Sei sulla pagina 1di 8

Salute e malattia nella terza et

Problemi di vescica e di transito intestinale

106 Contenuto
In questo capitolo Lincontinenza urinaria . . . . . . . 107 Come vi accorgete di soffrire di incontinenza urinaria? . . . . . . 107 importante individuare le cause . . . . . . . . . 107 Lincontinenza urinaria non una fatalit . . . . 108 Imparare a convivere con lincontinenza urinaria . . . . . . . 109 Altri problemi di evacuazione . . 110 Stitichezza . . . . . 110 Diarrea . . . . . . . . 111

Salute e malattia nella terza et

Problemi di vescica e di transito intestinale

Problemi di vescica e di transito intestinale


Nessuno parla volentieri di urina e di feci. Nella nostra societ, la pulizia un imperativo assoluto. Il fatto di non poter pi controllare perfettamente la propria vescica viene vissuto come qualcosa di vergognoso e imbarazzante da molti anziani. A partire da una certa et, lincontinenza urinaria un problema assai diffuso, sia nella donna che nelluomo. La vergogna e il timore di essere traditi da odori sgradevoli e di indisporre altre persone possono rappresentare un grosso peso. Per evitare situazioni imbarazzanti, molti tendono a isolarsi sempre pi fino ad evitare qualsiasi contatto con altre persone. Spesso gli interessati credono di essere gli unici ad avere problemi del genere. Tardano a rivolgersi a uno specialista e a farsi aiutare. Lincontinenza fecale cio lemissione involontaria delle feci - un problema molto pi raro dellincontinenza urinaria. Per questi disturbi delleliminazione esistono terapie ed ausili tecnici molto efficaci. A condizione di utilizzarli correttamente, possibile riprendere a vivere in modo normale.

Salute e malattia nella terza et

Problemi di vescica e di transito intestinale

107
In quali circostanze ho delle perdite di urina?

Lincontinenza urinaria
Lincontinenza urinaria lemissione involontaria di urina. La persona non riesce a trattenersi fino in bagno, oppure non si accorge di nulla sul momento. Le donne ne soffrono pi spesso degli uomini. Talvolta i problemi insorgono gi nella mezza et, in particolare nelle donne che hanno partorito. Lincontinenza urinaria non una normale manifestazione della vecchiaia!

Come vi accorgete di soffrire di incontinenza urinaria?


Perdete qualche goccia di urina o di pi, senza potervi trattenere o senza notarlo. Allinizio questo avviene quando ridete, tossite, vi chinate in avanti, salite le scale, poi quando portate oggetti pesanti. In seguito succede anche durante le attivit normali. Sentite improvvisamente il bisogno di urinare e non riuscite a raggiungere il bagno per tempo. Provate bruciori e dolori mentre urinate. Sentite un bisogno impellente di urinare, ma avete difficolt ad iniziare la minzione. Avete un ridotto flusso urinario. Avete limpressione di non avere vuotato completamente la vescica, e avete continue perdite di urina anche dopo la minzione.
Quali cambiamenti ha indotto lincontinenza nella mia vita?

importante individuare le cause


Lincontinenza urinaria pu avere diverse cause: debolezza e rilassamento della muscolatura pelvica (imputabile a dei parti o a un lavoro in posizione seduta); negli uomini, ingrossamento o alterazione patologica della prostata; infiammazioni della vescica (cistite) o delle vie urinarie; assunzione di determinati medicamenti; malattie del sistema nervoso. Non aspettatevi di presentare tutti i sintomi menzionati. Non appena appaiono i primi sintomi, consultate il medico affinch possa accertare le cause dellincontinenza.

