Sei sulla pagina 1di 2

Centrifughe

Il tipo di centrifuga a usare una centrifuga filtrante del tipo Push Centrifughe. Questa
centrifuga lavora in continuo la scelta delle dimensioni della centrifuga ad usare
stata contrastata per la seguente procedura:
-

Fissare la frazione in peso del solido in uscita della centrifuga.


Fissare un rapporto tra il raggio della centrifuga e il raggio de la torta con aiuto
dei valori tipici della bibliografia.
Calcolare la frazione di solido nel cake nella condizione di saturazione
Stimare la frazione vuota nel cake in uscita.
Calcolare la saturazione in uscita
Prendere un diametro commerciale della centrifuga dalla tabella del fabbricante.
Prendere la lunghezza della camera della centrifuga dalla tabella del
fabbricante.
Ipotizzare un valore di forza G dal diagramma empirico della bibliografia.
Calcolare la velocit angolare e il numero di RPM
Calcolare laltezza del cake
Stimare il raggio idraulico dei cristalli.
Fissare un valore di tempo di residenza.
Verificare che la carica in peso de la centrifuga sia minore alla carica di
operazione.

Colonna di Essicamento
Il sistema di essicamento scelto il sistema pneumatico di essicamento ad anello
tipo-P. Il quale un disegno sviluppato per essiccare prodotti granulari sensibili al
danneggiamento termico.
Considerazioni:
-

Per estimare la velocit di essicamento si calcolato un coefficiente di


trasferimento di calore considerando che la resistenza al trasferimento di calore
nella fase gassosa, secondo la procedura segnalata per Perry (2010) per
trasferimento di calore in sistemi di essicamento convettivo. Questa procedura
da dei valori approssimati nel ordine di magnitudine corretto quando la umidita
superficiale e non ce diffusione dallinterno allesterno del cristallo.
La aria ingressa in co-corrente con il solido, questa configurazione si fa per
prodotti termolabili.
Questa apparecchiatura ha un manifold che separa le particelle pi piccole delle
pi grandi e recircola queste ultime, considerando che si mettono pi tempo per
asciugarsi . La entrata di questo recircolo di fa allinizio del anello in maniera di
che laria sia pi fredda a questo punto, prevenendo cosi il danneggiamento
termico.
La portata di azoto calcolata in funzione del la richiesta energetica per
essiccare i cristalli della taglia media della distribuzione. Si pretende di
somministrare 20% in pi per avere ancora potere essicante nel anello e avendo
conto delle perdite di calore lungo la colonna e il anello.

Si usa azoto e non aria per avere la possibilit di ricuperare il solvente con i
polifenoli trascinati per la corrente gassosa nel essicamento.

La colonna stata progettata tramite la seguente procedura:


-

Fissare la temperatura in entrata.


Fissare la umidit desiderata del prodotto in uscita.
Calcolare la temperatura, la composizione nella saturazione del azoto e la
portata de azoto richiesto tramite un bilancio di massa, uno di energia y la
equazione di Antoine.
Calcolare la umidita del azoto in uscita.
Fissare la velocit in entrata della colonna di essicamento.
Calcolare lArea della sezione trasversale e il diametro.
Calcolare il coefficiente generico di trasferimento di calore.
Estimare la velocit di essicamento.
Calcolare il tempo di residenza richiesto e la lunghezza della colonna.
Calcolare la velocit di essicamento estimando una cinetica di primo ordine.
Correggere il tempo di residenza.
Calcolare la lunghezza dellanello.