Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Ambiente
Si attiva un nuovo
centro di raccolta
allex Mattatoio
a pagina cinque
Il Guardasigilli ieri a Siracusa
29enne ferito a pistolettate
Fermato il presunto autore
Ha un volto e un
nome il presunto au-
tore del ferimento a
colpi di pistola di un
ventinovenne siracu-
sano per motivi legati
alla droga.
A pagina sei
CRONACA CRONACA
SPORT E TIFO INDUSTRIA
Calcio
Primo acuto
del Citt di Siracusa
contro il Modica
a pagina quindici
Ieri mattina la programmata conferenza dei servizi al Comune
Il tribunale ha depositato
le motivazioni della sen-
tenza di condanna a carico
di un traffcante di droga.
A pagina sette
1 tonnellata
di cannabis
Condannato
Il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ieri mattina
a Siracusa per intervenire allIsisc in occasione del semi-
nario sulla confsca, organizzato in collaborazione con la
Commissione Europea e il Ministero della Giustizia.
Si attende il progetto defnitivo dopo le prescrizioni
Porto alla ex Spero
Nuovo passo avanti
di Concetto Alota
Anthony Maria Bianca
Le raffnerie del terri-
torio europeo sono, chi
pi chi meno, in crisi.
Il calo della domanda
dei carburanti si contrae
ogni giorno di pi. I dati
riferiti al mese di luglio
dellanno in corso par-
lano di un meno 5,7%
per la benzina, mentre
segnava un meno 4,7%
a giugno e il meno 6,3%
di luglio; il gasolio re-
gistra invece un meno
4,6% dopo il meno 2,3%
del mese di giugno.
Cambia
il mercato
petrolifero
di Giuseppe Bianca
Passo in avanti verso la
costruzione del nuovo
porto turistico allinter-
no del porto grande di
Siracusa. Il cosiddetto
progetto Spero stato og-
getto ieri mattina di una
conferenza dei servizio,
programmata due setti-
mane addietro dopo che
il nuovo sovrintendente
Calogero Rizzuti, aveva
chiesto tempo.
A pagina due
A pagina dodici
marted 23 settembre 2014 anno XXVII n. 218 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
I poliziotti hanno fermato
una gara clandestina di ca-
valli, in corso sulla strada
provinciale 34.
A pagina cinque
Fermata corsa
clandestina
di cavalli
Primo passo uffciale tra
le Amministrazioni comu-
nali di Siracusa e Modica
per rivedere i rapporti tra
le tifoserie e giungere ad
un tavolo tecnico con le
rispettive Prefetture.
A pagina tre
Siracusa
e Modica
dialogano
Il ministro Orlando
Italia battistrada
nella confsca beni
A pagina tre
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 23 SETTEMBRE 2014, MARTED
Passo in avanti ver-
so la costruzione del
nuovo porto turistico
allinterno del porto
grande di Siracusa. Il
cosiddetto progetto
Spero stato ogget-
to ieri mattina di una
conferenza dei servi-
zio, programmata due
settimane addietro
dopo che il nuovo so-
vrintendente Calogero
Rizzuti, aveva chiesto
tempo per studiare il
carteggio e dare il pro-
prio parere al nuovo
progetto della societ
Marina di Siracusa.
La riunione si con-
clusa con un sostan-
ziale via libera alla
realizzazione del pro-
getto defnitivo. I pro-
gettisti dellazienda,
nel redigere un proget-
to di massima, che di
fatto modifca lorigi-
nario, si sono attenuti
alle prescrizioni della
stessa Sovrintendenza
ai beni culturali.
La modifca prevede
una serie di modifche
nelle strutture a ter-
ra ed in parte anche a
mare per rendere lin-
frastruttura adeguata e
consona al sito in cui
dovr essere calata.
Nel corso della con-
ferenza dei servizi di
ieri sia la Sovrinten-
denza che assessora-
to al Territorio hanno
espresso soddisfazio-
ne per le linee guida
dettate dallazienda
nel realizzare il nuovo
progetto.
Adesso si tratta di
scendere nel particola-
re - ha commentato il
presidente di Marina
di Siracusa, avvocato
Vittorio Pianese - per
verifcare le linee gui-
da adottare e condivi-
derle con gli enti pub-
blici di riferimento e
di controllo. Adesso i
nostri tecnici dovran-
no operare perch en-
tro breve si defnisca il
progetto defnitivo che
dovr passare al vaglio
della conferenza dei
servizi. La strada im-
boccata, comunque, ci
sembra quella giusta.
Attendiamo che ma-
turino gli eventi per
potere presentare alla
citt uninfrastruttura
importante per il futu-
ro sviluppo economico
della nostra citt, lega-
ta al turismo diportisti-
co.
La variante al progetto
originale non prevede
la costruzione dell'i-
sola in mare, potreb-
be dare il via libera
all'opera portuale. La
societ, infatti, ha de-
ciso di accantonare
lipotesi di realizzare
una penisola artifciale
a seguito di un lungo
confronto con la Re-
gione e dellultima riu-
nione nel 2012 durante
la quale erano state
indicate alcune osser-
vazioni al progetto da
parte del Comune e
della Soprintendenza.
Occorre infatti - ag-
giunge lavvocato Pia-
nese - che la struttura
del Marina sia com-
petitiva, cio dotata
di tutti quei servizi in
grado di attirare i di-
portisti, assicurando
nel contempo un ritor-
no economico per gli
investitori. Adesso sta
agli enti pubblici va-
lutare il progetto che
prevede anche linte-
grazione con la riserva
Ciane e Saline.
Giuseppe Bianca
Passo avanti
per il porto
turistico
allex Spero
Studenti
del Quintiliano
ospiti
al Quirinale
IN ATTESA DEL PROGETTO DEFINITIVO
SCUOLA
Il Liceo Quintiliano di Siracusa a
partecipato ieri a Roma, allinaugu-
razione del nuovo anno scolastico nel
cortile donore del Quirinale alla pre-
senza del Presidente della Repubblica
Giorgio Napoletano, del Ministro
dellIstruzione Stefania Giannini e
delle pi alte cariche dello Stato.
A seguito del prestigioso invito,
rivolto alle scuole che hanno attuato
progetti di eccellenza, sar presente
una delegazione composta dalle do-
centi Marilena Crucitti, Rosa Frasca
e Daniela Sessa e da cinque studenti
del liceo classico Quintiliano che du-
rante lanno scolastico 2013/14 hanno
partecipato al progetto Dal testo alla
scena, svoltosi in collaborazione con
Mazzarronainbici liniziativa
di mobilit sostenibile organizza-
ta dallAmministrazione comunale
per sabato 4 ottobre nellambito del
progetto europeo Urbact GeniUS:
Open fnalizzato a trasferire la
buona pratica dellopen innovation
dalla citt di York (UK) a quelle di
Siracusa, Tallin e San Sebastian. Il
percorso ciclabile prevede inoltre una
serie di soste, a cura del FAI, in aree
interessanti dal punto di vista pae-
saggistico, storico ed archeologico,
compresa la Chiesa dei Cappuccini,
ed una sosta in Via Puglia per scopri-
re una targa in memoria di un ciclista
vittima di un pirata della strada.
Per consentire anche ai bambini del
quartiere di partecipare da sabato scor-
so cominciata una campagna di rac-
colta bici usate in diversi punti della
citt, dallImpact Hub in Ortigia, alla-
silo Albero Azzurro in via Grottasanta,
allassociazione Padre Alberto; sabato
27 settembre a partire dalle ore 15,30
in programma una giornata di cicloff-
cina presso la parrocchia S. Corrado:
per loccasione lAretusa Bike metter
a disposizione un gruppo di lavoro che
operer con i ragazzi della Mazzarrona
per la sistemazione delle loro biciclette,
di quelle provenienti dalla campagna di
bici usate e dalla donazione dellArci
Ragazzi. Per gli adulti, invece, il Co-
Raccolta di bici usate
per la manifestazione
del quattro ottobre
mune metter a disposizione le biciclette
del servizio go-Bike.
Liniziativa- dichiara il sindaco,
Giancarlo Garozzo- servir a raccoglie-
re proposte e commenti in modo diretto,
coinvolgendo attivamente gli abitan-
ti della Mazzarrona. Una periferia che
partendo dalla propria identit diventa
centro: la Mazzarrona il cuore di Grot-
tasanta su cui lAmministrazione vuole
avviare un processo di riqualifcazione.
In un momento di crisi e di emergenza, i
quartieri particolarmente svantaggiati ed
esclusi richiedono una particolare atten-
zione. La sfda quella di vedere nella
periferia non un simbolo di degrado o di
isolamento.
In foto, il progetto di porto turistico allex Spero.
23 SETTEMBRE 2014, MARTED Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
I proprietari, tutori o fruitori a qualsiasi titolo di terreni incolti e abbandonati
in ambito urbanizzato, devono garantire il pubblico decoro e ligiene urbana,
evitare pericoli per la mobilit pedonale e veicolare e scongiurare il pericolo
dincendi. Recita cos il comma 2 dellarticolo 4 del titolo I del Regolamento
per il verde pubblico e privato della citt di Siracusa, oggetto di un recente
confronto allinterno della Lista Mangiafco, a seguito delle numerose segna-
La citt di Siracusa ancora
piena di diascariche abusive
Confsca beni ai mafosi
LItalia allavanguardia
Il titolare del dicaste-
ro della Giustizia ha
affrontato a Siracusa
la questione
dellaggressione dei
beni della malavita
GIUstIZIa. IL MINISTRO ANDREA ORLANDO IERI ALLISISC
Il Ministro della Giusti-
zia, Andrea Orlando, ieri
mattina a Siracusa per
intervenire allIsisc in
occasione del seminario
sulla confsca, organiz-
zato in collaborazione
con la Commissione Eu-
ropea e il Ministero della
Giustizia per il Semestre
Italiano di Presidenza del
Consiglio dellUnione
Europea.
Ai rappresentanti dei Mi-
nisteri della Giustizia dei
28 Stati membri dellU-
nione Europea, che ieri
e oggi incontrano giuristi
ed accademici, il ministro
Orlando ha ricordato lim-
portanza dellaggressione
dei patrimoni criminali
affrontata sotto lo spe-
cifco aspetto del mutuo
riconoscimento delle de-
cisioni giudiziarie e della
confsca. Nella due giorni
siracusana si parla della
recente approvazione del-
la Direttiva sulla Confsca
del Parlamento europeo e
del Consiglio, che ha po-
sto norme minime in ma-
teria, tese ad armonizzare
le legislazioni degli stati
membri, ma ha lasciato
aperte talune questioni
relative alladeguatezza
del quadro normativo at-
tualmente vigente al fne
di garantire leffcacia
delle decisioni giudiziarie
in materia di aggressione
ai beni e patrimoni di ori-
gine criminale, esortando
la Commissione Europea
a continuare il lavoro in
materia.
In materia di beni conf-
scati alla mafa l'Italia ha
costruito una normativa
molto avanzata che, tra
l'altro, stiamo rafforzando
con interventi di riforma.
E' importante che questi
strumenti siano omogenei
e diffusi a livello europeo
ed in questo senso questa
iniziativa e' un momento
di ulteriore verifca e di
analisi di grande impor-
tanza". Lo ha detto il mi-
nistro della Giustizia An-
drea Orlando a Siracusa
"Il semestre di presidenza
italiana dell'Unione eu-
ropea - ha aggiunto -
unopportunit.
