Sei sulla pagina 1di 8

Riduzione del fenomeno

delle isole di calore urbane


Influenza della protezione del manto impermeabile
sul risparmio energetico e sullinquinamento
Le isole di calore...

socio del GBC Italia

Isole di calore urbane

LEPA (Environmental Protection Agency), lente statunitense per la protezione dellambiente, ha da tempo lanciato una
campagna per la riduzione dell Heat Island Effect, cos viene
definito il fenomeno dellinnalzamento della temperatura che
si genera nelle aeree urbane rispetto la temperatura delle aree
rurali.
Si tratta di vere e proprie Isole di Calore che sovrastano le
citt, la differenza di temperatura pu essere compresa fra 1 e
6 C con conseguenze sulla comunit in termini di incremento
del picco di assorbimento elettrico e rischio di black out, incremento del costo del condizionamento, innalzamento del livello di inquinamento e aumento delle malattie e della mortalit.
LEPA ha individuato le strategie per ridurre il fenomeno delle
isole di calore riassunte nei seguenti punti principali:
aumento delle aree verdi, tetti compresi (Green Roofs)

raffreddamento dei tetti degli edifici con pitture o membrane


riflettenti (Cool Roofs)
raffreddamento delle pavimentazioni urbane,terrazze comprese (Cool Pavements)

Ogni anno INDEX stampa un calendario che contiene una sezione centrale nella quale la societ anticipa i temi che man
mano intende sviluppare.
Gi nel calendario 2000 INDEX anticipava gli obbiettivi per
uno sviluppo sostenibile che intendeva prefiggersi nel nuovo millennio. Da allora stata promossa una intensa campagna di
ricerca e sviluppo di nuovi materiali e sistemi che potessero ridurre limpatto ambientale dei prodotti per la costruzione. Successivamente, nel calendario 2008 si era
sentita lesigenza di fissare lattenzione su materiali e sistemi appositamente studiati per la riduzione del fenomeno delle ISOLE DI CALORE URBANE volendo ribadire
limportanza della ricerca di materiali e sistemi per ledilizia sostenibile fissando lattenzione su uno dei principali
settori di ricerca degli ultimi anni.
Linnovazione in atto riguarder anche per gli anni futuri
lisolamento dei fabbricati e la riduzione dellimpatto ambientale dei prodotti, dei sistemi e delle tecniche di posa,
sia in fase di costruzione delledificio, sia in esercizio, sia
durante la fase di smontaggio o di demolizione.
Pienamente nellottica di un nuovo modello di sviluppo:
lo sviluppo sostenibile.

S.p.A.

... e la lungimiranza INDEX

Dicembre December
29
L M 1 8 15 22
30
M T 2 9 16 23
31
M W 3 10 17 24
G T 4 11 18 25
26
19
12
5
F
V
S S 6 13 20 27
D S 7 14 21 28

2008

Novembre November
24
L M 13 10 17
14 11 18 25
MT
26
M W 15 12 19
16 13 20 27
G T
28
21
V F 1 17 14
29
S S 11 18 15 22
30
D S 12 19 16 23

Gennaio January
7 14 21 28
L M
29
M T 1 8 15 22
30
M W 12 19 16 23
31
G T 3 10 17 24
18 25
11
V F 4
S S 15 12 19 26
D S 6 13 20 27

Ottobre October
16 13 20 27
L M
17 14 21 28
MT
29
M W 11 18 15 22
30
G T 12 19 16 23
31
V F 13 10 17 24
S S 4 11 18 25
D S 5 12 19 26


Febbraio February
4 11 18 25
L M
5 12 19 26
MT
27
M W 1 6 13 20
7 14 21 28
G T
29
V F 1 8 15 22
9 16 23
2
S S
D S 3 10 17 24


Settembre September
29
L M 1 18 15 22
30
M T 2 19 16 23
M W 3 10 17 24
G T 4 11 18 25
V F 5 12 19 26
S S 6 13 20 27
28
21
D S 7 14

Giugno June
30
Maggio May
L M1 12 19 16 23
Aprile April
M1 15 12 19 26 M T1 13 10 17 24
7 14 21 28 L
L M
16 13 20 27
29 M T
W 14 11 18 25
M T 1 8 15 22
17 14 21 28 M
30 M W
G T1 15 12 19 26
29
22
M W 2 9 16 23
15
18
G T 11
16 13 20 27
G T 3 10 17 24
16 23 30 V F1
19
12
28
F
V
21
14
31 S S 1 17
V F 4 11 18 25
S S 13 10 17 24
D S 1118 15 22 29
S S 5 12 19 26
D S 14 11 18 25
D S 6 13 20 27


