Sei sulla pagina 1di 2

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012 TRENTINO

Valsugana Primiero

27

Borgo, prima stagione positiva per lostello sportivo


BORGO

La nuova struttura

Il brutto tempo non ha fermato le migliaia di persone giunte al palazzetto dello sport di Borgo per lannuale gara ciclistica della Coppa dOro, e nemmeno gli organizzatori si sono persi danimo, inaugurando per cos dire ufficialmente il nuovo ostello sportivo. Ufficialmente in quanto gi da fine giugno si

era iniziato ad utilizzare la nuova struttura. Ma si voluto per cogliere loccasione della manifestazione ciclistica per presentarla in pompa magna. A fare gli onori di casa Michele Tessaro, anima della societ che ha in gestione il Palazzetto dello Sport di Borgo, e uno dei primi a credere nelle possibilit di un ostello posto alinterno di una struttura sportiva. Vista

lungimirante, la sua, dal momento che in qualche mese di attivit ha visto ospiti squadre come il Modena Calcio, lo Slavia Praga e la rappresentanza nazionale italiana di pallavolo, solo per citarne alcuni. Le squadre hanno infatti approfittato della nuova struttura ricettiva e della sua vicinanza con limpianto sportivo e le sue palestre per eleggere Borgo Valsu-

gana meta dei propri ritiri. Un iniziativa, come lha quindi definita lassessore Mellarini, intelligente e moderna, che va ad integrarsi, e non certo a sostituirsi, alle strutture alberghiere esistenti. Il nuovo ostello, posto a lato Sud della struttura sportiva un edificio di ultima generazione: costruito completamente in legno, con pannelli solari e

fotovoltaici, ha una capacit ricettiva di 14 stanze, per un totale di 54 posti letto, sala da pranzo da 100 posti, sala conferenze e uffici. Mellarini ha inoltre sottolineato come strutture simili stiano sorgendo anche in Vale di Cembra e in Valle del Chiese a conferma di un modello alternativo di turismo anche sportivo in cui il governo provinciale crede molto e che sta sostenendo, visto che il modo migliore per fare conoscere il nostro Trentino attraverso le discipline sportive. (l.c.)

Super Valsugana, nuovo schianto


Furgone si ribalta e colpisce unautovettura: grave una donna. Ed ancora allarme sicurezza
di Luigi Carretta

IN BREVE
barco di levico

Cabaret con Super Mario


Questa sera alle 21 a Barco di Levico, cabaret con SuperMario, accompagnato dalla preziosa collaborazione di Andrea Lelli, con la musica live. Il tutto sotto una rassicurante e calda struttura. Ospite della serata con una sua spassosissima fiaba anche nonna Nunzia.
castello tesino

Per il lago di Levico unestate davvero bollente

BORGO VALSUGANA

E di 28,3 C il massimo stagionale della temperatura dellacqua di superficie del lago di Levico, raggiunto nel tardo pomeriggio del 22 agosto (prima naturalmente della rottura dellestate che si verificata nelle ultime ore). Il dato stato rilevato da Giampaolo Rizzonelli, responsabile del sito internet www.meteolevicoterme.it con un termometro di precisione, ad una profondit di circa 40 centimetri. Un dato estremo che contrasta con il gelo registrato tra la fine gennaio e fine febbraio 2012 quando sul lago si form uno strato di ghiaccio spesso fino a 14 centimetri.

Ancora un grave incidente sulla strada statale 47, da tempo ormai nel mirino di amministratori e abitanti per la sue pericolosit e per essere ormai, inadeguata a sopportare i grandi volumi del traffico che ogni giorno percorre la Valsugana. Lincidente avvenuto alle porte di Borgo, qualche minuto prima di mezzogiorno lungo la corsia che porta verso Trento, coinvolgendo un furgone e un macchina con due persone a bordo. La dinamica: il furgone ha colpito con violenza, frontalmente, lo spartitraffico posto tra la ss 47 e lo svincolo che porta alla zona industriale di Roncegno segnalato da un grosso paracarro di colore giallo. Immediatamente dopo lurto il furgone sbandato verso la statale della Valsugana, andando a colpire una macchina che transitava in quel momento nella stessa direzione con due persone a bordo, marito e moglie provenienti da Canale dAgordo, in provincia di Belluno. Lurto con il fianco destro della macchina mandava letteralmente in pezzi la fiancata destra di questultima, con il lunotto anteriore che nella compressione esplodeva. Lauto ha comunque continuato la sua corsa per qualche decina di me-

