Sei sulla pagina 1di 2

Berlin Alexander Platz - Alfred Dblin (1878-1957)

unodeigrandiromanziurbanidel'900,chehamodificatoprofondamentele
modalitdirappresentazionedellacittcontemporanea.Laletturadiquesto
romanzo ci permette di esplorare due fondamentali dimensioni
dell'esperienzaurbanadiqueglianni:latrasformazionetecnologicachemuta
profondamente l'organizzazione,le infrastrutture e i tempi che regolano il
funzionamento del grande manufatto urbano,le tensioni sociali e psichiche
cheattraversanounmondourbanosconvoltodalleinnovazionitecnologiche.

Il romanzo ha il merito di restituire questi cambiamenti attraverso una


profonda innovazione nelle tecniche di narrazione,che segnano una
discontinuitprofondarispettoalgranderomanzoborgheseottocentesco.
Il montaggio,unostrumentoinespressivoinaguratodaldadaismoberlinese
cheDblinadottafelicementecomeprincipiodellasuanarrazione,permette
infatti di restituire la multiforme vita delle grandi citt.
Dblinnonsifermaallacontemplazioneesteticadellametropolimaesplora
inprofonditlesuetensioni,nonfacendomancaresimpatiaepartecipazione
neiconfrontidelledifficoltdeisuoipersonaggi.
Berlino sembrava rispondere perfettamente ai canoni della razionalit
astrattachehaprodottolamodernit.

Qual l'intento dei fotomontaggi ?


L'intento era quello di smontare il senso comune,la cosiddetta
normalit.Divenne uno strumento fondamentale per la rappresentazione
urbana in una citt come Berlino,che non pu essere colta attraverso
un'immagine comunitaria e prospettica come accade per i panorami
parigini;secondo molti studiosi di questi anni Berlino definita come una
giungla.
Questo linguaggio fin per coinvolgere il cinema,il teatro ,i cartelloni
pubblicitarimasoprattuttolaradio(pensiamoalpalinsestoradiofonico).Ma
nel cinema che il montaggio rivela le maggiori potenzialit nella
rappresentazioneurbana.
TraitantissimifilmchehannooggettoBerlinoneglianni'20duelascianoun
segnoindelebilesull'immaginedellacitt:
DieSinfoniederGrosstadt-1927
MenschenamSonntag-1930
Non ci sono attori professionisti ma le immagini sono prese direttamente
dalla citt e i frammenti della vita urbana vengono poi montati da registi
montatori ; la vita quotidiana di Berlino il cuore della rappresentazione
(montaggiourbano).

Anche questo libro costruito attraverso il montaggio;esso ci


permette di indagare la trasformazione delle citt come manufatto
modernista e il rapporto tra il cambiamento dell'ambiente urbano e
la vita psichica degli individui che la popolano.
Ilprotagonistadelromanzolacitt,nonilpoveroBiberkopft;solounodei
tantichevivonolacondizionemetropolitanaeifrequentiinsertidifatttidi
cronaca montati nel romanzo-macchina di Dblin. Ci presentano infattto
spezzonidivitadimoltialtripersonaggichenonsonointegratineltessuto
narrativo,madeiqualisidocumentalacasualepresenzaintramagliangoli
della strada o negli spazi attraversati da Biberkopt. L'autore non pi il
creatore del grande romanzo borghese ottocentesco ma un meccanico;si
parlaquindidicrisi del romanzo.

Il romanzo di Dblin rappresenta un superamento della cultura


antiurbana purnonessendoun'ingenuaapologiadelmodernismo.InDblin
non vi alcun nostalgico romanticismo,la citt non che l'antitesi dello
spirito,anziilfluidodicuisinutreBiberkoptedlamoltitudinecheabitala
metropoliconlesueicone,isuoiideoletti,lacomplessitsemioticacheilsuo
spaziocapace diimprigionare.SalitosultramBiberkoptsconvoltodalla
molteplicit,dalla velocit,dall'assenza di ordine dell'immagine urbana che
non riesce acomporre inun compiuto orizzonte di sensoe che gli appare
assolutamentenormale.
Questa esplosione metropolitana non rappresenta il caos della decadenza
modernamapiuttostolavitalitdeimolteplicifilicherendonograndeericca
l'esperienzadellametropoli.
LostilediDblinsimileaquellodiJamesJoyce;laprosacaratterizzata
dall'ampiousodeglieffettisonori,articolidigiornali,canzoni,citazioni.
Ilromanzofuriadattatoinunfilmdel1931,direttodaJutzieunaminiseriedel
1980,formatada14episodiedirettadaFassbinder,consideratoilcapolavoro
delregista.