Sei sulla pagina 1di 74

Il Vangelo del Padre

Malachia introduce la tematica principale di questo studio sulla figura di Dio Padre nella Bibbia e pi in particolare nel Vangelo. Malachia ci parla di Dio come l'Eterno degli eserciti il quale si rivela a noi e ci dice che nel futuro il suo nome sar grande fra le na!ioni di tutta la terra e che in ogni luogo a "ui si offriranno le preghiere e la vita stessa# con lo stesso significato dell'offerta di incenso $sar offerto %incenso& al mio nome'. Viene detto altres( che all'Eterno verr presentata un'offerta pura $oblazione pura' la quale ci rimanda all'offerta simbolica presente in Genesi 14:18) ripresa poi in Salmi 110:4) Ebrei 5:6-10) Ebrei 6:20) ed Ebrei 7:1-21. *ui infatti il +e di ,alem# Melchi!ede- offre %pane e vino& ad .braamo come il segno di una nuova allean!a non pi basa-/-

ta sui sacrifici cruenti ma sugli elementi della natura# un'offerta simbolica che ci deriva direttamente dal ,acerdote del Dio .ltissimo. 0on questa attesta!ione di Malachia $che Dio il Pa re i !u!!i' si apre uno dei capitoli se non il pi importante per ci1 che attiene il concetto di %Padre& sviluppato in seguito dal Vangelo. Malachia 1:11 Poich2 dal sol levante fino al ponente sar grande il mio nome fra le na!ioni e in ogni luogo sar offerto incenso al mio nome e un'obla!ione pura# perch2 il mio nome sar grande fra le na!ioni3# dice l'Eterno degli eserciti. 4saia conferma le parole di Malachia attraverso il messaggio dei %nuo"i cieli e nuo"a !erra& dove ogni ricordo passato viene cancellato dalla gioia di abitare accanto a Dio.
-5-

Isaia 65:17-19 Poich2# ecco# io creo nuo"i cieli e una nuo"a !erra) non ci si ricorder pi delle cose di prima) esse non torneranno pi in memoria. 6ioite# s(# esultate in eterno per quanto io sto per creare) poich2# ecco# io creo 6erusalemme per il gaudio# e il suo popolo per la gioia. 4o esulter1 a motivo di 6erusalemme e gioir1 del mio popolo) l non si udranno pi voci di pianto n2 grida d'angoscia) Isaia 66:22 74nfatti# come i nuovi cieli e la nuova terra che io sto per creare rimarranno stabili davanti a me3# dice il ,4689+E# 7cos( dureranno la vostra discenden!a e il vostro nome. Isaia 45:6 perch2 da oriente a occidente si riconosca che non
-:-

c'; altro Dio fuori di me. 4o sono il ,4689+E# e non ce n'; alcun altro. Isaia 60:6 <na moltitudine di cammelli ti coprir # dromedari di Madian e di Efa) quelli di ,eba verranno tutti# portando oro e incenso# e proclamando le lodi del ,4689+E. Isaia 66:18 74o conosco le loro opere e i loro pensieri) il tempo ; giunto per raccogliere tutte le na!ioni e tutte le lingue) esse verranno e vedranno la mia gloria. Geremia 10:6-7 #on c$ nessuno pari a !e% S&G#'(E) tu sei grande# e grande in poten!a ; il tuo nome. 0hi non ti temerebbe# re delle na!ioni= Poich2 questo ti ; dovuto) poich2 fra tutti i saggi delle na!ioni e in tutti i loro regni non c'; nessuno pari a te.
->-

8ell'ultimo libro del Vangelo# la +ivela!ione# si parla della citt santa la nuova 6erusalemme e di come Dio %!er)er* o)ni lacrima&# e far scomparire %la morte# il lutto# il lamento e l'affanno& A ocalisse 21:1-4 Vidi poi un nuovo cielo e una nuova terra# perch2 il cielo e la terra di prima erano scomparsi e il mare non c'era pi. Vidi anche la citt santa# la nuova 6erusalemme# scendere dal cielo# da Dio# pronta come una sposa adorna per il suo sposo. <dii allora una voce potente che usciva dal trono? 7Ecco la dimora di Dio con gli uomini@ Egli dimorer tra di loro ed essi saranno suo popolo ed egli sar il ADio-con-loroA. E terger ogni lacrima dai loro occhi) non ci sar pi la morte# n2 lutto# n2 lamento# n2 affanno# perch2 le cose di prima sono passate3.
-B-

4l narratore ci parla oltre che della mo ali!* con cui Dio si prender cura degli uomini anche del luo)o in questo avverr cercando di descrivere una dimora in cui sia il cielo che la terra non saranno pi quelli di una volta# come a voler indicare delle diverse coordinate geografiche $ % il cielo e la !erra i prima erano scomparsi&' insieme ad una diversa tipologia planetaria $%.. e il mare non c$era pi+&'. *uesto particolare sopra descritto viene anche riconfermato da 6iovanni al capitolo > dove si parla dell'adora!ione del Padre. Gio!anni 4:21-24 6es le disse? 7Donna# credimi) l'ora viene che n, su -ues!o mon!e n, a Gerusalemme a orere!e il Pa re. Voi adorate quel che non conoscete) noi adoriamo
-C-

quel che conosciamo# perch2 la salve!!a viene dai 6iudei. Ma l'ora viene# an!i ; gi venuta# che i "eri a ora!ori a oreranno il Pa re in spiri!o e "eri!*# perch2 tali sono gli adoratori che il Padre richiede. Dio ; ,pirito) e quelli che l'adorano# bisogna che l'adorino in spirito e verit 3. 4nfatti ci viene detto che %che n2 su questo monte n2 a 6erusalemme adorerete il Padre& come a voler intendere che si tratti di un luogo .uori al nos!ro piane!a $come gi visto in preceden!a'. 8on solo# si fa riferimento anche alla tipologia di adora!ione % i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verit &. .bbiamo scoperto quindi che in un luogo e in un tempo futuro le modalit di adora!ione saranno assai diverse rispetto ai tempi in cui questi scritti vennero divulgati. 0osa potrebbe significare essere %adoratori in spi-D-

rito e verit &= . questo ci risponde Gio"anni al capitolo 14:1517 dove si parla della promessa dello ,pirito ,anto? &7,e voi mi amate# osserverete i miei coman amen!i) io pregher1 il Padre# ed Egli vi dar un altro consolatore# perch2 stia con voi per sempre# lo ,pirito della verit # che il mondo non pu1 ricevere perch2 non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete# perch2 dimora con voi# e sar in voi.& 0i viene detto di osservare i suoi comandamenti# i comandamenti che 6es ha dato# e allora leggiamo Giovanni 13:34 %4o vi do un nuovo comandamento? c/e "i amia!e )li uni )li al!ri. 0ome io vi ho amati# anche voi amatevi gli uni gli altri.& .nche da Gala!i al capitolo 5:14 viene ripreso
-E-

questo passo? %Futta la legge infatti si adempie in questa unica parola? 70ma il !uo prossimo come !e s!esso 3.& 4n forma pi completa ecco quello che ci dice Matteo al capitolo 22:36-40 7Maestro# qual ;# nella legge# il gran comandamento=3 6es gli disse? 7A0ma il Si)nore Dio !uo con !u!!o il !uo cuore% con !u!!a la !ua anima e con !u!!a la !ua men!eA.*uesto ; il grande e il primo comandamento. 4l secondo# simile a questo# ;? A.ma il tuo prossimo come te stessoA. Da -ues!i ue coman amen!i ipen ono !u!!a la le))e e i pro.e!i3.& Per adorare il Padre in %spirito e verit & c'; per1 bisogno di una %rinascita&# cos( come spiegato in Giovanni al capitolo 3:1-7 %0'era tra i farisei un uomo chiamato 8icod;mo#
-G-

un capo dei 6iudei. Egli and1 da 6es# di notte# e gli disse? 7+abb(# sappiamo che sei un maestro venuto da Dio) nessuno infatti pu1 fare i segni che tu fai# se Dio non ; con lui3. 6li rispose 6es? 7 &n "eri!*% in "eri!* !i ico% se uno non rinasce all$al!o% non pu1 "e ere il re)no i Dio3. 6li disse 8icod;mo? 70ome pu1 un uomo nascere quando ; vecchio= Pu1 forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere=3. 6li rispose 6es? 74n verit # in verit ti dico# se uno non nasce a ac-ua e a Spiri!o# non pu1 entrare nel regno di Dio. *uel che ; nato dalla carne ; carne e quel che ; nato dallo ,pirito ; ,pirito.& 8on ti meravigliare se t'ho detto? dovete rinascere dall'alto. 4l vento soffia dove vuole e ne senti la voce# ma non sai di dove viene e dove va? cos( ; di chiunque ; nato dallo ,pirito3. 0i viene fornita anche una descri!ione di chi ;
- /H -

nato dalla ,pirito# in particolare ci viene detto che costoro nati dalla ,pirito sono liberi i an are $so..iare' dove vogliono e di loro si ascol!er* la "oce $come el "en!o si o e il suono ' ma sar impossibile stabilire la loro origine e la loro destina!ione. 0ome a dire c/e res!eranno nell$anonima!o !ranne c/e per la loro "oce o 2parola3% la -uale "err* u i!a a !u!!i.

