Sei sulla pagina 1di 8

Indissolubilit del matrimonio e dibattito

sui divorziati risposati e i sacramenti


di GERHARD LUDWIG MLLER
Lo studio della problematica dei fedeli che hanno contratto un nuovo leame civile dopo un
divor!io non " nuovo ed " sempre stato condotto con rande seriet# dalla $hiesa con l%intento di
aiutare le persone coinvolte& dal momento che il matrimonio " un sacramento che raiune in
maniera particolarmente profonda la realt# personale& sociale e storica dell%uomo' Dato il crescente
numero di persone coinvolte nei (aesi di antica tradi!ione cristiana si tratta di un problema
pastorale di vasta portata' )i i credenti si chiedono molto seriamente* non pu+ la $hiesa
consentire& a determinate condi!ioni& l%accesso ai sacramenti per i fedeli divor!iati risposati,
Rispetto a tale -uestione la $hiesa ha le mani leate per sempre, I teoloi hanno davvero
considerato tutte le implica!ioni e le conseuen!e in merito a -uesta materia,
.ali -uestioni devono essere trattate in conformit# con la dottrina cattolica sul matrimonio' Una
pastorale pienamente responsabile presuppone una teoloia che si abbandoni a Dio che si rivela
/prestandoli il pieno osse-uio dell%intelletto e della volont# e assentendo volontariamente alla
Rivela!ione che eli fa0 1$oncilio 2aticano II& costitu!ione domatica Dei verbum& n' 34' (er
rendere comprensibile l%autentico insenamento della $hiesa dobbiamo procedere a partire dalla
(arola di Dio che " contenuta nella 5acra 5crittura& illustrata nella .radi!ione della $hiesa e
interpretata in maniera vincolante dal Maistero'
La testimonianza della Scrittura
6on " scevro di problematicit# il fatto di porre immediatamente la nostra -uestione nell%ambito
dell%Antico .estamento& in -uanto il matrimonio non era ancora considerato allora come un
sacramento' La (arola di Dio nell%Antico .estamento " tuttavia sinificativa rispetto a ci+ anche per
noi& dal momento che Ges7 si colloca in -uesta tradi!ione e aromenta a partire da essa' 6el
Decaloo si trova il comandamento 86on commettere adulterio9 1Esodo& :;& <=4& ma altrove il
divor!io " considerato possibile' 5econdo Deuteronomio& :=& <>=& Mos" stabilisce che un uomo pu+
rilasciare alla molie un libello di ripudio e la pu+ mandar via dalla sua casa se -uesta non trova pi7
ra!ia ai suoi occhi' In conseuen!a di ci+& l%uomo e la donna possono risposarsi' Accanto alla
concessione del divor!io& tuttavia& nell%Antico .estamento si trova anche un certo disaio verso
-uesta prassi' $ome l%ideale della monoamia& cos? anche l%ideale della indissolubilit# viene
compreso nel confronto che i profeti istituiscono tra l%allean!a di @ahA" con Israele e il leame
matrimoniale' Il profeta Malachia esprime con chiare!!a tutto ci+* /6essuno tradisca la donna della
sua iovine!!a 1'''4 la donna leata a te da un patto0 1Malachia& :& <=><34'
Burono soprattutto le controversie con i farisei a dare a Ges7 l%occasione di occuparsi del tema' Eli
prese espressamente le distan!e dalla prassi veterotestamentaria del divor!io& che Mos" aveva
permesso a causa della /dure!!a del cuore0 deli uomini& e rinvi+ invece alla volont# oriinaria di
Dio* /Ma all%ini!io della crea!ione li fece maschio e femminaC per -uesto l%uomo lascer# suo padre
e sua madre e si unir# a sua molie e i due diventeranno una carne sola 1'''4 Dun-ue l%uomo non
divida -uello che Dio ha coniunto0 1Marco& <;& 3>DC cfr' Matteo& <D& =>DC Luca& <E& <F4'
La $hiesa cattolica& nel suo insenamento e nella sua prassi& si " costantemente riferita alle parole di
Ges7 sulla indissolubilit# del matrimonio' Il patto che unisce intimamente e reciprocamente i due
coniui " istituito da Dio stesso' 5i tratta -uindi di una realt# che viene da Dio e non " pi7 nella
