Sei sulla pagina 1di 12

24-25-26 Giugno 2011

SUSSIDIO TECNICO

2
IL CUOIO E LE SUE LAVORAZIONI La lavorazione del cuoio permette di realizzare vari oggetti di uso
quotidiano (borse e borselli, portafogli, portachiavi, portapenne, cinture,
fodere di libri e agende, oltre che protezioni per materiali da taglio ( per
1. Piano di lavoro salvare le lame da corrosione e per salvare gli oggetti che ad esse vengono a
2. Cutter o bisturi con contatto.
diverse lame
3. Forbici da cuoio o forbici
da cucicina corte
4. Riga in alluminio o
acciaio
5. Pirografo con diverse
punte intercambiabili
6. bho
7. Mazzuolo in legno
8. martello in acciaio
9. scalpello ( per lavorazioni
nette)
10. Pinza fustellatrice
11. ditale
12. punteruolo
13. affrancatrice e ribattini o
occhielli
14. pressa pressioni e bottoni
15. aghi da cuoio
16. filo da calzolaio Per forare il cuoi si usa
17. spago impeciato generalmente una fustellatrice
18. stringhe di cuoio manuale che permette di eseguire fori
precisi di dimensioni differenti a
seconda delle necessità

Esistono differenti tipi di


cucitura:

3 4
I

Per marchiare il cuoi basta appoggiare la punta arroventata senza fare


eccessiva pressione altrimenti si rischia di forare il cuoio

La decorazione libera con il pirografo non è facile per questo è consigliato


fare sempre prima un bozzetto dell’immagine che intendete incidere e solo
dopo ripassarla con il pirografo, il risultato sarà estremamente migliore del
disegno diretto!

Su cuoio più spesso e lavorato dopo averlo bagnato è possibile creare delle
decorazioni utilizzando semplicemente la lama di un bisturi o del coltello.

Esempio di nodo per fazzolettone realizzato con cuoio e pirografapo

Al posto delle cuciture in alcuni casi si usano i ribattini che hanno una
tenutaa puntuale maggiore e sono indispensabili per evitare che il filo di una
lama si porti via la nostra cucitura ( ad esempio in un copri accetta)
Il pirografo

Dopo il bisturi è lo strumento principe per la realizzazioni di decorazioni su


pelle e cuoio.

5 6
Il porta coltello:

Pezza frontale e
laccio da cintura
Pezza posteriore e dettaglio dell’aletta
pieghevole

Pezza porta torcia opzionale

7 8
Dettaglio dell’esecuzione delle
cuciture

Il porta
torcia

laterale è opzionale.

Bisaccia o Borsello

Il Porta Accetta:

9 10
Utilissimo manufatto realizzato in pelle è il copri accetta che ti permette di Un nodo decorativo che si può realizzare con le fettucce di cuoio:
ottenere numerosi vantaggi:
Testa di turco
 Salvare il filo dell’ accetta
 Proteggere la lama dalla corrosione
 Salvare teli oggetti e vesti dal taglio
 Permetterti di avere l’accetta quando non in uso attaccata
direttamente alla cintura

Questo non è un nodo vero e proprio, ma è molto utile conoscerlo per fare degli
anelli per fazzolettoni. È molto elegante se fatto con cuoio o con cordino colorato di
diametro non superiore ai 4 mm.
Si consiglia di effettuare solo due al massimo tre passaggi.

Noterai che alcuni capi portano al collo un nodo detto "Gilwell Woggle" è un
classico nodo a testa di turco ottenuto intersecando due volte una striscia di cuoio
rotonda.

Questa striscia di cuoio era considerata l'elemento principale per fabbricare


l'archetto necessario per accendere il fuoco senza fiammiferi e da portare al
fazzolettone quando non in uso.

realizzato passo passo:

11 12
IL LEGNO E LE SUE LAVORAZIONI

Gli attrezzi:

Il segaccio

se tagli il legno verde o umido con una


sega dai denti fini, la segature intralcia il
movimento della sega, mentre con il
segaccio questo non avviene ovviamente
non è adatto per i lavori di fini.
Durante il trasporto proteggi sempre la
lama con uno straccio o con una stecca
di legno con un incavo.

La sega

La trivella

La tri v e lla è indispensabile per c o s t r u i r e i n froissartage.


Serve per fare nel legno dei fori nei quali introdurre dei cavicchi in legno
per unire i pali.
Il tipo più maneggevole è quello che utilizza un manico mobile in legno.

13 14
Lo scalpello
È un attrezzo molto
utile, anche se La piana
spesso viene La piana serve per
maltrattato da certi scortecciare, per
Scouts che lo u t i l iz lavorare il legno e per
z a n o per sostituire il preparare gli
giravite o incastri per il
l'apriscatole. froissartage.
Se invece viene ben Anche la piana va
tenuto e ben affilato, lo scalpello è ottimo per fare tacche e incastri che tenuta sempre ben
renderanno molto solid affilata e, di conseguenza, devi proteggere il filo della sua lama con una
custodia in cuoio o in tela grossa.

