Sei sulla pagina 1di 7

All’assessore alla Pubblica istruzione Daniela Lastri

All’Assessore alla Partecipazione democratica Cristina Bevilacqua


Al Presidente del Quartiere 1 Stefano Marmugi
Al Sindaco di Firenze Leonardo Domenici
All’assessore all’Ambiente Claudio Del Lungo
All’assessore alla Sanità pubblica Graziano Cioni
Al Presidente del Consiglio Comunale Eros Cruccolini

Con la presente, i genitori della Scuola dell’Infanzia Fioretta Mazzei intendono comunicare al
Comune e a tutte le Autorità Competenti, la loro preoccupata contrarietà alla possibilità di allestire
una pedana, che alloggi tavoli e sedie durante i mesi estivi (Maggio-Settembre 2009) per gli
avventori del locale ristorante che si affaccia nella medesima piazzetta pedonale su cui si affaccia la
scuola.
Ricordiamo che la piazzetta in questione è l’unica, e di per se esigua, zona pedonale dell’intera
piazza del Carmine. Tale zona è delimitata dalla facciata della scuola, dalla facciata a cui si accede
al suddetto locale ed ad un’abitazione privata, e da una delle pareti della chiesa di Santa Maria del
Carmine, in cui come riportato nel sito del comune di Firenze
(http://www.comune.firenze.it/servizi_pubblici/arte/musei/h.htm), si conserva una delle più alte
testimonianze della pittura di tutti i tempi. Facciamo inoltre osservare che su tale piazzetta, oltre
all’ingresso, si affacciano tre finestre della scuola che danno luce agli spazi interni della scuola
stessa. Ricordiamo al Comune come, durante i mesi in cui il cantiere per la ristrutturazione del
locale era aperto, siano stati notevoli i disagi che i bambini hanno dovuto subire, dal rumore, alle
polveri, all’ingombro continuo della piazzetta pedonale con attrezzature e mezzi di trasporto
pesanti. Ricordiamo, poi, che tali mezzi di trasporto hanno rappresentato in più occasioni un
impedimento fisico al libero accesso alla scuola e scaricando spesso, se non quotidianamente,
materiali ingombranti ed arredi pesanti durante le ore d’ingresso alla scuola, un serio pericolo come
denunciato dai genitori stessi alla polizia municipale, più volte sollecitata ad intervenire.
Ricordiamo ancora come residui dei lavori si siano protratti fino a questi giorni, come testimoniato
da recinzioni di protezione ancora oggi addossate ai muri della scuola e piloni in pietra nella zona
pedonale divelti per fare passare i mezzi di trasporto nella zona pedonale (ed in teoria protetta), e
non ancora risistemati.
Ricordiamo inoltre che sebbene le attività scolastiche si chiudano con la fine del mese di giugno, la
scuola è solita ospitare nei mesi di luglio, agosto, e nelle settimane di settembre che precedono
l’inizio delle attività didattiche, i centri estivi organizzati dal Comune e dal Quartiere, e che quindi è
prevista una continua fruizione da parte dei bambini, anche nei mesi di piena estate, della scuola e
della piazzetta.
Come Genitori, chiediamo al Comune e alle Autorità Competenti, di preservare la piazzetta da
un’occupazione che comporterebbe la negazione di un già limitato spazio vitale per i bambini che in
questa zona hanno pochissimi luoghi dove correre senza pericoli. Sottolineiamo, inoltre, come
piazza del Carmine sia una piazza fortemente abusata (si affaccia un locale ad ogni angolo con tanto
di spazio esterno e il parcheggio occupa praticamente tutto il lume della piazza stessa). Per tale
motivo, chiediamo fortemente che l’unica zona pedonale (peraltro spazialmente limitatissima)
rimanga a totale fruizione dei bambini e della cittadinanza tutta.
Le famiglie che vivono in Oltrarno auspicano che “il rilancio del quartiere” non sia focalizzato solo
ed unicamente sulle attività commerciali ma anche sulla qualità dei servizi educativi così come sulla
promozione di spazi per il gioco e lo sviluppo della creatività dei bambini, dei ragazzi e dei cittadini
tutti.
Si invitano, pertanto, le autorità competenti a non rilasciare alcuna licenza di occupazione del suolo
pubblico nella piazzetta davanti alla Scuola dell’infanzia Fioretta Mazzei. Nella deprecata ipotesi in
cui questa sia stata già richiesta e/o rilasciata chiediamo che ci sia comunicato il responsabile del
procedimento ai fini di un immediato accesso agli atti ai sensi della legge 241/90.
Facciamo presente inoltre che in una nostra precedente lettera (datata ottobre 2008 e che
alleghiamo) paventavamo tale ipotesi di occupazione da parte del privato in questione dello
piazzetta pedonale, e chiedevamo alle Autorità Competenti di non rilasciare alcuna licenza di
occupazione del suolo pubblico nella piazzetta pedonale antistante alla Scuola dell’infanzia Fioretta
Mazzei.