Il seminario vuole essere
loccasione per lanciare
una rifessione comune
sul tema, esaminando lo
stato attuale della norma-
tiva europea e degli Stati
membri in materia di ag-
gressione ai patrimoni cri-
minali e rifettendo sugli
ostacoli giuridici e pratici
che potrebbero essere ri-
mossi da un futuro inter-
vento legislativo europeo
in materia, per fare s che
le decisioni delle autorit
giudiziarie nazionali pos-
sano spiegare la loro eff-
cacia in tutto il territorio
dellUnione indipenden-
temente dalla natura civi-
le o penale che le stesse
assumano allinterno dei
singoli stati membri, e ci
avuto riguardo anche a
quanto rappresentato gi
dal Consiglio Europeo di
Tempere.
G.B.
A porgere i saluti alla
platea stato il sindaco di
Siracusa, Giancarlo Ga-
rozzo: Ancora una volta
la nostra citt, attraverso
lIstituto superiore interna-
zionale di scienza crimina-
li ha detto diventa sede
di confronto e di proposta
in campo giuridico. Ci ci
inorgoglisce e ci spinge ad
impegnarci sempre di pi e
meglio per fare di Siracusa
un punto di riferimento cul-
turale nel bacino del Me-
diterraneo, un simbolo di
civilt come fu nel suo glo-
rioso passato. Due grandi
magistrati siciliani, Rocco
Chinnici e Giovanni Fal-
cone, compresero per primi
che per aggredire Cosa no-
stra bisognava puntare alle
sue ricchezze, alla monta-
gna di denaro, frutto di affa-
ri illeciti, che doveva essere
reinvestita in attivit legali.
Una rete di fussi fnanziari
che, col passare degli anni
e man mano che la mafa
affna i suoi strumenti, non
si limitano pi alla Sicilia e
allItalia ma si spingono in
Europa e in altri continenti.
A questa sfda sempre pi
estesa e complessa gli sta-
ti nazionali continua il
primo cittadino -devono
rispondere con norme di
livello sovranazionale, per-
ch i movimenti di denaro
non si fermano davanti ai
confni e i mafosi ormai da
molti anni si sono adegua-
ti alle dinamiche dei no-
stri tempi. Da cittadino di
questo paese, auspico che
nel semestre di presidenza
italiana si compia un decisi-
vo passo in avanti. Ci sono
le condizioni. Il ministro
Orlando membro di un
governo che ha avviato il
programma riformatore pi
consistente degli ultimi de-
cenni e sapr trasferire que-
sto slancio.
Il sindaco
Siracusa
una sede
di confronto
giuridico
Primo passo uffciale tra le Amministrazioni comunali
di Siracusa e Modica per rivedere i rapporti tra le tifo-
serie e giungere ad un tavolo tecnico con le rispettive
Prefetture, le due societ ed i rappresentanti delle due
tifoserie, che permetta ad entrambe, sin dalla gara di ri-
torno, di seguire il derby. Lassessore alle Politiche spor-
tive, Maria Grazia Cavarra ha invitato ieri al De Simo-
ne lassessore allo Sport del Comune di Modica, Rita
Floridia, ed insieme hanno assistito al derby: prima della
gara, a centrocampo, i due amministratori si sono stretta
la mano e scambiate due pubblicazioni, con limpegno a
rivedersi molto presto per dare seguito operativo a quan-
Siracusa e Modica: prove di riappacifcazione
to concordato. Il divieto di seguire la propria squadra in
trasferta- dichiara Cavarra- ha origine in avvenimenti re-
moti: perch quindi non rivedere la situazione?.
INCONTRO TRA I DUE ASSESSORI PRIMA DELLA PARTITA DI CALCIO
In foto, il ministro Orlando a Siracusa.
DENOMINATA MAZZARRONA IN BICI
lazioni ricevute in merito a terreni privati non recintati che diventano
ricettacolo di immondizia e materiale di risulta, ma anche mobili
darredo, frigoriferi e vecchie stoviglie, erbacce che si traducono in
luoghi delezione per ratti e zecche, con gravi conseguenze non solo
per il decoro urbano ma anche per ligiene e la salute dei cittadini.
Siracusa piena di discariche a cielo aperto afferma Sergio Papa-
ro dove lAmministrazione comunale non interviene per far s che
venga rispettato il regolamento e i privati si prendano cura dei loro beni
nellinteresse pubblico, ma soprattutto, qualora essi non lo facciano,
vedano la stessa Amministrazione intervenire in danno ai privati.
lIstituto Nazionale del Dramma Anti-
co, con la Deputazione della Cappella
di Santa Lucia e con la casa editrice
Melino Nerella. Il progetto prevedeva
la traduzione del Codice Papadopu-
lo, testo agiografco del V secolo in
lingua greca contenente la biografa
di Santa Lucia. La traduzione stata
poi recitata.
Nobilt politica. Una
sintesi ormai dimentica-
ta. Lessenza assegna-
ta alla centralit verso i
valori degli uomini nel
suo carattere sociale, nel
rispetto dei valori univer-
sali delluomo in quanto
tale; oggi il concetto po-
polare esprime una forte
negazione verso i rappre-
sentanti della politica, e
a tutti i livelli si compri-
mono i valori, una volta
nobili, ma che oggi sono
azzerati da un luogo co-
mune: siete l seduti nel-
le poltrone del potere per
fare solamente i propri
interessi personali. Non
per tutti, ovviamente,
vale la vecchia regola.
La perdita dei valori non
solamente intellettuale,
ma implica sostanzial-
mente le conseguenze
sulle politiche economi-
che della comunit, quin-
di linteresse del popolo.
scomparsa anche la
nobilt di spirito, e senza
voler andare tanto lon-
tano, questo c confer-
mato giorno dopo giorno
nella nostra piccola realt
politica amministrativa
nel consesso civico cit-
tadino. Un consiglio co-
munale talmente rissoso
e confusionario capace
di confondere le idee al-
trui, come se chi coman-
da non fosse presente l
in quella sala attrezzata
con sedie e microfoni
per dialogare, discutere,
votare e non per grida-
re e gesticolare, facen-
do sfoggio della propria
forte mimica personale.
Nella stessa classifca e
pari condizioni possiamo
aggiungerci i nostri de-
putati, con laggravante
che in alcuni casi non si
tratta di uomini o donne
eletti da popolo, ma di
fgure istituzionali nomi-
nati. Quindi, nei fatti pra-
tici, senza listituzionale
consenso elettivo e diret-
to da parte del popolo.
La tradizione politica del
consiglio comunale di
Siracusa ricca di per-
In foto, seduta del Consiglio comunale.
Politica siracusana
fra litigi e interessi
E il cittadino, vessato da tasse e balzelli,
non riesce a comprendere il nichilismo
nonsoLoCronaCa. TROPPE INCONGRUENZE NELLATTIVIT
sonaggi illustri e capaci.
Dal Dopoguerra, dove i
consiglieri comunali che
eleggevano i sindaci e
gli assessori, cos come
i leader politici, si distin-
guevano per la capacit
di mediare e amministra-
re senza la formula ma-
tematica dei numeri, ma
con la forza delle idee e
dei programmi, con fede
e lealt verso il popolo,
maggioranza e opposi-
zione si rispettavano a
vicenda. Ogni anno ar-
rivavano fnanziamenti
per migliaia di miliardi
delle vecchie lire per le
infrastrutture, le scuo-
le, lospedale, le strade
e via dicendo; tutto era
programmato e studiato
in maniera pratica e ve-
loce, mentre oggi per un
semplicissimo appalto,
come gli asili nido, la
gestione dei siti sportivi,
delle case popolari, del
cimitero, la gestione del-
la rete idrica e raccolta
dei rifuti, vengono fuori
una caterva di sproloqui
che riempiono le pagi-
ne dei giornali, come
in una Torre di Babele,
ma senza nessuna seria
proposta in contrapposi-
zione a quella presenta-
ta dalla maggioranza o
da altri gruppi separati,
per poi fnire tutto sem-
plicemente in tribunale,
non per fatti inerenti le
partiche amministrative,
ma per gli insulti e le
offese. Alla base del par-
ziale fallimento politico-
amministrativo di questo
consiglio comunale, per
non parlare del prece-
dente consiglio, si deve
registrare un assunto sto-
rico: la presenza massic-
cia di personaggi legati
a doppio flo alle nuove
logiche dinteressi come
in premessa, che rappre-
sentano logiche di potere
occultato dal consenso
elettorale prestato; c
poi la scarsa esperien-
za nelle faccende com-
plesse della gestione del
potere amministrativo,
certamente non nella
generalit, ci sono tanti
consiglieri con una buo-
na preparazione anche
tra i nuovi arrivati. Leggi
e regolamenti ignorati da
interventi a sproloquio
da parte di tanti interve-
nuti, con paroloni e def-
nizioni fuori dalla logica
oggettiva; un bel corso di
formazione per aspiran-
ti consiglieri comunali
condotto da segretari ge-
nerali non farebbe male;
zucchero non guasta be-
vanda. Una cosa essere
eletti, altra cosa la co-
noscenza di leggi, rego-
le, bilanci e tutto il resto.
C poi il problema del
narcisismo; questo modo
di fare a volte si rispec-
chia per la presenza delle
telecamere della TV in
presa diretta, ma il tenore
degli interventi cambia
del tutto in caso di assen-
za dei microfoni dei me-
dia, certamente non tutti.
Un consiglio comunale
che costa mediamente
circa sessanta mila euro
al mese quali rimborsi ai
consiglieri comunali per
le sole presenze; in un
momento di crisi dove la
gente non pu comprare
il latte ai propri fgli di-
venta duro da spiegare e
da capire per un cantie-
re che produce poco e
male. Per il resto bisogna
necessariamente leggere
il bilancio.
Questa doppia funzione
strida con la difesa e la
rappresentanza politica
elettiva verso i cittadini.
Non si oppone nemmeno
una condizione di appar-
tenenza, poich i valori
politici non esistono pi.
I partiti sono diventati un
contenitore usa e getta.
La sostanza ideologica
data dagli interessi di
gruppo o privati, di fa-
miglia. Chi ha gestito lo
sport nel passato per la
momentanea favorevole
corrente elettorale, vuole
continuare a farlo anche
senza il consenso del po-
polo, stessa cosa per tutto
il resto, come la gestione
dei rifuti e dellacqua,
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 23 SETTEMBRE 2014, MARTED
Un pachinese
arrestato
dai carabinieri
I militari della Compa-
gnia Carabinieri di Noto
hanno posto in essere
un articolato servizio di
controllo del territorio 69
mezzi e 90 persone con-
trollate, verifcato il ri-
spetto degli obblighi cui
sono attualmente sotto-
posti 20 soggetti in tutto
il territorio, 1 arresto, 6
denunce. I militari hanno
arrestato, in violazione
delle prescrizioni previste
dalla misura di prevenzio-
ne della sorveglianza spe-
ciale, Maurizio, Tuzza di
37 anni. Luomo, stato
sorpreso dai militari ope-
ranti mentre faceva rientro
presso la sua abitazione.
23 SETTEMBRE 2014, MARTED Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Fermata una corsa
clandestina
di cavalli: 7 denunce
INTERVENTO DEI POLIZIOTTI IN STRADA PROVINCIALE
I poliziotti del Commis-
sariato di Noto e della
Squadra Mobile della
Questura di Siracusa, han-
no fermato una gara clan-
destina di cavalli, in corso
sulla strada provinciale 34
Calabernardo-Noto.
Loperazione scattata
allalba quando si regi-
stravano i primi movi-
menti sospetti di condu-
centi di autovetture e di
ciclomotori, che iniziava-
no ad effettuare un blocco
presso il rettilineo della
detta arteria per circa tre
chilometri. Pochi minu-
ti dopo, buona parte dei
partecipanti si allontanava
ancor prima che i due ca-
valli, i quali avrebbero do-
vuto gareggiare, avessero
raggiunto la postazione
di partenza, forse perch
insospettiti dalla presenza
dei poliziotti.
