il muro an-
palla può fare punto pas-
• passo la palla ad un terzo che con il giocatore late-
sando la palla al compa-
giocatore che si muove li- rale che poi si inserisce o
gno situato nel corridoio.
beramente determina l’inserimento
del laterale opposto. “...non aver paura di
sbagliare un calcio
di rigore, non è da questi
particolari che si giudica
un giocatore...”
F. De Gregori
CATEGORIA PICCOLI AMICI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 4


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il 2°ciclo del programma di-
60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
dattico, che segue con gra-
dualità il ciclo precedente, • TECNICO COORDINATIVO:
ha inizio con il proseguimen- 50
colpire la palla: approccio all’abilità tecnica
to del torneo. e sviluppo capacità di differenziazione
40
• Il programma didattico pre- • TATTICO:
vede che vengano raggiunti 30 correre con la palla: capacità superare
nuovi apprendimenti, ma
non bisogna dimenticare as- l’avversario in forte superiorità numerica
solutamente di sollecitare 20 spostarsi: capacità di orientamento spazio-
quelli già appresi, anzi è op- temporale
portuno stimolarli ancora 10
analisi e soluzione del compito motorio
combinandoli con le nuove 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
abilità. • FISICO-MOTORIO:
sviluppo capacità di controllo motorio
• In questo periodo viene ulte- = Tecnico-Coordinativo
riormente sviluppato il tiro ed = Tattico N° LEZIONI:
il passaggio di precisione, = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
che vengono sollecitati at- = Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:
traverso attrezzi e mezzi di
grandi dimensioni (bersaglio,
palla, ecc.) per favorire Osservazioni:
maggiormente l’apprendi-
mento e gratificare conse-
guentemente il bambino.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 4
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Correre con la palla: • Sviluppo capacità di Successione della seduta:
• Colpire da palla ferma o in capacità di superare controllo motorio GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 7
movimento: sviluppo l’avversario e di spostarsi in • Partita 4 porte con palla gigante
capacità di differenziazione direzione di spazi liberi • Giochi di sensibilizzazione (jumbo n°8) 10’
• Riconoscere la
• Gioco del golf (capacità con la palla 10’ • Giochi di sensibilizzazione
collaborazione dei compagni
di differenziazione) 15’ con la palla 10’
• Tiro con auto-passaggio 15’ GIOCHI COLLETTIVI
• Colpisci il bersaglio 15’ • 4 porte con palla gigante ATTIVITÀ A STAZIONI:
(jumbo n°8) 10’ • Gioco del golf 15’
SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE • Tiro con auto-passaggio 15’
• Partita 3c3 15’ • Colpisci il bersaglio 15’
Osservazioni: Osservazioni:
GIOCO LIBERO:
Osservazioni: (partite 3c3) 15’

Varianti: Varianti: Numero bambini:


Varianti: Durata: 80’
Materiali:
• Birilli colorati
Altri obiettivi della seduta: • Evidenziatori
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Palloni di gomma colorati
coordinativo e di varie misure
• spostarsi per contrastare • rapidità
• tiro in porta • Paletti
• Ostacolini
• Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60 60
50 50 50
40 40 40
30 30 30
20 20 20
10 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
giochi di (es. lancio e rotolamento
a terra, ecc.)
tiro con auto- colpisci il modulo 4
sensibilizzazione passaggio bersaglio
con la palla gioco del golf Anche in questo gioco Questo tipo di gara solleci- Obiettivo tecnico dominante:
Attraverso questa attività la riuscita del compito è ta il bambino ad effettuare
(capacità di PASSAGGIO - TIRO DI PRECISIONE

lezione 7: scopriamo la grande palla


con la palla avviene uno determinata dal miglio- degli aggiustamenti nel
sviluppo della sensibilizza- differenziazione) ramento della capacità colpire la palla ferma ricer- Successione della seduta:
zione nel controllo dell’at- Con questo gioco si solle- di differenziare la forza cando la massima preci-
impressa e la precisione sione. Le dimensioni del GIOCO DI ATTIVAZIONE:
trezzo, l’apprendimento cita nel bambino la ca-
degli schemi motori di pacità di colpire la palla del passaggio. Nel tiro bersaglio, notevolmente • partita 4 porte con palla
base e una sollecitazione con precisione imprimen- successivo la precisione grandi, le dimensioni della gigante (jumbo n°8) 10’
della mobilità articolare. do la giusta forza. L’ap- del gesto e la forza con palla e la distanza di tiro •Giochi di sensibilizzazione
Potranno pertanto essere prendimento avverrà cui si colpirà la palla ne aiutano il bambino a trova-
determineranno il suc- re gratificazione nell’ese-
con la palla 10’
sperimentati diversi gio- continuamente attraver-
chi, andature e movi- so le sollecitazioni senso- cesso. cuzione del gesto. Succes-
sivamente le coordinate
ATTIVITÀ A STAZIONI:
menti con la palla. percettive ricevute nelle
varieranno ed il bambino • Gioco del golf 15’
prove effettuate e negli
errori commessi, aggiu- sperimenterà nuove abili- • Tiro con auto-passaggio15’
stando continuamente la tà. (maggiore difficoltà) • Colpisci il bersaglio 15’
risposta motoria data. 5m 8m
GIOCO LIBERO:
(partite 3c3) 15’
5m Numero bambini:
2m Durata: 80’
Materiali:
Un allievo effettua un auto-
passaggio con il pallone
• Birilli colorati
I bambini eseguono esercizi
specifici con la palla, solleci- jumbo n°8 in una zona di mt. • Evidenziatori
tando movimenti articolari 2x5, posta a 5 mt. dalla par- • Palloni di gomma colorati
di anca, caviglia, spalle, ba- tenza e ad 8 mt. dalla porta.
cino, ecc.: ad ogni palleg- Il bambino potrà tirare in I bambini, posti sulle linee di e di varie misure
gio la palla deve essere ri- I bambini seguono un per- porta solamente dalla zona fondocampo, dovranno col- • Paletti
presa con le mani (precisio- corso guidando un pallone delimitata, nel caso in cui pire il bersaglio (scatolone o
l’autopassaggio sia troppo altro bersaglio grande): vince • Ostacolini
ne del gesto tecnico nel col- di grandi dimensioni (palla
pire/lanciare). Es. lanciare la jumbo n°8 in gomma). Il per- corto o troppo lungo, il tiro la squadra che riesce a spin- • Casacche colorate
palla in alto, colpire la palla corso presenterà molteplici non è valido. gere il bersaglio nel campo
con il piede, con l’interno situazioni in cui il bambino dell’altro gruppo. I palloni
del piede, ecc.; impareran- viene sollecitato a calciare varianti che si fermano nella propria
no inoltre a conoscere sem- la palla di precisione, cer- • la porta è difesa da un por- metà campo possono essere
pre meglio il proprio corpo cando di concludere il per- recuperati, riportati sulla linea
tiere (scambio dei ruoli)
corso con il numero minore di fondo campo e calciati.
• lancio con le mani (libero, a
varianti di tocchi possibile. parabola o radente) e tiro “Non costa nulla essere
• si chiede ai bambini di imi- varianti
tare animali che sono in varianti
con i piedi con palla ferma
• potranno essere utilizzati
gentili e ricevi molto in
o al volo o con le mani
grado di fare determinati • gara con percorsi paralleli • variare le dimensioni della più bersagli cambio”
movimenti • dare un punteggio al per- palla • prevedere di colpire i ber-
• combinare diversi movi- corso (una penalità ad sagli lanciando la palla
menti al lancio della palla ogni errore) con le mani
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 4
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Sviluppo capacità di • Sviluppo capacità di Successione della seduta:
• Colpire di precisione/ orientamento spazio- controllo motorio GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 8
intercettare: temporale
sollecitazione dei canali • Attività pre-acrobatica10’ • L’isola del tesoro 10’
• Spostarsi con la palla: • Attività pre-acrobatica 10’
sensopercettivi
• Sviluppo della capacità capacità di orientamento
di equilibrio e di adattamento e ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Percorso motorio trasformazione • Percorso motorio variato
(equilibrio) 15’ GIOCHI COLLETTIVI (equilibrio) 15’
• Gara di tiri radenti • Assalto al castello con • Gara di tiri radenti
(si para con i piedi) 15’ palla jumbo 10’ (si para con i piedi) 15’
• Re dei rigori 15’
SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE • Re dei rigori con portiere 15’
Osservazioni: • Partite 3c3 15’ Osservazioni:
GIOCO LIBERO:(partita 3c3) 15’
Numero bambini:
Osservazioni: Durata: 80’
Varianti: Varianti: Metodi
Varianti: Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati
Tecnico e di varie misure
coordinativo Tattico Fisico-Motorio • Paletti
• spostarsi per intercettare • rapidità • Ostacolini
• tiro in porta
• Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60 60
50 50 50
40 40 40
30 30 30
20 20 20
10 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
attività pre- con la palla fatti dai bam-
bini favorire i diversi movi-
gara di tiri re dei rigori modulo 4
acrobatica menti radenti (si para Questo esercizio, oltre a
Con questa attività ven-
• esplorare in forma varia con i piedi) sviluppare la differenzia- Obiettivo tecnico dominante:
gesti calcistici di volo (ro-
gono sollecitati ulterior- vesciata, colpo di testa in Questo esercizio svilup- zione nel colpire la palla TIRO IN PORTA

lezione 8: diventiamo sempre più precisi


mente gli analizzatori tuffo, ecc.) pa la differenziazione nel (precisione e forza del ti-
Successione della seduta:
sensopercettivi e pro- colpire la palla (precisio- ro), genera entusiasmo e
spirito di emulazione
GIOCO DI ATTIVAZIONE:
priocettivi, favorendo lo percorso ne e forza del tiro) e sol-
sviluppo degli schemi
• L’isola del tesoro 10’
motorio lecita gli analizzatori sen-
motori di base attraverso sopercettivi per determi-
• Attività pre-acrobatica 10’
movimenti rotatori del
(equilibrio) nare lo spostamento per ATTIVITÀ A STAZIONI:
corpo attorno ai diversi Il percorso così compo- intercettare la palla. • Percorso motorio variato
assi ed in fase di volo (è sto sollecita gli analizza- (equilibrio) 15’
opportuna un’assistenza tori sensopercettivi, svi-
• Gara di tiri radenti
specifica e possibilmen- luppando le capacità
te l’utilizzo di materassi
(si para con i piedi) 15’
coordinative generali
paracadute, o altro). (capacità di differenzia- • Re dei rigori
zione) e la capacità di 10 m con portiere 15’
equilibrio in particolare I bambini effettueranno una
3m serie di tiri in porta da una GIOCO LIBERO: (partita 3c3) 15’
distanza prestabilita. Il bam-
bino (o i bambini, in caso di Numero bambini:
parità) che al termine della Durata: 80’
Due bambini si confrontano serie di tiri avrà realizzato più
reti verrà decretato “il RE dei
Materiali:
in una gara di tiri radenti ial
suolo in porte, di 3 mt di lar- rigori” • Birilli colorati
ghezza, situate una di fronte • Evidenziatori
all’altra a circa 8-10 metri di varianti
• il gioco potrà essere effet- • Palloni di gomma colorati
distanza. Si tira con i piedi
I bambini svolgono esercizi dalla linea di porta, segnala- tuato, successivamente, e di varie misure
specifici con o senza palla ta da due conetti. Il tiro dovrà utilizzando il portiere; ruolo • Paletti
(salti, capovolte, balzi), ad essere radente e non potrà che, a rotazione, svolge-
I bambini seguono un per- superare l’altezza dei coni ranno tutti i bambini. • Ostacolini
esempio: “lancia la palla in
alto; ...fai un rotolamento
corso guidando la palla . Il che delimitano la porta. Ogni • utilizzo di porte di diverse • Casacche colorate
percorso presenterà ele- goal realizzato vale un punto, dimensioni e forme
passando sotto la palla e ri-
menti che sollecitano in par- ogni parata/intercettamento • utilizzo di palloni di peso e
prendi la palla dopo un rim-
ticolare la capacità di equi- con i piedi vale due punti. dimensioni diverse
balzo; ...fai rotolare la palla,
librio (es. tavole propriocetti-
fai la capovolta avanti e ri-
ve, asse di equilibrio, nastri varianti
prendi la palla il prima possi-
posti a terra su cui cammi- • variare la lunghezza della
bile”; tuffi di vario genere sul
“materassone”; ecc.
nare, vari tipi di saltelli, ecc.) linea di tiro “L'entusiasmo è un vulcano
• delimitare l’area di ricezio- sulla cui cima non cresce
varianti ne, se la palla rimane nel-
varianti mai l'erba dell'esitazione”
• gara con percorsi paralleli l’area il portiere guadagna
• far proporre eventuali
• dare un punteggio al per- il punto, viceversa non ven- K. Gibran
esercizi ai bambini
corso (una penalità ad gono assegnati punti
• attraverso giochi a terra
ogni errore) • variare la distanza tra le porte
CATEGORIA ESORDIENTI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 4


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
40
“esordienti” riceve con i pie-
di senza alcun problema e
spesso la sua risposta moto-
35 • TECNICO COORDINATIVO:
ria (se non è pressato dagli 30
presa del pallone calciato al volo
avversari) è precisa e viene colpire di pugno in zone laterali
effettuata in chiave tattica. 25
• TATTICO:
• Nella valutazione dell’allie- 20
vo occorre considerare an- posizionarsi su tiri calciati al volo
che l’aspetto sociale, affet- 15 rilancio del pallone in chiave tattica (al volo)
tivo e cognitivo.
10
• FISICO-MOTORIO:
• Anche per il portiere utilizza,
come forma di allenamen-
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. rapidità-preacrobatica con elementi combinati
to, le situazioni specifiche di
= Tecnico-Coordinativo
gioco. N° LEZIONI:
= Tattico
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco N° SETTIMANE:
= Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Fisico-Motorio

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 4
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Rilancio con i piedi • Rapidità Successione della seduta:
• Intercettare palloni in chiave tattica • Esercizi di mobilità • Calcio tennis 5’

lezione 4
calciati al volo articolare con la palla10’ • Esercizi di mobilità articolare
SITUAZIONI DI GIOCO • Lancia, corri e tira con la palla 10’
• Calcio tennis 5’ • Lancio con i piedi 20’ in porta 20’ • Lancia, corri e tira in porta 20’
• Intercetta la palla Gioco a coppie, una porta, al
segnale il portiere posizionato sulla • Intercetta la palla colpita
colpita al volo 15’ GIOCHI PARTITA porta con un pallone, lo lancia ad un al volo 15’
compagno posto a 15/20 m.,quando
• Colpisci di pugno verso • Partita libera 15’ questo avrà posizionato il pallone a • Colpisci di pugno verso
le zone laterali 15’ terra,colui che ha lanciato andrà
velocemente al tiro,l’altro andrà in le zone laterali 15’
porta a parare. Variante: anche a
quattro portieri, due porte.
• Lancio con i piedi 20’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: PARTITA LIBERA 15’

Numero bambini:
Durata: 100’
Varianti: Varianti: Varianti:
Metodi
Materiali:
• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
Altri obiettivi della seduta: • Coni
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Evidenziatori
coordinativo • Materassino
• lettura veloce della • capacità di reazione
• Casacche
• calciare al volo situazione
• Porte bifrontali

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 40 35
35
40 30
30
30 25 25
20
20 20
15
10 10 15
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
intercetta la colpisci di lancio con i modulo 4
palla colpita pugno verso le piedi
al volo zone laterali Questo esercizio migliora Obiettivo tecnico dominante:
Questo esercizio favori- Attraverso questo eserci- il rilancio con i piedi al RILANCIO CON I PIEDI AL VOLO

lezione 4: gioca la volo... con i piedi


sce l’apprendimento del- zio viene migliorata la volo in chiave tattica
Successione della seduta:
l’abilità di calciare la pal- capacità tecnica del
la al volo e sviluppa la ca- colpire la palla con i pu-
• Calcio tennis 5’
pacità di presa del pallo- gni, in zone laterali. • Esercizi di mobilità articolare
ne staccato da terra. con la palla 10’
• Lancia, corri e tira in porta 20’
• Intercetta la palla colpita
al volo 15’
• Colpisci di pugno verso le zone
laterali 15’
A 3/4 campo si delimitano • Lancio con i piedi 20’
tre rettangoli di colore diver-
20 m so, il portiere dovrà indirizzare PARTITA LIBERA 15’
il pallone nella zona lasciata
L’istruttore lancia il pallone, libera dall’avversario che si
Gioco a due porte (poste a centralmente, il portiere muove da un rettangolo al-
15/20 m.), a metà campetto dovrà indirizzare la palla, l’altro (zona laterale punteg- Numero bambini:
si posiziona un nastro sorret- colpita di pugno, in una gio più alto rispetto alla cen- Durata: 100’
to da due paletti. I portieri porticina posta lateralmen- trale). Qualora il rilancio vie-
te alla porta.
Materiali:
dovranno calciare, verso la ne intercettato, l’attaccante
porta opposta, al volo, fa- può effettuare un tiro con la • Palloni (di vari colori
cendo passare la palla al di varianti possibilità di ridurre il punteg- e differenti dimensioni)
sopra del nastro (gioco ef- • la porticina laterale è dife- gio del portiere.
sa da un terzo portiere • Coni
fettuato a due squadre, con
punteggio). • il terzo portiere, una volta varianti • Evidenziatori
intercettata la palla, può • rilancio, dopo aver inter- • Materassino
varianti calciare nella porta difesa cettato tiro dell’allenatore.
• dopo aver calciato si ruo- dall’attaccante • rilancio nella zona chia- • Casacche
ta nella porta opposta, mata dall’istruttore • Porte bifrontali
dopo aver effettuato una
capovolta, un salto, uno
slalom ecc…
• la palla va’ lanciata o cal-
ciata anche sotto il nastro
“Se tu lo vedi arrancare
ansimando aiutalo:
ne guadagnerai in agilità”
K. Gibran
CATEGORIA PULCINI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 4


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria
60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
“pulcini” nelle uscite alte ha
ancora problemi di intercet- 50
• TECNICO COORDINATIVO:
tamento della palla, sia per intercettare tiri con pallone sollevato da terra,
la valutazione della traietto- 40 con spostamento laterale e presa all’addome
ria (problema neuro-moto-
intercettare tiri rasoterra con azione di tuffi laterali
rio), sia per un problema 30
morfologico (la mano è più colpire a mano aperta o di pugno in zone
piccola rispetto alla circon- 20 laterali con azione di tuffo
ferenza della palla) e sia per lanciare tipo bowling, con i piedi al volo e
un problema coordinativo 10 controbalzo
(le mani non sono allineate
al momento dell’impatto 0 • TATTICO:
con la palla). posizionarsi sulla bisettrice
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
• FISICO-MOTORIO:
• Anche se il numero degli al-
= Tecnico-Coordinativo rapidità e mobilità articolare
lievi è cospicuo, evitare che
= Tattico N° LEZIONI:
si formino file troppo lunghe
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
durante l’allenamento.
= Gioco partita
N° SETTIMANE:
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 4
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Visione periferica • Mobilità articolare Successione della seduta:
• Colpire di pugno • Traffico a coppie 15’

lezione 4
GIOCHI COLLETTIVI • Esercizi di mobilità • Esercizi di mobilità articolare
• Traffico a coppie 15’ E SITUAZIONI DI GIOCO articolare con la palla10’ con la palla 10’
• Lancia e fai goal di • Lancia la palla • Lancia e fai goal di pugno 15’
pugno 15’ al colore 15’ • Colpisci di pugno verso il lato 15’
• Colpisci di pugno • Lancia la palla al colore 15’
verso il lato 20’ GIOCHI PARTITA
• Partita libera 20’ PARTITA LIBERA 20’
Numero bambini:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Durata: 90’
Metodi
Materiali:
Varianti: Varianti: Varianti: • Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
• Evidenziatori
• Materassino
Altri obiettivi della seduta: • Casacche
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Porte bifrontali
coordinativo • capacità di reazione • preacrobatica
• intercettare

