Sei sulla pagina 1di 85

CS-NET

Catalogo Tecnico

Fur Utopia, Big Utopia und Set-Free


Interfaccia USB

HITACHI
Le specifiche di questo manuale sono soggette a modifica senza preavviso,
affinch HITACHI possa offrire ai propri clienti le ultime novit.
Sebbene la massima cura sia stata posta nel garantire la correttezza dei dati, HITACHI non
ritenuto responsabile per eventuali errori di stampa che esulano dal proprio controllo.

ATTENZIONE
vietata la riproduzione non autorizzata del software CS-NET.
L'uso del software CS-NET, su CD-ROM o installato su computer, soggetto ai termini
del contratto di licenza fornito all'interno del presente manuale.

SOMMARIO

0. SOMMARIO
0.1. INDICE
0. SOMMARIO_________________________________________________________________ 5
0.1. INDICE ________________________________________________________________ 5
0.2. INDICE ANALITICO ______________________________________________________ 6
1. CONTRATTO DI LICENZA _____________________________________________________ 7
2. INFORMAZIONI GENERALI ____________________________________________________ 9
2.1. PANORAMICA __________________________________________________________ 9
2.2. COMPONENTI DI CS-NET ________________________________________________ 10
2.3. CARATTERISTICHE DI CS-NET ___________________________________________ 10
2.4. PANORAMICA SULLE CARATTERISTICHE __________________________________ 11
2.5. COLLEGAMENTI AI SISTEMI A/C DI HITACHI ________________________________ 12
3. INSTALLAZIONE ___________________________________________________________ 13
3.1. UTOPIA G5 BIG UTOPIA G5_____________________________________________ 13
3.2. FS FS2 FX CONNESSIONE RS232 ____________________________________ 17
3.3. FSG - FS3 - FXG - FX3 - G8 - HRG CONNESSIONE SCHEDA ISA/H-LINK ________ 18
3.4. FSG - FS3 - FXG - FX3 - G8 - HRG CONNESSIONE USB/H-LINK _______________ 21
4. IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO___________________________________________ 25
4.1. GUIDA RAPIDA_________________________________________________________ 25
4.2. IMPOSTAZIONI_________________________________________________________ 26
4.2.1. Installazione del software CS-NET ___________________________________ 26
4.2.2. Impostazione della lingua __________________________________________ 26
4.2.3. Utente _________________________________________________________ 27
4.2.4. Configurazione CS-Net ____________________________________________ 27
4.2.5. Unit Interna ____________________________________________________ 30
4.2.6. Imposta Password________________________________________________ 31
4.2.7. Configurazione Auto ______________________________________________ 31
4.3. FUNZIONAMENTO ______________________________________________________ 32
4.3.1. Finestra Di Dialogo Configurazione Unit Interna________________________ 33
4.3.2. Timer + ________________________________________________________ 39
4.3.3. Avvio Comunicazione _____________________________________________ 41
4.3.4. Freddo / Caldo Auto (Soltanto per Sistemi Set Free) _____________________ 42
4.4. RAPPRESENTAZIONE GRAFICA __________________________________________ 43
4.5. CS-NET E UTOPIA G5 ___________________________________________________ 45
4.6. ESEMPIO DI GRUPPO DI UNIT INTERNE __________________________________ 46
4.7. COMPATIBILIT DEL CONTROLLER REMOTO ______________________________ 47
5. LAYOUT EDIFICIO __________________________________________________________ 52
5.1. DESCRIZIONE GENERALE _______________________________________________ 52
5.2. FUNZIONAMENTO ______________________________________________________ 52
5.3. esempio di INSTALLAzIONe_______________________________________________ 53
6. SERVER WEB______________________________________________________________ 55
6.1. CONNESSIONE A INTERNET _____________________________________________ 55
6.2. Configurazione _________________________________________________________ 55
6.3. FUNZIONAMENTO ______________________________________________________ 55
6.4. Esempio_______________________________________________________________ 56
7. OPZIONI __________________________________________________________________ 57
7.1. CONSUMO ENERGIA ___________________________________________________ 57
7.2. DATI STORICI__________________________________________________________ 58
7.3. ACCESSO VIA MODEM __________________________________________________ 59
8. GUASTO __________________________________________________________________ 60
8.1. IDENTIFICAZIONE DEL GUASTO __________________________________________ 60
8.2. CODICI DI ARRESTO DEL COMPRESSORE _________________________________ 61
8.3. REGISTRO GUASTI _____________________________________________________ 62
8.4. CODICI DI ALLARME ____________________________________________________ 63
9. BMS ______________________________________________________________________ 64
9.1. SISTEMA______________________________________________________________ 64
9.2. STRUTTURA A TELEGRAMMA ____________________________________________ 66
9.2.1. Comandi di lettura ________________________________________________ 66
9.2.2. Comandi di scrittura ______________________________________________ 73
9.3. INTERVALLO DI RILEVAMENTO DELLA COMUNICAZIONE ____________________ 75
9.4. COLLEGAMENTO TIPICO A UN SISTEMA BMS ______________________________ 76
9.5. FORNITORE DELL'INTERFACCIA BMS _____________________________________ 76
10. PARAMETRI DELLA MATRICE ________________________________________________ 77
10.1. DESCRIZIONE _________________________________________________________ 77
10.2. MODALIT OPERATIVA AUTO FREDDO/CALDO _____________________________ 79
11. DOMANDE E RISPOSTE _____________________________________________________ 80
12. INDIVIDUAZIONE GUASTI ____________________________________________________ 82

0
5

0
6

SOMMARIO

0.2. INDICE ANALITICO


Acceso/Spento, 38
Aggiungi Unit Int., 38
Auto Louver, 37
Avvio automatico, 28
AVVIO COMUNICAZIONE, 41

Avvio di CS-NET, 25
Azzera Filtro, 36
CAMBIA PASSWORD, 31
CAMPI
Descrizione, 44
CARATTERISTICHE DI CS-NET,
10
CODICI DI ALLARME, 58
CODICI DI ARRESTO DEL
COMPRESSORE, 56
COLLEGAMENTI A UTOPIA, 14
COLLEGAMENTI AI SISTEMI A/C
DI HITACHI, 12
COLLEGAMENTI
ALL'INTERFACCIA, 21
COLLEGAMENTO A
COMPUTER, 59
Comandi di lettura, 61
Comandi di scrittura, 68
COMPATIBILIT DEL
CONTROLLER REMOTO, 47
componenti DI CS-NET, 10
CONFIGURAZIONE, 25
CONFIGURAZIONE AUTO, 31
Configurazione automatica, 25
CONFIGURAZIONE CS-NET, 27
CONFIGURAZIONE DEL
SISTEMA A/C, 59
Configurazione di base, 26
Configurazione Unit Interna, 25
CONNECTORE PRC, 13
CONSUMO ENERGIA, 52
contratto di licenza, 7
Controllo da PC, 38
CS-NET E UTOPIA, 45
DATI STORICI, 53
Diagrammi di collegamento
FS/FS2/FX, 17
FSG/FS3(SCHEDA ISA), 18
FSG/FS3(USB), 22
FXG/FX3 (USB)1, 23
Twin, 15
unit miste di Utopia, 16
DOMANDE E RISPOSTE, 75
Fare clic su File, 25
FINESTRA DI DIALOGO
CONFIGURAZIONE UNIT
INTERNA, 33
FINESTRA DI STATUS DEL
GUASTO, 55

Finestra di Status Guasto, 55, 56


FORNITORE
DELL'INTERFACCIA BMS, 71
FREDDO / CALDO Auto SERIE FS,
42
FUNZIONAMENTO, 32
Generale, 12
GRUPPO, 34
ESEMPIO, 46
GRUPPO COMANDO REMOTO,
35
GUASTI DI SISTEMA, 55
GUASTO, 55
GUIDA RAPIDA, 25
IDENTIFICAZIONE DEL
GUASTO, 55
IMPOSTAZIONE DELLA LINGUA, 26
Impostazione delle condizioni
operative per ciascuna unit, 25
Impostazione Globale, 38
Impostazioni, 25, 26
IMPOSTAZIONI E
FUNZIONAMENTO, 25
INDICATORI LED, 19
Informazioni sull'UTENTE, 25
INSTALLAZIONE, 13, 21
Installazione del software CSNET, 25, 26
INTERFACCIA CS-NET PER
UTOPIA, 13

Interfaccia esterna
FSG/FS3/FXG/FX3, 21

Utopia, FS/FS2/FX (Scatola


nera), 13
Interfaccia HARC40
Collegamenti multipli, 24
Impostazione dell'interruttore
DIP, 24
Indicatori led, 21
Interfaccia HARC40 (USB), 21
Interfaccia H-Link interna, 18
INVIA FAX, 28
INVIO ERRORE FILTRO, 28
LAYOUT DELL'INTERFACCIA
HARC40, 21
Modalit Operativa, 37
MODALIT OPERATIVA AUTO
FREDDO/CALDO, 74
Modem
Acceso, 54
Porta, 28
Stringa Inizial., 27
N di serie dell'unit esterna, 35
N di serie unit interna, 57
N Tentativi fax, 27

Note di riferimento per i controller


remoti, 51
Notifica Guasto, 57
Numero di serie dell'unit interna,
35
OPZIONI, 52
PANORAMICA, 9, 12
panoramica sulle caratteristiche,
11
Password, 11, 31
PORT 0-5 CS, 28
PORTA BMS, 28
Porta CS, 34
Posizione Unit Interna, 36
PROCEDURA DI
COMUNICAZIONE, 60
Protocollo BMS, 59
PROTOCOLLO DI
COMUNICAZIONE, 60
RAPPRESENTAZIONE
GRAFICA, 43
REGISTRO GUASTI, 57
Reimposta Filtro, 36
RIAVVIO DOPO UN GUASTO, 56
Ricerca Parola Chiave, 36
RISOLUZIONE DEI PROBLEMI,
77
Scheda ISA
configurazione pin Jumper, 18
spie luminose, 18
Selezione IRD, 18
SENSORE REMOTO, 35
Simboli, 33
SISTEMA, 59
Stampa Automatica, 28
STRUTTURA A TELEGRAMMA,
61
Temperatura, 36
Tempo filtro, 36
Tempo ripetiz., 27
TIMER, 39
Timer Annuale, 40
Timer Giornaliero, 39
Timer Attivo, 38
Tipo Unit Esterna, 35
Tipo Unit Interna, 35
Unit CH, 34
Unit esterna, 34
Unit interna, 34
UNIT INTERNA, 30
Unit master, 35
UTENTE, 27
Ventilazione, 37

CONTRATTO DI LICENZA

1
7

1. CONTRATTO DI LICENZA
Leggere attentamente le condizioni riportate di seguito
prima di aprire il pacchetto di software allegato al presente
contratto di licenza e prima di utilizzare il prodotto e la
documentazione d'accompagnamento. I diritti relativi al
prodotto software HITACHI contenuto nel supporto dati
allegato al presente documento e relativi a tutta la
documentazione scritta sono definiti nelle condizioni
riportate di seguito. L'apertura del pacchetto e luso del
prodotto implicano la completa accettazione delle seguenti
condizioni. Qualora non si desiderasse accettare le presenti
condizioni, restituire immediatamente il pacchetto software
e la documentazione ancora sigillati. Verr rilasciata una
nota di accredito a scopo di rimborso.
1 OGGETTO DEL CONTRATTO
Il presente contratto si riferisce all'uso dei prodotti software
HITACHI.
2 SCOPO DEL CONTRATTO
2.1 Il presente contratto conferisce al licenziatario il diritto,
non esclusivo o limitato nel tempo, di utilizzare il software
HITACHI con la relativa documentazione, ai sensi delle
condizioni riportare di seguito, sul computer dedicato
all'uso del software per una postazione di lavoro. L'uso
del software secondo termini differenti da quelli descritti
richiede il consenso scritto da parte di HITACHI. Il diritto
di usufrutto soggetto al pagamento della tariffa dovuta in
base ai termini stabiliti nella fattura emessa da HITACHI.
Il diritto di usufrutto pu essere terminato ai sensi delle
condizioni stabilite nel Paragrafo 8.
2.2 Il diritto di usufrutto non trasferibile, se non altrimenti
stabilito nel presente contratto. Qualora il software venisse
messo a disposizione di terzi in base a un contratto, il
licenziatario si impegna a concedere lutilizzo del software
soltanto previa accettazione dei termini contrattuali. Il nome
della terza parte deve essere inserito nel programma al pi
tardi durante l'installazione iniziale, per quanto previsto nel
programma di installazione.
2.3 Il licenziatario pu fare copie di salvataggio del presente
CD-ROM per gli scopi previsti nel Paragrafo 2.1. vietata
la riproduzione dell'intera documentazione o parte di essa.
possibile eseguire copie aggiuntive del software soltanto
con il permesso esplicito del concessore della licenza.
3 PROTEZIONE DEL MATERIALE DELLA LICENZA
3.1 Fatto salvo il diritto di usufrutto stabilito nel Paragrafo 2,
il concessore della licenza mantiene tutti i diritti sul
materiale concesso in licenza, incluse tutte le copie
intere o parziali di detto materiale create dal licenziatario.
La propriet da parte del licenziatario su disegni rilevabili
meccanicamente, memorie di dati e unit di trattamento
dei dati rimane inalterata.

3.2 Il licenziatario si impegna a non modificare nel materiale


concesso in licenza tutte le indicazioni relative al copyright,
ai marchi di fabbrica e altre indicazioni di diritti riservati, e di
trasmettere tali indicazioni inalterate a tutte le copie parziali
o complete del materiale elettronico concesso in licenza.
3.3 Il licenziatario registrer tutte le copie complete o
parziali create, fornir informazioni su richiesta in merito a
dette registrazioni e conserver il registro in un luogo sicuro.
3.4 Il prodotto software e la documentazione sono un
segreto industriale di HITACHI e come tali rimangono
propriet di HITACHI. Il licenziatario si impegna a vietare
l'accesso di terzi al materiale concesso in licenza, sia in
originale che sotto forma di copia completa o parziale,
senza l'espresso consenso da parte del concessore della
licenza. Ci si applica anche in caso di completa o parziale
vendita o liquidazione della societ del licenziatario.
I dipendenti della societ del licenziatario o altre persone
non sono considerati terzi finch il proprio uso del materiale
concesso in licenza rimane nei termini contrattuali e viene
effettuato per il licenziatario presso la sede dello stesso, e
finch questi rispettino l'obbligo di riservatezza previsto dal
concessore della licenza.
4 ALTRI DIRITTI
Il concessore della licenza si riserva tutti i diritti relativi
all'uso e alla riproduzione del prodotto e della
documentazione software.
Al licenziatario assolutamente vietato alterare o
trasformare il software.
5 GARANZIE
5.1 impossibile sviluppare prodotti software che siano
esenti da errori in tutte le condizioni operative. Il concessore
della licenza garantisce che il prodotto idoneo all'uso nel
rispetto della descrizione del programma, prodotto dal
concessore e valido al momento della fornitura, cos come
stabilito nelle istruzioni operative e che il prodotto presenta
le caratteristiche descritte in dette istruzioni. Limitazioni di
minore entit all'utilizzo del prodotto non devono essere
considerate.
5.2 Il concessore della licenza garantisce che il software
stato registrato nel modo corretto su un supporto dati
precedentemente testato.
5.3 Qualora un prodotto software risulti inutilizzabile o
difettoso entro un periodo di garanzia di sei mesi a partire
dalla data di fornitura iniziale da parte del concessore della
licenza, quest'ultimo accetter la restituzione del software
fornito e la sostituzione con un nuovo pacchetto avente
lo stesso titolo. Qualora il programma dato in sostituzione
risultasse inutilizzabile o difettoso e il concessore della
licenza non fosse in grado di renderlo utilizzabile a costi
e tempi ragionevoli, il licenziatario avr diritto a una
riduzione della quota di licenza o alla restituzione delle
quote corrisposte in cambio della restituzione del pacchetto
del programma al concessore.

1
8

CONTRATTO DI LICENZA

5.4 Il concessore della licenza non ha altri obblighi di


garanzia. In particolare, il concessore della licenza non
garantisce che il prodotto software rispetti i requisiti specifici
del licenziatario. Il licenziatario responsabile unicamente
della selezione, dell'installazione e dell'utilizzo del prodotto
e dei risultati che ne conseguono. Il concessore della
licenza non altres responsabile di versioni del software
sottoposte ad alterazioni o trasformazioni, a meno che
non siano riconducibili a difetti nel prodotto.
6 RESPONSABILIT
6.1 Il concessore della licenza responsabile per
qualunque danno, che ricada sotto la propria responsabilit
fino al valore pari a quello della quota di licenza non
ricorrente. Non riconosciuta alcuna responsabilit per
mancato profitto, danno indiretto o perdita derivante.
6.2 Le suddette limitazioni della responsabilit non si
applicano alle caratteristiche garantite o alle perdite
risultanti da azioni dolose o da grave negligenza.
7 AGGIORNAMENTO DEL SOFTWARE
Il concessore della licenza offre la possibilit di
aggiornare costantemente determinati prodotti software.
L'aggiornamento implica la stipula di uno speciale contratto
relativo all'aggiornamento di prodotti software HITACHI.
8 DURATA DEL CONTRATTO
8.1 La durata del contratto di licenza determinata dal
periodo d'uso dell'unit centrale di elaborazione sulla quale
vengono caricati e utilizzati i programmi, e termina quando
l'unit centrale di elaborazione non viene pi utilizzata.
8.2 Entrambe le parti possono interrompere il contratto di
licenza con un preavviso di tre mesi. Il concessore della
licenza non pu interrompere il contratto di licenza prima
che siano trascorsi cinque anni.
8.3 Il diritto di cessare il contratto di licenza senza preavviso
in base a valide motivazioni non influenzato da quanto
sopra stabilito. Di seguito vengono riportate alcune
motivazioni: violazione da parte del licenziatario e di terzi
in analoga posizione come stabilito nel Paragrafo 2.2,
di una condizione del presente contratto, l'avvio di
procedimenti di bancarotta o insolvenza relativa alla
propriet del licenziatario e dei terzi e il rifiuto ad aprire tali
procedimenti a seguito di insufficienti risorse, vendita della
societ del licenziatario, dei terzi o della parte della societ
in cui viene utilizzato il software.
8.4 Il software e la documentazione software forniti, incluse
le copie di salvataggio, vanno restituiti al concessore della
licenza al termine della durata del contratto
immediatamente e senza obbligo di richiesta.

9 PENALI E INDENNIZZI
In caso di utilizzo non autorizzato, e in particolare in
contravvenzione ai termini stabiliti nel Paragrafi 2.2, 2.3,
3.4 e 8.3 del presente contratto, il licenziatario si impegna
a pagare una penale pari al triplo della quota di licenza.
Il concessore della licenza si riserva il diritto di pretendere
un ulteriore indennizzo.
10 INFORMAZIONI GENERALI
10.1 Il diritto di usufrutto soggetto al pagamento della
quota di licenza. L'obbligo di pagamento della quota di
licenza non ricorrente non interessato dalla cessazione del
contratto secondo quanto stabilito nel Paragrafo 8. La quota
deve essere corrisposta ai sensi dei termini di pagamento
stabiliti nella fattura presentata dal concessore della licenza.
Si escludono i calcoli in base a contro-ricorsi presentati dal
licenziatario che non siano validi ai sensi delle leggi in
vigore o che siano contestati dal concessore della licenza.
10.2 Il carattere legale del contratto di licenza
indipendente da altri contratti stipulati dalle parti. In
particolare, eventuali obiezioni e istanze riguardanti un
contratto di consegna di hardware non sono da considerarsi
come obiezioni e istanze riguardanti il contratto di licenza
e viceversa.
10.3 Contratti secondari e modifiche al contratto sono validi
soltanto se in forma scritta.
10.4 Qualora una o pi condizioni tra quelle sopra citate
risultassero non valide, le rimanenti rimangono invariate.
In tal caso concessore e licenziatario sono obbligati a
sostituire la condizione non valida con una condizione
valida, che rispetti il pi possibile il proposito commerciale
della condizione rivelatasi non valida.
10.5 Il presente contratto soggetto alle leggi in vigore
nel paese in cui ha sede il concessore della licenza.
Il foro competente quello della localit in cui ha sede il
concessore. Qualora lo ritenesse opportuno, il concessore
ha diritto di ricorrere alle vie legali nei confronti del
licenziatario presso il foro competente.

INFORMAZIONI GENERALI

2. INFORMAZIONI GENERALI
INFORMAZIONI PRELIMINARI SU HITACHI CS NET
HITACHI CS-NET stato concepito come un sistema di
controllo computerizzato di facile utilizzo per la gestione dei
condizionatori d'aria UTOPIA e SET FREE di HITACHI.
L'uso di una combinazione software/hardware unica nel suo
genere consente di effettuare una vasta gamma di controlli,
oltre alla possibilit di accesso tramite telefono e
lindividuazione dei guasti da un computer remoto. anche
possibile accedere al sistema tramite BMS. Il software
abilitato all'uso di tutte le principali lingue europee.

Sono disponibili due programmi opzionali, non per UTOPIA,


per calcolare il Consumo Energia di ogni unit interna in
relazione all'unit esterna, e i Dati Storici per registrare le
informazioni di sistema a intervalli regolari al fine di
monitorare i parametri per l'individuazione di eventuali
problemi di sistema.
Un'interfaccia esterna HARC40 provvista di collegamento
USB sostituisce l'interfaccia a scheda ISA per i sistemi
FSG-FS3-FXG-FX3. Nel presente manuale vengono
descritti entrambi i sistemi.

2.1. PANORAMICA
Collegamento dell'interfaccia al sistema

Interfacci Collegamento
a
a computer

Unit

Porta seriale
RS232
Porta seriale
RS232
Porta seriale
RS232
Porta seriale
RS232
Porta seriale
RS232

UTOPIA G51)

Esterna

UTOPIA TWIN G51)

Esterna

BIG UTOPIA G51)

Esterna

FS / FX

Esterna

FS2

Esterna

FSG/FS3/FSVG/FXG/FX3 (ISA)3)

Interna

Slot ISA H-Link

FSG/FS3/FSVG/FXG/FX3 (USB)3)

Esterna

USB (HARC40)

Interna

ISA Slot H-Link

Esterna

USB (HARC40)

1)

1)

UTOPIA G8 / DC INVERTER
(ISA)
UTOPIA G81) / DC INVERTER1)
(USB)

Cavo tripolare all'unit


interna
Cavo tripolare all'unit
interna
Cavo tripolare all'unit
interna
Cavo tripolare all'unit
esterna
Cavo tripolare all'unit
esterna
Cavo bipolare a tutte le
unit
Cavo bipolare a tutte le
unit
Cavo bipolare a tutte le
unit
Cavo bipolare a tutte le
unit

Numero
massimo di
unit per
interfaccia
Intern
Esterna
a

In

Out

CN10

CN9

16

16

CN10

CN9

16

CN10

CN9

16

CN25

CN24

16

192

CN132

CN131

16

192

H-Link

H-Link

16

128

H-Link

H-Link

16

128

H-Link

H-Link

16

64

2)

H-Link

H-Link

16

64

2)

1) Nel presente manuale UTOPIA G5, UTOPIA TWIN G5 e BIG UTOPIA G5 verranno chiamati G5, UTOPIA G7 verr chiamato G8 e DC INVERTER HRG.
2) Nel caso delle unit Utopia G8 possibile collegare a ununica interfaccia un massimo di 64 unit interne e per Utopia Big possibile collegare quattro unit
interne a ununica unit esterna. Nel caso di sistemi singoli, doppi o tripli possibile collegare un numero inferiore di unit. Nel caso di Utopia DC Inverter il
numero massimo consentito 32 unit, considerando un sistema doppio.
3) Dora in poi FSG ed FSVG saranno chiamati FSG.