Marzo March
31
L M 1 3 10 17 24
M T 1 4 11 18 25
M W 1 5 12 19 26
G T 1 6 13 20 27
V F 1 7 14 21 28
S S 1 8 15 22 29
D S 2 9 16 23 30


Luglio July
17 14 21 28
L M
29
M T 1 18 15 22
30
M W 2 19 16 23
31
G T 3 10 17 24
V F 4 11 18 25
S S 5 12 19 26
D S 6 13 20 27


Agosto August
14 11 18 25
L M
26
M T 1 15 12 19
16 13 20 27
MW
17 14 21 28
G T
29
V F 11 18 15 22
30
23
16
S S 12 19
31
D S 13 10 17 24


www.indexspa.it
390 INTERNET:
6201 fax 045.518
rossini 22 tel. 045.854
(vr) italy via g.
37060 castel dazzano

t
e-mail: index@indexspa.i

GREEN ROOFS
Il beneficio apportato dallincremento delle aree verdi delle citt
noto a tutti ma spesso scarseggia lo spazio disponibile, cos
pu risultare conveniente la destinazione iniziale o la trasformazione di un tetto a tetto verde intensivo (giardino pensile) o a
tetto verde estensivo.

TETTO VERDE INTENSIVO

5. Terra di coltura
4. Strato filtrante
3. Estrato de drenaje
2. Impermeabilizzazione
antiradice
1. Solaio
STRATIGRAFIA
1. Solaio
2. Impermeabilizzazione antiradice
3. Strato drenante
4. Strato filtrante
5. Terra di coltura

Nel primo per sono possibili coltivazioni di cespugli e di alberi di


una certa dimensione e si realizza un vero e proprio giardino accessibile che richiede una adeguata irrigazione e manutenzione mentre
nellaltro caso si coltivano unicamente piante di piccole dimensioni
che trattengono la terra, generalmente non accessibile ma il grado
di manutenzione pi ridotto ed il sistema di irrigazione pi semplice.
RISPARMIO ENERGETICO
Si calcola che un tetto verde consenta un risparmio energetico sul
condizionamento estivo del 25%, senza poi considerare che la resistenza termica della copertura a verde pi elevata e se ne potr
beneficiare anche sul riscaldamento invernale. In Germania pi del
10% dei tetti destinato a verde. Nella sola citt di Chicago uno
studio di Weston Design Consultants stima in $ 100 000 000 il risparmio energetico annuo ricavabile dalla trasformazione a verde
dei tetti della citt.
BILANCIO ECONOMICO GLOBALE
La citt di Toronto, in Canada, ha calcolato i potenziali benefici economici complessivi se il 75% delle coperture degli edifici maggiori
di 350 m fossero destinate a verde ed risultato un risparmio iniziale di 313 milioni di $ ed un beneficio annuo di 37 milioni di $.

RISPARMIO ECONOMICO

Risparmio iniziale
Il primo caratterizzato da un peso superiore e richiede
uno spessore minimo del terreno di almeno 30 cm contro i
5-12 cm del secondo e sulla struttura delledificio si deve
prevedere un sovraccarico di 400-750 kg/m, nel caso di
giardino pensile, e di 60-250 kg/m nel caso di tetto verde
estensivo.

TETTO VERDE ESTENSIVO


5. Terra di coltura
4. Strato filtrante
3. Elemento di accumulo e
drenagio acqua piovana
2. Impermeabilizzazione
antiradice
1. Solaio
STRATIGRAFIA
1. Solaio
2. Impermeabilizzazione antiradice
3. Elemento di accumulo e drenagio acqua piovana
4. Strato filtrante
5. Terra di coltura

I VANTAGGI ECOLOGICI DEL TETTO VERDE


Assorbe temporaneamente
lacqua piovana e la rilascia
lentamente per cui evita gli
allagamenti per tracimazione
della rete fognaria e ne rallenta
lobsolescenza a fronte dei
nuovi insediamenti urbani

