Sei sulla pagina 1di 19

Giovaniinrete

Vai a letto!,No,altricinqueminuti.,Basta,seiinpunizione!questesonole
conversazioni che sipossonosentire frequentementealle 9di serain unafamiglia
qualunquein cuii figlihannoalmeno unapparecchiotecnologico. Sembraproprio
che la nuovagenerazione diadolescenti siadipendentedallenuovetecnologieeci
giocano frequentemente, a discapito, molte volte degli amici e dellaria aperta.
Passano sempre pi tempo attaccati ai videogiochi, o al computer sui social
networkoin rete.Parlanocongliamicisoprattuttodigitalmentequandononsono
a scuola.Lofannoperchsulcomputersisentonopisicuri,perchlepersonecon
cui comunicano non vedono se arrossiscono e sono pi disinvolti. Ma le persone
non vedono neanche quando linterlocutore si offende per un insulto, o per una
presa in giro. Poi il pubblico di spettatori pu esserepivasto, pu essere anche
tutto ilmondo.sesi subisconoatti di bullismoinclasse,sipucambiarescuolaela
storia finisce. Ma se latto dibullismo losi subisce suInternet, allora anche tutti i
ragazzi di tutte le scuole del paese sapranno della figuraccia che si fatta. E
cambiare scuola sarebbe inutile. Navigare su Internet pericoloso. Me ha anche
dei vantaggi. Su internet le informazioni viaggianomoltovelocemente,e percici
si pu aggiornare sugli ultimiavvenimenti con un clic.Ultimamenteinternet offre
nuovi materialiper la didattica,come Prezi, unalternativa al classico PowerPoint,
usato come per le presentazioni. Edmodo, una piattaforma digitale in cui prof e
alunni possono rimanere in contatto e scambiarsi lavori e ricerche tramite
computer. Malaccesso a tutte questeinformazioni e immaginirendepifrenetici
e meno riflessivi i ragazzi i ragazzi. In internet la quantit di materiale a
disposizione tale che si spontaneamente portati a cliccare sui link eadaprire
sitiinmodofreneticoevelocesenzaprendersispessoiltempoperrifletteresuuna
informazione che subito ne arriva unaltra. I giovani non sanno praticamente pi
svolgere lavori manuali perch sono stati abituati fin da piccoli a premere tasti e
vedere schermi luminosi. Negli ultimi anni stato introdotto un nuovo modo di
usare internet: i giochi online. I giovani ne sono appassionati perch possono
giocare con i loro amici e con giocatori di tutto il mondo, il che vuol dire
confrontarsi. Inoltre in questi giochi c la possibilit di parlare con lutente
avversario o addirittura sentire cosa dice quando vieneeliminato.Inoltre inmolti
giochi si ricevono dei premi che si possono sbloccare solo dopo un tempo
prestabilito: tre ore,ottoore, dodici oreinsomma scandiscono lagiornata diun
ragazzo. Altri attiraadolescenti sono social network: Instagram, Facebook,
Twitter, Snapchat. Sono i nomi delle app pi famose per chattare, postare foto,
discutere. Quasi tutti gli adolescenti hanno almeno un account in un social
network. Ma anche questi possono influenzare negativamente i ragazzi:
diminuiscono i rapporti umani, perch preferiscono chattare con gli amici che

uscire fuori di casa. In pi si pu sempre essere vittima dei bulli digitali, del
cyberbullismo e si possono incontrare pedofili. I social network possono essere
pericolosi. Nonci si deve mai fidare diunapersona conosciutasuinternet.Sideve
stare attenti alluso delle nuove tecnologie, perch se fuori controllo possono
indurre dipendenzapercui si devono stabilire delleregolesulluso deglistrumenti
digitali. bene non giocare pi di unora e mezza al giorno, non diffondere dati
personaliaglisconosciuti.Cisideveproteggerepernoncaderenellarete!

La rivoluzione del web


Internetha senzaltrorivoluzionatola societmodernanegliultimianniinfluenzandoneirapporti
sociali, quelli economici e persino politici; motori di ricerca, siti e social network hanno creato
nuoveopportunitdilavoroinunmondosemprepidominatodasmartphoneetecnologiesimili.
In questi decennilavventodeicomputerediinternet hadatoinizioadunanuovaera. Nel mondo
ormaicisonopidiunmiliardodicomputerechinonnehaalmenounoacasa?
Dietroalprogressopersinascondonoipericoli,laltrafacciadelladellamedaglia.
Questomondovastissimoportaconsvantaggi,maanchesvantaggi.
Molti ragazzi trascorrono troppe ore davanti ad un video, infatti stare davanti al pc e navigare
costantementepucreare dipendenzaeprovocaregravidisturbi alla persona,comelisolamento
dallarealtchecicircondaediconseguenzalaperditadelleamicizie.
Molti giovani preferiscono crearsi falsi profili e conoscere amici virtuali perch la loro nuova
identitspessopreferibileaquellareale.
Ilproblemadelladipendenzanoncolpiscesoloigiovani,maanche gliadulti;famosoilproblema,
o per meglio direla malattia del gioco dazzardoonline sonosempredipi i siti che risucchiano
glistipendi.
Inoltre c anche il giro degli affari online: prodotti venduti a prezzo stracciato su Amazon ed
eBay;offer5tedellultimaora,pubblicitemoltoaltroancora;ilwebhacreatoun nuovomodello
di business; che anche in questo caso nasconde delle insidie: basti pensare agli ingenui che
vengono truffati tramitelinkepubblicitingannevolio a coloro acuivengonorubatidatisensibili
dahackereprofessionistidelcomputer.
In ogni casoluso di internet presentadeigrandissimivantaggi:penso chesia unottimomezzodi
ricerca;possibileinfattitrovarelepisvariateinformazioni.
Personalmentesedevosvolgereunaricercailprimostrumentocheutilizzopropriointernet.
Attraversolaretepossiamoconoscere persone da tuttoilmondoe,diconseguenza,leculturedel
nostropianeta;possiamodirecheunasortadifinestrasulmondo.
Possiamoinoltrescaricarequalsiasifile:dacdmusicali,agiochi,software,immaginievideo.

Non si pu mettere in discussione il fatto che internet offra maggiori possibilit di scambio e
confronto, e che garantisca grandi occasioni di socializzazione per sconfiggere la solitudine, per
questoisocialnetworkcomeFacebookhannospopolatofragliadolescenti.
La vita delluomomodernostata sicuramente condizionata espessomiglioratadagrandicolossi
comeGoogleeFacebook.
Macomepossiamodifendercidalleinsidiedellarete?
Alcune semplici regole da rispettare ci sono, ma forse noi,generazione digitalenon sempre le
consideriamo.
In siti particolari importante la prudenza, soprattutto nello scambio di informazione e dati
personali.
Fareattenzioneallidentit,nonsemprechisitrovadallaltrapartechidicediessere.
Nonpubblicarefotoevideodialtrisenzailloroconsenso.
Queste sono poche ma semplici regole che possiamo adottare durante la navigazione online;
importanteessereconsapevolideirischiedeipericolichelaretecipuriservare.
Non pensochei socialnetwork sianoil male assoluto,anzicredocheabbianocambiato anchein
megliolavitadellessereumano,rendendolaradicalmentecomoda;oraognunodinoidavvero
cittadinoinunmondoglobalizzatoericcodigrandisfideeopportunit.
Ilpuntochenoi decidiamo cosa fare, dellanostra vitaenoisoltantoesercitiamodirittiedoveri
su di essa. Luomo insomma pu scegliere di essere consapevole,e comportarsi diconseguenza
cos come pu scegliere di vivere da incosciente, schiavo della rete; questo sempre stato
possibileesemprelosar;anchequantoisocialnetworksarannosostituitidaqualcosadinuovoe
piavanzato.
Latecnologiaunincredibilerisorsa,manecessarioregolamentarelusochesenefa.