ATTENZIONE:
A partire da CS-NET v8, non saranno pi consigliati, e non si dar pi assistenza supplementare ai collegamenti con la
Porta seriale RS-232 ne a quelli con la slot ISA H-LINK.
Requisiti minimi del sistema
Unit
UTOPIA G5
UTOPIA TWIN G5
BIG UTOPIA G5

MB
Processore
RAM
256
1GHz
256
1GHz
256
1GHz

Windows
98/2000/XP
98/2000/XP
98/2000/XP

FS/FS2/FX

256

1GHz

98/2000/XP

FSG/FS3/FXG/FX3 (ISA)

256

1GHz

98

FSG/FS3/FXG/FX3 (USB)

256

1GHz

2000/XP

UTOPIA G8 / DC INVERTER
(ISA)
UTOPIA G8 / DC INVERTER
(USB)

256

1GHz

98

256

1GHz

2000/XP

Si suppone che prima dell'installazione di CS-NET, i


sistemi siano stati correttamente installati e che tutti
i microinterruttori siano stati impostati correttamente.

Non possibile utilizzare CS-NET con Windows NT.


Si consiglia di utilizzare un computer dedicato allo
scopo e un mouse non seriale.

CS-NET stato progettato per essere usato con


una risoluzione dello schermo di 800x600 o
superiore

2
10

INFORMAZIONI GENERALI

2.2. COMPONENTI DI CS-NET


G5 e FS/FS2/FX
Interfaccia esterna HITACHI CS-NET
Software HITACHI CS-NET, Catalogo tecnico su CD-ROM
Cavo RS232 (Interfaccia al computer)
Connettori PRC1
Trasformatore (230V 12VDC)
Manuale di istruzioni
Scheda della garanzia

FS3 FSG FXG - G8 e FS/FS2/FX


Interfaccia interna H-Link (Scheda ISA)
Software HITACHI CS-NET, Catalogo tecnico su CD-ROM
Manuale di istruzioni
Scheda della garanzia
FS3 FSG FXG - G8 e HRG
HARC 40 (Interfaccia esterna USB)
Software HITACHI CS-NET, Catalogo tecnico su CD-ROM
Manuale di istruzioni
Connettore con cavo USB
Scheda della garanzia

2.3. CARATTERISTICHE DI CS-NET


1.
2.

3.
4.

5.

6.

7.

HITACHI CS-NET un potente programma per


computer per il controllo centrale delle installazioni
Utopia e Set Free HITACHI di qualunque dimensione.
CS-NET un programma semplice da utilizzare
che consente un'immediata impostazione delle
temperature, delle modalit, della ventilazione,
del timer e cos via.
Il controllo pu essere effettuato a livello centrale
o locale in base alle esigenze dell'utente.
Per i sistemi Set Free disponibile un programma
aggiuntivo per il calcolo del consumo di energia per
ogni unit interna come percentuale del consumo
dell'unit esterna. Questa funzione particolarmente
utile per installazioni all'interno di uffici in locazione,
dove le unit interne dello stesso sistema servono, ad
esempio, uffici di societ differenti per i quali occorre
una fatturazione separata.
disponibile un programma opzionale per la
memorizzazione di tutte le condizioni operative dei
sistemi Set Free a determinati intervalli di tempo.
Tale programma di Dati Storici consente agli addetti
alla impostazioni di esaminare agevolmente le
condizioni operative precedenti a un guasto e di
riportare rapidamente in funzione il sistema.
La funzione Server Web consente di connettersi
allinstallazione da qualsiasi postazione remota in rete e
semplifica le operazioni di controllo e monitoraggio da
computer remoti.
La funzione Layout edificio consente di gestire
installazioni di grandi dimensioni grazie alla
visualizzazione delle diverse unit sotto forma di pratici
disegni architettonici.

8.

9.

10.

11.

12.

13.

14.

15.

Qualora si utilizzi CS-NET per sistemi diversi con


interfacce differenti, le unit appariranno sulla stessa
schermata se le porte seriali sono state configurate
correttamente. Non occorrono file separati per ogni
sistema.
Per le unit Set Free, Utopia G8 e DC inverter
disponibile una rappresentazione grafica del sistema
che presenta le condizioni operative effettive, quali la
velocit del compressore, le pressioni, le temperature,
la corrente e cos via, consentendo di monitorare da
vicino le condizioni di sistema di ogni unit.
Una funzione di temporizzazione consente alle unit
interne, a livello individuale o d'insieme, di essere
programmate impostandone attivazione, disattivazione,
modalit e temperatura in base alle necessit
dell'utente. possibile impostare fino a 60 diverse
programmazioni per ogni unit interna.
Il pratico timer annuale consente di impostare le
condizioni per ogni giorno dellanno per ogni singola
unit. La funzione Modello consente di configurare
rapidamente le unit in base alla loro posizione e alla
loro modalit di impiego.
In caso di anomalia, l'icona relativa all'unit guasta
diventa Rossa e il codice identificativo del problema
viene inserito nel messaggio che comparir sullo
schermo dopo 3 minuti. Ci consente una rapida
risoluzione dei problemi.
possibile bloccare parametri singoli nel Telecomando
attraverso il CS-NET. Con questa opzione se il
parametro bloccato e viene modificato localmente, il
CS-NET lo cambier automaticamente nellinterruttore
del Telecomando.
possibile ridurre il rango della temperatura impostata
per ogni Unit per interni. Limitando questo rango viene
aumentato il comfort durante la conversione automatica
della modalit di funzionamento mentre viene ridotto il
consumo totale di energia elettrica.
Con la finestra dei parametri della Matrice possibile
accedere rapidamente alla configurazione dei parametri
per singole unit selezionate, attraverso lunit esterna
o effettuare le impostazioni per gruppi.

INFORMAZIONI GENERALI

2
11

2.4. PANORAMICA SULLE CARATTERISTICHE


Caratteristica
IMPOSTAZIONI
Porta
Seriale 232
Scheda ISA
USB(HARC40)
Modem
N tentativi fax
Tempo ripetiz. invio
Avvio Automatico
Invia Fax
Stampa Automatica
Invio Errore Filtro
Configurazione Auto
Lingua
Imposta Password
Modulo Configurazione
Gruppo
Indirizzo unit esterna
Indirizzo unit interna
Unit CH
R407C
Gruppo Comando Remoto
Aggiungi Unit Int.
Impostazione globale
Acceso / Spento
Controllo da PC
Timer attivo
Unit master
Sensore Remoto
Temperatura
Auto Louver
Modalit Operativa
Ventilazione
Deumidificatore
Freddo
Caldo
F/C Auto - Simultaneo
F/C Auto - Simulato
Ventilazione
Tempo Filtro
Timer attivo
Rappresentazione grafica
Status di Guasto
Identificazione di guasto
Solo allarme
Log di errore
Notifica Guasto
Opzioni
Consumo Energia
Dati Storici
Parametri della matrice
Punti di impostazione
fissati
* Funziona soltanto con un
sensore remoto esterno.

G5

FS
FS2

FX

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O

O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O*
O

O
O
O
O
O
O
O
O*
O

O
O
O
O

O
O
O
O

O
O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O

O
O

FS FX HR
G
G
G
FS3 FX3 G8

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O*
O
O

O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O*
O
O
O
O
O
O

O
O
O
O
O

O
O
O
O
O

O
O
O
O

O
O
O
O
O

O
O
O
O

O
O

O
O

O
O

O
O

O
O
O
O

O
O
O
O

O
O
O
O

O
O
O
O

O
O
O
O
O
O
O
O
O*
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O
O

O
O

O
O
O

Note
1. Se il computer viene spento, i sistemi continuano a
funzionare secondo gli ultimi parametri impostati.
2. Il timer funziona soltanto se per l'unit stato attivato
il Controllo da PC (vedere Domande e Risposte).
3. Poich il segnale del timer viene generato dal
computer, il timer non funziona a computer spento.
4. Se il sistema utilizzato per il riscaldamento, si
consiglia di utilizzare il sensore remoto dell'ambiente
per ciascuna unit interna (eccetto per RPK e la serie
FSGM). Ci garantisce condizioni ambientali pi
costanti e uniformi, anche nei giorni pi freddi.
Inoltre, la modalit riscaldamento prevede una
compensazione di 4C impostata in fabbrica per le
installazioni di alto livello. Se si utilizza CS-Net, si
deve eliminare tale compensazione; tale eliminazione
avviene automaticamente al collegamento di un
sensore remoto per l'ambiente. Per ulteriori
informazioni relative ai comandi remoti, vedere la
Sezione 4.7.
5. Ogni unit interna deve essere collegata a un
comando remoto, a livello individuale o d'insieme.
La modalit riscaldamento prevede una
compensazione di 4C impostata in fabbrica per le
installazioni di alto livello. Se si utilizza CS-Net, sar
necessario eliminare tale compensazione. A tal fine
possibile utilizzare il comando remoto (eccetto per
PC-5H). Per ulteriori informazioni relative ai comandi
remoti, vedere la Sezione 4.7.
6. Il comando remoto PC-5H aggiuntivo pu essere
utilizzato se si utilizza CS-NET. Anche l'opzione F/C
Auto disponibile.
7. Le unit a muro RPK della serie FSGM sono
generalmente provviste di un controller remoto a
infrarossi. Per funzionare con CS-NET, il
collegamento CN25 (ricevente IR) su PCB dovr
essere scollegato e un comando remoto (PC-2H2, o
ricevente PC-RLH4) dovr essere collegato a CN13.
Se le condizioni non sono tali, CS-NET non riconosce
l'unit.
8. Per sistemi a 2 condotti (FS/FS2/FSG/FS3), le unit
interne di ogni sistema devono essere posizionate, se
possibile, in aree dove non dovrebbero essere
richiesti contemporaneamente il riscaldamento e la
refrigerazione. Ci si applica anche ai sistemi
FXG/FX3 in cui le Unit CH vengono raggruppate.
9. Evitare l'installazione di sistemi a 2 condotti con unit
interne di dimensioni maggiori per prevenire eccessi
nel riscaldamento o nella refrigerazione. Ci
particolarmente importante quando si utilizza la
modalit F/C Auto. Inoltre, le zone sottoposte a un
riscaldamento interno elevato (ad esempio, le stanze
dei computer) e/o sottoposte a un occasionale
riscaldamento interno elevato (ad esempio, le sale
riunioni e le mense) dovrebbero essere gestite
separatamente dalle altre zone.
10. I sistemi Set Free includono un sistema
d'indirizzamento automatico che tuttavia non
dovrebbe essere utilizzato con CS-NET. necessario
eseguire manualmente l'indirizzo dell'unit su ogni
unit, impostando i rispettivi interruttori DIP.
11. Poich le connessioni Internet possono essere
soggette a problemi causati da pirati informatici e
virus, evitare di collegare installazioni critiche a
Internet.
12. In nessun caso Hitachi sar responsabile per
eventuali problemi causati da terzi malintenzionati su
Internet.

2
12

INFORMAZIONI GENERALI

GENERALE
Se si desidera controllare un numero di unit superiore alla
quantit indicata mostrata nelle tabelle Panoramica, sar
necessario aggiungere un'ulteriore interfaccia CS-NET.
Se le porte seriali del computer sono insufficienti, sul
mercato sono disponibili adattatori Multiporta che
raggiungono un numero di 8 porte seriali per ogni
connessione di porta seriale disponibile sul computer.

Per ulteriori informazioni, contattare il rivenditore HITACHI


di zona. Se viene utilizzato un modem esterno,
consigliabile collegarlo alla porta COM 1.
Se le porte USB del computer sono insufficienti, sul mercato
sono disponibili hub USB che richiedono alimentazione
esterna.
CS-NET consente la connessione di un massimo di 8
diverse interfacce. Il numero massimo di unit collegabili
sale quindi a 1.024 unit interne.

2.5. COLLEGAMENTI AI SISTEMI A/C DI HITACHI


Lo schema dei collegamenti sotto riportato illustra le
differenti possibilit per collegare CS-NET ai sistemi
di condizionamento aria Hitachi.

Per ulteriori dettagli relativi alle connessioni, vedere


la Sezione 3 del presente manuale.

Al sistema
BMS

FXG/FX3 H-Link
(Scheda ISA)

Interfaccia
BMS

Unit
CH
Interfaccia
CS-NET/ BMS

UI

UTOPIA
BIG UTOPIA

HARC40

SP
Interfaccia
Esterna

Scheda
ISA

SP

USB
USB

Unit
CH

UI
SP

Scheda
ISA

UI

HARC40

Interfaccia
Esterna

FXG/FX3 H-Link (USB)

A qualsiasi
unit del
sistema

A qualsiasi
unit del
sistema

UE
UI
FS / FS2 / FX

UE
OU

FS3 / FSG / G8 / HRG H-Link


(ISA Board)
SP = Porta seriale
Collegamenti:
H-Link
Non H-Link

UI

UE

FS3 / FSG / G8 / HRG H-Link


(USB)

INSTALLAZIONE

3
13

3. INSTALLAZIONE
3.1. UTOPIA G5 BIG UTOPIA G5
INTERFACCIA ESTERNA (G5 + FS/FS2/FX)
L'interfaccia esterna consiste di una scatola nera che
misura 11 x 6,5 x 2,5 cm ed provvista dei collegamenti
sotto indicati.

3 - Dati
2 - MASSA
1 - Alimentazione

3 2 1

12VDC
300mA

L'alimentazione a 12 VCC viene ottenuta da un


trasformatore fornito con CS-NET. Una seconda presa a
12 VCC disponibile per il collegamento di pi interfacce,
se necessario, utilizzando lo stesso trasformatore.

12VDC
300mA

Connessione
R232

3 2 1

4
9

Presa
PRC

3 2 1

3 2 1

3 2 1

3 2 1

SET FREE
FS/FS2/FX
Unit esterna

Connettore
a vite

3
8

2
7

1
6

PIN 1 : Non utilizzato


PIN 2 : Invio DATI in corso
PIN 3 : Ricezione DATI
in corso
PIN 4 : Non utilizzato
PIN 5 : MASSA
PIN 6 : Non utilizzato
PIN 7 : Non utilizzato
PIN 8 : Non utilizzato
PIN 9 : Non utilizzato

1. Verde - Alimentazione - On
2. Giallo - Dati
- Lampeggiante
(normale)
- ON o OFF
(anormale)

L'interfaccia esterna pu essere utilizzata


sia per UTOPIA sia per SET FREE, ma non
per entrambi contemporaneamente.

UTOPIA
BIG UTOPIA
Unit interna

CONNETTORE PRC
Il connettore PRC lo stesso utilizzato per il collegamento
a comando remoto ed fornito da Hitachi nelle seguenti
forme:

Fig 1

a. PRC 1 (10 pezzi per confezione) Fig.1, per collegamenti


al normale cavo tripolare.

Fig 2

b. Set completi di cavi PRC 10-15-20-30 con connettori


di lunghezza rispettivamente 10-15-20 o 30 metri. Fig.2.

30 cm

1
2
3

1
2
3

10 30 m

3
14

INSTALLAZIONE

COLLEGAMENTI A UTOPIA G5
L'interfaccia CS-NET collegata alla prima unit interna
tramite un cavo tripolare per il comando remoto (0,75 mm2)
collegato con la presa numero CN10 presente sulla scheda
circuito stampato dell'unit interna (PCB). possibile
acquistare il cavo, completo di connettori, da Hitachi
indicando i numeri di parte PRC10(10m), PRC15(15m)
e PRC30(30m).
Il kit CS-NET include due set di cavi PRC1, vale a dire
2
il connettore provvisto di cavi 3 x 30 cm 0,75 mm

che consentono il collegamento a normali cavi tripolari.


Se necessario, possibile acquistare altre serie di PRC1
(10 connettori per set) da Hitachi.
Il collegamento prosegue quindi da CN9 nella prima unit
interna a CN 10 nella seconda unit interna e cos via fino
all'ultima unit. Il numero massimo di collegamenti per
un'interfaccia pari a 16.

Nota:
Tutti i cavi devono essere schermati e devono
avere una sezione trasversale minima di 0,75 mm2.
La lunghezza massima di 500 m.
Schema collegamenti
Porta
seriale

Computer

Connettore
a vite

PCB

CN10
A0

CN10
CN9

Connessione a vite
dell'interfaccia

R232

Interfaccia CS-NET

CN9

Il collegamento tra l'interfaccia della scatola nera esterna


e la prima unit interna deve avvenire tramite un connettore
PRC sulla scheda circuito stampato dell'unit interna e
il connettore a vite sull'interfaccia, poich il collegamento
dati sull'unit interna il N.1 (le unit FS/FS2/FX hanno
il pin N.3 come connessione dati) e deve quindi collegarsi
al connettore N.3 sull'interfaccia. Vedere lo schema sotto
riportato.

A1

1
2
3

Connessione PRC
dell'unit interna

1
2
3

1
2
3

Attenzione:
Accertarsi che i collegamenti dei cavi siano stati
eseguiti correttamente. Un collegamento errato
danneggia l'interfaccia. Il cavo N. 2 deve sempre
essere collegato al connettore centrale.

Posizione connessioni scheda circuito stampato


(PCB) dell'unit interna.

CN10
CN9

A2

CN10/CN9

Max. 16 Unit

CN12 / CN13

INSTALLAZIONE

COLLEGAMENTI A TWIN E BIG UTOPIA G5


Il collegamento delle unit di TWIN e BIG UTOPIA lo
stesso dell'unit UTOPIA standard, poich i cavi sono
collegati dall'unit numero uno (A1) all'ultima unit, fino a un
massimo di 8 unit interne. Ogni sistema (2 unit interne)
opera in base al principio master/slave, le impostazioni del
codice di indirizzo tra il master e lo slave dovranno quindi
essere 8.

3
15

esempio:
1 set: master A1 e slave A9
2 set: master A2 e slave Aa, ecc.
Il numero massimo di set per un'interfaccia CS-NET 8.

Nota:
Tutti i cavi devono essere schermati e devono
avere una sezione trasversale minima di 0,75 mm.
La lunghezza massima di 500 m.
Schema collegamenti
Porta
seriale

Computer

R232
Interfaccia CS-NET

PCB
CN10
CN9
CN10
CN9

CN10
CN9

Max. 8 Unit

PCB
Master

CN12

CN13

A9

A1

Master

CN12

CN13

A3

Slave
Aa

A2

Master

Slave

CN12

CN13

Slave
Ab

3
16

INSTALLAZIONE

COLLEGAMENTI A UNIT MISTE DI UTOPIA G5


possibile collegare tra loro pi unit su CS-NET in base
a varie combinazioni. Di seguito riportato un esempio
del collegamento misto di unit Twin, Big Utopia e Single
Utopia.
A ciascuna interfaccia possibile collegare un massimo
di 8 Utopia Twin / Big Utopia con 8 diramazioni singole
con l'interruttore per il comando remoto.

possibile collegare diramazioni singole aggiuntive ad


altre unit singole, ma verrebbero controllate dal Controller
remoto di quella particolare unit, come di seguito indicato.
Per informazioni riguardanti applicazioni non standard,
rivolgersi al distributore HITACHI di zona.

Nota:
Tutti i cavi devono essere schermati e devono
avere una sezione trasversale minima di 0,75 mm.
La lunghezza massima di 500 m.
Schema collegamenti
Porta
seriale

Computer

R232
Interfaccia CS-NET

PCB

PCB
CN10
CN9
CN10
CN9

CN10
CN9

Master

CN13

Master

CN12

CN13

CN12

CN13

CN12
A4

CN13

A5

A5

1xUtopia

CN10
A6

Big Utopia

CN12 CN13

CN10
CN9

Utopia
Twin

Slave
Ab

A3

Utopia
Twin

Slave
Aa

A2

Master

Slave
A9

A1

CN10
CN9

CN12

1xUtopia

A6

3xUtopia con
un controller
remoto

INSTALLAZIONE

3
17

3.2. FS FS2 FX CONNESSIONE RS232


L'interfaccia esterna la stessa utilizzata per i sistemi
UTOPIA.
Nei sistemi FS / FS2 / FX, il collegamento a CS-NET
avviene dall'interfaccia al PCB 1 nell'unit esterna come
indicato nel diagramma di collegamento sotto riportato.
Se si desidera collegare pi di un sistema a CS-NET,
le unit esterne dovranno essere interconnesse ai
collegamenti CN indicati di seguito. Affinch CS-NET
possa riconoscere il sistema, a ciascuna unit esterna
dovr essere assegnato un proprio codice indirizzo tramite
l'impostazione degli interruttori DIP in base a quanto
riportato sul Manuale tecnico di Set Free.

L'unit esterna collegata a quella interna attraverso un


cavo bipolare polarizzato. Le unit esterne devono essere
collegate in modo sequenziale: N.0-N.1-N.2-N.3 ecc.
Connessione PRC
L'interfaccia della scatola nera esterna dovr essere
collegata alla prima unit esterna tramite connettori PRC
ad entrambe le estremit utilizzando PRC 1 e un cavo
normale oppure una serie di cavi PRC da 10 a 30.
Vedere il seguente diagramma.

1
2
3

Nota:
Tutti i cavi devono essere schermati e devono
avere una sezione trasversale minima di 0,75 mm2.
La lunghezza massima di 500 m.

1
2
3

10 - 30m

Schema collegamenti
Porta
seriale

Computer

R232
Interfaccia CS-NET

Il cablaggio deve
rispettare il codice
della sequenza di
indirizzo 0-1-2-3 ecc.

Connettore
PRC
A CN25 (FS/FX)
A CN132 (FS2)
CN24 (FS/FX)
CN131 (FS2)

PCB1

CN25 (FS/FX)
CN132 (FS2)

Unit
N 0

Max. 16 Unit esterne


Unit
N 1

Cavo di
trasmissione
bipolare

A0

A0

A1

A1

A2

A2

3
18

INSTALLAZIONE

3.3. FSG - FS3 - FXG - FX3 - G8 - HRG CONNESSIONE SCHEDA ISA/H-LINK


INTERFACCIA INTERNA H-Link
L'interfaccia interna una scheda ISA che deve essere
programmata prima dell'inserimento nello slot ISA libero
del computer.

La programmazione deve essere effettuata da


persona esperta di computer in quanto una
programmazione errata pu essere causa di guasti.

S2

S1

J2
J3
Pin del ponticello

SELEZIONE IRQ
In Impostazioni Computer > Sistema > Gestione hardware >
Propriet > Risorse > INTERRUPT (IRQ) >, sar necessario
individuare un numero di porta di Interrupt IRQ libera e
riservarla.Nell'esempio riportato, stata individuata e
riservata la porta 07, quindi il pin del ponticello stato
posizionato sul N.7.
SELEZIONE I / O
A selezione di IRQ effettuata, fare clic su Input/Output (I/O)
e selezionare un I/O per limpostazione dellindirizzo
da ##00 a ##F1 come non occupato.
Nell'esempio, l'indirizzo da 0800 a 08F1 stato rilevato
libero e gli interruttori rotanti S2 e S1 sono stati impostati
rispettivamente su 8 e 0 come indicato.
Non modificare S3 o S4.
Dopo aver effettuato le impostazioni sulla scheda,
installarla in uno slot ISA libero e avvitarla saldamente.
Dopo linstallazione della scheda ISA sul computer, per
configurare il programma selezionare tali impostazioni dai
relativi menu a tendina presenti nella finestra Impostazioni.
(Vedere Sezione 3).

