Sei sulla pagina 1di 8

LA SOCIETA COOPERATIVA

Mensile ufficiale di Legacoop Forl-Cesena Direttore Responsabile: Emilio Gelosi Editore: Cooperdiem soc.coop. Stampa: Tipografico soc.coop. Santa Sofia (FC) Anno XV n 7/8 2011 iscr. ROC 4503 Aut.Trib. di Forl del 20/10/97 Reg.
Stampa n.28/97 Poste Italiane spa - spedizione in a.p. D.L.353/03 (Conv. L.46/04) art.1 comma 1, DCB Forl - Tassa pagata La presente pubblicazione viene distribuita esclusivamente in abbonamento postale e i dati relativi a nominativi e indirizzi
dei lettori sono stati inseriti nelle nostre liste di spedizione. Ciascun lettore, a norma dellart.7 D. Lgs. 196/2003, potr avere accesso ai propri dati in ogni momento, laggiornamento la rettifica o la cancellazione oppure opporsi gratuitamente al loro utilizzo
scrivendo a: Legacoop Forl-Cesena, via Monteverdi 6/b, 47122 Forl. codice ISSN 1971-6842 Numero chiuso in redazione il 28 settembre 2011
Mensile ufficiale di:

47122FORLI
Via Monteverdi 6/b
Tel.0543/785411 - Fax 781134
www.legacoop.fc.it

LEditoriale del mese

PROGETTO
Il Buon Vivere Apofruit dopo
per Superare 33 Anni cambia
Presidente
la Crisi di Valori 4

L
a pagina

a crisi con cui tut-

PER COSTRUIRE IL FUTURO


t i dobbi a mo con- Cevico Apre
f rontarci quotidia-
un Wine Bar
namente - e a cui si
sommano gli inqua- in Giappone
lificabili attacchi della ma-
a pagina 6
novra finanziaria - non ha
mai allontanato le coopera-
tive dal loro scopo e dai loro CIA-Conad
valori. La seconda edizione
della Settimana del Buon
Apre a Faenza
La Filanda
Fabio Blaco

Vivere, che si svolta dal 3


al 9 ottobre a Forl-Cesena, a pagina 7
loccasione per sottoline-
are le ragioni che hanno
mosso Legacoop Forl-Ce-
sena nel promuovere que-
sto evento, insieme a LILT,
IRST e a un nutrito gruppo Anniversario
di partner che compren-
de, tra gli altri, il Pontificio
Consiglio per la Cultura e Quindici Anni
tutte le principali aziende e
istituzioni del territorio. di Informazione
Buon Vivere inteso come
pratica quotidiana che non in Cooperativa

N
pu prescindere dallesser-
ne educati e dalle possibilit Per 40 anni abbiamo avuto una classe dirigente in grado di indicare el 2011 la Societ
offerte per poterlo manife-
stare. Il Benessere Interno la direzione in cui la comunit doveva muoversi. ancora cos? Cooperativa com-
pie quindici anni.
Lordo una delle chiavi di
lettura che rimette al centro Intervista al presidente della Fondazione, Piergiuseppe Dolcini. Sono tanti per un
giornale come il
la persona e, sovvertendo la nostro. Siamo partiti che Inter-
priorit tra qualit e mera net non cera quasi, oggi la car-
quantit, pianifica il futu- ta non va pi di moda. Qua-
ro sulla base di comporta- lunque sia il supporto su cui ci
menti votati alla sostenibi- stesso livelli dignitosi di cia- ni concrete che la connota- sta edizione), si pu andare un tessuto imprenditoriale leggerete domani, noi continue-
lit come pratica sociale ed scun aspetto del buon vivere no in termini di opportunit oltre alla crisi. la filiera coeso e di qualit e per po- remo a investire e a scommettere
economica imprescindibile. e, al contempo, la garanzia offerte, di possibilit di scel- del buon vivere che si con- litiche diffuse di coopera- sullutilit di uninformazione
Benessere, dunque, come che anche le future genera- ta (pluralit democrazia e nota per leccellenza delle zione e dinclusione sociale. lontana dai soliti format. La
prodotto di diversi elementi zioni possano assestarsi sul- ricchezza) e di qualit che sue produzioni sostenibili; Questa lidentit che va con- nuova veste grafica ci proietta a
appartenenti alla sfera so- le medesime opportunit. si vuole offrire ai cittadini. per un sistema accreditato divisa. Lidentit che crea pieno titolo nel secondo decennio
ciale, ambientale, culturale Il Buon Vivere come ap- Il tutto, partendo dalla con- distruzione, di cultura, e di appartenenza e che mai, co- del ventunesimo secolo, ma non
ed economica in cui ogni proccio culturale con cui sapevolezza che, operando ricerca; per moderne strut- me nei momenti di crisi co- rivoluzioner i contenuti: par-
individuo ha il diritto di una Comunit decide di tra- insieme (la relazione, che ture sanitarie e per sistemi me il presente, va garantita. leremo ancora di voi, insieme a
vedere riconosciuti per se durre la sua crescita in azio- il concetto chiave di que- di cura allavanguardia; per Monica Fantini voi, se voi lo vorrete.
2 // PRODUZIONE LAVORO // REDAZIONALE A CURA DI COOPERDIEM SOC.COOP.