Filtra linquinamento
urbano e riduce lanidride
carbonica

Filtra lacqua piovana inquinata

Favorisce linsediamento
di ecosistemi animali

Riduce la trasmissione
dei rumori allinterno
delledificio

Prolunga la durata del manto


impermeabile

Isole di calore urbano - 25%


$ 79.800.000

Costo energetico
degli edifici - 22%
$ 68.700.000

Precipitazioni
temporalesche - 38%
$ 116.000.000

Tracimazioni
rete fognaria (CSO) - 15%
$ 46.600.000

Risparmio annuale

Tracimazioni
rete fognaria (CSO) - 2%
$ 750.000

Isole di calore urbano - 33%


$ 12.320.000

Qualit dellaria - 7%
$ 2.500.000

Costo energetico
degli edifici - 58%
$ 21.560.000

LA CERTIFICAZIONE DEL PROGETTO


In Italia i regolamenti in vigore per lattestazione
delle qualit ambientale della costruzione sono
frammentari e si riferiscono principalmente ai consumi energetici, mancano gli strumenti per una valutazione olistica dellimpatto ambientale delledifi- socio del GBC Italia
cio. Da tempo in tutto il mondo si sta diffondendo la certificazione
LEED di ispirazione statunitense che nel nostro paese promossa dal GBC Italia e che ha come principale scopo la promozione
delledilizia sostenibile nel mercato italiano attraverso il sistema
LEED, sviluppato durante una esperienza pi che decennale da
USGBC. In questo senso GBC Italia si propone di raccogliere il risultato del lavoro svolto da USGBC negli Stati Uniti e adattarne i
vari aspetti trattati alla realt italiana.

VOLANO IDRAULICO

DEFEND ANTIRADICE POLIESTERE: la membrana per i tetti verdi


Per garantire la tenuta allacqua nel tempo del tetto verde sar indispensabile prevedere lutilizzo di DEFEND ANTIRADICE POLIESTERE una membrana impermeabilizzante resistente alle radici.
La caratteristica antiradice ottenuta additivando la mescola bitume distillato polimero, con specifico agente antiradice, phenoxifatty acid ester.
Viene sempre applicato come ultimo strato controterra nellimpermeabilizzazione di giardini. Nella impermeabilizzazione dei giardini pensili, ad esempio, viene impiegato come ultimo strato di un
manto costituito da un primo strato di membrana bitume distillato polimero armata con tessuto non tessuto di poliestere e da un
secondo costituito da DEFEND ANTIRADICE POLIESTERE incollato completamente a fiamma, a cavallo delle sovrapposizioni del
precedente (vedi capitolato tecnico n 10 Giardini Pensili).
certificata CE ed ha superato il test conforme il metodo europeo
EN 13948 unitamente al test tedesto secondo le FLL-Verfahren dal
FORSCHUNGSANSTALT GEISENHEIM come resistente alle radici.

2. Primer
INDEVER
o ECOVER

4. DEFEND ANTIRADICE
POLIESTERE

7. Terra di coltura

6. Strato
filtrante

5. Strato
drenante

4. DEFEND
ANTIRADICE
POLIESTERE

STRATIGRAFIA
1. Supporto
2. Primer INDEVER o ECOVER
3. FLEXTER TESTUDO SPUNBOND POLIESTERE
4. DEFEND ANTIRADICE POLIESTERE
5. Strato drenante
6. Strato filtrante
7. Terra di coltura

3. FLEXTER TESTUDO
SPUNBOND POLIESTERE
1. Supporto

CERTIFICAZIONE EN 13948
Membrana
tradizionale
senza additivo
antiradice n
armatura continua

1. Applicazione di DEFEND ANTIRADICE nel dispositivo


di prova

2. Vasche di prova impermeabilizzate

DEFEND ANTIRADICE

3. Prova in bianco

4. Stesura del terriccio di coltura

DOPO DUE ANNI

5. Impianto della vegetazione

6. Sviluppo della vegetazione dopo due anni

7. Sviluppo delle radici

8. Faccia superiore di DEFEND ANTIRADICE dopo


il test

Certificazione

FORSCHUNGSANSTALT
GEISENHEIM

9. Faccia inferiore di DEFEND ANTIRADICE inalterata


dopo il test

che attesta la resistenza


alle radici conforme il
metodo di prova
europeo EN-13948.

COPERTURA A VERDE IMPERMEABILIZZATA


CON DEFEND ANTIRADICE POLIESTERE

COOL ROOFS
Un manto di colore scuro ha una bassissima riflessione solare
e durante il giorno assorbe molto calore che non sufficientemente smaltito durante la notte anche se dotato di una elevata emissivit allinfrarosso. Un manto con superficie metallica ha
una buona riflessione solare che riduce lassorbimento di calore
durante il giorno ma di notte lo smaltimento di calore lento perch ha una bassa emissivit IR. Un manto pitturato con pitture
riflettenti, come WHITE REFLEX - Index, dotato sia di una elevata riflessione diurna sia di una elevata emissione notturna che
determinano un pi basso assorbimento di calore.