Il "a##esimo in $ iri#o
8el Vangelo troviamo ue !ipolo)ie i 4a!!esimo# quello che proviene dagli uomini e quello che proviene da Dio?

Marco 11:%0 4l battesimo di 6iovanni veniva dal cielo o dagli uomini= +ispondetemi3.
- // -

.ll'ini!io di Marco viene indicata nella figura di 6es colui che batte!!er Marco 1:8 4o vi ho batte!!ati con acqua# ma egli vi batte!!er con lo ,pirito ,anto3. 4n 6iovanni viene spiegata la procedura attraverso la quale si riceve il dono dello ,pirito e quindi il Battesimo. Gio!anni 14:15-29 7,e voi mi amate# osserverete i miei comandamenti) e io pregher1 il Padre# ed Egli vi dar un altro consolatore# perch2 stia con voi per sempre# lo Spiri!o ella "eri!*# che il mondo non pu1 ricevere perch2 non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete# perch2 dimora con voi# e sar in voi. 8on vi lascer1 orfani) torner1 da voi. .ncora un po'# e il mondo non mi vedr pi) ma voi mi vedre- /5 -

in ,pirito ,anto?

te# perch2 io vivo e voi vivrete. 4n quel giorno conoscerete che io sono nel Padre mio# e voi in me e io in voi. 0hi ha i miei comandamenti e li osserva# quello mi ama) e chi mi ama sar amato dal Padre mio# e io lo amer1 e mi manifester1 a lui3. 6iuda $non l'4scariota' gli domand1? 7,ignore# come mai ti manifesterai a noi e non al mondo=3 6es gli rispose? 7,e uno mi ama# osserver la mia parola) e il Padre mio l'amer # e noi verremo da lui e dimoreremo presso di lui. 0hi non mi ama non osserva le mie parole) e la parola che voi udite non ; mia# ma ; del Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose# stando ancora con voi) ma il 0onsolatore# lo ,pirito ,anto# che il Padre mander nel mio nome# vi insegner ogni cosa e vi ricorder tutto quello che vi ho detto. Vi lascio pace) vi do la mia pace. 4o non vi do come il mondo d . 4l vostro cuore non sia turbato e non si sgomenti. .vete udi- /: -

to che vi ho detto? A4o me ne vado# e torno da voiA) se voi mi amaste# vi rallegrereste che io vada al Padre# perch2 il Padre ; maggiore di me. 9ra ve l'ho detto prima che avvenga# affinch2# quando sar avvenuto# crediate. Per rice"ere il 4a!!esimo necessario amare Ges+ e un-ue

osser"are i suoi coman amen!i

$come visto in preceden!a in 5a!!eo 22:66-40' e come pronta risposta a queste due a!ioni il Padre ci amer . 8on solo# anche 6es ci ama e ci viene detto che si manifester a noi. 4n seguito viene ripreso per la ter!a volta lo stesso passo con l'aggiunta finale? % e noi "erremo a lui e imoreremo presso i lui&# come a voler significare l&e''e##o del 4a!!esimo in Spiri!o. "o ,pirito ,anto viene anche chiamato con il termine %il 7onsola!ore& e ciascuno sapr che lo ha ricevuto nel momento in
- /> -

cui capir il significato del peccato# della giusti!ia e del giudi!io. Gio!anni 16:5-8 7Ma ora vado a colui che mi ha mandato) e nessuno di voi mi domanda? ADove vai=A 4nvece# perch2 vi ho detto queste cose# la triste!!a vi ha riempito il cuore. Eppure# io vi dico la verit ? ; utile per voi che io me ne vada) perch2# se non me ne vado# non verr a voi il 0onsolatore) ma se me ne vado# io ve lo mander1. *uando sar venuto# convincer il mondo quanto al peccato# alla giusti!ia e al giudi!io. 4n 6iovanni D si spiega quando avverr che % .iumi $ac-ua "i"a s)or)/eranno al suo seno &# ci1 avverr nel momento dello spargimento dello Spiri!o sulla 8erra.
- /B -

Gio!anni 7:%7-%9 8ell'ultimo giorno# il giorno pi solenne della festa# 6es stando in piedi esclam1? 7Se -ualcuno /a se!e% "en)a a me e be"a . 0hi crede in me# come ha detto la ,crittura# fiumi d'acqua viva sgorgheranno dal suo seno3. Disse questo dello ,pirito# che dovevano ricevere quelli che avrebbero creduto in lui) lo ,pirito# infatti# non era ancora stato dato# perch2 6es non era ancora glorificato. Ed ecco le due scene che identificano attraverso luoghi e date # la discesa dello ,pirito ,anto? A##i 2:2-4 4mprovvisamente si fece dal cielo un suono come di vento impetuoso che soffia# e riemp( tutta la casa dov'essi erano seduti. .pparvero loro delle lingue come di fuoco che si dividevano e se ne
- /C -

pos1 una su ciascuno di loro. Futti furono riempiti di ,pirito ,anto e cominciarono a parlare in altre lingue# come lo ,pirito dava loro di esprimersi. Gio!anni 20:19-2% "a sera di quello stesso giorno# che era il primo della settimana# mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei 6iudei# 6es venne e si present1 in me!!o a loro# e disse? 7Pace a voi@3 E# detto questo# mostr1 loro le mani e il costato. 4 discepoli dunque# veduto il ,ignore# si rallegrarono. .llora 6es disse loro di nuovo? 7Pace a voi@ 0ome il Padre mi ha mandato# anch'io mando voi3. Detto questo# soffi1 su di loro e disse? 7+icevete lo ,pirito ,anto. . chi perdonerete i peccati# saranno perdonati) a chi li riterrete# saranno ritenuti3.

- /D -

(ella )asa del Padre


. /5 anni 6es viene ritrovato al Fempio a pregare ed a fare domande ai dottori della legge# nella versione %+iveduta& del Vangelo di "uca troviamo questa espressione? *+ca 2:49 Ed egli disse loro? Perch2 mi cercavate= 8on sapevate c/$io o"ea !ro"armi nella casa el Pa re mio= 8ella versione %8uova Diodati& invece ; scritto leggermente diverso? *+ca 2:49 Ma egli disse loro? 7Perch2 mi cercavate= 8on sapevate che io e"o occuparmi elle cose el Pa re mio=3.
- /E -

,e volessimo comprendete entrambe le tradu!ioni e completarle a vicenda si capirebbe che attraverso il l+ogo $il !empio' e il mo#i!o $%le cose&' 6es intende trasmettere il concetto di % essere una cosa sola& con suo Padre e come tale %a!!en ere& agli affari del +egno di Dio. 6i con questo primo episodio viene tracciato un percorso o leitmotiv che poi sar sviluppato attraverso l'esempio di vita di 6es e il vero messaggio che si sfor!1 di trasmettere.

I !eri 'igli del Padre


4n Giovanni 8:34-58 troviamo un interessante passaggio che ci mette in guardia nella tematica del Padre e che in quanto a paternit ci fa capire che nell'uomo potrebbero esistere ue i"erse na!ure# l'una che riconosce il Padre attraverso lo ,pirito e l'altra pi materiale che invece si riconosce nelle
- /G -

%cose di questo mondo& e in quanto tale ha %il diavolo& come padre. 6i Matteo scriveva? Ma##eo 7,21 8on chiunque mi dice? Si)nore% Si)nore# entrer nel regno dei cieli# ma colui che fa la volont del Padre mio che ; nei cieli. "eggiamo ora 6iovanni? Gio!anni 8:%4-58 6es rispose loro? 74n verit # in verit vi dico che c/i comme!!e il pecca!o sc/ia"o el pecca!o . 9ra lo schiavo non dimora per sempre nella casa? il figlio vi dimora per sempre. ,e dunque il Iiglio vi far liberi# sarete veramente liberi. ,o che siete discendenti d'.braamo) ma cercate di uccidermi# perch2 la mia parola non pene!ra in "oi . 4o dico quel che ho visto presso il Padre mio) e voi pure fate le cose che avete udite dal padre vostro3.Essi
- 5H -

gli risposero? 78ostro padre ; .braamo3. 6es disse loro? 7,e foste figli di .braamo# fareste le opere di .braamo) ma ora cercate di uccidermi# perch2 vi ho detto la verit che ho udita da Dio) .braamo non fece cos(. Voi fate le opere del padre vostro3. Essi gli dissero? 78oi non siamo nati da fornica!ione) abbiamo un solo Padre? Dio3. 6es disse loro? 7,e Dio fosse vostro Padre# mi amereste# perch2 io sono proceduto e vengo da Dio) infatti io non sono venuto da me# ma ; lui che mi ha mandato. Perch2 non comprendete il mio parlare= Perch2 non potete dare ascolto alla mia parola. Voi siete figli del diavolo# che ; vostro padre# e volete fare i desideri del padre vostro. E)li s!a!o omici a .in al principio e non si a!!enu!o alla "eri!*% perc/, non c$ "eri!* in lui9 *uando dice il falso# parla di quel che ; suo perch2 ; bugiardo e padre della men!ogna. . me# perch2 io
- 5/ -