, SFIDA
trattative, a nuovi accordi
anche con nuovi fornitori,
subendo notevoli perdite di
tempo e di marginalit del-
le commesse. Tutto questo

ATTRAVERSO
ha dato inizio ad una corsa
contro il tempo per poter
consegnare gli impianti nei
tempi contrattuali previsti.
Occorreva chiudere i lavori
entro il 31 dicembre e ab-
biamo fatto limpossibile

LESTREMO
per riuscirci, anche perch
il fotovoltaico ha assunto
una sempre maggior rile-
vanza nel nostro portafo-
glio ordini. I soci hanno
dato il massimo, anche in
condizioni disastrose. Ab-
Il termovalorizzatore di Coriano e, in basso, lingresso della
biamo compiuto uno sforzo
Citt Ospedaliera di Avellino. Nella pagina a destra le condi-
gigantesco e dimostrato di
Per consegnare gli impianti ai clienti nei tempi essere una grande squadra.
zioni affrontate dai soci di CEIF durante linverno.

Solo per chiarire le dimen-


contrattuali, i soci della cooperativa hanno lavorato sioni dellimpegno, dal 16 un impianto per la societ in un momento di stallo.
novembre al 22 dicembre, CCCP, appositamente co- La strada dellinternazio-
in condizioni impossibili. Nel 2010 abbiamo fatto uno con pioggia e neve, abbia- stituita, con lo scopo di ge- lizzazione appare obbliga-
mo sdoganato, consegnato stire o vendere la societ di ta. Purtroppo, nonostante
sforzo gigantesco - racconta il presidente Alberto e montato 35 containers di cui deteniamo il 40%. la presa di posizione degli
pannelli, per circa 5,5 me- Nel compa r to ospeda- italiani con il referendum,
Bonamici - ma ce labbiamo fatta, grazie ad un gawatt, mentre in Puglia la liero i cantieri pi signifi- non c chiarezza sul futu-
nostra consortile realizzava cativi sono stati lospedale ro degli incentivi e tutto il
partecipato lavoro di squadra. linstallazione di 24 campi Niguarda di Milano, in cui settore fatica a riprendere
per la potenza di 15 mega- giunta a conclusione la quota, continua Bonami-

N
watt. prima fase realizzativa, e la ci. anche questo uno dei
on servono mol- berto Bonamici: Le cau- nuovi conti energia hanno Citt Ospedaliera di Avelli- motivi per cui CEIF ha de-
te pa role per se dei disagi sopportati da provocato la grande corsa I cantieri pi significativi no, oramai al termine. ciso, dopo 42 anni di attivi-
raccontare la de- CEIF, sono imputabili alla degli investitori nazionali Complessiva mente nel Il settore ecologico-am- t, di affacciarsi al di l dei
dizione dei soci speculazione che nella se- ed esteri nella realizzazione 2010, CEIF ha avuto oltre bientale, che riguarda la confini nazionali. Kuwait,
di CEIF alla loro conda met del 2010 stata di impianti fotovoltaici en- 40 cantieri attivi, di cui 26 realizzazione di termovalo- Est Europa, A frica: stia-
cooperativa. Basta osservare messa in atto dai produttori tro la fine dellanno. in Emilia-Romagna e gli al- rizzatori e, pi in generale, mo esplorando le possibi-
le foto a corredo di questo mondiali di pannelli foto- Sono stati quindi disat- tri dislocati in tutta Italia gli impianti di trattamento lit, in collaborazione con
servizio. Fango alle ginoc- voltaici, che hanno appro- tesi - prosegue - gli accor- per lo pi in Puglia, Lom- dei rifiuti solidi e liquidi, le strutture consortili del
chia, in localit impervie, fittato delle grandi richie- di contrattuali formalizzati bardia, Campania e A lto ha prodotto circa 5,5 mi- movimento cooperativo. I
lavorando anche il sabato e ste di forniture provenienti ad inizio 2010 da parte dei Adige. Sui 43,5 milioni di lioni di euro. Il cantiere pi problemi sono tantissimi,
la domenica per mantenere dallEuropa, in particolare nostri fornitori asiatici, che euro di valore della produ- significativo stato quello da quelli logistici a quelli
gli impegni e terminare gli dalla Germania e dall Ita- hanno giocato al rialzo dei zione realizzati, ben il 54% presso il termovalorizzatore finanziari e non si pu non
impianti nei tempi contrat- lia. La scadenza degli in- prezzi e allungato i tempi di appartiene al settore delle- di Coriano di Rimini. scegliere la via della part-
tuali. centivi statali a fine 2010 consegna delle merci. CEIF nergia che viene dal sole. Levoluzione della gestio- nership con altre aziende,
Spiega il Presidente, Al- e la previsione di tagli nei stata costretta a nuove Seguono ospedaliero (26%), ne nel 2011 rappresentata anche perch lesperienza
impianti ambientali (13%) e nel budget approvato, che insegna che le cautele non
poi, a grande distanza, civi- contiene un obiettivo di sono mai troppe.
li, industriali e centri com- produzione di 47 milioni di
merciali. euro. Tra i lavori iniziati nel Limpegno per la sicurezza
Gli impianti fotovoltaici 2011 spiccano la ristrut- Nel 2010, CEIF ha ottenu-
sono stati realizzati prin- tura zione e ampliameno to la certificazione del siste-
cipalmente con tre moda- dellOspedale di Bolzano e ma di gestione per la sicu-
lit. La prima diretta, con la realizzazione del termo- rezza sul lavoro ai sensi della
cui CEIF ha progettato e valorizzatore di Parma. norma OSHAS 18001:2007
costruito impianti per cir- Per il 2012 e gli a n- e delle linee guida UNI-
ca 6,7 megawatt tra Rimini ni successivi abbiamo gi INA IL e sta attualmente
e Bologna, lavorando per contratti in essere e nutria- operando per lintegrazio-
com m it tent i preva lente- mo aspettative positive per ne con il sistema qualit, gi
mente privati; la seconda, i molti lavori previsti per certificato da tempo. Da
in assegnazione dal CCC di lExpo di Milano, ma stia- sempre promuoviamo la si-
Bologna, con 30 siti a ca- mo anche esplorando nuove curezza sul lavoro con at-
vallo tra Brindisi e Lecce, strade, aggiunge Bonamici. tenzione particolare per la
per una potenza nomina- formazione, le dotazioni di
le complessiva di circa 18 Uno sguardo verso lestero sicurezza e laffermazione di
megawatt; la terza in Il fotovoltaico, che negli una cultura aziendale che
proprio - spiega Bonami- ultimi anni stato il com- vada in questa direzione,
ci - abbiamo cio realizzato parto trainante di CEIF, conclude Bonamici.

