Sei sulla pagina 1di 1

Il 28 giugno 1914 a Sarajevo, capitale del regno austro-ungarico, l'erede al trono Francesco

Ferdinando e sua moglie furono uccisi dallo studente serbo-bosniaco avrino !rincip, il "uale
faceva parte dell'associa#ione serba $ano %era c&e decise di eliminare Ferdinando in "uanto egli
voleva creare un impero trialistico c&e avrebbe tolto argomenti alla politica panslavista'
%egli anni precedenti alla guerra la Serbia era uscita vincitrice dalle guerre sui balcani a danno
dell'(ustria e della )ulgaria'
*'(ustria, a causa dell'attentato, invi+ un ultimatum alla serbia c&e accett+ tutti i punti tranne uno,
per gli austriaci "uesto non fu sufficiente e "uindi dic&iararono guerra ai serbi' Intato i tedesc&i, c&e
non volevano mobilitarsi al fianco della -ussia, attaccarono il )elgio neutrale allo scopo di aggirare
i francesi .alleati dei russi/' *'Ing&ilterra, scossa da tale scelta, dic&iar+ guerra alla ermania'
*a ermania cerc+ di sconfiggere la Francia attaccandola dalla parte del )elgio ma l'esito fu
disastroso' I tedesc&i furono costretti a ripiegare e non vi fu nessun esito risolutivo'
0on $ol1e, generale dei tedesc&i, fu sostituito da 2ric von Fal1en&a3n' %el 1914 ebbe ini#io la
guerra di trincea, i soldati erano impegnati in una guerra di posi#ione c&e si estendeva dalle coste
belg&e alla frontiera svi##era'
*e truppe asburgic&e non sostennero la pressione russa c&e ebbe fine soltanto gra#ie all'intervento
dei tedesc&i nelle battaglie di tannenberg e dei lag&i masuri' *a germania, tuttavia, essendo
impegnata su due fronti, era in grande difficolt4'
Fin dal 1882 l'Italia era legata alla ermania e all'austria-ung&eria dal trattato della triplice allean#a'
I socialisti, i cattolici e le masse proletarie e contadine non erano disposte all'entrata in guerra, per
"uesto il 2 agosto 1914 il governo presieduto da (ntonio Salandra dic&iar+ la neutralit4 dell'Italia
sottolineando il carattere difensivo della triplice allean#a' *'Italia era divisa tra neutralisti.psi/ ed
interventisti' Il psi, tuttavia, fu aspramente criticato dalle for#e della sinistra europee c&e erano
favorevoli alla guerra e dalla sinistra estrema c&e vedeva nell'atto bellico un'occasione di
rivolu#ione' 5ra gli altri neutralisti spiccavano i cristiani ed, in particolare, papa )enedetto 60 e i
liberali di iolitti'
Sul fronte interventista spiccavano i na#ionalisti, c&e miravano all'espansione territoriale, e gli
irredentisti, c&e miravano a completare il processo risorgimentale con l'ac"uisi#ione di trieste e
trento' 0i erano anc&e gli interventisti democratici e i socialisti riformisti, avversi al militarismo
tedesco e desiderosi di un'europa rinnovata politicamente e istitu#ionalmente' (ccanto ad essi si
sc&ierarono i sindacalisti riformisti c&e speravano c&e la guerra potesse portare alla disfatta della
borg&esia e all'avvento del proletariato' $olti intellettuali tra cui entile, Salvemini e d'(nnun#io
appoggiarono le minoran#e interventiste'
*'Italia non sapeva dalla parte di c&i sc&ierarsi in "uanto l'(ustria non voleva concedere nulla agli
italiani in cambio della neutralit4 o di un intervento c&e i tedesc&i reputavano essen#iale'
li italiani .e anc&e 7adorna, capo dello stato maggiore/ cominciarono a pensare di sc&ierarsi dalla
parte dell'Intesa per ottenere territori a danno dell'(ustria' Il 28 giugno 1919, con la firma del patto
di *ondra, l'Italia si sc&ier+ dalla parte dell'intesa con la promessa di "uesta c&e, in caso di vittoria,
l'Italia avrebbe avuto il trentino, il sud tirolo fino al confine naturale del brennero, la vene#ia giulia
e l'intera penisola istriana .escluso Fiume/, una parte della dalma#ia e la sovranit4 sul dodecanneso
e sulla citt4 albanese di valona' Inoltre si promettevano territori in (sia $inore e una parte delle
colonie tedesc&e in (frica'
Il !arlamento ader: alla posi#ione neutrale di iolitti ma gli interventisti manifestarono con for#a
nelle pia##e' In seguito ad una proposta di 0ittorio 2manuele III, di fronte alla "uale si prospettava
una crisi istitu#ionale, la camera .fatta ecce#ione per i socialisti/ concesse pieni poteri al governo e
l'italia entr+ in guerra .il 14 maggio 1919/ con l'austria-ung&eria'