Sei sulla pagina 1di 8

8

WHITE PAPER

BIG DATA

I Big Data vi parlano.


Li state ascoltando?
Il connubio tra Big Data e avanzati strumenti analitici
predittivi consente alle aziende di raggiungere i
risultati sperati, a patto di porre le domande giuste.

n n n n n n n n
EXECUTIVE SUMMARY
I dirigenti IT hanno la possibilit di essere in testa, seguire o farsi da parte. Nel caso dei Big Data, l'approccio
pi indicato quello di essere in testa.
Secondo il Digital Universe Study di IDC del 2011, sponsorizzato da EMC, la quantit di informazioni gestite
dai data center delle aziende crescer di 50 volte nel decennio in corso decennio. Questa grande espansione
dei dati rappresenta un'opportunit per i dirigenti IT pi lungimiranti, che avranno la possibilit identificare
nuovi flussi di entrate, scoprire nuovi modi per incrementare la fidelizzazione dei clienti, sviluppare approcci
originali per incrementare la produttivit e ridurre i costi.
Oltre la met delle organizzazioni (54%) sta gi mettendo a punto strategie nell'ambito dei Big Data per generare
pi valore dai dati esistenti, secondo uno studio pubblicato sulla rivista del CIO a maggio 2012, dal titolo
"Peer2Peer: The Changing IT Landscape", condotto per conto di EMC.
Le organizzazioni si trovano in una fase di transizione: dalla business intelligence, che fa affidamento su dataset
limitati e sugli eventi trascorsi, all'analisi predittiva, basata su flussi di dati apparentemente illimitati e in grado
di prevedere i potenziali scenari futuri. I dirigenti IT che prendono l'iniziativa in tale ambito otterranno una
visibilit ineguagliabile delle tendenze e delle prospettive di business pi innovative.
In questa guida parleremo dei vantaggi dei Big Data e dell'analisi predittiva, forniremo alcuni suggerimenti
introduttivi e illustreremo i vantaggi di cui stanno gi usufruendo le aziende in grado di integrare questi due
importanti aspetti.

WHITE PAPER

BIG DATA

Il Big Bang dei Big Data


Se pensate che la moda dei Big Data si sia
diffusa dalla sera alla mattina, non avete
tutti i torti. In poco tempo, infatti, le
aziende sono passate da una situazione
in cui non disponevano di dati sufficienti
per prendere le decisioni giuste a uno
scenario in cui non dispongono di
competenze e strumenti adeguati per
creare valore dai dati disponibili.
Ora ci sono i Big Data. Non rimanete ai
margini mentre i vostri concorrenti raccolgono
milioni e milioni di punti dati, aggregano
dati strutturati e non strutturati in immensi data
warehouse e formano team di esperti per studiare i
modelli e ottenere informazioni di grande valore. Una volta
identificate, queste informazioni possono essere rapidamente
tradotte in fantastiche opportunit per la promozione del marchio.
I dati sono onnipresenti. Essi, infatti, sono presenti in tutti i settori,
in tutte le economie e in tutte le organizzazioni. Per tale motivo i
Big Data sono importanti per i leader di tutti i settori. Riunire in
modo funzionale questi zettabyte di dati strutturati e non strutturati,
provenienti da sistemi operativi, cellulari, Twitter, Facebook e altre
fonti pu aiutare le aziende a ridurre i costi, migliorare le relazioni
con i clienti, sviluppare nuovi prodotti, accelerare e sincronizzare
le consegne, formulare e rispondere a richieste pi approfondite e
migliorare e semplificare il processo decisionale.
Il McKinsey Global Institute, nel suo report di maggio 2011:
"Big Data: The Next Frontier for Innovation, Competition and
Productivity", analizza il valore dei Big Data. I rivenditori, ad
esempio, possono conseguire un aumento del 60% dei margini
operativi grazie ai Big Data. Secondo il report, il valore dei Big Data
per il settore sanitario statunitense ammonterebbe a 300 miliardi di
dollari.
Ma qual l'origine di questi dati cos preziosi? Ecco l'opinione di
McKinsey in proposito:
"I dati sono diventati un torrente che scorre in tutti i settori dell'economia
globale. Le aziende producono un volume enorme di dati transazionali e

