Sei sulla pagina 1di 8

CORSO DI MDF2

APPUNTI DELLE ESERCITAZIONI


POLITECNICO DI MILANO
Sede di Piacenza

CORSO di MDF2:Appunti delle esercitazioni

Esempio1: determinazione dellaltezza di aspirazione limite della pompa


girante

Piano di riferimento
hmax

zm

hm

ha
D,L,,Q
,

Dati:
L = 40 m
D = 0.15m
=10-4 m
Q=0.03m3/s
NPSHpompa= 6.5m
= 9806 N/m3 circa
= 10-6 m2/s
T=20C (pvap=0.02337 bar=>pvap/=ht=0.24 m circa)
Determinare:hmax considerando come perdite di carico semplicemente le perdite distribuite.

Premessa:
I valori minimi di pressione di funzionamento che possono essere raggiunti allaspirazione delle
pompe sono limitati dallinsorgere della cavitazione.
La cavitazione vaporosa consiste , come suggerisce il nome stesso, nella formazione di cavit di
vapore in un liquido quando localmente la pressione raggiunge un valore critico, ovvero quando la
pressione locale circa uguale alla pressione di vapore del liquido.
Con riferimento nello specifico alla cavitazione idrodinamica tale fenomeno pu innescarsi anche in
condotte in particolare sono critiche le regioni in cui in seguito a locali incrementi di velocit della
corrente fluida si hanno diminuzioni del valore di pressione sino al valore critico.
Le cavit di vapore fluiscono assieme alla corrente e quando raggiungono una zona di maggior
pressione si implosione delle cavit e generazione di onde di pressione che si trasmettono alle
pareti, le quali, sottoposte a cicli di sollecitazione, si deformano per poi cedere per fatica. Questo
fenomeno, caratterizzato da un rumore metallico prodotto dal martellamento a cui sono sottoposte le
pareti, prende il nome di cavitazione incipiente.

CORSO di MDF2:Appunti delle esercitazioni


I danni conseguenti alla cavitazione possono essere esaltati dalla corrosione elettrochimica e dal
locale aumento della temperatura dovuto alla deformazione plastica delle pareti. Le condizioni di
innesco della cavitazione possono essere previste mediante il calcolo dellaltezza totale netta
allaspirazione, denominata nella letteratura tecnica con la sigla NPSH (Net Positive Suction Head:
altezza netta positiva di aspirazione). LNPSH rappresenta lenergia totale o carico assoluto totale
per unit di peso del fluido in condizioni di cavitazione incipiente, al netto della tensione di vapore
(espressa perci in m) che il fluido possiede allingresso della pompa. Per trovare la relazione tra
laltezza alla quale installare la macchina in condizioni di sicurezza, occorre che la seguente
relazione sia verificata:
NPSHdisponibile NPSHrichiesto in cui la condizione di uguaglianza evidentemente rappresenta la
condizione limite.
In cui:

NPSH disponibile rappresenta lenergia messa a disposizione dallimpianto alla flangia di


aspirazione riferita alla tensione di vapore del liquido;

NPSHdisponibile = ha+ze-perdite di carico - ht = patm/+ze - JL-pvap/


Esso un parametro determinabile dalle caratteristiche dellimpianto e del particolare processo
industriale.
Con He si indica carico totale assoluto alla fine della condotta di aspirazione rispetto al piano di
riferimento;
ze dislivello tra la quota della superficie libera del liquido ed il piano di riferimento definito1;
in condizioni di incipiente cavitazione NPSHdisponibile = NPSHrichiesto:
ze limite = NPSHdisponibile- patm/ +JL+pvap/

NPSH richiesto rappresenta lenergia totale minima per unit di peso riferita alla tensione di
vapore del liquido affinch la pompa funzioni in condizioni di cavitazione incipiente.

Esso viene determinato sperimentalmente ed un parametro della pompa.


Esso per definizione pari a:
NPSHrichiesto=ha-ht+hm+V2/2g-zm
In cui:
ha laltezza piezometrica assoluta sulla superficie libera del liquido nella vasca di aspirazione in
metri di colonna dacqua;

Di solito il piano di riferimento quello orizzontale passante per lasse della girante per pompe ad asse orizzontale e la
faccia inferiore della girante per pompe ad asse verticale. ze<0 se il piano di riferimento sta sopra al pelo libero e allora
si parla di altezza di aspirazione (|ze|) altrimenti >0 e ze si dice battente.

