Sei sulla pagina 1di 20

1

AURA
1-94 L"'aura" psichica, che circonda il corpo e che chiunque pu imparare a scorgere, allorch vengono a determinarsi certe condizioni, semplicemente un riflesso della forza vitale che arde interiormente. Noi riteniamo che questa forza o energia sia elettrica, come quella del fulmine. Ora, in Occidente, gli scienziati riescono a misurare e a registrare le "onde elettriche del cervello". Coloro che scherniscono queste cose, dovrebbero ricordarlo, e ricordare inoltre l'esistenza della corona solare. In essa, le fiamme si proiettano a milioni di chilometri di distanza dal disco del sole. Gli uomini non riescono a scorgere questa corona, ma quando si ha una eclisse totale di sole, chiunque si dia la pena di guardare pu vederla. Il fatto che la gente creda o meno non ha realmente alcuna importanza. L'incredulit non pu estinguere la corona solare. Essa continua a esistere. E la stessa cosa accade per quanto concerne l'aura psichica umana. Tra le altre cose, sarei stato in grado di vedere proprio quest'aura, una volta aperto il terzo Occhio. 1-101 coloro che la possiedono naturalmente possono aumentarne di mille volte il potere mediante un apposito intervento, come era accaduto a me. 1-77 una piccola operazione al cervello per facilitare la chiaroveggenzaaffretteremo i tuoi studi con l'ipnosi. 1-96 Il secondo lama apr un cofanetto e ne tolse uno strumento di acciaio lucente. Sembrava un punteruolo, solo che, invece di essere arrotondato, era a forma di "U" e, in luogo della punta, intorno alla "U" erano disposti piccoli denti. Per qualche attimo il lama fiss lo strumento, poi lo sterilizz alla fiamma di una lampada. Il lama Mingyar Dondup mi prese la mano e disse: Questo intervento molto doloroso, Lobsang, e pu essere eseguito solo se tu sei pienamente cosciente. Non occorrer molto tempo; pertanto cerca di star fermo il pi possibile. Vedevo vari strumenti disposti l'uno accanto all'altro, e tutta una serie di pozioni d'erbe. Dissi a me stesso: "Be', Lobsang, ragazzo mio, ti faranno la festa in un modo o nell'altro, e tu non puoi impedirlo in nessun modo... non ti rimane che startene tranquillo". Il lama che aveva lo strumento si volt a guardare gli altri e disse: Tutto pronto? Incominciamo subito, il sole appena tramontato. Mi premette lo strumento contro il centro della fronte e ne fece ruotare l'impugnatura. Per un attimo ebbi la sensazione che qualcuno mi stesse pungendo con spine. Sembrava che il tempo si fosse fermato. Non sentii alcun dolore particolare mentre lo strumento penetrava nella pelle, ma vi fu una piccola scossa quando tocc la superficie dell'osso. Il lama intensific la pressione, facendo oscillare un poco lo strumento, in modo che i denti penetrassero nell'osso frontale. Il dolore non era affatto lancinante; si trattava semplicemente di un senso di pressione e di una sofferenza sorda. Non mi mossi perch il lama Mingyar Dondup mi stava guardando; avrei preferito morire anzich muovermi o gridare. Aveva fede in me come io in lui; sapevo che quanto diceva e faceva era giusto. Mi stava osservando, in quel momento, molto attentamente, con un lieve guizzare di muscoli in tensione agli angoli della bocca. Di colpo si ud un lieve crac e lo strumento penetr l'osso. All'istante il suo movimento venne fermato dall'attentissimo chirurgo. Egli tenne ben fermo il manico dello strumento mentre il lama Mingyar Dondup gli passava una durissima e pulitissima scheggia di legno, esposta al fuoco e all'azione di certe erbe per renderla resistente come acciaio. Questa scheggia venne inserita nella "U" dello strumento e fatta scivolare in modo che penetrasse nel foro praticatomi nel cranio. Il lama che operava si spost lievemente di lato per consentire anche al lama Mingyar Dondup di venirsi a trovare di fronte a me. Poi, a un cenno di Dondup, l'operatore, con precauzione infinita, spinse la scheggia sempre e sempre pi avanti. Di colpo, provai una sensazione pungente e solleticante, in apparenza alla radice del naso. La sensazione cess e io divenni conscio di profumi sottili che non riuscii a riconoscere. Anch'essi svanirono rapidamente e furono sostituiti dall'impressione di spingere, o di essere spinto, contro un velo cedevole. A un tratto, ecco un lampo

accecante, e in quell'attimo il lama Mingyar Dondup disse: Basta!. Per un momento, il dolore fu intenso, come una fiamma bianca, lacerante. Diminu, si spense, e fu sostituito da spirali colorate di fumo incandescente. Lo strumento metallico venne rimosso con precauzione. La scheggia di legno rimase; sarebbe rimasta nel mio cranio per due o tre settimane, e, fino a quando non l'avessero estratta, io dovevo restare in quella stanza quasi immersa nelle tenebre. Nessuno sarebbe venuto da me, eccettuati i tre lama, che avrebbero continuato a impartirmi insegnamenti, giorno per giorno. Fino a quando la scheggia non fosse stata tolta, avrei avuto cibi e bevande nella minima, indispensabile quantit. Mentre la scheggia che sporgeva dalla fronte veniva fermata dalle bende in modo che non potesse muoversi, il lama Mingyar Dondup si volt verso di me e disse: Ora sei uno di noi, Lobsang. Per il resto dei tuoi giorni, vedrai gli uomini quali realmente sono e non quali fingono di essere. Era una strana esperienza vedere quegli uomini avviluppati, apparentemente, da fiamme d'oro. Solo in seguito potei rendermi conto del fatto che le loro aure psichiche - o aloni - erano dorate a causa della pura vita che conducevano, mentre quelle della maggior delle altre persone avevano un aspetto assai diverso. Di mano in mano che il nuovo senso appena acquisito si perfezionava sotto l'abile guida dei lama, fui in grado di osservare che esistevano altre emanazioni, estendentesi al di l dell'aura psichica pi interna. Con il tempo potei valutare le condizioni di salute di un individuo in base al colore e all'intensit dell'aura psichica. Riuscii anche a capire se dicevano o meno la verit, a seconda delle fluttuazioni dei colori. Ma non soltanto il corpo umano potevo fare oggetto della mia chiaroveggenza. Mi fu dato un cristallo, che possiedo ancora, e nel cui uso mi addestrai a lungo. Non v' alcunch di magico nelle visioni attraverso i cristalli. Essi non sono altro che strumenti. Come un microscopio, o un telescopio, pu far apparire oggetti normalmente invisibili sfruttando le leggi naturali, cos agisce un cristallo. Esso non fa altro che mettere a fuoco il Terzo Occhio, con il quale possibile penetrare nell'inconscio di ogni individuo e serbare il ricordo dei fatti appresi in tal modo. Il cristallo deve essere adatto a colui che se ne avvale. alcuni si trovano meglio con un cristallo di rocca, altri si servono d'una sfera di vetro. Altri ancora utilizzano una sfera piena d'acqua o un disco completamente nero. Ma di qualsiasi mezzo si servano, i princpi sono identici. Durante la prima settimana, la stanza venne tenuta in una quasi completa oscurit. La settimana successiva vi si lasci penetrare soltanto un barlume di luce, un barlume che aument a poco a poco, di mano in mano che la fine della settimana andava avvicinandosi. Nel diciassettesimo giorno la stanza era pienamente illuminata e i tre lama tornarono insieme per estrarre la scheggia. Fu semplicissimo. La sera prima mi avevano pennellato la fronte con una pozione d'erbe. In mattinata i lama vennero e, come la prima volta, uno di essi mi tenne il capo tra le ginocchia. Il chirurgo afferr con uno strumento l'estremit della scheggia di legno che sporgeva dalla fronte. Sentii uno strappo improvviso e pungente... e null'altro. La scheggia era stata estratta. Il lama Mingyar Dondup applic un impacco d'erbe sulla piccolissima ferita rimasta e mi mostr la scheggia. Rimanendo nel mio cranio era divenuta nera come ebano. Il lama chirurgo si volt verso un piccolo braciere e vi mise il frammento di legno, insieme a incensi di vario genere. Con l'innalzarsi verso il soffitto del fumo di quelle diverse sostanze, il primo stadio della mia iniziazione era completato. 1-100 Mi precipitai fuori della porta, non pensando ad altro che a questo. Verso di me stava venendo una figura avvolta in fumo azzurrognolo, squarciato da chiazze di un rosso acceso. Mi lasciai sfuggire un gemito di paura e rientrai di corsa nella stanza. Gli altri notarono la mia espressione inorridita. C' un uomo in fiamme nel corridoio esclamai. Il lama Mingyar Dondup si affrett a uscire e torn indietro sorridendo. Lobsang, quello un addetto alle pulizie in preda all'ira. La sua aura psichica di un blu fumoso, non essendo egli evoluto, e le fiammelle rosse sono gli impulsi dell'ira. Ora puoi andare di nuovo a cercare il cibo che tanto desideri. Fu affascinante ritrovare i ragazzi che mi erano cos noti e che, ciononostante, non avevo conosciuto affatto. Ora potevo guardarli e farmi un'idea dei loro autentici pensieri, della sincera simpatia che avevano per me, o della gelosia che covava in alcuni, o dell'indifferenza

