Sei sulla pagina 1di 3

Organizzazione del lavoro e del personale

Lorganizzazione la disciplina che studia e predispone le combinazioni economicamente pi convenienti del lavoro umano e dei beni disponibili nellimpresa. Lorganizzazione del lavoro quella parte dellorganizzazione aziendale che si occupa di coordinare e utilizzare razionalmente le risorse umane, in modo che le persone che lavorano allinterno dellimpresa diano il massimo contributo al conseguimento degli obiettivi prefissati. Rapporto di lavoro subordinato il contratto di lavoro pu essere: 1) a tempo indeterminato, senza indicazione di scadenza e pu estinguersi con un accordo tra datore di lavoro e lavoratore (in modo consensuale) oppure per decisione del datore di lavoro (licenziamento) o del lavoratore (dimissioni); 2) a termine ( o a tempo determinato), consentito per ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo; la scadenza del contratto pu essere prorogata per una sola volta e con il consenso del lavoratore per una durata complessiva non superiore a tre anni. Se alla scadenza del contratto, il lavoratore riassunto entro 10 gg. o 20 gg., il secondo rapporto diventa automaticamente a tempo indeterminato. E vietato stipulare contratti a termine per la sostituzione di lavoratori in sciopero, per svolgere le stesse mansioni di lavoratori licenziati nei 6 mesi precedenti, per eseguire compiti di lavoratori collocati in Cassa integrazione. I contratti di lavoro subordinato prevedono, un periodo di prova del dipendente, il quale ha durata da 3 a 6 mesi a seconda del settore produttivo. Durante questo periodo di prova, il rapporto di lavoro pu essere sciolto in qualunque momento. Estinzione del rapporto di lavoro nel contratto a tempo indeterminato lestinzione avviene per: - risoluzione consensuale, sia il lavoratore che limpresa manifestano la volont di porre fine al rapporto e viene detto per mutuo consenso; - dimissioni, il lavoratore dipendente decide di interrompere il rapporto; - licenziamento, limpresa decide linterruzione del rapporto per giusta causa o giustificato motivo (oggettivo/soggettivo), quando una delle parti intende recedere dal contratto di lavoro deve dare allaltra un preavviso di alcuni giorni; - pensionamento, quando il lavoratore raggiunge i limiti det (pensione di vecchiaia) o quando raggiunge una contribuzione previdenziale di 40 anni (pensione di anzianit); - altre cause, sopravvenuta inidoneit fisica/psichica o morte. Flessibilit del lavoro e nuove forme di lavoro dipendente: lincremento delloccupazione viene favorito anche creando una flessibilit del mercato del lavoro, creando nuove tipologie contrattuali. Contratto part-time: permette di avere un orario di lavoro inferiore a quello a tempo pieno stabilito dalla legge a dal CCNL e pu essere: - orizzontale, riduzione che riguarda lorario giornaliero; - verticale, la prestazione svolta a tempo pieno per periodi limitati della settimana, mese o anno; - misto, combinazione dei due tipi di rapporto. Nel part-time orizzontale, il datore pu richiedere una prestazione supplementare rispetto allorario ridotto concordato. Nel part-time verticale e misto, il datore pu richiedere prestazioni di lavoro straordinario. La retribuzione del personale: il compenso che riceve il lavoratore in cambio delle prestazioni fornite. Essa generalmente viene corrisposta in danaro a volte pu essere parte in danaro e parte in natura. La Costituzione stabilisce che il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantit e qualit del suo lavoro ed in ogni caso sufficiente ad assicurare a s e alla sua famiglia unesistenza dignitosa. La misura minima della retribuzione viene stabilita dai contratti collettivi stipulati tra le associazioni dei lavoratori e quelle dei datori di lavoro. I contratti collettivi sono a

