Sei sulla pagina 1di 24

ARTE FIGURATIVA ZAGABRESE Dl OGGI

mostra nell'archiginnasio 15-30 marzo 1969

COMITATO D'ONORE JOSIP KOLAR GUIDO FANTI RATKO KARLOVI

presidente dell'assemblea cittadina di Zagabria sindaco di Bologna vice presidente dell'assemblea cittadina e presidente dell'ente turismo di Zagabria

GIOVANNI FAVILLI IVO LOVREEK

vice sindaco di Bologna presidente del consiglio per l'educazione

e la cultura dell'assemblea cittadina di Zagabria ATHOS BELLETTINI GIANCARLO PASCALE assessore alle istituzioni culturali del comune di Bologna presidente dell'ente provinciale turismo di Bologna

COMMISSIONE CRITICA BOZO BEK direttore delle gallerie di Zagabria e della galleria d'arte contemporanea ELIMIR KOEVI direttore della galleria del centro studentesco di Zagabria

COMITATO ORGANIZZATORE MLADEN VUJI capo dell'ufficio tampa e relazioni pubbliche dell'assemblea cittadina di Zagabria FOLCO CECCHINI capo dell'ufficio tampa e relazioni pubbliche del comune di Bologna SERGIO FIORELLI capo della ripartizione segreteria generale del comune di Bologna EDMO ALBERTAZZI capo dell'ufficio istituzioni culturali del comune di Bologna

La mostra e stata allestita dalle gallerie di Zagabria, dirette da Bozo Bek

SALUTO A BOLOGNA
di Josip Kolar, presidente dell'assemblea cittadina d i Zagabria

La mostra A r t e figurativa zagabrese di o g g i si inserisce nel p r o g r a m m a delle manifestazioni con le quali si presenters Zagabria alia citt arnica di Bologna dal 15 al 30 m a r z o . Gli zagabresi hanno ancora un g r a d i t o ricordo delle settimane bolognesi d e l l ' a n n o scorso, q u a n d o a b b i a m o avuto il piacere di conoscere la t r a d i z i o n e ricchissima legata al dinamico e m o d e r n o lavoro di o g g i dei bolo gnesi nei vari settori d e l l ' a t t i v i t u m a n a . Numerosi amici di Bologna, personalmente o p p u r e con le loro o p e r e , hanno c o n t r i b u i t o alia m i g l i o r e possibilit di conoscersi bene, che significa anche di comprendersi m e g l i o , di arricchire i nostri r a p p o r t i , f o r m a n d o cost tante nuove vie per una reciproca e fruttuosa collaborazione f u t u r a . Una lunghissima e sincera amicizia fra Zagabria e Bologna e stata confermata con numerosi amichevoli incontri delle massime autorit delle nostre d u e citt, come anche con scambi delle esperienze c u l t u r a l i , scientifiche ed econormiche a vari l i v e l l i . Questa collaborazione ci ha f a t t o scoprire numerosi interessi reciproci, cosicche il nostro c o m p i t o e di aiutare lo s v i l u p p o di nuove iniziative. Noi g i u d i c h i a m o le settimane bolognesi gi svolte a Zagabria e le settimane zagabresi che si svolgeranno a Boiogna come un contributo eccezionale alio s v i l u p p o della possibilit che il m a g g i o r n u m e r o possibile di cittadini delle d u e citt, con I'aiuto dell'assemblea cittadina di Zagabria e del consiglio comunale di Bologna, partecipi aH'allargamento e al rafforzamento della nostra amicizia. In comune a b b i a m o la lotta per la pace, per la libert, per lo s v i l u p p o sociale e per il benessere dei l a v o r a t o r i . Bologna si e presentata a Zagabria con la pittura bolognese del X X s e c o l o ; Zagabria si presenter a Bologna con i suoi lavori d'arte figurativa di o g g i , che o f f r i r a n n o I'occasione ai nostri amici d i Bologna di conoscere non solo valori di pittura e scultura, ma anche un vasto panorama d e g l i interessi, della forza creativa e del m o d o d'esprimersi dei nostri artisti. Questa mostra p u aiutare il visitatore a c o m p r e n d e r e in quale libert creano i nostri artisti e come una parte della societ socialista si autogestisce. Gli zagabresi sanno che Bologna e chiamata la grassa perche e ricca di cibi e b e v a n d e , perche e b u o n g u staia e perche sa v i v e r e allegra. Ma g l i zagabresi sanno anche che Bologna e chiamata la dotta perche non e soltanto una citt m o d e r n a , ma anche un centro di scienziati ed a r t i s t i ; gi nell'anno 1067 Bologna aveva la sua universit. E come Bologna sapeva stimare i g r a n d i d e l l e epoche gotiche e rinascim e n t a l i , cosi o g g i sa apprezzare arte e scienza c o n t e m p o r a n e e . Noi conosciamo