in altri. Ma non bastava vedere i colori per saper tutto; fu necessario insegnarmi a capire che cosa significavano i vari colori. La mia guida e io ci mettevamo a sedere in un'alcova appartata, dalla quale potevamo vedere coloro che entravano passando per l'ingresso principale. Il lama Mingyar Dondup diceva: L'uomo che sta entrando, Lobsang, vedi quel filamento colorato vibrante all'altezza del cuore? Una simile tinta e una simile vibrazione attestano ch'egli affetto da una malattia polmonare. Oppure, all'avvicinarsi di un mercante: Guarda quest'altro, guarda quelle bande che si spostano, quelle intermittenti chiazze di luce. Il nostro fratello commerciante crede di poter truffare gli stupidi monaci, Lobsang, e sta ricordando di esservi gi riuscito una volta. A quali meschinit non si abbassano gli uomini per il denaro!. Una volta, mentre un anziano monaco andava avvicinandosi, il lama disse: Osserva attentamente quest'uomo, Lobsang. Ecco un vero santo, ma un santo che crede all'interpretazione letterale delle nostre Scritture. Noti quegli scoloramenti nel giallo dell'aureola? indicano che ancora non si evoluto quanto basta per ragionare per suo conto. E cos continuammo, un giorno dopo l'altro. Soprattutto con i malati ci servivamo del potere del Terzo Occhio, con coloro ch'erano infermi nella carne o nello spirito. Una sera il lama disse: In seguito ti insegneremo a chiudere il Terzo Occhio a tuo piacere, poich non vorrai osservare continuamente i difetti degli uomini; sarebbe un fardello intollerabile. Per il momento, serviti sempre di questa facolt, come fai con la vista. Poi imparerai a chiudere e ad aprire a piacere il Terzo Occhio, esattamente come puoi fare con gli occhi del corpo. 2-7 Questi poteri li possedevo in misura considerevole fin dalla nascita, ma dopo l'operazione divenni effettivamente chiaroveggente in maniera abnorme, tanto che ero in grado di vedere le persone circondate dalla loro aura come se fossero avvolte da fiamme dai colori fluttuanti. Osservando le loro aure potevo arguirne i pensieri, ci che le faceva soffrire, ci che formava le loro speranze e i loro timori. Ora che ho lasciato il Tibet, sto cercando di interessare i medici occidentali a un congegno che consenta a qualsiasi dottore o chirurgo di vedere l'aura umana come effettivamente , a colori. So che se medici e chirurghi vedessero l'aura, potrebbero rendersi conto di ci che effettivamente colpisce una persona. Sicch, esaminando i colori e in base al profilo delle fasce mobili, lo specialista pu stabilire con esattezza di quale malattia soffre un paziente. Inoltre lo si pu stabilire prima che sullo stesso corpo fisico appaiano segni visibili di qualsiasi sorta, in quanto l'aura rivela la presenza del cancro, della tubercolosi e di altre malattie molti mesi prima che esse attacchino il corpo fisico. In tal modo, preavvertito da questo segnale d'allarme sull'attacco del disturbo, il medico in grado di curare la malattia e di guarirla senza fallo. Con orrore e profondissimo rincrescimento da parte mia i medici occidentali non mostrano alcun interesse alla cosa. A quanto pare ritengono che si tratti di qualcosa attinente alla magia, anzich al comune buon senso, come in effetti . Qualsiasi ingegnere sa che i fili dell'alta tensione sono circondati da una corona. Lo stesso dicasi del corpo umano: si tratta per l'appunto di una banale faccenda d'ordine fisico che io desidero far vedere agli specialisti, mentre loro non vogliono. E' una cosa tragica. Ma con il tempo si realizzer. La tragedia che nel frattempo molta gente dovr soffrire e morire inutilmente. 1-82 Un'occhiata mi bast: non aveva intorno alcun'aura psichica e pertanto non c'era pi vita in quel corpo. 4-117 Ora si affrettava il mio sviluppo; laddestramento in faccende occulte occupava tutto il tempo in cui ero sveglio. Mi sentivo schiacciato da enormi forze, mentre un lama o laltro pompava il sapere in me per telepatia e per mezzo di altre forze strane, la cui efficacia era oggetto dei miei studi intensi attuali. Perch andare in classe se si poteva ricevere linsegnamento per telepatia? Perch cercare di indovinare gli intenti di un uomo quando si pu capirli dalla sua aura? Ma volevo sapere qualcosa su quel cieco! Allora! sorrise la mia Guida, seduta pacifica su un tronco caduto Allora! Sei agitato, hai appena scoperto che quel cieco vede bene come te. Rimasi fermo, respirando affannosamente per la corsa e per lindignazione. S! esclamai Quelluomo un impostore, un ladro, perch ruba alle persone che hanno

buon cuore. Dovrebbe essere buttato in prigione! Il Lama scoppi a ridere, vedendo la mia faccia rossa e indignata. Ma Lobsang, disse con calma, perch ti agiti? Quelluomo vende i suoi servigi, come luomo che vende le ruote delle preghiere. Le persone gli danno delle monete che per loro non hanno valore, soltanto per essere giudicate generose; cos si sentono a posto. Per un certo lasso di tempo, questo aumenta la velocit delle loro vibrazioni molecolari - innalza la loro spiritualit - li avvicina agli dei. Fa loro del bene, le monete che danno? Niente! Non ne hanno bisogno. "Ma non cieco!" dissi con esasperazione un ladro." "Lobsang," disse la mia Guida " innocuo, vende i suoi servigi. Pi tardi, nel mondo occidentale, troverai che, con la pubblicit, la gente sosterr delle cose dannose per la salute, delle menzogne che deformeranno i bambini ancora prima di nascere e trasformeranno persone ragionevolmente sane in folli maniaci." 1-198 (Osservando di nascosto una delegazione cinese, per conto del Dalai Lama) Dissi a me stesso: "Bene, Lobsang, il tuo compito facile: mostrano i loro veri colori". Osservandoli dal nascondiglio, notai il baluginare delle loro aure psichiche, lo splendore opalescente, venato da un rosso torbido. Il turgido turbinare dei pensieri colmi d'odio. Fasce e striature di colori, colori sgradevoli, e non quelli limpidi e puri delle nobili riflessioni, ma le tinte corrotte e contaminate di coloro le cui energie vitali sono dedicate al materialismo e al male. Erano uomini dei quali noi diciamo: "Parlano bene, ma i loro pensieri sono sozzi". Osservai anche il Dalai Lama. I suoi colori denotavano tristezza; tristezza mentre egli ricordava il Passato trascorso in Cina. Tutto ci che vidi del Supremo mi piacque; egli era il miglior governante che il Tibet avesse mai avuto. Aveva un'indole impulsiva, facile alle ire improvvise, e in quel momento i suoi colori lampeggiavano rossi, ma la storia tramander il fatto che non mai esistito un miglior Dalai Lama, un uomo cos completamente dedito al suo Paese. 1-203 (Durante l'osservazione, di nascosto, di un inglese, rappresentante del suo governo) Giudicando dai colori della sua aura psichica, ritenni che fosse indisposto, con ogni probabilit a causa del clima al quale non era assuefatto. Sembrava sincero nel desiderio di esserci utile, ma appariva ovvio, dai colori, che temeva di scontentare il proprio Governo e di dover percepire per conseguenza una pensione ridotta quando fosse stato collocato a riposo. Personalmente, voleva seguire una determinata linea d'azione, ma il suo Governo non l'approvava, ed egli doveva dire una determinata cosa e sperare che il trascorrere del tempo dimostrasse esatte le sue opinioni e le sue proposte. 4-119 (Osservando il lama-medico Cinrobnobo) "Signore! dissi Vedo prima di tutto il contorno fisico del vostro corpo, pi o meno come sarebbe se foste senza abiti, poi, molto vicino a voi, vedo una debole luce azzurrognola, del colore del fumo emanato da legno fresco. Indica che avete lavorato troppo, che avete passato delle notti in bianco ultimamente e che la vostra energia eterica bassa. la vostra aura si allarga ai lati di circa due metri e mezzo per parte. I colori sono a strati, sia verticali che orizzontali. Avete il giallo che indica alta spiritualit. In questo momento vi stupisce il fatto che uno della mia et vi possa dire tante cose e pensate che la mia Guida, il Lama Mingyar Dondup, sa il fatto suo, dopo tutto. Pensate che dovrete chiedergli scusa per i dubbi che avevate espresso riguardo alle mie capacit. Fui interrotto da una grande risata. Hai ragione, ragazzo, hai ragione! disse divertito "Continua! Signore! (questo era un gioco da ragazzi per me!) Recentemente avete avuto un incidente e avete subto un colpo forte al fegato. Vi fa male quando ridete troppo forte e vi chiedete se dovreste prendere un po derba Tatura e farvi massaggiare fortemente mentre siete sotto il suo influsso anestetico. Pensate che Destino, se tra pi di seimila erbe, proprio la Tatura scarsa. Inoltre la vostra aura indica che, tra non molto, sarete il pi importante Abate Medico del Tibet. Mi guard con inquietudine. Ragazzo mio disse possiedi un grande potere. Farai molta strada. Mai, mai devi abusare del potere che hai. Pu essere pericoloso. Adesso parleremo dellaura da pari a pari."

2-38 Dall'aura del professore incaricato potevamo vedere - o perlomeno io potevo farlo - che si trattava di un uomo sincero, il cui unico interesse era quello di aiutarci. 2-39 "Silenzio!", rugg, sebbene nessuno avesse fiatato. "Stiamo per occuparci del magnetismo, per alcuni di voi la prima lezione su questo avvincente argomento" disse. Prese una delle sbarre piegate a ferro di cavallo. "Questo" disse "ha attorno a s un campo". Immediatamente pensai a cavalli al pascolo. "Adesso", prosegu, "vi faccio vedere come si fa a tracciare il contorno del campo del magnete, per mezzo di polvere di ferro. Il magnetismo render attiva ciascuna particella di questo ferro, che poi traccer da s l'esatto contorno della forza da cui stimolata". Incautamente feci notare a Huang che era seduto dietro di me: "Ma qualsiasi sciocco pu vederlo adesso, a che pro farla tanto lunga?" Il professore salt in piedi infuriatissimo. "Ah" disse "il grande lama del Tibet - il quale non conosce le cose pi elementari in fatto di magnetismo o di elettricit - riesce a vedere un campo magnetico, non cos?". Punt con violenza un dito verso di me. "E allora, grande lama, tu riesci a vedere questo meraviglioso campo, no? L'unico uomo al mondo che riesca forse a farlo" aggiunse in tono beffardo. Mi alzai. "S, Onorevole Professore, io riesco a vederlo molto chiaramente." dissi "Posso vedere anche le luci attorno a quei fili". Lui prese di nuovo il suo martello di legno e lo batt sullo scrittoio in una serie di colpi assordanti. "Tu menti " disse, nessuno pu vederlo. Se sei tanto intelligente vieni a disegnarlo per me e poi vedremo che razza di pasticcio combini". Mi alzai sospirando stancamente, presi il magnete e andai alla lavagna con un pezzo di gesso. Vi piazzai sopra il magnete e poi, intorno a questo, tracciai la sagoma precisa della luce bluastra che, come potevo vedere, emetteva. Tracciai inoltre quelle striature pi chiare che erano dentro lo stesso campo. Per me era una faccenda semplice, ero nato con quella capacit, che si era accresciuta in seguito a una operazione. 2-49 "Ancora non ti credo, uomo del Tibet" disse "penso sempre che si tratti di un trucco". Si sedette stancamente, si prese la testa fra le mani, poi, con uno scatto collerico, salt in piedi e protese di nuovo la mano verso di me: "Tu, tu hai detto che potevi vedere il campo di quel magnete. Tu hai pure detto: "Posso vedere anche la luce intorno a quei fili". "E' cos," risposi "posso farlo. Posso vederli facilmente". "Giusto" url verso di me "adesso possiamo dimostrate che sbagli, che sei un impostore". Ruot su se stesso, facendo rovesciare la sedia nella sua foga stizzosa. Si precipit verso un angolo, si chin e con un grugnito sollev una scatola, dal cui coperchio sporgeva un rotolo di fili. Si raddrizz e la pose sul tavolo di fronte a me. "Ci siamo" disse "Ecco una scatola molto interessante, nota come una scatola ad alta frequenza. Tu mi disegni il campo di questa e io ti creder; forza, disegna quel campo". Mi guard come per dire: "Ti sfider a farlo." "Sta bene" dissi " abbastanza semplice. Mettiamola pi vicino alla lavagna, altrimenti dovr farlo a memoria". Afferrammo ciascuno un'estremit del tavolo e lo spostammo proprio accosto alla lavagna. Presi il gesso in mano e mi voltai verso l'apparecchio. "Oh" dissi "non c' pi niente". Stetti a guardarlo perplesso perch c'erano soltanto i fili e niente altro, nessun campo. Mi girai verso di lui e vidi che teneva la mano su un commutatore. Aveva tolto la corrente, ma nei suoi occhi c'era un'espressione di completo stupore. "Allora" disse "riesci veramente a vederlo! Bene, bene, straordinario". Accese di nuovo: "Voltati dall'altra parte e dimmi quando acceso e quando spento". Cos feci e fui in grado di dirglielo: "Spento, acceso, spento'. Lo lasci spento e si sedette sulla sedia nell'atteggiamento dell'uomo la cui fede abbia ricevuto un colpo mortale. 2-52 "Dottor Lee" dissi "quando nacqui possedevo gi la capacit di vedere le persone come erano in realt. Hanno intorno a s un'aura che ne rivela ogni fluttuazione di pensiero, ogni variazione della salute, delle condizioni mentali o spirituali. Questa aura la luce che emana dall'interno dello spirito. Nei primi due anni della mia vita credetti che tutti vedessero ci che vedevo io, ma presto appresi che non era cos. Poi, come sapete, entrai in una lamaseria all'et di sette anni e fui sottoposto a uno speciale tirocinio. In quella lamaseria mi venne praticata una particolare operazione per farmi vedere con chiarezza ancora maggiore di quanta ne avessi prima, operazione che per mi confer anche dei poteri supplementari. In epoca