dico la verit # voi non credete. 0hi di voi mi convince di peccato= ,e dico la verit # perch2 non mi credete= 7/i a Dio ascol!a le parole i Dio . Per questo voi non le ascoltate) perc/, non sie!e a Dio3. 4 6iudei gli risposero? 78on diciamo noi con ragione che sei un ,amaritano e che hai un demonio=3 6es replic1? 74o non ho un demonio# ma onoro il Padre mio e voi mi disonorate. 4o non cerco la mia gloria) v'; uno che la cerca e che giudica. &n "eri!*% in "eri!* "i ico c/e se uno osser"a la mia parola% non "e r* mai la mor!e3. 4 6iudei gli dissero? 79ra sappiamo che tu hai un demonio. .braamo e i profeti sono morti# e tu dici? A,e uno osserva la mia parola# non guster mai la morteA. ,ei tu forse maggiore del padre nostro .braamo il quale ; morto= .nche i profeti sono morti) chi pretendi di essere=3 6es rispose? 7,e io glorifico me stesso# la mia gloria ; nulla) chi mi
- 55 -

glorifica ; il Padre mio# che voi dite? AJ nostro Dio@A e non l'avete conosciuto) ma io lo conosco# e se dicessi di non conoscerlo# sarei un bugiardo come voi) ma io lo conosco e osservo la sua parola. .braamo# vostro padre# ha gioito nell'attesa di vedere il mio giorno) e l'ha visto# e se n'; rallegrato3. 4 6iudei gli dissero? 7Fu non hai ancora cinquant'anni e hai visto .braamo=3 6es disse loro? 74n verit # in verit vi dico? prima che .braamo fosse nato# io sono3. 4 messaggi che ci arrivano da questi versetti sono molteplici ma quello che sembra essere al centro della tematica trattata riguarda la schiavit del $e dal' peccato. & :i)li i Dio non sono pi+ ;o non sono mai s!a!i< sc/ia"i el pecca!o9

(ess+no !iene a me se non - man- 5: -

da#o dal Padre


Gio!anni 6:25-46 Frovatolo di l dal mare# gli dissero? 7+abb(# quando sei giunto qui=36es rispose loro? 74n verit # in verit vi dico che voi mi cercate# non perch2 avete visto dei segni miracolosi# ma perch2 avete mangiato dei pani e siete stati sa!iati. .doperatevi non per il cibo che perisce# ma per il cibo che dura in vita eterna e che il Iiglio dell'uomo vi dar ) poich2 su di lui il Padre# cio; Dio# ha apposto il proprio sigillo3. Essi dunque gli dissero? 70he dobbiamo fare per compiere le opere di Dio=3 6es rispose loro? 7*uesta ; l'opera di Dio? che crediate in colui che egli ha mandato3. .llora essi gli dissero? 7*uale segno miracoloso fai# dunque# perch2 lo vediamo e ti crediamo= 0he operi= 4 nostri padri mangiarono la manna nel deserto# come ;
- 5> -

scritto?AEgli diede loro da mangiare del pane venuto dal cieloA3. 6es disse loro? 74n verit # in verit vi dico che non Mos; vi ha dato il pane che viene dal cielo# ma il Padre mio vi d il vero pane che viene dal cielo. Poich2 il pane di Dio ; quello che scende dal cielo# e d vita al mondo3. Essi quindi gli dissero? 7,ignore# dacci sempre di questo pane3. 6es disse loro? 74o sono il pane della vita) chi viene a me non avr pi fame e chi crede in me non avr mai pi sete. Ma io ve l'ho detto? AVoi mi avete visto# eppure non credete@A8u!!i -uelli c/e il Pa re mi * "erranno a me) e colui che viene a me# non lo caccer1 fuori) perch2 sono disceso dal cielo non per fare la mia volont # ma la volont di colui che mi ha mandato. *uesta ; la volont di colui che mi ha mandato? c/e io non per a nessuno i -uelli c/e e)li mi /a a!i# ma che li risusciti nell'ultimo giorno. Poich2
- 5B -

questa ; la volont del Padre mio? che chiunque contempla il Iiglio e crede in lui# abbia vita eterna) e io lo risusciter1 nell'ultimo giorno3. Perci1 i 6iudei mormoravano di lui perch2 aveva detto? 74o sono il pane che ; disceso dal cielo3. Dicevano? 78on ; costui 6es# il figlio di 6iuseppe# del quale conosciamo il padre e la madre= 0ome mai ora dice? A4o sono disceso dal cieloA=3 6es rispose loro? 78on mormorate tra di voi. #essuno pu1 "enire a me se non lo a!!ira il Pa re% c/e mi /a man a!o= e io lo risusci!er1 nell$ul!imo )iorno9 > scri!!o nei pro.e!i:?Saranno !u!!i is!rui!i a Dio?97/iun-ue /a u i!o il Pa re e /a impara!o a lui% "iene a me9 Perc/, nessuno /a "is!o il Pa re% se non colui c/e a Dio= e)li /a "is!o il Pa re9 4n questa tematica del Apane ella "i!aA ; interessante notare una espressione che fa chiare!!a sulla individua!ione dei veri figli di Dio# viene detto che
- 5C -

Atutti quelli che il Padre mi da# verranno a meA. 0on questa espressione si chiarisce una volta per tutti l'origine o predestina!ione di coloro che a volte vengono chiamati AelettiA. *uindi chi crede nel Iiglio di Dio ha la vita eterna ma questo credere gli $o ci' deriva in prima istan!a sempre dal Padre# infatti nei versetti 44@46 viene riproposta la stessa frase e ampliata? A#essuno pu1 "enire a me se non lo a!!ira il Pa re% c/e mi /a man a!o= e io lo risusci!er1 nell$ul!imo )iorno9> scri!!o nei pro.e!i:?Saranno !u!!i is!rui!i a Dio?97/iun-ue /a u i!o il Pa re e /a impara!o a lui% "iene a me9 Perc/, nessuno /a "is!o il Pa re% se non colui c/e a Dio= e)li /a "is!o il Pa re.A Gio!anni 1:18 #essuno /a mai "is!o Dio) l'unigenito Dio# che ; nel seno del Padre# ; quello che l'ha fatto conosce- 5D -

re. 0i viene detto in 6iovanni che Dio non ; stato mai visto da nessuno e questo ci fa capire che ; fuori da ogni dubbio che Dio sia apparso %ad occhio umano&# solo il %:i)lio Anico& $l$Ani)eni!o' l'ha fatto conoscere a c/i /a "olu!o e "uole conoscerlo. 1Gio!anni 1:1-% Buel c/e era al principio# quel che abbiamo udito# quel che abbiamo visto con i nostri occhi# quel che abbiamo contemplato e che le nostre mani hanno toccato della parola della vita $poich2 la vita ; stata manifestata e noi l'abbiamo vista e ne rendiamo testimonian!a# e vi annun!iamo la vita eterna che era presso il Padre e che ci fu manifestata'# quel che abbiamo visto e udito# noi lo annun!iamo anche a voi# perch2 voi pure siate in comunione con noi) e la nostra comunione ; con il Padre e con
- 5E -

il Iiglio suo# 6es 0risto. Ca parola ella "i!a ;-uel Co)os c/e /a crea!o al nulla< si mani.es!a!a nella carne9 #ella & Ce!!era i Gio"anni "iene riba i!o il conce!!o el :i)lio come il 7rea!ore ella ma!eria9 0nc/e in 7olossesi ci "iene con.erma!o c/e il :i)lio il Co)os% l$imma)ine el Dio in"isibile% primo)eni!o i o)ni crea!ura e 7rea!ore i !u!!e le cose9 )olossesi 1:15-17 Egli ; l'imma)ine del Dio invisibile# il primo)eni!o di ogni creatura) poich2 in lui sono s!a!e crea!e !u!!e le cose che sono nei cieli e sulla !erra# le "isibili e le in"isibili? troni# signorie# principati# poten!e) tutte le cose sono state create per me!!o di lui e in vista di lui. Egli ; prima di ogni cosa e tutte le cose sussistono in lui. Altri passi elle Scri!!ure o"e ci "iene in ica!o
- 5G -

c/e il Figlio ad mmagine del !adre9 Gio!anni %:%4-%6 Perch2 colui che Dio ha mandato dice le parole di Dio) Dio infatti non d lo ,pirito con misura. 4l Padre ama il Iiglio# e gli ha dato ogni cosa in mano. 7/i cre e nel :i)lio /a "i!a e!erna # chi invece rifiuta di credere al Iiglio non vedr la vita# ma l'ira di Dio rimane su di lui3.

