Sei sulla pagina 1di 46

1

1 Corso di Laurea in Disegno Industriale Laboratorio di Metaprogetto Anno Accademico 2017|2018 ANALISI ETNOGRAFICA

Corso di Laurea in Disegno Industriale Laboratorio di Metaprogetto Anno Accademico 2017|2018

ANALISI ETNOGRAFICA BEATRICE VILLARI

18.09.2017

Disegno Industriale Laboratorio di Metaprogetto Anno Accademico 2017|2018 ANALISI ETNOGRAFICA BEATRICE VILLARI 18.09.2017
Disegno Industriale Laboratorio di Metaprogetto Anno Accademico 2017|2018 ANALISI ETNOGRAFICA BEATRICE VILLARI 18.09.2017
Disegno Industriale Laboratorio di Metaprogetto Anno Accademico 2017|2018 ANALISI ETNOGRAFICA BEATRICE VILLARI 18.09.2017

2

DI COSA PARLIAMO?

2 DI COSA PARLIAMO?
2 DI COSA PARLIAMO?

3

IL PROCESSO DI DESIGN

Il design è un processo creativo di generazione di idee

3 IL PROCESSO DI DESIGN Il design è un processo creativo di generazione di idee
3 IL PROCESSO DI DESIGN Il design è un processo creativo di generazione di idee

4

Il design è un processo iterativo, non lineare

4 Il design è un processo iterativo , non lineare Source: Service Design Thinking

Source: Service Design Thinking

4 Il design è un processo iterativo , non lineare Source: Service Design Thinking

5

IL PROCESSO DI DESIGN

Il design è un processo creativo di generazione di idee

5 IL PROCESSO DI DESIGN Il design è un processo creativo di generazione di idee
5 IL PROCESSO DI DESIGN Il design è un processo creativo di generazione di idee

6

IL PROCESSO SEMPLIFICATO

6 IL PROCESSO SEMPLIFICATO
6 IL PROCESSO SEMPLIFICATO

7

IL PROCESSO SEMPLIFICATO

7 IL PROCESSO SEMPLIFICATO Prima es. Seconda es. Terza es.

Prima es.

Seconda es.

Terza es.

7 IL PROCESSO SEMPLIFICATO Prima es. Seconda es. Terza es.

8

8
8
8

9

LA RICERCA IN DESIGN

9 LA RICERCA IN DESIGN

10

î DESIGN E ETNOGRAFIA

10 î DESIGN E ETNOGRAFIA

11

USER CENTERED DESIGN: LAPPROCCIO

Le caratteristiche dell’approccio

Lo UCD è un processo di sviluppo di un nuovo prodotto caratterizzato da:

_ la comprensione delle attività che caratterizzano linterazione tra utente e artefatti,

_ il coinvolgimento degli utenti nel progetto,

_ un team multidisciplinare

_ un processo iterativo (ciclico) tra soluzione e verifica

Fonte:

Norman, D. A. & Draper, S. W. (Eds.), (1986) User Centered System Design, Lawrence Erlebaum Associates: Hillsdale, NY.

D. A. & Draper, S. W. (Eds.), (1986) User Centered System Design , Lawrence Erlebaum Associates:

12

USER CENTERED DESIGN: IL PROCESSO

Nel processo di UCD il progetto mira alla pianificazione, progetto e realizzazione di un artefatto (prodotto, comunicazione, servizio, interfaccia) coinvolgendo lutente finale.