P O L I Z Z A V E I C O L I A M O T O R E

AMI LA GUIDA SICURA?


TI TRATTIAMO
CON I GUANTI BIANCHI.
Chiedi informazioni presso la tua Agenzia
Unipol Assicurazioni.
Messaggio pubblicitario. Prima della sottoscrizione leggere
il Fascicolo Informativo da richiedere in Agenzia e consultabile
sul sito www.unipolassicurazioni.it

C 100% C 0% C 0% C 0%

FORL
R 15 R 150
M 50% G 50 M 0% M 100% G 15 M 0%
Y 0% B 80 Y 0% Y 100% B 22 Y 0%
PANTONE RAL 5000 PANTONE RAL 3000
K 60% K 100% K 20% K 70%
302 C 1805 C

Via P. Maroncelli, 10 - Tel. 0543 452411


unipol@assicoopromagna.it

KmSicuri_135x65_Forl_SocietCOO.indd 2 03/10/11 15.22


LA SOCIET COOPERATIVA

Globale e Solidale

La sindrome
di Anton
Lunghi periodi di recessio-
ne, improvvisi crolli di Borsa,
bolle immobiliari e specula-
tive: perch diventato cos
difficile capire leconomia?
Inutile rileggersi i manuali
su cui si studia
nelle universit,
quasi nulla di
ci che accade
spiegabile
secondo le
dottrine classi-
che. Una delle
interpretazione di Fabio Gavelli
pi suggesti-
ve proposta da Raj Patel,
studioso che ha lavorato per
la Banca Mondiale e che in-
segna a Berkeley. Patel usa
come metafora la sindrome
di Anton, una rara patologia
che pu insorgere dopo un
ictus: chi ne affetto cieco
ma convinto di vedere.
Passando dalla scienza
medica a quella sociale, soffri-
remmo di una malattia simile.
Pensiamo che i Mercati sia-
no il metro di ogni fenomeno
e per questo, sostiene Patel,
non siamo pi in grado di
riconoscere nulla. Guardare
il mondo attraverso i mercati
significa non solo alterare la
percezione di noi stessi, ma
anche proiettare la nostra
disabilit su tutti gli altri,
scrive lo studioso nel libro Il
valore delle cose. I politici, i
media e dunque anche i sin-
goli cittadini, hanno assunto
il mercato deregolamentato
(quello che pone il profitto
come priorit assoluta, a volte
unica) come lente attraverso
cui osservare le nostre societ.
Un grande abbaglio da cui si
pu uscire, secondo Patel, con
uno strumento antico ma che
stato reso inefficace: la de-
mocrazia. Purtroppo i governi
e le istituzioni sovranazionali
si dicono impotenti, non in-
cidono sulla finanza inter-
nazionale, non intervengono
sugli scambi commerciali, sulle
politiche fiscali. Il sociologo
spagnolo Manuel Castells in
un articolo dal titolo Sacrifici
umani in nome dei mercati
ha ricordato che il vero motore
degli investimenti finanziari
il guadagno, puro, semplice
e a breve termine. Sembra
che la democrazia sia stata
messa fuori gioco dal mercato.
Possiamo permettercelo?
Linea di confine 4 // ORTOFRUTTA // DUE MANAGER A CONFRONTO LA SOCIET COOPERATIVA
Tra politica
e antipolitica
La politica politicante, usata DAI SUOI ESORDI IL SUCCESSORE I VICEPRESIDENTI
solo come mestiere autorefe-
renziale, sta per scivolare nel Enzo Treossi lascia dopo Mirco Zanotti, 44 anni, Claudio Biondi di Modena
burrone. Era gi caduta venti
anni fa, o su di l, ma potrebbe 33 anni di presidenza ha studiato Scienze Agrarie e Gianluca Balzani di Forl
ricaderci anche la cosiddetta
Seconda Repubblica, appendice

APOFRUIT, PASSAGGIO
in realt della Prima bis per-
ch incapace di risolvere i mali
oscuri che ci hanno afflitto.
Nel 1989 le classi politiche
allora al governo brindaro-

DI CONSEGNE AL VERTICE
no al crollo dei
regimi comunisti
dellest europeo
convinti che i conti
con lavversario
marxista-leninista
erano chiusi. Di