Gio!anni 6:62-65 E che sarebbe se vedeste il Iiglio dell'uomo ascendere dov'era prima=J lo ,pirito che vivifica) la carne non ; di alcuna utilit ) le parole che vi ho dette sono spirito e vita. Ma tra di voi ci sono alcuni che non credono3. 6es sapeva infatti fin dal principio chi erano quelli che non credevano# e chi
- :H -

era colui che lo avrebbe tradito. E diceva? 7 Per -ues!o "i /o e!!o c/e nessuno pu1 "enire a me% se non )li a!o al Pa re3. Gio!anni 8:16-19 Ges+% la luce el mon o .nche se giudico# il mio giudi!io ; veritiero# perch2 non sono solo# ma sono io con il Pa re c/e mi /a man a!o. D'altronde nella vostra legge ; scritto che la testimonian!a di due uomini ; vera. 9r sono io a testimoniare di me stesso# e anche il Padre che mi ha mandato testimonia di me3. Essi perci1 gli dissero? 7Dov'; tuo Padre=3 6es rispose? 7Voi non conoscete n2 me n2 il Padre mio) se conosceste me# conoscereste anche il Padre mio3.

Gio!anni 8:26-29
- :/ -

Ko molte cose da dire e da giudicare sul conto vostro) ma colui che mi ha mandato ; veritiero# e le cose c/e /o u i!e a lui% le ico al mon o 3. Essi non capirono che egli parlava loro del Padre. 6es dunque disse loro? 7Buan o a"re!e innalza!o il :i)lio ell$uomo% allora conoscere!e c/e io sono% e c/e non .accio nulla a me% ma ico -ues!e cose come il Pa re mi /a inse)na!o. E colui che mi ha mandato ; con me) egli non mi ha lasciato solo# perch2 faccio sempre le cose che gli piacciono3. Gio!anni 5:%6-%7 Ma io ho una testimonian!a maggiore di quella di 6iovanni) perch2 le opere c/e il Pa re mi /a a!e a compiere# quelle stesse opere che faccio# !es!imoniano i me che il Padre mi ha mandato. &l Pa re c/e mi /a man a!o% e)li s!esso /a reso !es!imonianza i me. "a sua voce# voi non l'avete
- :5 -

mai udita) il suo volto# non l'avete mai visto. Si riba isce ul!eriormen!e c/e Dio non pu1 essere n, "is!o n, u i!o9 Gio!anni 12:46-50 4o sono venuto come luce nel mondo# affinch2 c/iun-ue cre e in me non riman)a nelle !enebre . ,e uno ode le mie parole e non le osserva# io non lo giudico) perch2 io non sono venuto a giudicare il mondo# ma a salvare il mondo. 0hi mi respinge e non riceve le mie parole# ha chi lo giudica) la parola c/e /o annuncia!a -uella c/e lo )iu ic/er* nell$ul!imo )iorno. Perch2 io non ho parlato di mio) ma il Pa re% c/e mi /a man a!o% mi /a coman a!o lui quello che devo dire e di cui devo parlare) e so che il suo comandamento ; vita eterna. "e cose dunque che io dico# le ico cosD come il Pa re me le /a e!!e3.

- :: -

Gio!anni 14:9-11 6es gli disse? 7Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto# Iilippo= 7/i /a "is!o me% /a "is!o il Pa re) come mai tu dici? AMostraci il PadreA= 8on credi tu che io sono nel Padre e che il Padre ; in me= "e parole che io vi dico# non le dico di mio) ma il Padre che dimora in me# fa le opere sue. 7re e!emi: io sono nel Pa re e il Pa re in me) se no# credete a causa di quelle opere stesse. Gio!anni 14:6 6es gli disse? 74o sono la via# la verit e la vita) nessuno "iene al Pa re se non per mezzo i me.

$+lla condo##a da #enere


?a imma)ine i nos!ro Pa re c/e nei cieli? Ma##eo 5:1%-16 &l sale ella !erra= la luce el mon o
- :> -

7Voi siete il sale della terra) ma# se il sale diventa insipido# con che lo si saler = 8on ; pi buono a nulla se non a essere gettato via e calpestato dagli uomini. Voi siete la luce del mondo. <na citt posta sopra un monte non pu1 rimanere nascosta# e non si accende una lampada per metterla sotto un recipiente) an!i la si mette sul candeliere ed essa fa luce a tutti quelli che sono in casa. 7osD risplen a la "os!ra luce a"an!i a)li uomini% a..inc/, "e ano le "os!re buone opere e )lori.ic/ino il Pa re "os!ro c/e nei cieli9 Ma##eo 5:4%-45 Voi avete udito che fu detto? A.ma il tuo prossimo e odia il tuo nemicoA.Ma io vi dico? ama!e i "os!ri nemici e pre)a!e per -uelli c/e "i perse)ui!ano% a..inc/, sia!e .i)li el Pa re "os!ro c/e nei cieli ) poich2 egli fa levare il suo sole sopra i malvagi e
- :B -

sopra i buoni# e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. *+ca 6:%5-%6 Ma amate i vostri nemici# fate del bene# prestate sen!a sperarne nulla e il vostro premio sar grande e sare!e .i)li ell$0l!issimo) poich2 egli ; buono verso gli ingrati e i malvagi. ,iate misericordiosi come ; misericordioso il Padre vostro. Ma##eo 6:1-15 0ondanna del formalismo religioso 76uardatevi dal praticare la vostra giusti!ia davanti agli uomini# per essere osservati da loro) altrimenti non ne avrete premio presso il Padre vostro che ; nei cieli. *uando dunque fai l'elemosina# non far sonare la tromba davanti a te# come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade# per essere onorati dagli uomini. 4o vi dico in verit che que- :C -

sto ; il premio che ne hanno. Ma quando tu fai l'elemosina# non sappia la tua sinistra quel che fa la destra# affinch2 la tua elemosina sia fatta in segreto) e il Pa re !uo% c/e "e e nel se)re!o% !e ne ar* la ricompensa.

.g+aglian/a con il Padre


Gio!anni 5:17-45 Ges+ ic/iara la sua u)ua)lianza con il Pa re 6es rispose loro? 74l Padre mio opera fino ad ora# e anch'io opero3. Per questo i 6iudei pi che mai cercavano d'ucciderlo) perch2 non soltanto violava il sabato# ma chiamava Dio suo Padre# facendosi uguale a Dio. 6es quindi rispose e disse loro? 74n verit # in verit vi dico che il :i)lio non pu1 a se s!esso .ar cosa alcuna% se non la "e e .are al Pare) perch2 le cose che il Padre fa# anche il Iiglio le fa ugualmente. Perch2 il Padre ama il Iiglio# e
- :D -

gli mostra tutto quello che egli fa) e gli mostrer opere maggiori di queste# affinch2 ne restiate meravigliati. 4nfatti# come il Padre risuscita i morti e li vivifica# cos( anche il Iiglio vivifica chi vuole. 4noltre# il Padre non giudica nessuno# ma ha affidato tutto il giudi!io al Iiglio# affinch2 tutti onorino il Iiglio come onorano il Padre. 7/i non onora il :i)lio non onora il Pa re c/e lo /a man a!o9 4n verit # in verit vi dico? c/i ascol!a la mia parola e cre e a colui c/e mi /a man a!o% /a "i!a e!erna) e non viene in giudi!io# ma ; passato dalla morte alla vita. 4n verit # in verit vi dico? l'ora viene# an!i ; gi venuta# che i morti udranno la voce del Iiglio di Dio) e quelli che l'avranno udita# vivranno. Perch2 come il Padre ha vita in se stesso# cos( ha dato anche al Iiglio di avere vita in se stesso) e gli ha dato autorit di giudicare# perch2 ; il Iiglio dell'uomo. 8on vi meravigliate di questo)
- :E -

perch2 l'ora viene in cui tutti quelli che sono nelle tombe udranno la sua voce e ne verranno fuori) quelli che hanno operato bene# in risurre!ione di vita) quelli che hanno operato male# in risurre!ione di giudi!io. &o non posso .ar nulla a me s!esso) come odo# giudico) e il mio giudi!io ; giusto# perc/, cerco non la mia propria volont # ma la "olon!* i colui c/e mi /a man a!o. 7,e io rendo testimonian!a di me stesso# la mia testimonian!a non ; vera. Vi ; un altro che rende testimonian!a di me) e so che la testimonian!a che egli rende di me ; vera.Voi avete mandato a interrogare 6iovanni# ed egli ha reso testimonian!a alla verit . 4o per1 la testimonian!a non la ricevo dall'uomo# ma dico questo affinch2 voi siate salvati. Egli era la lampada ardente e splendente e voi avete voluto per breve tempo godere alla sua luce. Ma io ho una testimonian!a maggiore di quella di 6iovanni) perch2 le
- :G -

opere c/e il Pa re mi /a a!e a compiere # quelle stesse opere che faccio# !es!imoniano i me c/e il Pa re mi /a man a!o. 4l Padre che mi ha mandato# egli stesso ha reso testimonian!a di me. "a sua voce# voi non l'avete mai udita) il suo volto# non l'avete mai visto) e la sua parola non dimora in voi# perch2 non credete in colui che egli ha mandato. Voi investigate le ,critture# perch2 pensate d'aver per me!!o di esse vita eterna# ed esse sono quelle che rendono testimonian!a di me) eppure non volete venire a me per aver la vita@ 4o non prendo gloria dagli uomini) ma so che non avete l'amore di Dio in voi. Io sono !en+#o nel nome del Padre mio# e "oi non mi rice"e!e) se un altro verr nel suo proprio nome# quello lo riceverete. 0ome potete credere# voi che prendete gloria gli uni dagli altri e non cercate la gloria che viene da Dio solo= 8on crediate che io sia colui che vi accuser da- >H -

vanti al Padre) c'; chi vi accusa# ed ; Mos;# nel quale avete riposto la vostra speran!a.