JP2

JP3

10 11 12 14 15

S2

Pin del ponticello

S1

9 IRQ

INSTALLAZIONE

3
19

INDICATORI LED
PC
S Lampeggia quando il PC invia dati alla scheda di circuito
stampato H-Link
R Lampeggia quando il PC riceve dati dalla scheda H-Link
0 Non attivo
1 Non attivo

H-Link
S Lampeggia quando H-Link invia dati al sistema
R Lampeggia quando H-Link riceve dati dal sistema
C Si accende al verificarsi di un errore tra la scheda
H-Link e il sistema
0 Non attivo
TL Lampeggia durante la
S R0 1 S RC 0
trasmissione tra la scheda
H-Link e il sistema.
PC

H-Link

H-Link

TL

FS3 FSG G8 HRG CONNESSIONE SCHEDA ISA/H-LINK


Il sistema di trasferimento dati H-Link utilizzato dalle unit
Detti collegamenti avvengono tramite normali terminali
FS3-FSG-G8-HRG consente una comunicazione pi rapida e una
a vite, quindi non sono previsti speciali connettori.
installazione pi flessibile. Il vantaggio principale rappresentato
Le connessioni sono prive di polarit, quindi l'ordine
dal fatto che dalla scheda ISA del computer possibile collegare
di collegamento irrilevante.
CS-NET direttamente a qualunque punto nel sistema H-Link
tramite un normale cavo bipolare schermato.
Schema collegamenti

Nota:
Tutti i cavi devono essere schermati e devono avere
una sezione trasversale minima di 0,75mm. La
lunghezza massima di 1.000 m.

Computer

Connessione H-Link
di CS-NET sulla
scheda ISA

Unit
N 1

H-Link
Unit
N 0

H-Link

In
CS-Net

Morsettiera
di H-Link

Cavo
dati
bipolare

Max. 16 Unit esterne

Out

A0

A0

A1

A1

A2

A2

A...

3
20

INSTALLAZIONE

FXG FX3 CONNESSIONE SHEDA ISA/H-LINK


Il collegamento dati a CS-NET per i sistemi FXG/FX3
a 3 condotti deve essere effettuato direttamente alle
connessioni 1 e 2 della morsettiera di H-Link in una
delle UNIT CH e non all'unit interna o esterna.

Detti collegamenti avvengono tramite normali terminali


a vite, quindi non sono previsti speciali connettori.
Le connessioni sono prive di polarit, quindi l'ordine
di collegamento irrilevante.
Nota:
Tutti i cavi devono essere schermati e devono
avere una sezione trasversale minima di 0,75 mm.
La lunghezza massima di 1.000 m.

Schema collegamenti

Computer

Connessione H-Link
di CS-NET sulla
scheda ISA

H-Link
Unit
N 1

Max. 16 Unit esterne


Unit
N 2

H-Link
1

CS-Net

2
3
4

In
Out
UI

Morsettiera
di H-Link

Cavo
dati
bipolare

Unit
CH

A0

Unit
CH

A0

Unit
CH

A1

Unit
CH

A1

Unit
CH

A...

INSTALLAZIONE

21

3.4. FSG - FS3 - FXG - FX3 - G8 - HRG CONNESSIONE USB/H-LINK


HARC40 CON CONNESSIONE USB
In seguito alla eliminazione dei collegamenti della scheda
ISA in fase di progettazione del computer, stata sviluppata
unInterfaccia esterna con USB per la connessione di
H-Link a CS-NET. L'applicazione risulta molto pi flessibile

ed possibile il collegamento a un computer portatile che


consente ad un tecnico della manutenzione di controllare
I sistemi che non sono collegati ad un software CS-NET.
Eseguire l'installazione come indicato di seguito.
Nota:
Tutti i cavi devono essere schermati e devono
avere una sezione trasversale minima di 0,75 mm.
La lunghezza massima di 1.000 m.

INSTALLAZIONE
Spegnere il computer.
Collegare l'interfaccia HARC40 al computer utilizzando
un cavo di connessione USB.
Accendere il computer. Windows rilever automaticamente
che l'interfaccia stata collegata e che il dispositivo
HARCUSB disponibile sul CD/CDROM.

Windows completer automaticamente l'installazione


dell'apparecchio.
Ora possibile installare il programma CS-NET.
Collegare il cavo CS-NET sull'interfaccia alla connessione
H-Link su qualsiasi delle unit interne o esterne.

COLLEGAMENTI ALL'INTERFACCIA
I collegamenti disponibili per l'interfaccia sono i seguenti:
Morsettiera TB1 (Vedere diagramma a fianco)

Vista posteriore dell'interfaccia HARC40

1. Collegamento H-Link principale al sistema tramite


cavo bipolare.
2. Collegamento USB alla porta USB sul computer.

TB1

L'alimentazione di HARC40 giunge tramite la


connessione USB, non quindi necessaria
un'alimentazione esterna.
LAYOUT DELL'INTERFACCIA HARC40
La vista inferiore del layout della scheda di circuito stampato
dell'interfaccia HARC40, con le posizioni degli interruttori
DIP e le connessioni raffigurata nella figura accanto.
Impostare l'interruttore DSW1 se viene installata pi di
uninterfaccia. Per le impostazioni consultare pagina 12
della presente sezione.
DSW2 non deve essere modificato.
INDICATORI LED
ALIMENTAZIONE Sempre illuminato con alimentazione
a 220V
USB
Lampeggia quando disponibile la
trasmissione tra computer e interfaccia
H-Link
Lampeggia quando disponibile la
trasmissione tra interfaccia e sistema
HARC1
Non utilizzato
HARC2
Non utilizzato
Alimentazione
USB
H-Link
HARC1
HARC2

H-Link

Inpu

H-Link
to

Connessione
USB

USB
Connecti

DSW

DSW

3
22

INSTALLAZIONE

FSG FS3 G8 HRG CON COLLEGAMENTO USB/H-LINK


Nota:
Tutti i cavi devono essere schermati e devono
avere una sezione trasversale minima di 0,75 mm.
La lunghezza massima di 1.000 m.
Schema collegamenti
Connessione
USB

Computer

Connessione
USB su
interfaccia
HARC40

H-Link
H-Link
Unit
N 0

H-Link

Unit
N 1

Max. 16 Unit esterne

In
CS-Net

Morsettiera
di H-Link

Cavo
dati
bipolare

Out

A0

A0

A1

A1

A2

A2

A3

INSTALLAZIONE

3
23

FXG FX3 CON COLLEGAMENTO USB/H-LINK


Detti collegamenti avvengono tramite normali terminali
a vite, quindi non sono previsti speciali connettori.

Il collegamento dati a CS-NET per i sistemi FXG/FX3


a 3 condotti deve essere effettuato direttamente alle
connessioni 1 e 2 della morsettiera di H-Link in ciascuna
delle UNIT CH. Il collegamento non deve essere effettuato
direttamente all'unit interna.

Le connessioni sono prive di polarit, quindi l'ordine


di collegamento irrilevante.
Nota:
Tutti i cavi devono essere schermati e devono
avere una sezione trasversale minima di 0,75 mm.
La lunghezza massima di 1.000 m.

Schema collegamenti
Connessione
USB

Computer

Connessione
USB su
interfaccia
HARC40

H-Link

H-Link
Unit
N 0

Max. 16 Unit esterne


Unit
N 1

H-Link
1

CS-Net 2

Morsettiera
di H-Link

In
Out
UI

Unit
CH

A0

Unit
CH

A0

Unit
CH

A1

Unit
CH

A1

Unit
CH

A...

INSTALLAZIONE

24

COLLEGAMENTO DI INTERFACCE HARC40 MULTIPLE


Per installare pi di 16 unit esterne necessario
aggiungere ulteriori interfacce. Accanto riportato
lo schema di collegamento per le interfacce HARC40.
L'interruttore DSW1 deve essere impostato come sotto
riportato.

A Computer

HUB di USB

ID = 0

Alla connessione
USB del computer
o all'HUB di USB

Se necessaria pi di un'interfaccia HARC40 e sul


computer non vi sono connessioni USB a sufficienza,
possibile utilizzare un HUB USB (Connettore multiplo USB)
che si collega a una sola connessione USB sul computer.
Per ulteriori informazioni contattare il distributore Hitachi
di zona.

A qualsiasi
unit nel
sistema 1
(fino a 16
unit esterne)

H-Link
ID = 1

ID = 2

A qualsiasi
unit nel
sistema 2
(fino a 16
unit esterne)

A qualsiasi
unit nel
sistema 3
(fino a 16
unit esterne)

Fino a 8
interfacce
HARC40

IMPOSTAZIONE DELL'INTERRUTTORE DIP


L'interfaccia dotata degli interruttori DSW1 e DSW2.
Occorre apportare modifiche alle impostazioni di fabbrica a
DSW1 solo in caso di installazione di pi di uninterfaccia.
Se viene installata pi di uninterfaccia HARC40, assicurarsi
che le impostazioni ID del microinterruttore siano effettuate
prima di collegare l'interfaccia alla connessione USB del
computer.
L'impostazione del microinterruttore per il Numero di
identificazione dell'interfaccia (ID) fissata in fabbrica
a 0. Se viene utilizzata soltanto uninterfaccia,
l'impostazione non dovrebbe essere modificata.

ON
OFF

ON
OFF
1

ON
OFF
1

ID0

ON
OFF

ID4

ON
OFF
1

ID1

ON
OFF
1

Se, per il numero di unit presenti nel sistema viene


installata pi di uninterfaccia, i microinterruttori per le
interfacce aggiuntive devono essere impostati come segue.
Non duplicare un numero ID poich ci comporterebbe
la creazione di un codice d'errore.
Il numero massimo di interfacce utilizzabili per ogni
computer pari a 8.

ID5

ID2

ON
OFF
1

ID3

ON
OFF
1

ID6

ID7

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4
25

4. IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO
4.1. GUIDA RAPIDA
INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE CS-NET
Aprire CS-NET facendo clic sul file CS-NET .exe

Per selezionare la lingua:


Fare clic su Configurazione.
Fare clic su Lingua.
Selezionare la lingua desiderata.
Fare clic su OK.

CONFIGURAZIONE
Di seguito viene fornita una guida passo-passo
all'impostazione di CS-NET per un corretto
funzionamento. Per informazioni pi dettagliate
in merito alle singole impostazioni e funzioni,
consultare le relative pagine nella presente Sezione.
1

Fare clic su File

Fare clic su Nuovo per avviare un nuovo File.

5 Configurazione unit interna


Fare clic sull'icona della finestra di dialogo

La schermata appare vuota.

2 Informazioni sull'UTENTE
Fare clic su Configurazione.
Fare clic su UTENTE.
Inserire le informazioni relative all'utente (facoltativo).
Fare clic su OK.
3 Impostazioni
Fare clic su Configurazione.
Fare clic su IMPOSTAZIONI.
Inserire le informazioni relative alla impostazioni.
Inserire i numeri delle porte seriali relative alle

interfacce esterne e/o le impostazioni I/O IRQ


per la scheda ISA e/o le impostazioni ID per le
interfacce USB.
Attivare le opzioni desiderate tra le seguenti:
- Avvio automatico
- Invia fax
- Stampa automatica
- Invio Errore Filtro
Fare clic su OK.

4 Configurazione automatica
Fare clic su Configurazione.
Fare clic su Configurazione auto.
Quando si visualizza la domanda Salvare
le modifiche? fare clic su S.
Apparir la finestra Salva con nome. Inserire
un nome di file adatto e fare clic su Salva.
Quando la configurazione automatica sar
completata e tutte le unit saranno mostrate
sullo schermo, salvare le informazioni.
Fare clic su File.
Fare clic su Salva.
Il sistema di base stato ora salvato.

Configurazione unit interna della prima unit ed


inserire tutti i dettagli necessari come descritto
nelle pagine 4-6 della presente sezione.
Fare clic su Aggiorna.
Inserire i dettagli relativi a tutte le altre unit.
Una volta inseriti tutti i dettagli.
- fare clic su File.
- fare clic su Salva.

6 Impostazione delle condizioni operative


per ciascuna unit
Aprire la finestra di dialogo Configurazione Unit
Interna per tutte le unit, una alla volta, ed inserire i
parametri operativi desiderati, temperatura, modalit,
ventilazione, acceso/spento, Controllo da PC,
impostazioni del Timer e cos via.
Fare clic su Aggiorna prima di chiudere ciascuna
finestra di dialogo per salvare le impostazioni.
7

Avvio di CS-NET
Fare clic su Comunicazioni.
Fare clic su START.
Il logo Hitachi nell'angolo in alto a sinistra dello schermo
inizia a roteare e viene attivata la comunicazione tra
CS-NET e il Sistema.

4
26

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4.2. IMPOSTAZIONI
4.2.1.

Installazione del software CS-NET

Il programma software viene fornito su CD-ROM.


Inserire il CD-ROM nel lettore CD-ROM e seguire le
istruzioni per esportare i file. Si creer automaticamente
un nuovo gruppo di programmi CS-NET con icona di avvio.
Se necessario eseguire CS-NET all'avvio del computer
(ad esempio dopo uninterruzione di corrente), prevedere
un comando di scelta rapida nel menu di avvio. CS-NET
dovr quindi essere configurato per l'avvio automatico
(consultare Avvio automatico in Configurazione Unit
Interna).
Impostazioni dopo l'installazione del software CS-NET.
Quando il programma CS-NET viene eseguito per la prima
volta, compare la seguente schermata.

Configurazione di base
Per effettuare la configurazione di base utilizzare il menu a
tendina Configurazione e nel seguente ordine.

4.2.2.

Impostazione della lingua

Se differente dall'inglese, selezionare la lingua desiderata.


Selezionare la lingua dallelenco consultabile aprendo il
menu a tendina Configurazione e facendo quindi clic su
Lingua.

Selezionare la lingua desiderata dall'elenco, quindi fare clic


su OK.

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4.2.3.

Utente

In questa casella possibile inserire le informazioni relative


all'utente; non una casella attiva. Si consiglia di inserire
queste informazioni qualora si installasse un accesso
remoto via modem per consentire agli addetti alla
impostazioni di collegarsi con il cliente corretto.
Queste informazioni saranno indicate nelle notifiche di
allarme inviate via fax.

4.2.4.

Configurazione CS-Net

Inserire le informazioni relative allincaricato della


impostazioni e configurare le impostazioni della
porta seriale per la comunicazione.
I campi devono essere impostati come segue:

STRINGA INIZIAL. MODEM


A seconda del tipo di Modem installato, potrebbe essere
necessario inserire un codice per inizializzare il modem.
Verificare con le istruzioni per il funzionamento fornite
dal produttore del modem.
N TENTATIVI FAX
Se installato un apparecchio fax, possibile inviare
automaticamente un fax alla impostazioni in caso di guasto
al sistema, se la casella INVIA FAX stata attivata.
Se la linea occupata, possibile impostare il numero
di ripetizioni invio.
TEMPO RIPETIZ. INVIO
possibile impostare il tempo di attesa tra i tentativi di invio.

4
27

4
28

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

PORTA MODEM
Se si utilizza modem esterno, necessario specificare la
relativa porta COM di collegamento. necessario utilizzare
un modem di Classe 2.
PORTA BMS
Se si utilizza un'interfaccia BMS, occorre specificare la
porta COM di collegamento. Tale Porta deve avere un
solo indirizzo IRQ e I/O.

AVVIO AUTOMATICO
Se l'Avvio automatico attivo, CS-NET si aprir
automaticamente all'avvio del software.
INVIA FAX
Se Invia Fax attivo, in caso di guasto nel sistema viene
inviato automaticamente un fax alla impostazioni.
STAMPA AUTOMATICA
Se Stampa Automatica attivo, l'avviso di guasto verr
stampato automaticamente sulla stampante predefinita
di Windows.
INVIO ERRORE FILTRO
Con questa opzione attiva, trascorso il tempo per il controllo
dei Filtri verr inviato un segnale alla impostazioni. Ci non
genera un codice di errore e il sistema continuer a
funzionare normalmente.

PORT 0-5 CS
I sistemi Set Free (FS-FS2-FX) e Utopia possono essere
messi in funzione simultaneamente con CS-NET, ma
ciascuno deve disporre di un porta COM per la connessione
all'interfaccia esterna. necessario specificare le rispettive
porte COM.
Per ciascuna possibile porta COM previsto un elenco a
tendina contenente i tipi di unit con le corrispondenti
connessioni disponibili.
Vi sono 2 metodi per collegare i sistemi FSG /FS3 /FXG /
FX3 H-Link:
a) Una scheda ISA interna per cui sar necessario
configurare l'indirizzo I/O e l'interrupt.
b) Uninterfaccia esterna collegata al computer tramite
una connessione USB.
I dettagli per la configurazione vengono illustrati nella
Sezione 2 relativa all'Installazione.
Nel presente manuale vengono forniti degli esempi di
impostazioni che potrebbero variare in base alle Porte
seriali disponibili

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

SISTEMI UTOPIA
Aprire l'elenco Interfaccia e selezionare Utopia.
Aprire l'elenco a tendina della porta seriale corrispondente
e selezionare il numero di porta COM al quale collegata
l'interfaccia.

Sistemi FS - FS2 - FX
Aprire l'elenco Interfaccia e selezionare FS / FX.
Aprire l'elenco a tendina della porta seriale corrispondente
e selezionare il numero di porta COM al quale collegata
l'interfaccia.

Sistemi FSG FS3 FXG FX3 G8 HRG H-Link


Scheda ISA
Per collegamenti H-Link, necessario stabilire gli indirizzi
I/O liberi e disponibili e gli interrupt da impostazioni in
Gestione dispositivo - Propriet del Computer; la
Scheda ISA deve essere configurata di conseguenza.
Le risorse selezionate devono essere inserite manualmente.
molto importante riservare le risorse selezionate
(Interrupt, Indirizzo IO con dimensioni range 20h)
in Manager Dispositivo -> Propriet Computer.
Le risorse selezionate devono essere uniche nel loro
sistema (Per i dettagli sulla configurazione consultare
la Sezione 3 Installazione).
Errori nella configurazione della Scheda ISA
possono provocare conflitti e blocchi nel sistema.
Sistemi FSG FS3 FXG FX3 G8 HRG H-Link
USB
Aprire l'elenco Interfaccia e selezionare H-Link USB.
La porta viene automaticamente selezionata da Windows
e verr visualizzata sotto la relativa colonna USB ID.
Quando sono state inserite tutte le informazioni e
impostazioni, fare clic su OK per salvare.

4
29

4
30

4.2.5.

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

Unit Interna

possibile inserire manualmente ciascuna unit interna


aprendo la finestra di dialogo Configurazione Unit
Interna ed inserendo i codici di indirizzo di ciascuna unit
interna e relativa unit esterna (non disponibile per Utopia).
Attivare la casella Aggiungi Unit Int. e fare clic su
Aggiorna. Se viene aggiunta una nuova unit interna
a un sistema preesistente, aprire una finestra di dialogo
Configurazione Unit Interna, inserire i nuovi codici
di indirizzo, quindi fare clic su Aggiorna.
Per ulteriori informazioni consultare la sezione finestra
di dialogo Configurazione Unit Interna.

Inserire i nuovi codici di indirizzo, fare clic su Aggiungi


Unit Int. quindi su Aggiorna. L'unit verr quindi aggiunta
al programma come mostrato a lato.

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4.2.6.

Imposta Password

LIVELI DI PASSWORD
Esistono tre livelli di protezione differenti attivabili tramite
una Password. Tali livelli sono specificati qui di seguito:

- Password utente: Permette di modificare i punti di


impostazione in configurazione dei moduli.

- Password per Manutenzione: Permette di accedere alla


modifica di tutti i valori della configurazione del modulo,
gli status predefiniti e lopzione di consumo energetico.

- Password per Assistenza: Permette di accedere a tutte


le funzioni di CS-NET.

IMPOSTA PASSWORD
Per ogni livello di password, questa pu essere
programmata per lattivazione dopo un periodo determinato
di mancanza di attivit. Inserire una nuova Password e
confermarla nel campo Ripetere Password. Inserire il
numero di secondi e fare clic su OK.
Il tempo di sospensione della Password rappresentato dal
numero di secondi di inattivit dopo il quale la Password
sar necessaria per effettuare qualsiasi modifica al
programma.

CAMBIA PASSWORD
Per ogni livello di Password possibile modificare la
Password. Fare clic su Imposta Password per il livello
desiderato ed inserire la Password esistente. Inserire una
nuova Password e confermarla nel campo Ripetere
Password.
Se deve essere modificato solo il tempo, inserire la
Password esistente in TUTTI e tre i campi password, quindi
modificare il numero di secondi.
Se la password viene inserita solo nel campo Vecchia
Password e gli altri campi vengono lasciati in bianco, verr
interpretato che questo livello di password non richiesto.
Nel caso in cui venga lasciato in bianco il campo relativo
alla Password per le funzioni, sar cancellato laccesso alla
Password.
Fare clic su OK per salvare limpostazione.
PASSWORD
Per attivare la password fare clic su Password per aprire
la relativa finestra di dialogo.
Per disattivare la password, fare clic su Password,
cancellare la password quindi fare clic su OK per salvare.

4.2.7.

Configurazione Auto

Una volta completata la configurazione di base


sar possibile avviare la Configurazione Auto.
Ci consente una rapida registrazione automatica
dei codici di indirizzo di tutte le unit rilevate nel sistema.
All'avvio della Configurazione Auto apparir una finestra in
cui viene chiesto se si desidera salvare la configurazione
(porte COM e cos via).
Fare clic su S.

4
31

4
32

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

Si aprir la finestra Salva con nome. Inserire un nuovo


nome di file e fare clic su Salva.
(Esempio della finestra Salva con nome presente
nell'interfaccia Windows in lingua tedesca).

Ora ha inizio la Configurazione Auto.


Quando viene avviata, la Configurazione Auto ricerca il
sistema ed identifica ogni unit per codice di indirizzo.
Per il completamento del processo occorrono circa 5 minuti.
Il tempo impiegato dipende dal numero di unit installate.
Il logo Hitachi nell'angolo superiore sinistro della schermata
inizier a roteare per indicare la comunicazione in atto tra
CS-NET e il sistema.
Quando la Configurazione Auto terminata, verificare che
il numero di unit interne registrate corrisponda al numero
delle unit installate.

4.3. FUNZIONAMENTO
Dopo aver completato l'Impostazione e la Configurazione
Auto, sar necessario inserire le informazioni relative alle
unit all'interno di ciascun Modulo. Ai fini di una futura
impostazioni importante inserire i Numeri di Serie e i

Modelli nei rispettivi campi, per agevolare la ricerca


di eventuali interventi in garanzia o per l'individuazione
di parti di ricambio.

Layout di una Schermata Tipica dopo l'esecuzione della Configurazione Auto

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

SIMBOLI SULLO SCHERMO.

Simboli

Non Attivo
Impostazione Modalit

Il segnale rotea all'avvio della


comunicazione
Appare durante i trasferimento dati
Le unit con lo stesso numero di gruppo
possono essere impostate simultaneamente
quando attivato Impostazione Globale

* *

Impostazione Ventilazione

Auto louver

Codice di indirizzo Unit Esterna


Posizione unit interna
Codice di indirizzo Unit Interna

Attivo
Codice per unit interne multiple che
utilizzano un unico controller remoto

Fare clic qui per aprire la finestra


di configurazione del modulo
Se la finestra di configurazione del
modulo aperta il contrassegno
giallo indica per quale unit

Unit interne ON oppure OFF

Controllo da PC

Grigio per operazioni normali,


Rosso se in Arresto o se stato
rilevato un Guasto. Fare clic qui per
aprire la finestra Status di guasto

Timer

Se la finestra Status di Guasto


aperta il contrassegno giallo
indica per quale unit

Impostazione Temperatura

4.3.1.

Finestra Di Dialogo Configurazione Unit Interna

Da configurare manualmente prima dell'avvio

+
+
+
+
+

Fare clic sull'icona Configurazione Unit Interna della prima


unit per aprire la finestra Configurazione Unit Interna.
L'icona del modulo aperto sar bordata di giallo.

