Sei sulla pagina 1di 7
MoVimento 5 Stelle elezioni amministrative Bucchianico 2014 programma Lavori pubblici, viabilità e abitare ………………………………… …………… ..

MoVimento 5 Stelle elezioni amministrative Bucchianico 2014 programma

Lavori pubblici, viabilità e abitare………………………………………………

....................................................1

Energia e ambiente………………………………………………………………………………

.....................................................2

Amministrazione……………………………………………………………………………………………… ..............................................4

Sviluppo e connettività e turismo…………………………………………………………………………

...................................5

Servizi……………………………………………………………………………………………………………… …

..........................................

......6

Lavori pubblici, viabilità e abitare

- Particolare attenzione verrà data al recupero del patrimonio edilizio esistente, in alternativa al consumo del suolo e a costruzioni ex novo. Per tale recupero, promuoviamo la bioedilizia e in particolare un'architettura sostenibile che sia in grado di limitare l'impatto ambientale e di favorire l'integrazione dei manufatti nella comunità grazie al coinvolgimento diretto degli attori del processo edilizio e alla progettualità condivisa. Tra i tanti modelli di riferimento favoriremo l'auto-costruzione e l'auto-recupero per i cittadini che non riescono ad accedere al mercato edilizio tradizionale, in alternativa alla costruzione di nuove case popolari; bandi che attivano progetti di auto-costruzione sono già stati avviati in alcune province abruzzesi e possono costituire oggetto di studio per future applicazioni nel nostro territorio comunale, assieme ad altri comuni limitrofi interessati. La riconversione dell'edilizia pubblica verrà pianificata per essere prima di tutto a favore dei cittadini e conveniente per il comune. Per i progetti già avviati (come ad esempio il recupero del “Palazzo in piazza”) faremo in modo di attivare al meglio la comunicazione con i cittadini riguardo le fasi di avanzamento e, laddove sia possibile, far decidere alla cittadinanza le funzioni degli immobili pubblici da recuperare.

  • - Valuteremo l'idoneità dei dossi presenti sulle nostre strade al fine di trovare soluzioni

alternative che permettano comunque la riduzione di velocità con minor rischio dei mezzi e

dei conducenti.

  • - Rimuoveremo le “strisce blu” a pagamento nel centro storico applicando inizialmente una

sosta a tempo determinato; successivamente, una moderazione di spazi per la sosta, al fine di

migliorare la vivibilità e la valorizzazione della piazza. Avremo particolare attenzione per le frazioni particolarmente urbanizzate e sprovviste di marciapiede e collegamenti pedonali.

  • - Al fine di prevenire il dissesto idrogeologico e mettere in sicurezza terrapieni e scarpate

opteremo per metodi tradizionali e sostenibili. La piantumazione di alberi mitigherebbe i rischi di frane e smottamenti di terreno (ad es. per quanto riguarda la scarpata sotto il belvedere, priva di piante adatte al trattenimento di frane)

Energia e ambiente

  • - Riguardo al tema dei rifiuti, lo scopo è ripensare il sistema attuale della raccolta differenziata

per raggiungere l'obiettivo dei "rifiuti zero": il nuovo sistema prevede l'abbassamento dei costi di trasporto grazie al compostaggio domestico (scarti di cucina e ortaggi) e l'avvio di nuove campagne informative per aumentare la qualità della raccolta differenziata. Ne conseguirebbe uno sconto sulla tassa dei rifiuti per i cittadini che lo praticano. Inoltre per le aree densamente popolate, potremmo avviare piccole compostiere di comunità, utili ad evitare il dispendioso trasporto di rifiuti verso impianti troppo lontani, mentre per le aree agricole è possibile promuovere dei centri di compostaggio appositi coinvolgendo i privati interessati.

  • - Installeremo sistemi di raccolta intelligenti che distribuiscono denaro ad ogni rifiuto

conferito, attraverso consorzi di attività commerciali. Abbiamo esempi già avviati in tutta

Europa e in nord-Italia.