Viene da 0io e a 0io #orna


Gio!anni 1%:2-17 Durante la cena# quando il diavolo aveva gi messo in cuore a 6iuda 4scariota# figlio di ,imone# di tradirlo# 6es# sapendo che il Padre gli aveva dato tutto nelle mani e che era "enu!o a Dio e a Dio se ne !orna"a# si al!1 da tavola# depose le sue vesti e# preso un asciugatoio# se lo cinse. Poi mise dell'acqua in una bacinella# e cominci1 a lavare i piedi ai discepoli# e ad asciugarli con l'asciugatoio del quale era cinto.

1a

or#o #ra Padre e 2iglio

Gio!anni 5:22-2%
- >/ -

4noltre# il Padre non giudica nessuno# ma ha affidato tutto il giudi!io al Iiglio#affinch2 tutti onorino il Iiglio come onorano il Padre. 0hi non onora il Iiglio non onora il Padre che lo ha mandato.

Gio!anni 5:26-27 Perch2 come il Padre ha vita in se stesso# cos( ha dato anche al Iiglio di avere vita in se stesso) e gli ha dato autorit di giudicare# perc/, il :i)lio ell$uomo. Eiene -ui in!ro o!!o un !ermine ?:i)lio ell$uomo? c/e s!a a in icare anc/e la secon a na!ura in opposizione al !ermine ?:i)lio i Dio?9

"a rela#ione personale $on il !adre


Matteo 11:25-27 &n -uel !empo Ges+ prese a ire: F&o !i ren o lo e%
- >5 -

o Pa re% Si)nore el cielo e ella !erra% perc/, /ai nascos!o -ues!e cose ai sapien!i e a)li in!elli)en!i% e le /ai ri"ela!e ai piccoli9 SD% Pa re% perc/, cosD !i piaciu!o9 ')ni cosa mi s!a!a a!a in mano al Pa re mio= e nessuno conosce il :i)lio% se non il Pa re= e nessuno conosce il Pa re% se non il :i)lio% e colui al -uale il :i)lio "o)lia ri"elarlo9 "%$a 10:17-22 'r i se!!an!a !ornarono pieni i )ioia% icen o: FSi)nore% anc/e i em1ni ci sono so!!opos!i nel !uo nomeG9 E e)li isse loro: F&o "e e"o Sa!ana ca ere al cielo come .ol)ore9 Ecco% io "i /o a!o il po!ere i camminare sopra serpen!i e scorpioni e su !u!!a la po!enza el nemico= nulla po!r* .ar"i el male9 8u!!a"ia% non "i ralle)ra!e perc/, )li spiri!i "i sono so!!opos!i% ma ralle)ra!e"i perc/, i "os!ri nomi sono scri!!i nei cieliG9&n -uella s!essa
- >: -

ora% Ges+% mosso allo Spiri!o San!o% esul!1 e isse: F&o !i ren o lo e% o Pa re% Si)nore el cielo e ella !erra% perc/, /ai nascos!o -ues!e cose ai sapien!i e a)li in!elli)en!i% e le /ai ri"ela!e ai piccoliH SD% Pa re% perc/, cosD !i piaciu!oH ')ni cosa mi s!a!a a!a in mano al Pa re mio= e nessuno sa c/i il :i)lio% se non il Pa re= n, c/i il Pare% se non il :i)lio e colui al -uale il :i)lio "o)lia ri"elarloG9 "%$a 8:1&-21 Sua ma re e i suoi .ra!elli "ennero a !ro"arlo= ma non po!e"ano a""icinarlo a mo!i"o ella .olla9 Gli .u ri.eri!o: F8ua ma re e i !uoi .ra!elli sono l* .uori% e "o)liono "e er!iG95a e)li rispose loro: F5ia ma re e i miei .ra!elli sono -uelli c/e ascol!ano la parola i Dio e la me!!ono in pra!icaG9

- >> -

l !adre e l'esempio del !erdono


Matteo 18:21-35 0llora Pie!ro si a""icin1 e )li isse: FSi)nore%

-uan!e "ol!e per oner1 mio .ra!ello se pecca con!ro i meI :ino a se!!e "ol!eIG E Ges+ a lui: F#on !i ico .ino a se!!e "ol!e% ma .ino a se!!an!a "ol!e se!!e9 Perci1 il re)no ei cieli simile a un re c/e "olle .are i con!i con i suoi ser"i9 0"en o comincia!o a .are i con!i% )li .u presen!a!o uno c/e era ebi!ore i iecimila !alen!i9 E poic/, -uello non a"e"a i mezzi per pa)are% il suo si)nore coman 1 c/e .osse "en u!o lui con la mo)lie e i .i)li e !u!!o -uan!o a"e"a% e c/e il ebi!o .osse pa)a!o9 Perci1 il ser"o% )e!!a!osi a !erra% )li si pros!r1 a"an!i% icen o: ?0bbi pazienza con me e !i pa)/er1 !u!!o?9&l si)nore i -uel ser"o% mosso a compassione% lo lasci1 an are e )li con on1 il ebi!o9 5a -uel
- >B -

ser"o% usci!o% !ro"1 uno ei suoi conser"i c/e )li o"e"a cen!o enari= e% a..erra!olo% lo s!ran)ola"a% icen o: ?Pa)a -uello c/e e"iH? Perci1 il conser"o% )e!!a!osi a !erra% lo pre)a"a icen o: ?0bbi pazienza con me% e !i pa)/er1?9 5a l$al!ro non "olle= anzi an 1 e lo .ece impri)ionare% .inc/, a"esse pa)a!o il ebi!o9 & suoi conser"i% "e u!o il .a!!o% ne .urono mol!o ra!!ris!a!i e an arono a ri.erire al loro si)nore !u!!o l$acca u!o9 0llora il suo si)nore lo c/iam1 a s, e )li isse: ?Ser"o mal"a)io% io !i /o con ona!o !u!!o -uel ebi!o% perc/, !u me ne supplicas!i= non o"e"i anc/e !u a"er pie!* el !uo conser"o% come io /o a"u!o pie!* i !eI? E il suo si)nore% a ira!o% lo ie e in mano e)li a)uzzini .ino a -uan o non a"esse pa)a!o !u!!o -uello c/e )li o"e"a9 7osD "i .ar* anc/e il Pa re mio celes!e% se o)nuno i "oi non per ona i cuore al proprio .ra!elloG9
- >C -

"%$a 6:35-36 5a ama!e i "os!ri nemici% .a!e el bene% pres!a!e senza sperarne nulla e il "os!ro premio sar* )rane e sare!e .i)li ell$0l!issimo= poic/, e)li buono "erso )li in)ra!i e i mal"a)i9 Sia!e misericor iosi come misericor ioso il Pa re "os!ro9 Matteo 5:43-48 Eoi a"e!e u i!o c/e .u e!!o: ?0ma il !uo prossimo e o ia il !uo nemico?9 5a io "i ico: ama!e i "os!ri nemici e pre)a!e per -uelli c/e "i perse)ui!ano% a..inc/, sia!e .i)li el Pa re "os!ro c/e nei cieli= poic/, e)li .a le"are il suo sole sopra i mal"a)i e sopra i buoni% e .a pio"ere sui )ius!i e su)li in)ius!i9 Se in.a!!i ama!e -uelli c/e "i amano% c/e premio ne a"e!eI #on .anno lo s!esso anc/e i pubblicaniI E se salu!a!e sol!an!o i "os!ri .ra!elli% c/e .a!e i s!raor inarioI #on .anno anc/e i pa)ani
- >D -

al!re!!an!oI Eoi un-ue sia!e per.e!!i% come per.e!!o il Pa re "os!ro celes!e9

l Mandato
Gio!anni 17:18 0ome tu hai mandato me nel mondo# anch'io ho mandato loro nel mondo. Gio!anni 20:19-29 "a sera di quello stesso giorno# che era il primo della settimana# mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei 6iudei# 6es venne e si present1 in me!!o a loro# e disse? 7Pace a voi@3 E# detto questo# mostr1 loro le mani e il costato. 4 discepoli dunque# veduto il ,ignore# si rallegrarono. .llora 6es disse loro di nuovo? 7Pace a voi@ 7ome il Pa re mi /a man a!o% anc/$io man o "oi3. Detto questo# soffi1 su di
- >E -

loro e disse? 7+icevete lo ,pirito ,anto. . chi perdonerete i peccati# saranno perdonati) a chi li riterrete# saranno ritenuti3.