acquisiscono trilioni di byte di informazioni su


clienti, fornitori e operazioni. Milioni di sensori in
rete vengono integrati in dispositivi fisici come i
cellulari, i contatori intelligenti, le autovetture e i
macchinari industriali, al fine di rilevare, creare
e comunicare i dati nell'era di Internet".
Le organizzazioni vengono inondate
dai dati prelevati da numerosi sensori,
dispositivi ed endpoint. Tuttavia il
volume da solo non illustra il concetto
di Big Data. La nuova era dell'analitica,
in effetti, verte sulla variet e sulla velocit
dei dati che consentono di prendere
decisioni importanti. Dati significativi su
clienti, prodotti, campagne, operazioni, mercati
e concorrenti possono essere raccolti dall'analisi
di dataset variegati. L'analisi in tempo reale riduce il
tempo compreso tra la creazione dei dati e la possibilit di
analizzare tali dati e di agire di conseguenza, consentendo di
disporre di punti di decisione pi frequenti, aggiornati e on-demand.

Oltre la Business Intelligence


Il potenziale sconfinato l'aspetto che distingue i Big Data dalla
business intelligence. Disciplina e pratica importante dell'universo
aziendale, la business intelligence comprende attivit come la
generazione di report e fogli di calcolo e analisi di drill-down
sofisticate. Tuttavia, a differenza dei Big Data, la business intelligence
non in grado di realizzare determinati tipi di analisi.
L'analitica dei Big Data esplora i dettagli granulari delle operazioni
di business e delle interazioni con i clienti che raramente vengono
inserite nei data warehouse e nei report standard: infatti spesso si
tratta di dati non strutturati, che non possono essere archiviati o
analizzati se organizzati semplicemente in colonne e righe. Uno
degli aspetti fondamentali dei Big Data, la velocit, non viene
assicurato dai tradizionali sistemi di gestione di database relazionali
(RDBMS, Relational Database Management System).
L'analitica dei Big Data unica in quanto fa affidamento su concetti
avanzati. Ad esempio, come afferma il New York Times nell'articolo
dal titolo "The Age of Big Data":

WHITE PAPER

BIG DATA

n n n n n n n n

Settore bancario e Big Data


L'implementazione di un progetto di analitica dei Big Data presso Zions
Bancorporation, azienda di Salt Lake City (Utah, Stati Uniti), ha creato altre
interessanti opportunit.
Inizialmente Zions caricava nel database Greenplum di EMC i dati provenienti
da pi fonti, tra cui prestiti commerciali, mutui, investimenti, depositi, carte di
credito, dettagli dei clienti e file demografici esterni. Un'applicazione interna
collegata al database calcolava la redditivit di ciascun prestito, investimento e
deposito. Tale struttura ha consentito all'azienda di disporre di dati interessanti
e in grado di generare nuove entrate.
"Mentre la crisi bancaria stava per scoppiare, abbiamo utilizzato al meglio il
sistema di redditivit per analizzare i dati storici e creare una nuova serie di
ipotesi per i nostri responsabili dei prestiti", spiega Clint Johnson, director del
data warehousing e dell'analitica di Zion.
In seguito l'azienda ha aggiunto un'altra applicazione che analizza il mix di
prodotti dei clienti e prevede nuove opportunit di vendita. Zions ora in
grado di comprendere le attivit presenti e di prevedere le possibili attivit
future dei clienti. "Se il recommendation engine ci aiuta a incrementare gli
acquisti per cliente anche solo di 10 dollari al mese, si tratta comunque di una
somma importante in termini di entrate", sostiene Johnson.

"Gli strumenti informatici in grado di trarre conoscenza e dati significativi


dalla miriade di informazioni non strutturate di Internet stanno
guadagnando sempre pi terreno. In prima linea si collocano le tecniche
di intelligenza artificiale che guadagnano terreno rapidamente, come
l'elaborazione del linguaggio naturale, il riconoscimento di pattern e
l'apprendimento automatico". 1

dei Big Data si basa sulla correlazione (pi fonti di dati non
correlati rilevano dati significativi che non possono essere del tutto
interpretati). Un approccio reattivo, l'altro proattivo.
Ci detto, il ricorso all'analisi Big Data non giustifica
l'accantonamento della business intelligence. In effetti una
strategia efficace basata sui Big Data sfrutta gli investimenti esistenti
trasformando i concetti di business intelligence e di data warehouse
in un ambiente predittivo in tempo reale.