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60 60
50 50
50
40
40 40
30
30 30
20
20 20
10
10 0 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
lancai e fai colpisci di lancia la palla modulo 4
goal di pugno pugno verso il al colore
Con questo gioco si fa- lato Questo esercizio solleci- Obiettivo tecnico dominante:
vorisce il miglioramento Con questo tipo di eser- ta la lettura della situa- LANCIARE CON LE MANI

per fare goal


lezione 4: lancia la palla e respingi
della capacità di respin- cizio viene migliorata la zione, sviluppa la capa-
ta con i pugni capacità di indirizzare la cità di prendere decisio- Successione della seduta:
palla in zone poco peri- ni. Inoltre favorisce il mi- • Traffico a coppie 15’
colose. glioramento della capa-
• Esercizi di mobilità
cità di anticipare e di
reagire a stimoli visivi.
articolare con la palla 10’
• Lancia e fai goal di pugno 15’
10 m
• Colpisci di pugno verso il lato 15’
ROSSO! • Lancia la palla al colore 15’
15 m
15 m PARTITA LIBERA 20’
Esercitazione a coppie, due Numero bambini:
porte sono posizionate ad Durata: 90’
una distanza di 10 mt. una
dall’altra. Un portiere lancia Il gioco consiste in una gara
a confronto tra i portieri: da Materiali:
la palla, l’altro cerca di rea-
lizzare un goal colpendo la una distanza di circa 10-15 Gioco a tre. Uno dei gioca- • Palloni (di vari colori
palla con il/i pugno/i. mt. viene effettuato un tiro tori effettua un retropassag- e differenti dimensioni)
in porta. Il portiere deve re- gio con i piedi da 10-15 mt.,
spingere nelle zone laterali, • Coni
varianti il portiere che riceve la palla
• se colui che riceve il pallo- tra il cono e la linea di fon- dovrà indirizzarla con le ma- • Evidenziatori
do, se riesce guadagna un
ne lo blocca dopo la re-
punto.
ni, o con i piedi, verso un co- • Materassino
spinta di pugno, ha diritto no di colore differente da
ad un tiro aggiuntivo quello chiamato dal terzo
• Casacche
• si può colpire con la testa varianti allievo. Distanza dei coni • Porte bifrontali
o con i piedi al volo • se il portiere respinge cen- dalla porta 15 mt. (lateral-
tralmente, colui che svol- mente rispetto alla porta).
ge il ruolo di attaccante
può replicare a rete
• gioco a punti: palla in cor- varianti
ner vale 2 punti, laterale 1 • sul lancio del portiere, colui
punto. che effettua il retropassag-
gio può concludere a rete
• due allievi posti all’altezza
dei coni difendono altret- “È molto più difficile giudicare se
tante porte, devono evita-
re il goal con un’azione
stessi che gli altri; se riesci a
tecnica adeguata giudicarti bene è segno che sei
• i portieri posti sui coni de- veramente un saggio”
vono giocare la palla solo
con i piedi A. De Saint Exupery
CATEGORIA PULCINI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 4


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il programma di allenamen-
to va avanti, non dobbiamo
60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
avere fretta, il soffermarsi su • TECNICO:COORDINATIVO:
50
obiettivi precedentemente
raggiunti permette il consoli- trasmissione
correre per guidare
e ricezione
la palla
40
damento di determinati (palla radente, diagonale e frontale)
• TATTICO:
comportamenti, allo stesso 30
modo consente ai “ritarda- • TATTICO: della palla in uno spazio libero
Conduzione
tari” un tempo maggiore per 20 spostarsi con la
superamento dipalla
un avversario posto su uno
apprendere. spazio/linea nello spazio libero
orientamento
10
In questo modulo il ricevere • FISICO-MOTORIO:
la palla rappresenta l’ele- 0 rapidità
RAPIDITÀ
mento tecnico da acquisire 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
in forma dinamica e combi-
nato ad altri movimenti nel ri- N° LEZIONI:
= Tecnico-Coordinativo
spetto della gradualità (dal N° SETTIMANE:
= Tattico
facile al difficile). N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
= Gioco partita
= Fisico-Motorio

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 4
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Trasmissione della palla • Rapidità Successione della seduta:
• Trasmissione e ricezione e superamento • Ricevi la palla e prendi il posto

lezione 7
radente e diagonale • Trasmissione della palla • Gare a staffetta 15’
(10 mt. corsa veloce tra (4 cantoni) 15’
• Guida e gioca con la e orientamento nello i paletti posti a terra)
spazio libero • Gare a staffetta 15’
sponda (2x10’) 20’
GIOCHI COLLETTIVI ATTIVITÀ A ALTERNATA:
• Partite libere
E SITUAZIONI DI GIOCO
5c5 (2x10’) 20’ • Passa la palla • Gioca con la sponda (2x10’) 20’
(alternare partita libera 5c5 a
gioco - 10' gioco/10’ partita - e gioca 1c1 10’ • Partita 5c5 (2x10’) 20’
per 2 volte) • Ricevi la palla e prendi
ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Passaggi nel quadrato10’ il posto (4cantoni) 15’
• Passaggi nel quadrato 10’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: • Passa la palla e gioca 10’
Numero bambini:
Durata: 90’
Varianti: Varianti: Varianti:
Metodi
Materiali:
• Delimitatori
Altri obiettivi della seduta: • Casacche colorate
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Palloni in cuoio
coordinativo • consolidamento della • capacità di combinare e • Porte ridotte
• guida della palla capacità di gestione dello coordinare più azioni • Porte bifrontali
spazio e inizio dei primi motorie
concetti di smarcamento. • Paletti e coni colorati

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase)


50 60
50
40
40
30 30
20
20
10
10 0
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
passa la palla ricevi la palla e possesso di palla effettua
un tiro nella porticina libera
passaggi nel modulo 4
e gioca 1c1 prendi il posto • il giocatore che passa la quadrato
Si consolida il supera- (4 cantoni) palla va a difendere le
Si pone sempre più l’at- Obiettivo tecnico dominante:
porticine che si sono rese
mento dell’avversario Strutturazione della ca- libere tenzione ad un appren- PASSAGGIO

lezione 7: ricevi e guida la palla


dopo una ricezione e di pacità di orientamento • il gioco inizia con un dop- dimento dinamico delle
pio passaggio Successione della seduta:
fronte ad una situazione nello spazio libero e gestualità tecniche fa-
di pressione. Fantasia , consolidamento della vorendo una capacità • Ricevi la palla e prendi
creatività rapidità sono i visione periferica. Per- di combinare movimenti il posto (4 cantoni) 15’
presupposti dell’azione di
guida e gioca via via più complessi
cepire, decidere, agire • Gare a staffetta 15’
dribbling, in questo modo nel modo più efficace
con la sponda
il bambino si esercita in possibile in un ambiente Riuscire a combinare in ATTIVITÀ ALTERNATA:
un’azione essenziale variabile. Questo si evi- forma dinamica passag- • Gioca con la sponda
denzia nell’azione di gio e ricezione rappre- (2x10’) 20’
guida della palla orien- senta un obiettivo impor- • Partita 5c5 (2x10’’) 20’
tata verso la porticina tante in questa fase di
vuota. formazione tecnica. ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Passaggi nel quadrato 10’
• Passa la palla e gioca 10’

Due bambini si passano la Numero bambini:


palla in un quadrato di mt. 5 Durata: 90’
per lato delimitato da 4 co- Materiali:
ni. Uno dei due giocatori ri-
Due giocatori nello spazio, ceve la palla (il primo pas- • Delimitatori
uno passa la palla all’altro saggio è frontale) e la con- • Casacche colorate
dopodiché si affrontano in duce nell’angolo girando in-
una situazione di 1 contro 1 torno al cono. Passa quindi
• Palloni di gomma colorati
un 1c1 con goal valido se si la palla all’angolo opposto e di varie misure
raggiunge o si supera la mé- I bambini si dispongono libe- I bambini effettuano un per- (diagonale) per il compa-
ta delimitata dal lato del
• Palloni in cuoio
ramente in uno spazio in cui corso in cui sono disposti bi- gno che effettua lo stesso
quadrato da dove è partito il sono posizionate delle porti- rilli e altri ostacoli, in partico- movimento. Il giocatore che • Porte ridotte
passaggio. cine. Ogni gruppo ha un lare incontrano delle spon- passa la palla ritorna sem- • Porte bifrontali
pallone a disposizione. Il de con cui fanno un dai e pre in posizione centrale.
varianti bambino in possesso della vai. Al termine del percorso
• Paletti e coni colorati
• goal valido se si raggiunge palla effettua un passaggio il bambino tira nella porta. varianti
uno degli angoli verso uno dei compagni e • passaggio effettuato dal-
• se il difensore entra in pos- ne prende il suo posto. Nel varianti l’angolo dx/sx
sesso di palla, può fare frattempo gli altri bambini • percorso effettuato con • passaggio d’interno/di “Tecnici e dirigenti hanno il
goal devono cambiarsi di posto l’interno o esterno del collo piede dovere di accertarsi che
• goal valido in una porticina (porticine) ed il giocatore piede • la fantasia dell’istruttore venga data la possibilità di
(colpire) che è in possesso di palla • percorso effettuato solo il definirà altre traiettorie di
dovrà condurla nella portici- sx o il dx partecipare sia a chi è
passaggio
na vuota e ricomincia. • percorso effettuato a • sotto forma di gara: vince capace che a chi
tempo chi effettua più passaggi lo è un po’ meno”
varianti in 3’
• il giocatore che viene in Carta dei diritti SGS
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 4
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Rapidità Successione della seduta:
• Trasmissione radente e trasmissione della palla • Mobilità articolare • Partita libera 2c2 o 3c3 10’

lezione 8
e frontale • Attività di sensibilizzazione • Attività con palla
• Partita libera 2c2 GIOCHI COLLETTIVI (mobilità articolare) 10’
con la palla (mobilità
e 3c3 (2x10’) 20’ ESITUAZIONI DI GIOCO ATTIVITÀ A STAZIONI 1:
articolare)
• Cambiaposto (2x10’) 20’ • Ricevi e fai 1c1 • Cambiaposto 10’
• Gare a staffetta 10’
con l’appoggio 10’ (10 mt. corsa veloce tra i paletti • Ricevi a fai 1c1 con l’appoggio10’
• Passa la frontiera 10’ posti a terra e 5 mt. sprint) • Gare a staffetta 10’
GIOCHI PARTITA ATTIVITÀ A STAZIONI 2:
• Partita 5c5 10’ • Cambiaposto 10’
• Passa la frontiera 10’
• Partita libera 2c2 o 3c3 10’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
• Partita 5c5 10’
Numero bambini:
Varianti: Varianti: Varianti: Durata: 90’
Metodi
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche colorate
Altri obiettivi della seduta: • Palloni in gomma colorati
Tecnico e di varie misure
Tattico Fisico-Motorio • Palloni in cuoio
coordinativo • collaborazione (appoggio • Porte ridotte
• guida della palla e al compagno in possesso • Porte bifrontali
dribbling di palla) • Paletti e coni colorati

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60 50
50
40 40
40
30 30 30
20
20 20
10
10 0 10

4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


passa la peteranno l’esercizio.Rota-
zione dei compiti
varianti
• utilizzo di più porte (es. 4)
ricevi e fai 1c1 modulo 4
frontiera • al posto delle porte ven- con lappoggio
varianti gono utilizzate linee méta
Chi effettua il supera- • i giocatori dopo aver rice- • utilizzo dei palloni di peso In fase di possesso il Obiettivo tecnico dominante:
mento consoliderà que- vuto palla tirano in porta e dimensioni diverse bambino impara ad col- PASSAGGIO

lezione 8: ricevi e supera l’avversario


sta capacità e sviluppe- • i giocatori in possesso di laborare con il compa-
rà la capacità di passa- palla tirano in porta dopo
gno e in fase di non pos-
Successione della seduta:
re la palla in presenza di
un’ azione di passaggio a
sesso a difendere in infe-
• Partita libera 2c2 o 3c3 10’
muro col compagno • Attività con palla
un avversario, chi riceve • aumento del numero dei riorità.
si sposterà in funzione difensori all’interno della cambiaposto (mobilità articolare) 10’
stessa linea o su più linee
del compagno, antici- Il bambino struttura il pas- ATTIVITÀ A STAZIONI 1:
pandone le intenzioni. saggio in una situazione • Cambiaposto 10’
Chi difende consoliderà dinamica e impara a • Ricevi e fai 1c1
la capacità di contrasto. percepire che dopo un con l’appoggio 10’
I giocatori in possesso di
partita 2c2 e • Gare a staffetta 10’
passaggio segue sempre
palla dovranno rapida- 3c3 una azione senza palla.
mente passare la palla
ATTIVITÀ A STAZIONI 2:
In queste partite libere il
al compagno, favoren-
• Cambiaposto 10’
bambino riceve un enor-
do così un’ azione com-
• Passa la frontiera 10’
mità di informazioni, che
binata, guida –supera- Partecipano al gioco 3 gio- • Partita libera 2c2 o 3c3 10’
gli permetteranno di mi-
mento –passaggio. catori. Un giocatore è posto • Partita libera 5c5 10’
gliorare la capacità di ri- al centro dello spazio e rice-
cezione e di discrimina- ve la palla da uno dei due Durata: 90’
zione degli analizzatori giocatori posti fuori. Nel mo- Materiali:
mento in cui riceve la palla • Delimitatori
sensoriali.
cerca di condurla in una
delle 2 porticine. L’altro gio- • Casacche colorate
catore tenta di disturbarne • Palloni di gomma colorati
Due bambini si passano la l’azione. Il giocatore in pos- e di varie misure
palla. Uno dei due giocatori sesso di palla può decidere • Palloni in cuoio
passa la palla al compagno se affrontare l’avversario
e segue la palla. Il giocatore nell’1c1 o avvalersi della • Porte ridotte
che riceve la palla conduce collaborazione del giocato- • Porte bifrontali
e prende il posto del com- re che gli ha passato la pal- • Paletti e coni colorati
I bambini si dividono dispo- pagno che gliel’ha passata. la, posto fuori (2c1).
nendosi come in figura (1
sulla linea – difensore – 2 da varianti varianti
una parte e 2 dall’altra del • passaggio effettuato con • chi riceve palla deve ob-
campo di gioco). I giocatori I bambini si confrontano in diverse parti del piede bligatoriamente girarsi “Da un bambino ad un
in possesso di palla dovran- gare su campo ridotto e • passaggio effettuato con • chi riceve palla deve con- adulto: non viziarmi.
no superare l’avversario po- vengono lasciati liberi di il piede non dominante durre palla nelle due porte So benissimo che non dovrei
sto sulla linea, dopodiché, al esplorare spazi e possibili so- • l’azione di cambio posto poste vicino alla linea di
raggiungimento della zona luzioni di gioco, stimolando avviene dopo un certo nu- partenza del difensore avere tutto quello che
di passaggio, passeranno la in questo modo i recettori mero di passaggi • il giocatore che ha passa- chiedo: voglio solo metterti
palla ad uno dei compagni sensoriali, in particolare to la palla entra nello spa- alla prova”
che sono in attesa e che ri- quelli visivi. zio di gioco(2c1)
L'Erbavoglio
CATEGORIA ESORDIENTI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 5


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Dobbiamo considerare at-
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
50
tentamente l’età biologica • TECNICO COORDINATIVO:
del bambino e le prime mo- tiro in porta
dificazioni che avvengono 40
tecnica individuale
dal punto di vista fisico.
L’accrescimento sia statura- • TATTICO:
30
le che ponderale, con con- possesso palla
seguente miglioramento
sovrapposizione
delle capacità condizionali, 20
soluzioni di gioco con centrocampo a
deve indurci ad utilizzare
esercizi che restino nell’am- rombo
bito della bassa intensità di 10
• FISICO-MOTORIO:
carico (carico naturale), 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
frequenza movimenti/rapidità
con un maggiore volume di
allenamento, ed in partico- mobilità articolare
= Tecnico-Coordinativo
lare con attività e mezzi di- = Tattico N° LEZIONI:
dattici che prevedono il = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
prevalente impiego della = Gioco partita
palla. = Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

• In questo periodo vengono Osservazioni:


studiati i movimenti, l’orga-
nizzazione e l’utilizzo dello
spazio di gioco in riferimento
al modulo di gioco 4-4-2.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 5
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Movimenti di reparto • Frequenza movimenti Successione della seduta:
• Colpire per tirare • Rapidità • Calcio tennis 15’

lezione 9
SITUAZIONI DI GIOCO • Circuito per frequenza • Circuito con la palla 15’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA • Passa la palla (3) 20’ movimenti/rapidità
• Calcio tennis al volo 15’ • Centrocampo con la palla 15’ ATTIVITÀ A STAZIONI
a rombo 20’ • Mi inserisco e tiro 20’
COMBINAZIONE MOTORIA • Passa la palla (3) 20’
• Mi inserisco e tiro 20’ GIOCHI PARTITA • Centrocampo a rombo 20’
• Gioco libero 10’ • Gioco libero 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
• Nastro
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Coni
coordinativo • mobilità articolare
• possesso palla • Paletti
• colpire al volo • ricerca soluzioni di gioco
• calciare per crossare

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 50 50

40 40 40

30 30 30

20 20 20

10 10 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
circuito con la mi inserisco e passa la palla centrocampo modulo 5
palla tiro (3) a rombo
Sviluppo della capacità Con questo tipo di eser- L’esercizio proposto sol- Fase di formazione di Obiettivo tecnico dominante:
neuro-muscolare e della cizio favoriamo il miglio- lecita il passaggio e la ri- “azioni chiave” per il re- TIRO IN PORTA

lezione 9: gioca a rombo e tira in porta


frequenza dei movimen- ramento del tiro in porta cezione in situazione di parto di centrocampo Successione della seduta:
ti/rapidità con l’utilizzo con palla in movimento gioco (difensori attivi), in- nel sistema di gioco 4-4-
• Calcio tennis 15’
della palla. Influenza po- ducendo gli allievi a tro- 2. Studio delle situazioni Sollecita la capacità di colpire
sitiva nello sviluppo della vare soluzioni valide in si- per la ricerca di soluzio- al volo e la capacità di
sensibilizzazione ritmica. tuazione di 5c3 e favo- ni con il reparto di cen- anticipazione
rendo attraverso le 4 trocampo disposto a • Circuito con la palla 15’
X2 porte una migliore per- “rombo”.
cezione dello spazio di ATTIVITÀ A STAZIONI
ZONA 1 ZONA 2
gioco, sia offensivo sia • Mi inserisco e tiro 20’
X3 X4 difensivo. • Passa la palla (3) 20’
X1 • Centrocampo a rombo 20’
X3 X4 • Gioco libero 10’
“x1” gioca a muro con il gio-
ZONA 3 catore “x2”. La palla ritorna X1
e “x1” fa inserire “x3” o “x4” Numero bambini:
che controllano e vanno al 20 m X2 X5
In un circuito vengono ese- Durata: 100’
tiro. Stessa cosa dall’altro la- X
guite le seguenti attività: to e rotazione dei compiti.
- nella zona 1, skipp rapido
6 attaccanti (4 centrocam- Materiali:
(basso) e salto per effettua- varianti
re un colpo di testa in avan-
pisti disposti a rombo e 2 at- • Delimitatori
• chi riceve allarga la palla 30 m taccanti) sperimentano
zamento (3 volte) su distan- direttamente comportamenti utili alla ri- • Casacche
za di 4-5 mt. • chi riceve va al cross basso In uno spazio di gioco di mt.
- nella zona 2, skipp rapido e
cerca di soluzioni di gioco • Porte bifrontali
per “x2” o “x4” 30x20 diviso in due metà, si valide in un sistema di gioco
colpo di interno piede (3 confrontano 5 attaccanti 4-4-2. “x” gioca a muro e fa • Palloni n° 4
volte) su distanza di 4-5 mt. contro 3 difensori. In ogni
- nella zona 3, scatto e cam-
inserire “x2” che scende e • Nastro
metà campo si devono tro- crossa. “x3”, “x4” e “x1” si in-
bio di direzione su lati di 4-5 vare solo 3 attaccanti e 2 di- crociano e cercano la con- • Coni
mt. fensori. Ciò vuol dire che il
- effettuare tutto 2 volte in
clusione a rete. • Paletti
corridoio centrale , da cui ri-
andata e ritorno, per 2 volte partono le azioni, sarà occu- varianti
(tra una fase e l’altra si cam- pato alternativamente da • inserimenti laterali con cross
bia il compito con i compa- uno dei giocatori di entram- • incrocio degli attaccanti
gni che passano la palla) be le squadre. • inserimento di 2 o 3 difensori “Il gioco è proprio della
varianti varianti fierezza dell’umanità; chi non
• alternare allo skipp la cor- • si può finalizzare il possesso sa più giocare si fossilizza, è
sa calciata dietro palla facendo goal nelle prigioniero; abbiamo
porticine (4, laterali)
bisogno del gioco per
ridiventare più liberi.”
(E. Brunner)
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 5
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Sovrapposizione • Frequenza movimenti Successione della seduta:
• Tecnica individuale
• Rapidità • Calcio tennis 15’

lezione 10
SITUAZIONI DI GIOCO • Circuito con la palla 15’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA
• Gioco con la sponda • Circuito con la palla 15’
• Calcio tennis al volo 15’ ATTIVITÀ A STAZIONI
neutra 20’
• Tecnica individuale -
COMBINAZIONE DIDATTICA guida e finte 30’
• Guida e finte 30’ GIOCHI PARTITA
• Gioco a tema 10’ • Gioco con la sponda neutra 20’
• Gioco libero 10’ • Gioco a tema 10’
• Gioco libero 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo
• gioco a muro • mobilità articolare • Coni
• colpire al volo • possesso palla • Paletti