disponibilit# deli uomini'
> < >
)i& alcuni eseeti affermano che -uesti detti del 5inore avrebbero riscontrato i# nei tempi
apostolici una certa flessibilit# nell%applica!ione* e precisamente& nel caso della pornia
1fornica!ione& cfr' Matteo& 3& G:C <D& D4 e nel caso della separa!ione tra un partner cristiano e uno
non cristiano 1cfr' 1 Corinzi& H& <:><34' Le clausole sulla fornica!ione sono state oetto di
controversa discussione fin da subito in campo eseetico' Molti sono convinti che non si tratti di
ecce!ioni rispetto all%indissolubilit# del matrimonio& ma piuttosto di leami matrimoniali invalidi'
In oni caso& la $hiesa non pu+ basare la sua dottrina e la sua prassi su ipotesi eseetiche
controverse' Essa si deve attenere al chiaro insenamento di $risto'
(aolo stabilisce che il divieto di divor!io " un%espressa volont# di $risto* /Ali sposati ordino& non
io& ma il 5inore* la molie non si separi dal marito I e -ualora si separi rimana sen!a sposarsi o
si riconcili col marito I e il marito non ripudi la molie0 11 Corinzi& H& <;><<4' Allo stesso tempo&
basandosi sulla propria autorit#& (aolo concede che un non cristiano possa separarsi dal suo partner
diventato cristiano' In -uesto caso il cristiano non " pi7 /soetto a schiavit70& non " pi7 costretto
cio" a rimanere non>sposato 11 Corinzi& H& <:><E4'
A partire da -uesta posi!ione& la $hiesa ha riconosciuto che solo il matrimonio tra un uomo e una
donna batte!!ati " sacramento in senso proprio e solo per -uesti vale l%indissolubilit#
incondi!ionata' Il matrimonio dei non batte!!ati " infatti ordinato all%indissolubilit#& ma pu+
comun-ue essere sciolto in determinate circostan!e I a causa di un maior bene 1privilegium
Paulinum4' 6on si tratta dun-ue di una ecce!ione al detto del 5inore* l%indissolubilit# del
matrimonio sacramentale& del matrimonio nell%ambito del mistero di $risto& rimane'
Di rande sinificato per il fondamento biblico della comprensione sacramentale del matrimonio "
la Lettera agli Efesini& in cui si afferma* /2oi& mariti& amate le vostre moli& come $risto ha amato
la $hiesa e ha dato se stesso per lei0 13& :34' E un po% oltre l%Apostolo scrive* /(erci+ l%uomo
lascer# suo padre e sua madre e si unir# a sua molie& e i due saranno una carne sola' Juesto " un
rande misteroC lo dico in riferimento a $risto e alla $hiesa0 13& G<>G:4' Il matrimonio cristiano "
un seno efficace dell%allean!a di $risto e della $hiesa' Il matrimonio tra batte!!ati " un sacramento
perchK contrassena e media la ra!ia di -uesto patto'
La testimonianza della Tradizione della Chiesa
I (adri della $hiesa e i concili costituiscono successivamente una importante testimonian!a per lo
sviluppo della posi!ione ecclesiastica' 5econdo i (adri le istru!ioni bibliche sono vincolanti' Essi
ricusano le lei civili sul divor!io ritenendole incompatibili con la richiesta di Ges7' La $hiesa dei
(adri& in obbedien!a al 2anelo& ha respinto il divor!io e il secondo matrimonioC rispetto a tale
-uestione la testimonian!a dei (adri " ine-uivocabile'
6ell%epoca patristica i credenti separati che si erano risposati civilmente non venivano riammessi ai
sacramenti nemmeno dopo un periodo di peniten!a' Alcuni testi patristici lasciano intendere che li
abusi non venivano sempre riorosamente respinti e che a volte sono state cercate solu!ioni
pastorali per rarissimi casi limite'
(i7 tardi e in alcune !one& soprattutto a causa della crescente interdipenden!a tra $hiesa e 5tato& si
pervenne a pi7 randi compromessi' In oriente -uesto sviluppo ha proseuito il suo corso e ha
portato& soprattutto dopo la separa!ione dalla cattedra di (ietro& a una prassi sempre pi7 liberale'
