Sei sulla pagina 1di 1

l'Adige

Trento
Erano le 9 passate venerd mattina, quando il sindaco di Zambana Michele Moser (nella foto) arrivato sulla scena dellincendio alla Ricicla Trentino. I vigili del fuoco stavano lavorando dalle 4. Dellai e Grisenti erano l dalle 7. Alcuni assessori di Lavis anche dalle 6. Eccesso di calma? Negligenza? No. Non almeno da parte del sindaco precipitatosi in via Filos appena avute notizie ufficiose del rogo. N al sottoscritto, n ai funzionari del Comune, nessuno si degnato di segnalare tempestivamente quanto stava accadendo - si rammarica Moser -Eppure quella fabbrica opera a 400 metri dallabitato di Zambana! Dico solo che a mettermi al corren-

domenica 30 luglio 2006

19

PAURA A LAVIS LINCENDIO

Sindaco avvisato solo alle 9. Fabbrica da spostare

Zambana? Dimenticata
te di quanto stava succedendo stata linfermiera che lavora nellambulatorio dove anchio lavoro. Per Zambana, quindi, ufficialmente lincendio alla Ricicla non sarebbe nemmeno successo: In effetti ... - abbozza Moser -. Nemmeno nel corso della giornata, quando ad un certo punto qualcuno ha parlato di "possibile evacuazione" il Comune di Zambana ha ricevuto comunicazioni. Diciamo che labbiamo scampata bella.... Una frase lasciata in sospeso, che anticipa un paio di riflessioni in proiezione futura, da parte del primo cittadino di Zambana. Come amministrazione comunale ci faremo parte attiva affinch quella fabbrica venga spostata - afferma - Non dalloggi al domani, sintende, ma chiederemo che, iniziando proprio da Ricicla Trentino, venga elaborato un programma per "alleggerire" di rischi la zona industriale di Lavis che ormai a ridosso dellabitato di Zambana. Un altro aspetto sottolineato da Moser, quello degli accessi alla parte di zona industriale interessata dallincendio e allabitato di Zambana: Considerati i mezzi che vengono utilizzati dai soccorsi nelle grosse emergenze, gli accessi da via Filos e dal ponte sullAdige si presentano inadeguati: via Filos stretta e la rotatoria

costituisce un ostacolo; il ponte sullAdige invece ha limiti di portata. Zambana si sente chiusa in un bunker e coglie loccasione per chiedere ancora una volta con forza alla Provincia la realizzazione di un nuovo accesso dalla statale del Brennero a nord del paese. La chiusura in positivo e ci fa ritornare sulla scena dellincendio per riconoscere i meriti di quanti hanno profuso impegno e fatica per limitarne le conseguenze: Voglio elogiare tutti i vigili del fuoco che hanno fronteggiato il rogo, ed in particolare quelli del mio paese che sono stati fra i primi ad arrivare sul posto nel momento del massimo pericolo.

Ripartono le fiamme, ma ci sono i vigili


Subito spento il focolaio. Rifiuti verso Treviso, quelli bruciati a Rovereto
di MATTIA FRIZZERA
Anche la mattina dopo il grande incendio che ha colpito la Ricicla Trentino 2 allalba di venerd i vigili permanenti di Trento e i volontari di Lavis sono stati chiamati allazione. Infatti sono serviti ulteriori 2.500 litri dacqua per spegnere le fiamme che ancora giacevano in un silo allinterno del capannone di 1.438 metri quadri per la vagliatura di vetro e plastica andato completamente distrutto. Forte lodore di plastica rimasto, mentre venerd mattina il vento aveva reso ben respirabile laria della zona. Deciso il direttore Alessandro Cavagna, che si concesso solo poche ore a casa, per tornare di prima mattina nella sua azienda. Ieri infatti il lavoro ricominciato nel capannone nord, dove avviene la separazione della plastica monomateriale, per intendersi quella che nei 31 comuni del C5 aderenti al consorzio Asia i cittadini mettono nei cassonetti azzurri. Luned - ha spiegato Cavagna - vetro, lattine e plastica gi selezionati partiranno per i consorzi nazionali, mentre cercheremo di regolare larrivo dei conferitori per non creare problemi. Prima che risorga il capannone della Ricicla Trentino vi saranno quindi misure provvisorie: il vetro, le lattine e la plastica raccolta nei cassonetti per multimateriali saranno stoccate provvisoriamente ad Ischia Podetti o nel piazzale di Ricicla se questa ricever la necessaria autorizzazione. In ogni caso, fino alla ricostruzione del capannone,