  • - Renderemo più efficienti, sotto il profilo energetico, i nostri edifici pubblici installando

pannelli fotovoltaici e solari sulle loro coperture, garantendo sempre un basso impatto visivo. Promuoveremo anche la conversione delle lampade attuali in quelle a tecnologia LED, le quali riducono i consumi quasi del 40%. Punteremo, inoltre, sul solare termico (per il riscaldamento) per risparmiare combustibili fossili. La nostra proposta verte su sistemi integrati: pannelli solari termici e caldaie a condensazione a gas. Alle nostre latitudini si avrebbe un risparmio del 70% sull'attuale consumo di combustibili fossili.

  • - Verranno sostituiti gradualmente gli impianti di illuminazione pubblica con lampioni

intelligenti in grado di contenere inquinamento e spesa. L’illuminazione pubblica è una delle principali voci di spesa e fonte di consumo energetico per i comuni, nonché di emissione di CO2; alcuni comuni sono riusciti a far fronte a questo problema installando impianti di illuminazione capaci anche di comunicare via radio e di essere monitorati a distanza riguardo

consumi e malfunzionamenti.

  • - Saranno previsti Contributi/finanziamenti per impianti di depurazione privati (vedi Carta di

Firenze – Comuni a cinque stelle) tali da favorire sistemi sostenibili per l’ambiente e meno impattanti come la Fitodepurazione.

  • - Riqualificheremo i terreni agricoli lasciati in abbandono per favorire l'avvio di cooperative di comunità.

  • - Verranno previste convenzioni scuola-piscina senza costruire nuove infrastrutture; daremo la priorità alla riqualificazione degli impianti sportivi esistenti.

  • - Daremo maggiore attenzione ai luoghi più esposti all'abbandono continuo di rifiuti con ulteriori controlli.

  • - Previa individuazione, verrà nominato un Energy Manager, al fine di avviare un programma organico di rilievo e ottimizzazione dei consumi energetici. Il compenso del professionista non

sarà a carico del Comune, ma sarà ricavato dalla riduzione dei costi.

  • - Usciremo dal programma ELENA stipulato con la Provincia di Chieti che prevede la

realizzazione di interventi di efficientamento energetico degli edifici e della pubblica illuminazione realizzati. Il motivo è che il Comune, pur dovendo finanziare gli interventi presumibilmente con l’accensione di mutui, non otterrebbe nessun beneficio concreto in termini di riduzione dei costi.

  • - Valuteremo insieme ai cittadini se dare in affidamento ad un soggetto terzo (ESCO), attraverso il meccanismo della concessione dei servizi, le seguenti attività:

    • - adeguamento a norma degli impianti esistenti;

    • - realizzazione di interventi di riqualificazione impiantistica ed energetica;

    • - gestione e manutenzione ordinaria degli impianti termici e di pubblica illuminazione;

  • - manutenzione ordinaria e straordinaria. In questo modo il Comune otterrà notevoli risparmi in quanto:

  • - dovrà corrispondere un canone fisso indipendente dalla variazione dei costi di approvvigionamento dell'energia; non si dovrà occupare della manutenzione; non dovrà sostenere spese impreviste per eventuali guasti.

  • - Porremmo particolare attenzione alla qualità dell'acqua pubblica.

  • - Non buttare, scambia. Promuoveremo dei mercatini periodici dove le persone che hanno

  • oggetti che non utilizzano più e sono in buono stato possono farne dono alle persone che ne

    hanno bisogno e, contemporaneamente, se sono alla ricerca di oggetti particolari hanno la possibilità di riceverli in dono se sono presenti. La stessa iniziativa si può estendere ai più piccoli con doni: i bambini possono scambiarsi i giochi tra di loro.

    Amministrazione

    -Trasparenza, formazione e connettività: intese come presupposti indispensabili per coinvolgere il cittadino affinché possa avere in ogni momento sotto controllo tutte le scelte che passano attraverso l'amministrazione, ancor prima che vengano attuate, in modo che possa intervenire tempestivamente attraverso proposte, opinioni e perché no, anche contestazioni; un esempio di tutto questo può essere certamente l'installazione di una webcam all'interno del Consiglio Comunale e la realizzazione di un canale online gratuito dove periodicamente si propone il sunto di ciò che avviene in amministrazione: fornire strumenti alla portata di tutti per poter interagire. Un'area apposita del sito internet del comune sarà adibita alla pubblicazione del trattamento economico di sindaco, giunta e consiglio: i nostri eletti non usufruiranno delle spese extra.