preistorica - proseguii - l'uomo aveva il Terzo Occhio. A causa della sua follia l'uomo perse il potere di servirsi di quella facolt visiva, e questo fu lo scopo del mio tirocinio presso la lamaseria di Lhasa". Li guardai e vidi che accettavano la cosa molto bene. "Dottor Lee," seguitai "il corpo umano circondato prima di tutto da una luce bluastra, una luce che spessa forse uno o due pollici. Essa segue e copre per intero il corpo fisico. Si tratta di ci che chiamiamo il corpo eterico, che il pi basso dei corpi. E' il collegamento tra il mondo astrale e quello fisico. L'intensit del colore azzurro varia a seconda dello stato di salute di una persona. Poi, al di l del corpo, al di l anche del corpo eterico, c' l'aura. La sua dimensione varia enormemente in base allo stato di evoluzione della persona interessata, in base anche al livello di educazione della persona, nonch ai suoi pensieri. Tra voi e la vostra aura c' la distanza di un uomo." dissi rivolto al Rettore "L'aura di un uomo evoluto. L'aura umana, a prescindere dalla sua dimensione, composta da fasce vorticose di colori, come le nuvole colorate che vanno alla deriva nel cielo vespertino. Si modificano a seconda dei pensieri di una persona. Sul corpo vi sono delle zone, zone particolari, che producono le loro fasce orizzontali di colore. Ieri," dissi "mentre lavoravo in biblioteca, ho visto alcune illustrazioni in un libro che parla di una fede religiosa occidentale. Erano ritratti di figure che avevano le aure attorno alle loro teste. Questo vuol dire che gli Occidentali, che ritenevo meno sviluppati di noi, riescono a vedere le aure, mentre noi Orientali non ci riusciamo? In questi dipinti occidentali le persone presentavano l'aura soltanto intorno alla testa. Ma io posso vederla non solo intorno al capo, bens attorno a tutto il corpo, attorno alle mani, alle dita e ai piedi. E' una cosa che ho sempre visto". Il Rettore si rivolse a Po Chu: "Ecco, vedete, questo quanto gi sapevo. Sapevo che Rampa possedeva questo potere. Egli lo ha usato nell'interesse dei capi del Tibet. Ecco perch sta studiando da noi in modo che egli, come si spera, possa contribuire allo sviluppo di un dispositivo speciale che arrecher il massimo vantaggio all'intero genere umano, per quanto attiene alla individuazione e alla cura della malattia. "costui stato capace di disegnare il campo sulla lavagna e di tracciare anche il campo di corrente di un trasformatore ad alta frequenza, ma quando lo spensi lui non ha visto nulla. Sono certo che si tratta di un trucco. Fiss il Rettore in modo provocatorio. "No," disse il dottor Lee "non davvero un trucco. Non era assolutamente un inganno. Per quanto mi consta, la verit. Alcuni anni fa conobbi la sua Guida, il Lama Mingyar Dondup, uno degli uomini pi intelligente del Tibet, il quale, grazie alla sua bont di cuore, si sottopose a certe prove in segno di amicizia verso di me, e dimostr di poter fare la stessa cosa di Lobsang Rampa. Noi cio un gruppo ristretto di noi - potemmo compiere alcune ricerche serie sull'argomento. Ma purtroppo i pregiudizi, il conservatorismo e la gelosia ci impedirono di pubblicare le nostre scoperte. E' una cosa di cui mi sono sempre rammaricato". "Se possiedi questo potere," disse "perch studi medicina?" "Voglio studiare medicina" risposi "e voglio studiare scienze fino al punto di poter collaborare alla preparazione di un dispositivo simile a quello che ho visto sull'Altopiano del Tibet". Il Rettore intervenne: "S, so che tu fosti uno degli uomini che partecip alla spedizione. Mi piacerebbe conoscere un po' pi riguardo a quel dispositivo". 'Tempo fa," dissi "su incitamento del Dalai Lama, una piccola squadra di noi sal fino a una valle nascosta fra le catene dell'Altopiano del Tibet. Qui scoprimmo una citt, che risale a epoca molto anteriore alla storia documentata, una citt di una razza del passato, in parte sepolta in un ghiacciaio, ma nel punto in cui il ghiaccio si sciolto nella valle nascosta, dove fa caldo, gli edifici e i meccanismi in essi contenuti erano intatti. Uno di questi impianti era costituito da una specie di scatola, nella quale era possibile scrutare e vedere l'aura umana, in base alla quale, ai suoi colori, al suo aspetto generale, si poteva dedurre lo stato di salute di una persona. Adesso mi trovo in Occidente, a scrivere di queste cose, e scopro che questi argomenti hanno destato molto interesse. Parecchi fra i medici pi illustri se ne sono occupati, ma invariabilmente mi dicono di non fare i loro nomi, in quanto ci andrebbe a detrimento della loro professione! Forse potrebbero interessare queste poche osservazioni aggiuntive: avete mai visto i cavi elettrici durante una leggera foschia? In tal

caso, specie nelle zone di montagna, avrete notato una corona attorno ai fili, cio una pallida luce che circonda i fili. Se la vostra vista ottima, avrete osservato che la luce guizza, si attenua e aumenta, si attenua e aumenta, a seconda della variazione di polarit dell'energia elettrica che percorre i fili. E' quanto accade per l'aura umana. E' evidente che gli antichi, i progenitori degli antenati dei nostri antenati, potevano vedere le aure, o le aureole di luce, in quanto erano in grado di riprodurle nei dipinti dei santi. Nessuno pu certo attribuire questo a immaginazione, dato che se si trattasse solo di immaginazione, per quale motivo dipingerle sulla testa, proprio sulla testa dove effettivamente c' una luce? La scienza moderna a gi calcolato le onde cerebrali, ha gi calcolato il voltaggio del corpo umano. Esiste infatti un ospedale molto famoso, presso il quale da anni in corso una ricerca sui raggi X. I ricercatori scoprirono che stavano fotografando un'aura umana, ma non capirono di che si trattasse e neppure ne tennero conto, poich essi erano impegnati a fotografare le ossa e non i colori all'esterno di un corpo e considerarono la fotografia di questa aura come una seccatura bell'e buona. Il tragico che tutti i documenti concernenti la fotografia dell'aura furono accantonati, mentre andarono avanti con i raggi X, cosa che - a mio modestissimo parere - la strada sbagliata. Ho l'assoluta certezza che, con un po' di lavoro di ricerca, medici e chirurghi potrebbero avere in dotazione lo strumento pi meraviglioso di tutti per la cura degli infermi. Prevedo - come feci molti anni fa - un dispositivo speciale che ogni medico potrebbe portare con s in tasca, per poi poterlo tirare fuori e scrutare un paziente attraverso esso, pi o meno come si usa un pezzo di vetro affumicato per guardare il sole. 3-18 Fin dalla pubblicazione dei miei primi due libri mi ha scritto gente da ogni parte del mondo, e taluni sono anche in grado di vedere l'aura. Anni fa un certo dottor Kilner, ricercatore presso un ospedale di Londra, scopr che, in determinate condizioni, poteva vedere l'aura. Vi scrisse un libro. La scienza medica non era pronta per una scoperta del genere, quindi tutto ci che egli aveva scoperto fu messo a tacere. Anch'io, a modo mio, compio ricerche e prevedo uno strumento che consentir a qualsiasi medico o scienziato di vedere l'aura di un'altra persona e di guarire malattie 'incurabili' mediante vibrazioni ultrasoniche. 3-21 Io scrivo la verit, affinch pi tardi possa far progredire la causa in favore dell'aura umana. Immaginiamo per un momento (cosa che avverr) che un paziente entri nello studio di un medico. Costui non si preoccupa di porre domande di sorta, ma si limita a tirare fuori uno speciale apparecchio fotografico e a riprendere l'aura del paziente. Entro un minuto o gi di l, questo medico non chiaroveggente ha in mano una fotografia a colori dell'aura del suo paziente. La esamina, ne studia le striature e le sfumature di colore, esattamente come uno psichiatra esamina la registrazione delle onde cerebrali di un soggetto malato mentalmente. Il medico generico, dopo aver confrontato la fotografia a colori con diagrammi tipo, mette per iscritto una serie di cure ultrasoniche e spettrografiche che ripareranno i difetti riscontrati nell'aura del paziente. Si tratta di cancro? Sar curato. Di tubercolosi? Anch'essa sar curata. Vi sembra ridicolo? ... Ed ecco: questa mia 'assurda' idea io l'ho vista in funzione! 4-10 Il mondo intero fatto di vibrazioni. Perfino i poderosi monti dellHimalaya disse il Lama non sono che una massa di particelle sospese, in cui nessuna particella pu toccare laltra. Il mondo, lUniverso, consiste di piccolissime particelle di materia, attorno alle quali vorticano altre particelle di materia. " Continu: Gli spiriti che noi chiaroveggenti vediamo nel Tempio sono persone, persone vive, che hanno lasciato questo mondo e sono entrate in uno stato per cui le loro molecole sono tanto distanziate le une dalle altre che possono passare attraverso il muro pi spesso senza toccarne una singola molecola. Onorevole Maestro dissi perch avvertiamo un formicolio quando uno spirito ci sfiora?" Ogni molecola, ogni sistema di 'sole e pianeta' circondato da una carica elettrica, non il tipo di elettricit generata dallUomo per mezzo di macchine, ma un tipo pi raffinato. Lelettricit che vediamo scintillare nel cielo in certe notti. Come la Terra ha lAurora Boreale che risplende ai Poli, cos la pi piccola particella di materia ha la sua 'Aurora Boreale'. Uno 'spettro' che si