Firenze, lì Marzo 2009


All’assessore alla Pubblica istruzione Daniela Lastri
All’Assessore alla Partecipazione democratica Cristina Bevilacqua
Al Presidente del Quartiere 1 Stefano Marmugi
Al Sindaco di Firenze Leonardo Domenici
All’assessore all’Ambiente Claudio Del Lungo
All’assessore alla Sanità pubblica Graziano Cioni
Al Presidente del Consiglio Comunale Eros Cruccolini

Dopo un anno di disagi per la ristrutturazione della Scuola Mazzei, i bambini si trovano
nuovamente in mezzo ai lavori. La piazzetta di fronte alla scuola è completamente occupata sia da
mezzi di trasporto che da attrezzature per lavori in occasione della prossima apertura di un’attività
commerciale. Quello che era uno spazio importante in quanto protetto e pulito sia all’ingresso che
all’uscita dalla scuola è stato completamente occupato da un’attività ingombrante, rumorosa e
pericolosa.
Riteniamo che una volta aperto l’esercizio, lo stesso spazio sarà occupato dai tavoli nonché dai vetri
rotti in seguito alle notti brave che avranno luogo nella piazzetta.
Chiediamo al Comune che offre il servizio educativo ed è altresì proprietario del suolo in questione
di preservarlo da un’occupazione che comporterebbe la negazione di un già limitato spazio vitale
per i bambini che in questa zona hanno pochissimi luoghi dove correre senza pericoli. In piazza del
Carmine si affaccia un locale ad ogni angolo ma c’è solo una scuola e quell’angolino senza auto
(che ovunque salgono sui marciapiedi e si assiepano in triple file) è rimasto l’unico.
Le famiglie che vivono in Oltrarno auspicano che “il rilancio del quartiere” non sia focalizzato solo
ed unicamente sulle attività commerciali ma anche sulla qualità dei servizi educativi così come sulla
promozione di spazi per il gioco e lo sviluppo della creatività dei bambini e dei ragazzi.
Si invitano, pertanto, le autorità competenti a non rilasciare alcuna licenza di occupazione del suolo
pubblico davanti alla Scuola dell’infanzia Fioretta Mazzei. Nella deprecata ipotesi in cui questa sia
stata già richiesta e/o rilasciata chiediamo che ci sia comunicato il responsabile del procedimento ai
fini di un immediato accesso agli atti ai sensi della legge 241/90.

Firenze, lì ottobre 2008


---- Original Message -----
From: Pierluigi Meacci
To: Ilaria Palchetti
Sent: Thursday, March 26, 2009 9:15 AM
Subject: Re: Riunione sul progetto ampliamento esterno Cavalli Club

Gent.ma sig.ra Palchetti

l'oggetto della riunione era sapere se il progetto Cavalli Club poteva in qualche modo ostacolare l'accesso e
l'attività della scuola.
Se poi gli abitanti del quartiere sono favorevoli o contrari, è questione che interessa loro, e che travalica il
funzionamento della scuola e quindi non è di mia pertinenza.
Cordiali saluti
Piero Meacci

----- Original Message -----


From: Ilaria Palchetti
To: pierluigi Meacci
Sent: Wednesday, March 25, 2009 6:29 PM
Subject: Riunione sul progetto ampliamento esterno Cavalli Club

Alla c.a. Dr. P. Meacci


Dirigente Servizio Scuole dell’Infanzia
Ass. Pubblica Istruzione, Comune di Firenze

Oggetto: Riunione sulla bozza del progetto di ampliamento esterno del locale Cavalli
Club proposto dal privato gestore del locale.
Con la presente, in seguito all’incontro tenutosi in data 24 marzo 2009 presso la scuola
dell’infanzia F.Mazzei, alla presenza della d.ssa Margherita Maretti, di alcune
educatrici e dei rappresentanti dei genitori, intendiamo ringraziare la Dr.ssa M. Maretti,
e con essa l’intero Ufficio Servizio Scuole dell’Infanzia, per la disponibilità dimostrata
nell’illustrarci il progetto in oggetto. Intendiamo, comunque, esprimere la nostra totale
e ferma contrarietà alla realizzazione di tale progetto.