)i nelle $hiese ortodosse esiste una variet# di cause per il divor!io& che sono solitamente
iustificate con riferimento alla oikonoma& la clemen!a pastorale per i sinoli casi difficili& e
aprono la strada a un secondo o ter!o matrimonio con carattere peniten!iale' Juesta prassi non "
coerente con la volont# di Dio& chiaramente espressa dalle parole di Ges7 sulla indissolubilit# del
matrimonio& e ci+ rappresenta certamente una -uestione ecumenica da non sottovalutare'
> : >
In occidente& la riforma reoriana ha contrastato le tenden!e di liberali!!a!ione e ha riproposto
l%oriinaria conce!ione delle 5critture e dei (adri' La $hiesa cattolica ha difeso l%assoluta
indissolubilit# del matrimonio anche a costo di randi sacrifici e sofferen!e' Lo scisma della
8$hiesa di Inhilterra9& separatasi dal successore di (ietro& " avvenuto non a causa di differen!e
dottrinali& ma perchK il (apa& in obbedien!a alla parola di Ges7& non poteva assecondare la richiesta
del re Enrico 2III circa lo sciolimento del suo matrimonio'
Il concilio di .rento ha confermato la dottrina dell%indissolubilit# del matrimonio sacramentale e ha
chiarito che essa corrisponde all%insenamento del 2anelo 1cfr' Den!iner>HLnermann& <F;H4'
.alvolta si sostiene che la $hiesa abbia di fatto tollerato la pratica orientale& ma ci+ non corrisponde
al vero' I canonisti hanno sempre parlato di una prassi abusiva& e vi sono testimonian!e circa alcuni
ruppi di cristiani ortodossi che& divenuti cattolici& dovettero firmare una confessione di fede in cui
si faceva esplicito riferimento alla impossibilit# della celebra!ione di seconde o ter!e no!!e'
Il concilio 2aticano II ha riproposto una dottrina teoloicamente e spiritualmente profonda del
matrimonio nella costitu!ione pastorale audium et spes sulla $hiesa nel mondo contemporaneo&
esponendo con chiare!!a anche il principio della sua indissolubilit#' Il matrimonio " inteso come
una completa comunione corporale e spirituale di vita e di amore tra uomo e donna& che si donano e
si accolono l%un l%altro in -uanto persone' Attraverso l%atto personale e libero del reciproco
consenso viene fondata per diritto divino un%istitu!ione stabile& ordinata al bene dei coniui e della
prole& e non dipendente dall%arbitrio dell%uomo* /Juesta intima unione& in -uanto mutua dona!ione
di due persone& come pure il bene dei fili& esiono la piena fedelt# dei coniui e ne reclamano
l%indissolubile unit#0 1n' =F4'
(er me!!o del sacramento Dio concede ai coniui una ra!ia speciale* /Infatti& come un tempo Dio
ha preso l%ini!iativa di un%allean!a di amore e fedelt# con il suo popolo cos? ora il salvatore deli
uomini e sposo della $hiesa viene incontro ai coniui cristiani attraverso il sacramento del
matrimonio' Inoltre rimane con loro perchK& come eli stesso ha amato la $hiesa e si " dato per
essa& cos? anche i coniui possano amarsi l%un l%altro fedelmente& per sempre& con mutua dedi!ione0
1ibidem4'
Mediante il sacramento l%indissolubilit# del matrimonio racchiude un nuovo& pi7 profondo
sinificato* essa diventa l%immaine dell%amore di Dio per il suo popolo e della fedelt# irrevocabile
di $risto alla sua $hiesa'
M possibile comprendere e vivere il matrimonio come sacramento solo nell%ambito del mistero di
$risto' 5e si secolari!!a il matrimonio o se lo si considera come realt# puramente naturale rimane
come impedito l%accesso alla sua sacramentalit#' Il matrimonio sacramentale appartiene all%ordine
della ra!ia e viene inserito nella definitiva comunione di amore di $risto con la sua $hiesa' I
cristiani sono chiamati a vivere il loro matrimonio nell%ori!!onte escatoloico della venuta del
reno di Dio in Ges7 $risto& 2erbo di Dio incarnato'
La testimonianza del Magistero in epoca recente