ATTENZIONEANAVIGARESENZASALVAGGENTE

Oggi gli interessi dei ragazzi sono cambiatiprofondamente,infatti glioggettitecnologicicomeilcellulare


assumonoruolifondamentalinellalorovita.

chiaro che con chate videomessaggi natanatounnuovotipo dicomunicazione,sintetica,concisae


veloce; dove c poco spazio perriflettere, dove prevale lasuperficialitela concretezzadeimessaggi.Il
telefonoilsimbolodellagenerazionexeglismssonoilpuntodisvolta.
Oggi il 75% degliadolescenti usa chat e messanger; il41%haunsuobloge80%abituatoa navigaresu
youtube. Molti adolescenti, nelleradigitalefanno usodi social network, comeFacebook; essi sono reti
sociali destinate a comunit di soggetti; per accederea essibastacrearsiun proprioprofilo personale.
Per i social network possono costituire anche pericoli perche sono finestre aperte sul mondo e
bisognausarliconprudenza.

Per prevenireipericolinecessariocheibambinipipiccoliusinointernetin presenzadiadulti;mentre,


perunusoresponsabileindispensabilelimitarnelusoeimpedirelaccessoasitipericolosi.
Lapertura mentale la prima tra le conseguenze legate alluso delle nuove tecnologie e della
globalizzazione.
Inoltre una volta la condivisione delleideeavveniva solo allinterno del proprio gruppo famigliare o di
lavoro, oggiinvece si possonocondividere informazioni con tuttieinmanieraistantaneaequestosenza
dubbioarricchente.
La comunicazione non si limita solo alle parole, ma pu essere espressa tramite immagini e suoni,
attraverso la condivisionedifoto evideo.
Persipossonopresentareproblemiattraversoladiffusionedi
datipersonalisuinternetcomelefalseidentitchevengonocreaterubandoiprofilidialtrepersone.
Inoltreper igiovani isocialnetworkrappresentanodelleestensioniallapossibilit dicomunicazionecon
lealtrepersonechedefinisconoamici.Masipossonodefinireamicilepersonechesiincontranoonline?
Un altro problema legatoalla difficolt di stringere relazioniverecon gliatricoetaneimasolovirtuali,
magari nascondendosi dietro afalse identit perforniredisstessiunimmaginefintaperchnonsono
soddisfattidellaloroidentit
.
Cisonoadolescentichepreferisconoivideogiochianzichisocialnetwork.
Leorepassatedavantiadessipossonoportareallindipendenza.
Inoltre, si comincia ad usarli perch lo fanno tutti, per entrarea fare parte di un gruppo e per sentirsi
accettati.La scarsa quantit diregole e di controllo da parte dei genitori, bassa autistimaelasolitudine
diventanofattoricheinduconoigiovaniadiventareindipendenti.
Gli studiosi hanno sottolineato che la maggior parte dei ragazzi che giocano hai videogiochihanno un
carattereintroversoetimido.
La diffusione sempre pi rapida dellenuovetecnologienellavitadegliadolescentinecambiamentalite
modidipensare?
Gli scienziati pensano che la generazione x abbia meno pensiero riflessivo, che risponda a domande
impulsivamenteeabbiapiprontezzaneiriflessi
.
Linnovazione ha sempre portato a cambiamenti e anche il campo dellatecnologia presenta vantaggi e
svantaggi.
I principali vantaggi sono: aiuta a comunicare a distanza; aiuta a socializzare; accessibile a tutti nei
paesisviluppatiepermettedireperireinformazionicongrandefacilit.
Le nuove tecnologie presentano anche svantaggi perch espongono a molti rischi e pericoli: il cyber
bullismoagiscedietroloschermoecolpiscelepersonepideboli.
Il computer pudanneggiarelavistaepualterareil sonno.Moltepersonesostengonochesvolgeredue
opiazioninellostessoistanterendalagenerazionexpiproduttivaemenostressata.
Altrisostengonocherendonolavitapiconfusaeiragazzipisuperficialiemenoattenti.
Secondo il futurologo Lanciniinveceilmultitaskingaiutaareperirepiinformazioni.Lhomosapienssi
trasformatiinhomozappiensnelleradigitale.
Quindiattenzioneanavigaresenzasalvagente.

GIADAZANNONI.

MazziRiccardo3

Navighiamoconlatesta

Internet: una rete infinita affascinante e ricca di informazioni che per cela al suo interno
pericolierischidanonsottovalutare.Unafinestrasulmondodoveparlarecongli amici
possibilefarlo intemporeale,dovesiamocontinuamentebombardati daunaseriedibit,
composti da uno e zero, che il computer o il cellulare ci trasforma in immagini, video e
informazioni.Internet,unmaregigantescodovebisognafareattenzioneanonaffogare.
Lenuovetecnologieoffronosvariativantaggi.Infattidisponiamodiunaquantitimmensadi
informazioni. Possiamo effettuare ricerche o approfondire argomenti. Grazie alle nuove
tecnologie abbiamo la possibilit di trovare qualunque cosa chiediamo. Come sostiene lo
studiosoMatteoLancini,grazieadInternetabbiamounaculturageneralepivastae,quindi,
siamo pi intelligenti ed informati. Grazie allapossibilitdiparlare inmodoistantaneocon
una persona, ovunque essa sia, siamo anche pi estroversi. Per non parlare delle
agevolazionicheInternetele nuove tecnologiecioffrono. Possiamo,peresempio,ordinare
e farearrivaredirettamenteacasanostramercediqualunquetipograziealfamosissimosito
Internet Amazon. Possiamo, come gi detto prima, annullare le distanze e, utilizzando la
piattaforma Skype, un microfono ed una webcam, effettuare video chiamate restando in
contatto con amici o parenti lontani da noi. Patrizia Greenfields sostiene che le nuove
tecnologie sviluppino nuove capacit cognitive, per esempio giocando ad un videogioco,
mentre l'astrofisico Stephen Hawking pensa che la generazione digitale rappresenti
l'evoluzione dell'uomo e che le nuove tecnologie genereranno una nuova specie pi
intelligente, che prender decisioni in modo automatico e pi strategico quasi come un
computer. Il futurologo Don Tapscott, dopo aver eseguito uno studio interrogando alcuni
ragazzi, ha osservato i risultati ed giunto alla conclusione che il multitasking migliora le
capacitdiapprendereinformazioni.Tuttavia,parechestiadiminuendolacapacitriflessiva
e di analisi dei problemi. Le nuove tecnologie ed Internet si stanno diffondendo intuttoil
mondo per la loro facile accessibilit e per i vantaggi che comportano. In Italia, i nativi
digitali, la prima generazione cresciuta con Internet,computerecellulari, sonosemprepi
connessi.UnostudiodelprogettoLiveMemoriesdell'UniversitdiTrentochehacoinvolto
852 studentidellescuolesuperiori,haraccoltoeanalizzato alcunepercentuali sicuramente
oggicresciute.Il93,3%deglistudentihalaconnessioneacasa,il77,4%navigasuInternetda
solo,il73%haimparatoadusare ilcellulareoilcomputerdasolo,il63,4%usaInternetper

