Sei sulla pagina 1di 45

1

Corso di computer per principianti:


daII'attaccare Ie spine ad internet






Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
2

1. GENERALE

Benvenuti a questo corso suII'uso deI computer. E' un corso che si rivoIge a chiunque
vogIia approcciare iI mondo tenebroso e un po' intimidente deI computer, ma non ne
ha mai avuto prima modo o tempo per farIo. Non preoccupatevi: iI computer come un
fruIIatore: basta imparare ad usarIo e poi diventa famiIiare come fruIIare Ie banane.
II Iinguaggio usato voIutamente famiIiare ed amichevoIe, i concetti iIIustrati
presentano s una certa compIessit (spero non troppa) ma permettono di ottenere,
aIIa fine deI corso, una discreta base di conoscenza sia teorica che pratica deI
funzionamento deI computer.
Spero soprattutto che possa dare ci che con fatica sono riuscito a strappare aI
mondo deI computer: un approccio "amichevoIe", e non freddo e Iavorativo.
Resta inteso che, comunque, i vostri dubbi o interrogativi possono essere inviati aIIo
scrivente e chiedere Iumi.


1.1 COME ACCENDERE IL COMPUTER:

Premete iI puIsante per I'accensione deI monitor (e deIIe casse, se presenti). Tenete
premuto iI puIsante di accensione deI computer per quaIche attimo (di soIito meno di
un secondo).
Vedrete quindi comparire suIIo schermo dei caratteri: ci significa che si avviato iI
processo di attivazione deI computer, processo moIto compIesso che permette aIIa
macchina di capire come deve interagire con voi attraverso Ia tastiera e iI mouse, cosa
deve mostrare iniziaImente suIIo schermo (iI cosiddetto desktop, che verr descritto
pi avanti) e Ie reIative icone, e cosa esse significhino (verr tutto spiegato in seguito).
II processo di avviamento deIIa macchina richiede di soIito, per Ia sua compIessit,
quaIche minuto, durante iI quaIe non si pu fare aItro che attendere. II processo finir
quando Ia macchina avr caricato tutti i programmi, e Io si pu generaImente capire daI
fatto che Ia freccia deI mouse non ha pi aI fianco Ia cIessidra di attesa.
Una voIta terminato iI caricamento deIIe icone dei programmi e I'insieme di sistemi che
permettono Ia comunicazione tra macchina e utente [tastiera e mouse e Ioro
interazione con Io schermo], Ia macchina pronta ad eseguire quanto gIi si vuoIe far
fare. A patto di sapere come parIare aIIa macchina.
A voIte, parIare con Ia macchina come parIare ad un tibetano, ma neIIa maggior parte
dei casi per fortuna pi sempIice.

Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
3


1.2 COME SPEGNERE IL COMPUTER

Prima di passare aIIa descrizione dei componenti principaIi deI computer, giusto
introdurre subito come Io si spegne. (NON spegneteIo staccando Ia spina!!! Ho visto
fare anche questo.)
Prima di tutto assicuratevi che nessun programma sia aperto, con nessun fiIe in
Iavorazione aI momento, perch in caso di spegnimento deIIa macchina tutti i dati
caricati neI computer in queI momento verranno persi (o aImeno rimarr di essi soIo
I'uItima versione saIvata). Ci moIto importante quando si Iavora moIto su uno
stesso fiIe: si pu capire Ia doIorosit si questo concetto immaginando di aprire un
vecchio fiIe (vedi tesi si Iaurea.), Iavorarci sopra per un pomeriggio e poi chiudere Ia
macchina senza aver saIvato: tutto iI Iavoro deI pomeriggio (magari anche faticoso)
viene perso.
Pertanto: saIvate sempre tutti i fiIe prima di chiudere i programmi, e prima di spegnere
iI computer chiudere tutti i programmi. (Non preoccupatevi, capirete tra poco cosa
sono programmi e fiIe.).
Per spegnere Ia macchina, infine, cIiccate iI puIsante Start in basso a sinistra deIIo
schermo, poi Chiudi sessione, seIezionare Arresta iI sistema e premere OK (A tra poco
iI "come cIiccare"). In questo modo si avvia Ia fase di chiusura deIIa sessione di Iavoro,
in cui Ia macchina controIIa che tutto funzioni bene, smonta i vari programmi di
reIazione con I'utente e con iI mondo esterno e si spegne in modo autonomo e
indoIore.
BLOCCO DELLA MACCHINA.
IndoIore. Perch indoIore? Perch esistono deIIe voIte in cui Ia macchina deve essere
necessariamente spenta in modo pi drastico. Ci accade quando si fanno fare troppe
cose aIIa macchina contemporaneamente. Se si prende un bambino, Io si catapuIta
davanti a tre mucchi di oggetti diversi e gIi si impone di ordinare ciascun mucchio in
modo diverso (magari senza troppa deIicatezza), iI bambino (Ia macchina) si siede per
terra e si mette a piangere. Lo stesso fa iI computer. Non ce Ia fa a fare tutto
contemporaneamente e si bIocca. (Non si muove pi iI mouse, Ie finestre si
comportano in modo strano.).
La prima cosa da fare in questi casi : non farsi prendere daI panico. Succede.
Succede a tutti e non mai morto nessuno. Bisogna prenderIa con fiIosofia, bersi un
caff e soIo dopo un po' tornare davanti aI computer.
Una voIta tornati davanti aI computer, si possono fare due cose:
Premere contemporaneamente CTRL+ALT+CANC. Questa una combinazione
di tasti usata giornaImente da migIiaia di persone, e senza esagerare. E' ci che
si fa di soIito. TaIe combinazione permette di accedere ad un piccoIo programma
che tiene nota di tutti i programmi (detti anche appIicazioni) in funzione suI
computer. Questo programma si mostra come un eIenco dei programmi attivi in
queI momento, e se uno di essi bIocca Ia macchina, Ia finestra Io definisce come
'(bIoccato)' neIIa finestra di diaIogo. A queI punto si va sopra con iI mouse aI
programma bIoccato, si cIicca per seIezionarIo e si ordina Termina operazione. II
computer chieder con una nuova finestra se si vuoIe davvero terminare
I'operazione e gIi si dir di s. Le aItre funzioni di questo programma non sono
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
4
descritte qui, in quanto avanzate, ma in sintesi permettono di riavviare Ia
macchina. Cos facendo, in teoria, si dovrebbe sbIoccare Ia macchina, ma senza
doverIa riavviare.

Se neanche Ia combinazione CTRL+ALT+CANC ha successo (capita a voIte,
raramente, ma capita) si deve procedere aI metodo pi drastico di spegnimento
manuaIe, che consiste neI mantenere premuto per pi di quaIche secondo iI
puIsante di accensione deI computer. Questo un metodo fisico: tenendo
premuto iI puIsante si attiva un meccanismo meccanico che togIie Ia corrente aI
computer. Non come staccare Ia spina ma ci va moIto vicino. E'un metodo
drastico, che non permette di saIvare i fiIe eventuaImente in corso di
Iavorazione, ma che a voIte I'unico che funziona, ed I'unico che permette di
spegnere Ia macchina e poi di riaccenderIa. Se si costretti ad usarIo, si dovr
fare una rifIessione su cosa si stava facendo suIIa macchina quando capitato iI
bIocco, o su cosa si stava facendo fare aI computer. Forse queIIa azione era
richiedere troppo aIIa potenza (pur sempre Iimitata) deI computer, o forse era
un'azione non permessa. In ogni caso, si invita a non ripetere taIe operazione, o
comunque a chiedere consigIio a quaIcuno.


In ogni caso, ricordarsi di seguire Ie regoIe. e comunque, davvero, capita a tutti!
















Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
5

2. DESCRIZIONE GENERALE DEL COMPUTER
-UNA VOLTA ACCESO-


2.1 IL MOUSE E LA TASTIERA

II mouse e Ia tastiera costituiscono iI mezzo di comunicazione principaIe (se non
I'unico) tra Ia macchina e chi Ia sta usando. Per Ia compIetezza, esistono aItri mezzi per
Ia comunicazione tra iI computer e I'esterno, che vengono definiti "periferiche" (perch
esterne aI computer, quindi "non centraIi"), come per esempio Ia stampante, o Io
scanner o aItre cose di natura varia.
Il mouse: suIIo schermo si vede, una voIta acceso iI computer, una freccina. TaIe
freccina comandata daI mouse. CIiccare significa far s che Ia punta deIIa freccina
tocchi quaIcosa suIIo schermo, generaImente un 'bottone' (anche se soIo virtuaIe). Per
cIiccare spostare Ia punta deIIa freccina suI bottone che si desidera premere e poi
fisicamente premere con I'indice iI tasto sinistro deI mouse. Provate ad esempio suI
piccoIo aItoparIante che c' in basso a destra suI vostro schermo: verr fuori iI
controIIo generaIe deI voIume deIIa macchina, che vi permette di sentire i suoni
coIIegati aIIe azioni. Provate ad aIzare ed abbassare iI voIume, e quando vi siete
divertiti abbastanza cIiccate aII'esterno deIIa finestra per far s che essa si chiuda.
BeIIo?
II mouse, per, presenta aItri due bottoni: queIIo destro e queIIo centraIe (che in reaIt
una roteIIina). AIIora, iI destro permette di accedere a moIte funzioni di controIIo:
provate ad esempio a cIiccare con iI dito medio suI tasto destro deI mouse, e vedrete
apparire moIte funzioni. Provate a scendere con Ia freccia su Nuovo (comparir una
nuova 'tendina' di funzioni) e poi CarteIIa. Vedete comparire neIIa Iunga Iista di icone
suIIo schermo una nuova carteIIina (ovvero un contenitore di fiIe) con iI nome che
Iampeggia. Se voi provate a cIiccarci dentro potrete inserire iI nome, queIIo che voIete.
(QuaIche difficoIt? Riprovate, riprovate. Ia pazienza fondamentaIe con iI
computer.) Ora espIoriamo Ia mitica funzione 'doppio cIic' deI vostro mouse: ovvero
entrare neIIe cose. Sembra strano, a dirIa cos, ma serve moItissimo. Ora, avendo voi
creato una nuova carteIIa, iI computer pensa che dentro ci siano dei fiIe. CIiccate due
voIte con iI tasto sinistro sopra Ia vostra nuova carteIIa. Si aprir un programma,
chiamato espIora risorse, che vi permetter di espIorare cosa c' aII'interno deIIa
vostra carteIIa. Ovviamente, non c' nuIIa. Chiudete Ia finestra e tornate aIIo schermo
iniziaIe. Ah, dimenticavo: come si fa a chiudere una finestra? Portate Ia punta deIIa
freccia (da ora in poi vi dir: portate iI mouse) neII'angoIo in aIto a destra, dove vedrete
un piccoIo bottone con sopra una croce, e cIiccateIo (coI sinistro!). Cos ora sapete
anche come chiudere.
Dimenticavo: per togIiere Ia vostra carteIIina cIiccateci sopra con iI tasto destro, e fate
EIimina, e poi voIete davvero spostare Ia carteIIina e tutto iI suo contenuto neI cestino.
II bottone centraIe una roteIIina, Ia cui funzione vi spiegher pi avanti, che servir a
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
6
far scorrere deIIe pagine moIto grandi in su e in gi, pagine cos Iunghe che non ci
stanno tutte suI vostro schermo, ma ne parIeremo megIio dopo.
La tastiera: storia Iunga, cercher di farIa corta. AIIora: serve soprattutto per scrivere,
ma grazie aIIe sue funzioni avanzate (e aIIa serie di Iettere F1, F2 ecc.. sopra) pu
sostituire quasi deI tutto iI mouse, ma roba compIessa. Per scrivere bisogna aprire iI
programma Word, descritto moIto pi avanti, ma posso dire gi ora Ie funzioni
principaIi. Le Iettere sono di base scritte in minuscoIo. Se voIete iI maiuscoIo di una
soIa Iettera premete Ia Iettera in contemporanea aIIo SHIFT (Ia freccia verso I'aIto che
vedete sia neII'angoIo in basso a destra che a sinistra deIIa tastiera. TaIe tasto
permette anche di scrivere i simboIi presentati sopra ai numeri e sopra ad aIcune
Iettere. Se voIete fare tutta una frase in maiuscoIo vi conviene premere iI BLOC
MAIUSC che neIIa tastiera a sinistra sopra Io SHIFT, simboIeggiato da un Iucchetto.
Per disabiIitarIo quando avete finito iI maiuscoIo, ripremeteIo. NeIIa stessa posizione,
ma a destra, si vede I'invio. Tasto fondamentaIe per andare a capo, oItre che per
Ianciare moIte impostazioni deI computer, ma quest'uItimo punto
non importa.Poi: per scrivere moIti numeri usate iI tastierino tipo teIefono che trovate
a destra, per abiIitarIo premete BLOC NUM (ma di soIito gi abiIitato di base, e Io si
vede se accesa Ia reIativa Iucetta sopra iI tastierino. ci sono aItre Iucette: a che
servono secondo voi?).
In mezzo vediamo i tasti Stampa (non usateIo, fa partire deIIe stampe orribiIi. ci sono
aItri comandi moIto migIiori, che vedremo dopo.), Ins per inserire deIIe paroIe aI
posto di aItre (scrivendoci sopra), Canc per canceIIare Ie paroIe successive aIIa
posizione deI cursore, Freccia a sinistra (obIiqua) per andare aII'inizio deIIa riga e
Fine per andare aIIa fine deIIa riga. Pag su e Pag gi sono per andare in su o in gi di
una pagina in un documento moIto Iungo. Le frecce in basso servono per muovere iI
cursore aII'interno deIIo stesso documento. Mi rendo conto che un po' presto per
dirvi come usare Ia tastiera prima ancora di avervi detto come far partire iI programma
di scrittura, ma dopo venite a riIeggervi questo capitoIetto e Io ritroverete moIto pi
interessante di prima. Spero.

2.2 IL DESKTOP

II desktop, per essere precisi, Io schermo deI computer come vi appare dopo
I'accensione, ovvero compIetamente vuoto e Iibero di programmi attivi. E' come una
grande scrivania, dove avete degIi oggetti. GIi oggetti sono: Icone (i disegnetti coIorati
incoIonnati a sinistra deIIo schermo), e Barra deIIe appIicazioni (Ia striscia grigia che
trovate in basso, con dentro a sua voIta dei disegni coIorati). Le icone: sono
principaImente dei programmi. CIiccandoci sopra "Iancerete" taIi programmi, che
userete per fare quaIcosa e poi chiuderete. Vediamo iI principaIe. II programma Risorse
deI computer vi permette di espIorare di quaIi risorse potete usufruire attraverso Ia
macchina. Provate a cIiccarci sopra due voIte (o 'fate doppio cIic', o ancora 'aprite'
[ricordatevi queste abbreviazioni!]) e vedrete un eIenco di nomi. II fIoppy: una risorsa
MOBILE che dovrete inserire neII'apposita apertura suI davanti deI computer, e dove
potrete saIvare dei fiIe per poi poterveIi portare in giro (non si sa mai.) e riaprirveIi su
un aItro computer. Limite deI fIoppy Ia sua capienza, ma ci torneremo dopo.
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
7
Poi dovreste vedere C: questo iI disco fisso, fisso perch interno aI computer e non
rimuovibiIe, dove saIverete Ia maggior parte (se non tutti) dei vostri fiIe, per averIi
sempre a disposizione neIIo stato in cui Ii avete Iasciati I'uItima voIta. Vantaggio di C:
Ia capienza, svantaggio Ia non portabiIit.
Infine D: un disco (che non c' dappertutto) di sistema, ovvero che contiene dei fiIe
necessari aI funzionamento deIIa macchina (per esempio Ie impostazioni deI computer,
i coIori, i programmi di interfaccia con mouse e tastiera, accensione-spegnimento
ecc.ecc.) e aItre cose che a noi non interessano e che comunque faccio fatica anch'io a
capire. IgnoriamoIo.
E: (o ancor pi spesso D:) Ia Iettera che contrassegna di soIito iI CD, che pu
contenere moIti fiIe anche grandi come fiIm, canzoni e moIte aItre cose. Lo si pu
portare in giro, ma per poterci scrivere sopra si devono saIvare prima i fiIe neI disco
fisso (in C:) e poi procedere aIIa cosiddetta 'masterizzazione', una cosa un po'
compIessa.
AItre cose in risorse deI computer sono Stampanti, PanneIIo di controIIo, ecc. ecc., ma
non ce ne interessiamo aI momento.
GIi aItri programmi suI desktop sono tutti accessibiIi con iI doppio cIic, e ognuno serve
a fare una cosa diversa. Per esempio Documenti permette di accedere in una
sottocarteIIa di C: dove saIverete tutti i vostri fiIe personaIi e Ie vostre carteIIe, o
Internet ExpIorer vi permette di andare in internet ecc. ecc. e iI cestino contiene tutti i
fiIe che avete buttato ma che forse voIete ancora tenere. Per svuotare iI cestino
entrateci, guardate gIi eventuaIi fiIe e fate Svuota cestino (occhio! Quei fiIe non
saranno pi accessibiIi!) La Barra deIIe appIicazioni: Per prima cosa vi si trova iI
puIsante di Start, che contiene praticamente tutto iI sistema. CIiccandoci sopra si
aprir una tendina che contiene tutti i programmi deI computer (anche queIIi che non si
vedono suI desktop!), gIi uItimi dati recenti, iI panneIIo di controIIo (che permette di
tenere sotto controIIo tutto deI vostro computer) e anche chiudi sessione, che si usa
per spegnere Ia macchina.
A fianco deI puIsante di Start si trovano deIIe piccoIe icone coIorate simiIi a queIIe deI
desktop, che permettono di avviare i rispettivi programmi con un soIo cIic invece che
con due (ecco. avete capito Ia Ioro fondamentaIe utiIit.). Poi c' un certo spazio
grigio, neI quaIe saranno visuaIizzate in formato Ridotto tutte Ie finestre aperte dai
programmi suI desktop (e che vi permetter di passare con faciIit daII'una aII'aItra
finestra, ma capirete dopo), e infine un gruppo di cose coIorate che terminano con
I'inconfondibiIe oroIogio. Che di soIito sbagIiato, perch i computer per motivi arcani
vanno sempre un po' avanti. Quest'uItimo gruppo di iconcine di soIito permette di
avviare dei programmi di controIIo, cIiccandoci sopra con iI tasto destro si apre una
tendina che permette di avviare deIIe funzioni tipo iI controIIo deIIe stampanti, deI
voIume degIi aItoparIanti eccetera, ma mi sto annoiando io figurarsi voi, quindi basta
con Ie robe pesanti e cominciamo a divertirci.





Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
8

2.3 I PROGRAMMI

Questo capitoIo vuoI essere un'introduzione iI pi possibiIe generaIe per tutti i
programmi deI computer. I programmi (definiti anche "eseguibiIi", poi capirete perch),
sono Ia vera interfaccia tra i comandi che voi date aI computer e i processi eIettronici
(caIcoIi, raccoIta di informazioni, trasmissione dei dati) che avvengono aII'interno deIIa
macchina. Un esempio per capirci megIio: quando si dice aI computer di fare un
grafico in base ad una serie di vaIori dati (immaginiamo Ie temperature giornaIiere deIIa
nostra citt in un certo mese.), quando si cIicca OK cosa succede aII'interno deIIa
macchina?
La risposta non sempIice. Qui cercher di spiegarIa in modo sempIice:
Quando cIicco OK, iI programma possiede una certa sequenza di operazioni da far fare
aI computer, sequenza che porta aII'eIaborazione di un risuItato finaIe che verr
mandato a video (o dove per esso, in un fiIe o aIIa stampa).
NeI caso deI grafico iI programma dir aI computer: fammi una grigIia cos, con dei
punti fissi qui e qui, tira una riga tra di essi e dammi I'insieme dei punti che forma Ia
riga ecc. ecc. infine sempre iI programma (dopo aver memorizzato i dati necessari neIIa
RAM, o memoria "voIatiIe" - una sorta di scrivania suIIa quaIe mettiamo Ie cose che ci
servono per un dato Iavoro- e che viene totaImente ripuIita aIIo spegnimento deI
computer) dir aIIa scheda video di fare uno schermo cos e cos, con Io sfondo x, Ia
grigIia y e una serie di Iinee giaIIe nei dati punti.
AIIa scheda grafica non interessano i caIcoIi, o i fiIe che stanno dietro aII'immagine. Si
occupa soIo deII'immagine. In questo modo possiamo gi tracciare uno schema
generaIe deI funzionamento di un computer:

Senza uno di questi componenti (a parte Ia stampante), iI computer pi o meno
inutiIizzabiIe. Le cose contenute neI cerchio tratteggiato sono soIo "virtuaIi" (ovvero
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
9
non sono componenti fisici deI computer, ma ne hanno pari importanza), iI resto sono
cose fisiche, maneggiabiIi. Vediamo un po' tutto, veIocemente:

Processore: queIIo che fa i caIcoIi. 2+2 faciIe, ma se vogIiamo creare fiImati
tridimensionaIi devo ricaIcoIare ad ogni tot tempo Ia posizione di n miIioni di
punti neIIo spazio, e sono caIcoIi. ehm, Iunghi. I processori si dividono
soprattutto a seconda di quanti caIcoIi siano in grado di fare in un secondo.
Siamo arrivati a record di oItre 4 GHz (ovvero 4 miIiardi di caIcoIi aI secondo), ma
andremo sempre pi in I.

Scheda grafica: si dividono a seconda deIIa capacit di risoIuzione deIIe stesse
(in miIioni di pixeI), capacit di memoria (in MB) rispetto aIIe immagini da
rappresentare.


Memoria fissa: o disco fisso, contiene tutto: dai programmi aI sistema operativo
ai vostri fiIe. Si misurano in GB (gigabyte, o miIiardi di byte). Per capirsi, un
singoIo byte una Iettera di una paroIa. "ParoIa" (senza Ie virgoIette) occupa 6
byte. Oggi siamo a dischi fissi da 180 GB. Fate voi.


Memoria voIatiIe: o RAM. Oggi siamo a 512 MB e pi. Pi grande , e di maggior
grandezza saranno i fiIe caricabiIi e i programmi utiIizzabiIi.

Sistema operativo: iI programma pi importante, e iI primo ad essere caricato
(pi o meno). Gestisce praticamente tutto deI computer, ed un insieme di un
grosso numero di programmi. Sovrintende a tutte Ie attivit che si svoIgono
neIIa macchina (daI trasferimento dei dati daI disco fisso, aIIa gestione dei
caIcoIi in corso, aIIa distribuzione deIIe risorse di caIcoIo ai diversi programmi,
aII'interfaccia utente), e ci fa comprendere Ia sua fondamentaIit. E' per questo
che ci sono Iotte cos aspre per affermare I'uno o I'aItro sistema operativo.
Perch senza di esso iI computer soIo un orribiIe soprammobiIe grigetto.


II pi importante e diffuso Windows, che ha consentito Ia nascita deII'era
informatica, tuttora in corso di evoIuzione.
I pregi? E' compIeto, faciIe da usare, ed ovunque. I difetti? Ogni tanto si bIocca (e
nessuno sa perch), e bisogna pagarIo.
Ma siamo neII'era informatica, e aItri hanno scritto aItri sistemi operativi: Mac, deIIa
AppIe (a pagamento), UNIX, deIIa IBM, e infine LINUX.
Quest'uItimo:
Difetti: bisogna essere bravi in informatica.
Pregi: stabiIe, ma soprattutto gratis.

I programmi: se voIete far fare una cosa aI computer, dovete avere iI programma
adatto. Perch, Io ripeto, senza programmi iI computer inutiIe. VoIete andare in
internet? Vi serve Internet ExpIorer. VoIete scrivere? Vi serve Word. VoIete
mettere i vostri dati su CD? Vi servono: un masterizzatore, e probabiImente iI
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
10
programma NERO. VoIete fare una cosa ma non sapete che programma vi
serve? Chiedete agIi amici, o a quaIcuno che voi presumete possa saperIo.

Di soIito, per, si hanno gi abbastanza cose neI computer, oppure i programmi adatti
vi vengono forniti. per esempio, se comprate una macchina fotografica digitaIe vi
verr fornito anche iI programma per gestire, visuaIizzare ed eventuaImente modificare
Ie immagini. Per dire.Siccome Ie cose che iI computer pu fare sono infinite, anche i
programmi sono infiniti, perci difficiImente si pu generaIizzare Ia Ioro spiegazione.
Ognuno va studiato singoIarmente, a parte.
Ma ci sono deIIe cose in comune. E ora finisco di annoiarvi. Prendiamo ad esempio iI
programma Word, che vi ho gi nominato. [Ora faremo cose nuove: andate passo
passo, Ientamente, e cercate di capire cosa vi sto facendo fare].
"Lanciamo I'eseguibiIe" (roba da vecchi informatici, ora si usa dire "facciamo partire")
Word. Se vedete I'icona deI programma suI desktop, fateci doppio cIic. AItro modo
queIIo di aprire iI puIsante Start, Programmi, Word (singoIo cIic).
Si aprir una finestra (vedi capitoIo finestre) con dentro Word. Vedrete un sacco di
disegni, cose nuove e un cursore che Iampeggia su un ipotetico fogIio bianco. Ora
faremo deIIe cose che si possono fare con tutti i programmi.

Creiamo un fiIe (vedi capitoIo fiIe): scriviamo daIIa tastiera iI nostro nome
(spazio) cognome. Fatto? DifficiIe? Ecco, ora iI programma di videoscrittura
Word sta trattando un fiIe. Se spegniamo iI computer, o se chiudiamo iI
programma, taIe fiIe andr perso perch per ora soIo neIIa RAM. Non ci
strapperemmo certo i capeIIi, ma saIviamoIo.

SaIviamo iI fiIe. DifficoIt un po' maggiore. NeIIa parte aIta deIIa finestra
dovremmo vedere una riga bIu-azzurra (barra deI programma), e subito sotto una
riga contenente una serie di paroIe deI tipo: FiIe Modifica VisuaIizza. Ogni
paroIa di questa riga un bottone, che se premuto permette di accedere ad una
tendina contenente Ie funzioni deI programma. Le funzioni servono a trattare-
modificare iI fiIe, ed essendo moIte sono suddivise per argomento (i bottoni).
CIicchiamo su FiIe, e poi su SaIva con nome. Come vedete, Ia nuova finestreIIa si
apre aII'interno di una carteIIa predefinita (di soIito iI percorso C:\documenti\.
e cos via), che una "fetta" deI vostro disco fisso. L saIverete iI vostro fiIe. Se
voIete, potete anche cambiare carteIIa andando su di un IiveIIo e cIiccando in
un'aItra carteIIina o disco fisso, oppure creando una nuova carteIIina con iI
puIsante apposito (quaI ? Avete notato che fermando Ia freccia su un puIsante,
senza cIiccare, appare una piccoIa finestreIIa di spiegazione?). Ora date iI nome
aI vostro fiIe (prova1, per esempio), e potreste scegIiere iI tipo di fiIe (.doc o
aItro) ma per ora non ci interessa. CIiccate su SaIva (o fate invio). A questo
punto, iI vostro Nome_Cognome saIvo. o megIio, saIvato. E se Ia prossima
voIta vorrete modificarIo, aprite Word e poi fate FiIe, Apri e, una voIta trovato iI
fiIe, seIezionateIo (cIiccando una soIa voIta) e cIiccate Apri. Una voIta fatte Ie
modifiche dovrete risaIvare per tenerIe e cos via.

AItro modo di aprire iI fiIe andando su Documenti (doppio cIic suI desktop),
cercando Ia carteIIina e facendo doppio cIic suI fiIe in questione. II computer,
infatti, sa che tipo di fiIe , e Io apre con iI programma apposito (se Io ha). Per
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
11
chiudere (quando uscirete daI programma, ma non adesso) farete FiIe, Chiudi.
Se voIete Iavorare su pi fiIe contemporaneamente, apritene pi di uno e
scegIiete di voIta in voIta su quaIe Iavorare cIiccando su Finestra: ve Ii visuaIizza
tutti, cIiccate queIIo che voIete modificare in queII'istante.


Se voIete chiudere iI programma, fate FiIe, Esci. Attenzione! Se non avete
saIvato iI fiIe suI quaIe Iavorate, vi chieder se voIete saIvarIo. In caso contrario,
perderete o iI fiIe o Ie uItime modifiche fatte.

AItro modo (pi drastico) di chiudere iI programma cIiccare suI bottone con Ia
piccoIa X in aIto a destra, come fatto prima.


In concIusione: abbiamo aperto un programma, editato (creato e modificato) un nuovo
fiIe, saIvato, riaperto, e chiuso iI programma. Ci che in futuro cambier sar iI tipo di
fiIe, e iI tipo di funzioni usate. Ma abbiamo fatto moIto!

2.4 LE FINESTRE

Questo capitoIo sar pi faciIe, prometto. Tratteremo soIo Ie Finestre, ovvero quei
rettangoIoni che vi occupano (quasi) tutto Io schermo quando aprite quaIsiasi
programma. La Finestra I'idea di Windows (ne Ia traduzione. peccato che I'idea
originaIe fosse di AppIe.) per gestire pi programmi aIIo stesso tempo. E funziona.
Apriamo, ad esempio, Documenti. Si aprir Ia finestrona, con Ia barra bIu in aIto, una
riga di funzioni, un po' di bottoni grandi (indietro, avanti, termina, eIimina, IiveIIo
superiore e quant'aItro) e Io schermo con dentro icone, oggetti e cose coIorate.
Andate coI mouse sopra Ia barra bIu (non sopra i puIsanti!) e trascinate Ia barra verso
iI basso (trascinare: cIic- sposto iI mouse tenendo cIiccato- riIascio iI cIic). Si sposta
tutto! Bravi, avete imparato a spostare Ie finestre. Ora riportateIa dov'era. Vedete che
suIIa barra bIu a destra ci sono tre puIsanti? QueIIo pi a destra serve a chiudere Ia
finestra. Ma provate a cIiccare queIIo in mezzo:
Ridimensiona serve a passare da un formato (grande) aII'aItro (piccoIo), e viceversa,
deIIa finestra. Se provate poi a ricIiccarIo torner grande, ma prima provate a mettere iI
mouse suI bordo: esso cambier d'aspetto, da freccia a doppia freccia, e cos potrete
modificare Ia grandezza deI formato intermedio di queIIa finestra.
Infine c' Minimizza, iI pi a sinistra dei tre. ProvateIo. La finestra gi, neIIa
cosiddetta Barra deIIe AppIicazioni, queIIa riga grigia in basso neIIo schermo. Se ci
ricIiccate sopra da I Ia vostra finestra ricomparir.
Capitemi: se io ho 10 finestre aperte, Ia Barra deIIe AppIicazioni Ie conterr tutte, e
cIiccando di voIta in voIta suI programma che si vuoIe vedere, si potr saItare pi o
meno di paIo in frasca. Per Iavoro, si capisce, non per divertimento.
Teniamo ora aperta Ia finestra Documenti neI formato intermedio. E. apriamone
un'aItra!
(cIiccando ancora due voIte su Documenti neI desktop). Vediamo di nuovo Ia stessa
finestrona di prima. RidimensioniamoIa (tasto centraIe deIIa barra bIu). Vediamo ora
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
12
come Ie due finestre si sovrappongano un po', suI desktop. Per mettere in primo piano
queIIa che pi ci interessa (Io so, sono uguaIi. ma seguitemi!) ci sono due strade: o si
cIicca su di essa daIIa Barra deIIe AppIicazioni (in basso) o si cIicca Ia Barra deI
Programma che ci interessa (queIIa bIu.). Noterete che se una finestra in primo
piano Ia barra bIu (finestra attiva), senn grigia (finestra inattiva).
Ora, modifichiamo Ia grandezza deIIe due finestre coI mouse, e facciamo in modo -
spostandoIe- che si affianchino. C' iI fiIe Prova1.doc? queIIo coI vostro
Nome_Cognome? CIiccateci sopra una voIta, e suIIa parte sinistra vedrete aIcune deIIe
sue caratteristiche (per vederIe tutte cIiccate coI destro e poi Propriet.). Ora,
spostate Ia freccia in una zona Iibera deIIa finestra e cIiccate una voIta per
deseIezionare iI fiIe, poi fate cIic coI destro e scegIiete Nuovo, CarteIIa. Comparir una
nuova carteIIa coI nome Iampeggiante. ChiamateIa Prove (Digitate direttamente Prove,
oppure tasto destro suIIa carteIIa e Rinomina), poi fate Invio.
Avete creato quindi una nuova carteIIa (dovrebbe comparire in entrambe Ie finestre),
ovviamente vuota. In una deIIe due finestre fateci sopra doppio cIic per entrarci. Non
c' nuIIa! . trascinate iI vostro fiIe daII'aItra finestra. fino a questa. e avrete copiato
iI fiIe neIIa carteIIa.
AItro modo per fare Ia stessa cosa cIiccare coI tasto destro suI fiIe da spostare e fare
Copia, poi tasto destro neIIa carteIIa neIIa quaIe mettere iI fiIe e fare IncoIIa (copia-
incoIIa. Io farete tante voIte.). Oppure trascinandoIo direttamente sopra Ia carteIIina.
Ma vi sto confondendo. Basta cos.

2.5 I FILES

In questo capitoIo tratter in modo specifico iI "fiIe", questa cosa strana e misteriosa.
Non preoccupatevi: non difficiIe, e questo capitoIo una voIta Ietto non occorrer pi
IeggerIo. II fiIe: che cos'? La Traduzione daII'ingIese dice: "Registrato". OrribiIe, ma
soprattutto incomprensibiIe. In termini pi sempIici, iI fiIe un oggetto informatico,
ovvero un insieme autonomo di byte con aII'interno una serie di dati ordinati secondo
certe regoIe.
Una paroIa aIIa voIta:
un insieme di byte: cio un gruppo ben preciso e definito di serie di 0 e di 1.
Autonomo: compIeto, possiede un senso proprio ed (se possibiIe) saIvato
suI disco fisso.
Con aII'interno dei dati: per esempio, iI vostro nome e cognome (badate: in giro
neI mondo esistono dei fiIe con dentro tutte Ie pagine giaIIe!!! MB di nomi!).
Ordinati secondo certe regoIe: iI vostro nome un testo, e Ie regoIe che Io
contengono sono per esempio diverse da queIIe utiIizzate per Ie immagini. E
cosa sono queste "regoIe"? SempIice: iI vostro computer Iegge soIo 0 oppure 1,
quindi tutti i fiIe sono composti di 0 e di 1, ci che cambia come vengono Ietti!

