Sei sulla pagina 1di 4

Trading Professionale - Alla scoperta dei CFD

http://www.tradingprofessionale.it/indexarticolo.php?idarea=5&idsez...

CORSI ON LINE - Trading con i CFD

Alla scoperta dei CFD

08/09/2006

- Alessandro Capuano - IG Markets I cfd un nuovo modo di operare sui mercati finanziari I CFD dall'acronimo inglese Contract for Difference (contratti per differenza) rappresentano un validissimo ed innovativo strumento di trading per operare sui mercati finanziari. Noti agli operatori istituzionali come equity swap, i cfd sono entrati a far parte del panorama delle alternative di investimento e trading al pubblico retail nei primi anni 90. Originariamente sono stati concepiti per venire incontro alle esigenze speculative degli hedge fund . Successivamente il trading su questi strumenti si diffuso anche tra il pubblico retail. Anche i gestori di fondi tradizionali, specie nei paesi anglosassoni, hanno iniziato a diversificare il portafoglio attraverso questo tipo di strumento. In particolare l'assenza dei costi di bollo ha reso molto attraenti questi strumenti. Ma cosa e' un cfd? Il cfd e' un contratto tra due parti dove l'acquirente, a fronte di un pagamento di un tasso di interesse riceve il rendimento di un attivit finanziaria sottostante mentre il venditore del contratto, a fronte dell'incasso degli interessi, si impegna a pagare il rendimento dell'attivit finanziaria sottostante.

E' bene osservare che in caso di deprezzamento del sottostante, quindi in caso di performance negativa, il venditore oltre all'incasso degli interessi avr un credito pari alla performance che ricever dal compratore. In pratica, la parte short della transazione l'operatore che punta al ribasso, il venditore riceve interessi e guadagna in caso di deprezzamento dei titoli. Altra cosa che va osservata che i cfd non hanno una scadenza il contratto, ma si conclude sempre effettuando un'operazione contraria. Tralasciando la pura definizione accademica, si comprende che un CFD un contratto derivato che replica il prezzo di un'azione, di un indice, di una valuta o di una commodities. Poich il prezzo replicato esattamente come nel sottostante, se ad esempio il titolo Telecom Italia guadagna in un dato periodo il 5% anche il corrispondente cfd Telecom Italia guadagner esattamente il 5%.
1 di 4 27/05/2010 22:15

Trading Professionale - Alla scoperta dei CFD

http://www.tradingprofessionale.it/indexarticolo.php?idarea=5&idsez...

Dal momento che i prezzi dei titoli e dei cfd sono identici possiamo definire il CFD come una particolare modalit di negoziazione, dove il trader non ha la propriet del titolo ma ne gode di tutti i rendimenti, ivi compresi i dividendi, diritti di opzione, ecc. Esempio di trading Se pensiamo che il titolo Telecom Italia sia ad un punto di svolta del trend potremmo sfruttare l'effetto leva ed utilizzare un cfd piuttosto che il semplice acquisto del titolo. Il titolo scambia 2.1625/2.1650. Vogliamo comprare 5000 titoli, quindi acquistiamo 5000 CFD Telecom Italia a 2.1650. Abbiamo quindi in portafoglio 5000 CFD che equivalgono a 5000 titoli. I broker che offrono la negoziazione di CFD possono applicare una commissione sul controvalore, oppure uno spread sul prezzo denaro/lettera. A fronte di un investimento di 10825 (2,1650 x 5000), dobbiamo versare solo una porzione del capitale (ossia il margine di garanzia) che nel caso di un titolo come Telecom Italia del 5%, quindi 541,25 (10825 x 5%) ed inserendo un stop loss e' possibile ridurre ulteriormente il margine. Supponiamo il titolo salga fino al livello di 2.2550, dove decidiamo di chiudere la posizione. Semplicemente impartiamo un'istruzione di vendere 5000 cfd Telecom italia a 2,2550. Abbiamo acquistato a 2,1650 e rivenduto a 2,2550 con un guadagno di 0,09 per titolo ed abbiamo ottenuto un profitto di 450 (5000 x 0,09). Quindi a fronte di una variazione del prezzo di 4,15% abbiamo ottenuto un profitto del 83.15%, ossia abbia moltiplicato il rendimento per 20 volte. I cfd sui titoli non hanno alcuna scadenza tantomeno roll-over, e il trader pu mantenere i cfd in portafoglio a tempo indeterminato. Trading su Indici Con i CFD non si opera sui futures ma su dei contratti che replicano l'indice. Il vantaggio di operare direttamente sull'indice e non sul futures permette una maggior semplicit nel monitorare il mercato ed evita il roll-over con eventuali costi connessi per prolungare la scadenza da un contratto ad un altro. Inoltre, sui principali indici il trading disponibile 24 ore su 24; ossia il broker offre l'opportunit di entrare ed uscire dal mercato in qualsiasi momento, consentendo una completa protezione dell'investimento. Il vero vantaggio per consiste nell'operativit con i contratti mini dove il lotto del contratto inferiore rispetto al contratto quotato in borsa. Infine con i CFD il trader pu negoziare frazioni di contratto: ad esempio possiamo acquistare 1 lotto e mezzo di DAX oppure vendere mezzo contratto mini MIB 40. Supponiamo di avere un'aspettativa di ribasso sui mercati per i prossimi giorni e vogliamo approfittare di una caduta dei prezzi. L'indice SP MIB 40 vale 37360 ed il CFD MIB 40 quota 37354 37366. Decidiamo di operare sul contratto mini. Il contratto mini MIB 40 identico a quello quotato in borsa dove ogni punto indice
2 di 4 27/05/2010 22:15

