Sei sulla pagina 1di 48

A.C.

- POLIMI 1
I Componenti della Materia
- Formule e Massa molecolare (formula)
- Nomenclatura composti binari
- Nomenclatura ossoanioni e acidi
- Nomenclatura ioni complessi
A.C.- POLIMI 2
Formule
Formule Chimiche: rappresentano il numero e tipo di
elementi presenti per unit di sostanza.
Esistono 3 tipi di formule chimiche : empirica, molecolare, e
strutturale.
Formula Empirica : indica i numeri relativi di atomi di ciascun
elemento in un composto. E il pi semplice tipo di formula
derivato dalle masse degli of elementi componenti.
Per esempio, la formula empirica del perossido di idrogeno
HO, indicando un rapporto 1:1 tra il numero degli atomi di H e
di O.
A.C.- POLIMI 3
Formula Molecolare
Formula Molecolare : rappresenta il numero reale di atomi di
ciascun elemento presente in una singola molecola di un
composto.
La formula molecolare del perossido di idrogeno H
2
O
2
.
Ci indica che in realt esistono due atomi di H e due atomi di
O in ogni molecola di questa sostanza.
Le formule molecolari possono essere multipli delle formule
empiriche.
A.C.- POLIMI 4
Formula di Struttura
Una formula di struttura precisa il numero di atomi di ciascun tipo
e i relativi legami che li legano.
Rappresenta la disposizione relativa degli atomi nella molecola
come effettivamente esiste (indicazioni spaziali!).
La formula strutturale del perossido di idrogeno in forma
semplificata quella a sinistra e nella corretta disposizione spaziale
in fase gas quella di destra :
H-O-O-H
H
O
O
H
115,2
94,8
(gas)
A.C.- POLIMI 5
Cariche sugli Ioni del Gruppo A
Gli elementi nello stesso gruppo della tabella periodica
generalmente portano la stessa carica ionica.
Per esempio, il gruppo 1A forma ioni con carica +1 :
Li
+
, Na
+
, K
+
, Rb
+
Il Gruppo 2A forma ioni can carica +2 : Mg
2+
,
Ca
2+
, Sr
2+
, Ba
2+
Il Gruppo 6A: S
2-
, O
2-
In breve:
# gruppo = carica dello ione per cationi del GRUPPO A.
(# gruppo -8) = carica dello ione per anioni del GRUPPO A.
A.C.- POLIMI 6
Alcuni Comuni Ioni Monoatomici
degli Elementi
A.C.- POLIMI 7
Nomi di Comuni Ioni Monoatomici
Cationi Anioni
Carica Formula Nome Carica Formula Nome
1+ H
+
idrogeno 1- H
-
idruro
Li
+
litio F
-
fluoruro
Na
+
sodio Cl
-
cloruro
K
+
potassio Br
-
bromuro
Cs
+
cesio I
-
ioduro
Ag
+
argento
2+ Mg
2+
magnesio 2
-
O
2-
ossido
Ca
2+
calcio S
2-
solfuro
Sr
2+
stronzio
Ba
2+
bario
Zn
2+
zinco
Cd
2+
cadmio
3+ Al
3+
alluminio 3
-
N
3-
nitruro
Alcuni Metalli che Formano Pi di
Uno Ione Monoatomico
Elemento Formula Ione Name Sistematico Nome Comune (duso)
Cromo Cr
2+
cromo(II) cromoso
Cr
3+
cromo(III) cromico
Cobalto Co
2+
cobalto(II)
Co
3+
cobalto(III)
Rame Cu
+
rame(I) rameoso
Cu
2+
rame(II) rameico (en. Cupric)
Ferro Fe
2+
ferro(II) ferroso
Fe
3+
ferro(III) ferrico
Piombo Pb
2+
piombo(II)
Pb
4+
piombo(IV)
Manganese Mn
2+
manganese(II)
Mn
3+
manganese (III)
Mercurio Hg
2
2+
mercurio(I) mercuroso
Hg
2+
mercurio(II) mercurico
Stagno Sn
2+
stagno(II) stannoso
Sn
4+
stagno(IV) stannico
A.C.- POLIMI 9
Nomenclatura dei Composti Ionici
Per i composti ionici, il nome dellanione precede quello del
catione seguito dal prefisso di (in inglese catione anione)
Regole per assegnare un nome ai composti di ioni
manoatomici:
Il nome del catione coincide con quello del metallo.
Il nome dellanione prende la radice del nome del non metallo
e si aggiunge il suffisso uro.
I nomi comuni o volgari dei metalli che formano ioni
monoatomici multipli finiscono o con il suffisso -ico o -oso.
Il suffisso -ico si riferisce sempre allo ione con la carica
positiva superiore.
A.C.- POLIMI 10
Esempi
Assegnare il nome ai composti formati da:
Litio e azoto Rubidio e bromo