Mercatino dellusato
Ultimo appuntamento oggi con il mercatino dell'hobbistica e dell'usato di Castello Tesino. L'iniziativa si terr lungo via Dante ed rivolta alle persone maggiorenni non titolari di partita Iva e hobbisti che intendono proporre i loro oggetti usati o da loro realizzati. (s.f.)
SAN MARTINO DI CASTROZZA

Il furgone ribaltato

Lauto distrutta

tri, fortunatamente senza ribaltarsi, mentre il furgone finiva la sua corsa contro lo spartitraffico in cemento. Le conseguenze peggiore le ha avute la donna che in quel momento si trovava sul lato del passeggero, che bench avesse la cintura di sicurezza allacciata subiva un urto al capo e la frattura del braccio destro, oltre a varie contusioni sul lato sinistro del corpo. Sul posto interveniva immediatamente il 118, allertato dagli automobilisti presenti sulla scena che hanno avvertito immediata-

mente i soccorsi. In breve giunta anche la pattuglia della Polizia Locale di borgo Valsugana, che ha provveduto subito a deviare il traffico verso la zona industriale di Roncegno mentre i vigili del fuoco intervenivano per ripulire la strada dai rottami. La donna - Erina Dalle Feste - stata quindi trasportata allOspedale Santa Chiara con lelicottero del 118, immediatamente allertato e giunto anchesso sul posto dopo una manciata di minuti. Le sue condizioni, bench gravi, non sono fortunatamente tali

da metterla in pericolo di vita, mentre i conducenti dei due mezzi hanno riportato solo conseguenze trascurabili. Questo ennesimo incidente rafforza le richieste degli amministratori della zona sulla necessit di realizzare una nuova arteria, come la Valdastico, che possa effettivamente alleggerire la pressione del traffico sulla Valsugana (che va comunque messa in sicurezza) con un aumento della sicurezza stradale, ogni giorno sempre pi a rischio.
RIPRODUZIONERISERVATA

Riaperta la pista di Go-Kart


La San Martino Services comunica che la pista di noleggio Go-Kart a San Martino di Castrozza stata regolarmente riaperta dopo aver attivato tutte le prescrizioni richieste dalla Provincia. La pista sar aperta fino a domenica prossima dalle 10 e 30 alle 12 e 30 e dalle 14 e 30 alle 19 e 30. (r.b.)

Angeli della montagna in festa


Primiero, i sessantanni del soccorso alpino: Grazie per la vostra generosit
PRIMIERO

Comunit in festa ieri in Primiero per i sessantanni del soccorso alpino locale. I volontari hanno festeggiato lanniversario alla loro maniera: simulando un intervento con lelicottero in parete. Accanto al presidente dei soccorritori del Primiero, Flavio Piccinini, il presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, che ha sottolineato con un applauso la dichiarazione di appartenenza allidentit alpina: Il Soccorso alpino racchiude in s il segreto delle realt di successo, ovvero la preparazione e la professionalit, e la forza del volontariato. La stazione Primiero e San Martino del soccorso alpino trentino fu costituita 60 anni fa (1953) da Michele Gadenz, che riun attorno a s una quindicina di alpinisti e appassionati di montagna. Da quei giorni - ricorda Flavio Piccinini, responsabile di zona del Soccorso alpi-

