Sei sulla pagina 1di 1

www.fiscoediritto.

it

COMMISSIONE TRIBUTARIA REGIONALE DELLA TOSCANA - ORDINANZA 23


MARZO 2010, N. 228

Premesso che con sentenza n. 4/04/08 la Commissione tributaria provinciale di ...... dichiarava
inammissibile, per tardività, il ricorso promosso da X avverso una cartella di pagamento per omesso
o carente versamento di IRPEF per l'anno 2002;
che la predetta cartella di pagamento era stata notificata alla X ai sensi del combinato disposto
dell'art. 140 c.p.c. e dell'art. 26 d.P.R. n. 602/73 a norma del quale «nei casi previsti dall'art. 140 del
c.p.c., la notificazione della cartella di pagamento si ha per eseguita nel giorno successivo a quello
in cui l'avviso di deposito è affisso all'albo del Comune»;
che il ricorso della X alla Commissione tributaria provinciale era stato proposto nei sessanta giorni
dall'effettiva conoscibilità dell'atto impositivo, avvenuta con la ricezione della raccomandata che
avvisava del deposito dell'atto all'albo del Comune, ma non nei sessanta giorni dalla notifica come
perfezionata ai sensi dell'art. 26 richiamato;
che la contribuente ha proposto tempestivo e rituale appello dinanzi a questa Commissione
tributaria regionale, deducendo che il predetto meccanismo normativo configura una fictio iuris
assoluta in ordine alla conoscibilità, da parte del contribuente, dell'atto impositivo, senza tenere
conto che la concreta conoscibilità dell'atto impositivo stesso può essere posteriore - come in effetti
è nel caso che ci occupa - al giorno successivo a quello in cui l'avviso di deposito è affisso all'albo
del Comune, venendo leso, in tal caso, il diritto di difesa che concede sessanta giorni quale termine
per proporre impugnazione e violando così i diritti costituzionali in tema di uguaglianza,
ragionevolezza e inviolabilità della difesa; ……..

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/COMMISSIONE-TRIBUTARIA-REGIONALE-DELLA-
TOSCANA---ORDINANZA-23-MARZO-20102c-N-228.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it