Sei sulla pagina 1di 5

Una cavalcata

inarrestabile
a tecnologia della visione artificiale si con-

L ferma la chiave del successo per ottenere


qualità, incrementare produttività e com-
petitività, anche nei settori industriali più
tradizionali, dove stanno conquistando nuove quo-
te di mercato. È quanto emerge da un’indagine
svolta dall’Emva (European Machine Vision Associa-
tion), che mostra un incremento del 14% nel 2006,
con previsioni di ulteriore crescita per l’anno in
corso. In linea con la poderosa cavalcata degli anni
scorsi. Secondo tale indagine, l’evoluzione del set-
tore è strettamente correlata allo sviluppo tecnolo-
gico, che ha reso i sistemi di visioni semplici da uti-
lizzare, con dimensioni sempre più contenute. An-
che le telecamere sono molto efficienti e i compu-
ter sempre più veloci, mentre le interfacce standar-
dizzate facilitano e accelerano l’integrazione ai si-
stemi esistenti.Tutto ciò, sembra creare i presuppo-
Telecamere efficienti sti per un ulteriore sviluppo del settore,che in futu-
ro si aprirà a nuove applicazioni e guarderà nuovi
e computer veloci, segmenti di mercato.
Il quadro è confermato anche dai commenti dei
interfacce standardizzate protagonisti italiani del settore.

e dimensioni ridotte: GLI INDICATORI ECONOMICI


Lo studio di mercato effettuato dall’Emva mostra
i sistemi di visione sono una tendenza continua di crescita in tutta Europa.
Secondo il rapporto, il 2006 ha fatto registrare un
sempre più facili aumento del 14% del fatturato dei fornitori di siste-
da utilizzare e conquistano mi rispetto all’anno precedente, percorrendo il
trend che vedeva un incremento del 9% nel 2005.
nuove quote di mercato. Gli USA sono stati il motore della crescita (+43%),
mentre il volume delle vendite in Europa ha regi-
Secondo un’indagine strato un aumento moderato pari al 6%. La quota di
esportazioni verso regioni non-europee era pari al
Emva, nel 2006 29%,senza differenze rilevanti tra Asia (13%) e Ame-
rica (15%). I dati italiani confermano l’andamento
è continuata la crescita europeo, anche se la tecnologia non ha ancora rag-
del settore che non si giunto la sua massima espansione nel nostro Paese.
“I dati registrati dall’Emva in Europa corrispondo-
fermerà nemmeno no a quanto si sta verificando in Italia - afferma An-
N.7 FEBBRAIO 2007

drea Rossi, general manager MS Source di Microsy-


nel 2007. La conferma stems -.Abbiamo registrato un andamento più che
positivo nel 2006, con una crescita del 20 - 25% sul-
anche dai protagonisti le vendite di prodotti per la visione, che ha previ-
sione di ripetersi nel 2007”. Anche i numeri di Sick
del mercato italiano sono in linea con i risultati europei. Come spiega
Marco Catizone, product manager di Sick: “Per
di Antonella Pellegrini quanto riguarda i sistemi di visione, la crescita di

90
Sick in Italia è estremamente positiva, ben superiore ai sta assumendo nel mercato della visione:“Fino alla fine
dati europei, grazie all’introduzione dei nuovi prodotti degli anni Novanta – spiega Nardelli - l’Europa era pre-
della linea Sick IVP. Per il 2007 si prevede un prosegui- valentemente consumatrice di tecnologia asservita alle
mento della crescita e un ampliamento della gamma scelte dei principali produttori prevalentemente di ori-
prodotti. La crescita del 2006 è indice di un mercato in gine statunitense e giapponese.
positiva evoluzione,tuttavia non si registra ancora il bo- Questo decennio, all’opposto, sta mostrando un’Euro-
om che sarebbe auspicabile per una tecnologia così pa molto reattiva e innovatrice che sta lentamente as-
promettente”. Secondo Davide Nardelli, amministrato- sumendo un ruolo di leadership nella ricerca, nella
re unico di Advanced Technologies, l’analisi fornita dal- scelta e nello sviluppo di nuove tecnologie, sempre più
l’Emva, che si basa prevalentemente su indici di fattura- economiche e standardizzate.
to, non esprime compiutamente il ruolo che l’Europa Il mercato statunitense, caratterizzato da una industria