Se invece viene ben tenuto e ben affilato, lo scalpello è ottimo


per fare tacche e incastri che renderanno molto solida una
costruzione.
La raspa
La raspa è utile per tornire, rifinire i bordi del legno tagliato e
per portare a misura gli incastri.
Devi usarla in maniera da smussare gli angoli e facendo attenzione a non
aumentare la ruvidità del legno.
Non confonderla con la lima che serve invece per lavorare il ferro. La raspa
è riconoscibile perché ha i denti più grossi e più radi di quelli della lima. Il
tipo che si utilizza prevalentemente è la raspa semi tonda, con un lato piatto
e il dorso arrotondato.

15 16
Il mazzuolo
In legno duro, e secco, Utilizzo e manutenzione degli attrezzi
ben fissato e smussato per
evitare le fessure. Puoi Vanno rispettati tre principi.
anche facilmente • Attrezzi affilati
costruirlo da solo. • Attrezzi protetti
• Attrezzi utilizzati con cura

Attrezzi affilati
Il coltello L’ affilatura periodica soprattutto dopo l’utilizzo è indispensabile per le
È molto utile per il froissartage e serve a molte altre cose dalla cucina al fai accette, le piane, gli scalpelli. E’importante conservare gli angoli di taglio
da te. II coltello deve essere solido, di facile apertura facile, a lama ampia e specifici. Terminare l’affilatura passando un po'di olio sul bordo per
diritta e comprendere uno o più accessori: perforazione (per le conservargli la sua lucidatura.
impiombature in particolare), apri -scatola, cavatappi, ecc.. (i coltelli
svizzeri sono molto pratici). Non utilizzarlo tirando la lama verso di te, ma
allontanandolo dal tuo corpo.

17 18
Attrezzi protetti
Attrezzi utilizzati con cura
Ecco alcuni esempi di protezione
indispensabili: tre sistemi semplici Prima di qualsiasi utilizzo, anche di breve periodo, prendete l’abitudine di
ed efficaci per l’accetta, un tessuto costruire un porta attrezzi da campo, affinché gli attrezzi non tocchino il
forte per la piana, un tubo in suolo.
plastica per le trivelle. Terra, pietra, metallo, umidità sono i nemici degli attrezzi.
Gli scalpelli possono avere una Se tieni a loro, rispettali.
protezione singola o sono sistemati Solo così sarà possibile che possano essere utilizzati a lungo per molte
uno accanto all’altro in una scatola. generazioni di guide e scouts.

La lama della sega è sempre


venduta con la sua protezione. In
sua assenza, si possono proteggere i
denti con un tubo per innaffiare
aperto nella sua lunghezza. Le funi, che siano di canapa o sintetiche, devono
avere le estremità impiombate, avvolte con cura ed allontanate del contatto
con oggetti affilat

19 20
RICAVARE UN CUCCHIAIO DA UN TRONCHETTO Una volta raggiunta una forma decente si procede con lo spoon knife alla creazione della
parte concava del cucchiaio...pazienza, ci vuole taaanta pazienza, il lavoro sarà enormemente
Tutto quello che vi serve è piu facile in misura di quanto i
un coltello che tagli come vostri attrezzi saranno affilati,
un rasoio, uno spoon fortunatamente il mio "uncino"
knife,e un segaccio. : non mi ha dato grossi problemi
si procede tagliando un
ramo di un'essenza
preferibilmente morbida,
io ho usato un pino, si
scorteccia completamente
e si toglie anche la prima
parte superiore del legno,
in generale sempre
resinosa, questo per
facilitare l'operazione di
lavorazione successiva.
Ecco il lavoro quasi ultimato, sarà necessario levigare il tutto con carta vetrata al fine di
Bisogna avere già in mente che tipo di oggetto ricavare, si procede con una piccola incisione rimuovere tutte le asperità lasciate con le lame, si dovrà poi tamponare il cucchiaio con
nel punto in cui il manico si allargherà per diventare la parte larga del cucchiaio...e si inzia a dell'olio di lino per proteggerlo
tagliare, fetta su fetta si dovrà raggiungere una forma primitiva di cucchiaio, bisogna fare da muffe e spaccature del legno.
attenzione alle parti concave, queste devono essere lasciate leggermente più grandi di quanto
si vorrebbe, nella successiva fase di rifinitura potrete poi tagliare l'eccesso con tutta calma.

Et voilà! : pronto per la zuppa!

21 22
Tenone e mortasa

E’ la modalità di assemblaggio più utilizzata nel froissartage.


Con una trivella si fa un foro (mortasa) su un palo e si taglia, su
un altro palo, con un’accetta e una piana, una punta leggermente
conica (tenone) che sarà inserito nella mortasa.
Il principio del tenone e della mortasa qui descritto si applica
adassemblaggi perpendicolari o eccezionalmente obliqui.

TENONE CORRETTO TENONI ERRATI

Assemblaggio obliquo
Occorre praticare una tacca
perpendicolare
al tenone. La trivella prenderà
facilmente in
mezzo alla tacca.

23 24