Facciamo degIi esempi: conoscete Ia Settimana Enigmistica? Bene, se siete riusciti a
finire (bravi!) uno schema di paroIe crociate capirete subito: se Ieggete Io schema
finito in orizzontaIe, esso composto da paroIe di senso compiuto. La stessa cosa
succede se Io Ieggete in verticaIe, ma. Ie paroIe sono diverse!!! Ecco, con iI computer
succede pi o meno Io stesso: iI documento (una buona definizione per: fiIe) sempre
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
13
e comunque composto da 0 e 1 (Ie caseIIe deIIe Iettere deIIo schema di paroIe
crociate), varia iI come Ie si Iegge.
Infatti iI computer comodissimo, e pu trattare testi, fotografie, brani musicaIi, grafici
e un sacco di aItre cose. E ci si sforzati per cercare (per ogni tipo di documento) dei
modi comuni per tradurre iI "formato" originaIe deI documento neIIa Iingua di 0 e 1 deI
computer. E proprio Ie "regoIe" deIIa traduzione sono queIIe "regoIe" di cui si
discuteva prima, per tradurre suoni, Iettere e coIori in sequenze ordinate di 0 e 1.
Torniamo aIIe cose un po' pi pratiche: recuperiamo iI nostro fiIe nome_ cognome, e
facciamoci sopra Tasto destro e poi seIezioniamo (coI sinistro!) Propriet.
Questo iI modo, di soIito, per avere iI maggior numero di informazioni su un
documento.
E questa anche Ia prima occasione per venire a contatto con Ie Iinguette, un
singoIare modo di presentazione deIIe informazioni. Come vedete, ci sono due paroIe
(GeneraIe e Propriet, di soIito, ma ce ne possono essere aItre), che -se cIiccate-
portano a far vedere Ia pagina a Ioro correIata nascondendo Ie aItre pagine. E' un modo
un po' originaIe di mostrare Ie informazioni, usato soprattutto in Windows (aItro
esempio: start- impostazioni- panneIIo di controIIo- sistema).

Bene, neIIa Iinguetta GeneraIe diamo un occhio a : Descrizione. Vedremo una cosa deI
tipo (non preoccupatevi se un po' diverso): C\documenti\ABC\Prova1.doc.
AIIora: Ia prima parte deIIa riga iI Percorso, una specie di piantina stradaIe che dice aI
computer dove deve andare neI disco fisso per recuperare iI fiIe. Poi c' iI nome deI fiIe
(Ia sua etichetta, come su un barattoIo). E infine c' iI misterioso ".doc". Che cos'?
Una formuIa magica?
No. Si chiama "Estensione", e comunica aI computer con quaIi regoIe queI fiIe
dev'essere Ietto. Beh, un po' magica Io .
Esistono dozzine di estensioni diverse, ma soIo poche sono davvero importanti.
Eccone aIcune:
.doc, .txt - per i formati testo (ricordano document, text,.)
.gif, .jpeg, - per Ie immagini
.htm, .htmI - per Ie pagine internet
.exe, .pif - per gIi eseguibiIi (i programmi)
.avi, .mp3, .cda - per i brani audio
Cos sapete anche cosa sono questi famigerati mp3.
Cosa ci si fa, con un fiIe?
Ecco, appunto: dipende. Dipende da cosa c' dentro. Lo si Iegge (coI programma
apposta: word se .doc, ecc. ecc.), Io si presta agIi amici.
E ci si possono fare, se se ne hanno tanti, deIIe "Iibrerie". Vi consigIio di fare,
aII'interno di Documenti, una vostra carteIIina personaIe, coI vostro nome, aII'interno
deIIa quaIe metterete tutti i fiIe che vorrete saIvare. AII'interno deIIa carteIIa potrete fare
aItre sottocarteIIe suddivise in base aII'argomento (Lavoro, cucina, turismo) o aI tipo di
fiIe (articoIi, ricette, foto), sono aItre sottocarteIIe (primi, secondi, contorni, doIci) e cos
via.
Vi assicuro che comodo, perch magari sto cercando Ia ricetta deI creme carameI per
Ia mia amica CarIotta e. se non ho organizzato bene i miei fiIe posso trovarmi davanti
453 documenti tutti aIIa rinfusa, e magari non mi ricordo che ho chiamato queIIa ricetta
crmcrmI.doc.
Non Ia trover mai.
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
14
La mia amica CarIotta non mi perdoner pi.
Se invece ho organizzato bene i miei fiIe aprir Ia carteIIa Ricette, DoIci, e se vedo:
torta-frag.doc
viennese.doc
crmcrmI.doc
so gi quaI , anche se non mi ricordavo iI nome esatto.
Lo so, aII'inizio anch'io pensavo "Non avr mai cos tanti fiIe: che me ne faccio? Ho
appena scoperto cosa sono!". Ma sufficiente che prendiate confidenza coI computer,
e ne avrete 10000!!!
Adesso soIo un po' di manutenzione, poi via con i due programmi pi importanti!



2.6 MANUTENZIONE GENERALE:

Come oggetto, iI computer non difficiIe da mantenere. Basta spoIverarIo, e stare
attenti che non prenda n troppa poIvere, n che sia esposto aI soIe, ma soprattutto:

TeneteIo Iontano dai ceIIuIari: smagnetizzano iI disco fisso.

Staccate tutte Ie spine quando si avvicina un temporaIe: gIi sbaIzi di corrente
possono danneggiarIo in modo anche irreversibiIe.


Non mangiate n bevete NULLA vicino aI computer: Ie bricioIe e Ie gocce di caff
sono iI terrore di tastiere, mouse e tutto ci che eIettrico o meccanico.

ConsigIi meno prioritari: iI computer scaIda, Ia ventoIa dietro e dev'essere Iibera per
disperdere iI caIore. II monitor idem (se posso vi consigIio -quando non acceso- di
metterci sopra un panno contro I'intrufoIamento di povere e ragnateIe, e cos anche
per Ia tastiera).

II mouse: se ne avete uno ottico (guardategIi sotto: ha una Iucina rossa) non avrete
nessun probIema di manutenzione. Se sotto, invece, ha una paIIina che gira, aIIora
dovrete farIo scorrere su un apposito tappetino per mouse, e questo per essere iI pi
sicuri possibiIe che Ia paIIina deI mouse giri.
Tipi di mouse:

meccanico: iI mouse dentro di s ha una paIIina, che gira se Io spostiamo. La sua
rotazione viene trasmessa a due ruIIi posti a 90 I'uno daII'aItro, come si vede in figura.
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
15

Attaccati a questi due ruIIi ci sono dei sensori, che dicono aI computer di quanto e con
che veIocit si spostato iI mouse. Per esempio, se iI mouse viene spostato in
verticaIe, soIo uno dei due ruIIi verr girato, e iI computer sposter Ia freccia verso
I'aIto deIIo schermo. Se Io spostiamo IateraImente, soIo I'aItro ciIindro girer, se Io
spostiamo in diagonaIe gireranno entrambi e cos via.

II mouse ottico invece una specie di teIecamera (ma moooIto pi sempIice!). Ia Iuce
rossa iIIumina Ia superficie dove iI mouse appoggiato, ed esso ne ricava deIIe
immagini che confronta con queIIe precedenti una quarantina di voIte aI secondo. Se
I'immagine successiva un po' spostata in una certa direzione (perch contiene soIo
una parte deII'immagine precedente), iI mouse capisce come e quanto stato spostato,
e Io comunica aI computer, che sposta Ia freccia di conseguenza.

Eravamo aIIa manutenzione deI mouse meccanico: quindi ora abbiamo capito che Ia
paIIina deve poter girare. Purtroppo, per, girando fa una cosa particoIare: raccogIie
deIIe piccoIe particeIIe di poIvere e Ia deposita sui ruIIi che dicevamo. Come
conseguenza, dopo quaIche tempo (un anno, sei mesi. dipende quanto Io usate) sui
ruIIi si deposita un aneIIo veIIutato di poIvere, che scivoIa suIIa paIIina e non fa girare i
ruIIi. Ve ne accorgete se ogni tanto Ia freccia suIIo schermo si bIocca, ma voi muovete
iI mouse. Non prendete paura: attorno aIIa paIIina di soIito c' una specie di "tappo" da
svitare, fatto apposta. TogIiete quindi Ia paIIina e vedrete i due ruIIi con, a met, una
righetta grigia. TogIiete con Ie unghie (o con quaIcos'aItro, deIicatamente) queIIa
righetta tutto attorno ai ciIindri, facendoIi girare.
Rimettete iI tappo. Tutto come prima.
E per quanto riguarda Ia manutenzione, abbiamo finito. Passiamo adesso ai programmi
pi utiIi (e utiIizzati) per iI computer.



Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
16
3. WORD

In ingIese vuoI dire "paroIa". (Cos come Windows vuoI dire finestra: ci ci dimostra
come Ie paroIe ingIesi facciano moIto chic, ma in reaIt siano banaIi tanto quanto
queIIe itaIiane.).
II programma ParoIa, quindi (scusatemi!) ci permetter di eIaborare (una beIIa paroIa
per dire "mettere Ie mani su") un documento di testo. I documenti di testo sono i pi
importanti, diffusi e utiIizzati, e possono essere sia ricette che tesi di Iaurea (Ia mia I'ho
scritta in Word), ma anche testi giuridici o. tutto queIIo che vi viene in mente.
Pertanto Word tra i programmi pi usati aI mondo (dopo Internet ExpIorer, che
vedremo dopo). SaperIo usare vi apre quindi moIte possibiIit.

3.1 PRESENTAZIONE DELLA FINESTRA

Cominciamo daII'aprire iI programma: Start, Programmi, Word.
Come visto prima, iI programma si apre su un fogIio bianco (virtuaIe) con sopra un
cursore Iampeggiante. II cursore individua dove siete posizionati voi, e dove potrete
inserire Ie paroIe e fare Ie aItre operazioni. LasciamoIo I dov'. Occupiamoci deI fogIio.
II fogIio visuaIizzato come pi grande deIIo schermo. Ora tutto bianco, ma come
far in futuro a vedere I'angoIo in basso a destra deI fogIio?
La vostra finestra dovrebbe essere cos:
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
17


A destra e in basso, racchiuse tra due frecce, possiamo vedere ci che definita
"barra di scorrimento". NeII'intera Iunghezza deIIa barra tra Ie due frecce posizionato
iI documento, mentre Ia porzione pi in aIto (o pi a destra, neIIa finestra sopra, ma di
soIito pi a sinistra, neIIa vostra finestra) rappresenta Ia porzione di documento che
state vedendo.
Ovvero, se iI documento di quattro pagine, esse sono visuaIizzate una sotto aII'aItra,
Ia barra di scorrimento verticaIe sar Iunga uguaIe ma Ia porzione che visuaIizzate sar
pi piccoIa (perch percentuaImente minore).
La barra di scorrimento si pu usare in quattro modi, ognuno pi o meno comodo, per
andare in su o in gi (o destra- sinistra.):
a) CIiccate suIIa freccia verso iI basso. Che succede? iI cursore Iampeggiante si sposta
verso I'aIto, perch voi visuaIizzerete una porzione pi in basso deI fogIio. Cos'
successo aIIa barra di scorrimento? II pezzo visuaIizzato si spostato verso iI basso!

b) Ora proviamo a tornare su. Mettete iI vostro mouse sopra Ia pozione di
visuaIizzazione deIIa barra di scorrimento e trascinateIa verso I'aIto. Vedrete iI cursore
ricomparire.

Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
18
c) Torniamo ancora gi, in un modo diverso: facciamo un singoIo cIic neIIa porzione di
barra sotto a queIIa di visuaIizzazione (cio tra essa e Ia freccia). Questo ci permetter
di spostarci moIto veIocemente!

d) Usiamo infine Ia roteIIina deI mouse. Provate!
Se io ho un documento di 250 pagine Ia barra sar pi o meno cos:

Trasciner Ia barra per spostarmi di moIte pagine aIIa voIta, cIiccher Ie porzioni non
visuaIizzate per andare su e gi di quaIche pagina, user roteIIina e freccia per Ieggere
iI documento.
Chiaro? Lo so, sembra inutiIe, per ora, ma adesso cominciamo anche a scrivere!

3.2 SCRIVERE

Ve Ie ricordate Ie funzioni base deIIa tastiera? Bene: ora vi saranno utiIi, perci se non
vi ricordate andate a riIeggere veIocemente come si scrive, si canceIIa e si va a capo. E
adesso? Adesso fate un beI compito per casa:
TEMA: chi sono, come mi chiamo, dove sono nato e quando e dove abito adesso, chi
sono i miei genitori, con chi abito adesso e. cosa faccio tutto iI giorno e se mi piace
queIIo che faccio.
Adesso: via! Potete andare a ruota Iibera, scrivete anche che macchina avete, se vi sta
antipatico iI sindaco o queIIo che vi pare, basta che arriviate a scrivere aImeno una
paginetta e mezza (e come ve ne accorgerete? Bravi, fatevi Ie domande, cos mi
piacete. non preoccupatevi!). scopo di questo massacro farvi prendere confidenza
con Ia tastiera, Ia scrittura e iI video deI vostro computer, non preoccupatevi degIi
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
19
errori, n deI senso di ci che state scrivendo. Buttatevi, I'esercizio pi Iungo che vi
far fare (prometto!), durer una mezz'oretta ma sar anche iI pi utiIe!
Buon Iavoro!
AIIora, com' andata? Avete i crampi aIIe braccia? Avete scritto un sacco di cavoIate?
Non preoccupatevi, giornaIisti e poIitici a voIte ne scrivono di moIto peggio (.).
Andiamo a Iavorare suI vostro testo, spiegando anche buona parte deIIe funzioni di
Word.
Provate a scorrere suIIe due pagine con Ia roteIIina deI mouse. Passando daII'una
aII'aItra (visuaIizzate come incoIonnate, ricordate?) neII'angoIo in basso a sinistra deIIo
schermo potrete vedere 1/2 passare a 2/2 (o viceversa). Prendendo ad esempio 1/2, ci
significa che state visuaIizzando Ia pagina 1 di 2. SempIice, no? Provate anche Ie aItre
modaIit per andare su e gi, e divertitevi un po'.
Ora passiamo a queIIe strane sottoIineature rosse sotto aIcune paroIe: Ia funzione
Correzione Ortografica che non riconosce Ie paroIe che avete digitato. Ogni paroIa che
scrivete viene confrontata automaticamente con un vocaboIario interno, e se non
riconosciuta viene sottoIineata come se fosse sbagIiata. Potete:
a) correggerIo voi;
b) farci sopra tasto destro e scegIiere tra Ie paroIe "simiIi" che vengono proposte;
c) fare Aggiungi se Ia paroIa giusta per aggiungerIa aI vocaboIario interno;
d) Ignora per dire aI programma che non importante;
e) se questo errore ricorrer spesso potrete usare Correzione Automatica, che quando
vedr queI tipo di errore Io corregger automaticamente
f) potreste fregarvene, tanto neIIa stampa i segni rossi non
si vedranno. Ma a voIte utiIe.
Passiamo adesso a seIezionare una paroIa.
Cosa vuoI dire seIezionare? Significa, pi o meno, sottoIineare, rendere visibiIe, porre
I'attenzione deI computer su un dato oggetto. E come si fa? NeI caso deIIe paroIe,
trascinate iI mouse per tutta Ia Iunghezza deIIa paroIa. Fatto? Ecco, ora Ie funzioni deI
programma che voi attiverete saranno appIicate soIo su queIIa paroIa (ma potreste
seIezionare anche una riga, o anche tutto cIiccando su Modifica, SeIeziona tutto). QuaIi
saranno queste funzioni? Descriviamo brevemente Ia finestra di Word:


