Sei sulla pagina 1di 5

Sistemi di equazioni lineari e matrici

aij = i-esima riga, j-esima colonna data un sistema di equazioni lineare: Trasformare il sistema in una matrice; Applicare il metodo di eliminazione di Gauss: Passo1: determinare la prima colonna da sinistra non nulla. e non !i sono colonne non nulle, l"Algoritmo termina. Passo#: se necessario scam$iare la prima con un"altra riga, in modo c%e il primo elemento della prima riga sia di!erso da zero Passo&: di!idere la prima riga per il suo primo elemento, in modo da ottenere un 1 iniziale nella prima riga Passo': Ad ogni riga tranne la prima sommiamo un multiplo della prima riga, in modo da ottenere degli zeri nella colonna c%e contiene l"1 iniziale Passo(: ripetiamo i passi 1-' usando la sottomatrice c%e si ottiene coprendo la prima riga. e non !i sono pi) rig%e da considerare l"algoritmo termina. Alla fine di ogni Passo' !erificare le seguenti propriet* al fine di rica!are pi) !elocemente il determinante della matrice: se gli elementi di una riga o di una colonna sono tutti nulli allora il det+A, = -; il determinante di una matrice con due rig%e o due colonne uguali . nullo /ttenuta la matrice ridotta !erificare se nelle ultime rig%e della matrice !i sono i seguenti casi: 1 $ 0 si do!re$$e riuscire a risol!ere sostituendo alle !aria$ile il !alore di $ e poi tornando indietro - $ 0il sistema non %a soluzione cio. il sistema . incompati$ile 1 1 $ 0 il sistema %a infinite soluzioni c%e dipendo da un parametro li$ero 1alcolo del determinante dalla matrice ridotta: det+A, = a11 2 a## 2 3 2 ann det+4AT5617 #8#, = a2d - $2c si prende la riga o la colonna con pi) - o pi) 1 e si procede per ogni elemento della riga o colonna presa in considerazione cos9: a 2 determinante della matrice c%e !iene fuori non considerando la riga e la colonna in cui . presente l"elemento a 1alcolo della matrice A-1 il determinante di A . di!erso da - allora esiste l"in!ersa ed . A-1 = +$ij, calcolare il complemento alge$rico di ogni elemento della matrice: +-1,i:j 2 det+A, in aij formare la matrice con i complementi alge$rici in!ertendo le rig%e con le colonne: aij 0 aji moltiplicare la matrice appena formata con 1;det+A,, tro!ato in precedenza <ormula di 1ramer: 8i = +det Ai, ; det+A,, i = 1,#,&...,n do!e Ai . una matrice formata dagli elementi della matrice originaria ma sostituito alla i-esima colonna la colonna dei termini noti.