CORSO di MDF2:Appunti delle esercitazioni


ht la tensione di vapore in metri dacqua alla temperatura di prova T (a rigore si avrebbe pvap+pgas
pressione parziale dei gas disciolti);
hm laltezza piezometrica relativa in corrispondenza della flangia di entrata della pompa misurata
con un manometro metallico;
V la velocit della corrente alla flangia di aspirazione per la portata Q in condizioni di incipiente
cavitazione;
zm il dislivello tra la quota del baricentro del manometro ed il piano di riferimento
precedentemente definito per cui zm negativo se il manometro soggiace al piano di riferimento
della pompa ;
Svolgimento:
NPSHdisponibile=He-ht=ha+ze-perdite di carico - ht = patm/+ze - JL-pvap/
+NPSHrichiesto=6.5
V=1.698 m/s
Re=254700
/D=0.666*10-3
=0.01927
J=0.0188=>JL=0.755m
Zelimite =-2.84m rappresenta la condizione limite per cui NPSHdisponibile = NPSHrichiesto
in generale dovr valere che:
NPSHdisponibile NPSHrichiesto
hmax| Zelimite| = 2.84 m
Conclusione:
Quindi al fine di garantire le condizioni di corretto funzionamento del sistema nei riguardi del
rischio di cavitazione occorre posizionare la pompa al di sopra del livello del serbatoio in modo tale
che laltezza di aspirazione sia inferiore al valore limite 2.84 m.
Si osserva che in genere bene tenere un fattore si sicurezza variabile da 0.5 a 1m.

CORSO di MDF2:Appunti delle esercitazioni

Esempio2: determinazione dellaltezza di aspirazione limite della pompa


in condizioni di differente temperatura di esercizio2
CASO T=6C (temperatura del liquido)
Si deve eseguire la verifica a cavitazione di un impianto di sollevamento di acqua fredda
(pvap/=ht0) in condizioni di pressione normale (patm/ =ha =10 m circa per lacqua) con perdite di
carico nella condotta di aspirazione Y=3 m sapendo che NPSH richiesto della pompa di 5.5 m.
Premessa:Si veda la premessa dellesempio1;
Svolgimento:
La condizione limite di incipiente cavitazione si ha se NPSHimpianto (detto anche NPSH disponibile)=
NPSHpompa (detto anche NPSH richiesto).
Per definizione NPSH impianto il carico totale assoluto della corrente al termine della condotta di
aspirazione rispetto al piano di riferimento(He) riferito alla tensione di vapore(ht)=>NPSHimpianto
=He-ht;
He =ha+ze-Y
In cui: ha laltezza piezometrica assoluta sulla superficie libera del liquido nella vasca di
aspirazione (se il serbatoio a pelo libero essa vale patm/);
ze: il dislivello tra il livello idrico nel serbatoio di aspirazione ed il piano di riferimento della
pompa; per cui se il piano di riferimento sta sopra il livello del serbatoio ze negativo ed il suo
valore assoluto si dice altezza di aspirazione mentre in caso contrario assume valore positivo e
prende il nome di battente;
Y= sommatoria delle perdite di carico nella condotta di aspirazione;
Zelimite=NPSHpompa-ha+Y+ht=5.5- 10+3=-1.5 m
in generale dovr valere che:
NPSHdisponibile NPSHrichiesto
hmax| Zelimite|=1.5m
Conclusione:
Quindi fino a che laltezza di aspirazione minore di 1.5 la pompa pu operare correttamente
rispetto alle condizioni di cavitazione.
Caso T= prossima ai 100C (temperatura acqua bollente)
Premessa:Si veda la premessa dellesempio1;
Svolgimento:
In questo caso haht10 m quindi eseguendo le medesime considerazioni fatte nel caso precedente
2

I testi di questi esempi sono tratti dal testo di A.Bianchi e U.Sanfilippo Pompe ed impianti di sollevamento Ed.

CORSO di MDF2:Appunti delle esercitazioni


Zelimite=NPSHr-ha+Y+ht=5.5- 10+3+10=8.5 m
Conclusione:
In questo caso quindi la pompa pu operare solo in condizioni di battente e se laltezza del battente
almeno pari o superiore a 8.5 m
Osservazioni:
Se la verifica non dovesse essere soddisfatta occorre agire o nel senso di aumentare NPSH impianto o
diminuendo NPSH pompa.
Criteri per aumentare NPSH impianto consistono evidentemente nellaumentare He cio o aumentare ze
se positivo o diminuirlo se negativo (i.e se la pompa funziona a battente aumentare laltezza di
battente quindi la soggiacenza del piano di riferimento della pompa rispetto al pelo libero del
serbatoio o , viceversa, se la pompa funziona in aspirazione diminuire il dislivello geodetico tra il
piano di riferimento della pompa e quello del serbatoio a pelo libero, quindi diminuire laltezza di
aspirazione) e/o diminuire Y;
Criteri per diminuire NPSH pompa:
abbassare la velocit di rotazione della macchina o sostituire la pompa con una NPSH minore;