la storia gloriosa e il coraggio di Bologna, sempre aperta a tutte le idee nuove e progressiste. Anche Zagabria ha una ricca tradizione culturale secolare, legata al dinamico e m o d e r n o lavoro di o g g i , con tante possibilit aperte e con tanti incoraggiamenti per le nuove ricerche. Zagabria e la sede della biennale internazionale d e l l a muica c o n t e m p o r a n e a , nelle sue gallerie d o m i n a n o le tendenze m o d e r n e . La scuola zagabrese di disegni animati ha una reputazione m o n d i a l e avanguardistica. Zagabria e una delle citt europee con lo s v i l u p p o piu r a p i d o in tutti i settori della vita m o d e r n a , e una citt che in questi u l t i m i v e n t ' a n n i si e r a d d o p piata, e una citt che o g n i anno costruisce pi di ottomila appartamenti n u o v i . L'accademia jugoslava delle scienze e delle arti e stata f o n d a t a a Zagabria cento anni f a . Ma Zagabria e anche la citt dei g i o v a n i , e la citt nella quale un cittad i n o su quattro f r e q u e n t a una scuola, e la citt nella quale il n u m e r o d e g l i stu d e n t i , durante la costruzione socialista nel d o p o g u e r r a , e cresciuto da settemila a trentamila. Come centro g u i d a d e l l ' i n d u s t r i a jugoslava, Zagabria partecipa con 1 0 % nel totale dell'economia jugoslava e con il 3 5 % in quella della Croazia. Zagabria e la citt delle tre citt , fra le quali soprattutto la vecchia citt alta richiama m i l i o n i di t u r i s t i . Siamo certi che gli incontri dei critici e d e g l i artisti zagabresi e bolognesi a Bo logna saranno una continuazione d e l l o scambio delle o p i n i o n i amichevoli e l i bere gi iniziato a Zagabria. In seguito al d i a l o g o iniziato a Zagabria si incontreranno gli u r b a n i s t i , i rappresentanti d e l l ' u n i v e r s i t , gli i n d u s t r i a l i , mentre le squadre sportive giocheranno g l i incontri di r i t o r n o . I m e m b r i della delegazione della citt di Zagabria sono particolarmente lieti di avere la possibilit d i un n u o v o incontro e di uno scambio di o p i n i o n i aperto ed amichevole con ie massime autorit della citt di Bologna, della quale e sindaco G u i d o Fanti. C o l g o questa occasione per ringraziare v i v a m e n t e tutti i nostri amici di Bologna per gli sforzi che hanno fatto per organizzare le settimane zagabresi e per ]a cordialit eccezionale dimostrataci in questa bellissima citt. Josip Kolar presidente dell'assemblea cittadina di Zagabria