Temperatura superficiale (Ts)

GRAFICO DELLA RIFLESSIONE


Bassa riflessione

Alta riflessione

Temperatura iniziale
Mattina

Pomeriggio
Tempo (t)

GRAFICO DELLEMISSIONE
Temperatura iniziale
Temperatura superficiale (Ts)

Pi del 90% dei tetti sono di colore scuro e la superficie della


copertura sotto lirradiazione solare raggiunge temperature intorno gli 80C con effetti negativi anche sulla durata dei manti
impermeabili.
Livelli di temperatura raggiunti dal manto
Nella tabella a
impermeabile con diverse finiture superficiali
lato sono riportate
esposto nelle medesime condizioni alla
irradiazione solare estiva
le temperature registrate nel Nord
Finitura superficiale
Temp. max
Italia nel mese di
Membrana bituminosa nera
78C
luglio 2007 sotto
superfici bitumiMembrana ardesiata grigia
74C
nose diversamenMembrana ardesiata bianca
70C
te protette con
Membrana bituminosa verniciata
67C
rilevatori di temalluminio
Membrana
con
finitura
peratura interposti
65C
MINERAL REFLEX WHITE
fra manto imper60C
meabile ed isolan- Membrana con lamina di rame
te termico.
Membrana con lamina dalluminio
55C
Lincremento delMembrana bituminosa con pittura
42C
WHITE REFLEX
la riflettivit solare
del tetto con specifiche pitture di colore bianco ne riduce la temperatura anche
di 40C e lEPA calcola che la riduzione della trasmissione del
calore estivo verso linterno delledificio dell80% ca.
Si pu notare come la membrana con finitura REFLEX WHITE
possa ottenere gi discreti risultati, ma ancor pi interessante
notare lelevata protezione fornita dalla verniciatura con pittura WHITE REFLEX di INDEX, pigmentata in bianco, in grado
di ridurre la temperatura pi delle membrane autoprotette con
lamina metallica.
Influenza della finitura del manto impermeabile
Le membrane autoprotette con lamina metallica fino a che la
superficie lucente hanno una elevata riflettanza solare ma
bassa emissivit allinfrarosso e una volta ossidate aumenta
lemissivit IR ma contemporaneamente si riduce la riflettanza solare mentre le vernici allalluminio hanno una durata modesta.

Bassa emissione agli infrarossi

Alta emissione agli infrarossi


Sera

Mattina
Tempo (t)

SRI il Solar Reflectance Index, ossia il parametro introdotto


dal GBC che tiene conto di riflettivit ed emissivit per determinarne leffetto sulla temperatura superficiale.

CONFRONTO TRA LE VARIE FINITURE SUPERFICIALI

67C

Calore
accumulato
e trasmesso
alla struttura

52C

42C

INDECOLOR COOL REFLEX

WHITE REFLEX SV

42C

39C

Calore
accumulato
e trasmesso
alla struttura

Membrana
con ardesia grigia
Emissivit
termica

65C

Riflettanza
solare

Membrana
MINERAL REFLEX
WHITE
Emissivit
termica

Riflettanza
solare

>0,80 0,400,45

80%

WHITE REFLEX

WHITE REFLEX ULTRA

MINERAL REFLEX WHITE: la membrana ardesiata per i tetti freddi


Il trattamento MINERAL REFLEX WHITE delle membrane
della serie MINERAL si basa sullimpiego di una autoprotezione
minerale speciale bianca ad alta saturazione e luminosit che
consente la realizzazione di coperture ad alta riflettanza solare
unita ad una elevatissima emissivit termica.
Un manto di colore scuro ha una bassissima riflessione solare
e durante il giorno assorbe molto calore che non sufficientemente smaltito durante la notte anche se dotato di una elevata emissivit allinfrarosso. Un manto con vernice alluminio ha
una buona riflesLincremento della riflettanza solare e della
sione solare che riemissivit termica apportato dalla finitura MINERAL
duce lassorbimenREFLEX WHITE delle membrane ardesiate
to di calore durante
Superficie
Emissivit
Riflettanza
il giorno ma di notMembrana
te lo smaltimento di
<10% (<0,1)
>80% (>0,8)
bituminosa nera
calore lento per4045%
Membrana bit.
<60% (<0,6)
(0,400,45)
verniciata alluminio
ch ha una bassa
emissivit IR.
Membrana
con finitura
45%
<94%
Un manto MIMINERAL
(0,45) (<0,94) NERAL REFLEX
REFLEX WHITE
WHITE dotato
sia di una buona
riflessione diurna sia di una elevata emissione notturna che
determinano un pi basso assorbimento di calore con effetti
benefici anche sul consumo energetico per il condizionamento
estivo del fabbricato.
Il trattamento MINERAL REFLEX WHITE produce un ulteriore

beneficio ambientale perch riduce il surriscaldamento urbano.