Tuttavia, qualche ora pi
pericolo. Immediatamente
i cavalli, per, venivano
bloccati.
Sebbene gli organizzato-
ri cercavano di fuggire,
il personale identifcava
e denunciava: A.R.di 52
anni, residente ad Avola;
A.L. di 36 anni, residente
a Bagheria (PA); R.C. di
49 anni, residente a Noto;
S.G. di 44, e M.S. di 34
residenti a Noto; G.C. di
47 e N.C. di 42, residente
a Pachino, per avere par-
tecipato alla competizione
illegale di cavalli.
Gli animali, dopo la let-
tura dei microchip cui
erano dotati ed il prelie-
vo del sangue effettuato
dal Veterinario dellASP
di Siracusa volte ad ac-
certare eventuali sostanze
dopanti, sono stati seque-
strati ed affdati in custo-
dia giudiziale ai rispettivi
proprietari.
Da gioved prossimo (25 settembre) nella cit-
t Siracusa sar attivo il secondo centro comu-
nale di raccolta che aprir in via Stentinello in
contrada Targia, nei locali dellex mattatoio co-
munale. Andr ad aggiungersi a quello gi esi-
stente Arenaura di Via Elorina 170 di fronte
Q8. Lassessorato Ambiente, in occasione della
prossima apertura del centro di raccolta di via
Stentinello, comunica gli orari validi per i due
centri:
Dal luned al sabato dalle 7,30 alle 12,30. il mar-
ted e il mercoled anche di pomeriggio dalle 15
alle 18. Il centro di raccolta comunale stato re-
alizzato per incrementare la raccolta differenzia-
Si attiva il nuovo centro raccolta
ta, disincentivare l'abbandono abusivo dei rifuti e
per agevolare il recupero del rifuto.
Gli utenti domestici possono conferire gratuita-
mente carta, cartone, imballaggi in plastica, legno,
materiali metallici, materiali ferrosi e di alluminio,
vetro e non la ceramica. Inoltre possibile con-
ferire rifuti misti dallattivit di costruzione e de-
molizione (inerti di provenienza domestica), mace-
rie provenienti da lavori di piccola manutenzione
edilizia eseguite dallutente domestico. Per quanto
riguarda i rifuti di apparecchiature elettriche ed
elettroniche (RAEE ) solo se conferiti da un uten-
te domestico, distributori, installatori e titolari dei
centri di assistenza, residenti o convenzionati.
ambIente. NEI LOCALI DELEX MATTATOIO
I Soci fondatori del Consorzio Universita-
rio Megara Ibleo, la Soc. Ge.Fin. Roma, il
Comune di Priolo Gargallo ed il Comune di
Augusta, cercando di offrire nuove alterna-
tive allo sviluppo professionale delle nuove
generazioni ritengono sempre pi importan-
te offrire un provvedimento speciale, a par-
tire dallAnno Accademico 2014/2015, con
un sostegno economico al merito per tutti
gli studenti, le cui famiglie subiscono la cri-
si economica, che si iscrivono al Corso di
Laurea in Giurisprudenza.
Da studente universitario mi sono per-
messo di suggerire questa iniziativa di so-
Un sostegno
economico
agli studenti
LO HA DELIBERATO IL CUMI DI PRIOLO A FAVORE DELLE FAMIGLIE COLPITE DALLA CRISI
- rappresentano per il nostro consorzio uni-
versitario unoccasione utile per non fare al-
lontanare i nostri giovani dal percorso natura-
le dello studio. Cerchiamo di contribuire, con
questi incentivi, al superamento della grave
crisi che attanaglia il Paese. La classe politi-
ca attenta e responsabile ci fanno ricredere su
alcuni irresponsabili iniziative volte solo ad
impedire ad organizzazione Onlus (VERE)
che pur senza richiedere alcun contributo
economico fnanziario, si vedono osteggiare
la propria crescita. Il nostro consorzio univer-
sitario si distingue da analoghe iniziative che
appaiono pi come un sottogoverno.
In foto, due immagini della corsa bloccata.
In foto, lex mattatoio comunale.
tardi, gli stessi agenti ap-
prendevano che, stante la
cospicua somma investita
nella scommessa clande-
stina, superiore ai trenta-
mila euro, la gara sarebbe
stata comunque effettuata.
Difatti, alle ore 11, sempre
sullo stesso sito, si riscon-
travano le stesse manovre
di conducenti di ciclomo-
tori e di persone appieda-
te gi registrate allalba.
Contestualmente, questa
volta, si aveva la presenza
di due cavalli che traina-
vano due calessi governati
dai rispettivi fantini.
Nonostante lintervento
di tre autopattuglie della
Polizia, i quadrupedi ma-
schi Baio venivano lan-
ciati al galoppo ed inizia-
vano la gara, incuranti del
dei parcheggi, degli asili
nido, dei mercati e delle
licenze, delle case popo-
lari, del verde pubblico,
dellilluminazione pub-
blica, del cimitero, come
se tutte le cose della col-
lettivit appartenessero
al singolo, o al gruppo
organizzato per pren-
dere voti e poi gestire il
potere, con laggravante
che in caso di rischio del
mancato impegno poli-
tico-elettorale, a pagare
sar la collettivit con il
blocco dellattivit am-
ministrativa, in una sorta
dimmunit; insomma,
per gli interessi di po-
chi lintera cittadinanza
spesse volte danneg-
giata, umiliata, punita; e
sul cambio di casacca da
parte di consiglieri co-
munali, di cui si faceva
riferimento nellarticolo
di pari oggetto su queste
stesse colonne domeni-
ca scorsa, per forzare la
porta degli interessi
c da dire che non tutti i
consiglieri comunali che
hanno cambiato casacca
sono nelloggettivit de-
gli interessi propri o di
gruppo, in molti casi si
trattato, invece, come
nel caso, uno per tutti,
della consigliera Simona
Princiotta, che ha lascia-
to il gruppo di primo sale
per contrasti nel modo
di gestione e dinterven-
ti in seno a tematiche
che interessano la citt;
stessa cosa per tanti altri,
dove ognuno a sua volta
ha spiegato i veri motivi
della scelta. Il pi del-
le volte, al popolo non
concesso il riconosci-
mento della dignit rap-
presentativa che insiste
nel valore della demo-
crazia deputata. Non c
pi una frontiera morale,
un palmo di buon terre-
no.
Siracusa era considera-
ta la cittadina pi pulita
e ordinata della Sicilia,
aveva il reddito pro capi-
te pi alto del Meridione
dItalia; oggi non possia-
mo sicuramente dire la
stessa cosa, anzi siamo
negli ultimi posti nelle
classifche nere. La citt
ridotta davvero male,
come una vecchia tom-
ba abbandonata, e visto
il chiaro di luna che
si affaccia sul futuro di
questa collettivit, che
cosa potrebbero dire in
sintesi oggi i Siracusani
nel merito? Tirando a
indovinare: statevene a
casa!
Concetto Alota
stegno al merito - dichiara il Presidente del
Cumi Daniele Gervasi che vuole essere un
completamento attraverso questa importante
opportunit che viene offerta agli studenti.
Iniziative come questa dichiara lAmmi-
nistratore Delegato, Sebastiano Caporale
In foto, la conferenza
stampa alla squadra
mobile.
Cominciano a con-
cretizzarsi i partico-
lari sui nuovi gio-
chi di potere attorno
al traffco della droga
a Siracusa. Larresto
del giovane di ieri
mattina, portato a ter-
mine in tempi record
dagli uomini della
Squadra Mobile di
Siracusa, il quale
sospettato di essere
lautore del ferimento
del ventinovenne av-
venuto due settimane
addietro nella zona
alta del capoluogo,
conferma le ipotesi
investigative; nella
conferenza stampa in
occasione di un altro
arresto e il sequestro
di un grosso quanti-
tativo di cocaina e tre
pistole, il capo della
Squadra Mobile di
Siracusa, dottor Tito
Cicero, alla specifca
domanda sul flone
dindagine in meri-
to, non sment e non
conferm tale ipote-
si, ma i segnali pro-
venienti dalla strada
erano tutti indirizzati
alla pista della droga.
I due ferimenti e lo
strano movimento di
armi, tutti concen-
trati nella zona alta
della citt, intrec-
ciano lipotesi della
diretta conseguenza
dellattivit crimino-
sa nellambito dello
spaccio della droga,
non essendoci altri
segnali di settore;
nello specifco i ri-
scontri obiettivi e og-
gettivi, innestati dagli
uomini della Squadra
Mobile per lultimo
arresto, sarebbero il
mancato pagamento
di una partita di dro-
ga. Ma il cerchio non
affatto chiuso.
Rimane ancora ir-
risolto laltro feri-
mento avvenuto sul
viale Santa Panagia
davanti alla sede
della Cgil; con una
tecnica gemella e un
proiettile di picco-
lo calibro, come per
il ferimento di via
Alessandro Specchi,
tutto molto vicino
la linea parallela so-
spettata. La certezza
scorre veloce per le
solite strade e sibil-
la che si tratterebbe
in entrambi i casi di
fatti da imputare al
mondo della droga e
legate al nuovo grup-
Droga in citt: arriva
il momento dei nuovi
fnanziatori esterni
po gotha emergente
dello spaccio di stu-
pefacenti, nellambi-
to del mandamento
cittadino della parte
alta della citt.
Il cambio della guar-
dia al comando del
movimento della dro-
ga, sarebbe segna-
lato e intuito da pi
parti; ma gli aspetti
organizzativi sareb-
bero ancora tutti in
rivoluzione e i riferi-
menti messi in cam-
tentare di conquistar-
lo senza danni, ma la
scelta avviene sul-
la base della fducia
multipla e non sar
facile. Quelli che ri-
marranno sconosciu-
ti saranno i nuovi f-
nanziatori, con tanti
tappeti rossi per la-
mico che entra. Alla
fne lorganigramma
uscir completo, sen-
za per prima aver
minato il campo
contro gli intrusi e
acquisire la fdejus-
sione necessaria.
Il raggiungimento
della pace opter
per le scelte paralle-
le, dove ognuno avr
il proprio sacrosanto
compito e, dove i fe-
deli, saranno premia-
ti e i traditori puniti.
Questi episodi dinti-
midazione plateali e
in mezzo alla strada,
confermano lo stile
annunciato: il silen-
zio e la correttezza
verso i compagni di
lavoro.
La campagna ac-
quisti non di certo
terminata, e quella
della pulizia pare
appena comincia-
ta. Per fortuna alla
fne, dice un vecchio
adagio, la Giustizia
trionfa sempre
Concetto Alota
po assunto un valore
di professionalit
chiaramente arguta;
infatti, si aggiunge-
rebbe nellambito
dellorganizzazione
criminosa in pirami-
dale la necessit del-
la provvista del de-
naro necessario per
incrementare le ven-
dite e quindi il giro
dei venditori. Il re-
stauro aperto sem-
brerebbe interessato
alla gara che verr e
Sconosciuti
saranno i nuovi
fnanziatori, con
tanti tappeti rossi
per lamico che
entra. Alla fne
lorganigramma
uscir completo,
senza per prima
aver minato il
campo contro
gli intrusi
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 23 SETTEMBRE 2014, MARTED
Speleologi
siracusani
organizzano
un corso
dattivit
La speleologia,
una disciplina un
po particolare:
non una scienza
(come il nome po-
trebbe suggerire),
non uno sport (an-
che se in certi casi
una delle pi fa-
ticose ed impegna-
tive attivit umane)
e non neanche
un hobby (per in
genere nessuno re-
tribuisce gli spele-
ologi per il lavoro
che fanno, neanche
quando questo si
dimostra utile alla
collettivit). In re-
alt la speleologia
la somma di que-
ste tre cose e di tan-
te altre. Una forte
peculiarit di uno
speleologo e di chi
pratica molte altre
attivit speciali-
stiche di ordine
spirituale, il suo
"hobby" diventa il
suo "stile di vita".