Ossigeno e stronzio Zolfo e bario
Alluminio e cloro Calcio e fluoruro
Nitruro di Litio (Litium nitride)
Bromuro di Rubidio
Ossido di Stronzio
Solfuro di Bario
Cloruro di Alluminio
Fluoruro di Calcio
A.C.- POLIMI 11
Formule Ioniche
Poich i composti ionici sono sostanze composte da reticoli di
ioni di carica elettrica opposta anzich da singole molecole, si
impiega lunit di formula per rappresentarne la composizione.
Il composto ha una carica totale nulla, per cui nei composti ionici
le cariche sui cationi e sugli anioni devono bilanciarsi.
Esempio: nel composto cloruro di calcio, il calcio ha carica 2+
mentre il cloruro ha carica 1-. Per cui, si deve scrivere una unit
di formula bilanciata usando pedici per indicare il numero di ogni
tipo di ione presente.
CaCl
2
Il composto formato da 2 anioni Cl
-
per 1 catione Ca
2+
.
A.C.- POLIMI 12
Composti di Metalli che Possono
Formare pi di Uno Ione
Il nome di composti di metalli che possono formare pi di
uno ione prevedono luso di un numero romano in parentesi
immediatamente successivo al nome dello ione.
Esempio: esistono due composti del ferro con il cloro.
FeCl
2
il nome di questo composto cloruro di ferro(II)
FeCl
3
il nome di questo composto cloruro di ferro(III).
A.C.- POLIMI 13
Altri Esempi
Fornire i nomi sistematici corrispondenti alle formule o le
formule corrispondenti ai nomi per i seguenti composti:
Ossido di Piombo(IV)
Cu
2
S
FeBr
2
Cloruro Mercurico
PbO
2
Solfuro di Rame(II)
Bromuro di Ferro(II) HgCl
2
Ioni Poliatomici Comuni
Formula Nome Formula Nome
Cationi
NH
4
+
ammonio
H
3
O
+
idronio
Anioni Anioni(cont.)
CH
3
COO
-
acetato CrO
4
2-
cromato
(or C
2
H
3
O
2
-
) Cr
2
O
7
2-
dicromato
CN
-
cianuro O
2
2-
perossido
OH
-
idrossido PO
4
3-
phosphato
ClO
-
ipoclorito HPO
4
2-
idrogeno
ClO
2
-
clorito fosfato
ClO
3
-
clorato H
2
PO
4
-
diidrogeno
ClO
4
-
perclorato fosfato
NO
2
-
nitrito SO
3
2-
solfito
NO
3
-
nitrato SO
4
2-
solfato
MnO
4
-
permanganato HSO
4
-
idrogeno solfato
CO
3
2-
carbonato (o bisolfato)
A.C.- POLIMI 15
Ioni Poliatomici
I composti ionici possono incorporare:
un catione monoatomico e un anione monoatomico
un catione poliatomico e un anione monoatomico
un catione monoatomico e un anione poliatomico
un catione poliatomico e un anione poliatomico
Esempio 1 : Nitrato di Potassio
la formula KNO
3
ogni K
+
neutralizza un anione NO
3
-
.
Esempio 2 : Carbonato di Sodio
Na
2
CO
3
2 cationi Na
+
si combinano con 1 anione CO
3
2-
.
A.C.- POLIMI 16
Formule con Ioni Poliatomici
Quando sono presenti due o pi anioni poliatomici dello stesso
tipo, si utilizzano le parentesi e i pedici:
Esempio: Il Nitrato di Calcio composto da cationi con due
cariche positive Ca
2+
e anioni monocarica negativa NO
3
-
:
Ca(NO
3
)
2
In questa unit, sono presenti 1 atomo di Ca, 2 atomi di N, e 6
atomi di O.
Non si usano parentesi se presente un solo ione poliatomico.
Se non vengono riportati pedici, si assume che sia 1.
A.C.- POLIMI 17
Nomenclatura Ossoanioni
Un ossoanione uno ione
poliatomico formato da un atomo
non-metallico con uno o pi atomi
di ossigeno. In molti casi, esistono
famiglie of due o quattro
ossoanioni che differiscono nel
numero di ossigeni presenti.
La convenzione di nomenclatura a
destra si usa per identificare questi
ioni. Se ci sono due ossoanioni, a
quello con pi atomi di O si
attribuisce il suffisso ato, e quello
con atomi di ossigeno inferiori si
attribuisce il suffisso -ito.
Se esistono quattro ossoanioni,
si combinano i prefissi per e
ipo con i suffissi ato e ito
per generare le 4 combinazioni,
come mostrato sotto.
Nomenclatura Ossoanioni
per radice ato
radice ato
radice ito
ipo radice ito
N
o
.