Mirco Zanotti il nuovo presidente della grande cooperativa ortofrutticola


certo si era chiusa
di Pietro Caruso la fase, sempre
pi degenerata,

S
della vita del Pcus e dei partiti
satelliti in Europa, ma non la torico passaggio di conse- Treossi, 60 anni, forlivese, con- di i principi della cooperazione, i un rapporto trasparente e costrut-
questione della democrazia gne ai vertici di Apofru- duttore di unazienda agricola a Ca- quali continuano ad essere efficaci tivo nei confronti della sua base so-
progressiva. Allora i vari For- it, la grande cooperativa stiglione di Forl, stato il presiden- bench molto sia cambiato dallini- ciale. Per continuare in questa mis-
lani e Craxi, Andreotti e De ortofrutticola italiana che te che ha pilotato tutte le innovazio- zio del mio mandato ad oggi. I prin- sione potr contare sullesperienza
Michelis fecero un gravissimo conta oggi 11 stabilimenti ni di questi anni e le pi importanti cipi di onest, dialogo, trasparenza, e la professionalit del gruppo di-
errore politico: anzich sepa- ubicati in varie regioni italiane. Do- fusioni fra cooperative - dallepoca rispetto delle regole devono essere i rigente e del Consiglio di Ammini-
rare le sorti dei democristiani po 33 anni di impegno (di cui 12 ai in cui la cooperazione ortofrutticola cardini per il buon funzionamento strazione afferma il neo Presidente
da quelle dei socialisti, e vice- vertici di Cofa, una delle cooperati- mostrava i suoi limiti nellestrema della cooperativa e per un forte le- Mirco Zanotti, che si appresta a
versa, essi pensarono di raf- ve che hanno dato origine al grup- frammentazione dei gruppi - che game con i soci. guidare la fase internazionale della
forzare unalleanza dando per po, e 21 al vertice di Apofruit) Enzo hanno portato alla creazione di uno A Treossi va il sentito ringrazia- cooperativa, sempre pi proietta-
scontato che nelle opposizioni Treossi, presidente della cooperativa dei pi grandi gruppi cooperativi mento di tutti i soci e dei membri ta allespansione dei suoi mercati,
di destra e di sinistra ci sareb- dai suoi esordi ad oggi, passa il te- italiani che operano nellortofrutti- della direzione di Apofruit che, in nellobiettivo di assicurare un red-
be stata soltanto una rotta. stimone a Mirco Zanotti, produtto- coltura. stata la vitalit della coo- questi anni, hanno apprezzato il suo dito soddisfacente per i produttori
Non fu cos e infatti Tangen- re di 44 anni, cesenate, laureato in perazione - commenta Enzo Treos- equilibrio, la sua capacit di fare associati.
topoli fu la conclusione di una
Scienze Agrarie e assieme al fratello si a determinare la nostra crescita. da raccordo tra la produzione e la Al suo fianco Zanotti ha due Vi-
crisi politica, non solo lesito
conduttore di unazienda agricola Alla forza dei produttori associa- struttura, e la sua instancabile di- cepresidenti: Claudio Biondi di
di anni di offensive giudizia-
ad indirizzo frutticolo. Zanotti, da ti dobbiamo il raggiungimento, in sponibilit ai vertici della coopera- Modena e Gianluca Balzani di For-
rie. La riforma dei partiti non
9 anni allinterno di Apofruit, ha questi anni esaltanti anche se dif- tiva. Sono onorato e consapevole e l. Il nuovo CDA composto da 39
avvenuta e ora ci troviamo
maturato una forte esperienza nella ficili, di importanti obiettivi. La- del prestigio e dellonere di questo consiglieri, di cui 37 soci produttori
con i costi di tutti i ceti politici
Direzione del Gruppo ed in partico- scio con soddisfazione il mio ruolo impegno. Apofruit Italia ha saputo e 2 soci finanziatori, con una ridu-
cresciuti a dismisura. La mia
lare nella relazione con i soci della- ad una leadership che si formata coniugare la sua crescita con la ca- zione di 4 unit rispetto al mandato
formazione ideale e politica mi
rea di Longiano. allinterno del gruppo che terr sal- pacit di presidiare il mercato con precedente.
impedisce di aderire ai movi-
menti antipolitici di destra e
di sinistra, ma non di ribadire
Le iscrizioni sono aperte fino al 30 ottobre
Archivio Apofruit Italia

quello che dissi e scrissi 20 an-


ni fa: o si capta il mutamento e
ci si rinnova, o si perisce. Sono
i grandi movimenti popolari Nuovi Corsi di Formazione
dal M arketing alla 231
se ispirati alla saggezza e al
culto delle autentiche riforme
a possedere quel mix di cam-
biamento e di responsabilit di Responsabilit amministrativa e Spesso, anche a causa delle
cui c bisogno. La profonda sociale (40 ore), Comunicazione ripetute modifiche legislative, non
sfiducia nella maggioranza efficace e public speaking (40 ore), c chiarezza su argomenti che
della classe politica si combat- Risk management per affrontare riguardano da vicino coloro che
te con eliminazione di privilegi la crisi (20 ore), Il modello del hanno assunto tali responsabilit e
e condivisione dei sacrifici
D.LGS.231/01 sulla responsabilit rischiano quindi di essere coinvolti
della gente. Da questo punto
amministrativa delle persone giuri- in prima persona dal punto di vista
di vista la capacit del movi-
diche (16 ore), Marketing e comu- penale in caso di comportamenti
mento cooperativo di rimanere
nicazione dimpresa (36 ore). Sono societari scorretti.
fedele a se stesso encomiabi-
questi i nuovi corsi di formazione Come procedere alla mappatura
le, anche se deve aggiornare
gratuiti promossi da Cesvip e rivolti delle attivit sensibili? Quali sono
le sue leadership e credere di
ai referenti aziendali del mondo i modelli organizzativi ammessi?
pi in processi di unit, coesio-
ne, sinergia dentro e fuori lo
cooperativo e non, in particolare Come funziona lorganismo di
stesso movimento. Pensare che a quadri, responsabili, manager. Controllo? Il corso intende aiutare
in un capitalismo, n sociale, Le iscrizioni sono aperte fino al 30 i partecipanti ad approfondire
n democratico ci sia lo spazio ottobre. Per informazioni: quali modelli organizzativi e di
del rinnovamento fallace. CESVIP, P.le della Vittoria,10 gestione sia opportuno adottare per
Tra laltro la rete, in espan- 47121 Forl (FC) Tel. 0543 782288 prevenire specifici reati ed evitare
sione, rende molto difficile 782286 Fax 0543/780531 linsorgere della responsabilit.
proteggere i sancta sanctorum e-mail: s.gordini@cesvip.emilia- Il percorso si rivolge a 12 lavoratori
del potere. Solo i teorici delle romgna.it / coord2.fo@cesvip. di imprese cooperative e non, inse-
elites politiche e del realismo emiliaromagna.it. Tra i corsi riti in ruoli di responsabilit: quadri,
politico pensano di potere segnaliamo in particolare quello responsabili, manager, presidenti e
governare facendo credere. relativo al sistema disciplinare membri CdA a libro paga, ecc.
I sacrifici hanno bisogno di introdotto dala legge 231 del 2001 La necessit quella di implemen-
un grande progetto di nuovo che ha profondamente innovato il tare su questi lavoratori una serie di
corso per essere accettati. Fra modello giuridico con cui devono competenze e abilit che afferisco-
fiumi di champagne, nani, confrontarsi gli amministratori delle no essenzialmente allambito della
ballerine, case al mare, resort societ cooperative. Il docente conoscenza e implementazione
esteri, soldi sporchi, evasioni ed La stretta di mano tra Mirco Zanotti e Enzo Treossi, lavvocato e professore universita- del modello organizzativo secondo
elusioni continue non saltano nuovo presidente e presidente uscente di Apofruit. rio Carlo Berti. quanto previsto dal D.Lgs 231/01.
solo le finanze dello Stato, ma
anche le teste dei troppo furbi.
5 // IL PROTAGONISTA // PIERGIUSEPPE DOLCINI