Un momento della festa di ieri in Primiero

Dellai ringrazia i soccorritori del Primiero

Unoperazione di soccorso

no - sono cambiate molte cose, ma due aspetti sono rimasti fermi: la montagna con la sua bellezza e i suoi pericoli e la generosit dei soccorritori. Ma i numeri sono molto diversi: nel 1952, anno di fondazione della

sezione, ci furono 5 interventi in tutto il Trentino, gli stessi che ora vengono effettuati, solo in Primiero, in una bella giornata dagosto, come ha ricordato Piccinini. Oggi, il Soccorso alpino del

Primiero conta tre stazioni (Caoria, Primiero e San Martino di Castrozza), per un totale di 60 soccorritori di et tra 25 e i 40 anni, e ununit cinofila per la ricerca valanghe. A guidare le tre sezioni ci sono Walter Loss

(Cauria), Davide De Paoli (Primiero) e Massimo Zortea (San Martino di Castrozza). Ogni anno i volontari portano a compimento allincirca un centinaio di interventi, concentrati in gran parte destate. Fare parte del soccorso alpino - ha spiegato Johnny Zagonel, presidente della Sezione Primiero della Sat - ha un significato particolare. Ogni volta che arriva una richiesta di aiuto, agiamo come se fosse un no-

stro parente in pericolo. Siamo orgogliosi di voi - ha ricordato il presidente Lorenzo Dellai - il soccorso alpino frutto di uno spirito solidale verso la comunit, un valore che il volontariato porta con s. Purtroppo la storia del soccorso alpino non sempre una storia felice, fatta anche di tragedie perch queste persone non si fermano davanti ad una richiesta di aiuto e la montagna un ambiente, talvolta insidioso.

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012 TRENTINO

Sport

47

Schiacciatore sloveno, ultimo acquisto


Trentino Volley: Chritanski il figlio dellallenatore del Tirol Innsbruck. Superato il primo test con i nuovi compagni
di Nicola Baldo
TRENTO

Ed ora la Trentino Volley fatta. Anche l'ultima casella, quella del quarto schiacciatore, stata ora riempita. A colmare quest'ultima lacuna lo sloveno Stefan Chritanski Junior, classe 1989, che la squadra trentina si portata a casa dal Tirol Innsbruck. Toccher a lui, figlio dell'allenatore di Innsbruck nonch commissario tecnico della nazionale slovacca, completare il pacchetto degli schiacciatori a disposizione di Stoytchev e Serniotti insieme a Kaziyski, Juantorena e Lanza. Si cercava un giovane futuribile ed un giocatore cos arrivato, si tratta infatti di un 23enne con ancora ampi margini di crescita. Ma si cercava un ricettore puro, uno simile a Della Lunga che potesse in caso di necessit puntellare la ricezione, invece arrivato Chritanski che giocatore completo ma avvezzo anche ai fondamentali di attacco e battuta. Il giocatore arrivato in citt nei giorni scorsi, si allenato qualche giorno in prova con la Diatec finch Stoytchev non ha dato il proprio ok all'acquisto di questo ragazzo: si tratta sicuramente di una valida alternativa

Stefan Chritanski in attacco al PalaTrento

quando bisogner far riposare Juantorena e Kaziyski. Sono un atleta innamorato di questo sport; non mi piace soltanto giocare a pallavolo, mi piace anche guardare pi partite possibili si

presenta cos Stefan Chritanski Jr. in un perfetto italiano -. E sempre stata la mia passione e ho cercato di portare con me questo forte sentimento anche in palestra. Non vivo gli allenamenti o le gare con

grande stress addosso, mi godo tutto e riesco ad essere piuttosto tranquillo anche nei momenti delicati di una gara. Lo slovacco, che indosser la maglia numero 15, il terzo giocatore del suo Paese a giocare a Trento dopo l'opposto Chocholak e dopo il centrale Richard Nemec. Per lui, finora, sei stagioni in maglia Tirol Innsbruck ed un palmares personale che annovera quattro campionati austriaci (dal 2009 al 2012), due Mezva Cup (2009 e 2012) e l'European League del 2011 con la maglia della Slovenia ai tempi di Emanuele Zanini in panchina. Conosco bene l'italiano spiega ancora Chritanski perch quando ero piccolo mio padre Stefan (ci chiamiamo allo stesso modo, ecco perch io sono junior) ha giocato per tre stagioni in A2 fra Citt di Castello e Fano e io ovviamente lho seguito iniziando a parlare italiano. Ho continuato a coltivare la vostra lingua anche ad Innsbruck, perch in squadra ho sempre avuto compagni stranieri che conoscevano litaliano. Nella citt austriaca sempre stato il secondo idioma ufficiale dopo il tedesco. Non quindi stato difficile accettare subito la proposta di Trento.