messaggiarecongliamici,il26,55% incontragliamicisuInternetmenteil63,1%neiluoghi
pubblici.Il19%hafattoamiciziaonlineconpersonecheconosce.
Solol'1%nonpossiedeuntelefono.AncheiSocialNetworksonosemprepidiffusi,infattiil
77% usa frequentementeYouTubee il67%deiragazzi haun profiloFacebook.Inmediaun
adolescenteinvia53SMSalgiorno.TuttiquestidaticonfermanoilgrandeutilizzodiInternet
in Italia dapartedegliadolescenti.Epuessereun problemase questiragazzi naviganoda
soli, a causa dei tanti pericoli che si nascondono nel Web. Uno dei pi diffusi il
cyberbullismo.Infattiunragazzinosudiecivittimadiinsulti,offese,minacceepreseingiro
da parte dei cyberbulli. Il cyberbullismo una forma pi grave del bullismo perch su
Internet sitrovaunpubblicomaggiore,nonsihannomomentiditreguaperchsiconnessi
continuamente ed sempre pi difficile per la polizia postale rimuovere le foto e video e
offensiviperlavittimaediconseguenzascovareicolpevoli.Altriproblemisonoilsextingela
pedofilia. Nei social network si possono trovare persone malintenzionate che cercano di
convincereragazzineadolescentiadinviarefotonude.Questiproblemisonotuttorapresenti
nonostante gli sforzi della polizia postale. Mentre utilizziamo le nuove tecnologie o
giochiamo i videogiochi rilasciamo dopamina nel corpo che crea dipendenza. Se non si
controllati dai genitori e orari illimitati, la dipendenza siaggravae i videogiochidiventano
comeunadroga. L'americanoNicholasCarrsostienechelenuovetecnologiecirendonopi
stupidi.Secondo questateoria,confermatadallastudiosaNoraVolkow,lenuovetecnologie
cifannopensareinmodopisuperficiale.SecondoJohnMolinaeJordanGrahamacausa
delmultitaskingcheabbiamoatteggiamentisuperficialiecommentiamopierrori.Unacosa
certa: ipericoli suInternet sarannopresentisempreeperquestodobbiamoimpegnarcia
prevenirli.Quigenitori hannounruolochiaveperchdevonoimporreaiproprifigliregole
e orarida rispettare. Inoltredovrebberocontrollarliperevitarecheepisodidicyberbullismo
rimangononascostiecontinuinopertroppotempo.

Internet: una spina nel fiancoountrampolinodi


lancio?
Ilmondostacambiando.Eunacosarisaputacheilnostromondosiasempre
in continua evoluzione e aggiornamento, grazie al susseguirsi di scoperte in
camposcientifico,tecnologicoeculturale.
Una dellepirecentirivoluzioniriguardailsettoredellenuovetecnologie,che
comprendono Internet, cellulari, computer, videogiochi e molto altro, i quali
hanno avuto un enorme impatto sulla vita e sulla psiche dei giovani nati in
questera:inatividigitali.

Nel mondo sono sempre di pi i giovani che ne fanno uso, anche fin da
piccolissimi, per giocare online, svagarsi un po ascoltando la musica o per
condividereimmagini,frasiemomentidivitaquotidianacongliamici.
Secondo unindagine condottasu studentidai12 ai 14anni dallUniversit di
trento, il 77,5% di questi usa Facebook e YouTube e il 99,3% ha una
connessioneacasa.
Ma sei giovani stanno sempre attaccati al computer o al cellulare, se sono
sempre connessi, se preferiscono messaggiarsi piuttosto che incontrarsi di
persona che fine faranno i rapporti di amicizia? Cosa succeder ai libri e ai
giornaliormaiconsideratiobsoleti?Cosasuccederairagazzi?
Sono queste le domande che tutti si pongono, e ovviamente come in tutti i
dibattiti,moltepersonesischieranoindifferentiposizioni.
Molti studiosi, come lamericano Nicholas Carr, pensano che Internet ci stia
facendo diventare stupidi, superficiali e incapaci di concentrarci o di
distinguere uninformazione importante da una irrilevante. Per di pi stato
scoperto che luso eccessivo della tecnologia rilascia un ormone chiamato
dopamina che condiziona il nostro cervello e crea dipendenza, facendoci
diventare ossessionati e nervosi, ma, soprattutto, incapaci di allontanarci da
video,giochionlineoSMS.
Inoltre, secondo molti studi,Internet stacambiando il nostro cervello e modo
di pensare e reagire perch ci tiene in uno stato di continua tensione e
iperstimolazione.
Secondo il celebre Stephen Hawking lumanit entrata in una nuova fase
evolutiva(dahomosapiensahomozappiens).
Altri invece, come la psicologa Patricia Greenfield, pensano che computer e
videogiochi stiano migliorandola nostra intelligenza spaziovisuale elanostra
capacitdirispondereinmodoistintivoaglistimolimigliorandoinostririflessi.
Alla fine per, che si sia contro o a favore delle nuove tecnologie, bisogna
sempre ricordarsi che non la tecnologia a essere nociva, ma luso che se
nefa.
Bisognerebbe trovare, perci, il giusto equilibrio tra Internet e le relazioni
interpersonali faccia a faccia, i libri, lo sport e lo studio e navigare inretein
modo coscienzioso e responsabile per riuscire a godersi i vantaggi della
tecnologia senza rischiare di diventaresuccubi o di incapparein altri pericoli
legatiallarete.
Infattinon esiste soloilpericolodidiventaredipendentiodisolarsidalmondo
reale, si pu anche diventare soggetto di minacce e insulti da anonimi
cyberbullichetormentanolavittimagiornoenotte.
Si pu venire raggirati da uomini adulti, spessomolto pi grandi di chi viene
contattato, i qualiallinizio dedicanopoesiee decantano illoroamoreperpoi

chiedere a delle minorenni di mandar loro foto provocanti. Inoltre si pu


incorrere nel rischio che hacker e navigatori pi esperti rubino i nostri dati
personali o entrino nel conto delle carte di credito ai pi inesperti di
tecnologia,rubandoilorosoldi.
Proprio per questo bisogna stare sempre attenti quando si naviga in rete e
seguire alcune regole: non diffondere mai foto o dati personalipropri ealtrui
non comunicare a nessuno la password del proprio account usare sempre
nickname e passworddiverseenonaccettarerichiestediamiciziadapartedi
sconosciuti, perch un mare calmo pu trasformarsi velocemente in una
terribile tempesta e in quel caso il naufragar in questo mare non sarebbe
affattodolce.