Comprensione (Specificare il contesto duso):

-

-

Comprensione delle attività degli utenti (in un contesto di riferimento) Analisi dei compiti e obiettivi (allinterno del team)

Progetto (Specificare requisiti di progetto)

- Definizione degli obiettivi di progetto

Prototipazione (Realizzare le soluzioni progettuali)

- Realizzazione di prototipi per la verifica (lo-fi / hi-fi )

Valutazione (Valutare i risultati):

-

-

Valutazione del progetto/processo Verifica – ( parte nuovo ciclo progettuale)

(Valutare i risultati): - -   Valutazione del progetto/processo Verifica – ( parte nuovo ciclo progettuale)

13

î STRUMENTI

ETNOGRAFICI

13 î STRUMENTI ETNOGRAFICI

14

CHE COSÈ LETNOGRAFIA

Lo studio etnografico si connota come un processo di produzione della conoscenza che si realizza in due momenti:

la raccolta di dati attraverso luso di tecniche di

_

osservazione, fonti dirette e fonti indirette (es: lapproccio partecipante-osservatore)

_ l’organizzazione e la presentazione di questi dati in una forma sintetica (il report etnografico) come forma di comprensione delle esperienze specifiche di soggetti come parte di un universo olistico di significato

(Leo Hsu, Anthropological Ethnography for Development Design, MIT Media Lab - Development by Design Workshop – July 2001)

Hsu, Anthropological Ethnography for Development Design, MIT Media Lab - Development by Design Workshop – July

15

L’etnografia riguarda l’osservazione dei comportamenti delle persone nel loro ambiente.

Questo permette di avere una comprensione olistica delle situazioni, data anche dall’intuito e dalla capacità di ricerca personale.

di avere una comprensione olistica delle situazioni, data anche dall’intuito e dalla capacità di ricerca personale.

16

16

17

Quando ha fatto la spesa?
Quando ha
fatto la
spesa?
Chi pulisce? Ordina? Quando?
Chi pulisce?
Ordina?
Quando?
Cosa cucina? Mangia da solo? Dove si trova?
Cosa
cucina?
Mangia da
solo?
Dove si
trova?

18

DARE ATTENZIONE ALLE RELAZIONI TRA LE PERSONE, AL CONTESTO IN CUI AVVENGONO E ALLA TECNOLOGIA

19

CERCARE DI COMPREDERE LE ‘REGOLE DEL GIOCO’

20

OSSERVAZIONE

- osservazione diretta - osservazione partecipante

Losservazione partecipata richiede che il ricercatore acceda alla comunità da indagare e sperimenti in prima persona (se possibile) e/o osservi direttamente quanto succede.

Losservazione può essere variamente indirizzata su un evento, su un luogo, su una persona o su un oggetto

Supporti: appunti, foto, video, schede per le interviste

su un evento , su un luogo , su una persona o su un oggetto Supporti

21

RACCOLTA DATI ED ELABORAZIONE

21 RACCOLTA DATI ED ELABORAZIONE
21 RACCOLTA DATI ED ELABORAZIONE

22

COMPRENDERE LESPERIENZA QUOTIDIANA DEGLI UTENTI

Costruire uno strumentario dindagine

Costruire un metodo d’osservazione

Costruire una sintesi (elaborazione) dei dati raccolti

Visualizzare/Comunicare i dati e le rielaborazione

d’osservazione Costruire una sintesi (elaborazione) dei dati raccolti Visualizzare/Comunicare i dati e le rielaborazione

23

COMPRENDERE LESPERIENZA QUOTIDIANA DEGLI UTENTI

23 COMPRENDERE L ’ ESPERIENZA QUOTIDIANA DEGLI UTENTI
23 COMPRENDERE L ’ ESPERIENZA QUOTIDIANA DEGLI UTENTI

24

COMPRENDERE LESPERIENZA QUOTIDIANA DEGLI UTENTI

INTERVISTA (SITUATA)

_

interviste aperte

interviste semistrutturate

_

Le interviste possono essere di diverso tipo e sono generalmente raggruppate in tre categorie: le interviste aperte e non strutturate, le interviste semistrutturate e quelle strutturate.

Supporti: appunti, registratore, traccia intervista, foto, materiale di documentazione

e quelle strutturate . Supporti: appunti, registratore, traccia intervista, foto, materiale di documentazione

25

GLI STRUMENTI DI OSSERVAZIONE.

25 GLI STRUMENTI DI OSSERVAZIONE .
25 GLI STRUMENTI DI OSSERVAZIONE .
25 GLI STRUMENTI DI OSSERVAZIONE .
25 GLI STRUMENTI DI OSSERVAZIONE .