avvicina troppo a noi trasmette una lieve scossa alla nostra aura, ed per questo che avvertiamo il formicolio. 4-120 Come si forma laura, signore? chiesi Come la tua rispettabile Guida, il Lama Mingyar Dondup ti ha detto, cominci il cervello riceve dei messaggi dallio-superiore. Delle correnti elettriche vengono generate nel cervello. Tutta la Vita elettrica. Laura una manifestazione dellenergia elettrica. Attorno alla testa c, come ben sai, unaureola o alone. Nei vecchi quadri i santi o gli dei sono sempre rappresentati con una tale Coppa Dorata dietro la testa. Vi sono delle persone che non credono nellesistenza dellaura perch non la possono vedere. Dimenticano che non riescono neanche a vedere laria, e senzaria non riuscirebbero a sopravvivere molto bene! Alcuni - molto pochi - vedono laura. Altri, no. Alcune persone riescono a sentire le frequenze pi alte o pi basse che altre invece non sentono. Non ha niente a che fare con il grado di spiritualit dellosservatore, come la capacit di camminare sui trampoli non indica necessariamente una persona dotata spiritualmente. Quando ti abbiamo operato per aprirti il Terzo Occhio disse il Grande Lama Medico abbiamo potuto vedere che parti dello sviluppo del tuo lobo frontale erano molto diverse dalla norma e cos pensiamo che fisicamente sei nato per essere chiaroveggente e telepatico. Questa una delle ragioni per cui hai ricevuto e riceverai un insegnamento intenso e superiore. 4-122 "Fintantoch esiste vita in un corpo, esiste anche laura, che pu essere vista da coloro che ne hanno la facolt, il dono o la capacit - chiamalo come vuoi. per vedere pi chiaramente laura, il soggetto esaminato devessere completamente nudo. Per delle letture normali sufficiente guardare una persona vestita, ma, se la dovrai esaminare per una qualsiasi ragione collegata alla medicina, allora la persona deve essere completamente nuda. Ebbene, laura come una guaina eterica che avvolge lintero corpo e si stende attorno al corpo con uno spessore che va da due a otto o dieci centimetri. Si tratta di una nebbia azzurro-grigia; non si pu nemmeno chiamarla propriamente nebbia perch, anche se ha unapparenza nebbiosa, trasparente. Questo strato eterico puramente emanazione animalesca, deriva soprattutto dalla vitalit animalesca del corpo e perci una persona molto sana avr un eterico molto largo, potr anche arrivare a otto o dieci centimetri dal corpo. Soltanto i pi dotati, Lobsang, percepiscono il prossimo strato, perch tra leterico e laura vera e propria vi unaltra striscia, larga forse circa otto centimetri, e bisogna essere veramente molto dotati e abili, per vedere i colori di quella striscia. Confesso che io stesso non riesco a vedere niente tranne spazi vuoti. Allesterno c laura stessa. Laura non dipende tanto dalla vitalit animalesca quanto dalla vitalit spirituale. Laura composta di strisce vorticanti, con striature di tutti i colori dello spettro visibile, e questo significa un numero di colori maggiore di quello che pu essere visto ad occhio nudo, perch laura percepita con altri sensi, che non sono la vista fisica. Ogni organo del corpo umano emette un proprio raggio di luce, un fascio di raggi, che muta e oscilla allunisono con i pensieri della persona. Molte di queste indicazioni sono presenti in modo molto evidente nelleterico e nello spazio che c oltre e, quando si osserva il corpo nudo, laura sembra ingrandire le indicazioni sullo stato di salute o di malattia, per cui evidente che chi di noi sufficientemente chiaroveggente riesce a individuare lo stato di salute o di malattia della persona osservata. Avevo gi sentito parlare dei gruppi di Lama Medici che sedevano accanto ai malati ed esaminavano il loro corpo nudo per vedere come potevano soccorrerli. 4-133 Lobsang! disse il Lama Medico Tu sei un chiaroveggente molto dotato, ma ci sono delle cose che ancora non vedi. Ci hai dato una dimostrazione notevole della tua abilit di vedere laura umana, ma non ti saresti accorto del male al fegato del Lama indiano Marfata se egli non si fosse denudato. Ci riflettei, e pensandoci dovetti ammettere che era cos; avevo osservato il Lama Indiano mentre era vestito, e avevo capito molte cose sul suo carattere e i suoi tratti basilari. Ma non avevo notato il disturbo al fegato. Avete perfettamente ragione, Onorevole Lama Medico dissi ma desidererei poter ricevere ancora altre istruzioni da parte

vostra su questo argomento. La mia Guida, il Lama Mingyar Dondup, mi guard e disse: Quando osservi laura di una persona, vuoi vedere la sua aura, non tinteressano i pensieri della pecora che ha fornito la lana di una veste. Ogni aura viene influenzata da qualsiasi cosa interrompa i suoi raggi diretti. Ecco qui una lastra di vetro, se mando il mio respiro sul vetro, influir su quello che vedi attraverso il vetro. Nello stesso modo, sebbene questo vetro sia trasparente, altera leggermente la luce, o piuttosto, il colore della luce. Nello stesso modo, se guardi attraverso un pezzo di vetro colorato, tutte le vibrazioni che ricevi da un oggetto hanno unintensit diversa a causa del vetro colorato. Cos, una persona il cui corpo ricoperto da indumenti o ornamenti vari, ha unaura modificata a seconda del contenuto eterico degli indumenti o degli ornamenti. Pensai a questo, e dovetti ammettere che era giusto. Continu: Un altro punto il seguente: ogni organo del corpo proietta la propria immagine - il suo stato di salute o di malattia nelleterico, e laura, quando non ricoperta ed libera dallinflusso delle vesti, ingrandisce e intensifica limpressione che se ne riceve. Per tutte queste ragioni, molto chiaro perch, se dovrai aiutare una persona sana o malata, la dovrai esaminare nuda. 4-127 Per alcuni attimi stetti a guardare il Grande Lama Indiano, lo guardai fino a quando anchegli si mosse leggermente sotto lintensit del mio sguardo, poi dissi: Illustre Signore! Voi mi avete ordinato di parlare per dire quello che vedo, e capisco che anche la mia Guida il Lama Mingyar Dondup e il Grande Lama Medico Chinrobnobo desiderano che parli con franchezza. Allora, ecco quello che vedo. Non vi ho mai visto prima, ma dalla vostra aura e dai pensieri che avete, scopro questo: siete un uomo che ha viaggiato moltissimo, e avete attraversato i grandi oceani del mondo. Siete andato in unisola piccola di cui non so il nome, dove la gente tutta bianca e c unaltra piccola isola vicino a quella, come se la seconda fosse il puledro e la prima la cavalla. Avete assunto una posizione dantagonismo molto forte nei confronti della popolazione che desiderava vivamente intraprendere unazione contro di voi per qualcosa che aveva a che fare.... Qui esitai, perch limmagine era particolarmente difficile da decifrare, in quanto si riferiva a cose che non conoscevo minimamente. Comunque, nonostante le difficolt, continuai: Cera qualcosa che si riferiva a una citt indiana, e credo di capire, da quello che state pensando, che si trattasse di Calcutta, e cera qualcosa collegato con un buco nero che causava molto imbarazzo e fastidio alla gente dellisola. In qualche modo, avevano pensato, voi avreste potuto evitare il disordine invece di crearlo. Il Grande Lama Chinrobnobo rise di nuovo e fu molto piacevole per le mie orecchie sentire quel suono, perch indicava che ero sulla strada giusta. La mia Guida non fece nessun cenno, ma lIndiano sbuff. Continuai: Andaste poi in un altro paese, e posso leggere il nome Heidelberg chiaramente nella vostra mente. In quel paese avete studiato la medicina con i suoi numerosi riti barbarici, secondo i quali avete dovuto tagliare, mozzare, segare e non avete usato i sistemi che usiamo qui nel Tibet. Finalmente, vi fu consegnato una specie di grande foglio di carta con molta ceralacca. Vedo anche dalla vostra aura che siete un uomo con una malattia. Respirai profondamente a questo punto perch non sapevo come sarebbero state accolte le mie parole. La malattia di cui soffrite non ha cura; in questa malattia le cellule del corpo impazziscono e crescono come lerbaccia, senza seguire un ordine preciso e regolare, ma si diffondono, ostruendo gli organi vitali sui quali si fissano. Signore! Il periodo concessovi su questa terra sta per finire, a causa dei vostri pensieri che non ammettono la bont nella mente degli altri. Per alcuni momenti - che mi sembrarono anni! - non si sent il minimo rumore, poi il Grande Lama Medico Chinrobnobo disse: Hai perfettamente ragione, Lobsang, perfettamente ragione!. Si alz in piedi e mi condusse verso quella grande Ruota delle Preghiere. Guardai con attenzione quella strana cosa e vidi che non si trattava di una Ruota delle Preghiere dopotutto, ma era uno strumento alto circa un metro e venti centimetri, posto a un metro e venti da terra, e largo circa un metro e mezzo. Su uno dei lati cerano come due piccole finestre dovera sistemato qualcosa che sembrava vetro. Dallaltro fianco della macchina, spostate verso uno dei lati, si trovavano due finestre molto pi grandi. Dal fianco opposto sporgeva una maniglia, ma linsieme era un mistero per me.