Cordiali Saluti

I rappresentanti dei genitori della Scuola dell’ Infanzia F. Mazzei


Simone Tafuro
Ilaria Palchetti
Niccolò Braccesi
Bozza di risposta al Dirigente:

Egregio dottor Pierluigi Meacci,


notiamo dal suo messaggio che l'oggetto della riunione in questione, diversamente da quanto ci era
stato presentato nella riunione stessa,verteva schiettamente su aspetti legati all'accesso e alle attività
della scuola e proporio in questa ottica, vogliamo rimarcare con fermezza il giudizio contrario al
progetto Cavalli Club, seppur poco leggibile nella forma di primitivo schizzo quale ci è stato
presentato.
Precisamo che tale giudizio scaturisce non tanto e non solo dalle emozioni di noi cittadini residenti
del quartiere, quanto proprio dalle valutazioni funzionali all'accesso e alle attività della scuola che si
estendono anche nella piccola area antistante, oggetto del progetto, in quanto luogo di raccolta, di
gioco, di socializzazione dei generazioni di bambini in collegamento alla Scuola. Tale area, sottratta
ai bimbi, viene edificata con strutture di cui non conosciamo molto ma che che senz'altro
soffocheranno gli spazi, già esigui, di ingresso alla scuola, creando ostacolo, pregiudicano la
sicurezza nelle attività di ingresso e uscita dalla Materna. Si tratta di un'isola completamente
pedonale, parte integrante degli spazi gia limitati della scuola, di cui i bambini usufruiscono come
spazio gioco protetto sia all'entrata sia all'uscita della scuola. Proprio all'uscita diventa il luogo degli
arrivederci percorso in modo spensierato come sanno fare i bambini, correndo e urlando per
mezz'ore in lungo e in largo, senza timore di essere assaliti dalle macchine sotto la sorveglianza dei
genitori rassicurati dalla forma accogliente e dalla posizione racchiusa dello slargo che permette ai
piccoli di scorrazzare liberamente senza pericoli e ai grandi di fare conversazione.

Riguardo agli aspetti più tecnici giudichiamo che insorgano difficoltà ad accedere al portone della
scuola attraversata da bimbi e da passeggini che spesso vengono parcheggiati fuori della scuola.
Come Lei ben conosce, la Scuola ha svolto attività didattica nella gran parte degli ultimi anni
immersa nei cantieri, in situazioni di disagio, tra rumori intensi e polvere di flessibli. L'esperienza
dei lavori di ristrutturazione del Club, in particolare, ci rende preoccupati, ricordando gli ingressi in
classe fatti di slalom fra i camion-gru carichi di travi in movimento e di operai protetti da guanti,
casco e scarpe antinfortunistiche.
La proposta, descritta come un porticato da chi lavora nel locale, è da bocciare anche per motivi di
funzionamento interno alla scuola. La riduzione dell'illuminazione nei corridoi oscurati dal
porticato, nei momenti più sereni della loro giornata, del cambio, o del passaggio alla mensa, della
consegna dei bimbi alla scuola e del ritrovo con i propri genitori, ci sembrano un bell'impedimento.
Inoltre la Scuola è sede di centri estivi e dunque la presenza di strutture così invasive, pur
nell'ipotesi che esse restino confinate da maggio a settembre, intralcia allo stesso modo o forse più
del periodo canonico di lezione, le attività di ingresso e di uscita dai locali scolastici.

Altra considerazione pratica: cosa accadrà quando fornitori, che possono entrare in Zona Blu solo
entro le ore 9 per scarico merci, si michieranno ai bambini e ai genitori nel poco spazio rimasto
libero dalla struttura in progetto?
Per finire: chi ci assicura che una volta assegnato il suolo Pubblico questo negli anni non venga
ingrandito e magari edificato in modo permanente diventando suolo privato? Quanti eventi
straordinari potrebbero essere organizzati (Fuori orario o fuori spazio)?
Questi alcuni motivi del nostro giudizio contrario, oltre a quelli del sentimento di cittadini stanchi di
vedere ogni giorno ceduta in affitto permanante una parte della loro Città.
Auspicando in un incontro per discutere in merito a questi ed altri temi della Scuola, porgiamo
distinti saluti.

I rappresentanti dei genitori della Scuola dell’ Infanzia F. Mazzei

Simone Tafuro, Ilaria Palchetti, Niccolò Braccesi


Al dirigente Ufficio Suolo Pubblico, Sig.ra Anna Surchi,
Piazza Artom 18, Firenze

e p.c.Al Presidente del Consiglio Comunale Eros Cruccolini


Al Sindaco di Firenze Leonardo Domenici
Alla Sopraintendenza BAPSAE di Firenze Pistoia e Prato,
arch. Paola Grifoni
Alla Curia di Firenze, Monsignor Fabrizio Porcinai Piazza San
Giovanni n. 4