*
*

+ Parametri operativi
+

+
+

*
*

4
33

4
34

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

PORTA CS
Indica la porta seriale alla quale collegata l'unit selezionata.
Tale porta verr identificata automaticamente quando si esegue la
CONFIGURAZIONE AUTO, ma pu anche essere inserita
manualmente (vedere Aggiungi Unit Int.).
GRUPPO *
Se si desidera controllare a livello globale una serie di unit interne
(interattivamente o attraverso un Timer), in base alle stesse
condizioni, ogni unit del gruppo dovr essere identificata tramite un
numero comune, ad esempio 1. Se si desidera modificare un
parametro, selezionare qualsiasi unit all'interno del gruppo facendo
clic sull'Icona Modulo. Selezionare Impostazione Globale quindi
modificare i parametri come desiderato. Fare clic su Aggiorna per
memorizzare le impostazioni. Tutte le unit appartenenti al gruppo
cambieranno i parametri selezionati contemporaneamente.
Nota: si consiglia di creare gruppi formati soltanto da unit interne
collegate alla stessa unit esterna (a 2 condotti), oppure unit
interne collegate alla stessa Unit CH. comunque possibile
creare gruppi di unit collegate a diverse unit esterne; nei sistemi
a 2 condotti o all'interno della Unit CH, il cambiamento di
modalit in ununit non appartenente al gruppo cambier per la
modalit anche di tutte le altre unit nello stesso sistema, anche
se appartenenti ad un gruppo.
possibile vedere un esempio di raggruppamento nella
Sezione 4.6.

UNIT ESTERNA (Non per Utopia G5)


Il codice di indirizzo dell'unit esterna verr automaticamente
identificato durante l'esecuzione della CONFIGURAZIONE AUTO.
possibile inserire il codice di indirizzo anche manualmente
(vedere Aggiungi Unit Int.).
INDIRIZZO EQUIVALENTE:
Nel caso in cui LUnit esterna abbia pi di 16 Unit interne
collegate, verr usato un Indirizzo secondario dellUnit esterna.
Questo indirizzo deve essere impostato nel campo INDIRIZZO
, il secondo indirizzo sar considerato
EQUIVALENTE
dalla CS-NET come quello dellUnit Esterna.
UNIT INTERNA
Il codice di indirizzo dell'unit interna verr automaticamente
identificato durante l'esecuzione della CONFIGURAZIONE AUTO.
possibile inserire il codice di indirizzo anche manualmente
(vedere Aggiungi Unit Int.).
UNIT CH (Soltanto per sistemi FX / FXG / FX3) *
Se due o pi unit interne sono collegate a una Unit CH,
e viene selezionata la funzione Auto Freddo / Caldo, sar
necessario inserire un numero comune in questo campo
per accertarsi che tutte le unit cambino modalit di
funzionamento simultaneamente.
R407C *
Le impostazioni predefinite riguardano il refrigerante R407C. La
selezione delle unit all'interno del campo GRUPPO COMANDO
limitata a quelle disponibili per R407C.
Se il refrigerante del sistema R22, disattivare la selezione
R407C facendo clic sulla casella. La selezione delle unit
sar quindi limitata a quelle che utilizzano R22.

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4
35

GRUPPO COMANDO REMOTO *


Se un gruppo di 2 o pi unit interne controllato da un
unico controller remoto, si deve assegnare un numero
comune a ciascuna unit appartenente al gruppo, ad
esempio 1. Un secondo gruppo dovr avere un numero
differente e cos via. In caso di modifica di uno dei parametri
di ununit all'interno del gruppo, tutte le altre unit verranno
modificate simultaneamente allo stesso valore. Questa
operazione automatica e non occorre attivare
l'Impostazione Globale. Non possibile avere due o pi
unit collegate allo stesso controller remoto che funzionino
in condizioni differenti.
Nota: utilizzare i gruppi di comando remoto soltanto
con un sistema di refrigerazione comune o con una
Unit CH. Non utilizzare un unico controller remoto per
gestire unit interne collegate a diverse unit esterne o
Unit CH.

UNIT MASTER *

SENSORE REMOTO *

(Soltanto per Unit CH di FS / FS2 / FS3 / FSG / FXG)


possibile impostare come Master un'unit interna di un
sistema (o un'unit esterna per sistemi a 2 condotti o Unit
CH per sistemi a 3 condotti). Dopo aver selezionato l'unit
master, non sar possibile conferire tale funzione a
nessun'altra unit nel sistema. Un'unit master ha priorit
sulle altre unit nello stesso sistema. Tale opzione non
disponibile per UTOPIA.

Se viene installato un sensore remoto opzionale, l'attivazione


di questo campo gli conferir la funzione di controllo per la
funzione Auto F/C. Se viene installato un sensore remoto
senza attivare questo campo, il controllo si baser sulla
temperatura media tra il sensore interno e quello remoto.
Il sensore remoto non disponibile per le unit interne
FSGM serie RPK, vedere anche la sezione 2.4.

TIPO UNIT ESTERNA *


possibile selezionare il modello di unit esterna
nell'elenco a tendina. Una volta selezionata l'unit, rimane
memorizzata per tutte le altre unit interne Set Free
associate a questo codice di indirizzo unit esterna.
TIPO UNIT INTERNA *
I tipi di unit interna per tutti i sistemi, eccetto FS3 / FSG /
FXG / FX3, devono essere selezionati dai relativi elenchi.
Per i sistemi FS3 / FSG / FXG / FX3, il modello dell'unit
interna viene selezionato automaticamente tramite
l'identificazione dei microinterruttori impostati in fabbrica
per ciascuna unit.
N DI SERIE DELL'UNIT ESTERNA *
Il numero di serie dell'unit esterna deve essere inserito
manualmente in questo campo. sufficiente inserirlo
soltanto una volta per ogni sistema Set Free, poich viene
automaticamente trasmesso a ogni unit interna dello
stesso sistema. Per sistemi UTOPIA il numero di serie
deve essere inserito per ogni unit esterna.
N DI SERIE DELL'UNIT INTERNA *
Inserire manualmente il numero per ciascuna unit interna.

4
36

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

POSIZIONE UNIT INTERNA *


Immettere in questo campo la posizione dell'unit interna,
ad esempio, Direzione, Reception ecc.
RICERCA PAROLA CHIAVE
In presenza di numerose unit interne, la funzione di
Ricerca consente di trovare ununit specifica inserendo
la posizione nel campo e facendo clic su Ricerca.
TEMPO FILTRO (h) *
La segnalazione relativa al Filtro pu essere impostata su
OFF 500 1000 1500 2000 2500 ore in base alle
condizioni locali. Fare clic su Aggiorna per salvare.
Trascorso il tempo stabilito, apparir sullo schermo un
messaggio promemoria per il controllo delle condizioni del
filtro. Tale segnalazione pu essere inviata
automaticamente sotto forma di fax alla impostazioni tramite
l'attivazione del pulsante Invio Errore Filtro nella finestra di
configurazione Impostazioni.

AZZERA FILTRO
Trascorso il tempo filtro impostato, successivamente alla
pulizia o sostituzione dei filtri, fare clic su Azzera Filtro
quindi su OK per impostare il contatore a 0.

TEMPERATURA +
La temperatura pu essere impostata tra i +19 ed i +30 in
Modalit Raffreddamento e tra +17 e +30 in Modalit
Riscaldamento ed in Modalit C/H Automatica.
Il rango di temperatura pu essere modificato utilizzando le
opzioni Impostazione temperatura massima ed
Impostazione temperatura minima, nei Parametri della
matrice. In tal modo se la Temperatura viene impostata fuori
dai limiti utilizzando linterruttore del Telecomando, il CSNET la modificher affinch rientri nei limiti permessi.

PUNTI DI IMPOSTAZIONE FISSATI +

Se il pulsante Visibile attivato per lunit, i Pulsanti chiave


sono mostrati nel modulo dellunit. Questi pulsanti servono
a bloccare il valore del campo impostato a cui sono
collegati. Quando il pulsante viene disattivato
limpostazione del valore pu essere modificata liberamente
utilizzando linterruttore del Telecomando. Quando il
limpostazione del valore bloccata
pulsante attivato
ed possibile modificarla solo dalle Impostazioni globali, nel
caso in cui questo valore venga modificato dallinterruttore
del Telecomando la CS-NET lo cambier nuovamente
riportandolo al valore bloccato.
Limpostazione dei punti di impostazione fissati pu essere
modificata da Parametri della matrice.

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4
37

AUTO LOUVER +
La funzione auto louver, se installata, pu essere impostata
in modalit automatica o fissa. Tale caratteristica
disponibile soltanto per unit interne FSG/FS3 e FXG/FX3
che siano provviste di auto louver (RCI-RCD-RPC). Le
posizioni possono essere impostate da 1 a 7, oppure in
modalit automatica.
MODALIT OPERATIVA +
Le modalit operative disponibili sono:
Raffreddamento Deumidificatore Ventilazione
Riscaldamento
Auto F / C (FS-FS2-FS3-FSG) (Vedere Pag. 4-41)
Automatica (FX-FXG-FX3-G8-HRG)
Nella modalit Auto F/C la compensazione di 4C nella
modalit di riscaldamento deve essere eliminata su
ciascuna unit interna. Per ulteriori dettagli consultare
il Manuale tecnico. I sistemi a 2 condotti FSG/FS3 devono
essere impostati per Raffreddare o Riscaldare. Se, al
contrario, tutte le unit in un sistema sono controllate a
livello centralizzato e in modalit di raffreddamento mentre
ununit viene selezionata per il riscaldamento, tutte le unit
passeranno alla modalit di Riscaldamento. Se le unit
sono controllate a livello locale e la modalit riscaldamento
viene selezionata su un comando remoto, il sistema
continuer a funzionare in modalit di Raffreddamento, ma
l'unit alla quale richiesta la modalit di Riscaldamento
si fermer e cambier modalit soltanto quando anche
tutte le altre passeranno al Riscaldamento. Un codice
di indicazione d10 apparir nella modalit di controllo 1
sul controller remoto PC-2H2. Valido anche per sistemi
FX/FXG/FX3 in cui 2 o pi unit interne sono collegate
alla stessa Unit CH.

VENTILAZIONE +
Le velocit di ventilazione disponibili sono:
Alta - Media - Bassa
Quando si avvia la modalit Riscaldamento, la Ventilazione
selezionata entrer in funzione soltanto quando la
temperatura raggiunger +30C. Finch non verr raggiunta
tale temperatura, sullo schermo verr visualizzata la
velocit di ventilazione LENTA.

4
38

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

AGGIUNGI UNIT INT.


Se, ad esempio, viene aggiunta successivamente ununit
interna al sistema, tale unit pu essere aggiunta al
programma aprendo la finestra di Configurazione Unit
Interna per ciascuna unit appartenente allo stesso sistema
di refrigerazione, quindi inserendo il nuovo codice di
indirizzo nel campo UNIT INTERNA. Fare clic sul campo
Aggiungi Unit Int., quindi su Aggiorna. La nuova unit
interna verr quindi aggiunta al programma.
Per le unit Utopia sar necessario aggiungere il codice di
indirizzo della nuova UNIT INTERNA e il numero di Porta
CS, fare clic su Aggiungi Unit Int. e su Aggiorna.
ACCESO / SPENTO +
Consente di accendere o spegnere le singole unit interne.
CONTROLLO DA PC +
Per eseguire qualunque impostazione necessario attivare
il CONTROLLO DA PC, definire le impostazioni quindi
Aggiornare.
possibile passare il controllo al controller remoto locale
disattivando il CONTROLLO DA PC e facendo clic su
Aggiorna.
Il controller remoto PC-2H2 mostrer l'indicazione DA PC
(su PC-2H2) o REMOTO (su PC-2H) quando CS-NET
in modalit Controllo da PC.
Se il Controllo da PC attivato, non possibile modificare
le impostazioni a livello locale. possibile soltanto attivate
o disattivare le singole unit. Se l'unit viene disattivata a
livello locale, sullo schermo verr visualizzata l'indicazione
X anche se la finestra di dialogo Configurazione Unit
Interna mostra che l'unit accesa.

TIMER ATTIVO +
Quando sono state fissate le impostazioni del TIMER fare
clic su TIMER<< per chiudere la finestra. Il timer pu quindi
essere attivato, o disattivato, utilizzando tale funzione,
quindi Aggiornato. Se la finestra del timer aperta, il timer
non pu essere attivato.
IMPOSTAZIONE GLOBALE +
Se un determinato numero di unit interne, collegate alla
stessa unit esterna o Unit CH, devono essere controllate in
modo interattivo o da un timer, sar necessario inserire un
numero di gruppo, che sia comune a tutte le unit
dell'insieme, nel campo GRUPPO di ciascuna unit.
Per modificare un parametro, selezionare ciascuna unit
appartenente al gruppo, fare clic su IMPOSTAZIONE
GLOBALE e modificare i parametri desiderati.
Fare clic su tutti i parametri (Acceso/Spento, Postazione
Centrale, Temperatura, Modalit, ecc.) per attivare
l'Impostazione Globale per ciascun parametro, anche se
l'impostazione sar la stessa di quella originaria. Fare clic
su Aggiorna per memorizzare le impostazioni.
Nota: se vengono impostati diversi gruppi in un sistema
FS3/FSG, il cambiamento di modalit in un gruppo verr
apportato automaticamente negli altri gruppi e nelle
singole unit appartenenti a detto sistema.

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4.3.2.

4
39

Timer +

Per impostare il TIMER per ciascuna unit


- Aprire la finestra Configurazione Unit Interna.
- Fare clic su Timer >>.
Verr aperto il modulo Timer.

Descrizione
Modifica : consente di applicare le modifiche a pi unit
contemporaneamente. possibile selezionare:
Comando: le modifiche vengono applicate solo allunit
selezionata.

Un. Esterna: le modifiche vengono applicate a tutte le


unit appartenenti allo stesso sistema
refrigerante dellunit selezionata.

Gruppo: le modifiche vengono applicate a tutte le unit


appartenenti allo stesso gruppo dellunit
selezionata.
Tutti:

le modifiche vengono applicate a tutte le unit


in CS-NET.

Unit interna : consente di modificare lunit


selezionata. Nellelenco sono visualizzate tutte le unit
interne.
Modello : consente di creare, modificare e rimuovere
modelli. Ogni modello offre una programmazione
settimanale completa.
Calendario : consente di selezionare il modello per ogni
giorno dellanno.
Modalit Calendario : consente di impostare la modalit
del calendario. Se attivata la Modalit di Controllo e si fa
clic su un giorno del calendario, viene impostato il modello
di quel determinato giorno. Se attivata la Modalit
modifica e si fa clic su un giorno del calendario, viene
impostato il modello selezionato in Modello (3).
Programmazione settimanale : consente di configurare
diverse impostazioni per ogni giorno della settimana.
Inserimento modello : consente di creare una nuova
impostazione per il giorno selezionato nella
programmazione settimanale.
Mese : consente di selezionare un mese nel corso di un
anno a partire dal mese corrente.

4
40

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

Esempio

Creazione di un nuovo modello:


Fare clic su Nuovo.
Specificare il nome desiderato. Fare clic su Colore>> e
selezionare il colore desiderato.
Premere OK.
Selezione di un modello:
Selezionare il modello desiderato nellelenco.
Modifica di un modello:
Selezionare il modello desiderato nellelenco, fare clic su
Aggiorna, modificare limpostazione desiderata e premere
OK.
Rimozione di un modello:
Selezionare il modello desiderato nellelenco, fare clic su
Aggiorna, cancellare il nome e premere OK.
Modifica del calendario:
Selezionare la Modalit di Controllo, selezionare il modello
desiderato e fare clic sul giorno desiderato. Per eseguire
l'impostazione per l'intera settimana fare clic sul pulsante
>> corrispondente alla settimana desiderata. Per eseguire
limpostazione per lo stesso giorno in tutto il mese, ad
esempio per tutti i luned, fare clic sul pulsante del giorno.
Per eseguire l'impostazione per tutti i giorni del mese fare
clic sul pulsante con il nome del mese.
Impostazione della programmazione settimanale:
Selezionare il modello desiderato. Impostare la data e l'ora
desiderate. Definire limpostazione desiderata per CS-NET e
fare clic su Imposta Timer. Per eliminare la programmazione,
selezionare l'impostazione della programmazione settimanale
desiderata e fare clic su Elimina Timer.

Per attivare il Timer,


- Selezionare la casella Timer attivo.
- Fare clic su Aggiorna.
Per attivare tutte le unit all'interno di un gruppo,
- Selezionare la casella Impostazione globale.
- Selezionare la casella Timer attivo.
- Fare clic su Aggiorna.
Il timer verr attivato simultaneamente per tutte le unit
appartenenti allo stesso gruppo.

Note:
- necessario prevedere un minimo di 10 minuti tra le
impostazioni del timer per consentire la trasmissione.

- Il numero massimo di impostazioni timer per modello 60.


- Se pi unit interne sono controllate da un dispositivo di
controllo remoto, occorre impostare il timer per una sola
unit. Tutte le altre unit gestite dallo stesso dispositivo
funzioneranno di conseguenza.

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4.3.3.

Avvio Comunicazione

Una volta impostati tutti i parametri, possibile avviare


il sistema aprendo il menu a tendina Comunicazioni
e facendo clic su Start.
CS-NET avvier la comunicazione con il sistema e il logo
blu Hitachi inizier a roteare.

* appare quando i dati vengono trasferiti da CS-NET


al sistema.
I pulsanti Guasto cambiano colore da Rosso a Grigio
quando viene stabilita la comunicazione con le unit.

Per interrompere la comunicazione fare clic su Stop.


Se la comunicazione viene interrotta, i sistemi
continueranno a funzionare in base alle ultime condizioni
impostate.
Se il sistema era controllato da ununit centrale al
momento del blocco della comunicazione, si avranno le
seguenti condizioni:
per sistemi FSG/FS3/FXG/FX3 con PC-2H2:
il Controllo da PC si disattiver dopo un breve
periodo di tempo, consentendo il controllo locale.
per tutti gli altri sistemi:
non sar possibile modificare localmente le
impostazioni; le unit possono essere soltanto
attivate e disattivate localmente.
Se la porta seriale selezionata in Impostazioni differente
da quella corrente alla quale collegata l'interfaccia, i
pulsanti di Guasto rimarranno di colore ROSSO e verr
visualizzato sullo schermo l'avviso riportato a lato.
Inserire la porta corretta in Impostazioni.

4
41

4
42

4.3.4.

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

Freddo / Caldo Auto (Soltanto per Sistemi Set Free)

Le unit FS/FS2/FS3/FSG sono sistemi a 2 condotti che


non sono progettati per funzionare nella modalit Freddo /
Caldo Auto; possono essere quindi impostati soltanto sulla
modalit Freddo o sulla modalit Caldo. Di conseguenza,
il cambio di modalit dovrebbe avvenire
contemporaneamente per tutte le unit collegate insieme.
Ci si applica anche ai sistemi FX / FXG / FX3 in cui tutte
le unit interne sono collegate alla stessa Unit CH.
La funzione Freddo / Caldo Auto comunque disponibile in
CS-NET. Nelle stagioni intermedie, CS-NET calcola i requisiti
principali delle unit interne per ogni unit esterna nei sistemi
FS/FS2/FS3/FSG, o per ogni Unit CH per sistemi
FX/FXG/FX3. Successivamente seleziona la modalit
richiesta dalla maggioranza delle unit interne e modifica
le impostazioni del controller remoto, se necessario.
Per poter dare al sistema il tempo sufficiente per
stabilizzarsi secondo una modalit specifica, i requisiti
di sistema vengono controllati almeno 20 minuti dopo il
cambiamento di modalit automatico (vedere anche la
sezione 8.2, CAMBIO in 1742.sts). Tale processo
continuo finch le unit interne sono impostate nella
modalit Auto F/C. Se i sistemi sono stati correttamente
installati, ovvero tutte le unit interne relative alla stessa
unit esterna FS/FS2/FS3/FSG (o Unit CH) si trovano
in zone con richieste climatiche simili, sar possibile
ottenere un'automatizzazione completa del controllo
del riscaldamento. L'utente mantiene il controllo
dell'impostazione della temperatura dal controller remoto.
Per utilizzare la modalit Freddo / Caldo Auto, sar
necessario eliminare la compensazione di 4C, che
programmata nella modalit di riscaldamento di ogni unit
interna (vedere anche la sezione 2.4). In caso contrario, si
verificherebbe un conflitto tra il programma del sistema e il
programma CS-NET. (Consultare il Manuale di
Manutenzione di SET FREE per ulteriori informazioni
relative all'eliminazione della compensazione di 4C tramite
la funzione opzionale b1). Se stato installato un sensore
remoto aggiuntivo nelle stanze (uno per ogni unit interna),
la compensazione viene automaticamente eliminata (non
disponibile per le unit interne FSGM serie RPK).
Vi sono due modi in cui CS-NET pu impostare la modalit
operativa su AUTO.
Metodo della media.
In questo caso CS-Net calcola la media di tutte le UI sulla
stessa UE. Per il valore della temperatura aria in entrata
rilevato vi sono due possibilit. Se la casella di spunta del
sensore remoto non attiva, il valore della temperatura di
controllo la media tra la temperatura dell'aria ripresa e la
temperatura del sensore remoto. Se la casella di spunta
del sensore remoto attiva, il valore della temperatura di
controllo la temperatura del sensore remoto.
Metodo dell'unit master.
In questo caso CS-Net prende in considerazione soltanto
l'unit master. Quando viene utilizzato il presente metodo,
non consentito utilizzare l'opzione di controllo della
ventilazione interna sull'unit esterna (in modalit di
riscaldamento con Richiesta termica OFF, la valvola interna
si ferma per 6 minuti e funziona per 2 minuti). Se viene
utilizzata questa funzione, la decisione di modifica potrebbe
non risultare sempre corretta (come quando la temperatura
viene misurata durante i 6 minuti di blocco).

Sar necessario disconnettere il sensore RA (ad infrarossi)


sulle unit a cassetta RCI/RCD nelle serie FS/FS2/FX,
poich altrimenti si verificherebbe un conflitto tra il controllo
del sistema e CS-NET. Il sensore non presente in altri
sistemi.
Durante il controllo locale vi sono momenti in cui CS-NET
prevale sul controller remoto (come, ad esempio, durante il
controllo delle impostazioni del controller remoto). In tali
occasioni (della durata massima di 10 minuti) REMOTO
apparir sul display LCD del controller remoto PC-2H, o
DA PC in caso di controller remoto PC-2H2. Durante
questo periodo, l'utente non sar in grado di modificare le
impostazioni. una condizione normale e non indice di
guasto.
Se ununit interna viene impostata da CS-NET nella
modalit Auto F/C, tutte le unit interne collegate alla
stessa unit esterna FS/FS2FS3/FSG (o alla stessa Unit
CH in sistemi FX/FXG/FX3), passeranno alla modalit Auto
F/C. Ci significa, ad esempio, che se ununit interna
stata precedentemente impostata per riscaldare a 17C, e
l'unit esterna FS/FS2/ FS3/FSG, o Unit CH, passa alla
modalit di refrigerazione calcolata da CS-NET, tale unit
interna inizier a refrigerare per raggiungere la temperatura
di 17C. Per evitare una situazione del genere, necessaria
la massima attenzione nell'impostazione del Timer.
Per tutte le unit interne collegate alla stessa unit esterna
FS/FS2/ FS3/FSG o Unit CH, l'ora di avvio della prima
unit al mattino (vedere Timer), deve essere l'ora e la
condizione di riferimento per tutte le unit interne
appartenenti allo stesso sistema. L'ultima unit interna a
cambiare di sera sar a sua volta quella che fornisce l'ora
e la condizione di riferimento per tutte le unit interne
appartenenti al sistema.
Se l'utente seleziona una Modalit differente dal controller
remoto (tipo PC2H/PC-2H2) quando si trova in modalit
locale, il sistema torner successivamente alla Modalit
calcolata da CS-NET. Si consiglia quindi a coloro che si
trovano nelle stanze di non utilizzare il selettore Modalit
sui controller remoti con la modalit Auto F/C di CS-NET in
locale. Soltanto la temperatura impostata dovrebbe essere
eventualmente modificata utilizzando i pulsanti (su) o
(gi). La modalit necessaria (e possibile) per l'unit
esterna verr quindi selezionata e impostata da CS-NET
(anche sul display LCD di PC-2H o del controller remoto
PC-2H2).
In sistemi FX/FXG/FX3, la modalit Auto F/C disponibile
per la Unit CH, collegata a una o pi unit interne, con uno
o pi controller remoti. La Unit CH verr gestita come se
fosse ununit esterna a 2 condotti.
Per ulteriori informazioni, consultare il file 1742.STS
nella Sezione 7.