Come utilizzare i Big Data in maniera


efficace
Parliamo ora delle attivit che possono essere svolte dalle aziende
per trasformare i byte in oro.
Il McKinsey Global Institute2 ha rilevato che pi della met degli
oltre 1.400 dirigenti di alto livello intervistati ha dichiarato che i
Big Data e l'analitica rientrano tra le 10 priorit a livello aziendale.
Sebbene un quinto abbia segnalato di avere implementato strategie
complete basate sui Big Data e sull'analitica per generare dati
significativi su attivit di business o funzioni, solo il 13% sostiene di
utilizzare i dati per generare informazioni importanti sull'azienda.
Sempre pi dirigenti sostengono che i Big Data e l'analitica sono
le tecniche in ambito IT che consentono loro di ottenere i migliori
risultati rispetto alla concorrenza. L'approccio dei CIO e dei CEO in
tale ambito divergente: solo il 30% dei CIO ritiene che la propria
azienda generer maggior valore rispetto alla concorrenza grazie al
ricorso ai Big Data, contro il 46% dei CEO.

Anche l'analitica dei Big Data richiede una serie di competenze


diversa rispetto alla business intelligence.

I CIO sono spesso subordinati ai CFO, che mirano senza riserve al


risparmio economico. Di conseguenza chiedere loro di finanziare le
risorse umane e tecnologiche necessarie per utilizzare i Big Data e
l'analitica potrebbe sembrare un'impresa impossibile. In un simile
scenario molti CIO rinunciano a investimenti del genere ancora
prima di proporli.

La business intelligence tradizionale fa affidamento su dataset


limitati, dati puliti e modelli semplici. L'analitica dei Big Data
utilizza numerosi dataset eterogenei e non correlati tra loro, dati
raw e modelli predittivi particolarmente complessi. Un'altra
importante differenza rappresentata dal fatto che, mentre la
business intelligence tradizionale fa affidamento sulla casualit (che
cosa successo e per quale motivo riteniamo sia successo?), l'analitica

Tuttavia, in alcuni casi, i CIO chiedono l'approvazione alle persone


sbagliate. probabile che i veri interessati siano altrove all'interno
del business e che, spesso, si rivolgano ad altre figure per ottenere
assistenza. Le aziende del settore petrolifero e del gas e gli istituti
finanziari, ad esempio, dispongono in genere di team responsabili
dell'analitica di Big Data che non appartengono al reparto IT
principale.

1 "The Age of Big Data The New York Times, 11 febbraio 2012

2 "Minding Your Digital Business" McKinsey Global Institute, 2012

WHITE PAPER

BIG DATA

Affinch la vostra impresa possa sfruttare al massimo l'investimento


nei Big Data, i CIO, i CTO e i leader IT devono modificare il proprio
punto di vista e ricorrere ai Big Data a vantaggio dell'azienda.

Tutti a bordo: che cosa ci riserva il futuro?


Ora che avete compreso l'importanza del ruolo dei CIO e del reparto
IT per il successo dell'analitica dei Big Data e per la creazione di
valore, giunto il momento di scegliere il progetto di partenza pi
appropriato.

Guardate un'intervista
con il CIO di Purdue
University, Gerry
McCartney, che discute
del potenziale dei Big
Data nell'ambito della
trasformazione
del business.

Dal comportamento dei CIO si evince che i limiti presentati


dai gruppi IT tradizionali possono esercitare un impatto
negativo sugli investimenti nei Big Data. Ad esempio, il 46%
degli intervistati considera la mancanza di esperienza dei leader
aziendali e tecnologici in tale ambito il principale ostacolo per
l'implementazione di una strategia Big Data. Poich, come osservato
in precedenza, i dirigenti IT risultano spesso troppo rigidi rispetto
alla natura esperimentale della scienza dei dati, preferiscono eludere
o rimandare i progetti basati sui Big Data.
L'IT tende ad affidarsi a verit assolute in ambito decisionale, mentre
i team responsabili dell'analitica dei Big Data sono pi propensi
a prendere decisioni "sufficientemente idonee" a partire da dati
"sufficientemente affidabili", basandosi su probabilit e senza
eccessivo timore degli errori.
Le organizzazioni dotate di leader IT visionari, flessibili e in grado
di fare leva sull'analitica dei Big Data hanno ottenuto risultati
significativi in diversi ambiti, tra cui il miglioramento delle relazioni
con i clienti. Ad esempio, Kevin Roche, Senior Vice President of
Service Strategy and Operations di EMC, dichiara di avvalersi
dell'analitica dei Big Data per aggregare i dati sul feedback dei clienti
e migliorare il Supporto Clienti da parte dell'azienda.
"Il feedback dei clienti proviene da pi fonti (richieste di servizi
e informazioni, condivisione di conoscenze, ecc) e include dati
strutturati e non strutturati a cui occorre rispondere in maniera
rapida e ingegnosa", spiega Roche.
Grazie all'analitica dei Big Data, Roche e il suo team sono in grado di
gestire rapidamente l'impatto dei clienti e di utilizzare internamente
le informazioni per migliorare le interazioni tra i clienti ed EMC.