SALUTO A ZAGABRIA
di Guido Fanti, sindaco di Bologna

Accogliamo neH'Archiginnasio bolognese la mostra di A r t e figurativa zagabrese di o g g i con l'interesse che suscitano le esperienze culturali e creative di una generazione di artisti operante in un ambiente sociale caratterizzato da un prof o n d o i m p e g n o innovatore. A l t r i documenti d e l l a realt zagabrese, che abbracciano t e m i p i v a r i , sono v i s i b i l i nelle sale del v i c i n o museo civico, raccolti sotto il titolo di Zagabria citt di g i o v e n t . A l t r i ancora ci saranno o f f e r t i , in questa seconda q u i n d i c i n a di maro, attraverso le numerose iniziative che compong o n o il p r o g r a m m a delle Settimane zagabresi a Bologna . Saranno le immagini suggestive della capitale croata esposte con i costumi nazionali nelle vetrine dei nostri negozi e i prodotti messi in vendita nelle mostre-mercato alletite dalla cooperazione di c o n s u m o ; le specialit gastronomiche presentate nei ristoranti Tre Vecchi-CAMST e AI Cantunzein e i m o d e l l i e le acconciature elaborati dai sarti e dai parrucchieri z a g a b r e s i ; le indicazioni r i g u a r d a n t i le attivit musicali o s p o r t i v e , economiche o turistiche, la cultura, l'urbanistica, la scienza medica, il d i b a t t i t o artistico che scaturiranno dagli incontri e dalle discussioni in p r o g r a m m a per le settimane . Ringraziamo v i v a m e n t e g l i amici di Zagabria per l'occasione dataci di a p p r o f o n d i r e la nostra conoscenza della loro citt : Bologna e Zagabria ne trarranno sicuramente nuova spinta per l'ulteriore s v i l u p p o dei loro rapporti c u l t u r a l i , e c o n o m i c i , turistici e d'amicizia. Dal n o v e m b r e 1968, q u a n d o si svolsero le Settimane bolognesi a Zagabria , hanno avuto incremento diverse iniziative d ' a f f a r i , tutte d i notevole dimensione economica, fra operatori sia p u b b l i c i sia privati d i Zagabria e di Bologna ( e da ricordare, fra i p r i m i , per i notevoli acquisti di bestiame trattati, l'ente di svi l u p p o delta p a d a n o ) . Sul piano della ricerca delle possibilit commerciali si sono allacciati proflcui rapporti diretti fra la camera di commercio di Bologna e la camera economica di Zagabria. Dirigenti e operatori economici zagabresi sono ospiti abituali nelle manifestazioni fieristiche di Bologna, ed e diretta conseguenza dei rapporti che si sono instaurati la partecipazione ufflciale della Jugo slavia, per la prima volta quest'anno, al Salone internazionale d e l l ' a l i m e n t a zione che l'ente fiere di Bologna organizza nel mese di m a r o ; non e senza significato che le autorit economiche jugoslave abbiano affidato la cura di tale partecipazione p r o p r i o alia camera economica di Zagabria. Da tali contatti fra i d i r i g e n t i del nostro ente provinciale per il t u r i s m o e dell'analogo istituto zagabrese sono gi scaturite interessanti i n i z i a t i v e , come quella

