Sei sulla pagina 1di 24

Libro di problemi (It)

Ivan Brazhkin Alexandr Burlaka Anastasia Ryabova Vladislav Shapovalov Maxim Spivakov Tzuchien Tho Dmitry Vorobyev supostat.org textandpictures

Libro di problemi (It)

1. Larea del lusso invisibile Luomo daffari X decide di essere solidale alla Passeggiata di controllo [*] di Mosca, gironzolando lentamente con la moglie per i viali della sua villa nel quartiere residenziale ukovka Hills. Sullaltra riva del ume Moscova, un attivista, armato di un gomitolo di spago, di un metro a nastro e di un rapportatore, ssa due punti (M e N) e un segmento tra essi, da cui si vedono due alberi diametralmente opposti (punti A e B) ai margini del viale che circonda la villa. Il segmento MN e gli angoli tra il segmento e le linee che dalle sue estremit vanno ai punti A e B misurano: b = MN = 32.94 m = AMN = 88.33 = BMN = 62.52 = ANM = 85.45 = BNM = 111.98

B
Ill. 1

M A

[*]

Nel maggio 2012 i cittadini russi si sono riversati in massa nelle strade delle grandi citt per una passeggiata nel segno del dissenso, nato in seguito ai risultati delle elezioni presidenziali della Federazione Russa. Lazione, volontariamente, non era stata annunciata come politica. Tale tattica stata scelta come risposta alla

condotta degli organi di potere che stanno brutalmente reprimendo qualsiasi protesta organizzata. Il nome dellazione deriva dal desiderio dei partecipanti di sperimentare se il potere avesse cercato o meno di disperdere un corteo senza slogan, amplicatori e megafoni. Il governo non ha ostacolato il corso dellazione.

Domanda: Come stabilire quanto tempo dura la passeggiata di solidariet del Sig X, dal momento che il territorio del quartiere residenziale custodito? noto che la velocit media dellandatura da passeggio delluomo di affari e della moglie di 2,196 km/ora.

2. Cucina molecolare Dicembre. La griglia di aerazione di un sushi-bar situato in un centro commerciale sotterraneo sbuca sulla piazza ed emette un getto di vapore saturo alla temperatura di 40 gradi C. Accanto a essa si riscalda un senzatetto affamato. In ogni inspirazione lenta dal volume di 0,50 l entrano nei suoi polmoni 0,35 l di vapore e ogni ora vengono emessi 50 gr di acqua. Domanda: In quanto tempo si diffonde nei suoi polmoni una porzione di zuppa miso (350 gr) con umidit relativa = 100% e capacit igroscopica del vapore = 51 g/m? E nello stesso periodo quanti liquidi perde il senzatetto con il respiro?

La passeggiata dura 12 minuti. Risposta: Una porzione di miso si diffonde nei polmoni di questuomo in 23,34 ore. Nello stesso tempo questi perde con il respiro 1,167 l di liquidi. Risposta:

3. Il sogno dellattivista la quantit di partecipanti alle manifestazioni di protesta in crescita costante. Il 7 novembre alla manifestazione contro gli atti di violenza governativi sulla Piazza Rossa si sono riunite 40.000 persone. In maggio la Piazza Rossa era gremita di 80.000 persone. Il 14 luglio si sono date appuntamento nella piazza ben 120.000 persone, numero che supera la capienza della piazza di qualche migliaio. I muri degli edici intorno alla Piazza Rossa retrocedono pian piano di fronte alla forza politica delle masse popolari La Piazza Rossa, il cui perimetro delimitato dal Museo Storico, dai grandi magazzini GUM, dalla Cattedrale dellIntercessione (San Basilio) dalle mura del Cremlino e dal Mausoleo, ha la forma di un rettangolo dai lati = 85 m, b = 4a = 340 m. La densit media delle manifestazioni di 3 attivisti per metro quadrato. Domanda: Di quanti metri bisogna spostare gli edici che circondano la Piazza Rossa per farvi entrare 120.000 persone?