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 50 50

40 40 40

30 30 30

20 20 20

10 10 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
calcio tennis circuito con la tecnica gioco con la modulo 5
Sollecita l’abilità di colpi- palla individuale - sponda neutra
re la palla al volo e la ca- Sollecita il miglioramento guide e finte Applicazione di movi- Obiettivo tecnico dominante:
pacità di anticipazione della frequenza dei mo- Esercitazioni con forme menti chiave ”segnali di GUIDA E FINTE

lezione 10: fai la finta e supera l’avversario


vimenti e della rapidità. di movimento che ten- riconoscimento” al fine Successione della seduta:
È importante l’utilizzo dono all’automatizzazio- di favorire il concetto di • Calcio tennis 15’
della palla. Sensibilizza- ne del gesto tecnico, in sovrapposizione e cross • Circuito con la palla 15’
zione ritmica. particolare della guida ATTIVITÀ A STAZIONI
della palla e delle varie
• Tecnica individuale -
forme di finta
guida e finte 30’
ZONA 1 ZONA 2 • Gioco con la sponda
neutra 20’
25 m • Gioco a tema 10’
La palla può effettuare un In questo gioco andranno
solo rimbalzo. Al cambio sollecitati movimenti quali il muro
palla viene effettuata una ZONA 3 40 m per gli inserimenti laterali ed il
rotazione. La battuta iniziale centrocampo a “rombo”
deve essere facile per con- Campo di gioco 40x25 con
sentire lo sviluppo del gioco. tre giocatori più il portiere + • Gioco libero 10’
In un circuito vengono ese- Verifica degli apprendimenti
guite le seguenti attività: squadra. Le sponde gioca-
no con la squadra da cui ri- tattici del periodo
varianti - nella zona 1, skip rapido
• dopo ogni tocco di palla (basso) e salto per effettua- Esercitazioni con gruppi di cevono palla. Con lo scopo Numero bambini:
correre a toccare la linea tre allievi. Una palla ogni di stimolare la sovrapposi-
re un colpo di testa in avan-
gruppo.
Durata: 100’
di fondo zamento (3 volte) zione, con cross conse-
• toccare un cono posto - nella zona 2, skip rapido e Esempi: “b” guida e finta guente, il gioco prevede un Materiali:
fuori dal campo colpo di interno piede (3 per rientrare, “c” difende se- possesso palla finché la • Delimitatori
mi-attivo, “a” riceve la palla stessa non raggiunge il gio-
volte)
passata da “b” che a sua
• Casacche
- nella zona 3, scatto e cam- catore centrale. A questo
volta difende su “a”, e così punto il giocatore può pas- • Porte bifrontali
bio di direzione
- effettuare tutto 2 volte in via. sare la palla alla sponda e • Palloni n° 4
andata e ritorno, per 2 volte fare una sovrapposizione • Nastro
(tra una fase e l’altra si cam- varianti per ricevere indisturbato
• treccia sulla fascia laterale. • Coni
bia il compito con i compa-
gni che passano la palla) • treccia con pallonetto • Paletti
• guida, finte e passaggio varianti
varianti • la sponda entra in campo
• usare il tamburello per ese- e crea sovrannumero
cuzione a ritmo

“I bambini hanno il diritto


di divertirsi giocare
e fare sport”
Carta dei diritti SGS
CATEGORIA PICCOLI AMICI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 5


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• In questa fase il bambino è
80 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
sollecitato continuamente a
migliorare la coordinazione 70 • TECNICO COORDINATIVO:
del gesto, esplorando e spe-
60
controllo della palla in regime
rimentando le abilità appre-
se in giochi collettivi e situa- di difficoltà (pressione)
50
zioni di gioco nuove e via via
• TATTICO:
sempre più complesse. Ciò 40
favorirà la conoscenza di al- collaborare per tirare
tri elementi del gioco, che si 30 spostarsi per contrastare
muovono intorno a lui, e con 20 • FISICO-MOTORIO:
i quali può raggiungere i risul-
10 combinazione motoria, miglioramento
tati sperati: i compagni.
della coordinazione generale in regime di
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
• Durante queste esercitazioni velocità
è importante che l’istruttore
osservi le reazioni degli allievi = Tecnico-Coordinativo
N° LEZIONI:
ai problemi incontrati ed al = Tattico
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco N° SETTIMANE:
modo con cui, a livello indivi-
duale, essi rispondono a tali = Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
sollecitazioni. = Fisico-Motorio

• Uno dei giochi che viene


proposto nelle lezioni è il “Ru-
Osservazioni:
bapalla e tira”, gioco incon-
trato nelle prime lezioni e ri-
proposto in una nuova veste.
Infatti in questo caso il bam-
bino che vince il confronto
ha diritto ad un tiro in porta
per ottenere il punto in più.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 5
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Riconoscere una • Rapidità e sviluppo Successione della seduta:
• Calciare/lanciare per collaborazione capacità di controllo GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 9
colpire/raggiungere un • Spostarsi per contrastare motorio in regime di • Palla prigioniera 10’
bersaglio fermo o in rapidità • Ruba la palla e tira 15’
movimento GIOCHI COLLETTIVI
• Palla al prigioniero 15’ ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Ruba la palla e tira 15’ • Gioco delle bocce 15’
• Palla prigioniera 10’
• Gioco delle bocce 15’ SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE • Mini partite 2c1 15’
• Gioco libero 10’ • Mini partite 2c1 15’ • Palla al prigioniero 15’
GIOCO LIBERO:
(patite in spazi ridotti 3
Osservazioni: Osservazioni: c3 o 4c4) 15’
Osservazioni:
Numero bambini:
Durata: 80’
Varianti: Varianti:
Varianti: Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati
Tecnico Tattico Fisico-Motorio e di varie misure
coordinativo • Paletti
• spostarsi per contrastare • rapidità
• tiro in porta • Ostacolini
• Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 50
70
50
60 40
40 50
40 30
30
30
20 20
20
10 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
palla prigioniera varianti
• variare le dimensioni e la
• differenziare le porte di chi
gioca da solo rispetto a
gioco delle modulo 5
Capacità di spostamento
forma della palla (es. palla chi gioca in 2 bocce
da rugby)
per evitare la palla ed es- • effettuare il gioco con i Con questo gioco i bam- Obiettivo tecnico dominante:
piedi, con palla radente
sere colpiti. Sollecita inol- •gioco mani/piedi, si riceve bini vengono sollecitati a PASSAGGIO - TRASMISSIONE

lezione 9: passa la palla e vinci


tre lo spostamento per ri- con le mani e si tirare di precisione e con
cevere (prigioniero che si lancia/colpisce con i piedi palla al una forza misurata, svi- Successione della seduta:
libera) e intercettare prigioniero luppando la capacità di GIOCO DI ATTIVAZIONE:
(squadra non in possesso differenziazione e miglio- • Palla prigioniera 10’
di palla). Coordinazione Sollecita il bambino a rando la sensibilità nel • Ruba la palla e tira 15’
oculo-manuale, lancio e mini partite 2c1 spostarsi per ricevere la colpire la palla.
ricezione della palla. palla e a colpirla/lan-
La situazione di superiori- ATTIVITÀ A STAZIONI:
tà numerica favorisce, ciarla per indirizzarla in
uno spazio libero
• Mini partite 2c1 15’
nel bambino in possesso • Palla al prigioniero 15’
di palla, il riconoscimen-
to di un comportamento
• Gioco delle bocce 15’
di collaborazione del GIOCO LIBERO:
compagno, viceversa il (partite in spazi ridotti) 10’
bambino che gioca da
solo viene sollecitato a Numero bambini:
spostarsi per contrastare
Durata: 80’
ed intercettare. 4 allievi, calciando il proprio
É una sfida tra due squadre, pallone, un pallone di colo- Materiali:
in cui ciascuna squadra ha a re diverso per ciascuno, lo
devono far avvicinare il più • Birilli colorati
disposizione una “prigione” Il gioco è una variante al
situata posteriormente. Lo gioco iniziale (palla prigio- possibile al pallone grande • Evidenziatori
scopo del gioco è quello di niera). Gli allievi iniziano a (boccino). Come il gioco
tradizionale vince chi rag- • Palloni di gomma colorati
catturare tutti gli avversari giocare tutti all’interno dello
colpendoli con la palla, o spazio di gioco. Due allievi giunge per primo un pun- e di varie misure
bloccando al volo, con le (uno per squadra) si posizio- teggio prestabilito (es. 15).
• Paletti
mani, la palla lanciata dal- nano all’esterno, dietro la li-
l’avversario. Il lancio viene nea stabilita. Vince la squa- varianti • Ostacolini
effettuato con le mani. Se un dra che riesce a passare più • aumentare la distanza del-
la linea di tiro • Casacche colorate
lancio viene fallito la palla volte la palla al proprio pri-
passa all’altra squadra. Se il Il confronto avviene tra due gioniero. • ciascun giocatore ha 2 o
lancio riesce, il giocatore squadre, una composta da 2 I prigionieri potranno essere più tiri a disposizione
catturato va nella prigione giocatori, l’altra da uno. Do- cambiati a rotazione o ad • si gioca a squadre
della squadra avversaria po un tempo determinato ogni punto ottenuto • chi si avvicina al pallino
(es. 3’-5’) o dopo un segnale sbocciando la palla di un “Da un bambino ad un
(dietro la linea dei birilli). Il pri-
gioniero può essere liberato prestabilito (es. dopo ogni
varianti avversario conquista un adulto: non fare per me le
se riceve la palla da uno dei goal realizzato) avviene uno punto cose che posso fare da solo,
scambio dei ruoli e la com- • variazione della grandez-
suoi compagni. Vince la
posizione delle squadre. za della prigione questo mi farebbe sentire
squadra che cattura per pri- • variazione delle dimensio- come un bambino e non
ma tutti i giocatori o quella varianti ni della palla
che al termine del tempo ha • il gol di chi gioca da solo • variazione del numero di
farmi crescere mai”
fatto più prigionieri. vale doppio prigionieri L'Erbavoglio
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 5
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Analisi e soluzione del • Controllo motorio in Successione della seduta:
• Correre per guidare in compito motorio in regime di rapidità GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 10
regime di rapidità situazioni di gara • Guardia e ladri con pallone
• Colpire per tirare con • Staffetta con percorso15’ jumbo 10’
pressione temporale GIOCHI COLLETTIVI
• Staffetta con percorso 15’
• Gara di tiri con • Guardia e ladri con
• Gara di tiri con autopassaggio 10’
autopassaggi 10’ pallone jumbo 10’
• 5 passaggi palla ATTIVITÀ A STAZIONI:
in méta 15’ SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE • 5 passaggi palla in méta 15’
• Gioco libero 15’ • Partita con 4 porte 10’ • Partita con 4 porte 15’
GIOCO LIBERO:
Osservazioni: Osservazioni: (gioco scelto dai bambini) 15’
Numero bambini:
Osservazioni:
Durata: 80’
Varianti: Varianti: Metodi
Varianti: Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati
Tecnico Tattico Fisico-Motorio e di varie misure
coordinativo • Paletti
• spostarsi per • rapidità
• trasmissione della palla • Ostacolini
contrastare/intercettare
• Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 80
70 70
50
60 60
40 50 50
30 40 40
30 30
20
20 20
10 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
5 passaggi gi da effettuare con le ma-
ni (aumentare o diminuire)
• l’attaccante ed il portiere
effettuano l’autopassag-
partita con 4 modulo 5
palla in meta • variare le dimensioni del gio ed il tiro/parata dopo porte
campo un percorso
In questo gioco i bambini • aumentare o diminuire la lar- Questo gioco, finora Obiettivo tecnico dominante:
vengono sollecitati a ricer- ghezza della linea di meta. proposto in diverse va- PASSAGGIO - TIRO DI PRECISIONE

lezione 10: troviamo la giusta direzione


care la collaborazione dei rianti, in particolare con il
compagni, favorendo lo staffetta con pallone Jumbo n° 8, vie- Successione della seduta:
spostamento dei bambini
percorso ne proposto in questa GIOCO DI ATTIVAZIONE:
che non sono in possesso di fase per sollecitare il • Guardia e ladri con
palla, per ricevere (smar- gara di tiri con parallelo bambino a gestire lo pallone jumbo 10’
camento) o per intercetta- spazio ed orientarsi in
re, e per effettuare combi-
autopassaggio Ha il fine di migliorare la
modo funzionale alla si- • Staffetta con percorso 15’
coordinazione generale
nazioni motorie (ricevere e Questo esercizio, propo- in regime di rapidità e la tuazione di gioco svilup- • Gara di tiri con
guidare in zona meta). sto sotto forma di gara, capacità di combinazio- pando la capacità di autopassaggio 10’
sollecita la capacità di ne motoria. Sollecita il colpire la palla per tirare
correre con la palla in un bambino a trovare solu- (fare goal) e favorendo il ATTIVITÀ A STAZIONI:
regime di pressione tem- zioni motorie efficaci per decentramento (pas- • 5 passaggi palla in méta 15’
porale (confronto) e fa- coprire lo spazio da per- saggio al compagno • Partita con 4 porte 15’
vorisce il miglioramento correre nel minor tempo meglio posizionato).
della capacità di colpire possibile. GIOCO LIBERO:
20 m
la palla per tirare in porta. (gioco scelto dai bambini) 15’
Numero bambini:
25 m Durata: 80’
In un campo di dimensioni di Materiali:
mt. 25x20 si confrontano due • Birilli colorati
squadre di 3 elementi ciascu- • Evidenziatori
na. Il gioco consiste nel realiz-
zare il maggior numero di me- • Palloni di gomma colorati
te possibili (linea di méta = li-
Il gioco consiste in un con-
e di varie misure
nea di fondo). Per realizzare le
mete però ciascuna squadra In due percorsi motori identici fronto tra due squadre in cui • Paletti
dovrà effettuare 5 passaggi Due squadre si confrontano e paralleli si sfidano due squa- ciascuna squadra ha a dis- • Ostacolini
consecutivi con le mani, men- in una gara di tiri in porta con dre, la palla rappresenta il te- posizione due porte per
realizzare il goal, ma anche • Casacche colorate
tre la meta dovrà essere effet- autopassaggio (vedi gioco stimone, che non deve essere
tuata tramite conduzione del- della lezione 7). I tiri in porta perso dai giovani giocatori. due porte da difendere...
la palla con i piedi. Chi ha la devono essere effettuati in Vince la squadra che, nel ri- vince chi fa il maggior nu-
palla in mano non può muo- un tempo determinato dall’I- spetto delle regole, finisce nel mero di goal.
versi e non può essere toccato struttore (es. 5’). Vince la minor tempo il percorso.
squadra che ha realizzato il
varianti “Da un bambino ad un
(quindi non è possibile togliergli
• utilizzo di uno o due portie- adulto: non proteggermi
la palla dalle mani). La meta è maggior numero di reti. varianti
ri per squadra
valida se tutti i compagni di • variare le dimensioni della
• dimensioni delle porte diver- dalle conseguenze, ho
squadra hanno giocato la pal- varianti palla, degli attrezzi e delle
la nella stessa azione. • vince la squadra che arri- distanze da percorrere
se, diversificando i punteggi bisogno di imparare dalle
a seconda della porta
va per prima a 15 goal • variare le andature (es. conseguenze”
varianti • la porta è difesa da un imitazione degli animali: a L'Erbavoglio
• variare il numero di passag- portiere rana, gambero, ecc.)
CATEGORIA ESORDIENTI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 5


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
• Il portiere della categoria
“esordienti” riesce ad indiriz-
60 • TECNICO COORDINATIVO:
zare correttamente la palla presa alta con fase di stacco su palloni
colpita di pugno. 50 provenienti dalle zone laterali
colpire di pugno su cross provenienti dalle
• L’istruttore dei portieri deve 40
fasce laterali
cercare di consolidare quel-
le motivazioni psicologiche rilanci con i piedi con palla ferma
30
che hanno spinto gli allievi a • TATTICO:
scegliere questo ruolo. posizionarsi su calcio d’angolo
20
organizzazione della difesa nei calci
• Non dimenticare che nel
calciatore e soprattutto nel 10 piazzati (barriera)
piccolo portiere, le capaci- 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. • FISICO-MOTORIO:
tà di anticipazione e di rea- rapidità
zione motoria complessa so-
no qualità indispensabili. = Tecnico-Coordinativo preacrobatica
= Tattico N° LEZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
= Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 5
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Piazzamento • Preacrobatica Successione della seduta:
• Intercettare palloni della barriera • Calcio tennis 15’

lezione 5
provenienti dalle fasce • Fai la capovolta • Intercetta la palla che viene
laterali SITUAZIONI DI GIOCO e para 15’ dalla fascia 15’
• Fai la barriera 20’ dopo una capovolta • Intercetta il tiro-cross 20’
(avanti, dietro) parare un tiro
• Calcio tennis 15’ dell’istruttore. • Fai la capovolta e para 15’
• Intercetta la palla GIOCHI PARTITA Variante: verticale, o ruota, • Fai la barriera 20’
che viene dalla fascia15’ e parata
• Partita libera 15’
• Intercetta il tiro-cross 20’ PARTITA LIBERA 15’

Numero bambini:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Durata: 100’

Materiali:
Varianti: Varianti: Varianti: • Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
• Evidenziatori
• Materassino
Altri obiettivi della seduta: • Casacche
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Porte bifrontali
coordinativo • capacità di organizzazione • destrezza
• coordinazione spazio
temporale

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60 50

40 50
40
40
30 30
30
20 20
20
10 10 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
intercetta la intercetta il fai la barriera modulo 5
palla che tiro-cross Questo tipo di esercizio
viene dalla L’esercizio proposto con- favorisce il migliora- Obiettivo tecnico dominante:
fascia sente di migliorare la qua- mento di una attenta e INTERCETTARE PALLONI PROVENIENTI DALLE

lezione 5: intercetta il cross


Con questo tipo di eser- lità dell’intervento e della sollecita organizzazio- FASCE LATERALI
citazione viene migliora- valutazione della traietto- ne della squadra in re-
lazione a situazioni di
Successione della seduta:
ta la visione periferica. ria su palloni provenienti
dalle fasce laterali. gioco specifiche. • Calcio tennis 15’
Inoltre sviluppa la capa-
• Intercetta la palla che viene
cità di anticipazione,
scegliendo la modalità
dalla fascia 15’
d’intervento più idonea. • Intercetta il tiro-cross 20’
• Fai la capovolta e para 15’
• Fai la barriera 20’

PARTITA LIBERA 15’


1 2

Numero bambini:
Il portiere dovrà intercettare Il portiere dovrà sistemare Durata: 100’
palloni provenienti dalle fa- rapidamente una barriera
sce laterali calciati da un (compagni), rispetto ad una Materiali:
compagno o dall’allenato- serie di palloni posti al limite • Palloni (di vari colori
L’esercizio prevede la pre- re. Per rendere più stimolan- dell’area, posizionarsi cor-
rettamente a difesa della
e differenti dimensioni)
senza di due assistenti, posti te l’esercizio si posizionerà
a lato della porta che ven- una porta sul lato opposto porta e parare il tiro dell’at- • Coni
gono numerati (1 e 2). L’al- al cross, e si dovrà evitare taccante che calcia diret- • Evidenziatori
lenatore chiama un nume- che la palla entri. tamente in porta. L’allena-
ro, il portiere dovrà intercet- tore nel frattempo scandi- • Materassino
tare il pallone chiamato. varianti sce il tempo che manca al • Casacche
• vengono posizionati inizial- tiro (es. 10” per organizzare il • Porte bifrontali
varianti mente degli ostacoli fissi tutto).
• l’allenatore chiama ope- (paletti, coni, sagome,
razioni (somma, moltiplica- ecc.) varianti
zione, colori diversi, ecc.) • vengono posizionati com- • punizioni indirette
• la palla viene indirizzata pagni, prima semi attivi, • la barriera viene organizza-
anche rasoterra o con rim- poi attivi ta con maggiore calma e
balzo, ecc. attenzione, si contano i tiri
parati e i goal subiti
“L'allenatore è un facilitatore
degli apprendimenti, non addestra
ma trasmette conoscenze
e favorisce lo sviluppo delle
competenze”
CATEGORIA PULCINI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 5