Aritmetica Modulare
Algoritmo di 7uclide per il calcolo del 4.1.= e dell"identit* di >ezout: dati i due numeri a e b si comincia di!idendo in colonna i due numeri e si riscri!e la di!isione come a = q$ : r do!e q . il numero sotto il di!isore e r . il resto della di!isione. i ripete il passo precedente con a = $ e $ = r. <ino a c%e il r non di!enti -. il 4.1.= . il numero r prima c%e di!enti -. mentre per l"identit* di >ezout si riparte dal fondo e: si riscri!e la di!isione come 4.1.= = a ? q$ +se prima si a!e!a #@ = 1#2#:' lo si trasforma in ' = #@ ? #21#, si risale sostituendo $ con la di!isione precedente riformattata si procede fino ad ottenere d+a,$, = ma:n$ esempio: 4.1.= +#'#@, (&#, #'#@ = '2(&# :&-- 0+(&#, &--, 0 (&# = 12&-- : #&# 0 +&--, #&#, 0 &-- = 12#&# : A@ 0 +#&#, A@, 0 #&# = &2A@:#@ 0 +A@,#@, 0 A@ = #2#@:1# 0 +#@,1#, 0 #@=#21#:4 0 +1#,', 0 1# = &2' :- 0 0 4.1.== ' esempio: identit* di >ezout ' = #@-#21# 0 ' = #@-#2+A@-#2#@, = ' = (2#@-#2A@ 0'= (2+#&# -&2A@,-#2A@ = '=(2#&#-1B2A@ 0 '=-1B2+&---#&#, : (2#&# = '=##2#&# -1B2&-- 0 '=##2+(&#-&--,-1B2&--= '=-&C2&--:##2(&# 0 -&C2+#'#@-'2(&#,:##2(&# = -392#'#@ : 1782(&# De equazioni lineari in E: le equazioni sono del formato a8 :$F = c i calcola il 4.1.= tra a e $ e si !erifica se di!ide c, se non lo di!ide allora l"equazione non %a soluzioni se dGc le soluzioni sono: 81 = 8- :H+$;d, e F1 = F- ? H+a;d, si cerca quindi i !alori di 8- e F- con l"identit* di >ezout do!e ,dato il risultato nella forma d2+c;d, = +c;d,+ma : n$,, 8- = m e F- = n De equazioni lineari in En: le equazioni sono del formato a8 =$ con a, $ in En classi di equi!alenza si calcola il 4.1.= tra +a, n, e se di!ide $ allora si %anno d +4.1.=, soluzioni si procede risol!endo l"equazione a8 :nF = $ a 8- si aggiunge n per trasformarlo in una classe tutte le soluzioni sono della forma 8-, 81 = 8- : +n;d, per ogni soluzione se 8 supera n allora la soluzione . 8-n 7ulero-<ermat: se p . un numero primo, allora I+p, = p-1 se n=pa , con p numero primo, allora I+p, = pa-pa-1

Calcolo Combinatorio
Permutazioni di S: il numero di permutazioni di n elementi presi H alla !olta .: nJ;+n-H,J se H = n, cio. prendo tutti gli elementi di!ersi dell"insieme, allora nJ. e nell"insieme ci sono degli elementi uguali, nel calcolo di tutte le permutazioni si di!ide tutto per il numero di ogni elemento uguale per tutti gli elementi uguali, il tutto in fattoriale i usano le permutazioni per: calcolare il numero delle funzioni inietti!e da un insieme K di cardinalit* H ad un insieme di cardinalit* n ne deri!a anc%e c%e il numero di funzioni da un insieme K di cardinalit* H ad uno di cardinalit* n . nH se $isogna considerare H elementi in un insieme di n elementi e c%e questi elementi possono essere riconsiderati con un ordine di!erso per sco!are gli anagrammi di una parola ottoinsiemi di : un insieme con n elementi %a #n sottoinsiemi i usano per: contare i numeri di sottoinsiemi da un insieme pi) grande, cio. quanti insiemi . possi$ile considerare da un insieme di n entit*. L-sottoinsiemi di +com$inazioni, il numero delle com$inazioni di n elementi presi H alla !olta . nJ;+n-H,J2HJ er!e per: contare il numero di sottoinsiemi di un insieme pi) ampio, prendendo i sottoinsiemi di H elementi, e non potendoli riconsiderare lo stesso sottoinsieme anc%e se in!ertito 4ulti-insieme il numero dei multi-insiemi di cardinalit* H scelti da un insieme di n elementi . n:H-1 H 6l principio di inclusione-esclusione un pro$lema ric%iede l"uso del principio del prodotto se c". una successione di decisioni da prendere+ o opzioni da fare, e il numero dei modi di prendere una decisione non . influenzato dalle altre decisioni da prendere. Muando la situazione per la successione delle decisioni da prendere . meno strutturata . in generale necessario suddi!idere il pro$lema in casi, tro!are il numero dei modi di trattare i di!ersi casi e collegare i risultati insieme. Muesto significa c%e stiamo applicando il

principio della somma Muando siamo in presenza di pi) insiemi c%e do$$iamo mettere in correlazione fra loro, cio. unire in un insieme pi) !asto i !ari insiemi, do$$iamo considerare tutti gli elementi di ogni insieme meno gli elementi comuni. Muindi dati n insiemi G 1 N # N 3 OG = PG 6G - PG 6Q RG : PG 6Q RQ LG -...

