Sei sulla pagina 1di 6

Dve parole svlla

Politica sociale del Terzo Reich di


Maurizio Rossi
Pur nonostante lostracismo culturale e politico, egemone dal
dopoguerra ad oggi, che ha condizionato la ricerca storiografica alle
vicende della Germania hitleriana negandone qualsiasi peculiarit
propria nella formulazione politica e, pertanto, anche sociale, non
sono mancati, specie nellultimo ventennio, contributi interessanti e
quantomeno obiettivi di storici attenti a determinate tematiche
considerate tab dai loro colleghi e predecessori.
Parliamo, specificatamente, della capacit e volont da parte del
nazionalsocialismo di sviluppare, approfondire e tradurre in opere
concrete una determinata politica sociale onnicomprensiva che
voleva essere una delle tante espressioni originali di un modello
politico che aveva preso campo istituzionalmente al momento del
conseguimento del potere da parte di itler, nel !"##.
$e vicende del movimento nazionalsocialista si svilupparono per
oltre dodici anni prima della conquista del potere% sono gli anni del
&amptzeit, il periodo della lotta, in cui prende corpo organicamente
il complesso sistema ideologico del nazionalsocialismo, la c.d.
'eltanschauung nazionalsocialista, che avr nei 25 punti
programmatici del partito la sua sintetica enunciazione.
(n programma che ci rivela idee e ispirazioni al contempo
nazionali e socialiste, propriamente i punti del suddetto, che vanno
dal !) al *), sono chiarificatori sulla volont e vocazione socialista
del partito e coerentemente a tali enunciati i nazionalsocialisti
diffusero il loro messaggio non tra i ceti sociali, tra tutte le classi,
ma curarono particolarmente la loro propaganda tra i ceti meno
abbienti e proletari della Germania arrivando ad essere, alla vigilia
del potere, un gran movimento popolare composto
prevalentemente da operai, contadini, artigiani e studenti.
$a NSDP +,ationalsozialistiche -eutsche .rbeite Partei /
Partito ,azionalsocialista dei lavoratori 0edeschi1 dette corpo
!all"anelito anticapitalista# del popolo tedesco +evocato in un
celebre discorso tenuto da Gregor 2trasser al Reichstag, nel !"#*1
grazie al coerente pensiero sociale che propagandava il socialismo
germanico. $a ,2-.P contest3 aspramente alla socialdemocrazia e
al partito comunista la legittimit di parlare in nome dei lavoratori e
strapp3 molte 4anime di proletari5 alla sinistra, convogliandole nel
campo del socialismo nazionale che, per virulenza e radicalismo,
non era certo inferiore al mar6ismo. 7 nazionalsocialisti
affermarono, pi volte, dessere gli unici rappresentanti del 4vero
socialismo5 contrapposto al mar6ismo smascherato come un docile
strumento nelle mani dell.lta 8inanza, polemizzando che il
4socialismo5 non poteva essere espressione di una lotta di classe per
di pi intesa in chiave internazionalistica, negante, in altre parole,
ogni riferimento ad una specifica peculiarit etnica e nazionale.
7l vero socialismo doveva essere espressione e patrimonio della
totalit$ del popolo costituitosi come organismo vivente in una
comunit totale% solo cos9, per i nazionalsocialisti, sarebbero stati
superati gli antagonismi classistici propri della dialettica interna tra
borghesia e proletariato, il tutto in armonia feconda con il proprio
retaggio storico, culturale e razziale. ,on a caso, il
nazionalsocialismo si fondava su tre presupposti dottrinari
inscindibili tra loro: %omunit$ popolare, Socialismo e Razza.
Pertanto, interventi socialisti, politiche razziali e rifondazione
culturale allinsegna di una riscoperta germanicit, dovevano
plasmare la nuova ;omunit di Popolo, ponendola in termini
conflittuali all<ccidente decadente e capitalistico e all<riente in
declino e bolscevico. 0utto questo si svilupp3 dal !"## in poi%
altrettanto, durante il secondo conflitto mondiale, la guerra non
rappresent3 un freno al programma sociale attivato dal regime,
tuttaltro, innesc3 unaccelerazione rivoluzionaria tesa allobiettivo
del conseguimento di una forma compiuta di nazionalsocialismo: i
discorsi ufficiali di itler, del #) gennaio e !* novembre !"==, sono
illustrativi in merito. $e conquiste sociali furono innumerevoli, le
istituzioni popolari che si formarono altrettanto, i provvedimenti
adottati mutarono limmagine della Germania, la modernizzarono.
0utto contribuiva a definire la forma di questa >ol?gemeinschaft
coesa e solidaristica che, con fanatica determinazione, annunciava
al mondo la fine della vecchia epoca borghese@illuministica, il
crollo dei dettami liberali e democratici, e proclamava i miti del
sangue e della razza, del suolo e del contadino e del socialismo
germanico che dichiarava, solennemente, che lindividuo A un
niente, mentre il suo popolo rappresenta il tutto, che l"unica no&ilt$
' (uella del lavoro, che il &ene comune precede sempre
l"interesse individuale e che era )inito il tempo della schiavit*
dell"interesse, dell"usura &ancaria e dello s)ruttamento
capitalistico. Proprio allinsegna di questo 4Gemeinnutz geht vor
Bigennutz5 era istituito il !Servizio del +avoro#, la !scuola
socialista della Nazione# che, tramite il lavoro o&&ligatorio
periodico nei campi e nelle )a&&riche, educava la giovent tedesca
alla comprensione del lavoro manuale e della fatica, la depurava