d i un tema su Bologna svolto nelle scuole di Zagabria nei mesi scorsi, la quale avr sbocco neM'ospitalit che sar q u i offerta, durante queste settimane , ai ragazzi segnalati e ai loro g e n i t o r i e insegnanti. Sul piano culturale, mentre hanno avuto c o n f e r m a , in questi mesi, g l i accordi per la presenza a Zagabria, nel g e n n a i o 1970, del teatro comunale di Bologna per I'inaugurazione del rinnovato teatro zagabrese, il complesso lirico delta capitale croata ha presentato nel nostro teatro comunale I'opera Caterina Ismailova di Dimitri Sciostacovic. II bilancio, q u i soltanto t r a t t e g g i a t o , del rapporto instaurato fra Bologna e Za gabria con il patto di g e m e l l a g g i o e le ulteriori prospettive che lo stesso prog r a m m a delle Settimane zagabresi a Bologna dischiude c o n f e r m a n o la v a l i dit d e l l ' i m p e g n o concordemente assunto dalle amministrazioni civiche a sviluppare gli scambi, la cooperazione e l'amicizia fra le d u e c i t t ; questo i m p e g n o , come auspicammo fin d a l l ' i n i z i o , e v e n u t o sempre pi calandosi nell'una e nell'altra comunit cittadina e avanza in una sempre pi ricca iniziativa d e g l i organismi della societ civile. A g l i ospiti graditi mostreremo per parte nostra, durante queste settimane , le bellezze m o n u m e n t a l i di Bologna e i documenti pi significativi della sua storia d i civilt e di cultura, le nostre esperienze di attivit civica e i caratteri della vita bolognese attraverso i rapporti fra le forze politiche e fra gli u o m i n i come t a l i . M o s t r e r e m o il nostro sforzo di innestare, sul p a t r i m o n i o cittadino di lotta per la l i b e r t , la cultura e il progresso, i tratti di una nuova citt, in cui I'uomo possa f r u i r e interamente delle conquiste della scienza e della tecnica e trovare la pro pria misura, nella piena espressione della propria personalit e d i g n i t : una citt capace di dare alle g i o v a n i generazioni la certezza d i una vita m i g l i o r e , in una societ pi avanzata, pi giusta e pi u m a n a , che il nostro p o p o l o , come o g n i p o p o l o , ha la responsabilit storica di costruire, m o d e l l a n d o l a autonomamente secondo le esigenze e gli o b i e t t i v i che scaturiscono dalle sue t r a d i z i o n i , dalla sua realt, dal la sua libera scelta, dal la sua capacit di suscitare verso I'obiett i v o che essa rappresenta la collaborazione fra tutte le diverse e distinte forze democratiche. E cercheremo, insieme, di documentare ancora agli armici zaga bresi il nostro i m p e g n o costante per la causa della pace nel m o n d o , convinti come siamo che la pace dev'essere la scelta d i f o n d o della coscienza d i tutti g l i u o m i n i di buona v o l o n t . Salutando i d i r i g e n t i della citt di Z a g a b r i a , g l i operatori economici, gli u o m i n i di cultura, gli artisti, gli s p o r t i v i , gli studenti, tutti i cittadini della citt g e m e l l a , o f f r i a m o loro il calore della nostra amicizia, in q u e l l o stesso spirito che avvert i m m o nel m o d o i n d i m e n t i c a b i l e in cui Zagabria ospito, n e l l ' u l t i m o n o v e m b r e , le nostre settimane . La speranza pi viva che, in questo g i o r n o inaugurale d e l l e Settimane zagabresi a Bologna , accomuna la rappresentanza civica e t u t t i i bolognesi e di riuscire a contraccambiare al presidente Kolar, alia delegazione ufflciale e a tutti i cittadini di Zagabria u n ' e g u a l e testimonianza di amicizia e di affetto. Guido Fanti sindaco di Bologna

