Sei sulla pagina 1di 1

Promt di scrittura

13) Qual' la cosa pi imbarazzante che ti sia successa?


Parlare di me spesso mi imbarazza, perch non ho straordinare capacit canore o non sono un'artista
nata con la matita in mano ed il colore che mi scorre nelle vene al posto dell'inchiosto; tuttavia ho
imparato che tutti abbiamo delle capacit . Io per esempio ho la straordinaria abilit di fare
figuraccie! Sono una campionessa in questo stile di vita. Fin da quando ero piccola sono sempre
stata bravissima rendermi ridicola, forse perch vivevo in un mondo tutto mio e quando questo mio
universo immaginario di scontrava con la realt, le cose non erano sempre piacevoli. Anzi. Dovendo
scegliere un solo episodio imbarazzante , si tratta senza ombra di dubbio la prima volta che ho avuto
il ciclo ; certo la maggior parte delle donne sicuramente dir la stessa cosa , ma io reputo che quello
che successo a me, possa tranquillamente collocarsi in vetta alle classifiche delle figure
imbarazzanti legati alle mestruazioni.
Ero a scuola, seconda media. Molte delle mia compegne di scuola di allora avevano gi avuto il
menarca ( che per chi non si intende di robe femminili, sarebbe la prima volta che una ragazza ha il
ciclo). Io ne avevo sentito parlare ma mi ero convinta che non fosse una cosa cosi terribile, che si
potesse gestire con facilit, con qualche strato di carta igenica in pi, in bagno. Non potevo
immaginare che le cose avrebbero presto preso una piegha da film dell'orrore. Insieme ai miei
compagni stavo guardando uno spettacolo nel teatro della scuola: non mi sentivo bene e avevo un
fortissimo dolore alla pancia ma reputavo ingenuamente che fossero i vestiti stretti o qualcosa che
avevo magiato . All'improvviso sento una sensazione di bagnato sulla poltroncina Cazzo, forse me
la sono fatta addosso! Ma sono grande per queste cose! E ora come faccio ad alzarmi senza che
nessuno se ne accorga?!
Non riusc a trovare un metodo efficace e senza neanche pensarci troppo, mi alzai. Potete
immaginare il mio panico quando ho visto ( insieme a TUTTO il resto della classe, professoressa
compresa) che nella mia poltroncina c'era una gigantesca macchia di sangue ( e non solo) che mi
aveva sporcato tutta!! Qualcuno, ingenuo ha esordito con Ma su cosa ti sei seduta?! Vatti a lavare
le mani!. Io non avevo la bench minima idea di cosa stesse succedendo, ma sapevo che quello
sarebbe stato l'inizio della stragedia.
Innumerevoli sedie macchiate, domande imbarazzanti sul fatto se quel giorno avessi messo o meno
l'assorbente, per finire sulla frequenza dei miei cambi. Adolescienza rovinata.
Sopratutto perch la mia cara mamma, dopo avermi rimproverata per essermi sporcata, non mi ha di
certo aiutata a capire come funzionasse la faccenda, limitandosi a comprare il pi grosso pacco di
assorbenti che io avessi mai visto per poi aggiungere Se hai preso da me, dureranno 3 giorni al
massimo omettendo che questa cosa si sarebbe ripetuta per tutta la vita. Sadismo o semplice
retaggio di una generazione in cui parlare di certi argomenti era tab?
In ogni caso, ho dovuto imparare da sola e non stata un'impresa semplice : internet non era una
fonte cosi inesauribile di consigli ed esperti, non esistevano siti specializzati sulla tipologia di
assorbenti che meglio si adattano al tuo ciclo e sopratutto non c'era scritto da nessuna parte che
negli anni 30, un'equipe aveva gi inventato la coppetta mestruale. Lo sapevate?