    • - Riduzione al minimo delle consulenze esterne tramite valorizzazione del personale della P.A.

    • - L'amministrazione come antenna a servizio dei cittadini: pensare ad un concetto di

    amministrazione che non si ponga al di sopra dei cittadini, ma tra i cittadini, con l'obiettivo di coinvolgere e informare quanto più possibile sulle scelte da prendere, le eventuali conseguenze e sulla reale situazione economica attuale.

    • - Vincolo di mandato e requisiti. Ognuno degli nostri candidati potrà assolvere solo due

    mandati elettorali, non potrà essere iscritto a nessun partito, non dovrà avere riportato sentenze di condanna in sede penale (anche non definitive) e non dovrà essere iscritto ad associazioni massoniche. Inoltre ognuno si impegna a rimettere il mandato elettorale ricevuto, nel caso in cui, nel corso del suo svolgimento perda o si dimostri non abbia posseduto fin dall'origine uno o più dei requisiti minimi sopra descritti.

    • - Democrazia diretta. I provvedimenti comunali dovranno essere resi pubblici almeno un

    mese prima della loro adozione per ricevere commenti e suggerimenti da parte dei cittadini mediante una serie di strumenti appositamente creati dal comune sul proprio sito internet ma anche prevedendo forme alternative (questionari, sportelli presso le delegazioni, etc.) per coloro i quali (persone anziane e/o non informatizzate) non hanno accesso alla rete.

    • - Bilancio partecipativo. I cittadini diventano protagonisti diretti nella predisposizione del

    bilancio comunale mediante l'adozione di meccanismi idonei al recepimento nel bilancio delle istanze e delle esigenze del territorio espresse nelle forme previste.

    Sviluppo, connettività e turismo

    • - Attiveremo un servizio di Wi-Fi libero (internet libero) al fine di riportare il centro storico a essere punto di aggregazione sociale. Parallelamente ci impegneremo a far aumentare la

    qualità della connessione internet per venire incontro ai cittadini privati che ne hanno bisogno e far crescere la qualità delle imprese che lavorano nel nostro territorio.

    • - Attiveremo un servizio di segnalazione di problematiche legate a strade e patrimonio edilizio pubblico online (via sito istituzionale del comune).

    • - Promuoveremo l'avvio di fattorie didattiche con il patrocinio del comune: ciò permetterà ai

    più piccoli di apprendere la propria identità territoriale e di dare svago a famiglie e bambini.

    Contemporaneamente, si possono creare opportunità di sviluppo per le stesse attività agricole, promuovendo il turismo scolastico in ambito rurale e valorizzando i prodotti tipici e di qualità.

    • - Promuoveremo corsi per l'alfabetizzazione informatica della popolazione.

    • - Favoriremo le produzioni locali e promuoveremo incubatori di impresa per avvicinare i

    giovani under 40 all'agricoltura. Valorizzeremo la vendita a chilometro zero favorendo la

    vendita in loco dei prodotti locali.

    • - Promuoveremo la riappropriazione degli spazi urbani abbandonati e la valorizzazione del

    borgo attraverso iniziative culturali tese a mettere a confronto giovani creativi con la cittadinanza. I casi studio sono Favara e il “Villaggio dell’Arte” del Matese. Allo stesso tempo creeremo per Bucchianico un sistema di alloggio diffuso utilizzando network già esistenti che comporterebbe la nascita di un servizio a costo zero.

    • - Attiveremo una rete “organizzativa” per migliorare e rendere continuativa per tutto l'anno

    l’offerta turistico/culturale. Gli obiettivi saranno: collegamento tra i commercianti, il turismo religioso, sportivo e ambientale, gli operatori e i promotori; valorizzazione del patrimonio intellettuale e dei rituali della festa dei Banderesi facendo sì che il turista viva in prima persona la “costruzione” della festa; ci impegneremo a pianificare e guidare il rilancio e lo sviluppo del territorio attraverso operazioni di marketing territoriale, seguendo gli esempi che hanno riscontrato maggior successo: ciò potrebbe costituire una valida risorsa culturale ed economica per il centro storico e le contrade impegnate. Particolare interesse riserveremo al turismo religioso attraverso un'organizzazione mirata anche al pellegrino.