Quel desiderio di
emozioni e di con-
quista, quella ne-
cessit di autoaffer-
mazione o di nuove
esperienze, quel
sent i ment al i smo
che pu essere tut-
to per speleologo.Il
mondo dello spele-
ologo predomina-
no dei fattori assai
diversi o addirittu-
ra in netta contrap-
posizione a quelli
esistenti nel mondo
esterno, per questo
riesce ad affascina-
re e lasciarti a boc-
ca aperta. Emozio-
ni e gioie che non si
riescono a spiegare
se non si mai pro-
vato personalmente
qualche esperienza
nel mondo speleo.
A Siracusa da anni
vi un gruppo di
speleologi (Grup-
po Speleologico
Siracusano) che
organizza mostre e
conferenze, campi
speleologici esplo-
rativi, controllo di
cavit.
23 SETTEMBRE 2014, MARTED Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
Un tonnellata di droga
Custode rimedia 4,8 anni
Loperazione
fu portata a
termine dai
militari delle
famme gialle
due anni fa
quando inter-
cettarono un
natante con
92 colli di
cannabis
Stralciata la posizione di altri due imputati,
un catanese e un cittadino albanese
Il tribunale penale
di Siracusa in com-
posizione collegiale
ha depositato le mo-
tivazioni della sen-
tenza di condanna
a carico di un lenti-
nese, presunto traf-
fcante di sostanze
stupefacenti.
I giudici hanno ri-
levato schiaccianti
prove a carico di
Carmelo Minisolo
di 61 anni, il quale
stato condannato
a 4 anni e 8 mesi
di reclusione oltre
al pagamento di 12
mila euro di multa.
Anche il pubblico
ministero, Anto-
nio Nicastro, aveva
concluso nel giugno
scorso la requisitoria
invocando per lim-
putato la condanna
a 4 anni e mezzo di
reclusione.
Delusa laspettativa
della difesa, il cui
avvocato Francesca
Di Paola aveva sol-
lecitato al tribunale
una sentenza di as-
soluzione per non
avere commesso il
fatto nei confronti
del proprio assistito.
La posizione di Mi-
nisolo era rimasta
lultima rispetto
agli altri due impu-
tati, Carmelo Bar-
bagallo, catanese
di 64 anni, Florian
Metkaj, albanese di
26, le cui posizioni
erano state stralcia-
te. Lepisodio og-
getto della contesta-
zione emerso nella
notte tra il 2 e il 3
ottobre 2012 quando
una pattuglia della
Guardia di Finanza
della Compagnia di
Augusta, durante un
servizio di perlustra-
zione e controllo del
territorio compreso
nella zona di Agno-
ne Bagni, intercett
strani movimenti
lungo la Costa Sa-
racena. Dopo circa
unora di apposta-
menti, i sospetti de-
gli investigatori si
sono dimostrati pi
che riscontri ogget-
tivi. I militari delle
famme gialle fer-
marono un autocarro
(intestato ad unas-
sociazione di volon-
tariato, estranea alla
vicenda) sul quale
vi erano Barbagal-
lo e Minsolo. Poco
distante, nel portic-
ciolo, un natante sul
quale vi era il citta-
dino albanese, accu-
sato di essere lo sca-
fsta. Sulla vettura, i
fnanzieri hanno rin-
venuto e sequestrato
92 colli di canna-
bis indica da cui si
estrae la marijuana
per un peso com-
plessivo di oltre una
tonnellata di stupe-
facente. Lalbanese
aveva anche accen-
nato ad un tentativo
di fuga a nuoto ma
stato bloccato da un
militare.
IN sede di interroga-
torio di garanzia ma
dinanzi Giudice per
le indagini prelimi-
nari, ma anche nel
corso dellistruttoria
dibattimentale, il ca-
tanese Barbagallo ha
riferito di non sapere
che avesse caricato
sul furgone hascisc
quanto sigarette di
contrabbando. Il
lentinese Minisola,
custode del portic-
ciolo, ha riferito,
invece, di avere
ricevuto la richie-
sta di fare luce per
favorire lattracco
dellimbarcazione.
Nulla avrebbe sapu-
to del carico, anche
se sulla sua automo-
bile, le famme gial-
le hanno rinvenuto e
sequestrato un chilo
di hascisc, che lin-
dagato sostiene che
lalbanese avrebbe
dimentica.
Il lentinese Minsolo
tuttora detenuto
per questa causa.
F.N.
In foto, sacchi di can-
nabis sequesrrata.
Picchia la moglie
Un siracusano
ai domiciliari
INTERVENTO DEI CARABINIERI
Accecato dallira,
si sarebbe scagliato
contro la moglie,
colpendola con
schiaff al volto e
strattonandola, tan-
to da provocarle
delle lesioni. E sta-
ta la stessa vittima
a lanciare lallarme
e a fare arrestare il
marito dai carabi-
nieri. Lepisodio si
verifcato nella
tarda serata di ieri
quando i militari
del Radiomobile
del Comando Com-
pagnia di Siracusa
hanno tratto in ar-
resto in fagranza per
i reati di evasione
dagli arresti domici-
liari maltrattamenti
in famiglia e lesioni
personali, Christian
Mauceri siracusano
di 36 anni. Secondo
quanto ricostruito da-
gli investigatori, lin-
dagato, al culmine di
una lite, si scagliato
contro la vittima col-
pendola con diversi
schiaff sul viso e
strattonandola fno a
provocarle diversi li-
vidi su tutto il corpo.
La donna dopo lag-
gressione riuscita a
chiamare la pattuglia
dellArma interve-
nuta prontamente. I
militari hanno dap-
prima bloccato il
Mauceri che nel frat-
tempo si era allon-
tanato dalla propria
abitazione anche se
non autorizzato, eva-
dendo cos dagli arre-
sti domiciliari cui era
sottoposto. Inoltre la
donna veniva condot-
Agguato a Bosco
Minniti: preso
il presunto autore
OPERAZIONE DELLA SQUADRA MOBILE
Ha un volto e un nome
il presunto autore del
ferimento a colpi di pi-
stola di un ventinoven-
ne siracusano. A distan-
za di due settimane dal
fatto di sangue, i poli-
ziotti della squadra mo-
bile della Questura di
Siracusa hanno eseguito
questa mattina un fermo
dindiziato di delitto a
carico di Adriano Caru-
so di 24 anni, residente
a Siracusa, gi noto alle
forze di Polizia. Il prov-
vedimento restrittivo
stato emesso dalla Pro-
cura della Repubblica
presso il Tribunale di
Siracusa, che sta coor-
dinando le indagini.
Caruso ritenuto re-
sponsabile del reato di
tentato omicidio avve-
nuto a Siracusa il 6 set-
tembre scorso. In quella
circostanza, venne ferito
alladdome con un colpo
di pistola un ventinoven-
ne. Lepisodio si consu-
m la mattina intorno alle
ore 11.30 in via Alessan-
dro Specchi a pochi pas-
si dalla chiesa di Bosco
Minniti. La vittima in
sella ad uno scooter, fu
attinta alladdome, men-
tre il feritore riuscito a
dileguarsi. Bench feri-
to, luomo si diretto in
ospedale a bordo del suo
ciclomotore. Alla base del
ferimento vi sarebbero
motivi legati alla droga.
In particolare, la vittima
non avrebbe corrisposto
la somma derivata da una
fornitura di sostanze stupe-
facenti. Non dovrebbe sco-
starsi di molto il movente
anche dellaltro agguato.
Una lezione che qualcuno
ha voluto dare alluomo
che rimasto ferito alla
fne di agosto in viale San-
ta Panagia. Anche in quel
caso, le modalit dellag-
guato sono state similari.
Un individuo che irrompe
sulla scena, punta unarma
di piccolo calibro soltanto
per ferire, appunto, per dare
una lezione, un avvertimen-
to. Nulla pi. Laddetto alle
pulizie, vittima dellaggua-
to, non ha saputo dare alcun
indizio agli investigatori dei
carabinieri per risalire alli-
dentit e al movente di quel
tentato omicidio. Dagli am-
bienti investigativi, comun-
que, emergerebbe un velo di
ottimismo a potere chiudere
anche questo caso entro bre-
ve tempo e per giunta le in-
dagini hanno preso anche la
strada fuori Siracusa.
In foto, pattuglia della Polizia.
ta presso lospedale
Umberto I dove veni-
va riscontrato che le
ferite riportate risul-
tavano guaribili in 10
giorni. Mauceri sta-
to destinato in regime
di arresti domiciliari
presso la casa di un
parente.
23 SETTEMBRE 2014, MARTED Sicilia 9 VITA DI QUARTIERI
Prodotti agroalimentari,
scelte tre aziende siracusane
L'obiettivo
stato illustrato
venerd scor-
so nella sede
della Camera
di commer-
cio nel corso
del convegno
promosso da
Google
Inserite nel progetto di Symbola insieme
all'universit C Foscari di Venezia
Continua a spirare
aria di crisi allex
Provincia regionale
di Siracusa. Di fatti
da qualche settimana
si registrano aper-
ture a singhiozzo e
riduzione del per-
sonale addetto allo
sportello Infopoint
della Provincia in via
Roma. A protestare
sono i lavoratori che
lamentano i disagi del
piano di riorganizza-
zione avviato dal com-
missario dell'ex Pro-
vincia, Mario Ortello.
I quattro dipendenti
impegnati nel servizio -
ha detto Alberto Scu-
deri - sono stati tutti
selezionati con un ban-
do di mobilit interna
che stabiliva in 36 le
ore di lavoro setti- ma-
nale, poi ridotte a 27.
La decisione di ridurre
l'orario di lavoro sta-
ta assunta dall'ammi-
Ridotto il personale
di Infopoint
in via Roma
nistrazione in assoluta
autonomia ed in piena
stagione estiva con la
conseguenza di dovere
ricorrere a perso- nale
aggiuntivo al quale ad
oggi non stata garan-
tita la necessaria for-
mazione.
I quattro addetti la-
mentano proprio
l'assenza del personale
aggiuntivo durante i
turni del fne settima-
na.
MANCA IL PIANO DI RIORGANIZZAZIONE
Co mme r c i a -
lizzazione sul
web: un cata-
logo curato da
Google aperto
alle aziende che
producono le ec-
cellenze dell'a-
groalimentare e
dell' artigianato
siracusano. L'o-
biettivo stato
illustrato venerd
scorso nella sede
della Camera di
commercio nel
corso del conve-
gno promosso da
Google e Fon-
dazione Symbo-
la insieme all'u-
niversit C
Foscari di Vene-
zia ed ai gruppi
dei giovani im-
prenditori di Cna
e della Coldiretti.
Al progetto che
vedr impegna-
ti 107 studenti
provenienti da
tutta Italia han-
no gi aderito
tre aziende dell'
agroal i ment are
siracusano. Sono
l'impresa Sala-
fa di Lentini e
le aziende agri-
turistiche Ter-
ra e Libert di
Canicattini ed
Italia di Sola-
rino. All'evento
di venerd scor-
so hanno preso
parte 90 imprese
della provincia,
30 provenienti da
Palermo, Trapani,
Messina, Enna ed
Agrigento e 10
aziende del Nord
che intendono
aderire all'inizia-
tiva. Protagoni-
sti dell'incontro
sono stati anche
alcuni titolari di
aziende del terri-
torio che hanno
scommesso sul
web come stru-
mento per com-
mercializzare i
propri prodotti.