Jim Bampos, Vice President of Customer Quality di EMC, considera


decisiva questa fase. In effetti, se scegliete un progetto di dimensioni
eccessive, correte il rischio di non raggiungere gli obiettivi. Al
contrario, se il progetto di dimensioni eccessivamente ridotte, sar
difficile dimostrarne l'utilit.
Mirate a una serie di processi in grado di fare la differenza per il
business, affidandovi a un dirigente preparato e motivato a innovare
e investire in tali processi aziendali. Dovrete disporre di una
combinazione di entrambi i fattori, poich gli utenti della linea di
business in genere conoscono le richieste a cui stanno tentando
di rispondere e le decisioni che stanno tentando di prendere. Al
contrario, ci che non sanno, o non possono prevedere, il modo in
cui i Big Data, in termini di nuove tecnologie e fonti di dati, possono
influire su tali domande e decisioni.
Chuck Hollis, Vice President e CTO di Global Marketing presso
EMC, suggerisce di attirare i potenziali sponsor nel seguente modo:
"L'efficacia dell'analitica dei Big Data sorprendente. Nel reparto
IT siamo intenzionati a intraprendere questo percorso e vorremmo
poter contare sul suo aiuto. Non possiamo prevedere i costi e i
risultati a lungo termine, tuttavia desideriamo investire le risorse
necessarie per scoprire fino a dove possiamo arrivare. Abbiamo
bisogno della sua collaborazione. Le pu interessare?"
Se ricevete una risposta negativa, significa che avete insistito in
maniera eccessiva, che l'interlocutore non ancora pronto, avete
scelto le persone o i processi sbagliati o, nella peggiore delle ipotesi,
che l'interlocutore ha gi realizzato il valore associato ai Big Data e si
gi rivolto a risorse esterne.
Bampos ha realizzato con il suo team il primo progetto importante
nell'ambito dell'analitica dei Big Data, che rientra nella TCE (Total
Customer Experience) di EMC. Il suo team, che non dipende da
nessuna area funzionale, ha scelto l'affidabilit dell'hardware
come banco di prova, a causa della presenza in tale contesto di dati

WHITE PAPER

BIG DATA

n n n n n n n n

La vostra organizzazione in
grado di
comprendere e utilizzare i Big Data e
l'analitica Big Data? Partecipate a questo
sondaggio per confrontare le vostre
priorit e quelle dei colleghi nel campo
dell'implementazione dei Big Data, degli
investimenti necessari per sostenere le
iniziative Big Data e del ruolo svolto dall'IT
per trasmettere in vantaggi dell'analitica dei
Big Data agli utenti. Fate clic qui per iniziare.
di diverse dimensioni e provenienti da numerose fonti. In tutti
questi punti di contatto, i dati vengono raccolti dai team interni, dai
sistemi del cliente e dal cliente stesso. Il compito del team consisteva
nell'individuare un argomento munito di pi flussi di dati variegati,
rilevante per l'azienda e associato a un team di supporto pronto a
risolvere i problemi identificati. Secondo Bampos, si trattava della
situazione ideale per raggiungere buoni risultati nel campo della
soddisfazione dei clienti, della generazione di entrate o del risparmio
sui costi.