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4.4. RAPPRESENTAZIONE GRAFICA


Quando i sistemi sono in funzione, le condizioni operative
di ciascuna unit vengono illustrate in una rappresentazione
grafica che pu essere visualizzata selezionando STATUS
SISTEMA dal menu GUASTO.
possibile visualizzare le condizioni operative sotto forma di
tabella facendo clic su VISUALIZZA. La rappresentazione
grafica non disponibile per unit UTOPIA o BIG UTOPIA.
Per la descrizione dei campi consultare la pagina successiva

Fare clic su Visualizza per passare dal formato Grafico al formato Tabella

4
43

4
44

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

DESCRIZIONE DEI CAMPI


Questi parametri sono tutti disponibili per i sistemi FXG /
FX3, ma non per gli altri sistemi. I parametri non disponibili
vengono segnalati nella tabella.
N
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Descrizione
Unit
Interna

Unit

HP Unit Interna

HP

Per una descrizione dei campi presenti nella


rappresentazione grafica, consultare la tabella a sinistra.

Richiesta Termica ON / OFF


Start/Stop
Tempo Filtro Trascorso

Ore

Temperatura Tubo Gas

Temperatura Aria Mandata

Temperatura Aria Ripresa

Temperatura Sensore Remoto

Temperatura Tubo Liquido

Apertura Valvola

1) 2)

Comando Auto Louver Fisso / Automatico 1)


Remoto Set Point

Unit interna

Unit esterna

1
2

1
4

21
6

TdSH

2) 3)

11
12
MPa

1) 2) 3)

HP Unit Esterna

30

24
28

26
9

Ventilazione corrente
Pressione Mandata

22

23

25

Velocit Impostata Ventilazione AltaMedia-Bassa


Modalit operativa corrente

C
1)

HP
1) 2) 3)

Pressione Aspirazione
Temperatura Mandata compr.
N di componenti attivi

2) 3)
2)

Frequenza Comp. Inverter


Corrente Totale Compr.
Apertura Valvola MV1

MPa

2)

2)

Hz
A
%

1) 2) 3) 4)

Apertura Valvola MVB


Sbrinamento ON / OFF

1) 2) 3) 4)

Temperatura Sc. Calore

Temperatura esterna

Apertura Valvola MV2

Note:
1) Non disponibili per le serie FS/FS2/FX
2) Non disponibili per le serie G8
3) Non disponibili per le serie HRG
4) Non disponibili per le serie FSG/FS3 fino a10 HP
5) Non disponibili per le serie FSG/FS3 fino a 20 HP

19

Modalit Impostata

Unit
Esterna

18

13

15

14

16

10

27

29

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4
45

4.5. CS-NET E UTOPIA G5


CS NET per UNIT UTOPIA

L'applicazione di CS Net per unit singole e combinate di


UTOPIA e BIG UTOPIA ha maggiori limitazioni rispetto ai
sistemi Set Free di Hitachi. possibile inviare le
informazioni al sistema, ma non possibile ricevere le
informazioni dal sistema. La comunicazione avviene tramite
una interfaccia esterna di CS-NET collegata a una Porta
COM, che deve essere configurata accedendo al menu
Configurazione e Impostazioni.
Se i sistemi UTOPIA e SET FREE vengono gestiti dallo
stesso CS-NET, tutte le unit verranno visualizzate insieme
nella stessa schermata.

UNIT CH
Disponibile soltanto per sistemi FX / FXG
AGGIUNGI UNIT INT.
IMPOSTAZIONE GLOBALE
ACCESO/SPENTO
CONTROLLO DA PC
TIMER ATTIVO
GRUPPO COMANDO
TEMPERATURA
Le funzioni e le impostazioni riportate sopra sono le stesse
descritte nella Configurazione Unit Interna per sistemi
Set Free.
MODALIT OPERATIVA
Tutte le unit possono essere impostate singolarmente su
Caldo (soltanto per le pompe di calore), Freddo, Ventilatore
o Deumidificatore.
AUTO LOUVER
VENTILAZIONE
TEMPO FILTRO
Le funzioni sopra indicate non possono essere selezionate
da CS NET.
TIPO UNIT ESTERNA
TIPO UNIT INTERNA
Le unit possono essere selezionate dall'elenco a tendina
e corrispondono alla refrigerazione selezionata. R22
preimpostato mentre R407C facoltativo.
TIMER
La funzione del Timer quella descritta nella configurazione
dei sistemi Set Free.

PORTA CS
Viene indicata la porta COM alla quale collegata
l'interfaccia.
GRUPPO
Le unit possono essere programmate in gruppi utilizzando
il numero di gruppo comune descritto nella configurazione
dei sistemi Set Free.
UNIT ESTERNA
Questa informazione non disponibile, poich l'unit
esterna non ha codice di indirizzo.
UNIT INTERNA
Il codice di indirizzo delle unit interne viene registrato
automaticamente con la Configurazione Auto attiva.

OPZIONI
Le funzioni DATI STORICI e CONSUMO ENERGIA non
sono disponibili per i sistemi UTOPIA.
GUASTO
Se si verifica un guasto, la Notifica Guasto verr attivata
dopo 3 minuti, ma indicher soltanto che si verificato un
guasto. Non verr indicato alcun codice, quindi sar
necessario stabilire il Codice Guasto dal controller remoto.
STATUS SISTEMA
Per i sistemi UTOPIA non disponibile una
rappresentazione grafica del sistema.

4
46

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4.6. ESEMPIO DI GRUPPO DI UNIT INTERNE


Gruppo comando remoto 1
A1

A0

Gruppo 1
A2

A3

A4

A5

Gruppo 3

Gruppo 2
A6

Gruppo comando remoto 2


A7

A8

A9

Gruppo 3

Gruppo Comando Remoto 1


Se i parametri di una delle unit interne vengono modificati,
A0 - A1 - A2 cambieranno automaticamente, poich le unit
interne collegate allo stesso controller remoto devono
funzionare in base alle stesse impostazioni.
Gruppo 1
Le condizioni per A3-A4-A5 possono essere impostate
singolarmente o simultaneamente, utilizzando la funzione
Impostazione Globale.

Gruppo Comando Remoto 2


Se i parametri nell'altra unit interna vengono modificati,
A8 A9 cambieranno automaticamente.
Gruppo 3
Assegnando un numero di gruppo comune ai Gruppi
Comando Remoto 1 e 2, sar possibile impostare
simultaneamente entrambi i gruppi tramite la funzione
Impostazione Globale.

Gruppo 2
Le condizioni per A6-A7 possono essere impostate
singolarmente o simultaneamente, utilizzando la funzione
Impostazione Globale.

Gruppo comando remoto 1

GRUPPO 1

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4
47

4.7. COMPATIBILIT DEL CONTROLLER REMOTO


PC 2H2 / PC P1H(E)
0 = Disponibile
ND = Non Disponibile
ELEMENTO
IMPOSTAZIONI
ACCESO/SPENTO
Modalit Operativa
Temperatura Impostata
Ventilazione
Auto Louver
Funzionamento Timer
Controllo Filtro
SEGNALAZIONI
ACCESO
Indicazione d'Allarme
Codice Allarme
Segnale Filtro
Codice di indirizzo e N Ciclo ref.
FUNZIONI OPZIONALI DELL'INTERRUTTORE DI COMANDO REMOTO
Funzione di Controllo
Sensore Remoto
Backup Memoria
Compensazione di 4C
Circolazione Riscaldamento RICHIESTA TERMICA OFF
Funzionamento del compressore attivata per almeno 3 minuti
Impostazione Filtro
Definizione Modalit Operativa
Definizione Set Point
Definizione Modalit Operativa Unica Unit di Raffreddamento Esclusivo
Auto Freddo/Caldo
Definizione Ventilazione
Termistore dell'interruttore di comando remoto
Impostazione automatica Timer OFF
Comando Remoto ON / OFF
Alimentazione ON / OFF 1
Alimentazione ON / OFF 2
Controllo tramite termostato ambientale (non Hitachi)
Controllo del funzionamento tramite sensore remoto della temperatura
Cambiamento modalit freddo / caldo tramite input esterno
Rilevamento del segnale operativo
Rilevamento del segnale di allarme
Rilevamento del segnale operativo del riscaldamento
Rilevamento del segnale richiesta termica-ON nella funzione di riscaldamento
Rilevamento del segnale operativo di refrigerazione
Rilevamento del segnale richiesta termica-ON nella funzione di refrigerazione
FUNZIONI OPZIONALI DELL'UNIT ESTERNA
Richiesta
Arresto Forzato
Modalit Operativa Fissa
Sensore Neve
Conversione condizioni sbrinamento
Controllo delle ventole interne in modalit riscaldamento con richiesta termica-OFF
Funzionamento riscaldamento in tutte le stagioni
Funzionamento refrigerazione in tutte le stagioni
Modalit Notturna
Rilevamento segnali dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Rilevamento segnali di allarme dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Rilevamento segnali operativi dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Rilevamento segnale compressore ON dalla scheda di circuito stampato dell'unit
esterna
Rilevamento segnale di sbrinamento dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Funzionamento simultaneo con un RCS
Sistema di funzionamento con 2 RCS

INTERRUTTORE DI COMANDO
REMOTO (RCS) PC 2H2 / PC
P1H(E)
Senza
Con
CS-NET
CS-NET
0
0
0
0
0
0
0

0
0
0
0
0
0
ND(Nota 2)

0
0
0
0
(Nota 3)

0
0
0
ND(Nota 2)
0

0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
(Nota 8)
(Nota 8)
(Nota 8)
(Nota 8)
(Nota 8)
(Nota 8)

(Nota 4)
ND
ND
0 (Nota 6)
ND
ND
0 (Nota 2)
(Nota 7)
(Nota 7)
ND
0
(Nota 7)
ND
ND
ND
0
0
0
0
ND
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)

0
0
(Nota 10)
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0

0
0
(Nota 10)
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0

0
0
0

0
(Nota 11)
0

4
48

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

PC 5H

INTERRUTTORE DI COMANDO
REMOTO (RCS) PC 5H
ND = Non Disponibile
Senza
Con
CS-NET
CS-NET

0 = Disponibile
ELEMENTO
IMPOSTAZIONI
ACCESO/SPENTO
Modalit Operativa
Temperatura Impostata
Ventilazione
Auto Louver
Funzionamento Timer
Controllo Filtro
SEGNALAZIONI
ACCESO
Indicazione d'allarme
Codice Allarme
Segnale Filtro
Codice di indirizzo e N Ciclo ref.
FUNZIONI OPZIONALI DELL'INTERRUTTORE DI COMANDO REMOTO
Funzione di Controllo
Sensore Remoto
Backup Memoria
Compensazione di 4C
Circolazione Riscaldamento RICHIESTA TERMICA OFF
Funzionamento del compressore attivata per almeno 3 minuti
Impostazione Filtro
Definizione Modalit Operativa
Definizione Set Point
Definizione Modalit Operativa Unica Unit di Raffreddamento Esclusivo
Auto Freddo/Caldo
Definizione Ventilazione
Termistore dell'interruttore di comando remoto
Impostazione automatica Timer OFF
Comando Remoto ON / OFF
Alimentazione ON / OFF 1
Alimentazione ON / OFF 2
Controllo tramite termostato ambientale (non Hitachi)
Controllo del funzionamento tramite sensore remoto della temperatura
Cambiamento modalit freddo / caldo tramite input esterno
Rilevamento del segnale operativo
Rilevamento del segnale di allarme
Rilevamento del segnale operativo del riscaldamento
Rilevamento del segnale richiesta termica-ON nella funzione di riscaldamento
Rilevamento del segnale operativo di refrigerazione
Rilevamento del segnale richiesta termica-ON nella funzione di refrigerazione
FUNZIONI OPZIONALI DELL'UNIT ESTERNA
Richiesta
Arresto Forzato
Modalit Operativa Fissa
Sensore Neve
Conversione Condizioni Sbrinamento
Controllo delle ventole interne in modalit riscaldamento con richiesta termica-OFF
Funzionamento riscaldamento in tutte le stagioni
Funzionamento refrigerazione in tutte le stagioni
Modalit Notturna
Rilevamento segnali dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Rilevamento segnali di allarme dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Rilevamento segnali operativi dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Rilevamento segnale compressore ON dalla scheda di circuito stampato
dell'unit esterna
Rilevamento segnale di sbrinamento dalla scheda di circuito stampato
dell'unit esterna
Funzionamento simultaneo con un RCS
Sistema di funzionamento con 2 RCS

0
ND
0
0
ND
ND
ND

0
0
0
0
ND
0
0 (Nota 2)

0
0
0
ND
(Nota 3)

0
0
0
ND (Nota 2)
0

(Nota 4)
ND
0
ND
ND
ND
ND
ND
ND
ND
ND
ND
ND
ND
0
0
0
0
0
0
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)

(Nota 4)
ND
ND
ND
ND
ND
0 (Nota 2)
(Nota 7)
(Nota 7)
ND
0
(Nota 7)
ND
ND
ND
0
0
0
0
ND
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)

0
0
(Nota 10)
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0

0
0
(Nota 10)
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0

0
ND

(Nota 11)
0

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

49

INTERRUTTORE DI COMANDO
REMOTO (RCS) PC LH3

PC LH3
0 = Disponibile
ND = Non Disponibile
Ricevente = Disponibile da ricevente e non da controller

Senza
CS-NET

ELEMENTO
IMPOSTAZIONI
ACCESO/SPENTO
0
Modalit Operativa
0
Temperatura Impostata
0
Ventilazione
0
Auto Louver
0
Funzionamento Timer
0
Controllo Filtro
Ricevente
SEGNALAZIONI
ACCESO
0
Indicazione d'Allarme
Ricevente
Codice Allarme
Ricevente
Segnale Filtro
Ricevente
Codice di indirizzo e N Ciclo ref.
Ricevente (Nota 3)
FUNZIONI OPZIONALI DELL'INTERRUTTORE DI COMANDO REMOTO
Funzione di Controllo
(Nota 4)
Sensore Remoto
ND
Backup Memoria
0
Compensazione di 4C
Ricevente
Circolazione Riscaldamento RICHIESTA TERMICA OFF
Ricevente
Funzionamento del compressore attivata per almeno 3 minuti
ND
Impostazione Filtro
Ricevente
Definizione Modalit Operativa
ND
Definizione Set Temperature
ND
Definizione Modalit Operativa Unica Unit di Raffreddamento Esclusivo
ND
Auto Freddo/Caldo
0
Definizione Ventilazione
ND
Termistore dell'interruttore di comando remoto
ND
Impostazione automatica Timer OFF
ND
Comando Remoto ON / OFF
0
Alimentazione ON / OFF 1
0
Alimentazione ON / OFF 2
0
Controllo tramite termostato ambientale (non Hitachi)
0
Controllo del funzionamento tramite sensore remoto della temperatura
0
Cambiamento modalit freddo / caldo tramite input esterno
0
Rilevamento del segnale operativo
(Note 8 e 9)
Rilevamento del segnale di allarme
(Note 8 e 9)
Rilevamento del segnale operativo del riscaldamento
(Note 8 e 9)
Rilevamento del segnale richiesta termica-ON nella funzione di riscaldamento
(Note 8 e 9)
Rilevamento del segnale operativo di refrigerazione
(Note 8 e 9)
Rilevamento del segnale richiesta termica-ON nella funzione di refrigerazione
(Note 8 e 9)
FUNZIONI OPZIONALI DELL'UNIT ESTERNA
Richiesta
0
Arresto Forzato
0
Modalit Operativa Fissa
(Nota 10)
Sensore Neve
0
Conversione Condizioni Sbrinamento
0
Controllo delle ventole interne in modalit riscaldamento con richiesta termica-OFF
0
Funzionamento riscaldamento in tutte le stagioni
0
Funzionamento refrigerazione in tutte le stagioni
0
Modalit Notturna
0
Rilevamento segnali dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
0
Rilevamento segnali di allarme dalla scheda di circuito stampato dell'unit
0
esterna
Rilevamento segnali operativi dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
0
Rilevamento segnale compressore ON dalla scheda di circuito stampato
0
dell'unit esterna
Rilevamento segnale di sbrinamento dalla scheda di circuito stampato
0
dell'unit esterna
Funzionamento simultaneo con un RCS
0
Sistema di funzionamento con 2 RCS
(Nota 12)

Con
CS-NET
0
0
0
0
0
0
ND (Nota 2)
0
0
0
ND (Nota 2)
0
(Nota 4)
ND
ND
0 (Nota 6)
ND
ND
0 (Nota 2)
(Nota 7)
(Nota 7)
ND
0
(Nota 7)
ND
ND
ND
0
0
0
0
ND
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
(Note 8 e 9)
0
0
(Nota 10)
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
(Nota 11)
0

4
50

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

CS NET senza controller remoto


0 = Disponibile
ND = Non Disponibile
ELEMENTO
IMPOSTAZIONI
ACCESO/SPENTO
Modalit Operativa
Temperatura Impostata
Ventilazione
Auto Louver
Funzionamento Timer
Controllo Filtro
SEGNALAZIONI
ACCESO
Indicazione d'Allarme
Codice Allarme
Segnale Filtro
Codice di indirizzo e N Ciclo ref.
FUNZIONI OPZIONALI DELL'INTERRUTTORE DI COMANDO REMOTO
Funzione di Controllo
Sensore Remoto
Backup Memoria
Compensazione di 4C
Circolazione Riscaldamento RICHIESTA TERMICA OFF
Funzionamento del compressore attivata per almeno 3 minuti
Impostazione Filtro
Definizione Modalit Operativa
Definizione Set Point
Definizione Modalit Operativa Unica Unit di Raffreddamento Esclusivo
Auto Freddo/Caldo
Definizione Ventilazione
Termistore dell'interruttore di comando remoto
Impostazione automatica Timer OFF
Comando Remoto ON / OFF
Alimentazione ON / OFF 1
Alimentazione ON / OFF 2
Controllo tramite termostato ambientale (non Hitachi)
Controllo del funzionamento tramite sensore remoto della temperatura
Cambiamento modalit freddo / caldo tramite input esterno
Rilevamento del segnale operativo
Rilevamento del segnale di allarme
Rilevamento del segnale operativo del riscaldamento
Rilevamento del segnale richiesta termica-ON nella funzione di riscaldamento
Rilevamento del segnale operativo di refrigerazione
Rilevamento del segnale richiesta termica-ON nella funzione di refrigerazione
FUNZIONI OPZIONALI DELL'UNIT ESTERNA
Richiesta
Arresto Forzato
Modalit Operativa Fissa
Sensore Neve
Conversione Condizioni Sbrinamento
Controllo delle ventole interne in modalit riscaldamento con richiesta termica-OFF
Funzionamento riscaldamento in tutte le stagioni
Funzionamento refrigerazione in tutte le stagioni
Modalit Notturna
Rilevamento segnali dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Rilevamento segnali di allarme dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Rilevamento segnali operativi dalla scheda di circuito stampato dell'unit esterna
Rilevamento segnale compressore ON dalla scheda di circuito stampato
dell'unit esterna
Rilevamento segnale di sbrinamento dalla scheda di circuito stampato
dell'unit esterna
Funzionamento simultaneo con un RCS
Sistema di funzionamento con 2 RCS

CS-NET senza RCS


0
(Nota 1)
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
(Nota 5)
ND
ND
ND
ND
ND
(Nota 2)
(Nota 7)
(Nota 7)
ND
0
(Nota 7)
ND
ND
ND
ND
ND
ND
0
ND
ND
ND
ND
ND
ND
ND
0
0
(Nota 10)
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
0
ND
ND

IMPOSTAZIONI E FUNZIONAMENTO

4
51

Note di riferimento per i controller remoti


Con CS-NET non possibile utilizzare controller remoto
e ricevente standard a infrarossi su RPK serie FSGM.
Per renderla compatibile con CS-NET, la connessione
ricevente standard CN25 deve essere scollegata dalla
scheda di circuito stampato, mentre un PC-2H2 e delle
unit Riceventi PC-RLH4 devono essere collegate
direttamente a CN13.
CS-NET potr cos comunicare con il sistema. Le funzioni
disponibili corrisponderanno quindi al relativo controller
remoto.
Il pi recente PC-2H2 sui sistemi FS3/FSG/FX3/FXG ha le
stesse funzioni standard di PC-2H sui sistemi FS/FS2/FX.
NOTA 1.
La modalit operativa comprende: Ventilazione, Freddo,
Caldo, Deumidificatore, Auto.
Per modalit Caldo e Auto Freddo/Caldo, necessario
rimuovere la compensazione di 4C, utilizzabile soltanto
con RCS (eccetto per PC-5H). Pertanto, senza RCS tali
modalit non funzioneranno. Se viene collegato un Sensore
Remoto opzionale a THM6 per FS/FS2/FX oppure a THM4
per FSG/FS3/FXG/FX3 della scheda di circuito stampato
dell'unit interna, la compensazione di 4C verr
automaticamente rimossa, consentendo a CS-NET di
controllare il sistema senza interruttore di comando remoto.
NOTA 2.
Queste impostazioni Tempo Filtro e i segnali sono
disponibili a livello locale sul controller remoto PC-2H2, per
controller. Tali impostazioni non sono disponibili su PC-5H
oppure PC-LH3.
Se CS-NET installato, possibile impostare il Tempo
Filtro anche all'interno di CS-NET per ciascuna unit
interna, in aggiunta o in sostituzione dellimpostazione su
eventuali controller remoti. In genere, l'allarme Filtro viene
eliminato sui controller remoti, se l'impostazione Tempo
Filtro viene utilizzata in CS-Net.
NOTA 3.
I codici di indirizzo e i numeri ciclo refrigerante possono
essere controllati con la modalit di controllo dell'interruttore
di comando remoto.
NOTA 4.
La funzione di controllo di RCS presenta le seguenti
possibilit:
1. autocontrollo delle schede di circuito stampato:
solo per PC-2H2.
2. autocontrollo di RCS:
indipendente per tutti gli RCS. CS-Net non pu
attivare questa funzione.
3. Modalit di controllo 1:
PC-2H2, PC-5H e PC-LH3 con collegamento
ricevente all'unit interna.
Unit riceventi di PC-RLH4 o PC-RLH7.
CS-Net visualizza 22 dei 25 dati disponibili
relativi alla schermata di Status di Guasto
e i file log del Guasto.
4. Modalit di controllo 2:
Soltanto per PC-2H2 e PC-LH3 che utilizzano
ununit ricevente collegata all'unit interna
(PC-RLH4 oppure PC-RLH7).

NOTA 5.
Le informazioni sono anche disponibili nella schermata
Status Sistema.
NOTA 6.
possibile annullare la compensazione di 4C soltanto con
controller PC-2H2, ricevente PC-RLH4 oppure ricevente
PC-RLH7. Non possibile rimuoverla con PC-5H oppure
PC-LH3. Se con CS-Net viene utilizzata la modalit Auto
Freddo/Caldo o la modalit Caldo, occorre installare il
controller PC-2H2, con ricevente PC-RLH4 o ricevente
PC-RLH7, oppure installare un sensore remoto (non
disponibile su RPK serie FSGM).
NOTA 7.
Le impostazioni possono essere effettuate utilizzando il CSNET e la funzione Comando centrale o utilizzando lopzione
Impostazioni fissate. Questa opzione pu essere effettuata
con i Pulsanti di bloccaggio o con i Parametri della matrice.
NOTA 8.
possibile selezionare fino a 3 dei 6 segnali emessi,
in base al modello dell'unit interna.
NOTA 9.
Il PC-2H2 l'unico controller che consenta la
programmazione delle emissioni.
Le emissioni non possono essere programmate
con CS-NET.
NOTA 10.
Se la modalit operativa dell'unit interna selezionata
differente dalla modalit operativa definita, l'unit interna
passer in posizione di richiesta termica-OFF.
NOTA 11.
Unit interne multiple controllate da 1 interruttore di
comando remoto devono essere raggruppate con l'uso dei
campi Gruppo Comando Remoto nella finestra di dialogo
Configurazione Unit Interna. (Vedere Sezione 4.3.1).
NOTA 12.
Non possibile utilizzare 2 controller con i modelli RPK
serie FSGM.