CATALOGO

1 KOTA A N G E L I R A D O V A N I (1916, Londra) 2

Torso

tondo

(1965) 1966 1967 1967

bronzo bronzo bronzo bronzo

c m . 26,8 x 1 7 , 2 x 2 0 , 9 c m . 49 cm. 46 x 68 xl7 x 57 x23 x 20,6

Dunja VIII Ragazza col seno scostato Donna colle ginocchia appuntate

cm. 4 9 , 8 x 1 5

5 V O J I N BAKI (1915, Bjelovar) 6 7 8 9

Forme luminose Forme luminose Forme luminose Forme luminose Forme luminose

1963 1967 1967 1967 1967

alluminio alluminio ottone ottone rame dorato

c m . 156 c m . 175 cm. x

56x56 90x60 36x30 5 5

48,5 >

c m . 175 cm. 50

< lOOx x 46 x

10 J A G O D A BUI (1930, Split) 11 12 13 14

Composizione 64 Monologo Trittico Ricerca nello spazio Rosso con b r i o

1964

tappezzeria tappezzeria tappezzeria tappezzeria tappezzeria

c m . 225

200

1966 1967 1967 1968

cm.110:260 cm. 225 x 190 cm. 65 x 180 cm. 180 180

15 JURAJ DOBROVI ( 1 9 2 8 , Jelsa) 16 17 18 19

Campo 3 Campo 6 Campo 8 Campo 9 Campo-cerchio

1967

serigrafia su carta

cm. 48,5x48,5
cm 48,5 48,5

1 9 6 7 ) serigrafia su carta 1 9 6 7 ) serigrafia su carta 1 9 6 7 ) serigrafia su carta 1 9 6 7 ) serigrafia su carta

cm 4 8 , 5 : 48,5 cm 4 8 , 5 ) : 4 8 , 5 c m . 50 :50

20 BORIS D O G A N (1923, Zagreb) 21 22

Forza v e r d e Mattina dannata Q u a d r o N. 1

1 9 6 2 ) olio su tela 1 9 6 3 ) olio su tela 1 9 6 9 ) olio su tela

cm 100

100

cm 100 x 150 c m . 1 3 0 x 130

Frano Krini RISVEGLIO (1926)

Frano imunovi CONFINI SULLA COLLINA (1957)

23 DUAN D A M O N J A ( 1 9 2 8 , Strumica) 24 25

Scultura

LVIII

( 1 9 6 8 ) f e r r o e legno 1968 1968 f e r r o e legno f e r r o e legno

c m . 22 x 25 x 20

Scultura LIX Scultura LX

cm. 23 x 26 x 20 cm. 22 x 25 x 20

26 EUGEN FELLER (1942, Split) 27 28 29 30

A B C D E

1967 1967 1967 1967 1967

serigrafia su carta serigrafia su carta serigrafia su carta serigrafia su carta serigrafia su carta

cm. 50 x 70 cm. 50 cm. 50 cm. 50 cm. 50

x x x x

70 70 70 70

31 MLADEN GALI ( 1 9 3 4 , Listia) 32 33 34 35

N. N.

8 9

1968

serigrafia su carta serigrafia su carta serigrafia su carta o l i o su tela o l i o su tela

cm. 65 x 50 cm. cm. cm. cm.


65 x 50 65 x 50 81 x 130 132 x 160

N. 10 Concerto spaziale Concerto spaziale

1968 1968 1968 1968

36 OTON GLIHA (1914, rnomelj) 37 38 39 40

M u r i a secco 16-64 M u r i a secco 18-65 M u r i a secco 25-65 M u r i a secco 16-67 M u r i a secco 20-67

1964) olio su tela 1965) olio su tela 1965) olio su tela 1967) olio su tela 1967) olio su tela

cm. 73 x

73

cm. 69 x 107 cm. 74 x 190 cm. 76 x 96 cm. 1 3 7 x 1 1 0

41 LJUBO IVANI (1925, Split) 42 43 44

Piccolo paesaggio Ritratto Paesaggio ad ocra Comino

1965 1966 1966 1967

olio su lessonite olio su lessonite olio su lessonite olio su lessonite

cm. 54 x cm.68x

68 52

c m . 90 x 120 cm.54x 68

45 VASILIJE JORDAN (1934, Zagreb) 46 47

Natura morta Marcia f u n e b r e finale Culto dell'assurdo

( 1 9 5 6 ) olio su tela 1960 i olio su tela 1961 1 olio su tela

c m . 30,5 x 36,5 cm. 46,2 < 62 cm 64,5 x 95

4 8 NIVES KAVURI-KURTOVI (1938, Zagreb) 49 50

Salterello della barzelletta Tinta del desiderio G i a r d i n o della mia primavera