(i$onos$ere i Figli di )io


1Giovanni 3:8-10 7olui c/e persis!e nel comme!!ere il pecca!o pro"iene al ia"olo% perc/, il ia"olo pecca .in a principio9 Per -ues!o s!a!o mani.es!a!o il :i)lio i Dio: per is!ru))ere le opere el ia"olo9 7/iun-ue na!o a Dio non persis!e nel comme!!ere pecca!o% perc/, il seme i"ino rimane in lui% e non pu1 persis!ere nel peccare perc/, na!o a Dio9&n -ues!o si is!in)uono i .i)li i Dio ai .i)li el ia"olo: c/iun-ue non pra!ica la )ius!izia non a Dio= come pure c/i non ama suo .ra!ello9

- >G -

$omandamenti e l'amore
Giovanni 15:1-27 Ca "i!e e i !ralci F&o sono la "era "i!e e il Pa re mio il "i)naiuolo9 ')ni !ralcio c/e in me non * .ru!!o% lo !o)lie "ia= e o)ni !ralcio c/e * .ru!!o% lo po!a a..inc/, ne ia i pi+9 Eoi sie!e )i* puri a causa ella parola c/e "i /o annuncia!a9 Dimora!e in me% e io imorer1 in "oi9 7ome il !ralcio non pu1 a s, ar .ru!!o se non rimane nella "i!e% cosD neppure "oi% se non imora!e in me9 &o sono la "i!e% "oi sie!e i !ralci9 7olui c/e imora in me e nel -uale io imoro% por!a mol!o .ru!!o= perc/, senza i me non po!e!e .ar nulla9 Se uno non imora in me% )e!!a!o "ia come il !ralcio% e si secca= -ues!i !ralci si raccol)ono% si )e!!ano nel .uoco e si bruciano9 Se imora!e in me e le mie parole imorano in "oi%
- BH -

oman a!e -uello c/e "ole!e e "i sar* .a!!o9 &n -ues!o )lori.ica!o il Pa re mio: c/e por!ia!e mol!o .ru!!o% cosD sare!e miei iscepoli9 7ome il Pa re mi /a ama!o% cosD anc/$io /o ama!o "oi= imora!e nel mio amore9 Se osser"a!e i miei comanamen!i% imorere!e nel mio amore= come io /o osser"a!o i coman amen!i el Pa re mio e imoro nel suo amore9 Ei /o e!!o -ues!e cose% a..inc/, la mia )ioia imori in "oi e la "os!ra )ioia sia comple!a9 *%esto il mio $omandamento: $+e vi amiate gli %ni gli altri, $ome io +o amato voi#essuno /a amore pi+ )ran e i -uello i ar la sua "i!a per i suoi amici9 Eoi sie!e miei amici% se .a!e le cose c/e io "i coman o9 &o non "i c/iamo pi+ ser"i% perc/, il ser"o non sa -uello c/e .a il suo si)nore= ma "i /o c/iama!i amici% perc/, "i /o .a!!o conoscere !u!!e le cose c/e /o u i!e al Pare mio9 #on sie!e "oi c/e a"e!e scel!o me% ma
- B/ -

sono io c/e /o scel!o "oi% e "i /o cos!i!ui!i perc/, an ia!e e por!ia!e .ru!!o e il "os!ro .ru!!o riman)a= a..inc/, !u!!o -uello c/e c/ie ere!e al Pa re% nel mio nome% e)li "e lo ia9 Bues!o "i coman o: c/e "i amia!e )li uni )li al!ri9 FSe il mon o "i o ia% sape!e bene c/e prima i "oi /a o ia!o me9 Se .os!e el mon o% il mon o amerebbe -uello c/e suo= poic/, non sie!e el mon o% ma io /o scel!o "oi in mezzo al mon o% perci1 il mon o "i o ia9 (icor a!e"i ella parola c/e "i /o e!!a: ?&l ser"o non pi+ )ran e el suo si)nore?9 Se /anno perse)ui!a!o me% perse)ui!eranno anc/e "oi= se /anno osser"a!o la mia parola% osser"eranno anc/e la "os!ra9 5a !u!!o -ues!o "e lo .aranno a causa el mio nome% perc/, non conoscono colui c/e mi /a man a!o9 Se non .ossi "enu!o e non a"essi parla!o loro% non a"rebbero colpa= ma ora non /anno scusa per il loro pecca!o9 7/i o ia me% o ia anc/e il
- B5 -

Pa re mio9 Se non a"essi .a!!o !ra i loro le opere c/e nessun al!ro /a mai .a!!e% non a"rebbero colpa= ma ora le /anno "is!e% e /anno o ia!o me e il Pa re mio9 5a -ues!o a""enu!o a..inc/, sia a empiu!a la parola scri!!a nella loro le))e: ?5i /anno o ia!o senza mo!i"o?9 5a -uan o sar* "enu!o il 7onsola!ore c/e io "i man er1 a par!e el Pa re% lo Spiri!o ella "eri!* c/e proce e al Pare% e)li !es!imonier* i me= e anc/e "oi mi ren ere!e !es!imonianza% perc/, sie!e s!a!i con me .in al principio9 Giovanni 16:25-28 Ei /o e!!o -ues!e cose in simili!u ini= l$ora "iene c/e non "i parler1 pi+ in simili!u ini% ma aper!amen!e "i .ar1 conoscere il Pa re9 &n -uel )iorno c/ie ere!e nel mio nome= e non "i ico c/e io pre)/er1 il Pa re per "oi= poic/, il Pa re s!esso "i ama% perc/, mi a"e!e ama!o e a"e!e cre u!o c/e
- B: -

sono proce u!o a Dio9 Sono proce u!o al Pa re e sono "enu!o nel mon o= ora lascio il mon o% e "a o al Pa reG9 1Giovanni 4:7-8 C$amore i Dio e l$amore .ra!erno 7arissimi% amiamoci )li uni )li al!ri% perc/, l$amore a Dio e c/iun-ue ama na!o a Dio e conosce Dio9 .+i non ama non +a $onos$i%to )io, per$+/ )io amore-

l !otere della 0ita


Giovanni 10:7-18 Perci1 Ges+ i nuo"o isse loro: F&n "eri!*% in "eri!* "i ico: io sono la por!a elle pecore9 8u!!i -uelli c/e sono "enu!i prima i me% sono s!a!i lari e bri)an!i= ma le pecore non li /anno ascol!a!i9 &o sono la por!a= se uno en!ra per me% sar* sal"a- B> -

!o% en!rer* e uscir*% e !ro"er* pas!ura9 &l la ro non "iene se non per rubare% ammazzare e is!ru))ere= io sono "enu!o perc/, abbiano la "i!a e l$abbiano in abbon anza9 &o sono il buon pas!ore= il buon pas!ore * la sua "i!a per le pecore9 &l mercenario% c/e non pas!ore% a cui non appar!en)ono le pecore% "e e "enire il lupo% abban ona le pecore e si * alla .u)a ;e il lupo le rapisce e isper e<%perc/, mercenario e non si cura elle pecore9 &o sono il buon pas!ore% e conosco le mie% e le mie conoscono me% come il Pa re mi conosce e io conosco il Pa re% e o la mia "i!a per le pecore9 1o an$+e altre pe$ore, $+e non sono di 2%est'ovile3 an$+e 2%elle devo ra$$ogliere ed esse as$olteranno la mia vo$e, e vi sar4 %n solo gregge, %n solo pastore- Per -ues!o mi ama il Pa re= perc/, io epon)o la mia "i!a per ripren erla poi9 #essuno me la !o)lie% ma io la epon)o a me9 Jo il po!ere i
- BB -

eporla e /o il po!ere i ripren erla9 Bues!$or ine /o rice"u!o al Pa re mioG9 Giovanni 10:25-3& Ges+ rispose loro: FEe l$/o e!!o% e non lo cre e!e= le opere c/e .accio nel nome el Pa re mio% sono -uelle c/e !es!imoniano i me= ma "oi non cre e!e% perc/, non sie!e elle mie pecore9 Ce mie pecore ascol!ano la mia "oce e io le conosco e esse mi se)uono= e io o loro la "i!a e!erna e non periranno mai e nessuno le rapir* alla mia mano9 l !adre mio $+e me le +a date pi5 grande di t%tti = e nessuno pu1 rapirle alla mano el Pa re9 o e il !adre siamo %noG9 & Giu ei presero i nuo"o elle pie!re per lapi arlo9 Ges+ isse loro: FEi /o mos!ra!o mol!e buone opere a par!e el Pa re mio= per -uale i -ues!e opere mi lapi a!eIG & Giu ei )li risposero: F#on !i lapi iamo per una
- BC -

buona opera% ma per bes!emmia= e perc/, !u% c/e sei uomo% !i .ai DioG9 Ges+ rispose loro: F#on s!a scri!!o nella "os!ra le))e: ?&o /o e!!o: "oi sie!e i?ISe c/iama i coloro ai -uali la parola i Dio s!a!a ire!!a ;e la Scri!!ura non pu1 essere annulla!a<% come mai a colui c/e il Pa re /a san!i.ica!o e man a!o nel mon o% "oi i!e c/e bes!emmia% perc/, /o e!!o: ?Sono :i)lio i Dio?I Se non .accio le opere el Pa re mio% non mi cree!e= ma se le .accio% anc/e se non cre e!e a me% cre e!e alle opere% a..inc/, sappia!e e riconoscia!e c/e il Pa re in me e c/e io sono nel Pa reG9 Essi cerca"ano nuo"amen!e i arres!arlo= ma e)li s.u))D loro alle mani9 1!ietro 2:24-25 e)li /a por!a!o i nos!ri pecca!i nel suo corpo% sul le)no ella croce% a..inc/,% morti al pe$$ato% "i- BD -

