Sei sulla pagina 1di 1

opinioni commenti lettere p roteste giudizi p roposte suggerimenti blog

dai circoli liberal


LETTERA DALLA STORIA

Un carcerato deve cavar sangue anche da una rapa


Tra gli studi più profondi è certo quello delle lingue moderne: basta una BANCA LADRONA!
grammatica, che si può trovare anche nelle bancarelle dei libri usati, Nel 1989 crolla il Muro di Berlino e per l’economia
e qualche libro della lingua scelta per lo studio. Non si può imparare dell’Europa occidentale si apre l’immenso mercato
la pronunzia parlata è vero, ma si saprà leggere e questo è già un ri- dell’Est. C’è da ricostruire, costruire ed investire nei
sultato ragguardevole. Inoltre molti carcerati sottovalutano la bi- Paesi dell’Europa orientale che, a causa del regime
blioteca del carcere. Certo tali biblioteche sono sconnesse: i libri so- comunista, sono rimasti molto indietro. Le banche
no stati raccolti a caso, per donazione di padronati che ricevono fon- italiane, alla ricerca di denaro per gli investitori, si
di di magazzino dagli editori, o per libri lasciati da liberati. Abbondano accorgono di avere un tesoro a disposizione. Nelle
di libri di devozione e di romanzi di terz’ordine. Tuttavia credo che un piccole banche popolari delle regioni del sud Italia,
carcerato politico deve cavar sangue anche da una rapa, tutto consiste infatti, è conservato un patrimonio di risparmi no-
nel dare un fine alle proprie letture e nel saper prendere appunti. Fac- tevole, frutto del lavoro e della cultura del sud che
cio un esempio: a Milano ho letto una certa quantità di libri, ha messo sempre “un po’” da parte. Nell’ultimo ven-
specialmente romanzi popolari, finché il direttore non mi ha tennio, nel Mezzogiorno, si è assisitito alla conqui-
concesso di andare in bibliotecaa scegliere tra i libri non an- sta delle banche popolari legate al territorio da par-
cora passati in lettura o fra quelli che, per un particolare sa- te dei grandi istituti di credito del continente. Fatta
pore politico o morale, non erano dati in lettura a tutti. Eb- incetta di capitali da investire nell’Europa dell’Est,
bene ho trovato che anche Sue, Montépin, Ponson du Ter- il costo del denaro nel Mezzogiorno è salito media-
rail erano abbastanza se letti da questo punto di vista: mente di un punto percentuale, gli imprenditori
«perché questa letteratura è sempre la più letta? che, nel Sud, si rivolgono alle banche, anche prima
Antonio Gramsci della crisi finanziaria, hanno avuto difficoltà ad
a Tania avere prestiti che potessero favorire lo sviluppo
econmico del territorio. Unica eccezione le poche
banche popolari rimaste “indipendenti”e legate, per
loro vocazione al
LA CORRUZIONE È AUMENTATA ACCADDE OGGI senso maggioritario; abolita l’immunità territorio, che han-
La corruzione non è mai diminuita. Ie-
ri, tutti i partiti, in realazione al loro pe-
6 marzo parlamentare, ecco morta la democra-
zia in Italia. L’Armata Brancaleone
no dato ossigeno al-
le imprese, favoren-
so elettorale e alla loro penetrazione 1953 Georgij Malenkov suc- messa a punto da Achille Occhetto, si- do l’occupazione.
nelle amministrazioni locali, “estorce- cede a Josif Stalin come cura di vincere le elezioni del 1994, si Senza sviluppo e
vano”tangenti sia alla magistratura, sia premier e primo segretario trovò invece sbaragliata da Silvio Ber- senza prospettive
agli imprenditori dell’epoca. Fu un si- del Partito comunista del- lusconi, che legittimerà l’avvento dei positive molti han-
stema costruito all’indomani della rico- l’Unione Sovietica postfascisti e dei leghisti di Bossi. Da 16 no deciso di emigra-
struzione postbellica, nel 1946, e possi- 1957 Israele ritira le sue anni viviamo l’alternarsi governativo di re, ed è sotto gli oc-
bile solo in un Paese ad economia diri- truppe dalla penisola del berluscones, leghisti, giustizialisti e cat- chi di tutti il declino
gista ed anti-liberale come il nostro. Un Sinai tocomunisti riuniti in calderoni, che so- demografico dei
Paese che mise in piedi le partecipazio- 1964 Costantino II diventa no dei veri comitati d’affari, senza pe- piccoli centri che