Potenziamento della piattaforma


In alcuni casi, anche se un CIO o un leader IT identifica
un'opportunit del genere, l'analitica di base e le piattaforme di
storage non sono in grado di supportare le pressioni esercitate
dai flussi di dati in tempo reale di grandi dimensioni e dall'analisi
sofisticata.
L'analitica dei Big Data alimenta una piattaforma altamente
funzionale, facilitando le operazioni di rilevamento, raccolta,
trattamento e sperimentazione dei dati provenienti da diverse fonti.
Gli attuali data warehouse non offrono le stesse funzionalit.
Il report del Leadership Council di EMC, dal titolo: "Big Data: Big
Opportunities to Create Business Value" ha rilevato che lo storage e

Questa nuova piattaforma facilita


notevolmente le attivit di utilizzo, analisi
e sperimentazione dei flussi di dati
eterogenei (strutturati e non strutturati)
la trasmissione dei dati non sono sufficienti. I dati, in effetti devono
essere riassunti, analizzati e associati con modalit inedite per creare
valore per il business.
Alcune tecniche di Big Data richiedono un tipo di gestione dei dati
che non stato messo a punto dai data architect e che consente di
confrontare diverse tipologie di dati e modelli provenienti da fonti
eterogenee. Il Leadership Council consiglia di ricorrere a strumenti
come Hadoop, una tecnologia open-source che distribuisce i carichi
di lavoro dell'analisi dei dati tra pi computer, al fine di suddividere
l'analisi in pi carichi di lavoro paralleli e, in tal modo, di produrre i
risultati in maniera pi rapida.
Le organizzazioni si rendono spesso conto della necessit di
disporre di una nuova piattaforma sviluppata sulla base di tecnologie
come Hadoop che, oltre a ospitare i flussi di dati correnti, sia in grado
di assorbire i nuovi flussi di dati che, inevitabilmente, arriveranno
sulla scia del successo iniziale del progetto.
La nuova piattaforma, spesso presentata come "BI-as-a-service"
o, ancora meglio, "analytics-as-a-service", facilita notevolmente
le attivit di utilizzo, analisi e sperimentazione dei flussi
di dati eterogenei (strutturati e non strutturati). L'analitica,
tradizionalmente un'attivit svolta dal reparto IT, passa ora nelle
mani dei Data Scientist.
Una volta implementata la piattaforma, i dati inizieranno a parlare e
sarete in grado di creare valore.

Analitica dei Big Data e Data Scientist


Nel quadro della business intelligence, qualsiasi knowledge worker,
se adeguatamente formato, pu avviare report e inoltrare query ai
database. Per creare valore in maniera efficace, l'analitica dei Big Data
richiede competenze specifiche.
David Dietrich, consulente tecnico dell'organizzazione Global
Education Services di EMC, illustra le caratteristiche principali di
un Data Scientist:

WHITE PAPER

BIG DATA

Sebbene il modello "analytics-as-a-service" potrebbe risultare


costoso, l'analitica dei Big Data una proposta che i leader aziendali
sono pronti ad accettare se riuscirete a dimostrarne il valore.
Creando un programma di chargeback, potrete assumere un numero
maggiore di Data Scientist e creare un'infrastruttura in grado di
supportare nuovi flussi di dati.
Poich la gestione di flussi di dati di diverse origine pu risultare
complicata, necessario mettere a punto una governance adeguata.
Ad esempio, un fornitore potrebbe condividere tranquillamente
i propri elenchi dei materiali con il team di engineering, pi
difficilmente con il reparto delle vendite e ancor meno con i
concorrenti. Di conseguenza necessario implementare norme di
protezione e sicurezza (ad esempio firewall o partizionamento) e
standard sulla condivisione della propriet intellettuale, al fine di
prevenire problemi di natura legale ed economica.

Il CMO di EMC, Jeremy


Burton e il Presidente di
Greenplum, Bill Cook,
spiegano come i CIO
possono allinearsi in
maniera pi strategica
sfruttando il potenziale
dei Big Data.