Lo scolaro Petja percorre correndo tre giri dello stadio scolastico in 3,4 minuti alla velocit media di 17,654 km/ora. Il raggio della curva dello stadio di 3,5 volte minore rispetto alla sua lunghezza. 5

Risposta: Bisogna spostare le mura del Cremlino, il Mausoleo e i GUM di 7,5 metri. Bisogna spostare il Museo Storico e la Cattedrale dellIntercessione di 30 metri. 4. La supercie utilizzabile dello stadio

a R R

O1

O2

Ill. 2

C b

Domanda: Quanti edici ad uso ufcio, di 22 piani e dalla supercie complessiva di 26.400 m ciascuno, possono trovare posto in quello stadio?

Lo slogan politico Stop al capitalism! ha 17 lettere, uno spazio e un punto esclamativo. Per scrivere ogni lettera e il punto esclamativo nella misura di 30x35 cm si impiega circa un secondo. Per lintera scritta delle dimensioni di 35 cm x 5 m in media si 6

Risposta: Nello stadio scolastico possono essere sistemati 6,63 edici ad uso ufcio. 5. Stop al capitalism! Slogan sotto pressione

impiegano 30 secondi. noto che che una bomboletta da 400 ml nisce in 496,1 secondi. Una bomboletta di questo tipo costa 180 rubli. Domanda: Quanti slogan Stop al capitalism! si producono con una bomboletta da 400 ml? Quanto costa ogni slogan contro il capitalismo?

A causa dellaumento del numero di manifestazioni politiche di massa, in Russia si sta diffondendo il servizio del manifestante a pagamento. Per il loro ingaggio i rappresentanti dei movimenti politici usano soprattutto i servizi della bacheca on-line massovki.ru [gruppi di guranti], nelle quali si pu leggere che il compenso medio del manifestante a pagamento di 500 rubli per ogni partecipazione. Le condizioni nelle quali devono operare questi lavoratori sono spesso terribili. La giornata lavorativa non conforme alle norme, il posto di lavoro e le condizioni igienicosanitarie non corrispondono nemmeno agli standard pi bassi, la retribuzione per la partecipazione viene ritardata e, a volte, non viene corrisposta, non sono assicurate le garanzie sociali. 7

Risposta: Con una bomboletta da 400 ml si producono 16,5 slogan. Ogni slogan contro il capitalismo costa 10 rubli e 90 copechi. 6. Manifestante a pagamento

Supponiamo che il Sig. X prenda regolarmente parte a diversi cortei come manifestante a pagamento. Presa coscienza di tutte le difcolt di questa professione, decide di organizzare una manifestazione di 1.000 suoi colleghi per sostenere i diritti dei manifestanti a pagamento. Il Sig. X dovr retribuire il lavoro di ogni partecipante a norma di legge. Domanda: A quanti cortei deve partecipare il Sig. X per raccogliere la somma necessaria e saldare cos il lavoro dei manifestanti a pagamento, tenendo conto che anche nella struttura delle manifestazioni a pagamento ci sono i capisquadra (nella misura di uno per ogni 20 portabandiera), che guadagnano 10 volte di pi di un manifestante a pagamento (a2)) e i funzionari di organizzazioni di partito, dirigenti ed esperti che guadagnano 10 volte di pi di un caposquadra (a3)?

In un futuro non molto lontano, la citt occupata dalla polizia. Accanto al Cremlino i umi Jauza e Moscova brulicano di dimostranti che utilizzano materassini gonabili e allestiscono accampamenti sullacqua. La navigazione completamente bloccata, le chiatte e i battelli turistici non possono pi muoversi sui umi. La citt ha aperto canali di nuovi spazi di protesta. 8

Risposta: Il Sig. X obbligato a partecipare a 2.500 diverse manifestazioni per organizzare un corteo per la protezione dei diritti dei manifestanti a pagamento composto da 1.000 persone. 7. I materassini bloccano i umi, ma aprono le strade!