ni statali, una tv di Stato, un apparato re di Grecia raltro alcuna “magistratura interna”. potrebbero essere
sindacatocratico e burocratico pesante. 1970 Il sospetto omicida Ecco dunque la penatrazione di perso- completamente de-
La corruzione nacque così, per volontà Charles Manson pubblica nalità dalla dubbia moralità, a destra serti nei prossimi 20
in particolare dei due partiti più forti: un album intitolato Lies come a sinistra. Con l’unico interesse di anni. Liquidare il
Dc e Pci. L’uno finanziato dagli Usa, dal per finanziare la sua difesa arraffare e lucrare. Il tutto reso possibi- problema, additan-
sistema delle partecipazioni statali e 1975 In Italia la maggiore le dal fatto che non esiste più alcuna do tutte le respon-
dal sottogoverno; l’altro dalla dittatura età viene abbassata da 21 a mediazione dei partiti o dei leader, che sabilità alle banche,
sovietica, dal sottogoverno locale e dal- 18 anni nei fatti sono investiti del loro ruolo sarebbe ingenuo,
le cooperative rosse. Il sistema radiote- 1978 Joseph Paul Franklin unicamente “a furor di popolo”, e non ma certamente tra le concause del mancato svilup-
levisivo, poi, fu lottizzato: un pezzo alla spara a Larry Flynt, editore più dalla democrazia interna dei partiti. po del Mezzogiorno giocano un ruolo le banche, che
Dc, uno al Psi e l’altro al Pci. L’egemo- della rivista pornografica Lo stesso sistema delle Primarie non è non lasciano i risparmi nel territorio per favorire lo
nia culturale, editorale e cinematografi- Hustler, che rimane para- che una bufala che non fa che slegare i sviluppo. Come rimediare per evitare che i piccoli
ca fu occupata poi dal Pci, con il bene- lizzato dalla vita in giù leader eletti dalla democrazia interna centri scompaiano, che le famiglie ed i giovani con-
placito della Dc. E gran parte dei magi- 1983 La United States Foot- del partito. Un sistema che rende dun- tinuino ad emigrare al Nord? Una proposta prag-
strati che si formarono negli anni ’70, ball League inizia il suo que questi leader ricattabili da qualsia- matica potrebbe essere la detassazione, per le ban-
provenivano dalle file dello stesso Pci. I primo anno di competizio- si lobby economica del territorio capa- che, degli utili provenienti dagli investimenti nel
partiti laici più piccoli, Psi in testa, si in- ni ce di garantir loro l’elezione. Nel 1993, territoio. La minore raccolta fiscale dello Stato sa-
dustriarono a loro volta e si insinuaro- 1984 Inizia lo sciopero del- Bettino Craxi smascherò quel sistema rebbe compensata dalle imposte sul nuovo circolo
no in quel sistema “corrotto”, che riuscì l’industria britannica del di corruzione. E fu egli stesso che pro- di denaro che lo sviluppo produce e l’economia del
però a garantire la democrazia nel no- carbone che durerà per do- pose una riforma radicale che mettesse Mezzogiorno potrebbe avere un rilancio senza in-
stro Paese, una certa stabilità economi- dici mesi a nudo “chi finanziava chi”, sul modello terventi assistenzialistici che servono solo a creare
ca e, via via, l’abbattimento dell’infla- 1992 Il virus Michelangelo della democrazia americana. Ci si ritro- clientele. Invece della Banca del Sud, lanciata dal
zione e il riconoscimento del Made in inizia ad infettare i compu- va oggi in una situazione peggiore, che ministro Tremonti ma non ancora nata, questa pro-
Italy nel mondo. Un sistema abbattuto ter solo un ritorno all’etica pubblica ed al- posta potrebbe favorire nuovi investimenti al sud
da inchieste a senso unico: molte delle 1997 La Testa di donna di la democrazia dei partiti potrebbe sa- che favoriscano l’occupazione.
quali finite in assoluzione. Abbattuti co- Pablo Picasso, viene rubata nare. Dubito ciò sarà possibile in tempi Giovanni Nocera
sì i partiti democratici: Dc, Psi, Psdi, Pri da una galleria di Londra brevi e con gli attuali leader politici. P R E S I D E N T E RE G I O N A L E CI R C O L I LI B E R A L SI C I L I A
e Pli; modificata la legge elettorale in Luca Bagatin