d
i

a
t
o
m
i

d
i

O
A.C.- POLIMI 18
Esempio di Ossianioni
ipoclorito chlorito chlorato perchlorato
ClO
-
ClO
2
-
ClO
3
-
ClO
4
-
A.C.- POLIMI 19
Composti Ionici Idratati
I composti ionici detti idrati possiedono uno specifico numero
di molecole dacqua associate con ogni unit di formula.
Nella formula dellidrato, il numero di molecole dacqua
indicato dopo un punto centrale.
Nella formula, il numero di molecole dacqua indicato
mediante un prefisso Greco con la parola idrato
Esempi:
sale di epsom = solfato di magnesio esaidrato
MgSO
4
7H
2
O
gesso = solfato di calcio diidrato
CaSO
4
2H
2
O
A.C.- POLIMI 20
Prefissi Numerici per Idrati e
Composti Covalenti Binari
Numero Prefisso
1 mono-
2 di-
3 tri-
4 tetra-
5 penta-
6 esa-
7 epta-
8 octa-
9 nona-
10 deca-
A.C.- POLIMI 21
Nomenclatura degli Acidi Inorganici
Gli acidi sono composti contenenti idrogeno formati da anioni
legati ad uno o pi ioni idrogeno (H
+
) in modo da divenire
composti neutri (con legami covalenti).
Due tipi comuni di acidi sono gli acidi binari e gli ossiacidi:
Gli Acidi Binari si formano quando gli elementi in alto a destra
della tabella periodica si combinano con lidrogeno (per
esempio acido cloridrico (HCl)). Il nome si compone delle
seguenti parti:
la parola acido + radice del nonmetallo + suffisso idr +
suffisso ico
Cos, il composto HCl ha nome:
acido cloridrico (eng: hydrochloric acid)
A.C.- POLIMI 22
Ossiacidi
Gli Ossiacidi sono simili agli ossoanioni, eccezion fatta per due
modifiche del suffisso:
-ato nellanione diventa ico nellacido
-ito nellanione diventa oso nellacido
I prefissi ipo- e per- sono mantenuti.
Esempio: BrO
4
-
il perbromato , HBrO
4
l'acido perbromico
IO
2
-
lo iodito , e HIO
2
lacido iodoso.
Esempio: Assegnare un Nome ai seguenti anioni e fornire nomi e
formule derivati da queste:
Br
-
IO
3
-
CN
-
SO
4
2-
NO
2
-
BROMURO IODATO CIANURO SOFATO NITRITO
bromidrico acido iodico ac. cianidrico solforico nitroso
A.C.- POLIMI 23
Composti Covalenti Binari
I composti covalenti binari si formano per combinazione di due
elementi, normalmente non-metalli.
Molti sono cos comuni e familiari che vengono indicati solo con i
loro nomi comuni (o duso.) :
ammoniaca (NH
3
), acqua (H
2
O), metano (CH
4
)
Alcuni gruppi di composti binari hanno formule chimiche generali
da cui si possono dedurre tanti composti distinti (serie omologhe):
per. Esempio idrocarburi saturi C
n
H
2n+2
silani Si
n
H
2n+2
Nomenclatura Sistematica di
Composti Covalenti Binari
La maggior parte dei composti covalenti binari ha un nome
sistematico che segue le seguenti regole:
1. Lelemento con il numero di gruppo inferiore viene scritto per
primo ma viene letto per secondo preceduto da di.
2. Se entrambi gli elementi appartengono allo stesso gruppo, per
primo si scrive quello con il numero di periodo superiore (ma si
legge per secondo).
3. Lelemento con il numero di gruppo superiore viene scritto per
secondo ma si legge per primo (come radice) seguito dal
suffisso - uro
4. I composti covalenti usano prefissi Greci per indicare i
numeri di atomi di ciascun elemento nel composto.
La 2
a
parola ha un prefisso solo se c pi di un atomo.
La 1
a
parola normalmente ha un prefisso numerico Greco.
A.C.- POLIMI 25
Esempi di Attribuzione di Nomi
Assegnare un nome ai seguenti composti
PCl
5
pentacloruro di fosforo
SO
3
triossido di zolfo
SiO
2
diossido di Silicio
Scrivere la formula del monossido di diazoto
N
2
O
Scrivere la formula del esafluoruro di selenio
SeF
6
A.C.- POLIMI 26
Altri Esempi
Spiegare cosa c di sbagliato nella 2
a
parte di ciascuna
affermazione e corrergerla:
S
2
Cl
2
il dicloruro disolforoso
il Monossido di Azoto N
2
O
BrCl
3
il bromuro di tricloro
Eliminare disolforoso e sostituire