$on il testo tutt%oi fondamentale dell%esorta!ione apostolica !amiliaris consortio& pubblicata da
Giovanni (aolo II il :: novembre <DF< dopo il 5inodo dei vescovi sulla familia cristiana nel
mondo contemporaneo& " stato espressamente confermato l%insenamento domatico della $hiesa
sul matrimonio' Dal punto di vista pastorale l%esorta!ione post>sinodale si " occupata anche della
cura dei fedeli risposati con rito civile& ma che sono ancora vincolati da un matrimonio valido per la
$hiesa' Il (apa ha dimostrato un%alta misura di premura e di atten!ione'
Al n' F= 1/I divor!iati risposati04 venono esposti i seuenti principi*
<' I pastori in cura d%anime sono obbliati per amore della verit# /a ben discernere le diverse
> G >
situa!ioni0' 6on " possibile valutare tutto e tutti allo stesso modo'
:' I pastori e le comunit# sono tenuti ad aiutare /con sollecita carit#0 i fedeli interessatiC anch%essi
infatti appartenono alla $hiesa& hanno il diritto alla cura pastorale e devono poter partecipare alla
vita della $hiesa'
G' L%ammissione all%eucaristia non pu+ tuttavia essere loro concessa' In rela!ione a -uesto viene
addotto un duplice motivo* a4 /il loro stato e la loro condi!ione di vita contraddicono
oettivamente a -uell%unione di amore tra $risto e la $hiesa& sinificata e attuata dall%eucaristia0C
b4 /se si ammettessero -ueste persone all%eucaristia& i fedeli rimarrebbero indotti in errore e
confusione circa la dottrina della $hiesa sull%indissolubilit# del matrimonio0' Una riconcilia!ione
mediante il sacramento della peniten!a I che aprirebbe la strada al sacramento eucaristico I pu+
essere accordata solo sulla base del pentimento rispetto a -uanto accaduto& e sulla disponibilit# /a
una forma di vita non pi7 in contraddi!ione con l%indissolubilit# del matrimonio0' $i+ comporta& in
concreto& che -uando la nuova unione non pu+ essere sciolta per seri motivi I -uali& ad esempio&
l%educa!ione dei fili I entrambi i partner /assumono l%impeno di vivere in piena continen!a0'
=' (er motivi teoloico>sacramentali& e non per una costri!ione lealistica& al clero " espressamente
fatto divieto& fintanto che sussiste la validit# del primo matrimonio& di porre in atto /cerimonie di
-ualsiasi enere0 a favore dei divor!iati che si risposano civilmente'
La Lettera della $onrea!ione per la dottrina della fede circa la rece!ione della comunione
eucaristica da parte dei fedeli divor!iati risposati del <= settembre <DD= ha confermato che la prassi
della $hiesa su -uesto tema /non pu+ essere modificata in base alle differenti situa!ioni0 1n' 34' 5i
chiarisce& inoltre& che i credenti interessati non devono accostarsi alla santa $omunione sulla base
del loro iudi!io di coscien!a* /Jualora eli lo iudicasse possibile& i pastori e i confessori 1'''4
hanno il rave dovere di ammonirlo che tale iudi!io di coscien!a " in aperto contrasto con la
dottrina della $hiesa0 1n' E4' In caso di dubbi circa la validit# di un matrimonio fallito& -uesti
devono essere verificati dali orani iudi!iari competenti in materia matrimoniale 1cfr' n' D4'
Rimane di fondamentale importan!a fare /con sollecita carit# tutto -uanto pu+ fortificare
nell%amore di $risto e della $hiesa i fedeli che si trovano in situa!ione matrimoniale irreolare'
5olo cos? sar# possibile per loro accoliere pienamente il messaio del matrimonio cristiano e
sopportare nella fede la sofferen!a della loro situa!ione' 6ell%a!ione pastorale si dovr# compiere
oni sfor!o perchK vena compreso bene che non si tratta di nessuna discrimina!ione& ma soltanto
di fedelt# assoluta alla volont# di $risto che ci ha ridato e nuovamente affidato l%indissolubilit# del
matrimonio come dono del $reatore0 1n' <;4'