10

Non avevo la minima idea di che cosa potesse rappresentare. Il Grande Lama Medico disse: Si tratta di un apparecchio, Lobsang, che permette a coloro che non hanno il dono della chiaroveggenza di vedere laura umana. Il Grande Indiano Marfata venuto per chiedere un nostro consulto e non ha voluto dirci la natura del suo male. Ha affermato che sapevamo tante cose sulla medicina esoterica, che avremmo potuto individuare il suo male senza che ce ne parlasse. Lo abbiamo condotto qui per esaminarlo con questa macchina. Col suo permesso si toglier la veste e prima lo guarderai tu, poi ci dirai in che cosa consiste esattamente la sua malattia. Poi useremo questa macchina per vedere fino a che punto le tue scoperte e quelle della macchina coincidono. La mia Guida indic un punto davanti a una parete scura e lIndiano vi si port, togliendosi la veste e gli altri indumenti e si mise, nudo e bruno, contro il muro. Lobsang! Guardalo molto attentamente e raccontaci quello che vedi disse la mia Guida. Girai gli occhi, non direttamente verso lIndiano, ma di lato, offuscai volontariamente il mio sguardo perch quello il modo migliore per vedere laura. Cio, non ho usato la vista normale binoculare, ma lo osservai con un occhio e con laltro separatamente. E veramente molto difficile spiegarlo, ma si trattava di guardare con un occhio verso sinistra e un occhio verso destra, ed un trucco - una cosa che quasi tutti possono imparare a fare. Guardai lIndiano e la sua aura brill e ondeggi. Vidi che era veramente un grande uomo e con un alto potere intellettuale, ma sfortunatamente tutto il suo modo di vedere le cose era stato inacidito dalla malattia misteriosa che portava in s. Mentre lo guardavo esprimevo i miei pensieri, e li dicevo come mi venivano alla mente. Non mi accorgevo dellintensit con la quale la mia Guida e il Grande Lama Medico mi ascoltavano. "E evidente che la malattia sia venuta in seguito alle numerose tensioni esistenti nel corpo. Il Grande Lama Indiano ha subto frustrazioni e insoddisfazioni, e questo ha agito contro la sua salute, portando le cellule del corpo ad agire senza controllo e a sfuggire al freno dellIosuperiore. Perci la sua sofferenza localizzata qui indicai il fegato e, poich di temperamento irascibile, il suo male si aggrava ogni volta che si arrabbia. E chiaro, osservando laura, che se si calmasse e diventasse pi tranquillo come la mia Guida, il Lama Mingyar Dondup, rimarrebbe su questa terra pi a lungo e porterebbe a termine una parte maggiore del suo compito, senza dover ritornare qui di nuovo. Ancora una volta vi fu silenzio, e mi fece piacere vedere i cenni dassenso del Lama Indiano come se fosse completamente daccordo con la mia diagnosi. Il Lama Medico Chinrobnobo rivolse la sua attenzione a quella strana macchina e guard attraverso le piccole finestre. La mia Guida gir la manovella sempre pi forte, fino a quando una parola del Lama Medico Chinrobnobo indic che aveva raggiunto la velocit di rotazione giusta. Per un po il Lama Chinrobnobo guard attraverso quellapparecchio, poi si raddrizz e, senza dir niente, il Lama Mingyar Dondup prese il suo posto, mentre il Lama Medico girava la manovella come aveva fatto in precedenza la mia Guida. Finalmente il loro esame ebbe termine, e rimasero vicini, evidentemente conversavano telepaticamente. Non feci nessun tentativo dintercettare i loro pensieri, perch farlo sarebbe stato un grosso affronto e mi avrebbe messo in una posizione che non era la mia. Finalmente si rivolsero allIndiano e dissero: Tutto quello che Tuesday Lobsang Rampa ha detto vero. Abbiamo esaminato la vostra aura con la massima attenzione, e pensiamo che avete il cancro al fegato. Pensiamo anche che sia stato causato da un temperamento irascibile. Crediamo che se condurrete una vita tranquilla avrete ancora parecchi anni di vita, anni in cui potrete portare a termine il vostro compito. Siamo pronti a intervenire in vostro favore, se siete daccordo, perch vi venga concesso di rimanere qui al Chakpori. La mia Guida, il Lama Mingyar Dondup, mi diede una pacca sulla spalla e disse: Bravo, Lobsang, bravo! Adesso ti voglio far vedere questa macchina. And verso quellapparecchio stranissimo, alz un lato della parte superiore. Il tutto si mosse, e dentro, vidi una serie di bracci, che uscivano da unasse centrale. Allestremit dei bracci si trovavano dei prismi di vetro rosso rubino, blu, giallo e bianco. Mentre la manovella veniva girata, delle cinghie che la collegavano

11

allasse facevano ruotare i bracci, e notai che ogni prisma a turno veniva a trovarsi nella linea della vista quando si guardava attraverso i due oculari. La mia Guida mi mostr come funzionava lapparecchio e poi disse: Naturalmente si tratta di un apparecchio molto rudimentale e mal fatto. Lo usiamo qui per esperimenti, e nella speranza di produrne un giorno una versione ridotta. Tu non dovrai mai usarlo, Lobsang, ma non esistono molte persone che abbiano la facolt di vedere laura cos chiaramente come te. Una volta te ne spiegher il funzionamento con maggiore precisione ma, per dirla brevemente, si tratta del principio eterodina, per cui dei prismi colorati che ruotano rapidamente interrompono la linea della vista e cos distruggono limmagine normale del corpo umano e intensificano i raggi molto pi deboli dellaura. 4-130 Rimise la parte superiore al suo posto e si volt verso un altro apparecchio che stava su un tavolo in uno degli angoli di fronte a noi. Mi stava conducendo da quella parte quando il Lama Medico Chinrobnobo torn nella stanza e si un a noi. Ah! disse avvicinandosi volete misurare la sua facolt di pensiero? Bene! Ci voglio essere anchio!. La mia Guida indic uno strano cilindro, apparentemente fatto di carta grossolana. Questa, Lobsang, una carta spessa e ruvida. Puoi notare che ha innumerevoli fori, fori praticati con uno strumento spuntato, in modo che la carta venga stracciata e rimangano i pezzettini sporgenti. Abbiamo poi piegato la carta in modo che i pezzettini sporgenti fossero allesterno e il foglio formasse un cilindro. Sulla parte superiore del cilindro abbiamo appoggiato una paglia rigida, e sopra un piccolo piedistallo abbiamo fissato un ago appuntito. In questo modo il cilindro ha un sostegno quasi senza attrito. Ora osservami!. Si sedette e pose le mani sui lati del cilindro, senza toccarlo, ma lasciando circa due o tre centimetri di spazio tra le mani e i pezzettini di carta sporgente. Dopo un po il cilindro si mise a ruotare, e fui stupito quando vidi che quelloggetto ruotava sempre pi rapidamente e che ben presto aveva raggiunto una notevole velocit. La mia Guida lo ferm toccandolo, e spost le mani nella direzione opposta, cosicch le dita - invece di essere rivolte nella direzione opposta al corpo, come prima - erano rivolte ora verso il suo corpo. Il cilindro riprese a ruotare, ma nella direzione opposta! Ci soffiate sopra! dissi. Tutti dicono cos! osserv il Lama Medico Chinrobnobo ma si sbagliano in pieno. Il Grande Lama Medico and verso una nicchia sulla parete opposta e ritorn con una lastra di vetro, abbastanza spessa, e la port con cura alla mia Guida, il Lama Mingyar Dondup. La mia Guida ferm il cilindro e rimase seduto mentre il Grande Lama Medico Chinrobnobo piazz la lastra di vetro tra la mia Guida e il cilindro di carta. Concentrate il vostro pensiero sulla rotazione disse il Lama Medico. Apparentemente, la mia Guida lo fece perch il cilindro riprese a ruotare. Era del tutto impossibile che la mia Guida o chiunque altro soffiasse sul cilindro per farlo ruotare, a causa del vetro. Ferm il cilindro di nuovo, poi si volse verso di me e disse: Ora provaci tu, Lobsang! Si alz dal suo posto e mi ci misi io. Mi sedetti e sistemai le mani come aveva fatto la mia Guida. Il Lama Medico Chinrobnobo tenne la lastra di vetro davanti a me in modo che il mio respiro non influisse sulla rotazione del cilindro. Rimasi seduto al mio posto come uno sciocco. Evidentemente anche il cilindro mi prese per uno sciocco, perch non successe niente. Concentra il tuo pensiero sulla rotazione, Lobsang! disse la mia Guida. Feci cos, e immediatamente lapparecchio si mise a girare. Per un attimo volli lasciar perdere tutto e scappare - pensavo che lapparecchio fosse stregato, poi la ragione (in qualche maniera!) prevalse e rimasi fermo. Questapparecchio, Lobsang disse la mia Guida funziona con la forza dellaura umana. Tu pensi di farlo ruotare e la tua aura gli trasmette un movimento rotante. Ti pu interessare sapere che un tale apparecchio stato sperimentato in tutti i pi grandi paesi del mondo. Tutti i massimi scienziati hanno cercato di spiegare come funziona, ma gli occidentali, naturalmente, non possono credere nella forza eterica e perci inventano spiegazioni che sono ancora pi strane della forza delleterico!.

12

4-133 la malattia semplicemente una dissonanza delle vibrazioni del corpo. Un organo ha delle interferenze nella velocit delle vibrazioni delle sue molecole, e cos viene considerato malato. Se noi potessimo veramente stabilire di quanto le vibrazioni dellorgano si discostino dal normale, allora, restaurando la velocit giusta di vibrazione, cureremmo quellorgano. Non vi dubbio che si possano guarire le malattie intervenendo per mezzo dellaura. Il Grande Lama Medico lo interruppe a questo punto e disse: A proposito, Rispettabile Collega, il Lama Marfata parlava di questo con me e mi ha detto che in certi luoghi dellIndia - in alcune lamaserie isolate - si stanno facendo degli esperimenti con un apparecchio ad altissimo voltaggio, detto..., esit e poi disse: si tratta di un generatore De Graaf. Era un po incerto sulla terminologia ma faceva uno sforzo deciso per comunicarci linformazione esatta. Sembra che questo generatore abbia sviluppato un voltaggio straordinariamente alto, con una corrente straordinariamente bassa; applicandolo in un certo modo al corpo umano, ha aumentato di molto lintensit dellaura che pot essere osservata anche da coloro che non erano dotati della facolt di chiaroveggenza. Mi stato anche detto che furono scattate delle fotografie dellaura umana in tali condizioni. La mia Guida mosse la testa solennemente e disse: S, anche possibile vedere laura umana attraverso un colore speciale, un liquido che si mette tra due pezzi di vetro. Con unilluminazione adeguata e lo sfondo giusto, molte persone possono vedere laura di un corpo umano nudo attraverso questo filtro. Il Lama Medico disse: Per il momento stiamo lavorando nel buio, cerchiamo di curare i nostri pazienti a lume di naso, con erbe, pillole e pozioni. Siamo come ciechi che cercano uno spillo caduto per terra. Vorrei che ci fosse un piccolo apparecchio che permettesse a qualsiasi persona, non dotata della facolt di chiaroveggenza, di vedere laura, di vedere tutti i difetti dellaura umana e, vedendoli, di curare il contrasto o la deficienza allorigine della malattia. 5-17 Indubbiamente tutti sanno che un filo elettrico circondato da un campo magnetico. Se la corrente varia, cio se essa alternata anzich continua, il campo animato da pulsazioni e fluttua a seconda dei cambiamenti di polarit. Il corpo umano, che una fonte d'elettricit, circondato da un campo magnetico alternato. L'eterico, come lo chiamiamo, fluttua, o vibra, cos rapidamente che praticamente impossibile discernerne il movimento. Se una persona si avvicina molto a un'altra, prova spesso un'impressione di pizzicore. Molte persone, anzi la maggior parte, sono perfettamente coscienti della prossimit di un altro. Provate, fate l'esperimento con un amico; mettetevi dietro di lui e avvicinategli un dito alla nuca, poi sfioratela. Il pi delle volte, non far nessuna distinzione tra l'esser vicino ed esser realmente toccato. Questo avviene semplicemente perch l'eterico anche sensibile al fatto di esser toccato. L'eterico il campo magnetico che circonda il corpo umano. E' la frontiera dell'aura, il suo nucleo, se cos si pu dire. Accade che, in alcuni individui, l'eterico copre ogni parte del corpo per uno spessore di circa un millimetro, anche intorno a ogni capello. In altri, esso pi spesso, e arriva talvolta, ma di rado, a una larghezza di dodici centimetri. Esso pu servire a misurare la vitalit delle persone; cambia infatti d'intensit a seconda dello stato di salute. Se un uomo ha lavorato duramente per tutta la giornata, il suo eterico sar assai prossimo alla pelle, ma dopo un buon riposo, aumenter di spessore. Esso segue la forma precisa del corpo, dei peli, delle verruche e anche dei foruncoli. E' interessante notare che, se sottomessi a una forte tensione elettrica a debole amperaggio, l'eterico si pu vedere, talvolta colorato di rosa e talvolta di blu. Anche determinate condizioni atmosferiche permettono di vedere l'eterico. I marinai chiamano questo fenomeno il Fuoco di Sant'Elmo. Gli alberi, le sovrastrutture, lo scafo di una nave sembrano bordati da una luminosit, molto impressionante per chi la vede per la prima volta. Si pu definire questo fenomeno come l'eterico della nave. Spesso, in campagna, in una notte scura e brumosa, possibile notare una luminosit bluastra intorno a dei fili ad alta tensione. Gli ingegneri elettrotecnici chiamano questo fenomeno la 'corona' dei fili ad alta tensione . La corona del corpo umano , naturalmente, l'eterico, ed essa somiglia molto alla scarica dei fili ad alta tensione.