La supercie dei umi Jauza e Moscova, allinterno della strada Sadovoe Kolzo di 76,7 ettari. I manifestanti si sono muniti di materassini di quattro tipi differenti, presenti in ugual numero. Misure dei materassini: 1. materassino da bambino con cuscino di 157 88 cm, capienza 2 adulti, 4 bambini; 2. materassino da mare grigio con poggiatesta di 189 76 cm, capienza 2 adulti, 2 bambini; 3. materassino da mare con poggiatesta a disegni colorati di 18369 cm, capienza 2 adulti, 2 bambini; 4. materassino gonabile Intex Supreme 66724 di 191 137 cm, capienza 3 adulti, 6 bambini. Domanda: Quanti materassini gonabili di diverso tipo sono necessari per sbarrare tutti i umi e i canali di Mosca allinterno della strada Sadovoe Kolzo? Quante persone devono riempire i umi su queste strutture galleggianti per barricarsi dentro il Sadovoe Kolzo?

Risposta: 1. Per bloccare tutti i umi e i canali di Mosca allinterno del Sadovoe Kolzo sono necessari 116.920 materassini. 2. Per bloccare i umi allinterno del Sadovoe Kolzo devono prender posto sulle imbarcazioni 613.830 persone (di cui 263 070 adulti e 350.760 bambini). 9

8.Il ciottolo larma del proletariato [*] Appena insediatosi sindaco di Mosca, alla ne del 2010, Sergej Sobjanin, nei primi due mesi di mandato, ha decretato la sostituzione di ben 400.000 m di asfalto dei marciapiedi del centro citt con mattonelle di cemento di un unico modello che misura 190x50x90 mm, al costo di 3700 rubli per metro quadro [**]. Durante la Marcia dei milioni [***] nel maggio scorso, negli scontri con la polizia, i dimostranti hanno usato frammenti dellasfalto della pavimentazione stradale come arma nella lotta contro gli agenti di sicurezza, perch, purtroppo, piazza Bolotnaja e dintorni (dove si sono svolti gli avvenimenti del 6 maggio) non erano pavimentati con mattonelle, sicuramente pi adatte alluso. Domanda: Quanto verrebbe a costare alle autorit cittadine armare i 70.000 partecipanti alla Marcia dei milioni (secondo i calcoli dei portavoce della manifestazione), considerando una mattonella delle dimensioni suindicate per ogni manifestante, per un solo tiro di precisione?

[*]

Risposta: Le autorit cittadine necessitano di 4.428.900 rubli per armare un corteo di 70.000 partecipanti.
Il ciottolo larma del proletariato una famosa scultura creata dallo scultore sovietico I. D. adr nel 1927 in gesso e nel 1947 in bronzo. Il gesso conservato alla Galleria Tretjakov. Nel 1967 stata installata una copia in bronzo nel quartiere Presnenskij di Mosca, allinterno del parco dellInsurrezione di dicembre. Il soggetto della scultura rappresenta larchetipo del proletario dellinizio del XX secolo, combattente per gli ideali rivoluzionari e per la libert. [**] Il cambio euro-rublo al momento della stesura degli esercizi di 1: 39,65. [***] Il 6 maggio 2012, alla vigilia dellinizio del nuovo mandato presidenziale di Vladimir Putin, ha avuto luogo una marcia di protesta dei cittadini. Secondo i dati degli organizzatori quasi 70 000 persone hanno preso parte allevento. Durante il corteo si sono vericati scontri aperti con le forze di polizia che hanno portato allarresto di circa duemila attivisti. Al momento della stesura di questa pubblicazione, sedici persone si trovano sotto inchiesta per i disordini avvenuti durante la manifestazione.