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
• Il portiere della categoria
“pulcini” non ha ancora per-
60 • TECNICO COORDINATIVO:
fezionato lo schema motorio presa del pallone alta, palmare con pollici
50 indentro, senza fase di stacco
del tuffo.
presa della palla dopo tiri rasoterra, con azione
40 di tuffo
• Specialmente per i più pic-
coli, è opportuno prediligere colpire a mano aperta o di pugno in zone
30
un allenamento in cui sia laterali con tuffo
sempre presente il pallone lanciare dall’alto tipo Baseball, con i piedi
20
rilancio dal fondo in zone laterali
10 • TATTICO:
posizionarsi nei calci piazzati (punizioni) in
0 relazione alla barriera
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. • FISICO-MOTORIO:
preacrobatica – esercitazioni tecniche in abbinamento
= Tecnico-Coordinativo con azioni di rotolamento, capovolta, ecc.
= Tattico N° LEZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
= Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 5
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento di avversari • Preacrobatica Successione della seduta:
• Propedeutica al tuffo superiorità numerica • “Libera il prigioniero” 25’

lezione 5
• Rilancio con i piedi • Percorso preacrobatico • Attività di sensibilizzazione
GIOCHI COLLETTIVI con tiro in porta 15’ con la palla 10’
• Attività di sensibilizzazione ESITUAZIONI DI GIOCO • Propedeutica al tuffo 10’
con la palla 10’ • Libera il prigioniero 25’ • Percorso preacrobatico 10’
• Propedeutica al tuffo - • Rilancio con i piedi 15’
Tuffi da diverse posizioni 10’ GIOCHI PARTITA
• Rilancio con i piedi 15’ • Partita libera 20’ PARTITA LIBERA 20’
Numero bambini:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Durata: 90’
Metodi
Materiali:
Varianti: Varianti: Varianti: • Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
• Evidenziatori
• Materassino
Altri obiettivi della seduta: • Casacche
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Porte bifrontali
coordinativo • capacità di attenzione • resistenza
• lanciare

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60 50
50 50
40
40
40
30 30
30
20
20 20
10
10 0 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
libera il rilancio con i percorso modulo 5
prigioniero piedi preacrobatico
Attraverso questo gioco Con questo esercizio Questo esercizio consen- Obiettivo tecnico dominante:
si favorisce la collabora- viene sollecitato il rilan- te di esercitare le capa- RILANCIO CON I PIEDI

lezione 5: rilancia con i piedi


zione tra i compagni di cio con i piedi in chiave cità acrobatiche dei
squadra ed inoltre si ha tattica portieri Successione della seduta:
la possibilità di sperimen- • Partita “libera il prigioniero” 25’
tare il gioco in altri ruoli.
• Esercizi di mobilità articolare
Effettuato con le mani
favorisce lo sviluppo del-
con la palla 10’
le capacità di lancio • Propedeutica al tuffo 10’
della palla e di intercet- • Percorso preacrobatico 10’
tamento della palla alta. • Rilancio con i piedi 15’

PARTITA LIBERA 20’


Si posizionano 2 porte a cir- Percorso motorio strutturato Numero bambini:
ca 3/4 della propria metà intorno ad una porta bifron- Durata: 90’
campo nelle zone laterali. tale in cui sono inseriti osta-
Dal fondo il portiere deve in- coli e materassini per effet- Materiali:
dirizzare in una delle due tuare esercizi di rotolamen-
porte to, salto, capovolta, ecc. Il • Palloni (di vari colori
percorso inizia e termina e differenti dimensioni)
varianti con un tiro in una porta dife- • Coni
• le porte sono difese da un sa da un portiere. La rotazio-
Il gioco si svolge come una portiere che sceglie la por- ne dei compiti viene effet- • Evidenziatori
normale partita (mani o pie- ticina dove andare, prima tuata in senso anti-orario. • Materassino
di) con la particolarità che del rilancio
prima di fare goal devono es- • le porte sono difese da al-
• Casacche
varianti
sere liberati i compagni posti trettanti attaccanti portieri • il percorso preacrobatico
• Porte bifrontali
dietro la porta avversaria • i portieri devono intercet- viene svolto con andature
tare la palla senza utilizza- di tipo diverso, per esem-
varianti re le mani
• i compagni sono posti sulle pio: strisciando, a quattro
due linee del fallo laterale zampe, con una sola
• il gioco si svolge con le gamba, ecc.
mani (tipo pallamano)

“Imparare ad insegnare
è un lungo cammino che
non ha mai fine”
CATEGORIA PULCINI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 5


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• I bambini, pur mantenendo
ancora un profilo psicologi-
60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
co egocentrico, che viene 50 • TECNICO COORDINATIVO:
valorizzato nell’azione di su-
peramento dell’avversario e trasmissione e ricezione
40
di tiro in porta, devono ini- (palla radente/diagonale)
ziare ad acquisire i primi 30
concetti di smarcamento • TATTICO:
ed operare una forma di 20 superamento dell’avversario e
decentramento che possa orientamento nello spazio libero (inizio
consentirgli successivamen- 10
concetto di smarcamento)
te di acquisire comporta-
0
menti funzionali al gioco • FISICO-MOTORIO:
collettivo. 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. rapidità
• La trasmissione della palla
= Tecnico-Coordinativo
nelle varie modalità, il pas- N° LEZIONI:
= Tattico
saggio effettuato nello spa- N° SETTIMANE:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
zio ed il gioco senza palla
= Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
divengono determinanti af-
= Fisico-Motorio
finché si realizzi l’azione di
gioco. È importante che i
bambini comprendano che Osservazioni:
il gioco di squadra si costrui-
sce sulla collaborazione dei
giocatori.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 5
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Rapidità Successione della seduta:
• Ricezione palla dell’avversario, • Staffetta con percorso • Passaggio tra due fuochi 20’

lezione 9
a parabola passaggio della palla rapidità 15 mt. 10’ • Palla a parabola 20’
• Trasmissione palla radente • Staffetta con percorso 10’
e frontale e conduzione GIOCHI COLLETTIVI GIOCO LIBERO 10’
• Palla a parabola 20’ ESITUAZIONI DI GIOCO (partita con numero di giocatori ATTIVITÀ A STAZIONI:
e spazi scelti dai bambini)
• Passaggio tra • Gioca 1c1 con • 1c1 con l’appoggio 15’
due fuochi 20’ l’appoggio 15’ • Scegli l’angolo 15’
• Scegli l’angolo 15’ • Gioco libero 10’
Numero bambini:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Durata: 90’
Metodi
Materiali:
Varianti: Varianti: Varianti: • Delimitatori
• Casacche colorate
• Palloni di gomma colorati
e di varie misure
Altri obiettivi della seduta: • Palloni in cuoio
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Porte ridotte
coordinativo • capacità di triangolazione • capacità di combinare più • Porte bifrontali
• dribbling (superamento dell’avversario azioni motorie • Paletti e coni colorati
con un passaggio)

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60 60
50 50
40
40 40
30 30 30
20 20
20
10 10
10 0 0

4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


passaggio tra palla a gioca 1c1 con scegli l’angolo modulo 5
due fuochi parabola l’appoggio Capacità di trasmettere
Differenziazione della I bambini cominciano Sviluppo della capacità la palla in zona, e di rice- Obiettivo tecnico dominante:
trasmissione della palla, ad affinare la capacità di collaborazione, e svi- zione in situazione dina-

lezione 9: passa la palla al momento giusto


PASSAGGIO
scelta del tempo di pas- spazio temporale, in rife- luppo del superamento mica.
saggio , guida della pal- rimento ad una palla a dell’avversario con l’au- Successione della seduta:
la variando il ritmo in fun- parabola. silio di un compagno • Palla a parabola 20’
zione dell’ambiente (triangolazione)
• Passaggio
consentono un appren-
dimento flessibile dei tra due fuochi 20’
fondamentali tecnici. • Staffetta con percorso 10’

ATTIVITÀ A STAZIONI:
• 1c1 con l’appoggio 15’
• Scegli l’angolo 15’
Due bambini si passano la
palla (dai e ricevi). Il gioca- • Gioco libero 10’
tore che restituisce la palla
I bambini sono in possesso di sceglie la direzione in cui Numero bambini:
palla in uno spazio libero. Partecipano al gioco 3 gio- posizionarsi, (coni a dx o a
Ciascuno lancia la propria catori. Due giocatori si pas- sx), l’altro gli restituisce la
Durata: 90’
palla con le mani in alto, la sano la palla; al terzo pas- palla di prima. Attraverso la
riprende, la mette a terra, la saggio chi è in possesso di guida infine, si ritorna alla Materiali:
I bambini si passano la palla conduce e la scambia con palla entra nel campo ed af-
a coppie con l’interno del un compagno.
posizione di partenza a ruoli • Delimitatori
fronta il terzo giocatore (di- invertiti.
piede. Un altro bambino fensore), entrato anche lui al • Casacche colorate
conduce la palla evitando di varianti terzo passaggio. Il giocatore varianti • Palloni di gomma colorati
essere colpito dagli altri gio- • controllo della palla effet- in possesso di palla può deci- • passaggio effettuato con
catori. Al termine vengono tuato dopo un rimbalzo dere se affrontare l’avversa- diverse parti del piede
e di varie misure
cambiati i ruoli dei giocatori (semplificato) rio nell’1c1 o avvalersi della • i coni possono essere posi- • Palloni in cuoio
• controllo della palla effet- collaborazione del compa- zionati in profondità (pas-
varianti tuato con diverse parti del gno, con il quale ha effet-
• Porte ridotte
saggio in verticale)
• passaggio effettuato con corpo tuato i passaggi (2c1). • il giocatore che restituisce • Porte bifrontali
diverse parti del piede • passaggio effettuato con la palla riceve la palla an-
• situazione gioco-gara: vin- diverse parti del piede • Paletti e coni colorati
varianti dando incontro al compa-
ce chi effettua il maggior • riduzione o ampliamento gno (sponda)
numero di guide senza es- dello spazio di gioco
sere colpito – bonus per • il difensore può anche
chi colpisce più volte chi uscire dalla zona di com- “Da un bambino ad un
effettua la conduzione petenza.
• il gioco si conclude con un
adulto: non farmi sentire
• la collaborazione del com-
tiro in porta pagno diventa più attiva
più piccolo di quanto sia ,
con l’ingresso all’interno rimedierei comportandomi
dello spazio di gioco da più grande di quanto
non sia”
l'Erbavoglio
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 5
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Passaggio e ricezione • Rapidità Successione della seduta:
• Trasmissione e ricezione • Orientamento nello • Mobilità articolare • Libera il compagno (4 prigioni) 15’

lezione 10
con palla frontale spazio/smarcamento • Attività di sensibilizzazione • Attività di sensibilizzazione
• Partite 2c2 o 3c3 20’ GIOCHI COLLETTIVI con la palla (mobilità con la palla (mobilità articolare)5’
• Gara di passaggi 20’ ESITUAZIONI DI GIOCO articolare) 5’ • Gare a staffette 10’
• Passa la frontiera • Gare a staffette
(difensore in zona) 20’ percorso di rapidità ATTIVITÀ A STAZIONI (RIPETUTO 2 VOLTE):

GIOCHI PARTITA 15 mt. 10’ • Partita libera 10’


• Libera il compagno (5 mt. in linea, 5 mt. tra i coni • Gara di passaggi 10’
e 5 mt. in linea)
(4 prigioni) 20’ • Passa la frontiera 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 90’
Materiali:
Varianti: Varianti: Varianti:
• Delimitatori
• Casacche colorate
• Palloni di gomma colorati
e di varie misure
Altri obiettivi della seduta: • Palloni in cuoio
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Porte ridotte
coordinativo • smarcarsi e ricevere • resistenza attraverso il • Porte bifrontali
• capacità di trasmissione
con pressione gioco • Paletti e coni colorati

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60 50
50
40 40
40
30 30 30
20
20 20
10
10 0 10

4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


libera il passa la gara di partite 2c2 modulo 5
compagno frontiera passaggi o 3c3
(4 prigioni) (difensore in La trasmissione della pal- In forma libera le partite Obiettivo tecnico dominante:
Capacità di smarca- zona) la viene effettuata in re- giocate in spazi ristretti PASSAGGIO

vai e... segna


lezione 10: scruta lo spazio, dai la palla,
mento e gestione miglio- Capacità di smarca- gime di pressione tem- consolidano le capacità
re dello spazio, viene fa- mento e gestione miglio- porale, favorendo un di reazione e di presa di Successione della seduta:
vorita la capacità di re dello spazio adattamento tecnico informazione. • Libera il compagno
smarcarsi in una gestio- che si avvicina sempre (4 prigioni) 15’
ne sempre più efficace più alla realtà del gioco • Attività di sensibilizzazione
dello spazio con la palla (mobilità
articolare) 5’
• Gare a staffette 10’
ATTIVITÀ A STAZIONI
(RIPETUTO 2 VOLTE):
• Partita libera 10’
• Gara di passaggi 10’
I giocatori in possesso di pal- I bambini si confrontano in • Passa la frontiera 10’
la conducono nello spazio gare su campo ridotto. I
difeso dal difensore e prima 2 squadre si confrontano in
bambini vengono lasciati li- Numero bambini:
della zona neutra effettua- beri di esplorare spazi, ritmi e
All’interno di uno spazio una gara di passaggi. Le
possibili soluzioni di gioco, sti-
Durata: 90’
no un passaggio ai compa- squadre si dispongono cia-
(quadrato) viene ricavato gni in attesa oltre tale linea. molando in questo modo i Materiali:
un ulteriore territorio (qua- scuna con in un quadrato in
recettori sensoriali, in parti- • Delimitatori
drato più piccolo) in cui si cui ogni bambino occupa
varianti colare quello visivo e la ca-
effettua un 2c2 o 3c3. I gio- un angolo della figura. La
pacità di elaborare soluzioni
• Casacche colorate
• chi riceve palla tira in porta palla viene trasmessa fron-
catori in possesso di palla (posta alle spalle) nuove. • Palloni di gomma colorati
devono trasmettere la palla talmente e radente al suolo.
• tiro in porta con il piede Vince chi effettua per primo e di varie misure
ai compagni posti fuori del meno abile varianti
quadrato più grande, oltre due giri completi.
• con goal in meta
• Palloni in cuoio
• tiro con palloni di diversa
la zona neutra (zona com- peso e misura • solo in possesso palla • Porte ridotte
presa fra i due quadrati). varianti
• i giri devono essere effet-
• con 4 porte • Porte bifrontali
Chi passa la palla va a sosti-
tuire il compagno liberato. tuati nei due sensi • Paletti e coni colorati
• passaggi effettuati con
varianti entrambi i piedi
• passaggio effettuato con • al segnale dell’istruttore
diverse parti del piede (visivo o acustico) cambia
la direzione dei passaggi “Da un bambino ad un
• i compagni in attesa fuori
del quadrato possono adulto: non dimenticare
muoversi su un qualsiasi lato che mi piace molto fare
• gioco-gara: vince chi libe- esperimenti, imparo
ra più giocatori. da questi per cui ti prego
di sopportarli”
l'Erbavoglio
CATEGORIA ESORDIENTI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 6


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• L’aspetto tattico ha una
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
60
prevalente percentuale nel- • TECNICO COORDINATIVO:
l’organizzazione didattica, colpo di testa
50
perché si vuole approfondi-
calciare a parabola per: cambio
re la presa di posizione dei
vari giocatori sul campo nel
40 fronte/cross/inserimento laterale
modello di gioco 4-3-3, at- • TATTICO:
30
traverso l’utilizzo di situazioni
gioco a muro per: inserimento
di gioco che prevedono
20 attaccanti/contropiede
l’assenza della difesa o una
presenza semi-attiva di essa. presa di posizione modello di gioco 4-3-3
È importante che tutti i com- 10 cambio gioco: lato debole/in profondità
ponenti della squadra, at- 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
• FISICO-MOTORIO:
traverso opportune rotazio-
ni, abbiano la possibilità di mobilità articolare
= Tecnico-Coordinativo
avere esperienze significati- = Tattico N° LEZIONI:
ve, relativamente ai vari = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
compiti del gioco. = Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:
• In questo mese si effettue-
ranno i test di valutazione Osservazioni:
per la verifica degli appren-
dimenti.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 6
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Inserimento in profondità • Mobilità articolare Successione della seduta:
• Colpo di testa e cross • Calcio tennis 10’

lezione 11
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA • Movimento degli • Esercizi di mobilità • Esercizi di mobilità articolare 10’
• Gioco calcio tennis 10’ attaccanti articolare con la palla10’ • “Controllo e finte” 15’
• Tecnica individuale SITUAZIONI DI GIOCO • I due crossatori 20’
“controllo e finte” 15’ • Passaggio in profondità 20’ • Passaggio in profondità 20’
• Sviluppo azione di
• Sviluppo azione
REGIME SITUATIVO contropiede 15’
(variabilità didattica) di contropiede 15’
GIOCHI PARTITA
• I due crossatori 20’ • Gioco libero 10’ • Gioco libero 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo • Coni
• superiorità con inserimento • resistenza generale con
• controllo della palla e finte laterale palla • Paletti
• tiro in porta

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60 50

40 50
40
40
30 30
30
20 20
20

10 10 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
controllo e i due crossatori passaggio in il contropiede modulo 6
finte Favorisce il colpo di te- profondità Schema d’azione chia-
Favorisce il controllo sen- sta in forma dinamica. Consente di stimolare ve per il contropiede. Obiettivo tecnico dominante:
sopercettivo e coordina- soluzioni di gioco in pro- Gioco a muro con at- COLPO DI TESTA IN SITUAZIONE DI

lezione 11: gioca in profondità e vai al cross


tivo attraverso esercizi di fondità, favorendo il rag- taccante centrale per GIOCO SEMPLIFICATA
tecnica individuale. giungimento di obiettivi stabilizzare le azioni d’at- Successione della seduta:
a carattere divergente. tacco e trovare così so- • Calcio tennis 10’
luzioni laterali o centrali. • Esercizi di mobilità
15 m
articolare 10’
• “Controllo e finte” 15’
• I due crossatori 20’
• Passaggio in profondità 20’
X6 • Sviluppo azione di
Simulando una situazione di
gioco, gli allievi, a turno, contropiede 15’
crossano con le mani men-
tre i compagni, attraverso • Gioco libero 10’
Ogni allievo controlla una dei movimenti coordinati, si Verifica degli apprendimenti
palla e senza opposizione liberano del difensore e van- tattici del periodo
Il confronto avviene tra due
esterna (attenzione interna) no alla conclusione di testa. squadre composte ciascu- Viene simulata una riparten-
cerca di risolvere le situazio- na da 5 o 6 giocatori. Obiet- za di contropiede. L’attac- Numero bambini:
ni tecniche proposte: varianti tivo del gioco è di fare goal,
- rullaggio con la pianta del
cante centrale inizialmente Durata: 100’
• cross effettuato con i piedi e per favorire gli inserimenti corre in avanti, poi si ferma,
piede • gioco effettuato con due laterali vengono conteggia- gioca a muro, fissando così Materiali:
- rullaggio per cambio di di- difensori ti 2 punti per ogni passaggio l’azione per un eventuale in-
rezione che avviene in una delle serimento centrale o latera-
• Delimitatori
- finta e spostamento della due zone poste nella zona le degli altri attaccanti. • Casacche
palla con l’esterno d’attacco di ciascuna
- finta e rientro con l’interno squadra. varianti
• Porte bifrontali
- finta a “forbice” e guida • inserimento centrale del- • Palloni n° 4
del piede opposto varianti l’attaccante
• il passaggio nella zona si • Nastro
varianti può effettuare con palla a • Coni
• stesso gioco con opposi- parabola
zione passiva di un avver- • Paletti
sario
• finalizzare i movimenti di
finta con un passaggio ad
un compagno
“I bambini imparano ciò che
vivono: se il bambino vive
nell'ostilità impara ad
aggredire, ma se vive nella
lealtà impara la giustizia”
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 6
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Marcamento/ • Mobilità articolare Successione della seduta:
• Calciare a parabola smarcamento • Calcio tennis 15’

lezione 12
SITUAZIONI DI GIOCO • Esercizi per la mobilità • Esercizi per la mobilità articolare10’
SOLLECITAZIONE PERCETTIVA • Presa di posizione articolare con la palla 10’ • Calcio a parabola 20’
• Calcio tennis 15’ modello di gioco 4-3-3 15’
• Gioco in • Gioco in superiorità/inferiorità
COMBINAZIONE DIDATTICA superiorità/inferiorità numerica 20’
• Calcio a parabola 20’ numerica 20’ • Presa di posizione 4-3-3 15’
- controllo e tiro GIOCHI PARTITA • Gioco tattico 9c9 10’
- cross e tiro • Gioco tattico 9c9 10’
(gioco a muro con inserimenti
• Gioco libero 10’
laterali)
Osservazioni: • Gioco libero 10’ Osservazioni: Numero bambini:
(verifica apprendimenti)
Durata: 100’
Osservazioni: Metodi
Varianti: Varianti:
Materiali:
Varianti: • Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo
• presa di posizione difensiva • resistenza generale con • Coni
• ricezione palla a parabola
• tiro in porta palla • Paletti