Andrea Rossi è general manager Marco Catizone è product mana-


MS Source di Microsystems. ger di Sick.

pragmatica e qualche volta conservatrice, non ha anco-


ra sposato appieno le innovazioni provenienti dall’Eu-
ropa limitando di fatto la crescita del fatturato europeo
sull’export dei produttori di componenti e mantenen-
do il costo per la realizzazione dei sistemi di visione
più elevato rispetto alle industrie europee.
Tutto ciò determina fatturati più rilevanti a parità di si-
stemi realizzati”.

Going from strength to strength


Artificial vision technology is proving to be the key to success when it comes to increasing
quality, output and competitiveness levels, also within the most traditional industries,
where it is taking over greater market shares.This is what emerged from a survey carried
out by Emva (European Machine Vision Association), which shows a continuous trend in
growth all over Europe.According to the report, 2006 registered a 14% increase in turnover
for systems suppliers compared to the previous year, continuing the trend that saw an
increase of 9% in 2005.And a further increase is expected in 2007.America was the driving
force behind the increase (+43%), whereas the number of sales in Europe registered a
moderate increase of 6%.The number of exports to non-European regions was equal to
29%, with no major differences between Asia (13%) and America (15%). Standing out once
N.7 FEBBRAIO 2007

again in the European graphs is Germany which, after having hit the one billion Euros
mark in 2005, registered an increase of 9% in 2006 (1.1 billion Euros) and the forecasts for
2007 show a further increase of 8%.According to the survey, developments within the
industry are closely linked to technological improvements, which have made vision systems
smaller and easier to use.Telecameras are more efficient and computers are much faster,
whereas standardised interfaces make it easier and quicker to integrate existing systems.
The European trend was also confirmed in Italy judging by the comments made by a
number of leading Italian companies within the industry.

91
Sistemi di visione

GERMANIA: UNA STORIA DI SUCCESSO sizione di commesse a livello internazionale”. Come si


Nei grafici europei spicca ancora una volta la Germania diceva,i produttori di sistemi sempre più intelligenti fa-
che, dopo aver sfondato il target di 1 miliardo di euro ranno la parte del leone.“Positivi e confortanti sono i
nel 2005, ha registrato nel 2006 un aumento pari al 9% dati riportati dall’Emva per i produttori di sistemi di vi-
(1,1 miliardi di euro) e le previsioni per il 2007 sono di sione - sottolinea Nicola Savio, general manager di
un’ulteriore crescita dell’8%. Un commento sul dato te- Turck Banner -. In particolare, essendo noi produttori
desco arriva da Marco Quaglia, Imaq and Motion Sy- specificatamente di smart camera, apprezziamo il fatto
stem Engineer di National Instruments,che fornisce an- che il mercato abbia ormai deciso a favore di sistemi
che un’analisi molto attenta della situazione di merca- universali, sempre più intelligenti e facilmente utilizza-
to:“La Germania ha certamente una realtà differente da bili in diversi contesti. I dati di vendita dei nostri pro-
quella italiana. Mi sento di affermare che il mercato ita- dotti ci dimostrano esattamente lo stesso andamento
liano della visione gode di buona salute; i numeri delle anche sul mercato italiano. Per Turck Banner la crescita
installazioni e delle applicazioni di visione sono sicura- a due cifre riscontrata quest’anno è ulteriormente con-
mente in crescita. Diverso però è guardare il fatturato. I fortante se teniamo conto che nelle previsioni il tasso

Alessandro Del Grosso è respon-


Davide Nardelli è amministratore sabile commerciale settore indu- Nicola Savio è general manager di
unico di Advanced Technologies. striale di Tattile. Turck Banner.