Conforme i criteri del Green Building Council la membrana
pertanto in grado di soddisfare ampiamente lesigenza SRI>29
relativa ai Crediti
Il manto con membrane MINERAL REFLEX
LEED:
WHITE conforme i dettami del Green Building
SS Credito 7.1.
Council risponde al requisito
LEED-SS Credit 7.1 e 7.2- Copertura parcheggi e
Effetto Isola Di
Heat Island Effect per i tetti in pendenza
Calore: Copertura
parcheggi
Requisito LEED
SRI29
sotterranei
SRI
SS Credito 7.2.
(Solar
Reflectance Membrana
Effetto Isola Di
Index)
con finitura
SRI>
Calore: Coperture.
MINERAL
REFLEX WHITE

Le durevoli caratteristiche di resistenza meccanica e di elasticit e la stabilit sia ad alta che bassa temperatura delle
membrane MINERAL REFLEX WHITE FLEXTER TESTUDO
consentono di impiegarle come elementi di tenuta, monostrato
o pluristrato esposte a vista, sia per lavori nuovi che per rifacimenti in svariate tipologie di copertura:
Su tutte le pendenze: sia in piano che in verticale e su superfici curve (classe I)
Su piani di posa di diversa natura: piani di posa cementizi
gettati in opera o prefabbricati su coperture metalliche o in
legno, sui tipi pi diffusi di isolamento termico usati in edilizia.

RIFACIMENTO DI COPERTURA CON MINERAL REFLEX WHITE

Membrana con
ardesia naturale

Membrana con
ardesia bianca
standard

Membrana
MINERAL REFLEX
WHITE FLEXTER
TESTUDO

5254%

REFERENZE

WHITE REFLEX: la pittura bianca per i tetti freddi


Il Reparto Ricerca e Sviluppo di INDEX ha messo a punto la
nuova pittura allacqua WHITE REFLEX che applicata sulle
membrane impermeabili delle coperture con manto impermeabile a vista ne riduce la temperatura diurna e ne consente un
veloce raffreddamento notturno riducendo la trasmissione del
calore negli ambienti abitati, il consumo energetico per il condizionamento estivo
Lincremento della riflettanza solare e della
e il surriscaldamenemissivit termica apportato dalla pittura
to urbano.
WHITE REFLEX stesa sul manto impermeabile
WHITE REFLEX
Superficie
Emissivit
Riflettanza
aumenta sia la riMembrana
flettanza solare che
>80% (>0,8)
<10% (<0,1)
bituminosa nera
lemissivit termica
4045%
Membrana bit.
<60% (<0,6)
(0,400,45)
verniciata alluminio
delle superfici su
Membrana bit.
>80% >90% cui applicata.
con pittura
WHITE REFLEX (>0,80)
(>0,90) La pittura WHITE
REFLEX, con una
speciale pigmento
bianco, riduce la temperatura pi delle membrane autoprotette
con metallo e, come si pu vedere dalla tabella sopra, ancora
pi efficace del trattamento MINERAL REFLEX WHITE.
La gamma delle pitture WHITE REFLEX composta inoltre da
WHITE REFLEX ULTRA, pittura bianca allacqua che raggiunge elevati valori di SRI110. Inoltre disponibile una versione
al solvente: WHITE REFLEX SV, che mantenendo le caratteristiche prestazionali di WHITE REFLEX permette lapplicazione
anche nelle situazioni tipiche dei prodotti al solvente.
Conforme i criteri del Green Building Council la membrana
pertanto in grado di soddisfare ampiamente lesigenza SRI>29
relativa ai Crediti LEED:
EA Credito 1: Ottimizzazione Delle Prestazioni Energetiche
Tetti freddi con WHITE REFLEX possono essere modellati nel
progetto proposto per mostrare limpatto nella riduzione degli
apporti gratuiti di calore. Se la copertura proposta ha inizialmente una riflettanza solare di almeno 0,70 e una emissivit
termica pari ad almeno a 0,75, il progetto proposto pu utilizzare una riflettanza solare modellata di 0,45, tenendo conto
cos del degradamento della stessa, contro il valore di default
di 0,30 che verr modellato per ledificio di riferimento.
SS Credito 7.2. Effetto Isola Di Calore - Coperture
Le coperture pitturate con WHITE REFLEX riducono gli effetti
delle isole di calore (differenze di gradiente termico fra aree