10

9. Contratto di lavoro sociale La citt di Pskov conta 200.000 abitanti. Per il mantenimento dellamministrazione la citt spende 177 milioni di rubli lanno. Domanda: Quanto deve pagare al mese ogni cittadino per poter comprare lintero governo della citt e garantirne cos la lealt agli abitanti, offrendo loro una somma di tre volte superiore?

Il 25 marzo scorso, a San Pietroburgo, alla manifestazione per la richiesta di elezioni senza brogli, davanti al palazzo Mariinskij, secondo i dati della polizia, si sono riunite 300 persone. Secondo i dati delle organizzazioni a tutela dei diritti umani, ne sono state fermate 350. Inoltre, dopo i fermi, in piazza restavano ancora non meno di 500 persone. Domanda: Quanti erano i partecipanti al picchetto individuale del 4 maggio scorso contro la legge che vieta la propaganda dellomosessualit, secondo il coefciente riduttivo usato dalla polizia?

Risposta: Per acquistare lamministrazione ciascun abitante della citt di Pskov deve pagare 222 rubli ogni mese. 10. Coefciente di riduzione Risposta: Hanno preso parte al picchetto individuale contro la legge che vieta la propaganda dellomosessualit 0,353 persone. 11

11. Lezione di disobbedienza Il 6 giugno 2012 il Consiglio della Federazione ha approvato gli emendamenti alla legge su assemblee, raduni, manifestazioni, cortei e picchettaggi relativi allaumento delle multe per infrazioni di vario genere no a 300.000 rubli per i partecipanti impegnati nelle manifestazioni e no a 600.000 per gli organizzatori. Inoltre, per lestate del 2012 (mentre va in stampa questa pubblicazione) si prevede lentrata in vigore della Legge federale n. 83, emanata due anni fa, che in pratica abolisce il diritto allistruzione primaria gratuita, e che in sostanza trasforma gli insegnanti in imprenditori in regime di concorrenza allinterno delle istituzioni statali. Secondo quanto detto dal ministro dellIstruzione e delle Scienze della Federazione Russa lo stipendio medio di un insegnante nel 2012, prima dellentrata in vigore della Legge n. 83, di 21.100 rubli al mese. Domanda: Per quanti mesi, in conformit alle tariffe proposte dal suddetto emendamento, un insegnante medio deve accantonare lintero stipendio per permettersi di partecipare a una manifestazione non autorizzata contro lapprovazione della Legge federale o per organizzare una manifestazione?

Risposta: Linsegnante deve mettere da parte lo stipendio di 1 anno e 2 mesi per pagare la multa per la partecipazione alla manifestazione non autorizzata, e 2 anni e 4 mesi per lorganizzazione della stessa. 12

La difcile verit sulla matematica


Nel nostro stato, quello del Capitale, il regno del numero di per s regno di una impensata schiavit dalla numericit stessa. Si sostiene che il numero sia alla base di tutto ci che abbia un valore, in realt una proscrizione contro ogni pensiero del numero stesso. Il numero opera come quel punto oscuro dove nel nostro stato si concentra la legge; oscuro perch il suo essere allo stesso tempo sovrano e scevro di ogni pensiero, e persino di ogni tentativo di ricerca della verit. Alain Badiou, Number and Numbers (1990) [1] Qual la relazione tra matematica e politica? Una risposta ovvia a questa domanda vedere come numeri, misure, diagrammi e graci siano il mezzo attraverso cui il nostro mondo organizzato. A dispetto di ci che direbbero i liberali, questa gestione, inclusi i numeri elettorali che determinano chi occuper sedi del potere, non politica. Dunque, se la matematica il mezzo attraverso cui lo stato e la classe dirigente ci governano, la nostra resistenza al dominio e allo sfruttamento una resistenza anche alla matematica stessa? Ci sono alcune ragioni per pensarlo e qualche losofo nel recente passato ha sostenuto uno scetticismo verso tutto ci che tecno-scientico a causa delle sue associazioni con larroganza tecnologica moderna, la normalizzazione quanticazionale, il controllo biopolitico e la repressione dello stato. In questo caso la relazione tra matematica e politica assomiglierebbe a unemancipazione dalla matematica. Riconoscendo la strumentalizzazione della matematica per le funzioni manageriali dello stato e del capitale non potremmo invece concepire la relazione tra matematica e politica come una di emancipazione della matematica? Se questultima uno strumento per raggiungere alcuni ni, non potremmo metterla al servizio dellemancipazione invece che delloppressione? E se misurassimo lo Stato nello stesso modo in cui esso ci misura? Se valutassimo, tanto per cambiare, il grado di efcienza del privato o la quantit di fondi statali che unazienda privata spende per conto dei contribuenti, uno strumento sempre usato da critica e rivoluzionari? In questo caso la matematica qualcosa che permette la comunicazione diretta tra il pubblico e una certa posizione, anche perch riduce il mondo a quegli stessi numeri, misure, diagrammi e graci che muovono le leve del potere e dellopinione.