supporti tecnologici innovativi hanno certamente favo- di crescita sarà addirittura maggiore nel 2007. Ovvia-
rito una maggiore facilità di impiego dei sistemi di vi- mente stiamo parlando di cifre,in valore assoluto,anco-
sione e quindi hanno profuso una maggiore fiducia da ra distanti da quelle del mercato tedesco”.
parte degli utenti finali, ma nello stesso tempo hanno
reso meno macchinosa la costruzione di un sistema di QUALI MERCATI?
visione. Prima a telecamera installata corrispondeva un Per quanto riguarda i mercati di riferimento per i pro-
frame grabber installato, oggi con i supporti digitali in- duttori di sistemi, l’automotive (compresi i fornitori) si
tegrati come fire wire e USB o Giga Eternet, a telecame- è posizionato al primo posto con una quota pari al 30%
ra installata non corrisponde più il supporto hardware del fatturato, seguito dall’industria vetraria (13%), men-
installato. Ciò significa che realtà come National Instru- tre al terzo posto figura l’industria dello stampaggio
ments realizzano i propri numeri, ovviamente nell’am- con il 10%. Altri settori importanti sono quello elettri-
bito della visione, solo sui toolkit software e non più co/elettronico (9%), l’industria della plastica e della
sull’hardware.Ecco che la valutazione del fatturato non gomma. Da sottolineare che i fornitori di sistemi hanno
può assumere una valenza assoluta ma deve essere ricavato un quinto delle proprie entrate da applicazio-
confrontata con i numeri di applicazioni realizzate. Dif- ni non industriali.Anche per i produttori di componen-
ferente, e direi invariata, è la situazione di società il cui ti, gli utilizzatori al di fuori del mondo industriale risul-
mercato è quello, per esempio, delle telecamere, o del- tano essere i più importanti clienti (31% sul fatturato in
le integrazioni”. Secondo Alessandro Del Grosso, re- Europa).“Come fornitore di sistemi per la visione intel-
N.7 FEBBRAIO 2007

sponsabile commerciale settore industriale di Tattile, il ligente (hardware, software/applicazione e di tipo cu-
mercato tedesco è sicuramente il riferimento per tutti stom) confermiamo sostanzialmente i dati emersi - sot-
gli altri Paesi europei. E prosegue:“Tattile nel 2006 ha tolinea Alvise Sartori amministratore delegato di Neuri-
incrementato le proprie vendite di circa il 30% suddivi- cam -. In particolare, abbiamo registrato un costante au-
dendo il mercato in quattro divisioni: Industriale, Phar- mento di interesse e richieste per sistemi di visione in-
ma, Security e Traffic.Tutte le divisioni indistintamente telligente, seppure con un aumento del fatturato infe-
hanno incrementato le vendite e le prospettive per il riore al 14%. Confermiamo poi i risultati del mercato
2007 sono di ulteriore crescita, soprattutto con l’acqui- statunitense e asiatico (India). Quanto ai settori, hanno

92
mostrato interesse trasporto (contapersone ottico per preconfezionati. I potenti tool messi a disposizione del-
controllo accessi su mezzi di trasporto), sicurezza con- la visione – indica Bodrero - sono utili esclusivamente
trollo accessi (sistema ottico lettura targhe),automazio- in funzione dell’efficienza della loro implementazione
ne industriale nella produzione farmaceutica e tessile, da parte dell’integratore. È mia ferma convinzione che
ma anche il settore della sensoristica ottica per appa- il futuro della visione (soprattutto in Italia) sia stretta-
recchi medicali, sia sensori nel senso stretto che gestio- mente legato all’aumento del numero e della compe-
ne immagini e componentistica con piastre e display”. tenza professionale degli integratori”. In quest’ottica,
E per il futuro? Riprende Sartori:“Per il 2007 Neuricam secondo Piacentini è poi prevedibile un’accentuazione
si aspetta un trend molto simile al 2006 sia in termini di del divario tra sistemi ‘semplici’ e ‘complessi’:“Per i pri-
mercati e industrie sia in termini di indicatori tecnolo- mi, il target dei produttori e distributori è decisamente
gici”.Vendite in aumento anche per Festo che nell’am- l’end-user, per i secondi rimane indispensabile l’appor-
bito dei sistemi di visione ha registrato un aumento pa- to di un system-integrator qualificato (cosa ampiamen-
ri all’8% rispetto al 2005.“Questo è un risultato da con- te sperimentata da anni sul mercato tedesco). Nel futu-
siderarsi molto positivo – afferma Gabriele Manno, pro- ro si avrà poi un netto incremento sia di soluzioni che