Facile applicazione

urbanizzate e aree verdi) e minimizzano limpatto sul microclima e sullhabitat


Il manto verniciato con WHITE REFLEX
umano e animale.
conforme i dettami del Green Building Council
Opzione 1: si devorisponde al requisito
LEED-SS Credit 7.2-Heat Island Effect:
no usare materiali
Roof, 1 Point per le Options 1 e 3 per i tetti piani
di copertura che
abbiano un Indice
Requisito LEED
SRI78
di Riflessione
Solare SRI (Solar
Membrana
Reflectance Index)
bituminosa con
SRI
pittura WHITE
SRI
maggiore o uguale
100
REFLEX
(Solar
al valore riportato
Reflectance Membrana
bituminosa con
nella tabella sottoSRI
Index)
pittura WHITE
stante per un mini110
REFLEX ULTRA
mo del 75% della
Membrana
bituminosa con
SRI
superficie del tetto.
pittura WHITE
Opzione 3: Installare
100
REFLEX SV
superfici ad elevata
albedo e coperture
a verde che, in combinazione, soddisfino il seguente criterio:
(Area tetto che soddisfa il criterio SRI / 0.75) + (Area tetto verde
/ 0.5) Area totale del tetto
EA Credito 2: Energie Rinnovabili In Sito
WHITE REFLEX incrementa il rendimento dei pannelli solari
fotovoltaici, uno dei sistemi di produzioni energetica da fonti rinnovabili in sito, ammessi al punto EA 2, usati per compensare i
consumi energetici delledificio (si stima un aumento del 410%,
sono in corso verifiche su impianti installati in copertura).
Le pitture WHITE REFLEX prolungano la durata dei manti impermeabili, riducendo i costi di manutenzione dei tetti e diluendo
nel tempo il volume dei rifiuti da demolizione degli stessi. WHITE
REFLEX riflette meglio di una vernice allalluminio e possiede
una maggiore emissivit che ne consigliano lutilizzo anche su
vecchie superfici bituminose pitturate con vernici allalluminio
sulle quali aderisce tenacemente. Un altro vantaggio nelluso
delle pitture WHITE REFLEX quello di poter verniciare a posteriori le superfici bituminose anche di vecchi manti senza dover
impiegare membrane speciali con rivestimento riflettente incorporato o membrane sintetiche colorate la cui posa riservata ad
applicatori esperti.

REFERENZE

INDECOLOR COOL REFLEX: lalternativa


Risparmio energetico
Il monitoraggio condotto su 10 edifici in California ed in Florida
ha mostrato una riduzione dal 25% al 70% dellenergia consumata per il condizionamento e la pitturazione dei tetti degli
edifici non condizionati aumenta comunque il confort estivo
interno. Le ricerche hanno evidenziato che nella maggioranza
delle zone climatiche degli USA il risparmio energetico sul
condizionamento estivo che si ottiene con la pittura significativamente pi importante della penalizzazione energetica
invernale dovuta allinferiore assorbimento del calore solare
nella stagione fredda.

RISPARMIO ENERGETICO
$ 35

$ 37

$ 16
$ 20

$ 27

> 400 to 800

$ 10
$9

Los
Angeles

Chicago
$9
Phoenix

< 400 cooling hours

$9
$ 20 $ 3

> 800 to 1200


New York

Philadelphia
Baltimora

Atlanta
Dallas
Houston
New Orleans
Miami

> 1200 to 1600


> 1600 to 2000
> 2000 to 2400
> 2400 to 2800
> 2800

BILANCIO ENERGETICO ESTATE/INVERNO


Phoenix
El Paso
Albuquerque
Honolulu
Lake Charles
Nashville
Charleston
Denver
Washington
Minneapolis
Syracuse
Minot
-6

Riscaldamento
Raffrescamento

-2 0 2 4 6 8 10 12 14

La stima del costo dellenergia che potrebbe essere potenzialmente risparmiata dipingendo i tetti degli edifici residenziali
e commerciali, calcolata per 11 citt americane rappresentative dei diversi climi (Los Angeles, Phoenix, Dallas, Houston,
Chicago, New Orleans, Atlanta, Miami, Baltimora, Philadelphia,
New York), ammonta a 195 Milioni di $ allanno.
Uno studio dellENEA stima una diminuzione fino a 22 kWh/m2
annui dellenergia spesa per raffrescare un edificio a basso livello
di isolamento, passando ad un cool roof.

La durata nel tempo


Solamente negli USA sono stati condotti studi sistematici in pi
zone climatiche e per periodi prolungati. In Europa non c ancora nessuno studio validato, stanno iniziando nellultimo periodo
e INDEX sta partecipando allo studio con la gamma completa di
pitture riflettenti.
Dopo 3 anni, la diminuzione media di riflettivit solare del 10%
in gran parte entro il primo anno.