6ell%esorta!ione post>sinodale "acramentum caritatis del :: febbraio :;;H Nenedetto O2I riprende
e rilancia il lavoro del precedente sinodo dei vescovi sull%eucaristia' Eli iune a parlare della
situa!ione dei fedeli divor!iati risposati al n' :D& ove non esita a definirla /un problema pastorale
spinoso e complesso0' Nenedetto O2I ribadisce /la prassi della $hiesa& fondata sulla 5acra
5crittura 1cfr' Marco& <;& :><:4& di non ammettere ai 5acramenti i divor!iati risposati0& ma
sconiura addirittura i pastori a dedicare /speciale atten!ione0 nei confronti delle persone
interessate /nel desiderio che coltivino& per -uanto possibile& uno stile cristiano di vita attraverso la
partecipa!ione alla santa messa& pur sen!a ricevere la comunione& l%ascolto della (arola di Dio&
l%adora!ione eucaristica& la prehiera& la partecipa!ione alla vita comunitaria& il dialoo confidente
con un sacerdote o un maestro di vita spirituale& la dedi!ione alla carit# vissuta& le opere di
peniten!a& l%impeno educativo verso i fili0' 2iene ribadito che& in caso di dubbi circa la validit#
della comunione di vita matrimoniale che si " interrotta& -uesti devono essere esaminati
attentamente dai tribunali competenti in materia matrimoniale'
La mentalit# contemporanea si pone piuttosto in contrasto con la comprensione cristiana del
matrimonio& specialmente rispetto alla sua indissolubilit# e all%apertura alla vita' (oichK molti
> = >
cristiani sono influen!ati da tale contesto culturale& i matrimoni sono probabilmente pi7 spesso
invalidi ai nostri iorni di -uanto non lo fossero in passato& perchK " mancante la volont# di sposarsi
secondo il senso della dottrina matrimoniale cattolica e anche l%appartenen!a a un contesto vitale di
fede " molto ridotta' (ertanto& una verifica della validit# del matrimonio " importante e pu+ portare
a una solu!ione dei problemi'
Laddove non " possibile riscontrare una nullit# del matrimonio& " possibile l%assolu!ione e la
comunione eucaristica se si seue l%approvata prassi ecclesiale che stabilisce di vivere insieme
/come amici& come fratello e sorella0' Le benedi!ioni di leami irreolari sono /da evitare in oni
caso 1'''4 perchK tra i fedeli non sorano confusioni circa il valore del matrimonio0' La benedi!ione
1bene#dictio$ approva!ione da parte di Dio4 di un rapporto che si contrappone alla volont# divina "
da ritenersi una contraddi!ione in sK'
6ell%omelia pronunciata a Milano il G iuno :;<:& in occasione del settimo Incontro mondiale
delle familie& Nenedetto O2I " tornato a parlare di -uesto doloroso problema* /Una parola vorrei
dedicarla anche ai fedeli che& pur condividendo li insenamenti della $hiesa sulla familia& sono
senati da esperien!e dolorose di fallimento e di separa!ione' 5appiate che il (apa e la $hiesa vi
sostenono nella vostra fatica' 2i incoraio a rimanere uniti alle vostre comunit#& mentre auspico
che le diocesi reali!!ino adeuate ini!iative di accolien!a e vicinan!a0'
L%ultimo sinodo dei vescovi sul tema /La nuova evaneli!!a!ione per la trasmissione della fede
cristiana0 1H>:F ottobre :;<:4 si " nuovamente occupato della situa!ione dei fedeli che& in seuito al
fallimento della comunione di vita matrimoniale I non il fallimento del matrimonio& che sussiste in
-uanto sacramento I hanno ini!iato una nuova unione e convivono sen!a il vincolo sacramentale
del matrimonio' 6el messaio finale i (adri sinodali si sono rivolti con -ueste parole ai fedeli
coinvolti* /A tutti costoro voliamo dire che l%amore del 5inore non abbandona nessuno& che
anche la $hiesa li ama ed " casa accoliente per tutti& che essi rimanono membra della $hiesa
anche se non possono ricevere l%assolu!ione sacramentale e l%eucaristia' Le comunit# cattoliche