di dizolfo
Il nome indica NO
Il bromo deve essere
indicato dopo perch di un
periodo superiore.
A.C.- POLIMI 27
Nomenclatura degli Alcani Lineari
Gli Alcani sono gli idrocarburi
pi semplici cio molecole
contenenti solo atomi di carbonio e
idrogeno.
Gli alcani a catena lineare sono i
pi semplici idrocarburi fatti di
catene lineari di atomi di carbonio.
Ciascun atomo di carbonio forma
4 legami covalenti (N.C. = 4).
La nomenclatura degli alcani usa
un prefisso seguito dal suffisso -
ano. Il prefisso indica quanti atomi
di carbonio costituiscono la catena.
Nome Formula
metano CH
4
etano C
2
H
6
propano C
3
H
8
butano C
4
H
10
pentano C
5
H
12
esano C
6
H
14
eptano C
7
H
16
ottano C
8
H
18
nonano C
9
H
20
decano C
10
H
22
I primi 10 alcani lineari
A.C.- POLIMI 28
Masse Molecolari (Pesi Molecolari)
dalle Formule Chimiche
La massa molecolare (peso molecolare) di una unit di formula
di un composto la somma delle singole masse (pesi) atomiche :
Massa Molecolare = Somma delle masse atomiche
Per esempio:
la massa molecolare di H
2
O = (2 massa atomica di H)
+ (1 massa atomica di O)
= (2 1.008 amu) + (1 16.00 amu)
= 18.02 amu
A.C.- POLIMI 29
Masse Formula
Siccome non esistono singole molecole nei composti ionici,
si usa il termine massa formula per la massa di una unit di
formula di un composto ionico.
Esempio: calcolare la massa formula del Ba(NO
3
)
2
massa formula = (1 massa atomica di Ba)
+ (2 massa atomica di N)
+ (6 massa atomica di O)
= 137.3 + (2 14.01 amu)
+ (6 16.00 amu)
= 261.3 amu
A.C.- POLIMI 30
Esempi di Problemi
Fornire la massa molecolare o la massa formula dei seguenti
composti:
Perossido di idrogeno
massa = (2 1.008) + (2 16.00)
H
2
O
2
, = 34.02
Cloruro di Cesio
massa = 132.9 + 35.45
CsCl, = 168.4
Solfato di Potassio
massa = (2 39.10 + 32.07 + 4 16.00 )
K
2
SO
4
, = 174.27
A.C.- POLIMI 31
Composti di Coordinazione
Tutte le molecole e gli ioni con un minimo di complessit
strutturale hanno atomi legati periferici (P) e centrali (C).
Atomi C semplici (H, C, N, O):
atomi del primo periodo
numero limitato di legami
la geometria segue il modello VSEPR
rispettano la regola degli 8 elettroni
Atomi C pi complessi:
atomi dei periodi successivi (di transizione in particolare)
numero anche molto alto di legami (da 2 a 12)
geometrie complesse con fenomeni di isomeria (ancora utile il
modello VSEPR)
rispettano talvolta la regola dei 18 elettroni
P
P
P
P
P
C
C
C
C
A.C.- POLIMI 32
Composti di Coordinazione o
Complessi
La complessit di questi sistemi deriva
essenzialmente dallimplicazione di orbitali
superiori d e f.
Per descriverli si parte da una analisi
sommaria in termini di:
Natura del legame
Numero di coordinazione
Geometria di coordinazione
Catalizzatore di
Wilkinson
Cis-platino
Legami nei Composti di
Coordinazione
Accettore
Datore
S + n L a aa a [SL
n
]
M
(n-1)+
+ nL
-
a aa a [ML
n
]
La natura dei legami chimici sempre la stessa (interazione tra
atomi a seguito della condivisione di elettroni tra pi nuclei).
Nel caso dei composti di coordinazione il legame visto come
derivato da una interazione acido-base di Lewis tra un centro acido
di un substrato (S) e centri basici di anioni o molecole neutre
(leganti (L)). Il legame di tipo dativo (coppia di elettroni forniti
dalla base allacido) e lo stesso centro acido interessato da pi
legami (2-12). La formazione del complesso una sequenza di
tipici equilibri acido-base (reazioni di scambio di legante)
Nel caso in cui il centro acido sia un metallo si parla di complesso
metallico (o ione complesso se possiede cariche).
centro acido
centri basici
A.C.- POLIMI 34
Tipologie di Complessi
Al
3+
+ H
2
O a aa a [Al(H
2
O)
6
]
3+
complessi cationici
Ni
2+
+ 6 NH
3
a aa a [Ni(NH
3
)
6
]
2+

