Sei sulla pagina 1di 3

Articoli

Vito Francesco De Giuseppe

Agente Multiplo

Un agente multiplo è un’entità costituita da stereotipi, se troppo alta si produce confusività.


elementi singoli, cioè da agenti, ognuno dei quali Un agente multiplo è un’entità costituita da
funzione secondo processi che hanno il loro elementi singoli, cioè da agenti, ognuno dei quali
sviluppo e scopo nel dominio costituito funziona secondo processi che hanno il loro
dall'agente stesso. sviluppo e scopo nel dominio costituito
Il funzionamento della cellula ne è l'esempio dall'agente stesso. Il funzionamento di una
pratico più evidente. cellula è l'esempio pratico più evidente, esso si
Il funzionamento di una cellula si basa basa sull'approvvigionamento energetico
sull'approvvigionamento energetico necessario necessario al suo funzionamento.
alla sua sopravvivenza Ogni cellula funziona in Ogni cellula funziona in conformità a questo
conformità a questo programma. programma.
Più cellule si uniscono e creano un tessuto che è Un agente multiplo è formato da agenti singoli.
più della semplice somma delle singole parti. La struttura cognitiva che emerge dall'agente
Se prendiamo ad esempio il tessuto nervoso, multiplo è diversa dalle singole strutture, seppure
esso è composto di cellule, i neuroni, ciascuna da esse derivi, perché iterazione delle stesse.
dei quali funziona nello stesso modo, esso è La neve è il risultato dell'interazione reciproca di
composto di cellule, i neuroni, ciascuno dei quali singole strutture frattali, i fiocchi di neve. La
funziona nello stesso modo, secondo gli stessi gli forma finale della neve non corrisponde alla
stessi processi metabolici. forma dei fiocchi, ma costituisce essa stessa un
Lo scopo di un neurone, cioè quello di produrre frattale costruito secondo le regole d’iterazione
un potenziale elettrico, è il risultato dell'attività del singolo elemento.
della singola cellula, che ricade nel suo dominio. Che cosa accadrebbe se si provasse ad
Quando le cellule si uniscono per formare il applicare questo costrutto a un processo come la
tessuto nervoso, produce potenziali elettrici e li Coscienza?
trasmette, ma non è nel tessuto perché questa Si potrebbe considerare la possibilità di pensare
proprietà, ma è nell'attività delle singole cellule a un organismo multiplo con una coscienza
che traslano tale proprietà, che definiremo collettiva?
proprietà traslativa delle cellule, ma su una scala La Coscienza sarà quindi un elemento liquido,
più grande. incomprimibile, che assumerà forma variabile a
Quello che si osserva è quindi l'iterazione di uno secondo dell'interazione tra i vari elementi che la
schema frattale che segue principi di geometria compongono.
non euclidea, nel quale si evidenzia Se si pensa agli umani, la residenza nella
un’emergenza nell'attività delle cellule. coscienza singola di Io multipli, la possibilità di
Secondo Colazzo (attività seminariale) manifestarli, può far pensare che la Coscienza
l'emergenza è equivalente all'affermazione che sia l'emergenza di un processo caotico che può
l'inconscio esiste come insieme vuoto. evidenziarsi su una scala più grande, coscienza
L'Emergenza è quindi il tentativo continuo di dare collettiva di un organismo multiplo secondo le
ordine al caos. stesse regole d’iterazione del singolo?
L'immagine che ne scaturisce è quella di una Per rispondere a queste domande è stato
linea di confine tra conscio ed inconscio, la cui sviluppato un modello sperimentale applicato in
permeabilità è l'emergenza. una sperimentazione già avviata e tuttora in
L'intervento psicoterapeutico e/o pedagogico corso.
interviene sul gradiente di permeabilità, I primi risultati saranno illustrati prossimamente.
modificandolo per generare costrutti. Il Modello Sperimentale ha come Scopo quello di
Se l'impermeabilità è troppo bassa, si producono costruire una struttura modulare di raccolta,

Amaltea Trimestrale di cultura Anno II, Numero due, giugno 2007 //1
Articoli

catalogazione, etichettamento ed elaborazione informazioni e viceversa, l'informazione è


