Sei sulla pagina 1di 2

no 6, anno 1 Dicembre 2012

Libero volantino a cura del Collettivo 10 Maggio di Picerno (PZ)


Se il male di una natura tale da richiedervi dessere agente dellingiustizia nei confronti di un altro, allora, io dico, che sinfranga la legge. Lasciate che la vostra vita faccia da controattrito per fermare la macchina. Ci che devo fare accertarmi, in ogni caso, che non mi sto prestando al male che combatto. Non affar mio presentare petizioni al governatore o allAssemblea Legislativa, non pi di quanto sia affar loro rivolgere petizioni a me; e, se non ascoltassero la mia petizione, che cosa dovrei fare allora? [] Non conta quanto esiguo linizio possa sembrare: ci che fatto bene una volta fatto per sempre.

(Henry D. Thoreau, Disobbedienza Civile)

Petrolio e non solo: partire dal particolare per rivoluzionare il complessivo


Il problema petrolio ormai ben radicato nella popolazione picernese. Eppure qualcosa ancora non ci convince.
Le barricate di Picerno, Un intero Comune contro il petrolio titolano in questi giorni i media locali. Fa sicuramente piacere leggere certe cose, soprattutto quando si consapevoli che proprio grazie al tuo lavoro di Collettivo che si raggiunto un coinvolgimento cos ampio. Eppure qualcosa ancora non ci convince. Nutriamo molte perplessit soprattutto in merito alla svolta localista che la questione sta prendendo, svolta che di fatto chiude le porte a ogni tentativo di costruzione di un fronte di lotta unitario in Basilicata che guardi finalmente al tema petrolio in maniera organica, prendendo coscienza di come il mondo del petrolio lucano sia solo un piccolo tassello nel mosaico del sistema economico e socioculturale globale. Un universo complesso, basato su un potere in grado di distruggere le varie realt particolari, per riprendere Pasolini: in poche parole, un sistema da analizzare approfonditamente per potere davvero cambiarlo. La crisi globale generata da 30 anni di neoliberismo non potr essere certo superata con Monti e/o con un sistema politico impotente rispetto ai mercati che hanno generato la crisi: per questa ragione diventa fondamentale organizzarsi subito, per riprendersi il proprio lavoro, la propria dignit, le proprie libert sociali. Fino a quel momento non potremo aspettarci nessuna ripresa economica, checch ne dicano telegiornali, stampa e internet. Ma ritorniamo a noi e alla nostra piccola realt picernese e lucana: in questi giorni, infatti, partita una nuova petizione sul territorio contro le estrazioni petrolifere. Ci rendiamo perfettamente conto n tantomeno rinneghiamo lopera di sensibilizzazione con cui nato lo stesso Collettivo, ma ormai abbiamo preso coscienza in maniera sempre maggiore di come anche nella vita reale si applichino le leggi della logica: pertanto, parafrasando il matematico tedesco Kurt Gdel, non si pu analizzare (e quindi cambiare) un sistema senza uscire dal sistema stesso. E dunque chiudiamoli definitivamente i rapporti con questo benedetto sistema, non continuiamo ciecamente ad alimentarlo con pratiche che non fanno altro che creare i giusti presupposti affinch le cose continuino ad andare sempre nello stesso modo. Se vogliamo che tutto rimanga come , bisogna che tutto cambi. (Giuseppe Tomasi da Lampedusa, Il Gattopardo)
I contenuti di questo volantino non hanno carattere di periodicit e non rappresentano "prodotto editoriale".

Quella strana stazione di pompaggio


Il Comune di Ruoti autorizza stranissimi lavori su Monte Li Foi: cerchiamo di vederci chiaro
Il 17 Marzo un Consiglio Comunale straordinario del Comune di Ruoti concede alle societ FMB Energies & Services srl e Ruoti sas lutilizzo dellinvaso Lago Scuro in localit Moretta al fine di realizzare una stazione di pompaggio con lobiettivo di incassare i soldi delle royalties di una futura quanto fantomatica centrale idroelettrica. Lassenza di un progetto dettagliato, le condizioni del contratto (il Comune di Ruoti sarebbe obbligato a versare 5 milioni di euro nel caso lopera non venisse realizzata), la discutibile capacit di realizzare il progetto da parte delle due societ e laltrettanto contestabile validit di una centrale idroelettrica che dal processo di pompaggio andrebbe a consumare il 30% di energia invece di produrla, portano a pensare che la faccenda possa diventare nella migliore delle ipotesi una truffa. Il 16 dicembre alcuni membri del Collettivo 10 Maggio e del Comitato No Petrolio, insieme ad altre realt lucane si sono recati nei pressi del lago e hanno trovato innumerevoli prove che i lavori stanno andando avanti. Sono stati ritrovati diversi picchetti (che probabilmente delimitino laria di realizzazione dellopera) e alcuni carotaggi (rilevamenti a diverse profondit allo scopo di analizzare la morfologia del sottosuolo). In particolare, sono state trovate carote a due passi da un campo coltivato, con nei pressi tracce di sostanza inodore e incolore e molto densa, probabilmente bentonite che, abbandonata a se stessa, destinata a contaminare il terreno e la falda sottostante. Nella speranza che quei fanghi non siano tossici, vi auguriamo buone feste!

Natale in Collettivo
Tante le attivit per discutere e crescere stando insieme durante il periodo natalizio
Ebbene s: non riposiamo neppure a Natale! Tante le attivit che, a partire da gioved 27 prenderanno vita presso la sede del Collettivo in Via Torre 4: seminari, dibattiti, reading e cineforum, questo e molto altro per discutere, prendere coscienza di determinati problemi o semplicemente per stare insieme, per aggregare. Vi aspettiamo in sede! Altrimenti, si nun cavessama vr, tanti auguri di buon anno! 27DIC: reading Disobbedisco! 28DIC: Torneo PES 2013 29DIC: Meditazione: liberarsi dagli affanni- con Giovanni Cerone 30DIC: Musica e Cultura popolare- con Mirko Rauso 31DIC: Festone di fine anno 1GEN: Giorgio Gaber a 10 anni dalla scomparsa 2GEN: Cineforum: proiezione Diaz 3GEN: Cineforum: proiezione Londa Die Welle 4GEN: Lotte e mondo antagonista: levoluzione di un movimento- dibattito 5GEN: Assemblea Generale e Pubblica del Collettivo 10 Maggio

CONTATTATECI:
Sede: Facebook: Via Torre 4, Picerno Collettivo Dieci Maggio Blog: E-mail: collettivo10maggio.wordpress.com collettivo10maggio@live.it