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60 60

40 50 50

40 40
30
30 30
20
20 20

10 10 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
calcio a gioco in presa di gioco tattico modulo 6
paraboia superiorità/ posizione nel 9c9
Calciare a parabola pie- inferiorità 4-3-3 Favorisce il ripasso di ele- Obiettivo tecnico dominante:
de destro/sinistro con pal- numerica Movimento dei giocatori menti tattici studiati in CALCIO A PARABOLA PALLA IN

lezione 12: il calcio a parabola


la in movimento. Fase di Ricerca di soluzioni valide coordinato tra i reparti precedenza ed ancora MOVIMENTO
regolazione della forma. in fase di possesso, ed in senza pressione dei di- in evoluzione (stabilizza- Successione della seduta:
fase di non possesso di fensori per l’acquisizione zione). In questo caso • Calcio tennis 15’
palla, per mezzo di una della presa di posizione e vengono sollecitati gli in- • Esercizi per la mobilità
mini-partita 7 contro 9. di schemi d’attacco nel serimenti laterali con articolare 10’
modello di gioco 4-3-3. conseguente cross e mo-
• Calcio a parabola 20’
vimento degli attaccanti
con palla in profondità.
• Gioco in superiorità/
B1 inferiorità numerica 20’
A • Presa di posizione 4-3-3 15’
B • Gioco tattico 9c9 10’
Gioco a muro con inserimenti
L’allievo –B- gioca a muro laterali
con -B’- e calcia a parabola • Gioco libero 10’
sopra il nastro con il piede si- Verifica degli apprendimenti
nistro. “A” si inserisce, arresta tattici del periodo
e tira in porta. Stessa cosa di Partita tra due squadre
seguito avviene a destra tra composte da 9 e da 7 gio- Presa di posizione nel model- Numero bambini:
gli allievi “C”, -C’- e –A’-. catori. Chi gioca in superiori- lo di gioco 4-3-3: ricerca di Durata: 100’
tà numerica deve segnare nuove soluzioni di gioco con
varianti ad una porta difesa da un
Partita 9c9, in cui i ragazzi Materiali:
difesa passiva o semi-attiva. debbono ricercare conti-
• variare l’altezza del nastro portiere. La squadra che L’opposizione difensiva co- • Delimitatori
nue soluzioni per il gioco in
• inserire un difensore che gioca in inferiorità numerica stringe gli attaccanti a trova- • Casacche
profondità per favorire gli in-
parte da dietro l’attaccan- segna in una porta senza re la soluzione idonea, verifi-
te e tenta di ostacolarlo (in portiere ma che presenta cando gli apprendimenti.
serimenti laterali ed il movi- • Porte bifrontali
mento degli attaccanti.
pressione) un’area di rigore dove nes- • Palloni n° 4
suno può entrare. varianti • Nastro
varianti
• spostare rapidamente la • goal valido se si è combi-
varianti palla in zone diverse e os- • Coni
nata un’azione di gioco a
• il goal realizzato dalla squa- servare l’esattezza della muro con l’azione del goal • Paletti
dra in inferiorità numerica, nuova posizione presa. • goal sempre validi, il goal
se viene segnato con tiro a
realizzato con l’azione di
parabola vale doppio.
gioco a muro vale doppio
“Da un bambino ad un
adulto: non essere incoerente;
questo mi sconcerta e mi
costringe a fare ogni sforzo
per la farla franca tutte le
volte che posso”
l'Erbavoglio
CATEGORIA PICCOLI AMICI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 6


RICORDATI CHE Grafico Mensile (fase) MESE DI:
• Il gioco-orologio (D’Ottavio S.,
“Giochi di confronto per lo svilup- 60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
po della rapidità tecnica nel cal-
cio” – Didattica del Movimento • TECNICO COORDINATIVO:
1989) consiste in una gara in cui 50
le squadre che si confrontano controllo tecnico in regime di rapidità
eseguono compiti diversi. Infatti 40
una o più squadre cercheranno • TATTICO:
di ottenere il maggior numero di capacità di tiro in situazioni di gara,
punti possibili, mentre una squa- 30
dra determinerà, attraverso l’e- capacità di ricezione in situazione di gara
secuzione di un altro esercizio, il
tempo disponibile. 20 • FISICO-MOTORIO:
• Gli esercizi di precisione vengono combinazione motoria, miglioramento
ora proposti con un tasso di diffi- 10
coltà maggiore, ed inseriti in si- coordinazione generale in regime di
tuazioni di gioco e gare che dan- 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. rapidità
no modo al bambino di speri-
mentare le abilità apprese.
= Tecnico-Coordinativo
• Nel caso in cui non tutti i bambini N° LEZIONI:
riescono a realizzare efficace- = Tattico
mente l'esercizio, è opportuno fa- = Giochi Collettivi e Situazioni di gioco N° SETTIMANE:
cilitare il compito proponendo = Gioco partita N° GARE/MANIFESTAZIONI:
apposite varianti che lo rendono = Fisico-Motorio
più semplice.
• Il “colpire” per “tirare” ed il “corre-
re” per “tirare”, sono obiettivi ri- Osservazioni:
cercati nei giochi – partita per fa-
vorire la realizzazione. Per esem-
pio l’utilizzo di “Porte grandissi-
me”, faciliterà tali apprendimenti.
• Al termine di questo periodo è
opportuno riproporre i test tecnici
per verificare gli apprendimenti
dei bambini e la validità del pro-
gramma didattico fin qui svolto.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 6
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Capacità di tiro in • Sviluppo capacità di Successione della seduta:
• Colpire la palla per GIOCO DI ATTIVAZIONE:
situazioni di gara controllo motorio

lezione 11
passare e per tirare • Porte grandissime 15’
• Correre per superare in
GIOCHI COLLETTIVI • Attività • Attività pre-acrobatica 15’
superiorità numerica
• Gara di tiri con auto- • Porte grandissime 15’ pre-acrobatica 15’ ATTIVITÀ A STAZIONI:
passaggio – gioco • 4 porte 15’
orologio 10’ SITUAZIONI DI E PARTITE • Il doganiere con tiro in porta 15’
• Il doganiere con tiro in • 4 porte 15’ • Gioco orologio - Gara di tiri
porta 15’ con auto-passaggio 15’
• Gioco libero 10’
GIOCO LIBERO
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: (gioco scelto dai bambini) 10’
Numero bambini:
Durata: 90’
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
• Palloni di gomma colorati e di
Altri obiettivi della seduta: varie misure
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Paletti
coordinativo • Ostacolini
• capacità di orientamento • rapidità
• guida della palla spazio-temporale • Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60 50
50 50
40
40 40
30
30 30

20 20
20

10 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
porte sviluppando in maniera
funzionale le abilità che
il doganiere gioco orologio- modulo 6
grandissime sta apprendendo e speri-
con tiro in porta gara di tiri con
Con questo gioco viene mentando ed è in conti- In questo gioco viene sol- auto- Obiettivo tecnico dominante:
sollecitata la capacità di nua ricerca di soluzioni ef- lecitata ulteriormente la passaggio TIRO IN PORTA

e tiriamo in porta
lezione 11: superiamo l’avversario
tiro in molteplici situazioni ficaci a compiti motori capacità di superare Attraverso questo gioco
di gioco e la sensibilità di conosciuti. In questo ca- l’avversario in situazioni
Successione della seduta:
vengono esercitate con-
controllo motorio nel ri- so, nel gioco partita con semplici e con forte supe- GIOCO DI ATTIVAZIONE:
temporaneamente le
cercare il tiro rasoterra 4 porte, si favorisce la fi- riorità numerica. A diffe- capacità di tiro e di gui-
• Porte grandissime 15’
nalizzazione in porta nelle renza di altre situazioni si- da della palla in pressio- • Attività pre-acrobatica 15’
fasi di attacco, attraverso mili incontrate preceden- ne temporale e la rapidi-
la presenza di maggiori ATTIVITÀ A STAZIONI:
temente, il difensore (do- tà di movimento, solleci-
soluzioni di attacco (nu- ganiere) si trova ora in
• 4 porte 15’
tando il bambino a risol-
mero di porte e numero una zona con maggiori • Il doganiere con tiro
10 m vere un compito motorio
dei collaboratori) possibilità di movimento. in porta 15’
semplice con la massi-
ma rapidità e la massi- • Gioco orologio - Gara di
ma precisione possibile. tiri con auto-passaggio 10’
15 m
GIOCO LIBERO
Due squadre, composte
(gioco scelto dai bambini) 10’
ciascuna da 4 giocatori, si
confrontano in uno spazio di 8m
mt. 15x10. Obiettivo del gio-
Numero bambini:
co consiste nel realizzare il Durata: 80’
maggior numero di goal nel-
le porte larghe quanto la Materiali:
larghezza del campo e deli- Il gioco consiste in un con- • Birilli colorati
Tre bambini guidano la palla
mitate da birilli. Goal valido fronto tra due squadre in cui
se l’altezza del tiro non su- ciascuna squadra ha a dis-
per superare un difensore (il • Evidenziatori
doganiere) posto in una zo-
pera quella del birillo. posizione due porte per na delimitata. Una volta su- Due squadre si confrontano • Palloni di gomma colorati
realizzare i goal, ma anche perato il doganiere i bambini in un gioco-orologio. Mentre e di varie misure
varianti due porte da difendere... una squadra effettua dei tiri
tirano in una porta difesa dal • Paletti
• tiro preceduto da numero vince chi fa il maggior nu- in porta dopo aver effettuato
portiere. Al termine dell’azio-
prefissato di passaggi mero di goal. ne partono altri 3 bambini. un autopassaggio nel qua- • Ostacolini
• variare le dimensioni del drato, l’altra squadra deter-
pallone di gioco
• Casacche colorate
varianti varianti mina la durata del gioco gui-
• possibilità di tiro dopo aver • variazione della dimensione dando la palla attorno ad un
• variare il numero dei gio-
superato la linea di metà delle porte, della loro forma quadrato di mt. 8 per lato.
catori che partono in si-
campo e del loro posizionamento multanea
• assegnare punteggi diversi varianti
ad ogni porta
• variare lo spazio d’azione “I bambini che si trovano in
del difensore e le possibilità • differenziare le forme di
partita a 4 • le porte vengono difese d’intervento del portiere autopassaggio condizione di svantaggio
da uno o da due portieri • inserimento di un disturba- sono prima di tutto bambini”
porte per squadra tore nell’orologio
UNICEF
Il bambino, a conclusio-
ne del secondo ciclo, sta
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 6
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Ricerca di soluzioni di • Sviluppo controllo Successione della seduta:
• Passaggio e ricezione gioco alternative: motorio in regime di GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 12
palla radente superare o collaborare rapidità • La Grande battaglia 10’
• Percorso motorio parallelo 5’
• Svuotiamo la nave 15’ GIOCHI COLLETTIVI • Percorso motorio • Attività di sensibilizzazione
• Gara dei triangoli 15’ • La grande battaglia 10’ parallelo 5’ on la palla 10’
• Gioco libero 10’ • Attività di sensibilizzazione ATTIVITÀ A STAZIONI:
SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE con la palla 10’ • Svuotiamo la nave 15’
• Segna e gioca 15’ • Gara dei triangoli 15’
• Segna e gioca 15’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: GIOCO LIBERO
(partita in spazi ridotti 3c3 o 4c4) 10’
Numero bambini:
Varianti: Varianti: Varianti: Durata: 80’
Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati e di
varie misure
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Paletti
coordinativo
• spostarsi per ricevere • Ostacolini
• tiro in porta
• Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60 60
50 50 50
40 40 40
30 30 30
20 20 20
10 10 10
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
la grande re!!! Il giocatore che invade
la metà campo avversaria
gara dei completare il compito
con successo viene in-
modulo 6
battaglia può essere catturato dagli triangoli dotto a spostarsi per rice-
avversari: chi viene toccato
Gioco propedeutico e al- dal difensore deve fermarsi e questo tipo di esercizio vere la palla ed aiutare il Obiettivo tecnico dominante:
ternativo alla partita, pre- mettersi seduto (o accoscia- stimola la capacità di compagno in difficoltà. PASSAGGIO E RICEZIONE

lezione 12: collabora e fai fare goal


senta le condizioni cogniti- to) ed aspettare di essere li- colpire la palla di preci-
berato da uno dei suoi com- sione in regime di rapi- Successione della seduta:
vo motorie di una gara ve-
pagni (basta un tocco...) per dità e sollecita il bam-
ra e propria, presentando tornare a giocare. Al termine GIOCO DI ATTIVAZIONE:
situazioni di gioco diverse di ogni azione (punto) i pallo- bino ad uno sposta- • La Grande battaglia 10’
che sollecitano il bambino ni vengono riposizionati nelle mento con la palla per 10 m
effettuare il successivo
• Percorso motorio parallelo 5’
a porre la massima atten- zone “franche” e si ricomin-
cia a giocare. passaggio (correre per • Attività di sensibilizzazione
zione alle varianti del gioco.
passare) con la palla 10’
3m
svuotiamo la 2m 15 m ATTIVITÀ A STAZIONI:
nave • Svuotiamo la nave 15’
3 bambini con una palla cia- • Gara dei triangoli 15’
Questo tipo di esercizio sol- scuno ed uno senza che si
30 m lecita la capacità di colpi- • Segna e gioca 15’
oppone in mezzo al campo,
re la palla per passare in in uno spazio di mt.15x10.
I bambini con la palla parto-
GIOCO LIBERO
regime di rapidità e preci- (partita in spazi ridotti 3c3
sione, in una situazione di no dalla linea di fondo cam-
po e dopo aver superato
o 4c4) 10’
50 m pressione temporale, sti- l’avversario, posto in uno Numero bambini:
molando forme di colla- spazio delimitato di 2 mt di
In uno spazio di gioco di me- borazione diverse (gioco profondità al centro del
Durata: 80’
In questo gioco si confronta-
tri 30x50, diviso a metà cam- di squadra). Altro elemen- campo, vanno a fare goal. Materiali:
no due squadre, composte
po da una linea ben definita to che viene sollecitato è Ciascuno di loro, dopo aver
(anche da delimitatori di
ciascuna da due giocatori. I
segnato, può andare ad • Birilli colorati
la ricezione della palla. due giocatori eseguono, in-
spazio), si dispongono 5 gio-
torno ad un triangolo, 10
aiutare il compagno che • Evidenziatori
catori per squadra. A fondo deve ancora superare l’av- • Palloni di gomma colorati
passaggi alternati ad una
campo vengono posizionati, versario. Il giocatore in diffi-
guida della palla nell’ango- e di varie misure
all’interno di un semicerchio, coltà in questo caso non è
lo libero. Chi finisce prima
due palloni (uno per ogni
vince un tiro di rigore.
obbligato a passare la pal- • Paletti
metà campo). I semicerchi (3 la, ma viene lasciato libero
metri di raggio) delimitano di scegliere se avvalersi del-
• Ostacolini
una zona “franca” in cui pos- la collaborazione del com- • Casacche colorate
sono entrare solamente gli segna e gioca pagno o se invece superare
attaccanti. Lo scopo del gio- l’avversario in dribbling, fa-
co consiste nel prendere la
Questo tipo di gioco vuo-
cendo salvi l’egocentrismo
palla posta nella zona franca le sollecitare il bambino a che ancora caratterizza
della metà campo avversa- riconoscere nel compa- questa età e le abilità tecni- “Ogni bambino ha diritto
ria e portarla, con le mani, il Il confronto avviene tra due gno di gioco un compa- che e di fantasia motoria
prima possibile nella propria. squadre che hanno il compito del bambino. Ricordiamoci
alla libertà ed i bambini
gno con cui collaborare
Chi riesce a portare la palla di portare i palloni dalla nave che il fatto di non passare la che vivono in libertà hanno
per raggiungere l’obietti-
per primo nella zona franca ai rispettivi magazzini attraver- palla al compagno che col- il dovere di non abusarne”
della propria metà campo so passaggi ai compagni posti vo preposto, che in que- labora non significa che il
conquista il punto. Ma atten- nella stazione successiva. Vin- sto caso è il goal. Inoltre i gioco sia stato risolto in ma- UNICEF
zione a non farsi acchiappa- ce chi raccoglie più palloni. bambino che riesce a niera non corretta...
CATEGORIA ESORDIENTI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 6


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
60
“esordienti” si orienta molto
bene nella porta, anche se • TECNICO COORDINATIVO:
le dimensioni sono eccessi- 50
intercettare palloni sollevati da terra con
ve (se si utilizzano le porte
azioni di tuffo e con fase di volo
regolamentari degli adulti). 40
colpire di pugno palloni spioventi dalle
• Bisogna considerare il grup- 30 zone centrali
po dei portieri come un rilanci con i piedi dopo retropassaggio
gruppo di tipo “aperto”.
20 • TATTICO:
Questo significa che tutti i
bambini dovrebbero speri- posizionarsi su calcio di rigore
mentare le diverse sensazio- 10
ni psicologiche e tecniche 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
• FISICO-MOTORIO:
che si verificano giocando psicomotorio – percorsi misti
in porta.
= Tecnico-Coordinativo N° LEZIONI:
= Tattico
• Incoraggiare il portiere so- N° SETTIMANE:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
prattutto quando “prende” N° GARE/MANIFESTAZIONI:
un goal. = Gioco partita
= Fisico-Motorio

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 6
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Posizionarsi in una • Preacrobatica Successione della seduta:
• Lanciare, colpire situazione stabile (rigore) • Calcio tennis 15’

lezione 6
e instabile (azione) • Esercizi di coordinazione • Esercizi di coordinazione
• Calcio tennis 15’ • Reagire prontamente a con la palla 15’ con la palla 15’
• Calcia e lancia segnali visivi • Calcia e lancia la palla
• Esercizi di coordinazione
la palla con le mani 20’ SITUAZIONI DI GIOCO oculo/manuale, con le mani 20’
• Colpisci il colore e para15’ proposti dall’istruttore. • Colpisci il colore e para 15’
• Gara di calci di rigore 15’ • Gara di rigori 15’
GIOCHI PARTITA
• Partita libera 20’ PARTITA LIBERA 20’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:


Durata: 100’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
Altri obiettivi della seduta: • Evidenziatori
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Materassino
coordinativo • Casacche
• reagire ad un segnale visivo • capacità di ritmizzazione
• intercettare • Porte bifrontali

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 60
50

40 50
40
40
30
30
30
20
20 20

10 10
10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
calcia e lancia colpisci il gara di calci modulo 6
la palla con le colore e para di rigore
mani Viene sollecitata la vista Con questo esercizio si Obiettivo tecnico dominante:
Con questa proposta vie- periferica, migliorando pone attenzione nel cu- INTERCETTARE CALCI DI RIGORE (PIAZZAMENTO)

lezione 6: colpisci e para di rigore


ne sollecitata l’organizza- la discriminazione men- rare il piazzamento e l’in-
tale degli aspetti poco tervento nella situazione
Successione della seduta:
zione spazio-temporale
del ragazzo, migliorando determinanti, miglioran- di calcio di rigore. • Calcio tennis 15’
conseguentemente le do la rapidità nel pren- • Esercizi di coordinazione
qualità decisionali dere la corretta posizio- con la palla 15’
ne a difesa della porta, • Calcia e lancia la palla
in relazione alla prove- con le mani 20’
nienza della palla. • Colpisci il colore e para 15’
• Gara di rigori 15’
LUCA!