complesso neutro
Ni
2+
+ 4 NH
3
+ 2 Cl
-
a aa a [Ni(NH
3
)
4
Cl
2
]
K
K
Al(OH)
3
+ OH
-
a aa a [Al(OH)
4
]
-
complessi anionici
Funzione della carica
posseduta dallintero
aggregato
nessuna
positiva
negativa
A.C.- POLIMI 35
Numero e Geometria di
Coordinazione
Si analizza separatamente ogni atomo centrale complesso o
semplice, valutandone il numero di atomi a distanza di legame (isolati
o, a loro volta, legati con altri atomi) e la loro disposizione spaziale.
Numero di coordinazione (numero degli atomi direttamente legati
allatomo centrale)
Geometria di coordinazione (disposizione spaziale degli atomi
direttamente legati allatomo centrale e simmetria dellintorno)
Cu
2+
N
H
H
H
N
H
H
H
N
H
H
H
N
H
H
H
N coord. = 4
(4 atomi N)
Geometria coord.:
Planare quadrata
N coord. = 4
(4 atomi N)
Geometria coord.:
Planare quadrata
N coord. = 4
(3 atomi H, 1 atomo Cu)
Geometria coord.:
Tetraedrica
N coord. = 4
(3 atomi H, 1 atomo Cu)
Geometria coord.:
Tetraedrica
Complesso cationico [Cu(NH
3
)
4
]
2+
A.C.- POLIMI 36
Geometrie in Ioni Complessi Metallici
[Cu(NH
3
)
4
]
2+
planare
quadrata
+
+
[Co(NH ) Cl ]
3 4 2
+
ottaedrica
Co
Cl
Cl
H
3
N
H
3
N
NH
3
NH
3
+
Cu
2+
NH
3
NH
3
H
3
N
H
3
N
[Ag(NH
3
)
2
] lineare H
3
N Ag NH
3
Formula geometria schema legami Struttura (CPK)
A.C.- POLIMI 37
Leganti Monodentati Comuni
Molecola o ione Legante Nome nel Atomo Struttura
complesso datore
Monodentati
Acqua H
2
O Acquo O
Ammoniaca NH
3
Ammino N
Ione Bromuro Br
-
Bromo Br
Ione Cianuro SCN
-
Tiociano S
Ione Idrossido OH
-
Idrosso O
Dentatura di un Legante
E il numero di centri basici (atomi con coppie
elettroniche non condivise in grado di dare
legami sigma) che un legante in grado di
condividere con uno o pi centri acidi.
Leganti Bidentati
Etilendiammina [Etilendiammino(en)] (2 N)
NH
2
CH
2
CH
2
NH
2