d’informazioni. Un contenitore di oggetti definiti spostata dapprima in uno spazio di quarantena e
cognitivi, in relazione reciproca tra essi. dopo è cancellata.
Il Modello strutturato prevede: una struttura La mappatura dell'intero processo diventa la
modulare costruita su Server Cmap Multipli; la metastruttura, la cui definizione indica come
disseminazione su internet di materiali funziona alla struttura che supporta l'intero
multimediali di proprietà singola e/o condivisa; la processo.
costruzione condivisa e partecipata di materiali Ogni soggetto inserisce materiali che lo
da inserire poi su internet linkati in Cmap o su interessano personalmente e/o che vuole
mappe online secondo uno schema sinaptico; la socializzare: foto, video, documenti, siti, risultati
costruzione dei materiali da inserire su internet e/ della navigazione in rete ecc.
in Cmap e sulle mappe online; la condivisione del I materiali sono linkati tra di loro sia
materiale creato; la creazione delle regole di singolarmente sia per gruppi.
relazione; la definizione delle relazioni tra i Il numero dei link indicizza la relazione nel senso
materiali; la costruzione e definizione dei Gates della posizione e del peso che quell'oggetto ha
per l'accesso al sistema; la costruzione e nella rete.
definizione dei Bridges tra i nodi e le aree della Il numero di visite indicizza la priorità e/o il peso
struttura; l'indicizzazione dei materiali; la dell'oggetto visitato, sia esso foto, video,
mappatura dei Gates e dei Bridges; la rilevazione documento, sito o quant'altro.
dell'emergenza e la sua descrizione. La quantità di materiale crescerà nel tempo, ma
Il sistema che si otterrà sarà dinamico e in l'utilizzo delle informazioni strutturerà
continua evoluzione. conoscenza. Se sarà suddiviso in aree,
L'organizzazione è orizzontale, priva di gerarchia. bisognerà vedere se tali aree presentano
Di conseguenza l'indicizzazione è libera, regolarità. Tali regolarità saranno processi
assegnata dai singoli utenti al momento emergenti che definiranno l'insieme considerato.
dell'inserimento del materiale in Rete. I percorsi in rete compiuti dagli agenti per
Il progetto è aperto, pubblico, con gestori costruire, raccogliere e catalogare informazioni,
omeostatici, cioè sistemi di feedback che badano saranno la mappa mentale di un agente multiplo
a controllare la tendenza all'omeostasi dell'intero in cui potrebbe rilevarsi un’emergenza costituita
sistema, senza intervenire però per definire la dal reiterarsi di certi percorsi rispetto ad altri.
conformazione strutturale. Gli agenti singoli si comportano come formiche
Gli strumenti utilizzati sono: Cmap tools, Cmap che si muovono in fila su percorsi rinforzati da
server, Netcipia, Mappe online, Hard disk tracce feromoniche precedenti e che sono
virtuale, piattaforme di social networking, server rinforzate dalle formiche che ripercorrono gli
virtuali, siti, blogs e repositories. stessi tragitti, nel momento stesso in cui
Tutto viene costruito utilizzando piattaforme percorrono il tratto.
online Web 2.0. Ogni agente raccoglie, costruisce e cataloga le
In un'ottica sistemica, il risultato è dinamico con informazioni, secondo il modello comunicativo
un unico obiettivo: ampliare la quantità delle formiche, le quali percorrono, la strada
d’informazioni catalogata. tracciata dal loro simile che rilascia lungo il
Tutti i percorsi di acquisizione e di fruizione percorso feromoni per segnalare il suo
dell'informazione sono monitorati e registrati. passaggio. Le formiche seguono la traccia
Questo costituisce uno dei nodi stessi del feromonica, rilevando ed elaborando questo
sistema. stimolo.
I nodi sono: Informazioni, Gates, Bridges, Links, Più formiche passano lungo un percorso, più è
Relazioni, Registro Percorsi. grande la quantità di feromone rilasciato, più forte
I nodi sono strutture emergenti dall'attività è la traccia feromonica che permane sul tragitto
d’inserimento e condivisione dei materiali e del percorso dalle formiche. Questo fa scegliere alle
loro utilizzo. formiche quel tragitto come preferenziale.
Il limite del processo di creazione, raccolta e Rispetto a questo processo non c'è necessità di
catalogazione delle informazioni è dato da due una struttura predeterminata o di una mappa
parametri: assenza di relazioni entro un tempo precostruita, che preveda e integri luoghi,
determinato e numero massimo di relazioni percorsi e comportamenti da adottare su quei
sostenibili. luoghi durante i percorsi da compiere.
Quando l'informazione non ha relazioni con altre Riprendendo il modello, gli agenti (creano)
informazioni, questa è cancellata dopo un raccolgono e catalogano (come fanno le formiche
intervallo temporale definito, cioè se entro trenta quando cercano e raccolgono cibo, basta
giorni dalla costruzione, rilevazione e sostituire al cibo le informazioni) informazioni,
catalogazione dell'informazione non è stata costruendole, raccogliendole e catalogandole in
stabilita alcuna relazione tra questa ed altre rete, mettendo in relazione i dati.

Amaltea Trimestrale di cultura Anno II, Numero due, giugno 2007 //2
Articoli

Le relazioni sono pesate. Cioè la relazione tra


due informazioni, e la stessa relazione costruita
da più agenti, stabilisce un principio di priorità
della relazione definito "peso della relazione",
mentre la relazione sarà definita "relazione di
condizionamento".
Infatti, superato un certo livello, ossia un certo
numero di ripetizioni del collegamento tra due
dati, in automatico al primo dato conseguirà il
secondo, La relazione sarà sostituita solo da dati
con pesi maggiori e relazioni con valore di
condizionamento maggiore.
Il valore di condizionamento è dato dal numero di
relazioni ripetute tra informazioni e determina il
peso delle informazioni in relazione tra loro. Esso
è dato dal rapporto tra il numero di relazioni e il
numero d’informazioni, cioè:

Numero di relazioni / Numero d’informazioni


interessate dalle relazioni.

Stabilite le relazioni, un programma


d’indicizzazione definisce la mappa delle
relazioni prioritarie che illustri per punti, i valori di
condizionamento.
Definiti i punti, si produrrà un report periodico
sullo stato e sulla configurazione della mappa.
Stato e configurazione della mappa definiscono
un profilo che è assunto come profilo dell'agente
multiplo.
Quanto illustrato è il tentativo di modellizzare un
costrutto partendo dalla definizione di un sistema
che tenta di avviare un processo che partendo
dall'agire di singoli agenti, modella un
comportamento emergente, il cui disegno è
osservabile solo da un punto terzo.
Una domanda sorge da tutto questo: è possibile
definire tale costrutto come "Coscienza"?

Amaltea Trimestrale di cultura Anno II, Numero due, giugno 2007 //3