Sei sulla pagina 1di 3

ESERCIZI DI RIVITALIZZAZIONE PER GLI OCCHI.

TECNICHE PROPEDEUTICHE AL “VEDERE”

massimo.borgatti@esperio.it
GLI OCCHI

Sosteniamo di vedere il mondo tramite gli occhi. Ma che cosa vediamo veramente? La
realtà o un’immagine precostituita che abbiamo costruito (e accettato) di essa? Inoltre,
siamo certi vi vedere tutto ciò che realmente è alla portata dei nostri occhi? Se due
persone osservano un panorama, siamo certi che entrambi vedranno le stesse cose?

Da piccoli impariamo che, se non ci piace qualcosa possiamo farla sparire, basta chiudere
gli occhi! Il ritiro di energia dagli occhi è una delle prime operazioni che può fare il
bambino per evitare ciò che ritiene di non poter reggere emotivamente.
Il risultato di questa operazione (protratta e ripetuta nel tempo) è che gli occhi, poco per
volta, si spengono. Non necessariamente diminuiscono le diottrie (spesso succede anche
questo), ma sicuramente diminuisce la possibilità di entrare in contatto con il mondo e
con essa l’opportunità di cogliere la vita pienamente.
Impariamo anche, come forma di difesa, ad abbassare o a distogliere lo sguardo tutte le
volte che vogliamo nascondere o dissimulare qualcosa, tutte le volte che non vogliamo
fare entrare l’altro dentro noi stessi.

Quanto spesso e per quanto tempo ci guardiamo veramente negli occhi davanti allo
specchio?

Lo sguardo è un canale di percezione e di comunicazione: dove posiamo lo sguardo, noi


portiamo la nostra energia focalizzata; nel focalizzarla assorbiamo in noi ciò che
osserviamo. Gli occhi in questa attività fungono da mirino, da canale e da filtro al tempo
stesso.
Proprio per via di questo articolato scambio tra oggetto osservato e soggetto osservatore,
noi non siamo affatto indifferenti all’oggetto della nostra osservazione.
Provate ad osservare con intensità per cinque minuti un sito pornografico e poi provate
per lo stesso tempo e con la stessa intensità ad osservare un albero, un fiore o un ampio
panorama. Quali differenze percepite in voi stessi? E nei vostri occhi?

Riattivare e utilizzare con consapevolezza i nostri occhi è una potente via di


ricanalizzazione dell’energia.

Riattivando l’energia negli occhi impariamo nuovamente quanto sia bello scegliere cosa
guardare e con quanta intensità. Sentiamo le diverse percezioni che oggetti diversi ci
danno e decidiamo consapevolmente cosa guardare e come.
Ritroviamo il piacere di guardarci negli occhi e percepiamo quanto questo arricchisca il
nostro senso di presenza alla vita.

Un altro motivo per cui lavorare sugli occhi è che questo ci permette di comprendere e
integrare le emozioni e di non esserne preda.
Un adulto può guardare in faccia la realtà in quanto possiede tutti i mezzi per affrontarla,
e può meglio affrontarla se la vede bene, nella sua interezza.

TECNICHE PER GLI OCCHI www.sciamanager.com Pagina 2


GLI ESERCIZI PER LA RIATTIVAZIONE DEGLI OCCHI

Esercizio 1
Stingere e riaprire con forza gli occhi, ricercare la sensazione e di spremerli come dei
limoni.
Ripetere per circa due minuti.

Esercizio 2
Girare gli occhi e fissare lo sguardo verso sinistra, tenendo la testa ferma al centro,
lentamente girare gli occhi verso destra tenendo sempre la testa ferma al centro.
Respirare profondamente durante il movimento.
Ripetere per circa due minuti.

Esercizio 3
Sempre tenendo la testa ferma al centro, ruotare lo sguardo guardando ora a sinistra,
poi verso l’alto, quindi verso destra e poi verso il basso per poi tornare di nuovo a
sinistra.
Respirare profondamente durante il movimento.
Ripetere per circa due minuti.
Dopo un po’ si inverte il senso di rotazione.

Esercizio 4
Fissare un punto o un oggetto davanti a noi e poi fissare la punta del proprio naso.
Ripetere per circa due minuti.

Esercizio 5
Fissare un punto davanti a noi e lasciare che lo sguardo vada fuori fuoco, quindi usando
la respirazione e senza sbattere le palpebre, riportare a fuoco lo sguardo.
Ripetere per circa due minuti.

Ricordarsi di intervallare l’esercizio 1 tra un esercizio e l’altro e ogni qualvolta percepiate


stanchezza negli occhi.
E’ di massima importanza accompagnare tutti gli esercizi con una respirazione ampia
profonda e completa.

TECNICHE PER GLI OCCHI www.sciamanager.com Pagina 3