"Accanto alle adeguate competenze teoriche e tecniche, i


Data Scientist possiedono abilit versatili nell'ambito della
comunicazione e della collaborazione, oltre a una curiosit innata
per l'esplorazione e la sperimentazione dei dati. Generalmente
si tratta di persone scettiche, che preferiscono porre numerose
domande sulla fattibilit di una determinata soluzione, per scoprire
se funzioner realmente".
L'innata curiosit consente ai Data Scientist di analizzare i dati con
un approccio dinamico e innovativo. I Data Scientist hanno una
combinazione di abilit matematiche, economiche e analitiche.
Considerata la difficolt di identificare persone dotate di tutte queste
abilit, alcune aziende preferiscono creare team specializzati nella
scienza dei dati, formate da persone con esperienza in ciascuna
di tali aree. Altre aziende formano i propri esperti in business
intelligence e data warehouse, che presentano molte di queste abilit
di indagine ed esplorazione, nell'uso di strumenti come Hadoop
e MapReduce. La formazione dei dipendenti di talento esistenti
rappresenta per le organizzazioni un'ottima opportunit di aggiunta
di nuove competenze.

Offerta di "analytics-as-a-service"
L'obiettivo a lungo termine dell'analitica dei Big Data consiste
nel creare vantaggi per i leader delle business unit. Ampliando la
portata dell'analitica dei Big Data, sarete in grado di convertire gli
investimenti in valore. Considerato che i clienti desiderano sfruttare
tutti i vantaggi di questi servizi (tra cui discovery, visualizzazione e
collaborazione), occorre integrare tali funzionalit nei servizi.

Una governance efficace e snella non rallenta le attivit. Al contrario,


accelera l'adozione delle norme e crea fiducia e tranquillit nei
confronti dei modi innovativi di svolgere le attivit. La governance
promuove la fiducia.
Alcuni esperti IT non riescono a comprendere come i flussi separati
di dati strutturati e non strutturati siano in grado di incrementare
miracolosamente le entrate. Ci succede perch ignorano gli
aspetti intermedi, vale a dire i cambiamenti di personale, processi,
piattaforme, tecnologia e cultura aziendale, in grado di convertire
semplici byte di dati in importanti vantaggi competitivi.

In cammino verso il successo


Se scegliete il progetto, la piattaforma e le persone giuste, riuscirete
inevitabilmente a creare uno scenario di analisi dei dati altamente
produttivo. Fate in modo che anche gli altri se ne rendano conto.
Questa la vostra opportunit di convincere le figure interessate che
hanno inizialmente sottovalutato il vostro progetto.
Poich l'analitica Big Data in grado di innescare un effetto a
catena, vi conviene farvi trovare pronti. Se siete consapevoli dei
risultati ottenuti in seguito agli sforzi iniziali (come lo era Bampos),
iniziate a tracciare la seconda fase. Pensate agli interventi in termini
di dimensionamento e gestione del personale per supportare
adeguatamente gli sforzi futuri. Se aspettate l'arrivo degli ordini
relativi all'analisi predittiva, perderete tempo prezioso e un
potenziale vantaggio competitivo.

WHITE PAPER

BIG DATA

n n n n n n n n

L'importanza dei Big Data per


Silver Spring Networks
Il settore dei servizi di pubblica utilit uno dei principali sostenitori
dell'analitica dei Big Data. Le imprese del settore energetico ricorrono
a indicatori avanzati che generano una quantit di dati mai vista finora.
Esaminare questi dati ricorrendo all'analitica aiuta le aziende fornitrici di
servizi di pubblica utilit a creare un vantaggio competitivo significativo.
Silver Spring Networks, azienda leader nel campo della fornitura di
griglie intelligenti a imprese del settore energetico di tutto il mondo, aggrega
e analizza i Big Data provenienti dai suoi dispositivi a griglia: indicatori,
dispositivi di erogazione di alimentazione, veicoli elettrici e dispositivi di
generazione distribuita. Tutti questi elementi comunicano con la piattaforma
analitica a prestazioni elevate di EMC Greenplum, che converte il grande
flusso di dati in tempo reale in informazioni utili e concrete.
Studiando i dati degli indicatori intelligenti con una certa frequenza, le
imprese fornitrici di servizi di pubblica utilit possono raccogliere una
quantit di informazioni sull'utilizzo dell'energia elettrica 3.000 volte
superiore alle informazioni raccolta con le letture tradizionali e meno
frequenti. Moltiplicando questi dati per i milioni di clienti di un'area
metropolitana, la griglia intelligente in grado di produrre un dataset
abbastanza ampio per monitorare la richiesta di energia elettrica in tempo
reale e prevedere le potenziali interruzioni dell'erogazione di elettricit prima
che si verifichino.
Grazie ai costi ridotti e alle piattaforme sempre pi sofisticate come
Greenplum, l'analitica di Big Data diventata accessibile da parte di una
gamma pi ampia di settori, incluso quello energetico.