Da Valerio Cor-
tese dell' azienda
agricola Agri-
cortese, a Maria
Iangliaeva Asi-
movna del Con-
sorzio Sicilia Hy-
blea, da Biagio
Teseo di Re-
clog a Sebastia-
no Bongiovanni
di Siracusa Tu-
rismo. A presen-
tare il progetto,
stato Diego Ciul-
li senior, policy
analyst di Go-
ogle Italia.
Guardiamo alle
eccelleze dell'a-
groalimentare e
dell' artigianato
- ha detto Ciulli
- perch ci sono
ampi margini e
sbocchi imme-
diati sui canali
web per fare in-
contrare pi rapi-
damente l'offerta
delle imprese e la
domanda dei con-
sumatori fnali.
Nel Meridione c'
ancora poca con-
sapevolezza delle
potenzialit che
pu avere questo
settore secondo
noi fondamenta-
le per rilanciare
settori dell'eco-
nomia fnora in
grande diffcol-
t.
Carenza acqua
causata
da un black out
elettrico
Acqua in citt, nuo-
va emergenza per un
a assenza di quattro
ore in Ortigia, Akra-
dina ed in alcune
zone di Neapolis.
diventata ormai cro-
nica quella vissuta
dagli abitanti che ieri
si sono ritrovati con
i rubinetti a secco.
Tante le segnalazio-
ni da parte di abitanti
delle zone balneari
dell'Isola e della Fa-
nusa per un'abbassa-
mento della pressio-
ne idrica registrata
proprio nella matti-
nata di ieri. Ed i di-
sagi pi pesanti sono
stati riscontrati dalle
attivit commercia-
li del centro storico
che sono rimaste fer-
me per alcune ore.
L'assenza di acqua
stata provocata da
un black-out elettri-
co che ha ridotto la
presenza idrica nei
serba che e sopral-
luoghi fno al pome-
riggio di ieri e tutto
pienamente rientrato
nella regolarit del
servizio. Rassicu-
razioni che per non
sembrano bastare ai
commercianti del
centro storico che
sono sul piede di
guerra.
Sulla vicenda inter-
viene l'ingegnere
capo del Comune,
Natale Borgione:
L' amministrazio-
ne in occasione di
questi ultimi casi di
danni alle condotte
si attivata con im-
mediatezza diver-
samente da quanto
avvenuto in passato
con il precedente ge-
store - ha spiegato il
dirigente del Comu-
ne - va detto inoltre
che durante le opera-
zioni di manutenzio-
ne abbiamo provve-
duto all'installazione
di 15 sfatatoi lungo
le condotte che con-
sentiranno di evitare
la presenza di bolle
d'aria ed abbiamo
stanziato una somma
di 150 mila euro.
In foto la Camera
di Commercio
ATTUALITA' 8 Sicilia 23 SETTEMBRE 2014, MARTED
In foto,
parte del sarcofato
di Adelfa.
di Roberto Tondelli
Una visita al Museo
Paolo Orsi dovreb-
be essere un dovere
morale per siracusa-
ni e turisti non ca-
suali che vogliano
comprendere la pro-
pria identit e le ra-
dici culturali, stori-
che, religiose di una
grande civilt, resa
tale da conquiste,
scoperte, tecniche.
La mia visita del
museo stata arric-
chita, anzi resa uni-
ca, dallaver avuto
come mio mento-
re il Dr. Salvatore
Piccolo, esperto in
Beni Culturali e Ar-
cheologici. Egli ha
profuso la propria
cultura archeologi-
ca, sensibilit arti-
stica e competenza
linguistica greca in
spiegazioni puntua-
li che ad ogni passo
aumentavano la mia
stima per lesperto.
Qui si dir qualco-
sa di un solo pre-
gevolissimo pezzo
esposto con gran
cura nel Museo, il
sarcofago di Adel-
fa. Luci e conte-
sto espositivo del
sarcofago ne fanno
risaltare il marmo
e le sculture, che
testimoniano ancor
oggi della fede dei
cristiani delle origi-
ni. Le tredici scene
scolpite sui due re-
gistri del sarcofago
costituiscono una
vera e propria sin-
tesi stupenda della
storia biblica. Vi
raffgurato infatti
linizio della vicen-
da umana, narrato
nel libro del Genesi:
il lavoro delluo-
mo e della donna,
e il ricordo della
responsabilit della
loro (nostra) scelta
di vivere in modo
indipendente e au-
tonomo rispetto al
Creatore.
Segue la scena del
gallo, che cant
dopo il triplice rin-
negamento di Pie-
tro, lapostolo che
afferm di non co-
noscere Ges; non
facciamo cos anche
noi talvolta? Segue
poi la scena di Mos
che riceve la Legge
ebraica sul Sinai,
proprio come Ges
Il sarcofago di Adelfa
Una visita
al Museo Paolo Orsi
porter la norma
dellEvangelo per
tutti. Quanto sareb-
be bello se fossimo
tutti pi dediti alla
lettura e alla medi-
tazione del Nuovo
Testamento! Scrive
il biblista F. Salvo-
ni: quanto farebbe
bene alle nostre
menti depresse, leg-
gere e meditare per
esempio lEvan-
gelo di Luca, dove
la misericordia del
Cristo presentata
con semplicit.
Ecco poi la sce-
na del sacrifcio
che Abramo sta
per compiere su
suo fglio Isacco.
Vicenda grandio-
sa, che insegna la
fede fduciosa che
Abramo nutr, ma
che ricorda pure il
sacrifcio stesso di
Cristo Ges per tut-
ti. Il cristianesimo
la sola religione in
cui il fglio di Dio
dona se stesso per il
perdono dei peccati
di tutti, affnch tut-
ti si ravvedano, vin-
ti dallAmore, non
pi soggetti allar-
bitrio degli di che
possono fare della
vita umana una tra-
gedia.
Segue la scena della
guarigione del cie-
co nato, che ricorda
come Ges possa
ancora guarire lin-
teriore della perso-
na umana, cosa che
non pu fare nessun
altro guaritore o
profeta.
Ecco poi la scena
della moltiplicazio-
ne di pani e pesci a
insegnare labbon-
danza della grazia
di Dio e il valore
della condivisione,
che ancor oggi i cri-
stiani dovrebbero
Adelfa presenta al-
tre scene toccanti.
Ad esempio quella
del miracolo delle
nozze a Cana, che
tra laltro ricorda
anche a noi il va-
lore dellunione
tra marito e moglie
fondato su amore,
generosit mutua e
compagnia. Cose
che sembrano cos
disprezzate nella
societ attuale, pur-
troppo.
Unultima scena
evocativa quel-
la dellingresso
glorioso di Ges
a Gerusalemme, a
dorso di un asinel-
lo, poco prima della
sua morte. Gli abi-
tanti della grande
citt lo accolgono
con palme e grida
di giubilo. Non do-
vremmo anche noi
oggi imitare que-
gli antichi abitanti
di Gerusalemme, e
accogliere la parola
buona di Ges che
ancora ci parla dal-
le pagine del Nuovo
Testamento? Qui
un piccolo brano
ricorda che Abe-
le, bench morto,
parla ancora con la
sua fede fduciosa.
Anche Adelfa parla
con le scene scol-
pite sul sarcofago,
che richiamano non
unantichit perdu-
ta e inaccessibile,
ma quella che pu
diventare una pre-
senza, quella del
Cristo vivente, che
conferisce identit e
senso al nostro esi-
stere.
tener presente.
La scena della ri-
surrezione del f-
glio della vedova
a Nain un chiaro
richiamo alla realt
fondante della fede
fduciosa in Cristo
Ges, risorto e ga-
ranzia di risurrezio-
ne per tutti. C chi
vive per questa vita,
per loraziano atti-
mo fuggente (carpe
diem). I credenti,
pur dando il valore
giusto alle cose di
questo mondo, vi-
vono per raggiun-
gere la realt della
vita piena presso
Dio, secondo la
promessa di Ges.
La vita non vi sar
bastata quando do-
vrete restituirla,
scrive lautore ateo
B. Brecht. Per tale
motivo i cristiani
muoiono in Cristo
per risorgere con lui
gi nellatto del bat-
tesimo biblico, fon-
dato sulla fede nel
Signore e sul ravve-
dimento dai propri
errori passati.
Il sarcofago di
Luci e contesto
espositivo
del sarcofago ne
fanno
risaltare
il marmo e le
sculture,
che testimoniano
ancor oggi
della fede dei
cristiani
delle origini
Mazzarronainbi-
ci liniziativa di
mobilit sostenibile
organizzata dallAm-
ministrazione co-
munale per sabato 4
ottobre nellambito
del progetto europeo
Urbact GeniUS:
Open fnalizzato a
trasferire la buona
pratica dellopen in-
novation dalla citt
di York (UK) a quel-
le di Siracusa, Tallin
e San Sebastian. Il
percorso ciclabile
prevede inoltre una
serie di soste, a cura
del FAI, in aree inte-
ressanti dal punto di
vista paesaggistico,
storico ed archeologi-
co, compresa la Chie-
sa dei Cappuccini, ed
una sosta in Via Pu-
glia per scoprire una
targa in memoria di
un ciclista vittima di
un pirata della stra-
da. Per consentire
anche ai bambini del
quartiere di parteci-
pare da sabato scor-
so cominciata una
campagna di raccolta
bici usate in diver-
si punti della citt,
dallImpact Hub in
Ortigia, allasilo Al-
bero Azzurro in via
Grottasanta, allasso-
ciazione Padre Alber-
to; sabato 27 settem-
bre a partire dalle ore
15,30 in programma
una giornata di ci-
cloffcina presso la
parrocchia S. Corra-
do: per loccasione
lAretusa Bike met-
ter a disposizione un
gruppo di lavoro che
operer con i ragaz-
zi della Mazzarrona
per la sistemazione
delle loro biciclette,
di quelle provenien-
ti dalla campagna
di bici usate e dalla
donazione dellArci
Ragazzi. Per gli adul-
ti, invece, il Comune
metter a disposizio-
ne le biciclette del
servizio go-Bike.
Liniziativa- di-
chiara il sindaco,
Giancarlo Garozzo-
servir a raccogliere
proposte e commenti
in modo diretto, coin-
volgendo attivamen-
te gli abitanti della
Mazzarrona. Una pe-
riferia che partendo
dalla propria identi-
t diventa centro: la
Mazzarrona il cuore
di Grottasanta su cui
lAmministrazione
vuole avviare un pro-
cesso di riqualifca-
zione. In un momento
di crisi e di emergen-
za, i quartieri partico-
larmente svantaggiati
ed esclusi richiedono
una particolare atten-
zione. La sfda quel-
la di vedere nella pe-
riferia non un simbolo
di degrado o di isola-
mento, ma di darle
una propria ed unica
identit. Il progetto
europeo Urbact
GeniUS: Open gi
partito a gennaio e
lUffcio Programmi
Complessi e Politi-
che Comunitarie del
Comune ha gi dato
lanciato la piattafor-
ma di dialogo online
http://geniusiracusa.
ning.com, e dato ini-
zio alla sua attivit di
ascolto sul territorio e
di dialogo con nume-
rosi stakeholders ed
associazioni. Que-
sta attivit-conclude
il Sindaco- prope-
deutica alla indivi-
duazione non sola-
mente di un Progetto
Pilota da realizzare
nel quartiere entro il
2015, ma anche alla
predisposizione di un
Libro Bianco della
Mazzarrona, nel qua-
le verranno raccolti e
ordinati per priorit e
fattibilit tutte le idee
progettuali emerse
durante questo per-
corso aperto, inno-
vativo e partecipato.