1968 i tecnica combinata 1968 i tecnica combinata 1968 i tecnica combinata

cm 1 2 7 x 1 2 4 cm. 124x 120 cm. 123x 120

51 JULIJE KNIFER (1924, Osijek) 52 53

Composizione I Composizione I Composizione II

1966 1967 1967

olio su tela olio su tela oiio su tela

cm. 1 1 6 x 8 9 cm. 1 1 6 x 8 9 , 5 cm. 1 3 0 x 8 8 , 5

54 I V A N KOARI ( 1 9 2 1 , Petrinja) 55

Scultura 1 Scultura 2 Scultura 3 Scultura 4

1962

legno v e t r o d i fibra vetro d i fibra ottone

c m . 17 x 17 c m . 23 x 14

x 15 x 14

56 57

1965 1967 1968 1968 1968 1968 1926 1955 1958 1962 1962

c m . 26 x 14,5 x 11 c m . 2 5 x 15 x 15

58 NIKOLA KOYDL ( 1 9 3 9 , Karlovac) 59 60

Paesaggio X X X Paesaggio Paesaggio XXXII XXXIII

tempera e olio su tela

c m . 132 x 181

tempera e o l i o su tela c m . 195 x 134 tempera e olio su tela c m . 135 x 195

61 FRANO KRINI (1897, Lumbarda) 62 63 64 65

Risveglio AI b a g n o Fanciulla Bagno di sole Dialogo interno

marmo marmo marmo marmo marmo

cm. 1 5 2 x 3 7 x 4 1 cm. cm. cm. cm. 69x44x58 4 5 x 10 x 12 3 7 x 18 x 25 4 9 x 14 x 17

Kota Angeli Radovani RAGAZZA COL SENO SCOSTATO (1967)

66 ANTE KUDUZ (1935, Vrlika) 67 68

Q u a d r o rosso Q u a d r o azzurro Quadro verde

( 1 9 6 9 ) serigrafia su carta

c m . 70 x 100 c m . 70 < 100 c m . 70 x 100

1969 1969

serigrafia su carta serigrafia su carta

69 FERDINAND KULMER ( 1 9 2 5 , Cap M a r t i n ) 70 71

Luglio II 1967 Marzo I 1968

1967 1968 1968

olio e acrilico su tela olio e acrilico su tela olio e acrilico su tela

cm. 1 9 5 x 9 7 c m . 195 x 9 7 c m . 195 x 9 7

Marzo II 1968

72 MILA KUMBATOVI (1915, Omialj) 73 74

Vita della pietra M o n d o della pietra Cerchi spezzati

1961 ) o l i o su tela 1 9 6 8 ) o l i o su tela 1 9 6 8 ) o l i o su tela

cm.

60 x

81

c m . 100 x 100 cm. 82x101

75 STEVAN LUKETI (1925, Budva) 76 77

Scultura X X / 6 7 Scultura X X I / 6 7 Scultura X I I I / 6 9

1967 1967 1969

inossidabile inossidabile inossidabile

c m . 1 0 0 x 4 2 x 10 c m . 1 0 0 x 4 5 x 10 cm. 5 0 x 5 3 x 10

78 ISMAR M U J E Z I N O V I (1942, Osijek) 79 80

G i o r n o 290 Uscita Veduta

1 9 6 8 ) olio su tela 1 9 6 8 ) olio su tela 1 9 6 8 ) olio su tela

c m . 1 8 0 x 180 c m . 1 8 0 x 180 c m . 2 0 0 x 170

81 EDO MURTI ( 1 9 2 1 , Velika Pisanica) 82 83 84 r>

Febbraio Partenza da Venezia Riflessione In attesa dell 'estate

1968) olio su tela 1 9 6 8 ) olio su tela 1 9 6 8 ) olio su tela 1 9 6 8 ) olio su tela

cm.