Marco Quaglia è Imaq and Motion


Alvise Sartori è amministratore System Engineer di National In- Milena Longoni è responsabile
delegato di Neuricam. struments. marketing e logistica di ImageS.

duct manager di Festo - in previsione del rilascio alla di interesse per i sistemi di visione 3D”. Dello stesso av-
vendita delle nuove smart camera delle serie SBO, che viso, per quanto riguarda i sistemi di visione 3D, è Mar-
permetteranno di incrementare ulteriormente il nostro co Catizone di Sick:“Tra le tecnologie emergenti vedo
fatturato”. un forte sviluppo e interesse per i sistemi di visione 3D
che nei prossimi anni sono destinati a guadagnare quo-
KNOW-HOW E COMPETENZA te di mercato sui tradizionali sistemi 2D, soprattutto
Esperienza e know-how giocheranno di certo un ruolo nell’ambito di applicazioni robotiche e di controllo
determinante. Lo conferma Ignazio Piacentini, ammini- qualità. L’acquisizione 3D permette di risolvere appli-
stratore unico di ImagingLab, che sostiene: “I dati di cazioni finora non affrontabili e di migliorare l’affidabi-
Emva si commentano da soli e confermano che il mer- lità di quelle esistenti”.
cato dell’imaging è tuttora un mercato emergente. Per-
mangono interi comparti industriali dove la presenza GLI INDICATORI TECNOLOGICI
dei sistemi di visione è ancora molto limitata, ad esem- In Europa, la crescita più evidente si è verificata nei si-
pio food e packaging, che sono peraltro di notevole in- stemi configurabili (+39% nel 2005 rispetto all’anno
teresse sul mercato italiano. ImagingLab è una micro- precedente), mentre i sistemi per applicazioni specifi-
azienda che ‘vende’ soprattutto know-how: il 2006 è che hanno segnato un aumento piuttosto modesto
stato un anno in crescita e il 2007 parte con un buon (+2%). Significativo il dato delle telecamere intelligenti,
numero di progetti già acquisiti.Un dato positivo,nel li- che hanno registrato una crescita del 26%. Maggiore ef-
N.7 FEBBRAIO 2007

mitato periodo di attività di tre anni, e l’affidamento di ficienza, applicazioni universali a prezzi più contenuti
nuove commesse da clienti soddisfatti dall’esito dei no- hanno reso i sistemi configurabili sempre più interes-
stri studi e prototipi”. Secondo Mario Bodrero, ammini- santi, facendone crescere le quote di mercato. Quali so-
stratore delegato di BRM Italiana, i sistemi smart came- no, però, i dubbi e forse le criticità dei sistemi ‘chiavi in
ra, o telecamere intelligenti hanno dato un notevole mano’ ? “Sicuramente la richiesta per le smart camera e
slancio all’introduzione massiccia della visione nell’in- i sistemi configurabili sta aumentando e caratterizzan-
dustria.“Eppure, non tutte le applicazioni si possono ri- do le scelte di molti integratori e utilizzatori - sottolinea
solvere con due righe di codice o con degli algoritmi Davide Nardelli (Advanced Technologies) -. Ovviamen-

