Sei sulla pagina 1di 55

UD 1 - 0,5 CFU (4 ore)

Fondamenti di biologia generale ed evolutiva nei vegetali

- Rapporti tra Regno vegetale e animale


(organismi autotrofi ed eterotrofi).

- Le più importanti tappe della filogenesi delle piante.


La biologia è la scienza che studia gli esseri viventi
nei loro molteplici aspetti sia di ordine morfologico
che fisiologico;
studia altresì i complessi rapporti morfo-funzionali
che si instaurano tra gli organismi animali e quelli
vegetali.
Il nostro pianeta è costituito da un insieme di
sistemi formati da componenti
BIOTICHE ABIOTICHE

Organismi Fattori
animali e vegetali climatici ed edafici

La vita si svolge in uno strato sottile del pianeta definito


BIOSFERA atmosfera

BIOSFERA

litosfera
idrosfera
BIOSFERA

ECOSISTEMA

biocenosi biotopo

fitocenosi zoocenosi

La BIOSFERA può essere


definita come lo spazio
occupato da tutti gli organismi
viventi tra cui si instaurano
rapporti dinamici di interazione
e scambio
Il funzionamento di questi sistemi è assicurato
dall’energia solare
LUCE + CO2 +H2O

PIANTE VERDI

AMIDO

CO2 + H2O + ENERGIA

N+S+P

PROTEINE
ANIMALI
I vegetali sono produttori di sostanza organica e di
ossigeno indispensabili per tutti gli organismi viventi
fanno parte integrante di un SISTEMA in cui
interagiscono con l’ambiente e con l’altra componente
biotica costituita dagli animali e quindi l’UOMO

Nel loro lungo viaggio evolutivo dall’acqua alla


terraferma, le piante, sotto la spinta della selezione
naturale, si sono adattate alle specifiche condizioni
degli ambienti terrestri
MILIARDI di anni
P
R 12-20 origine delle prime galassie del nostro sistema P
E R
B E
I P
5 origine del sole e del nostro sistema planetario
O A
T L
I 5-4,5 origine della Terra E
C O
O Z
3,5 cellule procariotiche O
B I
I C
O O
T 1,5 cellule eucariotiche
I
C
O
0 ATTUALE
Esistono prove fossili che i
cianobatteri e altri procarioti
fotosintetici ricoprivano super-
fici terrestri umide da oltre un
miliardo di anni fa

Colonizzazione della terraferma


da parte di organismi macro-
scopici come piante, funghi e
animali: 500 milioni di anni fa
Diorama periodo Siluriano (440-410 milioni di anni fa) Era Paleozoica
Nel Carbonifero (345-280) il clima uniformemente caldo-umido generò estese paludi abitate da fitte foreste di piante
arboree, alcune delle quali superavano i 50m. Tali foreste erano principalmente costituite da licopodi arborei, felci del
carbonifero, spermatofite arboree con organi riproduttivi simili a quelli delle conifere attuali, le prime cicadee (gimnosperme
simili a felci arboree ma con caratteristici strobili portanti semi e polline). Alla fine del Permiano (280-225), in seguito
all'aumento dell'aridità e alla riduzione delle temperature si ebbe una grande estinzione di massa e si affermarono nuovi
gruppi vegetali (equiseti erbacei), felci di nuovi gruppi giunti sino ad oggi, gimnosperme tra cui le voltziales, dette anche
conifere walchiane, e le prime ginkgofite.
Diorama Era Mesozoica (periodi:Triassico 250-210 m; Giurassico 210-140
m; Cretaceo 140-66m)
Unità geocronologiche

Le principali suddivisioni della storia della Terra


Si può partire dalle origini testimoniate da reperti fossili, percorrendo via via le più
importanti tappe evolutive per giungere alla straordinarietà dei fenomeni che regolano
il ciclo biologico della vita: nascita, sviluppo, riproduzione, morte, adattamenti e
mutazioni.
La FILOGENESI (dal greco φυλή = specie e Γένεσις = origine) è
un processo evolutivo degli organismi viventi, a partire dalla loro
comparsa sulla Terra ad oggi, che individua le relazioni di
parentela.
La rappresentazione grafica di tali relazioni è conosciuta come
“ALBERO FILOGENETICO”
1) SINTESI CLOROFILLA a

Gli ambienti acquatici


si arricchiscono di
ossigeno che
contemporaneamente
viene liberato
nell’atmosfera.