9 7 x 130

c m . 151 x 160 c m . 1 3 0 x 194 cm. 114x,130

Zlatko Pria ANATOMIA DEL PAESAGGIO II (1968)

85 O R D A N PETLEVSKI (1930, Prilep) 86 87 88

Sparizione Dissoluzione organica Frutta Apocalisse

( 1 9 5 9 ) olio su tela

c m . 1 3 5 , 7 x 100

1962) olio su tela 1962) olio su legno 1966) olio su tela

cm. 136 cm. 100

x 100 37,7 x 100

cm. 40,2 x

89 IVAN PICELJ (1924, Okuani) 90 91

CM-30 CM-31 C M - 15ma

1967 1967 1967

serigrafia su carta serigrafia su carta serigrafia su carta

cm. 7 0 x 7 0 c m . 70 x 70 c m . 70 x 70

92 ZLATKO PRIA ( 1 9 1 6 , Peuh) 93 94

Terra, a l b e r i , frutta Attribut! dell'abbondanza A n a t o m i a del paesaggio

1966) olio su tela 1967) olio su tela 1968) olio su tela

cm. 1 3 5 x 1 9 8 cm. 162 x 130 cm. 130x 162

95 I V A N RABUZIN ( 1 9 1 9 , Klju) 96 97

II sole Paesaggio sopra il f l u m e di Bednja Principessa Rosaspina

1968 1969 1969

olio su tela olio su tela olio su tela

c m . 7 3 x 100 c m . 60 x 81

c m . 65 x 54

98 BRANKO RUI ( 1 9 1 9 , Slavonski B r o d ) 99 100

Doppio gruppo Icaro Piccole architetture

1966 1966 1967

legno legno legno

c m . 8 6 x 63 x 63 c m . 5 8 x 5 5 x 28 c m . 3 0 x 5 2 x 27

101 M I L J E N K O STANI (1926, Varadin)

Ragazza-fiore Serata

1954 1954

olio su tela olio su tela

c m . 68,3 x 106 c m . 54,4 x 64,4

102

Oton Gliha MURI A SECCO 20-67 (1967)

103 LJERKA IBENIK (1935, Zagreb) 104

Spiaggia Estate

( 1 9 6 7 ) acrilico su tela ( 1 9 6 7 ) acrilico su tela

c m . 1 2 0 x 90 c m . 100 x 81

105 FRANO I M U N O V I (1908, Dicmo) 106 107 108

Confini sulla collina Paesaggio u l t r a m o n t a n o II Piccolo paesaggio pietroso G i a r d i n i nel l u o g o sassoso

( 1 9 5 7 ) olio su tela ( 1 9 5 7 ) olio su tela ( 1 9 6 0 ) olio su tela ( 1 9 6 0 ) olio su tela

c m . 140,3 x cm. cm. cm. 90 74 85 x

92,3

xl30 x 105 200

109 MIROSLAV UTEJ ( 1 9 3 6 , Duga Resa) 110 111 112

Condotta ritmica Rombo R-Giallo Serigrafia-Mobil

(1966) (1967) (1967)

legno-lacca legno-lacca legno-lacca

c m . 75,5 x 55,3 x

7,5

c m . 6 3 , 5 x 4 6 , 5 x 20 c m . 75 c m . 63 x 55 x53,5 x 25

( 1 9 6 8 ) serigrafia su carton

113 M A R I N O TARTAGLIA ( 1 8 9 4 , Zagreba 114 115 116 117

M o t i v o dalla finestra Figura M o t i v o di Budva Fiori Fiori

( 1 9 6 4 ) olio su tela ( 1 9 6 8 ) olio su tela ( 1 9 6 8 ) o l i o su tela ( 1 9 6 8 ) olio su lessonite ( 1 9 6 9 ) olio su lessonite

cm.

59 x 73

c m . 100 x 5 7 cm. cm. cm. 57x69 24 x 19 32 x 39

118 IME VULAS (1932, Drvenik) 119 120 121 122

Candela 2 Palo nero Vele Vele Vele 11

(1962) (1963) (1963) (1964) (1964)

legno legno legno legno legno

cm. cm. cm. cm.

60

x 15

x 14

59,4x27,3x19 72 87 x 22 x 19 x40 x 10 x 10 x 35

c m . 140

Duan Damonja SCULTURA LVIII (1968)

Bologna 1969 - T i p . I.uigi Parma S.p.A.