I genitori della Scuola dell’Infanzia Fioretta Mazzei sono estremamente preoccupati della richiesta
di occupazione di suolo pubblico presentata dal locale “Cavalli Club”. Tale richiesta viene infatti
corredata da un progetto di “dehors” che dovrebbe alloggiare i tavoli per gli avventori del locale che
si affaccia nella medesima piazzetta pedonale su cui si affaccia la scuola.
Tale progetto di “dehors” a nostro avviso risulta altamente impattante sia per le attività scolastiche
che per l’intera estetica del luogo in cui si verrebbe a trovare.
Sottolineiamo che la piazzetta in questione è l’unica, e di per se esigua, zona pedonale dell’intera
piazza del Carmine. Tale zona è delimitata dalla facciata della scuola, dalla facciata a cui si accede
al suddetto locale ed ad un’abitazione privata, e da una delle pareti della chiesa di Santa Maria del
Carmine, in cui come riportato nel sito del comune di Firenze
(http://www.comune.firenze.it/servizi_pubblici/arte/musei/htm), si conserva una delle più alte
testimonianze della pittura di tutti i tempi. Facciamo inoltre osservare che su tale piazzetta, oltre
all’ingresso, si affacciano tre finestre della scuola che danno luce agli spazi interni della scuola
stessa.
Come Genitori, abbiamo in più di una occasione chiesto al Comune e alle Autorità Competenti, di
preservare la piazzetta da un’occupazione che comporterebbe la negazione di un già limitato spazio
vitale per i bambini che in questa zona hanno pochissimi luoghi dove correre senza pericoli.
Sottolineiamo, inoltre, come piazza del Carmine sia una piazza fortemente abusata (si affaccia un
locale ad ogni angolo con tanto di spazio esterno e il parcheggio occupa praticamente tutto il lume
della piazza stessa). Per tale motivo, chiediamo fortemente che l’unica zona pedonale (peraltro
spazialmente limitatissima) rimanga a totale fruizione dei bambini e della cittadinanza tutta.
Le famiglie che vivono in Oltrarno auspicano che “il rilancio del quartiere” non sia focalizzato solo
ed unicamente sulle attività commerciali ma anche sulla qualità dei servizi educativi così come sulla
promozione di spazi per il gioco e lo sviluppo della creatività dei bambini, dei ragazzi e dei cittadini
tutti.
Si invitano, pertanto, le autorità competenti a non rilasciare alcuna licenza di occupazione del suolo
pubblico nella piazzetta davanti alla Scuola dell’infanzia Fioretta Mazzei, quantomeno con il
progetto attualmente presentato dalla proprietà.
Ricordiamo inoltre come in molte strade, già pedonali, del centro storico siano allestiti spazi esterni,
che prevedono solo sedie e tavolini senza l’impiego di alcuna struttura impattante. Sedie e tavolini
che vengono rimossi a fine serata. Se proprio necessaria, una soluzione di questo genere ci
sembrerebbe la più ovvia, in considerazione dell’ubicazione del suddetto locale. Contestualmente
esprimiamo la nostra contrarietà a qualsiasi intervento sull’attuale antica pavimentazione della
piazzetta, già fortemente abusata durante i lavori del suddetto locale (es. piloni in pietra serena (a
protezione della zona pedonale) divelti per passaggio di automezzi, e lasciati pericolosamente
instabili per mesi dalla fine dei lavori).

Cordiali Saluti
Ilaria Palchetti, Simone Tafuro, Niccolò Braccesi
Rappresentati dei genitori Scuola dell’infanzia F. Mazzei
Firenze, 27 Maggio 2009
All’Assessore Attività produttive
S. Gori
V. Ghibellina
Firenze
Al Direttore URP
S.Goretti
V. Pietrapiana n. 53
RACCOMANDATA A/R
E p.c.

All’Assessore Pubblica Istruzione


D.Lastri
V. Nicolodi 2
Firenze

OGGETTO: richiesta di comunicazione responsabile del procedimento e richiesta di accesso agli atti

Facendo seguito alla riunione intercorsa in data 30.04.2009, fra la proprietà del locale Cavalli, sito in Piazza
del Carmine e i rappresentanti dei genitori della Scuola F. Mazzei con la presenza autorevole del Presidente E.
Cruccolini, siamo a chiederVi di voler comunicare il nominativo del responsabile del procedimento relativo alla
richiesta di concessione /autorizzazione di suolo pubblico presentata presso i Vostri Uffici, nonché di poter accedere
agli atti dello stesso procedimento. Difatti, se i genitori, in qualità di terzi interessati al procedimento, lo riterranno
opportuno, potranno, così, predisporre una memoria volta ad affermare nuovamente, se del caso, la loro contrarietà ad
una eventuale autorizzazione / concessione del suolo pubblico antistante il locale e la scuola dell’infanzia e la Chiesa
del Carmine.
In attesa di un cortese e sollecito riscontro, porgiamo

Distinti Saluti

Ilaria Palchetti (rappresentante istituto e sez. B)


Simone Tafuro (rappresentante sez. A)
Nicola (rappresentante sez. C)