Circa 400 milioni di anni fa le piante


si svincolarono dall’acqua

L’atmosfera diviene ossidante (da riducente che era prima)

Ciò determina la variazione della composizione in radiazioni


luminose; i raggi ultravioletti di lunghezza d’onda più corta (con
funzione battericida) vengono assorbiti sempre di più
dall’atmosfera favorendo la fuoriuscita degli organismi
dall’ambiente acquatico in quello terrestre
2) PASSAGGIO ORGANIZZAZIONE
PROCARIOTICA EUCARIOTICA

3) DIFFERENZIAMENTO ORGANISMI PLURICELLULARI

Alga unicellulare Alga pluricellulare


4) INTRODUZIONE RIPRODUZIONE SESSUALE
5) INTRODUZIONE ALTERNANZA DI GENERAZIONI ANTITETICHE

Organismo aplonte

%
Organismo aplodiplonte

Sporofito
(2n)

Gametofito
(n)
6) SINTESI CLOROFILLA b
Gr. aldeidico
Gr. metilico
7) DIVERSIFICAZIONE TRA I VARI ORGANISMI VEGETALI TERRESTRI
CHE RAGGIUNGONO TRE IMPORTANTI STADI EVOLUTIVI:

a) dipendenza trofica
b) differenziazione strutture protettive degli organi che producono spore e gameti
c) differenziazione di un embrione dallo zigoto
……. e poi ancora
SVILUPPO DI VERI TESSUTI

MATURAZIONE SEMI

DIFFERENZIAZIONE LEGNO SECONDARIO

DIFFERENZIAZIONE DEL SISTEMA DI CONDUZIONE

DIFFERENZIAZIONE DI PISTILLI
Quindi lo studio della diversità
biologica attualmente esistente sulla terra e la sua storia evolutiva
Storia della classificazione dei viventi

Per primo ha usato il termine


REGNO per la classificazione
dei viventi suddividendoli
Animali
Piante
Minerali

Regno Animalia
Regno Plantae Carlo Linneo 1735
Domini e Regni
Tutti gli esseri viventi noti, sia fossili che viventi, vengono tradizionalmente
classificati in domini (o super-regni) e regni

Storicamente i regni hanno rappresentato la maggiore


categoria sistematica della classificazione tassonomica.

Nel 1866, Ernst Haeckel


Introduce un terzo regno: PROTISTA
per organismi microscopici inclusi i
batteri

Whittaker (1969) suddivise in 5 regni secondo un sistema basato sui


alcuni principi fondamentali:

Tutti i viventi originano da un progenitore comune: la prima cellula


vivente.
L’uniformità di molte caratteristiche strutturali,
fisiologiche e molecolari induce a pensare che i viventi
derivino da un unico ceppo, siano cioè monofiletici.

MONERA

ANIMALIA

PROTISTI

PLANTAE

MYCETAE
Domini e Regni
Inoltre individua

 Tre livelli di organizzazione cellulare

 Tipi di organizzazione che si sono evoluti in relazione a tre modi


principali di nutrizione: fotosintesi, assorbimento e ingestione.

Nutrizione
per
Assorbimento
e fotosintesi
La situazione descritta è sostanzialmente accolta da tutti gli studiosi, ma con molte varianti,
che riflettono il dibattito scientifico sull’origine della vita e sull’evoluzione. La sottostante
tabella mostra la progressione della classificazione dei regni:
Due regni
Linneo (1735)

Animalia

Vegetabilia

Non
conosciuti

I domini sono gruppi tassonomici introdotti recentemente e costituiscono il livello più alto della
classificazione degli esseri viventi.
Questa suddivisione si basa sulle differenze genetiche che intercorrono fra le diverse specie
viventi e Woese (1990) riconosce tre domini:
1 - ARCHAEA (Archeobatteri) (Procarioti primitivi, batteri termofili,alofili,metanogeni)
2 - BACTERIA (Eubatteri) (Procarioti evoluti)
3 - EUKARYA (Organismi nucleati, comprendenti piante, funghi ed animali)
Più di recente Thomas Cavalier-Smith non riconosce la validità al regno Archaea,
riportando questi microrganismi all’interno del regno dei Bacteria, e scinde il regno dei Protista
nei due regni dei Chromista (Protofita) e dei Protozoa.
contenitore artificiale che contiene organismi che
semplicemente non possono essere assegnati agli altri regni
PIANTE ANIMALI
CLOROFILLA ASSENZA DI CLOROFILLA
AUTOTROFE ETEROTROFI

UTILIZZ.DIRETTA ENERGIA ASSUNTA INDIRETTAMENTE


ENERGIA SOLARE DA SOSTANZE ORGANICHE
ALTAMENTE ENERGETICHE

PRODUTTORI CONSUMATORI

FORMA “APERTA”
FORMA “CHIUSA”
(crescita fino alla morte
della pianta)

IMMOBILITA’ MOBILITA’

CELLULE PER LO PIU’ PRIVE DI


PARETI CELLULARI RIGIDE PARETE CELLULARE
Da Strasburger
La Botanica è la scienza che studia gli organismi vegetali
e rappresenta un settore della Biologia che si occupa degli esseri viventi.