Lesperienza Urbact
consentir pertanto
allAmministrazione
di dotarsi di un mo-
dello che faciliter
lintercettazione di
tutti quei fnanzia-
menti europei che
serviranno alla realiz-
zazione dei progetti
raccolti, perch for-
temente in linea con
le priorit individuate
dallUnione Europea,
che chiede citt intel-
ligenti, innovative ed
inclusive.
Ritrovata una bici, importante la sinergia
tra cittadini e Polizia municipale
Grazie alla segnalazione di alcu-
ni cittadini stata ritrovata nella
zona di viale Teocrito una bici del
servizio go bike modifcata, pre-
cedentemente rubata in una delle
postazioni tornate ad essere fruibili
da qualche mese.
Il ritrovamento, ad opera di agenti
della Polizia municipale, che su
disposizione del comandante Enzo
Miccoli, si sono messi sulle tracce
dell'uomo, reo del furto, seguendo
le indicazioni giunte al comando di
via del Molo. Dopo l'identifcazio-
ne per l'uomo, sono state avviate
le opportune procedure. Il mezzo
sequestrato torna nella disponibilit
del comune.. Sono soddisfatto e
orgoglioso ha detto l'assessore
alla Polizia municipale Antonio
Grasso - per quanto accaduto oggi.
I nostri agenti, infatti, grazie alle
segnalazioni di cittadini, sono riu-
sciti a ritrovare una delle tante bici
scomparse, aiutandoci a rendere
un servizio per la collettivit. Col-
go l'opportunit -ha ancora detto
l'assessore Grasso per ribadire e
invitare quanti volessero, ad effet-
tuare qualsiasi tipo di segnalazione
alla sala operativa del comando
di Polizia municipale al numero
0931462644 o al numero verde
800632328.
aGrICoLtUra
La storia
millenaria
della
coltivazione
degli agrumi
in Sicilia
Limoniculture- tre
giorni di festa nel cortile
dei limoni" un evento
aperto al pubblico orga-
nizzato dal Consorzio
di Tutela del Limone di
Siracusa IGP che si terr
il 24, 25 e 26 settembre
presso la Galleria Regio-
nale di Palazzo Bellomo,
struttura del XIII secolo
nel cuore dell'isola di
Ortigia, il centro storico
di Siracusa.
Per ciascuna delle tre
serate, dalle 19 alle 23,
sar un forire di omaggi
alle arti, alla letteratura
e alla poesia legate alla
storia millenaria della
coltivazione degli agru-
mi in Sicilia; sar una
gioia per tutti e cinque
i sensi, da mettere alla
prova con il "Gioco dei
Sapori" e il "Gioco degli
Aromi", per imparare a
riconoscere le qualit,
uniche, del "Limone di
Siracusa IGP"; sar il
trionfo del gusto, con la
Cioccolateria Bonajuto
e il Birrifcio Malaraz-
za che presenteranno le
loro novit esclusive,
e dei profumi, con una
perfume designer d'ecce-
zione, Clmence Besse,
e con la maison Simone
Gatto; sar la festa della
musica, con il complesso
Gli Archi Ensemble e il
cantautore cilentano An-
gelo Loia, fanco a fanco
con la dolce e bravissima
Giusi Norcia, che sus-
surrer parole di limone;
sar la prova del gelato,
con un contest fra gli ar-
tigiani pi in vista della
citt, e un susseguirsi di
emozioni per il palato
con un fuoriclasse del
catering siciliano, Na-
varria; sar la scoperta
della Galleria nelle ore
notturne, con biglietto
a met prezzo, guidati
dall'esperienza di Ornel-
la Fazzina e Michele Ro-
mano, e la prima di uno
spot che tocca il cuore,
sulle note di Francesco
Pepe; sar un momento
per rifettere sui mercati.
E partito lo sportello
per giovani realizzato
con la collaborazio-
ne tra il Comune di
Buccheri e la CNA di
Siracusa, e' stato infatti
siglato dal sindaco Ales-
sandro Caiazzo e dal
vice-segretario Gianpa-
olo Miceli il protocollo
d'intesa che da il via alla
presenza di un collabo-
ratore dell'associazione
presso il palazzo di citt
tutti i mercoled pome-
riggio dalle ore 16.00
alle ore 18.00.
Lo sportello nasce con
l'obiettivo di dare un
supporto ai giovani
buccheresi interessati
a fruire degli strumenti
di Garanzia Giovani,
Piano Giovani Sicilia,
Invitalia oltre a tutte le
forme di agevolazione
e credito agevolato per
la creazione d'impresa.
Il referente dello spor-
tello sar il dott. Simone
Gallo.
"Una collaborazione
afferma il Sindaco di
Buccheri Alessandro
Caiazzo - che apre la
strada alle possibilit
In foto, un momento dell'incontro CNAe giovani.
Prende il via lo sportello
per i giovani della zona montana
In sinergia tra l'amministrazione comunale
di buccheri e la Cna di siracusa
CON LOBIETTIVO DI DARE UN SUPPORTO AI GIOVANI BUCCHERESI
di lavoro e crescita
per tutti quei giovani
che per troppo tempo
sono stati dimenticati,
vittime di un sistema
che non vorrebbe farli
crescere nel proprio
territorio; auspico una
partecipazione attiva a
questa importante ini-
ziativa e sono fducioso
delle capacit dei giova-
ni di vedere e costruire
il proprio futuro. Non
dobbiamo arrenderci".
"Abbiamo voluto con
forza l'attivazione di
questo sportello - com-
menta Gianpaolo Mi-
celi - un punto di ri-
ferimento nato da un
confronto costruttivo
in uno dei territori pi
affascinanti del nostro
territorio che per molti
' destinata alla deserti-
fcazione e per noi, inve-
ce, rappresenta il teatro
di una autentica sfda..
quella del saper offrire
quanto di pi bello ci
appartiene, l'emozione
di un esperienza tra
luoghi meravigliosi ed
una comunit ospitale.
Tutto ci parte inevita-
VITA DI QUARTIERI 10 Sicilia 23 SETTEMBRE 2014, MARTED
SONO SODDISFATTO E ORGOGLIOSO HA DETTO L'ASSESSORE ANTONIO GRASSO
Mazzarronainbici, Al via la raccolta
di bici usate da destinare ai bambini
Il percorso ciclabi-
le prevede inoltre
una serie di soste,
a cura del FAI, in
aree interessanti
dal punto di vista
paesaggistico,
storico
ed archeologico
In foto, locandina
della manifestazione.
Dichiarazione del deputato
nazionale Pd, Pippo Zappulla
LARS.
Il parlamentare siracusano: Serve alla Sicilia
e al governo regionale una svolta programma-
tica e politica radicale altrimenti ognuno ne
tragga le dovute conlusioni; verso una grande
iniziativa regionale per scrivere l'agenda dei
Siciliani.
Due anni fa abbiamo chiesto ai Siciliani un
voto per Crocetta Presidente con un program-
ma di radicali cambiamenti per la Sicilia: ad
oggi poche cose buone, tanti annunci, immensa
confusione e incompetenza e tanta macelleria
sociale. Senza tatticismi ed equilibrismi, alla
Sicilia serve ora e subito una svolta radicale
sul terreno delleconomia e del lavoro.
A sentire le dichiarazioni di Crocetta contro
il Pd e i suoi dirigenti c' da chiedersi che
cosa abbia ancora a che fare con il Partito
democratico.
E' auspicabile un rigurgito di coerenza e
lammissione che non considera pi il Pd il
suo partito. La prima chiarezza che gli impo-
ne il ruolo, infatti, proprio quella di uscire
dall'ambiguit e di dire se si sente ancora un
dirigente e un iscritto del Pd o se utilizza, in-
vece, come appare, la sigla e i suoi organismi
ad intermittenza e a convenienza.
Che il Partito democratico lo consideri, a
mio avviso, per quel in realt : leader di un
movimento politico autonomo alleato del Pd.
Da partiti alleati ci si misuri e ci si confronti.
L'ultima, incredibile e paradossale, vicenda
della nomina del nuovo assessore regionale
al Territorio e Ambiente - che defnire inop-
portuna un atto di bont - testimonia ancora
una volta che Crocetta utilizza il suo ruolo per
giocare a sfasciare il Pd entrando a gamba tesa
nelle vicende interne del Partito democratico.
Nel condividere, quindi, la rigorosa e coerente
posizione assunta dal segretario regionale
Raciti, ritengo giunto il momento di convo-
care una grande iniziativa (manifestazione
regionale) per mettere insieme forze sociali ed
economiche, con al centro dell'attenzione i veri
temi che tormentano la vita delle imprese, dei
lavoratori, dei giovani: lo sviluppo sostenibile,
gli investimenti, il lavoro. Non una iniziativa
per parlare di poltrone o di assessorati ma dei
problemi veri dei siciliani.
Lasciamo a Crocetta e al suo cerchio tragico
il compito e la responsabilit di proclamare,
al contempo, di essere contro gli inciuci e
contemporaneamente di traccheggiare con
tutti i partiti e movimenti del centro destra.
Il deputato nazionale PD
Pippo Zappulla
23 SETTEMBRE 2014, MARTED Sicilia 11 VITA DI QUARTIERI
Cambia il mercato petrolifero
e le raffnerie chiudono a cascata
La perdita secca di oltre trenta mln di euro l'anno per ogni sito non con-
sente di mantenere la produzione in un mercato che crolla ogni giorno
VERSO L'UTILIZZO DEI DEPOSITI COSTIERI PER BENZINA PRODOTTA ALTROVE
Le raffnerie del
territorio europeo
sono, chi pi chi
meno, in crisi. Il
calo della doman-
da dei carburanti
si contrae ogni
giorno di pi. I dati
riferiti al mese di
luglio dellanno
in corso parlano
di un meno 5,7%
per la benzina,
mentre segnava
un meno 4,7% a
giugno e il meno
6,3% di luglio; il
gasolio registra
invece un meno
4, 6% dopo i l
meno 2,3% del
mese di giugno e
il meno 1,5% del
mese di luglio.
Nel totale la ven-
dita dei carbu-
ranti, benzina e
gasolio insieme,
da gennaio fno
ad agosto del
2014 sono dimi-
nuiti dell1,4% e
la spesa calata
del 2,8%, stessa
cosa per il getti-
to fscale che
sceso dello 0,5%,
nel totale a circa
23,5 miliardi di
euro. Gli esperti
consegnano alla
storia questi dati
come un fatto ab-
bastanza signif-
cativo per il futuro
della raffnazione
italiana.
Il calo repentino
dei prodotti pe-
troliferi raffinati
in Italia e in tutta
lEuropa andato
di pari passo con
la crisi di merca-
to nel mondo, e
quindi con il ritmo
della produzione.
Unaltra stancata
arrivata dagli im-
pianti esistenti nei
paesi fuori dallU-
nione Europea,
privi di obblighi e
vincoli ambientali
e molto spesso le
aziende sono so-
stenute dai fnan-
ziamenti elargiti
direttamente dai
propri stati. Ecco
perch saranno
ancora tante le
raffinerie italia-
ne e in Europa
che chiuderanno
a breve, perch
non potranno re-
sistere ancora per
molto a questo
tremendo gioco
del tiro alla fune,
nel mercato in ne-
gativo dei prodotti
della raffnazione
nel mondo intero.
E specie in Italia e
in tutta lEuropa.