Ordinanza del sindaco per bloccare il pellegrinaggio di curiosi. Intanto si pensa alla ricostruzione che avverr in tempi record
DISTRUTTO. Quel che rimane dellinsediamento della Ricicla Trentino 2. Ieri da un silo sono ripartite le fiamme ma i vigili del fuoco di Lavis facevano buona guardia e hanno spento il focolaio con 2.500 litri di acqua.

i rifiuti verranno inviati per la lavorazione in provincia di Treviso, dove esistono ben nove centri che svolgono le stesse mansioni di Ricicla. Ironia della sorte, a settembre era prevista una riorganizzazione anche dei macchinari allinterno di Ricicla Trentino, che per stata fatta dal fuoco. Il capannone verr ragionevolmente ricostruito a tempo di record, visto che nellinteresse non solo del privato ma di tutta la provincia, ricordando che gi lumido viene portato ad Isola della Scala (Verona). Il sindaco di Lavis Graziano Pellegrini ha emesso cautelativamente unordinanza che impedisce lingresso a persone e mezzi non autorizzati nellarea del capannone bruciato. Infatti non c solo il turismo dei rifiuti, ma anche quello dei rifiuti bruciati, visto che la normalmente non trafficata via Filos ieri ospitava un viavai non consueto di auto. Il materiale bruciato verr trasportato nella discarica dei Lavini di Marco, nella zona di Rovereto Sud. Il rifiuto va di moda per il territorio di Lavis: oltre alla Ricicla opera infatti anche lazienda di Marino Moser, che separa carta e cartone, ma il rifiuto anche istituzionale, se si analizza come comuni della Rotaliana e della Valle di Cembra non desiderino la compagnia di Lavis nei futuri ambiti territoriali. Amministratori e vigili del fuoco di Lavis reclamano sempre maggior attenzione nei confronti di una zona industriale che appare sovradimensionata rispetto allentit di un comune con 8.222 anime.

LESPERTO

Parla Marino Cofler, professore di analisi chimica alle Iti. Trentino servizi: la raccolta prosegue

I pericoli? Formaldeide e diossina


Inquinanti poco solubili, nessun problema per le acque
sida piuttosto velocemente e nel giro di poco tempo si trasforma in anidride carbonica. Non subiscono questo processo, invece, le diossine, unaltra categoria di inquinanti probabilmente prodotti nel rogo dellazienda di Lavis. Purtroppo - aggiunge Cofler - sono sostanze stabili che resistono nei suoli per molti anni. La pi pericolosa la Tcdd classificata dallo Iarc come cancerogena per luomo; essa pu entrare nella catena alimentare ed essere assorbita anche dalle persone accumulandosi nel tessuto adiposo. Per stabilire quali sostanze e in che misura sono state prodotte dallincendio bisognerebbe conosce-

Durante il rogo punte di 20-30 particelle a milione


re nello specifico la composizione del materiale bruciato e le condizioni di combustione. Anche la combustione di sostanze pure libera nellatmosfera agenti pi o meno nocivi - dice il professore -. Qui si tratta di un incendio di una miscela di materiali con una composizione di partenza complessa. Probabile quindi che il risultato della combustione sia la produzione di inquinanti molto diversificati e con nocivit da verificare. Per quanto riguarda lo stoccaggio dei rifiuti, Trentino Servizi in questi giorni conserver i rifiuti raccolti dalle campane e dai bar in alcuni container situati allinterno del proprio cantiere. Per quanto riguarda la plastica gi nei prossimi giorni si dovrebbe riprendere con il conferimento della plastica alla Ricicla Trentino 2, mentre il multimateriale sar spedito per lo smaltimento nel trevigiano. Se si rispettano queste previsioni - spiega lingegner Carlo Realis Luc della Trentino Servizi - per noi cambia poco e possiamo continuare il nostro lavoro tranquilli. D.B.

Se il peggio stato evitato, grazie al veloce intervento dei vigili del fuoco arrivati da Lavis, Trento e dalla Rotaliana, non si pu certo dire che lincendio dellaltro giorno alla Ricicla Trentino 2 di Lavis non abbia prodotto effetti nocivi sullambiente. Basti pensare alle alte concentrazioni di alcuni agenti inquinanti prodotti dalla combustione di plastiche e altri materiali. Secondo i dati forniti dalla Provincia, nel luogo del rogo si sono misurate punte di 20-30 ppm (parti per milione) di formaldeide. Livelli decisamente elevati come conferma Marino Cofler, professore di analisi chimica allIti Buonarroti di Trento. Normalmente in atmosfera si trovano soltanto tracce di questa sostanza (meno di 0,01 ppm). Il fatto di aver avuto concentrazioni elevate di formaldeide, un reagente che si utilizza, fra laltro, nella produzione di resine e collanti per truciolati, preoccupante. Cofler spiega che si tratta di una sostanza classificata come cancerogena per luomo, che viene prodotta dallossidazione parziale di sostanze organiche come