livello nazionale o su base aziendale. La retribuzione pu essere a tempo, a cottimo, a provvigione. Retribuzione a tempo, compenso rapportato alla durata della prestazione lavorativa; - Retribuzione a cottimo, compenso rapportato alla produzione realizzata e pu essere puro, misto e di gruppo; 1) puro: somma fissa per ogni unit di prodotto ottenuta; 2) misto: retribuzione formata da una parte fissa e una variabile; 3) di gruppo: retribuzione rapportata alla prestazione del gruppo. Retribuzione a provvigione, calcolata applicando delle percentuali sugli affari conclusi dal lavoratore (agenti di commercio, piazzisti). Gli elementi della retribuzione: possono essere fissi e accessori (solo nella busta di alcuni lavoratori). Gli elementi fissi sono: il minimo tabellare, gli scatti di anzianit, lindennit di contingenza. Il minimo tabellare viene determinato dalla contrattazione collettiva. Gli scatti di anzianit sono aumenti periodici rapportati al numero degli anni di servizio. Gli elementi accessori sono costituiti da: 1) premio di produzione, 2) assegni ad personam, 3) le indennit, 4) il compenso per lavoro straordinario. Premio di produzione: era da principio una forma di incentivazione concessa a livello aziendale per compensare lapporto dei lavoratori allaumento della produzione. Oggi viene concesso quasi sempre automaticamente e si sta trasformando in mensilit aggiuntiva. I superminimi o assegni ad personam: sono aumenti della retribuzione concessi individualmente ai singoli lavoratori che si sono distinti per capacit ed impegno. Indennit: vengono corrisposte a titolo di compenso per il lavoro prestato in condizioni di maggior rischio o disagio oppure a titolo di rimborso spese e comprendono: - indennit per lavorazioni nocive (rischi per la salute); - indennit di cassa per i dipendenti che maneggiano denaro contante (eventuali ammanchi); - indennit di funzione, riconosciute ai quadri intermedi; - indennit di reperibilit ( per particolari mansioni svolte); - indennit di trasferta, prestazioni in luoghi diversi dalla sede. I fringe benefits (benefici collaterali), riconoscimenti individuali per premiare il singolo lavoratore (autovetture, telefoni aziendali, alloggi uso personale, vacanze premio, assegnazioni azioni sociali). Compenso per lavoro straordinario: servizio oltre il normale orario delle 40 ore settimanali, pagate con una maggiorazione rispetto alle ore di lavoro ordinario. Ogni lavoratore ha diritto ad un riposo giornaliero di 11 ore consecutive, ogni sette giorni deve fruire di un riposo settimanale di 24 ore consecutive, inoltre hanno diritto ad un periodo annuale di ferie retribuite non inferiore a 4 settimane. Tutti i contratti prevedono il pagamento di mensilit aggiuntive. La somma di tutti gli elementi fissi ed accessori costituisce la retribuzione lorda, a cui vanno sottratte le ritenute sociali e fiscali. Assicurazioni sociali obbligatorie: lo Stato ha istituito alcuni Enti pubblici, che gestiscono le assicurazioni sociali obbligatorie, a tutela dei lavoratori e al fine di assicurare loro la pensione. INPS gestisce le pensioni di anzianit, di vecchiaia, la Cassa integrazione, lindennit di mobilit. INAIL gestisce lassicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali. I contributi sociali sono a carico delle imprese e in misura minore a carico dei lavoratori. INPS: Ente pubblico non territoriale. Pensioni di anzianit: quando il lavoratore ha una contribuzione previdenziale di 40 anni; Pensioni di vecchiaia: lavoratore collocato a riposo per raggiunti limiti di et (65 anni per gli uomini. 60 per le donne); Pensioni d invalidit: erogate per ridotta capacit lavorativa per infermit fisica o mentale; Pensioni ai superstiti, corrisposte ai parenti dei lavoratori deceduti. Cassa integrazione: indennit pari all80% della retribuzione per dipendenti sospesi o orario ridotto; Indennit di mobilit: lavoratori che in conseguenza di processi di riconversione o ristrutturazione,

sono posti in Cassa e non pi riassunti; Indennit di disoccupazione: ai lavoratori che perdono il lavoro (devono avere 2 anni di anzianit assicurativa e un anno di contribuzione nel biennio precedente) pari al 30% della retribuzione media dei 3 mesi precedenti la disoccupazione; Indennit di malattia: corrisposta ai lavoratori ammalati; Indennit di maternit: erogata a favore delle lavoratrici; Assegni familiari, rapportato al numero dei componenti la famiglia e al reddito. I contributi vengono calcolati applicando delle aliquote percentuali sulle retribuzioni lorde. Le aliquote sono differenti a seconda del settore economico di appartenenza. Limporto dei contributi viene liquidato mensilmente come differenza fra somme a debito e somme a credito dellimpresa. Il versamento viene effettuato il 16 del mese successivo a quello di riferimento con modello unificato F24. I datori di lavoro devono trasmettere allINPS il modello di denuncia mensile UNIEMENS. INAIL, ente pubblico che gestisce le assicurazioni obbligatorie dei lavoratori contro i rischi di infortuni sul lavoro e le malattie professionali. I premi assicurativi sono a totale carico dellimpresa. Entro il 16 Febbraio di ogni anno, si deve provvedere allautoliquidazione anticipata per lanno in corso applicando la percentuale sulle retribuzioni corrisposte nellanno precedente. Entro la stessa data calcolare e versare il conguaglio per lanno precedente in base alle retribuzioni effettivamente corrisposte. Il versamento, tramite F24, pu a richiesta del datore, essere effettuato in 4 rate (maggiorate degli interessi) il 16/2 16/5 16/8 16/11.