Arianna
Montalti

SPEGNI IL COMPUTER, RIACCENDI LA


TUA VITA

Le nuove tecnologie sono un incredibile mezzo di comunicazione, svago, ma se non vengono


utilizzatecorrettamente,possonotrasformarsiinunaveraepropriaarmaletale.
Internet una fonte eccezionale di informazioni, eppure, talvolta, pu diventare una barriera,
impedendoaigiovanidirelazionarsieviverenellarealt.
Il continuo scorrere di informazioni, spesso, non permette ai ragazzi di cogliere i significati
impliciti, di leggerli in modo critico e di rielaborarli. Si viene a creare cos una generazione
superficialecheassorbeleinformazioniinmodopassivoeacritico.
La tecnologia non pi uno strumento, ma diventa uninterfaccia sulla realt afferma
Annamaria Roncoroni, neuropsicologa e coordinatrice del Laboratorio sul talento e la
plusdotazionedellUniversitdiPavia.
Alcuni esperti sono convinti che la modifica del funzionamento cognitivo faccia parte
dellevoluzioneumana:sisviluppanonuovecapacitaspesedialtre.
Alcontrario,Di Giovanni,giornalistadelquotidianolocaleLOsservatoreRomanosostienechele
nuove tecnologie debbano essere affiancate dai tradizionali metodi di apprendimento, come la
letturadilibriegiornali.
NonpossiamocomunquedimenticarecheInternetstainvadendolavitaodierna.
Dai dati raccolti dalluniversitdiTrento emerso che il93,3%deiragazzicoinvoltinellastatistica
haunaconnessione internet acasa, il77% usainternet da solo, il 26% haconosciutoalcuniamici
mediantelaretedelWeb.

Questi nativi digitali(lagenerazionenataallepocadiinternet)siabituanoaunasovrastimolazione


di contenuti che li porta a disorientarsi o, al contrario, a sviluppare lincredibile dono
dellobiquit e del multitasking: il corpo in un posto e la mente in un altro. Alcuni studiosi
ritengonochesitrattidiuna moltiplicazione di abilit, malgradocisonodellavvisocheigiovani,
per risparmiare tempo, si dedichino a piattivitcontemporaneamente colrischio,per, di non
concluderneneancheuna,diminuendolacapacitdianalisiediriflessione.
La tecnologia sta riprogrammando le nostre menti sostiene Nora Volokow, una tra i maggiori
esperti del sistema nervoso centrale.Gli stimoli che riceviamocontinuamente,attraversoluso di
Internet,provocano ilrilascio didopamine (sostanzechetrasmettonoimpulsi aineuroni),lequali
creano dipendenza. Inoltre tanti ragazzi si sentono, purtroppo, vuoti e annoiatie,perquesto, si
rifugiano nei videogiochi,addentrandosiinuncircoloviziosodovelasolitudinecolmatadalgioco
eil gioco dallasolitudine. Diconseguenzalegiornaterisultanoesserescanditedairitmidelgiocoe
sivieneacreareunagenerazionesolitaria.
Secondo lopinione dialcuni esperti,per,ivideogiochipossonoesserestrumenti coinvolgentidi
apprendimento,chefavorisconoiriflessi,lastrategiaelacreativit.
Daltra parte, come sostiene Alessandro Merluzzi, psichiatra e fondatore della comunitAgape
Madre dellAccoglienza Onlus, cos si abituano le menti a unrapportodigratificazione legatoa
unaperformancepiuttostocheauncontattoumanoaffettivo.
Inaggiunta,sesiperdeilcontrollosirischiadinondistinguerepilavitarealedaquellavirtuale.
Infine, un problema non secondario sono i pericoli che si insinuano nella rete, che vanno dalla
violazionedellaprivacyallefalseidentitealcyberbullismo.
Troppospessoigiovanipostanoimmagini,videoeinserisconoilorodatipersonalinellaretesenza
pensare alle conseguenze.Le volontarieeripetuteaggressionicheavvengonosulWebsemprepi
frequentemente, causano effetti devastanti nelle menti delle vittime, che iniziano a sviluppare
atteggiamentididepressione,paura,frustrazione
Secondounostudiocondottodaungruppodiricercatorieuropeiil10%degliadolescentitrai12e
i14annivittimadicyberbullismo.
Gli adulti svolgono sicuramente un ruolo fondamentale:devonoimporre regole riguardolusodi
internetenondevonoessereintimoriti dal mettereinpunizionei proprifigliquandomanifestano
comportamentiscorretti.
Possiamo quindi concludere affermando che internet una meravigliosa finestra sul mondo,
bisognaperstareattentianonsporgersitroppo.

MONICAROSSI,3D

I videogiochi Pro o contro?

Nellultimo periodo si manifestano sempre pi frequentemente problemi


legati alluso inappropriato dei videogiochi da parte dei ragazzi nati nellera
digitale Ma quali pericoli nascondono? E come riuscire ad essere
obbiettivi e critici nei confronti delle pubblicit dei videogiochi cos tanto
avvincenti?
Secondo alcuni i videogiochi sono molto istruttivi e stimolano il cervello a
prendere decisioni pi velocemente, aumentando i riflessi e migliorando le

tecniche di gioco. Ultimamente i creatori di videogiochi hanno permesso


alla console di giocare in rete, consentendo ai giocatori di confrontarsi con i
loro amici di tutto il mondo. Giocare online aiuta anche ad imparare
nuove tecniche di gioco e a collaborare con il compagno di squadra.
Sicuramente i videogiochi hanno avuto il grande vantaggio di permettere a
persone con problemi fisici di godere virtualmente di esperienze che non
avrebbero mai potuto vivere nella realt. Ma il concetto di giocare per
divertirsi un po ormai stato superato e se i videogiochi un tempo
potevano essere uno strumento, un mezzo per divertirsi, ora sono il fine e
occupano buona parte del tempo libero dei nativi digitali. Adesso i
ragazzi senza il controllo di adulti rischiano di diventare dipendenti dai
videogiochi e ci ha ripercussioni negative sulla loro vita sociale e sulla
famiglia, gli amici e la scuola. Non solo, i ragazzi potrebbero confondere la
realt con la fantasia, ad esempio identificandosi con i loro personaggi
pensando di diventare il pirata protagonista - eroe del loro videogioco. Il
compito dei genitori per quello di evitare queste situazioni e fare in
modo che luso dei videogiochi non sia esagerato, perch il ragazzo si
potrebbe rivelare ingestibile, per questo bisogna evitare che diventino
dipendenti. Secondo lo psichiatra Alessandro Merluzzi, fondatore della
comunit Agape Madre dellAccoglienza Onlus, i videogiochi prendono
parte di noi e quando si crea dipendenza il nostro corpo produce le
endorine, che sono ormoni che fanno provare gioia , sopratutto giochiamo
ai videogiochi. E cos stimolante disputare partite con altri giocatori e
sentirsi imbattibili e vincenti che la gioia provata di gran lunga pi intensa
di quella che possono procurare gli abbracci o la compagnia degli amici.
A parer mio non si pu fare di tutta lerba un fascio, perch esistono
videogiochi che stimolano le nostre conoscenze e le nostre abilit e altri
che le peggiorano. Tuttavia giocare ai videogiochi unora in meno e leggere
un libro una in pi indiscutibilmente meglio.
Isaac Ambrogetti