Acetilacetonato [Acetilacetonato (acac)] (2O)
CH
3
COCHCOCH
3

Esadentati
EDTA
(2N e 4 O)
-
O - C- CH
2
CH
2
- C - O
-
NCH
2
CH
2
N
-
O - C- CH
2
CH
2
- C - O
-
O
O
O
O
-
A.C.- POLIMI 39
Numeri di Coordinazione 2-3
N = 2 Presente solo nei complessi D
h
lineari
di Cu(I), Ag(I), Au(I) e Hg(II)
M
L
L
L
M L L
N = 3 Piuttosto raro. Il metallo si trova al centro
di un triangolo equilatero. (Hg(II), Fe(III), Cu(II)
(trigonale planare)
[Ag(NH
3
)
2
]
[Cu(CN)
3
]
-
+
A.C.- POLIMI 40
Numero di Coordinazione 4
Non presenta isomeri
geometrici ma prevede
isomeri ottici se 4
leganti diversi
isomeri
Due alternative:
a) tetraedrico (T
d
) comune nelle config. d
5
e d
10
(Fe(III), Co(II), ecc.)
b) planare quadrato (D
4h
) tipico della config.d
8
(Ni(II), Pt(II), Cu(II)),
soggetto ad isomeria cis-trans.
M
M
cis
trans
[Cu(NH
3
)
4
]
2+
[Co(py)
2
Cl
4
]
A.C.- POLIMI 41
Numeri di Coordinazione 5
b) bipiramide trigonale (D
3h
)
M
M
Due alternative:
a) piramidale quadrata (C
4v
):
Fe(CO)
5
[Ni(CN)
5
]
3-
A.C.- POLIMI 42
Numero di Coordinazione 6
M
a) Planare trigonale prismatica
M
M
Ottaedrica
3 isomeri
(orto, meta, para)
3 isomeri
(orto, meta, para)
2 isomeri
cis e trans
Ma
4
b
2
e Ma
3
b
3
Ma
4
b
2
e Ma
3
b
3
Ma
4
b
2
e Ma
3
b
3
[Co(NH ) Cl ]
3 4 2
+
trans
verde
cis
viola
Numero di Coordinazione 7 e 8
Bipiramide
pentagonale
Prismatica
trigonale
cappata
Ottaedrica
cappata
M
M
cubica antiprisma
M
cubica dodecaedrica
Nomenclatura
Composti di Coordinazione
DENOMINAZIONE DEI LEGANTI
I. I leganti neutri hanno normalmente lo stesso nome delle molecole
neutre, con quattro eccezioni: H
2
O come legante noto come acquo,
NH
3
chiamata ammino, CO carbonile e NO nitrosile.
II. I nomi dei leganti anionici mantengono la -o finale. (Cos il carbonato
come legante si indica con carbonato).
Gli ioni alogenuro e alcuni pseudoalogenuro o anioni simili che
finiscono in uro perdono l'intero uro finale: cos F
-
fluoro Cl
-