5
52

LAYOUT EDIFICIO

5. LAYOUT EDIFICIO
5.1.

DESCRIZIONE GENERALE

La nuova funzione Layout edificio consente di visualizzare


lintera installazione in ununica immagine, facilitando cos la
gestione di installazioni di grandi dimensioni per singole
aree. Grazie allintuitivo sistema di creazione possibile
creare in pochi minuti una vista di spostamento con diverse
viste corrispondenti a ciascuna area.
Per consentire un rapido rilevamento dei problemi in ogni
area/unit associato un colore.

RIQUADRO GRAFICO
In questo riquadro visualizzata la rappresentazione
grafica dell'installazione, suddivisa in diverse aree. A
ogni area corrisponde un disegno specifico. I disegni
non sono forniti in dotazione. possibile creare disegni
in formato JPG o GIF.

RIQUADRO ALBERO
Questo riquadro consente uno spostamento e un
controllo rapidi delle diverse aree. Opzioni > Mostra
Albero attiva e disattiva la visualizzazione di questo
riquadro.

Selettore dellarea
Nella visualizzazione principale di CS-NET stata
aggiunta una casella di riepilogo contenente tutte le aree
definite per linstallazione. La selezione delle diverse
aree in questa casella consente di filtrare le unit
(verranno visualizzate solo le unit dellarea specifica).
Per visualizzare tutte le unit dellinstallazione,
selezionare larea padre (con nome predefinito
Installation).

Colore dellunit:
Colore

5.2.

Significato

Grigio

Unit spenta

Verde

Unit accesa

Rosso

Allarme

FUNZIONAMENTO

Visualizzazione principale/Visualizzazione Layout


edificio
La visualizzazione principale la visualizzazione
classica di CS-NET, mentre la visualizzazione Layout
edificio la nuova rappresentazione grafica
dellinstallazione. La visualizzazione Layout edificio pu
essere attivata e disattivata mediante Opzioni > Mostra
Mappa. Quando attivata, la visualizzazione principale
di CS-NET sostituita dalla visualizzazione Layout
edificio.

Spostamento tra le diverse aree


Per accedere a unarea possibile fare clic sul relativo
nome nel riquadro Albero o sul relativo selettore
nellarea padre.
C sempre unarea superiore corrispondente allintera
installazione. Il nome predefinito Installation, ma
possibile modificarlo in qualsiasi momento.

Funzionamento dell'unit
possibile aprire la finestra Configurazione Unit
Interna facendo clic sul nome dellunit (nel riquadro
Albero) o sul relativo selettore di area (nel riquadro
Grafico).
Lutilizzo della finestra Configurazione Unit Interna
illustrato nel Capitolo 4.

La definizione delle aree viene eseguita nella


visualizzazione Layout edificio.

LAYOUT EDIFICIO

5.3.

ESEMPIO DI INSTALLAZIONE

Attivazione della visualizzazione Layout edificio


Aprire CS-NET e selezionare Opzioni > Mostra Mappa,
se non ancora attivata. Viene attivata la visualizzazione
Layout edificio.
Per configurare la funzione Layout edificio
consigliabile attivare il riquadro Albero (scegliere
Opzioni > Mostra Albero).

Definizione dellarea principale


Fare clic con il pulsante destro del mouse sullarea
principale (Installation) nel riquadro Albero. Viene
visualizzato il menu Opzioni.
Scegliere Modifica Sezione per modificare le
impostazioni dellarea principale.
Immettere il nome desiderato e selezionare limmagine
per larea principale. Specificare ad esempio il nome
Demo Installation e selezionare limmagine
Demo.jpg. Fare clic su OK per salvare le modifiche.

Creazione di una nuova area


Fare clic con il pulsante destro del mouse sullarea
principale (Demo Installation) nel riquadro Albero.
Viene visualizzato il menu Opzioni.
Scegliere Nuova Sezione per aprire la finestra Nuova
Sezione. Immettere il nome desiderato e selezionare
limmagine che si desidera visualizzare per larea.
Specificare ad esempio il nome Basement e
selezionare limmagine basement.jpg. Fare clic su OK
per creare la nuova area.
Nellarea padre viene creata la casella di selezione della
nuova area e questultima viene aggiunta nel riquadro
Albero.

5
53

5
54

LAYOUT EDIFICIO

Posizionamento della casella di selezione area


Quando si crea una nuova area, la relativa casella di
selezione viene posizionata nellangolo superiore
sinistro.
Per spostare la casella trascinarla dal centro tenendo
premuto il tasto Maiusc.
Per modificarne le dimensioni, trascinare un angolo o un
lato della casella tenendo premuto il tasto Maiusc.
Il cursore cambia durante lo spostamento a causa della
pressione del tasto Maiusc.
Selezionare la posizione desiderata per larea
Basement. Selezionare ad esempio il piano
seminterrato.

Spostamento tra le diverse aree


possibile passare a unarea esistente facendo clic
sulla relativa casella di selezione nella finestra padre
corrispondente oppure facendo clic sul relativo nome nel
riquadro Albero.
Fare clic sulla casella di selezione di Basement per
passare allarea Basement.
La visualizzazione dellarea Basement fornita dal file
basement.jpg.

Collegamento delle aree


Quando si creano nuove aree possibile creare un
collegamento a unarea esistente selezionando la
casella Link sezione e scegliendo unarea nellelenco.
Quando si fa clic sulla casella di selezione per questo
collegamento, verr visualizzata l'area esistente
selezionata.

Creazione di ununit
Le unit interne possono essere collegate a una
determinata area.
Fare clic con il pulsante destro del mouse sullarea
desiderata (Basement) nel riquadro Albero. Viene
visualizzato il menu Opzioni.
Scegliere Seleziona interno e selezionare lunit interna
desiderata nellelenco. Fare clic su OK per collegare
lunit allarea. Nellangolo superiore sinistro verr
creata una nuova casella di selezione unit e
questultima verr aggiunta nel riquadro Albero.
Per posizionare, ridimensionare e spostare la casella di
selezione unit procedere come per la casella di
selezione area.

Eliminazione di unarea/unit
Per rimuovere unarea o ununit esistente, fare clic con
il pulsante destro del mouse sulla casella di selezione
dellunit o dellarea e scegliere Elimina area.
Larea o lunit verr rimossa dalla relativa area padre.

Selezione di ununit
Per accedere alla finestra Configurazione Unit Interna
fare clic sulla casella di selezione unit o sul nome
dellunit nel riquadro Albero.

Casella di selezione area

SERVER WEB

6
55

6. SERVER WEB
6.1.

CONNESSIONE A INTERNET

AVVERTENZA:
Lesistenza di terzi malintenzionati fa s che Internet
presenti rischi per computer e reti. pertanto
consigliabile installare sistemi di protezione nei computer
in cui in esecuzione CS-NET se necessario utilizzare
la connessione a Internet. consigliabile inoltre utilizzare
un PC dedicato non connesso alla rete locale LAN.
La procedura di configurazione di CS-NET la stessa sia
che si utilizzi una connessione a Internet sia che si utilizzi
una rete locale LAN. Per informazioni su come
configurare Windows, contattare l'amministratore IT.

6.2.

In nessun caso Hitachi sar responsabile per


eventuali danni causati da terzi malintenzionati.
Non utilizzare CS-NET e una connessione Internet
per apparecchi critici in cui la mancanza di servizio
potrebbe causare danni a persone o dispositivi.
Per configurare la connessione a Internet e garantire
la protezione del computer, contattare
lamministratore IT.

CONFIGURAZIONE

La funzione Server Web non inizialmente attivata e deve


essere configurata manualmente. Per attivarla aprire la
finestra Configurazione CS-Net e selezionare Abilita server
web. Verr richiesto di accettare i termini di utilizzo.
Indicare la porta desiderata nel campo Porta. necessario
specificare una porta se si utilizza il browser per laccesso.
Se non necessaria una porta per laccesso, specificare la
porta 80. Dopo aver premuto OK, il server Web viene
attivato e gli utenti remoti possono connettersi mediante
browser allindirizzo IP o al nome della macchina attraverso
la porta specificata.
Per accedere a CS-NET da una postazione remota
necessario immettere nella barra di spostamento del
browser unidentificazione valida per il PC CS-NET e il
numero della porta separati da due punti. Un tipo di
identificazione valida per il PC CS-NET pu essere
lindirizzo IP Internet/LAN, il nome NetBios o il nome DNS
assegnato, se disponibile.
Per conoscere lindirizzo IP del computer digitare Ipconfig
nella finestra della console. (Per aprire la finestra della
console, scegliere Esegui dal menu Start di Windows e
immettere cmd.)
La connessione compatibile con MS Internet Explorer 6.0.
possibile che funzioni con altri browser, ma la
compatibilit non stata testata.
Per ulteriori informazioni, contattare lamministratore IT.

6.3.

FUNZIONAMENTO

Il funzionamento identico a quello di una normale


connessione locale, tenendo conto di quanto esposto di
seguito:
Aspetto
La connessione remota viene eseguita mediante un
browser e pagine HTML con JavaScript. Per questo
motivo, laspetto potrebbe essere leggermente diverso
da quello della finestra CS-NET standard.
Password
La finestra Password viene visualizzata la prima volta
che ci si connette e quando si sceglie lopzione relativa
alla password dal menu Configurazione. Viene
visualizzata anche se la password disattivata. Se la
password disattivata, lasciare vuoto il campo e
premere OK.
stata introdotta una nuova password Internet, che
verr richiesta insieme alla password di CS-NET.
possibile modificare localmente questa password
scegliendo Imposta Password > Password Internet dal
menu Configurazione. Le password possono essere
modificate localmente solo per garantire la protezione.

Meno opzioni disponibili


Per garantire la massima sicurezza, non tutte le opzioni
sono disponibili in remoto. Il menu ridotto include solo le
opzioni disponibili.
Lingua
La lingua inizialmente impostata sulla lingua CS-NET
locale, ma possibile cambiarla in remoto. Tali
modifiche non influiscono sulla versione locale di CSNET e perderanno efficacia al termine della sessione. A
questo punto possibile modificare di nuovo
limpostazione della lingua.
Aggiornamento
Per ridurre la quantit di banda necessaria per la
connessione, la finestra dellunit viene aggiornata
automaticamente all'incirca ogni minuto o quando viene
aperta.
Timer
Le modifiche apportate al calendario non vengono
salvate automaticamente. necessario fare clic su
Aggiorna per salvarle. Il funzionamento differisce
leggermente da quello in modalit locale.

6
56

6.4.

SERVER WEB

ESEMPIO

Attivazione del server Web


Attivare il server Web e selezionare la porta desiderata,
ad esempio 2323. Prima di scegliere una porta,
verificare che sia libera nel computer CS-NET.
Accettare i termini di licenza e premere OK.

Connessione a CS-NET
Aprire il browser, ad esempio MS Explorer, e digitare
lindirizzo IP del computer CS-NET e il numero di porta.
Ad esempio, per lindirizzo IP 192.168.30.211 e il
numero di porta 2323, immettere
http://192.168.30.211:2323 nella barra di spostamento.
Se al computer CS-NET assegnato un nome NetBios
o DNS, possibile utilizzare tale nome e il numero di
porta. Ad esempio, se il computer si chiama CS-NET e il
numero di porta 8080, immettere http://CSNET:8080.
Se la porta impostata su 80, non necessario
immetterne il numero ed possibile eseguire la
connessione nel seguente modo: http://192.168.30.211
o http://CS-NET.
Per ulteriori informazioni su come configurare il
nome NetBios o DNS, contattare lamministratore IT.

Immissione della password


Viene creata una nuova sessione in CS-NET e viene
aperta la finestra della password.
In alcuni casi questa finestra non viene visualizzata
automaticamente a causa dei criteri di protezione attivati
nel browser. In questo caso, configurare il browser in
modo che sia consentita la visualizzazione delle finestre
popup della pagina Web di CS-NET.
Immettere la password di CS-NET e la password
Internet impostate in CS-NET. Premere OK.

Utilizzo di CS-NET da una postazione remota


Utilizzare CS-NET tenendo conto delle seguenti
considerazioni:

-CS-NET verr aggiornato ogni minuto


-Alcune opzioni non sono disponibili in remoto
-La sessione scade dopo alcuni minuti. Sar quindi

necessario premere il pulsante Aggiorna del browser e


immettere nuovamente la password.

OPZIONI

7
57

7. OPZIONI
7.1. CONSUMO ENERGIA
Se sono presenti immissioni multiple per un giorno,
vale lultima.
I dati vengono scritti nei seguenti file.
1.
2.
3.

possibile calcolare in base a periodi di tempo differenti


la percentuale di Consumo Energia delle unit interne
collegate all'unit esterna.

4.

I dati mensili nel file m1_MMAA.txt.


MM il mese e AA l'anno.
I dati trimestrali nel file m3_MMAA.txt.
MM il primo mese e AA l'anno.
I dati semestrali nel file m6_MMAA.txt.
MM il primo mese e AA l'anno.
I dati annuali nel file a1_AA.txt.
AA l'anno.

I file di memorizzazione presentano le seguenti colonne


separate da una tabulazione.
<Anno> <Mese> <Giorno>
<Porta CS> <Numero Unit Esterna> <Numero Unit Interna>
<Testo Unit>
<Consumo Unit Interna relativo alla propria Unit Esterna
(100% == 1000000)>
<Consumo Unit Interna relativo a tutte le Unit Esterne
(100% == 1000000)>
Il ripristino di tutti i contatori interni viene effettuato
automaticamente:
1. allinizio di un nuovo mese per i dati mensili;
2. allinizio di gennaio, aprile, luglio e ottobre
per i dati trimestrali;
3. allinizio di gennaio e luglio per i dati semestrali;
4. allinizio di ogni nuovo anno per i dati annuali.

Il funzionamento il seguente:
Abilita Memorizzazione: consente la memorizzazione
di tutti i dati relativi al consumo energetico.
Azzera: azzera tutti i dati relativi al consumo energetico
interno.
Funzionamento
Se la memorizzazione abilitata, 4 tipi di file vengono scritti
simultaneamente nella sottodirectory POWER di CS-NET.
La scrittura viene effettuata allinizio di un nuovo giorno e
alla chiusura di CS-NET.

In caso di calo di tensione, o di disattivazione del computer, i


dati registrati in tale giorno andranno perduti.
I dati relativi al Consumo energetico sono disponibili solo
per le unit SET FREE

Formato File
Tutti i dati vengono scritti in un file a codificazione ASCII, senza unit di misura e sotto forma di codice.
Per evitare eventuali problemi dovuti alla virgola mobile, i valori di consumo verranno moltiplicati per 1000000.
Il formato file risulta come segue:
(Le presenti colonne non hanno titolo; i titoli sono stati inseriti in fondo alla tabella.)
Campione:
2000
2000
2000
2000
2000
2000
2000
2000
2000
2000
Titolo:
Anno

10
10
10
10
10
10
10
10
10
10

6
6
6
6
6
6
6
6
7
7

0
0
0
0
0
0
0
0
0
0

0
0
0
0
1
1
1
1
0
0

0
1
2
3
0
1
2
3
0
1

Manager
Meeting Room
Sales Office
Storage Room
Computer Room
Administration
Administration
Visitors Room
Manager
Meeting Room

Mese

Giorno

Porta CS

UE

UI

Testo

Esempio:
*1:
UE SISTEMA 0 = 15,7612%+24,8683%+33,4386%+25,9317% = 100%
UE SISTEMA 1 = 2,3727%+63,5220%+13,5077%+20,5974% = 100%
*2:

UE SISTEMA 0 = 11,1524%+17,5966%+23,6608%+18,3490% = 70,76%


UE SISTEMA 1 = 0,6938%+18,5744%+ 3,9497%+ 6,0228% = 29,24%
UE SISTEMA 0 + UE SISTEMA 1 = 70,76% + 29,24% = 100%

*1
157612
248683
334386
259317
23727
635220
135077
205974
185606
254864

*2
111524
175966
236608
183490
6938
185744
39497
60228
130285
178900

UI / propria UE

UI / tutte UE

7
58

OPZIONI

7.2. DATI STORICI


Se stata selezionata l'opzione Dati Storici dal menu
Opzioni, sar possibile salvare i dati della schermata
principale nel file desiderato. La Max Dimensione File (MB)
viene determinata dal supporto su cui si desidera salvare il
file, floppy (1450 kB) o disco rigido. Se i dati superano la
capacit del supporto, il sistema sovrascriver sui dati meno
recenti. Se non viene specificata alcuna directory, i dati
verranno salvati nella directory \CS-NET\HIST\.

Max Dimensione File (MB): dimensione disponibile


massima in MB di tutti i file di dati storici sommati.
Dir Memorizzazione: directory di memorizzazione dei dati
storici. Se non specificata alcuna directory, viene utilizzata
la sottodirectory HIST di CS-NET.
Abilita Memorizzazione: abilita la memorizzazione di tutti i
dati storici.

Funzionamento
Se la memorizzazione abilitata, verr scritto un unico
file per ogni Unit Esterna. Se tutti i file storici sommati
raggiungono il valore specificato di Max Dimensione
File, se lo spazio di disco libero inferiore a 10 MB o le
dimensioni di un file di dati storici singolo raggiungono
1,4 MB, le prime immissioni del file vengono sovrascritte.
I file avranno il seguente nome: h01_PPNN.txt.
PP la Porta CS mentre NN il Numero di unit esterna.
h01 specifica a quale tipo appartiene il file (V4.1 di tipo
01, V5.0 diviene di tipo 02).
Tipi di file successivi avranno altri valori nel nome del file.
Per le unit Utopia sono disponibili soltanto i dati impostati.
I campi contrassegnati con (Non Utopia) non contengono
dati validi per le unit utopia.
I file di memorizzazione presentano le seguenti colonne
separate da tabulazione (nello stesso formato dei file relativi
all'Energia):

Periodo Memorizz. (min): intervallo in minuti


per la memorizzazione dei dati storici.
Intervalli: da 5 a 20 minuti.
I FILE DI MEMORIZZAZIONE HANNO LE SEGUENTI COLONNE
Identificazione del tipo di file
<Tipo=Versione; 2>
Data e Modulo:
<Anno> <Mese> <Giorno> <Ora> <Minuti>
<Porta CS> <Numero UE> <Numero UI>

Impostazione Unit Interna (CSNET):


<Centrale=1/Locale=0>
<Modalit Operativa Impostata: VENTILAZIONE=0, FREDDO=1, DEUMIDIFICATORE=2, CALDO=3, AUTO=4>
<Ventilazione Impostata (non Utopia): BASSA=2, MEDIA=3, ALTA=4>
<Auto Louver Impostato (solo FS3/FSG/FXG): Posizione = 0-6, AUTO=7>
<Run=1/Stop=0>
<Temp Impostata C>
Comunicazione:
<Codice Errore>
<Causa Arresto Compressore> (solo FS3/FSG/FXG)
<Dati Validi>
Bit 0=1 (valore 1): dati di lettura Unit Interna validi ad eccezione della condizione di Apertura e Funzionamento
Valvola di Espansione
Bit 1=1 (valore 2): (non Utopia): dati Unit Interna validi per apertura Valvola di Espansione
Bit 2=1 (valore 4): (non Utopia): dati Unit Interna validi per Condizione Operativa
Bit 3=1 (valore 8): (non Utopia): dati di lettura Unit Esterna validi
Il totale deve essere pari a 15 per SET FREE e a 1 per UTOPIA.
Lettura Unit Interna:
<UI: Lettura Modalit Operativa (Non Utopia)
<UI: Lettura Ventilazione (non Utopia)
<UI: Lettura Condizioni Operative
<UI: Lettura Auto Louver (solo FS3/FSG/FXG)

: VENTILAZIONE=0, FREDDO=1, DEUMIDIFICATORE=2,


CALDO=3>
: STOP=0, LENTA=1, BASSA=2, MEDIA=3, ALTA=4>
: STOP=0, RICHIESTA TERMICA ON=1,
RICHIESTA TERMICA OFF=2, ALLARME=3>
: POSIZIONE=0-6, AUTO=7, NON DISPONIBILE=8>

OPZIONI

7
59

<UI: Lettura Frequenza Richiesta (non Utopia)>


<UI: Lettura Temperatura Aria Ripresa C (non Utopia)>
<UI: Lettura Temperatura Aria Mandata C (non Utopia)>
<UI: Lettura valore assoluto Temperatura Aria Ripresa-Mandata C (non Utopia)>
<UI: Lettura Temperatura Tubo Gas C (non Utopia)>
<UI: Lettura Temperatura Tubo Liquido C (non Utopia)>
<UI: Lettura Temperatura Teletermistore C (non Utopia)> *1
<UI: Lettura Temperatura Impostata C (non Utopia)>
<UI: Lettura Apertura Valvola di Espansione % 1000 (non Utopia)>
Lettura Unit Esterna:
<UE: Impulsi Richiesti Valvola Espansione UI (solo FS3/FSG/FXG/FX3)>
<UE: Modalit Operativa (solo FS3/FSG/FXG/FX3): CALDO=0, FREDDO=1, SBRINAMENTO=2, STOP=3>
<UE: Temperatura Ambiente C (non Utopia)>
<UE: Temperatura Gas Scarico C (non FS/FS2/FX o Utopia)>
<UE: Temperatura Calore Evaporazione C (non Utopia)>
<UE: Valore di Funzionamento Compressore (non Utopia)>
<UE: Pressione Gas scarico (non Utopia)>
<UE: Pressione di Aspirazione (non Utopia)>
<UE: Valore Corrente Inverter (Valore di Lettura 1000), Scala eseguita per Unit FX (non Utopia)>
<UE: Frequenza Trasmissione Compressore Hz (non Utopia)>
<UE: Apertura Valvola 1 di Espansione % * 1000 (non Utopia)>
<UE: Apertura Valvola 2 di Espansione % * 1000 (non Utopia)>
<UE: Apertura Valvola 3 di Espansione % * 1000 (solo FXG/FX3)>
Tutti i dati vengono scritti in un file a codificazione ASCII, senza unit di misura e sotto forma di codice. Per evitare
eventuali problemi dovuti alla virgola mobile, i valori con decimali verranno moltiplicati per un fattore costante.
NOTA: *1: Se non stato installato alcun termistore remoto, il valore risultante sar 62 (Non valido)
Lettura di Dati Storici (Esempio in Microsoft Excel, versione in lingua inglese)

7.3. ACCESSO VIA MODEM


Se stato installato un modem, possibile accedere a
CS-NET da una postazione remota utilizzando un software
di comunicazione in commercio, come LAPLINK o PC
ANYWHERE, attraverso la linea telefonica o Internet.
Ci consente al sistema di essere controllato da un addetto
alla manutenzione direttamente dalla propria postazione,

controllando i guasti, riavviando il sistema ed esaminando


le condizioni operative. anche possibile attivare la
funzione di indicazione di errore via e-mail. Per ulteriori
informazioni in merito ad acquisto, installazione e
configurazione di LAPLINK, PC ANYWHERE e cos via,
consultare i fornitori di tali prodotti.