Assolutamente no, ne ho parlato con mio padre che da diversi anni anche il mio allenatore e ho capito che questa era unoccasione da prendere al volo. Sono arrivato a Trento gi da una settimana, ho lavorato col gruppo in prova per qualche giorno e tutto andato bene quindi sono rimasto qui. Sono particolarmente contento e motivato. Per me stato semplice accettare questa destinazione, perch Trentino Volley stata la squadra che negli ultimi quattro anni ha vinto di pi a livello internazionale ed ha saputo rimanere costantemente fra le migliori del mondo. Lo ripeto, unopportunit importante per me essere a Trento: dar sicuramente il massimo. La squadra trentina ha terminato con l'arrivo dello slovacco non solamente la propria campagna acquisti, ma anche la terza settimana di lavoro. Si ricomincer al PalaTrento domani sera una settimana che vedr il ritorno a Trento anche di Emanuele Birarelli dopo il matrimonio e il viaggio di nozze negli Stati Uniti. Oggi, invece, si conosceranno le avversarie della Diatec nel girone eliminatorio del Mondiale per Club di Doha.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TransalpinRun Egarter-Theiner coppiaregina


BOLZANO

LAlto Adige ha posto il sigillo sulla prima tappa della Gore-Tex Transalpine Run, la gara di corsa in montagna che in otto giorni attraversa la catena alpina. I 500 partecipanti percorreranno ben 320 km e supereranno 15.000 metri di dislivello. Nella prima tappa, da Ruhpolding in Baviera a St.Johann nel Tirolo di 49,60 km, Elisabeth Egarter di Sesto Pusteria e Petra Theiner di Marlengo hanno tagliato solitarie il traguardo precedendo, dopo 5 ore 3525, il duo tedesco-ungherese Gitti Schiebel e Ildik Wermescher. A oltre 18, le austriache Jutta Buschmann e Kristin Berglund. Nella categoria Senior Master terzi i detentori del titolo, il venostano Rudi Schpf ed il tedesco Hans Hrmann alle spalle di Rolf Schlachter ed Eugen Sinz. A oltre mezzora Hermann Schaiter della Valle Aurina in coppia con Peter-Paul Steinhauser. Quinta tra i Mixed la coppia formata dalla plurivincitrice, Irene Senfter di Lana e Stefan Tschurtschenthaler di Sesto Pusteria.

di Luca Franchini
BORGO

CICLISMO

Nemmeno la pioggia ha fermato l'entusiasmo dei 1023 mini corridori che, ieri a Borgo, hanno preso parte all'11 edizione della Coppetta d'Oro, gara per Giovanissimi che da 10 anni si presenta come ricco antipasto della Coppa d'Oro, in programma domenica prossima. Quella di ieri stata l'edizione dei record per la manifestazione organizzata dal Vc Borgo, che ha chiuso al quarto posto (e migliore delle regionali) nella classifica per societ dominata dai campioni italiani in carica del Villongo (Bergamo), con il premio del vincitore assegnato al diesse Davide Caldara. Il Villongo ha primeggiato con 130 punti, davanti a Costamasnaga (111), Sprint Vidor (88) e Borgo, che ha mancato il podio per soli 6 punti. Nelle prime dieci anche Cembra, Dro e Mendelspeck (rispettivamente 6, 7 e 8), mentre per quanto riguarda le singole gare, da applausi i successi di Thomas Capra (G1) e Maurizio Cetto (G3), che hanno regalato una gioia alla societ organizzatrice. Bella affermazione anche per Barbara Malcotti della Sc Storo e per Gabriele Zadra del Mendelspeck, entrambi a braccia alzate tra i G6. Domenica prossima toccher alla Coppa d'Oro, con 450 atleti al via. Il giorno prima, invece, sar la volta di Coppa Rosa (circa 200 Allieve al via) e Coppa di Sera per Esordienti (400 partenti). Le classifiche della Coppetta d'Oro con i primi 3 classificati di ogni batteria ed i migliori atleti regionali. G1 F: 1. Anna Zanin (Villaverla); 2. Sara Capoferri (Villongo); 3. Teresa Cazzola (Villaverla); 4. Greta Grifeo (Volano); 5. Sara Piffer (Montecorona). G1 M1: 1. Edoardo Camatta (Moro Chain); 2. Matteo Le Brum (Isonzo); 3. Federico Zanandrea (Mosole); 8. Alessandro Cristoforetti (Zambana); 9. Valentino Kamberaj