P
assione politica. Non c Dobbiamo sostenere laeroporto Cosa propone di fare?
altro modo per spiegare perch serve alle industrie del ter- Cerchiamo di trovare una co-
la luce che si accende ne- ritorio? Perch lo richiede il turi- esione fra tutti gli attori politici,
gli occhi del presidente smo verso la riviera? Perch aiuta sociali, economici e istituzionali.
della Fondazione Cassa lagroalimentare cesenate? Perch Il lavoro che stiamo facendo con
dei Risparmi di Forl Piergiusep- vogliamo sviluppare un turismo il Comune ha questa caratteristi-
pe Dolcini, quando racconta co- culturale in entrata? Ed solo un ca. Stiamo ragionando sul Cen-
me intende il ruolo dellente da esempio fra tanti. tro Storico, sul San Domenico,
lui rappresentato. Un sentimento sugli spazi culturali, sullutilizzo
antico, e se vogliamo anche fuori Ma lei come la pensa? di grandi palazzi storici. Vedia-
moda, che si concretizza in uno Allo stato attuale difficile dare mo di mettere insieme le idee per
slancio che non solo lo porta a risposte talmente piene da giusti- progetti, anche parziali e di spe-
continuare a progettare il futuro ficare la presenza di un aeroporto rimentazione, ma di largo respiro.
di Forl, ma anche a pretendere a Forl. Diverso se laeroporto
con ostinazione che facciano al- si aggrega e ripartisce i costi con Come Palazzo Talenti-Framonti?
trettanto tutti coloro che ne han- altri scali. Il patto Forl-Rimini Stiamo cercando di trasforma-
no i mezzi, la responsabilit e la va bene, ma di per s non suffi- re quel palazzo in un punto di
legittimazione. ciente. Alla fine dovremo trovare riferimento sociale, culturale e,
Meldolese di nascita, e ci tiene le modalit per unalleanza con perch no, anche enogastronomi-
a sottolinearlo, Dolcini conosce Bologna. A quel punto sar possi- co. Puntiamo alto, a diventare un
bene i temi delleconomia socia- bile chiedere a un privato di inter- punto di riferimento per la Roma-
le per averli affrontati dapprima venire, per serve qualcuno che gna intera
allinterno delle ACLI e poi nella non badi solo al profitto azienda-

Foto Blaco
sua attivit forense di avvocato del le, ma anche alla socialit dellin- Perch allora demolire il par-
lavoro. Lo abbiamo incontrato per vestimento. E come Fondazione cheggio davanti al San Domeni-
unintervista a tutto campo. noi possiamo solo fare presente co? Autorevoli architetti si sono

PUNTIAMO
tere politico. Lo sviluppo di una In che senso?
collettivit pu essere realizzato Nel senso che io, ad esempio,
insieme, rendendo protagonisti voglio indicazioni secche dai Co-
dello sviluppo anche i soggetti muni, non voglio essere arbitro di
privati, in una pluralit di centri una terna di nomi.
decisionali e di logiche di azione. Perch il nostro ruolo, affidatoci
un concetto di poliarchia e poli- dal legislatore, quello di gestire
centrismo che per me si richiama un patrimonio che viene dal po-

IN ALTO
esplicitamente alla dottrina socia- polo e quindi di esso dobbiamo
le della Chiesa. essere rappresentativi. E nelle in-
Con le fondazioni bancarie, per dicazioni delle istituzioni dobbia-
la prima volta nella storia del- mo quindi avere piena fiducia.
la Repubblica, i corpi intermedi
hanno la forza anche patrimoniale Ritiene adeguati i criteri di rap-
per non essere solo compartecipi presentativit dei vostri organi?
ma autori di un progetto per la La formulazione legislativa, che
comunit forlivese. prevede assemblea dei soci, consi-
glio generale e consiglio di ammi-
Lei parla sempre di Forl. E le nistrazione inadeguata.
altre citt della Romagna? Fosse per me li ridurrei subito a
a cura di Emilio Gelosi Noi crediamo che enti come due: unassemblea non pletorica,
il nostro debbano avere un loro con un ruolo forte di indirizzo, e
ruolo ed essere partecipi della vi- un consiglio di amministrazione,
Il presidente della Fondazione Cassa mobilitati per salvarlo...
Anche qui partiamo da un pro-
ta politica del territorio. Vengono
compiuti, altrove, questi ragiona-
ma questo pu farlo solo il legi-
slatore.
dei Risparmi, Piergiuseppe Dolcini, non si getto: noi vogliamo che il San Do-
menico diventi un grande quartie-
menti?
Pu anche darsi che in altre cit-
Quello che possiamo fare, e che
faremo, cambiare il modo in cui
rassegna al declino sociale ed economico re della cultura. La nostra non
furia iconoclasta: semplicemente
t questo non interessi. Per quan-
to ci riguarda sono le nostre scelte
viene nominata lAssemblea, che
nomina met del Consiglio Ge-
del Paese: Dobbiamo progettare il futuro. non si capisce cosa centri quel-
la struttura con la prospettiva di
di politica bancaria che ci hanno
portato a questa consapevolez-
nerale.

