Sei sulla pagina 1di 2

Coefficiente/indice di assorbimento acustico, P : dipende dalla frequenza e si misura a 125 250 500 1000 2000 e 4000 Hz, secondo

le norme EN ISO 3 54!"3 e EN ISO 11 54# E tipico di ogni materiale $si pu% ese&uire anc'e sulla sola sc'iuma( ed in )eoria andr* ripor)a)o sulle e)ic'e))e secondo la nuo+a norma di marca)ura ,E $ques)o &i* ri&uarda i pannelli -./ c'e sono marca)i ,E(# 0ues)o coefficien)e 1 il rapporto tra intensit sonora non riflessa $cio1 assorbita + trasmessa( e intensit sonora incidente su una superficie $adimensionale(2 quindi pi il suo valore alto, pi alta lattitudine di un materiale ad assorbire e/o trasmettere londa sonora piuttosto che a rifletterla 0ues)a &randezza non d* un3indicazione dire))a del fonoisolamen)o, ma un3indicazione del fonoassorbimento apparente, in quan)o non distingue, nella frazione di in)ensi)* sonora non riflessa, tra la componente che viene effettivamente dissipata/assorbita e quella che viene trasmessa al di l dello spessore di materiale considerato# ! valori tipici per il P" espanso rigido a cella chiusa, ripor)a)i in le))era)ura, sono:

N4,= noise reduction coefficient: la media dei vari alfa pesata sulle frequenze

5ur)roppo pare c'e )ale parame)ro, all3a))o pra)ico, non in)eressi ai cos)ru))ori!applica)ori c'e in+ece de+ono o))emperare ai +alori pre+is)i dalla /e&&e i)aliana per il parame)ro 436 c'e illus)ro di se&ui)o# !ndice di potere fonoisolante apparente di parti#ione fra ambienti, $%& E3 ques)o il parame)ro c'e in)eressa di pi7, perc'8 ques)o +iene ric'ies)o nei capi)ola)i# .iso&na innanzi)u))o specificare c'e )ale +alore riguarda la parete finita I +alori di $' +en&ono fissa)i dalla 9NI EN ISO :1:!1 in ;ase al )ipo di edificio2 di fa))o il +alore di acce))azione 1 di () per tutti gli edifici, esclusi ospedali e cliniche, per i quali si chiede ((# Il )es) +iene ese&ui)o secondo la "*! +,-) da la;ora)ori quali il ,SI di <ilano e l3Is)i)u)o =iordano2 le pro+e +en&ono ese&ui)e su un modello di pare)e realizza)o secondo il +olere del commi))en)e ed il cos)o si a&&ira in)orno ai .)))/0))) 1 9sando un modello di pare)e +olu)amen)e scarso, in modo da cercare di me))ersi nelle condizioni pe&&iori possi;ili, acus)icamen)e parlando# /a pare)e era cos> compos)a: In)onaco: 1,5 mm ?ora)ina: 12 mm Sc'iuma 5I4 $s)andard(: 50 mm ?ora)ina2 @ mm In)onaco: 1,5 mm

In ques)e condizioni 'anno o))enu)o un +alore di $'2(0, quindi o))imo per quasi )u))i &li edifici e prossimo al +alore ric'ies)o per &li ospedali# 4ipe)endo la pro+a con 40 mm di sc'iuma e 10 mm di in)ercapedine d3aria, 'anno o))enu)o lo s)esso +alore2 l3opinione 1 c'e il P" rigido cella chiusa influisca poco sulla acustica della parete finita e c'e perfino una pare)e AscarsaB riesca a ra&&iun&ere i +alori di fonoisolamen)o pre+is)i dalla le&&e# 5er il rumore da calpestio c'e ri&uarda i soffitti, ci si riferisce ad un al)ro parame)ro, de))o 3%, ovvero lindice di livello del rumore da calpestio per un soffitto normali##ato# 5er fonoCisolare i soffi))i, )u))a+ia, si pun)a su pannelli con ri+es)imen)i speciali in &omme di +aria na)ura2 la norma)i+a di pro+a res)a comunque la "*! +,-) e si riferisce quindi al soffitto finito