Sei sulla pagina 1di 2

La grande guerra

1914-1918
si tratta di un primo conflitto mondiale della storia,vede il coinvolgimento di potenze extra europee
come USA e il Giappone e impero Ottomano. Le potenze coloniali. Rappresenta l prima guerra di
massa della storia. La guerra che coinvolge uomini enormi. Combattono in tutto 65 milioni chiamati
a combattere con 10 milioni di morti. Si dice che la guerra ha portato via intere generazioni. Il
conflitto nasce come conseguenza di molti fattori. Si tratta di spinte imperialiste europee e delle
tensioni che ha portato. Il fenomeno porta a degli scontri rimangono. I principiali momenti di crisi
sono le crisi marocchine. Il Marocco era ancora libero dai colonialistici e appartiene all’impero
Ottomano. Marocco era indipendente e le due potenze Francia e Germania aspirano a ottenere il
Marocco. La Germania aspira a diventare una potenza coloniale. Il Marocco rimane uno stato
indipendente nel trattato di Al Jaziras. La Francia poi nella seconda crisi marocchina occupano il
Marocco. La Germania invia una nave da guerra nelle acque del Marocco. La tensione sale. Lo
scontro si risolve a livello diplomatico perché la Germania fa un passo indietro, tranne la regione
settentrionale che viene affidata alla Spagna. Il Giappone si vuole affermare nell’est asiatico e
sull’oceano Pacifico e si colloca la guerra tra la Russia e il Giappone. Il Giappone aspira a ottenere
il controllo. Nasce la guerra russo e Giapponese, con la vittoria del Giappone. In questi contesti si
afferma come potenza egemone in Asia. La regione dei Balcani rappresenta una regione di forte
tensione, perché molti potenze vogliono l’egemonia nella regione in particolare la Russia e Austria.
La Russia che vuole affacciarsi sul mar Mediterraneo. Impero Austriaco vuole impedire e vuole
rafforzare la propria presenza. Anche Austria ha ancoro il controllo dei slavi e di regioni italiane
che chiedono indipendenza e sentono la forza di attrazione della Serbia il regno di Serbia. La Serbia
attira i popoli slavi. Nel 1908 la Bosnia controllata dai austriaci viene annessa all’impero austro
ungarico. Gli austriaci reprimono le rivolte e i slavi fanno attentati in cui muoiono molti
diplomatici .altra questione è la volontà di rivincita da parte dei francesi sui tedeschi. La Germania
imprigiona Napoleone III nel 1871 viene firmato gli accordi di Francoforte si tratta di condizioni
umilianti, La Francia paga la Germania e cede Lorena e l’Alsazia e sfilano con le loro truppe. Due
regioni regioni strategiche che vengono perse dai francesi. I francesi che vogliono la loro rivincita
sulla Germania.
Altro fattore è Welt Politick della Germania. La Germania vuole estendere il proprio territorio e
Guglielmo il Kaiser vuole realizzare una politica più espansiva pari alla forza della sua economia.
Bismarck si dimette e viene inaugurato la Welt Politick. La Germania investe in armi e nella marina
e investe finanziamenti di una grande flotta e vuole contendere il primato al Regno Unito.
Guglielmo II rafforza la marina e i inglesi iniziano la corsa armamenti navali, in una competizione.
Altro fattore è la nascita di un nuova forma di nazionalismo che diventa violento rispetto al
nazionalismo di Mazzini, privo di aggressività. Ogni nazione doveva essere libero. Tutti
democraticamente avevano diritto al proprio stato. Nell’imperialismo gli stati diventano aggressivi e
gli stati vogliono dominare paesi deboli e si caratterizza per il razzismo. La triplice alleanza ne fa
parte Italia,Austria e Germania. La Germania tiene buoni rapporti con la Russia. E Austria però
entra in conflitto con Russia. La Germania considera la Francia e La Russia paesi troppa differenti.
Un accordo nel 1894 tra la Francia e Russia che prevede che uno dei paesi entra in guerra anche
l’altra potenza si allea contro la Germania. Nel 1904 anche la Francia e Inghilterra si alleano in
funzione anti-tedesca che nasce la cordiale intesa. Arciduca viene ucciso Francesco Ferdinando
erede al trono austro ungarico a Sarajevo. l’attentatore si chiama Grizi ed è nazionalista e membro
della associazione nazionalistica che voleva dare voce alle richieste dei slavi. Attentato era previsto
la mattina con le granate. Arciduca è irritato e chiede che venga modificato il tragitto da seguire e
tuttavia sbaglia e vengono uccisi. La reazione e l’associazione si trova in Serbia che è colpevole di
essere tollerante associazione contro l’Austria. Austria inizia un fitto confronto tra ambasciate
europee. Germania e Austria vogliono intervenire militarmente, il timore della Germania è che
Russia entri in guerra contro Austria. La decisione è quello di far decidere la Germania. Si decide
di entrare in Guerra lanciando un ultimatum, idea è quello di lanciare un ultimatum duro da non
essere accettabile. Il 23 luglio giorno del ultimatum che pone le condizioni dure che contiene la fine
dell’indipendenza di Serbia. Il mezzo per arrivare un conflitto. La Serbia acettano tutti i punti tranne
la propria indipendenza. Gli austriaci dichiarano guerra alla Serbia. 28 Luglio inizio della guerra. Il
conflitto limitato è sbagliato. La Russia immobilità il proprio esercito. 1 Agosto la Germania
dichiara guerra a Russia e dopo alla Francia. La Germania dichiara guerra al Belgio. Il Regno Unito
dichiara guerra alla Germania. Giappone dichiara guerra alla Germania. 28 ottobre impero ottomano
dichiara guerra alla Russia. La Germania non vuole essere accerchiato e vuole combattere prima
con Francia e poi con Russia. Il piano Schliffen approfitta la lentezza della Russia il piano basato
sul rapidità e la Francia sconfitta in 6 settimane e colpisce da nord passando dal Belgio. La
battaglia della Manna e i tedeschi soffrono e sconfitti dai francesi supportati dai inglesi. Lo
spartiacque il piano Schiffen fallisce e poi la guerra si trasforma doveva essere una guerra di
movimento e poi diventa una guerra di trincea,di logoramento e di posizione. La realtà delle trincee.
Sono posizioni difensive scavate nel terreno vengono scavate come basi per attaccare il nemico e
poi diventano permanenti. Corridoi sempre lunghi costruite sul fronte occidentale e orientale.
Trauma percettivo. i casi di follia sviluppate nel corso della guerra.