26

26

27

NOKIA MOBILE MARKET

28

NOKIA MOBILE MARKET: HOW DOES IT WORK

29

29

30

ORGANIZZARE L’OSSERVAZIONE

30 ORGANIZZARE L’OSSERVAZIONE
30 ORGANIZZARE L’OSSERVAZIONE

31

ORGANIZZARE L’OSSERVAZIONE

prodotti generici (80%) per gli acquisti eettuati presso i supermercati dei quartieri.

acquisti e ff ettuati presso i supermercati dei quartieri. carne e pesce frutta e verdura acquisti
acquisti e ff ettuati presso i supermercati dei quartieri. carne e pesce frutta e verdura acquisti
carne e pesce frutta e verdura acquisti suddivisi tra “carne e pesce” ( 53,3%) e
carne e
pesce
frutta e
verdura
acquisti suddivisi tra “carne e pesce”
( 53,3%) e “frutta e verdura” (33,3%)
per la spesa effettuata presso i
negozi alimentari multietnici.
generici
generici
frutta e verdura
frutta e
verdura
prevalentemente frutta e verdura (80%) per gli acquisti fatti al mercato.
prevalentemente
frutta e verdura (80%)
per gli acquisti fatti
al mercato.
multietnici. generici frutta e verdura prevalentemente frutta e verdura (80%) per gli acquisti fatti al mercato.
multietnici. generici frutta e verdura prevalentemente frutta e verdura (80%) per gli acquisti fatti al mercato.

32

FIELD WORK
FIELD WORK

ricerca desk

32 FIELD WORK ricerca desk

33

COME COSTRUIRE LA SINTESI

La sintesi della ricerca ha come scopo di costruire della conoscenza condivisa nel gruppo di lavoro e a fornire evidenze concrete utili a supportare il processo progettuale.

della conoscenza condivisa nel gruppo di lavoro e a fornire evidenze concrete utili a supportare il

34

34

35

COME COSTRUIRE LA SINTESI

Porsi delle domande sugli spunti annotati:

Sono d’ispirazione? Possono essere utili per la proposta di una soluzione? Raccontano una storia dell’utente? C’è qualcosa che vi ha sorpreso? È qualcosa di rilevante per l’obiettivo di progetto?

una storia dell’utente? C’è qualcosa che vi ha sorpreso? È qualcosa di rilevante per l’obiettivo di

36

36

37

COME COSTRUIRE LA SINTESI

Raggruppare i temi emergenti

/ Create delle aree/cluster di temi comuni emersi dalla ricerca

/ Date un nome ai cluster

/ Non fermarsi alla prima ipotesi

/ Non buttare via il lavoro già fatto

emersi dalla ricerca / Date un nome ai cluster / Non fermarsi alla prima ipotesi /

38

COME COSTRUIRE LA SINTESI

Costruite delle storie attorno alle aree individuate

Quale è la storia che racconta la vostra sintesi?

Quali sono le storie degli utenti?

storie attorno alle aree individuate Quale è la storia che racconta la vostra sintesi? Quali sono

39

OSSERVARE E COMPRENDERE I DETTAGLI

39 OSSERVARE E COMPRENDERE I DETTAGLI
39 OSSERVARE E COMPRENDERE I DETTAGLI

40

40

41

Quale estetica? Quale poetica?
Quale estetica?
Quale poetica?
41 Quale estetica? Quale poetica?

42

î GLI UTENTI

42 î GLI UTENTI

43

LE PERSONAS

Sono archetipi di utenti-tipo di un prodotto o un servizio che sintetizzano e rappresentano le esigenze di gruppi di utenti e ne descrivono caratteristiche personali.

Cosa fa nella vita. Come usa la tecnologia Come sono le sue relazioni Quali sono i suoi interessi

I punti di forza e gli aspetti critici

usa la tecnologia Come sono le sue relazioni Quali sono i suoi interessi I punti di

44

44

45

45
45

46

î DOMANDE…

46 î DOMANDE…