Permutazioni composizione di funzioni: fog si parte da 1 di g poi si !ede a cosa corrisponde e si !a prendere il !alore corrispondente in f e lo si riporta sotto 1 e si continua cos9 per il #, &,... f-1 si in!ertono le rig%e e si riordina la prima riga decomposizione in cicli: si segue il percorso fino a ritro!arsi con l"elemento di partenza e si c%iude il ciclo; se ci sono ancora elementi non considerati si rifa lo stesso procedimento partendo da questi. Trasposizioni: si prendono la decomposizione in cicli e la si riscri!e come prodotto di cicli di lung%ezza #, nel seguente modo: +a1,a#,+a#,a&,+a&,a',... 6l tipo di una permutazione lo si rica!a contando il numero di cicli uguali presenti nella decomposizione in cicli e mettendo tale numero a esponente del numero rappresentante il numero di elementi del ciclo in esame le permutazioni di un certo tipo sono: nJ;+1H1 2 #H# 2...2nHn 2 H1J2 H#J 2...2 HnJ, parit*: una permutazione . pari o dispari a seconda c%e si decomponga in un numero pari o dispari di trasposizioni

Equazioni ricorsive
7quazione ricorsi!a del primo ordine lineare, omogenea a coefficienti costanti an = $an-1 am = c %a come soluzione: an = c$n-m 7quazione ricorsi!a del primo ordine lineare, omogenea an = $+n,an-1 am = c %a come soluzione: an = c S Tda i = m:1 a nU $+i, ommatorie P Tda i= m a nU qi = qm 2 +1-qn-m:1, ; +1-q, P Tda i= 1 a nU i = +n+n:1,, ; # P Tda i= 1 a nU #i = n+n:1, 0 pari P Tda i= 1 a nU #i-1 = n# 0 dispari

P Tda i= 1 a nU i# = +n+n:1,2+#n:1,, ; A P Tda i= 1 a nU i& = +n#+n:1,#, ; ' P Tda i= 1 a nU i' = +n+n:1,2+#n:1,2+&n# :&n -1,, ; & P Tda i= 1 a nU i( = +n#2+#n# :#n -1,2+n:1,#,, ; 1# P Tda i= 1 a nU i;ai = +an:1 -+n:1,a:n, ; +an2+a-1,#, 7quazione ricorsi!a del primo ordine lineare a coefficienti costanti an = $an-1 :d+n, am = c %a come soluzione: an = $n-m 2+c: P Tda i= 1 a n-mU d+m:i,$-i 7quazione ricorsi!a del primo ordine lineare an = $+n,an-1 : d+n, am = c %a come soluzione: an = +S Tda i = m:1 a nU $+i,, 2 Vc: P Tda i= m:1 a nU +d+i, 2 S Tda j = m:1 a iU 1; $+j,,W Algoritmo di decomposizione +per le equazioni ricorsi!e del tipo an;#, sn = $sn;a : d+n, Xerificare se n . una potenza di a soprattutto se sono potenze di # poniamo n = aH e sostituiamo nella formula ottenendo: saH = $saH-1 : d+aH, poniamo uH = saH ottenendo un"equazione del primo ordine a coefficienti costanti si risol!e uH come una normale equazione ricorsi!a si sostituisce al risultato H = loga+n, Algoritmo di trassen si risol!e con la formula mn :sn = Bnlog#+B, ? An# do!e n . la dimensione della matrice quadrata mn = nlog#+B, sn = Anlog#+B, ? An# 7quazioni ricorsi!e del secondo ordine sia data l"equazione: an : $an-1 : can-# = am = A am:1 = > si risol!e l"equazione 8# : $8 :c = - con la formula +-$:-+radice+$# ? 'ac,,, ; #a si assegna a r1 e a r# il risultato dell"equazione se le radici ottenute sono distinte allora an = 11r1n : 1#r#n se le radici sono uguali allora an = 11rn : 1#nrn per determinare 11 e 1# si risol!e il sistema am = 11r1m : 1#r#m am:1 = 11r1m:1 : 1#r#m:1 sostituendo am e am:1 il risultato ottenuto prima si tro!ano 11 e 1# e sostituendoli alla corrispetti!a an tro!ata precedentemente.