Secondo gli anali-
sti di mezzo mon-
do, non ci sono
pi le condizioni
tecnico-produtti-
ve per produrre
benzina e gaso-
lio con i vecchi
impianti, che non
consentono pi
una produttivit
al tasso di utiliz-
zo almeno vicina
all85%, e che
oggi regge vicino
al 70%, quindi
nettamente im-
produttivi. I costi di
raffnazione sono
fuori controllo e i
registri dei pro-
dotti stoccati sono
pieni di numeri,
come colmi sono i
serbatoi, mentre il
crollo dei consumi
in caduta libera
e la percentuale
in gi ormai a
due cifre. Anche
il mercato del bi-
tume ha subito
un fortissimo calo
della domanda
e quindi anche il
suo prezzo su-
bisce un signif-
cativo calo, e le
cause sono da
ricercare anche
e soprattutto nel
mancato avvi o
dei lavori pubblici,
come asfalto del-
le strade, nuove
autostrade e via
dicendo.
Il futuro del set-
tore legato al
carburante pulito,
con una dieseliz-
zazione del mon-
do dei motori; ma
ci vogliono milioni
dinvestimenti per
riconvertire quelli
vecchi; siamo en-
trati, in generale
e ancor di pi nel
settore petrolife-
ro, nella pi gran-
de crisi economi-
ca di tutti i tempi.
E leccesso di ca-
pacit produttiva
delle raffnerie sul
mercato interno
saturo, incapace
di assorbire la
quantit di car-
buranti prodotti,
quindi conclude
cos il ciclo ne-
gativo.
Il profitto lordo
della raffnazione
gi in negativo
per il tempestoso
mercato del greg-
gio, con una per-
dita secca di un
dollaro al barile.
Una raffneria di
media grandezza
che raffna cento-
mila barili, con la
situazione attuale
di mercato, quindi
perde100 mi l a
dollari al giorno,
moltiplicati per
un anno sono 36
milioni di dolla-
ri, in media cir-
ca 30 milioni di
euro lanno. il
conto chiaro e
antico del botte-
gaio sotto casa.
I bilanci sono in
rosso e nessu-
no potr salvarsi
da questattuale
sistema globa-
lizzante, messo
in atto proprio
dai colossi della
raffnazione anni
or sono, e che,
ironia della sorte,
oggi vorrebbero
cambiare quelle
regole di mercato.
Ogni ventiquattro
ore una raffne-
ria media italiana
perde centomila
dollari. il conto
economico che i
consigli di ammi-
nistrazione delle
societ petrolifere
analizzano gior-
nalmente, senza
trovare al cuna
soluzione, se non
quella di proporre
dapprima il taglio
delle spese rite-
nute superfl ue
per poi la conse-
guente chiusura
degli stabilimenti
e trovare nuove
avventure alter-
native in settori di-
versi, oppure ten-
tare dimbarcarsi
nellecocompati-
bile, o verde che
dir si voglia, ma
negli ambienti in-
dustriali, questul-
tima ipotesi per il
momento scarta-
ta perch ritenuta
prematura, non ci
sono gli utenti a
suffcienza, man-
cano i motori e le
macchine da far
girare.
solamente, per
il momento, un
ipotetico futuro.
Il calo della pro-
duzione di carbu-
ranti e affni a cau-
sa della chiusura
delle tante raff-
nerie in Europa,
non ha compor-
tato di contro re-
azioni positive sul
mercato, e quindi
margini in favore
delle aziende pro-
duttrici. Ma linsi-
dia pi pericolosa
arriva anche dai
prodotti dimpor-
tazione dei Paesi
del Medio Oriente
e di tutto il Far
West mondiale
nel campo petro-
lifero in generale.
tutto ogni giorno
ragionato, fino
alla logica attua-
le prevalente, e
che rispecchia la
politica anche e
soprattutto delle
societ che han-
no le basi produt-
tive in Sicilia. Per
il resto il nostro
interesse rimane
qui in loco, dove
le notizie sono
abbastanza fra-
stagliate e carichi
di tanta tensione,
specie tra i sinda-
cati dei lavoratori
che rimangono
attenti e vigili sul-
le politiche delle
aziende e per i
possibili risvolti.
Ma se questa
la realt a livello
mondiale, non ci
pu essere nes-
suna convenien-
za a produrre in
Italia benzina e
gasolio, con delle
perdite secche
oltre ogni ragio-
nevole quantit
imprenditoriale
e riferito ad un
periodo transi-
torio, che non ci
sar, per le ragio-
ni anzi spiegate;
le societ hanno
convenienza a
chiudere le raff-
nerie e comprare
a prezzi conve-
nienti i prodotti gi
raffnati e pronti
per la vendita, uti-
lizzando gli attuali
depositi costieri
con i propri pontili
dattracco sem-
plicemente per
commercializza-
re benzine, die-
sel e lubrifcanti,
come anche il
Gpl, passando
da grandi pro-
duttori a grandi
commercianti nel
giro di un tem-
po relativamente
breve. Prepararsi
al peggio, dove
secondo un anti-
co proverbio non
c fne, non ha
fatto male mai a
nessuno.
Concetto alota
Antony Bianca
SPECIALE INDUSTRIA 12 Sicilia 23 SETTEMBRE 2014, MARTED 23 SETTEMBRE 2014, MARTED Sicilia 13 SPECIALE INDUSTRIA
23 SETTEMBRE 2014, MARTED Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Il Siracusa inca-
mera i tre punti e
fa registrare qual-
che apprezzabile
progresso. Ma in
quanto al gioco
bisogna ancora
rivolgersi a Chi
lha visto ?.
Questo il succo
della partita col
Modica che ha evi-
denziato soprat-
tutto i progressi
della difesa in cui
ha giganteggiato
Pettinato, e il cui
principale merito
stato quello di aver
arginato le scorri-
bande del guizzan-
te Porto sul quale
poggiavano tutte
le trame offensi-
ve degli ospiti e
di avere messo il
nigeriano Okolie
nelle condizioni
di non nuocere .
Restituito infne
Beppe Mascara ad
una posizione non
ancora defnitiva,
ma certamente pi
decente e pi con-
sona al suo estro e
alla sua fantasia,la
squadra si mos-
sa meglio delle
due precedenti oc-
casioni anche se
risente di un cen-
trocampo ancora
latitante e talmente
poco propositivo
da costituire una
palpabile giustif-
cazione allinutile
vagare di Contino
sempre in attesa di
qualche buon pal-
lone che tardava
ad arrivare. Buona
invece la prova di
Ignazio Panatte-
ri, nonostante gli
sporadici riforni-
menti, che ha sfrut-
tato meglio di altre
volte i rinvii della
difesa per improv-
visare qualche ap-
plaudita sgroppata
delle sue . Scena
muta ancora dagli
under, al momento
in fase di matura-
zione, fatta ecce-
zione per Liistro
che quello fra i
giovanissimi che
si meglio inse-
rito. Tutto qui il
Siracusa che poco
alla volta incomin-
cia ad assumere
una propria fsio-
nomia e autorizza
qualche cauta spe-
ranza di vedere a
breve una squadra
pi consapevole
della propria forza
e con dinamiche
di gioco pi scor-
revoli e convin-
centi.
Lo stesso Anastasi
si sar certamente
reso conto delli-
nutilit di insistere
su schemi ripeti-
tivi e prevedibi-
li come quello di
poggiare in conti-
nuazione il gioco
sulle fasce, spesso
implacabilmente
chiuse . E poich
lunica alternati-
va la verticaliz-
zazione del gioco
che per richie-
de sintonia fra il
lancio e lo scatto
in avanti, giusto
concedere latte-
nuante della squa-
dra nuova di zec-
ca e leventuale
assimilazione per
gradi di uno del 18
modi per trovare
il gol. A margine
dellincontro una
dolorosa ma dove-
rosa considerazio-
ne. Specialmente
in ambito sportivo
non ci dovrebbero
essere lutti di serie
A e altri di serie
B . Ci riferiamo
alla scomparsa del
valoroso colle-
ga e amico Pippo
Di Silvestro che
meritava, quanto
meno, di essere
opportunamente e
pubblicamente ri-
cordato nello stes-
so scenario che lo
ha visto per mezzo
secolo sempre pre-
sente e apprezzato
protagonista . Se-
gno dei tempi o
della sciatteria che
avanza?
Armando Galea
Col Modica tre punti doro
e qualche timido progresso
Era tutto ci che si voleva
Apprezzabile la tenuta della difesa apparsa pi sicura
e pi registrata mentre si fatta sentire la presenza
di Mascara nella sua nuova posizione Altri progressi in arrivo?
Le Amministrazioni
di Siracusa e Modica
insieme per rivedere
rapporti tra tifoserie
Primo passo uffciale tra le Ammi-
nistrazioni comunali di Siracusa
e Modica per rivedere i rapporti
tra le tifoserie e giungere ad un
tavolo tecnico con le rispettive
Prefetture, le due societ ed i rap-
presentanti delle due tifoserie, che
permetta ad entrambe, sin dalla
gara di ritorno, di seguire il derby.
Lassessore alle Politiche sportive,
Maria Grazia Cavarra ha invitato
ieri al De Simone lassessore
allo Sport del Comune di Modi-
ca, Rita Floridia, ed insieme han-
no assistito al derby: prima della
gara, a centrocampo, i due ammi-
nistratori si sono stretta la mano e
scambiate due pubblicazioni, con
limpegno a rivedersi molto presto
per dare seguito operativo a quan-
to concordato.
Il divieto di seguire la propria
squadra in trasferta- dichiara las-
sessore Maria Grazia Cavarra- ha
origine in avvenimenti di parec-
chio tempo fa: perch quindi non
rivedere la situazione nel suo
complesso e far cadere questa li-
mitazione che impedisce non solo
alle tifoserie organizzate in senso
stretto ma anche ai tanti sosteni-
tori del Siracusa e del Modica di
seguire un derby cos tanto senti-
to?.
GIUseppe bIanCa
Direttore Responsabile
Direzione e Redazione
Uffci amministrativi:
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Fax 0931 60.006 Libertasicilia@gmail.com
Pubblicit diretta: Poligrafca S.r.l.
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Per la pubblicit sono previsti sconti
Editrice e Stampa: Poligrafca S.r.l.
Registrazione Tribunale di Siracusa
n.17 del 27.10.1987
Sicilia
Serata fnale
di Siracusa damare
Lunga
e stupenda
serata
di fne estate,
quella,
che per
a Siracusa
continua,
grazie
al clima pi
meraviglioso
di Arturo Messina
Domenica scorsa si
svolta alla grande la sera-
ta conclusiva della Tre
Giorni Siracusa dama-
re davanti a un numero
straordinario di spettatori
che gremivano, tantissi-
mi allin piedi, lampio
e fantastico belvedere
del complesso scultoreo
dedicato agli Italiani in
Africa.
Lunga e stupenda serata
di fne estate, quella, che
per a Siracusa continua,
grazie al clima pi me-
raviglioso, specialmente
in quel fantastico sito
lambito lievemente dal-
le acque pi azzurre del
mondo, sotto limmensa
cappa del cielo che aveva
spento tutte le sue stelle
affnch ai numerosis-
simi spettatori venisse
concesso di contemplare
in pieno, estaticamente,
la doppia meravigliosa
scena: quella dello spet-
tacolo frontale, offerto
dai talentosi artisti che
si avvicendavano sul me-
raviglioso palcoscenico,
davanti al cui boccascena
trionfava il signifcativo
striscione- Siracusa da-
mare- e quello altrettan-
to fantastico, alle spalle:
la visione del mare di le-
vante ortigiano, cos se-
reno, immobile, da dare
limpressione dun im-
menso tappeto invitante
a camminarci lievemente
sopra fno a raggiungere
con la fantasia quelloni-
rico urbanistico scenario
costellato di mille e mille
lucciole immobili oc-
chieggianti da ombratili
giardini-edifci gradual-
mente elevati.