8
60

GUASTO

8. GUASTO
8.1. IDENTIFICAZIONE DEL GUASTO

FINESTRA STATUS DI GUASTO


La finestra Status di Guasto contiene le informazioni relative
all'unit selezionata tra cui il codice guasto e una breve
descrizione del problema e la posizione.
La tabella dei codici di allarme riportata alla fine del
presente capitolo.
Per aprire la finestra Status di Guasto, fare clic su Guasto
quindi su Fin. Anomalie. possibile aprire tale finestra
anche facendo clic sull'icona Guasto indicata sopra.

GUASTI DI SISTEMA
Se si verifica un'anomalia nel sistema, il pulsante di guasto
per l'unit specifica o per il sistema cambier colore da
GRIGIO a ROSSO. Dopo circa 3 minuti sullo schermo
apparir una notifica di guasto come quella riportata a lato,
accompagnata da una segnalazione acustica. La notifica
indicher in quale unit esterna ed interna si verificato il
problema.
Per fermare la segnalazione acustica fare clic su Stop
Suono.
Per consultare le informazioni relative al guasto fare clic sul
pulsante ROSSO per aprire la finestra STATUS DI GUASTO.
Dettagli relativi allindividuazione dei guasti sono forniti nei
Manuali di manutenzione delle unit. La descrizione dei
codici di guasto riportata alla fine della presente sezione.
Nota:
Durante il normale funzionamento, possibile visualizzare
la rappresentazione grafica del sistema (non per unit
Utopia), in cui vengono mostrate le condizioni operative
correnti, facendo clic su GUASTO e STATUS SISTEMA.

Porta COM

Unit interna
Unit esterna

GUASTO

RIAVVIO DOPO UN GUASTO


Per riavviare ununit, disattivata a livello locale o a causa
di un Guasto, sar necessario seguire la procedura indicata
di seguito.
Attivare il Controllo da PC. Disattivare l'unit facendo clic
su Acceso/Spento quindi su Aggiorna.

8
61

Attendere qualche momento e controllare nello Status


Sistema l'avvenuta disattivazione dell'unit.
Riattivare l'unit facendo clic su Acceso/Spento quindi
su Aggiorna.

8.2. CODICI DI ARRESTO DEL COMPRESSORE


00

Funzionamento OFF, Alimentazione OFF

01

Termostato OFF

(Nota 1)

02

Allarme

(Nota 2)

03

Protezione Antigelo/Surriscaldamento

05

Assenza di corrente su UE,


Reset

(Nota 3)

Assenza di corrente su UI,


Reset

(Nota 4)

06
07

Refrigerazione - Temperatura Ambiente troppo bassa


Riscaldamento - Temperatura Ambiente troppo alta

08

Cambio Quantit Compressore,


Arresto (HP 8)

09

Richiesta Cambiamento Valvola 4 Vie


Arresto (solo FXG/FX3)

10

Richiesta, Arresto Forzato

11

Ripetere causa Diminuzione Rapporto Pressione

12

Ripetere causa Aumento Bassa Pressione

13

Ripetere causa Aumento Alta Pressione

14

Ripetere causa Corrente elevata del Compressore


a velocit fissa (HP 8)

15

Ripetere causa Temp. Alta Gas di Scarico,


Bassa Pressione d'Aspirazione

16

Ripetere causa Diminuzione Surriscaldamento


Gas di Scarico

17

Ripetere causa Scatto Inverter

18

Ripetere Causa Diminuzione Voltaggio

19

Valvola di Espansione Apertura Protezione Cambio

20

Cambio Modalit Operativa di UI

21

Altra unit Thermo-Off

Il codici di arresto indicano la causa di arresto del


compressore, e si trovano sui controller remoti PC-2H,
PC-2H2, PC-5H e sulle unit riceventi PC-LH3 soltanto
per sistemi SET FREE, sotto d1 in Modalit di Controllo 1.
Quando il compressore si arresta, il codice corrispondente
alla causa dell'arresto accessibile su CS-NET nella
finestra Status di Guasto sotto la voce Causa Arresto
Compressore, solo per sistemi FSG / FS3 / FXG / FX3.

Nota 1: Richiesta Termica-OFF: le unit interne non


richiedono il funzionamento del compressore.
Nota 2: Non sempre indicato anche se viene inviato
l'allarme.

(Nota 5)

Nota 3: Una mancata trasmissione per 30 secondi tra


la scheda di circuito stampato dell'Inverter
e la scheda di circuito stampato del comando
risulterebbe in un codice d1-05, e potrebbe
essere indicato un codice di allarme 04.
Nota 4: Una mancata trasmissione di 3 minuti tra la
scheda di circuito stampato dell'unit interna
e la scheda di circuito stampato dell'unit esterna
risulterebbe in un codice d1-06, e potrebbe
essere indicato un codice di allarme 03.
Nota 5: In tutti i sistemi FS a 2 condotti, verr indicato
il codice 20 se il sistema funziona in modalit
Freddo e uno o pi controller richiedono
la modalit Caldo, e viceversa.

8
62

GUASTO

8.3. REGISTRO GUASTI


NOTIFICA GUASTO
LA NOTIFICA GUASTO, salvata nella directory
\CSNET\ERRXX (XX l'anno, come 01) con nome
relativo alla data e all'ora in cui si verificato il guasto
(come 05142238.err, ovvero 14 Maggio alle 22:38),
ha il seguente formato:

Stato Unit Interna:


------------------Dati non disponibili
Stato Unit Esterna:
-------------------Dati non disponibili

Notifica guasti di HITACHI CS-NET


Anno
Mese
Giorno
Ora
Nome
Indirizzo
Citt
N Telefono
N Fax
N Modem

:2001
:05
:14
:22:38
:nome
:indirizzo
:citt
:0000
:1111
:2222

N Porta CS: 0, Unit interna: 1, Gruppo: 0

N Porta CS: 0, Unit interna: 0, Gruppo: 0


Codice Guasto
Descrizione Guasto

:0200
:Guasto di Comunicazione

Notifica Guasto:
------------Impostazioni:
--------Modulo Attivo
Modulo Centrale
Temperatura
Modalit Operativa
Posizione Unit Interna
Tipo Unit Esterna
N di Serie unit esterna
Tipo Unit Interna
N di Serie unit interna

:Off
:Centrale
:25
:Ventilazione
:test modulo
:RAS-5FS
:
:RPI-0.8FS
:

Codice Guasto
Descrizione Guasto

:0200
:Guasto di Comunicazione

Impostazioni:
--------Modulo Attivo
Modulo Centrale
Temperatura
Modalit Operativa
Posizione Unit Interna
Tipo Unit Esterna
N di Serie unit esterna
Tipo Unit Interna
N di Serie unit interna

:Off
:Locale
:25
:Ventilazione
:
:RAS-5FS
:
:RPI-0.8FS
:

Stato Unit Interna:


------------------Dati non disponibili
Stato Unit Esterna:
-------------------Dati non disponibili

LOG DI GUASTO
possibile trovare il file LOG di GUASTO nella directory
CS-NET in Program Manager e aprendo il file ERRXX
(XX l'anno, come 01). possibile aprire il file con un
editor ASCII come il Blocco note.
Il file LOG di GUASTO ha il seguente formato:
(Esempio sul Blocco note di Windows in lingua inglese)

Il file LOG di GUASTO, fornisce un breve riepilogo della


storia dei guasti verificatisi in ordine cronologico, con codici
di guasto e di indirizzo.

GUASTO

8
63

8.4. CODICI DI ALLARME


N
Codice

Categoria

Anomalia

01

Unit interna

scattato il dispositivo di protezione.

02
03

Unit esterna
Trasmissione

scattato il dispositivo di protezione.


Tra unit interna-esterna o interna-interna

04
05
06

Inverter
Trasmissione
Caduta di
tensione
Ciclo

scattato l'inverter dell'unit esterna.


Cablaggio di alimentazione
Tensione eccessivamente alta o bassa
nell'unit esterna
Riduzione nel surriscaldamento di gas scarico

07

Aumento nel surriscaldamento di scarico gas

08
09

Unit esterna

scattato il dispositivo di protezione.

11
12
13
14
19

Sensore in
Unit interna

Termistore presa aria


Termistore uscita dellaria
Termistore per la protezione antigelo
Termistore tubo gas
scattato il dispositivo di protezione.

20
21
22
23
24
29

Sensore in
Unit esterna

Termistore del compressore alto


Sensore alta pressione
Termistore aria ambiente
Termistore gas di scarico
Termistore di evaporazione
Termistore bassa pressione

31
32

Sistema

Impostazione errata di unit esterna o interna


Trasmissione di altra unit interna

35
38

Impostazione errata del N. di unit interna


Circuito di protezione nell'unit esterna

39

Corrente operativa del compressore


a velocit fissa

41
42
43

Pressione

44

Attivazione protezione da aumento


di alta pressione
Attivazione protezione da diminuzione
di alta pressione
Attivazione protezione riduzione bassa pressione.

45
46
47
51

Sovraccarico eccessivo durante il Raffreddamento


Sovraccarico eccessivo durante il Riscaldamento
Attivazione protezione riduzione rapporto
di pressione
Attivazione protezione da aumento bassa pressione

Inverter

Sensore di corrente per inverter


Attivazione protezione da sovraccarico

52

Attivazione protezione IPM

53

Possibile causa
Motore ventola, interruttore a galleggiante,
scheda di circuito stampato, relay
Attivazione PSH
Cablaggio, scheda di circuito stampato, fusibile,
alimentazione
Trasmissione tra schede di circuito stampato
Inversione di fase dell'alimentazione
Caduta di tensione di alimentazione, cablaggio
Carico refrigerante eccessivo,
valvola di espansione aperta
Carico refrigerante insufficiente,
valvola di espansione chiusa
Motore ventola, cablaggio errato

Guasto in termistore, sensore o collegamento


Motore ventola, cablaggio errato

Guasto in termistore, sensore o collegamento

Impostazione errata codici di capacit


Interruzione alimentazione o nella scheda
di circuito stampato in altra unit interna
N. doppio di unit interna nello stessa sistema
Guasto nella scheda di circuito stampato dell'unit
interna, collegamento via cavo
Sovraccarico, fusibile, o anomalia
sensore corrente
Sovraccarico, eccessivo refrigerante, H/E bloccato
Guasto compressore, inverter
Eccessivo carico di refrigerazione, temperatura
ambiente elevata nel riscaldamento
Sovraccarico, eccessivo refrigerante,
blocco valvola
Carico refrigerante insufficiente
Refrigerante insufficiente, valvola di espansione
bloccata, perdita
Scheda di circuito stampato dell'Inverter,
guasto nel sensore
Sovraccarico, sovratensione, arresto
del compressore
Sovraccarico, basso voltaggio, surriscaldamento
Guasto nel transistor a effetto di campo, alimentazione,
CT del motore della ventola

59

Chopper CA

Protezione circuito chopper CA

100
200
256

Trasmissione

Errore di comunicazione all'unit interna


Errore di comunicazione
Nessuna comunicazione tra CS-NET e modulo

300

Generale

Guasto in Utopia Non specificato

512

Trasmissione

Nessuna comunicazione tra CS-NET e modulo

Solo unit FS / FS2 / FX

EE
dd

Inverter
Trasmissione

Protezione compressore
Cablaggio errato tra le unit interne

Allarmi 3x in 60 minuti. Per danno al compressore


Cablaggio tra unit interne e controller remoto

Solo unit FSG / FS3 / FXG / FX3

9
64

BMS

9. BMS
Le seguenti informazioni sono valide per i sistemi di condizionamento d'aria UTOPIA, BIG UTOPIA e SET FREE.

9.1. SISTEMA
Il sistema di condizionamento d'aria (A/C) collegato
a un computer come illustrato nella sezione Installazione
del presente manuale.

Il BMS collegato a CS-NET attraverso la porta seriale


libera utilizzando il protocollo RS-232C.

CS-NET
(PC)

HARDWARE
BMS

GND
Rx
Tx

PORTA 0
PORTA ...
PORTA n

PORTA n
UE 0

PORTA n
UE 1

PORTA n
UE 2

PORTA n
UE0 UI0

PORTA n
UE1 UI0

PORTA n
UE1 UI1

PORTA n
UE0 UI1

PORTA n
UE0 UI2

PORTA n
UE2 UI0

PORTA 0
UE 0

PORTA 0
UE 1

PORTA 0
UE 2

PORTA 0
UE0 UI0

PORTA 0
UE1 UI0

PORTA 0
UE1 UI1

PORTA 0
UE0 UI1

PORTA 0
UE0 UI2

PORTA 0
UE2 UI0

COLLEGAMENTO A COMPUTER:
Vengono utilizzati soltanto i pin indicati nella tabella.
Le descrizioni delle linee di comunicazione considerano il
computer come unit master e l'hardware BMS come slave.

DB9
2
3
5

CONFIGURAZIONE DEL SISTEMA A/C:


I rispettivi sistemi A/C sono collegati a CS-NET come
illustrato nella sezione Installazione del presente manuale. I
collegamenti sono configurati come Porte CS-NET e sono
numerati da 0 a 5.

PIN
DB25
3
2
7

NOME

DESCRIZIONE

RX
TX

Dati lettura
Dati trasmissione

GND

Massa

Ciascuna porta collegata a una linea di comunicazione del


sistema A/C. Le unit in tale linea sono identificate con il
numero della rispettiva Unit Esterna (UE#) e/o il codice di
indirizzo dell'Unit Interna (UI#).

BMS

PROTOCOLLO DI COMUNICAZIONE
Il protocollo utilizzato RS-232C. La struttura dei dati
8n1.
La velocit di comunicazione 19200 baud.
La comunicazione Semiduplex: non possibile
ricevere ed inviare informazioni contemporaneamente.

I livelli logici di RS-232 sono:


Logica 0: da +3 a +25 volt a significare uno "Spazio"
Logica 1: da -3 a -25 volt per un "Segno".
I voltaggi tra tali valori (quindi tra +3 e -3 Volt)
non sono definiti.
Sotto indicata la forma d'onda logica di una
comunicazione RS-232C.

Marc.
Spazio

65

-10
Avvio

0 1

2 3 4

PROCEDURA DI COMUNICAZIONE
L'hardware BMS pu leggere e scrivere informazioni tramite
l'invio di messaggi di comando a CS-NET.

5 6 7

Arresto

+10

Dopo lelaborazione del messaggio, CS-NET invia la


risposta al comando con i risultati. Se risponde a un
comando di lettura, invia anche le informazioni di cui
stata richiesta lettura.

Comando
SB

1
Rx

SB

Byte 1
StB

-10

Byte n

....
StB

+10

StB
StB = Byte avvio
StB = Byte arresto

Tx

Risposta
SB

1
0

Byte 1
StB

StB

....

SB

Byte n
StB

-10
+10

BMS

66

9.2. STRUTTURA A TELEGRAMMA


I dati devono essere trasferiti in modalit binaria utilizzando
la seguente struttura a telegramma:

Byte 1
Comando

Byte 2
Lunghezza
Dati

Byte 3

Byte ...

Dato 1

...

Byte N.
Somma di
controllo

Comando:
Lunghezza Dati:
Dato 1:

Identificazione del tipo di messaggio.


Numero di byte di dati da inviare (da 1 a 4)
Il primo byte di dati viene scritto nel byte 3. Se vi un secondo byte di dati, viene scritto nel byte 4,
e cos via.
Somma di controllo: L'ultimo byte del telegramma la somma di controllo. La somma di controllo la somma di tutti
i byte del telegramma.

9.2.1.

Comandi di lettura

Comando di lettura: 00h Test per il modulo esistente

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Identifica l'unit interna/esterna richiesta nella configurazione di CS-NET, (supponendo sia stata effettuata
una corretta configurazione durante l'installazione di CS-NET).
BYTE 1

00h

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero di Porta CS (vedere


Schema di Sistema a pagina 1)

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo Unit Esterna


(vedere Schema di Sistema a pagina 1)

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna


(vedere Schema di Sistema a pagina 1)

BYTE 6

BYTE1 + BYTE2 + BYTE3 + BYTE4 + BYTE 5

Somma di controllo

BYTE 1

00h

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando (00h Fisso)

BYTE 4

00h = Non Esistente, 01h = Esistente

Dato 2: Risultati Test

BYTE 5

BYTE1 + BYTE 2 + BYTE3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

00h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE1 + BYTE 2 + BYTE3

Somma di controllo

BMS

Comando di lettura: 03h Lettura dello stato ACCESO/SPENTO di CS-Net

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Identifica lo stato operativo dell'unit. L'unit pu essere ACCESA (in funzione) oppure SPENTA
(non in funzione).
BYTE 1

03h

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di Indirizzo Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5 Somma di controllo

BYTE 1

03h

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando (00h Fisso)

BYTE 4

00h = OFF, 01h = ON

Dato 2: Stato operativo

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

03h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di lettura: 05h Lettura impostazione Temperatura di CS-Net

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Identifica l'impostazione della temperatura in entrata. Legge la temperatura impostata per l'Unit Interna.
BYTE 1

05h

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5 Somma di controllo

BYTE 1

05h

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando (00h Fisso)

BYTE 4

Temperatura in Hex (ovvero 17h = 23C)

Dato 2: Temperatura Impostata

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

05h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

9
67

9
68

BMS

Comando di lettura: 07h Definizione impostazione Modalit Operativa di CS-Net

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Rileva l'impostazione della modalit operativa dell'Unit Interna. Le modalit disponibili sono: Freddo, Caldo,
Deumidificatore, Ventilazione o Automatico.
BYTE 1

07h

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo Unit


Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5

Somma di controllo

BYTE 1

07h

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando


(00h Fisso)

BYTE 4

00h = Freddo, 01h = Deumidificatore, 02h = Caldo,

Dato 2: Modalit operativa

03h = Ventilazione, 04h = Auto


BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

07h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di lettura: 09h Definizione ventilazione di CS-Net

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Rileva l'impostazione della ventilazione dell'Unit Interna. Legge le impostazioni di ventilazione per l'unit
(la ventilazione effettiva dipende da fattori diversi dalle impostazioni correnti).
BYTE 1

09h

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo


Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5

Somma di controllo

BYTE 1

09h

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando


(00h Fisso)

BYTE 4

00h = Bassa, 01h = Media, 02h = Alta

Dato 2: Ventilazione

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

09h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

BMS

Comando di lettura: 0Ah Lettura codice di allarme

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Rileva il codice di allarme. Il codice 0 indica assenza di allarmi. Per ulteriori informazioni relative ai codici
di allarme consultare i Manuali Tecnici dei sistemi A/C di HITACHI.
BYTE 1

0Ah

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo


Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5

Somma di controllo

BYTE 1

0Ah

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando


(00h Fisso)

BYTE 4

0000h = Nessun Allarme, Altro = Codice di Allarme

BYTE 5

(Codice di Allarme = BYTE 4 x 256 + BYTE 5)

Dati 2 e 3: Codice di Errore


(0000h = Nessun Errore)

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5

Somma di controllo

BYTE 1

0Ah

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di lettura: 0Bh Lettura della temperatura dell'aria ripresa

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Rileva la temperatura dell'aria ripresa nell'Unit Interna.


BYTE 1

0Bh

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo


Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5

Somma di controllo

BYTE 1

0Bh

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando


(00h Fisso)

BYTE 4

Temperatura in Hex (come 19h = 25C)

Dato 2: Temperatura Aria Ripresa

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

0Bh

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

9
69

9
70

BMS

Comando di lettura: 0Ch Lettura della funzione sbrinamento

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Rileva la modalit sbrinamento dell'Unit Esterna. Lo sbrinamento funziona soltanto durante la funzione Caldo,
e soltanto se le condizioni lo richiedono.
BYTE 1

0Ch

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo Unit Esterna

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

0Ch

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando (00h Fisso)

BYTE 4

00h = Sbrinamento disattivato,


01h = Sbrinamento attivato

Dato 2: Stato di sbrinamento

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

0Ch

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di lettura: 0Dh Lettura delle impostazioni ON/OFF dell'interruttore di comando remoto

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Rileva lo stato operativo dell'unit impostato dall'Interruttore di comando remoto. L'unit pu essere ACCESA
(in funzione) oppure SPENTA (non in funzione).
BYTE 1

0Dh

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Numero Unit Esterna

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

0Dh

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando (00h Fisso)

BYTE 4

00h = in arresto, 01h = in funzione

Dato 2: Stato di funzionamento modulo RCS

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

0Dh

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

BMS

Comando di lettura: 0Fh Lettura dell'impostazione del Modulo Locale/Centrale CS-Net

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Lettura dell'impostazione del modulo Locale/Centrale CS-Net Le modalit disponibili sono: Locale per il
controllo da parte dell'utente finale e Centrale per controllo CS-Net e/o BMS
BYTE 1

0Fh

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Numero Unit Esterna

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

0Fh

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando


(00h Fisso)

BYTE 4

00h = Locale, 01h = Centrale

Dato 2: Stato Locale/Centrale

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

0Fh

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di lettura: 10h Lettura impostazione Temperatura interruttore di comando remoto

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Rileva l'impostazione della temperatura in entrata. Legge la temperatura obiettivo dell'Unit Interna impostata
dall'interruttore di comando remoto.
BYTE 1

10h

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Numero Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Numero Unit Interna

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5

Somma di controllo

BYTE 1

10h

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando


(00h Fisso)

BYTE 4

Temperatura in Hex (come 17h = 23C)

Dato 2: Temperatura impostata RCS

BYTE 5

BYTE1 + BYTE 2 + BYTE3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

10h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

9
71

9
72

BMS

Comando di lettura: 11h Lettura impostazione Modalit Operativa interruttore di comando remoto

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Rileva la modalit operativa dell'Unit Interna impostata dall'interruttore di comando remoto. Le modalit
disponibili sono: Freddo, Caldo, Deumidificatore, Ventilazione o Automatico.
BYTE 1

11h

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Numero Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Numero Unit Interna

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5

Somma di controllo

BYTE 1

11h

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando


(00h Fisso)

00h = Freddo, 01h = Deumidificatore, 02h = Caldo,

Dato 2: Modalit Operativa RCS

BYTE 4

03h = Ventilazione, 04h = Auto


BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

11h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di lettura: 12h Lettura impostazione Ventilazione interruttore di comando remoto

NESSUNA
RISPOSTA

RISPOSTA OK

RICHIESTA

Rileva la ventilazione dell'Unit Interna impostata dall'interruttore di comando remoto. Legge la ventilazione
richiesta per l'unit (la ventilazione effettiva dipende da fattori diversi dalle impostazioni correnti).
BYTE 1

12h

Id Comando

BYTE 2

03h

Lunghezza Campo Dati (3 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Numero Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Numero Unit Interna

BYTE 6

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 + BYTE 5

Somma di controllo

BYTE 1

12h

Id Comando

BYTE 2

02h

Lunghezza Campo Dati (2 Byte)

BYTE 3

00h Risultato Ok

Dato 1: Risultato del comando


(00h Fisso)

BYTE 4

00h = Bassa, 01h = Media, 02h = Alta

Dato 2: Ventilazione RCS

BYTE 5

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4

Somma di controllo

BYTE 1

12h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

01h = Formato della struttura errato


02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultati Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

BMS

9.2.2.

Comandi di scrittura

Comando di scrittura: 01h Impostazione ACCESO/SPENTO per tutti i moduli

RISPOSTA

RICHIESTA

Imposta lo stato ACCESO/SPENTO contemporaneamente per tutte le unit configurate in CS-NET.


BYTE 1

01h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

00h = OFF, 01h = ON

Dato 1: Stato Operativo

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

BYTE 1

01h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

00h = OK
01h = Formato della struttura errato
02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultato Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di scrittura: 02h Impostazione modulo ACCESO/SPENTO

RISPOSTA

RICHIESTA

Imposta lo stato ON/OFF per unUnit Interna


BYTE 1

02h

Id Comando

BYTE 2

04h

Lunghezza Campo Dati (4 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

00h = OFF, 01h = ON

Dato 4: Stato Operativo

BYTE 7

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 +


BYTE 5 + BYTE 6

Somma di controllo

BYTE 1

02h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

00h = OK
01h = Formato della struttura errato
02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultato Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di scrittura: 04h Set Point di riferimento

RISPOSTA

RICHIESTA

Imposta la temperatura obiettivo per l'Unit Interna.