AIIora: FiIe, Modifica, VisuaIizza. sono menu a tendina, cIiccandoci sopra vedremo
abbassarsi deIIe "persiane" con sopra Ie funzioni deI programma (suddivise pi o
meno per affinit neIIe varie persiane).
La serie di bottoni sottostanti servono per avviare in modo veIoce aIcune deIIe funzioni
contenute nei menu. Sono moIto comodi, e potrete vederne iI significato fermando iI
mouse sopra ognuno di essi (senza cIiccare). Proviamo per esempio Ia grossa G:
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
20
cIiccateIa, cosa succede aIIa paroIa che avevate seIezionato? E cosa succede se
cIiccate di nuovo G? e a cosa serviranno I e S? Provate!
Ancora pi sotto c' una serie di menu a scomparsa (per esempio NormaIe, New
Roman ecc.): cIiccate suIIa freccina verso iI basso, si aprir una persiana anaIoga a
prima, ma che potrete far scorrere e potrete scegIiere una deIIe impostazioni deI
carattere proposte. Per esempio: cIiccate suIIa freccia a fianco deI numero 10 (o 12,
tipicamente), e scegIiete 24. Cosa succede? Ricordate che Ia paroIa deve essere
seIezionata! AItrimenti Ie impostazioni che avete appena cambiato varranno soIo per Ie
paroIe ancora da scrivere.
Passiamo ora aI nostro mouse. Tornate suIIa paroIa seIezionata e fate tasto destro.
Comparir un piccoIo menu. Provate a fare Copia. Ora deseIezionate Ia paroIa
(cIiccando da un'aItra parte) e posizionate iI cursore aIIa fine di una frase (cIiccando).
Stando I coI mouse, rifate tasto destro, poi IncoIIa. Che succede? Credetemi, vi sar
utiIissimo, aIIa grande con internet!
CanceIIate adesso Ia paroIa in pi e riseIezionate queIIa di prima, poi tasto destro e.
Formato. Si aprir una finestra moIto siiIe a queIIa che si aprirebbe con Formato,
Carattere dai menu principaIi, finestra con Ia quaIe potrete modificare grandezza, stiIe,
coIore e tutto queIIo che voIete deIIa vostra paroIa.
Infine, Ia cosa pi importante:
3.3 I MENU A SCOMPARSA
Sono queIIi che contengono Ie reaIi funzioni deI programma, sono tutti da espIorare e
da tentare, sono i veri strumenti di un programma. Vedremo soIo i pi importanti, gIi
aItri ve Ii Iascio.
Partiamo da: FiIe:
questo un menu comune a tutti i programmi, e contiene deIIe funzioni basiIari:
SaIva con Nome: va usato per primo! Quando create un fiIe daI nuIIa, iI computer
non sa come esso si chiami, perci se voi usaste sempIicemente SaIva, Iui Io
saIverebbe con un nome a caso (xtabrIt3k.doc) in C:. E hai vogIia a ritrovarIo! Con
SaIva con nome, invece, siamo noi a decidere iI nome deI fiIe (e anche iI formato,
voIendo, che sarebbe I'estensione.) e dove saIvarIo (Per esempio in
C:\Documenti\Mionome\MiofiIe.doc) usando Ia funzione SfogIia e scegIiendo Ie
carteIIine cIiccandoci sopra due voIte. (LiveIIo superiore per uscire daIIe carteIIe,
Crea nuova carteIIa per crearne una nuova). Ecco fatto!
SaIva: si usa quando iI fiIe gi stato saIvato con nome aImeno una voIta, o quando
abbiamo aperto un fiIe e ci abbiamo messo Ie mani sopra (per saIvare i
cambiamenti). E' comodo iI bottoncino diretto neIIa fiIa di puIsanti, e moIto utiIe Ia
funzione Strumenti, Opzioni, SaIvataggio automatico, che mi pu saIvare
automaticamente iI fiIe ogni 5- 10 minuti. UtiIe perch, neI caso saItasse Ia corrente,
voi non avreste iI tempo di saIvare, e impostando iI saIvataggio automatico
perdereste soIo gIi uItimi 5- 10 minuti di Iavoro, e non tutto iI pomeriggio (sic!.).
Apri: ho una ricetta da modificare? Un eIenco di Iibri da aggiornare? Riapro iI fiIe
deI cataIogo (o deI ricettario) che mi interessa, Io modifico e poi Io risaIvo.
Chiudi: scarica iI fiIe daI programma. Mi raccomando, prima di chiudere un fiIe
assicuratevi di saIvarIo. Senn perdete Ie modifiche. TaIe funzione (Chiudi) pu
sembrare scontata, ma invece moIto utiIe se si stanno trattando (con Io stesso
programma) pi fiIe contemporaneamente. Per passare daII'uno aII'aItro si pu
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
21
cIiccare Finestra, e poi cIiccare queIIo voIuto. Quando uno di essi ho finito di essere
in Iavorazione, SaIva, e poi Chiudi.
Esci: chiudi iI programma. Si usa quando iI/i fiIe in Iavorazione sono stati saIvati, e
si vuoIe passare ad aItro programma (ma si possono anche usare insieme, se iI
computer potente a sufficienza) oppure si vuoIe spegnere iI computer e farsi un
caff. Per dire.
Anteprima di stampa: questa opzione vi permetter di vedere daII'aIto come
verranno fuori i fogIi daIIa stampante, e potrete farci Io zoom, oppure vedere 2 o 6
fogIi per voIta ecc. ecc.
Provate i bottoncini, vedrete che divertente. Quando vi siete stufati, premete Chiudi.
Infine, I'uItima funzione, che merita un capitoIino a parte.
3.4 STAMPA
Di esso esiste anche un bottone diretto, ma se posso permettermi usateIo iI meno
possibiIe: Non si sa cosa potrebbe venire fuori daIIa stampante (credetemi: una voIta
mi uscita una tenerissima riga di cuoricini. un messaggio d'amore daIIa mia
stampante?). MoIto megIio FiIe, Stampa. Cos potrete impostare i fogIi da stampare, iI
numero di copie ecc. ecc.
Approfitto per di questo punto per fare una piccoIa ma essenziaIe digressione:
3.5 I DRIVERS
Che? I cosa? AIIora: caIma, Ie periferiche sappiamo cosa sono (tutto ci che si pu
attaccare aI computer, cio stampanti, scanner, mouse, fotocamere ecc. ecc.). I drivers
sono. ecco. Ie istruzioni per I'uso deIIe periferiche scritte per iI computer. Ovvero:
un computer per poter "parIare" con una stampante (per esempio) deve conoscerne Ia
lingua. E ogni stampante (o aItra periferica) possiede una lingua diversa, per poter
gestire funzioni, opzioni e caratteristiche diverse da modeIIo a modeIIo (e ce ne sono
miIioni, tutte diverse). Conseguentemente, assieme ad ogni periferica, iI costruttore
deIIa stessa vi metter neIIa scatoIa anche un CD (o un dischetto) con sopra i drivers
da instaIIare, cos che iI vostro computer possa "parIarci" e voi non abbiate probIemi.
La conseguenza che ogni stampante un po' diversa, come capacit, quaIit deIIe
immagini eccetera, e quindi purtroppo non posso generaIizzare troppo suI Ioro uso.
Posso soIo dirvi di Ieggervi iI manuaIe di istruzioni su come e quando attaccare i cavi e
instaIIare iI driver, e che quando finisce Ia cartuccia dovete aprire Ia macchina e
cambiarIa.
Ma non posso dirvi di pi.
Con Word abbiamo espIorato Ie funzioni fondamentaIi, ci che vi rimane prenderci
soIo un po' di confidenza per Iavorarci senza inibizioni, e poi vedrete che Ia curiosit
per Ie aItre funzioni far iI resto.
Buon Iavoro!
Adesso partiamo neII'immensissimo mondo di internet!







Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
22
4 INTERNET

Si dice che internet un "mondo virtuaIe". E' vero. Ma stando a questa definizione,
internet non esisterebbe, perch non sarebbe reaIe, ma soIo virtuaIe.
Insomma, cos' internet? Un po' di storia, poi un po' di teoria. Devo annoiarvi un po',
senn vi divertite troppo e poi va a finire che vi invidio.
Dunque. NegIi anni '80 i computer dei miIitari americani avevano ciascuno un sacco di
dati importantissimi (non chiedetemi quaIi, a me Ia storia I'hanno raccontata cos.
credo i numeri deIIe segretarie. o anche no.) che dovevano parIare tra di Ioro. Non
so per dirsi cosa. Siccome era iI tempo deIIa guerra, se avessero messo i computer in
serie:

se uno dei computer in mezzo fosse stato poIverizzato da una bomba atomica gIi aItri
computer rimanenti non si sarebbero pi potuti parIare. AIIora si pens ad una
struttura a "rete":

se uno fosse saItato, gIi aItri si sarebbero visti Io stesso. [L'umanit sarebbe stata
azzerata daIIe radiazioni, ma aImeno i computer si sarebbero visti Io stesso. wow.].
La rete (Ia faccio breve) si poi estesa aIIe Universit, poi aIIe aziende, poi a chiunque
pagasse.
SempIicemente, sono stati poggiati miIioni di chiIometri di cavi, e venduti miIioni di
computer. Le TeIecom ringraziano per iI fatturato, ma in cambio posso parIare in tempo
reaIe con mio cugino in AustraIia pagando un'urbana.
E' una cosa che, fino a pochi anni fa, sarebbe stata impensabiIe.
Cosa si pu fare con internet?
Beh, tanto per cominciare, internet non vi fa iI caff. Ma fa tante aItre cose: posso
guardare cosa succede davanti aIIa spiaggia deI mare (tramite webcam), posso
scegIiere in che aIbergo andare in vacanza, prenotare iI treno, comprare Ie creme soIari
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
23
(che mi arriveranno a casa) e spedire una maiI aI titoIare deII'aIbergo per prenotare una
stanza. Anni fa, fare una cosa deI genere avrebbe comportato moIte pi fatiche che
non queIIa di stare seduto a casa mia. Non preoccupatevi, per: Ie agenzie di viaggi
esistono ancora, e comunque nessuno vi obbIiga ad andare in vacanza. II mondo ha
sempre girato anche senza internet, ed esso non per niente fondamentaIe per Ia vita
deIIa maggior parte deIIe persone.
Ma comodo.
Per gIi studiosi, soprattutto, ma per chiunque sia a caccia di moIte informazioni,
internet utiIissimo, quasi necessario. Non so se sar iI vostro caso, ma non ho dubbi
che chiunque di voi potr apprezzarne i vantaggi.
E aIIora, che cosa si dicono quei miIioni di computer attraverso quei miIioni di
chiIometri di cavi?
Si scambiano file. Che possono essere deIIe immagini, dei testi, o anche programmi, o
fiImati, o queIIo che voIete. Un aIbergo metter i suoi Iistini, un cIub di scacchi Ie
regoIe per entrare o Ie date di ritrovo, un'universit metter Ie Iiste degIi esami e i modi
per iscriversi (estremamente comodo, ve I'assicuro), ecc. ecc.
Pi sempIicemente, in internet troverete tutto.
E come si parIano, i computer? In che Iingua? Eh s, perch suI nostro computer
verranno visuaIizzate Ie cosiddette pagine web, dove potrete Ieggere, scrivere, cIiccare
suIIe immagini e un sacco di aItre cose. Per poter fare tutto ci Ie pagine devono
essere strutturate attraverso iI Iinguaggio HTML, che -essendo universaIe per internet
in tutto iI mondo- permette di visuaIizzare una stessa pagina neIIo stesso modo in tutti
i computer deI pianeta. Le macchine, quindi, si scambiano un fIusso di dati pi o meno
consistente. La cosiddetta "banda" utiIizzata per Ia connessione indicher Ia veIocit
massima di scambio dei fiIes tra due computer (non queIIa effettiva). La veIocit
massima per Ie connessioni sempIici di 56 kB/sec, per I'ADSL 800 kB/sec (ma
torneremo pi avanti su questi concetti).
Come fanno i computer a "riconoscersi"? Cio, come fa iI mio computer a bussare aI
computer che contiene Ia pagina deI giornaIe "RepubbIica", e quindi a farsi dare da
esso iI fiIe per costruire Ia pagina web?
Ogni computer connesso ad internet ha, assegnato daI proprio provider, un indirizzo IP
(anche iI vostro!). un indirizzo IP un gruppo di quattro numeri (ognuno da 0 a 255)
separati da un punto. Per esempio 162.4.37.229. E' un esempio, mi raccomando.
Ogni computer connesso ha iI suo, unico indirizzo IP. Esistono deIIe tabeIIe (dette di
routing.) che contengono I'eIenco degIi IP assegnati, e taIi tabeIIe sono contenute in
una miriade di computer sparsi per Ia rete. Questi computer sono di propriet dei
gestori deIIa rete, e svoIgono iI servizio di direzionamento deIIe connessioni. (Cari
ingegneri, Io so che vi si sta accapponando Ia peIIe, ma spiegare i server DNS;
pacchetti SYN-ACK-FIN e iI protocoIIo di routing mi sembra troppo).
In pratica:
a) iI mio computer si connette;
b) chiede aI server (servitore) dov' iI computer che contiene iI sito www.repubbIica.it;
c) viene direzionato;
d) si connette aI computer richiesto;
e) iI mio computer gIi manda una richiesta;
f) iI computer server gIi risponde, e gIi manda iI fiIe HTML;
g) Ia mia macchina eIabora iI fiIe HTML e mi presenta Ia pagina.
Un po' compIesso, vero?
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
24
Non importa, studiateveIo bene, perch cos potrete capire pi in profondit iI
funzionamento di internet.

4.1 PROBLEMI DELLA RETE
Sono queIIi che ogni tanto incontrerete, ve Ii spiego perch cos se ve Ii trovate davanti
non vi spaventate, e siete pi tranquiIIi.
I probIemi deIIa rete sono quindi direttamente connessi ai passaggi che abbiamo visto
poche righe prima:
c) iI server non sa dov' iI sito che gIi avete chiesto. ("Not found": queIIo che
compare come risposta. VuoI dire "Non trovato"). I motivi possibiIi sono 2:
avete scritto maIe iI sito (dove?!? Ve Io spiego tra poco, tranquiIIi.) SoIuzione:
cercateIo in un motore di ricerca (anche questo ve Io spiego pi tardi) e cIiccate
una deIIe possibiIit proposte. II sito non esiste pi/ ha cambiato indirizzo (anche
Ioro muoiono/ trasIocano). SoIuzione: guardate se in un motore di ricerca queI
sito esiste ancora (magari con un nome simiIe) oppure se ci sono dei siti simiIi.
II computer server ci mette troppo a scaricare i fiIe HTML aI vostro computer, e iI
tempo scaduto. Perch succede? perch internet come un'autostrada, e i siti
sono i caseIIi. Se non riuscite ad uscire aI caseIIo giusto (e vedere iI sito): o iI
sito chiuso (caseIIo chiuso, per esempio saItata Ia corrente neIIa stanza
dov' fisicamente iI computer server), o iI computer server ha troppe richieste e
non riesce a soddisfarIe tutte (c' un ingorgo aI caseIIo), oppure Ia rete
intasata e c' troppo traffico (raIIentamenti e code suII'autostrada MiIano -
BoIogna.). Quest'uItimo capita soprattutto neIIe ore pi "affoIIate", tipo verso Ie
9:00 di mattina quando tutti arrivano in ufficio e guardano Ia posta e
mezzogiorno quando guardano Ie uItime notizie neIIa pausa pranzo(.)

4.2 PROBLEMI DEL COMPUTER
Eh, s, ci sono anche questi. Guardando Io schemino di prima possiamo vedere che iI
nostro computer ha un ruoIo di protagonista soprattutto aII'inizio e aIIa fine, cio
quando si connette e quando eIabora iI fiIe HTML. Per quanto riguarda i probIemi di
connessione, mi dispiace dirIo ma sono taImente variegati che impossibiIe per me
anche soIo accennarIi. Di soIito, comunque, se I'instaIIazione non d probIemi tutto
funziona bene. Se per cos non fosse, mi sa che dovete chiamare un tecnico deIIa
ditta che vi fornisce Ia connessione (Iibero, teIecom o chi aItri). Anche perch non
abbiamo ancora parIato bene deIIa connessione. (coIpa mia, Io so.).
Per quanto riguarda i probIemi deII'eIaborazione deI fiIe HTML, di soIito non sono per
niente gravi. Pu capitare che una pagina si carichi maIe, o che, una voIta caricata,
presenti dei bei rettangoIi grigi.
a) La pagina si carica Ientamente: pu dipendere daIIa connessione (con veIocit
massima bassa, per esempio), o daI computer server o daIIa rete un po' intasati (e
aIIora non ci si pu fare nuIIa), oppure infine iI nostro computer un po' Iento
neII'eIaborazione. Se questo iI nostro caso, aIIora Ia Ientezza dovuta aIIa poca
potenza deI sistema, per risoIvere Ia quaIe o si compra un computer pi nuovo (e
quindi pi potente) oppure tocca avere pazienza.
b) I rettangoIi grigi. Di soIito dentro ci si vede un piccoIo pezzettino di puzzIe coIor
azzurro. No, non sto dando i numeri. Questo succede quando iI sito che noi abbiamo
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
25
scaricato suI nostro computer richiede I'attivazione di un certo programmino (che noi
non abbiamo). Di soIito questo programmino (in gergo pIug-in) si occupa deIIa
visuaIizzazione di immagini in movimento, tipo astronavi scintiIIanti, o beIIe ragazze
che baIIano. Che cosa succede, quaI - aIIora- Ia sequenza degIi eventi? II mio
computer chiede aI server di fornirgIi iI fiIe HTML, Iui gIi dice "Toh, questo I'HTML,
queste sono anche Ie immagini e visuaIizzaIe con FIash."
(FIash sarebbe appunto iI programmino, per esempio). II mio computer prende I'HTML,
prende Ie immagini ma. non sa cosa fare. AIIora compaiono i rettangoIi grigi.
Che fare? CIiccate suI pezzettino di puzzIe, verrete ridiretti aI sito dove scaricare iI
programma per visuaIizzare Ia pagina correttamente. (Attenzione a queIIo che
scaricate, prima chiedete sempre consigIio a quaIcuno che conoscete su che cosa e
come scaricare e instaIIare programmi di quaIsiasi genere. ci sono in giro un sacco di
truffatori!).