Trading Professionale - Alla scoperta dei CFD

http://www.tradingprofessionale.it/indexarticolo.php?idarea=5&idsez...

vale 1. Supponiamo di voler avere un'esposizione molto ridotta e vendiamo mezzo lotto mini a 37366. La nostra aspettativa si realizza e poche ore dopo l'indice MIB 40 scende fino al livello di 37200. Il corrispondente CFD quota 37194 37206. Lo ricompriamo a 37206 effettuando un profitto di 148 punti ossia 148, ma poich noi abbiamo venduto solo mezzo contatto il nostro profitto sara' 74 (148 x 0,50). Ogni contratto mini MIB necessita di un deposito di 1500 anche in overnight. Questo ben inferiore ai margini di garanzia richiesti dalla cassa di compensazione e garanzia (che si aggirano intorno al 7,75% ossia 2875). Inoltre, con i cfd possiamo ridurre ulteriormente la richiesta di margine con l'inserimento di uno stop loss. Teoricamente, inserendolo, possiamo aprire una posizione sul mini MIB con una richiesta di marigne di soli 150. Ma come si negoziano i cfd? Alcune borse hanno iniziato a quotare i CFD, ma al momento l'offerta limitata a pochi titoli ed indici. La maggior parte dei volumi si concentra sui circuiti di negoziazione gestiti dai broker dove i clienti visualizzano i prezzi dei titoli che poi negoziano in "modalit" cfd. In pratica il cliente impartisce l'istruzione al broker e questo acquista/vende il titolo per conto del cliente. I titoli vengono tenuti nel portafoglio dal broker come copertura del contratto CFD che ha venduto al cliente. Il tutto avviene istantaneamente per via elettronica ed in tempo reale. Un acquisto ed una vendita di cfd si effettua cos come un semplice acquisto di titoli in borsa. Quello che muta il rapporto giuridico dove il cliente alla fine della transazione non possiede i titoli, o il future o la commodity, ma ha un CFD. Nell'esempio telecom la transazione potrebbe essere riassunta nel seguente schema:

Perch operare con i cfd? Operare con i cfd consente di lavorare con una serie di semplificazioni e vantaggi che gli strumenti tradizionali non riescono a garantire. Vantaggi principali cfd azionari: Leva che parte da 20 e pu arrivare oltre 40 con l'inserimento di stop loss Marginazione multiday a tassi convenienti rispetto ai tassi applicati al normale trading azionario in marginazione Short overnight in leva da 20 a 40 Zero costi per il prestito titoli, la vendita di cfd allo scoperto non richiede il
3 di 4 27/05/2010 22:15

Trading Professionale - Alla scoperta dei CFD

http://www.tradingprofessionale.it/indexarticolo.php?idarea=5&idsez...

prestito titoli Incasso interessi sullo short overnight Stop loss grantiti Trading con i futures Margini intraday ed overnight inferiori a quelli delle casse di compensazione e garanzia Contratti mini per operare con lotti non standardizzati Operativit sull'indice di borsa Indici quotati h24 Stop loss garantiti Tutti gli articoli di Alessandro Capuano - IG Markets

Parole chiave Effetto leva Margine Sottostante Stop loss

Disclaimer Tutte le osservazioni, le considerazioni e il materiale presentato sono forniti a puro scopo didattico e non devono essere intesi in alcun modo come consigli operativi di investimento n come sollecitazione alla raccolta di pubblico risparmio. L'attivit speculativa comporta notevoli rischi economici e chiunque la svolga lo fa sotto la propria ed esclusiva responsabilit. L'autore declina ogni responsabilit circa danni diretti o indiretti derivanti da decisioni di investimento prese dal lettore. L'autore non si assume inoltre alcuna responsabilit nel garantire che i risultati presentati - reali o simulati - possano costituire performance future.

TradingProfessionale.it ed il suo contenuto sono di esclusiva propriet di Trading Library srl. E' vietata la riproduzione anche parziale di qualsiasi parte del sito senza autorizzazione compresa la grafica e il layout. Prima della consultazione del sito leggere il disclaimer.

4 di 4

27/05/2010 22:15