13

Quasi tutti possono vedere l'eterico di un corpo, a condizione di esercitarsi un po' e di aver pazienza. Malauguratamente, s'immagina spesso che esista un mezzo facile e rapido di raggiungere conoscenze e poteri che hanno richiesto anni di studio ai Maestri. Niente si pu fare senza esercitarsi: i grandi musicisti fanno le scale tutti i giorni. Cos voi pure, se volete giungere a vedere l'aura e l'eterico, dovrete 'fare le vostre scale'. Potrete esercitarvi chiedendo a un individuo di buona volont di stendere il braccio, con la mano tesa, le dita allargate, a qualche centimetro da uno sfondo neutro o nero. Giratevi verso questo braccio e questa mano, senza per guardarlo direttamente. Occorre usare un 'trucco'. Con la coda dell'occhio vedrete allora una specie di fumo blu-grigio incollato alla pelle. Come abbiamo gi detto, esso pu esser spesso da un millimetro a parecchi centimetri. Sovente, l'osservatore volger la testa per guardare pi da vicino e non vedr che un braccio, forse perch fa troppi sforzi, oppure "non vede la foresta perch nascosta dagli alberi". Distendetevi, non fate sforzi, e con un po' di pratica, vedrete qualcosa. Potrete anche esercitarvi da soli. Sedetevi in una poltrona comoda, mettetevi a vostro agio. Ponetevi a distanza di almeno due metri da ogni oggetto, tavola, sedia o muro. Respirate profondamente, regolarmente e poi, lentamente, stendete le braccia, congiungete le punte delle dita, coi pollici in aria. Allora, se allargate leggermente le mani, sentirete 'qualcosa'. Sar forse una nebbia grigia, che vi sembrer luminosa, ma certamente, allargando leggermente le dita, vedrete che c' realmente qualcosa. Questo qualcosa, l'eterico. Se perdete il contatto, cio se il fugace 'qualcosa' sparisce, ricominciate, congiungete di nuovo le punte delle dita e allargatele ancora. Non che una questione di esercizio. Ma contemplate ancora le vostre dita. Guardate attentamente la leggera nebbia che passa dall'uno all'altro dito. Con un po' di pratica, potrete osservare che essa passa dalla mano sinistra alla destra, e viceversa; questo non dipende solo dal sesso, ma dal momentaneo stato di salute e dalle preoccupazioni. Se vi possibile farvi aiutare da una persona interessata all'esperimento, potete esercitarvi con la palma della mano. Sistemate questa persona, possibilmente di sesso opposto, in una poltrona di fronte a voi. Entrambi dovete stendere le braccia e le mani. Poi, lentamente, abbasserete la vostra palma su quella di chi vi di fronte. Quando sarete a circa quattro centimetri dalla sua mano, sentirete una leggera corrente d'aria, fredda o calda, passare da una mano all'altra; questa sensazione sar pi viva al centro della palma. Se sentirete una brezza calda, muovete leggermente la mano, di sbieco, e la sensazione di calore aumenter. D'altronde essa aumenter con l'allenamento. Quando arriverete a questo stadio, se guardate attentamente lo spazio che sta fra la vostra mano e quella dell'altro, potrete distinguere chiaramente il corpo etereo. Esso simile al fumo di una sigaretta che si consuma da sola, ed di colore bluastro. Occorre ripetere che l'eterico non che la manifestazione esterna delle forze magnetiche del corpo; lo chiamiamo 'anima', perch quando una persona muore di morte violenta, in perfetta salute, la carica eterea rimane per qualche tempo, poi si stacca dal corpo ed erra come una 'anima in pena', ma questo non ha alcun rapporto con l'entit astrale. Avrete per senza dubbio sentito parlare di vecchi cimiteri di campagna senza la minima illuminazione, dove si visto, nelle notti senza luna, un vago chiarore bluastro salire da una tomba scavata di fresco. E' la carica eterea che si va dissipando, e lascia il morto sotterrato il giorno stesso. Si potrebbe definire un po' come il calore che sale da un bollitore sotto il quale si appena spento il fuoco. Una dispersione di calore. Allo stesso modo quando un corpo muore (non bisogna per dimenticare che esistono vari stadi relativi della morte) la forza eterea si abbassa sempre di pi. Accade che l'eterico indugi intorno al corpo per parecchi giorni dopo la morte clinica . solo l'esperienza vi permetter di vedere l'eterico, e, finch non lo vedrete, non potrete distinguere l'aura, che ancora pi sottile. il corpo avvolto nell'eterico. Ma al di l di esso c' l'aura, che simile, nel senso che anch'essa d'origine magnetica; ma la sua somiglianza si ferma l. L'aura ha i colori del Super-Io; essa indica se una persona spirituale o carnale, se in buona salute o malata. Tutto si riflette nell'aura, che lo specchio del Super-Io, ovvero dell'anima. Nell'aura, possiamo vedere la malattia, la salute, il fallimento o il successo, l'amore e l'odio. E' indubbiamente una fortuna

14

che oggi poche persone abbiano il potere di distinguere le aure, perch, nell'epoca nostra, purtroppo molto comune cercar di avvantaggiarsi sugli altri, e l'aura tradisce tutti i pensieri, buoni o cattivi, riflettendo i colori e le vibrazioni del Super-Io. Sta di fatto che, quando una persona ha una malattia mortale, la sua aura comincia a oscurarsi, e, in certi casi, sparisce prima ancora che la persona muoia. D'altra parte, in caso di morte violenta, in cui la vittima era in buona salute, l'aura rimane ancora dopo la morte clinica. Sarebbe bene fare qui alcune osservazioni sulla morte, perch questa soppressione della vita non affatto un atto brutale, come un taglio di corrente. La morte non mai rapida. Qualunque ne sia la causa, fosse anche la decapitazione, essa non mai immediata. L'aura qualcosa di molto pi sottile del corpo etereo, che relativamente denso. Essa , rispetto all'eterico, ci che questo rispetto al corpo materiale. L'eterico segue il corpo e lo ricopre interamente, ma l'aura se ne stacca per formare una specie di conchiglia ovoidale. Essa pu raggiungere un'altezza di due metri e mezzo e anche di pi, e una larghezza di oltre un metro al centro. Si affina poi in modo tale che la parte pi stretta si trova ai piedi. L'aura formata dalle radiazioni colorate che partono dalle diverse parti del corpo. Come abbiamo detto, l'aura multicolore, ma dobbiamo far notare che, allorch parliamo di 'colori', alludiamo semplicemente a una certa parte dello spettro solare. In altre parole, invece di usare la parola 'colore' potremmo citare la frequenza della radiazione che chiamiamo 'blu' o 'rossa'. Il rosso uno dei colori pi facili a vedere. Il blu pi sottile. Vi sono persone che non possono vedere il blu, altre alle quali sfugge il rosso. Se siete in presenza di una persona che pu vedere l'aura, guardatevi bene dal mentire, perch vi tradireste! Normalmente, ogni essere dotato di un 'alone' bluastro o giallastro. In caso di menzogna, radiazioni giallo-verdastre traversano l'alone. Si tratta di un colore assai difficile a descrivere ma, una volta visto, non si pu dimenticarlo. Cos, mentire tradirsi immediatamente, grazie a questi scintillii giallo-verdastri che scaturiscono alla sommit dell'aura. L'aura sale fino agli occhi e poi c' quel che si chiama l'alone vero e proprio, o nimbo, di un vivo colore giallo o blu. Poi, in cima, sgorga una specie di fonte di luce che si chiama, in Oriente, Fiore di Loto. Essa un vero e proprio arcobaleno e, per poco che uno abbia immaginazione, sembra di veder sbocciare il loto dai sette petali. Pi la spiritualit di un essere grande, pi l'alone giallo zafferano. Se una persona ha cattivi pensieri, quella parte dell'aura volger verso il bruno opaco e sar inquadrata da quel colore giallo-verdastro bilioso, caratteristico della menzogna. Siamo convinti che molta gente veda le aure senza saperlo. Si dice comunemente che un certo colore sta bene, che un altro non dona per niente; istintivamente, uno pensa che quel colore stoni con l'aura. I colori, dopo tutto, non sono altro che vibrazioni. Come la vibrazione che chiamiamo 'suono' pu diventare contrastante o armoniosa, cos le vibrazioni mute che chiamiamo colori possono provocare una cacofonia spirituale. 5-40 Molti grandi Maestri hanno lavorato un'intera vita prima di vedere un'aura, ma noi affermiamo che se una persona sincera, se si esercita coscienziosamente e se ha fede, vedr l'aura. Essa alla portata di tutti. Basta perseverare. Non ripeteremo mai abbastanza che, se si vuol vedere l'aura nella sua pienezza, basta contemplare un corpo nudo, perch i vestiti influenzano l'aura. Qualcuno vi dir senza dubbio che indossa vestiti perfettamente puliti, che escono dalla tintoria, e non possono turbare la sua aura. Si sbaglia. In tintoria, i vestiti sono passati per altre mani. Si tratta di un lavoro monotono: i lavoranti pensano ai fatti loro, nel piegare con cura le camicie. Impressioni della loro aura penetreranno la biancheria e quando la persona l'indosser, indosser anche le impressioni di qualcun altro. Se, dunque, volete vedere la reale aura, con i suoi veri colori, dovete contemplare un corpo nudo. Se guardate una donna, potrete constatare che i colori sono pi distinti, pi forti. perch non cominciate dal vostro corpo? Dovete esser solo, assolutamente solo, nella vostra stanza da bagno, per esempio. La luce dev'essere molto fioca. Fatto questo, spogliatevi interamente e contemplatevi in uno specchio lungo. Non tentate di vedervi, per il momento, distendetevi semplicemente. Fate in modo di aver dietro le vostre spalle una tenda scura, preferibilmente