Esempio3: verifica di funzionamento di una pompa tenendo


conto del fattore di sicurezza
Liquido: acqua a ~ 15 C = 1 kg/dm3 Dislivello daspirazione: 3,5 m
NPSH richiesto 2,5 m
Per lacqua a 15 C il termine hpv risulta Pvap/ = 0,174 m (0.01701 bar)
e ha= Pa/ = 10,33m circa
Le perdite di carico per attrito Y nella condotta daspirazione sono ~1,2 m
Verificare il corretto funzionamento della pompa nei riguardi della cavitazione tenendo conto di un
fattore di sicurezza di 0.5m.
Premessa:Si veda la premessa dellesempio1;
Svolgimento:
La condizione limite di incipiente cavitazione si ha se NPSHimpianto (detto anche NPSH disponibile)=
NPSHpompa (detto anche NPSH richiesto).
BIBLIOTECA TECNICA HOEPLI.

CORSO di MDF2:Appunti delle esercitazioni


Spesso per nelle applicazioni pratiche il valore di NPSHpompa viene corretto tenendo conto di un
fattore di sicurezza variabile da 0.5 a 1m.
Per definizione NPSH impianto il carico totale assoluto della corrente al termine della condotta di
aspirazione rispetto al piano di riferimento(He) riferito alla tensione di vapore(ht)=>NPSHimpianto
=He-ht;
He =ha+ze-Y
In cui: ha laltezza piezometrica assoluta sulla superficie libera del liquido nella vasca di
aspirazione (se il serbatoio a pelo libero essa vale patm/);
ze: il dislivello tra il livello idrico nel serbatoio di aspirazione ed il piano di riferimento della
pompa; per cui se il piano di riferimento sta sopra il livello del serbatoio ze negativo ed il suo
valore assoluto si dice altezza di aspirazione mentre in caso contrario assume valore positivo e
prende il nome di battente;
Y= sommatoria delle perdite di carico nella condotta di aspirazione;
Al fine di verificare quindi il corretto funzionamento occorre ,quindi, che:
ha + ze (NPSHpompa + 0.5) + Y + ht.
La massima altezza di aspirazione possibile per una installazione dipende dal valore della pressione
atmosferica (quindi dallaltezza sul livello del mare in cui installata la pompa) e dalla temperatura
del liquido.
Sostituendo i parametri della relazione . con i valori
numerici di cui sopra si ha:
10,33 + (-3,5) (2,5 + 0,5) + 1,2 + 0,17
risolvendo si ottiene: 6.8 > 4.4
Conclusioni:
Essendo la relazione verificata garantito il corretto funzionamento della pompa per le date
condizioni di esercizio.

Esempio4:pompa che aspira da un serbatoio in pressione3


Dati:
NPSHpompa=3.2 m
pa=pressione nel serbatoio=140KPa
Fluido:acido solforico puro al 60% =1500kg/m3,pvap=0.38KPa

CORSO di MDF2:Appunti delle esercitazioni


Sapendo che nella condotta di aspirazione la perdita Y=1.5m
Determinare laltezza di aspirazione hmax
Premessa:Si veda la premessa dellesempio1;
Svolgimento:
La condizione limite di incipiente cavitazione si ha se NPSHimpianto (detto anche NPSH disponibile)=
NPSHpompa (detto anche NPSH richiesto).
Per definizione NPSH impianto il carico totale assoluto della corrente al termine della condotta di
aspirazione rispetto al piano di riferimento(He) riferito alla tensione di vapore(ht)=>NPSHimpianto
=He-ht;
He =ha+ze-Y
In cui: ha laltezza piezometrica assoluta sulla superficie libera del liquido nella vasca di
aspirazione;
ze: il dislivello tra il livello idrico nel serbatoio di aspirazione ed il piano di riferimento della
pompa; per cui se il piano di riferimento sta sopra il livello del serbatoio ze negativo ed il suo
valore assoluto si dice altezza di aspirazione mentre in caso contrario assume valore positivo e
prende il nome di battente;
Y= sommatoria delle perdite di carico nella condotta di aspirazione;
Zelimite=NPSHpompa-ha+Y+ht=3.2-9.52+1.5+0.026=-4.8m
hmax| Zelimite|=4.8 m
Conclusioni:
La quota 4.8 m rappresenta il valore massimo della altezza di aspirazione per cui posizionare la
pompa ad una altezza superiore si genera cavitazione mentre ad una altezza inferiore ad esempio
2m ci cautela nei riguardi di tale fenomeno.

questo esempio tratto dal G.Cornetti Macchine Idrauliche Ed. Il capitello Torino.