I migliori risultati di Cool Roof si ottengono con i materiali di colore


bianco, ma ci sono pitture colorate in grado di aumentare la riflettivit solare rispetto alle pitture tradizionali. Le superfici colorate (non
bianche) hanno una riflettivit relativamente bassa (in genere <0,2)
e di conseguenza le temperature degli edifici sono molto elevate.
Grazie a speciali pigmenti oggi possibile presentare anche pitture
colorate ad elevata riflettivit: INDECOLOR COOL REFLEX, frutto
del lavoro di Ricerca e Sviluppo INDEX.
INDECOLOR COOL REFLEX una pittura monocomponente a
base di resine in dispersione acquosa. Dopo essiccazione forma
una pellicola ad alta riflettivit solare ed emissivit nellinfrarosso,
elastica e tenace che aderisce perfettamente alle membrane bitume
polimero. Contiene additivi speciali che permettono di ridurre sensibilmente la temperatura sia in superficie che allinterno delledificio
rispetto alle comuni pitture colorate. Si possono ottenere riduzioni
significative di temperatura (10-15C) anche con pitture colorate:
i colori disponibili per INDECOLOR COOL REFLEX sono grigio,
rosso e verde. Si possono raggiungere valori di temperatura e di
riflettivit (0,40,5) in linea con le comuni vernici alluminio, ma con
emissivit molto elevate (>0,8).
Nel regolamento LEED al seguente punto previsto lindice di
riflessione solare:
SS Credito 7.1: Effetto Isola Di Calore: Superfici Esterne Non Coperte
Opzione 2 - Porre sotto copertura almeno il 70% degli spazi adibiti a parcheggio (si definiscono parcheggi sotto copertura quelli
interrati o dentro ledificio o sotto tettoie). Ogni copertura utilizzata per ombreggiare o coprire i parcheggi, nel caso in cui non
sia realizzata con strutture di supporto ricoperte da vegetazione,
deve avere un SRI superiore a 29.
Le membrane pitturate con INDECOLOR COOL REFLEX sono
dotate di un Solar Index Reflectance SRI 29 che consentono di
soddisfare il punto SS 7.1
SS Credito 7.2: Effetto Isola Di Calore: Coperture
Opzione 1 - Utilizzare
Il manto verniciato con INDECOLOR COOL
materiali di coperREFLEX conforme i dettami del Green Building
tura che abbiano
Council risponde al requisito
LEED-SS Credit 7.2-Heat Island Effect:
un SRI maggiore
Roof, 1 Point per le Options 1 e 3 per i tetti piani
o uguale al valore
riportato nella tabella
Requisito LEED
SRI29
SRI
sottostante.
(Solar
Opzione 3 - Installare
Reflectance Membrana
superfici ad elevata
bituminosa con
SRI
Index)
pittura INDECOLOR
albedo e coperture a
29
COOL REFLEX
verde che, in combinazione, soddisfino
il seguente criterio: (Area tetto che soddisfa il criterio SRI / 0.75) +
(Area tetto verde / 0.5) Area totale del tetto
Le membrane pitturate con INDECOLOR COOL REFLEX sono
dotate di un SRI 29
EA Credit 2: On-site Renewable Energy
Aumenta lefficienza dei pannelli solari fotovoltaici installati sul tetto.
Dal 2010 WHITE REFLEX presente nel database COOL ROOF
COUNCIL, il sito europeo dei prodotti per cool roofs.
Il sito il seguente: http://coolroofs-eu-crc.eu/
In questo sito si trova un elenco di tutti i prodotti con caratteristiche idonee per cool roofs , secondo le misure svolte da una
serie di laboratori. il primo tentativo di costruire un quadro normativo per il settore dei cool roofs. gi stata fatta richiesta di
inserimento nel prossimo aggiornamento anche per WHITE REFLEX ULTRA, WHITE REFLEX SV e COLORACTIV.

smog sulle superfici stesse. Altrettanto importante il fatto che il catalizzatore non si consuRiflettanza solare ed emissivit termica
della pittura COLORACTIV
ma, mantenendo
cos la superficie
Superficie
Riflettanza
Emissivit
pulita nel tempo.
Allazione fotoca- Membrana
bituminosa con
84%
>90%
talitica si aggiun- pittura
(0,84)
(0,90)
gono i vantaggi COLORACTIV
delle pitture silossaniche, quali
SRI di COLORACTIV
ottima idrorepelSRI
Membrana
lenza ed eleva(Solar
bituminosa con
SRI
ta permeabilit al
Reflectance pittura
>105
COLORACTIV
Index)
vapore acqueo.
Inoltre la finitura
bianca e gli additivi speciali conferiscono elevate riflettanza solare (0,84)
ed emissivit nellinfrarosso (>0,9), con conseguente sensibile diminuzione di temperatura e consistente risparmio
energetico per il condizionamento degli edifici.
COLORACTIV utilizzato nella verniciatura protettiva di
superfici esterne minerali e cementizie, e di manti bituminosi con finitura ardesiata.