Complesso Le Fornaci - Tel.0461/823004


IMMOBILIARE

E-MAIL: immobiliareceda@hotmail.com
CIVEZZANO in nuova ristrutturazione appartamento composto da ingresso, soggiorno/cottura, 2 stanze matrimoniali, bagno, balcone e cantina. Splendida vista panoramica! GARDOLO zona piscina appartamento ristrutturato in palazzina tranquilla composto da ingresso, sogg/cottura, 1 stanza, bagno, balcone e cantina. Possibilit garage. GARDOLO Di prossima ristrutturazione appartamenti termoautonomi con 1 o 2 stanze con balcone o terrazzo. Consegna fine 2006. CIVEZZANO In nuova ristrutturazione appartamento con ingresso, sogg/cottura, 2 stanze matrimoniali,bagno, balcone e cantina. Splendida vista panoramica!

Affiliato ARTE CASA IMM.

Il professor Marino Cofler accade, ad esempio, nella combustione incompleta del metano e degli altri combustibili. Quella che normalmente si libera nellaria contenuta prevalentemente nei gas di scarico delle automobili. Laspetto positivo - continua lesperto - che per fortuna la formaldeide si os-

TRENTO Via Marighetto appartamento con splendido giardino composto da ingresso, soggiorno con ampio angolo cottura, 3 stanze, 2 bagni. Cantina, garage e posto auto privato. TRENTO CENTRO ZONA UNIVERSITA particolare appartamento ristrutturato con ingresso, ampio sogg/cottura, 1 stanza, bagno, soppalco, cantina. Termoautonomo. TRENTO CITTA ampio appartamento di 120 mq con ingresso, soggiorno, cucina, 2 stanze, 2 bagni, rip. Cantina. Possibilit acquisto al grezzo. MATTARELLO In casa storica ristrutturata, posizione tranquilla, ampia mansarda su due livelli composta da soggiorno, cucina abitabile, 3 stanze, 3 bagni, cantina. Termoautonoma. MARTIGNANO in piccola palazzina appartamento di prossima ristrutturazione con ingresso, sogg/cottura, 1 stanza, bagno, balcone. Termoautonomo. GARDOLO zona Melta in posizione molto tranquilla appartamento in palazzina composto da ampio soggiorno, angolo cottura, 3 stanze, bagno fin., rip., balcone e garage. MATTARELLO in casa totalmente ristrutturata appartamento piano terra con ingr., soggiorno, angolo cottura, 1 stanza, bagno e cantina. Prezzo interessante. Ideale da investimento.

completamente arredata con ingr., sogg/cottura, 1 stanza, bagno, balcone. Cantina e posto auto. 600 MATTARELLO Nuovo appartamento arredato con ingresso, sogg/cottura, 1 stanza, bagno fin., balcone. Cantina e Garage. 550. CIVEZZANO Nuovo appartamento con splendida vista con ingresso, ampio sogg/cottura, 2 stanze matr., bagno e cantina. 580 PERGINE In nuova piccola palazzina appartamenti 2/3 stanze con balconi. Cantina e posto auto coperto. Da 600

COMMERCIALE
TRENTO ZONA UNIVERSITA Vendiamo ufficio piano terra ristrutturato con ingresso, 2 ampi locali, bagno e soppalco e cantina. TRENTO NORD Vendiamo piano terra ufficio open space di 300 mq con 6 posti auto. Termoa. TRENTO C.so Buonarroti Affittiamo ampio ufficio ingresso, 5 locali e 2 bagni. 900. TRENTO Via Piave Affittiamo piano terra ufficio con 2 locali e bagno. Termoa. 500. TRENTO Citt Affittiamo negozio/laboratorio di 200 mq. con magazzino annesso. Garage e posti auto privati.

AFFITTI
TRENTO VIALE VERONA Mansarda 1 stanza arredata e corredata. 550. TRENTO CENTRO STORICO Monolocale con nuovo arredo. 500 TRENTO VIA CAURIOL Monolocale ristrutturato arredato con cantina. 450 TRENTO Via delle Cave in recente costruzione appartamento arredato con 1 stanza, sogg/cottura, bagno fin., terrazzo. Garage e cantina. MATTARELLO Mansarda nuova libera su tre lati

A6073097

TRENTO Via Brennero, 120