I COLONIZZATORI DEL XXI SECOLO


Ebbene s, nonostante gli errori commessi nel passato, che hanno visto protagonisti interi popoli
devastatiesottomessidaglieffettidellacolonizzazione,oggi ciritroviamoinunasituazionesimilea
quella
di
allora.
Di che cosa si tratta? Globalizzazione, un fenomeno recente che riguarda laprogressivaapertura
dei mercati nazionali allestero, attraverso la delocalizzazione delleindustrieedellemultinazionali.
Altraparolachiave,fondamentalepercomprenderealmeglioilconcetto,appuntomultinazionale
ossia societ proprietaria di stabilimenti o filiali allestero, al fine di godere di alcuni benefici quali
pagamentibassideisalarideilavoratori,facilitazionifiscali, scarsicontrolliambientaliepresenzadi
materie prime a prezzo ridotto. A causa di ci, oggi tutti viviamo in un unico sistema globale una
grandissima rete mondiale della produzione e dello scambio, che permette di mettereinrelazione
persone da ogni luogo della Terra. Mezzo importantissimo grazie a cui questo reso possibile

internet, uno strumento in grado di far circolare idee una vetrina virtuale che ha consentito,
attraverso lo scambio di prodotti e la comunicazione, di far nascere una sorta di coscienza
globale sulle problematiche del mondo. Ma dietro a tutti questi apparentemente indiscussi
vantaggi,sicelanorealtbendifferenti.

In primo piano, se secondo recentistudisembra chela globalizzazioneabbiafattoincrementarela


ricchezza complessiva, in realt ha aggravato le disuguaglianze tra i ricchi e i poveri di una
nazione e tra i Paesi ricchi, capaci dinserirsi nel mercato globale, e i Paesi che ne restano ai
margini. Inoltre ha portato disoccupazione in quei Paesi che oggi detengono il ruolo di maggiori
economie, perch gli stati interessati preferiscono investire i loro capitali in luoghi in cui la
manodopera a basso costo, determinando il fenomeno dell offshoring.
Il nostro sfrenato consumismo grava sui lavoratori dei Paesi del Sud del mondo, econil concreto
esempio fornito dagli ultimi scandali di una delle aziende di moda pi famose, la Nike, sappiamo
che in media un suo dipendenteguadagnacirca17centesimiallora.Oppureconosciamolarealt
di giovani e bambini in Cina, di et inferiore ai quindici anni,chelavoranoperlaKyeresponsabile
della produzione di prodotti per aziende come Microsoft, XBOX e Hp per pi di quindici ore al
giorno,
sette
giorni
su
sette,
che
guadagnano
poco
di
pi.
Delle cifre impressionabili e ingiuste per estenuanti ore di lavoro, impieghi non degni di essere
definiti in questo modo, ma pi correttamente con il termine di sfruttamento, poich quali diritti di
una persona lavoratrice vengono rispettati, o ancora pi semplicemente, di un uomo?
La risposta nessuno, e quindi sarebbestatobenpiimportante nellasociet,primadidiffondere
una globalizzazione economica, crearne una dei diritti umani, applicando realmente tutti i nostri
doveri scritti sulle numerose pagine dicarteeconvenzioni.Manelmondoc anchechisimpegna
a gridare a squarciagola denunciando i mali causati dalle multinazionali attraverso associazioni,
come quella del Commercio Equosolidale. Lobiettivo di questultima combattere i sistemi
economici che creano ingiustizie sociali per sostenere un commercio pi equilibrato e lo slogan
Prima luomo e poi il profitto ne sintetizza la filosofia ed i principi ispiratoricercandodiricordare
la necessit per il mondo di mettere in secondo piano i guadagni e gli interessi, perch il
benessere
e
la
felicit
di
tutti
sono
pi
importanti.
Inoltre vorrei precisare che anche la cultura subisce un impoverimento di notevole importanza
lomologazione cio luniformazione, appiattisce quelle che sono le caratteristiche uniche che
contraddistinguono i diversi popoli e paesi. Lalinguainglesestrumentodicomunicazioneinogni
luogo,maanchelacausadellascomparsaditantelingueeidiomi.

In seguito altra problematica sono le catastrofi ambientali provocate dalle multinazionali che
investono in paesi in cui c una scarsa tutela dellambiente, ad esempio non utilizzando i costosi
sistemi
di
depurazione
che
porterebbero
ad
incassi
minori
Come sempre a discapito di ci c la popolazione locale costrettaasopportareinsilenzio,mano
in tutti i casi. Infatti in Nuova DehliunostabilimentodellacompagniaCocaColastatocostrettoa
chiudere dopo le incessanti proteste dei contadini del posto, che non avevano disponibilit di
acque per irrigare i campi a causa della dispersione in esse di liquami velenosi da parte
dellazienda. Ma questo purtroppo solo uno degli eventi in cui si riesce ad avere la meglio sulla
potenza delle multinazionali. Nel nostropresentesono divenuteelementiingradodicondizionarei
governi verso le politiche non rispettose delle condizioni dei lavoratori, lopinione sostenuta dal
movimento No Global, che si sta diffondendo tra la gente. E importante creare una
globalizzazione equa: ossia uneconomia che offra ugualiopportunitpertuttiunodeititoli diun
rapporto di un organizzazionediespertidicuifaparteancheJosephStiglitz,vincitorediunpremio
Nobel. Il concetto con cui nata la Globalizzazione, in principio era basato sul bene cheavrebbe
potuto portare per migliorare le condizioni di vita attuali, ad essa vanno riconosciuti , anche

altrettanti potenziali positivi


tra cui levarieopportunitdilavoroforniteaidisoccupatideiPaesidel
Sud, che hanno trovato un impiego in fabbrica, migliorando la loro situazione economica, ma
aggravandolelorocondizionidisaluteequelledellambiente.
Perci spetta alluomo decidere quale uso farne e quali obiettivi porsi in futuro per garantire pari
possibilitedopportunitadognuno.