siano accolienti verso -uanti vivono in tali situa!ioni e sostenano cammini di conversione e di
riconcilia!ione0'
Considerazioni antropologiche e teologico-sacramentali
La dottrina sulla indissolubilit# del matrimonio incontra spesso incomprensione in un ambiente
secolari!!ato' Laddove si sono smarrite le raioni fondamentali della fede cristiana& una mera
appartenen!a conven!ionale alla $hiesa non " pi7 in rado di uidare a scelte di vita importanti e di
offrire alcun supporto nelle crisi dello stato matrimoniale I come anche del sacerdo!io e della vita
consacrata' Molti si chiedono* come posso io learmi per tutta la vita a una sola donna P a un solo
uomo, $hi pu+ dirmi come sar# tra dieci& venti& trenta& -uaranta anni di matrimonio, M poi
effettivamente possibile un leame definitivo con una sola persona, Le molte esperien!e di
comunione matrimoniale che oi si spe!!ano raffor!ano lo scetticismo dei iovani nei confronti
delle decisioni definitive della vita'
D%altra parte& l%ideale della fedelt# tra un uomo e una donna& fondato sull%ordine della crea!ione&
non ha perso alcunchK del suo fascino& come eviden!iano le recenti inchieste tra i iovani' La
maior parte di loro aspira a una rela!ione stabile e duratura& in -uanto ci+ corrisponderebbe anche
alla natura spirituale e morale dell%uomo' Inoltre va ricordato il valore antropoloico del
matrimonio indissolubile* esso sottrae i coniui dall%arbitrio e dalla tirannia dei sentimenti e deli
stati d%animoC li aiuta ad affrontare le difficolt# personali e a superare le esperien!e doloroseC
protee soprattutto i fili& che patiscono la maior sofferen!a dalla rottura dei matrimoni'
L%amore " -ualcosa pi7 del sentimento e dell%istintoC nella sua essen!a " dedi!ione' 6ell%amore
coniuale due persone si dicono l%un l%altro consapevolmente e volontariamente* solo te I e te per
> 3 >
sempre' La parola del 5inore* /Juello che Dio ha coniunto'''0 corrisponde alla promessa della
coppia* /Io accolo te come mio sposo 1'''4 ti accolo come mia sposa 1'''4 2olio amarti e onorarti
finchK vivo& fino a -uando la morte non ci separi0' Il sacerdote benedice il patto che i coniui hanno
stipulato tra loro davanti a Dio' $hiun-ue avesse dei dubbi sul fatto che il vincolo matrimoniale
abbia -ualit# ontoloica& pu+ lasciarsi istruire dalla (arola di Dio* /In principio Dio cre+ l%uomo e
la donna' (er -uesto l%uomo lascer# suo padre e sua madre e si unir# a sua molie e i due saranno
una carne sola' 5icchK non sono pi7 due& ma una sola carne0 1Matteo& <D& =>E4'
(er i cristiani vale il fatto che il matrimonio dei batte!!ati& incorporati nel $orpo di $risto& ha un
carattere sacramentale e rappresenta& -uindi& una realt# soprannaturale' Uno dei pi7 ravi problemi
pastorali consiste nel fatto che molti& oi& iudicano il matrimonio esclusivamente secondo criteri
mondani e pramatici' $hi pensa secondo lo /spirito del mondo0 11 Corinzi& :& <:4 non pu+
comprendere la sacramentalit# del matrimonio' Alla crescente mancan!a di comprensione circa la
santit# del matrimonio& la $hiesa non pu+ rispondere con un adeuamento pramatico a ci+ che
appare inevitabile& ma solo con la fiducia nello /5pirito di Dio& perchK possiamo conoscere ci+ che
Dio ci ha donato0 11 Corinzi& :& <:4' Il matrimonio sacramentale " una testimonian!a della poten!a
della ra!ia che trasforma l%uomo e prepara tutta la $hiesa per la citt# santa& la nuova Gerusalemme&
la $hiesa stessa& pronta /come una sposa adorna per il suo sposo0 1%pocalisse& :<& :4'
Il 2anelo della santit# del matrimonio va annunciato con audacia profetica' Un profeta tiepido
cerca nell%adeuamento allo spirito dei tempi la sua propria salve!!a& ma non la salve!!a del mondo