16

Ovviamente in ogni movimento, per quanto piccolo sia, scopriamo che possiamo imparare a manipolare anche i numeri. Numeri che ci riportano alle aule dellobbedienza e delloggettivit. Prima vogliamo che i politici ci mentano, poi pretendiamo di indignarci di fronte ai numeri della critica. Nella citazione riportato allinizio, tratto da Alain Badiou, troviamo una proposta per liberare la matematica dal suo utilizzo come forma di non pensiero attraverso laudacia di ragionare sui numeri. Questa forma di emancipazione, che ci porta ad andare oltre loffuscamento dei modelli economici, dei prezzi del capitale azionario e delle obbligazioni, dei risultati elettorali, un impegno con il numero stesso, una lotta contro una struttura ideologica che ricorre al numero come alibi oggettivo per giusticare bugie e ruberie. Gli specialisti delle nanze e i funzionari statali ci presentano numeri che sarebbe meglio lasciare in mano agli esperti: stanno solo cercando di ottenere il nostro voto e la ducia del consumatore. Alcune delle migliori menti matematiche della nostra generazione sono state arruolate da questo esercito di ventriloqui che fanno parlare i numeri al posto loro, inventando enigmi sempre pi complessi di tempo virtuale e valore futuro. Non sarebbe giunto il momento di riprendere da loro il tempo e il valore, sotto forma di numeri? Un altro signicato di emancipazione della matematica ne attacca precisamente questa concezione di pensiero. Il problema che, nel pensiero matematico stesso, ci sono due diverse correnti, di cui discutono Gilles Deleuze e Flix Guattari in Mille piani. [] propriet dellassiomatica scontrarsi con proposizioni dette indecidibili o di affrontare potenze necessariamente superiori, che non pu controllare. Inne, lassiomatica costituisce non tanto uno scatto quanto un punto di arresto della scienza, una messa in ordine che impedisce ai ussi semiotici decodicati, matematici e sici, di sfuggire in tutte le direzioni. I grandi assiomatici sono uomini di Stato della scienza, che bloccano le linee di fuga cos frequenti in matematica, che cercano di imporre un nuovo nexum, anche provvisorio, e portano avanti una politica ufciale della scienza. [2] In questa visione lo Stato esiste anche nella matematica e si chiama pensiero assiomatico. Deleuze e Guattari suggeriscono una scienza nomade pi devota alla sperimentazione e allintuizione che agli aspetti di necessit e di consistenza sistematica. Questo elemento dello stato che viene indicato potrebbe per essere troppo metaforico per giusticare una seria considerazione.

