Sei sulla pagina 1di 3

S

PERCORSI DI SICUREZZA URBANA


LA NUOVA LEGGE SULLA SICUREZZA URBANA
E LE RICADUTE SULLE CITTA CON FUNZIONI METROPOLITANE
Gioved 25 febbraio 2016 ore 10.30
PISA | Sala del Consiglio - Palazzo dei Dodici | Piazza dei Cavalieri
Saluti:
Matteo BIFFONI| Sindaco di Prato, Presidente ANCI Toscana
Introduzione:
Marco FILIPPESCHI | Sindaco di Pisa, Delegato Innovazione tecnologica e
attivit produttive ANCI
Partecipano:
Marco GRANELLI, Assessore alla Sicurezza e coesione sociale, Polizia
locale, Protezione civile, Volontariato di Milano | Federico GIANASSI,
Assessore Organizzazione e personale, Lavoro, Decentramento, Trasparenza
e semplificazione, Servizi Demografici, Sicurezza Urbana e Polizia Municipale,
Patrimonio non Abitativo di Firenze | Nicola SANNA, Sindaco di Sassari,
Coordinatore Consulta delle Citt medie e pianificazione strategica ANCI

Conclusioni:
Luigi DE MAGISTRIS* | Sindaco di Napoli, Delegato Sicurezza e legalit ANCI
Filippo BUBBICO | Viceministro dellInterno

*da confermare

Sicurezza urbana
La situazione a Pisa, limpegno dellAmministrazione, la
collaborazione con Prefettura e forze dellordine, il nuovo disegno di
legge
Si terr il 25 febbraio prossimo a Pisa il convegno nazionale dellANCI su Percorsi di sicurezza
urbana La nuova legge sulla sicurezza urbana e el ricadute sulle citt con funzioni, che vedr
la partecipazione tra gli altri del Viceministro dellInterno Filippo Bubbico. Il Convegno si terr
come da programmAallegato presso la Sala del Consiglio del Palazzo dei Dodici in Piazza dei
Cavalieri. Non un caso che Pisa sia stata scelta per questa iniziativa che discuter il nuovo disegno
di legge sulla sicurezza urbana che il Governo si accinge a portare in Parlamento. Pisa infatti in
prima linea su queste tematiche essendo una citt che, oltre alle esigenze di sicurezza dei cittadini
residenti, vede la presenza di tre universit, di un aeroporto di caratteristiche nazionali ed
internazionali, di una stazione ferroviaria tra le principali della rete, di una base militare americana,
dei molti pendolari in genere: una situazione che ne fa a pieno titolo una citt con funzioni
metropolitane.
Questa situazione stata definita dal Presidente del Tribunale di Pisa Dr. Salvatore Lagan, nella
relazione pubblicata il 30 gennaio 2016 in occasione dellInaugurazione dellAnno Giudiziario
nellAssemblea Generale della Corte dAppello di Firenze come allarmante e come tale segnalata
dal Sindaco di Pisa al Ministro dellInterno in pi riprese: vi stato un diffondersi non solo del
fenomeno della microcriminalit, soprattutto di provenienza straniera e clandestina, che ha finito
nel tempo per alterare profondamente le caratteristiche di una citt come Pisa e del suo territorio
limitrofo, ma che vi anche il rischio concreto di un salto di qualit di bande criminali dedite in
precedenza a reati di poco conto verso delitti di rilievo maggiore sotto il profilo della convivenza
sociale, come le rapine, le estorsioni, i furti in abitazione, lusura. Va confermato, inoltre, che il
grande afflusso di studenti universitari provenienti da tutta Italia, anche per il richiamo di
unantica e prestigiosa Universit e due Scuole Superiori di eccellenza, ha alimentato un notevole
mercato di sostanze stupefacenti .
LAmministrazione Comunale fortemente impegnata per quanto di competenza ad interventi
strutturali volti a riqualificare e sottrarre al degrado i punti critici della citt rispetto alle
problematiche della sicurezza; si far riferimento per esempio a:
progetto di riqualificazione complessiva per la zona della Stazione F.S.;
progetto di riqualificazione complessiva di Piazza delle Vettovaglie;
potenziamento della rete di videosorveglianza urbana, eventualmente anche con lapporto
dei privati, con riferimento anche alla zona di Piazza dei Miracoli ed agli accessi alla citt;
lotta ferma ai vari casi di degrado presenti su tutto il territorio comunale, quartieri compresi.

A ci si aggiunga il metodo della piena collaborazione tra le Istituzioni preposto alla sicurezza che
vede ormai un impegno continuo e collaborativo di Prefettura, Forze dellordine (ivi compresa la
Polizia Municipale) ed Amministrazione Comunale.
Il nuovo disegno di legge sulla sicurezza urbana, che sar discusso al convegno, andr proprio a
trattare i temi chiavi di cui Pisa gi in qualche modo anticipatrice, seppure con un assetto
normativo che oggi non aiuta e che dovrebbe essere modificato dalla nuova legge.
Questi i temi-chiave del nuovo disegno di legge:
gli accordi per lattuazione della sicurezza urbana;
i nuovi strumenti a disposizione del Comune per la sicurezza urbana, sia di competenza del
Consiglio Comunale sia del Sindaco;
le misure a tutela della sicurezza e del decoro di particolari luoghi e in occasione di
manifestazioni pubbliche;
il divieto di accesso a particolari luoghi (ordine di allontanamento);
il rafforzamento delle norme esistenti su pubblici esercizi e stabilimenti balneari;
le ulteriori misure di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti;
il contrasto allesercizio invasivo dellaccattonaggio ed ai parcheggiatori abusivi.