COOL PAVEMENTS
Se il colore delle pavimentazioni stradali pu essere migliorato usando leganti a base di bitumi albinie inerti di colore chiaro anche il colore delle pavimentazioni delle terrazze
pu contribuire alla riduzione della temperatura del tetto.

STRATIGRAFIA DI UN PAVIMENTO
GETTATO IN OPERA, CON QUADROTTI IN CLS
SU HELASTORING, PROTETTO CON GHIAIA
Pavimento
gettato
in opera

Pavimentazione

Ghiaia

Protezione
pesante

Unaltra tecnica per raffreddare il tetto e aumentarne la riflessione quella di stendere sul vecchio manto uno strato di ghiaia di colore chiaro (riflettivit: ghiaia grigia: 0,25,
lastrico solare in cls: 0,35, ghiaia bianca: 0,50) oppure pavimentarlo con lastre in cls, rivestite con ghiaino bianco
(riflettivit: 0,50), che appoggiano su supporti in plastica
HELASTORING prodotti da INDEX.
La ghiaia o la pavimentazione incrementano il peso e quindi anche la capacit termica della stratigrafia, destate immagazzinano calore durante il giorno riducendone il flusso
verso i locali abitati e dinverno allinverso rallentano la dispersione termica dei vani riscaldati attraverso il tetto, entrambi prolungano la durata del manto impermeabile e lo
proteggono dal vento e dalla grandine.

Manto imp
Isolante
termico
Barriera al vap.
Solaio

Il manto impermeabile non esposto agli agenti atmosferici ed


protetto da vento e grandine. Il livello di temperatura e gli sbalzi termici sono modesti.
(nota: nel disegno lefficacia della protezione crescente da destra
verso sinistra)

G.St. - 1.000 - 7/2012ita

per un corretto uso dei nostri prodotti consultare i capitolati tecnici index PER ULTERIORI INFORMAZIONI O USI PARTICOLARI CONSULTARE IL NOSTRO UFFICIO TECNICO

Internet: www.indexspa.it
Informazioni Tecniche Commerciali
tecom@indexspa.it
Amministrazione e Segreteria
index@indexspa.it
Via G. Rossini, 22 - 37060 Castel DAzzano (VR) - Italy - C.P.67
Index Export Dept.
Tel. (+39)045.8546201 - Fax (+39)045.518390
index.export@indexspa.it
INDEX

socio del GBC Italia

I dati esposti sono dati medi indicativi relativi alla produzione attuale e possono essere cambiati e aggiornati dalla INDEX in qualsiasi
momento senza preavviso. I suggerimenti e le informazioni tecniche
fornite rappresentano le nostre migliori conoscenze riguardo le propriet

Linquinamento atmosferico, delle aree urbane e non, tra


i problemi pi importanti del nostro tempo e delle generazioni future, per le conseguenze sia sullambiente che sulla salute delluomo. Nellaria che respiriamo sono presenti
sostanze inquinanti prodotte da automobili, riscaldamento,
climatizzatori, fabbriche.
COLORACTIV una pittura silossanica, con additivi speciali e pigmenti ad azione fotocatalitica. in grado di ridurre sensibilmente le sostanze inquinanti presenti nellatmosfera e favorire lautopulizia delle superfici sulle quali
applicato.
La fotocatalisi definita come laccelerazione del processo
di ossidazione delle sostanze organiche, in presenza della luce solare. Una variet speciale di biossido di titanio
un ottimo catalizzatore per questa reazione, che agisce su
molti inquinanti presenti nellatmosfera, trasformandoli in
sostanze non nocive. Queste sostanze
UV
vengono poi dilavaNOx
te dalla pioggia, impedendo cos laccumulo di sporco e

e le utilizzazioni del prodotto. Considerate le numerose possibilit dimpiego


e la possibile interferenza di elementi da noi non dipendenti, non ci assumiamo responsabilit in merito ai risultati. LAcquirente tenuto a stabilire
sotto la propria responsabilit lidoneit del prodotto allimpiego previsto.

COLORACTIV: pittura fotocatalitica per la riduzione dellinquinamento