BYTE 1

04h

Id Comando

BYTE 2

04h

Lunghezza Campo Dati (4 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

Temperatura in Hex (come 1Bh = 27C)

Dato 4: Impostazione Temperatura

BYTE 7

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 +


BYTE 5 + BYTE 6

Somma di controllo

BYTE 1

04h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

00h = OK
01h = Formato della struttura errato
02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultato Comando

BYTE 4

BYTE1 + BYTE 2 + BYTE3

Somma di controllo

9
73

9
74

BMS

Comando di scrittura: 06h Impostazione Modalit Operativa

RISPOSTA

RICHIESTA

Imposta la Modalit Operativa per l'Unit Interna.


BYTE 1

06h

Id Comando

BYTE 2

04h

Lunghezza Campo Dati (4 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di Indirizzo Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

00h = Freddo, 01h = Deumidificatore,


02h = Caldo, 03h = Ventilazione, 04h = Auto

Dato 4: Modalit Operativa

BYTE 7

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 +


BYTE 5 + BYTE 6

Somma di controllo

BYTE 1

04h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

00h = OK
01h = Formato della struttura errato
02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultato Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di scrittura: 08h Impostazione Ventilazione

RISPOSTA

RICHIESTA

Imposta la ventilazione per l'Unit Interna.


BYTE 1

08h

Id Comando

BYTE 2

04h

Lunghezza Campo Dati (4 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Codice di indirizzo Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Codice di indirizzo Unit Interna

BYTE 6

00h = Bassa, 01h = Media, 02h = Alta

Dato 4: Ventilazione

BYTE 7

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 +


BYTE 5 + BYTE 6

Somma di controllo

BYTE 1

08h

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

00h = OK
1h = Formato della struttura errato
02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultato Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

Comando di scrittura: 0Eh Impostazione Modulo Locale/Centrale

RISPOSTA

RICHIESTA

Imposta il modulo Locale/Centrale per ununit.


BYTE 1

0Eh

Id Comando

BYTE 2

04h

Lunghezza Campo Dati (4 Byte)

BYTE 3

PORTA

Dato 1: Numero Porta CS

BYTE 4

UE

Dato 2: Numero Unit Esterna

BYTE 5

UI

Dato 3: Numero Unit Interna

BYTE 6

00h = Locale, 01h = Centrale

Dato 4: Modulo Locale/Centrale

BYTE 7

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3 + BYTE 4 +


BYTE 5 + BYTE 6

Somma di controllo

BYTE 1

0Eh

Id Comando

BYTE 2

01h

Lunghezza Campo Dati (1 Byte)

BYTE 3

00h = OK
01h = Formato della struttura errato
02h = Operazione fallita

Dato 1: Risultato Comando

BYTE 4

BYTE 1 + BYTE 2 + BYTE 3

Somma di controllo

BMS

75

9.3. INTERVALLO DI RILEVAMENTO DELLA COMUNICAZIONE


CS-NET dovrebbe rispondere entro 500ms dalla ricezione
del comando. Se dopo 600ms dall'invio del comando
CS-NET non ha ancora risposto, necessario inviare
nuovamente il comando.
HARDWARE BMS

In caso di mancata risposta, necessario inviare


nuovamente il comando. Se la risposta OK, viene inviato
il comando successivo. Vedere l'intervallo di rilevamento
di seguito.

600 ms

COMANDO 1

< 600 ms

COMANDO 1

CS-NET

COMANDO 2

RISPOSTA

Esempio di Comunicazione
Lettura della temperatura impostata per la Porta 3 unit
UE 6 UI7:
L'hardware BMS invia la seguente stringa:
05h, 03h, 03h, 06h, 07h,18h
BYTE 1 = 05h

BYTE 2 = 03h

BYTE 3 = 03h

BYTE 4 = 06h

BYTE 5 = 07h

BYTE 6 = 18h

-10 V
0 1 0 1 0 0 0 0 0 1 0 1 1 0 0 0 0 0 0 1 0 1 1 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 1 0 0 0 0 0 1 0 1 1 1 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 1 1 0 0 0 1

+10 V

CS-NET risponde con la temperatura impostata.


Se la temperatura 23C CS-NET invia la seguente stringa:
05h, 02h, 00h, 17h, 1Eh
BYTE 1 = 05h

BYTE 2 = 02h

BYTE 3 = 00h

BYTE 4 = 17h

BYTE 5 = 1Eh

-10 V
0 1 0 1 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 1 1 1 0 1 0 0 0 1 0 0 1 1 1 1 0 0 0 1

+10 V

9
76

BMS

9.4. COLLEGAMENTO TIPICO A UN SISTEMA BMS

BMS

Controller/stazione
remota

LAN BMS

A (connettore generale)

PC
CS-Net

RS-232

B (interfaccia tra BMS e CS-Net)


Unit CA

Interfaccia CS-Net

9.5. FORNITORE DELL'INTERFACCIA BMS


NORTH Communications Ltd
Brighton
PO BOX 2673
BN1 3US
REGNO UNITO
TEL : (+44)(0)1273 694422
FAX : (+44)(0)1273 693340
www.northcomms.com

Sono necessarie due scatole di interfaccia con Punta a


Compasso, una per CS-NET e l'altra per il provider BMS.
Per qualsiasi informazione contattare direttamente
NORTH Ltd.

10

PARAMETRI DELLA MATRICE

77

10. PARAMETRI DELLA MATRICE


10.1. DESCRIZIONE
MAXTAE
Scatti 1C.

Impostazione predefinita
: +20C
Campo 0C ... 40C.

MAXTAE Temperatura ambiente esterna massima per


il riscaldamento in modalit ACH.
1. Queste informazioni forniscono la spiegazione dei dati
mostrati nella finestra Parametri della Matrice (Opzioni,
Matrice). Attraverso questa finestra possibile
controllare la Modalit di
Raffreddamento/Riscaldamento automatico (ACH) per
tutte le unit ad impostazione libera, Utopia G8 ed
Utopia DC Inverter (HRG). La nuova finestra sostituisce
il file 1742.sts. Con la finestra dei parametri Matrice
anche possibile impostare il rango delle unit e
configurare le impostazioni dei punti di bloccaggio per la
configurazione del modulo.
2. Lapplicazione relativa alla versione CS-NET 7.0 e
superiori.
APPLICAZIONE
La Modalit di Raffreddamento/Riscaldamento automatico
(ACH) disponibile solo per le unit Set-Free, Utopia G8 ed
Utopia DC Inverter (HRG). I seguenti dati forniscono i valori
predefiniti.

Il valore MAXTAE deve essere superiore a MINTAE.


ISTF
Scatti 0,1C.

Impostazione predefinita
: +2,0C
Campo 1C ... 2C.

ISTF

Isteresi in modalit AFC per l'avvio


della modalit di raffreddamento con
riscaldamento in funzione.

ISTC
Scatti 0,1C.

Impostazione predefinita
: -1,3C
Campo 1C ... 2C.

ISTC

Isteresi in modalit AFC per l'avvio


della modalit di riscaldamento con
raffreddamento in funzione.

CAMBIO
Impostazione predefinita
: 20min
Scatti 10min.
Campo 20min ... 60min.
CAMBIO

DATI DEI PARAMETRI DELLA MATRICE


USERMIN
Scatti 1C.
USERMIN
Possono essere effettuate modifiche ai valori attraverso
lUnit interna singola, lUnit esterna ed il Gruppo o da tutti
insieme.

USERMAX
Scatti 1C.

Tempo trascorso tra lultima modalit di


funzionamento e la successiva modifica in
modalit ACH.
Impostazione predefinita
: 20C
Campo 0C ... 40C
Temperatura minima impostata in modalit
ACH
Impostazione predefinita
: 25C
Campo 0C ... 40C.

USERMAX Temperatura massima impostata in


modalit ACH
DIFF
Scatti 1C.

Impostazione predefinita
:0
Campo: 0, 1, 2

DIFF

La temperatura impostata viene modificata


tramite la seguente formula se la modifica della
modalit operativa avviene da controllo da PC.
Formula: Temp Imp RCS = Temp Imp RCS + DIFFCambio
Dove:
DIFF

Cambiare
Freddo a Caldo
Caldo a Freddo
Freddo a Caldo
Caldo a Freddo
Freddo a Caldo
Caldo a Freddo

DIFFCambio
0
0
+1
-1
+2
-2

DIFF
MINTAE
Scatti 1C.
MINTAE

Impostazione predefinita
: +10C
Campo 0C ... 40C.
Temperatura ambiente esterna minima per il
raffreddamento in modalit ACH.

La temperatura impostata viene modificata


tramite la seguente formula se la modifica della
modalit operativa avviene da controllo da PC.
Formula: Temp Imp = Temp Imp + DIFFCambio
Dove:
DIFF

Il valore MINTAE deve essere inferiore a MAXTAE.


2

Cambiare
Freddo a Caldo
Caldo a Freddo
Freddo a Caldo
Caldo a Freddo
Freddo a Caldo
Caldo a Freddo

DIFFCambio
0
0
+1
0
+1
-1

10
78

PARAMETRI DELLA MATRICE

REGOLAZIONE DELA TEMPERATURA MINIMA.

La temperatura minima impostata permessa sia in modalit


locale che in modalit centrale. In modalit ACH nel caso in
cui il valore USERMIN sia superiore alla Temperatura
minima impostata, il valore attuale usato dovr essere
quello USERMIN.

REGOLAZIONE DELA TEMPERATURA MASSIMA

La temperatura massima impostata permessa sia in


modalit locale che in modalit centrale. In modalit ACH
nel caso in cui il valore USERMAX sia inferiore alla
Temperatura massima impostata, il valore attuale usato
dovr essere quello USERMAX.

TEMPERATURA

Attiva o disattiva il bloccaggio dellimpostazione della


temperatura. Quando limpostazione della temperatura
bloccata non possibile modificarla dalla configurazione del
modulo. Anche se limpostazione della temperatura viene
modificata localmente torner allo stato selezionato nella
configurazione del modulo.

VENTILAZIONE

Attiva o disattiva il bloccaggio dellimpostazione della


velocit del ventilatore. Quando la velocit del ventilatore
bloccata non possibile modificarla dalla configurazione del
modulo. Anche se questa viene modificata localmente
torner allo stato selezionato nella configurazione del
modulo.

MODALIT

Attiva o disattiva il bloccaggio della modalit di


funzionamento. Quando la modalit di funzionamento
bloccata non possibile modificarla dalla configurazione del
modulo. Anche se questa viene modificata localmente
torner allo stato selezionato nella configurazione del
modulo.

PULSANTE KEY VISIBILE

Quando attivato, i pulsanti


e
appaiono nella
configurazione del modulo. Questi pulsanti hanno lo stesso
significato dei seguenti punti. Se non sono visibili
limpostazione possibile solo per la modifica dai parametri
della matrice.

PARAMETRI DELLA MATRICE

10
79

10.2. MODALIT OPERATIVA AUTO FREDDO/CALDO


Nella modalit di riscaldamento/raffreddamento automatica
(ACH) richiesta dalle unit interne, la CS-NET prima di tutto
verificher che lUnit esterna sia FS/FS2/FS3/FSG/HG/HRG
(FS#/HG/HRG) o FX/FX3/FXG (FX#)prima di decidere se
sia necessario cambiare modalit. CS-Net effettuer quindi i
calcoli necessari per decidere la modalit successiva:
FS#
CS-Net prender in considerazione tutte le unit interne
relative alla stessa unit esterna, anche se la modalit ACF
non stata richiesta da alcune delle unit interne. CS-Net
effettuer quindi i seguenti calcoli:
Diff temp(1) = temp aria ripresa(1) temp di impostazione(1)
Diff temp(2) = temp aria ripresa(2) temp di impostazione(2)
.
Diff temp(n) = temp aria ripresa(n)1 temp di impostazione(n)
Diff temp
= (Diff temp(1) + Diff temp(2) + ... +
Diff temp(n)) / n
Dove:

Diff temp(i) = differenza di temperatura tra la


Temperatura Aria Ripresa (vedere anche la
sezione 4.3.4) e la temperatura impostata
dell'unit interna numero i
n

= numero di unit interne sulla stessa


unit esterna

Diff temp = media delle differenze di temperatura


di tutte le unit interne.
FX#
Se pi di ununit interna collegata alla stessa Unit CH,
CS-Net considera tale Unit CH come unit esterna FS#.
CS-Net eseguir questi calcoli soltanto per le unit interne
in modalit AFC. CS-Net eseguir quindi il seguente calcolo
per ogni unit interna indipendente:
Diff temp = temp aria ripresa (vedere anche la sezione
4.3.4) temperatura impostata
Questa Diff temp verr utilizzata per decidere la successiva
modalit operativa di tutte le unit interne FS#, di tutte le
unit interne collegate alla stessa Unit CH o di unit
interne FX# indipendenti.

Quando in sistemi FS# o gruppi di Unit CH stata


selezionata la modalit AFC, CS-Net controller tutte le
unit interne. Se un'unit in modalit di controllo locale
e il sistema deve cambiare modalit, CS-Net passer
al controllo da PC, cambier la modalit operativa e la
riporter in controllo locale. CS-Net impiegher circa
10 minuti per completare la procedura.
La temperatura impostata utilizzata per calcolare il valore
Diff. temp sar:
- La temperatura impostata selezionata da CS-Net quando
l'unit interna gestita tramite controllo da PC.
- La temperatura impostata selezionata dall'utente quando
l'unit interna gestita tramite controllo locale.
Se la temperatura inferiore al valore USERMIN,
verr utilizzato quest'ultimo.
Se la temperatura superiore al valore USERMAX,
verr utilizzato quest'ultimo.
Il valore MAXTAE deve essere inferiore alla temperatura
equivalente del Bulbo Asciutto (BA) della portata massima
di temperatura dell'ambiente esterno per la modalit
di riscaldamento:
Campo massimo temperatura ambiente per la modalit
di riscaldamento = 15,5 BB
Temperatura equivalente del bulbo asciutto:
Umidit relativa 95% = 16 BA
Umidit relativa 77% = 18 BA
Umidit relativa 62% = 20 BA
Umidit relativa 50% = 22 BA ecc

11
80

DOMANDE E RISPOSTE

11. DOMANDE E RISPOSTE


DOMANDA

RISPOSTA

CS-NET funziona senza


un controller remoto
PC-2H o PC-2H2?

Per attivare alcune funzioni necessario l'uso del controller remoto. Questo vale per sistemi
UTOPIA e SET FREE
1. Nelle modalit Auto F/C e Caldo, necessario disattivare la compensazione di 4C;
diversamente si creerebbe un conflitto con CS-NET durante l'uso delle modalit Auto
F/C o Caldo. La disattivazione possibile soltanto con PC-2H o PC-2H2 (per ulteriori
dettagli vedere il Manuale di Manutenzione). Se il sistema viene utilizzato soltanto
per la refrigerazione o in presenza di sensori remoti (non applicabile a RPK serie
FSGM), il funzionamento pu essere controllato anche soltanto da CS-NET. Vedere
anche le sezioni 4.3.4 e 4.7.
2. Le funzioni On/Off remoto di CN 3 e CN 4 sono attive soltanto quando installato un
controller remoto PC-2H oppure PC-2H2, perch il segnale On/Off passa attraverso
il controller remoto.
Se non richiesta alcuna delle funzioni sopra elencate, il sistema funzioner anche
soltanto con CS-NET.
Per ulteriori informazioni consultare le tabelle presenti alla fine della sezione 4.

CS-NET funziona anche


soltanto con PC-5H?

PC-5H non in grado di disattivare la compensazione di 4C, quindi non possibile


utilizzarlo con CS-NET in modalit riscaldamento o modalit automatica senza l'uso
di un PC-2H2.

Le unit a parete RPK


serie FSGM sono fornite
generalmente con
un telecomando a
infrarossi. Quali sono le
interazioni con CS-NET?

CS-NET non riconosce tali unit RPK nella loro forma standard. quindi necessario
scollegare il connettore ricevente a infrarossi CN25 sulla scheda di circuito stampato
e collegare un controller remoto a cavo PC-2H2, oppure un'unit ricevente a infrarossi,
al CN13.

Utilizzando il Timer,
possibile avviare le
unit da controllo da PC
ad una determinata
ora del mattino per poi
gestirle da controllo
locale per il resto
della giornata?

Si. Se, ad esempio, l'ora di avvio per le unit impostata alle 08:00 in modalit di
raffreddamento, a 22C e da controllo da PC; possibile impostare una seconda
ora alle 08:10 con le stesse impostazioni, ma senza attivare il controllo da PC (nella
programmazione del timer verr visualizzato Loc). Quando viene effettuata la selezione
per passare al controllo locale e si fa clic su Imposta Timer, viene visualizzato il seguente
messaggio.

Il messaggio significa che nel controllo da PC necessario selezionare un'ora per passare
successivamente al controllo locale come descritto nell'esempio.
Fare clic su OK per salvare la selezione.
Quante differenti
impostazioni del timer
sono possibili al giorno
per ciascuna unit?

Fino a 60 impostazioni per unit.

C' un intervallo minimo


di tempo tra
impostazioni
consecutive del timer ?

Si, 10 minuti.

DOMANDE E RISPOSTE

11
81

DOMANDA

RISPOSTA

Cos' la compensazione
di 4C?

La maggior parte delle unit per il condizionamento dell'aria sono montate in alto, sul soffitto
o appena al di sotto. In modalit di riscaldamento, l'aria calda rimane in alto quindi l'aria che
giunge al sensore dell'unit ha una temperatura superiore a quella presente ad altezza
d'uomo. Per compensare tale effetto di stratificazione, nel calcolo dei parametri di controllo
vengono internamente aggiunti 4C al set point.

CS-NET funziona con


i controller remoti a
infrarossi opzionali per
tutte le unit interne?

Si. L'unit ricevente collegata a CN 13 sulla scheda di circuito stampato che il consueto
collegamento per il controller remoto. CS-NET pu quindi accedere al sistema.
Nota: le informazioni inviate da CS-NET non appariranno sul controller remoto cos come i
codici di guasto o le informazioni relative al controllo del filtro. I codici di guasto saranno
disponibili soltanto su CS-NET o sul display a 7 segmenti nell'unit esterna.

Per mettere in funzione


UTOPIA e SET FREE
insieme su un CS-NET,
necessario utilizzare 2
programmi separati?

No. necessaria un'interfaccia separata per UTOPIA, per FS/FS2/FX e FS3/FSG/FXG, ma


tutti e tre i sistemi funzionano con un unico software CS-NET. Se le porte seriali e la scheda
ISA sono stati programmati correttamente in Impostazioni, tutte le unit sono visualizzate
nella stessa schermata.

Se si spegne il
computer si spegne
anche il sistema?

No, il sistema continua a funzionare in base alle ultime condizioni impostate.


- Sistemi UTOPIA/FS/FS2/FX con PC-2H:
non sar possibile modificare localmente le impostazioni; le unit possono essere
soltanto attivate e disattivate localmente.
- Sistemi FSG/FS3/FXG/FX3 con PC-2H2:
il controllo da PC si disattiver dopo un breve periodo di tempo, consentendo il
controllo locale.

possibile
programmare CS-NET
per l'estate e l'inverno?

Si. possibile salvare la Configurazione Auto completata con 2 nomi di file differenti,
uno per l'estate e uno per l'inverno. Ciascun file pu essere programmato e salvato
separatamente. All'inizio di ogni stagione, il file corrente viene chiuso e il file relativo alla
nuova stagione viene aperto ed avviato. Il sistema si adatter quindi alle condizioni della
nuova stagione.

In caso di guasto nel


computer quando il
sistema in modalit di
controllo da PC, in che
modo possono essere
modificati i parametri?

possibile passare il sistema al controllo locale disattivando le unit interne ed esterne


per poi riattivarle. Le unit vengono quindi gestite dai controller remoti a livello locale.

12
82

INDIVIDUAZIONE GUASTI

12. INDIVIDUAZIONE GUASTI


PROBLEMA
Si verifica
frequentemente
un errore di
comunicazione
anche se il sistema
funziona
normalmente.

POSSIBILE CAUSA
a. La lunghezza dei cavi prossima a
quella massima consigliata, perci se il
voltaggio della rete di distribuzione si
riduce in seguito a richieste elevate, ne
deriva una caduta di tensione con
conseguente errore nelle comunicazioni.

SOLUZIONE
a. Ridurre se possibile la lunghezza dei cavi,
oppure sostituirli con cavi aventi sezione
trasversale maggiore per ridurre la caduta
di tensione.
b. Controllare tutti i collegamenti dei cavi
ed eventualmente ripristinarli.

b. L'errato collegamento dei cavi produce


una caduta di tensione, anche se la
lunghezza dei cavi quella consigliata.
a. Il LED verde
dell'interfaccia
esterna non si
accende.
b. Il LED giallo
dell'interfaccia
esterna non si
accende oppure
lampeggia
continuamente.
Dopo il
completamento
della configurazione
automatica, non
stata rilevata alcuna
unit.
Configurazione Auto
non rileva tutte le unit
installate.

a. Il trasformatore o l'interfaccia sono


danneggiati o il contatto non corretto.
b. Non si ha comunicazione tra l'interfaccia
e la prima unit oppure stata
selezionata la porta seriale errata.

La configurazione della porta CS


errata. La porta di comunicazione e
l'interfaccia non sono stati impostati
correttamente.

a. La lunghezza dei cavi superiore a


quella massima consigliata, perci se il
voltaggio della rete di distribuzione si
riduce in seguito a richieste elevate, ne
deriva una caduta di tensione con
conseguente errore nelle comunicazioni.
b. Errato collegamento dei cavi che
produce una caduta di tensione, anche
se la lunghezza dei cavi quella
consigliata.
c. Un sistema collegato in maniera
indipendente dalla connessione H-link.
Pertanto, CS-Net non riconosce tali
unit.

a. Se il trasformatore fornisce una tensione


di 12V e i contatti sono corretti, sostituire
l'interfaccia. Se il trasformatore non
fornisce una tensione di 12V, sostituirlo.
b. Controllare i collegamenti tra l'interfaccia
e la prima unit ed accertarsi che i
collegamenti rispettino le istruzioni di
cablaggio fornite nel manuale. Se i
collegamenti sono corretti, sostituire
l'interfaccia.
Impostare la porta CS seguendo le
indicazioni fornite nel capitolo ## e
riavviare la Configurazione Auto.

a. Ridurre se possibile la lunghezza dei cavi,


oppure sostituirli con cavi aventi sezione
trasversale maggiore per ridurre la caduta
di tensione.
b. Controllare tutti i collegamenti dei cavi
ed eventualmente ripristinarli.
c. Controllare i collegamenti H-Link di tutte
le unit non rilevate da CS-Net.

INDIVIDUAZIONE GUASTI

FINE DEL DOCUMENTO

12
83

Hitachi Air Conditioning Products Europe, S.A.


Ronda Shimizu, 1 - Polg. Ind. Can Torrella
08233 Vacarisses (Barcelona) Espaa
ISO 9001 certified by AENOR, Spain

HITACHI is participating in the EUROVENT Certification Programme.


Products are as specified in the EUROVENT Directory of Certified
Products.

Products are manufactured according to the ISO certification system.


Air Conditioning Systems Operation, Shimizu-shi,
Shizuoka-ken, Japan: ISO9001 certified by JQA, Japan

Hitachi Air Conditioning Products (M) Sdn. Bnd.


Lot No. 10, Jalan Kemajan Bangi Industrial Estate
43650 Bandar Baru Bangi
Selangor Darul Ehsan, Malaysia
Certification ISO 9001, Malaysia

TCIT0034-rev.1 - 10/05 - Printed in Spain