15

nera o grigia scura, per avere un fondo neutro che non possa avere influenza sui colori dell'aura. Aspettate un momento, guardandovi normalmente nello specchio, anzi quasi distrattamente. Guardate la vostra testa, riuscite a vedere una lieve luce azzurra alle tempie? Guardate i contorni del vostro corpo, dalle braccia alle anche. Distinguete una fiamma bluastra come quella di una lampada a spirito? Quando la vedrete, avrete fatto un progresso. Forse non vedrete niente, certamente non vedrete niente al primo tentativo, n al secondo n al terzo. Pu accadere che una persona si impazienti di non vedere l'aura, ma sentir un leggero pizzicore alle palme, o ai piedi, o in qualsiasi altra parte del corpo. E' una strana sensazione circa la quale non ci si pu sbagliare. Quando raggiungerete lo stadio dei pruriti, non sarete lontano dallo stadio della veggenza, ma ci significa che siete troppo teso, e che questo vi impedisce di vedere; occorre allora che vi distendiate, e quando sarete del tutto disteso, i pruriti cesseranno e vedrete il corpo etereo o l'aura. In realt, i pruriti sono provocati da una concentrazione della vostra forza aurea nelle palme (o altrove). Quando si ha paura, o quando si sottoposti a una qualsiasi tensione, accade spesso di sudare, e di avere le palme umide. Durante questa esperienza psichica, i pruriti rimpiazzano il sudore. Molte persone sono incapaci di vedere perfettamente la loro aura perch la contemplano in uno specchio, attraverso quell'aura. Lo specchio deforma un poco i colori e riflette i colori alterati attraverso l'aura, cosicch il povero novizio crede di vedere i colori pi opachi o pi scuri di quanto in realt non siano. Per questo sempre meglio contemplare un'altra persona. Il vostro soggetto deve esser pieno di buona volont ed avere fede. Quando una persona espone la sua nudit, accade di solito che essa sia impacciata e nervosa. In questo caso, l'eterico si contrae e si incolla al corpo, mentre l'aura si richiude e questa rifrazione falsa i colori. Occorre fare una gran pratica per giungere a poter fare una diagnosi, ma l'essenziale , prima di tutto, vedere i colori e poco importa se essi siano giusti o falsi. Il metodo migliore per mettere questa persona a suo agio di parlare, normalmente, di tutto e di niente, per calmare i suoi timori. Appena essa sar distesa, l'eterico riprender le sue normali proporzioni e l'aura si espander per riempire totalmente il sacco aurico. Quest'esperienza ha molti tratti comuni coll'ipnotismo; un ipnotizzatore non si impadronir di una persona per strada per ipnotizzarla immediatamente. Sono necessarie numerose sedute; l'ipnotizzatore deve prima conoscere il suo paziente, stabilire una forma di rapporto, una mutua comprensione, se vogliamo, e non che in seguito che pu mettere il suo soggetto in trance. Dovete procedere allo stesso modo, e per prima cosa, non guardare mai fisso il corpo nudo; siate naturale, come se la persona fosse vestita. La seconda volta il soggetto sar gi rassicurato, pi calmo, meno inquieto. Alla terza seduta, potete permettervi di guardare il corpo, di esaminare i suoi contorni e allora... distinguete quella lieve luce azzurrognola? Potete vedere quelle strisce di colore che volteggiano intorno al corpo, e quell'alone giallo? Percepite dei giuochi di luce che scaturiscono dalla sommit del cranio e si espandono come un fiore di loto, come un fuoco di artificio o una fontana luminosa? 4-170 Mi chiedi dei colori, Lobsang. Ebbene, alcune vibrazioni si imprimono sullaura come colori. Cos, per darti un esempio, se una persona di malumore - se si sente molto infelice allora parte dei suoi sensi emetteranno una vibrazione o frequenza che si avvicina al colore che noi chiamiamo nero, cos anche le persone che non sono chiaroveggenti possono intuire la presenza di questo colore; per questa ragione il nero entrato a far parte di quasi tutte le lingue del mondo per indicare una forte malinconia e depressione - uno stato danimo spiacevole, infelice. quando un uomo soffre di quel vizio conosciuto sotto il nome di invidia, le sue vibrazioni si alterano un po ed egli d agli altri limpressione di essere verde. Non intendo dire che la sua faccia diventi verde, come capirai certamente, ma d limpressione di essere verde. Certe persone sono pi sensibili a un dato colore perch le vibrazioni di quel colore assomigliano moltissimo alle loro vibrazioni basilari. potevo anche capire perch una persona meditabonda venisse definita cupa - perch la

16

concentrazione su uno studio particolare chiazza laura di macchie marroni. Ti voglio anche dire, Lobsang, che ognuno ha una frequenza di vibrazione basilare, cio le molecole di ogni persona vibrano a una certa velocit e le lunghezze donda generate dal cervello possono essere divise in determinati gruppi. Non esistono due persone con la stessa lunghezza donda cio, una lunghezza donda identica, ma quando due persone hanno lunghezze donda molto vicine, o quando la lunghezza donda di una segue certe ottave dellaltra, allora diciamo che queste due persone sono compatibili e generalmente vanno molto daccordo. se un uomo deve avere quello che viene chiamato ispirazione, se devessere un buon artista, la sua frequenza di vibrazioni devessere molto superiore al normale. A volte lo rende irritabile - ed difficile andare daccordo. Avendo una velocit di vibrazione superiore a quella della maggior parte di noi, tende a disprezzarci, noi mortali inferiori. Ma, spesso i lavori che realizza sono cos belli che sopportiamo i suoi capricci e le sue manie! 5-26 I colori dell'aura Nell'aura umana esiste un numero incalcolabile di colori e di combinazioni di colori. Alcuni non sono alla portata dell'osservatore non esercitato; per questo motivo non si d loro un nome. E' impossibile fare una lista di questi innumerevoli colori e ci riferiremo solo ai principali, ai pi forti. I colori fondamentali cambiano a seconda del progresso che fa la persona di cui contempliamo l'aura. Se la sua spiritualit migliora, migliorano anche i colori. Se si ha la disgrazia di regredire, i colori si alterano e cambiano tono. I colori fondamentali che studieremo indicano il 'fondo' della persona. Le tinte pastello indicano i pensieri e le intenzioni, come pure il grado di spiritualit. L'aura volteggia e danza come un arcobaleno particolarmente complesso. I colori girano intorno al corpo in spirali concentriche, e scendono anche dalla testa verso i piedi. Ma questi colori sono molto pi numerosi di quelli dell'arcobaleno, che non altro che una rifrazione di cristalli, mentre l'aura la stessa vita. Ecco delle note riguardanti alcuni colori, pochi, poich non servirebbe preoccuparsi degli altri, finch non avrete potuto vedere i principali! Rosso Un buon rosso ben chiaro indica la potenza diretta verso il bene. I buoni generali, i buoni condottieri hanno molto rosso chiaro nella loro aura. Si riscontra una tinta rosso chiara, orlata di giallo chiaro, nei 'crociati', coloro che si sforzano sempre di aiutare il prossimo. Non confondete, soprattutto, questa persona con chi si 'immischia di tutto'; la sua aura sar di un rosso brunastro. Strisce o radiazioni rosso chiaro, che emanano da un organo, indicano che quell'organo in ottima salute. Alcuni grandi uomini di Stato hanno del rosso chiaro nella loro aura, ma, purtroppo, in troppi casi, quel rosso contaminato da colori debilitanti. Un brutto rosso, troppo oscuro, oppure opaco, indica cattivo carattere, cattiveria. Il soggetto irritabile, fellone, cerca di approfittare degli altri. Il rosso opaco rivela invariabilmente un'eccitazione nervosa. Gli assassini hanno spesso questo rosso opaco, degradato, nella loro aura. Pi il rosso pallido (pallido, non pi chiaro), pi la persona nervosa e instabile, troppo attiva, incapace di star ferma. Le tinte rossastre intorno agli organi indicano il loro stato. Un rosso scuro, tendente al bruno, che palpita sopra un organo, indica la presenza di un cancro, ed anche possibile 'prevedere' un cancro sul punto di manifestarsi! L'aura rivela le malattie che intaccheranno il corpo, se non si adottano cure opportune. Un rosso marmorizzato e vibrante, situato presso una delle guance, indica un ascesso o una carie dentaria; accompagnato da un bruno che palpiti regolarmente nel nimbo, esso rivela che la persona ha paura di andare dal dentista. Lo scarlatto , in generale, il colore di coloro che sono troppo sicuri di s e che non pensano che a se stessi. E' il colore del falso orgoglio. Ma lo scarlatto si distingue pure molto nettamente intorno alle donne di facili costumi, per le quali l'amore un mestiere. Cos, l'egocentrico e la prostituta hanno gli stessi colori. A questo proposito, mi permetto una digressione: strano constatare che i comuni giri di frase, come un

17

'umor nero', 'una paura blu', 'diventar rosso di rabbia', 'ingiallire di gelosia', ecc. indichino con precisione 1'aura della persona che soffre di questi umori! I popoli che hanno inventato queste massime vedevano chiaramente l'aura, consciamente o meno. Per tornare al gruppo dei 'rossi', il rosa (una tinta corallina) indica l'immaturit. Gli adolescenti hanno un'aura pi rosa che rossa. Presso un adulto, questo colore rivela infantilismo o insicurezza. Tutti coloro che hanno del rosso all'estremit dello sterno sono malati di nervi. Essi devono imparare a controllare le loro attivit e a comportarsi con pi calma se vogliono vivere fino a un'et avanzata. Arancione L'arancione una variante del rosso, ma gli concederemo una classificazione particolare perch alcune religioni orientali considerano che l'arancione il colore del sole e gli rendono omaggio. Esso un colore buono e coloro che hanno una bella tinta arancione nella loro aura sono fondamentalmente buoni; essi si sforzano sempre di andare in aiuto dei pi infelici di loro. L'arancione giallastro ottimo, perch segnala la padronanza di s e molte altre virt. L'arancio brunastro appartiene al pigro che 'prende in giro ogni cosa'. Questa tinta rivela anche le malattie renali. Se essa situata al di sopra dei reni e presenta tracce di grigio, indica la presenza di calcoli. Un arancio colorato di verde segno di temperamento collerico, litigioso, e quando avrete progredito al punto da distinguere i colori nei colori e tutte le sfumature, avrete la saggezza di evitare di discutere con coloro che hanno il verde nell'arancio perch essi mancano di immaginazione, per loro tutto nero o bianco, mancano di sottigliezza e non sanno distinguere le sfumature d'opinione, di sapere, di colore. La persona afflitta da un arancione verdastro discute interminabilmente per il piacere di discutere, senza curarsi del valore dei suoi argomenti. Giallo Un blu giallo dorato appartiene agli esseri d'alta spiritualit. Tutti i grandi santi hanno aloni dorati. Pi grande la spiritualit, pi smagliante il giallo dorato. Una persona che ha nella sua aura un giallo vivo perfettamente onesta, perfettamente franca e si pu aver fiducia in lei. Ma un brutto giallo indica la codardia. Un giallo rossastro non del tutto favorevole, perch indica la timidezza fisica e morale e la debolezza dello spirito. Costoro non sanno quel che vogliono, cambieranno religione e opinione, cercando sempre altrove. Essi non hanno alcuna perseveranza. La persona che ha nella sua aura una tinta giallo-rossastra o brunorossastra passer la vita a correre dietro all'altro sesso... invano! E' curioso constatare che coloro che hanno del giallo-rossastro nella loro aura, e anche i colori rossi, sono generalmente irritabili, estremamente suscettibili. Quando il giallo molto tinto di rosso, la persona soffre di un grande complesso di inferiorit. Pi domina il rosso, pi la persona ne soffre. Un giallo brunastro rivela dei pensieri molto impuri e una deplorevole debolezza di spirito. Gli ubriaconi, i mendicanti, i falliti, hanno nell'aura quel colore rosso-bruno-giallastro e, se sono particolarmente cattivi, essa cosparsa da un brutto colore verdastro. Costoro possono raramente esser salvati dalla loro follia. Allorch il giallo striato di bruno e il bruno predomina, segno di malattia mentale. La persona che ha una doppia personalit (in senso psichiatrico) ha spesso met della sua aura di un giallo-bluastro e l'altra di un giallo-brunastro o verdastro. E' un miscuglio di colori orribilmente spiacevole. Bisogna aspirare ad ottenere il bel giallo dorato di cui abbiamo parlato sopra. Esso si otterr se ci si sforza di rimanere puri, in pensieri e in intenzioni. Ognuno di noi deve passare attraverso il giallo smagliante, prima di poter sperare di progredire sul cammino della sua evoluzione. Verde Il verde il colore della guarigione, dell'insegnamento, della crescita fisica. I grandi medici e i chirurghi hanno molto verde nella loro aura, ma anche del rosso e, cosa curiosa, questi colori si mischiano armoniosamente, senza la minima dissonanza. Su una stoffa, il rosso e il verde