"essimo per la )ius!izia% e me ian!e le sue li"i ure sie!e s!a!i )uari!i9 Poic/, era"a!e erran!i come pecore% ma ora sie!e !orna!i al pas!ore e )uar iano elle "os!re anime9 saia 40:11 7ome un pas!ore% e)li pascer* il suo )re))e:racco)lier* )li a)nelli in braccio%li por!er* sul pe!!o% con urr* le pecore c/e alla!!ano9

6almo 23 &l i"ino Pas!ore 6almo di )avide&l S&G#'(E il mio pas!ore: nulla mi manca9 E)li mi .a riposare in "er e))ian!i pascoli% mi )uia lun)o le ac-ue calme9 E)li mi ris!ora l$anima% mi con uce per sen!ieri i )ius!izia%per amore el suo nome9 Buan $anc/e camminassi nella "alle
- BE -

ell$ombra ella mor!e% io non !emerei alcun male% perc/, !u sei con me= il !uo bas!one e la !ua "er)a mi anno sicurezza9 Per me !u imban isci la !a"ola% so!!o )li occ/i ei miei nemici= cospar)i i olio il mio capo= la mia coppa !rabocca9 7er!o% beni e bon!* m$accompa)neranno !u!!i i )iorni ella mia "i!a= e io abi!er1 nella casa el S&G#'(E per lun)/i )iorni9

"e Forme di !reg+iera


Matteo 6:5 &s!ruzioni i Ges+ sulla pre)/iera FBuan o pre)a!e% non sia!e come )li ipocri!i= poic/, essi amano pre)are s!an o in pie i nelle sina)o)/e e a)li an)oli elle piazze per essere "is!i a)li uomini9 &o "i ico in "eri!* c/e -ues!o il premio c/e ne /anno9 5a !u% -uan o pre)/i% en!ra
- BG -

nella !ua camere!!a e% c/iusa la por!a% ri"ol)i la pre)/iera al Pa re !uo c/e nel se)re!o= e il Pare !uo% c/e "e e nel se)re!o% !e ne ar* la ricompensa9 #el pre)are non usa!e !roppe parole come .anno i pa)ani% i -uali pensano i essere esau i!i per il )ran numero elle loro parole9 #on .a!e un-ue come loro% poic/, il Pa re "os!ro sa le cose i cui a"e!e biso)no% prima c/e )liele c/ieia!e9 Eoi un-ue pre)a!e cosD:?Pa re nos!ro c/e sei nei cieli% sia san!i.ica!o il !uo nome= "en)a il !uo re)no= sia .a!!a la !ua "olon!* anc/e in !erra come .a!!a in cielo9 Dacci o))i il nos!ro pane -uo!i iano= rime!!ici i nos!ri ebi!i come anc/e noi li abbiamo rimessi ai nos!ri ebi!ori= e non ci esporre alla !en!azione% ma liberaci al mali)no9? Perc/, se "oi per ona!e a)li uomini le loro colpe% il Pa re "os!ro celes!e per oner* anc/e a "oi= ma se "oi non per ona!e a)li uomini% neppure il Pa re
- CH -

"os!ro per oner* le "os!re colpe9 Matteo 7:7-11 Ca pre)/iera e il suo esau imen!o F7/ie e!e e "i sar* a!o= cerca!e e !ro"ere!e= bussa!e e "i sar* aper!o= perc/, c/iun-ue c/ie e rice"e= c/i cerca !ro"a% e sar* aper!o a c/i bussa9 Bual l$uomo !ra i "oi% il -uale% se il .i)lio )li c/ie e un pane% )li ia una pie!raI 'ppure se )li c/ie e un pesce% )li ia un serpen!eI Se un-ue "oi% c/e sie!e mal"a)i% sape!e are buoni oni ai "os!ri .i)li% -uan!o pi+ il Pa re "os!ro% c/e nei cieli% ar* cose buone a -uelli c/e )liele omananoH Matteo 7:21 F#on c/iun-ue mi ice: Si)nore% Si)noreH en!rer* nel re)no ei cieli% ma c/i .a la "olon!* el Pa re mio c/e nei cieli9
- C/ -

"%$a 11:&-13 &o al!resD "i ico: c/ie e!e con perse"eranza% e "i sar* a!o= cerca!e senza s!ancar"i% e !ro"ere!e= bussa!e ripe!u!amen!e% e "i sar* aper!o9 Perc/, c/iun-ue c/ie e rice"e% c/i cerca !ro"a% e sar* aper!o a c/i bussa9 E c/i -uel pa re .ra i "oi c/e% se il .i)lio )li c/ie e un pane% )li ia una pie!raI ' se )li c/ie e un pesce% )li ia in"ece un serpen!eI 'ppure se )li c/ie e un uo"o% )li ia uno scorpioneI Se "oi% un-ue% c/e sie!e mal"a)i% sape!e are buoni oni ai "os!ri .i)li% 2%anto pi5 il !adre $eleste doner4 lo 6pirito 6anto a $oloro $+e glielo $+iedonoHG Matteo 7:7-11 F7/ie e!e e "i sar* a!o= cerca!e e !ro"ere!e= bussa!e e "i sar* aper!o= perc/, c/iun-ue c/ie e rice"e= c/i cerca !ro"a% e sar* aper!o a c/i bussa9 Bual l$uomo !ra i "oi% il -uale% se il .i)lio )li
- C5 -

c/ie e un pane% )li ia una pie!raI'ppure se )li c/ie e un pesce% )li ia un serpen!eI Se un-ue "oi% c/e sie!e mal"a)i% sape!e are buoni oni ai "os!ri .i)li% -uan!o pi+ il Pa re "os!ro% c/e nei cieli% ar* cose buone a -uelli c/e )liele omananoH Giovanni 17:1-27 Ca pre)/iera sacer o!ale G" 16:1 ;(o 8:64= Eb 7:24-28= 4:14-16< 6es disse queste cose) poi# al!ati gli occhi al cielo# disse? 7Pa re% l$ora "enu!a= )lori.ica !uo :i)lio% a..inc/, il :i)lio )lori.ic/i !e# giacch2 gli hai dato autorit su ogni carne# erch3 egli dia !i#a e#erna a #+##i 4+elli che #+ gli hai da#i5 6+es#a - la !i#a e#erna: che conoscano #e, il solo !ero 0io, e col+i che #+ hai manda#o, Ges7 )ris#o5 4o ti ho glorificato sulla terra# avendo compiuto l'opera che tu mi hai data da fare. 'ra% o Pa re% )lori.icami !u
- C: -

presso i !e ella )loria c/e a"e"o presso i !e prima c/e il mon o esis!esse9 Io ho mani'es#a#o il #+o nome agli +omini che #+ mi hai da#i dal mondo8 erano #+oi e #+ me li hai da#i8 ed essi hanno osser!a#o la #+a arola5 'ra /anno conosciu!o c/e !u!!e le cose c/e mi /ai a!e% "en)ono a !e) poich2 le parole che tu mi hai date le ho date a loro) ed essi le hanno ricevute e hanno veramente conosciuto che io sono proceduto da te# e hanno creduto che tu mi hai mandato. 4o prego per loro) non prego per il mondo# ma per quelli che tu mi hai dati# perch2 sono tuoi) e tutte le cose mie sono tue# e le cose tue sono mie) e io sono glorificato in loro. 4o non sono pi nel mondo# ma essi sono nel mondo# e io vengo a te. Padre santo# conservali nel tuo nome# quelli che tu mi hai dati# affinch2 siano uno# come noi. Mentre io ero con loro# io li conservavo nel tuo nome) quelli che tu mi hai dati# li ho
- C> -

anche custoditi# e nessuno di loro ; perito# tranne il figlio di perdi!ione# affinch2 la ,crittura fosse adempiuta. Ma ora io vengo a te) e dico queste cose nel mondo# affinch2 abbiano compiuta in se stessi la mia gioia. 4o ho dato loro la tua parola) e il mondo li ha odiati# perch2 non sono del mondo# come io non sono del mondo. 8on prego che tu li tolga dal mondo# ma che tu li preservi dal maligno. Essi non sono del mondo# come io non sono del mondo. ,antificali nella verit ? la tua parola ; verit . 0ome tu hai mandato me nel mondo# anch'io ho mandato loro nel mondo. Per loro io santifico me stesso# affinch2 anch'essi siano santificati nella verit . (on rego sol#an#o er 4+es#i, ma anche er 4+elli che credono in me er me//o della loro arola? che siano tutti uno) e come tu# o Padre# sei in me e io sono in te# anch'essi siano in noi? affinch2 il mondo creda che tu mi hai manda- CB -

to. 4o ho dato loro la gloria che tu hai data a me# affinch2 siano uno come noi siamo uno)io in loro e tu in me) affinch2 siano perfetti nell'unit # e affinch2 il mondo conosca che tu mi hai mandato# e che li ami come hai amato me. Padre# io voglio che dove sono io# siano con me anche quelli che tu mi hai dati# affinch2 vedano la mia gloria che tu mi hai data) poich2 mi hai amato prima della fonda!ione del mondo. Padre giusto# il mondo non ti ha conosciuto# ma io ti ho conosciuto) e questi hanno conosciuto che tu mi hai mandato) e io ho 'a##o loro conoscere il #+o nome# e lo far1 conoscere# affinch2 l'amore del quale tu mi hai amato sia in loro# e io in loro3. Giovanni 17:1-27 Ca pre)/iera sacer o!ale G" 16:1 ;(o 8:64= Eb 7:24-28= 4:14-16<