creare una nuova porta alla citt, za, quando abbiamo capito che Qual il meccanismo ora?
che funga da ingresso e da carto- dismettere il controllo della ban- Ora lassemblea si riproduce e
Perch insiste tanto sulla questa opportunit al fondo F2I lina. E allora, cosa c di meglio ca ci avrebbe consentito di avere ricompone per cooptazione, con i
necessit di progettare il fu- a cui partecipiamo, proponendo di una distesa verde? le risorse per fare ragionamenti vecchi soci che votano lingresso
turo? unattivit che abbia anche pro- progettuali per lo sviluppo positi- dei nuovi. Questo, a mio avviso,
Da cattolico la mia formazione spettive di sviluppo. Come si pone la Fondazione ri- vo di questa citt. Oggi, con 423 un modo sbagliato per governare
questa: vengo da una valutazio- spetto allintervento nel sociale? milioni di patrimonio e pi di 10 un ente che ha natura pubblici-
ne progettuale della politica, in Come legge la scena politica at- C un forte impegno finanzia- milioni di fondi erogati ogni anno stica.
grado di pensare a grandi cose, a tuale? rio, con bandi, iniziative, progetti. sentiamo di avere una responsabi- Occorre introdurre dei corret-
una perennis reformatio della un fatto che fino agli anni Ot- Il vero problema per credo sia di lit in pi, perch possiamo fare la tivi in modo da potere inserire
societ, per dirla con le parole del tanta la politica mostrava segni carattere culturale ed un tema differenza. dei personaggi meritevoli e dare
Concilio Vaticano II. di grande contrapposizione ide- che tutti dobbiamo porci. maggiore spazio anche a soggetti
Forl ha avuto la for tuna di ologica tra DC e PCI. Allo stesso Oggi il welfare in crisi perch Voi per non avete avuto una come le associazioni di categoria.
avere una classe dirigente lun- tempo aveva la capacit di porre il pubblico e il terzo settore non legittimazione democratica...
gimirante, che negli ultimi qua- degli obiettivi alti, attorno a cui hanno le energie sufficienti a in- Ma la democrazia solo un Unultima domanda: cosa pensa
rantanni si presa limpegno di era possibile costruire unazione tervenire da soli. La terza gamba fenomeno di eletti ed elettori o di manifestazioni come la Setti-
guardare al futuro: gli insedia- comune. Poi la dialettica politica pu diventare il privato? Ma allora prevede la partecipazione di tutta mana del Buon Vivere?
menti industriali, luniversit, si frantumata negli obiettivi per- non pu ragionare solo come fa- la societ a un progetto? Se in- Stiamo lavorando a una pro-
Ridracoli, lIRST... Oggi per ho sonali, diventata di conventico- rebbe un mecenate. Deve essere tendiamo la democrazia in sen- spettiva per questo territorio che
limpressione che il futuro, invece la, anche se forse la parola un possibile investire conciliando il so partecipativo io ritengo che la si basi su unimprenditoria di alto
di essere delineato, sia completa- po troppo dispregiativa. profitto con la tutela sociale. Ed Fondazione si debba porre questi livello tecnologico, alta formazio-
mente incerto. Cito due casi per Non si guarda pi a grandi pro- uno sforzo di mentalit che va obiettivi e trovare nei suoi organi ne, qualit della vita che si fon-
tutti. Sapro. Cosa sar degli inse- spettive, ma al contingente. Io ne condiviso da tutti. la capacit di interpretare le esi- da sulleccellenza sanitaria, IRST
diamenti industriali? E laeropor- prendo atto, pu anche darsi che genze del territorio. Su una cosa prima di tutto, e della cultura,
to? Perch Forl ha bisogno di un sia giusto cos. Le domande per Quale deve essere il ruolo delle per le do ragione: gli organi con con mostre conosciute in tutto il
aeroporto? restano. Forl domani sar ancora fondazioni bancarie? cui la Fondazione lavora devono mondo.
una citt dotata di Universit, for- La Fondazione un soggetto avere il massimo grado di rappre- La Settimana del Buon Vivere
Gi, perch? mazione e ricerca di alto livello? privato che ha obiettivi di caratte- sentativit delle energie che insi- si pone chiaramente in questa
Sono proprio questi i nodi su Sar ancora in grado di investire re generale, collettivo e pubblico, stono nella comunit, senza avere direzione e in questo disegno per
cui la politica deve dare risposte. in cultura? obiettivi che io considero di carat- paura della politica. la nostra comunit.
Roma, Romagna 6 // AGROALIMENTARE // STORIE DAL MONDO LA SOCIET COOPERATIVA
Zappando

IL GIAPPONE
gli ulivi
Come consigliatomi nel corso
del mio intervento di una vivace
assemblea faentina, in piena