Coinvolgete i leader di reparto,


le aree funzionali e altre figure che
possono influenzare i risultati, e
collaborate con loro per creare una
cultura idonea per l'analitica dei Big Data.
possono influenzare i risultati, e collaborate con loro per creare una
cultura idonea per l'analitica Big Data.

Assumete il comando
L'analitica Big Data offre ai CIO l'incredibile opportunit di passare
da un approccio reattivo a uno predittivo. Scoprire nuove fonti di
entrate, migliorare la soddisfazione e il Supporto Clienti e ridurre
i costi sono risultati importantissimi a livello aziendale e l'analitica
Big Data vi consente di realizzarli tutti e tre.
Per sfruttare adeguatamente le informazioni rilevanti correlate
con i Big Data, necessario investire in tecnologie comprovate,
competenze del personale e leadership. Nei prossimi 5/10 anni
i leader IT verranno chiamati ad aggiungere un'ampia gamma
di nuove tecnologie e a preparare il personale e i processi per
supportare i Big Data. Dovrete elaborare con cura una strategia atta a
integrare i Big Data nell'architettura delle informazioni esistente in
maniera scalabile, rendendo i Big Data un elemento fondamentale
delle vostre attivit.

Gestite i risultati positivi con tatto. Se, ad esempio, scoprite che il


reparto delle vendite ha perso un'occasione importante, presentate
lo scenario come un'opportunit, non come un esempio di
superiorit, altrimenti correte il rischio di non contare sul sostegno
di tale reparto per i progetti futuri. Analogamente: non lasciatevi
influenzare dagli altri team. L'aspetto pi importante della scienza
dei dati l'obiettivit: sono i dati a comunicare con voi, non il
contrario.

Come ha sostenuto Joseph Tucci, Chairman e CEO di EMC, in


occasione di EMC World 2012: "Le risorse durature di un'azienda
sono il marchio, i dipendenti, i processi e le applicazioni aziendali
e le informazioni. Sebbene non figurino tra le risorse finanziarie
di un bilancio patrimoniale da un punto di vista strettamente
contabile, si tratta degli elementi duraturi che differenziano
un'azienda dalle altre".

Infine, aspetto forse pi importante e da curare sin dalle prime fasi


del progetto, affidatevi alla guida di un team di addetti ai lavori. Il
reparto IT non pu agire da solo nel campo dell'analitica Big Data.
Coinvolgete i leader di reparto, le aree funzionali e altre figure che

Questa la vostra tabella di marcia nell'ambito dei Big Data. Avete


la possibilit di assumere il comando e di condurre la vostra
azienda verso la vittoria nei confronti della concorrenza. Investite
nell'analitica Big Data e riuscirete a cambiare in meglio il vostro
ambiente aziendale.

WHITE PAPER

BIG DATA

Organizzazione
La Total Customer Experience di EMC l'esempio di come
le organizzazioni possono utilizzare al meglio le tradizionali
competenze di data warehouse, tra cui estrazione, trasformazione,
caricamento, gestione dei dati e profiling dei dati, nell'ambito
dell'analitica dei Big Data. In tal modo possibile fare affidamento
sui dati di origine che verranno utilizzati per prendere le principali
decisioni di business.
Ad esempio, la Total Customer Experience di EMC ha creato il
progetto sull'affidabilit dell'hardware utilizzando la Greenplum
Unified Analytics Platform (UAP) di EMC associata all'engine di
analisi SAS. Il team ha inserito tutte le metriche aziendali, inclusi
il feedback dei clienti, le informazioni provenienti dai sensori
hardware, i report sui servizi e altri dati nel data warehouse di UAP.
Tutti i dati sono stati puliti e verificati prima di procedere con questa
fase, per evitare il rischio di produrre risultati erronei. Il team Total
Customer Experience ha scelto l'affidabilit dell'hardware proprio
per la fiducia nella precisione dei dati.
Il team ricorre inoltre al Greenplum UAP per creare i report Total
Customer Experience personalizzati per cliente da utilizzare per le
telefonate di vendita e le revisioni esecutive degli account. Questo
processo, che in passato richiedeva cinque giorni, ora richiede solo
otto minuti.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito


Italy.emc.com/cio