PARTITA LIBERA 20’

Gioco a confronto con due Numero bambini:


squadre, con calci di rigore.
Si tirano serie di 5 rigori per Durata: 100’
Ogni giocatore possiede un volta per ciascuna squadra
pallone ed effettua dei gesti Materiali:
tecnici liberamente. L’istrut- varianti • Palloni (di vari colori
tore chiama un allievo, il • partenza con spalle all’at-
quale dove si trova, dovrà Si pongono ai lati della por- e differenti dimensioni)
ta, precisamente all’altezza taccante, la partenza vie-
calciare o lanciare il pallone
del vertice dell’area del por- ne data in successione, • Coni
all’istruttore che, a sua volta,
lancerà la palla (alta, bassa, tiere, dei coni colorati. Il por- primo segnale per il portie- • Evidenziatori
tiere dovrà colpirne uno lan- re, secondo per l’attac-
con rimbalzo), permettendo cante
• Materassino
così all’allievo di intervenire. ciando la palla con le mani
o calciandola con i piedi. • Casacche
varianti Gli allievi che in quel mo- • Porte bifrontali
• gli allievi partiranno dalla mento ricoprono il ruolo di
posizione seduta attaccanti si accoppieran-
no con un colore. Tirerà in
porta l’allievo corrisponden-
te al cono abbattuto.

varianti “Da un bambino ad un adulto:


• si gioca con tre o più colori
• chi non calcerà in porta ef- non correggermi davanti agli altri,
fettuerà una finta di tiro presterò molta più attenzione
se parlerai tranquillamente
con me a quattr'occhi”
l'Erbavoglio
CATEGORIA PULCINI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 6


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
• Il portiere della categoria
“pulcini” su azione di retro-
60 • TECNICO COORDINATIVO:
passaggio volontario, dimo- presa del pallone alta, palmare a pollici
stra una maggiore sicurezza 50 indentro con fase di stacco
del controllo della palla, ma presa su tiri rasoterra con azione di tuffo
il rinvio non sarà in chiave 40
laterale
tattica, anzi cercherà di dis-
farsi del pallone il prima pos- colpire a mano aperta di pugno in zona
30
sibile. laterale con tuffo
20
lanciare dall’alto tipo bilanciere, con i piedi
• È opportuno svolgere il lavo-
dopo retropassaggio del compagno
ro fisico moderando le in-
tensità degli esercizi e pro- 10 • TATTICO:
ponendo quindi sempre un 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. posizionarsi su calcio d’angolo
lavoro a carico naturale. Il
gioco deve comunque ca- • FISICO-MOTORIO:
ratterizzare l’”ambiente ” di- = Tecnico-Coordinativo abilità psico-motoria e preacrobatica
= Tattico N° LEZIONI:
dattico.
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° SETTIMANE:
= Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 6
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Piazzamento posizione • Preacrobatica Successione della seduta:
• Colpire con i piedi GIOCHI COLLETTIVI • Mobilità articolare • Libera il prigioniero 10’

lezione 6
• Esercizi di coordinazione • Esercizi di coordinazione
E SITUAZIONI DI GIOCO con la palla 10’
• L’intreccio 10’ con la palla 10’
• Libera il prigioniero 10’ • Esercizi di mobilità articolare
• Il battimuro 15’ esercizi di coordinazione
• Il doganiere 15’ oculo/manuale, proposti con la palla 5’
• 2c1 con portiere 10’ dall’istruttore. • Dai e segui 10’
(difensore all’interno dell’area • Esercizi di mobilità • Il battimuro 15’
di rigore)
articolare con la palla 5’ • Il doganiere 15’
GIOCHI PARTITA • 2c1 con portiere 10’
• Partita libera 15’
PARTITA LIBERA 15’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
Numero bambini:
Durata: 90’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
Altri obiettivi della seduta: • Evidenziatori
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Materassino
coordinativo • Casacche
• reagire ad un disturbo • ritmizzazione dei movimenti
• ricezione della palla
• Porte bifrontali
d’azione

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60 50
50 50
40
40 40
30
30 30

20 20 20

10 10 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
dai e segui il battimuro il doganiere modulo 6
Attraverso questo eserci- Con questo gioco si fa- La situazione di gioco
zio si favorisce il migliora- vorisce lo sviluppo della proposta tende a miglio- Obiettivo tecnico dominante:
mento del controllo del- capacità di reazione e rare la posizione, la lettu- INTERCETTARE CON TUFFO LATERALE

lezione 6: attento alla respinta


la palla con i piedi e si l’intercettamento della ra del gioco ed il tipo di
sollecita un maggiore palla intervento da effettuare. Successione della seduta:
senso di collaborazione
• Libera il prigioniero 10’
con i propri compagni.
• Esercizi di coordinazione
con la palla 10’
• Esercizi di mobilità articolare
con la palla 5’
• Dai e segui 10’
• Il battimuro 15’
• Il doganiere 15’
5m
• 2c1 con portiere 10’
Il gioco si svolge a coppie. Esercizio con tre allievi: un
Un allievo è posto frontal- attaccante, un portiere, e
Gli allievi si dispongono su
mente ad un muretto, tavo- un altro giocatore (opposi- PARTITA LIBERA 15’
la o altro, e difende una por- zione) che fa da disturbato-
due file ed effettuano una
serie di passaggi verso il
ta. Il secondo tirerà a sorpre- re, posto sulla linea, nello Numero bambini:
sa contro il muretto tentan- spazio o all’interno dell’a-
compagno di fronte. Una
do di fare goal. Vince chi rea. L’attaccante parte con
Durata: 90’
volta effettuato il passaggio,
realizza più reti. la palla, cercando di supe-
il bambino prosegue la cor-
rare il “doganiere” e conclu-
Materiali:
sa. Distanza tra le file circa 5- varianti • Palloni (di vari colori
dere a rete.
6 mt. • gioco a tre con due tirato- e differenti dimensioni)
ri che calceranno alterna-
varianti varianti • Coni
tivamente dopo essersi
• la serie di passaggi può • il disturbatore può realizza-
avvenire con varie modali-
messi d’accordo
re sulla respinta del portiere • Evidenziatori
• si lancia la palla con le
tà di lancio
mani
• una volta intercettata la • Materassino
• ci si dispone a “croce” (4 palla ci può essere un’a- • Casacche
file), cercando di evitare il zione di rimessa con il por-
contatto tra i palloni tiere, che ha svolto il ruolo • Porte bifrontali
di attaccante, difendere
una porta, distanza tra le
porte 10-15 metri.

“L’attività che caratterizza


le più giovani fasce d’età deve
essere svolta esaltando
essenzialmente il gioco.”
SGS
CATEGORIA PULCINI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 6


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• È il momento di favorire i pri-
mi principi di collaborazione
60 OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
sia in fase di non possesso • TECNICO COORDINATIVO:
50
che di possesso. Dobbiamo
ricordare che quando par- tiro in porta (palla frontale e in diagonale),
40
liamo di tattica ci riferiamo, trasmissione e ricezione laterale
soprattutto a questa età, a 30
quello che sottintende alla • TATTICO:
capacità di percezione, 20 smarcamento
analisi, elaborazione e strut-
turazione del movimento in 10 • FISICO-MOTORIO:
un ambiente variabile (la si- rapidità
tuazione). 0

1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. N° LEZIONI:


• Al fine di valutare i piccoli
calciatori, oltre i confronti- N° SETTIMANE:
= Tecnico-Coordinativo
partita, sarà bene verificare N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Tattico
anche il livello di apprendi-
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
mento di altre particolarità
= Gioco partita
tecniche.
= Fisico-Motorio

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 6
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Trasmissione, • Rapidità Successione della seduta:
• Sensibilizzazione con la smarcamento e ricezione • Mobilità articolare • Partita libera 10’

lezione 11
palla, ricevere e colpire • Esercizi di mobilità articolare
(tiro in porta) frontale GIOCHI COLLETTIVI • Esercizi di mobilità con la palla 5’
• Propedeutica ESITUAZIONI DI GIOCO articolare con la palla 5’ • Propedeutica al palleggio 15’
al palleggio 15’ • Quadrato • Staffetta: Navetta con • Gare a staffetta 10’
• Partita libera 10’ di smarcamento 10’ palla - 10+10 mt. 10’ ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Ricevi e fai goal 15’ (5 mt. guida della palla tra i
coni, 5 mt. sprint senza palla
• Quadrato di smarcamento 10’
• Passaggio a “livello” 10’ GIOCHI PARTITA e ritorno) • Passaggio a “livello” 10’
• Partita 5c5 20’ • Ricevi e fai goal 10’
• Partita 5c5 20’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
Numero bambini:
Durata: 90’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche colorate
• Palloni di gomma colorati
Altri obiettivi della seduta: e di varie misure
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Palloni in cuoio
coordinativo • miglioramento della disloca- • capacità di accelerazione • Porte ridotte
• didattica del tiro di collo zione in campo e decelerazione (cambio di • Porte bifrontali
piede ritmo) mobilità articolare • Paletti e coni colorati

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60
50
50 50
40 40
40
30
30 30
20
20 10 20
10 0
10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
propedeutica ricevi e fai goal quadrato di passaggio a modulo 6
al palleggio Sviluppo del calciare di smarcamento “livello”
Il bambino sensibilizza la collo piede in ambiente Il bambino inizia a per- Consolidamento del Obiettivo tecnico dominante:
coordinazione in equili- stabile e sviluppo della ri- cepire che lo smarca- passaggio d’interno pie- RICEZIONE

lezione 11: affidati al compagno


brio monopodalico, mi- cezione orientata. mento è un concetto de, sviluppo della rice- Successione della seduta:
gliorando la tecnica di tattico importante per zione e consolidamento • Partita libera 10’
base. sviluppare il principio di della visione periferica. • Esercizi di mobilità articolare
collaborazione. con la palla 5’
3
• Propedeutica
al palleggio 15’
2 • Gare a staffetta 10’
ATTIVITÀ A STAZIONI:
A 1 B • Quadrato di
smarcamento 10’
Il bambino riceve la palla • Passaggio a “livello” 10’
da un compagno, la con- • Ricevi e fai goal 10’
duce e tira nella porta di
Attraverso l’utilizzo di palloni collo piede senza il portiere. 4 giocatori sono divisi a cop- • Partita 5c5 20’
di diverse dimensioni, peso e Vince chi realizza il maggior 3 bambini sono disposti agli pie. 2 si passano semplice-
materiale, vengono stimola- mente la palla tra loro, gli al- Numero bambini:
numero di goal. angoli di un quadrato con
ti i bambini ad effettuare un pallone a disposizione. Il tri 2 hanno un pallone cia- Durata: 90’
svariate forme di palleggio gioco consiste nel dare al scuno che conducono intor-
(aereo e non), utilizzando in
varianti
no al cono posto dalla loro
Materiali:
• i tiri vengono effettuati possessore di palla 2 possibi-
particolare i suggerimenti con entrambi i piedi li soluzioni per effettuare il parte dello spazio di gioco • Delimitatori
proposti dagli stessi bambini. • la porta viene difesa da un passaggio (radente e verti- fino al raggiungimento della • Casacche colorate
portiere cale) al di fuori del quadra- linea dalla quale effettuare
varianti il passaggio al compagno e • Palloni di gomma colorati
• si utilizzano palloni di peso to. Pertanto i bambini ven-
• con il solo piede dominante e dimensioni diverse gono indotti a “spostarsi” ricevere la palla. Evitare di e di varie misure
• alternando l’utilizzo dei per ricevere. essere intercettati dall’altro • Palloni in cuoio
due piedi pallone.
• dopo un rimbalzo della varianti
• Porte ridotte
palla a terra • il passaggio e/o la ricezio- varianti • Porte bifrontali
ne vengono effettuati con • passaggio effettuato con
diverse parti del piede
• Paletti e coni colorati
le diverse parti del piede
• al centro del quadrato si • il pallone viene ricevuto,
trova un difensore che ten- arrestato e trasmesso do-
ta di intercettare il pallone. po aver effettuato il giro
• il passaggio può essere intorno al birillo senza palla
• gioco-gara: vince chi effet-
“I bambini imparano ciò
fatto in diagonale
tua il maggior numero di che vivono: se il bambino
passaggi e di arresti corretti viene criticato impara
a condannare, ma se vive
nell'incoraggiamento
impara la fiducia”
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 6
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Smarcamento • Mobilità articolare Successione della seduta:
• Propedeutica • Esercizi di mobilità • Gioco dei colori 15’

lezione 12
al palleggio 10’ GIOCHI COLLETTIVI • Esercizi di mobilità articolare con
articolare con la palla 5’
• Partita libera 10’ ESITUAZIONI DI GIOCO la palla 5’
• Ricevi e fai goal • Quadrato di smarcamento • Propedeutica al palleggio 10’
“all’angoletto” 15’ con difensore 10’ • Partita libera 10’
(passaggio anche diagonale)
• Doganiere 2c1 10’ ATTIVITÀ A STAZIONI:
(difensore in zona)
• Quadrato di smarcamento 10’
GIOCHI PARTITA • Doganiere 2c1 10’
• Gioco dei colori 15’
(con le mani) ATTIVITÀ A STAZIONI:
Osservazioni: • La partita dei ruoli fissi 15’ Osservazioni: • Ricevi e fai goal 2all’angoletto”15’
• La partita dei ruoli fissi 15’
Osservazioni:
Numero bambini:
Varianti: Varianti:
Durata: 90’
Varianti:
Materiali:
• Delimitatori
Altri obiettivi della seduta: • Casacche colorate
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Palloni in cuoio
coordinativo • Porte ridotte
• miglioramento della disloca- • capacità di accelerazione
• didattica del tiro di collo • Coni colorati
zione in campo e del princi- e decelerazione( cambio di
piede e ricezione orientata pio di collaborazione ritmo) mobilità articolare • Paletti

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60 60

50 50
50
40 40
40
30 30
30 20
20
20 10 10

10 0 0

4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


gioco dei propedeutica ricevi e fai la partita dei modulo 6
colori al palleggio goal ruoli fissi
Favorisce lo sviluppo del-
Il bambino sensibilizza la “all’angoletto” Favorire la fase di colla- Obiettivo tecnico dominante:
l’orientamento nello
coordinazione in equili- Sviluppo del calciare borazione offensiva con SMARCAMENTO

lezione 12: impara a palleggiare


spazio libero e comuni-
brio monopodalico, mi- orientato( visione perife- più soluzioni di passag- Successione della seduta:
cazione visiva.
gliorando la tecnica di rica) di collo piede e gio.In fase di non posses- • Gioco dei colori 15’
base. consolidamento della ri- so sviluppo della colla- • Esercizi di mobilità
cezione orientata. borazione in inferiorità articolare con la palla 5’
numerica • Propedeutica
al palleggio 10’
• Partita libera 10’
ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Quadrato
di smarcamento 10’
• Docaniere 2c1 10’
Un gruppo di bambini viene ATTIVITÀ A STAZIONI:
suddiviso in 3 o 4 colori (2 • Ricevi e fai goal
per colore). La palla dovrà Attraverso l’utilizzo di palloni “all’angoletto” 15’
essere passata con le mani di diverse dimensioni, peso e
materiale, vengono stimola-
il bambino riceve la palla da • La partita dei ruoli fissi 15’
ad uno dei compagni di co- un compagno, la conduce Due squadre si confrontano
lore diverso ti i bambini ad effettuare dietro al cono e tira nella Numero bambini:
5c5 in un campo di dimen-
svariate forme di palleggio
(aereo e non), utilizzando in
porta in diagonale di collo sioni ridotte senza portiere e Durata: 90’
varianti piede senza il portiere, con il con l’utilizzo di porticina. Le
• passaggi effettuati utiliz- particolare i suggerimenti sx verso la dx della porta e Materiali:
squadre sono divise in 3 at-
zando i piedi proposti dagli stessi bambini. viceversa. Vince chi realizza taccanti e 2 difensori a cui • Delimitatori
• 2 squadre, passaggio ai il maggior numero di goal.
compagni dello stesso co- varianti
non è possibile superare la li- • Casacche colorate
nea di metà campo. In que- • Palloni di gomma colorati
lore. Chi riceve la palla si • palleggio coscia , piede varianti sto modo si creeranno situa-
deve fermare • due con il sx e due con il dx • i tiri vengono effettuati zioni di 3 contro 2.
e di varie misure
• gioco-gara: vince chi ef- con diverse parti del piede • Palloni in cuoio
fettua il maggior numero • la porta viene difesa da un varianti • Porte ridotte
di passaggi portiere • 4c4, il difensore che passa la • Porte bifrontali
• il bambino che effettua il palla all’attaccante può su- • Paletti e coni colorati
tiro in porta riceve con le perare la metà campo e
spalle alla porta giocare 3c2 in attacco. Al
termine dell’azione si ritorna “Da un bambino ad un
nelle posizioni iniziali adulto: non usare la forza
• il difensore che passa la
palla può superare la me- con me; questo mi
tà campo e determinare insegnerebbe che la
una doppia superiorità nu- potenza è tutto ciò che
merica (4c2)
• nel 4c4 in situazione di at- conta, sarò più disponibile
tacco i difensori possono ad essere guidato”
superare entrambi la metà l'Erbavoglio
campo (4c2)
CATEGORIA ESORDIENTI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 7


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Dopo aver lavorato nei pe-
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
50
riodi precedenti per stabiliz- • TECNICO COORDINATIVO:
zare l’abilità tecnica del calciare a parabola destro e sinistro
calciare a parabola, in que- 40
ricezione e tiro
sto periodo vogliamo verifi-
care se questa abilità si tra- • TATTICO:
30
sforma in una abilità tattica. possesso palla allargamento del fronte del
Il gioco “supera il castello”
gioco
stimola lo spostamento del- 20
cambio lato attivo/passivo
la palla per cambiare lato
del gioco imprimendo una • FISICO-MOTORIO:
traiettoria a parabola. L’uso 10
coordinazione neuromuscolare
del nastro, oltre che di sem- 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
potenziamento muscolare a carico naturale
plice utilizzo, è risultato basi-
lare in funzione didattica. = Tecnico-Coordinativo N° LEZIONI:
= Tattico N° SETTIMANE:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Gioco partita
= Fisico-Motorio

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 7
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Gioco a muro, cambio di • Potenziamento Successione della seduta:
• Calcio a parabola con gioco con palla a muscolare a carico • Calcio tennis 15’

lezione 13
palla in movimento per parabola naturale • Funicella-balzi 20’
ricezione e tiro • Salti in coordinazione
SITUAZIONI DIGIOCO • Calcio sopra il nastro 20’
• Percezione della con la funicella 20’
traiettoria della palla • Supera il castello • Supera il castello 25’
(almeno 6 contro 6) 25’ (10’+10’) • Partita a tema 10’
in arrivo alternato a
• Calcio tennis 15’ GIOCHI PARTITA • Gioco libero 10’
• Step e over per pliometria
• Calciare sopra • Partita a tema 10’ (effettuare fase di
il nastro 20’ • Gioco libero 10’ allungamento muscolare)

Numero bambini:
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Durata: 100’
Metodi

Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:


• Delimitatori
• Casacche
• Porte bifrontali
Altri obiettivi della seduta: • Palloni n° 4
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Nastro
coordinativo • Coni
• inserimento laterale e cross • coordinazione neuro-motoria
• ricezione a parabola e tiro
• Paletti
in porta

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 50 50
50
40
40
40
30 30
20
20 30
10
0 10 20
7° mese 8° mese 9° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
calcio tennis al step e over per calcio a supera il modulo 7
volo pliometria parabola per castello
Sviluppa l’abilità di cal- Con questo tipo di eser- ricezione e tiro Consente di indurre i gio- Obiettivo tecnico dominante:
ciare al volo e sollecita cizi sollecitiamo il coordi- Favorisce l’apprendi- catori ad allargare il fron- CALCIARE A PARABOLA

lezione 13: gioca a parabola e cambia gioco


la sensibilità propriocetti- namento neuromuscola- mento dell’abilità di ef- te del gioco (obiettivo di- Successione della seduta:
va nella regolazione del re e sviluppiamo il poten- fettuare il cross d’interno vergente) con cambio di • Calcio tennis 15’
grado di forza impiegata ziamento muscolare a collo a parabola. L’at- gioco effettuato con pal- • Funicella-balzi 20’
nel gesto. carico naturale. taccante viene anche la a parabola. • Calcio sopra il nastro 20’
sollecitato a migliorare la • Supera il castello 25’
ricezione della palla alta
• Partita a tema 10’
per effettuare il tiro in Gioco a muro, cambio gioco
porta. Si calcia con en- con inserimento dei laterali
trambi i piedi. • Gioco libero 10’
Verifica degli apprendimenti
del periodo
Numero bambini:
Durata: 100’
B
Il gioco si svolge come nelle Posizionare una serie di step Il gioco si realizza con un Materiali:
precedenti lezioni, con la (gradini) ed over (ostacoli confronto tra due squadre, • Delimitatori
variante che dopo il primo bassi) come in figura. Quindi, ogni squadra è composta
rimbalzo si eseguono 3 colpi salire sullo step (gradino), la- C da 6 giocatori e difende 2 • Casacche
al volo. Ogni colpo deve es- sciarsi cadere ed elastica- A porte. I punti possono essere • Porte bifrontali
sere effettuato da un gioca- mente reagire per superare realizzati con un goal nelle
tore diverso. La battuta do- l’over (ostacolo basso). Dopo porticine oppure scaval- • Palloni n° 4
Esercitazione con tre allievi,
vrà essere semplice, altri- l’ultimo ostacolino è posizio- in cui il giocatore “A” passa cando il castello con un cal- • Nastro
menti viene ripetuta. Ad nato un pallone per effettua- la palla in diagonale a “B” cio a parabola. In questo
ogni cambio di palla avvie- re, in forma rapida, un 1 con- caso vengono assegnati 2 • Coni
che a sua volta simula un af-
ne una rotazione delle posi- tro 1 (difensore sulla linea). fondo e ripassa la palla ad punti (il castello è formato • Paletti
zioni (cambiando anche il “A” che si pone in sostegno. da 4 paletti uniti da un na-
giocatore che effettua la varianti stro). Il cambio gioco può • Mini-porte
A questo punto “A” effettua
battuta). • per stimolare il gioco 1c1 in un calcio a parabola essere effettuato anche ag- • Sagome
rapidità aggiungere un di- (cross), superando entrambi girando il castello.
varianti fensore che insegue • Funicelle
i nastri, facendo arrivare la
• calciare di interno piede palla a “C” che riceve e tira varianti
• calciare solo di piede de- in porta. • si può usare, al posto del
stro o solo piede sinistro castello, un muro di nastri
varianti posto in diagonale “Da un bambino ad un
• avvicinare/allontanare i adulto: non fare promesse,
nastri dalla zona del cross potresti non essere in grado
di mantenerle. Questo
farebbe diminuire la mia
fiducia in te.”
L'Erbavoglio
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 7
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Passaggio nello spazio • Coordinazione Successione della seduta:
• Calcio con il collo piede, vuoto neuro-muscolare • Calcio tennis 10’

lezione 14
palla in movimento • Potenziamento • Funicella 20’
SITUAZIONI DI GIOCO muscolare a carico • Dai e vai con tiro in porta 25’
• Calcio tennis (torneo) 10’ • Attento al lancio in naturale • Gioco in profondità 25’
profondità! 25’ • Partita a tema 10’
• Tiro in porta, • Traslocazioni e balzi con • Gioco libero 10’
combinazione a 2, GIOCHI PARTITA l’uso della funicella 20’
dai e vai 25’ • Partita a tema 10’ Numero bambini:
• Gioco libero 10’ Durata: 100’
Metodi
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
Materiali:
• Delimitatori
Varianti: Varianti: Varianti: • Casacche
• Porte bifrontali
• Palloni n° 4
• Nastro
Altri obiettivi della seduta: • Coni
• Paletti
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Mini-porte
coordinativo
• attenzione alla linea del • resistenza e rapidità • Sagome
• colpire al volo
fuorigioco • Funicelle