CarolinaCasadei3^D

Verificadel19/05/2016AgostinoFiumanaclasse3^Da.s.2015/2016
Teston.3

Ivideogiochi:unprodottovendutointuttoilmondoecheaffascinamilioniemilionidiragazzi.
Ma come ogni "invenzione" moderna non sono passati inosservati. I videogiochi sono staticriticati da
variesperti,masonosempreapprezzatidaigiocatori.
Non penso cheivideogiochisianodademonizzare. Pensochelaloropeculiaritsiaquelladirendereci
che immaginiamopi vicino alla realt, grazie alle meravigliose immagini 3D eaglieffettispeciali visivie
sonori. Inoltre pensocheivideogiochi ciappassionino tantoper il sensodisfidachecreanoecheciportaa
continuareilgioco.Pensocheinsegninoadapprezzarelafelicit.
Mi sento anche in dovere di parlare dei giochi "violenti", oggetto di critica a livello internazionale.
Innanzitutto ci tengo a precisare chequesta categoriadi videogiochi non ha raggiunto livellitali da potersi
definire cos vicini alla realt. I giochi di guerra o FPS (sigla tradotta con sparatutto) sono giochi molto
frenetici e pochi di quelli in circolazione simulano e rendono l'idea di una vera guerra. Sono giochi che
allenanoiriflessielacapacitdisvolgerevari compiticontemporaneamente:guardarela mappa,individuare
un nemico, mirare e sparare il pi velocemente possibile. A parer mio l'azione cos veloce che non si
percepiscelaviolenza.
Questaaffermazionepuesserein contrapposizione con l'antitesi dichisostieneche,inrealt,iragazzi,
giocandoconquesti"sparatutto"possanodiventarecinicieincapacidianalizzareiproprisentimenti.Ritengo
che questo pensiero non sia del tutto legittimo perch prima chesiverifichi uncasosimileilragazzo deve
anche essere dipendente dal gioco, tanto quanto basta per immedesimarsi pienamente nelle azioni/nella
dinamica.
Unaltroargomento ampiamentediscusso proprio ladipendenza.Perprimacosavaspecificatochesolo
una tipologia diquestigiochi pu effettivamentecrearedipendenza.Ecco lecaratteristiche principali: deve
essereungiocooriginaleebensviluppato, cheabbialacapacitdiappassionareingeneresempreungioco
Free to play (gratuito) che implica un pagamento durante l'esperienza videoludica per velocizzare il
progresso, deve fornire all'utenza una vasta gamma di personaggi utilizzabili e deve infine possedere un
grado didifficolt alto quanto basta per invogliareilgiocatoreamigliorarsi.Dopoquestadescrizionesipu
benissimocapirechecisonopochigiochichesoddisfanorealmentequestirequisiti.
Inoltrebisognaconsiderare non soloilgioco inspers, ma ancheilcarattere ele abitudini disoggetti
insicuri, solitari, che hanno bassa autostima di s e che si sentono competenti solo nei videogiochi, essi
tendono ad investire tutte le loro energie nel gioco ea diventarne dipendenti.Nonsecondario inoltre, lo
scarsocontrolloparentalepercuiragazzipossonotrascorrereoreeoredavantialvideo.

Comeultimo argomentodi disputaviilfattochemolte personepensanocheivideogiochi sottraggono


ai ragazzi tempo per giocare all'aria aperta e socializzare. Questa opinione soggettiva certamente i
videogiochinonciportanoastareall'ariaapertaoalparcomasonounaformadidivertimento.
Sono convinto che i videogiochi non siano da demonizzare, ma come sempre,penso che latecnologia
vada usata senza cadere negli eccessi. fondamentale, per questo, il controllo dei genitori che devono
vigilareaffinchiproprifiglinonsianoessistessile"vittime"delgioco.

Scontro fra Titani: Favorevoli o Contrari alla Rete?


Internetuna retedicollegamentoplanetaria,checonnettegiornoenottegliinternautidituttoil
mondo e sudiessogiocano,chattanoericevono informazionieprovadellasuaenormediffusione
ilfattochecircail93,3%degliitalianipossiedeunaconnessioneincasa.
Lopinione pubblica su questotemadisuddivideinduegrandigruppi:chi favorevole echiinvece
contrarioInternet.
Glisfavorevolisonoconcordisulfattochecostituisceungranderischiopertuttigliinternauti.
I nativi digitali, cio coloro che sono nati nell eradeicomputer,spessorimangono collegati
giornoenotte,equestoalterairitmidelsonno.
Sonoperci definiti iperconnessie,nellamaggior parte dei casi,questo portaa unachiusurain
sstessi,adunisolamentovolontario.
Lo psicologa italiana Lancini, controbatte per affermando che in realt gli iperconnessi non
sonocosisolati comelisicrede.Unindaginehainvecestimatochequesti sonomoltoestroversie
hannounquozienteintellettivopialtorispettoadaltrisoggetti.
Altro punto a sfavore della rete, sostenuto dalla neuropsicologa Roncoroni e dallo psicologo
inglese Carr,,laconvinzionechestaretroppo connessidetermini unacarenzadiconcentrazione
e intelligenza. Infatti la massa diinformazionioffuscala distinzionefraquellepertinentiequelle
superflueehacausatoneigiovaniunatteggiamentopisuperficialeecriticoversoiltesto.Inoltre,
come afferma la psicologa Volkow, queste informazioni determinano una modificazione del
pensiero e del comportamento, perch luso eccessivo della rete causa una dipendenza
conseguenteallaproduzionedidopaminanelnostrocorpochecirendeanchemenoriflessivi.
StephenHawkingper controbatteaffermandochelamodificadipensierosolounaltrotassello
dellevoluzione umana, necessaria per la progressione della specie, per cui in futuro forse pi
convenienteutilizzareprontezzaairiflessieimpulsivitpicheunpensieroriflessivoeanalitico.
Ifavorevoliallaretericordano,inoltre,cheilproblemanoninternetins,malusochesenefa.
Esso infatti uno strumento utilissimo per ricercare informazioni ed essere sempre aggiornati
sulleultimenotizie.
Promuoveperdi piladiffusionedidemocrazia e uguaglianza in tutto il pianetaehacontribuito
allosviluppodellaglobalizzazione.

Ma ilveroproblemalusoeccessive che nefannoigiovani,cheutilizzanolareteesclusivamente


per chattare sui social, quale Facebook utilizzato dal 77,5 % dei giovani secondo una ricerca
effettuatasusoggettidai12ai14anniepergiocareaivideogame.
Questi ultimi sono un vero problema, perch i giovani giocano per molte ore, che vengono
sottratteaquellededicateallostudio.
Questi fanatici del gioco spesso hannounoscarsocontrollodapartedigenitori troppoassenti
chenonimpongonoregolesulleoredigioco.
Sisentonofrequentementeisolatiepercicolmanolasolitudineattraversoiljoystickespessolo
fanno anche perch di moda: ce lhanno gli amici e per integrarsi nel tessuto sociale lo
consideranoindispensabile.
A mio parere la tecnologiae laretesono davveroutili per laprogressione scientifica e culturale,
ma comprendo che possiedono anche un lato negativo, quello dei rischi,qualicyberbullismo,le
falseidentitelaleggerezzaelafacilitconcuisidiffondonoidatipersonali.
Utilizziamo perci Internet sapientemente e coscienziosamente, per renderlo una cura per
lignoranza,nonunamalattiachelacausa.