BEVE CEVICO
crisi di mercato delle pesche
e nettarine, mi sono recato a
zappare i miei giovani ulivi
piantati lautunno scorso.
Nel constatare il loro stato
non particolarmente brillante,
mi sono reso conto di averli
un po trascurati. La zappa
uno strumento arcaico, ma

C
potente, e il risultato ottenuto
stato soddisfacen-
on il Gruppo Ce-
te, con il grande
vantaggio di essere
vico i vini Roma- I vini romagnoli arrivano nella terra
gnoli arrivano in

Archivio CEVICO
facilmente verifi-
cabile; cosa questa G i a p p on e . l a del Sol Levante. A Hiroshima
non cos scontata nuova scommessa
per altre attivit. dellazienda ravennate che ha aperto il wine bar Tot i d.
Difficile per, in sabato 9 luglio scorso ha
di Cristian Maretti quelle condizioni di aperto a Hiroshima, TOT In programma anche corsi di cucina
pace e tranquillit I DE (Tutti i giorni), un
e di lavoro appagante, non
pensare e riflettere sul proprio
nuovo concetto di Wine Bar e degustazioni gastronomiche.
che ha lobiettivo di avvici-
mestiere di rappresentante di nare il Popolo Giapponese cellenza dellEmilia-Roma- elegante ma comodo. E so- Ad oggi, nel paese del una nuova filosofia del vi-
interessi cooperativi e agricoli,
al vino, nonch fare cono- gna. prattutto dove lospitalit Sol del Levante le enote- no: nel prezzo, decisamente
alla loro analisi ed alla loro
scere le eccellenze della Ro- Nellottica di poter fare della Romagna regni e si che o i wine Bar sono lo- pi accessibile, e nel modo
sintesi nei confronti di un Mi-
nistero dellAgricoltura sempre magna in terra nipponica. appr e z z a r e l a cali esclusivi dove il vino di degustarlo, pensato per il
pi depotenziato e misero. Il w ine bar romagnolo grande qualit un locale elegante considerato un prodotto consumo quotidiano.
Un mestiere non facile anche TOT I DE frutto di una dei vini roma- per eletti, sia per gli altis- Prosegue anche con que-
nei confronti di un Commissario partnership del Gruppo Ce- gnoli ad un giu- ma non esclusivo, simi costi dello stesso, sia sta iniziativa limpegno del
Europeo allAgricoltura e della vico con partner Giappone- sto prezzo, ab- per tutte le tasche soprattutto per lesclusivit Gr uppo Cev ico verso la
sua direzione generale, sempre se, e proporr in esclusiva biamo pensato dei locali, pensati e fatti per vendita dei propri prodotti
pi accerchiata da ogni tipo lampia gamma di vini del ad un locale dove la gente sprigioni da ogni parte del pochi. Tot i de, propone allestero.
di richiesta di taglio per dare gruppo romagnolo assieme si senta invitata ad entra- locale, e da parte della ge-
allEuropa nuove missioni, ai prodotti alimentari dec- re: bello ma non esclusivo, stione, afferma Lauro Gio-
ma sempre con i soliti soldi.
Pensando e ripensando, non
vannini, Direttore Generale Il direttore commerciale Lauro Giovannini
del Gruppo Cevico. Presso
sono riuscito per a trovare
il wine bar si terranno corsi
soluzioni alternative a quelle
del lavoro serio, paziente e di degustazione, di cucina, Grandi soddisfazioni
con lintento di far cono-
anche da Cina e Russia
continuo che stiamo facendo,
Archivio Cevico

di elaborazione e convincimen- scere ed apprezzare oltre al


to per far prevalere lunica vino, la cultura e lessenza
cosa che conta: un adeguato del territorio di Romagna Lauro Giovannini precisa
reddito degli agricoltori. in sinergia con una cultura che solo dal 2006 il Cevico
Per questa ennesima crisi storica come quella giappo-
ortofrutticola ci siamo attestati
impegnato verso il canale
nese.

Archivio Legacoop
su tre priorit: 1) intervento estero, partendo certamente
Francesco Paganelli ex- in un momento molto difficile
straordinario per fronteggiare
port Manager del Gruppo e con un mercato gi ampia-
la diminuzione dei consumi;
2) incremento indennit di Cevico che segue lAsia pre- mente occupato da altri.
ritiro e modifica del sistema cisa che la filosofia del pro- La scelta di porci quale
gestione crisi dellOCM; 3) getto contenuta nel no- azienda che oltre a vendere
validazione dellaccordo di me: fare del consumo del un prodotto in grado di
filiera per migliorare il livel- vino in Giappone un uso dare anche un servizio e di
lo qualitativo dellofferta giornaliero informale, come qualit ci ha portato ai livelli ed altro. Complessivamente
Sono richieste fatte per far sempre consapevole, che attuali ed oggi gli hl venduti Gruppo Cevico con la propria
fronte allemergenza, man- sappia anche comunicare sono 80.000 con una crescita organizzazione raccoglie
tenendo un rapporto leale e la spontaneit e lospitali-
sincero con la propriet sulle sullanno precedente di circa quasi 1,5 milioni di uve e fra
t tipiche della Romagna. Il 80%. Le maggiori soddisfazio- prodotti diretti e commercia-
possibilit di successo reali delle
vino ricondotto alle proprie ni le abbiamo in tutta lAsia. lizzati vende oggi 1,2 milioni
diverse azioni messe in campo.
origini di prodotto agrico- La Cina il nostro primo di quintali di vino. Di questo
Non raccontando favole,
ma ragionando seriamente lo, quale parte integrante mercato a seguire la Russia e vino commercializzato nel
sulle azioni da intraprendere, ed ineludibile della dieta il Giappone. 2010 ne sono stati confe-
puntando inoltre con decisione mediterranea e della cuci- Vendiamo oggi in 45 paesi zionati nei vari formati oltre
ad ununit ed una semplifi- na romagnola. Soprattutto comprese realt molto amene 500.000 quintali. Il 2011 in
cazione delle rappresentanze, vogliamo valorizzare il rap- come, Kazakistan, Singapore, crescita sia come quantit
diminuendone i costi e mi- La presidente di CEVICO Ruenza Santandrea ha partecipato porto diretto nel mercato: Taiwan, Australia, Malesia, che come fatturato di oltre
gliorandone la credibilit. al taglio del nastro del nuovo locale (sopra) che punta tutto Agricoltoriconsumatori in
sulla cultura e lo stile del territorio romagnolo. Israele, India, Laos, Miamar il 25%.
A dire il vero ci sarebbe anche un rapporto senza interme-
un piano B, che nella platea fa- diari.
entina del 22 luglio tra una bara
e laltra emergeva con forza:
lassalto ad un ipotetico Palazzo
dInverno. Non una novit, ha
affascinato milioni di uomini e
di donne in tutto il mondo, me
compreso. A molti agricoltori,
inoltre, non sono rimaste che le
catene dei debiti da spezzare
e dunque la storia potrebbe
anche ripetersi. Una possibilit
sempre proponibile che poche
volte per ha avuto successo.
Nella maggior parte dei casi
forse meglio seguire le pru-
denti indicazioni del Poeta che
ammoniva: per i nemici, non
attizzare troppo i fuochi, potre-
ste rimanere scottati voi stessi.
7 // DETTAGLIANTI // INAUGURAZIONE LA SOCIET COOPERATIVA Notizie a margine