Redazione Anselma Dell’Olio, Alex Di Gregorio Società Editrice Distributore esclusivo per l’Italia
e di
cronach Mario Accongiagioco, Massimo Colonna, Edizioni de L’Indipendente s.r.l. Parrini & C - Via di Santa Cornelia, 9
Gianfranco De Turris, Rossella Fabiani, 00060 Formello (Rm) - Tel. 06.90778.1
Francesco Capozza, Giancristiano Desiderio, via della Panetteria, 10 • 00187 Roma
di Ferdinando Adornato Vincenzo Faccioli Pintozzi, Pier Mario Fasanotti, Marco Ferrari, Aldo
Diffusione
Francesco Pacifico, Riccardo Paradisi, Forbice, Antonio Funiciello, Amministratore Unico Ufficio centrale: Luigi D’Ulizia
Direttore Editoriale Clara Pezzullo (segreteria) Giancarlo Galli, Pietro Gallina, Ferdinando Adornato 06.69920542 • fax 06.69922118
Ferdinando Adornato Riccardo Gefter Woondrich, Abbonamenti
Concessionaria di pubblicità e Iniziative speciali 06.69924088 • fax 06.69921938
Roberto Genovesi, Aldo G. Ricci, OCCIDENTE SPA Semestrale 65 euro - Annuale 130 euro
Supplemento MOBYDICK Sostenitore 200 euro
Direttore da Washington Robert Kagan, Filippo La Porta, Presidente: Emilio Bruno Lagrotta c/c n° 54226618 intestato
(Gloria Piccioni) a “Edizioni de L’Indipendente srl”
Michael Novak Maria Maggiore, Paolo Malagodi, Amministratore delegato: Raffaele Izzo Copie arretrate 2,50 euro
Consiglio di amministrazione:
Marzia Marandola, Andrea Margelletti, Registrazione
Ferdinando Adornato,Vincenzo Inverso,
Consiglio di direzione Tribunale di Salerno n. 919 del 9-05-95 - ISSN 1827-8817
Collaboratori Adriano Mazzoletti, Gabriella Mecucci, Domenico Kappler, Gennaro Moccia, La testata beneficia di contributi diretti di cui alla legge n. 250/90
e successive modifiche e integrazioni. Giornale di riferimento dell’Udc
Giuliano Cazzola, Francesco D’Onofrio, Francesco Alberoni, Maria Pia Ammirati, Roberto Mussapi, Francesco Napoli, Angelo Maria Sanza
Gennaro Malgieri, Bruno Tabacci Ernst Nolte, Emanuele Ottolenghi,
Mario Arpino, Bruno Babando,
Amministrazione: Letizia Selli, e di
Jacopo Pellegrini, Adriano Petrucci, cronach
Giuseppe Baiocchi, Giuseppe Bedeschi, Maria Pia Franco
Ufficio centrale
Sergio Belardinelli, Stefano Bianchi, Leone Piccioni, Francesca Pierantozzi, Ufficio pubblicità: 0669924747
Gloria Piccioni (direttore responsabile)
John R. Bolton, Mauro Canali, Daniel Pipes, Marina Pinzuti Ansolini, via della Panetteria 10 • 00187 Roma
Nicola Fano, Andrea Mancia, Errico Novi Tipografia: edizioni teletrasmesse Tel. 0 6 . 6 9 9 2 4 0 8 8 - 0 6 . 6 9 9 0 0 8 3
Franco Cardini, Carlo G. Cereti, Gianfranco Polillo, Loretto Rafanelli, Fax. 0 6 . 6 9 92 1 9 3 8
(vicedirettori) New Poligraf Rome s.r.l.
Enrico Cisnetto, Claudia Conforti, Carlo Ripa di Meana, Roselina Salemi, Stabilimento via della Mole Saracena email: redazione@liberal.it - Web: www.liberal.it
Antonella Giuli (vicecaporedattore)
Franco Insardà, Luisa Arezzo, Angelo Crespi, Renato Cristin, Katrin Schirner, Emilio Spedicato, 00065 Fiano Romano Questo numero è stato chiuso
Davide Urso, Marco Vallora, Sergio Valzania in redazione alle ore 19.30
Stefano Zaccagnini (grafica) Francesco D’Agostino, Reginald Dale Agenzia fotografica “LaPresse S.p.a.”