ATTENZIONEANAVIGARESENZASALVAGENTE

Oggi gli interessi dei ragazzi sono cambiatiprofondamente,infatti glioggettitecnologicicomeilcellulare


assumonoruolifondamentalinellalorovita.

chiaro che con chat e videomessaggi nato un nuovo tipo di comunicazione, sintetica, concisa e
veloce dove c poco spazio perriflettere, dove prevale la superficialit e la concretezzadeimessaggi.Il
telefonoilsimbolodellagenerazionexeglismssonoilpuntodisvolta.
Oggi il 75% degliadolescenti usa chat e messanger; il41%haunsuobloge80%abituatoa navigaresu
youtube. Molti adolescenti, nelleradigitalefanno usodi social network, comeFacebook; essi sono reti
sociali destinate a comunit di soggetti; per accederea essibastacrearsiun proprioprofilo personale.
Per i social network possono costituire anche pericoli perch sono finestre aperte sul mondo e
bisognausarliconprudenza.
Per prevenireipericolinecessariocheibambinipipiccoliusinointernetin presenzadiadulti;mentre,
perunusoresponsabileindispensabilelimitarnelusoeimpedirelaccessoasitipericolosi.
Laperturamentaleunodeivantaggicheoffronolenuovetecnologieelaglobalizzazione.
Inoltre una volta la condivisione delleideeavveniva solo allinterno del proprio gruppo famigliare o di
lavoro, oggiinvece si possonocondividere informazioni con tuttieinmanieraistantaneaequestosenza
dubbioarricchente.

La comunicazione non si limita solo alle parole, ma pu essere espressa tramite immagini e suoni,
attraverso la condivisionedifoto evideo.
Persipossonopresentareproblemiattraversoladiffusionedi
datipersonalisuinternetcomelefalseidentitchevengonocreaterubandoiprofilidialtrepersone.
Inoltreper igiovani isocialnetworkrappresentanodelleestensioniallapossibilit dicomunicazionecon
lealtrepersonechedefinisconoamici.Masipossonodefinireamicilepersonechesiincontranoonline?
Un altro problema legatoalla difficolt di stringere relazioniverecon gliatricoetaneimasolovirtuali,
magari nascondendosi dietro afalse identit per forniredi s stessi un immagine finta perch nonsi
soddisfattidellapropriaidentit
.
Cisonoadolescentichepreferisconoivideogiochianzichisocialnetwork.
Leorepassateinlorocompagniapossonoportarealladipendenza.
Inoltre, si comincia ad usarli perch lo fanno tutti, per entrarea fare parte di un gruppo e per sentirsi
accettati. La scarsa quantit di regole e di controllo da parte dei genitori, la bassa autostima e la
solitudinediventanofattoricheinduconoigiovaniadiventareindipendenti.
Gli studiosi hanno sottolineato che la maggior parte dei ragazzi che giocano ai videogiochi hanno un
carattereintroversoetimido.
La diffusione sempre pi rapida dellenuovetecnologienellavitadegliadolescentinecambiamentalite
modidipensare?
Gli scienziati pensano che la generazione x abbia meno pensiero riflessivo, risponda a domande
impulsivamenteeabbiapiprontezzaneiriflessi
.
Linnovazione ha sempre portato a cambiamenti e anche il campo dellatecnologia presenta vantaggi e
svantaggi.
Sicuramenteaiuta acomunicarea distanza;aiutaasocializzare; accessibileatuttineipaesisviluppatie
permettedireperireinformazionicongrandefacilit.
Lenuovetecnologiepresentanoanchesvantaggiperchespongonoamoltirischiepericoli:ilcyberbullo
agiscedietroloschermoecolpiscelepersonepideboli.
(chiilcyberbullo?)
Il computer pudanneggiarelavistaepualterareil sonno.Moltepersonesostengonochesvolgeredue
opiazioninellostessoistanterendalagenerazionexpiproduttivaemenostressata.
Altrisostengonocherendonolavitapiconfusaeiragazzipisuperficialiemenoattenti.
Secondo il futurologo Lancini, invece, il multitasking aiutaareperirepiinformazioni.Lhomosapiens
sitrasformatiinhomozappiensnelleradigitale.
Quindiattenzioneanavigaresenzasalvagente.

GIADAZANNONI.

MazziRiccardo3

Navighiamoconlatesta

Internet: una rete infinita affascinante e ricca di informazioni che per cela al suo interno
pericolierischidanonsottovalutare.Unafinestrasulmondodoveparlarecongli amici
possibilefarlo intemporeale,dovesiamocontinuamentebombardati daunaseriedibit,
composti da uno e zero, che il computer o il cellulare ci trasforma in immagini, video e
informazioni.Internet,unmaregigantescodovebisognafareattenzioneanonaffogare.
Lenuovetecnologieoffronosvariativantaggi.Infattidisponiamodiunaquantitimmensadi
informazioni. Possiamo effettuare ricerche o approfondire argomenti. Grazie alle nuove
tecnologie abbiamo la possibilit di trovare qualunque cosa chiediamo. Come sostiene lo
studiosoMatteoLancini,grazieadInternetabbiamounaculturageneralepivastae,quindi,
siamo pi intelligenti ed informati. Grazie allapossibilitdiparlare inmodoistantaneocon
una persona, ovunque essa sia, siamo anche pi estroversi. Per non parlare delle
agevolazionicheInternetele nuove tecnologiecioffrono. Possiamo,peresempio,ordinare
e farearrivaredirettamenteacasanostramercediqualunquetipograziealfamosissimosito
Internet Amazon. Possiamo, come gi detto prima, annullare le distanze e, utilizzando la
piattaforma Skype, un microfono ed una webcam, effettuare video chiamate restando in
contatto con amici o parenti lontani da noi. Patrizia Greenfields sostiene che le nuove
tecnologie sviluppino nuove capacit cognitive, per esempio giocando ad un videogioco,
mentre l'astrofisico Stephen Hawking pensa che la generazione digitale rappresenti
l'evoluzione dell'uomo e che le nuove tecnologie genereranno una nuova specie pi
intelligente, che prender decisioni in modo automatico e pi strategico quasi come un
computer. Il futurologo Don Tapscott, dopo aver eseguito uno studio interrogando alcuni
ragazzi, ha osservato i risultati ed giunto alla conclusione che il multitasking migliora le
capacitdiapprendereinformazioni.Tuttavia,parechestiadiminuendolacapacitriflessiva
e di analisi dei problemi. Le nuove tecnologie ed Internet si stanno diffondendo intuttoil
mondo per la loro facile accessibilit e per i vantaggi che comportano. In Italia, i nativi
digitali, la prima generazione cresciuta con Internet,computerecellulari, sonosemprepi
connessi.UnostudiodelprogettoLiveMemoriesdell'UniversitdiTrentochehacoinvolto
852 studentidellescuolesuperiori,haraccoltoeanalizzato alcunepercentuali sicuramente
oggicresciute.Il93,3%deglistudentihalaconnessioneacasa,il77,4%navigasuInternetda
solo,il73%haimparatoadusare ilcellulareoilcomputerdasolo,il63,4%usaInternetper
messaggiarecongliamici,il26,55% incontragliamicisuInternetmenteil63,1%neiluoghi
pubblici.Il19%hafattoamiciziaonlineconpersonecheconosce.
Solol'1%nonpossiedeuntelefono.AncheiSocialNetworksonosemprepidiffusi,infattiil
77% usa frequentementeYouTubee il67%deiragazzi haun profiloFacebook.Inmediaun
adolescenteinvia53SMSalgiorno.TuttiquestidaticonfermanoilgrandeutilizzodiInternet
in Italia dapartedegliadolescenti.Epuessereun problemase questiragazzi naviganoda
soli, a causa dei tanti pericoli che si nascondono nel Web. Uno dei pi diffusi il
cyberbullismo.Infattiunragazzinosudiecivittimadiinsulti,offese,minacceepreseingiro
da parte dei cyberbulli. Il cyberbullismo una forma pi grave del bullismo perch su
Internet sitrovaunpubblicomaggiore,nonsihannomomentiditreguaperchsiconnessi
continuamente ed sempre pi difficile per la polizia postale rimuovere le foto e video e