17

Il pregiudizio politico nel vedere la matematica sistematica o assiomatica come qualcosa di chiuso nella necessit, e quindi incapace di pensare (e cogliere) le contingenze nellintuizione e nella sperimentazione, precisamente quello di non capire. Se si riette in modo controintuitivo, proprio lequilibrio tra la necessit e la contingenza nella matematica mette questultima in relazione con la politica. La grande sorpresa rivelata dalla matematica nel corso della sua storia che la sua relazione con la necessit (logica) rende linnovazione estremamente intrigante. Ci vuol dire che quando siamo di fronte a fatti ordinari mondani, a situazioni sociali e simili, ci troviamo a che fare con la contingenza. Dicendo che i fatti mondani sono contingenti, per, non intendo che sono casuali. Di certo anche la casualit qualcosa denito matematicamente. Eppure quello che sto cercando di spiegare che i fatti possono anche non essere: sono contingenti. Non un fatto necessario che io stia scrivendo queste parole adesso, o che io esista, o persino che il sistema solare e la vita sulla Terra abbiano avuto origine. Non la stessa cosa con i fatti matematici. I fatti matematici non possono non essere. Non si tratta di una mera determinazione esterna della matematica, ma un strumento vero e proprio nella pratica matematica. Fin dallantichit, i matematici hanno usato una tecnica chiamata reductio ad absurdum per dimostrare qualcosa provando che il suo contrario inconsistente o che porta a contraddizioni. Supponiamo di voler dimostrare lesistenza di un numero innito di numeri primi, impossibile da appurare direttamente: in questo caso partiremmo con la proposizione che c solo un numero nito di numeri primi per poi dimostrare che questa proposizione contraddittoria. Ne segue che esiste un numero innito di tali numeri, come Euclide ha cercato di dimostrarci. Nonostante la necessit sia spesso vista come costrizione, la necessit matematica ha anche un profondo senso di libert che pu facilmente essere ricondotta allo sviluppo storico del pensiero matematico. Com che puntualmente nel corso della storia siamo arrivati a nuove svolte della matematica, quando invece essa sembra essere bloccata in un regno della necessit chiuso dal punto di vista della dimostrazione? Nella matematica i cambiamenti radicali come un procedimento, un insieme di teoremi, una serie di verit, riettono un mutamento storico in quanto ci consentono di vedere la portata di un cambiamento reale e del contesto della necessit stessa. Ci aspettiamo che nel mondo avvengano dei mutamenti governati da regole poich le cose sono contingenti, ma viene dato loro ordine e sulle loro basi deduciamo le leggi della natura. Questi cambiamenti sono per ordinari e non si sviluppano al di fuori dello spazio in cui avvengono. Daltra parte,

18

un mutamento in matematica sistematico proprio perch in quella situazione contestiamo qualcosa di fondamentale: unintuizione profondamente radicata, un insieme di assiomi interdipendenti. In casi radicali ci imbattiamo in una confutazione inaspettata che scompiglia un intero sistema, in parte esattamente perch abbiamo bisogno di consistenza globale e generale. Quando un sistema (assiomatico) implica un errore, lintero sistema deve essere riesaminato. Visto che il cambiamento della matematica fondamentale no a questo livello, si insinua continuamente che la sua avanguardia stia divulgando qualcosa di falso. Nel caso di Leibniz e Newton, che hanno contemporaneamente dato forma al calcolo differenziale e integrale, questo tipo di falsit il dinamismo vero e proprio della scoperta. Nei suoi manoscritti matematici Marx ha notato che Newton e Leibniz credevano nel carattere misterioso del tipo di calcolo recentemente scoperto, che forniva risultati veri (e in tal modo anche particolarmente sorprendenti nellapplicazione geometrica) con un procedimento matematico effettivamente errato. Si era giunti a un tale livello di misticazione che quanto pi si apprezzava la nuova scoperta tanto pi si rendeva furente la schiera dei vecchi matematici ortodossi e si provocava cos il clamore degli avversari che eggiava anche nel mondo dei profani e che necessario per aprire la via al nuovo. [3] Il procedimento matematico effettivamente errato correlato a quel tipo particolare di libert che sto intendendo. profondamente soggettivo e si realizza soltanto nel futuro anteriore: Questo sar stato La falsit ricopre un ruolo speciale nella libert della matematica, ma anche nella nozione stessa di libert in quanto tale. Quando parliamo in modo personale di libert in genere intendiamo quella di opinione o di azione. Ciononostante, da unantica dialettica sulla libert possiamo dedurre che essa, se concepita soltanto come qualcosa di aperto, sensibile a un insieme di opinioni o scelte, non affatto libert. Superare questimpossibilit di libert la libert stessa. Pensare, rivendicare, cogliere o agire in base a qualcosa che vada oltre linsieme di scelte prestabilite e oltre le costrizioni di una determinazione, che sia giudiziosa o meno, sembra impossibile come la stessa libert: ed questa impossibilit che d forma alla libert. La matematica quindi come uno specchio in cui la forma pi stretta di necessit e il suo riesso si incontrano nella libert pi assoluta e personale. Questo rispecchiamento pu inoltre offrire un quadro pienamente umanista che loda le profondit insondabili della creativit umana, la progressiva