    Servizi

    • - Avvieremo uno sportello per il volontariato, al quale ogni cittadino potrà lasciare la propria disponibilità da spendere ed indirizzare ad iniziative di pubblica utilità e associazioni

    più affini alle competenze del volontario.

    • - Creeremo un archivio digitale, al fine di ridurre i costi della cancelleria e attivare quindi uno sportello diretto della trasparenza.

    • - Promuoveremo luoghi di socialità in centro e nelle contrade, spazi per dibattiti,

    confronti e formazione; potranno essere utilizzati anche per la realizzazione dei carri per la festa dei Banderesi (come già avviene in Fara Filiorum Petri per quanto riguarda la festa delle

    Farchie). In particolare, desideriamo creare una Casa delle associazioni aperta tutti i giorni, dedicata agli anziani e ai giovani. Lo spazio potrebbe essere individuato in un locale di proprietà del comune in alternativa alla vendita ai privati. Sarà aperto per svago, feste di compleanno per bambini, lettura di giornali in abbonamento e connessione wi-fi gratuita, biblioteca con volumi digitali, in giorni alternati per le associazioni riconosciute dal comune che attualmente non hanno una sede.

    • - La sicurezza dei cittadini per noi è di fondamentale importanza. Al fine di garantire un territorio più sicuro per tutti potenzieremo il sistema di vigilanza da parte della Polizia Municipale e cercheremo di installare un sistema di videosorveglianza diffuso. Tra le nostre priorità inseriremo la sicurezza dei bambini, sopratutto nei parcogiochi e controllando l'efficienza e la sicurezza dei servizi di trasporto scolastico.

    • - Ci impegneremo nel mantenimento dei servizi sanitari di base esistenti nel territorio comunale.

    • - Non consideriamo lo Sport solamente come una pratica sportiva, ma come sopratutto prevenzione primaria (alimentazione sana, attività fisica, astensione dal fumo).

    Promuoveremo questo tipo di informazione attraverso più canali (associazioni, scuole, incontri pubblici).

    Avvieremo controlli mirati sulla manutenzione delle strutture sportive: verranno adeguate ai parametri igienico-sanitari previsti per legge, si opterà per la ristrutturazione, l'ampliamento e l'adeguamento delle strutture già esistenti prima di considerare l'opzione di nuove costruzioni. Agevoleremo le associazioni sportive già esistenti (senza scopo di lucro) organizzando manifestazioni sportive (con il patrocinio del Comune) a livello regionale e nazionale come ad es. gara di MTB o gara podistica, per incrementare allo stesso tempo l'attenzione turistica su Bucchianico. Ulteriori attività sportive su tutto il territorio serviranno a valutare aree dedite solo all’agricoltura oppure in totale abbandono, ad es. con l'organizzazione di corsi di Nordic Walking lungo il fiume Alento e Foro o la creazione di percorsi cicloturistici e ippovie (con

    relativa segnaletica e attivazione di itinerari online, App per smartphone e tablet, collegamenti e convenzioni con strutture turistiche).

    • - Più autonomia e servizi per anziani e persone con disabilità: Sulla viabilità e sui

    trasporti, l'obiettivo è agevolare il collegamento tra il centro cittadino e le aree meno densamente popolate attraverso l'attivazione di un servizio convenzionato di trasporto a chiamata e approvvigionamento spesa alimentare e medicinali. Nel particolare, le persone anziane e/o con disabilità devono essere supportate quanto più possibile per godere di uno stato di autonomia in situazioni primarie come raggiungere il proprio medico, andare a fare la spesa o accedere ai servizi presenti nel centro cittadino. Promuoveremo anche iniziative di socialità attraverso la connessione con progetti europei semplici ed economici.

    • - Promuoveremo il servizio Tages-Mutter, mamma di giorno, per ovviare al problema della

    mancanza di asilo nido. Si tratta di una figura professionale con funzioni di assistente all'infanzia, che svolge il suo ruolo presso il proprio domicilio che viene chiamato "nido famiglia".

    • - La banca del tempo: Realizzeremo una banca dati dove chi ha delle competenze e le vuole

    mettere a disposizione della comunità si registra indicando sia il tempo di cui dispone, sia eventuali servizi di cui ha bisogno. In questo modo si può creare una rete di solidarietà a costo

    zero.