offensiviperlavittimaediconseguenzascovareicolpevoli.Altriproblemisonoilsextingela
pedofilia. Nei social network si possono trovare persone malintenzionate che cercano di
convincereragazzineadolescentiadinviarefotonude.Questiproblemisonotuttorapresenti
nonostante gli sforzi della polizia postale. Mentre utilizziamo le nuove tecnologie o
giochiamo i videogiochi rilasciamo dopamina nel corpo che crea dipendenza. Se non si
controllati dai genitori e orari illimitati, la dipendenza siaggravae i videogiochidiventano
comeunadroga. L'americanoNicholasCarrsostienechelenuovetecnologiecirendonopi
stupidi.Secondo questateoria,confermatadallastudiosaNoraVolkow,lenuovetecnologie
cifannopensareinmodopisuperficiale.SecondoJohnMolinaeJordanGrahamacausa
delmultitaskingcheabbiamoatteggiamentisuperficialiecommentiamopierrori.Unacosa
certa: ipericoli suInternet sarannopresentisempreeperquestodobbiamoimpegnarcia
prevenirli.Quigenitori hannounruolochiaveperchdevonoimporreaiproprifigliregole
e orarida rispettare. Inoltredovrebberocontrollarliperevitarecheepisodidicyberbullismo
rimangononascostiecontinuinopertroppotempo.

RiccardoMazzi3D

Laguerravarifiutata

La guerra. Spesso se ne parla come fosse una cosa lontana, che non ci
riguarda. Spesso viene definita guerra umanitaria o guerra chirurgica,
comedisseilfamososcrittoreGinoStrada,comepergiustificarelemigliaiadi
morti innocenti. Infatti, nelle guerre attuali, nove morti su dieci sono persone
innocenti, persone uguali a noi,uguali hai capi deigovernichemagaridanno
l'ordine di bombardare una citt e poi definisconola guerra necessaria.Una
guerra umanitaria nonpuesistere. La guerra distruzione e mortee non
pu promuoverela paceche, al contrario, progresso,ingegno,confronto,
costruireaiutandosiavicenda.
Gli effetti della guerra sono devastanti. Oltre alla grande quantit di morti
porta disoccupazione per la distruzione di fabbriche, aumenta la povert e
l'analfabetismo a causa della distruzione di scuole. In passato, soprattutto
durante i totalitarismi di Hitler e Mussolini, era fondamentale che i cittadini
fossero poco acculturati per essere meglio raggirati dalla propaganda del
regime. Per questo motivo anche oggi molto importante avere un'idea
propria sulla guerra, conoscere i fatti per formarsi opinioni e la capacit di
riflettere con spirito critico anzich farsi guidare dai capi dei governi che

spessoagisconosenzarifletteresulleconseguenzedelleloroazioni.
Perch fondamentale la pace? Durante la pace l'uomo crea, costruisce,
utilizza la suaintelligenza per promuovere il progresso, accoglie lo straniero.
Se scoppia una guerra nucleare, una terzaguerra mondiale, non ci saranno
n vinti n vincitori. Tutti gli stati saranno distrutti dalla bomba atomica.
L'Europa e il resto del mondo sarebbero devastate poi da una grandissima
carestia. Per questi motivi imperativo mantenere la pace con leggi che
tutelanoilrispettodeidiritti.
La guerra fa parte della natura dell'uomo, che istintivamente portato alla
violenza come afferma il filosofo Thomas Hobbes. Spesso si fa una guerra
quando si spaventati, quandosi voglionopossederepirisorsee territorio
per vendetta,perodio versoun altrostatooun'altrapopolazione.Raramente
per cause giuste, come la Rivoluzione Francese o la Liberazione d'Italia
durante la Seconda Guerra Mondiale. Quindi, se la guerra fa parte della
natura dell'uomo indispensabile per lui? Non si pu condannarla? S, pu
farlo. L'ha gi fatto,quando dopo la Seconda GuerraMondiale, in unmondo
distrutto dalla guerra, i capi di stati hanno deciso di riunirsi e creare
un'associazione per la pace, l'ONU. Nasce nel 1945 e nasce per uno scopo
preciso: mantenere la pace nel mondo. Purtroppo non sempre ci riuscita,
per l'uomo ha dimostrato che pu agire ricorrendo alla guerra come ultima
risoluzione dellecontroversie,comeaffermaanchel'Art.11dellaCostituzione
Italiana in cui si sottolinea che il nostro paese ripudia la guerra. Anche se
essa propria della natura dell'uomo, del suo passato, per, come disse
Gandhi,l'uomopucrearsiunnuovopassato.
Gandhi fu un grande protagonista della rivoluzione in India per ottenere
l'indipendenza.Conlasuaideadiprotestaresenzausarelaviolenzaraccolse
molti seguaci indiani e decise di compiere una marcia di protesta contro la
tassa molto costosa chegli inglesi avevanoimposto sul commercio del sale.
Nel 1930 cammin per diversi chilometri tra citt indiane. Part con poche
decine di persone e arriv allesalinediDharasanaconmigliaiadiindianiche
lo seguivano. Con questa sua manifestazionee grazie alla Dichiarazione dei
diritti dell'Uomo, l'India ottennel'indipendenzanel1947.Questaunagrande
dimostrazione diquantopu ottenere l'uomoserifiutalaviolenzaelaguerra.
Madre Teresa diCalcuttafuun'altrapersonachesibattperlapace.Divent
suora nel 1938 e in tutta la sua vita lott per i dirittie per lapace. Non solo
per scrivendo libri, ma anche aiutando i malati e i feriti a Calcutta. Lott
molto per la pace, pertanto ottenne il premio Nobel per la Pace nel 1979.
Altre associazioni importanti che lottano ogni giorno per lapace e per idiritti
dell'uomoedelfanciullosonoEmergencyeSavetheChildren,organizzazioni
non governative che realizzano i loro obbiettivi grazie al lavoro di tanti
volontari.
Una Terza Guerra Mondiale sarebbe fatale per l'umanit. Dobbiamo creare
un nuovopassato, rifiutare la guerra e impegnarci avivereinpace.Solocos

potremmo promuovere il progresso per risolvere altri problemi importanti


comel'inquinamento.Ma,ciriusciremo?