LaCoppettadoro aicampionidelVillongo
(Zambana). G1 M2: 1. Thomas Capra (Vc Borgo); 2. Thomas Del Frate (Carube); 3. Alessandro Cecchin (Uc Lupi); 11. Gianluca Ravanelli (Cembra). G2 F: 1. Serena Semoli (Valdarnese); 2. Valentina Merler (Cembra); 3. Elena Tomio (Borgo); 4. Jessica Simeoni (Uc Lupi); 5. Carlotta Trentin (Borgo); 7. Andrea Casagranda (Borgo); 10. Stefania Missiaggia (Mendelspeck). G2 M1: 1. Matteo Frosio (Nuvolento); 2. Federico Tampelin (Ped. Scaligero); 3. Lorenzo Cazzaniga (Gardolo); 5. Andrea Dallago (Alto Adige); 9. Michel Moser (Dro). G2 M2: 1. Cesare Chesini (Ausonia); 2. Daniele De Laurentis (Villongo); 3. Matteo Scalco (Sandrigosport); 5. Massimo Bridi (Mezzocorona); 8. Riccardo Baldo (Volano); 9. Christian Piffer (Montecorona). G3 F: 1. Nicoletta Cadei (Villongo); 2. Costanza Scatton (Ped. Flaibanese); 3. Angelica Vigani (Villongo); 6. Valentina Zuani (Mori); 10. Melissa Grassi (Sc Storo); 12. Vittoria Pietrovito (Mori); 13. Martina Coser (Vc Trentino). G3 M1: 1. Maurizio Cetto (Borgo); 2. Alessandro Belussi (Villongo); 3. Andrea Scalcon (Marostica); 10. Simone Marocchi (Dro); 13. Andrea Dalvai (Borgo). G3 M2: 1. Matteo Menegaldo (Bannia); 2. Filippo Vanoni (Gs Prealpino); 3. Davide De Paoli (Costamasnaga); 10. Niccol Casagranda (Borgo); 13. Emil Giovannini (Cembra); 14. Angelo Salvadori (Storo); 16. Nicola Dalsass (Gardolo). G3 M3: 1. Bryan Olivo (Bannia);

In gara a Borgo oltre mille miniciclisti

La squadra del Villongo che ha vinto la Coppetta doro

2. Lorenzo Piosella (Costamasnaga); 3. Luca Gregori (Ped. Scaligero); 5. Matteo Deromedis (Aurora); 6. Daniel Ferrari (Storo); 8. Leo Benedetti (Mori); 9. Filippo Bertotti (Forti e Veloci); 13. Davide Cetto (Borgo). G4 F: 1. Lara Crestanello (Sc Piovene); 2. Michela Giacometti (Uc Lupi); 3. Lara Scarselli (Cicl. S Miniato); 4. Federica Braito (Borgo); 6. Kristel Sandri (Borgo); 7. Giada Benedetti (Mori); 11. Elisa Tonelli (Dro); 12. Vasilica Calu (Dro). G4 M1: 1. Lorenzo Peschi (Gs Stradella); 2. Marco Cao (Bosco di Orsago); 3. Cristofer Pellegrini (Montecorona); 7. Riccardo Trentin (Borgo); 9. Francesco Leoni (Dro); 10. Samuel Roner (Cembra); 11. Francesco Bortolotti (Dro); 15. Nicola Campestrini (Aurora). G4 M2: 1. Andrea Vaninetti (Villongo); 2. Giovanni Reghin (Montebellu-