- CC -

6es disse queste cose) poi# al!ati gli occhi al cielo# disse? 7Pa re% l$ora "enu!a= )lori.ica !uo :i)lio% a..inc/, il :i)lio )lori.ic/i !e# giacch2 gli hai dato autorit su ogni carne# erch3 egli dia !i#a e#erna a #+##i 4+elli che #+ gli hai da#i5 6+es#a - la !i#a e#erna: che conoscano #e, il solo !ero 0io, e col+i che #+ hai manda#o, Ges7 )ris#o5 4o ti ho glorificato sulla terra# avendo compiuto l'opera che tu mi hai data da fare. 'ra% o Pa re% )lori.icami !u presso i !e ella )loria c/e a"e"o presso i !e prima c/e il mon o esis!esse9 Io ho mani'es#a#o il #+o nome agli +omini che #+ mi hai da#i dal mondo8 erano #+oi e #+ me li hai da#i8 ed essi hanno osser!a#o la #+a arola5 'ra /anno conosciu!o c/e !u!!e le cose c/e mi /ai a!e% "en)ono a !e) poich2 le parole che tu mi hai date le ho date a loro) ed essi le hanno ricevute e hanno veramente conosciuto che io sono procedu- CD -

to da te# e hanno creduto che tu mi hai mandato. .bbiamo appena letto la vera dichiara!ione del Vangelo del Padre? 19 -)he conoscano il Vero 0io8 29 -*&a''erma/ione di Ges7 che dice di a!er mani'es#a#o il nome di 0io agli +omini5

$+lle Ansie e Persec+/ioni


Ma##eo 6:25-%4 7Perci1 vi dico? non siate in ansia per la vostra vita# di che cosa mangerete o di che cosa berrete) n2 per il vostro corpo# di che vi vestirete. 8on ; la vita pi del nutrimento# e il corpo pi del vestito= 6uardate gli uccelli del cielo? non seminano# non mietono# non raccolgono in granai# e il Pa re "os!ro celes!e li nu!re. 8on valete voi molto pi di
- CE -

loro= E chi di voi pu1 con la sua preoccupa!ione aggiungere un'ora sola alla durata della sua vita= E perch2 siete cos( ansiosi per il vestire= 9sservate come crescono i gigli della campagna? essi non faticano e non filano) eppure io vi dico che neanche ,alomone# con tutta la sua gloria# fu vestito come uno di loro. 9ra se Dio veste in questa maniera l'erba dei campi che oggi ;# e domani ; gettata nel forno# non far molto di pi per voi# o gente di poca fede=8on siate dunque in ansia# dicendo? A0he mangeremo= 0he berremo= Di che ci vestiremo=A Perch2 sono i pagani che ricercano tutte queste cose) ma il Pa re "os!ro celes!e sa c/e a"e!e biso)no i !u!!e -ues!e cose9 0ercate prima il regno e la giusti!ia di Dio# e tutte queste cose vi saranno date in pi. 8on siate dunque in ansia per il domani# perch2 il domani si preoccuper di se stesso. Basta a ciascun giorno il suo affanno.
- CG -

*+ca 10:17-24 9r i settanta tornarono pieni di gioia# dicendo? 7,ignore# anche i dem1ni ci sono sottoposti nel tuo nome3.Ed egli disse loro? 74o vedevo ,atana cadere dal cielo come folgore. Ecco# io vi ho dato il potere di camminare sopra serpenti e scorpioni e su tutta la poten!a del nemico) nulla potr farvi del male. Futtavia# non vi rallegrate perch2 gli spiriti vi sono sottoposti# ma rallegratevi perch2 i vostri nomi sono scritti nei cieli3. 4n quella stessa ora# 6es# mosso dallo ,pirito ,anto# esult1 e disse? 74o ti rendo lode# o Padre# ,ignore del cielo e della terra# perch2 hai nascosto queste cose ai sapienti e agli intelligenti# e le hai rivelate ai piccoli@ ,(# Padre# perch2 cos( ti ; piaciuto@ ')ni cosa mi s!a!a a!a in mano al Pa re mio) e nessuno sa chi ; il :i)lio% se non il Pa re= n, c/i il Pa re% se non il :i)lio e colui al -uale il :i)lio "o)lia ri"elarlo 3.
- DH -

E# rivolgendosi ai discepoli# disse loro privatamente? 7Beati gli occhi che vedono quello che voi vedete@ Perch2 vi dico che molti profeti e re hanno desiderato vedere quello che voi vedete# e non l'hanno visto) e udire quello che voi udite# e non l'hanno udito3. *+ca 12:29-%4 .nche voi non state a cercare che cosa mangerete e che cosa berrete# e non state in ansia@ Perch2 ; la gente del mondo che ricerca tutte queste cose) ma il Pa re "os!ro sa c/e ne a"e!e biso)no9 0ercate piuttosto il suo regno# e queste cose vi saranno date in pi. 8on temere# piccolo gregge) perch2 al Pa re "os!ro piaciu!o i ar"i il re)no9 Vendete i vostri beni# e dateli in elemosina) fatevi delle borse che non invecchiano# un tesoro inesauribile nel cielo# dove ladro non si avvicina e tignola non rode. Perch2 dov'; il vostro tesoro# l( sar
- D/ -

anche il vostro cuore.

Ma##eo 10:16-22 7Ecco# io vi mando come pecore in me!!o ai lupi) siate dunque prudenti come i serpenti e semplici come le colombe. 6uardatevi dagli uomini) perch2 vi metteranno in mano ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe) e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia# per servire di testimonian!a davanti a loro e ai pagani. Ma quando vi metteranno nelle loro mani# non preoccupatevi di come parlerete o di quello che dovrete dire) perch2 in quel momento stesso vi sar dato ci1 che dovrete dire. Poich2 non siete voi che parlate# ma ; lo ,pirito del Padre vostro che parla in voi. 4l fratello dar il fratello a morte# e il padre il figlio) i figli insorgeranno contro i genitori e li faranno morire. ,arete odiati da tutti a causa del mio nome) ma chi
- D5 -

avr perseverato sino alla fine sar salvato. Gio!anni 16:1-% 74o vi ho detto queste cose# affinch2 non siate sviati. Vi espelleranno dalle sinagoghe) an!i# l'ora viene che chiunque vi uccider # creder di rendere un culto a Dio. Iaranno questo perch2 non /anno conosciu!o n, il Pa re n, me. 1)orin/i 2:7-16 ..ma esponiamo la sapien!a di Dio misteriosa e nascosta# c/e Dio a"e"a prima ei secoli pre es!ina!a a nos!ra )loria e c/e nessuno ei omina!ori i -ues!o mon o /a conosciu!a) perch2# se l'avessero conosciuta# non avrebbero crocifisso il ,ignore della gloria. Ma com'; scritto? 7"e cose che occhio non vide# e che orecchio non ud(# e che mai salirono nel cuore dell'uomo# sono quelle che Dio ha preparate per coloro che lo amano3. . noi Dio le
- D: -

ha rivelate per me!!o dello ,pirito# perch2 lo ,pirito scruta ogni cosa# anche le profondit di Dio. 4nfatti# chi# tra gli uomini# conosce le cose dell'uomo se non lo spirito dell'uomo che ; in lui= 0os( nessuno conosce le cose di Dio se non lo ,pirito di Dio. 9ra noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo# ma lo ,pirito che viene da Dio# per conoscere le cose che Dio ci ha donate) e noi ne parliamo non con parole insegnate dalla sapien!a umana# ma insegnate dallo ,pirito# adattando parole spirituali a cose spirituali. Ma l'uomo naturale non riceve le cose dello ,pirito di Dio# perch2 esse sono pa!!ia per lui) e non le pu1 conoscere# perch2 devono essere giudicate spiritualmente. "'uomo spirituale# invece# giudica ogni cosa ed egli stesso non ; giudicato da nessuno. 4nfatti 7chi ha conosciuto la mente del ,ignore da poterlo istruire=3 9ra noi abbiamo la mente di 0risto.
- D> -