C del marcio
in Inghilterra
Lo scandalo che ha tra-
volto il magnate Rupert
Mardoch, il suo giornale e
una buona fetta della stampa
popolare inglese (oltre a poli-
tici e poliziotti) emblematico
di un mondo informativo e

Fotoservizio Fabio Blaco


di una civilt della comu-
nicazione lontani anni luce
dallesperienza italiana.
Pure nelle storture e negli
aspetti criminali
La responsabile della nuova parafarmacia Francesca Chiari-
messi in luce
ni, con Luca Panzavolta, Maurizio Pelliconi e Vladimiro Cec- dal tracollo del
chini. A destra la conferenza stampa di lancio. sistema, emerge
limmagine di
una stampa che
tiene in pugno di Emanuele Chesi

CIA-CONAD APRE UN NUOVO


il potere politico
e che mena la danza aven-
do come obiettivo ultimo
(crudo ma almeno chiaro)

SHOPPING CENTER A FAENZA


laumento delle vendite. Un
sistema marcio, fatto anche
di tangenti e ricatti, ma nel
quale paradossalmente lin-
formazione stessa in grado
di rigenerarsi con la denun-
Pi di ventimila persone hanno affollato La Filanda durante linaugurazione cia dei giornali concorrenti.
E dove chi lambito dalle

P
accuse e persino dai sospetti
i di ventimila persone disposizione dei clienti ci sono un persone, di cui un centinaio nel so- di 500 lavoratori impegnati, senza non perde tempo a farsi da
hanno affollato la giornata moderno parcheggio da 1.600 posti lo supermercato. Si prevedono due considerare le imprese intervenu- parte. Le dimissioni a catena,
inaugurale dello Shopping (di cui poco meno della met coper- milioni di visitatori allanno. te per la finitura e lallestimento fin dai vertici pi alti della
Center La Filanda di Fa- ti) e, a regime, 3 fra ristoranti e bar. Linvestimento complessivo di dei diversi locali nella galleria. La polizia, misurano il livello di
enza, Lorario di Com mer- F i l a nd a d i-
responsabilit pubblica che
inaugurato
gioved 25 ago-
Oltre al Superstore apertura
dalle 9 alle
cianti In-
dipendenti
Il centro dispone di spone di un
d ist r ibutore
contraddistingue una classe
sto nellex area Conad da 2.500 metri 20,30 per Associa- un distributore di di carburan- dirigente vera. Forse le mele
marce sono tante, ma l c
Neri, a ridosso
del centro stori-
presenti 30 negozi ie nd ea go zi,
l le 8
ti - Conad
stato di circa
carburante low cost te low cost,
gi attivo da almeno la speranza di una
co. Oltre al Su- alle 20,30 50 milioni di due anni con pulizia. In casa nostra, dove
perstore Conad da 2.500 metri per il Su- euro, pi altri 10-15 dei sin- g ra nde suc- linformazione troppo spes-
quadri sono 30 gli spazi commer- perstore, tutti i giorni dal luned goli negozi. Si prevede che larea cesso nella rotonda di via San Sil- so al laccio del potere (poli-
ciali presenti, tra cui insegne mol- al sabato. Solo in occasione della residenziale e direzionale circostan- vestro. Si tratta di uno dei 12 aperti
tico e economico) questa spe-
to note come Marco Polo Expert, giornata di lancio il Conad ha po- te, altri ottomila metri quadri, sar da Conad a livello nazionale e i nu-
ranza si fa sempre pi tenue.
Polaris Scarpe e Takko Fashion. sticipato di unora lalzata delle ser- terminata entro la fine del 2011. meri sono eccellenti. Nel 2011 si
Arricchisce lofferta una parafar- rande. In totale lo Shopping Center Nel cantiere, aperto dal 2007, si so- prevede che la pompa vender oltre E critiche e accuse rimbalza-
macia, sempre a insegna Conad. A La Filanda d lavoro a circa 250 no susseguite 70 aziende, con pi 15 milioni di litri di carburante. no indietro senza far danni.
8 // PUBBLICIT // FON.COOP LA SOCIET COOPERATIVA

pubGEN 210x297.indd 1 22-04-2010 15:26:24