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 50 50
50
40
40 40
30 30
20 30
20
10
0 10 20
7° mese 8° mese 9° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
calcio tennis al tiro in porta con gioco in partita a tema modulo 7
volo “dai e vai” profondità - ricerca del
Calciare al volo e ricer- Tiro in porta con il collo Studio attivo della linea gioco in Obiettivo tecnico dominante:
ca della sensibilità neu- del piede destro/sinistro di fuorigioco, possesso profondità TIRO IN PORTA CON PALLA

lezione 14: il’incrocio degli attaccanti


ro-muscolare. Sollecita- di potenza e con preci- palla e verticalizzazione. Con questo tipo di parti- IN MOVIMENTO
zione sensopercettiva. sione con palla in movi- Movimento ad “incro- ta sollecitiamo la ricerca Successione della seduta:
mento cio” degli attaccanti. del gioco in profondità, • Calcio tennis 10’
verificando gli apprendi- • Funicella 20’
menti acquisiti. • Dai e vai con tiro
10 m
in porta 25’
• Gioco in profondità 25’
30 m • Partita a tema 10’
• Gioco libero 10’
D B Verifica degli apprendimenti
10 m
C A
50 m 45 m Numero bambini:
Il gioco si svolge come nelle
precedenti lezioni, con la Il gioco viene effettuato a L’esercizio proposto consiste
Durata: 100’
variante che dopo il primo coppie con i giocatori posi- in una situazione di gioco 60 m
rimbalzo si eseguono 3 colpi zionati come in figura. semplice in cui due squa- Materiali:
al volo. Ogni colpo deve es- Il giocatore “A” passa la pal- dre, composte da 6 gioca- Partita 9c9 in uno spazio di • Nastro
sere effettuato da un gioca- la a “B”, il quale effettua tori ciascuna, si confrontano gioco di mt. 45x60 con tema
tore diverso. La battuta do- tattico, in cui bisogna trova- • Casacche
una sponda interna verso in un campo di mt. 50x30.
vrà essere semplice, altri- “A” che ha seguito l’azione Viene segnata una linea re continue soluzioni per il • Palloni n° 4
menti viene ripetuta. Ad e va’ al tiro (interno collo). parallela alla linea di fondo- gioco in profondità.. • Paletti
ogni cambio di palla avvie- Eseguire l’esercizio da en- campo e distante da essa
ne una rotazione delle posi- trambi i lati. 10 mt., creando così due varianti • Delimitatori
zioni (cambiando anche il “zone franche” dove può • limitare il numero di tocchi • Coni
giocatore che effettua la varianti sostare solo il portiere o un (es. 2 o 3) per velocizzare
battuta). la ricerca di soluzioni (ela-
• Mini-porte
• “D” riceve ed esegue uno attaccante che entra nella
stop a seguire verso l’ester- zona per ricevere un pas- borazione mentale e rapi- • Funicelle
varianti no e chiude il “dai e vai” al- saggio in profondità. Il tiro dità di esecuzione) • Porte bifrontali
• calciare di interno piede l’interno per “C”, che effet- conclusivo dovrà essere ef- • il goal realizzato con il te-
• calciare solo di piede de- ma tattico proposto vale • Sagome
tua il tiro in porta (vedi dise- fettuato di prima intenzione.
stro o solo piede sinistro gno a sinistra). doppio
varianti
• la linea dei 10 metri vale
anche come linea di fuori-
gioco
“Sei un buon allenatore
se: ti impegni nel prevenire
l'abbandono dei tuoi
ragazzi allo sport
e fai giocare tutti”
SGS
CATEGORIA PICCOLI AMICI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 7


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Durante il periodo della OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
80
Scuola Calcio è opportuno
che i bambini abbiano la 70 • TECNICO COORDINATIVO:
possibilità di confrontarsi con 60 correre e spostarsi preceduto e seguito da
i propri coetanei delle altre
50 altre forme di movimento (capacità di
Scuole di Calcio, incontran-
dosi nelle varie Feste e Mani- combinazione)
40
festazioni organizzate dai • TATTICO:
30
Comitati Provinciali o, priva-
capacità di controllo della palla, capacità di
tamente, dalle Società. L’at- 20
tività proposta in queste Ma- spostamento per effettuare combinazioni
10
nifestazioni dovrà essere co- tecniche in situazioni di gioco
munque sempre varia, con 0
la possibilità di sperimentare • FISICO-MOTORIO:
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
il gioco attraverso una mol- combinazione motoria, miglioramento
teplicità di proposte. coordinazione generale in regime di velocità
= Tecnico-Coordinativo
= Tattico N° LEZIONI:
• In questo nuovo ciclo il bam-
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
bino si dovrà relazionare N° SETTIMANE:
sempre di più con i compa- = Gioco partita
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:
gni giocando con gli altri e
sperimentando nuove forme
di collaborazione. Sarà bene Osservazioni:
controllare l’evoluzione della
fase egocentrica verso il de-
centramento, rispettando i
tempi di apprendimento di
ciascuno.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 7
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Sviluppo della capacità di • Mobilità articolare Successione della seduta:
• Capacità di risolvere situazioni di gioco GIOCO DI ATTIVAZIONE:

lezione 13
ricevere/afferrare in in collaborazione (con • Attività di sensibilizzazione • Porte grandissime 10’
giochi semplici superiorità numerica) e controllo motorio • Attività di sensibilizzazione e
• Palla rilanciata 15’ con la palla 5’ controllo motorio con la palla 5’
• Ferma la palla 15’ GIOCHI COLLETTIVI
• Gioco libero 10’ ATTIVITÀ A STAZIONI:
SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE
• Quadrato di • Quadrato di smarcamento 15’
• Porte grandissime 10’
smarcamento 15’ • Ferma la palla 15’
• Mini partite
• Palla rilanciata 15’
3 contro 2 10’
• Mini partite 3 contro 2 10’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: GIOCO LIBERO
(partite in spazi ridotti 3c3 o 4c4) 10’
Numero bambini:
Varianti: Varianti: Varianti:
Durata: 80’
Materiali:
• Birilli colorati
• Evidenziatori
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati e di
Tecnico Tattico Fisico-Motorio varie misure
coordinativo • Paletti
• lanciare/tirare, ricevere • capacità di gestire lo spazio • rapidità • Ostacolini
per passare in relazione all’avversario • Casacche colorate

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 80
70 70
50
60 60
40 50
50
30 40 40
30 30
20
20 20
10 10
10
0 0 0

1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


qudrato di ferma la palla palla rilanciata mini partite 3c2 modulo 7
smarcamento Questo tipo di gioco fa- Questo tipo di gioco fa- Ci troviamo ora in una si-
E’ una situazione di gioco vorisce l’acquisizione di vorisce nel bambino l’as- tuazione leggermente
in cui viene sollecitato lo informazioni sensoper- sunzione di informazioni più complessa degli altri Obiettivo tecnico dominante:
cettive relative allo spo- sensopercettive che gli tipi di gioco partita af- PASSAGGIO E RICEZIONE
smarcamento del gioca-

lezione 13: rigiochiamocela con l’avversario


tore lontano dalla palla starsi per intercettare la consentono di muoversi frontati nelle precedenti Successione della seduta:
(spostarsi per ricevere). In- palla proveniente da per intercettare la palla, lezioni. In questo caso la GIOCO DI ATTIVAZIONE:
fatti il bambino che non una posizione frontale, avendo a disposizione squadra in superiorità • Porte grandissime 10’
ha la palla, volendo parte- radente al terreno, solle- degli elementi spaziali e numerica è sollecitata a • Attività di sensibilizzazione
cipare al gioco, dovrà po- citando un’organizzazio- temporali che ne facili- collaborare per guada-
ne spazio-temporale tano il compito, come la gnare il tiro di rigore, ri-
e controllo motorio con la
sizionarsi su uno degli an-
goli liberi del quadrato. adeguata in relazione parabola della palla (più conoscendo nel com- palla 5’
Viene inoltre sollecitata la alla distanza ed alla ve- è alta, maggiore sarà il pagno quel collaborato- ATTIVITÀ A STAZIONI:
precisione del passaggio locità della palla. tempo di valutazione), la re che in altre situazioni • Quadrato di
(e quindi anche della rice- frontalità dell’azione (ha non vedeva. I bambini smarcamento 15’
zione) in quanto l’avversa- la possibilità di avere della squadra in inferiori- • Ferma la palla 15’
rio che è dentro il quadra- una visuale di ampio tà numerica sono solleci-
6m 8m • Palla rilanciata 15’
to potrebbe intercettare raggio d’azione), ecc. tati a spostarsi per inter-
cettare e per contrasta- • Mini partite 3 contro 2 10’
la palla con un piede
(spostarsi per intercettare). re, per concludere in GIOCO LIBERO
porta (capacità di tiro in (partite in spazi ridotti
3c3 o 4c4) 10’
situazione di gara)
5m Numero bambini:
Durata: 80’
Materiali:
Un giocatore posto all’inter-
1,5 m • Birilli colorati
no di un quadrato di 6 mt. di
lato deve cercare di ferma- 10 m • Evidenziatori
re i palloni lanciati dal com- • Palloni di gomma colorati
pagno, posto a 8 mt di di-
stanza, all’interno dello stes- Il gioco consiste nel lanciare e di varie misure
so quadrato. la palla con le mani nel • Paletti
Dopo cinque tentativi si campo avversario, cercan-
I tre giocatori esterni si passa-
do di farla cadere a terra
• Ostacolini
no la palla al di fuori del qua- conta il numero di passaggi
effettivamente fermati. senza che nessun giocatore • Casacche colorate
drato. Il giocatore in possesso I bambini si sfidano in gare
avversario la intercetti. Il gio-
palla deve avere sempre di 3 contro 2. I 3 compagni
varianti co si svolge in uno spazio di
due soluzioni di passaggio la- per segnare devono fare 4
• lancio della palla a para- mt. 10x5 in cui si confronta-
terali, affinché ciò avvenga il passaggi dopodiché posso-
bola no 4 o 6 bambini, divisi in
giocatore che si trova all’an- no tirare un calcio di rigore.
• lancio di una palla alla due squadre (2c2 o 3c3). Il
golo opposto rispetto alla La squadra composta da 2 “Non si può essere bambini
volta campo di gioco è diviso, al
palla, dovrà sostarsi all’ango- giocatori può realizzare il
• lancio di una palla alla vol- centro, da una rete o da un senza giocare, non si può
lo libero per ricevere la palla. goal nella porta piccola.
ta in presenza di un avver- nastro che ne limitano l’al-
Il giocatore che riceve la pal-
sario posizionato davanti tezza a 1,50 mt. crescere senza giocare.”
la, dopo averla controllata,
la rigioca verso uno dei due al bambino UNICEF
compagni. Successivamente
si inserisce un difensore.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 7
coordinativo
Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Sapersi relazionare nel • Sviluppo capacità di Successione della seduta:
• Dalle condotte motorie GIOCO DI ATTIVAZIONE:
3c3: analisi e soluzione controllo motorio in

lezione 14
all’abilità tecnica: • Il guastafeste 15’
del compito in regime di rapidità
passaggio, ricezione e
collaborazione • Gare a staffetta in un percorso 5’
tiro (in presenza di
avversari) • Gare a staffetta in un ATTIVITÀ A STAZIONI:
GIOCHI COLLETTIVI
• Disturba il passaggio 15’ percorso 5’ • Disturba il passaggio 15’
• Il guastafeste 15’
• Gioco orologio: gira la • Gioco orologio 15’
palla e passa la palla e SITUAZIONI DI GIOCO E PARTITE
• 5 passaggi e palla in méta 15’
vai al tiro 15’ • 5 passaggi e palla in
• Gioco libero 15’ méta 15’ GIOCO LIBERO
(partite in spazi ridotti 3c3 o 4c4) 15’
Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni:
Numero bambini:
Durata: 90’
Varianti: Varianti: Varianti: Metodi
Materiali:

Altri obiettivi della seduta:


Tecnico Tattico Fisico-Motorio
coordinativo
• ricevere per passare e per • risoluzione di compiti motori in • rapidità
tirare relazione a nuovi elementi

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 80 60
50 70
50
60
40 40
50
30 40 30
20 30
20
20
10 10
10
0 0 0
1° mese 2° mese 3° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
il guastafeste due avversari, che, nello
stesso tempo, vengono
l’orologio che per il gio-
co che determina il pun-
ni vengono sollecitati a
ricercare la collabora-
modulo 7
Questo gioco consente sollecitati ad una preci- teggio, la guida della zione dei compagni, fa-
di migliorare il controllo sione del gesto tecnico. palla ed il tiro in porta. vorendo lo spostamento Obiettivo tecnico dominante:
della palla in situazione, dei bambini non in pos- PASSAGGIO E RICEZIONE

lezione 14: giochiamo insieme per fare goal


favorendo il dominio del- sesso di palla per riceve-
l’attrezzo e la protezione re (smarcamento) o per
Successione della seduta:
della palla. intercettare, e per effet- GIOCO DI ATTIVAZIONE:
tuare combinazioni mo- • Il guastafeste 15’
torie (ricevere e guidare • Gare a staffetta in un
in zona meta). Questa percorso 5’
volta il passaggio può
avvenire in movimento. ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Disturba il passaggio 15’
L’esercizio consiste nell’ef- Come negli altri giochi orolo-
• Gioco orologio 15’
fettuare una serie di passag- gio, l’attività prevede che un • 5 passaggi e palla
gi frontali ostacolati da un esercizio determini il tempo in meta 15’
avversario situato in una zo- (in questo caso il “Gira la pal-
na delimitata (quadrato). la”), mentre l’altro (“Passa la 20 m GIOCO LIBERO
Ciascun bambino guida una
Dopo un numero di passag- palla e vai al tiro”) il punteg- (partite in spazi ridotti
palla nello spazio delimitato
gi definito (es. 20) si effettua gio. Nell’orologio bisogna ef-
e, nello stesso tempo deve 3c3 o 4c4) 15’
la rotazione dei ruoli. fettuare 15 passaggi conse-
tentare di colpire la palla de-
cutivi corretti (la palla non
gli altri bambini per mandarla
varianti deve entrare nel quadrato),
25 m Numero bambini:
fuori dal campo di gioco, Durata: 80’
• aumenta il numero degli prima di determinare la fine
senza farsi colpire la propria. In un campo di dimensioni di
attaccanti del gioco avversario. Nello Materiali:
Si gioca a squadre: vince la mt. 25x20 si confrontano due
• aumenta il numero dei di- spazio di gioco avversario in-
squadra che resta in campo
fensori vece i bambini si dispongono
squadre di 3 elementi ciascu- • Birilli colorati
con più giocatori. na. Il gioco consiste nel realiz-
• difensore posto sulla linea in stazioni diverse e attraverso
zare il maggior numero di
• Evidenziatori
o nella zona il passaggio danno la possibi- • Palloni di gomma colorati
varianti mete possibili (linea di meta =
lità, al compagno che è si-
• variare le dimensioni della linea di fondo). Per realizzare e di varie misure
tuato ad una certa distanza
palla le méte però ciascuna squa-
• variare le dimensioni dello
gioco orologio: dalla porta, di condurre la
dra dovrà effettuare 5 pas- • Paletti
spazio di gioco “gira la palla” e palla e andare al tiro. La por-
ta è difesa da un portiere del-
saggi consecutivi con le ma- • Ostacolini
• variare il numero dei gua- “passa la palla la squadra avversaria. Vince
ni, mentre la méta dovrà es-
sere effettuata tramite con-
• Casacche colorate
stafeste
e vai al tiro” la squadra che realizza il
duzione della palla con i pie-
maggior numero di goal.
di. I passaggi possono essere
disturba il Questo gioco esercita
effettuati anche in movimen-
nel bambino un certo ti- varianti
passaggio po di pressione, indu- • un difensore ostacola il tiro
to, facendo attenzione alle “C'è sempre qualcuno che
seguenti regole: quando si
• un difensore ostacola i vorrebbe decidere chi può
Questo esercizio sollecita cendolo ad eseguire il passaggi
corre con la palla in mano bi-
nel bambino che difende compito tecnico con ra- sogna farla rimbalzare a terra fare una cosa e chi no. Tutti i
la capacità di spostarsi pidità e con la migliore (tipo basket, pallamano, bambini hanno diritto alle
per intercettare la palla precisione possibile. Ven- 5 passaggi ecc.); la palla può essere
stesse opportunità.”
conquistata solo tramite in-
(anticipazione) trasmessa gono sollecitati in questo palla in meta tercettamento (chi ha la pal- UNICEF
da una zona all’altra dai caso il passaggio, sia per In questo gioco i bambi- la non può essere toccato).
CATEGORIA ESORDIENTI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 7


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
50
“esordienti” non rimane a
lungo sulla linea di porta, se- • TECNICO COORDINATIVO:
gue l’azione più da vicino 40 intercettare:Con azione laterale di tuffo
(quando la palla è lontana).
staccato da terra.
• L’istruttore dei portieri do- colpire: di pugno palloni spioventi dalle
30
vrebbe essere possibilmente zone centrali.
un ex-portiere. lanciare: rilanci con i piedi su
20
retropassaggio con pressione spaziale.
• Il portiere è in genere l’ulti-
mo difensore, e spesso è • TATTICO:
chiamato a “coordinare” i 10
posizionarsi:dopo movimento acrobatico.
movimenti dei giocatori del 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
reparto difensivo. • FISICO-MOTORIO:
= Tecnico-Coordinativo Percorsi motori misti coordinativo-tecnici.
= Tattico
N° LEZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
= Gioco partita
N° SETTIMANE:
= Fisico-Motorio N° GARE/MANIFESTAZIONI:

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 7
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Posizione sui calci • Rapidità Successione della seduta:
• Respinte di pugno d’angolo • Mobilità articolare • Calcio tennis 15’

lezione 7
• Esercizi di mobilità articolare
• Calcio tennis 15’ SITUAZIONI DI GIOCO • Esercizi di mobilità con la palla 5’
• Attività di sensibilizzazione • Uscita tra gli ostacoli 20’ • Attività di sensibilizzazione
articolare con la palla 5’
con la palla 10’ • Intercetta in presa on la palla (a coppie, con palle alte) 10’
(a coppie, con palle alte) GIOCHI PARTITA
• Colpisci di pugno e fai dopo skipp 10’ • Uscita tra gli ostacoli 20’
• Autolancio del pallone20’ • Intercetta in presa dopo skipp 10’
goal (vedi lezione 3) 10’
• Partita libera 10’ • Autolancio del pallone 20’
• Colpisci di pugno e fai goal 10’

Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: PARTITA LIBERA 10’