Come tutte le scienze si avvale del metodo scientifico che si fonda:

 sulla capacità di effettuare un elevato numero di accurate osservazioni


 formulare ipotesi basate sulle osservazioni fatte
 verificare tali ipotesi acquisendo nuovi dati
 costruire un modello o una teoria che rappresenti il fenomeno

L’interesse per i vegetali è nato con l’uomo che fin dalla sua comparsa sulla terra,
si è servito delle piante per vari scopi: come alimento, per costruire abitazioni, per
curarsi, per ricavare fibre tessili.
Gli uomini distinguono e scelgono le
preistoria piante utili scartando le dannose

Dallo sfruttamento di piante


antiche civiltà spontanee si passa alla coltivazione,
commercializzazione e diffusione.
Colture di
FRUMENTO RISO

MAIS MEDIO ORIENTE


BACINO MEDITERRANEO

AMERICA CENTRALE
Col progredire delle civiltà andò
crescendo l’interesse per lo
studio dei vegetali in relazione al
loro impiego.
Nel 1500 a.C. il Faraone
Thuthmosis III a costruire a
Karnak il più antico Orto
Botanico con lo scopo principale
di facilitare la conoscenza delle
piante con particolare interesse
per quelle alimentari e da fibre
vegetali.
Pittura muraria di un giardino egiziano (1400 a.C.)
I primi veri studi sulle piante sono stati compiuti nell’ambiente
culturale dell’antica Grecia ad opera di:

“le piante non sono


ARISTOTELE altro che animali con
la bocca affondata
(384-322 a.C.)
nel terreno per
ricavarne alimenti”

Gli si devono le prime chiavi di classificazione


dicotomica

 evidenzia il ruolo delle foglie come organi


TEOFRASTO di nutrizione
(371-285 a.C.)
 Formula un criterio corretto di
classificazione in base al portamento della
pianta stessa (albero, frutice, erba)
Padre della Botanica
Disegno di un erbario del 512 d.C. Pianta velenosa
Gli Egizi le attribuivano
virtù sopranaturali; i
Romani come anestetico;
nel Medioevo virtù
magiche;

Mandragora
Dioscoride riceve dalle mani di Euresis Proprietà: calmante-narcotica;
una radice di Mandragora
antiepilettica-purgante
NOMENCLATURA
BINOMIALE
Proposta da:

Carl Linnaeus
(1707-1778)

Species plantarum (1753)

Nel Rinascimento il sapere scientifico e la Botanica ebbero una grande


spinta che nella ricerca portò all’introduzione del metodo sperimentale
Tassonomia = [dal greco (τάζις) taxis (disposizione-ordine) e (νομος) nomos
(governo – distribuire ordinatamente)]
De Candolle (XIX sec.)

Descrive i gruppi organici e assegna loro i nomi scientifici

Categoria tassonomica di base è la


specie

Identificazione o determinazione
determinare se una pianta appartiene o meno
a un noto e già conosciuto gruppo di piante

........esperto!!!!

Flora

Erbario
Obiettivo
dare un nome a tutte le piante e animali a quell’epoca conosciuti

Polinomi es…..

Nepeta floribus interrupte spicatus pedunculatis


(nepeta con i fiori in una spiga pedunculata interrotta)

Linneo Sistema binomiale

Binomi

Nepeta cataria

Genere Epiteto specifico


Aggettivo qualificativo
Sostantivo singolare
Zea mays

Agaricus bisporus

Categoria Taxon Descrizione


___________________________________________________________________
Regno Plantae Organismi princ. terrestri autotrofi
Phylum Anthophyta Piante vascolari con fiori e semi
Classe Monocotiledones Embrione con un’unica foglia
Ordine Poales Riduzione e fusione dei pezzi fiorali
Famiglia Poaceae Monocotiledoni a fusto cavo, fiori verdastri
ridotti, achenio specializzato (cariosside)
Genere Zea Graminacea con fiori maschili e femminili separati,
cariosside carnosa
Specie Zea mays Mais o granturco
____________________________________________________________________
Regno Fungi Organismi eterotrofi, immobili, pluricellulari
Phylum Basidiomycota Funghi dicariofitici che formano basidi con 4 spore
Classe Basidiomycetes Funghi che producono corpi fruttiferi e basidi clavati
che orlano lamelle o pori
Ordine Agaricales Funghi carnosi con lamelle e pori radiali
Famiflia Agaricaceae Agaricales con lamelle
Genere Agaricus Funghi teneri, lamelle libere e spore scure
Specie Agaricus bisporus Prataiolo
Perché lo studio della Botanica?
Ci sono tanti buoni motivi per spiegare la rilevanza dello studio dei vegetali
nella vita di ciascun essere vivente, uomo compreso.

Le piante sono indispensabili perché:

-sono responsabili della presenza di ossigeno nell’atmosfera


- servono come alimento
Coffea arabica L.
- Si ricavano filati tessili
….. QUINDI
- sono fonte di risorse rinnovabili Ciclo dell’acqua

Ciclo del carbonio


- sono utilizzate nella fitoterapia
- regolano il clima

Il verde mitiga il mesoclima urbano

Bilancio idrico in un bosco


UD 1 - 0,5 CFU (4 ore)
Fondamenti di biologia generale ed evolutiva nei vegetali

- Rapporti tra Regno vegetale e animale


(organismi autotrofi ed eterotrofi).

- Le più importanti tappe della filogenesi delle piante.