Croce Rossa Svizzera

108
Con chi mi sento pi a mio agio per parlare dei miei problemi di incontinenza?

Salute e malattia nella terza et

Problemi di vescica e di transito intestinale

Lincontinenza urinaria non una fatalit


Lincontinenza urinaria non un disturbo ineluttabile. Soprattutto allinizio, quando perdete un po di urina in modo intermittente, potete agire in modo efficace: Parlatene a delle persone di fiducia: congiunto, parenti, amici o medico. Prendete appuntamento con un urologo presso lospedale pi vicino. Anche la Socit suisse daide aux personnes incontinentes pu essere di grande aiuto. Fate ricercare la o le cause dei vostri sintomi da un medico e chiedetegli di consigliarvi dei trattamenti. importante partecipare attivamente ai trattamenti e alle misure terapeutiche proposte. Assumete regolarmente i medicamenti prescritti. Frequentate assiduamente le sedute di ginnastica per la muscolatura del pavimento pelvico e praticate a casa gli esercizi che vi sono stati raccomandati. I vostri sforzi saranno ricompensati ed avete ottime possibilit di riacquistare completamente il controllo della vostra vescica. Il controllo della vescica dipende in gran parte dalla tonicit dei muscoli del pavimento pelvico, che sono situati tra il pube e il coccige. Questi muscoli possono essere allenati come quelli delle braccia e delle gambe. Ci richiede lassistenza di uno specialista e un po di allenamento, poich spesso non sappiamo nemmeno che questi muscoli esistono. Cercate di defecare regolarmente. I corsi di rieducazione del pavimento pelvico sono proposti dalluniversit popolare, dai centri di fitness, dai fisioterapisti, dalle casse malati, dalle associazioni cantonali della Croce Rossa Svizzera o dalle organizzazioni cantonali della Pro Senectute Svizzera. Potete anche chiedere a una specialista dellAssociazione svizzera dei servizi di assistenza e cure a domicilio o a una fisioterapista di farvi una dimostrazione degli esercizi. Bevete a sufficienza! Il ragionamento se berr meno, avr meno bisogno di urinare . . . assolutamente sbagliato e pu esporvi a gravi problemi di salute (vertigini, stato confusionale, infiammazioni delle vie urinarie, stitichezza). Ogni mattina preparatevi da 1 a 2 litri di acqua o di tisana non zuccherata che berrete nellarco della giornata. Renderete cos un grosso servizio alla vostra salute.

Salute e malattia nella terza et

Problemi di vescica e di transito intestinale

109
Quali misure ho adottato per rimediare ai miei problemi di incontinenza?

Imparare a convivere con lincontinenza urinaria


Molte persone cercano di nascondere il loro problema quanto pi a lungo possibile e, per timore di situazioni imbarazzanti o di odori sgradevoli, si isolano sempre pi in casa. Ma migliaia di altre persone ci dimostrano quotidianamente che possibile sentirsi bene malgrado unincontinenza urinaria. Cercate di appurare per quanto tempo potete controllare senza problemi la vostra vescica prima di andare in bagno e pianificate le vostre uscite di conseguenza. Indossate indumenti che si possono aprire facilmente e con rapidit una volta in bagno (cerniere lampo e velcro piuttosto che bottoni). Riflettete al modo in cui potreste modificare larredamento del vostro appartamento per poter accedere al bagno rapidamente e senza ostacoli. Una comoda installata vicino al letto pu aiutarvi a urinare pi facilmente durante la notte. Prendete degli indumenti di ricambio se prevedete di trattenervi fuori di casa per un periodo prolungato. Vi sentirete rassicurati! Indossate delle protezioni con le quali vi sentite a vostro agio. Esistono prodotti moderni, discreti o addirittura invisibili. Le protezioni sono disponibili in diverse taglie e modelli a seconda del sesso e del grado di incontinenza. Fatevi consigliare o inviare dei campioni. Informatevi se potete procurarvi le protezioni a un prezzo pi vantaggioso tramite la cassa malati o lAssociazione svizzera dei servizi di assistenza e cure a domicilio. In ogni caso necessaria una ricetta medica. Comunque anche i supermercati e i centri commerciali dispongono di tali prodotti. Cambiate spesso le protezioni ed usatele una sola volta. lunico modo per prevenire gli odori sgradevoli, ma anche le infiammazioni e le irritazioni della pelle. Se avete la pelle arrossata nelle parti intime, se sentite bruciori o prurito, consultate un medico. Proteggetevi contro le cistiti indossando abiti caldi, provvedendo accuratamente alla vostra igiene intima e bevendo a sufficienza.

Dove posso procurarmi delle protezioni?

E non dimenticate che non siete soli e che molte altre persone soffrono di questo disturbo.

Croce Rossa Svizzera

110
Quando e quante volte al giorno vado di corpo?

Salute e malattia nella terza et

Problemi di vescica e di transito intestinale

Ausili tecnici Indumenti comodi Assorbenti con mutandine a rete

Altri problemi di evacuazione


Stitichezza
La stitichezza (o stipsi) un problema frequente nellanziano. Si manifesta con feci dure e scarse (meno di tre volte alla settimana). La defecazione difficoltosa e talvolta accompagnata da dolori, e la persona ha spesso la sensazione di non aver potuto svuotare completamente lintestino. Come prevenire la stitichezza? Badate ad avere unalimentazione equilibrata ricca di fibre (prodotti integrali, frutta e verdura). Per ottenere consigli utili rivolgetevi a uno studio di consulenza dietetica. Bevete al minimo 1 2 litri al giorno. Preparate gi alla mattina il quantitativo di acqua, tisane o succhi di frutta molto diluiti, e bevete tutto entro lora di coricarsi.
Quali sono gli alimenti che mi provocano stitichezza?