93
te le scelte sono state orientate da un marketing sem- quello di utilizzare sempre più la comunicazione tra i
pre più propenso a diffondere il concetto di visione sistemi di visione e la possibilità di ‘remotare’ dati, im-
‘chiavi in mano’. È un trend sicuramente positivo ma magini a grandi distanze e ad alta velocità. Tattile nel
che nasconde elevati fattori di rischio soprattutto in 2007 introdurrà sul mercato nuovi prodotti embedded
quegli ambiti industriali dove la visione sta facendo i con tecnologia Giga Ethernet”. Secondo Milena Longo-
primi passi e le aspettative molte volte sono superiori ni, responsabile marketing e logistica di ImageS,“Giga-
alle reali possibilità offerte dai sistemi configurabili. bit Ethernet, l’ultima generazione di Ethernet, offre
Non ci si deve dimenticare che per implementare cor- molti ed evidenti vantaggi. Le porte GigE sono sempre
rettamente un sistema di visione si devono sviluppare più diffuse su PC desktop e portatili, rendendo super-
anche competenze di foto ottica e che non sempre ba- fluo l’uso di schede d’interfaccia o frame grabber dedi-
stano le competenze informatiche di un programmato- cati. La larghezza di banda consente la trasmissione di
re di PLC.All’opposto la diffusione dei sistemi ‘chiavi in immagini non compresse praticamente in tempo reale,
mano’potrebbe essere limitata dalla pretesa che il siste- offrendo una valida alternativa per applicazioni che ri-
ma di visione si debba obbligatoriamente adattare al chiedono velocità inferiori allo standard CameraLink”.

Ignazio Piacentini è amministrato- Gabriele Manno è product mana- Mario Bodrero è amministratore
re unico di ImagingLab. ger di Festo. delegato di BRM Italiana.

processo produttivo e non viceversa. Fortunatamente “Il costruttore di macchine italiano sarà particolarmen-
esistono comunque tecnologie molto più flessibili e va- te attratto da sistemi facilmente riconfigurabili che ri-
lidi integratori in grado di soddisfare anche le richieste solvano problematiche diverse, ma che da un punto di
più diverse e complesse”. vista hardware non comportino variazioni di rilievo”,
spiega Nicola Savio di Turk Banner. Sulla base di queste
IL MERCATO ITALIANO richieste Turck Banner ha sviluppato una linea di pro-
E in Italia quali sono i trend tecnologici in atto e quali i dotti che possono essere utilizzati dalle camere bian-
settori più significativi in questo momento? “Registria- che (ambiente asettico) fino agli ambienti che richie-
mo una restrizione delle richieste dei prodotti più clas- dono soluzioni IP67 in ambiente di officina. Per quanto
sici – riprende Andrea Rossi di Microsystems - quali te- riguarda i sistemi di visione, Festo ha visto un incre-
lecamere analogiche e schede di acquisizione frame mento delle vendite nel 2006 soprattutto in settori in-
grabber a fronte di una richiesta veramente importante dustriali quali AMI,Light Assembly,stampa e plastica.“In
di tecnologia embedded, quali le telecamere intelligen- questi settori industriali la domanda di tecnologia sem-
ti che sempre più, con il progresso tecnologico, stanno pre più spinta è molto frequente – spiega Manno - per
rispondendo a tutte le richieste del mercato, evitando questo, anche Festo si è dotata di nuove camere intelli-
l’utilizzo di PC sulle linee di produzione. I settori di uti- genti che espandono questa particolare famiglia di
lizzo più promettenti sono l’alimentare, il farmaceuti- mercato”.
co/cosmetico e il packaging in generale ma seguiti a
N.7 FEBBRAIO 2007

ruota dall’automotive, sempre ‘cavallo di battaglia’ nel- readerservice.it


l’utilizzo di queste tecnologie, e la robotica con tutte le Advanced Technologies n.38
più varie applicazioni”. BRM Italiana n.39 - Festo n.40
Per Tattile l’introduzione sul mercato della visione di te- ImageS n.41 - ImagingLab n.42
lecamere giga Ethernet nel 2004 sta riportando un MS Source Microsystems n.43
trend di crescita notevole per diverse tipologie di ap- National Instruments n.44
plicazioni sia nell’ambito industriale che in quello se- Neuricam n.45 - Sick n.46 - Tattile n.47
curity.“Il trend tecnologico – prosegue Del Grosso - è Turck Banner n.48

94