19

evoluzione e trascendenza dello spirito umano. Ci che io sostengo essere un altro errore. C qualcosa di decisamente inumano riguardo la matematica che ci colpisce dallesterno e non si tratta solo dellintuizione e della sperimentazione di cui parlano Deleuze e Guattari. Di fronte a quelle impasse, a quegli enunciati indecidibili resi popolari da Gdel, c innanzitutto la resistenza della matematica al pensiero. Pace, Cartesio, questa resistenza non pu essere vinta nemmeno dal dio dei teologi. Non possiamo assiomatizzare partendo da una semplice decisione, la matematica si oppone a ogni passo. Questa resistenza contro lumano ci spinge a sottomettere la nostra intuizione e le nostre convinzioni allavanguardia disumana della non contradditoriet. La lunga storia del numero immaginario i, o radice quadrata di meno uno -1, la testimonianza di lunghi secoli di accettazione di unesistenza matematica che non pu essere ridotta alla nostra esperienza umana, alla nostra intuizione, ai nostri esperimenti. La storia del numero immaginario i la storia dellostinazione di un segno, un pensiero matematico che costringe luomo a pensare: come se la matematica ci prendesse a calci alle nostre spalle. Forse proprio questa disumanit che riesce a rispecchiare nel miglior modo la libert. Nel momento in cui siamo obbligati a ragionare sulla necessit, siamo necessariamente obbligati a ragionare. La forza disumana della necessit non solo una necessit del pensiero. Quando il losofo della matematica Jean Cavaills decise di diventare un membro attivo della Resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale enfatizz il fatto che prese questa decisione per logica [4]. Per lui questa libert di azione era dettata da una necessit deduttiva e lessere costretto a dedicarsi alla lotta antifascista era inerente alla sua relazione con la matematica. Se avessimo qualche dubbio al riguardo, la sua lotta fu politica e la sua decisione, come nella dimostrazione di un teorema, lo costrinse incessantemente ad accettare conseguenze necessarie. Ucciso da un proiettile nazista nel febbraio 1944, il suo corpo stato seppellito in una fossa comune contrassegnata dalla dicitura Sconosciuto 5. Tzuchien Tho, Parigi, 29 luglio 2012.

[1]

[2]

Alain Badiou, Number and Numbers, trad. Robin Mackay, Cambridge: Polity Press, 2008, p. 213. G. Deleuze e F. Guattarai, Millepiani: Capitalismo e schizofrenia, a cura di M. Guareschi, Roma: Castelvecchi, 2006, p. 672.

[3] [4]

K. Marx, Manoscritti Matematici, a cura di A. Ponzio, Milano: Spirali, 2005, p. 144. G. Canguilhem, La vie et la mort de Jean Cavaills, Paris: Allia, 1996, p. 38.

20

Traduzioni di: Simona Nicoli Carolina Ardini Emiliya Ezrina