Perch ho limpressione di soffrire di stitichezza?

Provate a bere un bicchiere di acqua tiepida appena alzati. Ci pu stimolare lattivit intestinale. Provate piante contenenti mucillagine come la crusca di frumento o i semi di lino; associate a fichi o prugne secche, possono stimolare il transito intestinale. Affinch le mucillagini possano esplicare appieno la loro azione nellintestino, necessario assorbire grandi quantitativi di liquido. Dovete tuttavia fare attenzione a non provocare una diarrea. Fate sufficiente moto, sotto forma di passeggiate quotidiane, ginnastica, bicicletta. Scegliete lattivit che vi pi consona. Se sentite il bisogno di evacuare, andate subito in bagno. Pu essere utile andare in bagno tutti i giorni alla stessa ora: lintestino si abitua cos a vuotarsi a orari regolari. Non ostinatevi a trattare di vostra iniziativa, per mesi o per anni, una stitichezza cronica o ricorrente. Se le misure sopra menzionate si ri-

Salute e malattia nella terza et

Problemi di vescica e di transito intestinale

111
Quale quantitativo di liquidi bevo quotidianamente?

velano inefficaci dopo qualche settimana, consultate un medico. Fate lo stesso se la stitichezza accompagnata da dolori addominali, dolori allatto della defecazione, presenza di sangue nelle feci o qualsiasi altro sintomo inquietante. Siate prudenti con i lassativi (tisane, pillole ecc.). Possono danneggiare la mucosa intestinale, alterare la funzionalit intestinale e perturbare lassorbimento delle vitamine e dei minerali nellintestino. Se usati per lungo tempo e senza controllo medico, i lassativi possono esplicare effetti collaterali pi dannosi della stipsi.

Diarrea
La diarrea consiste in unemissione di feci anormalmente abbondante, di consistenza liquida e/o semiliquida e di frequenza aumentata (pi di tre scariche al giorno). A partire da una certa et lorganismo molto pi sensibile alla diarrea: si disidrata e perde molti sali minerali. La diarrea pu quindi rappresentare un serio problema nellanziano, in quanto pu indebolire e disidratare pericolosamente lorganismo. La diarrea pu avere molte cause: alimenti non ben lavati o contaminati, cibi esotici (p. es. in viaggio), stress emotivo, infezioni intestinali, assunzione di certi farmaci o malattie del colon. Cosa fare in caso di un attacco improvviso di diarrea? Bevete molto, lentamente e a sorsi, per sostituire i liquidi perduti. I migliori rimedi sono brodo salato, acqua minerale non gasata, tisane ... Quando la diarrea si attenuata ricominciate ad alimentarvi, preferibilmente con alimenti facilmente digeribili, ripartiti in diverse piccole porzioni al giorno: mele grattugiate, banane schiacciate, crema di avena o di riso, fette biscottate, minestra di carote, riso bollito. Reintroducete gradualmente unalimentazione normale. Evitate il caff, lalcool e i condimenti piccanti, che hanno un effetto lassativo. Quando dovreste consultare il medico? in caso di diarrea accompagnata da forte febbre; in caso di diarrea accompagnata da vomito; in caso di presenza di sangue nelle feci;
Quale potrebbe essere la causa della diarrea? Cosa posso fare perch il mio intestino ricominci a funzionare normalmente?

Croce Rossa Svizzera

112
Di quali altri disturbi soffro?

Salute e malattia nella terza et

Problemi di vescica e di transito intestinale

in caso di diarrea accompagnata da un crescente stato di debolezza; in caso di diarrea ricorrente la cui causa non stata individuata; in caso di diarrea persistente per pi di due settimane. Astenetevi dallassumere medicamenti antidiarroici di vostra iniziativa. Essi bloccano la diarrea, ma non ne eliminano la causa (p. es. infezione intestinale). Attenzione: la diarrea e/o i medicamenti antidiarroici possono interferire con lazione di altri medicamenti. Parlatene con il medico.