in Ges7 $risto' La fedelt# alle promesse del matrimonio " un seno profetico della salve!!a che Dio
dona al mondo* /chi pu+ capire& capisca0 1Matteo& <D& <:4' L%amore coniuale viene purificato&
raffor!ato e accresciuto dalla ra!ia sacramentale* /Juesto amore& ratificato da un impeno mutuo e
soprattutto consacrato da un sacramento di $risto& resta indissolubilmente fedele nella prospera e
cattiva sorte& sul piano del corpo e dello spiritoC di conseuen!a esclude oni adulterio e oni
divor!io0 1audium et spes& n' =D4' Gli sposi dun-ue& partecipando in for!a del sacramento del
matrimonio all%amore definitivo e irrevocabile di Dio& possono in raione di ci+ essere testimoni
dell%amore fedele di Dio& nutrendo costantemente il loro amore attraverso una vita di fede e di
carit#'
$erto& ci sono situa!ioni I oni pastore lo sa I in cui la conviven!a matrimoniale diventa
praticamente impossibile a causa di ravi motivi& come ad esempio in caso di violen!a fisica o
psichica' In -ueste dolorose situa!ioni la $hiesa ha sempre permesso che i coniui si potessero
separare e non vivessero pi7 insieme' 2a precisato& tuttavia& che il vincolo coniuale di un
matrimonio validamente celebrato rimane stabile davanti a Dio e le sinole parti non sono libere di
contrarre un nuovo matrimonio finchK l%altro coniue " in vita' I pastori e le comunit# cristiane si
devono perci+ adoperare nel promuovere in oni modo la riconcilia!ione anche in -uesti casi
oppure& -uando ci+ non " possibile& nell%aiutare le persone coinvolte ad affrontare nella fede la
propria difficile situa!ione'
Annotazioni teologico-morali
5empre pi7 spesso viene suerito che la decisione di accostarsi o meno alla comunione eucaristica
dovrebbe essere lasciata alla coscien!a personale dei divor!iati risposati' Juesto aromento& che si
basa su un concetto problematico di 8coscien!a9& " i# stato respinto nella lettera della
$onrea!ione del <DD=' $erto& in oni celebra!ione della messa i fedeli sono tenuti a verificare
nella loro coscien!a se " possibile ricevere la comunione& possibilit# a cui l%esisten!a di un peccato
rave non confessato sempre si oppone' Essi hanno pertanto l%obblio di formare la propria
coscien!a e di tendere alla verit#C a tal fine possono ascoltare nell%obbedien!a il maistero della
$hiesa& che li aiuta /a non sviarsi dalla verit# circa il bene dell%uomo& ma& specialmente nelle
-uestioni pi7 difficili& a raiunere con sicure!!a la verit# e a rimanere in essa0 1Giovanni (aolo
> E >
II& Lettera enciclica &eritatis splendor& n' E=4'
5e i divor!iati risposati sono soettivamente nella convin!ione di coscien!a che il precedente
matrimonio non era valido& ci+ deve essere oettivamente dimostrato dalla competente autorit#
iudi!iaria in materia matrimoniale' Il matrimonio non riuarda solo il rapporto tra due persone e
Dio& ma " anche una realt# della $hiesa& un sacramento& sulla cui validit# non solamente il sinolo
per se stesso& ma la $hiesa& in cui eli mediante la fede e il Nattesimo " incorporato& " tenuta a
decidere' /5e il matrimonio precedente di fedeli divor!iati risposati era valido& la loro nuova unione
non pu+ essere considerata lecita in alcun caso& per il fatto che la rece!ione dei 5acramenti non si
pu+ basare su raioni interiori' La coscien!a del sinolo " vincolata sen!a ecce!ioni a -uesta
norma0 1cardinale @oseph Rat!iner& La pastorale del matrimonio deve fondarsi sulla verit'&
/L%)sservatore Romano0& G; novembre :;<<& paine =>34'
Anche la dottrina dell%epichia& secondo la -uale una lee vale s? in termini enerali& ma non
sempre l%a!ione umana vi pu+ corrispondere totalmente& non pu+ essere applicata in -uesto caso&
perchK l%indissolubilit# del matrimonio sacramentale " una norma di diritto divino& che non "