na); 3. Giacomo Villa (Costamasnaga); 10. Mario Grifeo (Volano); 12. Simone Santoni (Dro); 17. Mario Tait (Mezzocorona). G4 M3: 1. Christian Pase (Pasiano); 2. Davide De Pretto (Sc Piovene); 3. Steven Simeoni (Uc Lupi); 4. Nidal Ouachi (Cicl. Fiemme); 7. Elia Tovazzi (Volano); 8. Luca Malfatti (Mendelspeck); 13. Enrico Salvadori (Storo); 14. Francesco Divina (Borgo); 15. Matteo Calovi (Cembra). G5 F: 1. Gaia Masetti (Bikedynamics); 2. Sara Angerer (Mendelspeck); 3. Eleonora Capovilla (Cembra); 6. Patrizia Critelli (Mendelspeck); 7. Vanessa Zambelli (Volano); 14. Nicole Boscolo (Mendelspeck); 15. Alice Scartezzini (Cembra). G5 M1: Riccardo Sartorato (Mosole); 2. Simone Frare (Sprint Vidor); 3. Simone Lo Bartolo (Costamasnaga); 8. Lorenzo D'Eramo (Mendelspeck); 13.

Luca Baldessari (Mori); 14. Edoardo Sandri (Borgo); 18. Davide Coser (Vc Trentino). G5 M2: 1. Matteo Vettor (Pasiano); 2. Giovanni Raveglia (Costamasnaga); 3. Michele Monti (Alzate Brianza); 4. Daniele Iseppi (Dro); 5. Davide Simoni (Sprint Vidor); 8. Yari Piffer (Volano); 10. Alessio Zanei (Cembra); 12. Amedeo Zeni (Mori); 14. Lorenzo Pederzolli (Giudicariese); 15. Luca Dallago (Alto Adige). G5 M3: 1. Nicola Plebani (Villongo); 2. Davide Persico (Gazzanighese); 3. Edoardo Zambanini (Dro); 9. Andrea Debiasi (Mori); 11. Matteo Bianchi (Mendelspeck); 16. Mattia Gastainer (Forti e Veloci). G6 F: 1. Barbara Malcotti (Storo); 2. Ilaria Chinelli (Villongo); 3. Carlotta Zanin (Villaverla); 4. Sara Ruggeri (Villongo); 5. Camilla Pellegrini (Montecorona); 6. Alessia Lodi (Mendelspeck);

15. Maria Malfatti (Rallo). G6 M1: 1. Gabriele Zadra (Mendelspeck); 2. Gianmarco Cervato (Hawaiki); 3. Gabriele Tesi (Carube); 4. Michele Buonauro (Dro); 5. Mattia Fedel (Cembra); 10. Nicholas Agostini (Forti e Veloci). G6 M2: 1. Federico Bernardi (Sprint Vidor); 2. Samuele Carpene (Val d'Illasi); 3. Samuel Nova (P. Arcorese); 4. Andrea Lissoni (Costamasnaga); 5. Davide Basso (Pasiano); 6. David Ravanelli (Cembra); 10. Simone Lucca (Forti e Veloci); 13. Michele Toller (Cembra). G6 M3: 1. Marco Vergani (Costamasnaga); 2. Simone Deromedis (Aurora); 3. Christian Proserpio (Costamasnaga); 4. Nicol Lunardon (Marostica); 5. Martin Nessler (Forti e Veloci); 6. Alessandro Federizzi (Cembra); 9. Patrick Ceka (Volano); 12. David Corradini (Rallo).