dalle scorie borghesi e classiste e la formava alla concezione
nazionalsocialista della ;omunit Popolare.
Brano create le !ziende nazionalsocialiste modello#% la
fabbrica intesa e trasmutata in comunit aziendale.
Bra realizzato il programma d"edilizia popolare pi* vasto
d",uropa +la cui spesa totale ammontava a ben cinque volte di pi
di quella sostenuta per la costruzione del >allo .tlantico, la linea
fortificata costruita dai tedeschi, tra il !"=* e !"=#, dal mare del
,ord ai Pirenei1, un generoso impegno a livello previdenziale )u
devoluto a )avore dei disoccupati, delle )amiglie, dei giovani,
proprio per onorare il principio di socializzazione e coesione sociale
che doveva sostanziare lorganismo comunitario del popolo.
$effettiva realizzazione di questo vasto programma dintervento
sociale ed economico valse ai nazionalsocialisti lorgoglio di poter
proclamare, nel !"=), che la Germania era !l"unico Stato
popolare autenticamente socialista del mondo#.
David +lo-d Gorge, illustre statista britannico scrisse, nel !"#C,
che itler fond3 il suo potere !sull"aver egli mantenuto le proprie
promesse. .na volta in carica, /itler ha a&olito la lotta di classe
del 010 secolo e creato una Germania che o))re uguali
opportunit$ al lavoratore manuale e a (uell"intellettuale, al
ricco e al povero#.
lcune delle iniziative dello Stato
nazionalsocialista in )avore del popolo.
$a legge del 22 gennaio 3456, sull"7rdinamento del lavoro
Nazionale, sanciva i diritti@doveri dei membri la ;omunit
.ziendale nel suo insieme, in ottemperanza dei principi dell<nore
2ociale +il che significava tutele sociali di cui mai prima, i
lavoratori tedeschi avevano beneficiato, rappresentanze interne,
diritti riguardanti lassistenza sanitaria, le ferie, ecc.1. Nel 3455, era
promulgata la legge riguardante laiuto concreto alle giovani
coppie: avrebbero beneficiato di un prestito da parte dello Stato di
3222 R8 da restituire senza interessi9 al primo figlio, la somma A
ammortizzata del *DE, il secondo del D)EF fino
allammortamento totale per le giovani coppie che avessero quattro
figli :e che, per tanto niente, avre&&ero pi* dovuto restituire allo
Stato;. Brano, inoltre, assegnati ulteriori premi alla famiglia gi alla
nascita del primo figlio% le madri avevano assistenza gratuita
dellallevatrice. Dal 3462, le donne in gravidanza ricevevano uno
stipendio dallo Stato come ulteriore aiuto alla famiglia.
-opo la presa del potere, per sanare la grave situazione delle
numerose )amiglie che rischiavano lo s)ratto per limpossibilit
di saldare, al proprietario, gli affitti maturati dovuti +spesso, a causa
della disoccupazione1, lo 2tato nazionalsocialista intervenne con
decisione: la somma totale doveva venire divisa in tre parti di cui
una doveva essere condonata direttamente dal proprietario<
un"altra, era saldata dall"organizzazione della previdenza
Popolare Nazionalsocialista< la restante somma, era a carico
dell"amministrazione comunale. Gli a))itti )urono, (uindi,
&loccati e diversi in proporzione al reddito.
(nazienda poteva fregiarsi della denominazione di !zienda
Nazionalsocialista modello# al momento in cui il 8ronte del
$avoro, dopo accurate verifiche, stabiliva che erano stati raggiunti
traguardi occupazionali e produttivi, previsti dagli ordinamenti ,.2.
sullorganizzazione del lavoro. Guesto voleva dire, avere
unazienda allavanguardia nel campo della legislazione sociale,
nella salvaguardia della salute pubblica, nella maggior produzione,
nellinnalzamento del tenore di vita delle maestranze, nellopera
politica@educativa interna coinvolgente tutti i settori e gli ambiti
dellazienda, al fine di raggiungere il cameratismo comunitario e la
responsabilizzazione socialista di tutti i lavoratori, sia del braccio
che della mente. Raggiunto tutto questo, durante la )esta del 3=
maggio, le aziende erano u))icialmente premiate (uelle che
rispondevano a tali re(uisiti, le quali erano tenute a confermarsi
nel tempo e potevano esporre, a titolo donore, la targa relativa al
riconoscimento e la bandiera dell.rbeitsfront +8ronte del $avoro1.
7l !H maggio !"##, durante la prima celebrazione della festa
nazionale del lavoro, itler chiese al popolo tedesco di dargli
quattro anni di tempo e, poi, decidere del suo destino% il !H maggio
!"#I, dei >.?22.222 disoccupati prodotti dalla repubblica
democratica di 'eimar, ne restavano 252.222@
1l nazionalsocialismo, nei suoi primi (uattro anni di governo,
aveva (uasi azzerato la disoccupazione@
Guestelaborato, ossiaF il testo qui sopra menzionato, per aiutare
a comprendere che ledificio della politica sociale tedesca tra i due
conflitti mondiali non pu3 essere liquidato con sufficienza tanto
meno dagli storici% vi A ancora molto da conoscere e da
comprendere, riuscire in questintento sar un atto doveroso
donest intellettuale e correttezza storica.

%hi desiderasse appro)ondire
l"argomento trattato, o))riamo una
&reve &i&liogra)ia9
!. R. Du&ail, +"ordinamento economico Nazionalsocialista,
Bdizioni all7nsegna del >eltro, !""!%
*. A. +uBacs, Dossier /itler, $onganesi, !""J%
#. R. Citelmann, /itler, Bdizioni $aterza, !""!.
;hi desiderasse ricevere i 25 punti programmatici del N.S.D..P. li pu3
richiedere gratuitamente presso la casella postale de: !Duaderni di Storia#,
c.p. EE, 25323 Frescia#