dun-ue nella disponibilit# autoritativa della $hiesa' Juesta ha& tuttavia& il pieno potere I sulla
linea del privilegio paolino ( di chiarire -uali condi!ioni devono essere soddisfatte prima che un
matrimonio possa definirsi indissolubile secondo il senso attribuitoli da Ges7' 5u -uesta base& la
$hiesa ha stabilito li impedimenti al matrimonio che sono motivo di nullit# matrimoniale e ha
messo a punto una dettaliata procedura processuale'
Un%ulteriore tenden!a a favore dell%ammissione dei divor!iati risposati ai sacramenti " -uella che
invoca l%aromento della misericordia' (oichK Ges7 stesso ha solidari!!ato con i sofferenti donando
loro il suo amore misericordioso& la misericordia sarebbe -uindi un seno speciale dell%autentica
se-uela' Juesto " vero& ma " un aromento debole in materia teoloico>sacramentaria& anche perchK
tutto l%ordine sacramentale " esattamente opera della misericordia divina e non pu+ essere revocato
richiamandosi allo stesso principio che lo sostiene'
Attraverso -uello che oettivamente suona come un falso richiamo alla misericordia si incorre nel
rischio della banali!!a!ione dell%immaine stessa di Dio& secondo la -uale Dio non potrebbe far
altro che perdonare' Al mistero di Dio appartenono& oltre alla misericordia& anche la santit# e la
iusti!iaC se si nascondono -uesti attributi di Dio e non si prende sul serio la realt# del peccato& non
si pu+ nemmeno mediare alle persone la sua misericordia'
Ges7 ha incontrato la donna adultera con rande compassione& ma le ha anche detto* /2a%& e non
peccare pi70 1iovanni& F& <<4' La misericordia di Dio non " una dispensa dai comandamenti di Dio
e dalle istru!ioni della $hiesaC an!i& essa concede la for!a della ra!ia per la loro piena
reali!!a!ione& per il rial!arsi dopo la caduta e per una vita di perfe!ione a immaine del (adre
celeste'
La cura pastorale
Anche se& per l%intima natura dei sacramenti& l%ammissione a essi dei divor!iati risposati non "
possibile& a favore di -uesti fedeli si devono rivolere ancora di pi7 li sfor!i pastorali& per -uanto
-uesti debbano rimanere in dipenden!a dalle norme derivanti dalla Rivela!ione e dalla dottrina della
$hiesa' Il percorso indicato dalla $hiesa per le persone direttamente interessate non " semplice& ma
-ueste devono sapere e sentire che la $hiesa accompana il loro cammino come una comunit# di
uariione e di salve!!a' $on il loro impeno a comprendere la prassi ecclesiale e a non accostarsi
alla comunione& i partner si ponono a loro modo -uali testimoni della indissolubilit# del
matrimonio'
La cura per i divor!iati risposati non dovrebbe certamente ridursi alla -uestione della rece!ione
> H >
dell%eucaristia' 5i tratta di una pastorale lobale che cerca di soddisfare il pi7 possibile le esien!e
delle diverse situa!ioni' M importante ricordare& in proposito& che oltre alla comunione sacramentale
ci sono altri modi di entrare in comunione con Dio'
L%unione con Dio si raiune -uando ci si rivole a lui nella fede& nella speran!a e nella carit#& nel
pentimento e nella prehiera' Dio pu+ donare la sua vicinan!a e la sua salve!!a alle persone
attraverso diverse strade& anche se esse si trovano a vivere in situa!ioni contraddittorie' $ome
rimarcano costantemente i recenti documenti del Maistero& i pastori e le comunit# cristiane sono
chiamati ad accoliere con apertura e cordialit# le persone che vivono in situa!ioni irreolari& per
essere loro accanto con empatia& con l%aiuto fattivo e per far loro sentire l%amore del Nuon (astore'
Una cura pastorale fondata sulla verit# e sull%amore trover# sempre e nuovamente in -uesto campo
le strade da percorrere e le forme pi7 iuste'
Q )sservatore Romano
> F >