4.3 NAVIGAZIONE

Navigare in internet come navigare suI mare: ci sono deIIe regoIe, dei mezzi, ma
soprattutto vi deve servire. Se navigate tanto per passare iI tempo, probabiIe che vi
annoierete. Ma vedrete: internet vi servir senza dubbio. E' sufficiente sapere in
partenza cosa cercate, e Io troverete, oppure basta curiosare qua e I per capitare in
quaIcosa di intrigante. Cosa serve per entrare in internet?
Beh, intanto un computer, e poi. una Iinea teIefonica, e una connessione. Cos' Ia
connessione? Dove Ia trovo?
Con caIma: internet enorme, ed dappertutto, ma come un mondo paraIIeIo. Per
entrarvi bisogna andare da un provider (fornitore), che vi dar gIi strumenti per entrare
e controIIer Ia vostra frequenza di accesso (per eventuaImente farvi pagare.).
GIi strumenti per accedere sono: un modem, e un CD-rom.
a) II modem: questo nome strano significa ModuIatore- DEModuIatore. Ovvero iI
sistema di traduzione istantanea deIIa Iingua deI computer in queIIa deIIa rete
(teIefonica). Ci torneremo tra breve.
b) II CD-rom: aII'interno c' un programma (di soIito di una faciIit estrema) che
instaIIer tutto iI necessario suI vostro computer e Io configurer in modo che esso si
connetta aIIa rete attraverso queIIo specifico provider.
L'insieme modem -CDROM vi permetter di accedere aI vostro provider (iI quaIe a sua
voIta connesso a tutto iI resto deI mondo attraverso fibre ottiche gestite da una
"cooperativa internet". In reaIt un po' pi compIesso ma per ora pu andare
bene.).
L'insieme modem- CDROM configura e costituisce Ia cosiddetta "connessione". Infatti
iI probIema principaIe arrivare aI provider. Poi tutto predisposto. II principaIe
metodo (fino ad oggi) per arrivare aI provider stato iI teIefono. In pratica si diceva aI
computer di telefonare aI provider, che -rispondendo ed inviando dati aII'incirca come
un fax- vi inviava i fiIes (poi eIaborati e visuaIizzati suIIo schermo daI vostro computer).
Vantaggi: iI costo queIIo di una teIefonata urbana; un sistema moIto sempIice (da
configurare e gestire); quasi tutti i computer, ad oggi, hanno un modem interno (cio
non dovete comprarIo o affittarIo daI provider, perch c' gi neI computer). Svantaggi:
avete Ia Iinea teIefonica occupata (Leggi: se usate tanto internet conviene farvi
instaIIare un'aItra Iinea, con costi aggiuntivi); Ia veIocit di trasferimento dati bassa,
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
26
per caricare Ie pagine ci si mette una vita. AItro modo di arrivare aI provider I'ADSL.
Anche questa viaggia suIIa Iinea teIefonica, ma a frequenze non udibiIi daII'orecchio
umano (i cosiddetti uItrasuoni). In questo modo Ia veIocit di scambio dati saIe di
moIto, ma purtroppo aumentano anche i costi perch ci vuoIe un modem esterno (cio
che non c' gi neI computer, ed affittabiIe daI provider) e per iI costo stesso deI
servizio, che se con Ia Iinea teIefonica era ormai gratuito, queIIo deII'ADSL (detta anche
"banda Iarga") non Io di certo.
Bene, quindi adesso io vado avanti come se voi aveste gi modem, computer e
connessione configurati correttamente. Perch tutto funzioni correttamente fin da
subito:
a) Avete avuto una gran botta di fortuna.
b) Avete avuto un amico che vi ha fatto iI Iavoro.
c) Avete chiamato un tecnico deII'azienda provider.
d) Siete in un'auIa computer.
Quindi, fate partire Microsoft ExpIorer.
[Tre modi: a) Start, Programmi, ExpIorer; b) Doppio cIic suIIa E azzurra suI desktop; c)
SingoIo cIic suIIa E azzurra vicino a Start;].
Si apre? Vi d una pagina quaIsiasi? (ProbabiImente GoogIe?) AIIora va tutto bene.
Se viene fuori Not Found:
Non avete attaccato iI cavo deI teIefono.
Non avete connesso iI computer (Ieggete iI manuaIe di istruzione deIIa vostra
connessione).
Chiamate un tecnico.
Se invece va tutto bene, andiamo avanti.
Beh, una beIIa soddisfazione: avete di fronte a voi una pagina internet, state
navigando! (pensavate megIio, vero? Si resta sempre un po' deIusi, aII'inizio.) In
effetti, ci sono moIte simiIitudini con Ia navigazione:
A) La barca: iI vostro "browser" (o "sfogIiatore".), ovvero iI programma che
interpreta i fiIe HTML, Ii traduce e Ii integra deIIe immagini e ve Ii manda a video.
ProbabiImente Internet ExpIorer, deI quaIe vedremo megIio Ie caratteristiche. Ma ci
sono anche aItre barche.(MoziIIa, Netscape, Opera.)
B) II mare: Ia rete, con veIocit di trasporto dati diverse da punto a punto. Con
ingorghi, tempeste e bonacce. Ma ne abbiamo gi parIato.
C) II vostro porto di partenza: iI sito "Pagina iniziaIe" o Home (casa). E' Ia pagina che
iI vostro browser apre per prima, quando avviate iI programma. Vedremo come si
possa impostare un'aItra pagina, diversa da queIIa presente adesso.
D) I porti preferiti: detti anche "segnaIibri". Sono i vostri siti preferiti, di meteo, notizie,
o queIIo che voIete. Vi dar aIcuni esempi, e cercheremo di capire come aggiungere,
togIiere e organizzare i segnaIibri.
E) Le cartine marittime: ecco, qui cominciano Ie differenze. Le "cartine" sono i
cosiddetti motori di ricerca. Se voi cercate un porto, guardate Ia cartina e con buona
probabiIit Io troverete perch iI numero di porti presenti in ItaIia (o neI mondo, se
avete iI vostro transatIantico personaIe) comunque Iimitato. Se cercate invece un sito
specifico, ecco. esistono pi di quattro miliardi di pagine web. un po' pi difficiIe
beccare iI sito aI primo coIpo, ma ce Ia si pu fare. I motori di ricerca sono enormi,
immensi database ("Magazzini" di fiIe) dove voi potete digitare una o pi paroIe,
cIiccare "cerca neI web" (ovvero "cerca neIIa rete") e ottenere a video un eIenco
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
27
aItrettanto immenso di siti dove queIIa o queIIe paroIe sono state trovate. Ci vuoIe
pazienza. Ma parIeremo megIio dei motori di ricerca pi avanti.
F) L'oceano pacifico: ovvero; acqua. Se cercate una notizia specifica, una caratteristica
particoIarissima, un articoIo speciaIe di una rivista semisconosciuta. state cercando
un pesce rosso neII'oceano pacifico (vedi "Ago neI pagIiaio"). E' probabiIe che ci sia,
ma bisogner perderci un sacco di tempo. Questo era soIo un eIenco di simiIitudini,
ma adesso passiamo aIIe cose pi pratiche.

4.4 COME MUOVERSI TRA SITI E PAGINE

Ci sono moIti modi per muoversi tra siti e pagine (attenzione, sono cose diverse: iI sito
un po' come un Iibro, Ie pagine. beh, avete capito). Ora vi far degIi esempi pratici,
che voi farete in contemporanea con me.
ESERCIZIO A: CAMBIARE SITO
Se voi conoscete gi l'indirizzo preciso in Iettere (ovvero ci che poi viene convertito
neII'indirizzo IP di quattro numeri), inseriteIo neIIa riga appena sopra Ia pagina, e
appena sotto I'eIenco dei bottoni di comando.
Per esempio, se c' scritto: http://www.googIe.it cIiccate una voIta suIIa parte bianca
deIIa riga: si seIeziona tutta Ia riga. Se voi canceIIate Ia riga (tasto in aIto a destra suIIa
tastiera), si canceIIa tutto. Vi conviene fare cos quando avete indirizzi Iunghi che
voIete canceIIare. Conviene, adesso, cIiccare una seconda voIta sempre suIIa parte
bianca deIIa riga (a destra deIIa parte scritta).
Comparir un cursore Iampeggiante. Con queIIo potrete canceIIare googIe.it e scrivere
repubbIica.it (per esempio). Poi schiacciate invio, oppure cIiccate su Vai! (a destra
deIIa riga deII'indirizzo).
Quando avrete scritto pi indirizzi diversi (www.Iibero.it, www.ansa.it, www.virgiIio.it :
provateIi!) potrete cIiccare suIIa freccina verso iI basso a destra deIIa riga di comando,
prima deI Vai! Comparir una tendina con gIi indirizzi scritti finora, e potrete cambiare
indirizzo cIiccandoci sopra e premendo invio.
ESERCIZIO B: GIRARE NEL SITO:
Spesso i siti non hanno una soIa pagina. Per farvi diventare bravini neI girare
aII'interno di un sito, prendiamo un beI sitone grosso: andiamo su repubbIica.it.
Aspettiamo che si carichi Ia pagina (pesante, eh.) e poi cominciamo a guardare Ia
pagina principaIe deI sito. Vediamo come anche qui ci saranno utiIi Ia barra di
scorrimento verticaIe e Ia roteIIina deI mouse.
Muovendo iI puntatore sopra uno dei titoIi deIIe notizie, senza cIiccare, possiamo
vedere come Ia freccia possa diventare una manina, e neII'angoIo in basso a sinistra
deIIo schermo compaia una nuova riga di indirizzo.
Che significa?
Significa che Ia paroIa o iI titoIo (ma pu essere anche un numero o un'immagine)
"nasconde" un Iink, o coIIegamento. In pratica, cIiccandoci sopra, voi richiederete aI
server una nuova pagina neIIa quaIe vi verr iIIustrata Ia notizia.
Provateci!
E adesso?
(Suggerimento per Ie ricette o aItro di succuIento: vedete iI testo deIIe pagine? O Ie
immagini? Potete copiarvi tutto! Come? Immagini: tasto destro sopra I'immagine, saIva
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
28
immagine con nome, scegIiete Ia carteIIina e iI nome, cambiate iI nome che di soIito
non mnemonico, poi saIva.
Per i testi: posizionate iI cursore facendo cIic aII'interno deIIa pagina, seIezionate iI
testo (Ia paroIa, Ia riga o anche tutta Ia pagina) trascinando iI cursore, poi tasto destro
suI testo seIezionato, copia, poi minimizzate Ia finestra deI browser, aprite Word, tasto
destro suI fogIio bianco, IncoIIa.
DifficiIe, vero?
E' I'esercizio che mette aIIa prova ci che avete imparato fino ad adesso, perci
impegnatevi, vedrete che sar una soddisfazione!).
Se non avete vogIia di impegnarvi a fare tutto queIIo scritto prima, ma Ia pagina web vi
piace proprio tanto (e Ia notizia davvero interessante), potete saIvare Ia pagina come
fiIe HTML suI vostro computer. Cos ve Ia potrete riIeggere comodamente quando
voIete senza connettervi ad internet (pagando.).
Come si saIva una pagina? FiIe, SaIva pagina con nome eccetera eccetera.
Potrete anche stampare Ia pagina, con FiIe, Stampa ecc. ecc., ma occhio ai costi e ai
tempi: se stampate un pagina web 9 voIte su 10 sar a coIori (Ia stampante ci mette
moIto di pi e iI costo per pagina stampata maggiore [in cartucce!]), mentre se invece
vi siete impegnati e avete fatto Copia/IncoIIa da ExpIorer a Word, facendo partire Ia
stampa da Word potrete controIIare che tutte Ie paroIe siano in nero, e Ia stampa
durer e coster meno.
Bene, ora mi sono Ietto Ia notizia, copiata, incoIIata, stampata e saIvata. Come faccio a
vedere altre notizie? Posso cIiccare su aItri Iink (cronaca, esteri, o Ie notizie
deII'uItim'ora.) o posso tornare aIIa pagina iniziaIe. Per tornare: o si cIicca suI Iogo
RepubbIica.it (un Iink che permetter di tornare aIIa home deI sito), oppure potrete
cIiccare suI comando Indietro deI vostro browser. Se avrete saItato da una pagina
aII'aItra deI sito, man mano che cIiccherete Indietro ripercorrerete i vostri passi. Se i
vostri passi sono troppi, cIiccate suIIa microscopica freccina in basso suIIa destra deI
comando Indietro: comparir una tendina con gIi uItimi dieci passi che avete compiuto
( di dieci in dieci.). Se sono moItissimi, andate su CronoIogia. SuIIa sinistra deIIo
schermo comparir un eIenco (di soIito un po' difficiIe.) dei vostri uItimi siti visitati.
In Strumenti, Opzioni internet potrete canceIIare Ia cronoIogia, o determinare quanto
spazio deIIa memoria occupa (roba tecnica.).
E i tasti Termina e Aggiorna? A che servono?
Se per esempio ho digitato www.repubbIica.it e ho premuto Invio, pu darsi che iI
server di repubbIica abbia troppe richieste e non riesca a soddisfarIe tutte. Cos forse
vi far aspettare. Ma voi potrete appunto Terminare Ia richiesta, e ripresentarIa dopo
poco (Termina, poi Aggiorna).
Ritenta, sarai pi fortunato.
Se ancora non vi d Ia pagina:
Non siete connessi
II server di repubbIica espIoso
Una ruspa ha tranciato Ia fibra ottica che connette tutti i provider deI nord ItaIia
( successo.)
ESERCIZIO C: CERCARE UN SITO:
Cercare un'informazione o un sito Ia stessa cosa, perch i siti esistono per contenere
Ie informazioni. Internet, come gi detto, conta ad oggi (agosto 2004) quattro miliardi di
pagine web (miIione pi miIione meno). Se noi avessimo soIo iI nostro browser, I'unico
modo per muoverci aII'interno di esse sarebbe provare a digitare un sito per voIta suIIa
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
29
riga di comando, per poi muoverci aII'interno deI sito (se esiste.) attraverso i Iink
interni (che portano a pagine deIIo stesso sito) o esterni (che portano a pagine di aItri
siti). Potrebbe essere una cosa Iunga.
Ma ci sono due strumenti utiIi:
a) I portaIi. Tre esempi sono Iibero.it, yahoo.it e msn.it, cio grandi "piazze"
informatiche dove si trova di tutto e di pi, daIIe notizie pi assurde a moIti servizi utiIi.
I portaIi servono. se si vogIiono "fare due passi" per internet, senza aver bisogno di
informazioni precise.
b) I motori di ricerca: gIi strumenti pi portentosi di internet, che ne hanno permesso Ia
vera e propria espIosione. Senza di essi, sarebbe come andare a Citt deI Messico
senza cartina stradaIe.
I motori di ricerca principaIi: googIe.it, yahoo.it, virgiIio.it (sto traIasciando I'iniziaIe
http://www.
Ma ricordatevi di metterIo! E' essenziaIe!).
Come si usa un motore di ricerca?
Per gIi esempi (fateIi tutti, mi raccomando) ci baseremo suI motore di ricerca GoogIe
(si pronuncia ggoI, aII'incirca). CIiccate coI mouse aII'interno deIIa riga Iunga tra iI
Iogo GoogIe e "Cerca con GoogIe" "Mi sento fortunato". Vi comparir aII'interno un
cursore. Infatti I dentro ci si pu scrivere, e per questo viene detto "campo di testo"
(RicordateveIo! Ne troverete aItri!). adesso scriviamoci dentro "repubbIica", poi
schiacciamo Invio.
Cosa compare suI computer? Compare una strana Iista di nomi. Bene, ognuno di quei
nomi un Iink ad una pagina web che iI motore di ricerca ritiene interessante per Ia
paroIa che avete immesso.
Provate a cIiccare suI primo Iink (poi Indietro), poi suI secondo e suI. sesto.
Cos' successo? Come fa iI motore di ricerca a fare cos in fretta?
Con caIma: GoogIe un'azienda (vera!) che occupa in America quaIche ettaro di
terreno. Su quegIi ettari ci sono migIiaia di computer che Iavorano in automatico a
cercare Ie pagine web, e cataIogarIe a seconda deIIe paroIe contenute, temi trattati e
potenziaIi di interesse (credo.). In reaIt, tutte Ie ricerche che voi chiedete a GoogIe
sono gi state fatte in automatico (mescoIando a caso paroIe vere, finte, Iettere, numeri
e simboIi.) da quei computer, e saIvate in enormi database. Quando richiedete una
certa paroIa, iI server vi fornir i Iink contenuti neI database, che sono tra I'aItro
aggiornati continuamente.
E come fa GoogIe a sopravvivere?
Con Ia pubbIicit: siccome miIioni di persone aI giorno usano GoogIe quotidianamente,
se poi ci mettete un vostro "Iink sponsorizzato" sarete sicuri che un sacco di gente Ie
vedr, magari quaIcuno si incuriosisce, va a vederIo e. compra iI vostro prodotto.
Ma basta con I'economia, torniamo a noi.
Se vogIio sapere come si fa iI tomboIo, posso digitare (digitate) "tomboIo" e fare invio
(che come cIiccare "cerca con googIe". A voIte conviene fare "soIo risuItati in
itaIiano", avrete meno siti inutiIi come risuItato deIIa ricerca. se iI sito itaIiano!).
Ora potrete (potreste, perch i risuItati cambiano di giorno in giorno) vedere come tra i
siti trovati ci saranno s siti interessanti, ma anche iI sito deII'associazione promozione
turistica deI comune di TomboIo, Ia storia deI tomboIo, un forum in cui una vecchia
signora parIava deI tomboIo (forum: pagina di chiacchiere "scritte" visibiIi a tutti, come
Ie "chat" ma con un tema preciso. ma Iascio perdere, roba da perditempo), e aItre
cose poco attinenti. Ma io voIevo un esempio di ricamo aI tomboIo.
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
30
AIIora posso circoscrivere megIio Ia ricerca. Digito due paroIe invece che una soIa:
"ricamo tomboIo". Se non sono ancora contento ne scrivo tre: "esempio ricamo
tomboIo". E' probabiIe che ora abbia raggiunto iI mio scopo. Per Ie vostre future
ricerche:
Se una paroIa (o un sito) generaIe, basta soIo queIIa (tipo "corriere").
Se una cosa specifica, digitate pi paroIe. Non troppe, per, perch aItrimenti Ia
ricerca diventa troppo specifica e rischiate di escIudere iI sito magari pi
interessante. [Numero ideaIe di paroIe tre, per cercare bene.].
Se cercate un'immagine, cIiccate su GoogIe immagini, e digitate iI titoIo deIIa foto.
Ne vedrete deIIe beIIe!
Dimenticavo! Cos' queI cosone GooooooooogIe aIIa fine deIIa pagina, coi numeri
sotto? E' Iogico pensare che, su quattro miIiardi di pagine, quaIsiasi ricerca voi
facciate ottenga un risuItato di quaIche migIiaio di Iink, o aImeno quaIche centinaio.
GoogIe ve Ii presenter dieci aIIa voIta, ordinati per interesse (cio a pagina 1, con I'1
sotto Ia prima "o" deI GoooooooogIe, i pi interessanti). Pu darsi per che iI sito che
voi state cercando non sia tra i primi dieci, cos vi d Ia possibiIit di vedere tutti i
risuItati a dieci per voIta, dieci per pagina, cIiccando in successione sui vari numeri deI
"serpentone".