Numero bambini:
Varianti: Varianti: Varianti: Durata: 100’
Materiali:
• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
Altri obiettivi della seduta: • Coni
• Evidenziatori
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Materassino
coordinativo • reagire ad un segnale visivo • capacità di combinazione • Casacche
• intercettare la palla motoria • Porte bifrontali

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


50 50 50

40 40 40

30 30 30

20 20 20

10 10 10
7° mese 8° mese 9° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
uscita tra gli intercettare in autolancio del modulo 7
ostacoli prresa dopo pallone
Con questo tipo di attivi- skipp Attraverso questo tipo di Obiettivo tecnico dominante:
tà sollecitiamo la coordi- Questa esercitazione esercizio miglioriamo la COLPIRE DI PUGNO

lezione 7: vola e colpisci di pugno


nazione spazio-tempora- consente di migliorare la respinta di pugno in una
le, con situazioni di diffi- situazione facilitata, e si
Successione della seduta:
presa dopo aver effet-
coltà parziale, inducen- tuato degli skipp o an- sollecita il portiere a • Calcio tennis 15’
do il portiere a scegliere dature, sollecitando il mantenere l’attenzione • Esercizi di mobilità articolare
modi e tempi di intercet- giovane portiere a ri- sul proseguimento del- con la palla 5’
tamento della palla. spondere prontamente l’azione. • Attività di sensibilizzazione con
alle richieste motorie la palla (a coppie, con palle alte) 10’
dell’esercizio. • Uscita tra gli ostacoli 20’
• Intercetta in presa dopo skipp 10’
• Autolancio del pallone 20’
• Colpisci di pugno e fai goal 10’

PARTITA LIBERA 10’

Numero bambini:
Si sistemano degli ostacoli in Il portiere effettua un lancio
mezzo all’area (paletti, coni, della palla in alto, respinge Durata: 100’
sagome), l’istruttore calcia
Posti a terra dei coni o dei
di pugno verso il limite del- Materiali:
dall’angolo e il portiere de- l’area dove sono posizionati
ve intervenire senza colpire bastoni, il portiere dovrà, altri compagni che effettua-
• Palloni (di vari colori
gli ostacoli. dopo aver eseguito uno no a loro volta un tiro verso e differenti dimensioni)
skipp rapido, intercettare in la porta.
presa palloni lanciati dall’i- • Coni
varianti
• saranno i compagni, ora, a struttore. varianti • Evidenziatori
complicare la situazione. • il lancio viene effettuato • Materassino
Prima semiattivi, e poi attivi varianti dall’allenatore
• si eseguono skipp laterali o • Casacche
• lancio dell’allenatore ef- • la respinta viene effettua-
fettuato con le mani corsa all’indietro. ta con e senza salto • Porte bifrontali

“Per diventare grandi spesso


conta più lo slancio di un sorriso
che la forza di un rimprovero”
CATEGORIA PULCINI PORTIERI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 7


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• Il portiere della categoria OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
60
“pulcini” predilige rilanciare
• TECNICO COORDINATIVO:
la palla con i piedi, piuttosto
che con le mani. 50 intercettare: presa su tiri rasoterra con azione
di tuffo laterale con pressione spaziale
• Nelle lezioni, buona parte del- 40 colpire: a mano aperta o di pugno in zona
le esercitazioni deve essere fi-
laterale con azione di tuffo.
nalizzata alla sollecitazione 30
ed allo sviluppo delle capaci- lanciare: tipo bilanciere. Con i piedi su
tà coordinative generali e retropassaggio con pressione spaziale.
20
speciali del portiere di calcio.
• TATTICO:
10 posizionarsi: su calcio di rigore
1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
• FISICO-MOTORIO:
abilità psico-motoria e preacrobatica
= Tecnico-Coordinativo
= Tattico N° LEZIONI:
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco N° SETTIMANE:
= Gioco partita
N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Fisico-Motorio

Osservazioni:
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 7
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Chiamare la palla in fase • Rapidità Successione della seduta:
• Colpire con i piedi di ”uscita” • Partita con meta 10’

lezione 7
• Posizionarsi dopo perdita GIOCHI COLLETTIVI • Intercetta il pallone 10’ • Uscita su palloni
di equilibrio E SITUAZIONI DI GIOCO di vario colore 20’
• Propedeutica per il tuffo, • Uscita su palloni • Propedeutica per il tuffo,
a coppie 15’ di vario colore 20’ a coppie 15’
• Tiro all’angolo - GIOCHI PARTITA • Intercetta il pallone 10’
gioco a confronto 20’ • Partita con meta 10’ • Tiro all’angolo -
• Partita libera 15’ gioco a confronto 20’

PARTITA LIBERA 15’


Osservazioni: Osservazioni: Osservazioni: Numero bambini:
Durata: 90’
Metodi
Varianti: Varianti: Varianti: Materiali:
• Palloni (di vari colori
e differenti dimensioni)
• Coni
Altri obiettivi della seduta: • Evidenziatori
Tecnico • Materassino
Tattico Fisico-Motorio • Casacche
coordinativo • capacità attentive • reattività • Porte bifrontali
• vari tipi di presa

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 60 50
50 50
40 40
40
30 30
30
20
10 20 20

0 10 10
4° mese 5° mese 6° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
uscita su intercetta il tiro all’angolo - modulo 7
palloni di vario pallone gioco a
colore Viene stimolata la capa- confronto Obiettivo tecnico dominante:
Attraverso questa eserci- cità di reazione con svi- Con questo gioco viene INTERCETTARE CON TUFFO LATERALE

lezione 7: ...in tuffo... “all’angoletto”


tazione si favoriscono le luppo della rapidità di sollecitata la capacità di
capacità attentive e si movimento e degli reazione, e si favorisce la Successione della seduta:
sollecita la visione periferi- aspetti tecnici legati al combinazione di aspetti • Partita con meta 10’
ca attraverso la capacità gioco. coordinativi e tecnici • Uscita su palloni di vario colore20’
di discriminare gli ele-
• Propedeutica per il tuffo,
menti meno importanti
15 m a coppie 15’
• Intercetta il pallone 10’
ROSSO! • Tiro all’angolo -
15 m
gioco a confronto 20’
8m
PARTITA LIBERA 15’
5m
Numero bambini:
Si parte dai 15 metri davanti Dopo una capovolta in Durata: 90’
alla porta. L’allenatore lan- avanti, effettuata su un ma-
L’istruttore ha a disposizione
cia il pallone verso la porta, terassino posto a 5-6 metri Materiali:
il portiere corre e, dopo aver dalla porta, il bambino che
palloni di diverso colore che aggirato uno dei coni posti
• Palloni (di vari colori
in questo caso è il portiere, si
lancia in alto verso la porta. davanti a lui, cerca di inter- e differenti dimensioni)
posiziona in porta. L’attac-
Il portiere, prima di intercet- cettare il pallone prima che
tare la palla, deve dichiara-
cante parte con la palla al • Coni
entri in porta. I coni sono po- piede e dopo uno slalom ti-
re a voce alta il colore della sti 5-6 metri all’interno del ra in porta. L’attaccante
• Evidenziatori
palla. Il lancio viene effet- campo lateralmente alla • Materassino
parte da circa 15-20 mt.
tuato da circa 8-10 mt. porta. • Casacche
varianti varianti varianti • Porte bifrontali
• la partenza viene eseguita • in partenza il portiere ese- • la capovolta va fatta al-
con le spalle rivolte all’i- gue una capovolta l’indietro
struttore • i portieri si calciano la pal- • la capovolta va fatta con
• la partenza viene esegui- la da soli un pallone in mano
ta seduto con spalle all’i- • la palla viene lanciata a • l’attaccante non guida la
struttore parabola palla, ma, dopo aver su-
• la partenza viene eseguita • un portiere parte dalla por- perato un percorso, tira di-
decubito prono con spalle ta, supera un percorso e rettamente in porta
all’istruttore tenta di intercettare la pal- “La motivazione è il pane
• la palla viene lanciata fa- la prima del compagno
cendo fare un rimbalzo al- della crescita e deve essere
la palla coltivata evitando errori che
potrebbero inibirla”
CATEGORIA PULCINI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 7


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• I bambini cominciano a svi-
luppare sufficienti capacità 50
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
di smarcamento. Si tende • TECNICO:
quindi a favorire prevalente- 40
mente la fase offensiva, pre- tiro in porta
miando e valorizzando le • TATTICO:
30
azioni tiro che tanto entusia-
smano i nostri ragazzi. Co- smarcamento
mincia ad assumere una 20
• FISICO-MOTORIO:
certa significatività il concet-
to che le azioni di gioco 10
rapidità
competono sia al giocatore
in possesso di palla sia agli 0 N° LEZIONI:
altri potenziali ricevitori. 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett. N° SETTIMANE:
• Tuttavia è bene sottolineare N° GARE/MANIFESTAZIONI:
= Tecnico-Coordinativo
costantemente che gli spo-
= Tattico
stamenti e la corsa senza
= Giochi Collettivi e Situazioni di gioco
palla, creano dinamismi e si-
= Gioco partita
tuazioni favorevoli alla circo-
= Fisico-Motorio
lazione della palla.

• Stimolare i bambini a ricor- Osservazioni:


dare tutto ciò. Ciò vale sia
per il portatore di palla che
per gli altri compagni.
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 7
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Spostamento nello spazio • Rapidità Successione della seduta:
• Tiro in porta dopo un in funzione del giocatore Sincronizzazione • Partita libera 2c2 o 3c3 10’

lezione 13
passaggio a muro in possesso della palla • Propedeutica al palleggio 15’
neuromuscolare
• Sensibilizzazione con la GIOCHI COLLETTIVI • Staffetta del canguro 5’
palla e didattica del E SITUAZIONI DI GIOCO
• Quadrato di FISICO CON PALLA ATTIVITÀ A STAZIONI 1:
palleggio
smarcamento 10’ • La staffetta • Quadrato di smarcamento 10’
• Partita libera 2c2 e 3c310’
(con difensore attivo) del canguro 5’ • Trova il varco e passa la palla 10’
• Propedeutica
• Trova il “varco” e passa
al palleggio 15’ la palla 10’ ATTIVITÀ A STAZIONI 2:
• Passa alla sponda • Passa alla sponda e tira in porta15’
GIOCHI PARTITA
e tira in porta 15’ • Partita 5c5 • Partita 5c5 (palla al prigioniero) 15’
Osservazioni: (palla al prigioniero) 15’ Osservazioni: • Partita libera 5c5
• Partita libera 5c5 (verifica degli apprendimenti) 10’
(verifica degli apprendimenti)10’
Durata: 90’
Varianti: Osservazioni: Varianti: Metodi
Materiali:
Varianti: • Delimitatori
• Casacche colorate
• Palloni in gomma colorati e di
Altri obiettivi della seduta: varie misure
Tecnico Tattico Fisico-Motorio • Palloni in cuoio
coordinativo • sviluppo della • capacità di accelerare e • Porte ridotte
• ricezione e controllo della comunicazione visiva decelerare con cambi di
(primi segnali sul tempo senso e direzione (capacità • Porte bifrontali
palla di smarcamento) di cambiare ritmo) • Paletti e coni colorati

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 50 50
50 40 40
40
30 30
30
20 20
20
10 10 10

0 0 0

7° mese 8° mese 9° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.


staffetta del quadrato di trova il “varco” passa la palla modulo 7
canguro smarcamento e passa la e tira in porta
Questo esercizio favori- (con difensore palla Riadattamento spaziale Obiettivo tecnico dominante:
sce lo sviluppo della ca- attivo) Miglioramento del pas- dopo il passaggio. GUIDA DELLA PALLA

un’azione offensiva
lezione 13: smarcati e aiuta a costruire
pacità di ripetere un ge- Migliora la capacità di saggio in forma dinami- Sviluppo della corretta Successione della seduta:
sto motorio ad alta fre- acquisire il tempo dello ca e miglioramento del- posizione del piede di • Partita libera 2c2 o 3c3 10’
quenza. smarcamento in una si- la capacità di sposta- appoggio. • Propedeutica al palleggio 15’
tuazione di pressione de- mento nello spazio. • Staffetta del canguro 5’
terminata dal difensore ATTIVITÀ A STAZIONI 1:
che viene sollecitato nel- • Quadrato
la giusta e corretta presa di smarcamento 10’
di posizione. • Trova il varco
e passa la palla 10’
5m
50 cm ATTIVITÀ A STAZIONI 2:
• Passa alla sponda
e tira in porta 15’
Un bambino parte al centro Il giocatore “passa” la palla • Partita 5c5
di un quadrato di 50 cm per Gioco a coppie. Nel territo- in direzione della sponda (palla al prigioniero) 15’
lato, ed effettua veloci sal- rio a disposizione dei bambi- (attrezzo), riceve la palla di
telli a gambe unite per ritorno ed effettua un tiro • Partita libera 5c5
ni vengono posizionate un (verifica degli apprendimenti) 10’
avanti, destra, dietro e sini- numero di porticine pari al frontale verso la porta.
stra, passando sempre per il
centro, e poi effettua per 5
numero di coppie che gio-
varianti
Numero bambini:
In corrispondenza degli an- cano. Le coppie di giocato- Durata: 90’
mt. saltelli con una gamba. ri si passano la palla spo- • il ruolo della sponda è as-
goli di un quadrato si dis-
pongono 3 attaccanti con standosi nelle varie direzioni sunto da un altro bambino Materiali:
varianti e facendola passare attra- • la porta è difesa da un • Delimitatori
una palla che giocano con-
• tutti i saltelli vengono effet- portiere
tuati con una gamba
tro un difensore posto al verso tutte le porticine
• gioco-gara: due squadre,
• Casacche colorate
centro del quadrato e un di- • Palloni in gomma colorati
• si parte con una gamba e varianti vince chi realizza il mag-
fensore. Gli attaccanti si
si effettuano i 5 mt. con
passano la palla muoven- • utilizzando solo un piede gior numero di reti e di varie misure
saltelli a 2 gambe • diminuendo il numero delle • Palloni in cuoio
dosi sui lati, il difensore deve
• i 5 mt. si effettuano alter-
nando saltelli e gambe
ceracre di intercettare la porte • Porte ridotte
palla. • con doppio passaggio • Porte bifrontali
unite a quelli a gambe di-
varicate
varianti
• Paletti e coni colorati
• variazione del numero dei
tocchi da parte degli at-
taccanti
• i giocatori si muovono li- “Per far felice un bambino
beramente nello spazio
definito (torello) bastano un pallone ed un
• variazione del numero dei maestro che si ricordi di
difensori
essere stato un bambino”
Tecnico Tattico Fisico-Motorio modulo 7
coordinativo Obiettivo: Obiettivo:
Obiettivo: • Superamento • Rapidità Successione della seduta:
• Tiro in porta dopo un dell’avversario • Partita libera 2c2 o 3c2 10’

lezione 14
passaggio a muro • Muoversi nello spazio • Attività di sensibilizzazione con la
per ricevere FISICO CON PALLA
palla 20’
• Sensibilità percettiva • Staffette: 20mt.
GIOCHI COLLETTIVI • Gare a staffetta 5’
• Dai, vai e tira in porta 10’ E SITUAZIONI DI GIOCO sprint e saltelli 5’
• 2:1 - vai al goal ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Attività di sensibilizzazione
con la triangolazione 10’ • Dai, vai e tira in porta 10’
con la palla 20’ • L’appoggio 10’
• L’appoggio 10’
• Partita libera 2c2 o 3c310’ GIOCHI PARTITA • 2:1 – vai al goal con la
• Partita 5:5 triangolazione 10’
(palla al capitano) 10’ • Partita 5:5
• Partita 5c5 (palla al capitano) 10’
Osservazioni: (verifica degli apprendimenti)15’ Osservazioni: • Partita 5c5
(verifica degli apprendimenti) 15’
Osservazioni: Numero bambini:
Varianti: Varianti: Durata: 90’
Varianti: Metodi
Materiali:
• Delimitatori
• Casacche colorate
Altri obiettivi della seduta: • Palloni di gomma colorati
Tecnico Tattico Fisico-Motorio e di varie misure
coordinativo • Palloni in cuoio
• sviluppo della comunicazione • capacità di accelerare e • Porte ridotte
• passaggio e ricezione decelerare con cambi di
visiva (primi segnali sul tempo • Porte bifrontali
senso e direzione (capacità
combinati ad un’azione di tiro di smarcamento) di cambiare ritmo) • Paletti e coni colorati

Grafico Trimestrale Grafico Mensile (fase) Grafico Lezione


60 50 50
50 40 40
40
30 30
30
20 20
20
10 10 10

0 0 0
7° mese 8° mese 9° mese 1° sett. 2° sett. 3° sett. 4° sett.
gare a dai, vai e tira l’appoggio 2:1 vai al goal modulo 7
staffetta: 20 in porta Sviluppo del concetto di con la
mt. sprint e Capacità di combinare smarcamento (appog- triangolazione Obiettivo tecnico dominante:
saltelli azione di corsa e tiro. gio) e comunicazione Consolidamento del pas- SMARCAMENTO

lezione 14: fai goal con fantasia


Sviluppo della coordina- Sviluppo della corretta visiva. saggio d’interno piede e
zione rapida e migliora- posizione del piede di della ricezione orientata. Successione della seduta:
mento della capacità di appoggio. Sviluppo della triangola- • Partita libera 2c2 o 3c2 10’
combinazione motoria zione. • Attività di sensibilizzazione
con la palla 20’
5m
• Gare a staffetta 5’
ATTIVITÀ A STAZIONI:
• Dai, vai e tira in porta 10’
• L’appoggio 10’
• 2:1 – vai al goal con la
Due giocatori si passano la triangolazione 10’
palla di prima, alla ricezione • Partita 5:5
5m di uno dei due giocatori do- (palla al capitano) 10’
Il giocatore scambia la palla
con un compagno, quando
po un certo numero di pas- • Partita 5c5
Un bambino parte effet- saggi stabilito in partenza un Due attaccanti devono su- (verifica degli apprendimenti) 15’
la riceve effettua un tiro ver- terzo giocatore viene a rice- perare un difensore posto
tuando per 5 mt. saltelli a
so la porta, a dx o a sx a se- vere la palla nella zona pre- all’interno di uno spazio deli- Numero bambini:
gambe unite, per poi prose-
condo dello spostamento fissata facendo sponda col mitato, utilizzando una trian-
guire con 5 mt. di sprint in li-
del portiere che si è mosso in Durata: 90’
nea, e successivamente ri- giocatore dal quale ha rice- golazione (dai e vai). Dopo
anticipo. I ruoli cambiano vuto il passaggio. aver ricevuto il passaggio di
Materiali:
petere la sequenza (5 mt. di
saltelli a gambe unite e ulte-
automaticamente: l’attac- ritorno l’attaccante effettua • Delimitatori
cante prende il posto della varianti un tiro nella porta. • Casacche colorate
riori 5 mt di sprint). In totale
“sponda”, la “sponda” • il gioco si conclude con un
vengono percorsi 20 mt.
prende il posto del portiere • Palloni di gomma colorati
tiro in porta di un dei due varianti
ed il portiere diventerà il attaccanti in “appoggio” • uno dei due attaccanti si
e di varie misure
varianti
• saltelli con una gamba
bambino che si appresta ad • un difensore ostacola l’a- muove in uno spazio libero • Palloni in cuoio
effettuare il tiro in porta. zione del giocatore che (zona “franca”) posto a la- • Porte ridotte
• alternare saltelli a gambe
unite a saltelli a gambe di- svolge il ruolo di “sponda”. to del territorio di gioco • Porte bifrontali
varianti Una volta che l’appoggio • ci sono due sponde ester-
varicate • Paletti e coni colorati
• effettuare il tiro utilizzando riceve la palla il gioco si ne al territorio di gioco ,
• saltelli a gambe unite,
diverse parti del piede svolge in forma libera 3c1. l’attaccante sceglie con
avanzando in diagonale
• la direzione del tiro è de- chi fare il dai e vai
verso destra e verso sinistra
terminata dallo sposta- • un secondo difensore inse-
mento di un compagno
esterno
gue e crea pressione all’a- “La scienza del gioco dovrà
zione di attacco
• gioco-gara: due squadre, essere quella del bambino,
vince chi realizza il mag- che lotta, si confronta e
gior numero di reti
si misura con le proprie
capacità e quelle
dei suoi coetanei”
CATEGORIA ESORDIENTI

società: istruttore: stagione sportiva:

programmazione didattica modulo 8


Grafico Mensile (fase) MESE DI:
RICORDATI CHE
• In questo periodo che con-
OBIETTIVI PRINCIPALI DEL MESE:
50
clude la nostra programma- • TECNICO COORDINATIVO:
zione è bene affiancare alla fase di perfezionamento percettivo/abilità
40
didattica proposta, alcuni
tecniche
tornei a carattere interno
attraverso i quali i ragazzi
30 c