18

urtano l'occhio, ma in un'aura essi piacciono. Il verde, accompagnato da un bel rosso, rivela il chirurgo ottimo, l'uomo competente. Il solo verde, senza tracce di rosso, si trova presso i medici o le infermiere dedicati al loro mestiere. Il verde accompagnato da un bel blu indica la riuscita nell'insegnamento. Alcuni grandi professori hanno del verde nella loro aura, con delle strisce di un blu elettrico e si distinguono spesso fra i raggi delle linee sottili di giallo dorato, che indicano che il professore del tutto dedito ai suoi allievi e possiede l'elevata spiritualit indispensabile alla sua vocazione. Tutti coloro che si occupano della salute degli uomini e degli animali hanno molto verde nella loro aura. Essi non sono sempre grandi professori, ma amano la loro professione e la compiono sempre bene. Il verde non , tuttavia, un colore dominante ed esso sempre accompagnato da un altro colore. E' un buon colore e indica che colui che ha molto verde nella sua aura un essere pietoso, fondamentalmente buono. Ma se il verde diventa giallo, non si pu aver fiducia in quella persona, e quanto pi domina il giallo, tanto pi bisogna diffidarne. Gli scrocconi hanno una spiacevole aura di un verde-giallo. D'altra parte, se il verde diventa blu, di solito, un bell'azzurro celeste o un bel blu elettrico, la persona perfettamente onesta. Blu Si considera spesso questo colore come quello del mondo spirituale. Esso indica anche le facolt intellettuali, ma, naturalmente, per esser favorevole dev'essere della sfumatura voluta. Il corpo etereo bluastro, come il fumo di un fuoco di bosco. Pi quel blu luminoso, pi la persona vigorosa. Il blu pallido tipico degli esseri timorosi, indecisi, velleitari. Il blu scuro quello della persona che progredisce, che fa degli sforzi. Se il blu diventa ancora pi scuro, questo rivela la persona che prende a cuore il suo dovere, e ne ricava soddisfazione. Questi blu scuri si riscontrano spesso nei missionari che hanno una vocazione. Si pu sempre giudicare una persona dalla tinta chiara del suo giallo e dalla tonalit scura del blu. Indaco e viola E' difficile distinguere questi due colori uno dall'altro, per cui dedicheremo loro un solo paragrafo. Le persone che hanno l'indaco nella loro aura hanno profonde convinzioni religiose, perfettamente sincere. Alcuni fingono di professare la religione, altri non fanno che parlarne e, finch non si sar vista la loro aura, non si potr giudicare della loro sincerit; l'indaco ne d la prova formale. Se una tinta rosata mescolata all'indaco, la persona ha cattivo carattere; il rosa degradante e priva l'aura della sua purezza. Incidentalmente, le persone la cui aura comprende l'indaco o il violetto soffrono di malattie di cuore e di stomaco. Esse non dovrebbero mangiare mai n fritture n grassi. Grigio Il grigio modifica i colori dell'aura. Esso non significa niente in se stesso, a meno che la persona non sia pochissimo evoluta. Il grigio che invade un colore, indica debolezza di carattere e di salute. Se vi sono strisce grigie al di sopra di un organo, quell'organo sar presto malato, ed urgente consultare un medico. La persona che soffre di emicranie avr una specie di nuvola grigia nell'alone e, qualunque sia il colore dell'alone, le strisce grigie lo traverseranno, vibrando al ritmo delle fitte del mal di testa. 5-34 Una specie di pelliccia avvolge completamente il corpo umano, il corpo etereo e l'aura. In un certo senso, l'entit umana, costituita al centro dal corpo, poi dal corpo etereo e dall'aura, come avvolta in un sacco. Prendiamo per esempio un uovo di gallina. All'interno si trova il rosso, corrispondente al corpo umano, poi il bianco, che rappresenta il corpo etereo e l'aura. Ma fra il guscio e il bianco dell'uovo c' una pellicola molto sottile, ma solida! Quando si cuoce un uovo sodo, si pu poi con facilit togliere quella pelle. Cos l'entit umana. Essa interamente avvolta in una specie di sottilissima pelle. Questa pelle totalmente trasparente e,

19

sotto l'impatto delle vibrazioni dell'aura, ondeggia un po', ma sempre cercando di riprendere la sua forma ovoidale, come un pallone sul quale si appoggia un dito riprende la sua, perch la pressione interna pi forte della pressione esterna. Potrete capire meglio immaginando il corpo, il corpo etereo e l'aura racchiusi in un sacco di plastica trasparente. Quando si pensa, si proiettano delle vibrazioni dal cervello verso il corpo etereo e l'aura, fino alla pelle aurea. Sulla superficie esterna di questo involucro si formano immagini e si vedono i propri pensieri. Come in molti altri casi, questo un nuovo esempio corrispondente alla radio e alla televisione. Alla base del tubo catodico c' quel che si potrebbe chiamare un 'cannone elettronico' che proietta a grande velocit elettroni su uno schermo fluorescente, provocandovi dei punti di luce, che rimangono abbastanza a lungo perch l'occhio possa trasportare, per mezzo della 'memoria residua', l'immagine rappresentata da questi punti luminosi. L'occhio umano vede cos l'intera immagine sullo schermo. Mentre le immagini dell'emittente variano, variano anche quelle che vedete sul vostro piccolo schermo. Allo stesso modo, i pensieri emessi dal nostro emittente, il cervello, raggiungono l'involucro che ricopre l'aura. Rimbalzano, poi, e formano immagini che un chiaroveggente pu distinguere. Non vediamo per solo le immagini dei pensieri presenti, possiamo vedere anche il passato! E' facile, per un adepto, guardare una persona e vedere realmente, sulla copertura esterna dell'aura, alcune cose fatte dal soggetto nel corso di due o tre vite precedenti. Ci pu sembrare inverosimile a un profano, ma perfettamente vero. Vogliamo infatti stabilire che il subconscio, non controllato dalla coscienza, pu proiettare le immagini al di l della portata del cosciente. Cos, una persona dotata di un grande potere di chiaroveggenza pu immediatamente conoscere quale essere ha di fronte. Si tratta di una forma avanzata di psicometria, che potrebbe esser chiamata "psicometria visiva". Ognuno, a condizione di avere un minimo di sensibilit e di intuizione, pu sentire un'aura, anche se essa rimane invisibile. Quante volte siamo stati istintivamente attratti da una persona anche prima di rivolgerle la parola? Quante volte abbiamo invece provato un'istintiva diffidenza? La percezione inconscia dell'aura spiega queste amicizie e inimicizie istintive. Un tempo, tutti i popoli potevano vedere l'aura, ma, a causa di svariati abusi, hanno perduto questa facolt. Nei secoli futuri, essi la riconquisteranno e sia la telepatia che la chiaroveggenza saranno fatti comuni. Ogni aura composta di parecchi colori screziati. Perch due persone vadano d'accordo, indispensabile che i colori siano assortiti. Accade spesso che marito e moglie vadano d'accordo in uno o due campi e siano totalmente incompatibili in altri. Questo avviene, perch la forma ondulata particolare di una delle aure tocca in alcuni punti quella del compagno e, in questi punti, la coppia avr un accordo perfetto. Se preferite, possiamo dire che le persone compatibili hanno i colori delle aure in armonia, mentre in quelle incompatibili essi si urtano spiacevolmente. Gli individui appartengono a determinati tipi. Quelli di uno stesso tipo hanno una frequenza comune e la tendenza a vivere in gruppi. Questo avviene perch quegli individui hanno una frequenza comune o un tipo d'aura comune; essi dipendono perci gli uni dagli altri; subiscono un'attrazione magnetica gli uni per gli altri, e la persona pi forte del gruppo finisce per dominare le altre e per influenzarle, in bene o in male. Noi nasciamo con determinati potenziali, determinati limiti di colorazione della nostra aura, della frequenza delle nostre vibrazioni, ed possibile, a una persona decisa e ben intenzionata, migliorare la sua aura. Purtroppo, assai pi facile alterarla! Una persona che ha nella sua aura un colore rossobrunastro, che denota un'eccessiva sessualit, pu accrescere la frequenza di vibrazioni rosse sublimando i suoi desideri sessuali e trasformandoli in volont costruttiva. L'aura sparisce subito dopo la morte, ma l'eterico pu rimanere ancora a lungo; questo dipende dallo stato di salute del suo proprietario. Il corpo etereo pu diventare un fantasma, una 'anima in pena' che va errando per il mondo. Nell'aura, le vibrazioni basse provocano colori opachi, sordidi e sporchi, colori ripugnanti. Pi le vibrazioni son rapide, pi i colori diventano brillanti e puri. Una buona azione fa brillare i

20

l. 2. 3. 4. 5.

colori dell'aura, una cattiva azione li rende opachi e allora diventiamo di 'umor nero', oppure abbiamo 'idee nere'. Le buone azioni, invece, ci fanno 'vedere la vita rosea'. Non bisogna mai dimenticare che il colore la principale indicazione che ci data circa le possibilit di un individuo. I colori cambiano, naturalmente, secondo l'umore, ma le tinte fondamentali sono inalterabili, finch la persona non migliora (o non peggiora) il suo carattere. In poche parole, i colori fondamentali non cambiano, ma le fluttuazioni delle tinte variano secondo l'umore. Quando contemplate i colori dell'aura di una persona, dovete chiedervi: Di che colore si tratta? E' chiaro, sporco, trasparente? Ondeggia su alcune parti oppure localizzato permanentemente su un solo punto? Si tratta di una striscia di colori che conserva la sua forma, oppure ha punte e cavit? Dobbiamo anche far molta attenzione a non formarci pregiudizi su una persona, perch molto facile contemplare un'aura e immaginare che i suoi colori siano opachi o sporchi, mentre ci non esatto. Sono forse i nostri cattivi pensieri che la rendono opaca, perch non dovete mai dimenticare che, quando guardate l'aura di una persona, lo fate attraverso la vostra!