Prima che iniziasse lin-
dimenticabile charmeu-
ses ho avuto il piacere,
dopo di avere attraver-
sato a stento un mare di
gente, di vedermi venire
incontro gentilmente il
vicesindaco Francesco
Italia che- ritengo soprat-
tutto calcolando la mia
non pi troppo indomita
et, quasi avesse sapu-
to che lindomani avrei
tervista: l ha fatto con il
suo solito garbo:
Anche questa sera, ov-
viamente, come nelle
due precedenti, a pre-
sentare lo spettacolo sar
Mimmo Contestabile,
che non solo un ottimo
e ben noto conduttore,
ritengo anche il miglio-
re dei culturali trimal-
cioni siracusani, ma un
trascinatore autentico
del pubblico, che viene
coinvolto non solo dal
suo modo spigliato di
porgere, ma anche dalla
sua signorilit. Nelle due
che questa sera si vede
ancor pi aumentato
-Dato tale successo, ri-
tenete di organizzare
altrettanto nel prossimo
futuro?
Sicuramente! Anzi fa-
remo di pi, perch ci
siamo resi conto sia del
plauso dei cittadini inter-
venuti in numero sempre
pi crescente, sia della
considerevole risonanza
che ne ricava lanima-
zione di questo quartie-
re, che ospiter in parte
anche la seconda Festa
dello Sport grande stru-
personale e la lettura dei
passi pi importanti, che
Mimmo Contestabile ha
espresso il suo ramma-
rico per linterruzione
subita dal Premio Vitto-
rini, augurandosi la sua
ripresa, anche con mi-
nore spesa Lo stesso
argomento del viaggio ha
avuto la danza eseguita
dalle stupende ballerine (
e un solo ballerino) della
scuola di danza della co-
reografa Bonnici.
E stata invece assolu-
tamente fuori tema la
canzone eseguita dalla
pur brava cantante: cosa
centra con la siracusa-
nit, una canzone in lin-
gua inglese-statunitense?
Che argomento trattava?
Cosa diceva? Parla-
va forse di Siracusa, di
mare, di viaggio? E stato
a quel punto che io, dopo
daverla ascoltata senza
aver capito cosa dices-
se, n il perch di quel-
la canzone, pur se cos
pregevole musicalmente
e interpretativamente,
ho preferito andar via,
dicendo tra di me: Ma
perch ha cantato questa
canzone, che non centra
per niente? Perch non
ha fatto ascoltare una
canzone siciliana riguar-
dante largomento, una
che parla di Siracusa?
Bastava consultarmi o
chattare il sito che per
me ha fatto lex mare-
sciallo dei Carabinieri, il
bravo poeta vernacolista,
scultore in legno, rea-
lizzatore del Convivio
della sicilianit Antonio
Randazzo che di siracu-
sanit ne sa un pozzo:
l, tra la dozzina di libri
miei, unaltra dozzina di
flmati, un cinquantina di
canzoni, il tutto riguar-
dante Siracusa, avreb-
be trovato, ad esempio,
Omaggio a Siracusa,
che Lucia Colletta lu-
signolo di Siracusa can-
t tante volte assieme ai
S.S. quando suo fglio era
mio alunno nel triennio
al liceo scientifco, anche
quando il pittore Salvato-
re Fiume venne a visitare
il Corbino? Nellom-
bra sei pi bella, antica
Ortigia mia! Il cielo
una malia e pi malioso
il mar Sar la prima
delle venti canzoni del
DVD intitolato Siracusa
per immagini e canzoni
che sto completando, in-
teramente dedicato alla
citt aretusea, con il pi
bel tramonto siracusano!
I primi a salire sul pal-
coscenico, dopo una
breve introduzione mu-
sicale a commento della
circostanza sottolineata
dallo schermo, sono sta-
ti Piero Lavignara e Li-
bero Romano, il primo
come componente e il
secondo come presidente
dellimpavido e si direb-
be invincibile quartetto
della KST 2001 canova
polo che tanto lustro sta
dando a Siracusa con le
sue prestazioni in Italia e
allestero, s da affermar-
si la migliore in campo
sono andati a Lione in-
vitati in un convegno ap-
punto per i meriti della
squadra aretusea.
Il tema della serata era
proprio quello del viag-
gio e ad esso si sono at-
tenuti gli attori e gli ar-
tisti, come Giusi Norcia,
attrice ben nota e narra-
trice, che ha incentrato il
suo pregevole contribu-
to allargomento parten-
do dal romanzo di Elio
Vittorini. E stato duran-
te lavvincente scorrere
dellargomento, svilup-
patasi tra la narrazione
compiuto ben 85 anni-
mi ha invitato a sedermi
allunico posto (provvi-
denzialmente?) libero.
Prima di assecondarlo,
lho invitato a relazio-
narmi della Tre Giorni,
con una sia pur breve in-
precedenti serate si sono
avvicendati artisti, attori,
intrattenitori, cantanti,
musicisti di indiscusso
talento. Che si sia riscos-
so un successo veramen-
te gratifcante ne fa pro-
va laffusso di persone
mento di aggregazione.
Mentre accennava a que-
sto aspetto, gli si avvi-
nato Mimmo Contesta-
bile simpaticamente
imperioso che ci ha av-
vertito che doveva dare
inizio alla kermesse.
internazionale. Ad essi si
meritatamente aggiun-
ta lassessora comunale
allo Sport Maria Rosa
Cavarra, che tra laltro
ha fatto presente che
gli altri 3 componen-
ti dellimpavida canoa
Davanti a un numero straordinario di spettatori che gremivano lampio e fantastico
belvedere del complesso scultoreo dedicato agli Italiani in Africa
In alto, squadra Canova Polio 2001
Afanco, l'attrice Norcia
Sopra, lucia Colletta e i Siracusani Singers
CULTURA 14 Sicilia 23 SETTEMBRE 2014, MARTED
SPORT PAGINA 16 23 SETTEMBRE 2014, MARTED
Sicilia
Allievi: Il Real Siracusa
lotta ma deve arrendersi
Gol e spetta-
colo al Gior-
gio Di Bari di
Siracusa dove
un indomito
e caparbio
Real Siracusa
mette i brividi
al Catania
Giovanissimi: vittoria sfumata
in zona cesarini
Cricket,
esibizione di
cittadini dello
Sri Lanka
al Di Natale
Otto squadre for-
mate da cittadini
dello Sri Lanka
residenti da tem-
po a Siracusa
e nella Sicilia
orientale, si sono
affrontate ieri al
Pippo Di Nata-
le nel corso di
un torneo amato-
riale. Liniziativa
coinciso con il
fash mob Sport
integrazione
svoltosi e dedi-
cato proprio al
tema.
Unintensa e
partecipata gior-
nata non solo
sportiva ma an-
che sociale con
le tante famiglie
ad assistere a gare
di una dsciplina
per noi minore
ma molto bella.
Ringrazio la co-
munit dello Sri
Lanka presen-
te in citt che in
maniera autono-
ma, nellorganiz-
zazione e nella
gestione dellav-
venimento, ha re-
galato questo mo-
mento sportivo
alla citt: lo di-
chiara lassesso-
re alle Polistiche
sportive, Maria
Grazia Cavarra.
Real Siracusa: Fi-
chera, Russo, Santa-
croce (1 st Grimaldi),
Caldarella, Midolo
(40 st Zammitti), Ve-
spucci, Di Natale (15
st Riela), Bonanno
(40 st Troia), Maieli
(34 st Finocchiaro),
DAgostino, Ansel-
mo (4 st Rizza). All.
Gallo. A disposizione
Mincella.
Catania: Basile,
Noce, Indelicato (1
st Pannitteri), Attar-
do, De Luca, Cac-
ciola, Asero (27 st
Migliaccio), De Rosa
(17 st Santangelo),
Boncaldo (20 st Gal-
lo), Manuli (10 st La
Vecchia), Vitale (10
st Di Stefano). All.
Cacciola. A disposi-
zione Salerno.
Arbitro: Saraceno di
Siracusa.
Reti: 9 pt e 18 st
Cacciola (C), 24 pt e
21 st Maieli (R), 25
pt Vespucci autogol
(C), 8 st Vitale (C),
13 st DAgostino rig.
(R), 34 st Pannitteri
(C).
Note: Espulsi Russo e
Gallo per reciproche
scorrettezze
Gol e spettacolo al
Giorgio Di Bari
di Siracusa dove un
indomito e caparbio
Real Siracusa mette i
brividi al Catania, au-
tentica fuoriserie del
campionato. Vincono
gli ospiti al termini di
una gara caratterizza-
ta da otto reti e mille
emozioni.
La formazione dei pa-
droni di casa quella
annunciata alla vigilia
con Maieli terminale
offensivo, supportato
dai trequartisti An-
selmo, Bonanno e Di
Natale. DAgostino
play basso, accanto a
lui Caldarella. Dopo
nove minuti di gioco
arriva la prima rete
del match e la rea-
lizza di testa Vitale,
che prende il tempo
ai difensori ed infla
lincolpevole Fichera.
Immediata la reazione
degli aretusei con un
millimetrico lancio
di Bonanno per Di
Natale, che control-
la la sfera, ma non
riesce a superare il
portiere che, in uscita
bassa, gli sradica il
paallone. Il copione
si ripete poco dopo
ma stavolta il DA-
gostino a servire il
numero 7, sfortunato
ancora una volta nel
tentativo di dribbling.
Il Real Siracusa c
e al 24 pareggia con
Maieli, che indovina
langolino basso con
una saetta dal limite
dellarea. Neanche il
tempo di festeggiare
che gli ospiti si ri-
portano avanti grazie
allautogol di Vespuc-
ci che, nel tentativo di
spazzare di testa un
cross da sinistra, bat-
te il suo portiere. La
ripresa comincia con
il tris ospite realizzato
da Vitale in sospetta
posizione di fuorigio-
co, ma il Real Siracusa
non si arrende ed ac-
corcia le distanze con
il rigore concesso per
fallo su Mieli e tra-
sformato da DAgo-
stino. Passano cinque
minuti ed il Catania
ristabilisce le distan-
ze con la splendida
punizione di Caccio-
la da posizione mol-
to angolata. Un gol
che avrebbe tagliato
le gambe a chiunque,
non a questo Real
Siracusa, capace di
riaprire il match con
la funambolica gio-
cata del solito Maieli,
che si libera in area di
due avversari e trafg-
ge Basile. Gol da ap-
plausi per lattaccante
di casa, che sprona
i suoi, sforando la
tripletta personale (e
dunque il pari) al 26
quando prende palla
a centrocampo, avan-
za centralmente senza
che nessun avversario
riesca a contrastarlo e
calcia con potenza dai
16 metri.
In foto, un momemto
della partita
Si sono svolti ieri mattina alla chiesa di s. Antonio alla Piz-
zuta i funerali del giornalista siracusano Pippo Di Silvestro.
Sulla bara tanti i fori e la maglia e la sciarpa del Siracusa
calcio del quale ha scritto per decenni. Di Silvestro stato
segretario generale del Comune di Siracusa ma anche il de-
cano dei giornalisti sportivi siracusani. Per anni ha collabo-
rato per la Gazzetta del Sud, giornale per il quale ha scritto
il suo ultimo pezzo in occasione della sconftta in casa del
Siracusa contro lo Scordia.
Tra le sue esperienze editoriali rimarchevole quella di Spor-
tivissimo, settimanale che si occupava prevalentemente di
calcio e del Siracusa allora militante in serie C e di altre
discipline sportive. Ha anche abbracciato lesperienza del
Diario di Parretti allinizio degli anni Ottanta insieme con
Saretto Leotta, altro cronista scomparso qualche anno fa.
Lestremo
saluto
a Pippo
Di Silvestro

Interessi correlati