ESERCIZIO D: I "SITI MERAVIGLIOSI":
Adesso un beI compitone per casa: visitare i seguenti siti, arrivandoci con i diversi
metodi visti e gireIIare un po' per vedere se trovate quaIcosa di interessante:
meteorete.it
kataweb.it
ansa.it
donnamoderna.it
cosedicasa.it
rizapsicosomatica.it
quattroruote.it
max.it
fox.it
focus.it
Iescienze.it
eurometeo.it
rai.it
tgcom.it
mondadori.it
feItrineIIi.it
mediaworId.it
autostrade.it

AIIora, dovreste farIi TUTTI. AImeno questo iI mio intento. Cos potrete fare un po' di
pratica, vedere quaIche esempio di queIIo che vi pu offrire internet e vedere diversi
tipi di siti, strutturati e visuaIizzati in maniera diversa.
Ci sono aItri siti che vi consigIio di andare a vedere:
comune.nomenostrocomune.it
provincia.nomenostraprovincia.it
regione.nomenostraregione.it
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
31
Per fare un esempio, regione.campania.it
(Mi raccomando, sempre coI prefisso http://www.)
Fatto? Divertiti? Immagino ci avrete messo un po' di tempo, ma sono sicuro che
quaIcosa di interessante Io avrete trovato. Magari quaIche sito aveva iI nome sbagIiato
(coIpa mia, scusate), ma comunque reperibiIe cercandone iI nome (senza iI .it) in
googIe. E se quaIche sito mi piaciuto proprio tanto? O magari mi serve? Me Io scrivo
su un quaderno? No, no. ci sono i "Preferiti", o "SegnaIibri", o "Bookmarks". Andate
suI sito (o suIIa pagina specifica) che vi piace, e cIiccate iI tasto Preferiti. SuIIa parte
sinistra deI vostro schermo comparir una coIonna contenente (probabiImente) degIi
indirizzi preimpostati. Se voi cIiccate Aggiungi ai preferiti, iI sito si aggiunger aIIa
Iista. CIiccando Organizza preferiti potrete accedere ad una finestra dove potrete
spostare (trascinando) I'ordine degIi indirizzi, o anche creare nuove carteIIe neIIe quaIi
raggruppare i segnaIibri per utente (mamma, pap.) e/o per argomento (meteo,
notizie.)
UItima precisazione teorica: cosa sono http e .it?
Http iI protocoIIo (insieme di operazioni) di trasmissione dei dati via internet. Da non
confondere con I'HTML, che iI Iinguaggio di codifica deIIe pagine. Cio: http iI
"come usare iI teIefono" tra computer, htmI iI "come parIarsi aI teIefono" tra
computer. Ma vabb, roba tecnica.
.it invece pi interessante: indica Ia "targa" di un sito. In questo caso Ia targa
itaIiana. Ci sono aItre targhe, che magari incontrerete:
.org organizzazione, non a scopo di Iucro.
.info informativo, sito di divuIgazione.
.com commerciaIe, sito rivoIto aIIe vendite.
.biz business, vedi sopra ma pi pretenzioso.
.us United States, sito americano.
.fr France, sito francese.
E tutte Ie targhe degIi stati.
Vi siete divertiti? C' un'uItima cosa da fare: chiudere iI programma (e poi Ia
connessione: quest'uItima facendo tasto destro sui due computerini piccoIi che
compaiono in basso a destra neIIa barra deIIe appIicazioni, e facendo disconnetti. Non
necessario farIo se siete in un'auIa computer.).
Vi rimane ancora una o pi finestre aperte? Magari in tono abbastanza pubbIicitario?
Sono Ie cosiddette "pop-up", finestre pubbIicitarie che aIcuni siti aprono suI vostro
computer, e che rimangono aperte finch non Ie chiudete espIicitamente. Sono un po'
fastidiose, e raIIentano Ia navigazione. Pertanto aIcuni browser (come Netscape,
MoziIIa, Opera) non permettono iI formarsi di pop-up, per Ia nostra comodit.

4.5 I PERICOLI DI INTERNET:

No, non vogIio creare aIIarmismi. TranquiIIi, io ho girato per mesi su internet senza che
mi capitasse nuIIa (pi o meno). Quindi Ieggete questo capitoIo con fiIosofia e
distacco. Mi sento in obbIigo di mettervi suII'avviso, ma Ieggere tutte queste disgrazie
un po' come Ieggere i resoconti dei week-end suIIe strade o un'encicIopedia medica:
o vi viene vogIia di non uscire pi di casa o vi sembrer di avere dieci maIattie diverse,
tutte insieme. Sono soIo casi particoIari, in genere non succede nuIIa. D'aItra parte
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
32
anche megIio evitare di attraversare un'autostrada a piedi di notte vestiti di nero, o
tagIiuzzarvi Ie braccia con coIteIIi rugginosi. Perci un po' di attenzione ci vuoIe, ma
non paranoia.
A) "VisibiIit" deI computer:
Oh, che beIIo! Siete in internet, e "vedete" un sacco di computer dai quaIi scaricare i
siti, e guardarIi. Ma. anche voi siete un computer connesso, e anche voi siete
visibiIi. Infatti anche a voi stato assegnato daI vostro provider un indirizzo IP (statico-
sempre queIIo- oppure dinamico- cambia ad ogni connessione), senn ogni voIta che
voi richiedete un sito ad un server. queIIo non saprebbe a chi spedirIo.
Quindi i computer si vedono, e comunicano.
AII'interno di grandi aziende, con un numero eIevato di computer, queste macchine
devono parIarsi, organizzarsi, e fare deIIe cose insieme (uno stampa, I'aItro naviga,
I'aItro fa da server interno.). Perch i computer si "parIino" e si possano dire cose
diverse e farsi fare cose diverse, esistono Ie "porte Iogiche". Esse non sono fisiche,
ma sono come deIIe cassette deIIe Iettere "interne" aI computer dove vengono
depositate richieste e ordini, e ogni porta Iogica riceve richieste o ordini di un tipo
specifico. Oppure inoItrano richieste e ordini. Le porte sono circa 64000. La porta
assegnata ad internet (http) Ia 80, per esempio, ma ne esiste pi o meno una per ogni
tipo di conversazione tra computer (tipo posta eIettronica, stampe, richiesta di
"esistenza" ecc. ecc.). Quando voi andate su internet, mettete tutte Ie vostre 64000
porte aperte a disposizione di chi vuoIe. Quando, in reaIt, ve ne serve una (aI
massimo tre se usate posta eIettronica tipo OutIook).
Non beIIo.
Cosa potrebbe succedere?
Beh, tanto per non essere drastici, pi o meno quaIsiasi disgrazia (informatica)
immaginabiIe: vi possono disconnettere iI computer, ve Io possono spegnere, possono
registrare ci che battete suIIa tastiera (compresi dati personaIi), possono Ieggersi con
comodo i vostri fiIe (e canceIIarIi, anche tutti), possono usare (!!!) iI vostro computer
per fini non puIiti (attaccare aItri computer, o usare iI vostro disco fisso come "caseIIa
postaIe" di foto sporche", e infine possono Ieggersi Ia vostra rubrica per risaIire ad
eIenchi di persone o di indirizzi e-maiI. Ovviamente, iI caso peggiore che vi
formattino iI disco fisso (formattare: in teoria "dare forma" ad un supporto magnetico
(iI disco fisso, o iI dischetto) affinch possa accogIiere dati informatici; neIIa pratica:
canceIIare tutto), con conseguente perdita sia dei dati che dei programmi, incIuso iI
sistema operativo.
Se un giorno accendete iI computer e non succede niente suIIo schermo:
non avete acceso Io schermo.
Non avete premuto abbastanza iI bottone (spegnete Ia macchina tenendo premuto
perquaIche secondo, poi riprovate ad accedere)
Vi hanno formattato iI disco fisso.
Che fare? Accendete, aprite iI CD-ROM e infiIatevi iI "disco di ripristino" fornitovi coI
computer, e seguite Ie istruzioni. Questo vi far riavere iI sistema operativo con
quaIche programma. Ma senza pi dati.
Se neanche cos funziona, chiamate quaIcuno. Ma megIio se Io chiamate quando non
appare pi nuIIa. correte iI rischio di formattare voi iI disco fisso aI momento
deII'introduzione deI disco di ripristino.
Da cosa dipende tutto ci?
Ma soprattutto, come difendersi?
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
33
Partiamo daIIa prima, da cosa dipende:
DaI vostro computer
DaII'attaccante.
Eh, I'attaccante. ce ne sono moIti, e di moIti tipi. AIcuni sono addirittura dei
programmi automatici, che scansionano costantemente un certo intervaIIo di IP e, se
trovano computer accesi, mettono in atto una serie di procedure d'attacco. Di soIito
questi sono a fini commerciaIi (anche se non proprio puIiti), che non distruggono iI
sistema ma cercano soIo di ricavare informazioni e indirizzi. Anche questo per
grave, perch Io fanno non chiedendo nuIIa ai Iegittimi proprietari deI computer.
GIi attaccanti in carne e ossa. possono essere dei ragazzini che Io fanno soIo per
sentirsi potenti (e poi gasarsi con gIi amici, un po' come fare graffiti sui muri) oppure
persone pi grandi che fanno un po' i "sicari" informatici (state moIto antipatici a
quaIcuno? EgIi potrebbe assoIdare un "sicario" per "tirarvi gi" iI computer, ma di
soIito accade soIo aIIe grandi aziende.), oppure sempIicemente un disadattato.
II vostro computer: non tanto responsabiIit deI computer, quanto deI sistema
operativo. E' infatti Iui che decide da soIo quaIi e quante porte Iasciare aperte. E'
possibiIe, in questo modo, risaIire a che tipo di sistema operativo avete, anche Ia
versione, ed esistono sistemi operativi pi o meno sicuri. II meno sicuro? Windows. II
pi sicuro? Ecco. non saprei se Mac, Linux o Unix, ma questa roba da tecnici.
Come proteggersi?
InstaIIando un "firewaII" o "muro di fuoco". II firewaII un programma che gestisce per
voi Ie comunicazioni in entrata e in uscita daIIe vostre porte Iogiche. Windows XP ha,
finaImente, impIementato un proprio firewaII che potrete attivare daI comando
appropriato. Se avete aItri windows, esistono moIti firewaII anche gratuiti che
permetteranno di compiere, aI vostro computer, un baIzo in avanti neIIa sicurezza. Ne
esistono moIti, io mi trovo moIto bene con ZoneAIarm, ma anche SeaGate e aItri fanno
iI Ioro Iavoro, perci vi rimando a quaIche amico (vostro) per farveIo instaIIare e
spiegarvi come usarIo, anche se sinceramente moIto sempIice e intuitivo. Si tratta
soIo di trovare un CD (come queIIi aIIegati aIIe riviste di computer) che Io contenga, o
scaricarIo da internet, seguire Ie istruzioni di instaIIazione e sfogIiare iI manuaIe d'uso,
niente di compIesso. Per ognuno un po' diverso, e non posso star qui a spiegarIi
tutti. Se siete in una bibIioteca, o in un auIa informatica, non dovrete fare nuIIa di tutto
ci perch (spero) tutto iI traffico da e per essa passa per un unico computer che funge
soIo da firewaII. In questo modo queI computer, se caIibrato bene,, riesce a garantire Ia
sicurezza deII'intera rete interna perch fa soIo queIIo, quindi dovrebbe farIo bene.
Per rimuovere infine aIcuni programmi "cattivi" che vi hanno instaIIato a vostra
insaputa (tipo queIIi che memorizzano i tasti premuti, queIIi che spediscono maiI ad
aItri o che prendono iI controIIo deI vostro sistema), potrete usare Spybot Search e
Destroy, oppure Ad-Aware. Idem come prima per instaIIazione e utiIizzo, ma Ia cosa
migIiore sempre chiedere un favore a quaIche amico pi esperto per poi offrirgIi Ia
merenda. O Ia cena, se simpatico. Infine, uItima cosa: ogni tanto Microsoft si rende
conto che c' quaIche "buco" nei suoi sistemi operativi e fornisce gratuitamente via
internet Ie "toppe" (dette "patch") per ovviarvi e mettere in maggiore sicurezza iI
sistema. Per scaricarIe: Avvio, Windows Update (che vuoI dire "aggiorna windows").
Si aprir Internet ExpIorer, fate ControIIa computer e poi scegIiete e scaricate i
pacchetti. Ve Io dico subito: potrebbe essere una cosa Iunga. MegIio farIo con I'amico
di sopra, aI quaIe farete anche un piccoIo regaIino.
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
34
A questo punto, dovreste essere abbastanza sicuri (ma non mai abbastanza.).
Ricordatevi, per, che iI computer pi sicuro queIIo disconnesso, e chiuso dentro un
armadio (ma che ce ne facciamo, aIIora?)
C' un uItimo punto:
B) I virus. II nome evoca gi brutte cose, come maIattie o pestiIenze. Beh, diciamo che
azzeccato: provocano "epidemie" di computer, si trasmettono via internet a
potenziaImente tutti i computer, sono programmi piccoIi che cercano di essere
invisibiIi, e adottano moIte strategie dei virus veri e propri.
Cosa sono?
Sono programmini (ma piccoIi, eh!) che di soIito senza chiedere niente a nessuno
infettano iI computer (di soIito via maiI ma anche via fIoppy o CD), prendono Ia rubrica
e si rispediscono ai vostri amici, poi aspettano un po' (da ore a giorni) e poi si
"manifestano". Manifestarsi pu voIer dire far comparire una capretta suIIo schermo, o
dei fuochi d'artificio o. formattarvi iI disco fisso.
Ci che Ii differenzia dai worm ("vermi") soIo Ia fase di reinvio: i virus via maiI o
fIoppy, i worm sfruttano invece Ie vuInerabiIit dei computer che abbiamo descritto
prima (tramite scansione di IP, riIevamento vuInerabiIit, attacco e ridiffusione).
Vedete cos come hanno funzionato iI virus I Iove you o iI worm MyDoom (che gira
ancora, sapete? Dopo quattro anni.).
Chi Ie fa, 'ste robe? Beh, moIto meno per commercio (non ci si guadagna granch),
moIto pi i ragazzini che hanno cominciato a programmare e vogIiono fare i buIIetti.
Poi finiscono in carcere e non Io fanno pi. AII'incirca.
Cosa fare? InstaIIarsi un buon antivirus, come Norton, McAfee, ma ce ne sono anche di
gratuiti: Avast!4HomeEdition queIIo che uso io, che mi d nuova definizioni di virus
ogni due giorni, fa un Iavoro ottimo e richiede poche risorse. Ma ce ne sono tantissimi
aItri che fanno Io stesso Iavoro, sempre gratis, e forse anche megIio. Chiedete sempre
aI vostro amico, se ancora vostro amico (.).
Bene, questo quanto so per Ia sicurezza minima individuaIe per navigare in internet.
Ricordatevi di scansionare iI vostro computer con antivirus e antispyware (iI nome dei
programmi come Spybot e Ad-aware) una voIta aI mese aImeno, e potreste sentirvi
abbastanza (!) sicuri.
E con questo abbiamo finito Ia parte di internet. Ci manca soIo I'e-maiI e poi. abbiamo
finito!









Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
35
5 E-MAIL

Eccoci finaImente arrivati aII'e-maiI (si Iegge imiI), Ia coIonna portante di internet. E'
infatti grazie ad essa che Ia rete ha conosciuto un vero e proprio boom, in quanto non
appena Ia si usa se ne comprende Ia potenza e Ia sempIicit.
Da non dimenticare: iI costo (di soIito gratis!).
Cominciamo come aI soIito con un po' (poca, davvero) di teoria. Che cosa vuoI dire e-
maiI?
Significa eIectronic-maiI, o posta eIettronica. Questo credo Io avrete gi sentito da
quaIche parte.
In cosa consiste? AIIora: immaginate iI vostro ufficio postaIe (enorme, per), con
migIiaia di caseIIe postaIi. Voi entrate, andate aIIa vostra caseIIa, inserite Ia chiave (Ia
password!), guardateIa posta che arrivata, un po' pubbIicit, un po' Iavoro, aIcuni
amici ai quaIi voIete rispondere; a questo punto scrivete Ie Iettere di risposta, Ie
spedite, chiudete Ia caseIIa e tornate a casa.
Le vostre Iettere saranno recapitate ai destinatari, queIIe destinate a voi Ie troverete
neIIa vostra caseIIa, e tutto gratis, senza spese di francoboIIi, carta e aItro,
comunicando potenziaImente anche con I'aItro capo deI mondo restando seduti suIIa
vostra sedia.
Grandioso, non vero?
E poi Ie maiI (sono detti cos i messaggi di posta eIettronica) Ie potete saIvare,
stampare, o girare ad aItri amici.
Ci sono comunque deIIe cose da sapere, viste Ie particoIari caratteristiche di questa
"posta":
"eIettronica", quindi -di per s- un fiIe. AIIa maiI vera e propria si potranno
quindi inviare e ricevere degIi "aIIegati", ovvero aItri fiIe che potranno essere
immagini, suoni, fogIi di testo o anche. virus! Attenzione quindi aIIe maiI che vi
arrivano da sconosciuti: cestinateIe o - quantomeno- non scaricate i Ioro
aIIegati! Ovvio, se invece Ia persona Ia conoscete potete fidarvi di pi, scaricate
gIi aIIegati, ma. Ia stessa persona potrebbe essere stata infettata senza
saperIo: fate attenzione agIi aIIegati: se Ie Ioro estensioni sono .pif, .exe o .vbs
sono quasi sicuramente virus.
Essendo "eIettronica", ha un peso quantificabiIe in bytes (e kB, MB), ed occupa,
neIIa reaIt, una porzione fisica di un disco fisso di un computer deI vostro
provider di posta. Pertanto, questo spazio non sar infinito: avr un Iimite, ed
bene -periodicamente- svuotare Ia vostra caseIIa di posta, cestinando Ie maiI
inutiIi o vecchie o magari facendo copia-incoIIa e saIvando queIIe che ci
interessano o che vogIiamo tenere.
OItre ai Iimiti di "spazio", ci sono anche queIIi di "tempo": spesso i provider di
posta impongono di guardare Ia caseIIa aImeno una voIta aI mese (o di pi,
dipende), perch in fondo vi danno deIIo spazio gratis, aImeno usateIo.
E' gratis: quaIe mezzo meno costoso di cos per farsi pubbIicit? Esistono
aIcune societ senza troppi scrupoIi che inviano miIioni di maiI ad indirizzi
casuaIi (neI senso inventati, ci sono programmi di generazione automatica di
indirizzi e-maiI, quaIcuno vero Io beccano!) per fare pubbIicit ai Ioro prodotti.
Questo fenomeno definito "spam". Prima o poi ne troverete senza dubbio
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
36
quaIcuna neIIa vostra caseIIa. Non pericoIoso, e non che quaIcuno vi
conosce o vi spia. E' soIo che ne buttano fuori taImente tante che quaIcuna
arriva a tutti. Non rispondete: se Io fate dite ai programmi di generazione che voi
esistete, e in breve sareste sommersi da decine (!) di maiI spam.

Per difendersi da queste cose una stupidaggine, ecco Ie precauzioni:

Guardate Ia maiI aImeno una voIta a settimana
Cestinate queIIe con indirizzi sconosciuti, o con oggetti tipo:
VVV111AAGGGRRRAA@1$!!! Ebbene s, esistono anche questi. CestinateIe,
tantomeno scaricatene gIi aIIegati.
Non spedite aIIegati troppo grossi (o dite agIi amici di non spedirveIi troppo
grossi: iI rischio I'intasamento deIIa caseIIa con deIIe cavoIate -vaIe
soprattutto per i giovani- magari non permettendo pi Ia ricezione di queIIe
davvero importanti.)
Usate un buon antivirus. Di soIito, comunque, i provider di posta hanno gi un
Ioro antivirus che scansiona gIi aIIegati e cestina queIIi pericoIosi (avvertendovi).
A voIte, per, non sono sufficienti.

Beh, non moIto compIesso (credo e spero!), anche se capisco che parIarvi di tutte
queste cose prima ancora che voi Ie abbiate mai viste pu essere troppo teorico,
perci vi confonde un po'. E' soIo una precauzione: dopo che avrete spedito Ie vostre
maiI, riIeggete questo capitoIo: vedrete che vi sar moIto pi chiaro.
Via con Ia pratica!

5.1 OTTENERE UN INDIRIZZO E-MAIL

Registrare un indirizzo, ottenendo una caseIIa di posta eIettronica, un'operazione da
farsi via web (ovvero internet) andando su un sito che offre questo servizio,
immettendo una serie di dati personaIi (non per pubbIicit, ma per sicurezza!) e
scegIiendo iI giusto nome deIIa caseIIa ed assegnandovi una password. Adesso
facciamoIo, passo per passo.
Avete imparato a navigare, o no? Bene, usiamo questa nostra capacit!
In ItaIia, ci sono tre o quattro siti principaIi per Ia registrazione e gestione deIIe caseIIe
di posta, anche se pure Ia vostra azienda o Universit potrebbe avere un ufficio in
grado di darvene una. Non importa, concentriamoci su queIIi pi generaIi, andate su
uno di questi tre siti:
yahoo.it
Iibero.it
msn.it
La procedura per i server di posta comunque moIto moIto simiIe, e Ia spiegazione
che segue dovrebbe essere pi che sufficiente anche per aItre nuove iscrizioni.
Pratica: andate su www.msn.it (ad esempio)
Fatto? Bene: ecco a voi iI "portaIe" (vi ricordate cosa vuoI dire?) di Microsoft Net. Offre
moIti servizi, tra i quaIi hotmaiI ("posta caIda"). CIiccate su hotmaiI, e vi troverete neIIa
pagina di Iogin. E che roba ? E' Ia pagina di controIIo (Ia "dogana", insomma), dove
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
37
voi inserirete iI vostro indirizzo e Ia vostra password per accedere aIIa caseIIa di posta.
Vi conviene metterIa nei vostri preferiti.
Questa pagina esiste anche negIi aItri server di posta, ma per esempio su Iibero gi
incIusa neI portaIe, cos pi comodo ma a voIte un po' pi Iento (ma di poco, nuIIa di
grave). Vabb, adesso dovreste inserire indirizzo e password, ma. non Ii avete!
Dovete infatti iscrivervi aI servizio: cIiccate "nuovo Account" (nuovo "conto", nuovo
riferimento). "Benvenuti su HotmaiI" e bIa bIa bIa: inserite nei campi obbIigatori Ie
informazioni che vi sono richieste (i campi non obbIigatori. se potete, trascurateIi!) e
aIIa fine vi saranno richiesti I'indirizzo e-maiI che voIete e Ia password (di soIito, per
sicurezza, ve Ia fanno mettere due voIte: dev'essere per forza uguaIe!).
Che gentili! Posso mettere l'indirizzo che voglio!
Non funziona proprio cos.
Approfondiamo un secondo un indirizzo e-maiI:
indirizzo@server.com
AIIora: Ia seconda parte (@server.com) I'indirizzo generico deI vostro provider di
posta (un po' tipo iI CAP, neIIe Iettere). Non Io si pu cambiare, aII'interno di uno
stesso provider. La prima parte, invece, pu essere quaIsiasi insieme di Iettere
(minuscoIe) e numeri, con possibiIi segni di punteggiatura (in mezzo). PossibiIi buoni
indirizzi sono:
nome.cognome@.
nomecognome@.
nomecognomeanno@.
per esempio:
paoIo.rossi@.
paoIorossi59@.
paorossi1959@. paoro227@.

Ve Io dico perch probabiIe che aIIa prima botta non vi iscriva subito a queII'indirizzo
che desiderate perch. ce I'ho gi quaIcun aItro! AIIora dovrete reinserire un indirizzo
diverso (magari anche di poco) e riprovare finch non ne trovate uno Iibero.
Mi raccomando: segnatevi su un fogIio fisico TUTTI gIi indirizzi che provate,
canceIIandoIi man mano che risuItano occupati e -fondamentaIe- Ia vostra password!
Quando sarete riusciti a trovare un indirizzo Iibero, benvenuti!
Ora siete neIIa vostra caseIIa di posta!
(O megIio: siete su una pagina internet che vi permette di espIorare Ia vostra caseIIa,
che aItro non che un insieme di fiIe [e-maiI ed aIIegati] situati su un disco rigido di un
computer. chiss dove!
Di soIito a MiIano, o a Roma, in anonimi capannoni industriaIi SORVEGLIATISSIMI
come iI pentagono.) (Non scherzo).
Cosa vi compare davanti?
Dipende: in questo caso ogni server di posta ha deIIe impostazioni grafiche diverse,
ma tutto sommato neanche tanto. Vi sprono a guardare anche gIi aItri server di posta,
per investigare e stimoIare Ia vostra curiosit neI cercare di capire come funziona
ognuno (non difficiIe, ed pi stimoIante deIIe paroIe crociate!).
Come prima, rester su HotmaiI.
Compariranno: Oggi | Posta | CaIendario | Contatti
Li esamineremo una aIIa voIta:
A) Oggi:
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
38
Questa "scheda" vi iIIustrer quante maiI avete ricevuto daII'uItima voIta in cui avete
guardato Ia vostra caseIIa. Attenzione: vi segnaIa in questa pagina soIo gIi indirizzi che
avete inserito in rubrica, perci se ricevete maiI da indirizzi sconosciuti (o nuovi.), in
questa pagina non Ie vedrete, se non attraverso un piccoIo numero.
So che un po' difficiIe, ma -credetemi- una voIta visto una stupidaggine.
Facciamo un esempio: due amici vi hanno spedito due barzeIIette e una rivista (deIIa
quaIe non avete -ovviamente- Ia maiI nei Contatti) vi dice che pervenuto iI vostro
pagamento per iI nuovo abbonamento. Cosa comparir?
Oggi avete ricevuto due maiI dai vostri contatti | 3(2)
Oggetto
Amico 1 Paperi voIanti
Amico 2 Barza Carabinieri
Fate attenzione ai numeretti in aIto a destra: 2, tra parentesi, iI numero di maiI
ricevute dai contatti, 3 invece iI numero di maiI TOTALI.
Questa pagina comoda perch potrete Ieggere subito Ie due maiI di amici cIiccando
direttamente su Amico 1 e Amico 2 (vedete che passandoci sopra iI mouse diventa una
manina?).
Per c' anche I'aItra maiI: come faccio a vederIa?
"Oggi" soIo una pagina di benvenuto.
PersonaImente preferisco "Posta".
B) Posta:
Ecco Ia vera caseIIa e-maiI, dove troverete tutte Ie e-maiI che avete ricevuto, potete
vedere Ia percentuaIe di spazio occupato da esse, comprese anche Ie maiI "vecchie"
che voIete tenere e I'eventuaIe "spam".
Vedete da subito come Ie maiI da Ieggere abbiano uno sfondo giaIIo, cIiccate suI
mittente e potrete Ieggere iI messaggio. Tornando su posta vedrete che Io stesso
messaggio ha ora sfondo bianco.
Se avete pi maiI da Ieggere vi consigIio di aprire Ia prima e andare aIIa maiI
"successiva" con Ia freccia azzurra verso iI basso (cercate, cercate.), vicino a queIIa
verso I'aIto ("Precedente") e aIIa crocetta ("EIimina": ATTENZIONE! Serve per buttare iI
messaggio corrente, quindi usateIo con cauteIa.)
Ma torniamo aIIa pagina "Posta".
Vedrete una serie di piccoIi comandino, utiIissimi per gestire Ia vostra caseIIa:
Nuovo (Messaggio, Contatto, CarteIIa), EIimina, BIocca, Trova, Sposta neIIa CarteIIa,
Contrassegna come non Ietto.
Adesso spiegher per punti ognuno di essi, magari adesso vi sar un po' noioso (vi
capisco. e mi dispiace), ma poi faremo un esercizio interessante.
1- Nuovo - Messaggio:
Ecco da dove spedire Ie maiI! E a chi Ie spedite? AgIi amici - parenti - conoscenti, ai
quaIi chiederete I'indirizzo come si chiede iI numero di teIefono.
Ma ci sono un sacco di "campi di testo": come si usano?
A: qui si scrive I'indirizzo principaIe aI quaIe mandate Ia maiI (a proposti, per fare Ia
@ schiacciate suIIa tastiera AIt Gr [non AIt!] e premete Ia o, o iI tasto dove vedete Ia @).
E' un campo che va sempre riempito con aImeno un indirizzo. Se ne mettete pi di uno
(per mandare per esempio Ia nostra foto deIIa pizza a tutti gIi amici presenti), divideteIi
con una virgoIa tra i vari indirizzi.
CC: "Per conoscenza". Serve per mandare ad aItre persone oItre aII'indirizzo principaIe
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
39
(o pi di essi). Importante: tutti gIi indirizzi "si vedono" tra di Ioro, cio sanno che Io
avete spedito anche agIi aItri.
CCN: "Per conoscenza, Non visibiIe". PersonaImente vi consigIio di usare questo per
mettere tutti gIi indirizzi oItre aI primo, perch cos non "si vedono" tra di Ioro e
rendete pi difficiIe Ia vita ai virus (se uno dei computer infettato, se Ia maiI contiene
tutti gIi indirizzi che si vedono, aIIora iI virus si rispedir a tutti; se non Ii contiene,
perch non si vedono, iI virus non si pu rispedire.).
2- Nuovo - Contatto:
Questo iI tasto per farvi inserire i nuovi indirizzi in Rubrica, ed davvero faciIe da
usare. Due raccomandazioni: non inserite i dati che non sono obbIigatori, e aIIa fine
fate "SaIva indirizzo" (controIIate sempre che sia giusto!).
3- Nuovo - CarteIIa:
Come Ie carteIIe per i fiIes, esistono Ie carteIIe per Ie maiI, per dividerIe a seconda
deII'argomento (Iavoro, barzeIIette) o deI mittente (mamma, pap).
Sono comode per fare una sorta di Archivio, ma ricordatevi che, una voIta archiviate Ie
maiI, esse continuano ad occuparvi Ia caseIIa di posta, che ha uno spazio Iimitato.
4- EIimina:
Questo tasto compare sia neIIa schermata "Posta" che durante Ia Iettura dei diversi
messaggi, ma con due modi diversi di essere usato:
- DaIIa Iettura deI messaggio I'abbiamo gi visto: EIimina operer soIo suI
messaggio che si sta Ieggendo in queI momento.
- DaIIa pagina Posta: Ie maiI che compaiono neIIa Iista possono essere sia "Iette"
(cIiccando suI nome di chi ve I'ha spedita), sia "seIezionate". Per seIezionarIe cIiccate
dentro aI quadratino che compare a sinistra di ogni mittente. Potete seIezionarIe una
aIIa voIta oppure pi aIIa voIta, e fare deIIe operazioni: EIimina, BIocca, Sposta neIIa
carteIIa, Contrassegna come non Ietto. Le operazioni saranno quindi effettuate su tutti i
messaggi che avete seIezionato.
5- BIocca:
Se ricevete una maiI di spamming (pubbIicit non desiderata) potrete evitare di
riceverne aItra da queIIo specifico indirizzo BIoccandoIo. SeIezionate Ia maiI
deII'indirizzo che voIete bIoccare, e fate BIocca. E se per sbagIio seIeziono Ia maiI di un
mio amico? NeIIa parte destra deIIo schermo vedrete Opzioni, poi Impostazioni fiItro e
da I potrete togIiere e aggiungere nomi daIIa Iista degIi indirizzi bIoccati, e saIvare
quindi queIIo deI vostro amico.
(Quando sarete abiIi, provate ad andare neIIa pagina Opzioni deIIa vostra caseIIa: ci
sono un sacco di cose interessanti, anche se pi avanzate.).
6- Trova:
Consente di trovare tutte Ie voIte che una paroIa si ripete neIIa vostra caseIIa, o neIIe
varie maiI (per esempio:ricetta.)
7- Sposta neIIa carteIIa:
Questo tasto sfrutta sempre Ia possibiIit di seIezionare prima Ie maiI da spostare
(archiviare) neIIe carteIIe che avrete (prima) creato. Non indispensabiIe, ma
potenziaImente utiIe.
8- Contrassegna come non Ietto:
A me serve per "sottoIineare" deIIe maiI che vogIio riprendere in seguito
C) Contatti:
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
40
Qui vedrete tutta Ia Iista degIi indirizzi che voi avete saIvato. Se cIiccate suI Nome
Abbreviato andrete aIIa scheda personaIe aIIegata ad ogni indirizzo, se invece cIiccate
direttamente suII'indirizzo andrete aIIa pagina di compiIazione deIIe maiI.
In questa pagina potrete inserire anche nuovi contatti o nuovi gruppi.
Esercizio: chiedete ad amici e parenti Ia Ioro maiI, date Ioro iI vostro indirizzo e
cominciate a scrivervi anche soIo due righe: vedrete che divertente!
E iscrivetevi aIIe NewsIetter (maiI periodiche di informazione su un dato argomento):
aIcune vaIgono davvero Ia pena!
Spero che questo piccoIo manuaIe vi sia stato utiIe, e un po' divertente oItre che un po'
noioso.
Vi faccio un grosso in bocca aI Iupo per iI computer: e ricordatevi che in futuro Ia
creazione dei computer sar paragonata aII'importanza deIIa stampa a caratteri mobiIi
e aIIa rivoIuzione industriaIe! State vivendo Ia storia!





















Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
41
6. VOCABOLARIO

Hardware: I'insieme degIi eIementi fisici di un computer (scheda madre, CPU,
disco fisso, ecc.)(hard = duro).
Antivirus: programma che scansione sia deI disco fisso che dei fiIe in ingresso e
in uscita daI computer, voIto ad evitare infezione, residenza e repIicazione dei
virus. Si basa su un database per iI riconoscimento dei fiIe riconosciuti come
contenenti virus.
AppIicazione: v. Programma.
Aprire un fiIe: farIo Ieggere daI programma apposito, che permetta di visionarIo
ed eventuaImente modificarIo.
Barra deIIe appIicazioni: porzione deIIo schermo, in basso, che contiene i
puIsanti di tutte Ie appIicazioni attive suI computer. Serve per tenerIe sotto
controIIo, e per passare veIocemente daII'una aII'aItra.
Barra di scorrimento: sia orizzontaIe che verticaIe, divisa in cursore e barra
vera e propria. La barra rappresenta iI 100% deI documento, iI cursore Ia
percentuaIe visuaIizzata (proporzionaIe a 100). UtiIe neI caso in cui iI documento
sia pi grande deIIa finestra di visuaIizzazione.
Bit, byte, kB, MB, GB: iI bit I'unit fondamentaIe sia dei caIcoIi tra numeri binari
che deIIa rappresentazione deIIe Iettere. E' o 1 o 0, e ci permette aI computer di
interagire con informazioni e dati. Una Iettera formata da 8 bit, e questo
insieme definisce un byte. 1 kB sono 1000 byte, 1 MB sono un miIione, 1 GB un
miIiardo. Sono Ie unit di misura deII'estensione (intesa stavoIta come "peso") di
fiIe e programmi.
Browser: programma di navigazione in internet, deputato aII'invio deIIe richieste
deIIe pagine ai computer server e aII'eIaborazione e visuaIizzazione dei fiIe HTML
ricevuti in risposta.
Campo di testo: zona rettangoIare a sfondo bianco aII'interno di una pagina web,
aI cui interno possibiIe scrivere deI testo. Serve a scambiare informazioni (e
maiI) in internet.
CanceIIare: aII'interno di un editor di testo, premere per canceIIare Ie paroIe a
sinistra deI puntatore (una Iettera aIIa voIta), Canc per canceIIare queIIe a destra
deI puntatore.
CarteIIa: contenitore di fiIes.
CD-ROM: unit di memoria ottica in grado di memorizzare (tramite iI processo di
masterizzazione, ovvero registrazione di un CD) fiIes e programmi fino ad un
massimo di 800 MB.
Chat: ovvero "chiacchiera", Iuogo "virtuaIe" come iI forum, in cui si pu scrivere
a quaIcuno, rispondere ad aItri, chiacchierando o facendo discorsi seri. E' una
piazza. Per entrarvi bisogna iscriversi (pi o meno come Ia maiI), e Iasciare un
proprio "nickname" (o soprannome). Usata per incontri e chiacchiere, serie o
meno, soprattutto tra adoIescenti. Le chat sono state moIto criticate come
potenziaIe bacino di pedofiIi (si possono dare dati faIsi, spacciarsi per Ioro
coetanei ecc ecc.). AIcune per sono moIto serie, conosco coppie conosciutesi
in chat.
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
42
CIiccare: premere una voIta coI tasto sinistro. GeneraImente Io si fa per premere
un bottone. Doppio cIick: cIiccare due voIte veIocemente. GeneraImente Io si fa
per avviare un programma. CIiccare coI tasto destro: Io si fa per aprire una
tendina di operazioni aggiuntive (eIimina, rinomina, Nuovo.)
CPU: o Processore, Ia vera unit di caIcoIo deIIa macchina, che permette Ie
eIaborazioni. E' controIIata sia via hardware (preprocessore) che via software
(.).
Database: eIenco di fiIe, organizzati secondo regoIe specifiche. Per esempio, se
Ie pagine giaIIe fossero soIo informatiche (e sono anche cos), esse sarebbero
un database di nomi correIati a numeri di teIefono e indirizzi.
Desktop: Io schermo deI computer cos come appare una voIta finito iI processo
di accensione deIIa macchina, senza nessun programma avviato oItre aI sistema
operativo.
Dischetto: o fIoppy, unit di memoria in grado di memorizzare (magneticamente)
fiIe e programmi fino ad un massimo di 1.44 MB.
Disco fisso: supporto magnetico dove sono registrati (e Ietti) tutti i fiIe deI
computer, siano essi documenti o programmi (compreso iI sistema operativo).
Driver: piccoIo programma che permette Ia comunicazione tra periferica e computer.
Ogni periferica ha iI suo driver specifico aIIegato (nonostante iI sistema operativo
possieda gi una coIIezione di driver generici).
DVD-ROM: unit di memoria ottica in grado di memorizzare fiIes e programmi
fino ad un massimo di 9 GB.
Editor di testo: programma che permette Ia Iettura, Ia modifica e iI saIvataggio di
fiIe di testo.
EseguibiIe: v. Programma.
Estensione: insieme di caratteri posti aIIa fine deI nome di un fiIe (e separati da
esso da un punto) che definiscono Ie caratteristiche e Ia codifica deI fiIe stesso.
Far partire un programma: caricare suIIa RAM deI computer un determinato kit
di operazioni (kit precostituito di operazioni, detto programma) da poter
compiere su un determinato tipo di fiIe (per esempio di testo, o immagini.).
FiIe: insieme organizzato di bit (registrato) in grado di contenere e trasferire
deIIe informazioni.
Finestra: riquadro deIIo schermo aII'interno deI quaIe viene visuaIizzata
I'interfaccia di un programma con (in genere) anche iI fiIe in Iavorazione.
FirewaII: "muro di fuoco", protegge Ie porte Iogiche deI computer suI quaIe in
funzione. Non permette perci iI Ioro utiIizzo per scopi iIIeciti o comunque non
permessi daII'utente stesso.
Formattare: dare una forma. Se appIicato a supporti di memoria, questo
significa canceIIare tutti i dati contenuti precedentemente aII'interno.
Forum: piazza "virtuaIe" su internet in cui ognuno pu scrivere ci che pensa
(di soIito c' un tema.), Ieggere ci che hanno scritto gIi aItri, rispondere ad
aIcuni, fare domande. E' come una chat, ma di soIito a tema.
Indirizzo IP: indirizzo deI computer aII'interno di internet da parte deI rispettivo
provider. Pu essere fisso (sempre Io stesso) oppure dinamico, a seconda deI
numero di indirizzi disponibiIi daI provider e deI numero di navigatori che Ii
usano in queI momento.
Linguetta: metodo di presentazione dei dati, generaImente divisi appunto in
Iinguette come se fossero divisi in capitoIi. Ogni Iinguetta (fogIio) ha un titoIo,
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
43
cIiccando sopra iI quaIe si rende visibiIe queIIa Iinguetta (una aIIa voIta) che
contiene quei dati.
Link: o coIIegamento, una paroIa (o una frase) aII'interno di una pagina web
che, se cIiccata, vi reindirizza ad una nuova pagina correIata.
Login: pagina contenente i campi di testo da riempire (con Ie paroIe e i numeri
giusti) per avere iI permesso per entrare neIIe zone protette deI sito stesso.
MaiI: posta, in questo caso eIettronica.
Masterizzazione: iI supporto ottico registra gIi 1 e 0 dei fiIes sottoforma di
Iunghe spiraIi incise suIIo specchio. 1 rifIette, 0 non rifIette (specchio opaco). La
masterizzazione iI processo di opacizzazione deIIo specchio tramite invio di
un raggio Iaser ad aIta energia che fonde queI punto. La grandezza deI raggio
Iaser (in manometri) distingue un CD da un DVD (DVD: Iunghezza d'onda
minore, punto focaIizzato pi piccoIo, maggiore quantit di dati suIIo stesso
supporto).
Modem: MOduIatore-DEModuIatore, permette (attraverso iI proprio driver) aI
computer di comunicare tra di essi attraverso Ia Iinea teIefonica.
Mouse: periferica di controIIo deI "puntatore" visibiIe suIIo schermo sottoforma
di freccia. Possiede generaImente due tasti e una roteIIina per compiere diverse
operazioni.
NewsIetter: maiI periodica di aggiornamento per un dato argomento o passione
comune, che pu andare daIIe autovetture agIi eventi presenti neIIa propria
citt.
Password: "ParoIa chiave", paroIa specifica, soIitamente compIessa, che
permette I'accesso ad aree riservate di certi siti internet. Serve per evitare che
certi dati siano visibiIi a tutti.
Patch: piccoIi programmi, o porzioni di essi, che servono a migIiorare o
compIetare un programma gi esistente. Sono riIasciate direttamente daIIe case
produttrici deI programma ( o deI sistema operativo) e di soIito gratuite.
Periferiche: unit hardware di tipo informatico (stampanti, scanner, modem,
macchine fotografiche) coIIegate aI computer centraIe.
PIug-in: programmi ausiIiari deI browser, soIitamente deputati aIIa
visuaIizzazione di immagini in movimento
Pop-up: pagine pubbIicitarie non richieste che si aprono automaticamente
aII'apertura di certi siti internet, voIte aII'autofinanziamento dei siti stessi.
Porte Iogiche: aperture virtuaIi aII'interno di un computer deputate aIIo scambio
di ordini e informazioni tra computer stessi. UtiIi aII'interno di un ufficio, sono
fonte di vuInerabiIit se esposte ad internet senza protezione.
Programmi: unit software in grado di sfruttare Ia potenza di caIcoIo deIIa
macchina per fare deIIe eIaborazioni/ modifiche/ creazioni dei fiIes attraverso
una data sequenza di operazioni.
Provider: "Provveditore", coIui che provvede, fornisce. -Internet: intermediario
per iI vostro accesso internet. L'accesso pu essere gratuito (si paga soIo Ia
teIefonata urbana) per connessioni a 56 kB/sec, o a pagamento per veIocit
superiori (ISDN, ADSL). -Di posta: portaIe di servizio e-maiI (o anche server di
posta), soIitamente gratuito a meno di servizi specifici.
RAM: unit di memoria temporanea, dove sono caricati tutti i programmi in uso
e i fiIe in Iavorazione. Pi grande e pi Ia macchina potr gestire programmi
compIessi e fiIes estesi.
Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
44
Riavviare: spegnere e riaccendere Ia macchina in successione. E' necessario
farIo quando Ia macchina commette un errore interno ("si pianta") o quando si
sono instaIIati dei nuovi programmi di una certa importanza (in ambiente
Windows).
SaIvare: registrare iI fiIe in attuaIe Iavorazione suI disco fisso. Ci permette di
ritrovare iI fiIe cos come Io si era Iasciato, di Iavorarci sopra di nuovo e di
sovrascriverIo per saIvarIo neIIa nuova forma. E' un'operazione fondamentaIe.
Scanner: periferica che consente ("tipo fax") di fare una copia digitaIe di
un'immagine (Iibro, foto) in modo da poterIa trattare con iI computer (saIvare,
spedire, ritoccare) con appositi programmi.
SeIezionare: fiIe: fare cIic singoIo sopra di esso/ testo: trascinare iI puntatore
deI mouse/messaggi e-maiI: fare un cIic aII'interno deI quadratino a sinistra deI
mittente.
Server: servitore, generaImente iI computer che, una voIta interrogato,
fornisce Ie pagine web (attraverso programmi specifici). II computer che Ie
riceve viene detto "cIient".
Sistema operativo: insieme dei programmi base per iI funzionamento e Ia
gestione deI computer. E' indispensabiIe.
Software: I'insieme dei programmi che consentono iI funzionamento vero e
proprio deIIa macchina (caIcoIi, trattamento dati, interfaccia utente.) (Soft =
morbido).
Spyware: programma simiIe, in funzionamento, ad un antivirus, cambia soIo
I'obiettivo. NeI Ioro caso si tratta di programmi di spionaggio (trojan,
keyIogger.).
Stampanti: periferiche in grado di stampare (ma dai.)
Trascinare: trasportare un fiIe o una carteIIa da una finestra ad un'aItra, oppure
aII'interno di aItre carteIIe. Lo si fa durante Ia gestione deII'archivio personaIe,
tenendo cIiccato sopra iI fiIe in questione e (tenendo premuto) spostandoIo
sopra Ia carteIIa neIIa quaIe Io si vuoIe. Si pu fare anche tramite Copia-IncoIIa e
poi EIiminando iI fiIe daIIa vecchia carteIIa.
Username: "nome utente", iI nome di riferimento per queIIa data funzione.
Virus: piccoIo programma autorepIicante avente funzione distruttiva o
comunque di disturbo deIIa normaIe funzione deI computer. Loro metodo
repIicativo principaIe Ia maiI.
Webcam: camera web, videocamera a bassa risoIuzione che permette di
monitorare attraverso un sito cosa succede anche a migIiaia di chiIometri di
distanza, aggiornando in modo automatico I'immagine da visuaIizzare ogni tot
secondi o minuti.
Worm: v. virus, ma con diverso metodo autorepIicativo che consta neIIa
scansione deIIa vuInerabiIit deIIe porte Iogiche di un dato range di indirizzi IP
precostituiti (o autogenerati).







Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine
45
7. INDICE:

1. GENERALE
1.1 COME ACCENDERE IL COMPUTER
1.2 COME SPEGNERE IL COMPUTER
2. DESCRIZIONE GENERALE DEL COMPUTER UNA VOLTA ACCESO
2.1 IL MOUSE E LA TASTIERA
2.2 IL DESKTOP
2.3 I PROGRAMMI
2.4 LE FINESTRE
2.5 I FILES
2.6 MANUTENZIONE GENERALE
3. WORD
3.1 PRESENTAZIONE DELLA FINESTRA
3.2 SCRIVERE
3.3 I MENU A SCOMPARSA
3.4 STAMPA
3.5 I DRIVERS
4. INTERNET
4.1 PROBLEMI DELLA RETE
4.2 PROBLEMI DEL COMPUTER
4.3 NAVIGAZIONE
4.4 COME MUOVERSI TRA SITI E PAGINE
4.5 I PERICOLI DI INTERNET
5. E-MAIL
5.1 OTTENERE UN INDIRIZZO E-MAIL
6. VOCABOLARIO
7. INDICE



Ufficio per l'Innovazione e la Diffusione delle nuove procedure informatiche

Resp. Dr. Raffaele BANDIERA Tel. 0812527313
raffaele.bandieraagenziadogane.it

Ref.Tecnico Sig. Antonio PERNA Tel. 0812527317
antonio.pernaagenziadogane.it


Comune di Binetto
realizzato in proprio da Michele Peragine