cloro, Br
-
bromo, I
-
iodo, O
2-
osso, S
2-
tio (eccezione), OH
-

idrosso, CN
-
ciano, e O
2
2-
perosso. (Ma N
3
-
azoturo e H
-
idruro,
per non fare confusione con gli altri usi del termine azoto e idrogeno).
La -o finale non si usa con gli anioni del carbonio, che mantengono i
loro nomi in ile, cos CH
3
-
come legante chiamato solo metile, C
6
H
5
-
fenile, C
5
H
5
-
(cp) ciclopentadienile, ecc.
Pb(C
2
H
5
)
4
piombo tetraetile;
[Co(NH
3
)
4
Cl
2
]Cl cloruro di tetramminodiclorocobalto(III)
Nomenclatura Composti di Coordinazione (2)
DENOMINAZIONE DEL METALLO (ATOMO CENTRALE)
III. In un catione complesso o un composto neutro di coordinazione, il
nome del metallo (atomo centrale) non viene cambiato. Se lo ione un
anione complesso (anche gli ossoanioni), il nome del metallo cambia
nella sua forma latina e viene aggiunto il suffisso -ato.; cos un anione
complesso contenente manganese detto manganato, oro - aurato).
IV. Se il metallo (atomo centrale) ha pi di un numero di ossidazione,
questo viene messo alla fine, in numeri romani tra parentesi
(convenzione di Stock). (Convenzione alternativa di Ewens-Bassett : in
parentesi viene messa la carica netta dell'intero ione complesso in cifre
arabe). Cos, FeO
4
2-
detto ferrato(VI) (convenzione Stock) oppure
ferrato(2-) (Ewens-Bassett). Nell'organometallica dei blocchi -d, i N.O.
dell'atomo metallico possono essere insoliti quali zero o anche negativi.
V. Una regola alternativa comune nei composti organometallici dei blocchi
-p che se neutro l'atomo centrale prende il nome del suo idruro; se
cationico, le terminazioni in -ano o -ina finali del suo idruro diventano -
onio, se anionico, vale la regola 3). Cos il fosforo R
3
P si chiama fosfina,
mentre R
4
P
+
fosfonio e R
6
P
-
fosfato(1-) (Ewens-Bassett).
Nomenclatura Composti di Coordinazione (3)
ORDINE PER LA DENOMINAZIONE
VI. Se il composto complesso ionico si usa lordine anione di catione,
indipendentemente da quale lo ione complesso. (inglese ?).
VII. All'interno del nome del complesso di coordinazione, vengono
nominati i leganti per primi, poi il metallo (atomo centrale).
VIII. In uno ione complesso i leganti si elencano in ordine alfabetico.
USO DELLE PARENTESI E INDICAZIONE DEI NUMERI DI LEGANTI
IX. I nomi dei leganti neutri sono tra parentesi, tranne che per H
2
O, NH
3
,
CO e NO, che hanno nomi brevi. I nomi dei leganti anionici se lunghi
(cinque o pi sillabe) si racchiudono in parentesi, se corti no.
X. Il numero di ogni tipo di legante presente viene indicato con prefissi.
Se il nome del legante corto si aggiunge al nome i prefissi di-, tri-,
tetra-, penta-, esa- per indicare la presenza di 2, 3, 4, 5 e 6 leganti
Se il nome del legante lungo, si usano i prefissi bis-, tris-, tetrakis-,
esakis-, ecc., prima delle parentesi che racchiudono il nome del legante
(se non si usano prefissi, implicita la presenza di uno solo).
A.C.- POLIMI 47
Esempi di Nomenclatura
Na[B(C
6
H
5
)
4
] Tetrafenilborato(III) di potassio(o potassio tetrafenilborato(III))
Secondo la regola 2 il legante il fenile; secondo le regole 5, 3
e 4 l'atomo centrale viene chiamato borato(III) (convenzione di
Stock) o borato(1-) (convenzione di Ewens-Bassett). La regola
6, 7 e 10 conducono al nome finale:. (Lo stato di ossidazione si
pu omettere perch il boro ha solo N.O. = 3).
[(CH
3
)
4
P]Cl Cloruro di tetrametilfosfonio
Secondo la regola 2 il legante il metile; secondo la regola 5 il
fosforo da indicare con il termine fosfonio.
K
2
[SiF
6
] Esafluorosilicato(IV) di potassio
Secondo la regola 2 il legante dellanione complesso il
fluoro; secondo le regole 3 e 4 l'atomo centrale il silicato(IV)
o silicato(2-); secondo la regola 6 il catione K
+
si dir

potassio
A.C.- POLIMI 48
Esempi di Nomenclatura
[Pt(S
2
O
3
)(SCN)
2
(H
2
O)]
Secondo la regola 2 i leganti anionici S
2
O
3
2-
e SCN
-
sono
chiamati (tiosolfato) e (tiocianato) con le parentesi (regola 9).
Secondo la regola 1 H
2
O acquo. La sequenza alfabetica e la
presenza dei due leganti SCN
-
indicata con bis Il Pt
platino(IV) nella convenzione di Stock (regola 4).
Acquobis(tiocianato)(tiosolfato)platino(IV)
(NH
4
)
3
[Fe(CN)
6
] Esacianoferrato(III) di ammonio
Secondo la regola 2 i leganti anionici CN
-
sono chiamati ciano
senza le parentesi (regola 9) e la presenza dei sei leganti CN
-

indicata con esa. Secondo le regole 3 e 4 l'atomo centrale il
ferrato(IV) o ferrato(4-); secondo la regola 5 il catione
poliatomico NH
4
+
si dir

ammonio. Non si precisa che nel
composto si hanno 3 ioni ammonio perch una conseguenza
della carica -3 del complesso anionico ferrato.